... 3 Centro regionale di formazione professionale. 4 Impresa e/o associazioni. Altro (specificare)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "... 3 Centro regionale di formazione professionale. 4 Impresa e/o associazioni. Altro (specificare)"

Transcript

1 Al Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione - Direzione generale per l istruzione post-secondaria e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni e degli Enti locali via Ippolito Nievo, Roma ALLEGATO 2 INTERVENTO NAZIONALE L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE PER LO SVILUPPO DELLA RICERCA NEL MEZZOGIORNO (delibere CIPE n. 83/2003 e n. 20/2004) AVVISO PUBBLICO 28 dicembre 2005 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE DELLE CANDIDATURE (1) REGIONE SETTORE DI RIFERIMENTO Denominazione settore/tema (2) Figure professionali di riferimento (3) (2) indicare il settore/tema riportati nell ALLEGATO 1 (3) indicare una delle 46 figure nazionali dell IFTS definite con gli Accordi in sede di Conferenza unificata, pubblicati sulla G. U. Suppl. ord., n 160, alla G. U. n 225 del 27 settembre SOGGETTI PROPONENTI LA CANDIDATURA (riportare i dati dei soggetti proponenti aggiungendo più righe ove necessario) N Denominazione Indirizzo CAP Provincia Indirizzo 1 Istituto di istruzione secondaria superiore - capofila 2 Università.. 3 Centro regionale di formazione professionale. 4 Impresa e/o associazioni 5 Distretto tecnologico e/o organismo appartenente al sistema della ricerca scientifica e tecnologica.... Altro (specificare) Tipo di associazione (*) (*) ATS, Consorzio, ecc. Associazione già costituita con atto formale (SI NO) TIMBRO E FIRMA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO CAPOFILA 1 Da inoltrare entro le ore 13 del 28 febbraio 2006 per posta elettronica a: e mediante lettera raccomandata all indirizzo riportato nell intestazione 1

2 CARATTERISTICHE DEI SOGGETTI PROPONENTI (predisporre una scheda per ogni componente del partenariato, compreso l istituto scolastico capofila)) Scheda N 5 INAF OSSERVATORIO ASTROFISICO DI CATANIA Denominazione del soggetto Struttura generale (relazione sintetica su: atto costitutivo/assetto societario/missione, settori di attività, organigramma, attrezzature e risorse disponibili, ecc.) L Osservatorio Astrofisico di Catania (OACT) è una struttura di ricerca dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) che è un Ente pubblico nazionale di ricerca a carattere non strumentale ed ha autonomia scientifica, amministrativa, finanziaria e contabile. L INAF è stato istituito con il decreto legislativo 23 luglio 1999, n. 296 e riformato con il decreto legislativo 19 giugno 2003, n.140 e svolge le seguenti attività : promuove, realizza e coordina, anche nell'ambito di programmi dell'unione europea e di organismi internazionali, attività di ricerca nei campi dell'astronomia, della radioastronomia, dell'astrofisica spaziale e della fisica cosmica, sia tramite la rete degli osservatori astronomici e astrofisici e di altre strutture proprie, sia in collaborazione con le università e con altri soggetti pubblici e privati, nazionali e internazionali; progetta e coordina programmi nazionali ed internazionali di ricerca finalizzati alla costruzione, all'utilizzo e alla gestione di grandi apparecchiature localizzate sul territorio nazionale o all'estero; promuove, sostiene e coordina la partecipazione italiana ad organismi, progetti ed iniziative internazionali nelle materie di competenza, fornendo su richiesta di autorità governative competenze scientifiche, garantendo la collaborazione con enti ed istituzioni di altri Paesi; promuove la valorizzazione ai fini produttivi e sociali e il trasferimento tecnologico dei risultati della ricerca svolta o coordinata dalla propria rete scientifica; svolge attività di comunicazione e promozione della ricerca di competenza, curando la diffusione dei relativi risultati economici e sociali all'interno del Paese e garantendo l'utilizzazione delle conoscenze prodotte; promuove e gestisce iniziative volte all'integrazione della ricerca nazionale ed internazionale nel settore di competenza, anche al fine di acquisire risorse ulteriori per il finanziamento di progetti congiunti; promuove la formazione e la crescita tecnico-professionale dei ricercatori italiani nel campo dell'astronomia, della radioastronomia, dell'astrofisica spaziale e della fisica cosmica, attraverso l'assegnazione di borse di studio e assegni di ricerca, nonché promuovendo e realizzando, sulla base di apposite convenzioni con le università, corsi di dottorato di ricerca, anche con il coinvolgimento del mondo produttivo; effettua la valutazione dei risultati dei propri programmi di ricerca, del funzionamento delle proprie strutture e dell'attività del personale, sulla base di criteri di valutazione definiti dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca; promuove lo sviluppo della conoscenza astronomica nella scuola e nella società mediante appropriate attività divulgative e museali; svolge, su richiesta, attività di consulenza tecnico-scientifica sulle materie di propria competenza, a favore del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, delle altre pubbliche amministrazioni, delle imprese o di altri soggetti privati. 2

3 L attività dell INAF, svolta da circa 1300 dipendenti propri, si basa su due tipi di strutture di ricerca complementari: 12 Osservatori, 2 Laboratori Nazionali e gli Istituti di radioastronomia, di astrofisica spaziale e di fisica dello spazio interplanetario del CNR. Risorse dell OACT disponibili attinenti il progetto: n.2 nodi GRID. INFN Grid e GILDA. N.1 Mainframe IBM SP Power 4, elaboratore parallelo con 8 Processori e 8 GB RAM. Di prossima acquisizione (procedura di gara in fase di espletamento): Sistema Linux Cluster per High Performance Computer con almeno 60 CPUs (o core) e 2GBRam per CPU e rete ad alta prestazione (Myrinet o Infiniband). Ospiterà e gestirà attrezzature di calcolo del Consorzio Cometa: è prevista nei prossimi mesi l acquisizione di un ulteriore sistema con almeno 128 processori. Modalità operative ed esperienza maturata nel settore di riferimento (elencare sinteticamente le attività svolte e le modalità di attuazione) Attraverso progetti di Supercalcolo approvati dal MIUR, l Osservatorio ha acquisito negli ultimi anni Sistemi di calcolo per HPC: IBM SP Power 3 con 24 Processori e 48 Gbyte di RAM. La scelta è stata dettata dalla necessità di eseguire simulazioni cosmologiche con elevata risoluzione, e che quindi tipicamente necessitano di elevata memoria centrale oltre che una struttura di calcolo parallelo. Nel 2003 è stato installato il nuovo sistema di calcolo IBM SP Power4 con 8 processori e ulteriori 8 GByte di RAM che ha sostituito il precedente sistema. Inoltre un sottosistema di storage IBM con 1 TByte di dati è stato collegato al sistema. I sistemisti e il personale di ricerca dell Osservatorio hanno acquisito l esperienza di gestione di un sistema complesso MPP con utenza diversificata. Infatti oltre che utenza locale il sistema offre servizi all utenza INAF di alcune sedi italiane e a ricercatori dell Università di Catania. Inoltre competenze specifiche sono state acquisite dai Ricercatori dell ente per lo sviluppo codici paralleli con message passing e one-side communication, e sulle tecnologie di visualizzazione scientifica con uso di librerie grafiche e programmazione ad oggetti. L OACT ha organizzato nel 2004 un corso di Calcolo Parallelo e HPC aperto a tutti i profili tecnologici che sarà ripetuto nel corso del 2006, con particolare riferimento alle tematiche del Grid Computing Grazie ad un accordo con l INFN di Catania e con l approvazione del progetto Datagrid per la Ricerca Astrofisica (Cofin 2003) l Osservatorio ha già costituito due nodi grid (INFN grid e GILDA) ed ha effettuato il porting del middleware sul sistema IBM SP consentendone l utilizzo del sistema attraverso la griglia. Ciò costituisce un importante sperimentazione per l uso di tecnologie di Supercalcolo in ambiente distribuito ed è l unico esperimento di porting di piattaforma AIX sulla griglia INFN, secondo gli indirizzi e le realizzazioni di EGEE. L INAF partecipa all ATS e partecipa al progetto Trinacria Grid Virtual Laboratori (Trigrid VL) recentemente finanziato dalla regione Sicilia POR. Misura 3.15 per la costituzione di un laboratorio Virtuale. Sono in fase di espletamento le procedure per l emsiione del bando di acquisizione dei nuovi sistemi GRID. L INAF fa parte del Consorzio Cometa, costituito nel Febbraio 2005 e che ha ottenuto un finanziamento dal MIUR bando PON avviso 1575/2004 per il progetto PI2S2. L INAF OACT sarà uno dei poli dove saranno ospitate e gestite sistemi di calcolo, basati sul paradigma della GRID, del Consorzio Cometa. 3

4 Ruolo svolto e modalità di coordinamento (indicare il ruolo che sarà svolto per la realizzazione del progetto e il tipo di coordinamento con gli altri soggetti) L OACT partecipa direttamente alla formazione di figure professionali con particolare riferimento alla tecnologia GRID ed in particolare sui temi dell High Performance Computer (HPC) e della Visualizzazione Scientifica. L OACT insieme agli altri partners, ha responsabilità di coordinamento e supervisione relativamente a : programmazione delle attività progettazione esecutiva gestione operativa monitoraggio e valutazione interna del progetto. Appartiene al laboratorio di ricerca il Coordinatore di Area Ricerca, che opera in stretto rapporto con il Direttore di Corso e il Direttore di Progetto, a cui sono affidate le seguenti funzioni: cura le attività nell Area di Ricerca individua e sottopone alla validazione del Direttore di Progetto le candidature degli operatori e dei docenti attivi nell Area di competenza coordina e verifica il corretto sviluppo delle azioni affidate in coerenza con il quadro progettuale di riferimento. 4

5 PERCORSI DELL IFTS REALIZZATI RICONDUCIBILI AL SETTORE DI RIFERIMENTO (aggiungere altre righe qualora necessario) Anno di Figura professionale N Allievi formati Ruolo svolto realizzazione PARTECIPAZIONE A PROGETTI FORMATIVI E/O DI RICERCA IN AMBITO Ue (aggiungere altre righe qualora necessario) Titolarità del progetto Denominazione del progetto e periodo di svolgimento Ruolo svolto INAF OACT COSMOCT Coordinatore UNIVERSITA VO-TECH Partner EDIMBURGO CINECA COSMOLOAB Partner PARTECIPAZIONE A RETI MULTIREGIONALI, NAZIONALI E/O DI LIVELLO COMUNITARIO (illustrare struttura e obiettivi della rete, attività e ruolo ricoperto): CONSORZIO COMETA consorzio Multi Ente per la promozione e l'adozione di tecnologie di calcolo avanzato: consorzio formato da Università di Catania, Messina e Palermo, INAF, INFN, INGV e Consorzio Scire. Il Consorzio ha per oggetto la realizzazione e la gestione, nel territorio della Regione Sicilia, di un avanzato centro di ricerca e sviluppo diretto a realizzare strutture e competenze e alta formazione nelle tematiche del calcolo ad alte prestazioni e grid computing. L OACT in particolare si occupa degli aspetti legati all HPC e Visualizzazione Scientifica GRID INAF: L OACT partecipa al progetto GRID INAF: esso e infatti uno dei principali poli della rete di ricerca grid dell INAF e partecipa alla costituzione della rete nazionale dela grid INAF. E specializzato per le attività di HPC PARTECIPAZIONE AD ALTRE CANDIDATURE (indicare l eventuale partecipazione a partenariati di altre Candidature) N Regione Settore/tema Figura professionale 1 2 TIMBRO E FIRMA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE 5

CARATTERISTICHE DEI SOGGETTI PROPONENTI (predisporre una scheda per ogni componente del partenariato, compreso l istituto scolastico capofila))

CARATTERISTICHE DEI SOGGETTI PROPONENTI (predisporre una scheda per ogni componente del partenariato, compreso l istituto scolastico capofila)) CARATTERISTICHE DEI SOGGETTI PROPONENTI (predisporre una scheda per ogni componente del partenariato, compreso l istituto scolastico capofila)) Scheda N Denominazione del soggetto 2 Università di Catania

Dettagli

c. alla realizzazione e gestione di strutture di servizio per la ricerca e il trasferimento dei risultati della ricerca;

c. alla realizzazione e gestione di strutture di servizio per la ricerca e il trasferimento dei risultati della ricerca; (ALLEGATO 1) Estratto dallo Statuto della Fondazione per la Ricerca e l Innovazione Art. 3 Finalità 1. La Fondazione non ha fini di lucro, e ha lo scopo di realizzare, in sintonia con le strategie e la

Dettagli

Programma triennale per la Trasparenza e l Integritá dell INAF 2012-2014. - Approvato il 4 Luglio 2012 con Delibera CdA n.

Programma triennale per la Trasparenza e l Integritá dell INAF 2012-2014. - Approvato il 4 Luglio 2012 con Delibera CdA n. Programma triennale per la Trasparenza e l Integritá dell INAF 2012-2014 - Approvato il 4 Luglio 2012 con Delibera CdA n.54/2012 - INDICE PRESENTAZIONE 3 NORMATIVE DI RIFERIMENTO 4 1. INTRODUZIONE 1.1

Dettagli

Progetto INTEP Innovazione tecnologica e di processo per il Settore Manifatturiero

Progetto INTEP Innovazione tecnologica e di processo per il Settore Manifatturiero Bando Start Intep PER LA SELEZIONE DI IDEE IMPRENDITORIALI PER LA FRUIZIONE DI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA FINALIZZATI ALLA COSTITUZIONE DI IMPRESE START UP Premessa La presente procedura viene bandita

Dettagli

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi Identificazione documento Titolo Tipo Nome file Livelli di servizio Documentazione SIS_sla_v2 Approvazioni Nome Data Firma Redatto da Pollio 25/11/2010 Revisionato da Barone 14/01/2011 Approvato da Barone

Dettagli

ALLEGATO B Scheda di presentazione della proposta progettuale

ALLEGATO B Scheda di presentazione della proposta progettuale ALLEGATO B Scheda di presentazione della proposta progettuale Scheda di presentazione del progetto 1.1 Titolo del progetto 1. Informazioni generali 1.2 Durata del Progetto 1.3 Descrizione del progetto.

Dettagli

ALLEGATO 1. ANAGRAFICA DI ISTITUTO CAPOFILA Istituto di istruzione secondaria di I grado DENOMINAZIONE ISTITUTO

ALLEGATO 1. ANAGRAFICA DI ISTITUTO CAPOFILA Istituto di istruzione secondaria di I grado DENOMINAZIONE ISTITUTO ALLEGATO 1 MODULO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Eureka" Orientamento degli studenti nel passaggio dal I al II ciclo di istruzione ANAGRAFICA DI ISTITUTO CAPOFILA Istituto di istruzione secondaria di I

Dettagli

La Modellazione 3D e Real-Time applicata al Marittimo 9 Giugno 2014, Galata - Museo del Mare

La Modellazione 3D e Real-Time applicata al Marittimo 9 Giugno 2014, Galata - Museo del Mare La Modellazione 3D e Real-Time applicata al Marittimo 9 Giugno 2014, Galata - Museo del Mare DLTM - Dr. Davide Marini ANIMARIA Arch. Gianluca Ceccarelli Il Distretto Ligure La compagine Grandi Imprese:

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore. Call 2012 Azioni 1, 2 e 3

PROGRAMMA ERASMUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore. Call 2012 Azioni 1, 2 e 3 PROGRAMMA ERAUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore Call 2012 Azioni 1, 2 e 3 Scadenze presentazione progetti: 30/04/2012 Scadenze presentazione

Dettagli

Accordo di Rete. fra i CTP della provincia di Modena

Accordo di Rete. fra i CTP della provincia di Modena Accordo di Rete fra i CTP della provincia di Modena 1 L anno duemilanove il giorno 22 gennaio 2010 i Dirigenti Scolastici - Stentarelli Claudio CTP di Carpi - Campagnoli Paola CTP di Mirandola - Calanchi

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI INTERNAZIONALI DELL ISTRUZIONE SCOLASTICA UFFICIO V AUDIT DELLA QUALITÀ DEGLI INTERVENTI

Dettagli

MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007

MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007 ALLEGATO A MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007 a-premessa Le presenti modalità di attuazione riprendono le linee fondamentali espresse nell Avviso pubblico, omogenee per ogni

Dettagli

Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA

Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA Progetti Innovativi di Alternanza Scuola Lavoro SCHEDA DI LETTURA Norme di riferimento - D.lgs.15 aprile 2005, n. 77, "Definizione delle norme generali relative all'alternanza scuola-lavoro, a norma dell'articolo

Dettagli

Prot. 1275 A/43 Napoli, 11/03/2014 AVVISO PER IL REPERIMENTO DI ESPERTI INTERNI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. 1275 A/43 Napoli, 11/03/2014 AVVISO PER IL REPERIMENTO DI ESPERTI INTERNI IL DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO SCIENTIFICO STATALE VINCENZO CUOCO Via A De Gasparis n. 12 80137 NAPOLI Tel. 081.440200 fax. 081.4420331 Codice MIUR NAPS10000B CF/Partita IVA 80030760633 E-MAL naps10000b@libero.it PEC naps10000b@pec.istruzione.it

Dettagli

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO ACCORDO QUADRO tra Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (di seguito denominato CNR), C.F. 80054330586, con sede in Roma, Piazzale Aldo Moro n. 7, rappresentato dal Prof. Luigi Nicolais, in qualità di

Dettagli

ESPERTI DI SVILUPPO DEI SISTEMI INTEROPERABILI ORIENTATI ALL E- BUSINESS (Obiettivo 2)

ESPERTI DI SVILUPPO DEI SISTEMI INTEROPERABILI ORIENTATI ALL E- BUSINESS (Obiettivo 2) Progetto di Ricerca SFIDA PMI Protocollo MIUR n. 4446/ICT Tema 1 Corso di Formazione Obiettivo 1: Esperti di gestione collaborativa e multi-aziendale di processi supply chain Obiettivo 2: Esperti di sviluppo

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità 2013-2015 INDICE 1. Introduzione: organizzazione e funzione dell Agenzia Regionale per la Tecnologica e l Innovazione - ARTI... 2 2. I dati... 4 2.1

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Oggetto: schema di decreto recante linee guida in materia di semplificazione e promozione dell istruzione tecnico professionale a norma dell articolo 52 del decreto legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito

Dettagli

Protocollo d 'Intesa

Protocollo d 'Intesa . l l ' P~. tjrtj. ~'f /.Ao RQ{>. e+j R.~\~ N..286~ ja,o Protocollo d 'Intesa Tra Regione Puglia e Consiglio nazionale delle Ricerche La Regione Puglia (C.F. 80017210727), di seguito Regione, nella persona

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA PER la progettazione, a partire dall anno formativo 2004/2005, e la realizzazione, a partire dall anno formativo 2005/2006, di

Dettagli

Sistema di Gestione per la Qualità

Sistema di Gestione per la Qualità MQ 04 Sistema di Gestione per la N. Revisione e data Motivo della modifica Rev, 02 del 03.03.2008 Adeguamento dello scopo Redatto Verificato Approvato RD RD DS 4.0 SCOPO SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

Dettagli

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Identificazione documento Titolo Tipo Nome file Livelli di servizio Documentazione SIS_sla_v3 Approvazioni Nome Data Firma Redatto da Pollio 25/11/2010 Revisionato

Dettagli

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE LA CONFERENZA DEI PRESIDI

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA MINISTERO PUBBLICA ISTRUZIONE. DE AGOSTINI SCUOLA S.p.A

PROTOCOLLO D'INTESA MINISTERO PUBBLICA ISTRUZIONE. DE AGOSTINI SCUOLA S.p.A PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO PUBBLICA ISTRUZIONE (di seguito denominato Ministero) E DE AGOSTINI SCUOLA S.p.A (di seguito denominata Casa Editrice) VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n.

Dettagli

MODULO DI ADESIONE Associazione Lombardy Energy Cleantech Cluster

MODULO DI ADESIONE Associazione Lombardy Energy Cleantech Cluster RAGIONE SOCIALE / NATURA GIURIDICA Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) SEDE LEGALE VIA Piazzale Aldo Moro N. 7 CAP 00185 COMUNE ROMA PROV. RM SITO INTERNET E-MAIL http://www.cnr.it presidenza@cnr.it,

Dettagli

La costituzione degli Istituti Tecnici Superiori e la riorganizzazione del sistema dell IFTS

La costituzione degli Istituti Tecnici Superiori e la riorganizzazione del sistema dell IFTS Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni La costituzione degli

Dettagli

(INDICARE ASSE, Obiettivo Specifico e Azione, come declinati in allegato all avviso)

(INDICARE ASSE, Obiettivo Specifico e Azione, come declinati in allegato all avviso) SEZIONE 0 - DATI IDENTIFICATIVI DEL PROGETTO 01 Titolo: Accompagnamento Operatori Reti d aiuto 02 Acronimo: AgORA 03 Soggetto proponente capofila e partenariato operativo 03.1. Denominazione soggetto proponente

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 13-11-2006 REGIONE BASILICATA. Disciplina degli aspetti formativi del contratto di apprendistato.

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 13-11-2006 REGIONE BASILICATA. Disciplina degli aspetti formativi del contratto di apprendistato. Page 1 of 9 LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 13-11-2006 REGIONE BASILICATA Disciplina degli aspetti formativi del contratto di apprendistato. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N. 71 del 17

Dettagli

Prot. n. 00000019P/B.5.1. Napoli, 11 luglio 2014

Prot. n. 00000019P/B.5.1. Napoli, 11 luglio 2014 P.O.R. Campania FSE 2007-2013 La tua Campania cresce in Europa Con l Europa investiamo nel vostro futuro! ISTITUTO TECNICO ENRICO CARUSO - NAPOLI AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

(Aggiornamento di lunedì 28 luglio 2014)

(Aggiornamento di lunedì 28 luglio 2014) Decreto Direttoriale n. 2216 del 1 luglio 2014 Regole e modalità per la presentazione delle domande finalizzate alla concessione dei contributi previsti dalla Legge 6/2000 per gli strumenti di intervento:

Dettagli

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati

Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Regolamento per la Valorizzazione dell attività scientifica ed il Trasferimento dei risultati Premessa L Ateneo svolge attività di diffusione e promozione della ricerca scientifica sostenendo la partecipazione

Dettagli

ALLEGATO 1. Specifiche progettuali e modello di presentazione del progetto e budget

ALLEGATO 1. Specifiche progettuali e modello di presentazione del progetto e budget ALLEGATO 1 Specifiche progettuali e modello di presentazione del progetto e budget Progetti finalizzati ad azioni di accoglienza e di sostegno linguistico e psicologico per minori non accompagnati D.M.

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 162 del 13/01/2015 Proposta: DPG/2015/109 del 08/01/2015 Struttura proponente: Oggetto: Autorità

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale 0Prot. MPIA00DRPU. 10577 Bari, 24 settembre 2015 e p.c. Ai Dirigenti degli Istituti Scolastici Statali del primo ciclo di Istruzione della Puglia Loro sedi Ai Dirigenti Amministrativi e Tecnici dell USR

Dettagli

e, p.c., ( ) OGGETTO: Direttiva sui Progetti innovativi di Alternanza Scuola Lavoro per l'assegnazione del finanziamento MIUR - A.S.

e, p.c., ( ) OGGETTO: Direttiva sui Progetti innovativi di Alternanza Scuola Lavoro per l'assegnazione del finanziamento MIUR - A.S. MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio - S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio V -Politiche formative e rapporti

Dettagli

======================================================================================= Prot.n. 1801 Isola del Liri, 20/04/2016

======================================================================================= Prot.n. 1801 Isola del Liri, 20/04/2016 MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ISOLA DEL LIRI via Carnello 38-03036 ISOLA DEL LIRI cf 91008580606 Ufficio 0776854033 - Direzione 0776815241

Dettagli

Orientamento 2015/17

Orientamento 2015/17 Orientamento 2015/17 Gli ITS sono stati introdotti nell ordinamento nazionale dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2008 in attuazione della legge finanziaria 2007 allo scopo

Dettagli

SCHEDE DESCRITTIVE DELLE SCUOLE E DEGLI ORGANISMI FORMATIVI PER LA PA

SCHEDE DESCRITTIVE DELLE SCUOLE E DEGLI ORGANISMI FORMATIVI PER LA PA SCHEDE DESCRITTIVE DELLE SCUOLE E DEGLI ORGANISMI FORMATIVI PER LA PA ALLEGATO I 8. SCUOLE REGIONALI SCUOLE INTERNE Solamente la Regione Marche dispone di una Scuola regionale di formazione, quale propria

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

Azione 1: Partecipazione a programmi comunitari di ricerca e/o di cooperazione

Azione 1: Partecipazione a programmi comunitari di ricerca e/o di cooperazione DISCIPLINA SPECIFICA DELLE AZIONI RELATIVE AI CONTRIBUTI PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITÀ INTERNAZIONALI DELL ATENEO Il presente documento detta la disciplina specifica delle seguenti azioni istituite

Dettagli

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 20 febbraio 2014, n. 5) CAPO I Principi generali

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 20 febbraio 2014, n. 5) CAPO I Principi generali Legge regionale 18 dicembre 2013, n. 53 Disciplina del Sistema Regionale dell Istruzione e Formazione Professionale. (BUR n. 24 del 16 dicembre 2013, supplemento straordinario n. 6 del 27 dicembre 2013)

Dettagli

Oggetto: Protocollo d intesa MIUR-ADMO (Associazione donatori midollo osseo).

Oggetto: Protocollo d intesa MIUR-ADMO (Associazione donatori midollo osseo). Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Ufficio 6 Prot.n.2854-15/04/2010

Dettagli

E mail : miic8c500a@istruzione.it miic8c500a@pec.istruzione.it

E mail : miic8c500a@istruzione.it miic8c500a@pec.istruzione.it data e protocollo ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE San GIUSEPPE CALASANZIO Piazza Axum 5 MILANO Tel: 0288444602 CODICE MECCANOGRAFICO MIIC8C500A cod. fiscale 80128410158 E mail : miic8c500a@istruzione.it miic8c500a@pec.istruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo ai sensi dell art. 9 del decreto legislativo 28 agosto

Dettagli

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Le reti per la promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Uno strumento che si ritiene fondamentale per dare compiuta attuazione alle iniziative

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI NUOVI PROGETTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE (IFTS) DA REALIZZARE NELL ANNO FORMATIVO 2014/2015

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI NUOVI PROGETTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE (IFTS) DA REALIZZARE NELL ANNO FORMATIVO 2014/2015 ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI NUOVI PROGETTI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE (IFTS) DA REALIZZARE NELL ANNO FORMATIVO 2014/2015 INDICE Riferimenti normativi 1. Obiettivi generali

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda Istituto di Istruzione Superiore Statale Caterina da Siena soggetto richiedente con..,.. codice fiscale:, rappresentato da:.

Dettagli

1 - CODICE PROGETTO 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL

1 - CODICE PROGETTO 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL 1 - CODICE PROGETTO 4.1.1- IL POLO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO SPECIALIZZAT O NEI SETTORI DELLE PRODUZIONI VITICOLE, ENOLOGICHE, DELLE GRAPPE E DELLE ACQUAVITI DI CONEGLIANO 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca DDG 12 del 6 novembre 2014 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2013, n. 128, recante Misure urgenti in materia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA tra

PROTOCOLLO D INTESA tra PROTOCOLLO D INTESA tra la Regione Piemonte la Regione Sardegna il Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali VISTA la legge 17 maggio 1999 n.144,

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

IIS GIULIO COMUNICATI INTERNI AI DOCENTI COMUNICATO N. 240

IIS GIULIO COMUNICATI INTERNI AI DOCENTI COMUNICATO N. 240 Documentazione SGQ IIS GIULIO Rev. 1 del 19/11/2010 COMUNICATI INTERNI SALA DOCENTI SEDE SALA DOCENTI JUVARRA SERALE CTP AI DOCENTI COMUNICATO N. 240 In riferimento alla circolare regionale n. 68 del 26/02/2013

Dettagli

IV Workshop INFN-Grid. Campus Grid a Napoli. Esperienze in un anno di attività. Paolo Mastroserio. IV Workshop INFN-Grid

IV Workshop INFN-Grid. Campus Grid a Napoli. Esperienze in un anno di attività. Paolo Mastroserio. IV Workshop INFN-Grid Esperienze in un anno di attività Perchè Campus Grid Molti progetti prevedono l acquisizione di mezzi di calcolo avanzato Nessun progetto prevede fondi per la gestione di strutture al di fuori dei limiti

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALLA COSTITUZIONE DEI POLI TECNICO-PROFESSIONALI (triennio 2013/2015)

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALLA COSTITUZIONE DEI POLI TECNICO-PROFESSIONALI (triennio 2013/2015) AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALLA COSTITUZIONE DEI POLI TECNICO-PROFESSIONALI (triennio 2013/2015) Riferimenti normativi - il D.Lgs. 17 ottobre 2005, n. 226, recante "Norme

Dettagli

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015 MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTA la legge 18 dicembre 1997, n. 440, recante istituzione

Dettagli

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi;

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi; ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Regione Lazio, per la presentazione di progetti rispondenti alle priorità di cui al punto 6.1 dell Allegato alla

Dettagli

PIANO REGIONALE PER LE RISORSE UMANE PIANO D AZIONE 2011-2013

PIANO REGIONALE PER LE RISORSE UMANE PIANO D AZIONE 2011-2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE Dante Alighieri - 88837 PETILIA POLICASTRO (KR) VIA A. De Gasperi, 83 - Tel. 0962431046 fax 0962/431407 Petilia Policastro,14 febbraio 2012 Prot. N 580 A/24 All Albo del Circolo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

Indirizzi per la regolamentazione dell Apprendistato per la Qualifica e per il Diploma Professionale ai sensi del Regolamento 47/R del 2003 e s.m.i.

Indirizzi per la regolamentazione dell Apprendistato per la Qualifica e per il Diploma Professionale ai sensi del Regolamento 47/R del 2003 e s.m.i. Allegato A Indirizzi per la regolamentazione dell Apprendistato per la Qualifica e per il Diploma Professionale ai sensi del Regolamento 47/R del 2003 e s.m.i. Indirizzi per la regolamentazione dell apprendistato

Dettagli

L Istituto, in armonia con le attività e finalità del CNR di cui all art.2 del DL del 29-1-99:

L Istituto, in armonia con le attività e finalità del CNR di cui all art.2 del DL del 29-1-99: Proposta operativa DI COSTITUZIONE DELL ISTITUTO DI NEUROSCIENZE DEL CNR PREMESSA Nell ambito del riordino della rete scientifica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), al fine di realizzare un

Dettagli

PROVINCIA DI TERNI SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE E DEL LAVORO. FORMULARIO per l assegnazione di

PROVINCIA DI TERNI SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE E DEL LAVORO. FORMULARIO per l assegnazione di PROVINCIA DI TERNI SERVIZIO POLITICHE FORMATIVE E DEL LAVORO Mod.D FORMULARIO per l assegnazione di Borse di Studio o tirocini formativi 1 Modello D1.1) Alla Provincia di Terni Servizio Politiche Formative

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. AOODPIT.REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI n. 990 dell 1 ottobre 2015 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica n. 567 del 10 ottobre 1996 e successive modificazioni che

Dettagli

- avere attivato corsi di laurea triennale in Scienze Motorie da almeno tre anni.

- avere attivato corsi di laurea triennale in Scienze Motorie da almeno tre anni. INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI PER LA SELEZIONE DI UNA FACOLTA DI SCIENZE MOTORIE PER IL CONCORSO ALLA REALIZZAZIONE E VALUTAZIONE DEL PROGETTO A SCUOLA DI SPORT LOMBARDIA IN GIOCO II

Dettagli

CIRCOLARE N. 22 DEL 21/11/07

CIRCOLARE N. 22 DEL 21/11/07 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale dei Beni Culturali Ambientali e della Pubblica Istruzione Dipartimento Pubblica Istruzione Servizio Istruzione Universitaria - Accademie di Belle

Dettagli

Polo formativo per l IFTS Economia del Mare FORMARE. Azione di sistema numero 2. Piano di promozione comunicazione e sensibilizzazione.

Polo formativo per l IFTS Economia del Mare FORMARE. Azione di sistema numero 2. Piano di promozione comunicazione e sensibilizzazione. Polo formativo per l IFTS Economia del Mare FORMARE Azione di sistema numero 2 Piano di promozione comunicazione e sensibilizzazione dell utenza 1 INDICE 1. Premessa...3 2. Obiettivi comunicativi...4 3.

Dettagli

Innovation Day Torino, 5 Giugno 2013

Innovation Day Torino, 5 Giugno 2013 Innovation Day Torino, 5 Giugno 2013 L esperienza ligure nelle politiche di Clustering Cristina Battaglia Regione Liguria Dipartimento Sviluppo Economico Settore Ricerca, Innovazione ed Energia 1 L ESPERIENZA

Dettagli

Unione Europea M.P.I. Liceo Classico Umberto I Regione Siciliana

Unione Europea M.P.I. Liceo Classico Umberto I Regione Siciliana Unione Europea M.P.I. Liceo Classico Umberto I Regione Siciliana LICEO CLASSICO STATALE UMBERTO I -PALERMO SEDE DEL COORDINAMENTO DELLA RETE SICILIA 4B- SETTORE VALORIZZAZIONE E FRUIZIONE BB.CC.AA.NN.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODRCAL.Registro Ufficiale(U).0014146.25-11-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale - Ufficio II Via Lungomare 259, 88100 CATANZARO - Tel. 0961734411 Codice

Dettagli

Bando INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER PROGETTI DI RICERCA FONDAMENTALE O DI BASE ORIENTATA A SETTORI PRIORITARI

Bando INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER PROGETTI DI RICERCA FONDAMENTALE O DI BASE ORIENTATA A SETTORI PRIORITARI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2007, N. 7 PROMOZIONE DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA IN SARDEGNA

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento delle attività di consulenza e di ricerca

Regolamento per lo svolgimento delle attività di consulenza e di ricerca Regolamento per lo svolgimento delle attività di consulenza e di ricerca Indice Art. 1 Norme generali... 2 Art. 2 Strutture e personale coinvolti... 2 Art. 3 Sottomissione delle proposte di progetto e

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE

AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE EUREKA Borse di dottorato di ricerca per l innovazione AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE La Regione Marche e le Università marchigiane hanno sottoscritto in data 28/5/2014 un protocollo d intesa, adottato

Dettagli

Piano di Intervento CIPE/IFTS Ricerca L'istruzione e la formazione tecnica superiore per lo sviluppo della ricerca nel Mezzogiorno

Piano di Intervento CIPE/IFTS Ricerca L'istruzione e la formazione tecnica superiore per lo sviluppo della ricerca nel Mezzogiorno Piano di Intervento CIPE/IFTS Ricerca L'istruzione e la formazione tecnica superiore per lo sviluppo della ricerca nel Mezzogiorno Indicazioni per le attività relative alla fase di selezione 1 1. Introduzione

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 12214

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 12214 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 12214 Il Consiglio Direttivo dell'istituto Nazionale di Fisica Nucleare, riunito in Roma in data 24 febbraio 2012 alla presenza

Dettagli

prot. n. 1602 B/28 Montesarchio, 21 marzo 2014

prot. n. 1602 B/28 Montesarchio, 21 marzo 2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO 2 MONTESARCHIO Via Vitulanese, 48 Montesarchio ( BN) Segreteria tel./fax 0824834094 bnic855006@istruzione.it bnic855006@pec.istruzione.it

Dettagli

I N D I C E B A N D O

I N D I C E B A N D O 1 Prot.462 27/01/2010 Programma operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. Progetto C-6-FSE-2009-181 IMPARIAMO A LAVORARE INSIEME I L D I R I G E N T E S C O L A S T I C

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI Allegato A SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI Il giorno., dell anno. alle ore., presso la sede

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra il Ministero

Dettagli

Programma per la Ricerca Sanitaria 2008: attività di ricerca finalizzata in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro

Programma per la Ricerca Sanitaria 2008: attività di ricerca finalizzata in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro Programma per la Ricerca Sanitaria 2008: attività di ricerca finalizzata in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro (art.12 e 12 bis del D.Lgs. 502/92, come modificato ed integrato dal Decreto

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione MIUR.AOODPIT.REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI.0001137.30-10-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRIGENTE il Decreto del Presidente della Repubblica n. 567 del 10 ottobre

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR E LA SOCIETA DANTE ALIGHIERI Protocollo d'intesa Tra

Dettagli

Bando per il Premio Nazionale 2015 Promosso da Confindustria e Assolombarda

Bando per il Premio Nazionale 2015 Promosso da Confindustria e Assolombarda DIDATTIVA: LA DIDATTICA PER L ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Bando per il Premio Nazionale 2015 Promosso da Confindustria e Assolombarda In collaborazione con Ministero dell'istruzione, dell'università e della

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali sul documento recante Definizione di standard minimi dei servizi e delle competenze professionali degli operatori con riferimento alle funzioni e ai servizi

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 PRESENTAZIONE OPPORTUNITÀ NAZIONALI E REGIONALI Bando MISE Industria sostenibile e PNR Primi bandi regionali del POR MARCHE FESR 2014-2020 AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 POR MARCHE FESR 2014-2020

Dettagli

Firma autografa sostituita a mezzo stampa, ai sensi dell art.3, comma2, del D.Lgs n.39/93

Firma autografa sostituita a mezzo stampa, ai sensi dell art.3, comma2, del D.Lgs n.39/93 L attività oggetto del presente bando rientra nel Piano Integrato d Istituto, annualità 2014 ed è cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo a titolarità del Ministero dell Istruzione, dell Università e Ricerca

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara STATUTO DEL CENTRO DI RICERCA E SERVIZI DENOMINATO CENTRO PER LO SVILUPPO DI PROCEDURE AUTOMATICHE INTEGRATE PER IL RESTAURO DEI MONUMENTI D.I.A.P.RE.M. (DEVELOPMENT OF

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE FEDERIGO ENRIQUES Livorno

LICEO SCIENTIFICO STATALE FEDERIGO ENRIQUES Livorno Prot.n, 3905 G/1 Livorno, 27/05/2013 Oggetto: Bando di concorso per tutor a distanza sulla sicurezza per ciascuna delle seguenti province: Livorno-Lucca- Massa-Pisa IL DIRIGENTE SCOLASTICO Visto il Decreto

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DELEDDA PIERA Indirizzo VIALE DEGLI OLEANDRI, 08100, Nuoro Telefono 0784/204021 349/6079100 Fax 0784/230596

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Regione Marche Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra

Dettagli

Oggetto: ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: avviso pubblico

Oggetto: ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: avviso pubblico Savona, 29 gennaio 2016 Ai genitori e agli allievi delle classi III IV- V Meccanica,Chimica, III- IV- V Informatica, Elettrotecnica ed elettronica, III Grafica e comunicazione Oggetto: ALTERNANZA SCUOLA

Dettagli

Rev.1 del 30 maggio 2013. Il modello organizzativo

Rev.1 del 30 maggio 2013. Il modello organizzativo Rev.1 del 30 maggio 2013 Il modello organizzativo INDICE 1. Premessa 2. Missione 3. Sistema di responsabilità 4. Mappa dei processi 5. Mansionario 1. Premessa Un laboratorio congiunto di ricerca sui temi

Dettagli

VisIVO Server e VisIVO WEB: nuovi sistemi di visualizzazione e analisi di dati tridimensionali e di grandi dimensioni

VisIVO Server e VisIVO WEB: nuovi sistemi di visualizzazione e analisi di dati tridimensionali e di grandi dimensioni : nuovi sistemi di visualizzazione e analisi di dati tridimensionali e di grandi dimensioni P.Massimino, U.Becciani, M.Comparato, A.Costa INAF - Osservatorio Astrofisico di Catania G.Caniglia, F.Vitello

Dettagli

Vulnerabilità dei sistemi informatici Modelli e tecniche per l'assessment e il management del rischio

Vulnerabilità dei sistemi informatici Modelli e tecniche per l'assessment e il management del rischio Tecnologie ICT per le Piccole e Medie Imprese Ciclo di Seminari sulle Tecnologie ICT per le Piccole e Medie Imprese Vulnerabilità dei sistemi informatici Modelli e tecniche per l'assessment e il management

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI CON L EUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007-2013 Ambienti per l apprendimento FESR 2008-2009 Prot. N.3003 C/23 Teggiano, 19/05/2011 All albo Agli atti Alle istituzioni

Dettagli

Avviso relativo alla selezione per il reclutamento di personale interno per l attività di Progettazione. Il Dirigente Scolastico

Avviso relativo alla selezione per il reclutamento di personale interno per l attività di Progettazione. Il Dirigente Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Via Rimembranze n.2 73031 ALESSANO (LE) Distretto n. 47 - Tel. Fax 0833781118 Cod. Fis. 90018660754 Web Site: www.comprensivoalessano.gov.it - email: leic80400t@istruzione.it

Dettagli