"RISTRUTTURAZIONE DEI LOCALI EX MAGAZZINO IN VIA GALCIANESE N. 34 PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA SEDE DELLA SOCIETA C.R. E A.F. S.R.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""RISTRUTTURAZIONE DEI LOCALI EX MAGAZZINO IN VIA GALCIANESE N. 34 PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA SEDE DELLA SOCIETA C.R. E A.F. S.R."

Transcript

1 BANDO DI GARA mediante PROCEDURA APERTA Per l'appalto dei lavori di "RISTRUTTURAZIONE DEI LOCALI EX MAGAZZINO IN VIA GALCIANESE N. 34 PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA SEDE DELLA SOCIETA C.R. E A.F. S.R.L. - PRATO - SECONDO LOTTO FUNZIONALE 1. PROCEDURA DI GARA: E indetta per il giorno alle ore presso la sede della società C.R.e.A.F. s.r.l la gara per l appalto dei lavori descritti in epigrafe, mediante procedura aperta ai sensi dell art 3 comma 37, art. 54 ed art. 55 comma 5 del D.Lgs. n. 163 del , indetta in esecuzione della delibera di assemblea dei soci del ed in conformità al progetto esecutivo approvato con delibera di Consiglio di Amministrazione del CUP: E34E C.I.G ENTE APPALTANTE: Centro ricerche ed alta formazione (C.R.e A.F.) s.r.l. con sede legale in Prato - Via Ricasoli 25 - c.a.p tel. 0574/ fax 0574/ PROGETTO, CATEGORIA E CLASSE, LUOGO, IMPORTO DELL APPALTO, MODALITA DI PAGAMENTO: 3.1 Trattasi dell esecuzione di tutti i lavori di cui al progetto approvato con seduta del Consiglio di Amministrazione del Le caratteristiche generali dell opera e le relative prestazioni, desunte dal Capitolato Speciale di appalto secondo la classificazione prevista dal DPR 34 del 25/01/2000 al suo art.3 e all allegato A, sono le seguenti: CATEGORIA PREVALENTE (art. 30 D.P.R. 34/2000) IMPORTO OG1 Classe IV EDIFICI CIVILI ED INDUSTRIALI Euro , Non sono previste opere scorporabili. 3.3 Il luogo di esecuzione lavori è Via Galcianese 34 - Prato. 3.4 L IMPORTO SOGGETTO A RIBASSO D ASTA E DI EURO ,00 (diconsi Euro duemilionicinquecentoquarantottomila) 3.5 Gli oneri per la sicurezza di cui al D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, non soggetti a ribasso d asta ai sensi dell art. 131, comma 3 D.Lgs. 163/2006, sono Euro ,00 (diconsi centoventisettemila). 3.6 La modalità di determinazione del corrispettivo è a misura, ai sensi di quanto previsto dall art. 53 comma 4 ed art. 82 comma 2 del D.Lgs. 163/2006. I pagamenti avvengono, come previsto dall art. 22 del Capitolato Speciale di Appalto, per stato di avanzamento lavori, mediante emissione di Certificato di Pagamento ogni qualvolta l importo dei lavori eseguiti al netto del ribasso d asta e delle prescritte ritenute avrà raggiunto l importo di Euro ,00 (diconsi Euro duecentomila/00). Alla emissione di ogni stato di avanzamento lavori l appaltatore dovrà per sé e per eventuali subappaltatori, produrre e consegnare il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) Le somme derivanti dagli oneri di sicurezza verranno liquidate dal R.U.P. proporzionalmente per stati di avanzamento lavori dal Direttore dei Lavori, dopo il nulla-osta del Coordinatore per la sicurezza in esecuzione attestante il rispetto degli adempimenti in materia di sicurezza e previdenziali previsti dalla vigente normativa. 4. TERMINE DI ESECUZIONE: Il termine per l esecuzione dei lavori è di Giorni 450 (quattrocentocinquanta) naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. Nel caso di ritardata ultimazione sarà applicata una penale pecuniaria come previsto dall art. 117 del D.P.R. 554/99, stabilita nella misura dello 1 per mille dell importo contrattuale per ogni giorno di ritardo. Per rispettare il tempo utile sopra indicato l impresa vincitrice dovrà adottare tutti gli accorgimenti necessari organizzando il lavoro in modo adeguato. 5. DOCUMENTAZIONE: Gli elaborati progettuali potranno essere visionati presso la sede della società C.R.e A.F. Via Ricasoli 25 previo appuntamento al n. tel. 0574/ (telefonare dalle ore 8.30 alle ore oppure inviare una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: Copia degli elaborati progettuali su supporto telematico possono essere ritirati presso la copisteria Eliografia Pratese snc situata in Prato, via San Jacopo 48 previo pagamento di Euro 10,00 circa. Non si effettua servizio di telefax. 1

2 6. MODALITA DI PARTECIPAZIONE E DI SVOLGIMENTO DELLE OPERAZIONI DI GARA: 6.1 TERMINI E MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE Il plico contenente l offerta e le documentazioni, pena l esclusione dalla gara, deve pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero posta celere, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro e non oltre le ore del giorno presso la sede della società, situata in Prato, via Ricasoli 25, Prato; è altresì facoltà dei concorrenti la consegna a mano del plico, entro il suddetto termine perentorio ed al suddetto indirizzo, ove riceveranno apposita ricevuta. Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio dei mittenti. Il plico deve essere idoneamente sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura, e deve recare all esterno indicazione, con indirizzo completo del mittente (ossia dell impresa partecipante alla gara, o di tutte le imprese raggruppate o raggruppande in caso di raggruppamento temporaneo), nonché la seguente dicitura: Asta pubblica del giorno per ristrutturazione dei locali ex magazzino in via Galcianese n.34 per la realizzazione della nuova sede della società C.R. e A.F. s.r.l. Prato Secondo lotto funzionale. Il mancato rispetto di tali prescrizioni comporterà l esclusione dalla gara. Il plico deve contenere al suo interno, a pena di esclusione dalla gara: BUSTA N. 1 così composta: dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/00 (oppure, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente secondo la legislazione dello stato di appartenenza) sottoscritta dal legale rappresentante dell Impresa concorrente o da suo procuratore (e in tal caso deve essere allegata la relativa procura), redatta servendosi dell apposito modello di autocertificazione disponibile sul sito internet della Provincia (www.provincia.prato.it). L assenza o la mancanza di sottoscrizione di tale modello, o la sua incompletezza in parti essenziali, comportano l esclusione dalla gara. L autentica della firma avviene allegando copia fotostatica di un valido documento d identità del sottoscrittore, secondo quanto previsto dall art. 38 del D.P.R. n. 445/00. In caso di associazione temporanea di imprese o di consorzio di cui all art. 34, c. 1, lett. d) ed e) del D.LGS. 163/06 e successive modifiche e integrazioni il modello di autocertificazione di cui sopra deve essere presentato, a pena d esclusione, da ciascuna delle imprese associate/associande o consorziate/consorziande in relazione ai propri requisiti, situazioni giuridiche e composizione sociale, e deve contenere: specificazione del tipo di A.T.I. prescelto con l indicazione dell Impresa capogruppo; impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, le stesse conferiranno mandato collettivo alla capogruppo, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti (art. 37, c. 8, del D.Lgs. 163/06 e successive modifiche e integrazioni); dichiarazione che, entro il termine indicato nella comunicazione di affidamento dell appalto, si produrrà atto notarile di Raggruppamento temporaneo di imprese dal quale risulti: il conferimento di mandato speciale, gratuito ed irrevocabile a chi legalmente rappresenta l Impresa Capogruppo; l inefficacia, nei confronti dell Ente appaltante, della revoca del mandato stesso per giusta causa; l attribuzione al mandatario, da parte delle imprese mandanti, della rappresentanza esclusiva, anche processuale, nei confronti dell Ente appaltante per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura dipendenti dall appalto, anche dopo il collaudo dei lavori fino alla estinzione di ogni rapporto; dichiarazione, resa a norma della vigente normativa in materia di documentazione amministrativa, allegando contestualmente fotocopia di un documento valido d identità del dichiarante, con la quale l impresa dichiara: a) di essere in possesso di attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA relativa alla categoria attinente alla natura dei lavori da appaltare, prevista dall art. 40 comma 4 del D.L.vo 163/2006 e dal relativo Regolamento di qualificazione (Titoli II e III DPR nr. 34/2000), di cui si allega copia che si dichiara conforme all'originale; b) che l offerta tiene conto degli oneri previsti per garantire l esecuzione dei lavori nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e igiene del lavoro, nonché degli obblighi assicurativi e previdenziali previsti dalle leggi e dai contratti ed accordi locali vigenti nel luogo sede dell appalto; c) che il valore economico dell offerta è adeguato e sufficiente rispetto al costo del lavoro come determinato periodicamente, in apposite tabelle, dal Ministero del lavoro e della previdenza sociale, sulla base dei valori economici previsti dalla contrattazione collettiva stipulata dai sindacati comparativamente più rappresentativi, delle norme in materia previdenziale ed assistenziale, dei diversi settori merceologici e delle differenti aree territoriali; in mancanza di contratto collettivo applicabile, il costo del lavoro è determinato in relazione al contratto collettivo del settore merceologico più vicino a quello preso in considerazione; d) di avere adempiuto, all'interno della propria azienda, agli obblighi di sicurezza previsti dalla vigente normativa; e) di essere in grado di eseguire in proprio, mediante maestranze dipendenti, tutte le opere ed i lavori compresi nell appalto o, in alternativa, i lavori o le parti di opera che intende subappaltare o concedere in cottimo a norma dell art. 118 del D.Lgs. 163/2006 da coordinarsi con il disposto del Dpr. n. 34/2000; f) i contratti collettivi che è tenuta ad applicare ai lavoratori dipendenti, con specificazione degli estremi di riferimento dei contratti medesimi (categoria di riferimento e data del contratto in vigore) e dichiarazione di rispetto degli obblighi assicurativi e previdenziali previsti dalle leggi e dai contratti vigenti, con l indicazione dei numeri di matricola azienda e sede competente INPS, del codice azienda e PAT INAIL e del codice della Cassa Edile dove ha sede l impresa; g) di non essersi avvalsa di piani individuali di emersione di cui alla Legge 383 del e s.m. oppure di essersi avvalsa di piani individuali di emersione di cui alla Legge 383 del e s.m., ma che il periodo di emersione si è concluso; quietanza del versamento oppure fideiussione bancaria oppure polizza assicurativa oppure polizza rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art.107 del D.Lgs. n. 385/93, in originale relativa alla cauzione provvisoria di cui sopra, valida per almeno centottanta giorni dalla data di presentazione dell offerta, nonché dichiarazione di un istituto bancario, oppure di una compagnia di assicurazione oppure di un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art. 107 del D.Lgs. n. 385/93 contenente l impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell appalto, a richiesta del concorrente, una fideiussione bancaria ovvero una polizza assicurativa 2

3 fideiussoria, relativa alla cauzione definitiva, in favore della stazione appaltante, con la validità di cui all art. 101 del D.P.R. 554/99; dichiarazione di un istituto bancario, oppure di una compagnia di assicurazione oppure di un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art. 107 del D.Lgs. n. 385 contenente l impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell appalto a favore del concorrente, una garanzia fideiussoria, per l esecuzione di ciascuno dei contratti con le Amministrazioni appaltanti, nei termini dall art. 113 del D.Lgs. n. 163/06, valida fino alla data di emissione dell attestazione della regolare esecuzione del contratto da parte di ciascuna Amministrazione; Originale o copia autenticata della quietanza relativa al versamento di 70,00 in favore dell Autorità sui lavori pubblici in applicazione della Delibera del Consiglio dell Autorità del 24/01/2008 riportante le indicazioni delle modalità attuative dell art. 1, c. 65 e 67, della L. n. 266/2005, per l anno 2008; Nel medesimo plico sarà inserita altresì l eventuale certificazione di qualità ed ogni altro documento predisposto dall Impresa concorrente. BUSTA N. 2 così composta: Offerta economica redatta in carta libera indicante, sia in cifre che in lettere, il prezzo complessivo offerto unitamente al corrispondente ribasso percentuale rispetto al prezzo complessivo a base d asta assoggettabile a ribasso, entrambi espressi sia in cifre che in lettere. In caso di discordanza tra l'indicazione in cifre e quella in lettere, varrà l offerta espressa in lettere ai sensi dell art 90, c. 3, del D.P.R. 554/99. Il ribasso percentuale offerto non potrà contenere l espressione numerica di più di tre decimali (numero,000). In caso di offerte con un numero superiori di decimali si procederà al troncamento dell offerta al terzo decimale offerto (numero offerto, offerta accettata numero,000); L offerta economica dovrà essere sottoscritta dal titolare o legale rappresentante del concorrente o da suo procuratore, e non può presentare correzioni che non siano da lui stesso confermate e sottoscritte a pena di esclusione dell offerta. Per i soggetti di cui all art. 34, lett. d) ed e) del D.Lgs. 163/06 non ancora costituiti ai sensi dell art. 37 del medesimo Decreto, l offerta dovrà essere sottoscritta dai legali rappresentanti di tutte le imprese che costituiranno i raggruppamenti o i consorzi. Nel caso che sia sottoscritta da un procuratore del legale rappresentante del concorrente, va trasmessa la relativa procura. Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata. Gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell Unione Europea, devono essere espressi in. 6.2 PRESA VISIONE DEL PROGETTO E SOPRALLUOGO OBBLIGATORIO SUI LUOGHI DI LAVORO La presa visione ha carattere obbligatorio, affinché la stazione appaltante abbia certezza della presa cognizione delle caratteristiche del progetto, necessaria per la formulazione di offerte congrue. La presa visione potrà essere effettuata, per conto di ogni impresa, da parte dei seguenti soggetti: - dal legale rappresentante dell impresa o direttore tecnico (tale condizione va comprovata con esibizione di documento di identità dell interessato e di copia certificato CCIAA o di attestazione SOA oppure con un autodichiarazione sostituiva relativa a tale stato, resa dall interessato); - procuratore generale o procuratore speciale dell impresa (tale condizione va comprovata con esibizione di documento di identità del procuratore unitamente a copia di procura notarile oppure con un autodichiarazione sostituiva relativa a tale stato, resa dallo stesso procuratore); - persona all uopo delegata dal legale rappresentante dell impresa (tale condizione va comprovata con esibizione di documento di identità del delegato e consegna di delega in forma scritta effettuata dal legale rappresentante unitamente a copia di certificato CCIAA o di attestazione SOA atta a provare la qualifica del delegante). Si precisa che non è ammessa la presa visione in rappresentanza di più Imprese. In caso di partecipazione alla gara nell ambito di Associazione Temporanea di Imprese, la presa visione degli elaborati dovrà essere effettuata, a pena di esclusione dalla gara, dall Impresa designata quale capogruppo. Al rappresentante di ogni impresa che avrà preso visione degli elaborati progettuali verrà rilasciata apposita attestazione a cura del personale a ciò preposto; lo stesso personale provvederà a mettere a conoscenza il Presidente della Commissione di gara delle ditte che hanno effettuato la presa visione. Fermo restando che la mancata presa visione degli elaborati progettuali costituirà causa di esclusione dalla stessa gara, l Impresa partecipante non dovrà allegare alla domanda di partecipazione alcun certificato di avvenuta presa visione. Per partecipare alla gara le imprese dovranno effettuare, oltre alla presa visione degli elaborati di progetto, anche il sopralluogo nella località in cui devono eseguirsi i lavori. Il sopralluogo dovrà essere effettuato, previo appuntamento telefonico con lo studio del progettista L.G.A. Ingegneria s.r.l., con sede in Pistoia, via Cappellini 18 tel o direttamente con il progettista Ing. Giovanni Saura al n 347/ I sopralluoghi verranno effettuati esclusivamente il giovedì dalle ore alle ore Detto sopralluogo potrà essere effettuato, per conto di ogni impresa, da parte degli stessi soggetti deputati alla presa visione degli elaborati di progetto ed in precedenza nominati (rappresentante legale, direttore tecnico, procuratore generale o speciale, persona all uopo delegata) in possesso della documentazione autorizzatoria parimenti già specificata. Si precisa che non è ammesso il sopralluogo in rappresentanza di più Imprese. 3

4 Poiché si tratta di completare un edificio già oggetto di precedenti interventi, il sopralluogo ha la finalità essenziale di contribuire alla puntuale conoscenza delle condizioni di esecuzione dell appalto e di permettere quindi una congrua formulazione dell offerta. In caso di partecipazione alla gara nell ambito di Associazione Temporanea di Imprese, il sopralluogo dovrà essere effettuato, a pena di esclusione dalla gara, dall Impresa designata quale capogruppo. Al rappresentante di ogni impresa che avrà effettuato il sopralluogo verrà rilasciata apposita attestazione; copia di tale attestazione sarà inoltrata, da parte del personale incaricato, al Presidente della Commissione di gara. Conseguentemente l Impresa partecipante non dovrà allegare alla documentazione di gara alcun certificato di avvenuto sopralluogo, fermo restando la necessità di rendere un opportuna dichiarazione in tal senso e che, comunque, la non documentata effettuazione del sopralluogo costituirà causa di esclusione dalla stessa gara. 6.5 SEDUTE DI GARA: La prima ed unica seduta di gara è fissata per il giorno ore 15.00, presso la sede della Società aggiudicatrice posta in Prato, via Ricasoli 25. Il Presidente della Commissione di gara avrà la facoltà insindacabile di non far luogo alla gara stessa o di prorogarne la data, senza che i concorrenti possano accampare alcuna pretesa al riguardo. 7. SOGGETTI AMMESSI ALL APERTURA DELLE OFFERTE: Possono presenziare all apertura delle offerte il legale rappresentante dell impresa o un suo delegato. Il legale rappresentante dovrà dimostrare con idonei documenti validi a termini di legge la propria qualifica, mentre il delegato dovrà essere munito di apposita procura o delega rilasciata dall'impresa partecipante alla gara (all atto di delega deve essere allegata copia non autenticata di documento di identità del delegante, ai sensi del DPR n. 445/2000). In nessun caso l'eventuale delegato da parte di un'impresa, potrà esserlo anche di altre. 8. GARANZIE A CORREDO DELL OFFERTA L offerta dei concorrenti deve essere corredata da: 8.1 garanzia provvisoria di cui all art. 75 del D.Lgs. 163/06, con le eventuali riduzioni previste dall art. 40 comma 7 e dall art. 75 comma 7, oltre impegno di un fidejussore a rilasciare la garanzia fideiussoria definitiva per l esecuzione del contratto, di cui all art. 113 D.Lgs. 163/06 e s.m.i. Per partecipare alla gara dovrà essere presentata, pena esclusione, la garanzia provvisoria pari al 2% dell importo posto a base di gara ossia uguale a Euro ,00 (diconsi Euro cinquantratremilacinquecento) Tale garanzia dovrà essere costituita da fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art. 107 del D.Lgs. 385/93, avente validità per almeno 180 giorni dalla data di scadenza della presentazione delle domande di partecipazione. Tale cauzione potrà essere presentata con le eventuali riduzioni previste all art. 40 comma 7 del D.Lgs. 163/06. Detta garanzia provvisoria, come previsto dal comma 8 dell art. 75 del D.Lgs. 163/06, deve essere corredata, pena esclusione, dall impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria definitiva per l esecuzione del contratto, di cui all art. 113 D.Lgs. 163/06 e s.m.i, qualora l offerente risultasse aggiudicatario. L importo della garanzia fideiussoria dovrà essere calcolato come previsto dal comma 1 art. 113 D.Lgs. 163/06. L esecutore dei lavori dovrà inoltre stipulare la polizza assicurativa di cui all art. 129 comma 1 del D.Lgs. 163/06 e art. 103 del DPR 554/99. Le suddette garanzie dovranno essere conformi a quanto previsto dal Decreto del Ministero Attività Produttive n. 123 del pena esclusione. 9. FINANZIAMENTO: L opera è finanziata in parte con progetto ammesso tra i finanziamenti della Delibera CIPE 35/05 ed il rimanente con capitale proprio ed è quindi sottoposta a tutta la normativa legata a tali finanziamenti. 10. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: I concorrenti di cui all art. 34, comma 1, del D.Lgs. 163/06 e successive modificazioni, costituiti da imprese singole o imprese riunite o consorziate, ai sensi degli articoli 93, 94, 95, 96 e 97 del D.P.R. n. 554/1999, ovvero da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell articolo 37 del D.Lgs. 163/06 e successive modificazioni, nonché concorrenti con sede in altri stati membri dell Unione Europea alle condizioni di cui all articolo 3, comma 7, del D.P.R. n. 34/ REQUISITI DELL IMPRESA: - Per l ammissione alla gara è necessario il possesso dei requisiti generali previsti dall art. 38 del D.Lgs. 163/06 e dall art. 1 bis comma 14 L. 383/2001, relativo ai piani di emersione. - Ai sensi dell art. 34, comma 2, D.Lgs. 163/2006, non saranno ammessi alla gara i concorrenti che si trovino fra di loro in una delle situazioni di controllo di cui all'art del codice civile. - Ai sensi del medesimo art. 34, comma 2, D.Lgs. 163/2006, la stazione appaltante escluderà altresì dalla gara i concorrenti per i quali accerterà che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. - Attestazione SOA ai sensi D.P.R. 34/2000, e D.P.R. 554/1999, adeguata per categoria e classifica, ai valori di gara. rilasciata da società di attestazione (SOA) regolarmente autorizzata, in corso di validità pena esclusione. - L impresa deve possedere la certificazione del sistema di qualità aziendale di cui all art. 2 comma 1 lettera q del DPR 34/2000 in corso di validità rilasciata da soggetti accreditati dalle norme UNI CEI EN

5 - Abilitazioni Ex legge 46/1990: come da capitolato speciale. Sono ammessi alla gara i concorrenti di cui all'art. 34 D.Lgs. 163/2006, costituititi da imprese singole, riunite o consorziate ex artt. 35, 36 e 37 D.Lgs. 163/2006, ovvero che intendano riunirsi o consorziarsi ex art. 37, comma 8, D.Lgs. 163/2006. Saranno ammesse anche imprese stabilite in Stati diversi dall Italia, alle condizioni previste dal D.Lgs. 163/2006, e in particolare dagli articoli 38, commi 4 e 5, 39, 44 e 47 dello stesso Decreto. Non saranno ammesse alla gara offerte che risultino mancanti di documenti e dichiarazioni richieste con il presente bando di gara e modulo allegato A, salvo che gli eventuali dati mancanti non siano desumibili da altro documento allegato. Costituisce motivo di esclusione l inosservanza delle prescrizioni contenute nel bando di gara e la mancanza anche di una sola dichiarazione prevista nell allegato A. 12. TERMINE DI VALIDITA DELL OFFERTA: L offerta è valida per 180 giorni dalla data dell esperimento della gara. 13 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Si procederà all aggiudicazione con il criterio del prezzo più basso, inferiore a quello posto a base di gara, determinato trattandosi di contratto da stipulare a misura, mediante ribasso in percentuale sull importo dei lavori posto a base di gara, ai sensi dell art. 82 comma 2 lett. a) D.Lgs. 163/06 e successive modifiche ed integrazioni. L'appalto verrà aggiudicato al concorrente che avrà offerto il massimo ribasso in percentuale del prezzo offerto rispetto all importo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per l attuazione dei piani della sicurezza di cui al punto 3.5 (importo soggetto e ribasso d asta) del presente bando di gara. L'Amministrazione valuterà, ai sensi dell art. 86, comma 3, la congruità di ogni offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa; all'esito del procedimento di verifica progressiva delle offerte presunte anomale, la stazione appaltante dichiarerà con provvedimento motivato le eventuali esclusioni e l'aggiudicazione in favore della migliore offerta non anomala. Non sono ammesse offerte senza ribasso o in aumento rispetto all'importo a base d'asta. In caso di offerte uguali si procederà all'aggiudicazione a norma di Legge per sorteggio. Sarà proceduto ad aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta, purché accettabile ai sensi del citato art. 86, comma 3. L'aggiudicazione della commissione di gara è provvisoria. Essa è subordinata all'approvazione del competente organo della società C.R. e A.F. s.r.l. 14. VARIANTI: Non sono ammesse offerte in variante. 15. CONTRIBUTO A FAVORE DELL AUTORITA DI VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE: Ai sensi degli art. 1 comma 65 e 67 della Legge n. 266 del ed in osservanza della Determinazione della Autorità di Vigilanza del 24/01/2008 per l anno 2008, le imprese che intendono partecipare alla presente gara di appalto devono versare a favore dell Autorità un contributo di Euro 70,00 ed allegare la ricevuta alla documentazione da inviare per la partecipazione alla gara in oggetto pena esclusione. Il contributo deve essere versato con le seguenti modalità: - versamento sul conto corrente postale n intestato a Aut. Contr. Pubb. Via di Ripetta, ROMA. - Versamento online, collegandosi al servizio riscossioni contributi disponibile in on page sul sito Web dell Autorità all indirizzo seguendo le istruzioni disponibili sul portale, tramite: carta di credito (VISA o Mastercard), carta Postepay, conto bancoposta online oppure conto Bancoposta impresa online. A riprova dell avvenuto pagamento l impresa allega all offerta copia stampata dell di conferma trasmessa dal Servizio Riscossioni contributi e reperibile in qualunque momento mediante la funzionalità di archivio dei Pagamenti La causale di versamento deve riportare il Codice Fiscale del Partecipante e il CIG che identifica la presente procedura di gara (C.I.G ) 16. SUBAPPALTI: Le imprese aggiudicatarie dei lavori, singole o associate, sono tenute ad eseguire in proprio le opere comprese nel contratto, ed il contratto non può essere ceduto a pena di nullità. Tutte le lavorazioni, ai sensi dell art. 188 comma 2 del D.Lgs. 163/06 a qualsiasi categoria appartengono sono subappaltabili a scelta del contraente, fermo restando le seguenti prescrizioni: a) è vietato il subappalto o il subaffidamento in cottimo dei lavori appartenenti alla categoria prevalente per una quota superiore al 30 per cento, in termini economici, dell importo dei lavori della stessa categoria prevalente; b) fermo restando il divieto di cui alla lettera c), i lavori delle categorie diverse da quella prevalente possono essere subappaltati o subaffidati in cottimo per la loro totalità, alle condizioni di cui al presente articolo; c) è vietato il subappalto o il subaffidamento in cottimo di quelle lavorazioni di cui all art. 72, comma 4, del D.P.R. 554/1999, che superino sia il 15% dell importo totale dei lavori sia il valore di Euro. L affidamento in subappalto o in cottimo è consentito, previa autorizzazione della Stazione appaltante, alle seguenti condizioni: a) che l appaltatore abbia indicato all atto dell offerta i lavori o le parti di opere che intende subappaltare o concedere in cottimo; l omissione delle indicazioni sta a significare che il ricorso al subappalto o al cottimo è vietato e non può essere autorizzato; b) che l appaltatore provveda al deposito di copia del contratto di subappalto presso la Stazione appaltante almeno 20 giorni prima della data di effettivo inizio dell esecuzione delle relative lavorazioni subappaltate, unitamente alla 5

6 dichiarazione circa la sussistenza o meno di eventuali forme di controllo o di collegamento, a norma dell articolo 2359 del codice civile, con l impresa alla quale è affidato il subappalto o il cottimo; in caso di associazione temporanea, società di imprese o consorzio, analoga dichiarazione deve essere effettuata da ciascuna delle imprese partecipanti all associazione, società o consorzio; c) che l appaltatore, unitamente al deposito del contratto di subappalto presso la Stazione appaltante, ai sensi della lettera b), trasmetta alla stessa Stazione appaltante la documentazione attestante che il subappaltatore è in possesso dei requisiti prescritti dalla normativa vigente per la partecipazione alle gare di lavori pubblici, in relazione alla categoria e all importo dei lavori da realizzare in subappalto o in cottimo; d) che non sussista, nei confronti del subappaltatore, alcuno dei divieti previsti dall articolo 10 della legge n. 575 del 1965, e successive modificazioni e integrazioni; a tale scopo, qualora l importo del contratto di subappalto sia superiore Euro ,07, l appaltatore deve produrre alla Stazione appaltante la documentazione necessaria agli adempimenti di cui alla vigente legislazione in materia di prevenzione dei fenomeni mafiosi e lotta alla delinquenza organizzata, relativamente alle imprese subappaltatrici e cottimiste, con le modalità di cui al D.P.R. n. 252 del 1998; resta fermo che, ai sensi dell articolo 12, comma 4, dello stesso D.P.R. n. 252 del 1998, il subappalto è vietato, a prescindere dall importo dei relativi lavori, qualora per l impresa subappaltatrice sia accertata una delle situazioni indicate dall'articolo 10, comma 7, del citato D.P.R. n. 252 del Il subappaltatore è soggetto altresì alla verifica d idoneità tecnica professionale prevista dall art. 16 della L.R. Toscana n. 38/2007. Il subappalto e l affidamento in cottimo devono essere autorizzati preventivamente dalla Stazione appaltante in seguito a richiesta scritta dell'appaltatore; l autorizzazione è rilasciata entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta; tale termine può essere prorogato una sola volta per non più di 30 giorni, ove ricorrano giustificati motivi; trascorso il medesimo termine, eventualmente prorogato, senza che la Stazione appaltante abbia provveduto, l'autorizzazione si intende concessa a tutti gli effetti qualora siano verificate tutte le condizioni di legge per l affidamento del subappalto. Per i subappalti o cottimi di importo inferiore al 2 per cento dell importo dei lavori affidati, o di importo inferiore a euro, i termini per il rilascio dell autorizzazione da parte della stazione appaltante sono pari a 15 giorni. L affidamento di lavori in subappalto o in cottimo comporta i seguenti obblighi: a) l appaltatore deve praticare, per i lavori e le opere affidate in subappalto, i prezzi risultanti dall aggiudicazione ribassati in misura non superiore al 20 per cento; gli oneri relativi alla sicurezza non sono soggetti al ribasso, anche per le opere in subappalto; b) nei cartelli esposti all esterno del cantiere devono essere indicati anche i nominativi di tutte le imprese subappaltatrici, completi dell indicazione della categoria dei lavori subappaltati e dell importo dei medesimi; c) le imprese subappaltatrici devono osservare integralmente il trattamento economico e normativo stabilito dai contratti collettivi nazionale e territoriale in vigore per il settore e per la zona nella quale si svolgono i lavori e sono responsabili, in solido con l appaltatore, dell osservanza delle norme anzidette nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nell ambito del subappalto; d) le imprese subappaltatrici, per tramite dell appaltatore, devono trasmettere alla Stazione appaltante, prima dell inizio dei lavori, la documentazione di avvenuta denunzia agli enti previdenziali, inclusa la Cassa Edile, assicurativi ed antinfortunistici; devono altresì trasmettere, a cadenza quadrimestrale, copia dei versamenti contributivi, previdenziali, assicurativi nonché di quelli dovuti agli organismi paritetici previsti dalla contrattazione collettiva nazionale e della Provincia; Le presenti disposizioni si applicano anche alle Associazioni Temporanee di Imprese. Ai fini del presente articolo è considerato subappalto qualsiasi contratto avente ad oggetto attività espletate nel cantiere che richiedano l'impiego di manodopera, quali le forniture con posa in opera e i noli a caldo, se singolarmente di importo superiore al 2 per cento dell'importo dei lavori affidati o di importo superiore a Euro e qualora l'incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore al 50 per cento dell'importo del contratto di subappalto. I lavori affidati in subappalto non possono essere oggetto di ulteriore subappalto, pertanto il subappaltatore non può subappaltare a sua volta i lavori, ad eccezione della posa in opera di strutture e di impianti e opere speciali di cui all articolo 72, comma 4, lettere b), c), d) ed l) del D.P.R. n. 554/1999. Qualora l appaltatore intenda avvalersi della fattispecie disciplinata dall art. 30 D.Lgs. 276/2003 definita distacco di manodopera lo stesso dovrà produrre all Amministrazione apposita istanza corredata dal relativo contratto di distacco e dalla documentazione necessaria a comprovare in capo al soggetto distaccante la regolarità contributiva e l assenza di cause di esclusione dalle gare in modo analogo alla disciplina del subappalto. Il subappalto sarà consentito qualora sussistano le condizioni di cui all'art. 141 del D.P.R. 554/99 e s.m.i. e dall'art. 118 del D.Lgs. 163/06. Resta inteso che, anche il subappaltatore deve ottenere la qualificazione dei requisiti di ordine tecnico - organizzativo prevista dal D.P.R. 34 del 25/01/2000, in riferimento all importo del contratto. 17. FUSIONI, CONFERIMENTI, TRASFORMAZIONI E TRASFERIMENTI D'AZIENDE: Alle cessioni di azienda, agli atti di trasformazione e scissione, ai trasferimenti o affitti d'azienda in seguito a procedura concorsuale, si applicano le norme previste dall art. 116 del D.Lgs. 163/ DISPOSIZIONI DEL D.P.C.M. 11/5/1991 N. 187: Qualora l impresa aggiudicataria sia una società per azioni o in accomandita per azioni o a responsabilità limitata o una società cooperativa per azioni o a responsabilità limitata o una società consortile per azioni o a responsabilità limitata, essa sarà tenuta al rispetto di quanto integralmente disposto dal D.P.C.M. 11/5/1991 n. 187, pubblicato sulla G.U. n. 144 del 21/6/1991, con il quale, in attuazione della norma di cui all'art. 17, comma 3, della L. 55/1990, fu emanato il Regolamento per il controllo delle disposizioni azionarie dei soggetti aggiudicatari di opere pubbliche e per il divieto delle intestazioni fiduciarie. 19. CAPITOLATO GENERALE D APPALTO DEI LAVORI PUBBLICI: 6

7 Si dà atto che, come previsto dall art. 253, comma 3, del D.Lgs. 163/06 al presente appalto è applicabile anche il D.M. n. 145 del (capitolato generale di appalto dei LL.PP.) 20. AVVALIMENTO: Ai fini dell ammissione del concorrente che intende utilizzare l avvalimento ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. 163/2006 dovranno essere presentati, pena esclusione, i documenti indicati nel disciplinare di gara. Ai sensi dell art. 49, comma 6, del D.Lgs. 163/2006, non è ammesso l avvalimento di più imprese ausiliarie. Pertanto il concorrente può avvalersi di una sola impresa ausiliaria per ciascun requisito o categoria. In relazione al presente bando, il concorrente che intende avvalersi dei requisiti economico finanziari, tecnico organizzativi e della attestazione SOA di altra impresa, deve comunque possedere autonomamente tutti i detti requisiti in misura non inferiore al 50% dell importo posto a base d asta. Ai sensi dell art. 49 comma 8 D.Lgs. 163/06 non è consentito, pena esclusione, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente sono escluse le imprese, e che partecipino alla gara sia l impresa ausiliaria che quella che si avvale dei requisiti. Il concorrente e l impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della Stazione appaltante. 21. STIPULA DEL CONTRATTO: Ai sensi dell art. 109 del D.P.R. 554/99 il contratto di appalto deve essere stipulato entro 60 giorni dall aggiudicazione. Qualora l impresa aggiudicataria non fornisca la necessaria documentazione e pagamenti e non addivenga nel termine sopradetto alla stipula del contratto, potrà essere dichiarata decaduta dall aggiudicazione con le conseguenze previste dalla legislazione vigente. Ai fini della stipula del contratto di appalto l impresa aggiudicataria è tenuta a trasmettere preliminarmente il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva). L impresa non potrà in alcun modo vantare diritti per ritardi nella stipula del contratto di appalto. 22. COPERTURE ASSICURATIVE: Ai sensi dell art. 129 del D.Lgs. 163/06, l impresa l esecutore dei lavori è altresì obbligata a stipulare una polizza assicurativa che tenga indenni la Stazione appaltante e gli altri enti da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa determinati, salvo quelli derivanti da errori di progettazione, insufficiente progettazione, azioni di terzi o cause di forza maggiore, con i rischi ed i massimali indicati dall art. 5 del Capitolato Speciale di Appalto, che preveda anche una garanzia di responsabilità civile per danni a terzi nell esecuzione dei lavori. La copertura dovrà decorrere dalla data di consegna dei lavori e cessare sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio art. 129 comma 1 del D.Lgs. 163/06 e art. 103 del D.P.R. 554/99. Gli schemi di polizza tipo per le coperture assicurative sono quelli previsti dal D.M n CLAUSOLA SOCIALE Ai sensi della Circolare del Ministero dei Lavori Pubblici 13/05/1986, n. 880 viene stabilito che: 1) Nell'esecuzione dei lavori che formano oggetto del presente appalto, l'impresa si obbliga ad applicare integralmente tutte le norme contenute nel contratto collettivo nazionale di lavoro per gli operai dalle aziende industriali edili ed affini e negli accordi locali integrativi dello stesso, in vigore per il tempo e nella località in cui si svolgono i lavori suddetti. 2) L'impresa è responsabile, in rapporto alla stazione appaltante, dell'osservanza delle norme anzidette da parte degli eventuali subappaltatori (e subaffidatari) nei confronti dei rispettivi loro dipendenti, anche nei casi in cui il contratto collettivo non disciplini l'ipotesi del subappalto. Il fatto che il subappalto non sia stato autorizzato, non esime l'impresa dalla responsabilità di cui al comma precedente e ciò senza pregiudizio degli altri diritti della stazione appaltante. 3) In caso di inottemperanza agli obblighi testé precisati accertata dalla stazione appaltante o ad essa segnalata dall'ispettorato del lavoro, la stazione appaltante medesima comunicherà all'impresa e, se del caso, anche all'ispettorato suddetto, l'inadempienza accertata e procederà ad una detrazione del 20% sui pagamenti in acconto, se i lavori sono in corso di esecuzione, ovvero alla sospensione del pagamento del saldo, se i lavori sono ultimati, destinando le somme così accantonate a garanzia dell'adempimento degli obblighi di cui sopra. Il pagamento all'impresa delle somme accantonate non sarà effettuato sino a quando dall'ispettorato del lavoro non sia stato accertato che gli obblighi predetti sono stati integralmente adempiuti. Per le detrazioni dei pagamenti di cui sopra, l'impresa non può opporre eccezione alla stazione appaltante, né il titolo a risarcimento di danni. 24. INFORMAZIONI AGGIUNTIVE: PER RAGIONI DI URGENZA SI PROCEDERA ALLA CONSEGNA DEI LAVORI SUBITO DOPO L AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA, COME PREVISTO DAL DPR N 554/99, ART. 129 c.1, FATTE SALVE LE TUTELE PER L AGGIUDICATARIO PREVISTE DAL D.LGS. N 163/06, ART. 11, c Non e ammessa la revisione prezzi come previsto dal comma 2 art. 133 del D.Lgs.163/06. - Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempreché sia ritenuta congrua e conveniente. - Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione 7

8 giurata. - Per tutto ciò che non è previsto dal presente bando, si rimanda alle leggi vigenti in materia. - In caso di fallimento dell appaltatore o di risoluzione del contratto per grave inadempimento del medesimo, la società si riserva la facoltà di interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato all originaria procedura di gara, risultanti dalla relativa graduatoria, ai sensi e per gli effetti previsti dall art. 140 del D.Lgs. 163/2006. L affidamento avverrà alle medesime condizioni economiche già proposte in sede di offerta dal soggetto progressivamente interpellato, sino al quinto migliore offerente in sede di gara. - La stipulazione del contratto con la impresa aggiudicataria è subordinata agli accertamenti e certificazioni previsti dalla vigente normativa. - La stipulazione del contratto con l impresa aggiudicataria è comunque subordinata all acquisizione della documentazione antimafia nonché della certificazione di regolarità contributiva (art. 38 comma 3 D.Legs. 163/06). 25. CONTROVERSIE Le eccezioni e le riserve dell impresa, la risoluzione delle contestazioni fra il Direttore dei Lavori e la Impresa e la definizione delle controversie fra la società e l Impresa appaltatrice, sia durante l esecuzione dei lavori e sia al termine del contratto, che non possono essere risolte in via bonaria, sono devolute al Giudice Ordinario. Il foro competente è quello di Prato. E escluso il ricorso all arbitrato. 26. CAUSE DI ESCLUSIONE Saranno esclusi dalla gara i concorrenti per i quali sussiste/sussistono: - le cause di esclusione di cui all art. 38, c. 1, del D.Lgs. n. 163/06 e successive modifiche e integrazioni; - l estensione, negli ultimi cinque anni, nei propri confronti degli effetti delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui all art. 3 della L. n. 1423/1956, irrogate nei confronti di un convivente; - sentenze, ancorché non definitive, relative a reati che precludono la partecipazione alle gare di appalto; - le misure cautelari interdittive oppure le sanzioni interdittive oppure il divieto di stipulare contratti con la pubblica amministrazione di cui al D.Lgs. n. 231/01; - l inosservanza delle norme della L. n. 68/99 che disciplina il diritto al lavoro dei disabili; - l esistenza dei piani individuali di emersione di cui all art. 1 bis, c. 14, della L. n. 383/01; - l inosservanza all interno della propria azienda, degli obblighi di sicurezza previsti dalla vigente normativa; - rapporti di collegamento e/o controllo con altri concorrenti, determinati secondo i criteri di cui all art del C.C. e di cui all art. 1 ter della Direttiva CEE 305/71 così come modificata dalla direttiva CEE 440/89; - la partecipazione alla gara in più di un associazione temporanea o consorzio, di cui all art. 34, comma 1, lettere d) ed e) del D.Lgs. 163/06 e successive modifiche e integrazioni (in questo caso sono escluse tutte le associazioni temporanee o i consorzi cui partecipa il medesimo concorrente), nonché la partecipazione da parte di consorziati in consorzi stabili per i quali il consorzio stabile concorra alla gara; la presentazione del plico in busta non debitamente sigillata e controfirmata o non riportante l indicazione dell Impresa partecipante alla gara o la dicitura: «Asta pubblica del giorno per ristrutturazione dei locali ex magazzino in via Galcianese n.34 per la realizzazione della nuova sede della società C.R. e A.F. s.r.l. Prato Secondo lotto funzionale». - l invio del plico con mezzi diversi da quelli prescritti dal presente bando; - il mancato rispetto del termine perentorio previsto quale termine ultimo per la presentazione delle offerte; - la mancanza o l incompletezza di qualcuno dei documenti richiesti, purché essenziali, ivi compresi quelli richiesti in caso di avvalimento ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. 163/06; - la presentazione della cauzione provvisoria in modo non conforme al D.M. n. 123/04 e/o in modo non conforme a quanto richiesto nel bando di gara; - l assenza del modello di autocertificazione o la sua mancata sottoscrizione, nonché la sua incompletezza in parti essenziali e l apposizione su di esso di integrazioni non richieste; - la produzione, in allegato alla documentazione richiesta, di dichiarazioni da cui risulti l intenzione del partecipante di dare esecuzione all appalto in modo difforme da quanto prescritto dal presente bando e dalle norme disciplinanti la gara in esso richiamate; - l assenza di buste denominate BUSTA N.1 e BUSTA N.2 all interno del plico; - la presentazione dell offerta economica non contenuta nell apposita busta interna debitamente sigillata e controfirmata, o contenuta in busta che contenga altri documenti o che non riporti la dicitura: «BUSTA n.2»; - la mancanza di sottoscrizione in tutte le pagine, l assenza o l incompletezza in parti essenziali dell offerta economica redatta in modo conforme al modello predisposto dall Amministrazione; - le offerte economiche che rechino abrasioni e correzioni che non siano confermate e sottoscritte dal legale rappresentante; - le offerte in aumento, condizionate o espresse in modo indeterminato o con riferimento ad offerte relative ad altri appalti. - la mancata presa visione degli elaborati progettuali, risultante dall attestazione agli atti dell Amministrazione; - la mancata presentazione della quietanza relativa al versamento di 70,00 in favore dell Autorità sui lavori pubblici in applicazione della Deliberazione del Consiglio dell Autorità del 24 gennaio 2008 in originale o copia autenticata. 8

9 27. TUTELA DELLA PRIVACY Ai sensi del combinato disposto degli art. 11 e 18 del D.Lgs n. 196, in ordine al procedimento instaurato da questo bando si informa che: a) le finalità cui sono destinati i dati raccolti ineriscono al perseguimento di obblighi specificamente richiesti nel procedimento ad evidenza pubblica cui il presente bando è rivolto; b) conformemente alla vigente disciplina legislativa ed alle disposizioni del regolamento dei contratti di questo ente, il conferimento dei dati ha natura di onere: 1. per i documenti da presentare ai fini della partecipazione, il concorrente, se intende partecipare alla gara in oggetto è tenuto a rendere i dati e la documentazione richiesta del presente bando, pena l'esclusione; 2. per i documenti da presentare ai fini dell'aggiudicazione e della conclusione del contratto, la ditta che non presenterà i documenti o non fornirà i dati richiesti si intenderà decaduta dall'aggiudicazione, con incameramento della garanzia di cui all'art. 75 del D.Lgs. 163/06; c) la conseguenza di un eventuale rifiuto a conferire i dati personali richiesti determina l esclusione dalla gara; d) i dati raccolti potranno essere oggetto di comunicazione: al personale dipendente della società, al responsabile in tutto o in parte del procedimento o comunque in esso coinvolto per ragioni di servizio, alla commissione di gara, ai concorrenti che parteciperanno alla seduta pubblica di gara, agli altri soggetti aventi titolo, ai sensi della L. 241/90 e T.U. D.Lgs. 267/00; e) il trattamento dei dati avverrà mediante strumenti cartacei ed informatici idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza, anche attraverso strumenti elettronici dotati di apposita password di conoscenza solo del personale addetto al procedimento; f) l'utilizzo dei menzionati strumenti consentirà anche modalità di trattamento che permettano il raffronto dei dati e una gestione degli stessi nel tempo, allo scopo, se si rendesse necessario, di effettuare controlli sulle dichiarazioni, dati e documenti forniti; g) in ogni caso i dati e documenti saranno rilasciati agli organi dell'autorità giudiziaria che ne facciano richiesta nell'ambito di procedimenti a carico delle ditte concorrenti; h) i diritti spettanti all'interessato sono quelli di cui all'art. 7 del D.Lgs n. 196 al quale si rinvia. Il concorrente, formulando l offerta, dichiara di essere a conoscenza e di accettare le modalità di trattamento, raccolta e comunicazione innanzi menzionate. Responsabile Unico del Procedimento ai sensi dell art. 10 D.Lgs. 163/06: Dott. Ing. Antonio Aiello. Il presente bando di gara viene pubblicato e diffuso in conformità a quanto stabilito dall art.80 del D.P.R. n.554/99. Lo stesso può essere visionato, in versione integrale, presso la sede della società C.R.e.A.F. s.r.l., posta in Prato, via Ricasoli 25, all albo pretorio di tutti i comuni della Provincia di Prato, all albo pretorio della Provincia stessa e sul sito sezione bandi e concorsi. Per informazioni: tel.: Prato, li Il Presidente del Consiglio di Amministrazione Luca Marco Rinfreschi 9

SO.G.I.N. Società Gestione Impianti Nucleari per Azioni. Roma, Via Torino n. 6 - P. IVA 05779721009

SO.G.I.N. Società Gestione Impianti Nucleari per Azioni. Roma, Via Torino n. 6 - P. IVA 05779721009 SO.G.I.N. Società Gestione Impianti Nucleari per Azioni Roma, Via Torino n. 6 - P. IVA 05779721009 Bando di gara licitazione privata ai sensi del D.Lgs 163/2006 Parte lll (Rif. Gara NAM6A011 CODICE CUP

Dettagli

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc BANDO DI GARA C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc 1) Stazione appaltante: INPS Direzione Regionale UMBRIA UTR Via Mario Angeloni, 90-06124 Perugia Telefono: 075

Dettagli

1. Nome, indirizzo, numero di telefono e di fax, nonché sito telematico. Senese, Strada delle Scotte n. 14, 53100 Siena; telefono 0577/585010; Telefax

1. Nome, indirizzo, numero di telefono e di fax, nonché sito telematico. Senese, Strada delle Scotte n. 14, 53100 Siena; telefono 0577/585010; Telefax AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE BANDO DI GARA D APPALTO DI LAVORI PUBBLICI 1. Nome, indirizzo, numero di telefono e di fax, nonché sito telematico dell amministrazione aggiudicatrice: Azienda

Dettagli

INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA

INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA 1. stazione appaltante: Istituto Nazionale della Previdenza Sociale - Direzione regionale Lombardia - via M. Gonzaga 6, 20123 Milano; tel. 0288931, fax 028893200. 2.

Dettagli

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL PEEP I LOTTO F LOCALITÀ LE GRAZIE (FOGLIO 58 PART. 805) DISCIPLINARE DI GARA Requisiti

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 000961/2015 Tolentino, li 11/03/2015 BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA a) Stazione appaltante: COSMARI Srl - Località Piane di Chienti - 62029 Tolentino (MC) - tel. 0733/203504 - fax 0733/204014

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE. COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555

EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE. COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555 EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555 Ufficio Economato e Logistica BANDO DI GARA mediante procedura

Dettagli

CITTA DI CASTROVILLARI (Provincia di Cosenza)

CITTA DI CASTROVILLARI (Provincia di Cosenza) CITTA DI CASTROVILLARI (Provincia di Cosenza) BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Lavori di «Costruzione del secondo Campo di calcio di Castrovillari - 1 lotto funzionale» CUP: E59B08000050004 APPALTO

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)?

BANDO DI GARA D APPALTO. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? BANDO DI GARA D APPALTO Lavori Forniture Servizi ٱ ٱ X L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI GEMONIO Provincia di Varese. Procedura aperta per i lavori di RISTRUTTURAZIONE SERBATOI CIVICO ACQUEDOTTO E OPERE PERTINENZIALI

COMUNE DI GEMONIO Provincia di Varese. Procedura aperta per i lavori di RISTRUTTURAZIONE SERBATOI CIVICO ACQUEDOTTO E OPERE PERTINENZIALI COMUNE DI GEMONIO Provincia di Varese Procedura aperta per i lavori di RISTRUTTURAZIONE SERBATOI CIVICO ACQUEDOTTO E OPERE PERTINENZIALI BANDO DI GARA 1) Amministrazione aggiudicatrice: Comune di Gemonio

Dettagli

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera

Stazione Appaltante Procedura di gara: Luogo di esecuzione, descrizione dei lavori e sistema di realizzazione dell opera INSULA S.p.A. Società per la manutenzione urbana di Venezia indirizzo: Venezia - Dorsoduro 2050 telefono: 041/2724.354 - telefax: 041/2724.244 Internet: http://www.insula.it e-mail: appalti@insula.it BANDO

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Assessorato dei Trasporti. Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A.

Regione Autonoma della Sardegna. Assessorato dei Trasporti. Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A. Regione Autonoma della Sardegna Assessorato dei Trasporti Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A. - BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO - 1) Stazione Appaltante: Assessorato Regionale dei Trasporti con sede

Dettagli

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIA- RIO E TECNICO

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIA- RIO E TECNICO 1 BANDO DI GARA D APPALTO Lavori X Riservato all Ufficio delle pubblicazioni Forniture ٱ Data di ricevimento dell avviso... Servizi ٱ N. di identificazione. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza archeologica di Pompei

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza archeologica di Pompei Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza archeologica di Pompei 1. STAZIONE APPALTANTE: Soprintendenza Archeologica di Pompei - Via Villa dei Misteri n. 2-80045 Pompei (NA) - Ufficio

Dettagli

BANDO DI GARA. 3) Luogo, descrizione, importo dei lavori, oneri sicurezza e modalità di

BANDO DI GARA. 3) Luogo, descrizione, importo dei lavori, oneri sicurezza e modalità di BANDO DI GARA C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:n 0373559E9F 1) Stazione appaltante: INPS Direzione Regionale UMBRIA UTR Via Mario Angeloni, 90-06124 Perugia Telefono:

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA

PROVINCIA DELL AQUILA PROVINCIA DELL AQUILA BANDO PROVINCIA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RIGUARDANTE GLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RC AUTO,

Dettagli

C O M U N E D I N O L A Provincia di Napoli DISCIPLINARE DI GARA

C O M U N E D I N O L A Provincia di Napoli DISCIPLINARE DI GARA C O M U N E D I N O L A Provincia di Napoli DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO: gara a procedura aperta per l appalto dei lavori di realizzazione di una Isola Ecologica in località Sarnella Nola - 1. Modalità

Dettagli

Termini e luogo di presentazione delle offerte e degli allegati

Termini e luogo di presentazione delle offerte e degli allegati DISCIPLINARE DI GARA per l affidamento della fornitura di gasolio per autotrazione con il criterio del prezzo più basso (ex art. 220 del D.Lgs 163/2006) Oggetto Procedura aperta per l affidamento di fornitura

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A Oggetto: Affidamento in LOCAZIONE degli spazi pubblicitari esistenti su pensiline

Dettagli

AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO

AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO AVVISO DI GARA DI PROCEDURA APERTA SETTORI SPECIALI - PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DEL AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUE REFLUE DI PONTE SASSO COMUNE DI FANO 1 STRALCIO

Dettagli

Bando di gara. Procedura aperta

Bando di gara. Procedura aperta A.OSP. SAN PAOLO (MI) UAT_MOD_075_Ed00 Pag.:1/6 Bando di gara Procedura aperta per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere da pavimentista per un biennio per il Presidio, per gli edifici

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 32/08 CIG. N. 0189208B5E MANTENIMENTO E ADOZIONE DEI CANI DEL COMUNE DI

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 32/08 CIG. N. 0189208B5E MANTENIMENTO E ADOZIONE DEI CANI DEL COMUNE DI COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 32/08 CIG. N. 0189208B5E 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma 145-09124 Cagliari. Sito internet: www.comune.cagliari.it.

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari,

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006 Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, in esecuzione della Deliberazione G.C. n. 660 del 01.12.2005 e della

Dettagli

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006)

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006) BANDO DI GARA 1. Amministrazione appaltante: Comune di Lanciano Avvocatura Comunale Servizio Appalti Forniture e Servizi P.zza Plebiscito, 1 66034 Lanciano telefono 0872/707602-707227 Fax 0872/717573 sito

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it E indetta con Determinazione Dirigenziale n.246 del 06/03/2007

Dettagli

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P.

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. BANDO DI GARA 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. 20021 2.PROCEDURA DI GARA: procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. CODICE IDENTIFICATIVO

Dettagli

TERMINE DI ESECUZIONE:

TERMINE DI ESECUZIONE: C O M U N E D I M O L A D I B A R I Provincia di Bari Settore VIII Lavori Pubblici e Manutenzioni Profilo Committente: www.comune.moladibari.ba.it BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Mola di

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA MANUTENZIONE ORDINARIA E URGENTE DEGLI IMMOBILI DEL PATRIMONIO GESTITO PER IL BIENNIO 2014 2016 SUDDIVISA

Dettagli

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI TODI PROVINCIA DI PERUGIA SERVIZIO 8 OPERE PUBBLICHE E PROGETTAZIONE BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA per l'affidamento dell'appalto dei lavori relativi a INTERVENTI DI PREVENZIONE DEL RISCHIO

Dettagli

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA Oggetto dell appalto: Servizio di Censimento e verifica degli impianti termici sul territorio comunale ai sensi

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E MIGLIORAMENTO DELLA SOSTENIBILITA AMBIENTALE PRESSO LA SCUOLA MEDIA

Dettagli

7. SOGGETTI AMMESSI ALL APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei concorrenti o delegati muniti di atto formale di delega.

7. SOGGETTI AMMESSI ALL APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei concorrenti o delegati muniti di atto formale di delega. 71037 Monte Sant Angelo Piazza Municipio n. 2 Telefono 0884/561215 Telefax 0884/561016 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 82 del D.lgs. 12.04.2006

Dettagli

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA DISCIPLINARE DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO (NORME INTEGRATIVE AL BANDO) 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA

Dettagli

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-244 Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed 82 del D.lgs. 12.04.2006

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA -

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità - Servizio Programmazione progettazioni

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA L Ente-Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli intende esperire pubblica gara a norma dell art. 6 lett. a) del d.lgs

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico BANDO DI GARA SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI Provincia di Torino BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO In esecuzione della D.C.C. n. 28 del 30/07/2015 e della determinazione n. 274 del 21/09/2015 si rende noto che il Comune

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA LAVORI DI ADEGUAMENTO ANTINCENDIO PADIGLIONI 1 E 2 DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI SONDALO - CODICE C.I.G. 515248906F - CUP F63B12000810003. SEZIONE I: STAZIONE APPALTANTE

Dettagli

COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS. BANDO DI GARA Servizi/Forniture

COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS. BANDO DI GARA Servizi/Forniture COMUNE DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS BANDO DI GARA Servizi/Forniture PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE IMPIANTI ANTINTRUSIONE. GESTIONE DEL SERVIZIO DI VIGILANZA

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila B A N D O DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RCT RCO L Amministrazione Provinciale dell Aquila Via S. Agostino

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE DELLE RISORSE PATRIMONIALI SERVIZIO ATTIVITA NEGOZIALE, ECONOMALE E PATRIMONIALE SETTORE I BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO 1. Ente Appaltante: Università

Dettagli

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO Piazza XXII Giugno - C. A. P. 82O30 - Cod. Fisc. 80000630626 - C/C Postale N.11617826- Tel.0824/875281 - FAX 0824/874337 - e-mail: ufficiotecnico@comunediponte.it

Dettagli

MODELLO 1. Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d asta: 10.000,00 (euro diecimilavirgolazero)

MODELLO 1. Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d asta: 10.000,00 (euro diecimilavirgolazero) MODELLO 1 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46, 47 E 76 DEL DPR 445/2000 E S.M.I. Stazione appaltante: Azienda

Dettagli

Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI. via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 -

Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI. via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 - Comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 -

Dettagli

Punti di contatto: ufficio gare Telefono: 06-47841490. Posta elettronica: bandidigara@grandistazioni.it Fax: 06-47885420

Punti di contatto: ufficio gare Telefono: 06-47841490. Posta elettronica: bandidigara@grandistazioni.it Fax: 06-47885420 BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZO E PUNTI DI CONTATTO Denominazione Ufficiale: Grandi Stazioni S.p.A. Indirizzo postale: Via Giovanni Giolitti n.34 Città:

Dettagli

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed

Dettagli

Comune di Gravina in Puglia

Comune di Gravina in Puglia Comune di Gravina in Puglia c.a.p. 70024 Partita Iva 0036498722 Codice Fiscale PROVINCIA DI BARI DISCIPLINARE DI GARA PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO VISITA E DI UNA RETE SENTIERISTICA NEL SIC BOSCO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (CIG: 0429457F1C)

DISCIPLINARE DI GARA (CIG: 0429457F1C) DISCIPLINARE DI GARA (CIG: 0429457F1C) 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA DELLE OFFERTE I plichi contenenti l offerta e le documentazioni devono pervenire a mezzo raccomandata del

Dettagli

La costituzione di raggruppamenti d imprese è finalizzata a dimostrare uno o più dei seguenti requisiti:

La costituzione di raggruppamenti d imprese è finalizzata a dimostrare uno o più dei seguenti requisiti: SCHEDA FORME ASSOCIATIVE DI PARTECIPAZIONE Nessun concorrente partecipante a RTI può presentare più offerte, né potrà subentrare successivamente alla gara ove abbia presentato offerta in una qualsiasi

Dettagli

1. STAZIONE APPALTANTE: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI. - Telefono: 081-5476513 6158; Telefax: 081-5476571; Indirizzo

1. STAZIONE APPALTANTE: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI. - Telefono: 081-5476513 6158; Telefax: 081-5476571; Indirizzo BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO 1. STAZIONE APPALTANTE: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE, VIA AMM. ACTON, 38, 80133 NAPOLI - Servizio responsabile: AREA TECNICA Ufficio Tecnico I - Telefono:

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE R.F N. 91 DEL 30.11.2015_ BANDO/DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DALL 01/01/2016

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

Regione Molise DIREZIONE GENERALE I Servizio Beni Demaniali e Patrimoniali

Regione Molise DIREZIONE GENERALE I Servizio Beni Demaniali e Patrimoniali BANDO DI GARA APPALTO INTEGRATO SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1) Denominazione e indirizzo ufficiale dell amministrazione aggiudicatrice: Regione Molise Direzione Generale I Via Genova, 11

Dettagli

DOCUMENTAZIONE TIPO DA ALLEGARE ALL ISTANZA NECESSARIA PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO

DOCUMENTAZIONE TIPO DA ALLEGARE ALL ISTANZA NECESSARIA PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO DOCUMENTAZIONE TIPO DA ALLEGARE ALL ISTANZA NECESSARIA PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO L appaltatore all atto dell offerta, e, nel caso di varianti in corso d opera, all atto dell affidamento

Dettagli

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo

Descrizione: opere di adeguamento della ferrovia a cremagliera Principe - Granarolo AZIENDA MOBILITA E TRASPORTI S.p.A. - GENOVA BANDO DI GARA PER PROCEDURA RISTRETTA SETTORI SPECIALI LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FERROVIA A CREMAGLIERA PRINCIPE - GRANAROLO Ente Aggiudicatore: Azienda Mobilità

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Codice CIG: 58168708F8 Codice CUP: G66E12000740001

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Codice CIG: 58168708F8 Codice CUP: G66E12000740001 COMUNE DI CELICO PROVINCIA DI COSENZA UFFICIO TECNICO - SETTORE LAVORI PUBBLICI Prot. n 1763 del 20/06/2014 Pubblicato all Albo Pretorio al n 427/2014 dal 20/06/2014 al 15/07/2014 BANDO DI GARA PROCEDURA

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ASTI SETTORE APPALTI E CONTRATTI Via Carducci, 86 14100 ASTI www.atc.asti.it

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ASTI SETTORE APPALTI E CONTRATTI Via Carducci, 86 14100 ASTI www.atc.asti.it AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI ASTI SETTORE APPALTI E CONTRATTI Via Carducci, 86 14100 ASTI www.atc.asti.it BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA REALIZZAZIONE IN MONCALVO (AT) VIA VALLETTA

Dettagli

DIOCESI DI CASSANO ALL JONIO

DIOCESI DI CASSANO ALL JONIO Pag. 1 a 5 DIOCESI DI CASSANO ALL JONIO Cassano all Jonio li 19 febbraio 2014 Prot. N 64 RACCOMANDATA ½ posta elettronica certificata LETTERA D INVITO ALL IMPRESA: Oggetto: Invito a partecipare alla gara

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA = PREZZO PIU BASSO DETERMINATO MEDIANTE MASSIMO RIBASSO SULL IMPORTO DEI LAVORI APPALTO CON CORRISPETTIVO A CORPO = LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI

Dettagli

TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA DI PRESENTAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:

TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA DI PRESENTAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE: I. N. P. D. A. P. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell'amministrazione Pubblica Via C. Beccaria n 29-00196 Roma Tel. 06/77351-06/77352734/3114/3115 BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE:

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara)

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara) Università per Stranieri di Siena Appalto per la contrazione di un mutuo ipotecario trentennale a tasso fisso per un importo compreso fra un minimo di Euro 13.635.204,00 ed un massimo di Euro 18.135.204,00

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA (OT) BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO 1. STAZIONE APPALTANTE: Azienda Sanitaria Locale n. 2 con sede in Olbia v.le Aldo Moro - tel.0789/552326, telefax 0789/50396

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA CITTA DI CASTROVILLARI (Provincia di Cosenza) Piazza Vittorio Emanuele II - 87012 - Castrovillari (Cosenza) Tel. 0981.25211 - Fax. 0981.21007 http://www.comune.castrovillari.cs.it BANDO DI GARA MEDIANTE

Dettagli

CITTÀ DI TERRACINA PROVINCIA DI LATINA DIPARTIMENTO- III- LAVORI PUBBLICI BANDO DI GARA

CITTÀ DI TERRACINA PROVINCIA DI LATINA DIPARTIMENTO- III- LAVORI PUBBLICI BANDO DI GARA CITTÀ DI TERRACINA PROVINCIA DI LATINA DIPARTIMENTO- III- LAVORI PUBBLICI BANDO DI GARA SERVIZIO DI PULIZIA DELL AREA PORTUALE Procedura aperta - massimo ribasso- ex art.82 comma 2 lett.b) D.Lgs n 163/2006

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N 05/08 CIG: 0133286714. Il Comune di Cagliari, in esecuzione della Determinazione del Dirigente

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N 05/08 CIG: 0133286714. Il Comune di Cagliari, in esecuzione della Determinazione del Dirigente COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N 05/08 CIG: 0133286714 Il Comune di Cagliari, in esecuzione della Determinazione del Dirigente dell Area Servizi Tecnici n. 5 del 14.01.2008 e n. 18

Dettagli

Il Responsabile del Servizio Finanziario in esecuzione della deliberazione consiliare n... del..., RENDE NOTO

Il Responsabile del Servizio Finanziario in esecuzione della deliberazione consiliare n... del..., RENDE NOTO Amministrazione aggiudicatrice :COMUNE DI GORIANO SICOLI- Goriano Sicoli- Cap 67020 Codice fiscale e P.I. 00218000669 Tel 0864720003 Fax 0864720068 - E-mail gorianosicoli@pec.it : procedura aperta ex art.3,

Dettagli

Provincia di Barletta Andria -Trani BANDO DI GARA. Prot. n. 5315 lì, 24.2.2010

Provincia di Barletta Andria -Trani BANDO DI GARA. Prot. n. 5315 lì, 24.2.2010 - BANDO DI GARA Prot. n. 5315 lì, 24.2.2010 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Canosa di Puglia P.zza Martiri XXIII Maggio, n.15 70053 Canosa di Puglia - tel. 0883610209 telefax 0883 661005 2. PROCEDURA

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 Via San Secondo, 29-10128 Torino Tel. +39 011 566 1 566 Codice Fiscale/Partita Iva 09737640012

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 Via San Secondo, 29-10128 Torino Tel. +39 011 566 1 566 Codice Fiscale/Partita Iva 09737640012 AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 Via San Secondo, 29-10128 Torino Tel. +39 011 566 1 566 Codice Fiscale/Partita Iva 09737640012 S.C. TECNICO-MANUTENZIONE Prot. N. 0138889/B05 Torino, 18.11.2008 RACCOMANDATA

Dettagli

Raccordo Autostradale Valle d Aosta S.p.A. DISCIPLINARE DI GARA Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte

Raccordo Autostradale Valle d Aosta S.p.A. DISCIPLINARE DI GARA Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte Raccordo Autostradale Valle d Aosta S.p.A. Luogo: Regione Autonoma Valle d Aosta. Esecuzione servizio invernale di caricamento e spargimento dei cloruri e di sgombero neve da effettuarsi sull Autostrada

Dettagli

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE NEI LOCALI SEDE DEL SETTORE RISORSE AGRICOLE E FORESTALI

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A DISCIPLINARE PROVINCIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA RCT/RCO E RC PATRIMONIALE AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DELL AQUUILA LOTTO UNICO ART.

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE Direzione Regionale Toscana Coordinamento Attività tecnico edilizia 50122 Firenze - via del Proconsolo, 10 - telefono 055/23781 fax 055/2378761 Lavori di ripristino

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006)

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART. 54 E SEGG. DEL D.LGS N. 163/2006) Citta di Lomazzo P.zza IV Novembre, 4 22074 Lomazzo (Como) Tel. 029694121 fax 0296779146 info@comune.lomazzo.co.it www.comune.lomazzo.co.it C.F. e P. Iva 00566590139 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA (ART.

Dettagli

Sviluppo Basilicata SpA Via Centomani,11 85100 Potenza tel.0971.50661 fax 0971.506664

Sviluppo Basilicata SpA Via Centomani,11 85100 Potenza tel.0971.50661 fax 0971.506664 Sviluppo Basilicata SpA Via Centomani,11 85100 Potenza tel.0971.50661 fax 0971.506664 DISCIPLINARE DI GARA I.1 Oggetto appalto Affidamento del servizio di conto corrente fruttifero periodo 2010 2011 dedicato

Dettagli

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più PROVINCIA DI PISTOIA Piazza S. Leone n. 1, Pistoia Tel. 0573/374249, Fax 0573/374543: DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER PROVVISTA DI FONDI TRIENNIO 2006/2008 PER IL FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA Allegato n.1 DISCIPLINARE DI GARA Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte I plichi contenenti l offerta e le documentazioni, pena l esclusione dalla gara, devono pervenire, a

Dettagli

1. INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE

1. INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Procedura Aperta per l affidamento dei Servizi di Copertura Assicurativa per il Rischio di Responsabilità Civile del Gestore Aeroportuale CIG: 623794965B Base di Gara 107.500,00 ai fini dell affidamento

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R.

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R. Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le Mail Raccomandata A.R. OGGETTO: Invito per l'affidamento dei servizi di noleggio di n. 8 Stampanti Multifunzione SCANNER/COPIA/STAMPA - Procedimento in economia a mezzo

Dettagli

ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno

ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno Bando di gara per l affidamento del servizio di raccolta differenziata di carta e cartone BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA INDICE 1. STAZIONE APPALTANTE...

Dettagli

Città di Pinerolo Provincia di Torino Piazza Vittorio Veneto n. 1-Tel. 0121/361111 - Fax 0121/374285 http://www.comune.pinerolo.to.it.

Città di Pinerolo Provincia di Torino Piazza Vittorio Veneto n. 1-Tel. 0121/361111 - Fax 0121/374285 http://www.comune.pinerolo.to.it. Città di Pinerolo Provincia di Torino Piazza Vittorio Veneto n. 1-Tel. 0121/361111 - Fax 0121/374285 http://www.comune.pinerolo.to.it. PROCEDURA APERTA (ai sensi del D. Lgs. 12/4/2006 n 163 e s.m.i.) LAVORI

Dettagli

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA PER LE SCUOLE PRIMARIE DI PRIMO GRADO SITE NEL COMUNE DI BORZONASCA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2010/2011, 2011/2012 E 2012/2013 Amministrazione

Dettagli

20142 MILANO Via A. di Rudinì n. 8 Tel.: 02-8184.1 Fax: 02-8910875 Cod. Fisc. 80102370154 P. IVA: 04444150157 -

20142 MILANO Via A. di Rudinì n. 8 Tel.: 02-8184.1 Fax: 02-8910875 Cod. Fisc. 80102370154 P. IVA: 04444150157 - Bando di gara relativo a Procedura aperta per l affidamento delle opere da elettricista per la manutenzione ordinaria e straordinaria per l Azienda Ospedaliera San Paolo di Milano per tre anni con decorrenza

Dettagli

DEMOGRAFICI-ELETTORALE-GARE CONTRATTI [P.za Cavallotti- tel. 0566/59371-59411 AVVISO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

DEMOGRAFICI-ELETTORALE-GARE CONTRATTI [P.za Cavallotti- tel. 0566/59371-59411 AVVISO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO COMUNE DI Prot. n. 14356 AVVISO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO IL DIRIGENTE DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI RENDE NOTO che in esecuzione della Delibera Giunta Comunale n 303 del 23/12/2004 e della determinazione

Dettagli

IMPORTO A BASE DI GARA: 71.970,80 IVA COMPRESA.

IMPORTO A BASE DI GARA: 71.970,80 IVA COMPRESA. LAVORI DI RIMOZIONE ETERNIT PRESSO PRESSO IL PARCO MEZZI CINGOLATI DI LENTA (VC) MAPPALE: COMUNE DI LENTA (VC) FOGLIO 26 PARTICELLA 16 CAPANNO 2 IMPORTO A BASE DI GARA: 71.970,80 IVA COMPRESA. L APERTURA

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Appalto lavori

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Appalto lavori COMUNE di MAGLIANO SABINA PROVINCIA DI RIETI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Appalto lavori Offerta economicamente più vantaggiosa OGGETTO: Lavori di realizzazione di n.2 impianti fotovoltaici da 17.86

Dettagli

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato GARA DA ESPERIRE MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA (LICITAZIONE PRIVATA) PER L AFFIDAMENTO ANNUALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELL OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA SITA IN MONTE PORZIO CATONE (RM) E

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante)

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODULO I Procedura ristretta accelerata per l affidamento delle prestazioni relative all allestimento della mostra temporanea dal titolo provvisorio

Dettagli

COMUNE DI ROTONDELLA c.a.p. 75026 PROVINCIA DI MATERA tel. 0835/ 844111 fax 0835/504073

COMUNE DI ROTONDELLA c.a.p. 75026 PROVINCIA DI MATERA tel. 0835/ 844111 fax 0835/504073 COMUNE DI ROTONDELLA c.a.p. 75026 PROVINCIA DI MATERA tel. 0835/ 844111 fax 0835/504073 OGGETTO: Lavori di riqualificazione ed arredo urbano Cod. CUP: D17H07000220002 Cod. CIG 0054571967 Importo a base

Dettagli

COMUNE DI ROMANO D EZZELINO

COMUNE DI ROMANO D EZZELINO Prot. 1618 BANDO DI GARA per l appalto dei lavori di: RESTAURO DI VILLA NEGRI PER LA REALIZZAZIONE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE" indetto con determinazione del responsabile del settore LL.PP. N. 13 del 26/01/2009

Dettagli