Agenti e rappresentanti di commercio: lo scomputo delle ritenute d acconto non certificate

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Agenti e rappresentanti di commercio: lo scomputo delle ritenute d acconto non certificate"

Transcript

1 Agenti e rappresentanti di commercio: lo scomputo delle ritenute d acconto non certificate Vito Dulcamare La risoluzione n. 68/E del 19 marzo 2009 con la quale l Agenzia delle Entrate ha ammesso lo scomputo delle ritenute non certificate, purché idoneamente comprovate dal documento che attesti il pagamento del compenso e da una autocertificazione del contribuente, vale non solo per i professionisti ma anche per i titolari di reddito d impresa e, quindi, anche per gli agenti e rappresentanti di commercio che, fra i titolari di reddito di impresa, sono i più diretti interessati alla disciplina delle ritenute. L approssimarsi del termine per la trasmissione di Unico 2009 impone, quindi, di verificare come tale risoluzione possa essere applicata dagli agenti e rappresentanti, tenuto conto della grande differenza che esiste fra i professionisti e gli agenti (non rientranti nel regime dei contribuenti minimi). Infatti, mentre per i professionisti non sussiste (o non dovrebbe sussistere) alcuna differenza temporale fra periodo di produzione del reddito di lavoro autonomo e periodo in cui è effettuata la ritenuta, risultando applicabile in entrambi i casi il principio di cassa, qualche problema in più si pone, invece, per gli agenti e rappresentanti. Controlli ex art. 36-ter del DPR n. 600/1973 Si verifica frequentemente che, in sede di controllo formale della dichiarazione dei redditi dell agente, l agente si trovi a dover giustificare la diversità fra i ricavi dichiarati, le ritenute subite e, soprattutto, le ritenute certificate (e i conseguenti redditi). Tale diversità è giustificata proprio dalla diversità dei principi applicati: da una parte il principio di competenza per i ricavi (e le ritenute da scomputare), dall altro il principio di cassa per la certificazione delle ritenute subite. Scomputo delle ritenute In effetti, gli agenti e i rappresentanti di commercio producono un reddito che è qualificato reddito d impresa e che si determina sulla base del criterio della competenza temporale, mentre lo scomputo delle ritenute d acconto avviene, secondo quanto previsto dall art. 22 del TUIR e dell art. 25-bis del DPR n. 600/1973, sulla base di un criterio che tiene conto del momento in cui le ritenute d acconto sono operate; peraltro tali ritenute sono quelle operate ai redditi che formano oggetto della dichiarazione e, quindi, alle provvigioni dichiarate per competenza.

2 Una prima questione operativa è quella che attiene all individuazione del momento in cui le ritenute sono operate ; tale momento coincide pressoché sempre con il momento in cui la casa mandante provvede al pagamento delle provvigioni a favore dell agente, il quale dovrebbe, quindi, essere a conoscenza di tale momento. Pertanto, in relazione alle provvigioni maturate per competenza nel 2008, 2009, l agente dovrebbe verificare, prima della trasmissione di Unico 2009, se le provvigioni stesse sono state pagate; in tal caso, potrebbe procedere allo scomputo delle ritenute. Se questo è il sistema, un primo problema pratico consiste nel fatto che talune provvigioni di competenza del 2008 potrebbero essere pagate anche dopo il mese di luglio 2009, con la necessità di tenere conto delle ritenute operate anche su tali provvigioni prima della trasmissione di Unico 2009, con buona pace dei conteggi e dei versamenti effettuati alle ordinarie scadenza del 16 giugno. Nella pratica, però, pare che, anche in presenza di ritenute operate, ad esempio, dopo il mese di luglio ma prima del termine della trasmissione, non si procede al ricalcolo della dichiarazione, erroneamente applicando l altra norma, sempre contenuta nei citati art. 22 e art. 25-bis, secondo cui le ritenute operate dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi si scomputano dall imposta relativa al periodo di imposta nel quale sono state operate. In ogni caso, però, l applicazione di tale disposizione comporta, negli anni successivi, un monitoraggio continuo delle certificazioni ricevute e, quindi, delle ritenute scomputate, con l ulteriore conseguenza che, ipoteticamente, cessata l attività di agente entro il 31 dicembre di un anno e non avendo ricevuto entro il termine di trasmissione alcuna certificazione di ritenute, le ritenute subite dovrebbero essere dichiarate nell annualità successiva anche se manca la dichiarazione di un reddito d impresa. Sulla base delle citate norme, invece, è possibile affermare che lo scomputo ha quasi carattere automatico, nel senso che, ove risulti operata la ritenuta d acconto prima della trasmissione della dichiarazione, tale ritenuta deve essere scomputata dall imposta dovuta; lo dicono le norme citate che non prevedono, invece, uno scomputo subordinato al possesso dell apposita certificazione. L esibizione della certificazione e, invece, richiesta, in sede di controllo provocando non pochi inconvenienti.

3 Certificazione delle ritenute Infatti, l applicazione concreta delle citate norme a volte si scontra con il rigido comportamento delle case mandanti (in sede di certificazione) e degli uffici finanziari (in sede di controllo). Al fine di certificare le ritenute operate, talune case mandanti usano consegnare all agente una certificazione per ogni fattura pagata sulla quale hanno regolarmente operato la ritenuta di acconto; in tal modo, l agente può, anche per le fatture incassate prima della trasmissione della dichiarazione dei redditi, certificare regolarmente l importo della ritenuta che intende scomputare. Altre case mandanti, invece, giustificando il proprio comportamento con la rigidità dei sistemi interni amministrativi e con il rispetto pedissequo dell art. 4, commi 6-ter e 6-quater, del DPR n. 322/1998, che parlano, come del resto l abrogato art. 7-bis del DPR n. 600/1972, di certificazione unica, si dimostrano restie a rilasciare singole certificazioni in relazione alle singole fatture pagate, con l effetto che, dichiarando per competenza un certo importo, ne risulta certificato un importo diverso. In tale ultima situazione, a volte l agente, per evitare problemi con l ufficio, provvede allo scomputo della sola ritenuta certificata, indipendentemente dalle ritenute effettivamente operate fino alla trasmissione della dichiarazione. Applicazione delle risoluzione n. 68/E/2009 Tutti gli inconvenienti segnalati possono oggi essere affrontati e risolti efficacemente facendo ricorso alla risoluzione n. 68/E del La risoluzione, infatti, consente di scomputare tutte le ritenute non certificate, mediante un apposita procedura: 1. dimostrazione dell avvenuto incasso della provvigione e, quindi, dell avvenuto assoggettamento a ritenuta, mediante esibizione congiunta della fattura emessa e della documentazione bancaria (o similare) che attesti l avvenuto incasso; 2. allegazione, in sede di controllo ex art. 36-ter, di specifica dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui il contribuente dichiari, sotto la propria responsabilità, la documentazione esibita si riferisce ad una determinata fattura regolarmente contabilizzata (ved. facsimile in calce).

4 Pur non essendo espressamente previsto, pare comunque ammissibile predisporre un unica autocertificazione per una serie di fatture anziché tante autocertificazioni separate. In merito alla documentazione bancaria, sarebbe opportuno che l agente conservi, allegata alla fattura, la copia dell eventuale assegno ricevuto o la copia della contabile bancaria (bonifico, RIBA, ecc.) da cui risulti l avvenuto pagamento da parte della casa mandante. Un simile comportamento, come riscontrabile in capo ai professionisti, può venir utile anche in sede di indagini finanziarie per dimostrare la legittimità delle operazioni bancarie di accreditamento (versamenti, bonifici, ecc.). In tal modo, quindi, sarà possibile certificare tutte le ritenute di acconto relative alle fatture dichiarate per competenza a condizione, però, che tali fatture risultino incassate prima del termine per la trasmissione della dichiarazione dei redditi in quanto le ritenute operate dopo tale data devono obbligatoriamente essere scomputate nella dichiarazione relativa al periodo in cui sono state operate. Vito Dulcamare Segue fac-simile

5 Dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi degli art. 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni e integrazioni Io sottoscritto nato a il domiciliato a alla Via codice fiscale P.IVA esercente l attività di, consapevole che, ai sensi dell art. 76 del DPR n. 445/2000, le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, d i c h i a r o che la fatt. n. del emessa nei confronti di, per l importo di euro al netto della ritenuta d acconto di euro, è stata regolarmente contabilizzata a pag. del registro delle fatture emesse è stata regolarmente dichiarata nel modello Unico... La predetta fattura è stata incassata in data, come da seguente documentazione esibita: 1. copia fatt. n. del, 2. copia assegno di euro..(se del caso), 3. copia contabile bancaria recante bonifico di euro (se del caso), 4. copia pag. registro delle fatture emesse (se del caso), 5. altra eventuale documentazione. Luogo e data In fede Allegare copia del documento di riconoscimento

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/ Informativa per la clientela di studio

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/ Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 72 del 09.05.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La mancata certificazione delle ritenute In sede di compilazione della dichiarazione dei redditi è necessario

Dettagli

NOTA OPERATIVA N 13/2013

NOTA OPERATIVA N 13/2013 NOTA OPERATIVA N 13/2013 OGGETTO: ritenute d acconto, regole per lo scomputo - Introduzione I sostituti di imposta devono operare le ritenute sui compensi erogati a determinati soggetti (lavoratori autonomi,

Dettagli

La certificazione delle ritenute d'acconto

La certificazione delle ritenute d'acconto COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it

Dettagli

Certificazioni delle ritenute: consegna entro il 1 marzo 2010

Certificazioni delle ritenute: consegna entro il 1 marzo 2010 PERIODICO INFORMATIVO N. 11/2010 Certificazioni delle ritenute: consegna entro il 1 marzo 2010 Il prossimo 1 marzo 2010 (il 28 febbraio cade di domenica) scade il termine a disposizione dei sostituti d

Dettagli

CIRCOLARE n. 19/2012

CIRCOLARE n. 19/2012 CIRCOLARE n. 19/2012 RESPONSABILITA DEL COMMITENTE E DELL APPALTATORE PER DEBITI FISCALI -LA NUOVA DISCIPLINA- I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Circ. 08/10/2012 n. 40) 1.PREMESSA 3 2. AMBITO DI

Dettagli

OGGETTO: LA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE OPERATE NEL 2011.

OGGETTO: LA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE OPERATE NEL 2011. CIRCOLARE INFORMATIVA OGGETTO: LA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE OPERATE NEL 2011. Il sostituto d imposta che corrisponde compensi assoggettati a ritenute alla fonte (es: compensi a lavoratori autonomi)

Dettagli

S E A V. CIRCOLARE N. 10/Consulenza aziendale OGGETTO: la responsabilità fiscale nei contratti di appalto/subappalto.

S E A V. CIRCOLARE N. 10/Consulenza aziendale OGGETTO: la responsabilità fiscale nei contratti di appalto/subappalto. Bergamo, febbraio 2013 S E A V CIRCOLARE N. 10/Consulenza aziendale OGGETTO: la responsabilità fiscale nei contratti di appalto/subappalto. (Art. 35, commi da 28 a 28-ter, DL n. 223/2006 - Art. 13-ter,

Dettagli

28 Febbraio 2011: è l ora della consegna delle certificazioni delle ritenute e del CUD da parte dei sostituti d'imposta ai propri dipendenti

28 Febbraio 2011: è l ora della consegna delle certificazioni delle ritenute e del CUD da parte dei sostituti d'imposta ai propri dipendenti Febbraio 2011 28 Febbraio 2011: è l ora della consegna delle certificazioni delle ritenute e del CUD da parte dei sostituti d'imposta ai propri dipendenti CERTIFICAZIONI DELLE RITENUTE Il prossimo 28 febbraio

Dettagli

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile DETRAZIONE ACQUISTO BOX AUTO Chiarimenti previsti dalla circolare A.d.E. del 18.11.16, n. 43/E a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) L Agenzia delle Entrate con la circolare n. 43/E del 18 novembre

Dettagli

T a x a n d l e g a l

T a x a n d l e g a l A tutti i Signori Clienti loro sedi Saronno, 26 Aprile 2013 Oggetto: Circolare del 26.04.2013 Argomento nr. 1) RESPONSABILITÀ SOLIDALE APPALTI NUOVI CHIARIMENTI Con l art.13-ter del D.L. n.83/12, nel corso

Dettagli

Telef.: Fax: Telef.: Fax:

Telef.: Fax: Telef.: Fax: STUDIO CIDDA GRONDONA DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI LEGALI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI LEGALI Dott. Mauro ROVIDA Dott. Luca Andrea CIDDA Dott. Francesca RAPETTI Dott. Pietro GRONDONA Dott. Luca

Dettagli

NOTE PER LA COMPILAZIONE

NOTE PER LA COMPILAZIONE NOTE PER LA COMPILAZIONE UTILIZZARE IL 1 MODULO E LA RELATIVA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SE NON SI E MAI STATI SOGGETTI AD ALTRA FORMA DI CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE. UTILIZZARE IL 2 MODULO E LA RELATIVA

Dettagli

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE.

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. PREMESSA Per effetto della nuova disciplina in ambito di

Dettagli

Periodico informativo n. 50/2013

Periodico informativo n. 50/2013 Periodico informativo n. 50/2013 Appalti - autocertificazione di regolarità semplificata Gentile Cliente, la presente per ricordarle come la Circolare n. 40/E/2012 dell Agenzia Entrate, in tema di appalti

Dettagli

RENDICONTO - L.R. 17/ contributo 2010

RENDICONTO - L.R. 17/ contributo 2010 RENDICONTO - L.R. 17/2003 - contributo 2010 Area n. /2010 Il codice della pratica si ricava dalla lettera di concessione del contributo e deve essere riportato su ogni foglio allegato alla presente dichiarazione.

Dettagli

LA NUOVA RESPONSABILITÀ SOLIDALE NEGLI APPALTI PUBBLICI E PRIVATI (Articolo 13-ter, D.L. n. 83/ Circolare n. 40/E dell 8 ottobre 2012)

LA NUOVA RESPONSABILITÀ SOLIDALE NEGLI APPALTI PUBBLICI E PRIVATI (Articolo 13-ter, D.L. n. 83/ Circolare n. 40/E dell 8 ottobre 2012) LA NUOVA RESPONSABILITÀ SOLIDALE NEGLI APPALTI PUBBLICI E PRIVATI (Articolo 13-ter, D.L. n. 83/2012 - Circolare n. 40/E dell 8 ottobre 2012) Dal 12 agosto 2012, ad opera dell art. 13-ter del D.L. n. 83/12

Dettagli

CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA

CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA CONSEGNA DELLE CERTIFICAZIONI DEI SOSTITUTI D IMPOSTA Con la presente si ricorda il termine del 28 febbraio 2014 per la consegna delle certificazioni dei compensi corrisposti nel corso dell anno solare

Dettagli

RECUPERO RITENUTE SUBITE DAI NUOVI CONTRIBUENTI MINIMI

RECUPERO RITENUTE SUBITE DAI NUOVI CONTRIBUENTI MINIMI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NOVITÀ FISCALI E FOCUS FINALE SU MODELLI UNICO 2013 RECUPERO RITENUTE SUBITE DAI NUOVI CONTRIBUENTI MINIMI GIANCARLO MODOLO Commissione Diritto Tributario

Dettagli

DOCUMENTAZIONE ATTESTANTE LE SPESE SOSTENUTE 2 natura del Importo n. Euro ecc.)

DOCUMENTAZIONE ATTESTANTE LE SPESE SOSTENUTE 2 natura del Importo n. Euro ecc.) ALLEGATO 2 B SCHEDA DI RENDICONTO 1 Musei di qualità al servizio dei visitatori e delle comunità locali PROGETTI PER MUSEI ED ECOMUSEI CON QUALIFICA DI MUSEO O ECOMUSEO DI RILEVANZA REGIONALE per l'annualità

Dettagli

Scomputo di ritenute non certificate

Scomputo di ritenute non certificate Scomputo di ritenute non certificate In prossimità della tornata dichiarativa 2009 giunge a proposito la risoluzione ministeriale del 19 marzo scorso, n. 68/E, con la quale l Amministrazione finanziaria

Dettagli

RENDICONTO. Oggetto: Legge regionale 5 aprile 1993, n. 12. Contributo di Euro concesso per l'organizzazione dell'iniziativa

RENDICONTO. Oggetto: Legge regionale 5 aprile 1993, n. 12. Contributo di Euro concesso per l'organizzazione dell'iniziativa RENDICONTO L.R. 12/1993 - contributo 2009 Codice della pratica: area (a, c, d, e, g, n, p) n /2009 o o Il codice della pratica si ricava dalla lettera di concessione del contributo e deve essere riportato

Dettagli

Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti.

Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti. Bologna, 05/03/2013 Circolare n. 4/2013 Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti. A seguito della circolare n. 2/E dell 1 marzo 2013 dell Agenzia delle Entrate, che ha precisato e risposto ad alcune

Dettagli

Fondo Pensione Aperto. Richiesta di riscatto. mod. RISCFPA

Fondo Pensione Aperto. Richiesta di riscatto. mod. RISCFPA F Fondo Pensione Aperto Richiesta di riscatto mod. RISCFPA RICHIESTA DI RISCATTO DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE Da inviare a: FONDO PENSIONE APERTO UNIPOLSAI PREVIDENZA FPA UNIPOLSAI ASSICURAZIONI S.p.A.

Dettagli

CIRCOLARE N. 43/E OGGETTO

CIRCOLARE N. 43/E OGGETTO CIRCOLARE N. 43/E Circolare n.43/e Direzione Centrale Normativa Roma, 18/11/2016 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Agevolazione del 36% - Acquisto di box auto pertinenziale

Dettagli

Oggetto: richiesta di attribuzione di indennità ai sensi del D.Lgs. 26/03/2001, n 151.

Oggetto: richiesta di attribuzione di indennità ai sensi del D.Lgs. 26/03/2001, n 151. Oggetto: richiesta di attribuzione di indennità ai sensi del D.Lgs. 26/03/2001, n 151. La sottoscritta Arch. Ing. matricola n nata a provincia di il, residente in provincia di in via tel. chiede che le

Dettagli

La certificazione delle ritenute da parte dei sostituti di imposta

La certificazione delle ritenute da parte dei sostituti di imposta ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 5 14 GENNAIO 2014 La certificazione delle ritenute da parte dei sostituti di imposta Copyright

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Ritenuta 20% sui bonifici esteri Premessa La nuova ritenuta d ingresso a titolo di acconto nella misura del 20% viene inserita nel secondo e terzo periodo del co. 2 dell art. 4, D.L. 167/1990,

Dettagli

Piano Individuale Pensionistico RICHIESTA DI RISCATTO

Piano Individuale Pensionistico RICHIESTA DI RISCATTO F Piano Individuale Pensionistico RICHIESTA DI RISCATTO mod. RISCPIP RICHIESTA DI RISCATTO DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE Da inviare a: PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO Fondo Pensione UNIPOLSAI ASSICURAZIONI

Dettagli

5. DETERMINAZIONE DEL REDDITO

5. DETERMINAZIONE DEL REDDITO 5. DETERMINAZIONE DEL REDDITO I soggetti di cui all articolo 54 determinano il reddito imponibile applicando all ammontare dei ricavi o dei compensi percepiti (principio di cassa) un coefficiente di redditività

Dettagli

MODULO DI RENDICONTO. Da presentare a conclusione dell'attività progettuale come previsto dall'art. 12 del Bando.

MODULO DI RENDICONTO. Da presentare a conclusione dell'attività progettuale come previsto dall'art. 12 del Bando. ALLEGATO D) BANDO PUBBLICO PER L IDEAZIONE, PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL PROGETTO REGIONALE TOSCANAINCONTEMPORANEA 2016. MODULO DI RENDICONTO Da presentare a conclusione dell'attività progettuale

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE DOTT. SAURO BALDINI. News di approfondimento

STUDIO PROFESSIONALE DOTT. SAURO BALDINI. News di approfondimento News di approfondimento N. 2 11 gennaio 12 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Nuovi minimi Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che a partire

Dettagli

Circolare n 20 del 11/10/2013

Circolare n 20 del 11/10/2013 Circolare n 20 del 11/10/2013 LA RESPONSABILITÀ FISCALE NEI CONTRATTI DI APPALTO Riferimenti: Art. 29, comma 2, D.Lgs. n. 276/2003 Art. 35, commi da 28 a 28-ter, DL n. 223/2006 Art. 50, DL n. 69/2013 Art.

Dettagli

Ballarè Sponghini e Associati

Ballarè Sponghini e Associati Ballarè Sponghini e Associati STUDIO COMMERCIALISTI E CONSULENTI TRIBUTARI Dott. Andrea Ballarè Dott. Fabio Sponghini Dott.ssa Claudia Balestra Rag. Enzo Manfredi Dott.ssa Emanuela Tarulli Dott. Marco

Dettagli

Liquidazione dell'iva secondo la contabilità di cassa

Liquidazione dell'iva secondo la contabilità di cassa ART. 32-BIS 1. per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate da soggetti passivi con volume d'affari non superiore a 2 milioni di euro, nei confronti di cessionari o di committenti

Dettagli

8 Gestione dei Percipienti

8 Gestione dei Percipienti 8 Gestione dei Percipienti I soggetti che, nell ambito dell attività d impresa o della professione, corrispondono compensi soggetti a ritenuta, devono trattenere e versare l importo previsto a titolo di

Dettagli

Modello - Requisiti/57L 1

Modello - Requisiti/57L 1 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI Modello - Requisiti/57L 1 (F14) Segnalazione certificata di inizio di attività di facchinaggio e movimentazione merci e dichiarazione del possesso

Dettagli

QUESTIONARIO per l'annata

QUESTIONARIO per l'annata A LLEGATO A QUESTIONARIO per l'annata 2 0 0 8 TESTATA DELLA RIVISTA........... PROPRIETARIO O LEGALE RAPPRESENTANTE DELLA TESTATA (Precisare l'eventuale titolo formale di rappresentanza)......... Indirizzo

Dettagli

Reg. Imprese di TARANTO n REA n sito web:

Reg. Imprese di TARANTO n REA n sito web: Circolare 8/2012 Sava lì 25 Ottobre 2012 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi OGGETTO: RESPONSABILITA SOLIDALE CONTRATTI APPALTO/SUBAPPALTO ART.13-TER DEL D.L. 83/2012 Egregio Cliente, L art.13-ter

Dettagli

Scadenzario fiscale Marzo 2017

Scadenzario fiscale Marzo 2017 Scadenzario fiscale Marzo 2017 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Risoluzione n.185/e. Roma, 24 settembre 2003

Risoluzione n.185/e. Roma, 24 settembre 2003 Risoluzione n.185/e Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 24 settembre 2003 Oggetto: Istanza di interpello ART. 11, legge 27-7-2000, n. 212. Fondo di Previdenza Complementare per il personale

Dettagli

LA NUOVA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA PER CASSA (DAL 2017) REQUISITI PER LA TENUTA DELLA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA

LA NUOVA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA PER CASSA (DAL 2017) REQUISITI PER LA TENUTA DELLA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA LA NUOVA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA PER CASSA (DAL 2017) Come noto, l art. 5, Ddl della legge Finanziaria 2017, prevede: la modifica dell art. 66, TUIR, per effetto della quale, a decorrere dall 1.1.2017,

Dettagli

Gli esempi di compilazione

Gli esempi di compilazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 42 09.02.2015 CU 2015: la certificazione lavoro autonomo Gli esempi di compilazione Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie Dal 2015 i sostituti

Dettagli

Bologna, 2 Gennaio 2012 A TUTTI I CLIENTI CONTRIBUENTI MINIMI CIRCOLARE N. 1/2012. Oggetto: IL NUOVO REGIME DEI MINIMI

Bologna, 2 Gennaio 2012 A TUTTI I CLIENTI CONTRIBUENTI MINIMI CIRCOLARE N. 1/2012. Oggetto: IL NUOVO REGIME DEI MINIMI Bologna, 2 Gennaio 2012 A TUTTI I CLIENTI CONTRIBUENTI MINIMI CIRCOLARE N. 1/2012 Oggetto: IL NUOVO REGIME DEI MINIMI L Agenzia delle Entrate ha recentemente approvato il nuovo Provvedimento attuativo

Dettagli

Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Persone Fisiche

Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Persone Fisiche Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 87 22.03.2016 La tassazione dei dividendi percepiti dalle Persone Fisiche non esercenti attività d impresa A cura di Diana Pérez Corradini Categoria:

Dettagli

Il modello 730: Caratteristiche e utilizzo. Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sardegna Ufficio Audit Esterno. Cagliari, 27 febbraio 2007

Il modello 730: Caratteristiche e utilizzo. Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sardegna Ufficio Audit Esterno. Cagliari, 27 febbraio 2007 Il modello 730: Caratteristiche e utilizzo Cagliari, 27 febbraio 2007 1 Il modello 730: Caratteristiche ed utilizzo Il modello 730 dichiarazione semplificata per i contribuenti che si avvalgono dell assistenza

Dettagli

Responsabilità del committente e dell appaltatore per i debiti fiscali Nuova disciplina Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Responsabilità del committente e dell appaltatore per i debiti fiscali Nuova disciplina Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate rag. MARIO SALVADOR rag. ANTONIO BERGAMO dott. FRANCESCO PADRONE DOCENTE DI ISTITUZIONI DI ECONOMIA PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE dott. ANNA MARIA SALVADOR dott. CLAUDIA SALVADOR Portogruaro,

Dettagli

OGGETTO: Appalti: la responsabilità solidale per il pagamento dell Iva e delle ritenute

OGGETTO: Appalti: la responsabilità solidale per il pagamento dell Iva e delle ritenute Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Appalti: la responsabilità solidale per il pagamento dell Iva e delle ritenute Gentile Cliente, Le inviamo la presente per comunicarle che l amministrazione finanziaria

Dettagli

Circolare N. 166 del 30 Novembre 2016

Circolare N. 166 del 30 Novembre 2016 Circolare N. 166 del 30 Novembre 2016 Ritenuta ridotta agenti e rappresentanti: comunicazione entro il 31.12 se non inviata in precedenza Gentile cliente, con la presente intendiamo informarla che sulle

Dettagli

RUOLO DEI PERITI ED ESPERTI Domanda di iscrizione

RUOLO DEI PERITI ED ESPERTI Domanda di iscrizione RUOLO DEI PERITI ED ESPERTI Domanda di iscrizione Marca da bollo ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI VITERBO 16,00 Via Rosselli 4 01100 Viterbo registroimprese@vt.legalmail.camcom.it IL SOTTOSCRITTO: COGNOME NOME

Dettagli

DATI ANAGRAFICI E MODALITA DI PAGAMENTO

DATI ANAGRAFICI E MODALITA DI PAGAMENTO DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI, FISCALI E PREVIDENZIALI (da presentare da parte di coloro che svolgono incarichi di collaborazione e/o sono titolari di borse di studio ) SEZIONE 1 DATI ANAGRAFICI E MODALITA

Dettagli

Corso di Formazione per Curatore Fallimentare

Corso di Formazione per Curatore Fallimentare Centro Studi di diritto Fallimentare / Ordine degli Avvocati di Catania / Ordine dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania Corso di Formazione per Curatore Fallimentare Catania 09

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 358 25.11.2016 Acquisto di box auto pertinenziale Il pagamento non effettuato tramite bonifico A cura di Andrea Amantea Categoria: Irpef Sottocategoria:

Dettagli

Scadenziario n. 7/201 PRINCIPALI SCADENZE DEL MESE DI AGOSTO

Scadenziario n. 7/201 PRINCIPALI SCADENZE DEL MESE DI AGOSTO Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa sa Arianna Bazzacco Dott.ssa Sofia Bertolo

Dettagli

CIRCOLARE RICHIESTA DOCUMENTI CERTIFICAZIONE UNICA MODELLO 770 ADEMPIMENTI ELIMINATI. Numero 3 del 11/01/2017

CIRCOLARE RICHIESTA DOCUMENTI CERTIFICAZIONE UNICA MODELLO 770 ADEMPIMENTI ELIMINATI. Numero 3 del 11/01/2017 CIRCOLARE Numero 3 del 11/01/2017 RICHIESTA DOCUMENTI CERTIFICAZIONE UNICA MODELLO 770 ADEMPIMENTI ELIMINATI NEWS Certificazioni dei redditi corrisposti da sostituti di imposta nel 2016 Modello 770/2016

Dettagli

Il sottoscritto Nato a Prov. Stato residente in Via /Piazza n. Cod. Fisc. C H I E D E. Scadenza 27 ottobre2014

Il sottoscritto Nato a Prov. Stato residente in Via /Piazza n. Cod. Fisc. C H I E D E. Scadenza 27 ottobre2014 Scadenza 27 ottobre2014 AL COMUNE DI TIVOLI Settore IV WELFARE Piazza del Governo 1 00019 TIVOLI ANNUALITA 2013 Il sottoscritto Nato a Prov. Stato il residente in Via /Piazza n. Cod. Fisc. *Telefono *Cellulare

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 98/2013 LUGLIO/8/2013 (*) 12 Luglio 2013

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 98/2013 LUGLIO/8/2013 (*) 12 Luglio 2013 Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 98/2013 LUGLIO/8/2013 (*) 12 Luglio 2013 CON LA CIRCOLARE N.21/E DEL

Dettagli

ISTANZA PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTO AD ASSOCIAZIONI

ISTANZA PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTO AD ASSOCIAZIONI ISTANZA PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTO AD ASSOCIAZIONI Il sottoscritto nato a il e residente in Via n C.F. Tel. nella qualità di legale rappresentante della con sede in Via n tel. fax C.F. partita Iva

Dettagli

CONVENZIONE. Tra PREMESSO CHE

CONVENZIONE. Tra PREMESSO CHE CONVENZIONE Tra AcliMilano Servizi Fiscali Srl, con sede legale in Milano, Via C.G. Merlo 3, Codice Fiscale e Partita Iva n 13089140159, rappresentata da dott. Luca Fontana, in qualità di Direttore Generale,

Dettagli

NOVITA 2016 > con la LEGGE DI BILANCIO (L. 232/2016) - FINANZIARIA CHE ORA E FISSATO: - 717,00 EURO PER L ANNO ,00 EURO PER L ANNO 2018

NOVITA 2016 > con la LEGGE DI BILANCIO (L. 232/2016) - FINANZIARIA CHE ORA E FISSATO: - 717,00 EURO PER L ANNO ,00 EURO PER L ANNO 2018 - SCUOLA PARITARIA Dal 2016 aumenta la detrazione delle Rette Scolastiche (L. 107/2015 C.M. 3/E del 02/03/2016 spese di istruzione C.M. 18/E del 06/05/2016) Dal 2015 alle famiglie è già spettata una detrazione

Dettagli

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE PROVVEDIMENTO N. PROT. 132395/2017 Disposizioni di attuazione dell articolo 4, commi 4, 5 e 5-bis del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni dalla legge 21 giugno 2017, n. 96,

Dettagli

MODULO PER IL RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Risoluzione Stragiudiziale Controversie

MODULO PER IL RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Risoluzione Stragiudiziale Controversie 1/4 A) DATI DEL CLIENTE PERSONA FICA Questo riquadro deve essere utizzato dai consumatori, dai professionisti o imprenditori titolari di impresa individuale. Domicio nel Comune di consumatore altre categorie

Dettagli

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Considerazioni dopo un anno di applicazione della nuova norma 2015 Studio Tributario e Societario 1

Dettagli

LA NUOVA IVA PER CASSA

LA NUOVA IVA PER CASSA EVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO Principio generale di esigibilità/detraibilità in base al momento di effettuazione dell operazione (art. 6 DPR 633/72); IVA per cassa ordinaria (art. 6 co. 5 DPR 633/72);

Dettagli

Circolare n. 11. del 08 marzo 2013 INDICE

Circolare n. 11. del 08 marzo 2013 INDICE Circolare n. 11 del 08 marzo 2013 Responsabilità del committente e dell appaltatore per i debiti fiscali - Nuova disciplina - Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 3 2 Ambito

Dettagli

ALLEGATO 3 PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E TUTELA DELLA TRASPARENZA 2016/2018 DEL COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI SIENA

ALLEGATO 3 PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E TUTELA DELLA TRASPARENZA 2016/2018 DEL COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI SIENA ALLEGATO 3 PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E TUTELA DELLA TRASPARENZA 2016/2018 DEL COLLEGIO PROVINCIALE IPASVI DI SIENA Modulo di richiesta di accesso formale Spett.le Collegio IPASVI

Dettagli

MANCATA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE E NEGAZIONE DEL DIRITTO ALLO SCOMPUTO

MANCATA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE E NEGAZIONE DEL DIRITTO ALLO SCOMPUTO Servizio circolari per la clientela Circolari specialistiche sui temi giuridici. tributari e finanziari. Circolare Gennaio 2008 n 4 Milano, 28 gennaio 2008 MANCATA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE E NEGAZIONE

Dettagli

NUOVA DETRAZIONE IRPEF: LE SPESE PER IL TRASPORTO PUBBLICO

NUOVA DETRAZIONE IRPEF: LE SPESE PER IL TRASPORTO PUBBLICO NUOVA DETRAZIONE IRPEF: LE SPESE PER IL TRASPORTO a cura di Antonio Gigliotti Nella Circolare n. 19 del 7 marzo 2008 dell Agenzia delle Entrate vengono fornite delle indicazioni su come ottenere la nuova

Dettagli

Richiesta di riscatto totale/parziale

Richiesta di riscatto totale/parziale RACCOMANDATA A/R Spett.le Intesa Sanpaolo Vita S.p.A. Ufficio Previdenza Viale Stelvio, 55/57 20159 Milano MI Richiesta di riscatto totale/parziale Aderente Cognome e Nome:....... Codice fiscale:. Telefono:...

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI CIVITAVECCHIA Ufficio Stampa

TRIBUNALE ORDINARIO DI CIVITAVECCHIA Ufficio Stampa TRIBUNALE ORDINARIO DI CIVITAVECCHIA Ufficio Stampa VARIAZIONI IN PERIODICI GIA REGISTRATI NOTA BENE 1) L OBBLIGO DI DICHIARARE LE VARIAZIONI INCOMBE SULLA PERSONA CHE ESERCITA L IMPRESA GIORNALISTICA

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO CHIARIMENTI SUL D.L.VO 4 MARZO 2014, N. 39 PREVENZIONE DELLA PEDOFILIA E PORNOGRAFIA MINORILE Com è noto, il decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 39 dà attuazione

Dettagli

MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI AI SENSI DELLA L.R N. 15. ART. 15

MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI AI SENSI DELLA L.R N. 15. ART. 15 MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI AI SENSI DELLA L.R. 20.09.2006 N. 15. ART. 15 I criteri di attuazione della L.R. 20 settembre 2006 n. 15, approvati con deliberazioni n. 68/21 del 3/12/2008

Dettagli

Professionista che cessa l attivita

Professionista che cessa l attivita Professionista che cessa l attivita Circ. 11/07 > deve cessare la partita IVA Soluzione non condivisibile, ma le alternative non sono chiare: Quadro RL ma problema IRAP Quadro RE anche in assenza di partita

Dettagli

Scadenzario fiscale Maggio 2017

Scadenzario fiscale Maggio 2017 Scadenzario fiscale Maggio 2017 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli

Dettagli

In realtà la Cedolare secca era già possibile per le locazioni brevi ma, la nuova norma ne estende l applicazione ai contratti, in cui la locazione è

In realtà la Cedolare secca era già possibile per le locazioni brevi ma, la nuova norma ne estende l applicazione ai contratti, in cui la locazione è Informativa per la clientela di studio del 26.07.2017 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Cedolare secca e locazioni brevi: le novità della manovra correttiva Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

Associazioni sportive dilettantistiche e fisco: conferme e novità

Associazioni sportive dilettantistiche e fisco: conferme e novità Associazioni sportive dilettantistiche e fisco: conferme e novità Novita fiscali Nuovi adempimenti e nuove scadenze Dott. Marco Saivetto Aosta, il 26 gennaio 2017 Comunicazione trimestrale fatture emesse

Dettagli

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR Indice Introduzione Soggetti obbligati Calcolo della rivalutazione del TFR Imposta sostitutiva Acconto Saldo Termini di versamento Modalità

Dettagli

Le novità introdotte alla disciplina delle locazioni brevi

Le novità introdotte alla disciplina delle locazioni brevi CIRCOLARE A.F. N.73 del 19 Maggio 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Le novità introdotte alla disciplina delle locazioni brevi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l art. 4 del DL

Dettagli

Informativa n. 48. Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE. del 26 novembre 2012

Informativa n. 48. Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE. del 26 novembre 2012 Informativa n. 48 del 26 novembre 2012 Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE 1 Premessa... 2 1.1 Provvedimenti attuativi... 2 1.2 Decorrenza... 2 1.3 Abrogazione dell attuale

Dettagli

Provincia di Cagliari Via G.Deledda 1 - Cap Tel. 0782/ Fax

Provincia di Cagliari Via G.Deledda 1 - Cap Tel. 0782/ Fax COMUNE DI SADALI Provincia di Cagliari Via G.Deledda 1 - Cap 08030 Tel. 0782/599012 - Fax 078259300 e-mail sersociali.sadali@tiscali.it UFFICIO SERVIZI SOCIALI DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Scadenzario fiscale Giugno 2017

Scadenzario fiscale Giugno 2017 Scadenzario fiscale Giugno 2017 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenze con data variabile Nel corso del mese scade: Tutti i termini di versamento

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo n. 34755 /2010 Provvedimento concernente l effettuazione delle ritenute alla fonte per le somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi di cui all art. 21, comma 15, della

Dettagli

Oggetto: AGEVOLAZIONI 36% E 55%: DISCIPLINA E MODALITÀ DI CONTABILIZZAZIONE DELLA RITENUTA DEL 4% DA PARTE DEL PRESTATORE

Oggetto: AGEVOLAZIONI 36% E 55%: DISCIPLINA E MODALITÀ DI CONTABILIZZAZIONE DELLA RITENUTA DEL 4% DA PARTE DEL PRESTATORE Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: AGEVOLAZIONI 36% E 55%: DISCIPLINA E MODALITÀ DI CONTABILIZZAZIONE DELLA RITENUTA DEL 4% DA PARTE DEL PRESTATORE Premessa Con l art.25 del D.L. n.78 del 2010 il Governo

Dettagli

DOMANDA DI INTERVENTO ASSISTENZIALE PER DANNI SUBITI A CAUSA DEGLI EVENTI SISMICI INTERVENUTI DAL 24 AGOSTO 2016

DOMANDA DI INTERVENTO ASSISTENZIALE PER DANNI SUBITI A CAUSA DEGLI EVENTI SISMICI INTERVENUTI DAL 24 AGOSTO 2016 DOMANDA DI INTERVENTO ASSISTENZIALE PER DANNI SUBITI A CAUSA DEGLI EVENTI SISMICI INTERVENUTI DAL 24 AGOSTO 2016 Nuovo Regolamento di disciplina delle funzioni di assistenza e di mutua solidarietà art.4

Dettagli

Circolare N.158 del 24 novembre Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82%

Circolare N.158 del 24 novembre Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82% Circolare N.158 del 24 novembre 2011 Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82% Ridotto l acconto Irpef di novembre: il versamento di mercoledì prossimo

Dettagli

Il/la sottoscritto/a. nato/a a prov./stato estero. il Cod Fiscale. residente in cap via n.

Il/la sottoscritto/a. nato/a a prov./stato estero. il Cod Fiscale. residente in cap via n. CP2 ISTANZA DI ANNULLAMENTO DI LICENZA PER IL TRASPORTO MERCI IN CONTO PROPRIO Applicare una marca da bollo 16,00 Alla PROVINCIA DI TERNI Settore LL. PP. Infrastrutture e Viabilita Servizio Trasporti e

Dettagli

RENDICONTAZIONE CONTRIBUTI AI GESTORI DEI NIDI D INFANZIA anno scolastico 2015/2016 (da presentare entro il 31 marzo 2017)

RENDICONTAZIONE CONTRIBUTI AI GESTORI DEI NIDI D INFANZIA anno scolastico 2015/2016 (da presentare entro il 31 marzo 2017) RENDICONTAZIONE CONTRIBUTI AI GESTORI DEI NIDI D INFANZIA anno scolastico 2015/2016 (da presentare entro il 31 marzo 2017) Oggetto: Legge regionale 22/2010, articolo 9, commi 18 e 19 trasmissione rendiconto

Dettagli

IL/LA SOTTOSCRITTO/A.. NATO A.. PROV IL... CODICE FISCALE. RESIDENTE A BUSTO ARSIZIO IN VIA CIV...

IL/LA SOTTOSCRITTO/A.. NATO A.. PROV IL... CODICE FISCALE. RESIDENTE A BUSTO ARSIZIO IN VIA CIV... AL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO SETTORE 2 UFFICIO SERVIZI SOCIALI SOSTEGNO AI NUCLEI FAMILIARI TITOLARI DI CONTRATTO DI LOCAZIONE SUL LIBERO MERCATO E SOTTOPOSTI A PROCEDURA DI SFRATTO PER MOROSITA INCOLPEVOLE

Dettagli

CONTABILITÀ SEMPLIFICATA PER CASSA E LIQUIDAZIONI IVA TRIMESTRALI 2017

CONTABILITÀ SEMPLIFICATA PER CASSA E LIQUIDAZIONI IVA TRIMESTRALI 2017 CIRCOLARE N. 03 DEL 02/02/2017 CONTABILITÀ SEMPLIFICATA PER CASSA E LIQUIDAZIONI IVA TRIMESTRALI 2017 La Finanziaria 2017 ha introdotto dall 1.1.2017 la contabilità semplificata per cassa. La tenuta della

Dettagli

Il contributo sarà erogato, nelle misure massime come di seguito specificato:

Il contributo sarà erogato, nelle misure massime come di seguito specificato: ALL. A ATTRIBUZIONE DEL CONTRIBUTO PER L ACQUISTO DI LIBRI SCOLASTICI ANNO 2013 Per l anno 2013 è prevista l attribuzione di un contributo per le spese sostenute per l acquisto di libri scolastici dei

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 37 12.10.2016 Le provvigioni passive per agenti e rappresentanti Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie La casa mandante è tenuta a liquidare

Dettagli

che scadono di sabato o di giorno festivo sono prorogati di diritto al primo giorno lavorativo successivo

che scadono di sabato o di giorno festivo sono prorogati di diritto al primo giorno lavorativo successivo Scadenzario fiscale Aprile 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli

Informativa n. 3/2016 Rimini, 14 gennaio 2016

Informativa n. 3/2016 Rimini, 14 gennaio 2016 Corso d'augusto, 108-47921 RIMINI - Tel. 0541 55250 - fax 0541 480643 e-mail: segreteria@odcec.rimini.it Informativa n. 3/2016 Rimini, 14 gennaio 2016 In considerazione dell apertura, per il tramite della

Dettagli

Dichiarazione di assenza delle cause di esclusione e del possesso dei requisiti di idoneità professionale, capacità economicofinanziaria

Dichiarazione di assenza delle cause di esclusione e del possesso dei requisiti di idoneità professionale, capacità economicofinanziaria Pag. 1 di 7 ALLEGATO D OGGETTO: GARA D'APPALTO PER LA PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS 50 DEL 18.04.2016 E S.M.I., PER FORNITURA DI MATERIALE DI CONSUMO NECESSARIO ALLA CENTRALE DI STERILIZZAZIONE

Dettagli

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Il 30 novembre è il termine ultimo per versare la seconda o unica rata dell acconto IRPEF da parte delle persone fisiche tenute alla presentazione del Modello Unico

Dettagli

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NELL APPALTO E NEL SUBAPPALTO

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NELL APPALTO E NEL SUBAPPALTO LA RESPONSABILITA SOLIDALE NELL APPALTO E NEL SUBAPPALTO A CURA U.O. CONTRATTUALISTICA E FISCALITA 9 GIUGNO 2008 NOZIONE DI RESPONSABILITA SOLIDALE Con la responsabilità solidale: più soggetti sono ugualmente

Dettagli

Imposta di bollo sul risparmio gestito deducibile come onere inerente. Risoluzione n.76 del 6 novembre 2013.

Imposta di bollo sul risparmio gestito deducibile come onere inerente. Risoluzione n.76 del 6 novembre 2013. Fiscal Flash La notizia in breve N. 284 07.11.2013 Imposta di bollo sul risparmio gestito deducibile come onere inerente Risoluzione n.76 del 6 novembre 2013. Categoria: Imposte indirette Sottocategoria:

Dettagli

1. Disciplina. (Avv. Maurizio Villani - Avv. Iolanda Pansardi)

1. Disciplina. (Avv. Maurizio Villani - Avv. Iolanda Pansardi) 293 Capitolo II Analisi della determinazione del reddito di lavoro autonomo che il professionista deve dichiarare in sede di dichiarazione dei redditi (Avv. Maurizio Villani - Avv. Iolanda Pansardi) Sommario:

Dettagli

DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI E FISCALI RELATORI CONVEGNI CONGRESSI E SEMINARI

DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI E FISCALI RELATORI CONVEGNI CONGRESSI E SEMINARI DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL FARMACO DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI E FISCALI RELATORI CONVEGNI CONGRESSI E SEMINARI Il/la sottoscritto/a data di nascita cittadinanza Comune (o stato estero di nascita) Provincia

Dettagli

Fiscal News N. 22. Appalti: abrogata la responsabilità solidale. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 22. Appalti: abrogata la responsabilità solidale. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 22 23.01.2015 Appalti: abrogata la responsabilità solidale Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Con l articolo 28, commi da 1 a 3 del Decreto

Dettagli

Scadenzario fiscale Giugno 2015

Scadenzario fiscale Giugno 2015 Scadenzario fiscale Giugno 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli elenchi

Dettagli