TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale"

Transcript

1 TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

2 PISTOIA TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

3 LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Non possono circolare: Autoveicoli Euro 0 benzina e diesel; Autovetture diesel Euro 1 ad uso privato. ORARI: Dal lunedì alla domenica, dalle alle DURATA: Permanente. Per maggiori informazioni visita il sito: 2

4 PISA TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

5 LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Non possono circolare: Autoveicoli Euro 0 benzina e diesel; Autovetture diesel Euro 1 ad uso privato. ORARI: Dal lunedì alla domenica, dalle alle DURATA: Permanente. Per maggiori informazioni visita il sito: 2

6 MASSA TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

7 LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Non possono circolare: Autoveicoli Euro 0 benzina e diesel; Autovetture diesel Euro 1 ad uso privato. ORARI: Dal lunedì alla domenica, dalle alle DURATA: Permanente. Per maggiori informazioni: ( Per maggiori informazioni visita il sito: 2

8 LUCCA TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

9 SOSTA AGEVOLATA Veicoli elettrici e ibridi: La Giunta comunale ha approvato una serie di agevolazioni per incentivare l utilizzo di autovetture elettriche e parzialmente ibride nel territorio comunale a garanzia di una maggior tutela ambientale. E stato quindi deliberato di concedere ai veicoli ad esclusiva trazione elettrica la sosta gratuita senza limitazione di orario negli stalli di sosta a pagamento gestiti a parcometro del territorio comunale fino al 31 maggio Per i veicoli elettrici ibridi viene istituto un apposito abbonamento al costo annuo di 50 euro che consentirà la sosta, senza limitazione di orario, negli stalli blu di tutti i parcheggi a parcometro dell intero territorio comunale. Per maggiori informazioni: ( LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Non possono circolare: Veicoli Euro 0 benzina e diesel; Autovetture diesel Euro 1 ad uso privato. ORARI: Dal lunedì alla domenica, dalle alle DURATA: Permanente. Per maggiori informazioni visita il sito: 2

10 LIVORNO TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

11 LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Non possono circolare: Veicoli Euro 0 benzina e diesel; Autovetture diesel Euro 1 adibite al trasporto di persone. ORARI: Dal lunedì alla domenica, dalle alle DURATA: Permanente. Per maggiori informazioni visita il sito: 2

12 FIRENZE TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

13 Non possono circolare: Autoveicoli Euro 0, 1 benzina e diesel; Autovetture diesel Euro 2, 3; Autoveicoli diesel per il trasporto merci Euro 2. Sono esclusi dal divieto: Veicoli con alimentazione elettrica, ibrida (motore elettrico e termico); Veicoli con alimentazione a metano o a GPL, o bi-fuel (benzina-metano, benzina-gpl); Veicoli destinati al car pooling. ORARI: Dal lunedì alla domenica e DURATA: Dal 1 Novembre al 31 Marzo, ogni anno. Per maggiori informazioni visita il sito: 2

14 CARRARA TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

15 LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Non possono circolare: Autoveicoli Euro 0 benzina e diesel; Autovetture Euro 1 diesel. ORARI: Dal lunedì alla domenica, dalle alle DURATA: Permanente. Per maggiori informazioni visita il sito: 2

16 AREZZO TOSCANA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio

17 LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Non possono circolare: Autoveicoli Euro 0 benzina e diesel; Autovetture diesel Euro 1. ORARI: Dal lunedì alla domenica, dalle alle DURATA: permanente. Per maggiori informazioni visita il sito: 2

18 Autoveicoli azionati con motore elettrico: Godono dell'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per cinque anni a decorrere dalla data di prima immatricolazione; alla fine di questo periodo, per gli autoveicoli elettrici si deve corrispondere una tassa pari ad un quarto dell'importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina. Veicoli con installazione di impianto a GPL o metano: Con la Legge Finanziaria per il 2015 (L. R. 29/12/2014, n.86) la Regione Toscana ha introdotto un'esenzione triennale dal bollo auto per i veicoli sui quali nel corso del 2015 viene installato un impianto per l alimentazione a GPL o metano. Beneficiano dell'esenzione tutti i veicoli, indipendentemente dalla categoria EURO e dalla potenza, a condizione che l'installazione dell impianto sia effettuata dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 e che il collaudo dello stesso sia stato effettuato entro il 31 gennaio Autovetture e gli autoveicoli ad uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano, purché conformi alle direttive CEE in materia di emissioni inquinanti: Sono soggetti al pagamento di un quarto della tassa automobilistica prevista per i corrispondenti veicoli a benzina. Per ulteriori informazioni: ( Piano regionale per la qualità dell aria È stato pubblicato sul BURT n. 17 parte II del 26 aprile 2017 l'avviso di avvio delle consultazioni per la definizione del Piano regionale per la qualità dell'aria ambiente (PRQA). Da tale data chiunque ha 60 giorni di tempo, per inviare le proprie osservazioni con le modalità sotto riportate - per la stesura del documento finale. 2

19 Il Piano regionale per la qualità dell'aria ambiente (PRQA), previsto dalla L.R.9/2010, è l'atto di governo del territorio attraverso cui la Regione Toscana persegue in attuazione del Programma regionale di sviluppo e in accordo con il Piano ambientale ed energetico regionale (PAER) il progressivo e costante miglioramento della qualità dell'aria ambiente, allo scopo di preservare la risorsa aria anche per le generazioni future. Per ulteriori informazioni: ( LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Con la Delibera della Giunta Regionale n. 1182/2015 ( si individuano le aree a rischio di superamento dei valori limite ( ovvero quei Comuni che hanno presentato negli ultimi cinque anni almeno un superamento del valore limite per le sostanze inquinanti rilevate dalle stazioni di monitoraggio della qualita dell aria per le polveri sottili e per gli ossidi di azoto e vengono identificati i Comuni tenuti all'elaborazione ed all'approvazione dei piani d azione comunali (PAC). Link al Piano regionale di qualita dell aria: ( Per maggiori informazioni visita il sito: 3

BOLZANO TRENTINO ALTO ADIGE. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

BOLZANO TRENTINO ALTO ADIGE. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale BOLZANO TRENTINO ALTO ADIGE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 TRENTO TRENTINO ALTO ADIGE Piani regionali

Dettagli

EMILIA ROMAGNA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

EMILIA ROMAGNA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale EMILIA ROMAGNA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 AGEVOLAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE PIANO REGIONALE Piano

Dettagli

LAZIO. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017

LAZIO. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 LAZIO Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 ROMA LAZIO Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni

Dettagli

EMILIA ROMAGNA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

EMILIA ROMAGNA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale EMILIA ROMAGNA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 RIMINI EMILIA ROMA GNA Piani regionali e locali - incentivi

Dettagli

PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 21 Dicembre 2016 1 Veicoli elettrici: Per questi veicoli esiste l esenzione

Dettagli

VENETO. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017

VENETO. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 VENETO Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 VICENZA VENETO Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni

Dettagli

TORINO PIEMONTE. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

TORINO PIEMONTE. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale TORINO PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 24 Novembre 2017 1 * Torino ha adottato il 17 ottobre scorso le misure

Dettagli

TORINO. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale PIEMONTE. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017

TORINO. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale PIEMONTE. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 TORINO PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE Autoveicoli Euro 0 benzina,

Dettagli

ROMA. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale LAZIO. Ultimo aggiornamento: Roma, 21 Dicembre 2016

ROMA. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale LAZIO. Ultimo aggiornamento: Roma, 21 Dicembre 2016 ROMA LAZIO Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 21 Dicembre 2016 1 Car Sharing: Il servizio di Car Sharing gestito da Roma

Dettagli

PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 VERCELLI PIEMONTE Piani regionali e locali - incentivi ed

Dettagli

LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 21 Dicembre 2016 1 INCENTIVI Diffusione dei punti di ricarica privata per

Dettagli

ROMA. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale LAZIO. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017

ROMA. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale LAZIO. Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 ROMA LAZIO Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 PIANI COMUNALI Car Sharing: Il servizio di Car Sharing

Dettagli

LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 INCENTIVI Diffusione dei punti di ricarica privata per veicoli

Dettagli

MILANO LOMBARDIA. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

MILANO LOMBARDIA. Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale MILANO LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 PIANI COMUNALI ATM-GuidaMI Servizio di car sharing

Dettagli

TASSE AUTOMOBILISTICHE quando, quanto e dove pagare

TASSE AUTOMOBILISTICHE quando, quanto e dove pagare TASSE AUTOMOBILISTICHE 2007 quando, quanto e dove pagare PREMESSA ACI gestisce i servizi di riscossione, gestione e controllo delle tasse automobilistiche nelle seguenti Regioni e Province autonome: -

Dettagli

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2007

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2007 TASSE AUTOMOBILISTICHE 2007 PREMESSA ACI gestisce i servizi di riscossione, gestione e controllo delle tasse automobilistiche nelle seguenti Regioni e Province autonome: - Abruzzo - Basilicata - Calabria

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE ORDINANZA DEL SINDACO

COMUNE DI FIRENZE ORDINANZA DEL SINDACO COMUNE DI FIRENZE ORDINANZA DEL SINDACO Numero: 2008/01188 Del: 17/12/2008 Esecutiva dal: Proponente: Direzione Ambiente,Posizione Organizzativa (P.O.) Fonti inquinamento OGGETTO: Motocicli euro 0 due

Dettagli

Piazza Città di Lombardia n Milano. Tel

Piazza Città di Lombardia n Milano. Tel Giunta Regionale DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE QUALITÀ DELL'ARIA, EMISSIONI INDUSTRIALI E RUMORE Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano www.regione.lombardia.it ambiente@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

Pagamenti Pagamenti Autovetture e Autoveicoli uso promiscuo - annuali frazionati (*) autocarri art. 1, c. 240, l.n. 296/2006 Kw Cv Kw Cv

Pagamenti Pagamenti Autovetture e Autoveicoli uso promiscuo - annuali frazionati (*) autocarri art. 1, c. 240, l.n. 296/2006 Kw Cv Kw Cv Autovetture - Autoveicoli Uso Promiscuo - Autobus - Autoveicoli Speciali Motocicli - Rimorchi - Ciclomotori - Quadricicli Leggeri (Minicar) Pagamenti Pagamenti Autovetture e Autoveicoli uso promiscuo -

Dettagli

A quale categoria Euro appartiene il mio veicolo

A quale categoria Euro appartiene il mio veicolo A quale categoria Euro appartiene il mio veicolo E possibile verificare la classe ambientale di appartenenza (categoria Euro) di autoveicoli e motoveicoli - selezionando il tipo ed inserendo il relativo

Dettagli

Comparazione delle Misure Anti Crisi in Europa. EuroPa Rimini, 2 Aprile 2009

Comparazione delle Misure Anti Crisi in Europa. EuroPa Rimini, 2 Aprile 2009 Comparazione delle Misure Anti Crisi in Europa EuroPa Rimini, 2 Aprile 2009 ANFIA e la Filiera Automotive ANFIA, Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, rappresenta l intera filiera automotive

Dettagli

AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE TAVOLO ISTITUZIONALE ARIA

AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE TAVOLO ISTITUZIONALE ARIA TAVOLO ISTITUZIONALE ARIA 27 marzo 2014 Piano Regionale degli Interventi sulla qualità dell Aria (PRIA) Misure sulla mobilità Settori e misure del piano AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE TRASPORTI

Dettagli

Legge 27.12.2006, n. 296. Finanziaria 2007. Prime istruzioni operative in materia PRA e Tasse Automobilistiche.

Legge 27.12.2006, n. 296. Finanziaria 2007. Prime istruzioni operative in materia PRA e Tasse Automobilistiche. Legge 27.12.2006, n. 296. Finanziaria 2007. Prime istruzioni operative in materia PRA e Tasse Automobilistiche. Nella Gazzetta Ufficiale n. 299, supplemento ordinario n. 244, del 27.12.2006 è stato pubblicata

Dettagli

PROVVEDIMENTO TARGHE ALTERNE

PROVVEDIMENTO TARGHE ALTERNE PROVVEDIMENTO TARGHE ALTERNE - 2006 (Ordinanza Sindacale n. 9 del 16.01.2006 Interventi programmati di limitazione della circolazione veicolare, per il contenimento dell'inquinamento atmosferico, nel periodo

Dettagli

LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale

LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed esenzioni Agevolazioni alla circolazione stradale Ultimo aggiornamento: Roma, 30 Maggio 2017 1 MILANO LOMBARDIA Piani regionali e locali - incentivi ed

Dettagli

ECOINCENTIVI PER LA ROTTAMAZIONE E/O L ACQUISTO VEICOLI

ECOINCENTIVI PER LA ROTTAMAZIONE E/O L ACQUISTO VEICOLI ECOINCENTIVI PER LA ROTTAMAZIONE E/O L ACQUISTO VEICOLI SOLO ROTTAMAZIONE Chi rottama entro il 31.12.2007 un autovettura o un veicolo ad uso promiscuo euro 0 o euro 1 e non ne acquista un altro, ha diritto

Dettagli

Studio sugli autobus turistici a Roma

Studio sugli autobus turistici a Roma Studio sugli autobus turistici a Roma Luca Persia, direttore CTL e responsabile scientifico Francesco Filippi, coordinatore dello Studio Centro per il Trasporto e la Logistica (CTL) Sapienza Università

Dettagli

Comune di Anzola dell Emilia Provincia di Bologna

Comune di Anzola dell Emilia Provincia di Bologna Comune di Anzola dell Emilia Provincia di Bologna Codice Amministrazione e AOO: ANZOLAEM Area Lavori Pubblici e Ambiente BANDO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE DI INCENTIVI PER LA CONVERSIONE A GAS-METANO O

Dettagli

GREENPASS - STUDIO DI FATTIBILITA. 08/09/2008 Divisione Ambiente e Verde Settore Tutela Ambiente

GREENPASS - STUDIO DI FATTIBILITA. 08/09/2008 Divisione Ambiente e Verde Settore Tutela Ambiente GREENPASS - STUDIO DI FATTIBILITA 1 OBIETTIVO: MIGLIORARE LA QUALITA DELL ARIA Disincentivare l uso del trasporto privato, attraverso il pagamento di un pedaggio di ingresso in Città, per diminuire le

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA Prot. n /03/N Brescia, lì

COMUNE DI BRESCIA Prot. n /03/N Brescia, lì Pagina 1 di 5 COMUNE DI BRESCIA Prot. n. 41815/03/N Brescia, lì 29.10.2003 OGGETTO: ORDINANZA di adozione dei provvedimenti temporanei per l attuazione del Piano di Azione per il contenimento di inquinamento

Dettagli

Euro 1: nel 1993 le case costruttrici sono state obbligate ad adottare la marmitta catalitica e l alimentazione ad iniezione.

Euro 1: nel 1993 le case costruttrici sono state obbligate ad adottare la marmitta catalitica e l alimentazione ad iniezione. Per verificare la rispondenza ad Euro 1, 2, 3, 4 o 5 del proprio veicolo, occorrerà leggere il punto (V.9) della pagina 2 della carta di circolazione (nel caso di nuovo modello formato A 4 denominato modello

Dettagli

Circolazione Zona Blu: ordinanza del sindaco di Siracusa

Circolazione Zona Blu: ordinanza del sindaco di Siracusa Circolazione Zona Blu: ordinanza del sindaco di Siracusa Da domenica 1 Aprile 2007 entra in vigore la Zona Blu. Riportiamo il testo integrale dell'ordinanza Sindacale n 113972 del 07/12/06: disciplina

Dettagli

ART. 2) CARATTERISTICHE DEI VEICOLI AMMESSI AL CONTRIBUTO ED IMPORTO DEI CONTRIBUTI

ART. 2) CARATTERISTICHE DEI VEICOLI AMMESSI AL CONTRIBUTO ED IMPORTO DEI CONTRIBUTI DISCIPLINARE TECNICO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L'ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E LA TRASFORMAZIONE A GAS DI VEICOLI. (Allegato alla Delibera di Giunta Comunale n. 2010/G/00459

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Il Piano per la MOBILITÀ ELETTRICA

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Il Piano per la MOBILITÀ ELETTRICA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Il Piano per la MOBILITÀ ELETTRICA LE PERSONE al centro Il Piano per la MOBILITÀ ELETTRICA La Giunta provinciale di Trento ha approvato il 22 settembre 2017 il Piano Provinciale

Dettagli

ORDINANZA N. 526 DEL 13/12/2016. SERVIZIO Tutela dell'ambiente

ORDINANZA N. 526 DEL 13/12/2016. SERVIZIO Tutela dell'ambiente Citta' Metropolitana di Firenze ORDINANZA N. 526 DEL 13/12/2016 SERVIZIO Tutela dell'ambiente Oggetto: Disposizioni per la lotta all'inquinamento atmosferico causato dalle polveri sottili (PM10) Misure

Dettagli

Tributi provinciali sull auto. Landesabgaben auf Fahrzeuge

Tributi provinciali sull auto. Landesabgaben auf Fahrzeuge Tributi provinciali sull auto Landesabgaben auf Fahrzeuge Finalità dei provvedimenti RIDUZIONE PRESSIONE FISCALE MODERNIZZAZIONE SISTEMI DI RISCOSSIONE E SBUROCRATIZZAZIONE AGEVOLAZIONE NEGLI ADEMPIMENTI

Dettagli

Sistemi Ambientali. 2. aria

Sistemi Ambientali. 2. aria Foto: Gronchi, FOTOARTE - Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, Palazzo Blu Sistemi Ambientali 2. aria PALAZZO BLU - È luogo di arte e promozione culturale della città pisana. Nel suo susseguirsi di proprietari

Dettagli

ALLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERA AVENTE PER OGGETTO:

ALLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERA AVENTE PER OGGETTO: Servizio Ecologia ALLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERA AVENTE PER OGGETTO: Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell Atmosfera Adozione del Piano delle Azioni per il contenimento dell inquinamento atmosferico

Dettagli

COMUNE DI PARMA Servizio Mobilità e Ambiente. Classificazione Euro dei veicoli in base alle direttive europee

COMUNE DI PARMA Servizio Mobilità e Ambiente. Classificazione Euro dei veicoli in base alle direttive europee COMUNE DI PARMA Servizio Mobilità e Ambiente Classificazione Euro dei veicoli in base alle direttive europee Identificare la classe Euro di appartenenza di un veicolo: La comunità europea ha emanato dal

Dettagli

IL PIANO SOSTA: LE OPPORTUNITÀ, I PERMESSI E GLI ABBONAMENTI

IL PIANO SOSTA: LE OPPORTUNITÀ, I PERMESSI E GLI ABBONAMENTI IL PIANO SOSTA: LE OPPORTUNITÀ, I PERMESSI E GLI ABBONAMENTI VARESE SI MUOVE. UNA CITTÀ SU MISURA Un piano per migliorare la qualità della vita dei cittadini che potranno parcheggiare più facilmente con

Dettagli

2. RISORSE STANZIATE Sono inizialmente destinate all iniziativa risorse finanziarie per , così suddivise:

2. RISORSE STANZIATE Sono inizialmente destinate all iniziativa risorse finanziarie per , così suddivise: Allegato al decreto n. 8995 del 3 agosto 2007 BANDO DI ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI AI SOGGETTI CON REDDITO ISEE LIMITATO, FINALIZZATO ALLA SOSTITUZIONE DI MEZZI INQUINANTI CON VEICOLI A MINORE IMPATTO AMBIENTALE

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LA LOTTA ALL INQUINAMENTO ATMOSFERICO

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LA LOTTA ALL INQUINAMENTO ATMOSFERICO Prot. n. 4341 del 14/1/2009 PIANO REGIONALE DI TUTELA E RISANAMENTO DELL ATMOSFERA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LA LOTTA ALL INQUINAMENTO ATMOSFERICO INCENTIVI ALL ACQUISTO

Dettagli

Legge 104: quali sono le agevolazioni sull auto?

Legge 104: quali sono le agevolazioni sull auto? Legge 104: quali sono le agevolazioni sull auto? Autore: Redazione In: Focus Cerchi un avvocato? Confronta subito i preventivi dei nostri migliori esperti. È gratis! La Legge 104 per l assistenza e l integrazione

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 107 del 7 novembre

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 107 del 7 novembre Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 107 del 7 novembre 2014 319 (Codice interno: 285088) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 2063 del 03 novembre 2014 Concessione di un contributo per

Dettagli

RIMINI Limitazioni alla circolazione dal 1 ottobre 2016 al 31 marzo 2017

RIMINI Limitazioni alla circolazione dal 1 ottobre 2016 al 31 marzo 2017 RIMINI Limitazioni alla circolazione dal 1 ottobre 2016 al 31 marzo 2017 Periodo e orari delle limitazioni: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 (esclusi i giorni festivi di venerdì 14 ottobre,

Dettagli

L esenzione spetta anche per i veicoli adattati per l accompagnamento dei portatori di handicap.

L esenzione spetta anche per i veicoli adattati per l accompagnamento dei portatori di handicap. Regione Toscana: esenzione tassa automobilistica per persone disabili Disabili con ridotte o impedite capacità motorie La Legge Finanziaria per il 1998 (L.449/97) ha introdotto l esenzione dal pagamento

Dettagli

TIPO ATTO ORDINANZE SINDACO N. atto D-22 / 43 del 01/08/2008 Codice identificativo PROPONENTE MOBILITA OGGETTO

TIPO ATTO ORDINANZE SINDACO N. atto D-22 / 43 del 01/08/2008 Codice identificativo PROPONENTE MOBILITA OGGETTO COMUNE DI PISA TIPO ATTO ORDINANZE SINDACO N. atto D-22 / 43 del 01/08/2008 Codice identificativo 481598 PROPONENTE MOBILITA OGGETTO LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE DI PARTICOLARI CATEGORIE DI MEZZI - ANNO

Dettagli

ARPA Toscana. Laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell aria nella zona della geotermia Inizio/Fine Lavori:

ARPA Toscana. Laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell aria nella zona della geotermia Inizio/Fine Lavori: TOSCANA Laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell aria nella zona della geotermia Inizio/Fine Lavori: 2011-2011 Allestimento completo di un mezzo mobile 1 Strumento per la misura dell idrogeno

Dettagli

PIANO DI AZIONE del Piano Energetico Ambientale (PEAC) Comune di Bari 2005 TITOLO

PIANO DI AZIONE del Piano Energetico Ambientale (PEAC) Comune di Bari 2005 TITOLO Capo 8 - AZIONE N. 1 TITOLO Promozione e incentivazione alla sostituzione dei ciclomotori pre EURO I con EURO II o a trazione elettrica OBIETTIVI Realizzazione di un trasporto privato più ecologico con

Dettagli

Guida al bollo auto. Scritto da Cristian Giancotti Sabato 30 Aprile :57

Guida al bollo auto. Scritto da Cristian Giancotti Sabato 30 Aprile :57 La tassa di proprietà su un veicolo è comunemente detta Bollo e deve essere pagata dal proprietario indipendentemente dal fatto che il mezzo sia utilizzato o meno. Il bollo lo deve versare chi risulta

Dettagli

Dove va la rete dei Carburanti? Roma, 1 dicembre 2016

Dove va la rete dei Carburanti? Roma, 1 dicembre 2016 Dove va la rete dei Carburanti? Roma, 1 dicembre 2016 Il presente e il futuro dei gas liquefatti Francesco Franchi, Presidente Assogasliquidi Federchimica Direttiva 2014/94/UE «combustibili alternativi»

Dettagli

Misure per la limitazione del traffico veicolare

Misure per la limitazione del traffico veicolare Tel. 035/6592199 UFFICIO POLIZIA LOCALE Misure per la limitazione del traffico veicolare In attuazione di quanto disposto dalle d.d.g.r 7635/08 e 9958/09, dal 15 ottobre 2011 torneranno in vigore, come

Dettagli

Qualità dell aria a Verona

Qualità dell aria a Verona Qualità dell aria a Verona C.I.S. Comitato Indirizzo e Sorveglianza Regione Veneto 30.12.2015 Concentrazioni PM10 - media su 21 stazioni della pianura veneta Novembre 2015 Dicembre 2015 ALTA PRESSIONE

Dettagli

La mobilità urbana: quali politiche?

La mobilità urbana: quali politiche? La mobilità urbana: quali politiche? IV Divisione Direzione IAR Paola Villani - Responsabile del Gruppo di Valutazione e Monitoraggio dei progetti finanziati e/o cofinanziati dal Ministero dell'ambiente

Dettagli

[FATTORI DI PRESSIONE AMBIENTALE NEI COMUNI CAPOLUOGHI DEL SUD ]

[FATTORI DI PRESSIONE AMBIENTALE NEI COMUNI CAPOLUOGHI DEL SUD ] 2015 investinbasilicata DINO ROSA [FATTORI DI PRESSIONE AMBIENTALE NEI CAPOLUOGHI DEL SUD ] PRESI IN ESAME I CONTROLLI SUL RUMORE,LA QUALITA DELL ARIA,LA VETUSTA DEL PARCO VEICOLI CIRCOLANTE, IL CONSUMO

Dettagli

Criteri di intervento sulle problematiche dell aria in Regione Lombardia

Criteri di intervento sulle problematiche dell aria in Regione Lombardia Criteri di intervento sulle problematiche dell aria in Regione Lombardia Milena Careri Regione Lombardia Fiera Milano Congressi 16 febbraio 2006 LOMBARDIA: UNA REGIONE IN EUROPA Ridurre l inquinamento:

Dettagli

PIANO DI AZIONE del Piano Energetico Ambientale (PEAC) Comune di Bari 2005 TITOLO. Promozione del sistema bollino blu (controllo emissioni) OBIETTIVI

PIANO DI AZIONE del Piano Energetico Ambientale (PEAC) Comune di Bari 2005 TITOLO. Promozione del sistema bollino blu (controllo emissioni) OBIETTIVI Capo 8 - AZIONE N. 5 TITOLO Promozione del sistema bollino blu (controllo emissioni) OBIETTIVI Promuovere la diffusione del sistema di controllo delle emissioni inquinanti anche laddove non obbligatorio,

Dettagli

COMUNE DI VOLPIANO PROVINCIA DI TORINO Tel Fax SETTORE POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI VOLPIANO PROVINCIA DI TORINO Tel Fax SETTORE POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI VOLPIANO PROVINCIA DI TORINO Tel. 011.9951831 Fax 011.9954536 SETTORE POLIZIA MUNICIPALE poliziamunicipale@comune.volpiano.to.it Ordinanza n. _2499 /06 Oggetto: Limitazione della circolazione

Dettagli

ALLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERA AVENTE PER OGGETTO: Piano delle Azioni per il contenimento dell inquinamento atmosferico in Comune di Belluno

ALLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERA AVENTE PER OGGETTO: Piano delle Azioni per il contenimento dell inquinamento atmosferico in Comune di Belluno Servizio Ambiente ALLEGATO ALLA PROPOSTA DI DELIBERA AVENTE PER OGGETTO: Piano delle Azioni per il contenimento dell inquinamento atmosferico in Comune di Belluno PIANO DELLE AZIONI PROGRAMMATE PER LA

Dettagli

IN TUTTA LA CITTÀ E IN 74 COMUNI DELLA PROVINCIA DI MILANO

IN TUTTA LA CITTÀ E IN 74 COMUNI DELLA PROVINCIA DI MILANO Scheda provvedimento Sindacale n. 108/2011 IN TUTTA LA CITTÀ E IN 74 COMUNI DELLA PROVINCIA DI MILANO - divieto di circolazione veicoli diesel Euro 3 non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato

Dettagli

CONSIDERAZIONI UNIONE PETROLIFERA SU MOBILITÀ SOSTENIBILE ED EMISSIONI DA TRASPORTO

CONSIDERAZIONI UNIONE PETROLIFERA SU MOBILITÀ SOSTENIBILE ED EMISSIONI DA TRASPORTO EXPERT PANEL FOR POLLUTING EMISSIONS REDUCTION - EXPAPER CONSIDERAZIONI UNIONE PETROLIFERA SU MOBILITÀ SOSTENIBILE ED EMISSIONI DA TRASPORTO ENEA Via Giulio Romano, 41 - Roma - 19 gennaio 2017 Franco Del

Dettagli

Ordinanza n. 143 del

Ordinanza n. 143 del Ordinanza n. 143 del 28.12.2016 OGGETTO: L.R. n. 9/2010, DGRT n. 814/2016 RIDUZIONE DEL RISCHIO DI SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE PER IL PARAMETRO POLVERI SOTTILI PM10 - PROVVEDIMENTI CONTINGIBILI ED URGENTI.

Dettagli

C O M U N E D I C O L L E F E R R O ( P r o v i n c i a d i R o m a )

C O M U N E D I C O L L E F E R R O ( P r o v i n c i a d i R o m a ) C o p i a C O M U N E D I C O L L E F E R R O ( P r o v i n c i a d i R o m a ) Deliberazione della Giunta Comunale n. 130 OGGETTO: Erogazione contributi 2011 ai residenti nel territorio comunale per l

Dettagli

DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RISANAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA AMBIENTE V BANDO Anno 2010

DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RISANAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA AMBIENTE V BANDO Anno 2010 DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RISANAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA AMBIENTE V BANDO Anno 2010 1 - OGGETTO Il Comune di Capannori concede incentivi per: - acquisto di veicoli a basso

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO Consiglio Regionale del Veneto - UPA - 16/09/2015-0018605 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO,g62i1-) r.4 Consiglio Regionale del i Meto U del 16/09/2015 Prot.: 0018605 Titolario 2.6 CRV CRV spc-upa Al Signor

Dettagli

VERONA Limitazioni alla circolazione dal 17 ottobre 2016 al 31 marzo 2017

VERONA Limitazioni alla circolazione dal 17 ottobre 2016 al 31 marzo 2017 VERONA Limitazioni alla circolazione dal 17 ottobre 2016 al 31 marzo 2017 Periodo e orari delle limitazioni: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.30 (libera circolazione dalle

Dettagli

Oggetto: Provvedimenti urgenti per la lotta all'inquinamento atmosferico causato dalle polveri sottili (PM 10 IL SINDACO

Oggetto: Provvedimenti urgenti per la lotta all'inquinamento atmosferico causato dalle polveri sottili (PM 10 IL SINDACO Ordinanza n. 43 Prot. n. 2976 Oggetto: Provvedimenti urgenti per la lotta all'inquinamento atmosferico causato dalle polveri sottili (PM 10 ) IL SINDACO VISTO il decreto legislativo 13 agosto 2010, n.

Dettagli

Presentazione delle azioni

Presentazione delle azioni Presentazione delle azioni previste dal Piano regionale di risanamento della qualità dell aria Aosta, 13 dicembre 2010 Piano Regionale di Risanamento, Miglioramento e Mantenimento della Qualità dell Aria

Dettagli

SUPPLEMENTO SPECIALE DEL BOLLETTINO UFFICIALE

SUPPLEMENTO SPECIALE DEL BOLLETTINO UFFICIALE SUPPLEMENTO SPECIALE DEL BOLLETTINO UFFICIALE PER LA CONSULTAZIONE DELLA SOCIETÀ REGIONALE Iniziative legislative, regolamentari, amministrative di rilevante importanza Pubblicazione ai sensi dell'articolo

Dettagli

Studio sugli autobus turistici a Roma, Firenze e Milano

Studio sugli autobus turistici a Roma, Firenze e Milano Studio sugli autobus turistici a Roma, Firenze e Milano Luca Persia, direttore CTL e responsabile scientifico Francesco Filippi, coordinatore dello Studio Contributi Per il CTL, Centro di Ricerca per il

Dettagli

ordinanza n. 84 del

ordinanza n. 84 del Comune di Signa Provincia di Firenze ordinanza n. 84 del 30.05.2008 Divieti di transito veicolare programmati per inquinamento atmosferico - anno 2008 (ad integrazione delle ordinanze n 11 del 31 gennaio

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA VALLE D AOSTA XIII LEGISLATURA. Disegno di legge regionale. n. 27

CONSIGLIO REGIONALE DELLA VALLE D AOSTA XIII LEGISLATURA. Disegno di legge regionale. n. 27 Allegato all oggetto n. Adunanza del Consiglio regionale in data CONSIGLIO REGIONALE DELLA VALLE D AOSTA XIII LEGISLATURA Disegno di legge regionale n. 27 Incentivi regionali, per l'anno 2009, per il rinnovo

Dettagli

AZIONI PER MIGLIORARE LA MOBILITA NELLA CERCHIA DEI BASTIONI RIDUZIONE DELLA CONGESTIONE DOVUTA AI CANTIERI DI M4

AZIONI PER MIGLIORARE LA MOBILITA NELLA CERCHIA DEI BASTIONI RIDUZIONE DELLA CONGESTIONE DOVUTA AI CANTIERI DI M4 AZIONI PER MIGLIORARE LA MOBILITA NELLA CERCHIA DEI BASTIONI RIDUZIONE DELLA CONGESTIONE DOVUTA AI CANTIERI DI M4 OBIETTIVI Da anni il Comune di Milano lavora per migliorare la qualità della mobilità.

Dettagli

INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI

INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI INCENTIVI ECONOMICI PER L ACQUISTO DI VEICOLI ECOLOGICI O PER LA TRASFORMAZIONE A GAS DI QUELLI PIU VECCHI La Regione, tramite i Comuni, mette a disposizione incentivi destinati a privati o aziende che

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità /119 Servizio Esercizio CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità /119 Servizio Esercizio CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2017 02482/119 Servizio Esercizio CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RILASCIO PERMESSO DI CIRCOLAZIONE IN ZTL AI POSSESSORI DI VEICOLI AD ALIMENTAZIONE

Dettagli

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE

CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE CITTÀ DI SAN MAURO TORINESE Regione Piemonte Provincia di Torino Settore Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Ecologia ed Ambiente * * * * ORDINANZA N 12/20 2010 del 03/02/2010 OGGETTO: Provvedimenti

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite Lavori pubblici e Industria Audizione informale nell'ambito dell'esame dell'atto del Governo n. 337 sulla Realizzazione di un'infrastruttura per i combustibili

Dettagli

2.5 PARCO VEICOLARE E IMPATTO AMBIENTALE

2.5 PARCO VEICOLARE E IMPATTO AMBIENTALE 2.5 PARCO VEICOLARE E IMPATTO AMBIENTALE Il parco veicolare di TIL, al 31/12/2015, è composto dai seguenti mezzi: BENI 2015 2014 2013 Var. % 2015 sul 2014 Autobus Gran Turismo 15 17 18-11,76% Autobus -

Dettagli

Adesione alla Carta Metropolitana dell elettromobilità

Adesione alla Carta Metropolitana dell elettromobilità Regione Umbria Adesione alla Carta Metropolitana dell elettromobilità Comune di Perugia Presentazione Cristiana Casaioli, Assessore al Commercio, Artigianato e alla Mobilità Nel Manifesto per la Mobilità

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Agenzia delle Entrate DIREZIONE CENTRALE SERVIZI AI CONTRIBUENTI Risoluzione del 10/02/2010 n. 5 Oggetto: Istituzione dei codici tributo per il versamento di somme dovute a seguito delle comunicazioni

Dettagli

Il parco veicolare a Bologna. Dati al

Il parco veicolare a Bologna. Dati al Il parco veicolare a Bologna Dati al 31.12.216 Settembre 217 Capo Area Programmazione Controlli e Statistica: Mariagrazia Bonzagni Dirigente U.I. Ufficio Comunale di Statistica: Franco Chiarini Redazione

Dettagli

TARIFFARIO REGIONALE

TARIFFARIO REGIONALE TARIFFARIO REGIONALE Tariffario ordinario (Autovetture Autoveicoli uso promiscuo Autocarri art.1 0 c.240, L.n. 296/2006 Autobus Speciali Autocaravan Rimorchi Ciclomotori Quadricicli leggeri(minicar) Motocicli)

Dettagli

Roma MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento per le Politiche Fiscali CIRCOLARE N. 5/DPF. Alle Regioni LORO SEDI

Roma MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento per le Politiche Fiscali CIRCOLARE N. 5/DPF. Alle Regioni LORO SEDI CIRCOLARE N. 5/DPF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento per le Politiche Fiscali UFFICIO FEDERALISMO FISCALE Area I Reparto VI Prot. 21901/2002/DPF/UFF Roma 22. 07.2002 Alle Regioni LORO

Dettagli

Nonostante esistano incentivi locali per promuovere l apertura di nuove stazioni di rifornimento metano, i risultati non sono soddisfacenti.

Nonostante esistano incentivi locali per promuovere l apertura di nuove stazioni di rifornimento metano, i risultati non sono soddisfacenti. Visti gli indiscutibili vantaggi, l utilizzo del metano per autotrazione dovrebbe avere uno sviluppo esponenziale, mentre nella realtà dei fatti la situazione è diversa. Il motivo principale è da imputarsi

Dettagli

Bollo auto di lusso entro il 2 febbraio

Bollo auto di lusso entro il 2 febbraio Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 31 30.01.2015 Bollo auto di lusso entro il 2 febbraio Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette I soggetti che risultano possessori, a vario

Dettagli

Tavolo Istituzionale Aria Milano, 18/07/2017

Tavolo Istituzionale Aria Milano, 18/07/2017 Tavolo Istituzionale Aria Milano, 18/07/2017 Nuovo accordo di programma per l adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell aria nel Bacino Padano (giugno 2017) Impegni

Dettagli

Situazione e Prospettive di mercato dei veicoli commerciali elettrici

Situazione e Prospettive di mercato dei veicoli commerciali elettrici 19 Maggio Seminario Situazione e prospettive del mercato dei veicoli commerciali Situazione e Prospettive di mercato dei veicoli commerciali elettrici Product Manager EV Nissan Italia SOLUZIONE PER L EFFICIENZA

Dettagli

C O M U N E D I C O L L E F E R R O ( P r o v i n c i a d i R o m a )

C O M U N E D I C O L L E F E R R O ( P r o v i n c i a d i R o m a ) C o p i a C O M U N E D I C O L L E F E R R O ( P r o v i n c i a d i R o m a ) Deliberazione della Giunta Comunale n. 156 OGGETTO: Erogazione contributi ai residenti per l installazione di impianti di

Dettagli

Il parco veicolare a Bologna. Dati al

Il parco veicolare a Bologna. Dati al Il parco veicolare a Bologna Dati al 31.12.215 Novembre 216 Capo Area Programmazione Controlli e Statistica: Gianluigi Bovini Dirigente U.I. Ufficio Comunale di Statistica: Franco Chiarini Redazione a

Dettagli

Ipotesi di provvedimenti emergenziali per la riduzione di PM10 e NOX Settore Monitoraggi Ambientali ARPA Lombardia

Ipotesi di provvedimenti emergenziali per la riduzione di PM10 e NOX Settore Monitoraggi Ambientali ARPA Lombardia Ipotesi di provvedimenti emergenziali per la riduzione di PM10 e NOX 2015 Settore Monitoraggi Ambientali ARPA Lombardia Bergamo - 20 gennaio 2016 Andamento negli anni 2 Andamento negli anni 3 Andamento

Dettagli

COMUNE DI PRATO. Ordinanza n.3113 del 02/11/2016

COMUNE DI PRATO. Ordinanza n.3113 del 02/11/2016 COMUNE DI PRATO Ordinanza n.3113 del 02/11/2016 Oggetto: LEGGE REGIONALE N. 9/2010 E SUCCESIVI PROVVEDIMENTI APPLICATIVI - TUTELA DELLA QUALITA' DELL'ARIA NELLE AREE URBANE - SUPERAMENTO DEL VALORE LIMITE

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE ORDINANZA DEL SINDACO

COMUNE DI FIRENZE ORDINANZA DEL SINDACO COMUNE DI FIRENZE ORDINANZA DEL SINDACO Numero: 2007/01209 Del : 20/12/2007 Esecutiva da: 20/12/2007 Proponenti : Posizione Organizzativa (P.O.) Fonti inquinamento Direzione Ambiente OGGETTO: Divieti di

Dettagli

COMUNE DI PARMA Settore Benessere e Sostenibilità - Servizio Mobilità Sostenibile

COMUNE DI PARMA Settore Benessere e Sostenibilità - Servizio Mobilità Sostenibile COMUNE DI PARMA Settore Benessere e Sostenibilità - Servizio Mobilità Sostenibile Categoria 2009.VI/7/3.4 Repertorio 1304 Prot. Gen. n. 187170 del 27.10.09 Oggetto: ORDINANZA DI DIVIETO DI CIRCOLAZIONE

Dettagli

LEZ Low EmissionZone ZTL a tutela della qualità della vita dei centri abitati, regolata da telecamere.

LEZ Low EmissionZone ZTL a tutela della qualità della vita dei centri abitati, regolata da telecamere. Assessorato Mobilità e Ambiente Direzione Mobilità Ambiente Energia LEZ Low EmissionZone ZTL a tutela della qualità della vita dei centri abitati, regolata da telecamere. Proposta 22 dicembre 2016 22/12/2016

Dettagli

ORDINANZA DEL SINDACO

ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA DEL SINDACO Numero: 2011/00038 Del: 10/02/2011 Esecutiva da: 10/02/2011 Proponente: Direzione Ambiente,Posizione Organizzativa (P.O.) Tutela dell'aria acqua e suolo OGGETTO: Provvedimenti urgenti

Dettagli

COMUNE DI PAVIA IL SINDACO

COMUNE DI PAVIA IL SINDACO COMUNE DI PAVIA P.G. n 22942/09 OGGETTO: Ordinanza di limitazione della circolazione dei veicoli più inquinanti per il periodo dal 15 ottobre 2009 al 15 aprile 2010, per la prevenzione dell inquinamento

Dettagli

INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA Anno 2015

INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA Anno 2015 INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA Anno 2015 Stefano Dapporto Regione Toscana Direzione Politiche mobilità, infrastruture e TPL Settore Programmazione viabilità di interesse regionale 2014 2015 16.654 incidenti

Dettagli

Regione Lazio: esenzione tassa automobilistica per persone disabili. Disabili con ridotte o impedite capacità motorie

Regione Lazio: esenzione tassa automobilistica per persone disabili. Disabili con ridotte o impedite capacità motorie Regione Lazio: esenzione tassa automobilistica per persone disabili Disabili con ridotte o impedite capacità motorie La Legge Finanziaria per il 1998 (L.449/97) ha introdotto l esenzione dal pagamento

Dettagli

UFFICIO DEL SINDACO. ORDINANZA n.765 DEL 16/12/2016

UFFICIO DEL SINDACO. ORDINANZA n.765 DEL 16/12/2016 UFFICIO DEL SINDACO ORDINANZA n.765 DEL 16/12/2016 OGGETTO: PROVVEDIMENTI URGENTI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE PER IL PARAMETRO POLVERI SOTTILI PM10. MODULO 2. IL SINDACO

Dettagli

Piano regionale Zona 1

Piano regionale Zona 1 Piano regionale 2000 La prima attuazione del Piano è stata approvata contestualmente alla legge regionale n. 43/2000 e, così come previsto dal D. Lgs. n. 351/1999, è stata realizzata sulla base della "Valutazione

Dettagli