Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014"

Transcript

1 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella seconda colonna. TIPO DI REDDITO CONDIZIONI Abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati (*) Lavoro dipendente o pensione Lavoro dipendente o pensione + Abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati (*) Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa compresi i lavori a progetto. Sono escluse le collaborazioni di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale rese in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche Redditi esenti. Esempi: rendite erogate dall Inail esclusivamente per invalidità permanente o per morte, alcune borse di studio, pensioni di guerra, pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva, pensioni, indennità, comprese le indennità di accompagnamento e assegni erogati dal Ministero dell Interno ai ciechi civili, ai sordi e agli invalidi civili, sussidi a favore degli hanseniani, pensioni sociali Redditi soggetti ad imposta sostitutiva. Esempi: interessi sui BOT o sugli altri titoli del debito pubblico Redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta. Esempi: interessi sui conti correnti bancari o postali; redditi derivanti da lavori socialmente utili (*) L esonero non si applica se il fabbricato non locato è situato nello stesso comune dell abitazione principale. CASI DI ESONERO CON LIMITE DI REDDITO 1. Redditi corrisposti da un unico sostituto d imposta obbligato ad effettuare le ritenute di acconto o corrisposti da più sostituti purché certificati dall ultimo che ha effettuato il conguaglio 2. Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, nei limiti di reddito previsti nella seconda colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella terza colonna. Modello 70 Istruzioni per la compilazione 2014 TIPO DI REDDITO LIMITE DI REDDITO (uguale o inferiore a) Terreni e/o fabbricati 500 Lavoro dipendente o assimilato + altre tipologie di reddito (*) Pensione + altre tipologie di reddito (*) Pensione + terreni + abitazione principale e sue pertinenze (box, cantina, ecc.) (pensione) 185,92 (terreni) Pensione + altre tipologie di reddito (*) Assegno periodico corrisposto dal coniuge + altre tipologie di reddito (*) È escluso l assegno periodico destinato al mantenimento dei figli Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e altri redditi per i quali la detrazione prevista non è rapportata al periodo di lavoro. Esempi: compensi percepiti per l attività libero professionale intramuraria del personale dipendente dal Servizio sanitario nazionale, redditi da attività commerciali occasionali, redditi da attività di lavoro autonomo occasionale CONDIZIONI Periodo di lavoro non inferiore a 65 giorni Periodo di pensione non inferiore a 65 giorni. Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale. Se il sostituto d imposta ha operato le ritenute il contribuente può recuperare il credito presentando la dichiarazione. Periodo di pensione non inferiore a 65 giorni. Contribuente di età pari o superiore a 75 anni. Le detrazioni per coniuge e familiari a carico sono spettanti e non sono dovute le addizionali regionale e comunale. Se il sostituto d imposta ha operato le ritenute il contribuente può recuperare il credito presentando la dichiarazione. Compensi derivanti da attività sportive dilettantistiche ,28 (*) il reddito complessivo deve essere calcolato senza tener conto del reddito derivante dall abitazione principale e dalle sue pertinenze. CONDIZIONE GENERALE DI ESONERO In generale è esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente, non obbligato alla tenuta delle scritture contabili, che possiede redditi per i quali è dovuta un imposta non superiore ad euro 10, come illustrato nello schema seguente: Contribuenti non obbligati alla tenuta delle scritture contabili che si trovano nella seguente condizione: imposta lorda (*) detrazioni per carichi di famiglia detrazioni per redditi di lavoro dipendente, pensione e/o altri redditi ritenute = importo non superiore a euro 10, (*) L imposta lorda è calcolata sul reddito complessivo al netto della deduzione per l abitazione principale e relative pertinenze.

2 Reddito REDDITO (per scaglioni) TABELLA 1 - CALCOLO DELL IRPEF ALIQUOTA Aliquota (per scaglioni) (per scaglioni) IMPOSTA DOVUTA Imposta SUI REDDITI dovuta INTERMEDI sui redditi intermedi COMPRESI NEGLI compresi SCAGLIONI negli scaglioni fino a euro ,00 2 2% sull intero importo oltre euro ,00 e fino a euro , , % parte eccedente ,00 oltre euro ,00 e fino a euro , ,00 + 8% parte eccedente ,00 oltre euro ,00 e fino a euro , , % parte eccedente ,00 oltre a euro , ,00 + 4% parte eccedente ,00 TABELLA 2 - DETRAZIONI PER CANONI DI LOCAZIONE RIGO CODICE DETRAZIONE (1) E71 E ,00 euro se il reddito complessivo non supera 15.49,71 euro 150,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.49,71 euro ma non superiore a 0.987,41 euro 495,80 euro se il reddito complessivo non supera 15.49,71 euro 247,90 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.49,71 euro ma non superiore a 0.987,41 euro 991,60 euro se il reddito complessivo non supera 15.49,71 euro 991,60 euro se il reddito complessivo non supera 15.49,71 euro 495,80 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.49,71 euro ma non superiore a 0.987,41 euro (1) Nel reddito complessivo è compreso anche il reddito dei fabbricati assoggettato TABELLA - DETRAZIONI PER CONIUGE A CARICO La detrazione prevista per il coniuge a carico è pari a: a) 800,00 euro se il reddito complessivo non supera ,00 euro; b) 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a ,00 euro ma non a,00 euro; c) 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a,00 euro ma non a ,00 euro. Le detrazioni di cui ai punti a) e c) sono teoriche in quanto la detrazione effettivamente spettante diminuisce all aumentare del reddito. La detrazione di cui al punto b) spetta invece in misura fissa, ma per i contribuenti con un reddito complessivo superiore a ,00 euro e inferiore a 5.200,00 euro la stessa detrazione è aumentata di un importo che varia da 10 euro a 0 euro. REDDITO COMPLESSIVO (1) non superiore a euro IMPORTO DETRAZIONE (EURO) (2) () 800 (110 X reddito complessivo) da euro a euro da euro a euro da euro a euro da euro a euro da euro a euro da euro a euro da euro a euro 690 da euro a euro X ( reddito complessivo) oltre euro alla (2) Se il rapporto è uguale a 1, la detrazione compete nella misura di 690 euro. () Se i rapporti sono uguali a zero, la detrazione non compete. Negli altri casi, il risultato dei predetti rapporti si assume nelle prime 4 cifre decimali. 70

3 TABELLA 4 - DETRAZIONE ORDINARIA PER FIGLI A CARICO La detrazione prevista per ciascun figlio a carico è di 950,00 euro. Tale detrazione è sostituita da: 1.220,00 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni; 1.50,00 euro per ciascun figlio con disabilità di età superiore a tre anni; 1.620,00 euro per ciascun figlio con disabilità di età inferiore a tre anni. Nel caso in cui i figli a carico siano più di tre le stesse detrazioni sono aumentate di 200,00 euro per ciascun figlio e pertanto risultano pari a: 1.150,00 euro per ciascun figlio di età superiore a tre anni; 1.420,00 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni; 1.550,00 euro per ciascun figlio con disabilità di età superiore a tre anni; 1.820,00 euro per ciascun figlio con disabilità di età inferiore a tre anni. Le detrazioni previste per i figli a carico sono teoriche in quanto la detrazione effettivamente spettante diminuisce all aumentare del reddito. Se l altro coniuge manca o non ha riconosciuto i figli naturali e il contribuente non è coniugato o, se coniugato, si è successivamente legalmente ed effettivamente separato, per il primo figlio si ha diritto, se più conveniente, alla detrazione prevista per il coniuge a carico; pertanto, il soggetto che presta l assistenza fiscale riconoscerà la detrazione più favorevole. Tali detrazioni sono alternative tra loro. N. FIGLI ETÀ FIGLI 1 2 IMPORTO DETRAZIONE PER CIASCUN FIGLIO (DA RAPPORTARE ALLA PERCENTUALE DI DETRAZIONE) (1) (2) () 1220 x ( reddito complessivo) x ( reddito complessivo) x ( reddito complessivo) x ( reddito complessivo) x ( reddito complessivo) x ( reddito complessivo) oltre x (1 reddito complessivo) x (1 reddito complessivo) x (1) x (1) L importo sopraindicato di euro è aumentato per tutti di euro per ogni figlio successivo al 5. Restano invariate le detrazioni (1.420 o a seconda dell età). alla (2) Le detrazioni suddette (950, 1.220, e 1.420) sono aumentate di un importo pari a 400 euro per ogni figlio con disabilità. () Se i rapporti sono uguali a zero, la detrazione non compete. Negli altri casi, il risultato dei predetti rapporti si assume nelle prime 4 cifre decimali. La detrazione prevista per ogni altro familiare a carico è di 750,00 euro. TABELLA 5 - DETRAZIONI PER ALTRI FAMILIARI A CARICO (DA RAPPORTARE ALLA PERCENTUALE DI DETRAZIONE) 750 x ( reddito complessivo) (1) alla 71

4 TABELLA 6 - DETRAZIONI PER REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI La detrazione per redditi di lavoro dipendente e assimilati indicati nella sez. 1 del quadro C, è rapportata al periodo di lavoro. REDDITO COMPLESSIVO (1) IMPORTO DETRAZIONE (2) non superiore a euro () compreso tra euro e x ( reddito complessivo) x (4) () L ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere inferiore a 690 euro per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato e a 1.80 euro per i rapporti di lavoro a tempo determinato. (4) Se il reddito complessivo è compreso tra euro a la detrazione va aumentata di un importo pari a euro: 10 se supera ma non se supera ma non se supera ma non se supera ma non se supera ma non TABELLA 7 - DETRAZIONE PER I REDDITI DI PENSIONE La detrazione è rapportata al periodo di pensione nell anno e non è cumulabile con quella prevista per i redditi di lavoro dipendente se riferito allo stesso periodo SOGGETTI DI ETÀ INFERIORE A 75 ANNI Reddito complessivo (1) Importo detrazione (2) non superiore a euro () compreso tra euro e x ( reddito complessivo) x () L ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere inferiore a 690 euro. SOGGETTI DI ETÀ PARI O SUPERIORE A 75 ANNI Reddito complessivo (1) Importo detrazione (2) non superiore a euro () compreso tra euro e x 486 ( reddito complessivo) () L ammontare della detrazione effettivamente spettante non può essere inferiore a 71 euro. TABELLA 8 - DETRAZIONE PER REDDITI ASSIMILATI A QUELLI PER LAVORO DIPENDENTE INDICATI NELLA SEZIONE II, QUADRO C E PER ALTRI REDDITI INDICATI NEL QUADRO D, RIGO D E RIGO D5 REDDITO COMPLESSIVO (1) IMPORTO DETRAZIONE (2) non superiore a euro compreso tra euro e x

5 ASSISTENZA FISCALE RICHIESTA AL SOSTITUTO DI IMPOSTA SCADENZE Entro il 28 febbraio 2014 Entro il 0 aprile 2014 Entro il 1 maggio 2014 A partire dal mese di luglio 2014 (Per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre 2014) Entro il 0 settembre 2014 A novembre 2014 Entro il 0 giugno 2014 IL CONTRIBUENTE Riceve dal sostituto d imposta la certificazione dei redditi percepiti Presenta al proprio sostituto d imposta la dichiarazione Mod. 70 e la busta contenente il Mod per la scelta della destinazione dell otto e cinque per mille dell Irpef. Riceve dal sostituto d imposta copia della dichiarazione Mod. 70 e il prospetto di liquidazione Mod Riceve la retribuzione con i rimborsi o con le trattenute delle somme dovute. In caso di rateizzazione dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti è trattenuta la prima rata. Le ulteriori rate, maggiorate dell interesse dello 0, per cento mensile, saranno trattenute dalle retribuzioni nei mesi successivi. (ovvero degli importi rateizzati) la parte residua, maggiorata dell interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalle retribuzioni dei mesi successivi. Comunica al sostituto d imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quello indicato nel Mod Riceve la retribuzione con le trattenute delle somme dovute a titolo di acconto per l Irpef., la parte residua, maggiorata dell interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalla retribuzione IL SOSTITUTO DI IMPOSTA Consegna al contribuente la certificazione dei redditi percepiti Rilascia ricevuta dell avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente. Controlla la regolarità formale della dichiarazione presentata dai contribuenti, effettua il calcolo delle imposte, consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 70 e il prospetto di liquidazione Mod. 70- Trattiene le somme dovute per le imposte o effettua i rimborsi. In caso di rateizzazione dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti trattiene la prima rata. Le ulteriori rate, maggiorate dell interesse dello 0, per cento mensile, le tratterrà dalle retribuzioni nei mesi successivi. (ovvero degli importi rateizzati) trattiene la parte residua, maggiorata dell interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, dalle retribuzioni dei mesi successivi. Aggiunge alle ritenute le somme dovute a titolo di acconto per l Irpef. trattiene la parte residua, maggiorata dell interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, dalla retribuzione predisposte. ASSISTENZA FISCALE RICHIESTA AL CAF O AL PROFESSIONISTA ABILITATO SCADENZE Entro il 28 febbraio 2014 Entro il 1 maggio 2014 Entro il 15 giugno 2014 IL CONTRIBUENTE Riceve dal sostituto d imposta la certificazione dei redditi percepiti Presenta al Caf o al professionista abilitato la dichiarazione Mod. 70 e la busta contenente il Mod per la scelta della destinazione dell otto e cinque per mille dell Irpef. Riceve dal Caf o al professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 70 e il prospetto di liquidazione Mod IL CAF O IL PROFESSIONISTA ABILITATO Rilascia ricevuta dell avvenuta presentazione della dichiarazione e della busta da parte del contribuente. Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 70 e il prospetto di liquidazione Mod A partire dal mese di luglio 2014 (Per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre 2014) Entro il 0 settembre 2014 Entro il 0 giugno 2014 Entro il 25 ottobre 2014 A novembre 2014 Entro il 10 novembre 2014 Riceve la retribuzione con i rimborsi o con le trattenute delle somme dovute. In caso di rateizzazione dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti è trattenuta la prima rata. Le ulteriori rate, maggiorate dell interesse dello 0, per cento mensile, saranno trattenute dalle retribuzioni nei mesi successivi. (o degli importi rateizzati) la parte residua, maggiorata dell interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalle retribuzioni nei mesi successivi. Comunica al sostituto d imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quello indicato nel Mod Può presentare al CAF o al professionista abilitato la dichiarazione 70 integrativa. Riceve la retribuzione con le trattenute delle somme dovute a titolo di acconto per l Irpef., la parte residua, maggiorata dell interesse nella misura dello 0,4 per cento mensile, sarà trattenuta dalla retribuzione Riceve dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione Mod. 70 integrativo e il prospetto di liquidazione Mod. 70- integrativo. predisposte. Verifica la conformità dei dati esposti nella dichiarazione integrativa, effettua il calcolo delle imposte e consegna al contribuente copia della dichiarazione Mod. 70 integrativo e il prospetto di liquidazione Mod. 70- integrativo; comunica al sostituto il risultato finale della dichiarazione. integrative.

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2. Modello 730 precompilato 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4. Chi è

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

UNICO 2015 PERSONE FISICHE: NOVITÀ

UNICO 2015 PERSONE FISICHE: NOVITÀ Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 12/2015 del 23 aprile 2015 UNICO 2015 PERSONE FISICHE: NOVITÀ In questa

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale L'Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 4791 del 15 gennaio 2015 ha approvato il modello

Dettagli

10.2015 Marzo. 730 Precompilato. Circolare Informativa per i Clienti. Sommario

10.2015 Marzo. 730 Precompilato. Circolare Informativa per i Clienti. Sommario 10.2015 Marzo 730 Precompilato Sommario 1. PREMESSA... 2 2. DOMANDE E RISPOSTE... 3 2.1 Chi può utilizzare il 730 2015 precompilato? Entro quando va presentato?... 3 2.2 Un contribuente che ha presentato

Dettagli

UNICO. Persone fisiche 2013. ntrate. genzia. FASCICOLO 1 - Periodo d imposta 2012. Istruzioni per la compilazione.

UNICO. Persone fisiche 2013. ntrate. genzia. FASCICOLO 1 - Periodo d imposta 2012. Istruzioni per la compilazione. genzia ntrate UNICO Modello gratuito Persone fisiche 2013 FASCICOLO 1 - Periodo d imposta 2012 Istruzioni per la compilazione FASCICOLO 1 Dati personali Compilazione del frontespizio Familiari a carico

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

CAF sostituto d imposta crediti gui

CAF sostituto d imposta crediti gui L AGENZIA INFORMA CUD assistenza fiscale rimborsi conguaglio busta paga dichiarazione congiunta CAF sostituto d imposta crediti presentazione mod. gui 730 integrativo sostituto d imposta conguaglio CUD

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

Le novità del 730. Agenzia delle Entrate Direzione Gestione Tributi Ufficio Comunicazione ai Contribuenti

Le novità del 730. Agenzia delle Entrate Direzione Gestione Tributi Ufficio Comunicazione ai Contribuenti Le novità del 730 Agenzia delle Entrate Direzione Gestione Tributi Ufficio Comunicazione ai Contribuenti Che cos è il Modello 730 Il modello 730 è uno dei modelli per presentare la dichiarazione dei redditi.

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

Modello 730/2010. ntrate. Redditi 2009. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO BOZZA INTERNET 03/12/09 1.

Modello 730/2010. ntrate. Redditi 2009. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO BOZZA INTERNET 03/12/09 1. BOZZA INTERNET 03/12/09 genzia ntrate 730 /2010 Redditi 2009 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 1. INTRODUZIONE 1.1 Perché conviene il Mod. 730 1.2 La prima cosa da fare 1.3 Chi può utilizzare

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2014

MODELLO 730-3 redditi 2014 07-07-0 MODELLO 70- redditi RE-00-00000077 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata DICHIARAZIONE Ufficio: UFFICIO VIA BISMANTOVA Pr. Archiv.: 77 PRECOMPILATA 70 rettificativo

Dettagli

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE a1 a2 a3 a4 a5 a6 a7 A Retribuzione: Paga base Indennità contingenza Scatti anzianità Sperminimo individuale Lavoro straordinario Altri elementi imponibili ai fini

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 Modello 730: provvedimento di approvazione del 15 gennaio 2014; provvedimento di modifica del 10 marzo 2014. Modello UNICO Persone

Dettagli

La dichiarazione dei redditi 2015, relativa al periodo d imposta 2014

La dichiarazione dei redditi 2015, relativa al periodo d imposta 2014 La dichiarazione dei redditi 2015, relativa al periodo d imposta 2014 RIFERIMENTI: Modello 730: provvedimento di approvazione del 15 gennaio 2015 - Modello UNICO Persone Fisiche: provvedimento di approvazione

Dettagli

Modello 730/2012 REDDITI 2011. ntrate. genzia. Istruzioni per la compilazione. Modello gratuito I. INTRODUZIONE 2

Modello 730/2012 REDDITI 2011. ntrate. genzia. Istruzioni per la compilazione. Modello gratuito I. INTRODUZIONE 2 genzia ntrate 730 Modello 730/2012 REDDITI 2011 Istruzioni per la compilazione Modello gratuito I. INTRODUZIONE 2 1. Perché conviene il Mod. 730 2 2. Chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione

Dettagli

GUIDA SEMPLIFICATA AL MODELLO 730/2014 REDDITI 2013

GUIDA SEMPLIFICATA AL MODELLO 730/2014 REDDITI 2013 GUIDA SEMPLIFICATA AL MODELLO 730/2014 REDDITI 2013 Le guide di NF Il Notiziario Fiscale del CAF UIL Direttore Responsabile, Dottor Sergio Scibetta Ideato e realizzato con la collaborazione della società

Dettagli

Modello 730/2014 Periodo d imposta 2013

Modello 730/2014 Periodo d imposta 2013 genzia ntrate 730 Modello 730/2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE I. INTRODUZIONE 2 1. Perché conviene il Mod. 730 2 2. Chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione 2

Dettagli

Newsletter 2014 13 del 12 Marzo 2014 MODELLO 730/2014 REDDITI 2013 Note Operative

Newsletter 2014 13 del 12 Marzo 2014 MODELLO 730/2014 REDDITI 2013 Note Operative Newsletter 2014 13 del 12 Marzo 2014 MODELLO 730/2014 REDDITI 2013 Note Operative IL MODELLO 730/2014 - Cos è? Il modello 730 è una dichiarazione semplificata agli effetti dell imposta sul reddito delle

Dettagli

L'IMPOSIZIONE SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE

L'IMPOSIZIONE SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE L'IMPOSIZIONE SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE Indice generale L'IMPOSIZIONE SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE...2 1 - L IRPEF, CARATTERISTICHE DELL'IMPOSTA...2 2 - LE TIPOLOGIE DI REDDITO...3 2.1. I

Dettagli

ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013

ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013 ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013 Istruzioni per lo svolgimento degli adempimenti previsti per l assistenza fiscale da parte dei sostituti d imposta, dei professionisti

Dettagli

Modello 730/2006 Redditi 2005

Modello 730/2006 Redditi 2005 genzia ntrate 73 0 Modello 730/2006 Redditi 2005 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 1. INTRODUZIONE 2 2. CHI NON È OBBLIGATO A PRESENTARE 1.1 Perché conviene il Mod. 730 2 LA DICHIARAZIONE 6 1.2 La prima cosa

Dettagli

IL MODELLO 730-2015: ANALISI DELLE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE

IL MODELLO 730-2015: ANALISI DELLE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE IL MODELLO 730-2015: ANALISI DELLE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE di Celeste Vivenzi Premessa generale L'Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 4791 del 15 gennaio 2015 ha approvato il modello 730/2015

Dettagli

Modello 730/2006. Modello 730/2006

Modello 730/2006. Modello 730/2006 73 BOZZA INTERNET /2006 0 /2006 Redditi 2005 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 1. INTRODUZIONE 2. CHI NON È OBBLIGATO A PRESENTARE 1.1 Perché conviene il Mod. 730 2 LA DICHIARAZIONE 7 1.2 La prima cosa da

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

Redditi 2008 1. INTRODUZIONE 2

Redditi 2008 1. INTRODUZIONE 2 genzia ntrate 730 Modello 730/2009 Redditi 2008 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 1. INTRODUZIONE 2 1.1 Perché conviene il Mod. 730 2 1.2 La prima cosa da fare 2 1.3 Chi può utilizzare il

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2013

MODELLO 730-3 redditi 2013 LUBSAL0 LUBRANO DI DIEGO SALVATORE MODELLO 730-3 redditi 03 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata Modello N. Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni

Dettagli

Modello 730/2014 Periodo d imposta 2013

Modello 730/2014 Periodo d imposta 2013 genzia ntrate 730 Modello 730/2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE I. INTRODUZIONE 2 1. Perché conviene il Mod. 730 2 2. Chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione 2

Dettagli

MODELLO 730 2014 NOVITA. Anna Quattrone Vitaliano Morsicato

MODELLO 730 2014 NOVITA. Anna Quattrone Vitaliano Morsicato MODELLO 730 2014 NOVITA Anna Quattrone Vitaliano Morsicato Il Modello 730/2014, approvato con Provvedimento dell Agenzia dell Entrate del 15.1.2014, potrà essere utilizzato da parte di coloro che nell'anno

Dettagli

Redditi 2009 1. INTRODUZIONE 2

Redditi 2009 1. INTRODUZIONE 2 genzia ntrate 730 Modello 730/2010 Redditi 2009 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 1. INTRODUZIONE 2 1.1 Perché conviene il Mod. 730 2 1.2 La prima cosa da fare 2 1.3 Chi può utilizzare il

Dettagli

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ Gli oneri Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ 10.5 LA RATEIZZAZIONE DELLE SPESE 10.6 LE DIVERSE TIPOLOGIE DI ONERI GLI ONERI

Dettagli

ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015

ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015 ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015 Istruzioni per lo svolgimento degli adempimenti previsti per l assistenza fiscale da parte dei sostituti d imposta, dei professionisti

Dettagli

10. L'irpef: aliquote e detrazioni

10. L'irpef: aliquote e detrazioni 1 di 7 21/05/2010 16.56 10. L'irpef: aliquote e detrazioni Dal 1 gennaio 2007 è in vigore un nuovo sistema di determinazione dell'irpef che, rispetto al precedente, è caratterizzato da: nuovi scaglioni

Dettagli

l agenzia in f orma aggiornata con la legge finanziaria AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008

l agenzia in f orma aggiornata con la legge finanziaria AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 l agenzia in f orma aggiornata con la legge finanziaria 2008 GUIDA AL NUOVO SISTEMA DI TASSAZIONE DELL IRPEF AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2008 l agenzia in f orma aggiornata con la legge finanziaria

Dettagli

genzia ntrate UNICO MINI 2013 Periodo d imposta 2012 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

genzia ntrate UNICO MINI 2013 Periodo d imposta 2012 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE genzia ntrate UNICO MINI 2013 Periodo d imposta 2012 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE È UNA VERSIONE SEMPLIFICATA DEL MODELLO UNICO PERSONE FISICHE, IDEATA PER AGEVOLARE I CONTRIBUENTI CHE SI TROVANO N ELLE

Dettagli

BOZZA INTERNET del 11/12/2013 REDDITI 2013 I. INTRODUZIONE II. ASPETTI GENERALI III. COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE IV.

BOZZA INTERNET del 11/12/2013 REDDITI 2013 I. INTRODUZIONE II. ASPETTI GENERALI III. COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE IV. genzia ntrate 730 Modello 730/2014 REDDITI 2013 I. INTRODUZIONE Istruzioni per la compilazione 1. Perché conviene il Mod. 730 2. Chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione 3. Chi può presentare

Dettagli

MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ

MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ 1. Modello 730 precompilato 2. Modello 730 ordinario 3. Quadri del Modello 730/2015 4. Novità del Modello 730/2015 Il Provvedimento Agenzia Entrate 15.1.2015

Dettagli

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI Milano 26 marzo OGGETTO: Modello 730 redditi 2014 I lavoratori dipendenti e i pensionati possono presentare la dichiarazione con il modello 730. Il modello 730 è una dichiarazione semplificata e vantaggiosa

Dettagli

genzia ntrate UNICO MINI 2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

genzia ntrate UNICO MINI 2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE genzia ntrate UNICO MINI 2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE È UNA VERSIONE SEMPLIFICATA DEL MODELLO UNICO PERSONE FISICHE, IDEATA PER AGEVOLARE I CONTRIBUENTI CHE SI TROVANO N ELLE

Dettagli

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate.

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. REDDITI DIVERSI INDICAZIONI GENERALI Cosa sono i redditi diversi I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. Per

Dettagli

AGENZIA DELLE ENTRATE

AGENZIA DELLE ENTRATE L AGENZIA INFORMA no tax area aliquote deduzioni riforma IRPEF clausola di salvaguardia calcolo deduzioni scaglioni detrazioni reddito imponibile tassazione no tax gui area deduzioni aliquote deduzioni

Dettagli

Modello 730/2013. ntrate REDDITI 2012. genzia. Istruzioni per la compilazione. Modello gratuito I. INTRODUZIONE 2

Modello 730/2013. ntrate REDDITI 2012. genzia. Istruzioni per la compilazione. Modello gratuito I. INTRODUZIONE 2 genzia ntrate Modello gratuito 730 Modello 730/2013 REDDITI 2012 Istruzioni per la compilazione I. INTRODUZIONE 2 1. Perché conviene il Mod. 730 2 2. Chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione

Dettagli

Roma, 27 marzo 2010 INDICE CIRCOLARE N. 16/E

Roma, 27 marzo 2010 INDICE CIRCOLARE N. 16/E CIRCOLARE N. 16/E Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 27 marzo 2010 OGGETTO: Modello 730/2010 - Redditi 2009 - Assistenza fiscale prestata dai sostituti di imposta, dai Centri di assistenza

Dettagli

CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730

CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730 CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730 ORE TOTALI: 30 Turni al mattino o pomeriggio per 4 ore al giorno OBIETTIVO: il corso ha come obiettivo quello di fornire le conoscenze e le competenze professionali

Dettagli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli Ecco qui di seguito, una sintesi della normativa generale che regola le operazioni relative al conguaglio di fine anno.

Dettagli

Allegato 2. Appendice

Allegato 2. Appendice Allegato 2 Appendice Le informazioni riportate di seguito sono riferite alla normativa vigente in materia di ISEE (decreto legislativo n. 109/1998 e successive modifiche). 1. Documenti necessari per ISEE

Dettagli

MODELLO 730/2014: alcune novità

MODELLO 730/2014: alcune novità MODELLO 730/2014: alcune novità a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli 1.1 Il modello 730/2014 Con Provvedimento del 15 gennaio 2014 l Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello definitivo

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Paghe. Detrazioni Irpef e oneri deducibili Andrea Barone - Responsabile analisi normativa software lavoro WKI

Paghe. Detrazioni Irpef e oneri deducibili Andrea Barone - Responsabile analisi normativa software lavoro WKI Detrazioni Irpef e oneri deducibili Andrea Barone - Responsabile analisi normativa software lavoro WKI Voci della busta paga Finanziaria 2007 Limite di reddito Parametrazione a mese Misura Con il pagamento

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo di solidarietà

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo di solidarietà ORIGINALE CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 0 QUADRO RN IRPEF PERSONE FISICHE 0 genzia ntrate REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF QUADRO RV Addizionale regionale e comunale all IRPEF QUADRO CS Contributo

Dettagli

Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF

Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF di Pietro Ghigini docente di Economia aziendale Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF Premessa Approvata sul filo di lana, evitando per un soffio che i lavori parlamentari scivolassero

Dettagli

MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITÀ

MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITÀ MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITÀ a cura di Giancarlo Modolo 1 SOGGETTI INTERESSATI 2 Il 730 precompilato sarà proposto a chi: per il 2013 hanno presentato il mod. 730 (o il mod. Unico con caratteristiche

Dettagli

SOGGETTI INTERESSATI

SOGGETTI INTERESSATI 1 SOGGETTI INTERESSATI Il 730 precompilato sarà proposto a chi: per il 2013 hanno presentato il mod. 730 (o il mod. Unico con caratteristiche da 730); il sostituto d imposta ha trasmesso la loro Certificazione

Dettagli

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014 ORIENTAMENTI FISCALI Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014 Mod. CUD 2014: dati rilevanti per la compilazione del mod. 730/2014 Dichiarazione congiunta: i contribuenti

Dettagli

TIPOLOGIA DI REDDITO. Pensione + altre tipologie di reddito 7.750,00

TIPOLOGIA DI REDDITO. Pensione + altre tipologie di reddito 7.750,00 Aspetti generali Soggetti esonerati redditi derivanti da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa compresi i lavori a progetto intrattenuti con uno o diversi sostituti d imposta, se interamente

Dettagli

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C INDICAZIONI GENERALI I redditi di lavoro dipendente e assimilati Sono redditi di lavoro dipendente quelli che derivano da rapporti

Dettagli

FASCICOLO 2 Redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate

FASCICOLO 2 Redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2009 FASCICOLO 1 PERIODO D IMPOSTA 2008 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE FASCICOLO 1 Dati personali Compilazione del frontespizio Familiari a carico Quadro RA Redditi

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Redditi da dichiarare. Oneri detraibili e deducibili

Redditi da dichiarare. Oneri detraibili e deducibili MEMORANDUM SINTETICO SULLA DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE Per maggiori informazioni contattare direttamente lo Studio Il contribuente deve sempre esibire la documentazione necessaria per permettere ai professionisti

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 14 MARZO 2008 Informativa n. 25 QUADRO C: MODALITÀ

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale SEEK & PARTNERS SpA - Via Jacopo Linussio, - PORDENONE - CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 0/0/0 FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA

Dettagli

IMPOSTA PERSONALE SUL REDDITO (IRPEF, situazione all'1-1-2007

IMPOSTA PERSONALE SUL REDDITO (IRPEF, situazione all'1-1-2007 TAV. 2 I.Soggetti IMPOSTA PERSONALE SUL REDDITO (IRPEF, situazione all'1-1-2007 Le persone fisiche residenti in Italia per tutto il loro reddito tassabile (e solo per esso) e quelle residenti all'estero

Dettagli

MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITA

MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITA Renzo Radicioni Milano, 23 marzo 2015 Sala Convegni Corso Europa 11 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

Dettagli

redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Coniuge congiunta

redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Coniuge congiunta MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL /0/0 E DEL 0/0/0 - ITWorking S.r.l.

Dettagli

ALIQUOTE IRPEF 2009. Tavola:Detrazione per redditi di lavoro dipendente in vigore per l'anno 2008

ALIQUOTE IRPEF 2009. Tavola:Detrazione per redditi di lavoro dipendente in vigore per l'anno 2008 Scaglioni reddito 2009 Aliquota Irpef lordo da 0 a 15.000 23% 23% del reddito da 15.000,01 a 28.000 da 28.000,01 a 55.000 da 55.000,01 a 75.000 27% 38% 41% oltre 75.000 43% 3.450 + 27% sulla parte eccedente

Dettagli

Circolare N. 51 del 3 Aprile 2015

Circolare N. 51 del 3 Aprile 2015 Circolare N. 51 del 3 Aprile 2015 Modello 730/2015: inizia la raccolta documenti Gentile cliente, con la presente desideriamo ricordarle che coloro che sono pensionati o lavoratori dipendenti e assimilati

Dettagli

03;J.95Y2 SCARAMELLI RICCARDO ELABORATO Mod, N, LI

03;J.95Y2 SCARAMELLI RICCARDO ELABORATO Mod, N, LI 03;J.95Y2 SCARAMELLI RICCARDO ELABORATO Mod, N, LI MODELLO 730/2014 redditi 20 13 dichiarazione semplificata del conlrlbuénli che si awalgono dell'assistenza fiscale _1---1.tI (D014) GO ~~C~OSM~P%A~G~N~I~A~P~O~R~T~U~A~LijE~S~.~R~.~L~.~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Dettagli

Pensioni INPS. Prime tabelle

Pensioni INPS. Prime tabelle Pensioni INPS 2012 Prime tabelle Gli importi delle pensioni INPS dal 1 gennaio 2012 e limiti di reddito per alcune prestazioni sociali La perequazione automatica in base all aumento del costo della vita,

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 2 Ai COORDINATORI GENERALI DELLE CONSULENZE PROFESSIONALI

NOTA OPERATIVA N. 2 Ai COORDINATORI GENERALI DELLE CONSULENZE PROFESSIONALI Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica DIREZIONE CENTRALE RAGIONERIA E FINANZE Ufficio del Dirigente Generale Area Tributi Roma, 7 marzo 2011 Ai Ai DIRIGENTI GENERALI

Dettagli

Le pensioni pagano l'irpef

Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni sono equiparate ai redditi da lavoro dipendente e quindi sono soggette a tassazione. L'Inps si sostituisce al fisco ed effettua sulle pensioni una ritenuta alla fonte

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

TEMA N. 28 RIFERIMENTI NORMATIVI

TEMA N. 28 RIFERIMENTI NORMATIVI TEMA N. 28 Il candidato proceda, commentandoli brevemente, ai calcoli necessari alla compilazione del prospetto di liquidazione di un modello 730/2015 in base ai seguenti elementi: la dichiarazione è congiunta,

Dettagli

MODELLO 730/2014 NOVITÀ

MODELLO 730/2014 NOVITÀ Via Riboli, 15 16145 Genova Tel. 010587323 mail@studiodapelo.it MODELLO 730/2014 NOVITÀ 1. Quadri del Modello 730/2014 2. Contribuenti che possono utilizzare il Modello 730/2014 3. Modalità e termini di

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Conforme al provvedimento Agenzia Entrate del /0/0 e successive modificazioni Modello Grafico realizzato da Namirial S.p.a. Via Caduti sul lavoro, Senigallia (AN) *MSSMCRRF0E* Mod. N. MODELLO 0/0 redditi

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C INDICAZIONI GENERALI I redditi di lavoro dipendente e assimilati Sono redditi di lavoro dipendente quelli che derivano da rapporti

Dettagli

genzia ntrate UNICO MINI 2011 Periodo d imposta 2010 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

genzia ntrate UNICO MINI 2011 Periodo d imposta 2010 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE genzia ntrate UNICO MINI 2011 Periodo d imposta 2010 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE È UNA VERSIONE SEMPLIFICATA DEL MODELLO UNICO PERSONE FISICHE, IDEATA PER AGEVOLARE I CONTRIBUENTI CHE SI TROVANO N ELLE

Dettagli

fisco istruzioni per l uso

fisco istruzioni per l uso fisco istruzioni per l uso Stefano Sarubbi 2006 & DICHIARAZIONI AL DEBUTTO IL NUOVO 70 Anche quest anno, è il modello 70 a inaugurare la stagione delle dichiarazioni fiscali e quindi ad anticipare le novità

Dettagli

BOZZA INTERNET CODICE FISCALE. Per le novità della dichiarazione dei redditi di quest anno, leggete le ISTRUZIONI, Parte II, capitolo 1.

BOZZA INTERNET CODICE FISCALE. Per le novità della dichiarazione dei redditi di quest anno, leggete le ISTRUZIONI, Parte II, capitolo 1. Riservato alla Poste italiane Spa N. Protocollo PERSONE FISICHE 2009 genzia ntrate Periodo d imposta 2008 Data di presentazione COGNOME CODICE FISCALE NOME UNI EURO Prima di compilare il modello, è utile

Dettagli

Tipologie di contribuenti

Tipologie di contribuenti DEFINIZIONI E CLASSIFICAZIONI Tipologie di contribuenti Il mondo dei contribuenti Persone Fisiche viene analizzato sia nella sua completezza che considerando i soli titolari di partita iva. Tutti i contribuenti

Dettagli

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

AGENZIA DELLE ENTRATE 730 2015 SERVIZIO TELEMATICO DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI

AGENZIA DELLE ENTRATE 730 2015 SERVIZIO TELEMATICO DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI - - AGENZIA DELLE ENTRATE 0 0 SERVIZIO TELEMATICO DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI COMUNICAZIONE DI AVVENUTO RICEVIMENTO (art., comma 0, D.P.R. /998) MODELLO DI DICHIARAZIONE 0 0 DICHIARAZIONE PROTOCOLLO

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF ,00

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF ,00 CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 0 PERSONE FISICHE 0 genzia ntrate L T R F L L M L C REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF MODELLO GRATUITO QUADRO RN IRPEF Determinazione dell imposta Residui detrazioni,

Dettagli

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante APPENDICE Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante Dati anagrafici del dichiarante Documento di identità

Dettagli

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate.

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. REDDITI DIVERSI INDICAZIONI GENERALI Cosa sono i redditi diversi I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. Per

Dettagli

Circolare N.36 del 11 Marzo 2014

Circolare N.36 del 11 Marzo 2014 Circolare N.36 del 11 Marzo 2014 Modello 730/2014. Inizia la raccolta documenti Gentile cliente, con la presente desideriamo ricordarle che coloro che sono pensionati o lavoratori dipendenti e assimilati

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI

DICHIARAZIONE DEI REDDITI CIRCOLARE PER LA GESTIONE DELL ECONOMIA QUOTIDIANA Le guide di FAMIGLIA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Calendario scadenze per Modello 730/2015 Novità: il 730 precompilato Oneri detraibili e oneri deducibili:

Dettagli

Per la documentazione da portare al seguito vedere l allegato vademecum.

Per la documentazione da portare al seguito vedere l allegato vademecum. ASSISTENZA FISCALE MOD. 730/2008 - CONVENZIONE SAPAF Molise/F.A.B.I. Anche quest anno abbiamo rinnovato, a livello regionale, la convenzione con il CAF-F.A.B.I., il CAF del Sindacato Autonomo dei lavoratori

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Giugno

SCADENZE FISCALI di Giugno SCADENZE FISCALI di Giugno Martedì 16 Giugno IVA MENSILE Ultimo giorno utile per versare l eventuale imposta a debito relativa al mese di maggio (contribuenti mensili). Il codice tributo da utilizzare

Dettagli

Il nuovo 730, semplificazione o complicazione?

Il nuovo 730, semplificazione o complicazione? Il nuovo 730, semplificazione o complicazione? Dott. roberto Batacchi Segretario della Fondazione Anche quest anno sta per iniziare la stagione delle dichiarazioni dei redditi e la Fondazione dei Dottori

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo N. 470 /0 Approvazione del modello di dichiarazione Unico 0 PF, con le relative istruzioni, che le persone fisiche devono presentare nell anno 0, per il periodo d imposta 0, ai fini delle imposte

Dettagli

1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014

1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014 CONTENUTI 1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014... 1 2 - SCADENZIARIO: MOD. UNICOPF 2015 redditi 2014... 2 1 - UNICO PERSONE FISICHE 2015, Redditi anno 2014 la normativa Gentile Cliente, siamo

Dettagli

Guida Mod. Red 2011. Disposizioni legislative

Guida Mod. Red 2011. Disposizioni legislative Guida Mod. Red 2011 In questi giorni l Inps sta inviando a tutti i pensionati insieme al Mod. Cud anche il Mod. Red. La modalità di compilazione e di presentazione di detti modelli sono le stesse della

Dettagli