CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 Allegato D) alla determinazione CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA DI SOFTWARE E SERVIZI PER L IMPLEMENTAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE - Lotto 4) AREA CONTABILE Città di Collegno Settore Finanze SIC 26 novembre

2 Capo I Prescrizioni generali L installazione dei software oggetto della presente gara dovrà essere eseguita su risorse del Data Center del CSI Piemonte, rispettando i requisiti tecnici sotto riportati. 1. Server virtuali Per ogni server virtuale il servizio presenta le seguenti caratteristiche: piattaforma di virtualizzazione VMware vsphere tecnologia cloud basata sul prodotto VMware vcloud Director infrastruttura basata su sistemi blade server con architettura x86 elevata disponibilità della piattaforma virtuale grazie alla funzionalità VMware High Availability abilitata sul cluster vsphere bilanciamento automatico del carico elaborativo grazie al servizio VMware Distributed Resource Scheduler e tramite la funzionalità VMware vmotion che consente di migrare a caldo, senza interruzione di servizio degli ambienti virtuali, da un nodo della farm a un altro connettività di rete con piano di indirizzamento privato esposto su rete Rupar (tramite funzionalità di natting), piano di indirizzamento privato esposto su rete internet pubblica (tramite funzionalità di natting) e disponibilità di una rete privata isolata non raggiungibile dall esterno sicurezza gestita autonomamente dall ente tramite firewall virtuale dedicato connettività SAN realizzata con switch/director fibre channel a doppia fabric a garanzia della ridondanza dei collegamenti verso lo storage disco di sistema e disco dati aggiuntivo attestati su storage di classe enterprise. 2. Database Il servizio prevede l utilizzo di DataBase centralizzati ospitati su infrastruttura CSI dotata di caratteristiche di affidabilità e ridondanza. L aggiudicatario si avvarrà dell utilizzo di tali servizi per ospitare le proprie basi dati, la cui gestione sistemistica sarà a carico del CSI Piemonte. L accesso alle basi dati avverrà attraverso utenti applicativi appositamente creati sulla base delle specifiche fornite dall Aggiudicatario, che dovrà specificare inoltre la dimensione stimata per la base dati in Megabyte. Il servizio permette di accedere a DataBase di tipo PostgreSQL, Oracle e MySQL. 3. Vincoli tecnici ed oneri a carico dell Aggiudicatario L utilizzo di sistemi operativi Microsoft per ciascuna Virtual Machine (VM) ospitata all interno del Virtual Private Cloud è vincolato all uso delle licenze messe a disposizione dal CSI Piemonte indipendentemente dalla modalità con cui sono state installate (es.: tramite catalogo cloud o tramite immagine fornita dal cliente). Rimangono a carico dell Aggiudicatario: la fornitura delle licenze per il middleware eventualmente installato sui Virtual Server ospitati all interno del VPC; la gestione sistemistica dei Virtual Server; il monitoraggio dei servizi e delle applicazioni installati all interno delle VM ospitate all interno del Virtual Data Center; la gestione delle componenti di sicurezza implementate attraverso la funzionalità vshield Edge Gateway per l accesso verso la rete Internet pubblica e verso la Rete Rupar; la verifica del corretto funzionamento delle applicazioni erogate sugli ambienti virtuali in cloud e la loro compatibilità rispetto alla funzionalità di NAT (IP masquerading e/o port 2

3 forwarding) abilitata tramite la funzionalità vshield Edge Gateway per l accesso verso la rete Internet pubblica e verso la Rete Rupar. Sistemi guest supportati: Microsoft 32/64 bit: Windows XP professional, Windows Vista, Windows 7, Windows 8, Windows Server 2003, Windows Server 2008, Windows Server 2012 Linux/Unix 32/64 bit: RH Enterprise Linux 4, RH Enterprise Linux 5, RH Enterprise Linux 6, SUSE Enterprise Linux 10, SUSE Enterprise Linux 11, Oracle Linux 4, Oracle Linux 5, Oracle Linux 6, CentOS, Ubuntu Linux, Other Linux 2.4.x, 2.6.x, 3.x 4. Modalità Operative L accesso al sistema avviene utilizzando un comune browser web e collegandosi ad un indirizzo pubblico su internet. La console di amministrazione permette di gestire in maniera autonoma le macchine virtuali che verranno create per l installazione degli applicativi Per l installazione dei propri applicativi, l Aggiudicatario dovrà comunicare la configurazione minima per la corretta esecuzione del software fornito all Ente. Nel dettaglio, dovranno indicare: N. vcpu per ogni VM N. GB RAM per ogni VM N. GB di spazio disco per ogni VM (eventuale) N. GB di spazio disco per Backup per ogni VM (eventuale) N. MB di spazio per DataBase e tipologia richiesta. N. indirizzi IP e tipologia (privato Rupar o pubblico internet) Tipologia e versione del Sistema Operativo richiesto (non saranno accettati Sistemi Operativi il cui supporto è terminato o terminerà entro il 2016) Oltre a quelli sopradescritti, non sarà imputato alcun altro onere all Aggiudicatario, per l utilizzo del sistema. Il Comune di Collegno in qualità di Amministratore dell infrastruttura, potrà concedere l utilizzo e l amministrazione all Aggiudicatario in base alle esigenze di servizio. L Ente potrà inoltre avvalersi di fornitori esterni per i servizi di amministrazione e gestione sistemistica a suo insindacabile giudizio. A tutela della parità di trattamento, fino all aggiudicazione della presente gara ulteriori eventuali informazioni dovranno essere richieste esclusivamente alla Stazione Appaltante. APPLICATIVI INSTALLATI PRESSO L ENTE Di seguito vengono elencati gli applicativi ad oggi installati sui server ubicati presso gli edifici comunali per l informatizzazione degli uffici. AREA (applicativo) MODULI TIPOLOGIA FORNITORE 1 DOCUMENTALE (IRIDE) Protocollo Web solution Maggioli S.p.A. Atti amministrativi Web solution Maggioli S.p.A. Anticorruzione (SIPAL) Web solution Maggioli S.p.A. 3

4 Notifiche Web solution Maggioli S.p.A. Organi collegiali Web solution Maggioli S.p.A. 2 TECNICA Contabilità Lavori Client server Elda Soft S.r.l. Pubblici Concessioni edilizie Client server Technical Design S.r.l. SUAP e SUE WS Technical Design S.r.l. 3 DEMOGRAFICA- Anagrafe Client server Maggioli S.p.A. TRIBUTARIA (SIPAL) Stato civile Client server Maggioli S.p.A. Elettorale Client server Maggioli S.p.A. Tributi Client server Maggioli S.p.A. 4 CONTABILE (LIBRA) Pianificazione Client server Maggioli S.p.A. strategica Patrimonio e Inventario Client server Maggioli S.p.A. Contabilità generale ed Client server Maggioli S.p.A. Economato e Storico 5 PERSONALE (PERSEO- Giuridico Client server Maggioli S.p.A. KRONOS) Contabile Client server Maggioli S.p.A. Rilevazione Presenze Web+Client Maggioli S.p.A. (Kronos) server Controllo accessi Client server Selesta Ingegneria Sp.A ALTRI SERVIZI Albo Pretorio WS Maggioli S.p.A. Bacheca atti WS Maggioli S.p.A. amministrativi Pubblicazione di WS Maggioli S.p.A. matrimonio Pubblicazioni di legge WS Esytech S.r.l. Gli applicativi utilizzano attualmente un DBMS Oracle (versione ) Attualmente i servizi on-line attivi sono utilizzabili con accesso certificato del Sistema Piemonte (CSI Piemonte). La gestione dei verbali PM avviene attraverso l applicativo VIGILIANDO di ICA S.r.l. (ed archivio CONCILIA di MAGGIOLI S.p.A) che utilizza DB SQL. Molte applicazioni sono state sviluppate dal Sistema Informativo Comunale o sono in fase di progettazione, anche in collaborazione con altri fornitori. A seguire un elenco puramente indicativo: 1. Gestione asili nido 2. Gestione centri estivi e soggiorni climatici 3. Gestione soggiorno anziani 4. Gestione contributi diversamente abili 5. Gestione orti urbani 6. Gestione assegnazione case popolari 4

5 7. Gestione contributi economici 8. Gestione impianti sportivi 9. Gestione bilancio energetico di edifici, automezzi e illuminazione pubblica 10. Archivio industrie e aziende 11. Gestione interventi Polizia Municipale 12. Gestione turni Polizia Municipale 13. Gestione rapporti servizi Polizia Municipale 14. Gestione incidenti stradali Polizia Municipale 15. Valutazione e performance del personale 16. Gestione dell inventario dell attrezzatura informatica * * * Capo II Prescrizioni tecniche ART. 1 - OGGETTO E IMPORTO DELL APPALTO Il presente capitolato disciplina la fornitura di software per l implementazione e l aggiornamento del sistema informatico comunale Lotto 4 - Area Contabile. La fornitura dell applicativo comprende il salvataggio e l importazione degli archivi, la garanzia, aggiornamento e manutenzione del software per tutta la durata del contratto, la necessaria formazione e dovrà rispettare in modo completo tutte le specifiche riportate nel presente capitolato. L importo di base della gara è di Euro ,00, così ripartito: Euro ,00, oltre IVA per licenze e servizi connessi; Euro 6.000,00, IVA esente per formazione obbligatoria. L Amministrazione si riserva la facoltà di applicare quanto previsto dall art. 57 comma 5 lett. b) del D.Lgs. 163/2006. ART. 2 - DURATA DELL APPALTO E TEMPI DI ESECUZIONE Il presente appalto decorre dal 1 luglio 2015 con scadenza il 31 dicembre In particolare: Le attività propedeutiche e l importazione degli archivi devono essere svolte da luglio 2015 garantendo ulteriori allineamenti fino a dicembre 2015 per assicurare la continuità tra esercizio 2015/2016; La formazione al personale e l installazione devono avvenire nel mese di novembre 2015; La messa in produzione deve avvenire entro il 1 gennaio Sono ammesse variazioni al calendario di cui sopra esclusivamente se autorizzate dall Ente. Il software dev essere garantito per l intera durata contrattuale e quindi fino al 31 dicembre

6 ART. 3 - LUOGO E MODALITA DI ESECUZIONE L installazione della procedura e le attività propedeutiche alla messa in produzione dovranno essere svolte secondo le specifiche tecniche di cui alle Prescrizioni generali del presente capitolato. Gli applicativi saranno utilizzati dai servizi comunali, dislocati presso le varie sedi: Palazzo Civico; Sede Polizia Municipale; Villa Comunale; Biblioteca e Informagiovani; Le attività che coinvolgono operatori comunali dovranno essere svolte durante gli orari di apertura degli uffici comunali. Potranno essere concordati tra le parti interventi da effettuarsi al di fuori degli orari di lavoro e in giorni festivi, nei casi in cui in questo modo si diminuiscano i tempi di fermo degli uffici comunali. La Ditta si impegna a rispettare incondizionatamente le indicazioni dell Ente e tali attività non comporteranno per l Ente alcun onere aggiuntivo. L Amministrazione Comunale si impegna a garantire l accesso e l agibilità dei locali, laddove necessario, secondo la pianificazione delle attività concordata con l azienda aggiudicataria. ART. 4 GENERALITA E REQUISITI TECNICI DELLA FORNITURA La fornitura deve prevedere i seguenti moduli: Gestione della contabilità finanziaria e redazione dei documenti previsti per legge (bilancio di previsione annuale e pluriennale, Relazione Previsionale e Programmatica, PEG annuale e pluriennale) Gestione della contabilità economico-patrimoniale (partita doppia) e redazione dei documenti previsti per legge (conto del patrimonio, conto economico, prospetto di conciliazione, calcolo degli ammortamenti attivi e passivi attraverso l integrazione con i dati contabili dell inventario dei beni mobili ed immobili) Gestione della contabilità dell economato (ed integrazione con la contabilità finanziaria) Gestione della pianificazione strategica (DUP) Gestione della contabilità di cassa ed integrazione con i dati da comunicare al tesoriere comunale; Gestione della contabilità fiscale e redazione delle dichiarazioni previste dalla normativa vigente in qualità di soggetto passivo e sostituto di imposta; Gestione del Bilancio Consolidato (dal 2016). La fornitura prevede il salvataggio degli archivi esistenti e la conversione in formato e struttura adeguati alla soluzione, garantendone l integrità e la completezza. La soluzione deve prevedere interfacce user-friendly (interazione intuitiva e alta usabilità) per gli operatori comunali e per gli utenti collegati on-line. Devono essere rispettati i criteri di accessibilità. Devono essere previsti i seguenti requisiti: Gli applicativi devono consentire l importazione dell archivio storico della contabilità del periodo attualmente gestito dal software applicativo Libra Storico (vedi Parte generale Applicativi installati presso l ente) 6

7 Gli applicativi forniti nel lotto devono essere integralmente interoperabili tra loro e utilizzare il medesimo schema del dbms; Gli applicativi devono consentire la visualizzazione dell anagrafica dei soggetti di cui al lotto 1, per un collegamento logico tra le banche dati; Per tutti gli applicativi si richiede la possibilità di utilizzare la firma digitale; Gli applicativi devono supportare l utilizzo di software di office automation Open Source; Gli applicativi devono essere aggiornati alle novità tecnologiche e normative; Gli applicativi devono prevedere l esportazione di tutti i dati nei formati richiesti dalle specifiche Istituzioni e Agenzie (Ministero delle Finanze, CCIAA, Agenzia delle Entrate ecc.) Devono essere forniti i manuali operativi e help in linea; L aggiudicatario si impegna a fornire la massima collaborazione con altri fornitori o aziende incaricate dal Comune, in attività coordinate dal SIC, nonché a svolgere sessioni di lavoro congiunto con le aziende fornitrici degli altri lotti. ART. 5 CONTENUTI MINIMI DELLA FORNITURA Contabilità ed Economato L applicativo dovrà gestire la contabilità finanziaria, la contabilità economico-patrimoniale nel rispetto della normativa vigente per i comuni e dovrà consentire la redazione di tutti i documenti contabili previsti per legge. Inoltre dovrà consentire: la redazione del certificato al bilancio e del certificato al rendiconto; la redazione di buoni d ordine elettronici da inviare ai fornitori, con conseguente gestione dei fondi disponibili nei capitoli di spesa; la redazione di buoni d ordine di economato per la gestione delle anticipazioni di cassa, con conseguente gestione dei fondi disponibili nei capitoli di spesa; l estrapolazione dei dati utili per le pubblicazioni sul sito internet previste per legge (es. albo beneficiari, tempi di pagamento, ) gestione della contabilità fiscale (sezionali IVA, Mod. CUD per collaboratori esterni, Mod. 770, Mod Unico) importazione di flussi di dati per la registrazione contabile delle spese (es. utenze, bollette, ) esportazione di flussi di dati contabili; Dovrà essere curata in modo particolare l interazione con la Tesoreria comunale e con tutte le forme di pagamento on-line, fatturazione elettronica (vedi Lotto 1) e Piattaforma certificazione dei crediti. La gestione dei buoni d ordine elettronici deve essere sviluppata e gestibile sia dal modulo di contabilità che dal modulo di economato. Deve essere garantita la completa integrazione tra contabilità finanziaria e contabilità economica. Programmazione Gestione del Piano degli Obiettivi dell Ente, anche con sviluppo pluriennale, integrato con la procedura di gestione del personale (lotto 5). ART. 6 FORMAZIONE OBBLIGATORIA Il Fornitore organizza almeno 12 giornate di formazione on site per la messa in produzione del software fornito, concordandone tempi e modalità con l Ente. Indicativamente, le giornate potrebbero essere così ripartite: Almeno n. 8 giornate di formazione specifica ed affiancamento per il personale degli uffici preposti; 7

8 Almeno n. 3 giornate di formazione generale per il personale di tutti gli uffici dell Ente; Il personale del SIC seguirà in tutte le fasi le operazioni previste dal dal contratto e sarà istruito nel modo più completo possibile sulla struttura, tipologia e funzionalità dell applicativo e relativa base dati. Si prevede a tal fine almeno 1 giornata in fase di avviamento. A seguito dell aggiornamento dei software alle novità tecnologiche e normative, l aggiudicatario è tenuto a concordare con l Ente la necessaria formazione. Tale prestazione aggiuntiva sarà valorizzata al medesimo prezzo offerto in sede di gara. ART. 7 VERIFICA DI CONFORMITA E MESSA IN PRODUZIONE La messa in produzione avverrà una volta conclusa la verifica di conformità della fornitura. *** Capo III Prescrizioni amministrative ART. 8 - SOGGETTI AMMESSI Sono ammessi a partecipare alla gara i soggetti indicati all art. 34 del D.Lgs. 163/2006 in possesso dei requisiti di ordine generale di cui all art. 38 del D.Lgs. 163/2006 e degli altri requisiti previsti dalla normativa per contrarre con la Pubblica Amministrazione. ART. 9 - CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE L affidamento avverrà mediante procedura aperta di cui agli artt. 54 e 55 co. 5, del D.Lgs. n. 163/2006, con aggiudicazione, a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa di cui agli artt. 81 e 83 del D.Lgs. n. 163/2006, da confrontarsi con l importo a base di gara suindicato, valutata in base ai seguenti parametri: a) Offerta tecnica max punti 70 b) Offerta economica max punti 30 La valutazione dei concorrenti è demandata, ai sensi dell art. 84 del D.Lgs. n. 163/2006 ad una commissione giudicatrice, nominata e presieduta dal dirigente settore Finanze. PUNTEGGIO DA ASSEGNARE ALL OFFERTA TECNICA La valutazione dell offerta tecnica sarà effettuata mediante l attribuzione dei punteggi da parte dei componenti della commissione giudicatrice sulla base dei criteri motivazionali di seguito riportati: 1 Grado di utilizzo delle soluzioni Web-based o altra simulazione di desktop max punti 4 8

9 2 Programma aggiuntivo di formazione, indicando contenuti, numero di ulteriori giornate rispetto ai minimi di cui all art. 6, i tempi e le modalità di esecuzione, finalizzato a garantire l aggiornamento tempestivo ed efficace del personale max punti 11 3 Integrazione con il sistema della contabilità del personale (sì/no) punti Integrazione con il sistema del Modulo del patrimonio (inventari dei beni mobili ed immobili) (sì/no) Modulo dedicato al Bilancio di Mandato, di Genere, Sociale (sì/no) Generazione automatica dell accertamento contabile e successiva reversale di incasso dei tributi e delle entrate comunali (sì/no) punti 6 punti 2 punti 7 7 Importazione dei compensi per gettoni di presenza dovuti ai membri degli organi collegiali (lotto 1) per la produzione del relativo mandato di pagamento e stampe di riepilogo; (sì/no) punti 5 8 Grado di integrazione con il modulo Gestione contabilità dei lavori pubblici (lotto 2), da valutare in base al grado di completezza della soluzione offerta e del grado di automatismo previsto per la gestione delle informazioni relative alla contabilità dei lavori pubblici max punti Redazione di modelli standard (.docx, odt, ) per la produzione di relazioni che contengano dati descrittivi e contabili personalizzati, da valutare in base alla quantità di soluzioni predefinite proposte ed alla flessibilità di utilizzo Redazione di report e stampe personalizzate e parametriche, esportabili in formati vari (.pdf,.xlsx, ), da valutare alla quantità di soluzioni predefinite proposte ed alla flessibilità di utilizzo max punti 10 max punti 4 Per ogni criterio di valutazione, l offerta deve contenere una descrizione esaustiva del contenuto. A maggior dettaglio possono essere prodotte presentazioni (slide e simili) con sussidi grafici o demo registrate, che non danno luogo ad attribuzione di punteggio da parte della Commissione. PUNTEGGIO DA ASSEGNARE ALL OFFERTA ECONOMICA Il punteggio verrà determinato dal prezzo offerto pari od inferiore all importo a base di gara di cui all art. 1 secondo la seguente formula: P(a)i = (Rmin / Ra) x 30 dove: P(a)i = punteggio assegnato all offerta valutata 9

10 Ra = offerta presa in esame Rmin = prezzo dell offerta migliore ART. 10 SUBAPPALTO E CESSIONE DEL CONTRATTO Il subappalto è regolato dall art. 118 del D.lgs. n. 163/2006. E vietata a pena di nullità la cessione del presente contratto con conseguente incameramento della cauzione e fatta salva l azione per il risarcimento dei danni. ART INDIVIDUAZIONE DEI REFERENTI L Amministrazione provvederà a designare, in tempo utile per l inizio dei lavori, un proprio referente tecnico per ogni area applicativa, che sarà l interlocutore verso il fornitore. Allo stesso modo, la ditta aggiudicataria, dovrà identificare e comunicare 2 responsabili, uno commerciale ed uno tecnico, che la rappresenti, per tutta la durata del contratto, ai quali l Amministrazione farà riferimento per qualsiasi argomento relativo. ART PENALITÀ, RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L aggiudicatario, per non incorrere nelle penalità di seguito descritte, dovrà rispettare i tempi di esecuzione descritti all art. 2. Per ogni giorno di ritardo, sarà applicata una penale di importo compreso tra lo 0,3 per mille ed un massimo dell 1 per mille dell importo contrattuale. In caso di reiterate inadempienze e di mancata attuazione delle migliorie offerte in sede di gara, potranno essere applicate sanzioni di entità superiore, senza limite massimo, calcolate sempre in rapporto alla gravità dell infrazione, fermo restando che la Stazione Appaltante potrà addivenire comunque alla risoluzione parziale o totale del contratto, ai sensi della vigente normativa. ART MODALITÀ DI PAGAMENTO Le licenze ed i servizi connessi di cui all art. 2, saranno pagati su presentazione di regolari fatture, in ratei annuali di pari importo, nell arco del periodo contrattuale, a decorrere dalla data di messa in produzione. Il pagamento della fornitura avverrà nei termini di legge, previa verifica della regolarità dell esecuzione e della regolarità contributiva. Le fatture dovranno essere emesse ai sensi dell art. 4 comma 3 del DPR n. 207/2010, che prevede una ritenuta dello 0,5% sull importo netto delle prestazioni; le ritenute saranno svincolate solo in sede di liquidazione finale, dopo l approvazione da parte dell Amministrazione del certificato di verifica di conformità, previo rilascio del documento unico di regolarità contributiva. 10

11 Le giornate di formazione, valorizzate in base all offerta prodotta, saranno pagate su presentazione di regolari fatture, a prestazione eseguita. Sono a carico dell Aggiudicatario gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla L. 136/2010 art. 3. L Aggiudicatario dovrà inserire in ogni contratto derivante dal presente contratto analoga clausola ai fini dell assunzione degli obblighi di tracciabilità di cui alla L. 136/2010 art. 3. L Aggiudicatario si impegna a dare immediata comunicazione alla Stazione Appaltante ed alla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo della Provincia di Torino della notizia dell inadempimento della propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria. Visto l art. 42 del D.L. 66/2014 relativo al registro unico delle fatture, di cui all art. 1, c. 2, del D. Lgs 165/2001 la fattura dovrà contenere gli estremi del provvedimento, il Capitolo e l Impegno, (art. 191,comma 1, D.lgs. n. 267/2000) e indicare gli estremi del conto corrente (codice IBAN) accompagnato dalla seguente dicitura conto corrente dedicato ad appalti/commesse pubbliche (art. 3 della legge n. 136/2010). In assenza dell indicazione dei dati sopraindicati l Ufficio competente non potrà dare corso alla liquidazione ed al pagamento della fattura. ART. 14 GARANZIE A CORREDO DELL OFFERTA La cauzione provvisoria e definitiva dovranno essere prodotte ai sensi degli artt. 75 e 113 del D.lgs. n. 163/2006. ART ONERI DELL APPALTATORE L'Impresa, ove richiesto dall'amministrazione, in qualsiasi momento dovrà essere in grado di precisare i nominativi del personale in servizio. L'appaltatore all'atto dell'inizio della fornitura dovrà comunicare all'amministrazione, per iscritto, il nominativo dei due referenti di cui all art. 10, ai quali possa essere notificata qualunque disposizione anche verbale. L'impresa si obbliga a sollevare l'amministrazione da qualsiasi pretesa, azione o rivalsa che possa derivargli da parte di terzi nel corso dello svolgimento della fornitura. L'impresa è sempre responsabile, sia verso l'amministrazione che verso terzi, dell'esecuzione delle attività previste nel Capitolato di gara, dell'operato dei suoi dipendenti e degli eventuali danni che dal personale impiegato e dai mezzi utilizzati derivino a carico di terzi o dalla stazione Appaltante. Qualora l'impresa o chi per essa non dovesse provvedere al risarcimento o alla riparazione del danno, nel termine fissato nella relativa lettera di notifica, l'ente resta autorizzato a provvedere direttamente, trattenendo l'importo dal corrispettivo di prima scadenza. ART TRATTAMENTO DATI La ditta opererà nel totale rispetto della riservatezza nel trattamento dei dati, ai sensi della vigente normativa in materia di privacy (d.lgs. n. 196/03) e della vigente regolamentazione comunale. A tal fine dovrà essere posta particolare cura relativamente alla documentazione riservata. L Amministrazione provvederà a nominare la ditta aggiudicataria Responsabile del Trattamento dei dati personali (ordinari, sensibili e giudiziari) a mezzo Decreto che la ditta sottoscriverà per accettazione. Il soggetto aggiudicatario ha l obbligo di mantenere riservati i dati e le informazioni, ivi comprese quelle che transitano per le apparecchiature di elaborazione dati di cui venga in possesso e di non divulgarli in alcun modo e in qualsiasi forma e di non farne oggetto di utilizzazione a qualsiasi titolo per scopi diversi da quelli strettamente necessari all esecuzione 11

12 dell appalto. L obbligo di cui sopra sussiste, altresì, relativamente a tutto il materiale originario o predisposto in esecuzione delle attività affidate in appalto. L obbligo di cui al comma precedente non concerne i dati che siano o divengano di pubblico dominio, nonché le idee, le metodologie e le esperienze tecniche che il soggetto aggiudicatario sviluppa o realizza in esecuzione delle prestazioni dovute. Il soggetto aggiudicatario è responsabile per l esatta osservanza da parte dei propri dipendenti, consulenti e collaboratori, nonché dei propri eventuali subappaltatori e dei dipendenti, consulenti e collaboratori di questi ultimi, degli obblighi di segretezza anzidetti. In caso di inosservanza degli obblighi di riservatezza, l Amministrazione appaltatrice ha la facoltà di dichiarare risolto di diritto il contratto, fermo restando che l appaltatore sarà tenuto a risarcire tutti i danni che dovessero derivare all Amministrazione appaltatrice. Il soggetto aggiudicatario potrà citare i termini essenziali del contratto laddove ciò fosse condizione necessaria per la partecipazione dell impresa stessa a gare e appalti. ART. 17 OSSERVANZA DISPOSIZIONI DI LEGGE L aggiudicatario dovrà eseguire tutto quanto previsto nello schema di contratto a perfetta regola d arte in rispondenza alle disposizioni e alle clausole contenute nel presente capitolato speciale d appalto. Inoltre sarà tenuto all osservanza di tutte le leggi, i decreti e i regolamenti che disciplinano i rapporti con gli enti pubblici e in genere tutte le prescrizioni che siano o che saranno emanate dai pubblici poteri, in qualsiasi forma, purchè inerenti o attinenti od applicabili all oggetto del presente contratto. L aggiudicatario è esclusivo responsabile dell osservanza di tutte le disposizioni relative all assunzione dei lavoratori, alla tutela antinfortunistica e sociale delle maestranze addette ai lavori oggetto del presente capitolato. L aggiudicatario, con riferimento alle prestazioni oggetto del presente capitolato, si impegna ad osservare e a far osservare ai propri collaboratori a qualsiasi titolo, per quanto compatibili con il ruolo e l attività svolta, gli obblighi di condotta previsti dal D.P.R 16 aprile 2013, n. 62 (Codice di comportamento dei dipendenti pubblici), ai sensi dell articolo 2, comma 3 dello stesso D.P.R., nonché previsti dal Codice di comportamento integrativo approvato dal Comune di Collegno con deliberazione della Giunta Comunale n. 32 del 12/2/2014. A tal fine il Comune di Collegno trasmetterà all aggiudicatario copia del D.P.R. n. 62/2013 e del Codice di comportamento integrativo per una sua più completa e piena conoscenza. L aggiudicatario si impegna a trasmettere copia dello stesso ai propri collaboratori a qualsiasi titolo e a fornire prova dell avvenuta comunicazione. La violazione degli obblighi di cui al D.P.R 16 aprile 2013, n. 62 e sopra richiamati può costituire causa di risoluzione del contratto. L Amministrazione, verificata l eventuale violazione, contesta per iscritto alla ditta affidataria il fatto assegnando un termine non superiore a dieci giorni per la presentazione di eventuali controdeduzioni. Ove queste non fossero presentate o risultassero non accoglibili, procederà alla risoluzione del contratto, fatto salvo il risarcimento dei danni. La Stazione Appaltante, ai sensi dell art. 1 co. 13 D.L. 95/2012, convertito con L. n. 135/2012, si riserva in qualsiasi tempo di recedere dal contratto nel caso in cui i parametri delle convenzioni stipulate da Consip S.p.A. successivamente alla stipula del presente contratto siano migliorative. ART. 18 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO E RISARCIMENTO DANNI In caso di gravi e ripetuti inadempimenti si richiamano gli artt. 136 e ss. del D.lgs. n. 163/2006. L'impresa aggiudicataria sarà comunque tenuta a risarcire l Ente del danno causato da ogni inadempimento alle obbligazioni derivanti dal presente capitolato. In caso di risoluzione anticipata del contratto per responsabilità dell'appaltatore, per qualsiasi motivo, l Amministrazione comunale si riserva di chiedere il risarcimento dei danni subiti. 12

13 Nel caso di controversie, l appaltatore non potrà sospendere né rifiutare l esecuzione della fornitura, ma dovrà limitarsi a produrre le proprie motivate riserve per iscritto, in attesa che vengano assunte dall Amministrazione comunale mandataria le decisioni in ordine alla prosecuzione dello svolgimento dell appalto. In assenza di una soluzione concordata per qualsiasi questione insorta tra l Amministrazione comunale e la ditta aggiudicataria relativamente ai patti convenuti ed a quanto non previsto nel presente atto ma relativo al servizio oggetto dell appalto la controversia sarà demandata al Tribunale di Torino. ART CONTROVERSIE E FORO COMPETENTE Nel caso di controversie, l appaltatore non potrà sospendere né rifiutare l esecuzione della fornitura, ma dovrà limitarsi a produrre le proprie motivate riserve per iscritto, in attesa che vengano assunte dall Amministrazione comunale mandataria le decisioni in ordine alla prosecuzione dello svolgimento dell appalto. In assenza di una soluzione concordata per qualsiasi questione insorta tra l Amministrazione comunale e la ditta aggiudicataria relativamente ai patti convenuti ed a quanto non previsto nel presente atto ma relativo al servizio oggetto dell appalto la controversia sarà demandata al Tribunale di Torino. ART SPESE CONTRATTUALI Tutti gli oneri relativi all esecuzione del presente appalto, nessuno escluso, e le spese inerenti e conseguenti la stipula del relativo contratto sono a carico della ditta aggiudicataria. L IVA è a carico del Comune. ART NORME GENERALI E DI RINVIO Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente capitolato, si rimanda alla vigente legislazione applicabile in materia. 13

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 113 del 08/07/2011 - OGGETTO: mostra «FOTOGRAFIA E RISORGIMENTO. TESORI DEI GRANDI MUSEI ITALIANI». Spese per fornitura di immagini digitali. Assunzione impegno di spesa. I L F U N Z I O N

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO **** REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO **** REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO **** REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli