liete notizie (Isaia 40,9) Itinerario per vivere l Avvento e il Natale 2007 in famiglia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "liete notizie (Isaia 40,9) Itinerario per vivere l Avvento e il Natale 2007 in famiglia"

Transcript

1 Tu che annunci liete notizie (Isaia 40,9) Itinerario per vivere l Avvento e il Natale 2007 in famiglia

2 Una lieta notizia non si può tenere per sé: il messaggero di cui parla il profeta Isaia alza la voce, sale sul monte perché sia udibile a tutti quanto sta per annunciare (cfr. Is. 40,9) Nasce Gesù, Dio viene a visitare la terra, assumendo su di sè la fatica di ogni donna e uomo, portando la lieta notizia dell amore di Dio. Nel disegno di copertina i messaggeri si moltiplicano e lanciano colombe annunciatrici di Pace e Salvezza per ogni persona. La Parola di Dio annuncia la lieta notizia; e sono i poveri ce la rendono concreta e ce la fanno comprendere, ci ricordano che davanti a Dio tutti siamo poveri. La condivisione, quindi, prima che gesto di generosità, è riconoscerci compagni di un cammino comune. 2

3 La lieta notizia diventa vita, nel tentativo di trasformare in gesti concreti quanto ci è stato annunciato; ci sprona a pregare insieme per vivere nel migliore dei modi l attesa della venuta di chi ci libera e salva. Allo schema dei giorni festivi di questo Avvento/Natale si aggiunge la voce dei ragazzi della scuola media Giovanni e Francesca Falcone di Roma. Insieme a migliaia di loro coetanei, hanno partecipato all iniziativa La nave della legalità che li ha condotti a Palermo per capire il fenomeno mafioso, le sue tragiche conseguenze e lanciare un messaggio di impegno e speranza. Nei giorni feriali, la Parola di Dio si fa riflessione e preghiera, grazie all aiuto di alcune famiglie. Alle loro preghiere, in uno spazio apposito, possiamo aggiungere quelle di ognuno di noi, e recitarle insieme prima del pasto che ci vede riuniti in famiglia. Caritas Italiana augura ad ognuno un tempo di Avvento ricco di speranza e un Natale dove il lieto annuncio si trasformi in condivisione con gli altri, a partire dalle persone più care. 3

4 Prima domenica di Avvento 2 DICEMBRE È ormai tempo di svegliarvi dal sonno, perché la nostra salvezza è più vicina ora di quando diventammo credenti. La notte è avanzata, il giorno è vicino. Gettiamo via perciò le opere delle tenebre e indossiamo le armi della luce. Comportiamoci onestamente, come in pieno giorno. (Romani 13,11-13a) annunciat a dai poveri Quale buona notizia può recare un vecchio mendicante indiano, cosa possono dire quelle mani protese e quella voce Allah, Allah che accompagnano il gesto? Rivedo la scena nei ricordi, pochi giorni dopo il mio arrivo in India. Mi hanno già detto che non bisogna dare l elemosina ai poveri sulla strada, perché si sarebbe immediatamente sommersi da frotte di altri poveri che reclamano la propria parte. I am a poor continua il vecchio, guardandomi con gli occhi stanchi e pure ancora stranamente penetranti. Sono un povero dice, e ripete ancora: Allah, Allah. Gli dico che mi dispiace, che non sono ricco nemmeno io, che non posso dargli niente. Tutti siamo poveri davanti a Dio mi risponde nel suo inglese essenziale Anche i white men, anche tu sei povero. Continua con un dono dimesso Ma tu non sei un mendicante, io sono un mendicante e ho bisogno di te. Dopo 30 anni quelle parole mi risuonano ancora nella testa: I am a begger, I need you. Io sono un mendicante, non ho bisogno della rivoluzione, di fare sciopero, di iscrivermi al sindacato: Ho bisogno di te. La conversazione è andata avanti ancora per qualche minuto, ed effettivamente una piccola folla di altri mendicanti o di curiosi si è subito formata attorno a noi. Ma, contrariamente a quello che mi aspettavo, tutti stavano zitti a osservare il lento e insolito colloquio del vecchio indiano e del giovane europeo che ero, anzi englishman Alla fine gli do una decina di rupie, lui ne prende 2 o 3 e poi dice Give other. Come, dico, non ti bastano? You no understand risponde give other beggers. Tu non capisci, dai ad altri poveri. La piccola folla guarda, ma nessuno dice niente, nessuno interviene. Quel vecchio indiano ora è nella braccia di Dio, ma io ne conservo la foto; chissà, forse nessuno l aveva mai fotografato prima. Mi ha svelato alcune verità che poi avrei approfondito in libri, convegni, incontri. Lui mi ha svelato la mia povertà, la mia possibile ricchezza, i gesti che accompagnano la dignità ferita, mi ha insegnato l ascolto e il coraggio davanti alla folla, che non è sempre ostile. 4

5 Dhaniydsad sahib, mi dice il vecchio, andandosene, curvo e lento. Ma lo dice serio, senza sorridere. Vuol dire grazie signore. Io lo vedo allontanarsi e gli dico a mezza voce, anche se lui non sente, le stesse parole: Dhaniydsad sahib, grazie Signore. La folla se ne va alla spicciolata, nessuno mi chiede niente. Un operatore Caritas diventa vita Per convertirsi, cambiare vita, occorre uscire da se stessi, dal proprio nido dorato. Se questo ragazzo di allora non avesse accettato, con spirito di fede e avventura, di partire per luoghi lontani, non avrebbe imparato le tante cose che tuttora lo vedono impegnato a servizio di tante comunità nel mondo. Ci sono tanti modi di partire: i giovani possono decidere di fare un esperienza all estero con le tante organizzazioni che le promuovono oppure decidendo di aderire al servizio civile internazionale. Gli adulti possono informarsi sulle possibilità del turismo responsabile: raggiungere mete incantevoli, ma incontrando veramente il popolo che le abita e si organizza per migliorare le proprie condizioni di vita. Tutti possono meglio informarsi: la fine dell anno è tempo per decidere qualche abbonamento che possa allargare la nostra mente e il nostro cuore (riviste Caritas, missionarie, di organizzazioni non governative, ecc.) P reghiamo insieme Signore, siamo tutti poveri davanti a Te. Aiutaci ad esprimere il nostro bisogno di Te e di persone che ci amino e a rispondere a chi ci chiede solidarietà, disponibilità, ascolto, affetto. Liete notizie dalla nave della legalità Siamo saliti sulla nave dove ci hanno distribuito una borsetta con la maglietta di Giovanni e Paolo*, e ti posso assicurare, caro diario, che già imbarcarci sulla nave ha cominciato vera mente a farmi capire che dentro di me qual cosa stava cambiando. *Falcone e Borsellino 5

6 Lunedì 3 dicembre Forgeranno le loro spade in vomeri, le loro lance in falci; un popolo non alzerà più la spada contro un altro popolo, non si eserciteranno più nell arte della guerra. (Isaia 2,4) Signore, oggi ci parli della guerra che noi per fortuna non conosciamo; noi non abbiamo spade e lance nelle nostre case. Forse allora vuoi farci capire che ognuno di noi ha le sue responsabilità nella costruzione della pace e che le nostre guerre sono i nostri sterili litigi, i bisticci per un gioco o i capricci per una sciocchezza; le nostre armi sono le parole, a volte così taglienti e offensive, i silenzi, sempre troppo lunghi, gli egoismi e le prepotenze, che non lasciano spazio agli altri. Aiutaci allora attraverso l esperienza del perdono a trasformare questi inciampi della vita quotidiana in momenti di crescita per le nostre famiglie e a prepararci così con le migliori di - sposizioni d animo ad accoglierti nella grotta di Betlemme

7 Martedì 4 dicembre Signore, oggi con la tua Parola ci riveli che nel Tuo regno i veri grandi sono gli umili, coloro cioè che si riconoscono bisognosi di te. Nelle nostre famiglie, di fronte a tanti problemi, a volte ci sembra di aver già capito tutto, di poter fare da soli o addirittura di essere quelli che possono insegnare senza aver più niente da imparare. Aiutaci allora ad imparare dai bambini più piccoli l atteggiamento di chi sa di aver bisogno di tutto e la consapevolezza di dover essere sempre accompagnati per mano: noi vogliamo essere quei piccoli a cui ti riveli ed averti come riferimento per la nostra vita, per poterci rivolgere a te nei momenti del bisogno e ringraziarti nei momenti più belli.... Io ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, che hai nascosto queste cose ai dotti e ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli. (Luca 10,21)

8 Mercoledì 5 dicembre La folla era piena di stupore nel vedere i muti che parlavano, gli storpi raddrizzati, gli zoppi che camminavano e i ciechi che vedevano. E glorificava il Dio di Israele. Signore, oggi ci parli di ciechi che vedono, di muti che parlano, e di altri grandi miracoli che hai compiuto e di cui la folla si stupisce. Noi non abbiamo mai visto niente di tutto questo, ma ti chiediamo di insegnarci a rimanere stupiti dei piccoli grandi miracoli di tutti i giorni, quelli che parlano della bellezza del creato, della grandezza del cuore di tante persone che incontriamo. Come è successo nel brano che abbiamo ascoltato, tu ti prendi cura di noi, intervenendo nelle nostre vite con doni che a noi spetta solo di riconoscere e accogliere. Donaci la capacità di saper vedere la tua miracolosa presenza nella quotidianità delle nostre case e testimoniarla con le persone che incontriamo (Matteo 15,31)... 8

9 Giovedì 6 dicembre Signore, con la lettura di oggi ci ricordi che la pace è per chi ha fiducia in te e ti è fedele: questo non è sempre facile perché a volte sembra proprio che tu ci chieda di percorrere strade che non fanno per noi, un lavoro che non sembra adatto, un compagno di banco o un insegnante che non ci va a genio Certe volte proprio non capiamo! Ma che serenità quella volta che, nonostante tutto, ci siamo fidati, abbiamo accettato di cuore e a distanza di tempo ci siamo accorti che il tuo progetto era ben più grande di quello che riuscivamo a vedere in quel momento. E che pace anche quella volta che ti siamo stati fedeli fino in fondo, mettendo a tacere il nostro egoismo, il nostro orgoglio, il dio-denaro, il dio-lavoro Per la pace nelle nostre case, rafforzaci Signore nella fedeltà e nella fiducia in te.... Aprite le porte: entri il popolo giusto che si mantiene fedele. Il suo animo è saldo; tu gli assicurerai la pace, pace perché in te ha fiducia. (Isaia 26,2-3)

10 Venerdì 7 dicembre Udranno in quel giorno i sordi le parole di un libro; liberati dall oscurità e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. Gli umili si rallegreranno di nuovo nel Signore, i più poveri gioiranno nel Santo di Israele. Signore, oggi, attraverso la lettura della tua Parola, ci ricordiamo che Tu ci hai promesso la salvezza. Che strana la parola promessa : ne sentiamo in continuazione, ogni pubblicità ci promette una soddisfazione e una gioia che poi, o non arriva mai, o dura pochissimo. Per non parlare poi delle promesse che facciamo noi, così difficili da mantenere Tu però torni a riempire di significato questa parola: tu sei colui che mantiene la promessa. La tua è una promessa di salvezza, fatta rovesciando le nostre logiche terrene: ad essere rallegrati saranno gli umili e a gioire saranno i poveri. Insegnaci allora a valutare con sapienza i beni della terra affinché possiamo un giorno far parte di coloro che gioiranno in te (Isaia 29,18-19)... 10

11

12 IMMACOLATA CONCEZIONE (Sabato 8 dicembre) Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per s empre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine. (Luca 1,30-33) annunciat a dai poveri Fatima è una giovane donna del Marocco, immigrata e di fede musulmana che si ritrova sola e abbandonata con un bambino nella pancia. Disperata per la paura di non farcela, dapprima pensa di abortire, poi decide di partorire e di lasciare il bambino ad un destino migliore che non quello che avrebbe potuto avere con lei. Poi, quasi per caso, incontra persone che si interessano alla sua situazione, che le promettono e garantiscono un aiuto e la incoraggiano in questo momento difficile. Ha sentito di non essere sola, si è sentita amata e accettata e, attraverso tante difficoltà, ha partorito una stupenda bambina. Si sistema in un piccolo appartamento, vicino ad altre famiglie, trova un lavoro e comincia a farsi attenta ad alcune situazioni di bisogno di altre donne straniere che si ritrovano nelle sue condizioni iniziali di abbandono e disperazione: Amina, una ragazza del Marocco lasciata dal marito perché era in attesa di un bambino e Natalia una donna dell Ucraina che cercava un posto per lei e per il suo bambino di una settimana, visto che era stata cacciata dalla famiglia dove si trovava per lavoro. Così, la casa di Fatima diventa a sua volta luogo di accoglienza per situazioni difficili, oasi di passaggio per altre donne che da sole non ce l avrebbero fatta. E se provate a chiedere a Fatima il perché di questa sua disponibilità, vi sentirete rispondere: Non posso non restituire ad altri, nel piccolo che posso fare, quello che a mia volta ho ricevuto, perché ho capito che questo è l unico modo di vivere. Certo questa è una pagina di Vangelo, come al solito con dei protagonisti inaspettati e con una logica sorprendente, proprio come solo il Signore sa fare. E questo è sicuramente un seme della civiltà dell amore, un segno della pace che è possibile, un segno di speranza e di incoraggiamento che una persona semplice e con un sacco di problemi ci insegna. Un operatore Caritas 12

13 diventa vita Nessuno è tanto povero da non potersi mettere a servizio delle persone. Quello che abbiamo ricevuto, gratuitamente, è un dono da condividere perché la lieta notizia di Gesù sia annunciata anche con gesti concreti. Analizziamo bene il nostro tempo: che spazio diamo al volontariato, al servizio di persone che fanno più fatica? La parrocchia, la Caritas possono darci indicazioni in proposito e aiutarci a mettere a disposizione i doni ricevuti. P reghiamo insieme Signore, dacci il dono dell accoglienza, per moltiplicare la gioia intorno a noi. Insegnaci la gratuità perché il tuo amore sia visibile a tutti. Come Fatima aiutaci a dire: questo è l unico modo di vivere. Liete notizie dalla nave della legalità Sai, io sono una ragazza che si è sempre fatta gli affari suoi senza andare ad intromettersi nella vita altrui, però dopo quel giorno nell aula-bunker con tutte quelle persone che parlavano e manifestavano la loro disapprovazione alla mafia, ho capito che è giunto il momento di dire ba- sta a tutte le cose brutte che mi circondano. 13

14 Seconda domenica di Avvento 10 dicembre Accoglietevi perciò gli uni gli altri come Cristo accolse voi, per la gloria di Dio. Dico infatti che Cristo si è fatto servitore dei circoncisi in favore della veracità di Dio, per compiere le promesse dei padri; le nazioni pagane invece glorificano Dio per la sua misericordia, come sta scritto Per questo ti celebrerò tra le nazioni pagane, e canterò inni al tuo nome. (Romani 15,7-9) annunciat a dai poveri Dobbiamo ricordare che siamo stati un popolo di emigranti. Il giornalista Gian Antonio Stella inizia un suo libro ( L Orda, quando gli albanesi eravamo noi ) con queste parole La feccia del pianeta, questo eravamo. Meglio: così eravamo visti noi italiani. Tutto ciò credo che non lo dovremmo mai dimenticare. Ora siamo noi a dover accettare persone dalla cultura, dai costumi e dalle abitudini diverse dalle nostre, ma non dobbiamo mai considerare qualcuno, anche se povero, la feccia del pianeta, e dovremmo dire, come diceva Madre Teresa di Calcutta amali. Nella nostra parrocchia molti credono in ciò ed è per questo che da oltre tre anni portiamo avanti un programma di accoglienza: cene, panini, docce ed una scuola d Italiano. Tutti questi interventi sono rivolti ai numerosi stranieri che vivono in baracche lungo le sponde del vicino fiume Aniene. In occasione della consegna degli attestati scolastici, abbiamo organizzato un momento particolare con la messa in scena della commedia Romeo e Julieta ai tempi del permesso di soggiorno. L idea è venuta perché quest anno un cospicuo numero di ragazzi, tra i 12 e 19 anni, hanno frequentato la nostra scuola. Abbiamo trovato un regista disponibile a guidarci, dei pezzi di stoffa (anche brutti), dei cartoni, che non servono solo per riparare dal freddo, dei teli di plastica, che non servono solo per fare i tetti delle baracche, tanta buona volontà (sono circa 4 mesi che si lavora alla sua realizzazione), tanto tanto amore ed ecco tutto è pronto. Sicuramente non è un opera da professionisti, sicuramente i mezzi sono scarsi, ma tutti gli attori ci hanno messo tanto impegno per dimostrare che tra gli immigrati non c è solo gente che razzola nei cassoni dell immondizia, che beve, o fa di peggio c è anche tanta brava gente che vuole lavorare, che vuole studiare, che vuole impegnarsi per avere un futuro migliore rispetto a quello che avrebbe potuto avere nel paese di origine come, fino a qualche anno fa, abbiamo fatto noi. Una parrocchia di periferia 14

15 diventa vita Pezzi di stoffa, anche brutti, e cartoni diventano scenografie; persone solitamente ai margini, guardate con sospetto, diventano attori, tecnici, musicisti, mostrando il meglio di sé. Questa parrocchia ha seguito la logica dell amore, non della sola beneficenza; si è messa in relazione con le persone, non ha solo provveduto ai casi. Ricordando quando gli Albanesi eravamo noi, ha riconosciuto in tutti dignità e valore. Occorre recuperare creatività, inventarsi modi perché le persone in difficoltà vengano riconosciute nelle loro risorse, e venga loro chiesto di coinvolgersi, di partecipare. Parliamone in parrocchia. P reghiamo insieme Signore, il futuro migliore che tante persone cercano tra noi, può diventare possibile anche grazie all accoglienza di ogni persona, di ogni comunità. Insegnaci lo spirito dell accoglienza, privo di pregiudizi, aperto alla Tua presenza in ogni persona. Liete notizie dalla nave della legalità La mafia non è solo alimentata da mafiosi, ma anche dalla poca conoscenza che porta a creare persone omertose che non capiscono l importanza di combat- tere questa ignobile situazione. Tutti abbiamo il diritto di vivere in libertà e serenità e questo non accadrà finché non combat- teremo fianco a fianco per permetterlo. 15

16 Lunedì 10 dicembre Ci sarà una strada appianata e la chiameranno Via santa ; nessun impuro la percorrerà e gli stolti non vi si aggireranno. Non ci sarà più il leone, nessuna bestia feroce la percorrerà, vi cammineranno i redenti. Su di essa ritorneranno i riscattati dal Signore e verranno in Sion con giubilo; felicità splenderà sul loro capo; gioia e felicità li seguiranno e fuggiranno tristezza e pianto. Cammineremo sulla Via santa, Signore, ora lo so e non sarà la strada in discesa o quella facile : sarà la via in cui tutto avrà chiaramente un senso, il senso. E noi la percorreremo nella gioia quando splenderà nitida ai nostri occhi la meta verso cui vogliamo andare. Gioia e felicità ci seguiranno, la tristezza e il pianto fuggiranno perché sapremo che non la fatica, non l incomprensione, la debolezza o la delusione possono allontanarci da Te. I redenti la percorreranno, non i super-men, ma coloro che si sono lasciati abbracciare da te nei giorni della vittoria e in quelli della sconfitta (Isaia 35,1-10) 16

17 Martedì 11 dicembre Ma devo essere io ad annunciare Dio? Io reco liete notizie in Sion? Se vedo le mie mani sono vuote, se mi immergo nel mio cuore notizie tristi mi circondano. Ma al centro del mio esistere ecco uno sguardo, il calore di un abbraccio dato e ricevuto, il desiderio di un incontro non ancora compiuto. Allora ho anche io una buona notizia, la buona notizia: ecco il Signore, vive nella comunione perfetta della Trinità e anche nella comunione dell uomo e della donna. Rallegrati Gerusalemme, nelle nozze ecco il nostro Dio! Sali su un alto monte, tu che rechi liete notizie in Sion; alza la voce con forza, tu che rechi liete notizie in Gerusalemme. Alza la voce, non temere; annunzia alle città di Giuda: Ecco il vostro Dio!. (Isaia 40,9) 17

18 Mercoledì 12 dicembre Non lo sai forse? Non lo hai udito? Dio eterno è il Signore, creatore di tutta la terra. Egli non si affatica né si stanca, la sua intelligenza è inscrutabile. Egli dà forza allo stanco e moltiplica il vigore allo spossato. Eccoci Signore, ci siamo incontrati e nelle nostre nozze cerchiamo l incontro con Te! Ma lo scorrere dei giorni ci coglie impreparati, non sempre curiamo la nostra relazione come dovremmo e distrattamente ci amiamo, più preoccupati di ciò che non riusciamo a fare che lieti per quanto abbiamo fatto. E temiamo di dire che siamo stanchi e affaticati come se in queste parole vedessimo tracciato il disegno di un fallimento. Ma tu ci chiami insieme e ci dici: Venite a me affaticati e stanchi. Tenetevi per mano e venite a me, vi darò io la forza, così come il vigore, ma le mani che si uniscono, quelle, le potete portare solo voi! (Isaia 40,28-29) 18

19 Giovedì 13 dicembre Sei potente Signore! Oggi lo possiamo dire noi che siamo le tue creature. Ecco siamo giunti a Te nei giorni della fatica e abbiamo toccato la tua potenza perché nelle nostre mani unite ma vuote hai riversato il balsamo della comprensione e il fuoco del desiderio. Vogliamo restare uniti a Te perché solo così restiamo uniti fra di noi. Quale potenza Signore! Vogliamo ricominciare e un simile desiderio può giungere solo da Te, sì non abbiamo paura neppure di dircelo: ricominciare, ricominciare, oggi e domani, ogni giorno per tutti i giorni della nostra vita Ti lodino, Signore, tutte le tue opere e ti benedicano i tuoi fedeli. Dicano la gloria del tuo regno e parlino della tua potenza. (Salmo 145,10-11) 19

20 Venerdì 14 dicembre A chi paragonerò io questa generazione? Essa è simile a quei fanciulli seduti sulle piazze che si rivolgono agli altri compagni e dicono: Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non avete pianto. Ricominciare ogni giorno con lo stesso vigore con cui i bambini si tuffano nei loro giochi. Come è possibile? Sei tu Cristo che ci indichi la via, tu lo Sposo cui chiedere aiuto. Allora abbiamo guardato, nascosti fra i discepoli, alcuni dei tuoi incontri e li abbiamo visti vissuti nella pienezza! Che fosse gioia o dolore non hai mai avuto paura di farti coinvolgere totalmente, ballando con chi festeggiava e piangendo con chi soffriva. E ogni volta hai realizzato l incontro nella comunione. Anche noi dobbiamo avere il coraggio di cercare sempre ostinatamente la comunione fra di noi, nel riso e nel pianto, nei giorni di sereno e in quelli di tempesta (Matteo 11,16-17) 20

21 Sabato 15 dicembre Vedremo la tua salvezza e si presenterà a noi mentre cammineremo su di un sentiero tortuoso. Noi cammineremo insieme sulla via e mentre la percorreremo verso di Te avremo la gioia di scoprire che Tu sei dinnanzi a noi ad attenderci e al nostro fianco per sorreggerci, sopra di noi per vegliarci e alle nostre spalle per spronarci. Ecco la salvezza di Dio per noi, scoprirci totalmente immersi in Lui, insieme da sempre e per sempre Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio. (Antifona al vangelo, Luca 3,4.6) 21

22 Terza domenica di Avvento 16 dicembre Irrobustite le mani fiacche, rendete salde le ginocchia vacillanti. Dite agli smarriti di cuore: Coraggio! Non temete; ecco il vostro Dio, giunge la vendetta, la ricompensa divina. Egli viene a salvarvi. Allora si apriranno gli occhi dei ciechi e si schiuderanno gli orecchi dei sordi. Allora lo zoppo salterà come un cervo, griderà di gioia la lingua del muto. (Isaia 35,3-6a) annunciat a dai poveri Sono un ragazzo siciliano di 30 anni, mi chiamo Alessandro. Raccontare la mia storia non è facile, perché ho avuto una vita molto dura, però mi fa anche piacere potere parlare di me e di quello che mi è successo. Vengo da una famiglia che non sta male economicamente, ma nonostante questo sono finito su una cattiva strada soprattutto per colpa delle amicizie sbagliate che avevo da ragazzo. Ho iniziato a rubare a 15 anni, per il solo desiderio di avere denaro facile. Ho conosciuto il carcere minorile e non sono andato a scuola regolarmente. Sono venuto a Carpi per la prima volta negli anni Novanta con la mia fidanzata. Qui ho trovato una realtà che dava molte possibilità di lavorare a me sembrava possibile iniziare una nuova vita regolare, lasciarmi alle spalle gli anni brutti vissuti nella mia città. Ma la mia ragazza mi ha lasciato e io sono tornato in Sicilia. Purtroppo lì ho ripreso le abitudini di prima e, per una rapina, ho scontato un anno e otto mesi in carcere. Poi sono ritornato a Carpi. Oggi voglio soltanto chiudere con il mio passato, dove ho conosciuto, oltre al carcere, anche la droga. Ho conosciuto una ragazza straniera che mi ha creduto e ha capito che stavolta faccio sul serio. La amo molto e aspettiamo anche un bambino. Ma le cose non sono ancora a posto, perché non riesco a trovare lavoro Trovando un lavoro potrei dimostrare che sono una persona nuova, che ho chiuso per sempre con il mio brutto passato e che sono capace di assumermi la responsabilità di un figlio. Ho bussato a molti uffici e agenzie, ma mi hanno offerto finora soltanto pochi lavori saltuari, anche se io sono disposto a fare qualunque tipo di lavoro. Voglio anche tornare a scuola, per imparare e avere nel futuro migliori possibilità di lavoro. Provo vergogna per quello che ho fatto nel passato adesso desidero solo cambiare la mia vita, ma è difficile! Ci sono pochissime opportunità per una persona che ha capito di avere sbagliato e vuole ricominciare tutto da capo, onestamente! A volte, forse, è facile esprimere giudizi superficiali sulle persone come me, che hanno fatto degli errori. Ma prima di giudicarci, bisognerebbe conoscere tutte le difficoltà che incontriamo e che ci fanno rischiare continuamente di ricacciarci nell inferno che vogliamo lasciare. Un ragazzo 22

23 diventa vita Irrobustire le mani fiacche, rendere salde le ginocchia vacillanti, significa mettersi a fianco delle persone più deboli, camminare insieme con pazienza, accettando cadute e scivolate, ricominciando ogni volta da capo. È la fatica di chi opera con i senza dimora, con persone vittime di tossicodipendenze, con malati mentali Se conosciamo persone coinvolte in queste situazioni, cerchiamo di stare vicini almeno alle famiglie. Se ci è possibile, prestiamo la nostra opera o almeno sosteniamo finanziariamente quelle organizzazioni che affrontano questi problemi, cercando percorsi di recupero ad una vita nuova. Questo ragazzo ci sta provando, questa è la sua buona notizia. P reghiamo insieme Signore, vieni a salvarci, rendici capaci di gioire insieme ai più poveri di ogni piccolo passo avanti, di sostenere ogni fatica. Stai vicino a chi è più solo, scoraggiato, dacci occhi per vedere, orecchie per ascoltare, un cuore aperto. Liete notizie dalla nave della legalità Eravamo nel quartiere palermitano di Corleone a manifestare contro la mafia e molti corleonesi non hanno apprezzato le nostre azioni; lo stesso è successo per le vie di Palermo do- ve molti ci hanno insultato suonando clacson e urlando. Ho sentito l omertà, ma ho visto anche gli occhi di persone che vedevano in quella manifestazione qualcosa di buono e di utile, si sono sentite aiutate. 23

24 LUNEDÌ 17 DICEMBRE Non sarà tolto lo scettro da Giuda né il bastone del comando tra i suoi piedi, finché verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l obbedienza dei popoli. Signore, Tu hai detto: chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti (Mc 10,44). Fa che i potenti della terra comprendano che nell esercizio di ogni potere, al di sopra delle ideologie e degli interessi, deve prevalere la logica del servizio all uomo e la difesa della vita (Genesi 49,10) 24

25 MARTEDÌ 18 DICEMBRE La Tua Parola proclamata dal profeta Geremia si è compiuta, o Signore, il germoglio giusto è il Tuo Figlio Gesù. Un re con la corona di spine e per trono una croce, un re del tutto diverso da quello atteso dagli uomini, che dona la Sua vita per la nostra salvezza, che ci chiede di condividere non ricchezza e gloria, ma spesso sofferenze proprie e dei fratelli. Il Suo grande messaggio è racchiuso nella parola Amore. Fa o Signore che anche in noi germogli quel seme d Amore Tuo Figlio Gesù in modo che anche da noi possano venire frutti d Amore Ecco, verranno giorni dice il Signore nei quali susciterò a Davide un germoglio giusto, che regnerà da vero re e sarà saggio ed eserciterà il diritto e la giustizia sulla terra. (Geremia 23,5) 25

26 MERCOLEDÌ 19 DICEMBRE Non temere, Zaccaria, la tua preghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, che chiamerai Giovanni. Avrai gioia ed esultanza e molti si rallegreranno della sua nascita, poiché egli sarà grande davanti al Signore. Signore Gesù con la Tua parola inviti anche noi a non temere, a fidarci di Te, a sentire sempre vicino a noi la Tua Presenza, quella presenza di Padre che ci guida, ci sorregge nelle cadute, esaudisce le nostre preghiere, ci ama e ci invita ad essere suoi annunciatori. Ti preghiamo Signore affinché la forza del tuo amore sostenga il nostro rapporto di coppia e di famiglia trasformando le nostre vite in parola vissuta e donata a Te e ai fratelli che poni sul nostro cammino. Fa che possiamo esprimere la nostra riconoscenza a Dio Padre per il Suo amore fedele, misericordioso e vero (Luca 1,13-15) 26

27 GIOVEDÌ 20 DICEMBRE La frase pronunciata dall Angelo Gabriele turba Maria, che si domandava che senso avesse questo saluto. È nel silenzio che Maria ascolta la voce dell Angelo, e in questo profondo silenzio del cuore, Maria ha potuto udire la Voce di Dio: Dio non chiede altro che di venire accolto, di essere accettato nella nostra vita con tutto quello che Egli fa, con tutto quello che comporta, rinunciando a noi stessi, al nostro modo di vedere, ai nostri progetti, per entrare nel Suo disegno... anche quando questo ci sembra incomprensibile, inadeguato a noi, per noi.... Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te. (Luca 1,28)

28 Venerdì 21 dicembre Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell adempimento delle parole del Signore. O Signore, nel silenzio, come a tua madre, ci fai giungere agli orecchi la tua voce. Con Te nel grembo il cuore pulsa in modo nuovo e gli occhi di madri e di padri si aprono ad una realtà mai conosciuta. Il Tuo volto materno entra nella nostra famiglia, nelle altre famiglie, nella vita di ogni giorno. Grazie, Signore, perché con il tuo annuncio ci fai più trasparenti, più veri, più credibili (Luca 1,44-45) 28

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

NOVENA DI NATALE Scheda per i Migranti

NOVENA DI NATALE Scheda per i Migranti NOVENA DI NATALE Scheda per i Migranti SCHEMA GENERALE Segno di croce Invito alla preghiera (per tutti i giorni) Dio è luce e in Lui non ci sono tenebre. Illumina, Signore, il nostro cuore perché possiamo

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo.

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. NOVENA DI NATALE NOVENA DI NATALE Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. Gioisci, figlia di Sion, esulta, figlia di Gerusalemme: ecco, il Signore verrà, ed in quel giorno vi sarà

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide,

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 1 Entrando

Dettagli

Celebrazione di preghiera perla festa della Vita

Celebrazione di preghiera perla festa della Vita .II C 4.. L albero dove i piccoli trovano il nido Fase II Celebrazione di preghiera perla festa della Vita Parrocchia..... Domenica. Introduzione Sac.: Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo.

Dettagli

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia GESU rimani sempre in mezzo a noi, per aiutarci a volerci bene, come TU vuoi a tutti noi. Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di 12 Iniziamo

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

LETTURE BIBLICHE E COMMENTO PER OGNI GIORNO DELLA SETTIMANA

LETTURE BIBLICHE E COMMENTO PER OGNI GIORNO DELLA SETTIMANA LETTURE BIBLICHE E COMMENTO PER OGNI GIORNO DELLA SETTIMANA PRIMO GIORNO: Insieme siamo il popolo di Dio Esodo 19,3-8: Voi sarete per me un regno di sacerdoti e una nazione consacrata al mio servizio.

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

2 lectio di quaresima

2 lectio di quaresima 2 lectio di quaresima 2014 GESU E LA SAMARITANA Sono qui, conosco il tuo cuore, con acqua viva ti disseterò. sono io, oggi cerco te, cuore a cuore ti parlerò. Nessun male più ti colpirà il tuo Dio non

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Vangelo senza confini

Vangelo senza confini Diocesi di Bergamo Centro Missionario Diocesano Ottobre Missionario 2009 Rosario Missionario Vangelo senza confini Nel nome del Padre. Con Maria percorriamo le strade del mondo; come Maria portiamo Gesù;

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Il Leader: discepolo di Gesù

Il Leader: discepolo di Gesù Il Leader: discepolo di Gesù Introduzione La dimensione del discepolato è essenziale nella vita cristiana, del battezzato e nel ministero di leader. Chi vuole annunciare il vangelo non può farlo se prima

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI

I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI I gruppi di ascolto DATA E ORA LUOGO ANIMATORI MERCOLEDÌ ore 14,30 Via M. Grappa 51 (Moscolari) Marisa M./ Loredana P MERCOLEDÌ ore 14,30 salone card Testa... Ornella R./Raffaella GIOVEDÌ ore 20,30 oratorio...

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di

Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di 1 Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio.

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio. FEDE IN DIO A) CO S'E' LA FEDE? La fede si nutre della conoscenza che si acquisisce di una persona. In questa senso la fede può essere grande o piccola, debole o forte. La nostra fede dipende interamente

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Li inviò a due a due

Li inviò a due a due FEBBRAIO 2015 Adorazione eucaristica dell Istituto Santa Famiglia Li inviò a due a due Proseguiamo la riflessione e preghiera sulla Chiesa in uscita missionaria a partire questa volta dalle indicazioni

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI UNITA PASTORALE BEATA TERESA di CALCUTTA Parrocchie di: PIEVE MODOLENA-RONCOCESI-S. PIO X-CAVAZZOLI Anno Pastorale 2013-14 Progetto Pastorale per Educarci alla vita Fraterna e di Comunione. L Unità Pastorale:

Dettagli

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale) E nato per noi un bambino, un figlio ci è stato donato (antifona). Pochi giorni dopo l'apertura della porta Santa che ci ha visti accorrere numerosi per vivere la

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

" Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga in me secondo la tua parola..." (Lc 1,38)

 Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga in me secondo la tua parola... (Lc 1,38) " Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga in me secondo la tua parola..." (Lc 1,38) Canto C. O Dio, vieni a salvarmi. T. Signore, vieni presto in mio aiuto. C. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito

Dettagli

Dal film Alla luce del sole

Dal film Alla luce del sole Dal film Alla luce del sole Don Pino ha capito quali sono le vere necessità della gente di Brancaccio. Non i compromessi con la mafia, non la prepotenza, non la smania di ricchezza per qualcuno, ma vivere

Dettagli

NELL'ATTESA CI AFFIDIAMO AL SIGNORE

NELL'ATTESA CI AFFIDIAMO AL SIGNORE I A4 NELL'ATTESA CI AFFIDIAMO AL SIGNORE Preghiere per il tempo dell' attesa INNO ALLA VITA La vita è bellezza, ammirala. La vita è un opportunità, coglila. La vita è beatitudine, assaporala. La vita è

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015 La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO A CUBA, NEGLI STATI UNITI D'AMERICA E VISITA ALLA SEDE DELL'ORGANIZZAZIONE DELLE NAZIONI UNITE (19-28 SETTEMBRE 2015) FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE

PARROCCHIA SACRO CUORE PARROCCHIA SACRO CUORE VEGLIA MISSIONARIA 2013 1 ARCIDIOCESI DI CAPUA PARROCCHIA SACRO CUORE VEGLIA MISSIONARIA 30 OTTOBRE 2013 SULLE STADE DEL MONDO PRESIEDE DON CARLO IADICICCO MISSIONARIO FIDEI DONUM

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli