BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO e CONTRIBUTI PER MOBILITA INTERNAZIONALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO e CONTRIBUTI PER MOBILITA INTERNAZIONALE"

Transcript

1 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO e CONTRIBUTI PER MOBILITA INTERNAZIONALE Anno Accademico 2014/ scadenza 30 settembre 2014 ore 15:00 Deliberazione del Consiglio di Amministrazione dell A.Di.S.U. L Orientale Adottata nella seduta del 22 luglio 2014

2 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO e CONTRIBUTI PER MOBILITA INTERNAZIONALE - A.A. 2014/ Scadenza presentazione domanda 30 settembre 2014 per informazioni: eventuali informazioni che non trovino risposta nelle FAQ pubblicate sul sito nelle rispettive sezioni dei servizi possono essere richieste esclusivamente tramite il sistema di HELP DESK on line accessibile, previo accreditamento, attraverso il link SERVIZI ON LINE presente sul sisto stesso. NON VERRANNO FORNITE RISPOSTE TRAMITE MAIL O TELEFONICHE. I quesiti presenti nelle FAQ non saranno riscontrati.

3 INDICE P. 4 P. 6 P. 8 P. 10 P. 10 P. 10 P. 10 P. 11 P. 11 P. 11 P. 11 P. 11 P. 12 P. 12 P. 12 P. 13 P. 13 P. 13 P. 14 P. 14 P. 16 P. 18 P. 19 P. 20 P. 20 P. 20 P. 20 P. 20 P. 21 P. 22 P. 22 P. 22 P. 24 P. 24 P. 25 P. 25 P. 26 P. 26 P. 26 P. 26 P. 26 P. 26 P. 27 P. 27 P. 27 P. 28 P. 28 P. 29 P. 29 P. 30 P. 31 P. 32 P. 33 P. 34 P. 34 P. 34 P. 35 P. 35 P. 36 P. 38» INFORMAZIONI ESSENZIALI» SCADENZE UTILI» BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO E CONTRIBUTI PER MOBILITA INTERNAZIONALE ANNO ACCADEMICO 2014/2015» ART.1 - DESTINATARI» ART.2 CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELLA CONDIZIONE ECONOMICA» 2.1 individuazione condizione economica» 2.2 nucleo familiare» 2.3 nucleo familiare indipendente - status di religiosi apolidi e rifugiati» 2.4 nucleo familiare per dottorato di ricerca» 2.5 casi di separazione e divorzio» 2.6 candidati coniugati, separati o divorziati» 2.7 valutazione redditi dei fratelli» 2.8 indicatore condizione economica equivalente all estero» 2.9 composizione dell indicatore della condizione economica equivalente» 2.10 patrimonio immobiliare e mobiliare e scala di equivalenza» 2.11 indicatore condizione economica e patrimoniale e scala di equivalenza» 2.12 limite dell indicatore della condizione economia equivalente» 2.13 valutazione dei redditi negativi» 2.13 assoluta assenza di redditi» ART.3 REQUISITI DI MERITO» 3.1 PRIMI ANNI ANNO ACCADEMICO 2014/2015» 3.2 ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO ANNO ACCADEMICO 2014/2015» laurea magistrale biennio specializzazione disciplina bonus» 3.4 Corsi di laurea magistrale a ciclo unico» 3.5 dottorato di ricerca e specializzazione obbligatoria» 3.6 studenti DIVERSAMENTE ABILI iscritti ai nuovi corsi di laurea» 3.7 ammissione agli anni di corso per i quali si richiedono i benefici» 3.8 passaggi di corso, trasferimenti ecc.» 3.9 ricongiunzione della carriera» ART.4 PRESENTAZIONE DOMANDA DOCUMENTI TERMINI» DA 4.1 A 4,5 - COME PARTECIPARE» 4.6 presentazione, compilazione ed invio domanda» 4.7 studenti stranieri» ART.5 COMPILAZIONE E PUBBLICAZIONE GRADUATORIE SUDDIVISIONE FONDI» 5.1 ripartizione dei fondi graduatorie studenti di primo anno e anni successivi» 5.2 pubblicazione graduatorie» ART.6 RETTIFICHE DEI DATI UTILIZZATI PER GRADUATORIE PROVVISORIE» ART.7 AMMONTARE DELLE BORSE» 7.1 ammontare delle borse» 7.2 graduazione delle borse in base alla condizione economica» 7.3 determinazione importo borse» 7.4 determinazione numero borse» 7.5 esenzione IRPEF ed IRAP delle borse» 7.6 compatibilità/incompatibilità» ART.8 EROGAZIONE DELLE BORSE» 8.1 studenti fuori sede» 8.2 studenti pendolari» 8.3 studenti in sede» ART. 9 TRASFERIMENTI» ART.10 ACCERTAMENTI E SANZIONI» ART.11 CAUSE DI ESCLUSIONE» ART.12 CAUSE DI DECADENZA» ART.13 BENEFICI CORRELATI» ART.14 INFORMATIVA AI SENSI ART. 13 DEL D.LG N. 196» ART.15 CONTRIBUTI PER LA MOBILITA INTERNAZIONALE» ART.16 - NORMA DI RINVIO» ART.17 - FORO COMPETENTE» - Elenco dei paesi particolarmente poveri con basso indicatore di sviluppo umano» - Elenco dei comuni considerati in sede rispetto alla sede del corso frequentato» - Elenco dei comuni considerati pendolari rispetto alla sede del corso frequentato» CALL FOR GRANTS

4 1. Informazioni essenziali Informazioni essenziali Il diritto allo studio universitario, disciplinato dal decreto legislativo n. 68/2012, rientra nelle prestazioni sociali agevolate e come tale è regolato dalla normativa sull I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) Al fine di ottenere l attestazione I.S.E.E., lo studente o un suo familiare dovrà produrre la Dichiarazione Sostitutiva Unica (cfr. art. 4.1 del presente bando), resa ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 28/12/2000, n. 445 presso: i C.A.F. (Centri di Assistenza Fiscale) presenti sul territorio nazionale; il proprio Comune; una sede INPS. Il rilascio dell attestazione I.S.E.E. può non avvenire in tempo reale, pertanto si consiglia di provvedere all acquisizione dell attestato ISEE per i redditi 2013, al più presto possibile, in modo da esserne già in possesso all atto della compilazione on-line della domanda di borsa di studio 2014/2015, avendo anche cura di verificare che lo stesso venga correttamente inviato nei termini fissati dalla normativa vigente alla banca dati INPS. L A.D.I.S.U declina ogni responsabilità per il mancato reperimento dei dati negli archivi INPS alla data del 7/10/2014. La partecipazione al concorso è consentita esclusivamente via web. Il modulo-domanda on-line deve essere confermato entro le ore 15:00 del 30 settembre 2014 a pena di esclusione. L Azienda non assume alcuna responsabilità per le domande che non perverranno nei termini, per motivi tecnici non imputabili al sistema informativo dell Azienda. Gli studenti, all atto della compilazione on-line della domanda, avranno cura di leggere attentamente il bando di concorso, al fine di evitare esclusioni per non corretta compilazione della stessa. Gli studenti di primo anno che inoltrino, entro la scadenza del 30 settembre 2014, la domanda priva del numero di matricola, saranno ammessi, se in possesso di tutti i requisiti richiesti dal bando, con riserva in sede di graduatoria provvisoria. Nei termini previsti per la presentazione delle domande di riesame, dovranno avere cura di comunicare, pena l esclusione, il numero di matricola assegnato, secondo le indicazioni che verranno indicate nell avviso di pubblicazione delle graduatorie provvisorie. Gli studenti che partecipano in qualità di fuori sede, per poter far valere tale status, devono: a) risiedere in Comuni che distino più di 30 km da Napoli o nelle isole (l elenco dei comuni è riportato nella tabella allegata al presente bando); b) aver presentato domanda per il posto alloggio nella residenza universitaria ed averlo accettato se disponibile oppure, se non disponibile, aver preso alloggio, a titolo oneroso, a Napoli con contratto di locazione regolarmente registrato per un periodo di non meno di 10 mesi relativi all a.a. per il quale ci si iscrive che andrà presentato su richiesta dell Adisu. In mancanza dei concomitanti requisiti riportati sub a) e sub b) i candidati saranno considerati studenti pendolari. Al fine di evitare il prevedibile sovraccarico della rete in prossimità della scadenza i candidati sono invitati ad effettuare le operazioni on-line con congruo anticipo. 4

5 FASI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA: a) Fase dell ACCREDITAMENTO: Sito dell ADISU: SERVIZI ON-LINE» RICHIESTA BENEFICI ON-LINE» ACCETTO (dopo aver letto l informativa); b) Terminata la fase di accreditamento (che dovranno effettuare anche coloro che hanno già fatto negli anni precedenti la registrazione), il candidato riceverà una alla propria casella di posta elettronica (Lo studente dovrà utilizzare una casella di posta elettronica personale, atteso che la fase di accreditamento prevede l identificazione del soggetto richiedente il servizio ai sensi dell art. 64, comma 2 e 65, comma 1, lett. c) del D.Leg. 07/03/2005, n. 82 e s.m.i. Al fine di evitare ritardi nella ricezione dei messaggi di posta elettronica, si consiglia, inoltre, di creare la propria casella web presso i gestori più conosciuti) contenente il CODICE UTENTE e la PASSWORD che dovranno essere inseriti nella seconda fase del login; c) Fase del LOGIN (accesso alla domanda on-line): inserire il CODICE FISCALE (fare attenzione a riportare esattamente la sequenza riportata sul tesserino fiscale), la PASSWORD e il CODICE UTENTE; d) Fase della CONFERMA (chiusura della domanda on-line): Lo studente, dopo aver compilato la domanda in tutte le sue parti, provvederà a confermarla tenendo presente che tutti i dati immessi hanno valore di autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000 e s.m.i.. Riceverà una contenente in allegato copia della domanda/ricevuta già confermata, che riporta la data, l ora ed il numero di protocollo (avrà cura di stamparla e conservarla). Il personale dell ADISU è abilitato a fornire chiarimenti solo in merito alle procedure concorsuali. Chiarimenti circa il merito universitario e le condizioni reddituali vanno avanzate rispettivamente agli Uffici dell Università o agli Uffici che hanno rilasciato l attestazione ISEE. Il personale dell Azienda non ha competenza specifica nelle materie di cui sopra. 5

6 SCADENZE UTILI 10 Agosto 2014 Data ultima di riferimento per l acquisizione del merito utile per la partecipazione al concorso , ivi comprese le convalide dei crediti conseguiti in ambito mobilità internazionale 30 Settembre 2014 Ore 15,00 (ora e data di interruzione del collegamento on-line) Termine utile, pena l esclusione, per la compilazione, presentazione e la conferma della domanda borsa di studio on-line. Sarà anche possibile entro tale data e se non è stato fatto entro il 5 Settembre 2014 partecipando al relativo bando, per gli stuenti fuori sede richiedere l assegnazzione di posto alloggio nella residenza universitaria, anche a fine di far valere tale status. Naturalmente i richiedenti concorreranno all assegnazioni solo dei posti eventualmente rimasti disponibili. 07 Ottobre 2014 Data ultima, pena l esclusione, per la presentazione all ADISU, della documentazione prevista dall art. 4.7.b da parte degli studenti stranieri extra comunitari o dell Unione Europea non ancora in zona euro. 07 Ottobre 2014 Apertura del collegamento on-line per la presentazione delle domande di contributi integrativi di mobilità internazionale per gli studenti titolari borsa di mobilità 2014/2015 che hanno presentato domanda di borsa di studio 2014/ Ottobre 2014 Data ultima entro la quale l attestazione ISEE deve risultare in banca dati INPS 31 Ottobre 2014 Termine entro il quale verrà pubblicata la graduatoria provvisoria. Dalla pubblicazione della graduatoria lo studente ha venti giorni per eventuali richieste di riesame e per la consegna del numero di matricola. 28 Novembre 2014 Data ultima per acquisizione di domande presentate nei termini del presente bando e trasferite da altre Aziende o Enti. 28 Novembre 2014 Data entro la quale l ADISU deve essere in possesso della convalida del merito e dell anno di iscrizione derivante da trasferimenti di università e/o passaggi di corsi di laurea. 19 Dicembre 2014 Ore 15,00 (ora e data di interruzione del collegamento on-line) Termine per la richiesta dei contributi integrativi per mobilità internazionale. 31 Dicembre 2014 Data entro la quale sarà pubblicata la graduatoria definitiva e, compatibilmente con l accredito dei fondi da parte della Regione, posta in pagamento la prima rata agli studenti risultati assegnatari/beneficiari a seguito del riparto dei fondi regionali. 31 Marzo 2015 Termine entro il quale andrà effettuata la richiesta di conversione per gli studenti di ulteriore semestre che, laureatisi nei termini posti dall Ateneo, si iscrivano al primo anno della laurea magistrale/specialistica. 29 maggio 2015 Termine per la regolarizzazione delle iscrizioni per gli studenti di ulteriore semestre che non si laureano entro il prolungamento della sessione di febbraio dell a.a. 2014/2015, per aver confermato il beneficio o l idoneità. Giugno 2015 Inizio presentazione istanza di integrazione borsa di studio per gli studenti risultati beneficiari per l a.a. 2013/2014 che conseguano il titolo di studi entro la durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici, ex art.1.3 del presente bando. (su modello predisposto dall ADISU) 6

7 30 giugno 2015 Termine entro il quale, compatibilmente con l accredito dei fondi da parte della Regione, sarà liquidata la seconda rata agli studenti assegnatari/beneficiari, iscritti ad anni successivi al primo. 10 Agosto 2015 Data entro la quale gli studenti di primo anno, risultati beneficiari per l a.a. 2014/2015 devono acquisire i 20 crediti necessari per aver diritto al pagamento della seconda rata della borsa di studio 30 Novembre 2015 Data entro la quale gli studenti di primo anno, risultati beneficiari per l a.a. 2014/2015 devono acquisire i 20 crediti necessari, per il mantenimento della prima rata incassata. 7

8 2. BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO E CONTRIBUTI PER MOBILITA INTERNAZIONALE ANNO ACCADEMICO 2014/2015 (approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 23 del 22/07/2014) ART. 1 - DESTINATARI 1.1- È bandito il concorso per l attribuzione di borse di studio universitarie e contributi per mobilità internazionale, in servizi e in danaro, per l anno accademico 2014/2015, a norma delle disposizioni contenute nel D.Lgs. 68/2012, nel DPCM 09/04/2001, nonché ai sensi delle disposizioni regionali (Linee di indirizzo e programmazione degli interventi regionali per il diritto allo studio universitario dalla Giunta Regionale approvati con deliberazione n. 221 del 27/06/2014, modalità tecnico operative approvate con decreto n. 196 del 15/07/2014). Il concorso è rivolto agli studenti che si iscrivono, per l anno accademico 2014/2015, ai sensi del D.M. 22/10/2004, n. 270 ad un corso di laurea, di laurea magistrale, di specializzazione obbligatoria per l esercizio della professione, di dottorato di ricerca, attivato ai sensi del decreto legislativo 3 luglio 1998, n. 210, art. 4 e non beneficiari di borsa di studio di cui al D.M. 30/04/1999, n. 224, presso l Università degli Studi di Napoli L Orientale, presso l Accademia di Belle Arti di Napoli, presso il Conservatorio di Musica di Napoli San Pietro a Majella e presso l Accademia della Moda (per il solo corso triennale Design della Moda) per i corsi di studio ai sensi del D.P.R. 08/07/2005, n. 212 e che risultino idonei al loro conseguimento in relazione al possesso, alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda (cfr. art. 4), dei requisiti relativi alla condizione economica ed al merito così come definiti agli articoli 2 e 3 del presente bando. In difetto dei requisiti richiesti, l ADISU può disporre, in qualsiasi momento l esclusione del candidato dal concorso, con provvedimento motivato. 1.2 Durata degli interventi - I benefici sono concessi per il conseguimento per la prima volta di ciascuno dei livelli dei corsi di cui ai precedenti punti, con le seguenti modalità (N.B.:due semestri costituiscono un anno di corso): a) studenti che si iscrivono ai corsi di laurea o diploma di primo livello (per gli studenti AFAM): per un periodo di sette semestri, a partire dall anno accademico di prima immatricolazione in assoluto (è l anno accademico in cui, dopo il conseguimento del diploma di scuola media superiore, ci si immatricola per la prima volta a tale tipo di corso presso un Ateneo italiano). Per il settimo-ultimo semestre il valore della borsa a cui si partecipa è pari al 50% dell importo totale. - Per gli studenti con invalidità non inferiore al 66%, la durata si eleva a nove semestri; b) studenti che si iscrivono ai corsi di laurea magistrale o diploma di secondo livello (per gli studenti AFAM), in possesso della laurea o diploma di primo livello: per un periodo di cinque semestri, a partire dall anno di prima iscrizione (è l anno accademico in cui, dopo il conseguimento della laurea triennale, ci si iscrive per la prima volta a tale tipo di corso presso un Ateneo italiano). Per il quinto-ultimo semestre il valore della borsa a cui si partecipa è pari al 50% dell importo totale. - Per gli studenti con invalidità non inferiore al 66%, la durata si eleva a sette semestri; c) studenti che si iscrivono ai corsi di laurea o diploma (per gli studenti AFAM) magistrale a ciclo unico: per un periodo pari alla durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici più un semestre, a partire dall anno di prima iscrizione (è l anno accademico in cui, dopo il conseguimento del diploma di scuola media superiore, ci si immatricola per la prima volta a tale tipo di corso presso un Ateneo italiano). Per l ultimo semestre il valore della borsa a cui si partecipa è pari al 50% dell importo totale. - Per gli studenti con invalidità non inferiore al 66%, la durata si eleva di ulteriori due semestri; d) studenti che si iscrivono ai corsi di dottorato di ricerca attivati - alla data di scadenza del presente concorso - ai sensi del decreto legislativo 3 luglio 1998, n 210, art. 4 e non beneficiari di borsa di studio di cui al D.M. 30/04/1999, n 224, per un periodo di tempo pari alla durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici a partire dall anno di prima iscrizione (è l anno accademico in cui ci si iscrive per la prima volta a tale tipo di corso presso un Ateneo italiano). e) studenti che si iscrivono ai corsi specializzazione 8

9 obbligatoria per l esercizio della professione per un periodo di tempo pari alla durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici a partire dall anno di prima iscrizione (è l anno accademico in cui ci si iscrive per la prima volta a tale tipo di corso presso un Ateneo italiano). 1.3 Lo studente che consegua il titolo di studio di laurea e di laurea magistrale o specialistica entro la durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici beneficia di una integrazione della borsa pari alla metà di quella ottenuta nell ultimo anno di corso, da richiedere su modello che l ADISU predisporrà al termine dell anno accademico. La predetta integrazione non è estesa agli studenti dei corsi di laurea attivati prima dell applicazione del D.M. 509/99, 270/04 s.m.i., o della legge 508/99 s.m.i., D.P.R. 212/05. conseguire a conclusione del corso a cui sono iscritti per l a.a. 2014/2015. Il candidato che ha conseguito il titolo di laurea presso uno degli atenei serviti dall A.Di.S.U. L Orientale è tenuto a segnalarlo nel modulo-domanda online. L Azienda richiederà d ufficio i dati relativi al titolo conseguito. 1.7 Gli studenti che, ai sensi del Decreto Ministeriale del 28 settembre 2011, risultano contemporaneamente iscritti a corsi di studio presso le Università e presso gli Istituti Superiori di Studi Musicali e Coreutici, dovranno dichiarare nella domanda, pena l esclusione, la loro doppia iscrizione e l Azienda del Diritto allo Studio presso cui hanno presentato la domanda di Borsa di Studio, non potendo cumulare il beneficio. 1.4 I benefici possono essere concessi agli studenti che dispongano dei requisiti previsti per l ammissione al corso per il quale sono richiesti, indipendentemente dal numero di anni trascorsi dal conseguimento del titolo precedente (es. Laurea, laurea magistrale, ecc.). 1.5 Non sono ammessi al concorso gli studenti che abbiano già ottenuto - in caso di variazione di carriera una borsa per lo stesso anno di corso per il quale viene proposta l istanza, ai sensi del presente bando Gli studenti che per l a.a. 2014/2015 risulteranno iscritti al primo anno di un corso di studi dello stesso tipo (laurea triennale, laurea magistrale, ecc.) di quello dal quale provengono, non sono ammessi al concorso. Essi potranno parteciparvi dall anno accademico successivo, sempreché non ne abbiano beneficiato per lo stesso anno nella precedente carriera. Ai sensi dell art. 3, comma 4, del D.P.C.M. 9 aprile 2001 i benefici sono concessi per il conseguimento per la prima volta di ciascuno dei livelli di corsi. Non sono, pertanto, ammessi al concorso i candidati che siano già in possesso di un altro titolo universitario (anche se conseguito all estero e non riconosciuto in Italia) di pari livello del titolo che aspirano a 9

10 ART. 2 CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELLA CONDIZIONE ECONOMICA 2.1 La condizione economica dello studente è individuata sulla base dell indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109 come modificato dal decreto legislativo 3 maggio 2000, n. 130 e dall art. 34 della legge 4/11/2010, n Ai sensi dell art. 3, comma 1 dello stesso decreto, sono previste, come modalità integrative di selezione, l Indicatore della situazione economica all estero, e l indicatore della situazione patrimoniale all estero, di cui al successivo comma Nucleo familiare - Per la concessione dei benefici di cui al presente bando, il nucleo familiare convenzionale dello studente, quale risulta alla data di presentazione della domanda, ai sensi del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 maggio 1999, n. 221 e successivo del 4 aprile 2001, n. 242, è così definito: a) dallo studente richiedente; b) dai genitori del richiedente, se non legalmente separati o divorziati, e dai figli a loro carico, anche se non presenti nello stato di famiglia; c) da tutti coloro che risultano nello stato di famiglia anagrafico dello studente alla data di presentazione della domanda, anche se non legati da vincolo di parentela; d) dal genitore che percepisce gli assegni di mantenimento dello studente, nei casi di divorzio o di separazione legale; e) da eventuali soggetti in affidamento ai genitori dello studente alla data di presentazione della domanda. I candidati che convivono con soggetti estranei al nucleo familiare convenzionale (es. nonni e/o altro) e sono o meno a carico IRPEF di detti soggetti e non sono, comunque, autonomi (v. art. 2.3), devono dichiarare in DSU, a pena di esclusione dal concorso, i redditi eventualmente prodotti, nell anno d imposta 2013, da loro stessi, dai soggetti con i quali convivono e dai propri genitori. 2.3 Studente indipendente/autonomo dal nucleo familiare d origine - Ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, art. 3 comma 2/bis e successive modificazioni ed integrazioni, al fine di tenere adeguatamente conto dei soggetti che sostengono effettivamente l onere di mantenimento, lo studente che vive da solo o in un nucleo familiare diverso da quello d origine, può essere considerato indipendente/autonomo, se in possesso, congiuntamente, dei seguenti requisiti: a) aver lasciato il nucleo familiare di origine da almeno due anni antecedenti la data di presentazione della domanda di partecipazione al concorso (la condizione verrà verificata dall ADISU richiedendo al Comune di residenza lo stato di famiglia storico); b) occupare un alloggio di proprietà di soggetto diverso dai componenti del nucleo familiare d origine (la condizione verrà verificata dall ADISU presso l Agenzia del Territorio); c) aver prodotto redditi provenienti da lavoro dipendente o assimilato, fiscalmente dichiarato, da almeno due anni antecedenti la partecipazione al concorso, non inferiori a 6.500,00, con riferimento ad un nucleo familiare di una persona (la condizione verrà verificata dall ADISU presso l Agenzia delle Entrate); In assenza anche di una sola delle anzidette condizioni, il candidato non potrà essere considerato indipendente/autonomo e, sia l attestazione ISEE, sia le dichiarazioni rese in domanda dovranno fare riferimento ai redditi prodotti nell anno 2013 dai componenti della famiglia di origine, da sommare a quelli di cui, eventualmente, gode il candidato. Lo studente orfano di entrambi i genitori non costituisce nucleo familiare indipendente Per gli studenti che rivestono lo status di religioso in comunità, che non assolvono alle condizioni precedentemente riportate, si fa riferimento alla somma dei redditi prodotti dai componenti la comunità stessa ed ai rela- 10

11 tivi indicatori economici, così come risultano dal certificato di convivenza, di cui al DPR 30 maggio 1989, n. 223, rilasciato dal Comune competente per territorio. Nel caso in cui il candidato appartenga a comunità religiosa nella quale tutti i componenti hanno fatto voto di povertà, egli dovrà, a pena di esclusione dal concorso: a. richiedere comunque il rilascio dell attestazione ISEE per l anno 2013, sebbene a valore zero; b. autocertificare la condizione soprindicata nei modi e nei termini previsti dalla legge Studenti con status di rifugiato politico o apolide la valutazione della condizione economico patrimoniale andrà autocertificata per i redditi e patrimoni posseduti in Italia e/o mezzi di sostentamento. Lo status di rifugiato o apolide dovrà essere documentato entro il 07/10/2013, come segue: - permesso di soggiorno per asilo politico rilasciato dalla Commissione centrale per il riconoscimento dello status di rifugiato; ovvero da certificazione di apolidia, rilasciato dal Ministro dell Interno su richiesta dell interessato mediante apposita procedura amministrativa, la cui domanda va fatta tramite la Questura competente. 2.4 Nucleo familiare dei candidati dottorandi di ricerca - Il nucleo familiare del richiedente i benefici per i corsi di dottorato di ricerca, ai sensi dell art. 5, comma 4 del DPCM 9/04/2001 e dell art. 3,comma 2/bis del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109 e successive modificazioni ed integrazioni, è formato esclusivamente dallo stesso soggetto, dal coniuge, dai figli e dai soggetti a loro carico ai fini IRPEF, indipendentemente dalla residenza anagrafica, nonché dai propri genitori e dai soggetti a loro carico. Tale disposizione si applica qualora non ricorrano entrambi i requisiti di cui al precedente punto In caso di separazione o divorzio, il nucleo familiare dello studente richiedente i benefici è integrato con quello del genitore che percepisce gli assegni di mantenimento dello studente, a pena di esclusione dal concorso Nel caso in cui i genitori facciano parte di due diversi nuclei familiari, in assenza però di separazione legale o divorzio, il nucleo familiare e la situazione economica del richiedente il beneficio, sono integrate con quelle di entrambi i genitori. 2.6 Candidati coniugati, separati o divorziati Il candidato che abbia contratto matrimonio deve farsi rilasciare l attestazione ISEE relativa ai redditi prodotti nel 2013 da tutti i componenti il nucleo familiare, formatosi in conseguenza del vincolo matrimoniale contratto; In caso di separazione legale o divorzio, il candidato dovrà dichiarare in DSU, i redditi derivanti dall assegno di mantenimento se ne ha diritto. In caso di separazione di fatto, i redditi del candidato e del coniuge vanno comunque sommati. 2.7 Valutazione dei redditi dei fratelli - Ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, art. 3 comma 2/ bis e successive modificazioni ed integrazioni, al fine di tenere adeguatamente conto dei soggetti che sostengono effettivamente l onere di mantenimento dello studente, il reddito ed il patrimonio dei fratelli e delle sorelle dello studente, facenti parte del nucleo familiare, concorrono alla formazione di tutti gli indicatori della condizione economica di cui al presente articolo, nella misura del 50% (valore ISEEU). I redditi e i patrimoni degli stessi andranno comunque dichiarati al 100% nella Dichiarazione Unica per il rilascio dell Attestazione ISEE. Gli studenti dovranno a tal fine farsi rilasciare dai CAF la copia del calcolo ISEEU per poter avere a disposizione dei dati in sede di compilazione della domanda. 2.8 L indicatore della condizione economica equivalente all estero è calcolata come la somma dei redditi percepiti all estero e del 20% dei patrimoni posseduti all estero che non siano stati già inclusi nel calcolo dell indicatore della situazione economica equivalente, valutati con le stesse modalità e sulla base del tasso di cambio medio dell euro nell anno di riferimento, definito con decreto del Ministero 11

12 delle Finanze, ai sensi del decreto legge 28/06/1990, n. 167, art. 4 comma 6, convertito con modificazioni dalla legge 4/8/1990, n. 227 e successive modificazioni ed integrazioni. 2.9 L indicatore della situazione economica è definito dalla somma dei seguenti redditi (cfr. parte I tabella 1 allegata al decreto legislativo 109/98 e successive integrazioni e modificazioni): a) reddito complessivo ai fini IRPEF quale risulta dall ultima dichiarazione presentata o, in mancanza di obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, dall ultimo certificato sostitutivo rilasciato dai datori di lavoro o da enti previdenziali. b) redditi delle attività finanziarie, determinato applicando il rendimento medio annuo dei titoli decennali del tesoro al patrimonio mobiliare definito secondo i criteri di seguito elencati. c) redditi percepiti all estero secondo quanto fissato al punto Dalla predetta somma, qualora il nucleo familiare risieda in abitazione in locazione, si detrae il valore del canone annuo, fino alla concorrenza, per un ammontare massimo di 5.164,57 uro. In tal caso il il richiedente è tenuto a dichiarare, pena la non valutazione, gli estremi del contratto di locazione registrato L indicatore del reddito è combinato con l indicatore della situazione economica patrimoniale, nella misura del 20% dei valori patrimoniali definiti come segue: patrimonio immobiliare: - fabbricati e terreni edificabili ed agricoli intestati a persone fisiche diverse da imprese: il valore dell imponibile definito ai fini ICI al 31/12/2013, indipendentemente dal periodo di possesso nel periodo d imposta considerato; - fabbricati localizzati all estero detenuti al 31/12/2013 (limitatamente alle sole abitazioni): sono valutati sulla base del valore convenzionale di 500,00 euro al metro quadrato. a.1 - Dal valore così determinato, si detrae l ammontare del debito residuo al 31 dicembre 2013 per i mutui contratti per l acquisto dell immobile, fino alla concorrenza del suo valore come sopra definito. Per i nuclei familiari residenti in abitazioni di proprietà, in alternativa alla detrazione per il debito residuo, è detratto se più favorevole e fino a concorrenza il valore della casa di abitazione, come sopra definito, nel limite di ,69. La detrazione spettante in caso di proprietà dell abitazione di residenza è alternativa a quella per il canone di cui al punto patrimonio mobiliare: L individuazione del patrimonio mobiliare è effettuata indicando un unico ammontare complessivo alla data del 31/12/2013. A tal fine la valutazione dell intero patrimonio mobiliare è ottenuta sommando i valori mobiliari in senso stretto, le partecipazioni in società non quotate e gli altri cespiti patrimoniali individuali così come riportati nelle indicazioni alla compilazione della dichiarazione. Patrimoni mobiliari posseduti all estero, valutati sulla base del tasso di cambio dell euro nell anno di riferimento, definito con decreto del Ministero delle Finanze, ai sensi del decreto legge 28/6/1990, n. 167, art. 4 comma 6, convertito con modificazioni dalla legge 4/8/1990, n. 227 e successive modificazioni ed integrazioni. b.1 Dal valore del patrimonio mobiliare, determinato come sopra, si detrae, fino a concorrenza, una franchigia pari a ,71. Tale franchigia non si applica ai fini della determinazione del reddito complessivo di cui al punto L indicatore della situazione economica equi- 12

13 valente (ISEE) è calcolato come rapporto tra l indicatore di cui ai punti precedenti (indicatore situazione economica più 20% indicatore situazione economica patrimoniale) e il parametro desunto dalla scala di equivalenza di seguito riportata, in riferimento al numero dei componenti del nucleo familiare: Numero dei componenti - maggiorazione di 0,35 per ogni ulteriore componente Parametro 1,00 1,57 2,04 2,46 2,85 - maggiorazione di 0,20 in caso di presenza nel nucleo familiare di figli minori e di un solo genitore - maggiorazione di 0,50 per ogni componente con handicap psico-fisico permanente di cui all art. 3, comma 3 della legge 5/2/1992, 104 o di invalidità superiore al 66%. - maggiorazione di 0,20 per nuclei familiari con figli minori, in cui entrambi i genitori svolgono attività di lavoro e di impresa Limite ISEE per l accesso ai benefici - Per l accesso ai benefici di cui al presente bando, l Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare, calcolato come fissato ai precedenti comma, sommato con l indicatore della situazione economica all estero, non potrà superare il limite di , Limite patrimoniale per l accesso ai benefici - Sono comunque esclusi dai benefici, ai sensi del decreto legislativo 31/3/1998, n.109, art. 3 comma 1 e successive modificazioni ed integrazioni, gli studenti per i quali l Indicatore della Situazione Patrimoniale Equivalente (ISPE) del nucleo familiare superi il limite di ,00. Il valore dell ISPE è il risultato della divisione dell indicatore ISP, riportato nell attestato ISEE, ed il parametro della scala di equivalenza Qualora i valori relativi ad ogni singola componente del reddito e/o patrimonio presi in considerazione ai fini del calcolo dell Indicatore della situazione Economica equivalente siano negativi, tali valori sono considerati pari a zero In presenza di attestazione ISEE pari a zero perché relativa a redditi esonerati (non soggetti ad Irpef), oppure in presenza di un nucleo familiare che non abbia percepito redditi nell anno 2013 (il valore dell Indicatore Situazione reddituale ISR presente nell attestazione ISEE è pari a zero), per poter inserire in graduatoria i candidati, è necessario che essi dichiarino comunque i proventi che stanno alla base del loro sostentamento. A tal fine il candidato deve farsi rilasciare, a pena di esclusione dal concorso, un attestazione ISEE nella quale vanno riportati tutti i componenti del proprio nucleo familiare che non avrebbero acquisito alcun reddito, e tutti i componenti del nucleo familiare del soggetto che ha provveduto al mantenimento del candidato e del suo nucleo familiare. Ovviamente, i redditi calcolati saranno quelli prodotti da tutti i soggetti presenti nell attestazione ISEE. Il calcolo del parametro della scala di equivalenza terrà conto del numero complessivo di questi ultimi. In questo caso gli interessati hanno il diritto di pretendere dagli Uffici competenti per materia che venga loro rilasciata l attestazione ISEE, con riferimento a tutti i componenti e a tutti i redditi dei due nuclei familiari. Gli Uffici di cui sopra hanno l obbligo di adempiervi, in deroga a quanto previsto dalle disposizioni di cui all art. 59, comma 52, della L. 27 dicembre 1997, n. 449, per effetto dell art. 3 delle norme integrate dei Decreti Legislativi n. 109/1998 e n. 130/2000. Il disposto del presente articolo trova applicazione anche nei seguenti casi: a. se l ISR è nullo per effetto della sottrazione dalla somma dei redditi 2013 del canone corrisposto a titolo di locazione dell abitazione in uso, e non vi siano redditi o rendite esenti IRPEF; 13

14 ART. 3 REQUISITI DI MERITO b. se l ISR è maggiore di zero ed il relativo reddito è derivante unicamente dal possesso dell abitazione principale o da terreni e/o fabbricati non concessi in locazione. In caso di dichiarazione ISEE che evidenzi redditi pari a zero, lo studente ed il nucleo familiare di riferimento vengono sottoposti ad accertamenti attraverso l Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza competenti per territorio. Nell ipotesi in cui il nucleo familiare del candidato abbia un ISR nullo ed abbia usufruito, nell anno d imposta 2013, di redditi o rendite esenti IRPEF (rendite INAIL, esclusa l indennità giornaliera per inabilità temporanea assoluta - talune borse di studio - pensioni di guerra - pensioni privilegiate ordinarie tabellari erogate in caso di menomazione riportata a causa di servizio militare di leva - pensioni/assegni/indennità di accompagnamento erogati ai ciechi civili, ai sordomuti e agli invalidi civili - sussidi a favore degli hanseniani - pensioni sociali - compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche per un importo complessivo non superiore a quanto stabilito dalla norma - gli assegni periodici destinati al mantenimento dei figli spettanti al coniuge in conseguenza di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, nella misura in cui risultano da provvedimento dell autorità giudiziaria - gli assegni di maternità per le donne non lavoratrici), il candidato dovrà, a pena di esclusione dal concorso: a. richiedere comunque il rilascio dell attestazione ISEE per l anno 2013, sebbene a valore zero; b. autocertificare la documentazione. I benefici sono concessi per il conseguimento per la prima volta di ciascuno dei livelli di corsi, con le seguenti modalità: 3.1 PRIMI ANNI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IMPORTANTE - Gli studenti di primo anno che inoltrino, entro la scadenza del 30 settembre 2014, la domanda priva del numero di matricola, saranno ammessi, se in possesso di tutti i requisiti richiesti dal bando, con riserva in sede di graduatoria provvisoria. Nei termini previsti per la presentazione delle domande di riesame, dovranno avere cura di comunicare, pena l esclusione, il numero di matricola assegnato, secondo le indicazioni che verranno indicate nell avviso di pubblicazione delle graduatorie provvisorie Agli studenti che si iscrivono per la prima volta al primo anno di laurea o diploma di primo livello (per gli studenti AFAM), (cfr. art. 1.2 lett. a) che presentino i requisiti relativi alla condizione economica di cui all art. 2 del presente bando, anche se richiesti di specifici obblighi formativi di cui al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n 509, art. 6, comma 1 e successive integrazioni e modificazioni o dalla legge 508/99 per le Istituzioni dell Alta Formazione Artistica e Musicale. Per anno di prima immatricolazione si intende l anno accademico in cui, dopo il conseguimento del diploma di scuola media superiore, ci si è immatricolati o iscritti per la prima volta presso un qualsiasi Ateneo o istituto universitario operante sul territorio italiano. I requisiti di merito per l accesso ai benefici sono valutati ex-post, secondo le modalità previste dal successivo punto Agli studenti, già in possesso della laurea o diploma di primo livello (per gli studenti AFAM), che si iscrivono al primo anno di corsi di laurea magistrale o diploma di secondo livello (per gli studenti AFAM), esclusi quelli a ciclo unico, (cfr. art. 1.2 lett. b) che presentino i requisiti relativi alla condizione economica di 14

15 cui all art. 2 del presente bando, ammessi ai corsi secondo le modalità previste dal rispettivo ordinamento didattico, ai sensi dell art. 6, comma 2 del decreto ministeriale 3 novembre 1999, n 509, e successive integrazioni e modificazioni o dalla legge 508/99 per le Istituzioni dell Alta Formazione Artistica e Musicale e che abbiano ottenuto il riconoscimento di almeno 150 crediti. Per anno di prima immatricolazione si intende l anno accademico in cui, dopo il conseguimento del titolo di laurea triennale, ci si è immatricolati o iscritti per la prima volta a tale tipo di corso presso un qualsiasi Ateneo o istituto universitario operante sul territorio nazionale. Gli studenti dell Alta Formazione Artistica e Musicale, che provengono da un corso quadriennale (vecchio ordinamento, ante legge 508/99) non possono partecipare al concorso borse di studio in qualità di studenti di primo anno, stante il vincolo del numero di borse erogabili, da parte dell ADISU, tra il primo livello ed il biennio specialistico dei corsi di studio universitario, così come fissato dal DPCM del 9/04/2001 e ribadito dalla nota dell 8/11/2004, n della Direzione Generale AFAM del MiUR. I requisiti di merito per l accesso ai benefici sono valutati ex-post, secondo le modalità previste dal successivo punto Agli studenti che si iscrivono al primo anno di corsi di specializzazione obbligatoria per l esercizio della professione e di dottorato di ricerca, per un periodo di tempo pari alla durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici, a partire dall anno di prima iscrizione (cfr. art. 1.2 lett. d, e), che presentino i requisiti relativi alla condizione economica di cui all art. 2 del presente bando e che risultano ammessi ai corsi secondo le modalità previste dai rispettivi ordinamenti didattici. Per anno di prima imatricolazione si intende l anno accademico in cui ci si è iscritti per la prima volta ad una scuola di specializzazione obbligatoria per l esercizio della professione o ad un corso di dottorato di ricerca, presso un qualsiasi Ateneo o istituto universitario operante su territorio italiano Studenti beneficiari di primo anno - Revoca borsa per mancato merito ex post - La borsa è revocata agli studenti, iscritti al primo anno dei corsi di laurea e di laurea magistrale i quali, entro il 30 novembre 2015, non abbiano conseguito almeno 20 crediti, riconosciuti per il corso di studio cui gli studenti sono iscritti nell anno di conseguimento della borsa Studenti beneficiari di primo anno - Pagamento 2 rata - Il pagamento della seconda rata della borsa di studio, per gli studenti che risultassero assegnatari/beneficiari, sarà pagata se gli stessi avranno acquisito almeno 20 crediti, entro la data del 10 agosto La presente disposizione non si applica agli studenti in situazione di handicap con inabilità non inferiore al 66% I caso di revoca, le somme riscosse e l importo corrispondente al valore dei servizi effettivamente goduti, equivalenti alla borsa in danaro, secondo le modalità previste dall art. 7 del presente bando, devono essere restituite, anche su base rateale. In casi eccezionali, debitamente documentati, il termine del 30 novembre 2014, può essere differito di non oltre tre mesi, per il conseguimento del livello minimo di merito richiesto, al fine di evitare la revoca di cui precedente punto. 15

16 3.1 ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Al fine di determinare il diritto al mantenimento dei benefici per gli anni successivi al primo, gli studenti devono possedere i seguenti requisiti, valutati sulla base della prima immatricolazione in assoluto: CORSI TRIENNALI DI PRIMO LIVELLO PER I CORSI ATTIVATI CON IL D.M. 270/2004 E SUCCESSIVE INTEGRAZIONI E MODIFICAZIONI O DALLA LEGGE 508/99, D.P.R. 212/2005 PER LE ISTITUZIONI DELL ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE: di essere in possesso dei seguenti requisiti: a) PER CHI SI ISCRIVE AL SECONDO ANNO: aver acquisito 25 crediti entro il 10 agosto 2014, nonché il soddisfacimento di eventuali obblighi formativi ove previsti all atto dell ammissione ai corsi; b) PER CHI SI ISCRIVE AL TERZO ANNO: aver acquisito 80 crediti entro il 10 agosto 2014; c) PER CHI SI ISCRIVE AL SETTIMO-ULTIMO SEMESTRE: aver acquisito 135 crediti entro il 10 agosto I crediti valutabili ai fini concorsuali sono quelli acquisiti per l intero insegnamento e non per le sue frazioni. ESEMPIO: Totale crediti dell insegnamento n. 8, composto da due moduli o parziali di 4 crediti cadauno. Sarà valutabile e quindi dichiarabile ai fini del concorso borsa di studio, l insegnamento solo se sostenuto completamente e non parzialmente in uno dei suoi moduli. Eventuali debiti formativi assegnati dalle Facoltà all atto dell iscrizione, non sono validi al fine del computo dei crediti richiesti per la partecipazione al concorso. Eventuali crediti acquisiti, ma non presenti nel piano di studio, quindi extra piano, non sono valutabili ai fini del computo. I crediti sostenuti nell ambito di programmi comunitari di mobilità internazionale (Erasmus, Socrates, o similari) possono essere dichiarati dagli studenti solo se convalidati dagli Organi Accademici della propria Università, tenendo conto della data limite fissata dal bando, del 10 agosto Gli studenti che nel corso dell anno accademico hanno effettuato passaggio di corso, prima di compilare l elenco dei crediti e/o esami maturati, è opportuno che ne verifichino l avvenuta convalida, presso la Segreteria studenti Si consiglia agli studenti iscritti agli anni successivi, prima di compilare la domanda, di verificare che gli esami sostenuti siano stati registrati presso la propria Segreteria a STUDENTI DI ULTIMO SEMESTRE: sono gli studenti che potrebbero iscriversi per l a.a. 2014/2015 al 1 anno fuori corso (gestiranno la richiesta on-line come 4 anno ultimo semestre) e ove assegnatari avranno titolo ad una borsa pari al 50% del valore complessivo. La loro pratica seguirà il seguente iter amministrativo: se gli studenti interessati si dovessero laureare entro il 3 anno (a.a. 2013/2014, ivi compreso il prolungamento della 16

17 sessione straordinaria di febbraio 2015), decadranno da ogni utile collocazione in graduatoria e sarà loro cura comunicare tempestivamente all ADISU l avvenuta laurea. ove gli stessi fossero poi nella condizione - nei termini utili fissati dall Ateneo di riferimento - di potersi iscrivere per il predetto a.a. 2014/2015 al primo anno della laurea magistrale/specialistica, dovranno comunicare entro il 31 marzo 2015 pena l esclusione detta volontà/possibilità, attraverso la formalizzazione di un istanza (su modulo predisposto dall ADISU) di richiesta di conversione della precedente domanda da ultimo semestre della laurea triennale a primo anno della laurea magistrale/specialistica, fornendo gli estremi dell avvenuta iscrizione e del numero di matricola assegnato. Conseguentemente gli stessi saranno integrati, secondo le modalità previste all art. 5 del presente bando, nella prima graduatoria (studenti di primo anno) secondo quanto riportato nell attestato ISEE indicato all atto della domanda b - Per tutti gli studenti partecipanti come ultimo semestre, l ADISU all atto della pubblicazione delle graduatorie definitive, sospenderà ogni pagamento o rimborso fino a quando non si sarà conclusa l ultima seduta utile di laurea dell a.a. 2013/2014 e gli studenti, che non si fossero laureati, non avessero regolarizzato la loro iscrizione per l a.a. 2014/ DISCIPLINA E GESTIONE DEI BONUS Per il conseguimento dei predetti requisiti minimi di merito, lo studente può utilizzare, su espressa richiesta, in aggiunta ai crediti effettivamente conseguiti, un bonus maturato sulla base dell anno di corso frequentato e con le seguenti modalità: - 5 crediti, se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici del secondo anno accademico; - 12 crediti, se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici del terzo anno; - 15 crediti, se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici degli anni accademici successivi. La quota del bonus non utilizzata nell anno accademico di riferimento, può essere utilizzata in quelli successivi. ESEMPIO: I singoli bonus non sono cumulabili tra loro. Se lo studente richiede i bonus al secondo anno, ne può utilizzare al massimo cinque e per il resto della carriera(laurea e laurea magistrale/specialistica) non avrà più a disposizione nessun bonus. Se ne richiede un numero inferiore a cinque, per il resto della carriera potrà utilizzare solo la differenza di bonus tra i cinque, massimo utilizzabili e quelli realmente utilizzati. Se lo studente non richiede al secondo anno alcun bonus, al terzo potrà richiederne fino ad un massimo di 12. La stessa regola, esemplificata,vale per gli anni successivi I bonus vanno richiesti da parte dello studente e non sono assegnati d ufficio. Gli studenti potranno consultare l elenco messo a disposizione sul sito, contenente i nominativi degli studenti che hanno già richiesto i bonus, l anno accademico in cui li hanno utilizzati ed i bonus residui disponibili. Qualora sia accertato, durante l espletamento delle procedure concorsuali, che lo studente ha raggiunto il requisito di merito con un uso del bonus in modo diverso da come sopra illustrato, sarà escluso dai benefici per insufficiente numero crediti. Se la verifica sarà successiva si procederà alla revoca del beneficio assegnato. 17

18 3.3 CORSI DI LAUREA MAGISTRALE O DIPLOMA DI SECONDO LIVELLO (per gli studenti AFAM), esclusi quelli a ciclo unico, gli studenti devono possedere i seguenti requisiti valutati sulla base della prima iscrizione in assoluto: a) per chi si iscrive al secondo anno: aver acquisito 30 crediti entro il 10 agosto 2014; b) per chi si iscrive all ultimo semestre: aver acquisito 80 crediti entro il 10 agosto Eventuali debiti formativi assegnati dalle Facoltà all atto dell iscrizione al corso di laurea magistrale o diploma di secondo livello, non sono validi al fine del computo dei crediti richiesti per la partecipazione al concorso. Eventuali crediti acquisiti, ma non presenti nel piano di studio, quindi extra piano, non sono valutabili ai fini del computo I limiti riportati al precedente punto 3.3, lettere a) e b), sono incrementati di un numero di crediti pari a quelli in eccesso rispetto ai 180, eventualmente riconosciuti allo studente al momento dell iscrizione DISCIPLINA E GESTIONE DEI BONUS a) Per il conseguimento dei predetti requisiti minimi di merito, lo studente può utilizzare,su espressa richiesta, il bonus maturato e non fruito nel corso di laurea di primo livello. Gli studenti potranno consultare l elenco messo a disposizione sul sito, contenete i nominativi degli studenti che hanno già richiesto i bonus, l anno accademico i cui li hanno utilizzati e ed i bonus residui disponibili. b) Gli studenti laureati con titoli di primo livello conseguiti presso un altro Ateneo per poter richiedere l utilizzo di bonus, dovranno presentare all ADISU un attestazione dell Ente o Azienda per il diritto allo Studio dell Ateneo di provenienza, che attesti la disponibilità o meno di bonus maturati ma non fruiti. c) Non hanno titolo a bonus gli iscritti ai corsi di laurea magistrale/specialistica provenienti dai vecchi ordinamenti a STUDENTI DI ULTIMO SEMESTRE: sono gli studenti che potrebbero iscriversi per l a.a. 2014/2015 al 1 anno fuori corso (gestiranno la richiesta on-line come 3 anno ultimo semestre) e ove assegnatari avranno titolo ad una borsa pari al 50% del valore della borsa. La loro pratica seguirà il seguente iter amministrativo: se gli studenti interessati si dovessero laureare entro il 2 anno (a.a. 2013/2014, ivi compreso il prolungamento della sessione straordinaria di febbraio 2015), decadranno da ogni utile collocazione in graduatoria e sarà loro cura comunicare tempestivamente all ADISU l avvenuta laurea b per tutti gli studenti partecipanti come ultimo semestre, l ADISU all atto della pubblicazione delle graduatorie definitive, sospenderà ogni pagamento o rimborso fino a quando non si sarà conclusa l ultima seduta utile di laurea dell a.a. 2013/2014 e gli studenti, che non si fossero laureati, non avessero regolarizzato la loro iscrizione per l a.a. 2014/ I crediti di cui ai comma precedenti, sono validi solo se sostenuti per il corso di studio per il quale gli studenti chiedono il beneficio. 18

19 3.3.4 Gli studenti dell Alta Formazione Artistica e Musicale, che provengono da un corso quadriennale (vecchio ordinamento, ante legge 508/99) possono partecipare al concorso borse di studio solo se iscritti al secondo anno di un biennio specialistico ed in possesso dei requisiti di merito e di reddito riportati in premessa, stante il vincolo del numero di borse erogabili, da parte dell ADISU, tra il primo livello ed il biennio specialistico dei corsi di studio universitario, così come fissato dal DPCM del 9/04/2001 e ribadito dalla nota dell 8/11/2004, n della Direzione Generale AFAM del MiUR. Eventuali crediti riconosciuti dalla precedente carriera, non sono valutabili ai fini del computo. 3.4 CORSI DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO, gli studenti devono possedere i seguenti requisiti valutati sulla base della prima iscrizione in assoluto: a) per chi si iscrive al secondo anno: aver acquisito 25 crediti entro il 10 agosto 2014; b) per chi si iscrive al terzo anno: aver acquisito 80 crediti entro il 10 agosto 2014; c) per chi si iscrive al quarto anno: aver acquisito 135 crediti entro il 10 agosto 2014; d) per chi si iscrive al quinto anno: aver acquisito 190 crediti entro il 10 agosto 2014; e) per chi si iscrive all ulteriore semestre: aver acquisito 245 crediti entro il 10 agosto 2014; (riporterà in domanda anno 6 ulteriore semestre) Per la disciplina dei bonus si rinvia a quanto fissato al presedente punto Disciplina e gestione bonus 19

20 3.5 CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA E SPECIALIZZAZIONE OBBLIGATORIA Per gli studenti che si iscrivono ad anni successivi al primo, il requisito di merito è costituito dall avvenuta ammissione all a.a. 2014/2015, che andrà dimostrata attraverso la presentazione di specifica attestazione rilasciata dall Ateneo di riferimento. 3.6 Per gli studenti portatori di handicap con disabilità non inferiore al 66%, i requisiti di merito riportati ai punti precedenti, sono determinati con una riduzione pari al 40%. 3.7 Al fine di ottenere il mantenimento dei benefici, oltre al possesso dei requisiti di merito previsti dal presente articolo, lo studente deve essere ammesso alla frequenza dell anno di corso, per il quale sono richiesti sulla base dei rispettivi regolamenti didattici, pena l esclusione e/o la revoca del beneficio. 3.8 PASSAGGI - TRASFERIMENTI Gli studenti che durante la propria carriera universitaria hanno effettuato passaggi di ordinamento didattico, di corso di laurea, trasferimenti da altro Ateneo, o siano stati iscritti in qualità di fuori corso intermedio o ripetente, potranno essere ammessi al concorso se in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti: non aver cumulato, dalla prima immatricolazione in assoluto, un numero di anni di iscrizione, compreso quello relativo all A.A. 2014/2015, superiore a quanto previsto al punto 1.3 del presente bando; aver superato il numero minimo di crediti, con riferimento non all anno in cui risultino iscritti per il 2014/2015, ma all anno di permanenza nell Università, compreso l anno accademico suddetto. 3.9 RICONGIUNZIONE DELLA CARRIERA Gli studenti che ricongiungono la carriera dopo un interruzione a seguito di: a) anno di svolgimento del servizio militare di leva o servizio civile (da documentare con il congedo); b) un anno per la nascita di ogni figlio, nel caso delle studentesse (da documentare con il certificato di nascita); c) infermità gravi e prolungate del candidato, debitamente certificate (documentazione sanitaria d infermità gravi e prolungate) e che non abbiano compiuto atti di carriera universitaria (cambio di corso, sostenimento esami, presentazione di piani di studio, ecc.) tra l inizio e la fine di detto periodo (che andrà verificata presso la Segreteria Studenti di appartenenza circa: -la durata del periodo di interruzione; -che durante tale periodo lo studente non abbia compiuto atti di carriera universitaria; -che non abbia versato le tasse), sono ammessi al concorso senza prendere in considerazione il periodo di interruzione che, di fatto, non incide negativamente sul conseguimento del merito. Per i predetti candidati l anno di prima immatricolazione, così come individuato al precedente art. 1.2, viene incrementato di un numero di anni pari alla durata del periodo di interruzione. La predetta disposizione non si applica agli studenti rinunciatari o decaduti che si reimmatricolano. 20

REGIONE CAMPANIA AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO della Seconda Università degli studi di Napoli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO della Seconda Università degli studi di Napoli REGIONE CAMPANIA AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO della Seconda Università degli studi di Napoli BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO

Dettagli

BORSE DI STUDIO. Lo studente beneficiario di borsa di studio ha diritto a particolari benefici:

BORSE DI STUDIO. Lo studente beneficiario di borsa di studio ha diritto a particolari benefici: BORSE DI STUDIO La borsa di studio è un beneficio erogato parte in denaro e parte in servizi agli studenti iscritti ai corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato di ricerca. La borsa di studio che

Dettagli

A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario

A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario www.adisusob.it email: info@adisusob.it ANNO ACCADEMICO 2015/2016 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE

Dettagli

A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario

A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario www.adisufederico2.it - info.adisufederico2@unina.it www.adisusob.it info@adisusob.it ANNO ACCADEMICO 2010/2011

Dettagli

ESU Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario

ESU Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario ALLEGATO A al Decreto del Direttore n. 128 del 08.07.2013 ESU Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI DELL ESU DI VERONA,

Dettagli

BANDO DI CONCORSO DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. a.a. 2014-15. (delibera del Consiglio di Amministrazione del 16 luglio 2014)

BANDO DI CONCORSO DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. a.a. 2014-15. (delibera del Consiglio di Amministrazione del 16 luglio 2014) BANDO DI CONCORSO DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO a.a. 2014-15 (delibera del Consiglio di Amministrazione del 16 luglio 2014) Indice Premessa Art. 1 Numero di borse di studio disponibili Art. 2 Condizioni

Dettagli

A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario

A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario A.Di.S.U. SUOR ORSOLA BENINCASA Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario www.adisusob.it email: info@adisusob.it ANNO ACCADEMICO 2014/2015 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE

Dettagli

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 Per l'anno accademico 2011/2012 l'università ha stabilito le norme relative alla tassazione e alla contribuzione universitaria secondo

Dettagli

Bando di Concorso per l assegnazione di

Bando di Concorso per l assegnazione di A.Di.S.U. Ateneo FEDERICO II Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario www.adisufederico2.it ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Bando di Concorso per l assegnazione di BORSE DI STUDIO POSTI ALLOGGIO

Dettagli

COMUNE DI ACQUANEGRA CREMONESE Provincia di CREMONA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONE SOCIALI AGEVOLATE

COMUNE DI ACQUANEGRA CREMONESE Provincia di CREMONA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONE SOCIALI AGEVOLATE . COMUNE DI ACQUANEGRA CREMONESE Provincia di CREMONA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONE SOCIALI AGEVOLATE Allegato alla deliberazione di C.C. n.14 del 26/03/2002 INDICE Regolamento Art. 1

Dettagli

prima rata: 808,00 (tassa di iscrizione 669,00 + tassa regionale 123,00 + imposta di bollo 16,00)

prima rata: 808,00 (tassa di iscrizione 669,00 + tassa regionale 123,00 + imposta di bollo 16,00) TASSE UNIVERSITARIE Le tasse dovute dagli studenti che si iscrivono all Università Iuav di Venezia si compongono di: > tassa di iscrizione - tassa regionale per il diritto allo studio > imposta di bollo

Dettagli

Determinazione delle tasse e dei contributi 3. Tassa di iscrizione e contributi in base alle condizioni economiche 9. Esonero e benefici 11

Determinazione delle tasse e dei contributi 3. Tassa di iscrizione e contributi in base alle condizioni economiche 9. Esonero e benefici 11 INDICE Determinazione delle tasse e dei contributi 3 Tassa di iscrizione e contributi in base alle condizioni economiche 9 Esonero e benefici 11 Contributi aggiuntivi 15 Modalità d iscrizione 17 Termini

Dettagli

Allegato 2. Appendice

Allegato 2. Appendice Allegato 2 Appendice Le informazioni riportate di seguito sono riferite alla normativa vigente in materia di ISEE (decreto legislativo n. 109/1998 e successive modifiche). 1. Documenti necessari per ISEE

Dettagli

A.Di.S.U. Ateneo FEDERICO II Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario

A.Di.S.U. Ateneo FEDERICO II Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario A.Di.S.U. Ateneo FEDERICO II Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario Bando di Concorso per l assegnazione di BORSE DI STUDIO POSTI ALLOGGIO CONTRIBUTI PER MOBILITa INTERNAZIONALE ANNO

Dettagli

Bando di Concorso per l assegnazione di

Bando di Concorso per l assegnazione di A.Di.S.U. Ateneo FEDERICO II Azienda pubblica per il Diritto allo Studio Universitario www.adisufederico2.it ANNO ACCADEMICO 2013/2014 Bando di Concorso per l assegnazione di BORSE DI STUDIO POSTI ALLOGGIO

Dettagli

Città di Albino. Provincia di Bergamo

Città di Albino. Provincia di Bergamo Città di Albino (Albì) Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE. (Legge 27 dic. 1997 n. 449 e d.lgs. 31

Dettagli

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO GLOSSARIO ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 SEZIONE 1

Dettagli

Bando. per il conferimento di borse di studio e servizio abitativo

Bando. per il conferimento di borse di studio e servizio abitativo Bando per il conferimento di borse di studio e servizio abitativo INDICE SEZIONE I. DESTINATARI Art. 1 Atenei per i quali sono concessi i benefici... 1 Art. 2 Destinatari e durata dei benefici... 1 Art.

Dettagli

Comune di Castelfiorentino

Comune di Castelfiorentino REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 91 del 21.12.2001) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1 - Il presente

Dettagli

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1 AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 008/009 - ARTICOLO OGGETTO DEL BANDO. Il presente bando disciplina il conferimento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.)

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.) Comune di Longare REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 4 del 09.02.2007 IL SEGRETARIO COMUNALE Sardone

Dettagli

COMUNE DI ZOGNO Provincia di Bergamo. REGOLAMENTO per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente)

COMUNE DI ZOGNO Provincia di Bergamo. REGOLAMENTO per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente) COMUNE DI ZOGNO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente) Regolamento per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente)

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE. REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE. Art. 1 Oggetto del regolamento. Il presente Regolamento è diretto ad individuare, in via sperimentale, per un anno, i criteri unificati

Dettagli

ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE

ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO DI ATENEO A STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA, LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E LAUREA MAGISTRALE ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE Visto il Decreto

Dettagli

Concorso per l assegnazione delle borse di studio regionali riservato agli studenti iscritti per l A.A. 2015/16

Concorso per l assegnazione delle borse di studio regionali riservato agli studenti iscritti per l A.A. 2015/16 Concorso per l assegnazione delle borse di studio regionali riservato agli studenti iscritti per l A.A. 2015/16 Chi può concorrere Gli studenti iscritti per l A.A. 2015/16 all Università degli Studi di

Dettagli

COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo)

COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo) COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA E PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO GLOSSARIO ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 SEZIONE 1

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione degli alloggi universitari

Bando di concorso per l assegnazione degli alloggi universitari Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario Bando di concorso per l assegnazione degli alloggi universitari 2 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI UNIVERSITARI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ATTRIBUZIONE E L EROGAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO IN FAVORE DI STUDENTI DEL CONSERVATORIO DI MUSICA N. PICCINNI IL PRESIDENTE

REGOLAMENTO PER L'ATTRIBUZIONE E L EROGAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO IN FAVORE DI STUDENTI DEL CONSERVATORIO DI MUSICA N. PICCINNI IL PRESIDENTE REGOLAMENTO PER L'ATTRIBUZIONE E L EROGAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO IN FAVORE DI STUDENTI DEL CONSERVATORIO DI MUSICA N. PICCINNI IL PRESIDENTE - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980 n. 382; - Vista la Legge

Dettagli

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento è diretto ad individuare le

Dettagli

L' ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Catania,

L' ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Catania, Bando di concorso per la concessione di Prestiti Fiduciari Anno Accademico 2008/2009 L' ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Catania, vista la Legge n. 390 del 2/12/1991; visto

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI UNIVERSITARI

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI UNIVERSITARI BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI UNIVERSITARI BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI UNIVERSITARI - A.A. 2015/2016 - Scadenza presentazione domanda 10 Settembre 2015 ore 15.00

Dettagli

BANDO DI CONCORSO A.A

BANDO DI CONCORSO A.A C.I.Di.S. BANDO DI CONCORSO A.A. 2011/12 PER IL CONFERIMENTO DI N 120 BORSE DI STUDIO RISERVATE AGLI STUDENTI ISCRITTI AL PRIMO ANNO PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Visto l art. 17 della Legge

Dettagli

19.1 TASSE E CONTRIBUTI CORSI DI LAUREA/ LAUREA SPECIALISTICA/LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO/DIPLOMA UNIVERSITARIO

19.1 TASSE E CONTRIBUTI CORSI DI LAUREA/ LAUREA SPECIALISTICA/LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO/DIPLOMA UNIVERSITARIO Nel caso in cui il laureando, per qualsiasi motivo, rinunciasse alla discussione della tesi, deve darne tempestiva comunicazione scritta alla Segreteria studenti. Rilascio Diploma di laurea Per ottenere

Dettagli

Comune di Cento REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.)

Comune di Cento REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Comune di Cento REGOLAMENTO SUI CRITERI APPLICATIVI DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Art. 1 Oggetto del regolamento 1.Il presente regolamento è lo strumento per la disciplina

Dettagli

TASSE BORSE DI STUDIO SOSTEGNO ALLO STUDIO

TASSE BORSE DI STUDIO SOSTEGNO ALLO STUDIO TASSE BORSE DI STUDIO SOSTEGNO ALLO STUDIO TASSE UNIVERSITARIE Le tasse dovute dagli studenti che si iscrivono all Università Iuav di Venezia si compongono di: > tassa di iscrizione > tassa regionale

Dettagli

ISEEU (Indicatore della Situazione Economica Equivalente per l Università)

ISEEU (Indicatore della Situazione Economica Equivalente per l Università) Area Studenti ISEEU (Indicatore della Situazione Economica Equivalente per l Università) ISEEU = (ISRU + 20% ISPU)/P ISRU = indicatore della situazione reddituale; se questo valore è negativo deve essere

Dettagli

Per l a.a. 2013/14 le iscrizioni si effettuano solo con la procedura on-line.

Per l a.a. 2013/14 le iscrizioni si effettuano solo con la procedura on-line. Cagliari Iscrizioni Corsi Tradizionali, Preaccademici, Triennali e Biennali Superiori a.a. 2013-2014 Scadenza 25 SETTEMBRE 2013 Istruzioni per la procedura on line Per l a.a. 2013/14 le iscrizioni si effettuano

Dettagli

Regol@mento per. l applicazione dell indicatore della situazione economica equivalente (ISEE)

Regol@mento per. l applicazione dell indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) . Comune di Spoleto Direzione Operativa Centrale Regol@mento per.......... l applicazione dell indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) Il Regolamento per l applicazione dell indicatore

Dettagli

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l applicazione dell ISEE (Indicatore

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 Prot. 2008/A20C 12/05/2015 Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 BANDO di CONCORSO Assegnazione n. 12 Borse di Studio Il presente concorso, per soli titoli,

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2011/2012

ANNO ACCADEMICO 2011/2012 ANNO ACCADEMICO 2011/2012 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE DI STUDIO E SERVIZI ABITATIVI PRESSO LE RESIDENZE UNIVERSITARIE CONTRIBUTI PER MOBILITÀ INTERNAZIONALE Deliberazione del Consiglio

Dettagli

Regolamento Tasse e Contributi a.a. 2014/2015

Regolamento Tasse e Contributi a.a. 2014/2015 Regolamento Tasse e Contributi a.a. 2014/2015 Avvertenze Lo studente che si immatricola o si iscrive a un corso di studio dell'università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale è tenuto ad osservare

Dettagli

BANDO ADISU PER ASSEGNAZIONE BORSE DI STUDIO PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015. RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI PER ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO.

BANDO ADISU PER ASSEGNAZIONE BORSE DI STUDIO PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015. RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI PER ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO. BANDO ADISU PER ASSEGNAZIONE BORSE DI STUDIO PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015. RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI PER ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO. SEDE BARI Anno Accademico 2014/2015 La procedura per la compilazione

Dettagli

LA RETTRICE D E CRET A REGOLAMENTO TASSE UNIVERSITARIE, CONTRIBUTI, RIDUZIONI ED ESONERI DELL'UNIVERSITA' PER STRANIERI DI SIENA NORME GENERALI

LA RETTRICE D E CRET A REGOLAMENTO TASSE UNIVERSITARIE, CONTRIBUTI, RIDUZIONI ED ESONERI DELL'UNIVERSITA' PER STRANIERI DI SIENA NORME GENERALI Decreto n. 383.14 Prot. n. 9360 Università per Stranieri di Siena LA RETTRICE - Viste le leggi sull Istruzione Universitaria; - Viste la legge 2/12/1991 n. 390; - Vista la Legge 24.12.1993 n. 537; - Vista

Dettagli

Iscrizioni Corsi Tradizionali, Preaccademici, Triennali e Biennali Superiori a.a. 2015-2016 DALL 13 LUGLIO ALL 8 AGOSTO 2015

Iscrizioni Corsi Tradizionali, Preaccademici, Triennali e Biennali Superiori a.a. 2015-2016 DALL 13 LUGLIO ALL 8 AGOSTO 2015 Cagliari Iscrizioni Corsi Tradizionali, Preaccademici, Triennali e Biennali Superiori a.a. 2015-2016 DALL 13 LUGLIO ALL 8 AGOSTO 2015 Per l a.a. 2015/16 le iscrizioni si effettuano solo con la procedura

Dettagli

Guida all ISEE per prestazioni universitarie A.A. 2016/2017

Guida all ISEE per prestazioni universitarie A.A. 2016/2017 Guida all ISEE per prestazioni universitarie A.A. 2016/2017 1. COSA E L ISEE L Indicatore della Situazione Economica Equivalente, di seguito denominato ISEE, è lo strumento di valutazione, attraverso criteri

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE n. 49 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.)

REGOLAMENTO COMUNALE n. 49 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) REGOLAMENTO COMUNALE n. 49 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) INDICE 1. Oggetto e riferimenti legislativi 2. Ambiti di applicazione 3. Determinazione

Dettagli

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante APPENDICE Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante Dati anagrafici del dichiarante Documento di identità

Dettagli

Art.1 I benefici a concorso

Art.1 I benefici a concorso Art.1 I benefici a concorso E indetto il concorso per l assegnazione delle borse di studio agli studenti iscritti all'università IUAV di Venezia, per l anno accademico 2015-2016. La borsa di studio è costituita

Dettagli

COMUNE DI FABRO Provincia di Terni. Regolamento Comunale

COMUNE DI FABRO Provincia di Terni. Regolamento Comunale COMUNE DI FABRO Provincia di Terni Regolamento Comunale Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 15.10.2003 P R E M E S S A Con il presente regolamento si intende dare attuazione alle

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli REGOLAMENTO DELL AMBITO TERRITORIALE N. 12 PER LA DETERMINAZIONE DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI E L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI

REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l entità della quota di compartecipazione degli utenti al costo delle

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2011/2012 PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA LA CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA E COSTITUITA DA UNA PARTE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE COMUNE DI COMUN NUOVO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE ARTICOLO 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento è diretto ad individuare le

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 24/06/20 7 BANDO DI CONCORSO PER L'ASSEGNAZIONE DI POSTI DI STUDIO PRESSO IL SERVIZIO ABITATIVO DELL' DI ANNO ACCADEMICO 20/2015 1. OGGETTO DEL CONCORSO 1.1 L Ersu di Macerata, fatti salvi in ogni caso

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario l isee che cos è e come si calcola Che cos è l ISEE e come si calcola L ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente)

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2012/2013 RIFERIMENTI NORMATIVI! REGOLAMENTO NORME SULLA CONTRIBUZIONE EMANATO CON DECRETO RETTORALE N. 1147/2010

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO NELLE FASCE CONTRIBUTIVE A.A. 2012-2013 ART.1- DESTINATARI

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO NELLE FASCE CONTRIBUTIVE A.A. 2012-2013 ART.1- DESTINATARI REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO NELLE FASCE CONTRIBUTIVE A.A. 2012-2013 ART.1- DESTINATARI Gli studenti iscritti ad un corso di laurea di primo livello o ad un corso di laurea specialistica/magistrale o

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2014/2015

ANNO ACCADEMICO 2014/2015 ANNO ACCADEMICO 2014/2015 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI POSTI ALLOGGIO E PASTI GRATUITI A FAVORE DI STUDENTI STRANIERI PROVENIENTI DALL AFRICA, DALL ASIA E DALL AMERICA LATINA ISCRITTI A CORSI

Dettagli

TASSE E CONTRIBUTI. Formazione Preaccademica - Tradizionale. Alta Formazione Triennio, tutte le scuole eccetto:

TASSE E CONTRIBUTI. Formazione Preaccademica - Tradizionale. Alta Formazione Triennio, tutte le scuole eccetto: TASSE E CONTRIBUTI Per l'anno 2013-2014 sono stabiliti i seguenti importi per tasse e contributi. L importo dei contributi è determinato, nel rispetto dell art. 4 della legge n.390/91, dell art.3 del D.P.R.

Dettagli

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI CRITERI UNIFICATI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI CITTADINI CHE RICHIEDONO SERVIZI COMUNALI A COSTO AGEVOLATO, AI SENSI

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI G. CARRARA SERVIZIO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

ACCADEMIA DI BELLE ARTI G. CARRARA SERVIZIO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ACCADEMIA DI BELLE ARTI G. CARRARA SERVIZIO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Bando di concorso per l assegnazione di Borse di Studio Universitario agli studenti iscritti presso l Accademia di Belle Arti G. Carrara

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ART. 3 DLGS 109/98) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ART. 3 DLGS 109/98) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO COMUNE DI CASTEL D ARIO Provincia di Mantova REGOLAMENTO ATTUATIVO DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA

Dettagli

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO Anno Accademico 2012/2013

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO Anno Accademico 2012/2013 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO Anno Accademico 2012/2013 AZIENDA PER IL DIRITTO AGLI STUDI UNIVERSITARI SOLUZIONI PER CHI STUDIA www.adsuch.gov.it PREMESSA Il presente Bando disciplina le

Dettagli

ENTE REGIONALE PRO SU DERETU A S ISTUDIU UNIVERSITARIU DE CASTEDDU ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI

ENTE REGIONALE PRO SU DERETU A S ISTUDIU UNIVERSITARIU DE CASTEDDU ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI STUDIO E DI POSTI ALLOGGIO A STUDENTI CON DISABILITÀ A.A. 2015/2016 Delibera del Consiglio di Amministrazione n.21 del 1 luglio 2015 Determinazione del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Articolo 1 Oggetto del regolamento

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Articolo 1 Oggetto del regolamento ALLEGATO A REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (I.S.E.E.) Articolo 1 Oggetto del regolamento 1. Il presente Regolamento, adottato ai sensi del D.Lgs. 31

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Bando di concorso per esonero totale e/o parziale tasse e contributi universitari

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Bando di concorso per esonero totale e/o parziale tasse e contributi universitari Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Bando di concorso per esonero totale e/o parziale tasse e contributi universitari Anno accademico 2015/2016 SOMMARIO Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2009/2010

ANNO ACCADEMICO 2009/2010 ANNO ACCADEMICO 2009/2010 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE DI STUDIO E SERVIZI ABITATIVI PRESSO LE RESIDENZE UNIVERSITARIE CONTRIBUTI PER MOBILITÀ INTERNAZIONALE Decreto Commissariale n.28

Dettagli

COMUNE DI FARA GERA D ADDA PROV. DI BERGAMO

COMUNE DI FARA GERA D ADDA PROV. DI BERGAMO COMUNE DI FARA GERA D ADDA PROV. DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI AGEVOLATE - Approvato con deliberazione consiliare n. 8 del

Dettagli

Regolamento Tasse e Contributi a.a. 2015/2016

Regolamento Tasse e Contributi a.a. 2015/2016 Regolamento Tasse e Contributi a.a. 2015/2016 Avvertenze Lo studente che si immatricola o si iscrive a un corso di studio dell'università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale è tenuto ad osservare

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 10 (dieci) BORSE DI STUDIO RUFA A.A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 10 (dieci) BORSE DI STUDIO RUFA A.A. 2015/16 Roma, 20 luglio 2015 Prot. n. 4456/15/A BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 10 (dieci) BORSE DI STUDIO RUFA A.A. 2015/16 ART. 1 - OGGETTO DEL BANDO RUFA Rome University of Fine Arts indice per l

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina le modalità di determinazione della quota

Dettagli

BANDO per l ASSEGNAZIONE di BORSE di STUDIO

BANDO per l ASSEGNAZIONE di BORSE di STUDIO BANDO per l ASSEGNAZIONE di BORSE di STUDIO ANNO ACCADEMICO 2008 / 2009 Il presente bando considera: Normativa di riferimento la riforma degli ordinamenti didattici degli Atenei, di cui al Decreto M.U.R.S.T.

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2012/2013

ANNO ACCADEMICO 2012/2013 ANNO ACCADEMICO 2012/2013 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE DI STUDIO E SERVIZI ABITATIVI PRESSO LE RESIDENZE UNIVERSITARIE CONTRIBUTI PER MOBILITÀ INTERNAZIONALE Deliberazione del Consiglio

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2013/2014

ANNO ACCADEMICO 2013/2014 ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE DI STUDIO E SERVIZI ABITATIVI PRESSO LE RESIDENZE UNIVERSITARIE CONTRIBUTI PER MOBILITÀ INTERNAZIONALE Deliberazione del Consiglio

Dettagli

INDIRIZZI ALL AZIENDA REGIONALE DSU PER LA REDAZIONE DEI BANDI FINALIZZATI ALL EROGAZIONE DI BENEFICI DSU

INDIRIZZI ALL AZIENDA REGIONALE DSU PER LA REDAZIONE DEI BANDI FINALIZZATI ALL EROGAZIONE DI BENEFICI DSU INDIRIZZI ALL AZIENDA REGIONALE DSU PER LA REDAZIONE DEI BANDI FINALIZZATI ALL EROGAZIONE DI BENEFICI DSU ALLEGATO A 1. BORSA DI STUDIO Per l attribuzione delle borse di studio regionali istituite ai sensi

Dettagli

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE DEFINIZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE 1 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento,

Dettagli

2 DURATA DELL AMMISSIBILITÀ AI BENEFICI

2 DURATA DELL AMMISSIBILITÀ AI BENEFICI REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITÀ ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI TRIESTE BANDO PER BORSE DI STUDIO A.A. 2013-2014 APPROVATO CON DECRETO DEL COMMISSARIO

Dettagli

BANDO DI CONCORSO A.A

BANDO DI CONCORSO A.A C.I.Di.S. BANDO DI CONCORSO A.A. 2011/2012 PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO RISERVATE AGLI STUDENTI ISCRITTI AD ANNI DI CORSO REGOLARE SUCCESSIVI AL PRIMO PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO

Dettagli

ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI

ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI STUDIO E DI POSTI ALLOGGIO A STUDENTI CON DISABILITÀ A.A. 2013/2014 Sede operativa e legale Corso Vittorio Emanuele II, n.68, CAGLIARI C.F. 80018410920

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. d'annunzio DI CHIETI - PESCARA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA AL SISTEMA CONTRIBUTIVO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. d'annunzio DI CHIETI - PESCARA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA AL SISTEMA CONTRIBUTIVO Allegato 1) al Manifesto Generale degli Studi A.A. 2013/2014 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. d'annunzio DI CHIETI - PESCARA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA AL SISTEMA CONTRIBUTIVO Sulla base della normativa

Dettagli

Guida alla compilazione della domanda on-line

Guida alla compilazione della domanda on-line 1. Registrazione Lo studente deve indicare i propri dati anagrafici, incluso il codice fiscale, il quale insieme alla password specificata sarà utile per i successivi accessi alla procedura on-line che

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E AL PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI A.A. 2011/2012

GUIDA AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E AL PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 GUIDA AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E AL PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 IMMATRICOLAZIONE E ISCRIZIONE AI CORSI DI LAUREA E LAUREA MAGISTRALE/SPECIALISTICA Per l anno accademico 2011/2012

Dettagli

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO Anno Accademico 2015/2016

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO Anno Accademico 2015/2016 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO Anno Accademico 2015/2016 AZIENDA PER IL DIRITTO AGLI STUDI UNIVERSITARI SOLUZIONI PER CHI STUDIA www.adsuch.gov.it PREMESSA Il presente Bando disciplina le

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2015/2016

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 ANNO ACCADEMICO 2015/2016 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE DI STUDIO E SERVIZI ABITATIVI PRESSO LE RESIDENZE UNIVERSITARIE CONTRIBUTI PER MOBILITÀ INTERNAZIONALE Decreto del Presidente del

Dettagli

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME Finanziamento anno 2011 1 Articolo 1 - Oggetto Il presente regolamento disciplina

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 6 NORME REGOLAMENTARI PER L EROGAZIONE DI SUSSIDI STRAORDINARI A. A. 2014/2015 1. OGGETTO DEL CONCORSO L'ERSU di Macerata istituisce, per l'anno accademico 2014/2015 sussidi straordinari destinati a studenti

Dettagli

COMUNE DI PORTOGRUARO Provincia di Venezia. Regolamento per l'applicazione dell'indicatore della situazione economica equivalente

COMUNE DI PORTOGRUARO Provincia di Venezia. Regolamento per l'applicazione dell'indicatore della situazione economica equivalente COMUNE DI PORTOGRUARO Provincia di Venezia Regolamento per l'applicazione dell'indicatore della situazione economica equivalente Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 14 del 16.2.2000 INDICE

Dettagli

Libera Università Maria Ss. Assunta

Libera Università Maria Ss. Assunta Libera Università Maria Ss. Assunta ANNO ACCADEMICO 2013-2014 REGOLAMENTO PER LE ISCRIZIONI PER GLI STUDENTI DEI CORSI DI: LAUREA TRIENNALE LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO LAUREA MAGISTRALE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

SEDE TERRITORIALE DI. Parma 2013/2014. Bando per la concessione di: Benefici universitari

SEDE TERRITORIALE DI. Parma 2013/2014. Bando per la concessione di: Benefici universitari SEDE TERRITORIALE DI Parma 2013/2014 Bando per la concessione di: Benefici universitari Università degli Studi di Parma AnnO AccAdeMicO 2013/2014 Bando di concorso Interventi a favore degli studenti con

Dettagli

Delibera del Consiglio di Amministrazione n.8 del 19 giugno 2014

Delibera del Consiglio di Amministrazione n.8 del 19 giugno 2014 BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI STUDIO E DI POSTI ALLOGGIO A STUDENTI CON DISABILITÀ A.A. 2014/2015 Delibera del Consiglio di Amministrazione n.8 del 19 giugno 2014 Decreto del Presidente

Dettagli