CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI"

Transcript

1 CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI La Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti, è l Ente previdenziale della nostra Categoria, privatizzato e trasformato in associazione di diritto privato dal 01/01/1995 per effetto del Decreto Legislativo n. 509 del 30/06/1994. La legge 20 ottobre 1982, n. 773 (G.U. n. 295 del 26 ottobre 1982) è la principale fonte legislativa in proposito. Compiti della Cassa di Previdenza: Corresponsioni delle pensioni (vecchiaia, anzianità, inabilità e invalidità, ai superstiti);corresponsione di provvidenze straordinarie ; Corresponsione di indennità di maternità; Concessione di mutui e finanziamenti. Inoltre la Cassa di Previdenza si occupa di: Iscrizioni Praticanti Cassa Previdenza nel biennio di pratica; Riscatto praticantato svolto. Ricongiunzioni contributive e totalizzazione. Rimborsi e sgravi contributi non dovuti.consegna di atti e documenti. Rilascio di certificati regolarità contributiva DURC. Modelli DF-RED per i pensionati Rettifica di dati anagrafici, contributivi e reddituali Estratti conto assicurativi.modulistica pensionati. L'iscrizione alla Cassa è obbligatoria per tutti gli iscritti all'albo che esercitano, anche senza carattere di continuità ed esclusività, la libera professione, indipendentemente dal possesso di un'altra eventuale forma di previdenza obbligatoria (ad esempio dipendente privato, pensionato, artigiano, ecc.). L'esercizio della libera professione si presume per tutti gli iscritti all'albo fino a prova contraria fornita dall'interessato, che dovrà documentare anno per anno di non svolgere alcuna attività professionale; in questo caso nulla è dovuto come contribuzione alla Cassa di Previdenza Geometri. Dal 1 gennaio sono state apportate importanti modifiche regolamentari e statutarie, tra le quali l'introduzione della possibilità di iscrizione volontaria per i Praticanti regolarmente iscritti negli appositi Registri tenuti dai Collegi, e nelle recenti modifiche approvate con decorrenza 01/01/2007, sono state introdotte ulteriori particolari agevolazioni per il pagamento della dovuta contribuzione fissata in 1/4 della contribuzione soggettiva minima e cioè pari a 562,50 per l'anno 2012 (più il contributo di indennità maternità di 17,00). Pertanto l'iscrizione costituirà anzianità di contribuzione ai fini della pensione. Per i Praticanti che non si iscrivono anticipatamente, vi è la possibilità di riscatto del biennio di pratica, prevedendo la possibilità del versamento, anche rateizzato, della riserva matematica, da calcolarsi in conformità al principio di cui all'art.13 della legge 1338/62 rapportata alla contribuzione dell'anno di riferimento prevista per i neo-diplomati. Le novità introdotte nei Regolamenti dal Comitato dei Delegati del 29/11/2005 ed approvate dai Ministeri Vigilanti con provvedimento 10 gennaio 2006, in vigore dall 01/01/2006, riguardano la frazionabilità in mesi della contribuzione dovuta dagli iscritti, che viene quindi corrisposta in relazione ai mesi di effettiva iscrizione. Per il funzionamento della Cassa di Previdenza, tutti gli iscritti alla Cassa devono contribuire con dei versamenti obbligatori: - contributo soggettivo, che è il previdenziale ed è deducibile ai fini IRPEF- contributo integrativo che è la maggiorazione percentuale del 4% che si applica su ogni parcella professionale- contributo maternità che serve per la copertura degli oneri relativi all'erogazione dell'indennità di maternità alle iscritte alla Cassa (L.379/90); e devono rispettare alcuni adempimenti annuali.

2 VERSAMENTI OBBLIGATORI 2012 ALLA CASSA DI PREVIDENZA GEOMETRI CONTRIBUTO SOGGETTIVO: 11,50% del reddito netto professionale, con un contributo soggettivo minimo di 2250,00 * artt. 10 e 16 legge 773/82) Sui redditi eccedenti euro ,00 la percentuale è ridotta al 3,5% Da aggiungere il contributo di 17,00 per la copertura degli oneri relativi all indennità di maternità. Il contributo di maternità non è frazionabile CONTRIBUTO INTEGRATIVO: 4% del volume d affari I.V.A. relativo all attività professionale, da applicarsi in parcella, quale maggiorazione percentuale, con un contributo integrativo minimo di. 900,00 (art. 11 Legge 773/82 e successive modifiche) Si ricorda che dal 1 gennaio 2004 la maggiorazione percentuale da applicare su tutti i corrispettivi rientranti nel volume d'affari ai fini IVA per i geometri iscritti all'albo Professionale è stata incrementata e portata dal 2% al 4%. A tal proposito si comunicano la dicitura da citare in ogni parcella professionale e, per conoscenza, gli eventuali estremi normativi: 4% contributo integrativo CIPAG (Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza Geometri) Art. 2 del Regolamento sulla Contribuzione CIPAG, comma 5 Decreto Interministeriale del 27/02/2003 pubblicato sulla G.U. n. 81 del 07/04/2003 pag. 56 Si ricorda inoltre che il quarto comma dell'art. 18, del citato regolamento, dispone che tale maggiorazione deve essere applicata su tutte le parcelle, ricevute o fatture emesse dagli iscritti all'albo per prestazioni professionali, comprese quelle occasionali, anche se il professionista non è detentore di partita IVA o se la prestazione per cui viene chiesto il compenso non è assoggettabile all'iva. Le recenti modifiche adottate dal comitato dei Delegati in data 24 maggio 2006 ed approvate dai Ministeri Vigilanti il 09/10/2006 in vigore dal 01 gennaio 2006, riguardano il graduale aumento sino al 2014, delle aliquote per il calcolo del contributo soggettivo, dei contributi minimi soggettivi secondo la tabella qui di seguito riportata: Anno di riferimento Soggettivo minimo Percentuale soggettivo Integrativo minimo ,00 10% 700, ,00 10,50% 700, ,00 10,50%. 800, ,00 11%. 900, ,00 11%. 900, ,00 11,50%. 900, ,00 11,50%.1.000, ,00 12%.1.000,00

3 Tutti gli iscritti alla Cassa, indipendentemente dal conseguimento o meno di redditi professionali devono effettuare obbligatoriamente una comunicazione annuale alla Cassa di Previdenza specificando i redditi (anche se nulli) conseguiti nell anno precedente che, a partire da quest anno grazie alla convenzione tra la Cassa Italiana Previdenza Geometri e l Agenzia delle Entrate, sarà possibile effettuare all interno del Modello Unico, adempiendo così agli obblighi previdenziali con un solo adempimento fiscale. Ogni professionista potrà compilare la nuova sezione dedicata ai Geometri, inserita nel QUADRO RR, riservato ai contributi previdenziali, del Modello Unico Questa innovazione oltre a consentire uno snellimento dei tempi ed una riduzione del rischio di sanzioni a causa di errori nella compilazione, apporterà tre importanti vantaggi per tutti gli iscritti: Il primo riguarda la compensazione debiti-crediti che, già utilizzata per i pagamenti con il Modello F24 ACCISE TELEMATICO, si estenderà anche ai debiti contributivi verso la Cassa, che potranno essere compensati con eventuali crediti verso agli altri enti impositori (Iva, Irpef, etc.) Il secondo prevede la rateizzazione dei pagamenti possibile fino ad un massimo di sei rate rispetto alla due previste con il Modello 17, acquisendo così le stesse modalità e scadenze di quelle fiscali. Il terzo vantaggio è rappresentato dalla riduzione al 4% del tasso annuo di interesse per le rate rispetto al precedente 6%. Sul sito della Cassa è possibile scaricare il Decreto del 3 febbraio 2011 pubblicato sulla G.U. n. 32 del 09/02/11 Per i nuovi iscritti dell'anno 2012 l'obbligo della comunicazione con il MODELLO UNICO decorre a partire dall'anno 2013 RATEIZZAZIONI CARTELLE ESATTORIALI A seguito dell entrata in vigore della Legge n. 31 del 28/2/2998, la Cassa ha trasferito l intera gestione delle rateizzazioni delle cartelle di pagamento agli Agenti della riscossione. Pertanto: 1) la presentazione delle istanze all Agente della riscossione va effettuato preferibilmente entro i termini di scadenza della cartella (60 gg dalla notifica della stessa) posto che la sola presentazione dell istanza non evita eventuali atti esecutivi conseguenti alla scadenza dei termini di pagamento; 2) il tasso d interesse è stato fissato dal C.d.A. nella misura del 6% annuo; 3) il numero massimo delle rate concesse dagli Agenti della riscossione è proporzionato all entità del debito e può arrivare fino ad un massimo di 72 rate; 4) l importo minimo per singola rata è fissato in 100 euro, derogabili esclusivamente in particolari situazioni di comprovata indigenza. AGEVOLAZIONI PER I NEO ISCRITTI Per i nuovi iscritti alla Cassa, entro l anno solare del compimento del trentesimo anno di età e per un max di 5 anni, il contributo minimo soggettivo obbligatorio è ridotto ad 1/4 per i primi due anni di iscrizione ( 562,50)* e alla metà per i successivi tre anni ( 1.125,00)*, ed il contributo integrativo minimo del 4% è previsto senza un minimo per lo stesso periodo. * Importi riferiti al 2012 a cui è da aggiungersi il contributo di indennità maternità di 17,00.

4 Il calcolo della contribuzione soggettiva dovuta in autoliquidazione dovrà essere effettuato applicando al reddito dichiarato una percentuale rapportata al contributo ridotto (neodiplomato ad ¼ il 2,75%, neodiplomato ad ½ il 5,5%). Tale beneficio è riconosciuto fino al dell anno di compimento del 30 anno di età. Rimane confermata per il neodiplomato l esclusione dal pagamento della contribuzione integrativa minima, fatta salva l eventuale autoliquidazione del 4% del volume d affari effettivamente prodotto. MODALITA DI PAGAMENTO: i contributi minimi (soggettivo, integrativo e maternità). Per i neo iscritti sono riscossi mediante bollettini di avviso bancario (MAV) pagabili presso qualsiasi Istituto Bancario senza alcun costo aggiuntivo in n. 4 rate con scadenza 31/05/2012, 31/07/2012, 31/10/2012, 15/12/2012 oppure se iscritti Albo e Cassa in data successiva al mese di aprile, con MAV con scadenza da definirsi. N.B: salvo equivalente forma di riscossione tributi eventualmente stabilita dal Consiglio di Amministrazione della Cassa con apposita delibera. Tutti gli iscritti alla Cassa, indipendentemente dal conseguimento o meno di redditi professionali devono effettuare obbligatoriamente una comunicazione annuale alla Cassa di Previdenza specificando i redditi (anche se nulli) conseguiti nell anno precedente che, a partire dall anno 2012 grazie alla convenzione tra la Cassa Italiana Previdenza Geometri e l Agenzia delle Entrate, sarà possibile effettuare all interno del Modello Unico, adempiendo così agli obblighi previdenziali con un solo adempimento fiscale. Ogni professionista potrà compilare la nuova sezione dedicata ai Geometri, inserita nel QUADRO RR, riservato ai contributi previdenziali, del Modello Unico. Questa innovazione oltre a consentire uno snellimento dei tempi ed una riduzione del rischio di sanzioni a causa di errori nella compilazione, apporterà tre importanti vantaggi per tutti gli iscritti: Il primo riguarda la compensazione debiti-crediti che, già utilizzata per i pagamenti con il Modello F24 ACCISE TELEMATICO, si estenderà anche ai debiti contributivi verso la Cassa, che potranno essere compensati con eventuali crediti verso agli altri enti impositori (Iva, Irpef, etc.) Il secondo prevede la rateizzazione dei pagamenti possibile fino ad un massimo di sei rate rispetto alla due previste con il Modello 17, acquisendo così le stesse modalità e scadenze di quelle fiscali. Il terzo vantaggio è rappresentato dalla riduzione al 4% del tasso annuo di interesse per le rate rispetto al precedente 6%. Sul sito della Cassa è possibile scaricare il Decreto del 3 febbraio 2011 pubblicato sulla G.U. n. 32 del 09/02/11 e il nuovo quadro RR del Modello Unico. Per i nuovi iscritti dell'anno 2012 l'obbligo della comunicazione con il MODELLO UNICO decorre a partire dall'anno AGEVOLAZIONI PER I PRATICANTI A decorrere dal i geometri praticanti iscritti negli appositi registri istituiti dalal legge n. 75/85 possono iscriversi alla Cassa pagando il solo contributo minimo determinato nella misura di ¼ della contribuzione soggettiva minima, che per il 2012 è pari a. 562,50.

5 OPTANTI Iscritti all albo optanti per altra Cassa. Non è dovuta alcuna contribuzione. Occorre tuttavia evidenziare che dal 04/03/2004 è stato abrogato l istituto dell opzione. Rimane ferma la posizione giuridica, con i conseguenti obblighi contributivi, di coloro i quali alla predetta data risultino optanti Cassa. INFORMAZIONI Si ricorda che il Collegio dei Geometri di Padova svolge funzione di decentramento della Cassa di Previdenza e pertanto tutti gli iscritti possono rivolgersi ai nostri uffici per ogni servizio, informazione, consulenza e consegna pratiche. L assistenza tramite il Collegio costituisce carattere di priorità per l inoltro della documentazione. Si consiglia la consultazione del sito della Cassa di Previdenza per ulteriori precisazioni sull'organizzazione ed il funzionamento dell'ente, stampa modulistica e relativi regolamenti; è possibile trovare nella sezione "domande e risposte", la soluzione alle più frequenti interrogazioni sulla previdenza. COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI PADOVA CONTATTI Stefania Forzan : Pensioni e Consulenza prestazioni previdenziali

ISCRIZIONE ALL ALBO DEI GEOMETRI

ISCRIZIONE ALL ALBO DEI GEOMETRI ISCRIZIONE ALL ALBO DEI GEOMETRI M O D A L I T À, C O S T I, A D E M P I M E N T I Relatore: geom. Oddone Zecchin Segretario del Collegio Geometri e Geometri Laureati di Padova L ISCRIZIONE ALL ALBO DEI

Dettagli

. LA CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI.

. LA CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI. . LA CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA GEOMETRI.. VERSAMENTI OBBLIGATORI 2008 ALLA CASSA DI PREVIDENZA GEOMETRI. CONTRIBUTO SOGGETTIVO: CONTRIBUTO INTEGRATIVO: AGEVOLAZIONI PER I NEO - ISCRITTI:

Dettagli

Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto LORO SEDI

Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto LORO SEDI CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI PRESIDENZA Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto

Dettagli

Art. 1 Iscrizione obbligatoria alla Cassa

Art. 1 Iscrizione obbligatoria alla Cassa REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL ART. 21 COMMI 8 E 9 LEGGE N. 247/2012 (Delibera del Comitato dei Delegati del 31 gennaio 2014 e successive modificazioni - Approvato con nota ministeriale del 7 agosto 2014

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO UNICO 2015 GEOMETRI

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO UNICO 2015 GEOMETRI ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO UNICO 2015 GEOMETRI Aggiornato al 11/06/2015 MODELLO UNICO 2015 - SEZIONE III DEL QUADRO RR Sommario SOMMARIO 1 Presentazione... 1 2 Modello Unico 2015 PF - Quadro

Dettagli

BREVIARIO SULLA PREVIDENZA FORENSE di Giulio Pignatiello Delegato nazionale alla Cassa Forense

BREVIARIO SULLA PREVIDENZA FORENSE di Giulio Pignatiello Delegato nazionale alla Cassa Forense IL PRATICANTE E LA CASSA. Il praticante non ha alcun tipo di obbligo nei confronti della Cassa. Non deve inviare il MODELLO 5, non deve applicare in fattura il contributo integrativo del 4% e di conseguenza

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI (Testo approvato dal Comitato dei Delegati nella seduta del 5 settembre 2012) ART. 1 TIPOLOGIA DEI CONTRIBUTI 1. Sono dovuti alla Cassa in forza di quanto disposto dall art.

Dettagli

A cura di: Guido Cresto Luca Quer Marcello Alessandro Resca Verdiana Federica Santarossa Stefania Telesca Delegati Cassa per la circoscrizione di

A cura di: Guido Cresto Luca Quer Marcello Alessandro Resca Verdiana Federica Santarossa Stefania Telesca Delegati Cassa per la circoscrizione di A cura di: Guido Cresto Luca Quer Marcello Alessandro Resca Verdiana Federica Santarossa Stefania Telesca per la circoscrizione di Torino, Pinerolo e Ivrea D. COS E LA CASSA DI PREVIDENZA? R. La Cassa

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI. Art. 1 Tipologia dei contributi

REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI. Art. 1 Tipologia dei contributi REGOLAMENTO DEI CONTRIBUTI Art. 1 Tipologia dei contributi 1. Sono dovuti alla Cassa in forza di quanto disposto dell art. 1, comma 3 del D.lgs 30/6/1994 n. 509 ed in conformità a quanto stabilito dal

Dettagli

CHIEDE. AI SENSI DELL ART. 3 del Regolamento di Previdenza (cfr punto 1 lett a) note esplicative)

CHIEDE. AI SENSI DELL ART. 3 del Regolamento di Previdenza (cfr punto 1 lett a) note esplicative) Alla CASSA ITALIANA PREVIDENZA GEOMETRI Area Servizi Istituzionali Servizio Erogazione Trattamenti ed Iscrizione Ufficio Istruttoria e Liquidazione pensioni vecchiaia e anzianità Lungotevere Arnaldo da

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO UNICO 2014 GEOMETRI

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO UNICO 2014 GEOMETRI MODELLO UNICO 2014 GEOMETRI Aggiornato al 7/05/2013 MODELLO UNICO 2014 - SEZIONE III DEL QUADRO DEL QUADRO RR Sommario SOMMARIO 1 Presentazione...... 1 2 Modello Unico 2014 PF - Quadro RR Sezione III...

Dettagli

Pensione vecchiaia calcolo retributivo disciplinata dagli artt. 2 e 34, comma 1, Regolamento Previdenza;

Pensione vecchiaia calcolo retributivo disciplinata dagli artt. 2 e 34, comma 1, Regolamento Previdenza; Alla CASSA ITALIANA PREVIDENZA GEOMETRI Area Servizi Istituzionali Servizio Erogazione Trattamenti ed Iscrizione Ufficio Istruttoria e Liquidazione pensioni vecchiaia e anzianità Lungotevere Arnaldo da

Dettagli

DOCUMENTO ESPLICATIVO

DOCUMENTO ESPLICATIVO DOCUMENTO ESPLICATIVO MODELLO UNICO 2014 - SEZIONE III DEL QUADRO RR Versione 1.0 12/05/2014 Sommario SOMMARIO 1 Regole per la compilazione di Unico 2014 PF e per il pagamento dei contributi tramite F24...

Dettagli

Pensione vecchiaia calcolo retributivo disciplinata dagli artt. 2 e 34, comma 1, Regolamento Previdenza;

Pensione vecchiaia calcolo retributivo disciplinata dagli artt. 2 e 34, comma 1, Regolamento Previdenza; Alla CASSA ITALIANA PREVIDENZA GEOMETRI Area Servizi Istituzionali Servizio Erogazione Trattamenti ed Iscrizione Ufficio Istruttoria e Liquidazione pensioni vecchiaia e anzianità Lungotevere Arnaldo da

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO F24 ACCISE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO F24 ACCISE MODELLO F24 ACCISE Sommario SOMMARIO Presentazione... 1 Modalità di presentazione... 1 Caratteristiche del modello... 2 Modalità di compilazione F24 ACCISE... 3 Tabella codici tributi... 5 Modalità di

Dettagli

Gorizia, 21 ottobre 2014

Gorizia, 21 ottobre 2014 Gorizia, 21 ottobre 2014 1 «L avvocato, sin da giovane, deve essere consapevole della suo c.d. percorso previdenziale, allo scopo non solo di sfruttare appieno le opportunità offerte, ma anche -eventualmente-

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO Istruzioni per la compilazione della comunicazione telematica del reddito professionale e per il pagamento dei contributi a saldo REDDITI ANNO 2014 INDICE INTRODUZIONE 1. Chi deve compilare e inviare la

Dettagli

Oggetto: Nuovo Regolamento Cassa Forense - iscrizione obbligatoria per iscritti all'albo

Oggetto: Nuovo Regolamento Cassa Forense - iscrizione obbligatoria per iscritti all'albo CONSIGLIO DELL ORDINE AVVOCATI DI TERMINI IMERESE Oggetto: Nuovo Regolamento Cassa Forense - iscrizione obbligatoria per iscritti all'albo In allegato troverete la nota trasmessa a questo Ordine dal collega

Dettagli

DOCUMENTO ESPLICATIVO

DOCUMENTO ESPLICATIVO DOCUMENTO ESPLICATIVO IL REGIME SANZIONATORIO CIPAG 2014 Sommario SOMMARIO 1 Premessa... 1 2 Regolarizzazione del pagamento dei contributi... 2 3 Sanzioni sui pagamenti... 4 4 Sanzioni sulle dichiarazioni...

Dettagli

Capitolo 7 La previdenza forense

Capitolo 7 La previdenza forense Parte prima L ordinamento forense Capitolo 7 La previdenza forense Sommario 1. La cassa nazionale di previdenza e assistenza forense. - 2. Gli organi della cassa. - 3. Il patrimonio e la sua gestione.

Dettagli

LA CASSA FORENSE CARATTERISTICHE DELLA CASSA

LA CASSA FORENSE CARATTERISTICHE DELLA CASSA LA CASSA FORENSE CARATTERISTICHE DELLA CASSA La Cassa è stata istituita con legge 8 gennaio 1952 ed è stata trasformata, a decorrere da 1 gennaio 1995, in fondazione con personalità giuridica di diritto

Dettagli

DOCUMENTO ESPLICATIVO

DOCUMENTO ESPLICATIVO DOCUMENTO ESPLICATIVO IL REGIME SANZIONATORIO CIPAG 2015 Sommario SOMMARIO 1 Premessa... 1 2 Regolarizzazione del pagamento dei contributi... 2 3 Sanzioni sui pagamenti... 4 4 Sanzioni sulle dichiarazioni...

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

La Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti. Latina, 18 novembre 2014

La Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti. Latina, 18 novembre 2014 La Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti Latina, 18 novembre 2014 La Previdenza dei Dottori Commercialisti o1 La previdenza dei Dottori Commercialisti: La posizione assicurativa Dottore Commercialista

Dettagli

I CONTRIBUTI CIPAG E IL MOD. UNICO 2015 PF

I CONTRIBUTI CIPAG E IL MOD. UNICO 2015 PF INFORMATIVA N. 180 18 GIUGNO 2015 DICHIARAZIONI I CONTRIBUTI CIPAG E IL MOD. UNICO 2015 PF DPCM 9.6.2015 Istruzioni mod. UNICO 2015 PF Documento esplicativo CIPAG 28.5.2015 Come noto i soggetti esercenti

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Catania CONTRIBUTI EPPI

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Catania CONTRIBUTI EPPI Cosa significa qualificarsi all EPPI CONTRIBUTI EPPI Ogni perito industriale iscritto all Albo ha l obbligo di qualificarsi con l Ente. Qualificarsi significa comunicare all Eppi la propria posizione nei

Dettagli

sportello previdenza ogni mercoledì dalle 11.30 alle 12.30 previo appuntamento a info@avvocati.ud.it

sportello previdenza ogni mercoledì dalle 11.30 alle 12.30 previo appuntamento a info@avvocati.ud.it sportello previdenza ogni mercoledì dalle 11.30 alle 12.30 previo appuntamento a info@avvocati.ud.it obbligo iscrizione praticanti NO praticanti con patrocinio NO obbligo avvocati NO obbligo salvo superamento

Dettagli

REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI. Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti

REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI. Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti 1.1 - Gli iscritti ad Inarcassa possono riscattare: a) il periodo legale dei corsi di laurea d ingegneria e di

Dettagli

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE DIPARTIMENTO WELFARE Politiche Previdenziali SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006 1 Articolo 1 Totalizzazione

Dettagli

BREVE VADEMECUM IN MATERIA DI - PREVIDENZA FORENSE -

BREVE VADEMECUM IN MATERIA DI - PREVIDENZA FORENSE - BREVE VADEMECUM IN MATERIA DI - PREVIDENZA FORENSE - Premessa La Previdenza Forense è materia complessa, che riguarda tutti gli Avvocati. Oggi è argomento di dibattito, spesso anche acceso, date le novità

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego 38 I Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione collettiva, possono essere istituiti

Dettagli

Circolare N.85 del 7 Giugno 2011. Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI

Circolare N.85 del 7 Giugno 2011. Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI Circolare N.85 del 7 Giugno 2011 Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI Giornalisti: entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla

Dettagli

Guida Tematica CONTRIBUTI

Guida Tematica CONTRIBUTI Guida Tematica CONTRIBUTI Tipologia Gli iscritti sono tenuti al versamento di: un contributo soggettivo, pari al 10% del reddito professionale (ovvero, su opzione dell iscritto, pari al 14%, al 16%, al

Dettagli

ASSEMBLEA del 31 GENNAIO 2013. Dr. Dino Cesare Lafiandra

ASSEMBLEA del 31 GENNAIO 2013. Dr. Dino Cesare Lafiandra ASSEMBLEA del 31 GENNAIO 2013 Dr. Dino Cesare Lafiandra ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE COMUNICAZIONE DELL ORDINE PROVINCIALE ISCRIZIONE ALL ENPAV Contributo soggettivo Tutti gli iscritti all Ente sono

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visto l articolo 1, comma 91, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, il quale dispone, tra l altro, che, a decorrere dal periodo di imposta 2015, agli enti di previdenza

Dettagli

PREVIDENZA. obbligatoria degli Agrotecnici TITOLO I: DEI SOGGETTI - DEI CONTRIBUTI - DELLE SANZIONI ARTICOLO 1 ARTICOLO 2

PREVIDENZA. obbligatoria degli Agrotecnici TITOLO I: DEI SOGGETTI - DEI CONTRIBUTI - DELLE SANZIONI ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 Regolamento della gestione approvato con decreto interministeriale del 25 marzo 1998 PREVIDENZA obbligatoria degli Agrotecnici TITOLO I: DEI SOGGETTI - DEI CONTRIBUTI - DELLE SANZIONI CAPO PRIMO DEI SOGGETTI

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI

REGOLAMENTO CONTRIBUTI REGOLAMENTO CONTRIBUTI CAPO I Regime contributivo Art. 1 Contributo soggettivo 1.1 Il contributo soggettivo obbligatorio a carico di ogni iscritto alla Cassa è pari alle seguenti percentuali del reddito

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2014

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 10 1 MARZO 2014 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS

Dettagli

Regolamento di attuazione art. 21 legge professionale 247/2012

Regolamento di attuazione art. 21 legge professionale 247/2012 Regolamento di attuazione art. 21 legge professionale 247/2012 Comma 8 L iscrizione agli Albi comporta la contestuale iscrizione alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza forense. Comma 9 La Cassa

Dettagli

CF CAS S AFc)REN :> E

CF CAS S AFc)REN :> E CF CAS S AFc)REN :> E NUOVO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SANZIONI (Delibera del Comitato dei Delegati del 24 ottobre 2014 - Approvato con nota ministeriale del 15 aprile 2015 - G.U. Serie Generale

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SANZIONI

NUOVO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SANZIONI NUOVO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SANZIONI (Deliberato dal Comitato dei Delegati nella seduta del 23 luglio 2010 e approvato con Ministeriale del 23 dicembre 2010 - G.U. n. 304 del 30 dicembre

Dettagli

Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Messina Servizi informativi telematici

Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Messina Servizi informativi telematici La tutela previdenziale del libero professionista La copertura previdenziale dell attività a carattere libero professionale svolta dai medici e dagli odontoiatri è assicurata dall Ente Nazionale di Previdenza

Dettagli

PER L ATTUAZIONE DELLA FACOLTA DI PROSECUZIONE DELLA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE SU BASE VOLONTARIA DI CUI ALL ART. 19 REGOLAMENTO EPPI EPPI

PER L ATTUAZIONE DELLA FACOLTA DI PROSECUZIONE DELLA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE SU BASE VOLONTARIA DI CUI ALL ART. 19 REGOLAMENTO EPPI EPPI REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELLA FACOLTA DI PROSECUZIONE DELLA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE SU BASE VOLONTARIA DI CUI ALL ART. 19 REGOLAMENTO EPPI EPPI REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELLA FACOLTA DI PROSECUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI (Testo approvato dal Comitato dei Delegati nella seduta del 5 settembre 2012) ART. 1 PRESTAZIONI 1. La Cassa corrisponde le seguenti prestazioni previdenziali:

Dettagli

NOTIZIE FLASH novembre 2011

NOTIZIE FLASH novembre 2011 NOTIZIE FLASH novembre 2011 Quota A: riscossione contributo 2011 Il 30 novembre scade la quarta rata del contributo Quota A. In caso di smarrimento o mancato ricevimento dell avviso di pagamento deve essere

Dettagli

PRESENTAZIONE ENPAV PER GLI ORDINI PROVINCIALI

PRESENTAZIONE ENPAV PER GLI ORDINI PROVINCIALI PRESENTAZIONE ENPAV PER GLI ORDINI PROVINCIALI ISCRIZIONE ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE COMUNICAZIONE DELL ORDINE PROVINCIALE ISCRIZIONE ALL ENPAV COMUNICAZIONE DI ISCRIZIONE ALL ENPAV L ORDINE PUO

Dettagli

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA La Gestione separata (G.S.) è una gestione pensionistica separata di nome e di fatto. Infatti la contribuzione ivi versata viene accreditata

Dettagli

Scritto da Lunedì 04 Febbraio 2013 12:11 - Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Febbraio 2013 13:39

Scritto da Lunedì 04 Febbraio 2013 12:11 - Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Febbraio 2013 13:39 SOMMARIO: - ERRATA CORRIGE BROCHURE ENPAF - Contributi - riscossione 2013 - Prestazioni - invio CUD ERRATA CORRIGE BROCHURE ENPAF Si riportano di seguito le correzioni alla versione della brochure dell'enpaf

Dettagli

VADEMECUM SULLA RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE

VADEMECUM SULLA RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE VADEMECUM SULLA RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE VADEMECUM SULLA RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE (a cura dell'avv. Rosario Tucci - Responsabile Dipartimento dell'a.i.g.a. sulla Previdenza Forense) La

Dettagli

INPGI GESTIONE SEPARATA LAVORO AUTONOMO

INPGI GESTIONE SEPARATA LAVORO AUTONOMO INPGI GESTIONE SEPARATA LAVORO AUTONOMO 1 PRINCIPALI FONTI NORMATIVE E REGOLAMENTARI Legge 335/1995, art. 2, comma 25; Dlgs 103/96; Legge 247/07, art 1, comma 80 (norme di attuazione del Protocollo welfare

Dettagli

NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2012 TELEMATICO ATTENZIONE

NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2012 TELEMATICO ATTENZIONE NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2012 TELEMATICO (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della Legge

Dettagli

DIREZIONE PRESTAZIONI

DIREZIONE PRESTAZIONI DIREZIONE PRESTAZIONI Regolamento di disciplina del Regime Previdenziale (Deliberazione dell AdD del 27-28/11/2003) (D.I. 14 luglio 2004) La svolta del sistema previdenziale: come cambiano le prestazioni

Dettagli

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337 mod. C/P01 (Rev. Nov 2010) FONDO PENSIONE MEDICI C/P01 - PENSIONAMENTO RICHIESTA DI PRESTAZIONE PENSIONISTICA Da compilarsi e sottoscrivere a cura dell'aderente Il Sottoscritto.. nato a.. (prov....) il...

Dettagli

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM a cura di Marco Perelli Ercolini 2005 LA PREVIDENZA DEI MEDICI CON ATTIVITA PROFESSIONALE A RAPPORTO DI LAVORO IN DIPENDENZA

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Premessa. Direzione centrale delle Entrate contributive

Premessa. Direzione centrale delle Entrate contributive Direzione centrale delle Entrate contributive Roma, 30 Aprile 2008 Circolare n. 55 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

N E W S L E T T E R n. 25/2015

N E W S L E T T E R n. 25/2015 N E W S L E T T E R n. 25/2015 del CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BERGAMO a cura di Paolo Monari e Carlo Dolci 26 giugno 2015 Buon lavoro al nuovo Presidente dell'ulof! Ermanno Baldassarre è il

Dettagli

Note illustrative per la compilazione del Modello 1/2015 (Comunicazione ex art. 19 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)

Note illustrative per la compilazione del Modello 1/2015 (Comunicazione ex art. 19 del Regolamento di Attuazione allo Statuto) Note illustrative per la compilazione del Modello 1/2015 (Comunicazione ex art. 19 del Regolamento di Attuazione allo Statuto) QUANDO PRESENTARLO Entro il 30 novembre 2015. NOVITA : da quest anno la sanzione

Dettagli

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 2014 1 Previdenza ENPAM Il fondo di Previdenza Generale è composto da: Quota A Quota B 2 QUOTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI. Art. 1 PRESTAZIONI

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI. Art. 1 PRESTAZIONI REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI Art. 1 PRESTAZIONI 1. La Cassa corrisponde le seguenti prestazioni previdenziali: a) Pensione di vecchiaia; b) Pensione di anzianità; c) Pensione di invalidità;

Dettagli

OGGETTO : RICHIESTA PENSIONE REVERSIBILITA

OGGETTO : RICHIESTA PENSIONE REVERSIBILITA Alla CASSA ITALIANA PREVIDENZA GEOMETRI Area Servizi Istituzionali Servizio Erogazione Trattamenti ed Iscrizione Ufficio Istruttoria invalidità, inabilità, superstiti e supplementi Lungotevere Arnaldo

Dettagli

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti.

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti. Direzione Centrale Pensioni Roma, 18/11/2015 Circolare n. 184 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli

Ufficio Relazioni con gli Iscritti

Ufficio Relazioni con gli Iscritti Istruzioni per la compilazione della riferita al reddito professionale prodotto nel 2013 e per il pagamento dei contributi a saldo (ai sensi degli art. 7, 10 e 11 del Regolamento dell ENPAP) Iscritti titolari

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego I Fondi pensione nel pubblico impiego I scheda Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione

Dettagli

aiga Associazione Italiana Giovani Avvocati

aiga Associazione Italiana Giovani Avvocati aiga Associazione Italiana Giovani Avvocati VADEMECUM CASSA FORENSE 1 ISCRIZIONE ALLA CASSA L Iscrizione alla Cassa Forense è obbligatoria al raggiungimento e/o al superamento di uno dei due limiti reddituali

Dettagli

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps Novità introdotte dalla Legge n 147/13 in materia previdenziale e assistenziale Per il triennio 2014-2016 la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 04/02/2015 Circolare n. 26 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI 00199 ROMA VIA SALARIA 229

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI 00199 ROMA VIA SALARIA 229 CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI 00199 ROMA VIA SALARIA 229 OGGETTO: COMUNICAZIONE ANNUALE OBBLIGATORIA PER LE SOCIETÀ DI PROFESSIONISTI

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 20/03/2014

Direzione Centrale Entrate. Roma, 20/03/2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 20/03/2014 Circolare n. 33 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Circolare numero 9 del 17-1-2008.htm legge 24 dicembre 2007, n. 247. Nuove disposizioni in materia di totalizzazione dei periodi contributivi. Direzione centrale

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Approvato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2015 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi versati

Dettagli

E.N.P.A.F. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA FARMACISTI Roma, 6 dicembre 2012

E.N.P.A.F. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA FARMACISTI Roma, 6 dicembre 2012 E.N.P.A.F. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA FARMACISTI Roma, 6 dicembre 2012 FONDAZIONE DI DIRITTO PRIVATO Viale Pasteur, 49-00144 ROMA Tel. 06 54711 - Fax 06 5917732 Cod. Fisc. 80039550589

Dettagli

MOD. 5/2012: INVIO TELEMATICO OBBLIGATORIO

MOD. 5/2012: INVIO TELEMATICO OBBLIGATORIO MOD. 5/2012: INVIO TELEMATICO OBBLIGATORIO LA CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FORENSE RICORDA CHE anche quest anno l invio, da parte di tutti gli iscritti agli Albi Forensi, della comunicazione

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DELL ENTE BREVE SINTESI DELLE MAGGIORI NOVITÀ INTRODOTTE

NUOVO REGOLAMENTO DELL ENTE BREVE SINTESI DELLE MAGGIORI NOVITÀ INTRODOTTE E.P.A.P. Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale Via del Tritone, 169-00187 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 NUOVO

Dettagli

Inarcassa notizie 5/2011

Inarcassa notizie 5/2011 a cura di Arch. Claudia Niccolini _ Delegato Inarcassa Architetti Pisa Via Pisana, 69 56025 Pontedera (PI) cell. 328-2751645 c.niccolini@awn.it Dott.ssa Rossana Bernardini_ Responsabile Nodo periferico

Dettagli

La Libera Professione Guida sintetica

La Libera Professione Guida sintetica INSERTO SPECIALE I.R. Giugno 2007 - N. 35 COLLEGIO INFERMIERI PROFESSIONALI ASSISTENTI SANITARI VIGILATRICI D INFANZIA DELLA PROVINCIA DI COMO Ist. ai sensi Legge 29-10-54 n. 1049 La Libera Professione

Dettagli

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE

OBBLIGO DI ISCRIZIONE FACOLTA DI ISCRIZIONE LE FINALITÀ DI PREVIDENZA OBBLIGATORIA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Collegio Provinciale IPASVI di Gorizia L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA ISTITUITA IL 24/3/1998

Dettagli

Ufficio Studi e Ricerche. Il Riscatto e la Ricongiunzione: esempi di alcuni casi reali

Ufficio Studi e Ricerche. Il Riscatto e la Ricongiunzione: esempi di alcuni casi reali Il Riscatto e la Ricongiunzione: esempi di alcuni casi reali Savona, 20 maggio 2011 Riscatto e Ricongiunzione determinano un: ONERE IMMEDIATO - interamente deducibile per il riscatto e con possibilità

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e provincia Via Imre Nagy 58 - Località Borgochiesanuova - 46100 Mantova Telefono 0376-366221 - 324660-365274 Fax 0376-365287

Dettagli

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti Analisi degli Enti del decreto 509/1994 LA PENSIONE DELL AVVOCATO CASSA FORENSE Indice Considerazioni di carattere generale La contribuzione

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

CONTO ASSICURATIVO ON LINE

CONTO ASSICURATIVO ON LINE CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DEI GEOMETRI LIBERI PROFESSIONISTI ESTRATTO CONTO VADEMECUMADEMECUM OPERATIVO SOMMARIO Presentazione ed Avvertenze Generali pag. 2 Autenticazione per l accesso

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

Alberto BERGIANTI Dottore Agronomo 0522/245091 329/0979981 a.bergianti@studiobergianti.it

Alberto BERGIANTI Dottore Agronomo 0522/245091 329/0979981 a.bergianti@studiobergianti.it OPPORTUNITA E SERVIZI Alberto BERGIANTI Dottore Agronomo 0522/245091 329/0979981 a.bergianti@studiobergianti.it Padova 02 aprile 2014 ISCRIZIONE PRIMA DEL 30 ANNO DI ETA Per chi si iscrive all Ente prima

Dettagli

Gli Organismi di Previdenza Complementare

Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli organismi di previdenza complementare, o fondi pensione, sono stati introdotti nell ordinamento italiano attraverso le disposizioni del Decreto legislativo

Dettagli

OGGETTO : RICHIESTA PENSIONE REVERSIBILITA

OGGETTO : RICHIESTA PENSIONE REVERSIBILITA Alla CASSA ITALIANA PREVIDENZA GEOMETRI Area Servizi Istituzionali Servizio Erogazione Trattamenti ed Iscrizione Ufficio Istruttoria invalidità, inabilità, superstiti e supplementi Lungotevere Arnaldo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI PER IMPOSTE, TRIBUTI COMUNALI ED ALTRE ENTRATE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI PER IMPOSTE, TRIBUTI COMUNALI ED ALTRE ENTRATE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI PAGAMENTO APPLICABILI AI DEBITI PER IMPOSTE, TRIBUTI COMUNALI ED ALTRE ENTRATE COMUNE DI PROVAGLIO D ISEO SOMMARIO ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART.

Dettagli

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE Circolare 28 del 12 dicembre 2014 Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa... 3 2 Precompilazione dei modelli 730 da parte dell Agenzia

Dettagli

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA INDICE 1. PREMESSA 2. DECORRENZA 3. AMBITO OGGETTIVO 4. AMBITO SOGGETTIVO 5. FINALITÀ 6. NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1)

Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1) Decreto Legge del 18 gennaio 1993, n. 9 (1) Disposizioni urgenti in materia sanitaria e socio-assistenziale. (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 19 gennaio 1993, n. 14 e convertito in legge, con modificazioni,

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione... Prefazione...

SOMMARIO. Presentazione... Prefazione... SOMMARIO Presentazione... Prefazione... V VII Capitolo I - Profili generali della previdenza forense 1. La previdenza dei liberi professionisti... 3 2. (Segue): caratteristiche generali del regime previdenziale

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.

Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli. Centro Studi Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Circolare informativa n 5/2007 Napoli, lì 9 marzo

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL REGIME PREVIDENZIALE 1

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL REGIME PREVIDENZIALE 1 REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL REGIME PREVIDENZIALE 1 1 Aggiornato all ultima modifica approvata il 7/3/13 INDICE SCOPI E PRINCIPI TITOLO I CONTRIBUTI Articolo 1 Contributo soggettivo Articolo 2 Contributo

Dettagli

1. MISURA DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ANNO 2005. 1.1 - Contribuzione I.V.S. sul minimale di reddito

1. MISURA DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ANNO 2005. 1.1 - Contribuzione I.V.S. sul minimale di reddito Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 25 Febbraio 2005 Circolare n. 36 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 2.2015 Gennaio Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PRECOMPILAZIONE DEI MODELLI 730 DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE...

Dettagli

PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA

PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA Anno 2012 PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA Percorso ENPAPI: previdenziale ENTRAT ISCRIZIONE A GESTION E CONTRIBUZIONE

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Fondo Pensione complementare a capitalizzazione per gli operai agricoli e florovivaisti a DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Regime fiscale dei contributi (applicabile anche ai soggetti iscritti alla data del

Dettagli