DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO"

Transcript

1 DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello base viene riportato nel prospetto di liquidazione Mod Questo modello, congiuntamente alla copia della dichiarazione deve essere consegnato al contribuente: dal CAF o dal professionista abilitato entro il 15 giugno 2012; dal sostituto d imposta, che presta direttamente assistenza, entro il 31 maggio Il Mod , si sviluppa su due pagine ed è strutturato in sezioni nelle quali, il soggetto che presta assistenza fiscale, indica: nella prima pagina gli elementi che determinano il calcolo delle imposte: i dati identificativi; il riepilogo dei redditi; il calcolo del reddito imponibile e dell imposta lorda; il calcolo delle detrazioni e dei crediti d imposta il calcolo dell imposta netta e del rigo differenza; il calcolo delle addizionali regionale e comunale all IRPEF; nella seconda pagina i dati relativi: alla cedolare secca al contributo di solidarietà alla liquidazione delle imposte del Dichiarante; alla liquidazione delle imposte del Coniuge; agli altri dati da riportare nella successiva dichiarazione; agli importi che saranno trattenuti o rimborsati a seguito delle operazioni di conguaglio; ai dati per la compilazione del Modello F24 ai fini del pagamento IMU. I calcoli della liquidazione in dichiarazione congiunta. I dati identificativi. Casella impegno ad informare il contribuente Il prospetto di liquidazione distingue i calcoli per il dichiarante da quelli effettuati per il coniuge dichiarante. In realtà, anche se la dichiarazione è congiunta, le imposte sono personali e quindi i relativi calcoli per determinarle sono sviluppati separatamente. Il modello 730 congiunto si conclude comunque con un unico risultato finale (a debito o a credito), conguagliato, dal sostituto, nella busta paga o nella pensione del solo dichiarante. La prima parte del mod è riservata all esposizione dei dati riguardanti: il soggetto che presta assistenza fiscale (CAF, professionista abilitato o sostituto d imposta); il responsabile dell assistenza fiscale (nel caso di assistenza prestata dal CAF; il Dichiarante e Coniuge dichiarante (nel caso di dichiarazione congiunta). La casella impegno ad informare risulterà compilata qualora il contribuente abbia optato per essere informato direttamente dal CAF in merito ad eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative alla propria dichiarazione, e risulti quindi barrata la casella posta nel riquadro previsto per la sottoscrizione della dichiarazione. Ga 1

2 Il modello Ga 2

3 Il modello Ga 3

4 DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730/3: RIEPILOGO DEI REDDITI E DETERMINAZIONE DELL IMPOSTA LORDA. Il reddito complessivo. In questa sezione del Mod sono esposti i redditi conseguiti dal contribuente. Per ogni tipologia, il CAF determina il reddito da considerare ai fini del calcolo dell imposta, sulla base delle informazioni contenute nei diversi quadri del modello 730 base. In particolare: nel righi redditi dominicali e redditi agrari la somma dei redditi dichiarati nel Quadro A; nel rigo redditi dei fabbricati la somma dei redditi dichiarati nel Quadro B, determinati in base alle quote di possesso, al periodo di possesso, ai codici di utilizzo, ecc.; ATTENZIONE: in questo rigo deve essere riportato l ammontare dei redditi dei fabbricati per i quali non si è optato per la cedolare secca. nel rigo redditi di lavoro dipendente ed assimilati la somma dei redditi dichiarati nelle sezioni I e II del Quadro C. Per la determinazione dell importo da indicare nel rigo si deve tener conto delle eventuali somme erogate per l incremento della produttività indicate nella I sezione del Quadro C; nel rigo altri redditi la somma dei redditi dichiarati nella Sezione I del Quadro D determinati in base alle eventuali deduzioni o riduzioni forfetarie e quelli presenti nella Sezione II del Quadro D per i quali è stata scelta la tassazione ordinaria. al rigo imponibile cedolare secca deve essere riportato il totale dei redditi dei fabbricati da assoggettare a cedolare secca determinati sulla base dei dati rilevati dal Quadro B. In particolare deve essere riportata la somma dell imponibile dei fabbricati da assoggettare ad imposta sostitutiva nella misura del 21% e dell imponibile dei fabbricati da assoggettare ad imposta sostitutiva nella misura del 19%. Il rigo reddito complessivo riporta la somma degli importi dei righi da 1 a 6. Presenza di compensi per lavori socialmente utili. Se nel Quadro C sono indicati redditi per lavoro socialmente utile in regime agevolato, il reddito complessivo è determinato diversamente a seconda del risultato della seguente operazione: reddito complessivo - deduzione per l abitazione principale - redditi per lavoro socialmente utile +/- = se superiore a euro 9.296: il reddito complessivo è pari alla somma dei redditi; se inferiore o uguale a euro 9.296: il reddito complessivo è pari alla somma dei redditi diminuita dal totale dei redditi per lavoro socialmente utile in regime agevolato. Ga 4

5 ATTENZIONE I redditi derivanti da attività sportive dilettantistiche indicati nel Quadro D non concorrono alla formazione del reddito complessivo: fino all importo di euro Il reddito imponibile: le sezioni del prospetto di liquidazione. Vediamo ora come si determina il reddito imponibile. Dal reddito complessivo si sottrae, innanzitutto, l importo presente nel rigo deduzione per l abitazione principale. Si ricorda che tale importo è pari alla somma delle rendite catastali rivalutate dell abitazione principale e delle relative pertinenze, indicate nel quadro B. Il reddito complessivo viene, quindi, diminuito della somma presente nel rigo oneri deducibili dichiarati nella Sezione II del Quadro E, tenendo conto: degli eventuali limiti di deducibilità previsti e degli abbattimenti effettuati in sede di controllo e dell ammontare del contributo di solidarietà determinato in sede di dichiarazione dei redditi (importo riportato nel rigo 102 del mod ovvero nel rigo 122 per il coniuge) che si somma agli oneri deducibili. Quindi il reddito imponibile risulta dalla seguente operazione: reddito complessivo deduzione abitazione principale oneri deducibili (aumentati del contributo di solidarietà) - REDDITO IMPONIBILE = ATTENZIONE Se il risultato della sottrazione è negativo, deve essere ricondotto a zero. Il calcolo dell imposta lorda. L imposta lorda viene calcolata, applicando al reddito imponibile, le aliquote IR- PEF per scaglioni di reddito previste. Nella tabella che segue si riportano gli scaglioni di reddito e le relative aliquote IR- PEF in vigore: Scaglioni di reddito Aliquota * fino a euro 23% * da euro e fino a euro 27% * da euro e fino a euro 38% * da euro e fino a euro 41% * oltre euro 43% Ga 5

6 Esempio Vediamo con un esempio come vengono riportati i vari redditi nel modello 730/3 e come viene calcolata l imposta lorda relativa Un contribuente presenta i seguenti redditi ed oneri: - redditi da fabbricati (rivalutati) euro 900, di cui 480 per abitazione principale - redditi di lavoro dipendente euro altri redditi euro oneri deducibili euro I calcoli da effettuare sono: 1. sommare i redditi posseduti dal soggetto in modo da ottenere il reddito complessivo: = = reddito complessivo 2. calcolare il reddito imponibile sottraendo al reddito complessivo le varie deduzioni = = reddito imponibile 3. calcolare su tale somma l imposta lorda utilizzando la tabella di calcolo dell IRPEF: * fino a euro 23% * da euro a euro 27% * da euro a euro 38% L imposta lorda è pari a euro Compensi per attività sportive dilettantistiche con ritenuta a titolo d imposta. I compensi per attività sportive dilettantistiche con ritenuta a titolo d imposta vanno inseriti nel quadro D: se superano l ammontare di (quota esente), che gli importi da a ( ) sono assoggettati a ritenuta a titolo d imposta in misura pari all aliquota Irpef del 1 scaglione (23%), che solo le somme eccedenti concorrono a formare il reddito complessivo. Quindi, nel modello 730/3, nel rigo compensi percepiti per attività sportive dilettantistiche assoggettate a ritenute a titolo d imposta, sono indicati solo gli importi compresi fra a ( ). Tale importo per un valore di euro, sommato al reddito imponibile, è utilizzato soltanto per determinare l imposta lorda. Esempio Per capire meglio facciamo un esempio pratico. Un contribuente ha: un reddito imponibile di , compensi per attività sportive dilettantistiche pari Nel quadro D si sarà indicato: al rigo compensi attività sportive dilettantistiche del modello 730/3 verrà indicato l importo assoggettato a ritenuta a titolo d imposta pari a e cioè (compenso lordo) (quota esente) Tale importo viene sommato al reddito imponibile , ,00 = ,00 Ga 6

7 Su tale somma si calcola l imposta lorda utilizzando la tabella di calcolo dell IRPEF: fino a euro 23% pari a da euro e fino a e cioè euro 27% pari a L imposta lorda complessiva è pari a Si calcola, quindi, sull importo dei compensi per attività sportive dilettantistiche l imposta lorda utilizzando la tabella di calcolo dell IRPEF: fino a euro (questo importo è già stato assoggettato a ritenuta a titolo d imposta) - 23% pari a Si sottrae, infine, dall imposta lorda l importo di imposta sui compensi per attività sportive dilettantistiche = L imposta lorda da utilizzare per il calcolo finale dell Irpef è pari a Ga 7

8 DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DALL IMPOSTA LORDA AL RIGO DIFFERENZA Il calcolo dell imposta lorda L imposta lorda del dichiarante, ed eventualmente del coniuge dichiarante, si ottiene moltiplicando il reddito imponibile per le aliquote IRPEF, diversificate per scaglioni di reddito. Imposta lorda = Reddito imponibile X Aliquote Irpef L imposta netta deriva invece dalla differenza tra imposta lorda e il totale delle detrazioni e crediti di imposta spettanti. Imposta netta = Imposta lorda - Totale detrazioni e crediti d imposta La terza sezione del 730/3. Dettaglio delle detrazioni Nella terza sezione del modello 730/3 vengono riportate le detrazioni ed alcuni crediti d imposta. La detrazione per familiari è diversa se si tratta di: coniuge figlio altro familiare a carico. Le detrazioni per redditi sono relative a: redditi di lavoro dipendente e alcuni redditi assimilati; redditi derivanti da pensioni; altri redditi assimilati al lavoro dipendente, redditi di lavoro autonomo e alcuni redditi diversi. In tutti i casi l importo delle detrazioni di imposta previste dalla normativa è teorico, in quanto l effettiva detrazione viene collegata all ammontare del reddito complessivo del contribuente e viene calcolata tramite l applicazione di alcune formule matematiche. Le detrazioni ATTENZIONE: a seguito dell introduzione dell istituto della cedolare secca, da quest anno la norma prevede che il reddito fondiario assoggettato alla cedolare secca deve essere aggiunto al reddito complessivo per determinare la condizione di familiare fiscalmente a carico, per calcolare le detrazioni per carichi di famiglia, le altre detrazioni d imposta previste dall articolo 13 del TUIR, le detrazioni per canoni di locazione. Pertanto al reddito complessivo deve essere aggiunto il reddito fondiario assoggettato alla cedolare secca; Tale importo (reddito complessivo aumentato del reddito da assoggettare a cedolare secca) è quello riportato nel rigo 137 del modello (reddito di riferimento per agevolazioni fiscali) Le detrazioni per oneri e le altre detrazioni vengono indicate su singoli righi in base alla diversa modalità di calcolo e percentuale spettante. I crediti d imposta Nel prospetto di liquidazione, dopo le detrazioni sono riportati i seguenti crediti di imposta indicati dal contribuente nel quadro G e in particolare: credito di imposta per il riacquisto della prima casa; credito di imposta per l incremento dell occupazione; Ga 8

9 credito d imposta per reintegro anticipazioni fondi pensione; credito d imposta per mediazioni L imposta netta La somma delle detrazioni e dei crediti d imposta viene riportata nel rigo Totale detrazioni e crediti di imposta Tale importo, come anticipato all inizio, è utilizzato in diminuzione dell imposta lorda per determinare l imposta netta Imposta netta = Imposta lorda - Totale detrazioni e crediti d imposta Imposta netta pari a zero Il rigo differenza L imposta a debito o a credito Se il totale delle detrazioni e dei crediti di imposta è maggiore dell imposta lorda, l imposta netta è uguale a 0 (zero). Nella quarta sezione del modello 730/3 vengono riportate l imposta netta alcuni crediti d imposta le ritenute subite il rigo differenza alcune somme relative o derivanti da precedenti dichiarazioni Per determinare l imposta a debito o a credito, denominata, nel prospetto di liquidazione, differenza, è necessario sottrarre dalla imposta netta: il credito d imposta per altri immobili sisma Abruzzo, il credito d imposta per l abitazione principale sisma Abruzzo, il credito d imposta per le imposte pagate all estero, il credito d imposta spettante per le imposte versate sui canoni di locazione non percepiti e accertati nell ambito del provvedimento giurisdizionale di convalida di sfratto per morosità, la somma delle ritenute subite in relazione ai diversi redditi dichiarati. Imposta a debito o a credito = imposta netta - credito per imposte pagate all estero - credito per imposte sui canoni di locazione non percepiti - somma delle ritenute subite - Il rigo differenza rappresenta, quindi, il risultato dei calcoli effettuati sui dati presenti nella dichiarazione di un determinato anno d imposta. Se tale differenza è positiva si è in presenza di un debito d imposta, Se negativa si è in presenza di un eccedenza d imposta. Rimborsi di crediti d imposta L imposta indicata al rigo differenza Attenzione, i crediti d imposta per riacquisto prima casa e per l incremento della occupazione non possono essere richiesti a rimborso, ma devono essere utilizzati in diminuzione dall imposta lorda, dopo aver sottratto tutte le detrazioni spettanti. Per entrambi, l eventuale eccedenza non utilizzata può essere riportata in compensazione o rimandata all anno successivo nel prospetto di liquidazione. In alcuni casi l imposta evidenziata al rigo differenza coincide con il conguaglio che dovrà effettuare il sostituto d imposta, in altri casi invece tale importo, a debito o a Ga 9

10 credito, sarà rispettivamente ridotto o aumentato in presenza di: eccedenze da precedenti dichiarazioni, acconti versati, restituzione bonus Esempi Vediamo con un esempio come viene determinato il rigo differenza. Un contribuente presenta i seguenti redditi ed oneri: - redditi da fabbricati (rivalutati) euro 900, di cui 480 per abitazione principale - redditi di lavoro dipendente euro oneri deducibili euro detrazione per un figlio con più di 3 anni a carico al 50% euro detrazione per lavoro dipendente euro detrazione per interessi passivi x 19% euro detrazione per spese di riqualificazione energetica - (6.000 x 55%) : 3 = credito d imposta per riacquisto prima casa euro ritenute euro acconto da modello CUD euro 240 I calcoli da effettuare sono rispettivamente: = = reddito complessivo = = reddito imponibile 3. reddito imponibile x aliquote = imposta lorda L imposta sarà così determinata: fino a euro 23% da euro a euro 27% da euro a euro 38% L imposta lorda è pari a euro ( ) = imposta netta = differenza a credito 6. ( 2.760)+( 240) = ( ) IRPEF a credito Ga 10

11 DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO LE ADDIZIONALI ALL IRPEF Le addizionali regionale e comunale Come si determinano le addizionali Quando è dovuta l addizionale Le addizionali regionali e comunali sono delle imposte aggiuntive all IRPEF destinate a favorire una maggiore autonomia finanziaria degli enti locali. Sono versate alla regione ed al comune in relazione al domicilio fiscale del contribuente (soggetto passivo d imposta) rispettivamente, al 31 dicembre dell anno e al 1 gennaio a cui le stesse addizionali si riferiscono. Le modalità di determinazione dell addizionale regionale e comunale si differenziano in relazione ai redditi tassati: sui redditi da lavoro dipendente ed assimilati, le imposte sono calcolate dal sostituto d imposta in sede di conguaglio finale e certificate nel modello CUD; sugli altri redditi l addizionale regionale e comunale, se dovuta, dovrà essere liquidata con la dichiarazione dei redditi. Le addizionali regionali e comunali a saldo ed in acconto determinate dal sostituto d imposta e certificate nel CUD vengono trattenute mensilmente sulle retribuzioni o pensioni. Entrambe le addizionali sono dovute dalle persone fisiche quando, sottraendo dall imposta IRPEF lorda le detrazioni spettanti e l eventuale credito sulle imposte pagate all estero, si ottiene un risultato superiore a 10,33 euro. Imposta Irpef lorda - Detrazioni spettanti - Credito imposte all estero > 10,33 Le aliquote della addizionale regionale L addizionale regionale, a partire dal 2011, si determina applicando l aliquota dell 1,23% (o quella maggiore applicata da ciascuna Regione) al reddito complessivo La suddetta aliquota dell 1,23% si applica anche alle Regioni a statuto speciale (Valle d Aosta, Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Sardegna) e alle Province autonome di Trento e Bolzano. La base imponibile è costituita dal reddito complessivo determinato ai fini IRPEF al quale vengono sottratti: oneri deducibili deduzione per abitazione principale Reddito complessivo - Oneri deducibili - Deduzione per abitazione principale = Base imponibile Alla suddetta aliquota di base dell 1,23%, applicabile su tutto il territorio nazionale, si aggiungono gli eventuali incrementi: deliberati dalle singole Regioni, fino ad un massimo, nel 2011, dello 0,5%; il livello massimo complessivo ordinario dell addizionale regionale per il 2011 diventa quindi pari all 1,73% (1,23% + 0,5%), in luogo del precedente 1,4% (0,9% + 0,5%); applicabili automaticamente, in caso di disavanzo di gestione del Servizio sanitario regionale e di mancato raggiungimento annuale degli obiettivi del Piano di rientro dal disavanzo. Riferimenti Vedi anche l approfondimento: Addizionali regionali all Irpef anno 2011 Ga 11

12 Le aliquote del l addizionale comunale L aliquota dell addizionale comunale viene deliberata da ogni singolo Comune. I Comuni possono stabilire aliquote dell addizionale comunale Irpef differenziate esclusivamente in relazione agli scaglioni di reddito corrispondenti a quelli stabiliti dalla legge statale. Resta fermo che la soglia di esenzione che può essere stabilita con apposito regolamento: è stabilita unicamente in ragione del possesso di specifici requisiti reddituali; deve essere intesa come limite di reddito al di sotto del quale l addizionale comunale Irpef non è dovuta e, nel caso di superamento del suddetto limite, la stessa si applica al reddito complessivo. La casistica è molto vasta, possiamo individuare 4 tipologie: individuazione di una soglia di esenzione senza ulteriori indicazioni, ad e- sempio: possesso di redditi inferiori o pari a euro individuazione di più aliquote in riferimento a diverse fasce reddituali, ad esempio: - reddito fino a euro aliquota 0,2 - reddito oltre a euro aliquota 0,4 individuazione di soglie di esenzione con riferimento a specifiche tipologie di reddito, ad esempio: - reddito di pensione e lavoro dipendente non superiore ad euro 8.000, - redditi di terreni non superiore ad euro reddito abitazione principale e relative pertinenze individuazione di soglie di esenzione legate a particolari condizioni soggettive, ad esempio soglia riferita al valore ISEE. Il calcolo della addizionale comunale Ai fini della determinazione del calcolo dell addizionale comunale dobbiamo tenere presente se il Comune ha deliberato o meno la soglia di esenzione o l aliquota agevolata: nel caso in cui il Comune non abbia deliberato la soglia di esenzione, la base imponibile è costituita dal reddito complessivo determinato ai fini IRPEF al quale vengono sottratti gli oneri deducibili e la deduzione per abitazione principale reddito complessivo - oneri deducibili - deduzione per abitazione principale = Base imponibile nel caso in cui il Comune abbia determinato la soglia di esenzione, per i contribuenti che rientrano in tale soglia, la base imponibile sarà pari a zero, per i contribuenti che superano la soglia di esenzione la base imponibile è determinata come indicato precedentemente. L acconto della addizionale comunale La finanziaria 2007 ha previsto, che per la sola addizionale comunale, sia calcolato contestualmente all imposta a saldo, anche un acconto del 30% relativo al periodo d imposta successivo. L acconto relativo al 2012 è versato al Comune in cui il contribuente ha il proprio domicilio fiscale al 01/01/2012. L acconto dell addizionale comunale relativo al periodo d imposta 2012 sarà calcolato sulla base imponibile relativa al 2011 applicando su tale imponibile le aliquote e le eventuali soglie di esenzione vigenti per il 2011 nel caso in cui il comune abbia deliberato le aliquote e le eventuali soglie di esenzione vigenti. Ga 12

13 L acconto sarà invece calcolato applicando le aliquote e le eventuali soglie di e- senzione vigenti per il 2012 se la relativa delibera è stata adottata entro il 31 /12/ La compilazione del 730. Il calcolo delle addizionali Il calcolo delle addizionali è esposto nel modello 730-3, nella sezione Calcolo delle addizionali regionale e comunale all Irpef. Nella sezione relativa al calcolo delle addizionali regionali e comunali all IRPEF sono indicati: il reddito imponibile; l addizionale regionale all IRPEF dovuta; l addizionale regionale all IRPEF risultante dalla certificazione; l eccedenza dell addizionale regionale all IRPEF risultante dalla precedente dichiarazione; l addizionale comunale all IRPEF dovuta; l addizionale comunale all IRPEF risultante dalla certificazione e/o versata ( acconto e saldo da mod. CUD, acconto da mod. 730 e/o F24 dedotto dell eventuale addizionale restituita e/o non trattenuta da sostituto d imposta indicata al punto 13 del CUD); l eccedenza dell addizionale comunale all IRPEF risultante dalla precedente dichiarazione; l acconto dell addizionale comunale all IRPEF per l anno 2012; l acconto dell addizionale comunale all IRPEF risultante dalla certificazione per l anno Le soglie di esenzione della addizionale comunale Attenzione nel caso in cui il Comune abbia deliberato per l anno 2011 soglie di e- senzione legate a particolari condizioni soggettive, il contribuente che si trova in tale condizione, dovrà compilare il quadro F, sezione VI, rigo F7 per attestare il possesso dei requisiti previsti. In questo caso se il reddito imponibile è inferiore o uguale all importo indicato nel quadro F, sezione VI, rigo F7, l importo della addizionale dovuta è pari a zero. In caso contrario è costituito dall intero importo. Allo stesso modo dovrà essere indicato al quadro F, sezione VI, rigo F8, l eventuale soglia di esenzione ai fini della determinazione dell acconto per il Esempio Vediamo, attraverso un esempio pratico, come si effettuano i calcoli per determinare le addizionali dovute. Il contribuente abita, al e al , a Teramo e, dal CUD 2012, risulta che ha percepito nel 2011 un reddito da lavoro dipendente pari a euro sul quale è stata operata una ritenuta per addizionale regionale di euro 448 e per addizionale comunale, un acconto di euro 45 e un saldo di euro 115. Nessun acconto Irpef o addizionale, derivante da 730/2011, risulta trattenuto. Oltre a questo reddito, il contribuente dichiara anche: - reddito da fabbricati euro 1400 di cui 480 per abitazione principale - oneri deducibili euro 200 L aliquota prevista per l anno 2011 per la regione Abruzzo è pari a 1,4%, mentre l aliquota stabilita dal Comune di Teramo è pari allo 0,5%. Il Comune di Teramo non ha variato la propria aliquota entro il Calcolo del reddito imponibile, ai fini delle addizionali: - reddito da lavoro dipendente = euro redditi di fabbricati = euro di abitazione principale = euro oneri deducibili (in diminuzione) = euro Totale reddito imponibile = euro Ga 13

14 Calcolo dell addizionale regionale a saldo: - reddito x 1,4% = 458,08 - acconti trattenuti in CUD = 448,00 - saldo = 10,08 (*) Calcolo dell addizionale comunale a saldo: - reddito x 0,5% = 163,60 - Addizionale in CUD (acconto + saldo) = 160,00 - saldo = 3,60 (*) Calcolo dell acconto dell addizionale comunale x l anno 2012: x 0,5% = 160 x 30% = 48 (acconto per 2012) x 0,5% = 163,60 x 30% = 49,08 (calcolo in 730) - differenza a saldo su 730/2010 = euro +1,08 (*) (*) = gli importi inferiori a 12 euro non sono dovuti. Limiti del saldo a debito o a credito Come per l Irpef, se il saldo dell addizionale regionale o comunale è pari o inferiore a 12 euro non sarà dovuto alcun versamento mentre in caso d imposta a credito pari od inferiore a 12 euro non sarà dovuto alcun rimborso. In caso di addizionale regionale e/o comunale a debito, per un importo superiore a 12 euro, il contribuente dovrà comunque presentare la dichiarazione dei redditi, anche se esonerato ai fini IRPEF. Ga 14

15 DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO CALCOLO DEGLI ACCONTI DOVUTI. L acconto Irpef L acconto Irpef è l'importo che il contribuente in alcuni casi può essere tenuto a versare come anticipo dell imposta dovuta sui redditi dell'anno in corso. Quando è dovuto l acconto L acconto è dovuto quando il rigo differenza del prospetto di liquidazione è uguale o superiore a euro 52. L acconto è calcolato moltiplicando l importo del rigo differenza per una percentuale stabilita dalla legge. Rigo differenza X Percentuale = acconto La misura dell acconto è pari al 99% del rigo differenza. Attenzione: si ricorda che l acconto Irpef per l anno d imposta 2012, a seguito del differimento di tre punti percentuali è dovuto nella misura del 96%. Tuttavia, tale differimento ha effetto sulla seconda o unica rata di acconto. Quando è dovuto l acconto Dove si indicano gli acconti Esempio L acconto è versato nel mese di novembre, ma quando l importo è superiore a 257,52 euro (rigo differenza 260,12 euro) il versamento è suddiviso in due rate: - la prima, pari al 40% dell acconto totale (quindi, per il 2012, il 40% del 99% del rigo differenza), deve essere versata entro la scadenza prevista per il versamento dell imposta a saldo; - la seconda, versata entro il mese di novembre, sarà pari all acconto determinato nella misura del 96%, diminuito dell importo dovuto come prima rata. Nel modello 730 l acconto è riportato nel prospetto di liquidazione nei righi prima rata di acconto Irpef per il 2012 e seconda o unica rata di acconto Irpef per il 2012, rispettivamente nelle sezioni liquidazione delle imposte del dichiarante e liquidazione delle imposte del coniuge Vediamo con un esempio come si effettua il calcolo: Rigo differenza (colonna dichiarante) = 450,00 euro L acconto per il 2012 è pari al 99%, perciò dobbiamo moltiplicare 450 per il 99% 450,00 x 99% = 445,50 Il risultato è superiore a 257,52 perciò l acconto dovrà essere pagato in due rate: la prima pari al 40% dell acconto totale e cioè: 445,50 x 40% = 178,20 la seconda rata risulta dalle seguenti operazioni: 450,00 X 96% = 432,00 432,00 178,20 = 253,80 colonna versamenti di acconto in misura inferiore del rigo F6 la minore somma che deve essere trattenuta dal sostituto d imposta. Queste situazioni possono verificarsi quando il contribuente prevede che nella prossima dichiarazione dei redditi avrà un imposta minore per effetto di una diminuzione dei suoi redditi oppure di un aumento degli oneri detraibili o deducibili. Ga 15

16 Acconto in dichiarazione congiunta Comunicazione per riduzione dell acconto In caso di dichiarazione congiunta, il calcolo va effettuato facendo riferimento al rigo differenza di ciascun coniuge. Il contribuente che, in fase di compilazione della dichiarazione dei redditi, non ha richiesto il blocco o la riduzione degli acconti, ha la possibilità di bloccare totalmente o in parte il versamento del secondo acconto inviando entro il 30 di settembre una comunicazione al sostituto d imposta. Il primo acconto, però, sarà regolarmente trattenuto dal sostituto d imposta che è in possesso del modello Ga 16

17 DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO LIQUIDAZIONE DELLE IMPOSTE Il saldo della dichiarazione Liquidazione delle imposte Ogni dichiarazione si chiude con la definizione dei saldi finali. Gli importi a saldo possono essere a debito o a credito. Una sezione del prospetto di liquidazione è destinata a raccogliere i risultati dei calcoli effettuati in precedenza. La sezione liquidazione delle imposte del dichiarante del prospetto di liquidazione riporta il risultato contabile della dichiarazione con riferimento a: Irpef; addizionale regionale Irpef; addizionale comunale Irpef; eventuali acconti d imposta; acconto 20% su redditi a tassazione separata; acconto su addizionale comunale; imposta sostitutiva somme per incremento della produttività; cedolare secca sugli immobili; eventuali acconti riferiti alla cedolare secca; contributo di solidarietà Una analoga sezione è prevista, nel caso di dichiarazione congiunta, per il risultato contabile del coniuge dichiarante. Limite minimo di versamento dell imposta La normativa prevede che, in sede di dichiarazione dei redditi e con riferimento alla singola imposta o addizionale, non si esegue il versamento del debito o il rimborso del credito risultante dalla dichiarazione, se esso non supera il limite di 12 euro. Per questo motivo, nella sezione liquidazione d imposta sono previste 6 colonne, uguali per il dichiarante e per il coniuge in caso di dichiarazione congiunta. Tali colonne riguardano le seguenti imposte: Irpef Addizionale regionale Irpef Addizionale comunale Irpef Cedolare secca sugli immobili Le prime quattro colonne riguardano i crediti, e in particolare: nella colonna importi non rimborsabili gli importi che corrispondono ai saldi a credito inferiori o uguali a 12 euro, per i quali non c è obbligo di rimborso del credito; nella colonna credito il credito spettante perché superiore a 12 euro; nella colonna di cui da utilizzare in compensazione con il modello F24 per i versamenti IMU la parte del credito che viene utilizzato in compensazione per il pagamento dell'imposta municipale propria (se richiesto attraverso la compilazione del quadro I) nella colonna di cui da rimborsare a cura del sostituto i rimborsi che devono essere effettivamente effettuati dal sostituto di imposta. Attenzione: La somma dei due importi indicati nelle colonne di cui da utilizzare in compensazione con il modello F24 per i versamenti IMU e di cui da Ga 17

18 rimborsare a cura del sostituto corrisponde all importo indicato in colonna credito. Le successive due colonne riguardano i debiti, e in particolare: nella colonna importi da non versare le imposte da versare che corrispondono ai saldi a debito inferiori o uguali a 12 euro, per i quali non c è obbligo di versamento; nella colonna importi da trattenere a cura del sostituto gli importi da trattenere a cura del sostituto d imposta perché superiori a 12 euro. Versamento o rimborso dell Irpef Sezione Altri Dati del mod.730/3 Il riquadro liquidazione delle imposte relativo sia al dichiarante che al coniuge contiene anche alcuni altri righi relativi agli acconti. I righi prima rata di acconto Irpef per il 2012 seconda o unica rata di acconto pagata per il 2012 riportano gli acconti (uno o due) dovuti per l anno di imposta 2012, il rigo acconto sui redditi a tassazione separata riporta il 20% di acconto sui redditi a tassazione separata indicati nel modello 730, per i quali non è stata scelta l opzione della tassazione ordinaria. L importo indicato non può essere negativo. il rigo acconto addizionale comunale per il 2012 riporta l acconto dell addizionale comunale Irpef dovuto per il 2012, calcolato come indicato in precedenza. il rigo imposta sostitutiva somme per incremento della produttività riporta l imposta sostitutiva da trattenere a cura del sostituto d imposta. I righi prima rata di acconto cedolare secca per il 2012 e seconda o u- nica rata di acconto cedolare secca pagata per il 2012 riportano gli acconti (uno o due) dovuti per l anno di imposta 2012 Il rigo Contributo di solidarietà riporta l importo dovuto del contributo di solidarietà Nella seconda parte del modello è presente anche un riquadro denominato ALTRI DATI. Tale riquadro contiene i seguenti dati, relativi sia al dichiarante che al coniuge: residuo del credito d imposta per il riacquisto della prima casa da utilizzare in compensazione; residuo del credito d imposta per l incremento della occupazione da utilizzare in compensazione; residuo del credito d imposta per l abitazione principale sisma Abruzzo residuo del credito d imposta reintegro anticipazioni fondi pensione, residuo del credito d imposta per mediazioni totale spese sanitarie rateizzate nella presente dichiarazione ; reddito di riferimento per agevolazioni fiscali comprensivo dell imponibile cedolare secca sulle locazioni; crediti per imposte pagate all estero. Si ricorda che il residuo dei crediti d imposta potrà essere utilizzato in diminuzione dell imposta dovuta nella prossima dichiarazione dei redditi. Anche l importo relativo alle spese rateizzate e i dati relativi ai crediti per imposte pagate all estero verranno utilizzati nella prossima dichiarazione dei redditi. Ga 18

19 Sezione Risultato della liquidazione del mod.730/3 Nella sezione risultato della liquidazione è presente il rigo richiesta di rateizzazione dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti che riporta il numero di rate scelte dal contribuente per il pagamento dei versamenti di saldo e degli eventuali acconti. Il contribuente infatti può decidere di avvalersi della facoltà di rateizzare le somme dovute, relativi ai versamenti di saldo e ad eventuali acconti. Il secondo acconto non può essere rateizzato. La scelta per la rateizzazione deve essere effettuata indicando nel quadro F del modello 730, nella sezione relativa alle trattenute del saldo dovuto per il 2011 e degli eventuali acconti relativi al 2012 nella colonna numero rate, il numero delle rate che può andare da 2 a 5. Per i contribuenti pensionati, è opportuno che l eventuale scelta per la rateizzazione non superi il numero di tre rate, perché per tali soggetti il conguaglio viene normalmente effettuato solo a partire dal mese di agosto. Se viene scelta la rateizzazione il sostituto di imposta che opera il conguaglio deve calcolare gli interessi dovuti, pari allo 0,33 mensile. Importi trattenuti o rimborsati Nella sezione risultato della liquidazione sono, poi, indicati anche gli importi che saranno trattenuti o rimborsati dal datore di lavoro o dall ente pensionistico in busta paga a seguito delle operazioni di conguaglio. Nel primo rigo sono riportati: a colonna 1 gli importi che verranno trattenuti nel mese di luglio (agosto o settembre per i pensionati), a colonna 2 gli importi che verranno trattenuti nel mese di novembre, relativi alle seconda o unica rata di acconto IRPEF. Nel secondo rigo sono riportati: a colonna 1 gli importi che verranno rimborsati nel mese di luglio (agosto o settembre per i pensionati). Il risultato si ottiene sommando in forma algebrica tutti gli importi da trattenere e da rimborsare a cura del sostituto di imposta relativi al dichiarante ed al coniuge. Esempio Vediamo con un esempio come viene determinata la liquidazione dell imposta. Dal modello 730/3 (prospetto di liquidazione) di un contribuente risulta: IRPEF a debito euro 741 (rigo differenza) Addizionale regionale IRPEF a debito euro 140 Addizionale comunale IRPEF a debito euro 20 Acconto addizionale comunale IRPEF a debito euro 15 Acconti Irpef 2009 versati euro 800 I calcoli da effettuare sono: = 59 (importo Irpef da rimborsare) 741 x 99% = 733,59 (< 257,52) 733,59 x 40% = 293 (primo acconto Irpef) 733,59 x 60% = 440 (secondo acconto Irpef) = 409 (importo complessivamente trattenuto a luglio) 440 (importo complessivamente trattenuto a novembre) = 409 (importo complessivamente trattenuto a Luglio) 440 (importo complessivamente trattenuto a novembre) Ga 19

20 Credito utilizzato per il pagamento IMU. Nella sezione Dati per la compilazione del modello F24 ai fini del pagamento IMU sono indicati i crediti derivanti dalla dichiarazione che i contribuenti possono utilizzare in compensazione nel Modello F24 per il pagamento dell IMU. Si tratta quindi degli importi indicati nella colonna 3 delle sezioni Liquidazione delle imposte del Dichiarante e del Coniuge. Ga 20

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2014

MODELLO 730-3 redditi 2014 07-07-0 MODELLO 70- redditi RE-00-00000077 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata DICHIARAZIONE Ufficio: UFFICIO VIA BISMANTOVA Pr. Archiv.: 77 PRECOMPILATA 70 rettificativo

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

Modello 730 integrativo. di pagine 1 1 COGNOME NOME CODICE FISCALE

Modello 730 integrativo. di pagine 1 1 COGNOME NOME CODICE FISCALE AGENZIA DELLE ENTRATE MOD. 730-2 PER IL C.A.F. O PER IL PROFESSIONISTA ABILITATO REDDITI 2014 Modello 730 integrativo RICEVUTA DELL AVVENUTA CONSEGNA DELLA DICHIARAZIONE MOD. 730 E DELLA BUSTA CONTENENTE

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI GLI ACCONTI PAGATI La compilazione del quadro F del 730 Il quadro F del modello 730 si compone di 8 sezioni nelle quali sono riportati i seguenti dati: Sezione

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale 00B COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 00 e successive modificazioni DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL D''ATRI LUCA M DATA DI NASCITA (o Stato estero) DI NASCITA CONTRIBUENTE

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2013

MODELLO 730-3 redditi 2013 LUBSAL0 LUBRANO DI DIEGO SALVATORE MODELLO 730-3 redditi 03 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata Modello N. Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa 9, 09 Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL /0/0 e successive modificazioni Mod. N. DATI DEL ZANCAI LORIS M DATA DI NASCITA CONTRIBUENTE

Dettagli

QUADRO RN CALCOLO DELL IRPEF

QUADRO RN CALCOLO DELL IRPEF QUADRO RN CALCOLO DELL IRPEF ASPETTI GENERALI La struttura del Quadro discende dallo schema normativo di determinazione dell imposta a debito o a credito, così determinato: Reddito complessivo (meno) Deduzione

Dettagli

redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Coniuge congiunta

redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Coniuge congiunta MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale CONTRIBUENTE X Gli importi devono essere indicati in unità di Euro Dichiarante Coniuge Dichiarazione

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate 0 BL/00000 Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 CAAF NORD

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013

MODELLO 730/2014 redditi 2013 Conforme al Provvedimento del /0/0 e successive modificazioni ZUCCHETTI S.p.A. - Via Solferino, - 900 Lodi DOMICILIO FISCALE AL 0/0/0 PROV. CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA FAMILIARI A CARICO

Dettagli

MODELLO 730/2012 redditi 2011 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2012 redditi 2011 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale 00DC INNOVARE S.p.A. - Via Monte Rosa - 0 Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 00 DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Mod. N. DATI DEL MACCAGNANO PAOLO M DATA DI NASCITA (o Stato

Dettagli

ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013

ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013 ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013 Istruzioni per lo svolgimento degli adempimenti previsti per l assistenza fiscale da parte dei sostituti d imposta, dei professionisti

Dettagli

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 00 e successive modificazioni DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL GENOVESE DATA DI CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA Da compilare

Dettagli

redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Coniuge congiunta

redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Coniuge congiunta MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL /0/0 E DEL 0/0/0 - ITWorking S.r.l.

Dettagli

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF ADEMPIMENTO NOVITÀ 2015 CATEGORIE DI REDDITO DETERMINAZIONE DEL REDDITO SCADENZA COME SI COMPILA CASI PRATICI CASI PARTICOLARI Il Quadro RN è utilizzato ai fini del calcolo

Dettagli

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate BOZZA 9//0 CONTRIBUENTE Dichiarante FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio)

Dettagli

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate CONTRIBUENTE Dichiarante DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Coniuge dichiarante

Dettagli

MODELLO 730/2012 redditi 2011 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2012 redditi 2011 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza genzia ntrate Dichiarante Coniuge dichiarante Soggetto

Dettagli

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale 0C ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa, 0 Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 00 e successive modificazioni DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTU MARIO M DATA DI

Dettagli

MODELLO 730/2010 redditi 2009 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2010 redditi 2009 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Modello N. MODELLO 70/00 redditi 009 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Dichiarante

Dettagli

redditi 2012 Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative alla presente dichiarazione

redditi 2012 Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative alla presente dichiarazione redditi Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative alla presente dichiarazione Modello N. 730 730 rettificativo integrativo CONFORME AL PROVVEDIMENTO

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale 0IC ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa 9, 09 Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL /0/0 e successive modificazioni Mod. N. DATI DEL RICCI CLAUDIO M DATA DI NASCITA (o Stato

Dettagli

Novità del modello 730/2012 redditi 2011

Novità del modello 730/2012 redditi 2011 Novità del modello 730/2012 redditi 2011 A cura del dott. Andrea Baratta Frontespizio e Familiari a carico E stata introdotta una casella denominata situazioni particolari per evidenziare particolari condizioni

Dettagli

MODELLO 730/2011 redditi 2010 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2011 redditi 2010 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Modello N. MODELLO 0/0 redditi 00 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Dichiarante

Dettagli

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013 Roma, 22 Gennaio 2013 Prot. n. 58/2013/CDA/SS/GN Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI Circolare n. 05/2013 Oggetto: nuovo Modello 730/2013, redditi 2012: principali caratteristiche Con il provvedimento

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale SEEK & PARTNERS SpA - Via Jacopo Linussio, - PORDENONE - CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 0/0/0 DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale SEEK & PARTNERS SpA - Via Jacopo Linussio, - PORDENONE - CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 0/0/0 FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015

ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015 ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015 Istruzioni per lo svolgimento degli adempimenti previsti per l assistenza fiscale da parte dei sostituti d imposta, dei professionisti

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

MODELLO 730/2011 redditi 2010 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2011 redditi 2010 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Modello N. MODELLO 70/0 redditi 00 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Dichiarante

Dettagli

CAPGIU02 CAPRIOTTI GIULIETTA ELABORATO CPRGTT51R43I318F

CAPGIU02 CAPRIOTTI GIULIETTA ELABORATO CPRGTT51R43I318F CAPGIU0 CAPRIOTTI GIULIETTA ELABORATO CPRGTTRI8F Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Conforme al Provvedimento del /0/0 e

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi

LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi LE PRINCIPALI NOVITA' OPERATIVE CONTENUTE NEL MODELLO 730-2015 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale L'Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 4791 del 15 gennaio 2015 ha approvato il modello

Dettagli

MODELLO 730/2011 redditi 2010 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2011 redditi 2010 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Modello N. MODELLO 70/0 redditi 00 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Dichiarante

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Conforme al provvedimento Agenzia Entrate del /0/0 e successive modificazioni Modello Grafico realizzato da Namirial S.p.a. Via Caduti sul lavoro, Senigallia (AN) *MSSMCRRF0E* Mod. N. MODELLO 0/0 redditi

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro SEEK & PARTNERS SpA

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Mod. N. MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Dichiarante

Dettagli

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012 Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO L Agenzia delle Entrate ha approvato il Mod. 730/ che permette ad alcune categorie di contribuenti (per lo piu` lavoratori

Dettagli

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione:

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Indicazioni sulla Compilazione dei Quadri del Modello 730/2012 in presenza di CUD 2012 Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Reddito lavoro

Dettagli

AGENZIA DELLE ENTRATE MOD. 730-2 PER IL SOSTITUTO D'IMPOSTA REDDITI 2013

AGENZIA DELLE ENTRATE MOD. 730-2 PER IL SOSTITUTO D'IMPOSTA REDDITI 2013 9/0/0 9:0: VISENTINI MARCO VSNMRC8ED8W GRRLSN0CD8A AGENZIA DELLE ENTRATE MOD. 0- PER IL SOSTITUTO D'IMPOSTA REDDITI 0 SI DICHIARA CHE RICEVUTA DELL AVVENUTA CONSEGNA DELLA DICHIARAZIONE MOD. 0 E DELLA

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014

MODELLO 730/2015 redditi 2014 08 DELPIANO PIERCARLA ELABORATO MODELLO 0/0 redditi 0 Mod. N. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Conforme al Provvedimento del /0/0 CAF Do.C. Spa - Via

Dettagli

CARTA MARIO CARTA MARIO M 22 04 1980 RIVOLI TO X ERICE (D423)

CARTA MARIO CARTA MARIO M 22 04 1980 RIVOLI TO X ERICE (D423) *CRTMRA80DHRO* CRTMRA80DHR /0/0 09:: TPA D 0 MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013

MODELLO 730/2014 redditi 2013 0999 WARD PERKINS HUGH ELABORATO MODELLO 0/0 redditi 0 Mod. N. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Conforme al Provvedimento del /0/0 e successivi CAF Do.C.

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

Oggetto: dichiarazione concernente le variazioni della situazione patrimoniale.

Oggetto: dichiarazione concernente le variazioni della situazione patrimoniale. Napoli, giugno 0 Oggetto: dichiarazione concernente le variazioni della situazione patrimoniale. Il sottoscritto GIANCANE Gaetano, attesta che nessuna variazione è intervenuta nella situazione patrimoniale.

Dettagli

AGENZIA DELLE ENTRATE 730 2015 SERVIZIO TELEMATICO DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI

AGENZIA DELLE ENTRATE 730 2015 SERVIZIO TELEMATICO DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI - - AGENZIA DELLE ENTRATE 0 0 SERVIZIO TELEMATICO DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI COMUNICAZIONE DI AVVENUTO RICEVIMENTO (art., comma 0, D.P.R. /998) MODELLO DI DICHIARAZIONE 0 0 DICHIARAZIONE PROTOCOLLO

Dettagli

Modello N. Pag. 1 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale. Dichiarazione congiunta 730 senza sostituto

Modello N. Pag. 1 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale. Dichiarazione congiunta 730 senza sostituto MODELLO 0/0 redditi 0 Modello N. Pag. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale 000 BASE CONTRIBUENTE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) LCNGCRH0AM TIPOLOGIA

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

MODELLO 730/2009 redditi 2008

MODELLO 730/2009 redditi 2008 CONTRIBUENTE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) MODELLO 70/009 redditi 008 Modello N. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Coniuge dichiarante

Dettagli

Modello 730/2012. Guida alla compilazione

Modello 730/2012. Guida alla compilazione Modello 730/2012 Guida alla compilazione Indice Introduzione 1. Cosa cambia rispetto al modello dello scorso anno pag. 03 PARTE I - ASPETTI GENERALI 1.Il modello 730/2012 pag. 08 2.Termini di presentazione

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014

MODELLO 730/2015 redditi 2014 R SEDE RTLGPL73H03D63U PRCNGL7C7D63X 70 3 MODELLO 730/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Dichiarazione Rappresentante CONTRIBUENTE

Dettagli

5 CANONE DI LOCAZIONE. (vedere istruzioni)

5 CANONE DI LOCAZIONE. (vedere istruzioni) CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) TRNGCMB0G9C DATI DEL CONTRIBUENTE BARRARE LA CASELLA C = Coniuge F = Primo figlio F = Figlio A = Altro D = Figlio disabile F PRIMO FIGLIO D Numero

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Conforme al Provvedimento del /0/0 e successive modificazioni ZUCCHETTI S.p.A. - Via Solferino, - 900 Lodi CONTRIBUENTE DATI DEL CONTRIBUENTE RESIDENZA ANAGRAFICA Da compilare solo se variata dal //0 alla

Dettagli

MODELLO 730/2013 NOVITÀ

MODELLO 730/2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 9/2013 del 14 marzo 2013 MODELLO 730/2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Quadro del Modello 730/2013 2. Contribuenti che possono utilizzare il Modello 730/2013

Dettagli

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale BOZZA INTERNET del //0 Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate CONTRIBUENTE Dichiarante DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio)

Dettagli

MODELLO 730/2010 redditi 2009 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2010 redditi 2009 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE CODICE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Modello N. MODELLO 70/00 redditi 009 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Coniuge

Dettagli

Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze

Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze di Roberta Aiolfi e Valerio Artina (*) L ADEMPIMENTO Sono stati approvati i modelli di dichiarazione dei redditi Mod. 730/2011 inerenti l assistenza fiscale

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013

MODELLO 730/2014 redditi 2013 LVRLVR9E0H0X 0 MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro Coniuge CONTRIBUENTE

Dettagli

MODELLO 730/2009 redditi 2008

MODELLO 730/2009 redditi 2008 CONTRIBUENTE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) MODELLO 70/009 redditi 008 Modello N. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Coniuge dichiarante

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale 0 genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONTRIBUENTE Dichiarante

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE BARRARE LA CASELLA C = Coniuge F = Primo figlio F = Figlio A = Altro D = Figlio con disabilità F PRIMO FIGLIO D F A D FISCALE

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale SEEK & PARTNERS SpA - Via Jacopo Linussio, - PORDENONE - CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 0/0/0 FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA

Dettagli

Tipologie di contribuenti

Tipologie di contribuenti DEFINIZIONI E CLASSIFICAZIONI Tipologie di contribuenti Il mondo dei contribuenti Persone Fisiche viene analizzato sia nella sua completezza che considerando i soli titolari di partita iva. Tutti i contribuenti

Dettagli

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 Modello 730: provvedimento di approvazione del 15 gennaio 2014; provvedimento di modifica del 10 marzo 2014. Modello UNICO Persone

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale 00SQ ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa 9, 09 Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL /0/0 e successive modificazioni Mod. N. DATI DEL VALENT ORNELLA F DATA DI NASCITA COMUNE

Dettagli

03;J.95Y2 SCARAMELLI RICCARDO ELABORATO Mod, N, LI

03;J.95Y2 SCARAMELLI RICCARDO ELABORATO Mod, N, LI 03;J.95Y2 SCARAMELLI RICCARDO ELABORATO Mod, N, LI MODELLO 730/2014 redditi 20 13 dichiarazione semplificata del conlrlbuénli che si awalgono dell'assistenza fiscale _1---1.tI (D014) GO ~~C~OSM~P%A~G~N~I~A~P~O~R~T~U~A~LijE~S~.~R~.~L~.~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Dettagli

ESEMPIO COMPLETO DI COMPILAZIONE

ESEMPIO COMPLETO DI COMPILAZIONE ESEMPIO COMPLETO DI COMPILAZIONE Si riporta un esempio completo di compilazione del Mod. 730/2016 e del Mod. 730-3/2016, comprensivo dei calcoli a cura di chi presta assistenza fiscale (nel caso specifico,

Dettagli

MODELLO 730/2003 redditi 2002

MODELLO 730/2003 redditi 2002 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI ANAGRAFICI RESIDENZA ANAGRAFICA DOMICILIO FISCALE AL //00 (barrare la STATO CIVILE relativa casella ) BARRARE LA CASELLA C = F= Primo

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF ,00

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF ,00 CODICE FISCALE PERIODO D IMPOSTA 0 PERSONE FISICHE 0 genzia ntrate L T R F L L M L C REDDITI QUADRO RN Determinazione dell IRPEF MODELLO GRATUITO QUADRO RN IRPEF Determinazione dell imposta Residui detrazioni,

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale TSIRTNEA9V Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro MODELLO GRATUITO

Dettagli

MY TOMMASO ROBERTO. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MY TOMMASO ROBERTO. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale *MYXTMSC0F8XO* MYXTMSC0F8X GRNTZNAF8L 09/0/0 :: LE 0 0 MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere

Dettagli

Soggetti esclusi ed esonerati dalla presentazione del Mod. 730/2013

Soggetti esclusi ed esonerati dalla presentazione del Mod. 730/2013 Soggetti esclusi ed esonerati dalla presentazione del Mod. 730/2013 L'introduzione dell'imu ha inciso sulle casistiche di esonero della presentazione della dei redditi, e, quindi, anche del Mod. 730/2013.

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale TKQ ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa, Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL // e successive modificazioni DATI DEL MARTINELLI FAUSTO M DI NASCITA (o Stato estero) DI NASCITA

Dettagli

MODELLO 730/2012 redditi 2011

MODELLO 730/2012 redditi 2011 Conforme al Provvedimento del 00 e successive modificazioni ZUCCHETTI S.p.A. - Via Solferino, - 900 Lodi PROV. CONTRIBUENTE DATI DEL CONTRIBUENTE STATO CIVILE RESIDENZA ANAGRAFICA Da compilare solo se

Dettagli

CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730

CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730 CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730 ORE TOTALI: 30 Turni al mattino o pomeriggio per 4 ore al giorno OBIETTIVO: il corso ha come obiettivo quello di fornire le conoscenze e le competenze professionali

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 CONTRIBUENTE Dichiarante

Dettagli

MODELLO 730/2007 redditi 2006

MODELLO 730/2007 redditi 2006 MODELLO 70/007 redditi 006 DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Modello N. dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate CONTRIBUENTE dichiarante 70 integrativo

Dettagli

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale ORE SOFTWARE S.p.A. - Via Monte Rosa, 0 Milano - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 00 e successive modificazioni DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL SPIERTO ANTONIO M DATA

Dettagli

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - COMUNE DI PUTIGNANO

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - COMUNE DI PUTIGNANO FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL CONTRIBUENTE BARRARE LA CASELLA C = Coniuge F = Primo figlio F = Figlio A = Altro D = Figlio con disabilità COGNOME e NOME o DENOMINAZIONE PROV. CONTRIBUENTE

Dettagli

Modello 730/2015 novità

Modello 730/2015 novità Modello 730/2015 novità Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 24/03/2015 1 Principali riferimenti normativi Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

MODELLO 730/2012 redditi 2011 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2012 redditi 2011 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale CONTRIBUENTE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate dichiarante Soggetto fiscalmente

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2013 redditi 2012 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale CONTRIBUENTE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Coniuge dichiarante Soggetto

Dettagli

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione Il punto di pratica professionale Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione a cura di Carlo Cavalleri e Sergio Deangelis Consulenti del Lavoro in Genova Da

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/2015 redditi dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. 1 Gli importi devono essere indicati in unità di Euro Stampato con tecnologia di stampa

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale F9L TSS S.p.A - Via C. Pisacane - 00 Pero (MI) - COPIA CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE DEL /0/0 e succ. modificazioni Mod. N. DATI DEL LUCCI FILIPPO M DATA DI NASCITA CONTRIBUENTE GIORNO

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Conforme al Provvedimento del /0/0 e successivi Apogeo Srl Via I Maggio, - Piacenza DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) DATI DEL VIA CONTRIBUENTE BARRARE LA CASELLA C = Coniuge F = Primo figlio F = Figlio

Dettagli