L untore di copertina e questo qua a fianco sono sempre opera del Marco Pinamonti, in arte Lilipause!.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L untore di copertina e questo qua a fianco sono sempre opera del Marco Pinamonti, in arte Lilipause!."

Transcript

1

2 Come il leggero fresco che ormai coglie tutta la penisola, ritorniamo di nuovo con voi dalla pausa estiva. Il regolamento dell 8 edizione ormai è stato giocato in tutto il mondo e, anche se il vero tester saranno i tornei invernali, sento molti pareri positivi. Da parte mia ammetto di essere bravo solo nella teoria, leggendo e rileggendo il manuale visto la mancanza di tempo per giocare, ma spero di recuperare questa mia lacuna il prima possibile sfoderando nuove liste del mio amato Impero. Questo numero apre le danze il disponibilissimo Alessio Cavatore che con una lunga intervista ci fa il punto della sua attività di Games Designer e delle recenti novità, mentre si prosegue con la classica dose di articoli di modellismo e racconti. Ci si sente il prossimo mese! Ciao Alan D Amico L untore di copertina e questo qua a fianco sono sempre opera del Marco Pinamonti, in arte Lilipause!.

3 Intervista ad Alessio Cavatore Realizzato da V ocasanovao Ciao a tutti. Dopo avervi tenuto sulle spine a lungo, ho deciso di darmi una mossa e di pubblicare l' intervista al nostro GD (oramai ex) preferito, Alessio Cavatore. Come tutti sappiamo,alessio non lavora più per GW, così ho deciso di sottoporgli le domande che ho raccolto dopo che me le avete suggerite. Una volta raccolte, ho preso il mio zaino, buttato dentro un paio di mutande pulite, preso la mia grandespada, l' elmo della fortuna, lo scudo incantato, l' armatura dell' aurora, specchio di van horstmann e un disco di tzeench, ho volato fino a Nottingham e ho incontrato Alessio in un pub non troppo lontano dalla sede GW. Non chiedetevi come io possa portare 3 armature magiche (non vi immaginate che caldo!) e 105 punti di oggetti magici, nè come posso tenere scudo e grande arma. Ed eccoci qua entrambi davanti una birra bionda face to face. Tiro per iniziare --> 6. Tira lui > doppio 6. 1)Ed eccoci qua. Carissimo Alessio, è giunta quindi a tutti la notizia che non lavori più per la casa madre del nostro hobby preferito, ma prima di chiederti qualcosa come ex GD della GW, parlaci di Alessio Cavatore come padre di famiglia. Siamo curiosi di sapere come passi le tue giornate, insomma, com'è la tua vita, parlaci di te. Vita privata? Beh, è geograficamente un po' complessa: mia moglie è giapponese e viviamo a Nottingham. Due anni fa abbiamo avuto una figlia che è ora Italo-Nippo-Inglese! Mio madre la chiama 'la sua Nippotina' per ovvi tratti somatici misti. ;-) Da quando ho smesso di lavorare per la GW ho iniziato la vita dell'imprenditore/consulente/progetto J... ed è veramente impegnativo! Come sempre, il prezzo della libertà e di seguire i propri sogni è la mancanza della sicurezza del posto fisso. 2)Il tuo passato: hai lavorato tanti anni per la GW, com' è stato?un'esperienza fantastica. Mi ha cambiato la vita e mi ha insegnato tantissimo, a tutti i livelli. 3)Il tuo presente: parchè questo divorzio? scelta da entrambe le parti? Beh, diciamo che come quasi sempre in questi casi ci si è arrivati per una commistione di fattori, alcuni volontari da parte mia, altri meno... un processo complesso e sofferto, con alcune scelte dolorose, ma che mi pare che infine si sia risolto bene! 4)Il tuo futuro: che cosa ci riserva Alessio cavatore Beh, i piani sono molteplici: Prima di tutto c'è la River Horse, per cui insieme alla seconda edizione di Shuuro, stiamo per lanciare l'espansione Turanga, che trasforma Shuuro in in gioco a coppie pr quattro giocatori (dove non si può parlare, come a scopa!) divertentissimo e molto tattico. Poi seguiranno due espansioni: Loka (terreno in più e portali elementali) e Yuddah (sistema di combattimento opzionale con dadi) e poi... altri giochi ed altre espansioni per Shuuro, che è sempre meno gioco in scatola e sempre più un vero e proprio starter set di un sistema di wargame astratto. Poi c'è il segretissimo progetto J. Poi ci sono delle collaborazioni circa regolamenti per svariate ditte di miniature, di cui non posso ancora dire

4 niente, ma che credo saranno annunciate a breve... Ho menzionato il progetto J? 5)Perchè la GW, a differenza di altre case anche di hobby differenti, mantiene con il cliente una sorta di distacco quasi glaciale?e soprattutto perchè non torna mai sui propi passi quando commette errori abominevoli evitando persino raccolte di feedback dall'utenza? Mah, direi che quello che il cliente tende ad interpretare con un 'distacco glaciale' è semplicemente dovuto alle dimensioni elefantesche della ditta, che non riesce a star dietro a tutto il feedback per il semplice motivo che ne riceve troppo! Quando ogni impiegato del customer service riceve centinaia di al giorno, lui/lei fa quell che può, ma inevitabilmente molti clienti si sentiranno non-ascoltati! 6)Puoi spiegare sinceramente perchè avete preferito scatenare le ire dei giocatori abolendo le liste di tempesta del caos quando bastava scrivere 4 paginette di aggiornamento per ogni lista alternativa?o per lo meno di quelle principali come karak kadrin, visto e considerato che centinaia di giocatori nel mondo hanno speso fior di quattrini per costruirsele?sarebbe gradita una risposta diversa dal "ma tanto ognuno a casa sua gioca con quel che vuole". Beh, il motivo è che se la GW facesse due paginette di aggiornamento su tutte le army list e prodotti che non sono più in vendita, creerebbe centinaia di pagine di roba in più che dovrebbe sempre tenere aggiornate, succhiando ore e ore di lavoro che non genera alcun ritorno di vendite. E nessuno vuole che la GW fallisca! 7)Collegata alle due domande precedenti:a volte non sarebbe stato saggio raccogliere le opinioni sparse dei giocatori per capire se era il caso di prendere decisioni alquanto sgradevoli piuttosto che fare "di testa propia" suscitando le "ire" di moltissimi giocatori ed hobbysti nel mondo?non pensi che la GW abbia mai peccato di mancanza di "umiltà e serietà " se così vogliamo definirla, nei confronti dei clienti? Sai, quandunque tu faccia delle scelte, qualsiasi scelta (o quasi), avrai sempre delle opinioni positive e alter negative. Quindi se non fai di testa tua (e purtroppo deludi una parte della clientela) rischi che il tuo business non abbia una direzione, ma sia una totale banderuola o paralizzato dall indecisione. 8)Se fosse dipeso da te avresti cambiato qualcosa in GW? Se si cosa? Non l avrei quotata in borsa! La posizione di Plc ti toglie un sacco di libertà. D altra parte è facile per me dirlo, perché non sto parlando di soldi miei 9)Detto molto francamente: pensi che i costi proposti dalla GW valgano sul serio il rapporto qualiquantitativo di ciò che commercializzano?certi prodotti sono stati seriamente delle delusioni per noi giocatori sia qualitativamente che quantitativamente (basti vedere alcuni LdE/codex e NON PARLO DI REGOLE ma proprio di qualità e peso del prodotto). Beh, esistono alternative più economiche ed essendo un mercato libero la gente, come si suol dire, è libera di votare col portafoglio. Non mi pare che il voto pubblico confermi una visione così negativa della qualità GW. 10) L'errore più grande mai commesso dalla gw. Ma è ovvio! Lasciare che io me ne andassi! 11)Pensi che la GW abbia qualcosa da imparare dai propi errori? Tutti abbiamo da imparare dai nostri errori (e da quelli degli altri, che è più difficile!)! 12)Cosa manca, secondo te, alla GW per renderla davvero una grande azienda? Penso che sia già una grande azienda. Anzi, nel settore è di gran lunga la più grande! 13)Perchè, quando scrivevate LdE/Codex, facevate uscire unità nuove senza relativa miniatura, pur pretendendo ai vostri tornei la presenza di miniature 100% GW con tanto di QCVEQCH? Consci, comunque, del fatto che non tutti gli hobbysti sono in grado di modificare a certi livelli. Semplicemente perchè non ce la si fa a fare tutto simultaneamente, ma un po per volta i

5 buchi saranno colmati. 14)Detto con sincerità:quanto pleytestavate i nuovi eserciti prima di mandarli in stampa e commercializzarli? Dipende dai progetti. Alcuni avevano più tempo, altri meno a seconda delle pressioni delle scadenze e numero di progetti, ma dal punto di vista di un designer, la risposta sarebbe sempre: mai abbastanza! Tuttavia si sa che i designer, lasciati a se stessi, non pubblicherebbero mai niente, perché niente è mai abbastanza perfetto! 15)Apparte i soldi che spendono per i suoi prodotti, alla GW cosa piaceva maggiormente dei suoi clienti? L entusiasmo incredibile? L amore per i prodotti e l IP che ci rendono tutto così fedeli alla ditta? Come designer era veramente eccezionale venire a contatto coi clienti, un bagno di entusiasmo veramente contagioso! 16)40k: molti pensano, forse il 99,9% dei giocatori, che il codex del caos sia uno dei più brutti mai fatti, di un appiattimento avvilente, u questo forum in varie sezioni troverai conferma di quello che ho detto. Come si può essere riusciti a "trasformare" un codex, che era fra i più belli e vario per antonomasia, in uno cosi "piatto", noioso e tedioso?^ C'è chi è convinto che forse è uno dei peggiori codex per war 40k mai realizzati. Può darsi allora che non sia tutta farina del tuo sacco.. se non lo è hai avuto direttive per realizzarlo in quelo modo? Certo, le direttive erano quelle di semplificarlo di parecchio, e io e Gav l abbiamo semplificato. Ovviamente non sono d accordo con il giudizio in questione! A me piace molto, ma a me piace la semplicità estrema. Se a qualcuno piace la super-complessità posso capire perché il nuovo Codex non gli piaccia! 17)Ci potresti dare in anteprima un calendario abbastanza vicino a quelle che realmente saranno le nuove uscite? sia come codex, che come miniature, che come restailing totale di eserciti. Assolutamente no! 18)Quali sono le persone con cui maggiormente hai legato nelle gw? Jervis Johnson, il mio saggio senpai, la persona più gentile del mondo e Rick Priestley, il mio guru, dotato di un umorismo taglientissimo! Ma anche Gav, Graham, Gabrio, Phil, Ant, Adam e la lista continua! 19) quali sono invece quelle con cui hai legato di meno? Non si dice! 20)Puoi raccontarci qualcosa che la GW non vorrebbe mai e poi mai farci conoscere? Certo, ma potrei dovrei uccidervi tutti!!! 21)quanto viene influenzata la correzione dei codex in "postproduzione" dalla direzione per esigenze di mercato, con richieste di pompaggio\nerfaggio di unità (=> con conseguente possibile sbilanciamento di un lavoro equilibrato)contrariamente alla credenza popolare, è rarissimo che si chieda di pompare o, ancor meno nerfare delle unità. Succede solo nel caso che alcune unità siano veramente troppo deboli (Dire Avengers ) o troppo forti (Obliterators) Invece, in generale, si mira al bilanciamento. 22)Quali sono i tempi di produzione medi di un codex dal momento della decisione di metterlo in wip? Un mese per scriverlo, ma mesi e mesi per fare tutto il resto 23)Il lavoro che ti ha soddisfatto di più (indipendentemente dalle critiche della gente sul risultato) Direi la quinta edizione di 40k. 24)Quanti lavori si portano avanti contemporaneamente di solito? (se un codex tipo richiede 3 anni, credo portino avanti dai 5 ai 10 lavori in contemporanea, non sarebbero pochi) Mah, dipende dai periodi, però ogni designer ha sempre circa tre progetti in testa, a diversi livelli di urgenza (tipo uno da supportare in uscita con articoli, uno da scrivere ed uno da progettare per il futuro). 25)Quali sono a tuo dire le innovazioni che a lui lo colpiscono di piu del nuovo regolamento?a me piace molto il fatto che i modelli che rimpiazzano i caduti possano ancora combattere! Così si sente di più il peso delle truppe, le si immagina combattere duramente! 26)Se sai qualcosa a proposito di nuove razze ed eserciti che vedranno la luce nell'ottava o se magari verranno riproposte le armate del dimenticatoio come mercenari e nani del caos Come sempre, a queste domande non si può rispondere!

6 27)Cosa pensi effettivamente della proposta del tilea.net a proposito del pdf sui mercenari e se ha avuto modo di proporlo ai suoi colleghi della gw e farsi dire le loro opinioni/apprezzamenti a tal proposito (questa penso sia importantissima perche e' parte di un'attivita del forum e di un gruppo di giocatori italiani che ha dato l'anima) A me i mercenari sono sempre piaciuti molto, e quando mi è stata sottomessa la lista a Lucca Games me la sono portata su e l ho fatta vedere in giro per lo Studio, ma purtroppo la GW ha già due eserciti umani e non ha bisogno/spazio per altri 28)Se alla gw era arrivata la notizia della campagna organizzata dal sito nella scorsa estate e come l'ha valutata lui...si insomma se l'ha seguita come gli e' sembrato il lavoro (GROSSISSIMO) fatto dallo staff della campagna Ne ho sentito parlare dai colleghi Italiani (Mauro prima di tutti), ma non abbiamo avuto tempo di seguirla. 29)Pensi che in futuro la GW supporterà maggiormente il Fantasy sia dal punto di vista miniaturistico (rifacendo miniature datate e mettendo sul mercato miniature di modelli attualmente assenti) che dal punto di vista manualistico (con nuove campagne, supplementi, etc)? Direi che il nuovo rulebook è una chiara dichiarazione d intenti in questo senso! 30)Continuerai a giocare a WHFB/40k? Assolutamente, ma prima venderò qualche esercito su ebay per far spazio in casa (per esempio i miei Bretonniani Savoiardi ed i miei Crimson Furies torinisti ). Terrò gli Eldar e gli Skaven per giocare e penso che mi darò anche allo storico: ho un esercito di antichi Romani che ho usato pochissimo e una compagnia di Bersaglieri della campagna d Africa in 15mm che ho usato ancora meno. Ma ora spero di aver più tempo per entrambi! 31)Che policy si segue per lo sviluppo di un esercito? si fanno delle miniature e le regole devono essere tali perchè si vendano? si fa tutto un po' alla "come va va"? È un processo molto vario e organico, ma si parte sempre dall IP, che sia le regole che le miniature devono rappresentare al meglio. 32)Per il fantasy...come ci si è regolati finora con bilanciamento/giocabilità da torneo? qlcs è cambiato? Beh, forse mi sbaglio, ma mi pare che la nuova edizione cambi gli equilibri in modo interessante. Voi che ne dite? Alessio Nottingham, Giugno 2010 Grazie Alessio. Ci mancherai Vostro, V ocasanovao NdR: In questi giorni sono arrivate nuove notizie legate al lavoro di Alessio, vi rimando all interessante articolo di Gioconomicon ( ) che ci fa prospettare un inverno interessante!

7 Golden Demon U.K. 2009

8 Come Ti Modifico Cannone ed Abominio Bene passiamo ora a spiegare come creare dal nulla, con i soli avanzi di altre miniature (e non solo) sia una cannone warp, sia un abominio Skaven Bene per l abominio, dopo aver preso il libro skaven e guardato la foto ho cercato di vedere come crearlo. La base di partenza è ovviamente il tronco. Leggendo la storia si capisce che l abominio nasce da una specie di verme gigante, quindi devo avere un tronco cilindrico. Bene la prima cosa che mi è venuta in mente è un drago, poi mi son detto devo per forza spendere i primo 40 euro??? e poi come compro i pannolini a mio figlio??? che gli metto al loro posto la scatola del drago???. Quindi mi sono ricordato di alcuni pupazzi che si vendono ad 1 euro e sono partito da quello (in foto). Tagliate gambe testa ali braccia (ovviamente conservate per future modifiche), avevo il mio tronco. La storia parla poi dei vari innesti che gli Skaven fecero per renderlo più potente con pezzi di rattogre, quindi ho cominciato a prendere le varie braccia che mi trovavo negli avanzi. Scavando scavando sono usciti fuori anche busti delle progenie del caos, teste di drago (comprato quando non avevo ancora il piccolino), teste di altri animali tipo la chimera e quindi, come gli Skaven, ho cominciato ad assemblare il tutto incollandoli con una certa simmetria. Davanti gli ho messo una piccola corazza del troll Sda. Rimaneva ora da fare una ultima aggiunta, una cosa particolare che colpisce dalla foto. Il suo movimento è grazie a delle ruote. Beh semplice ruote avanzate di qualche carro, cannone, attaccate ad un pezzo di plastica degli sprue tipo le ruote dei treni e il gioco è fatto. Per completare il tutto l immancabile serie di spuntoni ossei Per il cannone stesso discorso riguardo gli avanzi, cerco qualcosa che sia comunque ingegneristico vista l attitudine degli Skaven. Prendo cosi la parte di sotto di uno strazianime e la monto come se fosse il tronco e le zampe di un ragno. Su di questa poi metto una piattaforma Eldar su cui è messo il topino addetto a prendere la mira, e tutta una serie di armi del 40k, quali cannoni laser e varie armi da fuoco Eldar, tutto assemblato tipo ratling, attorno ad una lancia splendente Eldar che funge da cannone, come se il tutto funzionasse per condurre li l energia. In ultimo, in cima a tutto il classico Skaven disgraziato che si affanna ai comandi

9 quando qualcosa non funziona (di proposito ho scelto la testa Skaven per metà già scheletrica, gli effetti della warpietra si conoscono del resto no??? Beh spero di essere stato utile e che con questi suggerimenti possiate anche Voi creare le vostre minia dagli.avanzi Articolo realizzato da Dario De Cesaris

10 La preda perfetta L'immensa proboscide fendette l'aria, passando come una frusta tra i ranghi serrati degli Ogre, e scaraventandone in aria più della metà. I più fortunati finirono nel burrone sottostante, almeno duecento metri più in basso. Gli altri si ruppero le ossa contro la parete rocciosa alle loro spalle, spinti dalla forza immensa del pachiderma. La loro agonia sarebbe durata ancora diverse ore. Gorgoroth incitò i Tori rimasti a non mollare, giacchè la bestia era ferita e prossima alla fine. Si portò al riparo, dietro un costone di roccia, frugando nella sua sacca in cerca di qualcosa di utile, un colpo di fortuna o un aiuto insperato... Nel frattempo il mammuth stava calpestando a morte l'ultimo Dentiasciabola, che i cacciatori ingaggiati da Gorgoroth avevano portato con sè dalle Malelande. I felini avevano aperto larghi squarci nel fianco della creatura, e allargato con le zanne i fori dei dardi di balestra, dai quali il sangue era uscito a fiumi per almeno un'ora... ma la bestia non dava alcun segno di cedimento, e rispondeva colpo su colpo ai suoi persecutori. Erano ancora visibili sulla neve le tracce degli scarponi rinforzati di Jenzo lo Stupido, il comandante del drappello di Ogri, che per primo si era lanciato urlando contro il pachiderma. Il comandante aveva terminato la sua ingloriosa e tutto sommato inutile esistenza, ingoiato dal gigantesco figlio di Angkor. Gorgoroth, da buon macellaio, non poteva non attribuire un simile inarrestabile appetito, se non alla stessa Mandibola, almeno a una sua manifestazione secondaria. Uno studioso imperiale o elfo avrebbe educatamente asserito che questi esseri lanosi erano in qualche modo connessi con i Creatori, coloro che (secondo alcune antiche leggende non del tutto verificate) avevano inviato gli Ogri e la Mandibola stessa nel mondo perchè lo divorassero... e nella loro natura c'era anche qualcosa di caotico, data la loro origine nordica... Naturalmente questo per Gorgoroth non faceva alcuna differenza, ne egli era in grado di articolare un ragionamento simile, il cibo era sempre cibo, e questo era una GROSSA quantità di cibo... quindi interessante in ogni caso. Si stappò una narice con raro piacere. In quel momento l'ultimo Cacciatore sopravvissuto era riuscito a centrare con la sua balestra l'occhio sinistro del bestione, e lo aveva distratto dal gruppo di guerrieri ogre che cercavano invano di arpionarne le parti molli con delle lance, che inevitabilmente si piegavano e si spezzavano contro la spessa pelle e l'ispida pelliccia del mammuth. In pochi balzi il pachiderma fu addosso al Cacciatore, inerme di fronte alla creatura. La proboscide si avvolse intorno allo sfortunato Ogre, strizzandolo come un pupazzo e facendone scoppiare la piccola testa. Va detto a onor del vero che in seguito a quell'azione del mammuth, le cervella sparse sulla neve del costone furono davvero poche. Alcuni piccoli gnoblar, che erano rimasti nascosti per paura del bestione, ma troppo timorosi dei loro padroni per darsela a gambe, scelsero quel momento per venire allo scoperto e lanciare un nugolo di coltellini, pietre, dardi contro la minaccia incombente. Il solo risultato che ottennero fu di attirare

11 l'attenzione del mammuth, che con cura li spiaccicò ad uno ad uno con la zampa destra, tutti tranne uno. Quest'ultimo, tremante e piagnucolante, fu preso con gentilezza nella proboscide, e alzato fino all'altezza dell'unico occhio buono rimasto al pachiderma, che lo contemplò con attenzione. Allo gnoblar sembrò che l'occhio non gli fosse ostile, anzi lo incitasse a farsi avanti, a fare amicizia, e asciugandosi le lacrime spalancò la bocca in un sorriso - bisogna dire - un pò ingiallito, ma che rifletteva tutta la buona volontà della creaturina verde. Il mammuth sorrise di rimando, a suo modo, con un'inequivocabile espressione dell'occhio buono, e posò lo gnoblar a terra, accarezzandolo con la proboscide morbida e pelosa. Poi alzò la zampa destra e lo spiaccicò, esattamente come aveva fatto con tutti gli altri. Gorgoroth avrebbe riso di gusto a questa scena, se non si fosse trovato in punto di morte, con le sue truppe decimate e nessun'altra risorsa da sfruttare se non quella vecchia borsa piena di cianfrusaglie... se solo fosse riuscito a trovare qualche ingrediente utile... Gli ultimi quattro ogri rimasti si lanciarono ciecamente all'assalto, brandendo le loro clave nonostante avessero già avuto prova della loro inutilità contro la pelle coriacea del bestione. Erano tutti coperti di graffi, ad alcuni mancavano degli arti, altri sanguinavano: tale era stata la furia del mammuth. La preda riluttante non aspettò che i grassi cacciatori la raggiungessero: con un vigore che traeva solo dalla disperazione, galoppò verso i quattro superstiti, facendo tremare il costone sotto i suoi piedi giganteschi, e disorientando momentaneamente gli ogri. Con le zanne ne infilzò due al primo colpo, mentre tentavano di mantenersi in piedi nonostante il tremore improvviso. Visto che si muovevano ancora, lì sbattè ripetutamente contro il terreno e contro la parete di roccia alle sue spalle, riducendone uno a brandelli, e spiaccicando l'altro sulla testa di uno dei due compagni rimasti in vita. Gorgoroth continuava a setacciare la sua borsa da Macellaio, gettando via pezzi di carne marcia, mannaie di ricambio, cianfusaglie raccolte in anni e anni di viaggi e migrazioni, pieni di valore affettivo ma al momento privi della benchè minima utilità. Vide l'ultimo superstite sbattuto a terra da una staffilata di proboscide, con gli arti fracassati uno dopo l'altro a zampate, che, rimasto ormai solo un corpo con una testa che urlava di dolore, veniva letteralmente succhiato via dal pachiderma, che gli aveva conficcato la proboscide in uno squarcio dello stomaco, aperto a colpi di zanna. Ne rimase solo la pelle, mentre il mammuth ingoiava a forza le interiora che gli intasavano le cavità nasali. Ora era mosso solo dalla brama di sangue e di vendetta. Una volta svuotati i dotti nasali, l'elefante lanoso annusò l'aria, in cerca di odori vivi, di altri corpi da mutilare e fare a brandelli. Purtroppo per Gorgoroth, il Macellaio era l'ultimo rimasto di tutta la spedizione, e nonostante tutto continuava a cercare quel preciso bastone, sottratto a un mago del Cathay dieci anni prima, e mai usato... ma si ricordava che in esso era racchiuso un grande potere. Solo che... era poco "da ogre" usare stratagemmi del genere. Se non viene dal tuo stomaco, dice il proverbio, non fidartene. Sono queste le cose che fanno arrabbiare un sacco la Mandibola! E quando la Mandibola è arrabbiata, il primo a venirlo a sapere, nel peggiore dei modi, è il Macellaio... Ma ora non importava. Doveva salvarsi la pelle, la Mandibola avrebbe capito. Almeno, così lui sperava. Il mammuth lo stava squadrando con l'unico occhio rimastogli, forse riflettendo su quale orribile metodo usare per mandarlo all'altro Stomaco. La mano di Gorgoroth si chiuse sul bastone, e trionfante lo estrasse dalla borsa. Spezzato.

12 I lunghi anni passati dentro la borsa del macellaio lo avevano sottoposto a chissà quanti urti e cadute, e chissà in quale di questi il bastone non aveva retto e si era rotto in tre punti. Il macellaio decise di affrontare da Ogre la morte imminente, e estrasse la mannaia, pronto a un'estrema resistenza, e gettò via la sacca traditrice. In quel momento, dalla sacca, finita ai piedi del pachiderma, fuoriscì un animaletto, di quelli che Gorgoroth usava come catalizzatore per le magie culinarie più semplici... Un topolino. L'immane belva, incuriosita dai versi allarmati del roditore, guardò in basso, e subito si imbizzarrì, spaventato a morte dalla creaturina. Ritto sulle zampe posteriori, reso cieco dal dolore e dallo spavento, il mammuth percorse in preda al terrore i pochi metri che lo separavano dall'abisso, e precipitò nella voragine, sfracellandosi nella valle sottostante. Il macellaio osservò dall'alto lo spettacolo unico della caduta, ringraziò la Mandibola per la grazia ricevuta, e sgranocchiò con gusto il topolino, per ritemprare il fisico provato dalla battaglia. *** Gorgoroth ci mise una settimana a scendere là dove il corpo del pachiderma giaceva intatto, accanto ai corpi dei suoi Tori e Cacciatori. Forse per le ferite che anche lui aveva riportato, forse per l'ostilità del territorio, la marcia gli risultò molto più difficile di quando l'aveva percorsa all'andata, in salita. Contemplò con l'acquolina in bocca la massa di carne che sembrava salutarlo dalla pietraia ghiacciata. Il mammuth si era conservato perfettamente, grazie al freddo pungente del Nord. Nonostante gli squarci aperti nei suoi fianchi, la quantità di carne della carcassa era ancora impressionante. Chissà quanti spezzatini, quante fiorentine, quanti pentoloni colmi di fegato e cervella poteva ricavare da quell'immenso pezzo di carne. Anche solo la prospettiva degli infiniti condimenti diversi da sperimentare mandava Gorgoroth in visibilio. E qualora i suoi denti si fossero stancati, o il suo stomaco avesse chiesto una tregua... poteva sempre sciogliere della neve e farsi un brodino. Le idee non gli mancavano. Aveva da fare per il resto dei suoi giorni e forse oltre. Un sorriso di soddisfazione mise a nudo le fauci di Gorgoroth. L'aveva davvero trovata... Lei. La madre di tutte le frattaglie. Opera di Giovanni the Jawa Torre

13 Golden Demon U.K. 2009

14 Figw space Cari lettori dell'orco Nero, ci siamo! E' uscita la nuova edizione e soprattutto è già uscito il primo infopack FIGW dedicato all'8. Le novità/sperimentazioni non sono tante per il momento, ma sono sicuramente significative. I formati attualmente rimangono 3; l'euro7 (che rimarrà ancora per un pò di tempo), l'open e il Classic. L'Open rappresenta il gioco così com'è proposto da GW Italia, ovvero senza HR e limitazioni di sorta se non il divieto di giocare personaggi speciali. Il formato è a 2300 pt. Il Classic è il formato principe di FIGW, nato dalle numerose partite di test effettuate nel primo mese di ottava edizione. Il punteggio delle armate sale a 2500pt, e le Colline e gli Edifici vengono considerati ad "altezza infinita" così come è stato in tutti i tornei di 6 e 7 edizione. Molti più pezzi in campo, ma anche molti più scenici in campo; staremo a vedere. Ad Agosto ci saranno i primi tornei Classic/Open e avremo l'opportunità di vedere quali eserciti c'hanno guadagnato e quali eserciti c'hanno perso.. noi qualche indizio già ce l'abbiamo, ma saranno le battaglie a stabilirlo! Questo mese, niente intervista (siamo in ferie anche noi, in fondo!), ma solamente una precisazione che mi è arrivata da parte di Roberto Savino in merito all'intervista rilasciata da Davide Inzitari sull'orco Nero 97, che io ricevo e vi inoltro. Ovviamente ci tengo a precisare che interviste e smentite sono frutto delle opinioni personali delle persone alle quali concediamo ben volentieri la possibilità di esprimersi sul FIGW space dell'orco Nero. Davide Inzitari non ha mai avuto alcuna carica ufficiale all'interno dei Mediolanum Knights. Questo perchè non ci sono, non ci sono mai state ne mai ci saranno cariche ufficiali a parte quella di capitano, che ho preso io dopo l' abbandono dalle scene del capitano precedente (per la cronaca Richard Doni che ha giocato con noi i Trials 2009). Dopo la rifondazione degli MK, con l' ingresso in squadra di alcuni nuovi e validi elementi, Davide Inzitari (che aveva abbandonato il club tempo prima passando per un breve periodo nel Truppa Rara) fu invitato a tornare in squadra ma pose come condizione l'ingresso di un allora giovanissimo Matteo Salvaggio e di altri ragazzi oltre a voler assumere una carica ufficiale non meglio identificata (cosa impossible come detto sopra). Purtroppo l' atteggiamento oltremodo spocchioso ed arrogante dei suddetti ragazzi fece si che la squadra ne rifiutasse l'ingresso. A quel punto effettivamente Inzitari decise di fondare la Cerchia Interna. Nessuno ha mai negato l'accesso in squadra ad Alessandro Notaro. Tant'è che per un breve periodo mentre era stato escluso ingiustamente dalla CI è stato da noi MK accolto in squadra e portato in giro a tornei vari. Fino a che la Cerchia Interna se lo è ripreso. Buona fine estate a tutti! Daniele Gorini Founder FIGW Consiglio Direttivo FIGW

15 L ALTRA REALTA STORIA DELLA MAGIA E DELLA STREGONERIA Prof. Alessandro Forlani DEFINIZIONI DI MAGIA: MAGIA: Arte che pretende di scoprire forze occulte nella natura e di sottoporle al proprio potere allo scopo di dominare in modo diretto e immediato il mondo fisico e spirituale (Dizionario Garzanti della Lingua Italiana) Lo sfruttamento deliberato per precisi scopi del materiale simbolico affiorato nelle esperienze religiose (E. De Martino) Generalmente parlando, gli intellettuali dell Europa medioevale distinguevano due tipi di magia: naturale e demonica. La magia naturale non era distinta dalla scienza, ma era piuttosto una branca della scienza stessa; era la scienza che si occupava delle virtù occulte insite nella natura. La magia demonica non era distinta dalla religione, ma era una forma pervertita di religione; era una religione che voltava le spalle a Dio e si rivolgeva ai demoni per avere il loro aiuto nelle faccende umane. (R. Kieckhefer) La magia costringe gli déi, la religione si sottomette alla loro potenza (J. Frazer) IL MAGO: da Magu (persiano per sacerdote ) in Greco: in Latino: Màgos; Agyrtes ( sacerdote itinerante ), Màntis ( indovino ) Magheìa come Theòn Therapeìa ( culto degli déi ; Platone in Alcibiade) Gòes ( stregone ) Goetèia ( stregoneria : da Gòos, pianto funebre rituale) Magus (fino al I secolo a.c. indica semplicemente il sacerdote persiano) Strix ( civetta ) in Inglese: Magician; Sorcerer (da Sors, sortis; lat.); Wizard (da Will; With + Art); Warlock (arcaico; da War + Lock) in Francese: in Spagnolo: in Tedesco: Magicien; Enchanteur; Sorcier Mago, Brujo (uccello notturno; come per il lat.) Zauberer, Hexenmeister (da Aix, greco per capra. Nota come ciò porti a tradurre il vocabolo con pastore, blasfemia se riferita all analogo epiteto del sacerdote cristiano) Nota come in tutte le lingue il termine abbia diversi sinonimi; ora ad indicare il vero e proprio mago, ora lo stregone. In Grecia le pratiche magiche esercitate al di fuori della pòlis costituiscono delitto. Lo stregone rappresenta un pericolo, come l uomo che non teme gli déi. Come quest ultimo, egli minaccia il giusto rapporto che unisce normalmente gli uomini. In Roma già la Legge delle XII Tavole proibisce la pratica magica, in special modo gli incantesimi atti a danneggiare o rubare i raccolti o a nuocere alla persona con Mala Carmina: Neve alienos fructus excantassit Neve traducere messes magicis quibusdam artibus Neve alienam segetem pellexeris Categorie di incantesimi praticati in Roma: Mala Carmina; Veneficiis: incantesimi malefici. Di qui il termine Venefica per indicare la Strega.

16 Carmen Ausiliare: incantesimo benefico. Defixiones: riti di maleficio veri e propri, che intendevano danneggiare la persona infierendo su un immagine di cera, di terracotta, su un animale (un gatto) o su una lamina con inscritto il nome della vittima. Ciò secondo il principio (fondamentale a tutto il Mondo Magico) della Magia Simpatica. Defixiones Iudicariae: contro avversari in processo; Defixiones Amatorie: magia erotica Defixiones Agonisticae: contro atleti Defixiones comuni contro ladri, calunniatori e rivali in affari. Qualche esempio. Una Defixio Iudicaria: Io lego Teagene, la sua lingua e la sua anima e le parole di cui si serve; io lego anche le mani e i piedi di Pirria, il cuoco, la sua lingua, la sua anima, le sue parole; io lego anche la moglie di Pirria, la sua lingua e la sua anima; io lego anche il cuoco Cercione e il cuoco Decimo, la loro lingua, la loro anima e le parole di cui si servono; io lego anche Cinea, la sua lingua, la sua anima e le parole con cui aiuta Teagene; io lego anche la lingua di Ferecle, la sua anima e la testimonianza che porta in favore di Teagene; io lego anche la lingua di Seute, la sua anima e le parole di cui si serve, come pure i suoi piedi, le sue mani, i suoi occhi e la sua bocca; io lego anche la lingua di Lampria, la sua anima e le parole di cui si serve, come pure i suoi piedi, le sue mani, i suoi occhi e la sua bocca. Io li lego tutti, io li faccio sparire, io li seppellisco, io li inchiodo. In tribunale e davanti al giudice, quando agiscono contro di me, che essi si trovino nella totale impossibilità di comparire sia con le parole che con gli atti. Una Defixio Agonistica: Lega ai cavalli la corsa, i piedi, la vittoria, la forza, l anima, la velocità, rendili folli, senza muscoli, senza membra, affinché domani, all ippodromo, non possano né correre né camminare né vincere né superare i cancelli di partenza né voltare intorno alle mete, ma cadano insieme con i loro conducenti. Legagli le mani, spogliali della vittoria, della vista, affinché non possano più vedere i loro avversari, strappali dai loro carri e gettali al suolo, affinché cadano dappertutto nell ippodromo, ma soprattutto intorno alle mete, con i loro propri cavalli. Le pene previste in Roma per chi praticava la stregoneria erano il rogo, la crocifissione, l essere squartati dai cavalli. I possessori di libri di magia che però non praticavano venivano deportati su isole. ALTA MAGIA EBRAICA: Non praticherete alcuna sorta di divinazione o di magia. Non vi rivolgete ai negromanti né agli indovini; non li consultate per non contaminarvi per mezzo loro ( ) Se un uomo si rivolge ai negromanti e agli indovini per darsi alle superstizioni dietro a loro, io volgerò la faccia contro quella persona e la eliminerò dal suo popolo. (Levitico, 19-20) Non si trovi in mezzo a te chi immola, facendoli passare per il fuoco, suo figlio o sua figlia; né chi esercita la divinazione o il sortilegio o l augurio o la magia; né chi faccia incantesimi, né chi consulti gli spiriti o gli indovini, né chi interroghi i morti, perché chiunque fa queste cose è in abominio al Signore. (Deuteronomio, 18,11) Nessuno può pensare che questa capacità di ottenere un risultato pratico mediante questo libro sussista anche ora. Poiché non è così; le fonti magiche sono invero ostruite, e la Kabbalah su questo punto è scomparsa. (Rabbi Cordovero; commento allo Yetsirah) La Clavicula Salomonis è probabilmente il più celebre e allo stesso tempo il più temuto fra i testi di Magia Rituale. Gli scrittori clericali vi si riferiscono costantemente come al Libro del Diavolo. L Inquisizione nel 1559 lo proibì come opera pericolosa. La Clavicula esiste, in una forma o nell altra, dalla più remota antichità. Certe sue parole magiche, la attraverso gli Gnostici, i cabalisti e simili scuole magico-religiose. Nel I secolo d.c. lo storico Giuseppe Flavio fa riferimento ad un libro di incantesimi per evocare gli spiriti maligni attribuito al biblico Re. Grazie ad esso il mago ebreo Eleazar evocò demoni in presenza dell Imperatore Vespasiano. Più tardi il Grande Alberto, disposizione di certi riti, indicano origini semitiche o babilonesi. Quasi certamente entrò nell Europa Occidentale testo di Magia Naturale attribuito ad Alberto Magno ( ), riporta citazione da Aronne Isacco, mago di corte dell Imperatore bizantino Manuele I Comneno ( ). Aronne possedeva, secondo lo storico bizantino Niceta Coniate, un libro leggendo il quale evocava legioni di demoni. La Clavicula deriva probabilmente da un corpo di tradizioni magiche iniziato da Re Salomone e successivamente diffuso fra i maghi del Mediterraneo orientale.

17 In Europa, la Clavicula è conosciuta attraverso copie manoscritte custodite nelle grandi biblioteche di Londra, Roma, Parigi, Monaco. Il più antico di questi testi, in greco, risale al XII secolo ed è conservato al British Museum; la prima versione a stampa apparve a Roma nel Le lingue in cui è stata tramandata la Clavicula sono il francese e il latino; la maggior parte delle versioni risalgono al XVIII secolo. La Clavicula si compone di tre parti: Clavicula Salomonis vera e propria: contiene prescrizioni di Magia Rituale e descrive per la prima volta fattura e significato degli strumenti del mago: il Cerchio; che da qui in avanti entra nella tradizione magica come fondamento di potere del mago nei confronti degli spiriti evocati. Nella magia greco-romana, come già nello sciamanesimo primitivo, la pratica non era quella di difendersi da certe entità e quindi agevolmente dominarle - quanto piuttosto quella di farsi possedere dallo spirito. l Arthame o lama cerimoniale (solve); la Verga (coagula); i Pentacoli; il Turibolo e il Calice (Nota: il ricordo di questi strumenti è sopravvissuto nei Tarocchi come Spade, Bastoni, Denari, Coppe; e come tutti siano rappresentati nell Arcano Maggiore del Bagatto)

18 Lemegeton ( Piccola Chiave ): istruzione per l evocazione dei demoni. Almadel: istruzione per l evocazione degli angeli. Non tutte le versioni della Clavicula riportano questa sezione, che in effetti è stata quella meno contaminata dalla cultura cristiano-cattolica. Vedi per esempio l errata trascrizione dei caratteri ebraici nei pentacoli che diventano, col passare dei secoli, segni misteriosi assolutamente privi di significato. Il viso dagli occhi spalancati senza ciglia era di una immobilità indescrivibile. Qualcosa di terribile, di paralizzante, di mortale, eppure, nel contempo, di quanto mai emozionante e di augusto si sprigionava da quello sguardo immobile, a farmi gelare fin nelle ossa. Le labbra dell Angelo, rosso rubino, erano finemente rialzate agli angoli da un sorriso strano. La corporeità della gigantesca figura mi faceva un effetto quasi vertiginoso, tanto trascendeva tutto ciò che, come realtà solida, suole presentarsi a sguardo umano: nessun gioco d ombra sulle vesti che le desse un risalto prospettico. Eppure se non forse proprio per questo eppure ebbi il senso che i corpi finora visti nella vita terrestre non fossero veri corpi, ma solo delle superfici, di fronte a questo essere del mondo trascendente. (G. Meyrink; L angelo della finestra d occidente) (Nota: con la Clavicula la storia della magia diviene, di fatto, una storia di libri di magia. A tal punto che il libro diviene, nella tradizione popolare, attributo fondamentale del mago e non di rado oggetto magico di per sé stesso. Non necessariamente benigno. Vedi per esempio la leggenda degli Scolari della Scuola Nera altrimenti conosciuti come Scolari Vaganti, Veneziani o Greci di Levante diffusa ovunque presso Venezia, lungo tutta la catena dolomitica, nell Alto Adige, nel Sursette e nei Grigioni in Svizzera) Il termine esatto per definire un libro di magia è Grimorio, dall antico francese gramaire: manuale o libro di grammatica Dalla Clavicula derivano i due forse più infami testi di magia nera di ogni tempo: il Grand Grimoire (attribuito a tal Antonio Rabbino veneziano ; datato 1500) e il Grimorium Verum (attribuito al domenicano Plangière ; datato 1517). In questi libri è descritto il rituale per stringere patto col Diavolo; contengono altresì incantesimi erotici e omicidi. La particolare pericolosità dei suddetti testi sta però nel fatto che a differenza della Clavicula, che presuppone un certo grado di consapevolezza occulta da parte del lettore essi assumono che chi li legge non sappia nulla delle arti magiche. Esempi di incantesimi del Grimorium Verum: PER RENDERTI INVISIBILE: Raccogli sette fagioli neri. Inizia il rito di mercoledì, prima dell alba. Prendi la testa di un uomo morto, e poni uno dei fagioli nella bocca, due negli occhi, due nelle orecchie e due nelle narici. Poi traccia sulla testa il sigillo del demone Morail. Fatto questo sotterra la testa, col volto sollevato, e per nove giorni, prima dell alba, innaffiala ogni mattino con acquavite della migliore PER UCCIDERE UN NEMICO: Va in un cimitero, e togli i chiodi ad una vecchia bara dicendo: Chiodi, io vi prendo perché possiate servirmi a sconvolgere la vita e causar male a tutte le persone che voglio. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Quando vorrai usarli, cerca un impronta e, disegnati i tre sigilli di Guland, Surgat e Morail, pianta un chiodo nel mezzo dicendo: Pater noster upto in terra Dal Grimorium Verum: il cerchio per il Patto; il cerchio per l evocazione dei demoni; un sigillo demoniaco

19 MAGIA CRISTIANO-CATTOLICA ALTOMEDIOEVALE Nel 363 il Sinodo di Laodicea condannò i preti che si occupavano di magia, astrologia e fabbricavano amuleti. Il Concilio di Arles nel 506 minacciò di scomunica i preti che usavano la Bibbia per predire il futuro. Il Concilio di Toledo nel 694 condannò i preti che dicevano messe per i defunti nominando non un morto ma un vivente, con l intenzione di ucciderlo. Carlomagno vietò la medesima pratica nel 789. L Università di Parigi condannò l uso della messa in magia nel I più celebri libri di magia prodotti in ambito ecclesiastico sono: L Enchirdion; attribuito a Papa Leone III a beneficio di Carlomagno. Raccolta di preghiere e talismani cristiani adatti ad ogni circostanza. Il Grimorium Honorii Magni; attribuito a Papa Onorio III ( ). I primi esemplari di cui si ha notizia risalgono alla seconda metà del 1500; la prima edizione a stampa, in latino, è del 1629 (Roma). Fra i Libri Neri è quello che nel tempo si è acquistato la fama di più diabolico di tutti. Ciò non solo per il rituale che descrive, particolarmente ripugnante per i sacrifici di sangue richiesti, ma soprattutto perché a differenza di analoghi testi apparsi anteriormente non si rifà solo alla magia cabalistica, ma risente di forti influssi cristiani, che al giudizio delle autorità ecclesiastiche dovettero dare all opera un carattere particolarmente blasfemo. Il libro non sarebbe altro che una Bolla Papale per estendere a tutti i cattolici la facoltà di evocare e comandare i diavoli. LA CACCIA ALLE STREGHE Le "cacce alle streghe" si concentrarono soprattutto tra la fine del 1400 e la prima metà del 1600 e conobbero due ondate: una dal 1480 al 1520 e l'altra dal 1560 al I due ultimi episodi di streghe arse vive avvennero uno nella Svizzera protestante nel 1782 e l'altro nella Polonia cattolica nel Molti studiosi hanno affrontato l'argomento e hanno discusso, nel tentativo di determinare delle stime accettabili e condivise sul numero delle vittime della caccia alle "streghe" durante i due secoli in cui sia i tribunali dell'inquisizione che quelli della Riforma le condussero al rogo. Il raggiungimento di una certezza sul tema è ostacolato da molti elementi: ad esempio, si è persa traccia di documenti e notizie certe in ordine a gran parte dei processi, per i motivi più vari. Pertanto le cifre che si ipotizzano in ordine alle vittime della persecuzione vanno considerate come ordini di grandezza e spesso sono oggettivamente influenzate dalle opinioni e dalle collocazioni culturali degli Autori che le hanno determinate. Le ipotesi minime parlano di circa processi e esecuzioni, cifre successivamente ridotte dallo stesso autore a processi e esecuzioni, esistono poi molti studi che pervengono a conclusioni di poco superiori, mentre a risultati notevolmente distanti si collocano pochi autori, che parlano di processi e esecuzioni). La situazione muta, ma non di molto, se si passa ad esaminare cifre parziali riferite a particolari aree geografiche che sono state oggetto di studi più particolareggiati ed approfonditi, sulla base del ritrovamento di documenti processuali, ma purtroppo è evidente che tali stime sono approssimate per difetto, non essendo stato possibile recuperare la documentazione per ogni processo celebrato. Quanto alla condanna a morte attraverso il rogo, va ricordato che tale competenza non era propria della Chiesa, bensì dell'autorità civile che, basandosi su una sentenza dell'autorità ecclesiastica, competente per materia, ne emetteva una propria di condanna e provvedeva all'esecuzione. Infatti i giudizi inquisitoriali per stregoneria erano relativi ai contenuti eretici contestati ai "colpevoli" e non avevano titolo a decretare la morte dell'imputato, ma poiché l'eresia era considerata un reato civile, chi risultava colpevole per il Tribunale ecclesiastico e veniva consegnato al "braccio secolare", anche se avesse abiurato (anzi, paradossalmente, proprio perché attraverso l'abiura riconosceva la sua "mancanza"), vedeva tradursi la sentenza ecclesiastica in condanna penale. Ciò perché l'ortodossia della fede era intesa come corpo portante dell'unità sociale e quindi la sua presenza non violava solamente la unità della fede, bensì anche l'unità sociale.

20 Per convincere le autorità più scettiche dell opportunità della caccia alle streghe, Papa Innocenzo VIII emana nel 1484 la bolla Summis desiderantes affectibus, con la quale sancisce l approvazione papale alla persecuzione. I tre testi fondamentali per il cacciatore di streghe furono il Malleus Maleficarum (Jakob Sprenger, Heinrich Kraemer; 1486); le Disquisitiones Magicae (Martin del Rio, 1589) e il Compendium Maleficarum (Francesco Maria Guaccio, 1608). Il patto col Diavolo nelle grottesche tavole che illustrano il Compedium Maleficarum LA MAGIA NEL RINASCIMENTO Esiste questa differenza fra Dio e l uomo: che Dio contiene in sé stesso tutte le cose poiché è la loro sorgente, mentre l uomo contiene tutte le cose poiché è il loro centro. Non vi è alcuna forza in cielo o in terra che il mago non possa liberare con i mezzi opportuni. Giovanni Pico della Mirandola L avvento della filologia porta alla riscoperta di opere esoteriche d età Classica. Le datazioni sono però incerte: i maghi-filosofi rinascimentali finiscono così per confondere autori e scuole di pensiero. Le principali correnti di riferimento sono la Cabala, l Ermetismo, il Pitagoricismo e il Platonismo. Fra i Prisci Magi sono annoverati Ermete Trismegisto, Gesù Cristo, Zoroastro, Mosé, Ofeo e Pitagora. I maghi rinascimentali poterono operare in relativa tranquillità in quanto - oltre ad essere per loro la magia una sorta di coltissimo diversivo alle attività ufficiali di segretario di stato, diplomatico, letterato di corte eccetera protetti da potenti principi quali Lorenzo de Medici e per l interesse di Papa Alessandro VI Borgia ( ) nei confronti della magia. Si ricordi una sua bolla del 1493 in difesa di Pico della Mirandola e, per esteso, dei maghi. Alcuni famosi maghi rinascimentali: Marsilio Ficino ( ). Traduce nel 1471 dal greco l Hermetica: corpus magico attribuito al mago egiziano Ermete Trismegisto. Conduce esperimenti di quella che chiama Magia Orphica : inni attribuiti ad Orfeo (in realtà risalenti al I secolo d.c.) atti ad accrescere il proprio potere per intercessione di spiriti planetari. Per attirare il potere del Sole canta l inno quando l astro è in ascesa nel Leone o nell Ariete; durante una domenica e nell ora del Sole. Circondati di oggetti che gli corrispondano: indossa un mantello dorato, una corona di lauro; dissemina la stanza di girasoli. Brucia mirra e incenso su di un altare e cospargiti di zafferano, balsami e miele che avrai preparati quando il Sole è nel Leone. Così acquisirai grandissimo potere, che applicherai soprattutto alla cura delle malattie. Giovanni Pico della Mirandola ( ). Studia la Cabala nell intento di riconciliare ebraismo e cristianesimo. Non esita tuttavia a praticare forme corrotte di Cabala Spiritica : ovvero l uso di nomi angelici e divini a scopi mondani.

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio 4 Minuti Cosa Uno studio biblico di sei settimane ci riserva il Futuro Precept Ministry International Kay Arthur George Huber Distribuito da : Precept Minstry Italia Traduzione a cura di Luigi Incarnato

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

La Guardia Imperiale in Star Quest

La Guardia Imperiale in Star Quest La Guardia Imperiale in Star Quest Gli squadroni della Guardia Imperiale sono composti da 10 soldati ed hanno questa composizione: 1 Sergente armato di pistola laser e spada catena: Combattimento a distanza

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli