Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto:"

Transcript

1 Internet:www.cassaedilesavona.it - Codice Fiscale: ALLE IMPRESE ISCRITTE Savona, 20/12/2005 Prot. n /Dir Circolare n.17/2005 Oggetto: DURC Dichiarazione unica di regolarità contributiva. Attivazione dal 1 gennaio 2006 AI CONSULENTI DEL LAVORO LORO SEDI Si comunica che dal 1 gennaio 2006 inizierà la procedura per il rilascio del DURC (documento unico di regolarità contributiva) che, com'è noto, è stato oggetto di approfondito esame, nelle due riunioni organizzate nei giorni del 5 e 7 dicembre Prima di entrare nel merito delle disposizioni che la Cassa Edile deve seguire nel rilascio del DURC e dei conseguenti comportamenti delle Imprese e dei consulenti, riteniamo opportuno mettere in evidenza gli obiettivi che le parti sociali hanno voluto perseguire con tale certificazione che possono essere così schematizzati: - contrastare il lavoro irregolare, sia per un esigenza sociale generale di tutela dei lavoratori, sia per garantire alle imprese una parità concorrenziale; - estendere il principio del rispetto delle regole, previdenziali, assicurative e contrattuali, a tutto il settore delle costruzioni, non solo a quello delle opere pubbliche che, con vari provvedimenti amministrativi e legislativi era già attivato e a quello, ben più rilevante, del settore produttivo privato, dove le imprese, sane e rispettose delle norme di legge, sentono maggiormente gli effetti negativi di un comportamento scorretto, come quello del lavoro irregolare totale o parziale; - realizzare una stretta collaborazione tra pubblico e privato attraverso gli enti bilaterali del settore dell edilizia, nel caso in esame tra INPS, INAIL, CASSE EDILI e con il MINISTERO DEL LAVORO e, quindi, localmente con l ISPETTORATO DEL LAVORO. Si ricorda che, per le Imprese Edili il DURC è necessario: - per gli appalti pubblici; - per i lavori edili privati soggetti a concessione o Dia. Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto: - per ottenere l attestazione SOA; - per ottenere agevolazioni, finanziamenti e sovvenzioni da parte dello Stato. Si evidenzia che nei casi di appalti per lavori pubblici in edilizia il DURC serve per: - la verifica dell autocertificazione; - l aggiudicazione dell appalto; - la stipula dell appalto; - il pagamento degli stati di avanzamento lavori; - il collaudo; - il pagamento del saldo finale. 1

2 Il DURC può essere richiesto da: - imprese, o lori intermediari; - pubbliche amministrazioni appaltanti; - enti privati a rilevanza pubblica; - SOA. Tale certificazione per i lavori edili, svolti da imprese con personale dipendenti, viene rilasciato esclusivamente dalla Cassa Edile competente per territorio, mentre negli altri casi viene emesso dalla Sede INPS o INAIL alla quale è stata inoltrata la richiesta. Il DURC preferibilmente deve essere richiesto in Via telematica e solo in casi di reale impedimento anche per via cartacea, recandosi presso lo sportello Unico costituito presso le Casse Edile ed ha validità di un mese dalla data del rilascio. Si pone, nuovamente in evidenza, che nel caso di richiesta inoltrata, solo per reale impedimento, in via cartacea, la stessa deve essere trasmessa o presentata esclusivamente alle sedi delle Casse Edili e non alle sedi dell INPS o dell INAIL e non rispettando tale procedura si allungheranno i tempi di rilascio del DURC. La richiesta per via telematica può essere effettuata accedendo al portale attivabile anche attraverso il nostro sito utilizzando l apposito collegamento tramite la relativa icona, presente nella prima pagina del sito stesso. Per l attivazione di tale portale dovranno essere usate le password, a suo tempo, fornite dall INPS e dall INAIL alle Imprese e ai Consulenti,. Si evidenzia che, dal 1 gennaio 2006, per l invio della richiesta di certificazioni di regolarità contributiva, in relazione all attivazione del citato portale, verrà disattivato l attuale programma della Cassa Edile della Provincia di Savona di richiesta delle certificazioni di regolarità contributiva per i soli lavori privati. Peraltro si raccomanda alle imprese, prima di effettuare la richiesta del DURC, di verificare sul nostro sito nell area riservata alle imprese, la situazione contributiva risultante nei nostri archivi, onde - se del caso - sanare la relativa posizione o segnalare le variazioni necessarie per permettere il rilascio del DURC. Nel caso di lavori pubblici il DURC ha validità per il lavoro specifico, limitatamente alla fase per la quale è stato richiesto (stipula del contratto, pagamento di SAL, collaudo, ecc ). Si precisa che per i soli lavori privati in edilizia, il DURC ha validità di un mese dalla data del rilascio, conseguentemente le Imprese nell arco di validità di tale certificato (un mese) non dovranno richiedere altri DURC ma dovranno utilizzare quello emesso, mediante copie autenticate. Si ricorda che l utilizzo di un DURC non rispondente al vero, o non più efficace, equivale ad un uso di atto falso e costituisce un reato. Si pone in evidenza che con tale documento è stato introdotto un elemento profondamente innovativo, per il rilascio del certificato di regolarità. 2

3 Infatti con il DURC la regolarità contributiva delle imprese, rispetto al passato, deve tassativamente, essere valutata non più nel ristretto ambito territoriale, bensì sull intero territorio nazionale, salvo il caso degli stati avanzamento lavori e dei pagamenti finali dei singoli lavori. Questo si è reso possibile attraverso l attivazione della banca dati nazionale delle imprese irregolari (BNI) che le Casse Edili hanno in questi giorni attivato. In merito alle regole che le Casse Edili devono seguire per rilasciare la regolarità contributiva delle imprese si deve far rilevare che trattasi di norme uniformi in tutto il territorio nazionale e con valenza per tutte le imprese (industriali, artigiane, piccole imprese e cooperative) appaltatrici e subappaltatrici che eseguono lavori pubblici o lavori privati. In relazione a quanto sopra, con l entrata in vigore del DURC e con l attivazione della banca dati nazionale delle imprese irregolari è necessario che le imprese e i consulenti curino, con particolare attenzione, il rispetto delle norme di legge, contrattuali e quelle amministrative, in mancanza le imprese non potranno ottenere il DURC e si ritroveranno - attraverso una procedura informatica automatica - segnalate nella citata banca dati nazionale delle imprese irregolari. In primo luogo è necessario rispettare il termine mensile di presentazione per via telematica della denuncia dei lavoratori occupati e quello del versamento dei contributi che, com'è noto, è l ultimo giorno del mese successivo a quello di competenza. In altre parole, se si effettua la denuncia e il versamento entro tale termine, l impresa sarà considerata regolare, se in possesso di tutti i requisiti previsti; fatti dal giorno successivo in poi l impresa sarà sempre considerata irregolare, fino al momento dell effettivo assolvimento di tali obblighi. E necessario che le denunce dei lavoratori occupati e i versamenti dei contributi siano effettuati correttamente e per tutti gli importi dovuti, in mancanza, non potrà essere rilasciato il certificato di regolarità contributivi e sarà effettuata la dovuta segnalazione alla banca dati delle imprese irregolari. Relativamente ai versamenti dei contributi si evidenzia che in base alle nuove norme nazionali decade quella del contratto integrativo che prevede il versamento anticipato al 15 del mese per i contributi relativi ai mesi di agosto e settembre. Relativamente alla data di versamento delle somme dovute dall impresa si considera effettuato nei termini se la data valuta, a favore della Cassa Edile, risulta quella di fine mese ed in considerazioni delle norme interbancarie in merito alla gestione dei bonifici tra i diversi istituti si considera il versamento effettuato nei termini, se la data di operazione bancaria risulta alla Cassa Edile non successiva al quinto giorno del mese seguente a quello in esame (Es: versamenti del mese di marzo si considerano effettuati nei termini, se la data valuta riconosciuta alla Cassa Edile risulta essere il 30 aprile e la data operazione bancaria per la Cassa Edile non è successiva al 5 maggio). Altro punto è quello della piena corrispondenza, nella denuncia dei lavoratori occupati e per ogni lavoratore, tra le ore lavorabili e quelle denunciate. Questo significa che vengono verificate le ore mensili dichiarate con quelle lavorabili. In caso di non corrispondenza non potrà essere rilasciato il certificato di regolarità contributiva. 3

4 Anche su questo adempimento si raccomanda la massima attenzione nella compilazione e trasmissione telematica delle denunce dei lavoratori occupati. Infatti questo, per le nuove norme nazionali, è un requisito necessario ed essenziale per considerare corretta la denuncia presentata e quindi regolare la posizione dell Impresa. Altra condizione, sempre stabilita a livello nazionale, per la regolarità della denuncia dei lavoratori occupati è quella relativa all indicazione, nel modello di denuncia riepilogativo dei lavoratori occupati, dei cantieri con la precisazione di tutti i dati. Così com'è elemento necessario ed essenziale per ottenere il DURC l indicazione per ciascun lavoratore, nella denuncia dei lavoratori occupati, del cantiere in cui si è svolta prevalentemente l attività dello stesso. Tale indicazione fino ad oggi era facoltativa, tranne i casi di lavoratori in trasferta o interinali, con il DURC diventa necessaria e obbligatoria per il suo rilascio, relativo ai pagamenti dei SAL e delle liquidazioni del conto finale negli appalti pubblici; DURC che fa riferimento non solo al periodo di esecuzione dei lavori ma anche al singolo cantiere di attività. Si evidenzia che le direttive nazionali sono precise e impongono alle Casse Edile, in presenza di evidenti discrepanze tra la mole di attività dell Impresa e la manodopera complessivamente denunciata alla Cassa Edile di effettuare i necessari controlli e all acquisizione di ulteriori elementi di conoscenza prima di rilasciare il DURC. Altra nuova regola definita dalle parti a livello nazionale per la presentazione della denuncia riguarda la condizione di attività o meno dell impresa in vari casi. In primis se l impresa è iscritta alla Cassa Edile ma, per cause diverse, sospende la propria attività dovrà segnalarlo alla Cassa Edile utilizzando il modulo di denuncia mensile telematica e, in caso di mancata segnalazione, l impresa sarà considerata irregolare. Se l impresa è di nuova costituzione, essa dovrà presentare domanda d'iscrizione alla Cassa Edile, con l impegno di inviare la denuncia entro il mese successivo a quello d'inizio dell attività. La medesima procedura verrà seguita nel caso d'imprese di vecchia costituzione ma di nuova iscrizione alla Cassa Edile: se ha un attività in corso presenterà la denuncia dal mese successivo a quello dell iscrizione, altrimenti da quello successivo alla ripresa dell attività. Relativamente alla presentazione delle denunce dei lavoratori occupati si deve ricordare che, dal 1 ottobre 2005, devono essere trasmesse, obbligatoriamente, in via telematica e, in base alle vigenti norme del contratto integrativo provinciale, per avere diritto al noto bonus contributivo (se in possesso anche degli altri i requisiti previsti) tali denunce devono essere trasmesse nei termini e per gli importi correttamente dovuti. In mancanza non sarà riconosciuto il bonus contributivo. Si ricorda che deve essere sempre trasmesso mensilmente e alle consuete scadenze il modulo cartaceo delle denunce dei lavoratori occupati (Mod.03/1) in mancanza all Impresa non potrà essere rilasciato il DURC, non verrà riconosciuto il bonus contributivo e non potranno essere liquidate le somme maturate dai lavoratori a titolo di accantonamento per ferie e gratifica natalizia. Sempre in merito ai versamenti delle somme dovute è stato definito a livello nazionale la misura degli interessi moratori per ritardato versamento. 4

5 In particolare è stato previsto che il versamento effettuato oltre il termine contrattuale deve essere comprensivo degli interessi di mora calcolati in ragione dell anno, nella misura pari al 50% di quella minima applicata dall INPS nei casi di omissione contributiva. Tali interessi per l INPS sono pari al tasso ufficiale di sconto (TUS TUF, attualmente pari al 2%) aumentato di 5,50 punti, quindi pari al 7,50% e, conseguentemente, per le Cassa Edili gli interessi moratori, per il futuro, saranno pari al 3,75% annuo. Facciamo presente che il mancato pagamento degli interessi di mora da luogo ad una posizione d'irregolarità contributiva dell Impresa. Per altro si evidenzia che è stato precisato di non considerare come irregolare un impresa che versi in misura inferiore al dovuto per un importo fino a cento euro per ciascun mese di competenza, salva la regolarizzazione conseguente che dovrà essere comprensiva degli interessi moratori. Tenuto conto delle profonde innovazioni a carico delle imprese, introdotte con l attivazione del DURC, a livello nazionale è stato stabilito, per un periodo di quattro mesi e cioè fino al 14 febbraio 2006 che le imprese con debiti verso la Cassa Edile antecedenti la denuncia relativa al mese di settembre 2005, possono sanare la propria posizione debitoria entro tale data (e cioè entro il prossimo 14 febbraio 2006) senza dover corrispondere altri oneri aggiuntivi al debito per contributi e accantonamento. Questa norma non trova applicazione nei casi in cui l impresa abbia in corso azioni di recupero dalla Cassa Edile per contributi e /o accantonamento. In merito al rilascio del DURC si precisa che: 1) la posizione di regolarità contributiva dell impresa è verificata dalla Cassa Edile ove ha sede l impresa per l insieme dei cantieri attivi e degli operai occupati nel territorio di competenza della Cassa medesima; 2) la certificazione di regolarità contributiva per l esecuzione di un opera pubblica è rilasciata dalla Cassa Edile ove ha sede il cantiere, con riguardo al cantiere interessato. A tal fine è necessario che l impresa inserisca nella denuncia mensile l elenco completo dei cantieri attivi, indicando, come già detto, per ciascun lavoratore il singolo cantiere in cui è occupato. L indicazione dei cantieri deve essere effettuato si per quelli pubblici che per quelli privati. Se l impresa esecutrice non muta nel corso del lavoro privato da eseguire, non devono essere richiesti più documenti di regolarità contributiva nell ambito dello stesso lavoro, in previsione di più DIA o permessi di costruire in variante. Le parti hanno previsto la possibilità, in via eccezionale, di concedere delle rateizzazioni dei contributi e dell accantonamento dell Impresa verso la Cassa Edile dovuti per un massimo di sei mesi solo quando vengano rispettati tutti i seguenti criteri: a) la rateizzazione venga deliberata dal Comitato di Presidenza della Cassa Edile con successiva ratifica del Comitato di Gestione; b) l impresa presti idonee garanzie; c) la durata della rateizzazione non vada oltre le scadenze utili per il pagamento in termini agli operai degli accantonamenti relativi alla somma rateizzata, 5

6 d) sulle somme oggetto della rateizzazione venga applicato un interesse pari a quello in vigore; e) il beneficio della rateizzazione decade allorché non vi sia correttezza nelle denunce e nei versamenti durante il periodo di rateizzazione stessa; f) il rispetto del piano di rateizzazione è condizione per la posizione di regolarità dell Impresa. Infine si precisa che per i lavori privati, all atto della richiesta del DURC, l impresa si impegna formalmente a comunicare alla Cassa Edile del luogo ove si svolgono i lavori, l avvio del singolo cantiere. Si pone in evidenza che il DURC non ha effetti liberatori per l Impresa e se si accerta successivamente ulteriori somme dovute dall Azienda, è sempre possibile revocare la regolarità e procedere al loro recupero. Deve altresì essere tenuto ben presente che la legge ha stabilito, per i lavori privati, nel caso che ci si avvalga di una ditta che non ha la regolarità contributiva la sospensione dell efficacia della concessione e/o della Dia. Anche gli appaltatori o subappaltatori devono possedere, ai fini della regolarità contributiva, i medesimi requisiti generali e speciali di qualificazione previsti per l impresa appaltatrice e, pertanto, il certificato dovrà essere rilasciato sull intera situazione aziendale. Al riguardo raccomandiamo, nel caso d'imprese che affidano lavori ad altre ditte, di tenere nel debito conto la norma relativa alla responsabilità solidale e, conseguentemente la necessità di verificare, prima della stipula del contratto e prima di effettuare i pagamenti, la regolarità contributiva delle citate imprese, tenuto conto delle conseguenze poste a carico, anche, dell impresa principale. Tale verifica dovrà essere effettuata chiedendo a tali Imprese la presentazione del DURC all atto della stipula del contratto e in ogni fase di pagamento (acconti e saldo). Nel restare a disposizione per ogni ulteriore chiarimento ci è gradita l occasione per inviare i nostri migliori saluti. IL DIRETTORE (Geom. Umberto Donvito) 6

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc Cos è il Durc E il certificato che, sulla base di un unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di una impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL e Cassa Edile, verificati sulla

Dettagli

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA)

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA) DURC SINTESI DELLE LEGGI E NORMATIVE AGGIORNATO A OTTOBRE 2013 Entrato in vigore il 2 gennaio 2006, il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) è un certificato che, sulla base di un'unica richiesta,

Dettagli

Cassa Edile Emilia Romagna

Cassa Edile Emilia Romagna DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE 01. RICHIESTA DEL DURC pag. 2 02. VALIDITA DEL DURC pag. 3 03. BNI pag. 4 04. CASSA EDILE COMPETENTE AL RILASCIO DEL DURC pag. 4 05. CARTA FILIGRANATA pag. 5

Dettagli

DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE

DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE CASSA EDILE BRESCIA VIA DEI MILLE 18 25122 BRESCIA TEL. 030 289061 FAX 030 3756321 / 030 5030823 www.cassaedilebrescia.it DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE 01. RICHIESTA DEL DURC pag. 2 - lavori

Dettagli

Oggetto: CONDIZIONI E MODALITÀ DI RILASCIO DEL DURC

Oggetto: CONDIZIONI E MODALITÀ DI RILASCIO DEL DURC Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: CONDIZIONI E MODALITÀ DI RILASCIO DEL DURC Che cos è il Durc Il Documento Unico di Regolarità è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente

Dettagli

Oggetto Documento Unico di Regolarità Contributiva. Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 24 ottobre 2007.

Oggetto Documento Unico di Regolarità Contributiva. Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 24 ottobre 2007. DIREZIONE GENERALE DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 7 Roma, 5 febbraio 2008 Al Ai Dirigente Generale Vicario Responsabili di tutte le Strutture Centrali e Territoriali e p.c. a: Organi Istituzionali

Dettagli

CIRCOLARE DURC. Quadro Normativo

CIRCOLARE DURC. Quadro Normativo 1 CIRCOLARE DURC Oggetto: Rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva in Edilizia INPS-INAIL-Casse Edili. Testo congiunto approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con nota

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA L anno duemilatre il giorno tre del mese di dicembre, presso la Prefettura di

Dettagli

Regolamento Generale. della Cassa Edile della provincia di Trieste

Regolamento Generale. della Cassa Edile della provincia di Trieste Regolamento Generale della Cassa Edile della provincia di Trieste MINUTA cassaediletrieste REGOLAMENTO GENERALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CASSA EDILE DI TRIESTE Premessa TITOLO I - STRUTTURA Art. 1. Funzioni

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Mod. RD_01 SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) MODULO UNIFICATO RICHIESTA REGOLARITA' 1) richiesta

Dettagli

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc)

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Sommario: 1. Premessa; 2. Soggetti tenuti a richiedere il DURC; 3. Soggetti abilitati al rilascio del DURC; 4.

Dettagli

CE/bs Cuneo, 25 ottobre 2011. Circolare n. 10/2011 IMPRESE EDILI CONSULENTI DEL LAVORO OO.SS. LORO SEDI

CE/bs Cuneo, 25 ottobre 2011. Circolare n. 10/2011 IMPRESE EDILI CONSULENTI DEL LAVORO OO.SS. LORO SEDI CE/bs Cuneo, 25 ottobre 2011 Circolare n. 10/2011 Alle IMPRESE EDILI CONSULENTI DEL LAVORO OO.SS. LORO SEDI Oggetto: 1. Superamento LIMITI ore Ferie, Permessi retribuiti e Permessi non retribuiti; 2. Limiti

Dettagli

FAQ Documento unico di regolarità contributiva (DURC) (Aggiornato al 26 gennaio 2011)

FAQ Documento unico di regolarità contributiva (DURC) (Aggiornato al 26 gennaio 2011) FAQ Documento unico di regolarità contributiva (DURC) (Aggiornato al 26 gennaio 2011) Tratte dal sito: http://www.avcp.it/portal/public/classic/faq/faq_durc D1. Cosa si intende per Documento Unico di Regolarità

Dettagli

Il Durc on line Note esplicative Dal 1 luglio 2015, chiunque vi abbia interesse, compresa la medesima Impresa, verifica con modalità esclusivamente telematiche ed in tempo reale la regolarità contributiva

Dettagli

(ai fini del rilascio del DURC)

(ai fini del rilascio del DURC) (ai fini del rilascio del DURC) MODULI DA UTILIZZARSI PER LAVORI PUBBLICI A) LAVORI SVOLTI IN PROVINCIA DI IMPERIA: - MODULO 1 Denuncia dell impresa appaltatrice - MODULO 2 Denuncia dell impresa appaltatrice

Dettagli

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI. Da utilizzare da parte dell impresa subappaltatrice.

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI. Da utilizzare da parte dell impresa subappaltatrice. Per quanto riguarda gli adempimenti relativi alla normativa vigente in materia di sicurezza nei cantieri, si ricorda di consultare il link Sicurezza e Prevenzione nell Area Aziende. MODULISTICA PER APPALTI

Dettagli

CASSA EDILE BRESCIA VIA OBERDAN 122 25128 BRESCIA TEL. 030 289061 FAX 030 3756321 www.cassaedilebrescia.it e-mail: info@cassaedilebrescia.

CASSA EDILE BRESCIA VIA OBERDAN 122 25128 BRESCIA TEL. 030 289061 FAX 030 3756321 www.cassaedilebrescia.it e-mail: info@cassaedilebrescia. www.cassaedilebrescia.it e-mail: info@cassaedilebrescia.it SERVIZI INFORMATIVI Mod. 02.12.imp Ed. 01 Rev. 00 ACCOGLIENZA ALLE IMPRESE EDILI 1. EDILIZIA: ORGANISMI PROVINCIALI A CARATTERE BILATERALE 2.

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

IL DURC Riferimenti normativi

IL DURC Riferimenti normativi IL DURC Riferimenti normativi Il documento unico di regolarità contributiva (DURC), è il certificato che, sulla base di un unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità contributiva di un impresa/lavoratore

Dettagli

Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza della Provincia di L Aquila

Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza della Provincia di L Aquila Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza della Provincia di L Aquila S.S. 80 Km 9 n. 61 Località San Vittorino 67100 L AQUILA Cod. Fisc n. 80002410662 tel 0862/24354 fax 0862/64022 www.cassaedilelaquila.it

Dettagli

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva D U R C

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva D U R C Il Documento Unico di Regolarità Contributiva D U R C INDICE Presentazione pag. 5 C.E.R.T. - Cassa Edile Regionale Toscana pag. 7 Parte prima DURC Normativa di riferimento pag. 11 1. Definizioni pag. 11

Dettagli

Controllo di congruità e denunce per cantiere

Controllo di congruità e denunce per cantiere Controllo di congruità e denunce per cantiere Che cosa è la congruità Per ciascun cantiere la Cassa Edile deve verificare che il quantitativo di manodopera, impiegato nello svolgimento dei lavori, sia

Dettagli

Il DURC nel contesto della verifica dell idoneità tecnico professionale delle imprese appaltatrici

Il DURC nel contesto della verifica dell idoneità tecnico professionale delle imprese appaltatrici IL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA (DURC) Il DURC nel contesto della verifica dell idoneità tecnico professionale delle imprese appaltatrici Ordine degli Ingegneri di Bergamo Ing. Filippo Scopazzo

Dettagli

EDILIZIA PRIVATA SICUREZZA CANTIERI MOBILI DOCUMENTAZIONE PREVISTA DAL D.LGS. 81/2008 RELATIVA ALL IMPRESA/DITTA CHE ESEGUE I LAVORI

EDILIZIA PRIVATA SICUREZZA CANTIERI MOBILI DOCUMENTAZIONE PREVISTA DAL D.LGS. 81/2008 RELATIVA ALL IMPRESA/DITTA CHE ESEGUE I LAVORI EDILIZIA PRIVATA SICUREZZA CANTIERI MOBILI DOCUMENTAZIONE PREVISTA DAL D.LGS. 81/2008 RELATIVA ALL IMPRESA/DITTA CHE ESEGUE I LAVORI L articolo 90 sopracitato, dunque, pone a carico del soggetto richiedente

Dettagli

Prot. n 6840/p/cv Roma, 03 luglio 2015. A tutte le Casse Edili. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE.

Prot. n 6840/p/cv Roma, 03 luglio 2015. A tutte le Casse Edili. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Prot. n 6840/p/cv Roma, 03 luglio 2015 A tutte le Casse Edili e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Lettera Circolare n. 26/2015 TESTO CONGIUNTO INPS INAIL CNCE Oggetto:

Dettagli

PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014)

PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014) PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014) CONTRATTI PART TIME ATTIVATI DOPO L 01/01/2011 LIMITI DI ASSUNZIONE Il C.C.N.L. edilizia industria

Dettagli

DURC E REGOLARITA CONTRIBUTIVA ALL INTERNO DELLA NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE

DURC E REGOLARITA CONTRIBUTIVA ALL INTERNO DELLA NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE DURC E REGOLARITA CONTRIBUTIVA ALL INTERNO DELLA NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE AVV. STEFANIA ROSI BONCI PERUGIA 17 MAGGIO 2013 definizione di DURC: 2 Il documento unico di regolarità contributiva è il

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 30 gennaio 2015. Semplificazione in materia di documento unico di regolarità contributiva (DURC). IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Dettagli

CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160)

CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160) CANTIERI TITOLO IV (ARTT. 88-160) All interno di un cantiere già avviato deve entrare un impresa di due soci, chiamati dal committente per la realizzazione di un soppalco in ferro, e quindi non in subappalto.

Dettagli

Focus group Sicurezza Articoli tematici Brevi note sulle interconnessioni tra il RUP ed i soggetti di cui al Titolo IV del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Focus group Sicurezza Articoli tematici Brevi note sulle interconnessioni tra il RUP ed i soggetti di cui al Titolo IV del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Come previsto dalle vigenti normative in materia di contratti pubblici: D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e D.P.R. 207/2010 e s.m.i., il Responsabile Unico del Procedimento è il soggetto responsabile incaricato

Dettagli

RESPONSABILITÀ SOLIDALE SUGLI APPALTI

RESPONSABILITÀ SOLIDALE SUGLI APPALTI RESPONSABILITÀ SOLIDALE SUGLI APPALTI Per rispondere ai dubbi avanzati durante il seminario breve sulle novità fiscali tenuto lo scorso 18 febbraio in materia di responsabilità solidale tra committente

Dettagli

Oggetto: Comunicazione Inizio Lavori attività edilizia libera (C.I.L.) ai sensi del 2 comma, dell art.6 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i.

Oggetto: Comunicazione Inizio Lavori attività edilizia libera (C.I.L.) ai sensi del 2 comma, dell art.6 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i. Allo Sportello Unico per l'edilizia del Comune di Oggetto: Comunicazione Inizio Lavori attività edilizia libera (C.I.L.) ai sensi del 2 comma, dell art.6 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i. Il sottoscritto. Nato

Dettagli

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CIRCOLARE N 2 del 22 dicembre 2008 Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali

Dettagli

Relazione Direttore. Parma 14 settembre

Relazione Direttore. Parma 14 settembre Relazione Direttore Parma 14 settembre Il titolo che è stato dato alla mia relazione Il contributo delle Casse Edili per semplificare i controlli e implementare i servizi è piuttosto impegnativo ma spero

Dettagli

Circolare Informativa n 21/2013

Circolare Informativa n 21/2013 Circolare Informativa n 21/2013 DURC negativo ed intervento sostitutivo della stazione appaltante e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 6 INDICE Premessa pag.3 1) Intervento

Dettagli

ADEMPIMENTI. Casse Edili e Rilascio DURC: i Requisiti

ADEMPIMENTI. Casse Edili e Rilascio DURC: i Requisiti CIRCOLARE MENSILE GIUGNO 2012 LAVORO - NOVITA DEL MESE NEWS DI GIUGNO ADEMPIMENTI Casse Edili e Rilascio DURC: i Requisiti Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con nota n.8367 del 2 maggio,

Dettagli

Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili. Progetto DurcOnLine. Gestione procedure automatiche C.E.

Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili. Progetto DurcOnLine. Gestione procedure automatiche C.E. Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili Progetto DurcOnLine Gestione procedure automatiche C.E. Giuseppe Aquilani Resp. Servizi I.T. e BNI CNCE Roma 28 maggio 2015 http://www.cnce.it e-mail:info@cnce.it

Dettagli

durc settore edile: sperimentazione indici di congruità Analisi del nuovo accordo

durc settore edile: sperimentazione indici di congruità Analisi del nuovo accordo NEWSLETTER 42 - N. 02 ANNO 2012 lavoro accessorio: nuova modalità per l acquisto dei buoni Vendita dei voucher presso la Banca Popolare dell Emilia Romagna durc settore edile: sperimentazione indici di

Dettagli

CONVENZIONE. tra. il Soggetto gestore EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA della provincia di Lucca (ERP)

CONVENZIONE. tra. il Soggetto gestore EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA della provincia di Lucca (ERP) CONVENZIONE tra il Soggetto gestore EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA della provincia di Lucca (ERP) il COMITATO PARITETICO TERRITORIALE per la prevenzione infortuni, l igiene e l ambiente di lavoro per le

Dettagli

Allegati: Si allegano i seguenti documenti:

Allegati: Si allegano i seguenti documenti: Mod. 4AE AL DIRIGENTE DEL SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA E GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI AGRIGENTO (da presentarsi a mano all'uff. protocollo o mediante Raccomandata RR) OGGETTO: Comunicazione

Dettagli

Il DURC negli Enti Locali: quando è necessario richiederlo

Il DURC negli Enti Locali: quando è necessario richiederlo I quaderni di approfondimento Elisabetta Civetta Il DURC negli Enti Locali: quando è necessario richiederlo Civica S.r.l. - Corso Vittorio Emanuele II, 78-26100 Cremona Tel.. 389 1831414 - Fax 0372.8631197

Dettagli

FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI SUBAPPALTO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Al fine di evitare la presentazione di richieste irregolari o incomplete, s invita l appaltatore ad avvalersi del

Dettagli

Cassa Mutua Edile della Provincia di Rimini Prestazioni e Servizi

Cassa Mutua Edile della Provincia di Rimini Prestazioni e Servizi Cassa Mutua Edile della Provincia di Rimini Prestazioni e Servizi Cassa Mutua Edile Vigila, tutela e garantisce il mondo dell edilizia La Cassa Edile è un organismo specifico ed ausiliario del settore

Dettagli

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA.

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA. Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Acquisto beni - servizi P06 Rev 01 del 16/09/09 1. DISTRIBUZIONE

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI PER IL PERSONALE DEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE 2016-2020 (CIG ZB415FBACD) Art.

Dettagli

Artigiani e commercianti e DURC. Documento unico di regolarità contributiva

Artigiani e commercianti e DURC. Documento unico di regolarità contributiva Artigiani e commercianti e DURC Documento unico di regolarità contributiva Tipologia di richiesta Se l impresa ha dei dipendenti richiesta come Datore di lavoro Se l impresa non ha dipendenti ma si tratta

Dettagli

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A DITTA: 3. CORTESI REQUISITI GIURIDICO-AMMINISTRATIVI - BUSTA A

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) MODELLO UNIFICATO: 1) APPALTI DI LAVORI PUBBLICI Quadri da compilare : "A" + "B"

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA CODICE CUP: D92D99000000001 CIG n 027097821E LAVORI DI RISANAMENTO IGIENICO SANITARIO DEL VALLONE PITIPITÌ. 1. Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte I

Dettagli

Direzione centrale delle Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Direzione centrale Sistemi informativi e telecomunicazioni

Direzione centrale delle Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Direzione centrale Sistemi informativi e telecomunicazioni Direzione centrale delle Entrate contributive Direzione centrale Organizzazione Direzione centrale Sistemi informativi e telecomunicazioni Roma, 18 Aprile 2008 Circolare n. 51 Allegati 4 Ai Dirigenti centrali

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 30/01/2014

Direzione Centrale Entrate. Roma, 30/01/2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 30/01/2014 Circolare n. 16 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Roma, 30 Dicembre 2005 Circolare n. 122 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

IMPORTO GIORNI x RETRIBUZIONE x COEFFICIENTE x ORE MEDIA RIMBORSO INDENNIZZABILI ORARIA FASCIA GIORNALIERA

IMPORTO GIORNI x RETRIBUZIONE x COEFFICIENTE x ORE MEDIA RIMBORSO INDENNIZZABILI ORARIA FASCIA GIORNALIERA INTEGRAZIONE MALATTIA, INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE CONTROLLI CASSA EDILE, ALIQUOTE PER CALCOLO INTEGRAZIONE E GESTIONE EVENTI NEL MUT IN VIGORE DALLE DENUNCE MUT DEL MESE DI GIUGNO 2012 (INTEGRATIVO

Dettagli

AI SIGNORI CONSULENTI 8,15/14,00 (Mar Mer Ven) DEL LAVORO 8,15/13,00 14/19,15 (Lun Gio) LORO SEDI

AI SIGNORI CONSULENTI 8,15/14,00 (Mar Mer Ven) DEL LAVORO 8,15/13,00 14/19,15 (Lun Gio) LORO SEDI CASSA EDILE DELLA PROVINCIA Messina, 26 Settembre 2002 DI Circolare n. 03/2002 M E S S I N A Via Dogali, 20 98123 Messina Tel. : (090) 6508011-12 Fax : (090) 6508039 e-mail : cassaedileme@tin.it A TUTTE

Dettagli

... - Impresa Mandante... ... categorie di lavoro e percentuale delle medesime che dovrà realizzare... ... - Impresa Mandante...

... - Impresa Mandante... ... categorie di lavoro e percentuale delle medesime che dovrà realizzare... ... - Impresa Mandante... (schema di domanda di partecipazione in lingua italiana) Oggetto: Domanda di partecipazione alla Procedura Aperta indetta per l appalto dei "Lavori di costruzione di n. 1 fabbricato a n. 4 alloggi di E.

Dettagli

AREA REGOLARITA CONTRIBUTIVA (L ultimo aggiornamento è del 20/3/2014) Ulteriori domande possono essere inviate a infodurc@cassaedilepg.

AREA REGOLARITA CONTRIBUTIVA (L ultimo aggiornamento è del 20/3/2014) Ulteriori domande possono essere inviate a infodurc@cassaedilepg. 1 di 24) 1 Premesse... Pag. 1 2 Le diverse situazioni: quale tipo di Certificato? Il Certificato giusto al momento giusto!.. Pag. 2 3 DURC Nazionale NEW!.... Pag. 3 4 Certificato di CONGRUITA... Pag. 6

Dettagli

IL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA. Elaborazione a cura della Dott.ssa Cristina Carducci per Forum PA 2012

IL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA. Elaborazione a cura della Dott.ssa Cristina Carducci per Forum PA 2012 IL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA Elaborazione a cura della Dott.ssa Cristina Carducci per Forum PA 2012 Officina 18 maggio 2012 1 AGENDA Definizione di DURC Disciplina normativa Il D.M. 24

Dettagli

DOCUMENTAZIONI E CONTROLLI ISPETTIVI. Dott. Ing. Francesca Notartomaso

DOCUMENTAZIONI E CONTROLLI ISPETTIVI. Dott. Ing. Francesca Notartomaso DOCUMENTAZIONI E CONTROLLI ISPETTIVI Dott. Ing. Francesca Notartomaso Appalti e subappalti in edilizia: documenti e controlli ispettivi DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO (EX ISPETTORATO DEL LAVORO) COMPETENZA

Dettagli

Modena, 20/10/2005 Protocollo generale n. 139957/2005 Protocollo G.C. n. 17742/2005 CG-DO/do

Modena, 20/10/2005 Protocollo generale n. 139957/2005 Protocollo G.C. n. 17742/2005 CG-DO/do Comune di Modena Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA E LE IMPRESE Via Santi 60 - Tel. 059/206.2224 - Fax 059/206.2164 E-mail _ giovanni.villanti@comune.modena.it

Dettagli

CIG : 5903505E6D CUP: F24B14000260005

CIG : 5903505E6D CUP: F24B14000260005 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Sardegna ALLEGATO 1 Coordinamento tecnico edilizio Dichiarazione di responsabilità Oggetto: Opere edili ed accessorie inerenti il risanamento delle

Dettagli

ALLEGATO 1 - DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA. nato a... il... residente nel Comune di...(...) Stato... via..

ALLEGATO 1 - DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA. nato a... il... residente nel Comune di...(...) Stato... via.. ALLEGATO 1 - DICHIARAZIONE DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA Codice CUP: E29D09000100007 Codice CIG: 0985907C2E (1) Il /la sottoscritto/a...... nato a...... il... residente nel Comune di......(...)

Dettagli

in qualità di legale rappresentante della Ditta Partita IVA/Codice fiscale n..

in qualità di legale rappresentante della Ditta Partita IVA/Codice fiscale n.. ALLEGATO 1 Al Dirigente IIS Baronissi 84081 Baronissi (SA) Oggetto: Manifestazione d interesse Il sottoscritto nato a ( ) il.., residente a via, n., telefono email PEC in qualità di legale rappresentante

Dettagli

PROCEDURE E SCADENZE CASSA EDILE VERCELLI

PROCEDURE E SCADENZE CASSA EDILE VERCELLI ISCRIZIONE/RIATTIVAZIONE PROCEDURE E SCADENZE CASSA EDILE VERCELLI IMPRESE e STUDI L iscrizione o la riattivazione di un impresa deve pervenire entro la fine del mese di riferimento di inizio attività

Dettagli

MANUTENZIONE ORDINARIA PREVENTIVA E/O A GUASTO DELLA COMPONENTE EDILE DEGLI EDIFICI IN PROPRIETA E/O GESTIONE ALLA PROVINCIA DI TRIESTE

MANUTENZIONE ORDINARIA PREVENTIVA E/O A GUASTO DELLA COMPONENTE EDILE DEGLI EDIFICI IN PROPRIETA E/O GESTIONE ALLA PROVINCIA DI TRIESTE AREA SERVIZI TECNICI U.O. Edilizia MANUTENZIONE ORDINARIA PREVENTIVA E/O A GUASTO DELLA COMPONENTE EDILE DEGLI EDIFICI IN PROPRIETA E/O GESTIONE ALLA PROVINCIA DI TRIESTE RELAZIONE ILLUSTRATIVA CAPITOLATO

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Art. 3. Requisiti per richiedere l iscrizione. I requisiti minimi per ottenere l iscrizione all Albo Fornitori sono i seguenti:

Art. 3. Requisiti per richiedere l iscrizione. I requisiti minimi per ottenere l iscrizione all Albo Fornitori sono i seguenti: REGOLAMENTO per l iscrizione all ALBO FORNITORI dell I.C.E. Art. 1. Istituzione dell Albo Fornitori. L ICE ha istituito un Albo dei Fornitori, presso l, allo scopo di pre-qualificare i fornitori, per l

Dettagli

COMUNE DI ROTONDELLA c.a.p. 75026 PROVINCIA DI MATERA tel. 0835/ 844111 fax 0835/504073

COMUNE DI ROTONDELLA c.a.p. 75026 PROVINCIA DI MATERA tel. 0835/ 844111 fax 0835/504073 COMUNE DI ROTONDELLA c.a.p. 75026 PROVINCIA DI MATERA tel. 0835/ 844111 fax 0835/504073 OGGETTO: Lavori di riqualificazione ed arredo urbano Cod. CUP: D17H07000220002 Cod. CIG 0054571967 Importo a base

Dettagli

Fasi della procedura di affidamento e di esecuzione di un contratto pubblico per le quali sussiste l obbligo di acquisizione del DURC

Fasi della procedura di affidamento e di esecuzione di un contratto pubblico per le quali sussiste l obbligo di acquisizione del DURC 1. DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA Descrizione Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è un certificato che attesta contestualmente la regolarità di un'impresa nei pagamenti e negli adempimenti

Dettagli

C O M U N E D I N O L A Provincia di Napoli DISCIPLINARE DI GARA

C O M U N E D I N O L A Provincia di Napoli DISCIPLINARE DI GARA C O M U N E D I N O L A Provincia di Napoli DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO: gara a procedura aperta per l appalto dei lavori di realizzazione di una Isola Ecologica in località Sarnella Nola - 1. Modalità

Dettagli

Prot. n. 7066 Salerno, 11-12-2013

Prot. n. 7066 Salerno, 11-12-2013 ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO BASILIO FOCACCIA via Monticelli 1 Fuorni 84131 S alern o Indirizzi: Chimica - Elettrotecnica - Informatica Distretto N. 50 TEL. 089 301704 FAX 089 3055189 C.F. 80023050653

Dettagli

INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA

INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA INPS DIREZIONE REGIONALE LOMBARDIA 1. stazione appaltante: Istituto Nazionale della Previdenza Sociale - Direzione regionale Lombardia - via M. Gonzaga 6, 20123 Milano; tel. 0288931, fax 028893200. 2.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA REGOLARITÀ E LA SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE EDILE DELLA PROVINCIA DI ROVIGO

PROTOCOLLO D INTESA PER LA REGOLARITÀ E LA SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE EDILE DELLA PROVINCIA DI ROVIGO PROTOCOLLO D INTESA PER LA REGOLARITÀ E LA SICUREZZA DEL LAVORO NEL SETTORE EDILE DELLA PROVINCIA DI ROVIGO Il giorno 10/02/2005 presso la Direzione Provinciale del Lavoro sede del C.L.E.S. / Rovigo tra

Dettagli

Obblighieadempimenti. TDP:Giuseppe Maiolani MarcoFrabeti MarioBogliari

Obblighieadempimenti. TDP:Giuseppe Maiolani MarcoFrabeti MarioBogliari Obblighieadempimenti TDP:Giuseppe Maiolani MarcoFrabeti MarioBogliari Il Committente Privato in edilizia obblighi ed adempimenti Il Committente Privato è il soggetto fondamentale per garantire regolarità

Dettagli

Programma Operativo Regionale CCI 2007 IT051PO001 FSE

Programma Operativo Regionale CCI 2007 IT051PO001 FSE Riservato Ufficio protocollo Pervenuta il / /201 Registrata al n. di prot. L addetto Al Dirigente Scolastico dell Istituto Liceale S. Pizzi P.zza Umberto I 81043 CAPUA CE pec cepm03000d@pec.istruzione.it

Dettagli

Dichiarazione sostitutiva ex art. 46 e 47 DPR 445/2000 e ss.mm.ii. Il sottoscritto nato a il..,residente a via, n., DICHIARA

Dichiarazione sostitutiva ex art. 46 e 47 DPR 445/2000 e ss.mm.ii. Il sottoscritto nato a il..,residente a via, n., DICHIARA Dichiarazione sostitutiva ex art. 46 e 47 DPR 445/2000 e ss.mm.ii. ALLEGATO 1 Al Dirigente Scolastico Liceo Statale Regina Margherita Via Cuomo N.6 84122 Salerno Il sottoscritto nato a il..,residente a

Dettagli

Accreditamento n 706 Regione Lombardia

Accreditamento n 706 Regione Lombardia L INPS ha messo in spedizione le note di rettifica alle aziende che hanno usufruito degli incentivi senza essere in regola con le norme sul Durc interno. L invio interessa le aziende attive a maggio 2015

Dettagli

Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA

Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA Circolare Informativa n 18/2014 RATEAZIONE DEI DEBITI CONTRIBUTIVI IN FASE AMMINISTRATIVA Pagina 1 di 9 INDICE Premessa pag.3 1) Quadro normativo di riferimento pag.3 2) Pagamento in forma rateale dei

Dettagli

Controllo requisiti. La dichiarazione va corredata da fotocopia, non autenticata, di valido documento di identità del sottoscrittore.

Controllo requisiti. La dichiarazione va corredata da fotocopia, non autenticata, di valido documento di identità del sottoscrittore. Controllo requisiti La dichiarazione va corredata da fotocopia, non autenticata, di valido documento di identità del sottoscrittore. Alla Como Servizi Urbani spa Via Giulini 15 22100 COMO OGGETTO: Autocertificazione

Dettagli

SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013

SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013 SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013 Servizio RISORSE FINANZIARIE Modalità di slgimento Emissi mandato Art. 48 bis DPR n. 602/1973 e D.M. 40/2008 Verifica amministrati

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

OGGETTO: DURC estero. Aggiornamento Sportello unico previdenziale versione 4.0.1.30 del 30.12.2013.

OGGETTO: DURC estero. Aggiornamento Sportello unico previdenziale versione 4.0.1.30 del 30.12.2013. Direzione Centrale Rischi Ufficio Entrate Processo: Aziende Macroattività: Indirizzi normativi/operativi Attività: Indirizzi normativi/operativi Tipologia: Note di istruzioni normative/operative Fascicolo:

Dettagli

Regolamento per l'effettuazione dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà di

Regolamento per l'effettuazione dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà di Regolamento per l'effettuazione dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 "Testo unico delle

Dettagli

LE ATTIVITÀ DEL COLLEGIO COSTRUTTORI EDILI PER LE IMPRESE ASSOCIATE

LE ATTIVITÀ DEL COLLEGIO COSTRUTTORI EDILI PER LE IMPRESE ASSOCIATE LE ATTIVITÀ DEL COLLEGIO COSTRUTTORI EDILI PER LE IMPRESE ASSOCIATE 108 INFORMATIVA E AGGIORNAMENTO SU DISPOSIZIONI INTERESSANTI IL SETTORE Aggiornamento e informazione su ogni disposizione legislativa

Dettagli

ANCORA D. U. R. C. (Circolare INAIL 60010.21/03/2012.0002029) Contributo Professionale

ANCORA D. U. R. C. (Circolare INAIL 60010.21/03/2012.0002029) Contributo Professionale ANCORA D. U. R. C. (Circolare INAIL 60010.21/03/2012.0002029) Contributo Professionale Con la Circolare n. 03 del 16 febbraio 2012, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale

Dettagli

SCUOLE PUBBLICHE E SERVIZI ON LINE. INAIL -Direzione Territoriale di Bergamo

SCUOLE PUBBLICHE E SERVIZI ON LINE. INAIL -Direzione Territoriale di Bergamo INAIL -Direzione Territoriale di Bergamo PERCHÉ REGISTRARSI ALL INAIL La registrazione ai servizi on line dell Inail consente ai Dirigenti delle scuole pubbliche di adempiere ai principali obblighi in

Dettagli

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CS 09/2014. Con la presente ci pregiamo comunicarvi le principali scadenze fiscali del mese di Settembre 2014.

Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CS 09/2014. Con la presente ci pregiamo comunicarvi le principali scadenze fiscali del mese di Settembre 2014. Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CS 09/2014 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

D. Lgs 81/2008 1. Evoluzione normativa su Lavoratori autonomi 2. Qualificazione Imprese 3. Patente a punti Ing. Andrea Cini

D. Lgs 81/2008 1. Evoluzione normativa su Lavoratori autonomi 2. Qualificazione Imprese 3. Patente a punti Ing. Andrea Cini D. Lgs 81/2008 1. Evoluzione normativa su Lavoratori autonomi 2. Qualificazione Imprese 3. Patente a punti Ing. Andrea Cini http://www.prevenzionecantieri.it 1 1. Lavoratori autonomi, attività in cantiere

Dettagli

Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria)

Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) Allegato B Dichiarazione cumulativa - Assenza cause di esclusione e requisiti di partecipazione AVVALIMENTO (solo per ditta/impresa ausiliaria) il sottoscritto Dichiarazioni dell impresa ausiliaria articolo

Dettagli

D. U. R. C... Una storia infinita!!!

D. U. R. C... Una storia infinita!!! D. U. R. C.... Una storia infinita!!! (Circolare INPS n. 54 del 13.04.2012- Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 34/E del 11 aprile 2012) Contributo Professionale Con due precedenti contributi professionali

Dettagli

Sintesi delle novità in materia di salute e sicurezza nel lavoro disposte dal DL 69/2013 (decreto del fare) come convertito dalla legge 98/2013

Sintesi delle novità in materia di salute e sicurezza nel lavoro disposte dal DL 69/2013 (decreto del fare) come convertito dalla legge 98/2013 Sintesi delle novità in materia di salute e sicurezza nel lavoro disposte dal DL 69/2013 (decreto del fare) come convertito dalla legge 98/2013 Si riportano nella tabella seguente le novità introdotte

Dettagli

OGGETTO: ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SOSTITUTIVI INPS, INAIL E CASSE EDILI REGIONE EMILIA ROMAGNA E COMMISSARIO DELEGATO DL N.

OGGETTO: ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SOSTITUTIVI INPS, INAIL E CASSE EDILI REGIONE EMILIA ROMAGNA E COMMISSARIO DELEGATO DL N. DIREZIONE GENERALE CENTRALE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIO SERVIZIO GESTIONE DELLA SPESA REGIONALE IL RESPONSABILE MARCELLO BONACCURSO TIPO ANNO NUMERO REG. PG / 2014 / 377035 DEL 15 / 10 / 2014 Alle

Dettagli

DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A.

DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A. DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A. Art. 13 bis comma 5 d.l. n. 52/ 2012 ART. 13 BIS, COMMA 5, D. L. 7 MAGGIO 2012, N. 52 CONVERTITO DALLA L. N. 94 DEL 6 LUGLIO 2012 «Il documento

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000 N. 445.

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000 N. 445. DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000 N. 445. Spett.le Università degli Studi di Sassari Piazza Università, 21 07100 SASSARI OGGETTO: LAVORI DI IMPERMEABILIZZAZIONE

Dettagli

LETTERA D INVITO. Alle Ditte in indirizzo

LETTERA D INVITO. Alle Ditte in indirizzo OSSERVATORIO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI COMO PER LE IMPRESE DI PULIZIA PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. COMO VIA PARINI 16 (organismo previsto dal CCNL del 21.03.1993) LETTERA D INVITO OGGETTO:

Dettagli

Tutti gli usi della parola a tutti, non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo (Rodari)

Tutti gli usi della parola a tutti, non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo (Rodari) ISTITUTO COMPRENSIVO D AOSTA Tutti gli usi della parola a tutti, non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo (Rodari) Prot. 5023/C14 Ottaviano, 27/12/2013 REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L

Dettagli

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO DELLE R.U. ESTERNALIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI RELATIVE ALL ELABORAZIONE DELLE PAGHE E DEI CONSEGUENTI

Dettagli

Progetto RegOnline - SIRCE

Progetto RegOnline - SIRCE Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili Progetto RegOnline - SIRCE Introduzione e comunicazione automatica gestionali C.E. Giuseppe Aquilani - CNCE Roma 27 novembre 2014 http://www.cnce.it

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI CASERTA A CURA DEL CENTRO STUDI LUIGI CAMPI

CONSIGLIO PROVINCIALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI CASERTA A CURA DEL CENTRO STUDI LUIGI CAMPI CONSIGLIO PROVINCIALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI CASERTA A CURA DEL CENTRO STUDI LUIGI CAMPI DURC INTERNO APPROFONDIMENTI E NOTE OPERATIVE LA GENESIANNO 2006 LEGISLAZIONE L articolo 1, comma

Dettagli

EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE. COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555

EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE. COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555 EPAP ENTE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PLURICATEGORIALE COD. FISC. 97149120582 VIA DEL TRITONE 169 00187 ROMA - Tel. 06/6964530 - fax 06/6964555 Ufficio Economato e Logistica BANDO DI GARA mediante procedura

Dettagli

'20$1'$ ', $00,66,21( $//$ *$5$ ( ',&+,$5$=,21( 6267,787,9$ $, 6(16,

'20$1'$ ', $00,66,21( $//$ *$5$ ( ',&+,$5$=,21( 6267,787,9$ $, 6(16, '20$1'$ ', $00,66,21( $//$ *$5$ ( ',&+,$5$=,21( 6267,787,9$ $, 6(16, '(/'351 6SHWWOH 8QLYHUVLWjGHJOL6WXGLGL6DVVDUL 3LD]]D8QLYHUVLWj 6$66$5, 2**(772 /$925, ', &203/(7$0(172 '(//( 6,67(0$=,21, (67(51( '(//

Dettagli