Casa di Riposo Corti Nemesio. REGOLAMENTO per l inserimento in R.S.A.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Casa di Riposo Corti Nemesio. REGOLAMENTO per l inserimento in R.S.A."

Transcript

1 Comune di Delebio Provincia di Sondrio Casa di Riposo Corti Nemesio REGOLAMENTO per l inserimento in R.S.A. Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n 10 del in vigore dal 1 aprile 2007

2 REGOLAMENTO per l inserimento in R.S.A. 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento definisce la modalità di ammissione ai posti della R.S.A. Corti Nemesio di Delebio, gestita dal Comune di Delebio. 2) AMMISSIONI 2.1) Di norma hanno titolo all ammissione in R.S.A. le persone ultrasettantacinquenni, in condizioni socio-sanitarie tali da non poter restare al proprio domicilio e compatibili con i livelli sanitari-assistenziali garantiti dallo standard gestionale di accreditamento prescritto per le R.S.A. disposti dalla Regione Lombardia. 2.2) Eccezionalmente possono essere ammesse: a) persone d età inferiore a 75 anni con problemi socio-sanitari e caratteristiche assimilabili a quelle delle persone anziane ultrasettantacinquenni; b) particolari casi di emergenza, proposti dai Servizi competenti; In questi casi, l ammissione è disposta dalla Direzione della Casa di Riposo (Responsabile dell Area servizi alla persona), previa acquisizione del parere favorevole reso dal Direttore Sanitario della R.S.A.. 3) PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 3.1) Gli interessati che intendono presentare richiesta di ammissione in R.S.A. possono chiedere informazioni presso: - il Servizio Anziani e Adulti Non Autosufficienti dell A.S.L. della Provincia di Sondrio - Distretto di Morbegno; - la Casa di riposo Corti Nemesio di Delebio; - il Servizio Sociale di Base, presso l Ufficio di Piano distrettuale o presso il Comune di residenza; 3.2) La domanda di ingresso nella R.S.A. deve essere presentata, su apposito modulo, dall interessato, da un familiare o da altro soggetto interessato: - al Servizio Anziani e Adulti Non Autosufficienti dell A.S.L. della Provincia di Sondrio - Distretto di Morbegno; - alla Casa di riposo Corti Nemesio di Delebio; in questo caso l Ente provvederà a trasmettere la domanda al Servizio Anziani Distrettuale dell A.S.L.. Il Servizio Anziani e Adulti Non Autosufficienti dell A.S.L. della Provincia di Sondrio - Distretto di Morbegno, attiva l U.V.G. per la valutazione delle domande ricevute. 2

3 3.3) La persona che sottoscrive la domanda di ammissione deve dichiarare sull apposito modulo di aver letto il presente Regolamento e di accettare tutte le norme in esso contenute. 3.4) La domanda di ammissione rimane presente nella graduatoria anche nel caso in cui l interessato venga ammesso in altra R.S.A., salvo espressa rinuncia. 4) VALUTAZIONE DELLA DOMANDA L U.V.G. distrettuale di Morbegno: a) stabilisce la tipologia assistenziale del richiedente l ammissione in base ai criteri emanati dalla normativa regionale (procedura S.OS.I.A. -Scheda di Osservazione Intermedia dell Assistenza- con fasce da 1 a 8; presenza di morbo di Alzheimer con disturbi comportamentali); b) stabilisce il grado di non autosufficienza attraverso l applicazione della scala B.I.N.A.; c) predispone la documentazione sociale e sanitaria a corredo della domanda; d) segnala la presenza di eventuali situazioni di eccezionalità di cui all art. 2.2; e) segnala la situazione di coppia ; Per situazione di coppia si intendono i parenti conviventi entro il 2 grado; il codice coppia potrà essere assegnato solo in caso di domanda presentata contemporaneamente dai due componenti della coppia. f) invia alla Casa di Riposo Corti Nemesio di Delebio copia della domanda e la documentazione socio-sanitaria o gli aggiornamenti distinti per tipologia (fascia S.OS.I.A., punteggio B.I.N.A.). 5) COSTITUZIONE DELLA LISTA D ATTESA. 5.1) La Casa di Riposo Corti Nemesio di Delebio, sulla scorta delle informazioni contenute nella valutazione effettuata dall U.V.G. distrettuale, redige la lista d attesa in applicazione dei seguenti criteri: a) composizione di una lista per ognuna delle otto classi S.OS.I.A.; b) valutazione delle priorità di ammissione in base alla residenza, secondo il seguente ordine: - 1 Residenza nel comune di Delebio; - 2 Residenza nel mandamento di Morbegno; - 3 Residenza nella Provincia di Sondrio; - 4 Residenza fuori provincia; c) valutazione presenza di situazioni di coppia ; d) posizionamento della domanda nella lista di appartenenza con un punteggio di graduatoria dato dalla sommatoria del punteggio B.I.N.A. con il punteggio di anzianità di domanda, nella misura di 0,4 punti per ogni giorno trascorso dalla data di presentazione della domanda a quella di redazione della graduatoria. All interno delle priorità per la residenza di cui al punto b), il punteggio di graduatoria più elevato dà titolo al posizionamento al primo posto, salvo le precedenze per le situazioni di coppia di cui all art. 7.2; a parità di punteggio verrà data priorità all ordine cronologico della data di presentazione della domanda; ad ulteriore parità verrà data precedenza al richiedente più anziano di età. 3

4 5.2) Le liste di attesa di ognuna delle otto classi S.OS.I.A. vengono ordinate considerando le priorità di Residenza dell utente. La residenza viene considerato criterio sempre prioritario nelle ammissioni, indipendentemente dalla lista S.OS.I.A. in cui è inserito l utente, fatto salvo il caso di cui all art ) Per la priorità degli utenti di Delebio, la residenza deve risultare da almeno due anni; viene ammessa una residenza inferiore ai due anni nel caso in cui un familiare, parente entro il 2 grado, risulti residente nel comune di Delebio da almeno dieci anni. 5.4) Non costituisce in alcun caso priorità di ammissione la residenza acquisita a seguito del ricovero, anche in modo stabile, presso comunità, strutture residenziali di tipo socio-assistenziale o sanitarie, gruppi-appartamento o altre convivenze; in questi casi verrà considerata la residenza precedente al trasferimento. 5.5) Le liste vengono aggiornate al primo giorno di ogni mese in base alle nuove domande pervenute, agli aggiornamenti di domande già esistenti, alle rinunce, ai decessi. 6) RIVALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE SOCIO-SANITARIA Nel caso in cui, dopo l inserimento in lista d attesa, si verificassero rilevanti mutamenti nella condizione socio-sanitaria del richiedente l ammissione in R.S.A., l interessato o i suoi familiari possono chiedere all U.V.G. distrettuale una rivalutazione. Il passaggio ad una diversa lista di attesa a seguito di rivalutazione da parte dell U.V.G. che accerti la variazione di classe S.OS.I.A. equivale, ai fini dell anzianità della domanda, alla presentazione di una nuova domanda. 7) AMMISSIONE, COMPETENZE E CRITERI 7.1) La valutazione sull ammissione ai posti della R.S.A. competono alla Direzione della Casa di Riposo (Responsabile dell Area servizi alla persona), sentito il Direttore Sanitario, che, dopo aver valutato le priorità presenti, decidono a quale lista attingere per il nuovo ingresso. All interno della lista prescelta dovrà essere rispettato l ordine di posizionamento delle domande. 7.2) In presenza di una situazione di coppia, qualora vi sia la disponibilità contestuale di due posti, gli utenti interessati saranno ammessi contemporaneamente, nel caso di unica ammissione, l anziano non ammesso avrà il diritto di precedenza, anche rispetto alla residenza, non appena si verifica la disponibilità di un successivo posto. 8) ACCETTAZIONE DELLA PROPOSTA DI INGRESSO E IMPEGNI CORRELATI 8.1) La proposta di ammissione viene formulata dalla Casa di Riposo al soggetto o ai soggetti che hanno sottoscritto la domanda di ammissione con comunicazione telefonica, certificata da un apposito modulo firmato dall Operatore che effettua la chiamata e dal Direttore. 4

5 Da tale proposta decorre il termine perentorio di 24 ore per l accettazione dell ammissione che deve essere effettuata per iscritto dall interessato o dalla persona indicata sulla domanda quale familiare di riferimento. La mancata accettazione della proposta di ammissione entro tale termine configura il comportamento concludente di rinuncia all ammissione. 8.2) In caso di impossibilità a reperire telefonicamente i soggetti di cui all art. 8.1, protrattasi per un periodo di 12 ore consecutive, verrà interpellato il nominativo immediatamente seguente in graduatoria. La domanda del candidato irreperibile, non sarà comunque cancellata dalla graduatoria e non perderà la sua posizione all interno della graduatoria stessa. 8.3) Contestualmente all accettazione della proposta di ammissione l interessato o il familiare di riferimento assume l impegno al pagamento della retta, decorrente dalla data di ingresso in R.S.A.. 8.4) L ingresso effettivo presso la R.S.A. deve avvenire entro il termine di 48 ore dalla data di comunicazione della proposta di ammissione, salvo posticipo per motivi organizzativi della R.S.A.. Il mancato ingresso entro il termine stabilito, configura il comportamento concludente di rinuncia all ammissione. 9) RINUNCIA ALL INGRESSO 9.1) In caso di rinuncia all ingresso, espressa o tacita, la relativa domanda verrà depennata dalla lista d attesa. L interessato potrà ripresentare una nuova domanda che seguirà nuovamente l iter previsto dal presente Regolamento. 9.2) Nel caso la persona chiamata per l ammissione in R.S.A. sia ricoverata in Ospedale e venga dichiarata non dimissibile e pertanto risulti impossibilitata ad entrare in R.S.A., la domanda non verrà depennata dalla graduatoria e non perderà la sua posizione all interno della graduatoria stessa. In questo caso per l ammissione verrà interpellato il nominativo immediatamente seguente in graduatoria. 10) DEBITO INFORMATIVO DELLA FONDAZIONE NEI CONFRONTI DELL A.S.L. Con cadenza mensile la Casa di Riposo trasmette all A.S.L.. di Sondrio la propria lista d attesa nominativa. Segnala inoltre all A.S.L. in tempo reale i seguenti eventi che riguardano gli Ospiti della R.S.A.: - decesso; - ammissione; - trasferimento; - dimissione; - rinuncia. ************* 5

Fondazione Casa di Riposo Città di Chiavenna ONLUS. REGOLAMENTO per l ammissione in R.S.A.

Fondazione Casa di Riposo Città di Chiavenna ONLUS. REGOLAMENTO per l ammissione in R.S.A. Fondazione Casa di Riposo Città di Chiavenna ONLUS REGOLAMENTO per l ammissione in R.S.A. allegato alla deliberazione n. 13 del 21.02.2007 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento definisce la

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI ACCESSO IN RSA E PER LA FORMULAZIONE DELLE GRADUATORIE

REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI ACCESSO IN RSA E PER LA FORMULAZIONE DELLE GRADUATORIE Fondazione Pietro Sissa Residenza Sanitaria Assistenziale Via G.Verdi, 55-46024 Moglia(Mn) Telefono e Fax Amministrazione (0376) 598051 Reparto (0376) 598123 E-MAIL: pisissa@libero.it REGOLAMENTO PER LE

Dettagli

..A.S R N I O T N E IM R E S N

..A.S R N I O T N E IM R E S N Grosio REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO IN R.S.A. 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO IN R.S.A. Il presente regolamento definisce la modalità di ammissione ai posti della R.S.A. gestita

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ACCOGLIMENTO OSPITI

REGOLAMENTO SERVIZIO ACCOGLIMENTO OSPITI CASA DI RIPOSO MORELLI BUGNA REGOLAMENTO SERVIZIO ACCOGLIMENTO OSPITI Approvato con Deliberazione n 19 del 01.12.2011 Art. 1 ACCOGLIMENTO IN STRUTTURA Il servizio accoglimento ospiti della Casa di Riposo

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA LISTA D ATTESA

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA LISTA D ATTESA Pagina di 5 PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA LISTA D ATTESA INDICE. Scopo. Campo di applicazione. Compiti e responsabilità 4. Modalità operative 5. Documenti richiamati / bibliografia Pagina di 5. SCOPO

Dettagli

REGOLAMENTO PER INSERIMENTO DI CITTADINI ANZIANI IN REGIME DI CONVENZIONE PRESSO LA R.S.A. CORTE BRIANTEA DI MUGGIÒ.

REGOLAMENTO PER INSERIMENTO DI CITTADINI ANZIANI IN REGIME DI CONVENZIONE PRESSO LA R.S.A. CORTE BRIANTEA DI MUGGIÒ. Copia per la consultazione COMUNE DI MUGGIO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER INSERIMENTO DI CITTADINI ANZIANI IN REGIME DI CONVENZIONE PRESSO LA R.S.A. CORTE BRIANTEA DI MUGGIÒ. Approvato con atto C.C.

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE ASILO NIDO COMUNALE DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNO EDUCATIVO 2016/2017. Il/La sottoscritto/a, nato/a a il,

COMUNE DI MAGIONE ASILO NIDO COMUNALE DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNO EDUCATIVO 2016/2017. Il/La sottoscritto/a, nato/a a il, COMUNE DI MAGIONE AREA SOCIO EDUCATIVA Tel. 075/8477047/020/069 Fax. 0758477041 - E-mail: giuseppina.marcantoni@comune.magione.pg.it; sauretta.rossi@comune.magione.pg.it. All Area Socio-Educativa del Comune

Dettagli

Casa di Riposo Corti Nemesio. PROTOCOLLO OPERATIVO per la gestione dei Posti di Sollievo presso la R.S.A. Casa di Riposo Corti Nemesio

Casa di Riposo Corti Nemesio. PROTOCOLLO OPERATIVO per la gestione dei Posti di Sollievo presso la R.S.A. Casa di Riposo Corti Nemesio Comune di Delebio Provincia di Sondrio Casa di Riposo Corti Nemesio PROTOCOLLO OPERATIVO per la gestione dei Posti di Sollievo presso la R.S.A. Casa di Riposo Corti Nemesio PROTOCOLLO OPERATIVO per la

Dettagli

Richiesta di valutazione/rivalutazione socio-sanitaria

Richiesta di valutazione/rivalutazione socio-sanitaria Richiesta di valutazione/rivalutazione socio-sanitaria ALLA UNITA DI VALUTAZIONE GERIATRICA (U.V.G.) dell A.S.L. TO4 IVREA Alla consegna presentarsi con documento di identità valido dell interessato e,

Dettagli

C O M U N E D I M A R I A N A M A N T O V A N A. Provincia di Mantova. Regolamento per il funzionamento del Nido comunale

C O M U N E D I M A R I A N A M A N T O V A N A. Provincia di Mantova. Regolamento per il funzionamento del Nido comunale C O M U N E D I M A R I A N A M A N T O V A N A Provincia di Mantova Regolamento per il funzionamento del Nido comunale Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 7 del 11/02/2011 e modificato

Dettagli

Procedimento per l'accesso alle strutture residenziali e semiresidenziali

Procedimento per l'accesso alle strutture residenziali e semiresidenziali www.asl3.liguria.it DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE E ATTIVITA DISTRETTUALI Direzione Via G. Maggio, 6 16147 Genova Procedimento per l'accesso alle strutture residenziali e semiresidenziali Per l'accesso alle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI PASTI CALDI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI PASTI CALDI COMUNE DI SETTIMO MILANESE PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI PASTI CALDI Approvato con deliberazione CC n. 70 del 8 novembre 2000, come modificato con del. CC

Dettagli

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo. Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate

Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo. Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate Ambito Territoriale DISTRETTO 5 di Melzo Comuni di Cassano d Adda, Inzago, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Settala, Truccazzano, Vignate REGOLAMENTO per l erogazione di titoli per la regolarizzazione

Dettagli

Rev. 2 del 7/04/2016 Pag. 1 di 6

Rev. 2 del 7/04/2016 Pag. 1 di 6 Criteri per l inserimento in lista di attesa La posizione nella lista d attesa viene assegnata in base ad un punteggio, riportato all interno della scheda di valutazione iniziale, secondo i seguenti criteri:

Dettagli

Protocollo Operativo

Protocollo Operativo Protocollo Operativo Oggetto e Finalità del Protocollo Il presente protocollo operativo ha come oggetto la definizione di modalità organizzative e gestionali, concordate tra le parti, per il raggiungimento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Politiche Sociali DIRETTORE GROSSI dott.ssa EUGENIA Numero di registro Data dell'atto 662 05/05/2015 Oggetto : Approvazione della seconda tranche di spesa,

Dettagli

COMUNE DI VALGREGHENTINO

COMUNE DI VALGREGHENTINO COMUNE DI VALGREGHENTINO Provincia di Lecco Regolamento Centro Prima Infanzia Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 49 del 26 novembre 2015 1 Indice: Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6

Dettagli

CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI

CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI CRITERI DI RIFERIMENTO PER L ACCESSO AL BUONO SOCIALE 2016 PER PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE O NON AUTOSUFFICIENTI 1. PRINCIPI GENERALI I seguenti criteri disciplinano, all interno di un sistema integrato

Dettagli

CONSORZIO ERBESE SERVIZI ALLA PERSONA

CONSORZIO ERBESE SERVIZI ALLA PERSONA BUONO BADANTI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI BUONI SOCIALI EROGATI A SPORTELLO A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITE A DOMICILIO DA ASSITENTI FAMILIARI PERIODO DAL 1 LUGLIO 2009 AL 30

Dettagli

REGOLAMENTO ASILO NIDO

REGOLAMENTO ASILO NIDO REGOLAMENTO ASILO NIDO Approvato con delibera del Consiglio comunale n. 10 del 16/03/2005 Modificato con delibera del Consiglio comunale n. 07 del 31/03/2009 Art.1 CAPIENZA 1.L asilo nido comunale di Pont-Saint-Martin

Dettagli

COMUNE DI VILLA CASTELLI PROV. DI BRINDISI

COMUNE DI VILLA CASTELLI PROV. DI BRINDISI COMUNE DI VILLA CASTELLI PROV. DI BRINDISI SELEZIONE PUBBLICA AI FINI DELLA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DA UTILIZZARE PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE LAVORO VOLTE ALL INCLUSIONE SOCIALE E LAVORATIVA DI SOGGETTI

Dettagli

Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2015/2016

Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2015/2016 Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2015/2016 PROCEDURE DI AMMISSIONE Possono essere iscritti tutti i bambini nati nel corso dell anno 2012 e che, pertanto, compiono 3 anni di età entro il

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N.3 AUSL BR/1

AMBITO TERRITORIALE N.3 AUSL BR/1 AMBITO TERRITORIALE N.3 AUSL BR/1 FRANCAVILLA FONTANA (Comune Capofila) CAROVIGNO CEGLIE MESSAPICA ORIA SAN MICHELE SALENTINO VILLA CASTELLI CONSORZIO PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA INTEGRATO DI WELFARE

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA FNA ANNO 2017

BANDO PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA FNA ANNO 2017 BANDO PER L EROGAZIONE DI BUONI SOCIALI IN FAVORE DI PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE IN CONDIZIONE DI NON AUTOSUFFICIENZA FNA ANNO 2017 Con deliberazione della Giunta regionale n. X/5940 del 05/12/2016 avente

Dettagli

DISCIPLINA PER L ACCESSO AL SERVIZIO RESIDENZIALE DI CASA RESIDENZA ANZIANI (CRA)

DISCIPLINA PER L ACCESSO AL SERVIZIO RESIDENZIALE DI CASA RESIDENZA ANZIANI (CRA) DISCIPLINA PER L ACCESSO AL SERVIZIO RESIDENZIALE DI CASA RESIDENZA ANZIANI (CRA) Approvato dalla Giunta dell Unione nella seduta del 30/11/2016 con Deliberazione n. 81 INDICE ART. 1 OGGETTO DELLA DISCIPLINA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL SINDACO. rende noto

AVVISO PUBBLICO IL SINDACO. rende noto C ITTA D I P O T E N Z A Unità di Direzione Servizi alla Persona Ufficio Servizi Sociali Via Pietro Lacava n. 2 85100 Potenza AVVISO PUBBLICO IL SINDACO rende noto che, ai sensi e per gli effetti della

Dettagli

ALLEGATO N. 2 CRITERI E PUNTEGGI PER LA DEFINIZIONE DELLE GRADUATORIE DI ACCESSO AL SERVIZIO NIDO D INFANZIA COMUNALE IL FIORDALISO

ALLEGATO N. 2 CRITERI E PUNTEGGI PER LA DEFINIZIONE DELLE GRADUATORIE DI ACCESSO AL SERVIZIO NIDO D INFANZIA COMUNALE IL FIORDALISO COMUNE DI CHIANCIANO TERME PROVINCIA DI SIENA ALLEGATO N. 2 CRITERI E PUNTEGGI PER LA DEFINIZIONE DELLE GRADUATORIE DI ACCESSO AL SERVIZIO NIDO D INFANZIA COMUNALE IL FIORDALISO Art.16 Graduatorie di accesso

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER SOCIALI PER L ACQUISTO DI POSTI NIDO CONVENZIONATI CON IL COMUNE DI CASELLE LURANI

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER SOCIALI PER L ACQUISTO DI POSTI NIDO CONVENZIONATI CON IL COMUNE DI CASELLE LURANI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER SOCIALI PER L ACQUISTO DI POSTI NIDO CONVENZIONATI CON IL COMUNE DI CASELLE LURANI Con deliberazione della Giunta Regionale n. 11152 del 3 febbraio 2010 e la successiva

Dettagli

Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2016/2017

Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2016/2017 Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2016/2017 PROCEDURE DI AMMISSIONE Possono essere iscritti tutti i bambini nati nel corso dell anno 2013 e che, pertanto, compiono 3 anni di età entro il

Dettagli

PARROCCHIA S. MARIA BOLZANO VICENTINO Asilo Nido Il Melograno Piazzale Oppi 5 Bolzano Vicentino

PARROCCHIA S. MARIA BOLZANO VICENTINO Asilo Nido Il Melograno Piazzale Oppi 5 Bolzano Vicentino PARROCCHIA S. MARIA BOLZANO VICENTINO Asilo Nido Il Melograno Piazzale Oppi 5 Bolzano Vicentino ANNO EDUCATIVO 2016/17 Premessa Il Comitato di Gestione del Nido in data 19/07/2016 ha approvato definitivamente

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di ANCONA

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di ANCONA SETTORE 07: SERVIZI SOCIALI COMUNE DI CASTELFIDARDO RACC. UFFICIALE N. 000947/2017 S n. 07/188 del 22/09/2017 OGGETTO: CASA DI RIPOSO - VARIAZIONE NUOVA DATA DI AMMISSIONE OSPITE NATA IN MELZO (MI) IL

Dettagli

COMUNE di SASSUOLO (Provincia di Modena) REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI CENTRO DIURNO PER ANZIANI

COMUNE di SASSUOLO (Provincia di Modena) REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI CENTRO DIURNO PER ANZIANI COMUNE di SASSUOLO (Provincia di Modena) REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI CENTRO DIURNO PER ANZIANI (Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 42 in data 09/03/1995)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI SOCIOSANITARI IN COMPARTECIPAZIONE DI CUI ALL ALLEGATO 1C DEL DPCM 29/11/2001

REGOLAMENTO PER LA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI SOCIOSANITARI IN COMPARTECIPAZIONE DI CUI ALL ALLEGATO 1C DEL DPCM 29/11/2001 REGOLAMENTO PER LA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI SOCIOSANITARI IN COMPARTECIPAZIONE DI CUI ALL ALLEGATO 1C DEL DPCM 29/11/2001 1 Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L AMMISSIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L AMMISSIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L AMMISSIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA Il Consiglio d Istituto dell IC C. Del Prete nella seduta del 15 novembre 2014 delibera (N. 35) il seguente Regolamento per l ammissione

Dettagli

REGOLAMENTO DISTRETTUALE ASSISTENZA DOMICILIARE IN FORMA INDIRETTA PER ANZIANI, ADULTI E MINORI NON AUTOSUFFICIENTI

REGOLAMENTO DISTRETTUALE ASSISTENZA DOMICILIARE IN FORMA INDIRETTA PER ANZIANI, ADULTI E MINORI NON AUTOSUFFICIENTI REGOLAMENTO DISTRETTUALE ASSISTENZA DOMICILIARE IN FORMA INDIRETTA PER ANZIANI, ADULTI E MINORI NON AUTOSUFFICIENTI 1 INDICE ART. 1 Oggetto e finalità ART. 2 Destinatari ART. 3 - Procedure e modalità per

Dettagli

BANDO PER L ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI CENTRO INFANZIA SEZIONE ASILO NIDO Anno scolastico 2016/2017

BANDO PER L ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI CENTRO INFANZIA SEZIONE ASILO NIDO Anno scolastico 2016/2017 BANDO PER L ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI CENTRO INFANZIA SEZIONE ASILO NIDO Anno scolastico 2016/2017 PROT. N. 2784 DEL 14/3/2016 Si rende noto che sono aperte le iscrizioni per l ammissione al servizio di

Dettagli

Bando per assegnazione n. 9 posti nido d infanzia aziendali Cooperativa il Cerchio Anno Educativo 2013/14

Bando per assegnazione n. 9 posti nido d infanzia aziendali Cooperativa il Cerchio Anno Educativo 2013/14 Bando per assegnazione n. 9 posti nido d infanzia aziendali Cooperativa il Cerchio Anno Educativo 2013/14 In tempi come quelli attuali, in cui la crisi ha reso ancor più difficile coniugare le esigenze

Dettagli

La graduatoria degli aventi diritto verrà pubblicata dal distretto entro la fine del mese di dicembre 2014.

La graduatoria degli aventi diritto verrà pubblicata dal distretto entro la fine del mese di dicembre 2014. 1 BANDO DISTRETTUALE PER L EROGAZIONE DI MISURE A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ GRAVE E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI applicazione della Misura B2 - DGR X/740 del 27.9.2013 Circolare regionale n. 1

Dettagli

COMUNE DI MUGGIO Provincia di Milano

COMUNE DI MUGGIO Provincia di Milano Copia per la consultazione COMUNE DI MUGGIO Provincia di Milano REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACCESSO AL SERVIZIO TRASPORTO DI CITTADINI DISABILI O IN SITUAZIONE DI PARTICOLARE DISAGIO E NECESSITA. Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI S. Spirito Fondazione Montel Azienda Pubblica di Servizi alla Persona REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI APPROVAZIONE Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 06 dd. 24/01.2014 REGOLAMENTO DEI SERVIZI

Dettagli

presenta domanda per:

presenta domanda per: Allegato A INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE CHE ASSISTONO IN CASA PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Al Sig. Sindaco del Comune di prot. n. del Trasmessa dal Comune al Distretto Socio-sanitario in data Al Direttore

Dettagli

COMUNE DI CANDELA (Provincia di Foggia)

COMUNE DI CANDELA (Provincia di Foggia) COMUNE DI CANDELA (Provincia di Foggia) A V V I S O P U B B L I C O BANDO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE LAVORO A FAVORE DI PERSONE DISOCCUPATE Servizio di assistenza

Dettagli

COMUNE DI LAGOSANTO (Provincia di Ferrara)

COMUNE DI LAGOSANTO (Provincia di Ferrara) COMUNE DI LAGOSANTO (Provincia di Ferrara) REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO E ORGANIZZAZIONE DEL NIDO D INFANZIA SITO IN LAGOSANTO VIA P. GIOVANNI XXIII (approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Fondazione Marzotto Via Petrarca, 1 Valdagno Tel. 0445/ del/della bambino/a CHIEDE

Fondazione Marzotto Via Petrarca, 1 Valdagno Tel. 0445/ del/della bambino/a CHIEDE Fondazione Marzotto Via Petrarca, 1 Valdagno Tel. 0445/423700 DOMANDA D ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA (per facilitare l elaborazione dei dati e per evitare errori di comprensione si prega gentilmente

Dettagli

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona S. Spirito - Fondazione Montel

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona S. Spirito - Fondazione Montel Azienda Pubblica di Servizi alla Persona S. Spirito - Fondazione Montel Pergine Valsugana - Provincia Autonoma di Trento - Regolamento del servizio RSA Posti letto non convenzionati con l APSS Approvato

Dettagli

Regione Campania BANDO PER LA COPERTURA DELLE ZONE CARENTI DI ASSISTENZA PRIMARIA E CONTINUITA ASSISTENZIALE ANNI

Regione Campania BANDO PER LA COPERTURA DELLE ZONE CARENTI DI ASSISTENZA PRIMARIA E CONTINUITA ASSISTENZIALE ANNI Regione Campania ALLEGATO A BANDO PER LA COPERTURA DELLE ZONE CARENTI DI ASSISTENZA PRIMARIA E CONTINUITA ASSISTENZIALE ANNI 2002 2003-2004 - 2005 Art. 1 ZONE CARENTI Le zone carenti di Assistenza Primaria

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELLE PRECEDENZE PER L AMMISSIONE ALLE SCUOLE DELL'ISTITUTO DELIBERATI DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELLE PRECEDENZE PER L AMMISSIONE ALLE SCUOLE DELL'ISTITUTO DELIBERATI DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO 29 Novembre 2014 ALL ALBO DELL ISTITUTO AL SITO WEB della scuola CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELLE PRECEDENZE PER L AMMISSIONE ALLE SCUOLE DELL'ISTITUTO DELIBERATI DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO Iscrizione

Dettagli

Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2017/2018

Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2017/2018 Scuole dell infanzia LINEE GUIDA Anno scolastico 2017/2018 PROCEDURE DI AMMISSIONE Possono essere iscritti tutti i bambini nati nel corso dell anno 2014 e che, pertanto, compiono 3 anni di età entro il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ASSUNZIONI MEDIANTE MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA DA ALTRE AMMINISTRAZIONI

REGOLAMENTO DELLE ASSUNZIONI MEDIANTE MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA DA ALTRE AMMINISTRAZIONI REGOLAMENTO DELLE ASSUNZIONI MEDIANTE MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA DA ALTRE AMMINISTRAZIONI Adottato con la Deliberazione della G.C. n. 53 del 05.04.2017 1 Indice - Art. 1 - Ambito di applicazione - Art.

Dettagli

Regolamento per l erogazione dei contributi integrativi delle rette di ricovero presso le residenze sanitario assistenziali per anziani (R.S.A.

Regolamento per l erogazione dei contributi integrativi delle rette di ricovero presso le residenze sanitario assistenziali per anziani (R.S.A. Regolamento per l erogazione dei contributi integrativi delle rette di ricovero presso le residenze sanitario assistenziali per anziani (R.S.A.) Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 4 del 07/05/2015

Dettagli

COMUNE DI LIMBIATE Provincia di Monza e Brianza REGOLAMENTO

COMUNE DI LIMBIATE Provincia di Monza e Brianza REGOLAMENTO COMUNE DI LIMBIATE Provincia di Monza e Brianza REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO TRASPORTO DI CITTADINI DISABILI O IN SITUAZIONE DI DISAGIO E NECESSITA. Approvato con atto del Consiglio Comunale N.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RINUNCE DI PROPRIETA DEGLI ANIMALI REGISTRATI ALL ANAGRAFE E PER LA RICONSEGNA AI PROPRIETARI DEI CANI RITROVATI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RINUNCE DI PROPRIETA DEGLI ANIMALI REGISTRATI ALL ANAGRAFE E PER LA RICONSEGNA AI PROPRIETARI DEI CANI RITROVATI Città di Castel Maggiore Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RINUNCE DI PROPRIETA DEGLI ANIMALI REGISTRATI ALL ANAGRAFE E PER LA RICONSEGNA AI PROPRIETARI DEI CANI RITROVATI Approvato con la delibera

Dettagli

GUIDA ALL ISCRIZIONE AL NIDO D INFANZIA DI CONCORDIA S/S ANNO EDUCATIVO 2017/18

GUIDA ALL ISCRIZIONE AL NIDO D INFANZIA DI CONCORDIA S/S ANNO EDUCATIVO 2017/18 ALLEGATO A) ALLEGATO ALLA DOMANDA DI AMMISSIONE AL NIDO D INFANZIA GUIDA ALL ISCRIZIONE AL NIDO D INFANZIA DI CONCORDIA S/S ANNO EDUCATIVO 2017/18 L iscrizione al nido d infanzia Il nido d infanzia accoglie

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO A MAIDA

COMUNE DI SAN PIETRO A MAIDA COMUNE DI SAN PIETRO A MAIDA (Provincia di Catanzaro) Viale I Maggio - Tel. 0968/79111 - Fax 0968/728224-88025 San Pietro a Maida (CZ) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI PRENOTAZIONE E CONSEGNA A

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA AREA PERSONA Scuola Materna Comunale Estiva

COMUNE DI SENIGALLIA AREA PERSONA Scuola Materna Comunale Estiva Scuola Materna Comunale Estiva.l. sottoscritt. residente in... via... Telefono e mail... (E indispensabile che sia un numero utile a reperire immediatamente un familiare) CHIEDE che propri figl. nat a

Dettagli

CONSORZIO PER L INTEGRAZIONE E L INCLUSIONE SOCIALE DELL AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI MAGLIE <<<<>>>>

CONSORZIO PER L INTEGRAZIONE E L INCLUSIONE SOCIALE DELL AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI MAGLIE <<<<>>>> Comune Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Maglie Bagnolo del Cannole Castrignano Corigliano Cursi Giurdignano Melpignano Muro

Dettagli

I Regione. Lombardia. DELLBERÀZIONE N. 5O DEL 0? DICEMBPi 201

I Regione. Lombardia. DELLBERÀZIONE N. 5O DEL 0? DICEMBPi 201 OGGETTO: CONVENZIONE CON LA FONDAZIONE CASA DI RIPOSO DI MANDELLO DEL LARIO PER IL SERVIZIO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE. DELLBERÀZIONE N. 5O DEL 0? DICEMBPi 201 23)001 (C)ORSO( &RLO \IBLR1O. 120 1ELEFONU041

Dettagli

UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE C5 COMUNE CAPOFILA SANTA MARIA CAPUA VETERE Legge 328/00 L. 11/07

UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE C5 COMUNE CAPOFILA SANTA MARIA CAPUA VETERE Legge 328/00 L. 11/07 UFFICIO DI PIANO AMBITO TERRITORIALE C5 COMUNE CAPOFILA SANTA MARIA CAPUA VETERE Legge 328/00 L. 11/07 REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL VOUCHER SOCIALE A FINALITA MULTIPLA Approvato nella seduta del Coordinamento

Dettagli

COMUNE DI CAMBIANO. Provincia di Torino

COMUNE DI CAMBIANO. Provincia di Torino COMUNE DI CAMBIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO DELLE ASSUNZIONI MEDIANTE MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA DA ALTRE AMMINISTRAZIONI 1 - Art. 1 - Ambito di applicazione 3 - Art. 2 - Principi generali 3 -

Dettagli

Città di Spoleto DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA. BANDO DI ISCRIZIONE AGLI ASILI NIDO COMUNALI anno educativo 2016/2017

Città di Spoleto DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA. BANDO DI ISCRIZIONE AGLI ASILI NIDO COMUNALI anno educativo 2016/2017 Città di Spoleto DIREZIONE SERVIZI ALLA PERSONA BANDO DI ISCRIZIONE AGLI ASILI NIDO COMUNALI anno educativo 2016/2017 Iscrizioni aperte dal 2 al 31 maggio 2016 L asilo nido comunale è un servizio educativo

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE Direzione Servizi Sociali. A. PENSIONATO LAVORATORI Via Baccio da Montelupo n. 233/5

COMUNE DI FIRENZE Direzione Servizi Sociali. A. PENSIONATO LAVORATORI Via Baccio da Montelupo n. 233/5 COMUNE DI FIRENZE Direzione Servizi Sociali CRITERI E MODALITA PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE PER L ASSEGNAZIONE DEI POSTI LETTO NEI PENSIONATI PER LAVORATORI STRANIERI Per l anno 2012-2013, l accoglienza

Dettagli

posti disponibili negli Asili Nido Comunali di Cernusco sul Naviglio Anno Educativo 2017/2018.

posti disponibili negli Asili Nido Comunali di Cernusco sul Naviglio Anno Educativo 2017/2018. 1 Bando per la formazione della graduatoria ai fini dell ammissione ai posti disponibili negli Asili Nido Comunali di Cernusco sul Naviglio Anno Educativo 017/018. Vista la Determinazione Dirigenziale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Politiche Sociali DIRETTORE GROSSI dott.ssa EUGENIA Numero di registro Data dell'atto 1329 16/09/2015 Oggetto : Approvazione della quarta tranche di spesa,

Dettagli

CITTA' DI FRANCAVILLA AL MARE Medaglia d'oro al Valor Civile Provincia di Chieti

CITTA' DI FRANCAVILLA AL MARE Medaglia d'oro al Valor Civile Provincia di Chieti CITTA' DI FRANCAVILLA AL MARE Medaglia d'oro al Valor Civile Provincia di Chieti COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Atto n. 386 Oggetto: APPROVAZIONE GRADUATORIA DELLA LISTA DI ATTESA DEL NIDO

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL NIDO COMUNALE ANNO 2016/2017. Il/La sottoscritto/a nato/a. il Residente a Via. TEL. Altri recapiti ( ) C H I E D E

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL NIDO COMUNALE ANNO 2016/2017. Il/La sottoscritto/a nato/a. il Residente a Via. TEL. Altri recapiti ( ) C H I E D E AL COMUNE DI CURTATONE AREA SERVIZI ALLA PERSONA Piazza Corte Spagnola, 3 46010 CURTATONE (MN) DOMANDA DI ISCRIZIONE AL NIDO COMUNALE ANNO 2016/2017 Il/La sottoscritto/a nato/a il Residente a Via TEL.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Il sottoscritto (solo padre o madre) COGNOME NOME Dipendente a tempo indeterminato dell Azienda U.S.L. Unica Della Romagna, sede territoriale di Rimini Figlio di dipendente a

Dettagli

COMUNE DI RAVARINO Provincia di Modena

COMUNE DI RAVARINO Provincia di Modena COMUNE DI RAVARINO Provincia di Modena Regolamento per la disciplina delle rinunce e dell affidamento dei cani. Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del Art. 1 FINALITÀ Il presente regolamento

Dettagli

Comune di Nuoro Settore Servizi alla Persona Ufficio Coordinamento Asili Nido

Comune di Nuoro Settore Servizi alla Persona Ufficio Coordinamento Asili Nido TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: 20/07/2016 Comune di Nuoro Settore Servizi alla Persona Ufficio Coordinamento Asili Nido Domanda d iscrizione Asili Nido per l Anno Educativo 2016/2017 Cognome Nome

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI UNIVERSITARI MERITEVOLI E BISOGNOSI

REGOLAMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI UNIVERSITARI MERITEVOLI E BISOGNOSI C O M U N E DI F L O R I D I A Provincia di Siracusa REGOLAMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI UNIVERSITARI MERITEVOLI E BISOGNOSI 1 ART. 1 NUMERO E IMPORTO DELLE BORSE DI STUDIO 1. Il Comune di Floridia

Dettagli

CENTRO DIURNO PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DI BASSANO DEL GRAPPA

CENTRO DIURNO PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DI BASSANO DEL GRAPPA CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA ASSESSORATO SERVIZI ALLA PERSONA CENTRO DIURNO PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI DI BASSANO DEL GRAPPA Sede: via Ognissanti n.35 (piano terra della Casa Albergo) Bassano del Grappa

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ARTICOLO 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente regolamento riguarda i criteri e le modalità per

Dettagli

CONSORZIO INTERCOMUNALE DEL NOVESE DEI SERVIZI ALLA PERSONA. Piazzale Partigiani, NOVI LIGURE (AL

CONSORZIO INTERCOMUNALE DEL NOVESE DEI SERVIZI ALLA PERSONA. Piazzale Partigiani, NOVI LIGURE (AL Regione Piemonte CONSORZIO INTERCOMUNALE DEL NOVESE DEI SERVIZI ALLA PERSONA Piazzale Partigiani, 1-15067 NOVI LIGURE (AL (0143) 334311 (0143) 334350 E-mail: segreteria@cspnovi.it C.F. 01742390063 BANDO

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n Verona - tel. 045/ Fax 045/

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n Verona - tel. 045/ Fax 045/ AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Deliberazione del Direttore Generale n. 964 del 30/12/2015 Il Direttore Generale dell.azienda U.L.S.S.

Dettagli

COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO DEL SERVIZIO PASTI A DOMICILIO

COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO DEL SERVIZIO PASTI A DOMICILIO COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO DEL SERVIZIO PASTI A DOMICILIO Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n 40 del 30/09/2009 Art. 1 Finalità 1. Il Servizio Pasti a Domicilio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DI COLORO CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DI COLORO CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DI COLORO CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE Approvato con deliberazione C.C. n 15 del 18/03/2008 ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

Comune di Rignano sull Arno Servizi alla Persona

Comune di Rignano sull Arno Servizi alla Persona Comune di Rignano sull Arno Servizi alla Persona DOMANDA DI ISCRIZIONE AI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA Asilo Nido Centro Gioco Educativo Spazio Gioco Adulti Bambini ---o0o--- RICHIEDENTE INTESTATARIO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI (S.A.D.)

AVVISO PUBBLICO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI (S.A.D.) AVVISO PUBBLICO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI (S.A.D.) In attuazione del piano di intervento servizi di cura per gli anziani del Piano di Azione e Coesione, verrà avviato il servizio

Dettagli

CENTRO DIURNO SOCIO SANITARIO LEO CIRLA Via Don C. Steeb, 6 Verona Tel /802

CENTRO DIURNO SOCIO SANITARIO LEO CIRLA Via Don C. Steeb, 6 Verona Tel /802 RICHIESTA N. PERVENUTA IL ( ) DOMICILIO / presso: Spett.le Direzione ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI Via Baganzani, 11 37124 VERONA I sottoscritti presentano formale richiesta affinchè Il/La Sig./a nato/a

Dettagli

Si forniscono, di seguito, tutte le informazioni inerenti il servizio, i requisiti, le modalità di accesso, lo schema di domanda.

Si forniscono, di seguito, tutte le informazioni inerenti il servizio, i requisiti, le modalità di accesso, lo schema di domanda. Direzione Centrale Risorse Umane Roma, 11-06-2010 Messaggio n. 15621 OGGETTO: Iscrizioni al nido aziendale della Direzione generale - Anno educativo 2010/2011. Informazioni - Requisiti e modalità di accesso

Dettagli

ASL BT Avviso Pubblico per conferimento incarichi di reperibilità nei Distretti di Continuità Assistenziale ASL BT.

ASL BT Avviso Pubblico per conferimento incarichi di reperibilità nei Distretti di Continuità Assistenziale ASL BT. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 135 del 24-11-2016 55467 ASL BT Avviso Pubblico per conferimento incarichi di reperibilità nei Distretti di Continuità Assistenziale ASL BT. In esecuzione

Dettagli

CONSORZIO INTERCOMUNALE DEL NOVESE DEI SERVIZI ALLA PERSONA. Piazzale Partigiani, NOVI LIGURE (AL

CONSORZIO INTERCOMUNALE DEL NOVESE DEI SERVIZI ALLA PERSONA. Piazzale Partigiani, NOVI LIGURE (AL Regione Piemonte CONSORZIO INTERCOMUNALE DEL NOVESE DEI SERVIZI ALLA PERSONA Piazzale Partigiani, 1-15067 NOVI LIGURE (AL (0143) 334311 (0143) 334350 E-mail: segreteria@cspnovi.it C.F. 01742390063 BANDO

Dettagli

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI MEDE

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI MEDE COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI MEDE Il Comune di Mede intende difendere i diritti delle bambine, dei bambini, delle ragazze e dei

Dettagli

BUONO SOCIALE. Via Turati 2/b - 22036 Erba (C0) - P. IVA 02984610135 - Tel. 031 6474525 - Fax 031 6474539 - ufficiodipiano@consorzioerbese.

BUONO SOCIALE. Via Turati 2/b - 22036 Erba (C0) - P. IVA 02984610135 - Tel. 031 6474525 - Fax 031 6474539 - ufficiodipiano@consorzioerbese. BUONO SOCIALE CRITERI E MODALITA PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SOCIALE A FAVORE DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITE A DOMICILIO DAI FAMILIARI O CON ASSISTENZA INFORMALE Art. 1 Finalità: Il buono sociale

Dettagli

INFORMAZIONI RELATIVE ALLE ISCRIZIONI AL SERVIZIO NIDO

INFORMAZIONI RELATIVE ALLE ISCRIZIONI AL SERVIZIO NIDO CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna Area Servizi alla Persona INFORMAZIONI RELATIVE ALLE ISCRIZIONI AL SERVIZIO NIDO MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda d iscrizione dovrà essere presentata

Dettagli

Cognome e nome Data di nascita Professione Reddito mensile netto

Cognome e nome Data di nascita Professione Reddito mensile netto SCUOLA DELL INFANZIA e NIDO INTEGRATO SANTA TERESA DEL BAMBIN GESU Piazza Mazzaretto 1 36023 Lumignano di Longare (VI) P.IVA 02730530249 CF. 95013200241 Tel. 0444 958235 Fax 0444 956204 e-mail nidomaternalumignano@gmail.com

Dettagli

DISTRETTO DI PARMA REGOLAMENTO PER L ACCOGLIENZA TEMPORANEA RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE

DISTRETTO DI PARMA REGOLAMENTO PER L ACCOGLIENZA TEMPORANEA RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE DISTRETTO DI PARMA REGOLAMENTO PER L ACCOGLIENZA TEMPORANEA RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE Approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 32/2008 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: - La Deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA COMUNE DI DISO PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA (approvato con deliberazione G.C. n. 71 del 18.09.2012) Art. 1 Principi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI POSTI ALLOGGIO A PAGAMENTO PER BREVI PERIODI PRESSO LE CASE DELLO STUDENTE

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI POSTI ALLOGGIO A PAGAMENTO PER BREVI PERIODI PRESSO LE CASE DELLO STUDENTE ENTE REGIONALE PRO SU DERETU A S ISTUDIU UNIVERSITARIU DE CASTEDDU ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI POSTI ALLOGGIO A PAGAMENTO PER BREVI

Dettagli

PRATICHE TESSERAMENTO STRANIERI DA INVIARE A MILANO

PRATICHE TESSERAMENTO STRANIERI DA INVIARE A MILANO PRATICHE TESSERAMENTO STRANIERI DA INVIARE A MILANO PRATICHE TESSERAMENTO DA INVIARE A MILANO PRIMO TESSERAMENTO DI ATLETI STRANIERI MINORENNI LND MAI TESSERATI ESTERO E MAI TESSERATI IN ITALIA Calciatori

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI APERTURA ISCRIZIONI ALL ASILO NIDO COMUNALE

AVVISO PUBBLICO DI APERTURA ISCRIZIONI ALL ASILO NIDO COMUNALE COMUNE DI OSSONA AREA SERVIZI ALLA PERSONA Piazza Litta Modignani, 9 20010 OSSONA Tel. 029010003 (interno 5) Fax 0290296934 AVVISO PUBBLICO DI APERTURA ISCRIZIONI ALL ASILO NIDO COMUNALE PER L ANNO EDUCATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MOBILITA

REGOLAMENTO PER LA MOBILITA Documento allegato come parte integrante e sostanziale alla deliberazione dell Ufficio di Presidenza n. 138 del 10 dicembre 09 REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE REGOLAMENTO PER LA MOBILITA DIREZIONE

Dettagli

(omissis) IL DIRIGENTE (omissis) determina

(omissis) IL DIRIGENTE (omissis) determina REGIONE PIEMONTE BU39S1 29/09/2016 Codice A1410A D.D. 26 settembre 2016, n. 579 Approvazione avviso di moblita' riservato al personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato della CRI di cui alla

Dettagli

4. NORME GENERALI PER LE ISCRIZIONI E LA FORMAZIONE DELLE CLASSI

4. NORME GENERALI PER LE ISCRIZIONI E LA FORMAZIONE DELLE CLASSI 4. NORME GENERALI PER LE ISCRIZIONI E LA FORMAZIONE DELLE CLASSI 4.1 modelli orari SCUOLA DELL INFANZIA Orario ordinario delle attività educative h.40 Da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00

Dettagli

COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO ASILO NIDO COMUNALE ALLEGATO A

COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO ASILO NIDO COMUNALE ALLEGATO A COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO ASILO NIDO COMUNALE ALLEGATO A Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 24 del 12.06.2012 CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

Dettagli

COMUNE DI PONTE DELL OLIO Provincia di Piacenza CRITERI PER LA GESTIONE DEGLI INGRESSI IN CANILE DI CANI NON RANDAGI.

COMUNE DI PONTE DELL OLIO Provincia di Piacenza CRITERI PER LA GESTIONE DEGLI INGRESSI IN CANILE DI CANI NON RANDAGI. COMUNE DI PONTE DELL OLIO Provincia di Piacenza CRITERI PER LA GESTIONE DEGLI INGRESSI IN CANILE DI CANI NON RANDAGI. 1. Il proprietario o detentore a qualsiasi titolo del cane qualora, per gravi motivi

Dettagli

SOGGIORNI MARINI PER ANZIANI REGOLAMENTO. Art.1 Oggetto e ambito di applicazione

SOGGIORNI MARINI PER ANZIANI REGOLAMENTO. Art.1 Oggetto e ambito di applicazione SOGGIORNI MARINI PER ANZIANI REGOLAMENTO Art.1 Oggetto e ambito di applicazione Il servizio di soggiorno marino è costituito dalle seguenti prestazioni rese a favore dei partecipanti e aderenti: a. servizio

Dettagli

DOMANDA U.V.G. per il Signor/ra nato/a a Prov il / / residente a Prov via/piazza n telefono Codice Fiscale Medico Curante: tel.

DOMANDA U.V.G. per il Signor/ra nato/a a Prov il / / residente a Prov via/piazza n telefono Codice Fiscale Medico Curante: tel. DOMANDA U.V.G. ALLA UNITA DI VALUTAZIONE GERIATRICA (U.V.G.) dell A.S.L. (Ufficio di Segreteria dell U.V.G.) Alla consegna presentarsi con documento di identità valido dell interessato e, in caso di altra

Dettagli

TABELLA ELENCO PROCEDIMENTI AI SENSI DELL ART. 35 DEL D.LGS. N. 33/2013 SETTORE ASSISTENZIALE E SCOLASTICO

TABELLA ELENCO PROCEDIMENTI AI SENSI DELL ART. 35 DEL D.LGS. N. 33/2013 SETTORE ASSISTENZIALE E SCOLASTICO TABELLA ELENCO PROCEDIMENTI AI SENSI DELL ART. 35 DEL D.LGS. N. 33/2013 SETTORE ASSISTENZIALE E SCOLASTICO responsabile l istruttoria e e per per la l'interessato documenti da allegare all'istanza e indicazione

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI ORTI SOCIALI SITI A PONTE SAN PIETRO IN VIA FORLANINI.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI ORTI SOCIALI SITI A PONTE SAN PIETRO IN VIA FORLANINI. Allegato A BANDO PER LA CONCESSIONE DI ORTI SOCIALI SITI A PONTE SAN PIETRO IN VIA FORLANINI. Art. 1 Oggetto e finalità Il Comune di Ponte San Pietro, ai sensi della deliberazione Consigliare n. 18 del

Dettagli