LICEO CLASSICO STATALE GALILEO Via de Martelli, FIRENZE Tel.055/ Fax. 055/

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO CLASSICO STATALE GALILEO Via de Martelli, 9 50129 - FIRENZE Tel.055/216882 Fax. 055/210973 e-mail: fipc030003@istruzione.it"

Transcript

1 LICEO CLASSICO STATALE GALILEO Via de Martelli, FIRENZE Tel.055/ Fax. 055/ Circ.41 Firenze, 5 Ottobre 2015 Ai Docenti Al Personale ATA Agli Studenti e Loro Genitori Oggetto: Chiarimenti e precisazioni sull organizzazione dell Istituzione scolastica e doveri dei docenti e del personale ATA. Facendo seguito alle circolari in vigore, già emanate dalla scrivente nell anno scolastico in corso, si ritiene necessario fornire chiarimenti e precisazioni in ordine all organizzazione del Liceo e, in particolare, sulle norme che regolano l accesso alla struttura scolastica, anche da parte dei genitori degli studenti e di soggetti terzi e sui doveri dei Docenti, del personale ATA e degli studenti durante la vita scolastica. Quanto sopra, in coerenza ed osservanza del CCNL del Comparto Scuola , del Codice di comportamento dei pubblici dipendenti, del decreto legislativo n.165 del 2001, del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 e della Circolare n. 88 Prot del 08/11/2010 del MIUR Dipartimento dell Istruzione Ufficio IV che fornisce indicazioni e istruzioni per l applicazione al personale della scuola delle nuove norme in materia disciplinare introdotte dal predetto decreto n. 150/2009. Per quanto specificamente attiene al personale ATA si fa rinvio anche alle norme del codice disciplinare oltre che al citato decreto n. 150/2009. ACCESSO ALL'EDIFICIO SCOLASTICO Entrata Alunni: Gli alunni possono accedere alla scuola alle ore 8,05, prima il portone esterno è aperto solo per consentire l ingresso al personale. Nelle scuole possono accedere soltanto gli alunni, i Docenti, il Dirigente scolastico, il personale A.T.A. ed i genitori per i colloqui con i docenti, o genitori che hanno appuntamento con la Presidenza o la Vicepresidenza o per partecipare alle sedute degli Organi Collegiali e alle manifestazioni scolastiche. I genitori non possono accedere alle aule né in orario scolastico né oltre, tanto meno soffermarsi a parlare nei corridoi con gli insegnanti durante le ore di lezione. Durante le ore di lezione, l'accesso ai locali scolastici è vietato a chiunque non sia in possesso di autorizzazione scritta rilasciata dal Dirigente scolastico, fatta eccezione per: genitori espressamente invitati dai Docenti e autorizzati dal Dirigente Scolastico; genitori o persone delegate conosciute e maggiorenni che accompagnano o prelevano il proprio figlio durante l'orario delle lezioni; operai e tecnici del Comune e di ditte che curano la manutenzione, previa identificazione degli stessi a mezzo di verifica di documenti di identità, anche se trattasi di soggetti direttamente conosciuti; personale addetto alla distribuzione dei panini; esperti esterni invitati o espressamente autorizzati.

2 L eventuale distribuzione nei locali del Liceo di materiale propagandistico o l affissione di locandine o cartelli va preventivamente autorizzata per iscritto da parte della Dirigente o da un suo delegato che, in caso di dubbio, contatterà la Dirigente o i suoi collaboratori per ottenere istruzioni in merito. VIGILANZA SUGLI ALUNNI I docenti durante la loro attività didattica hanno l obbligo di sorvegliare e vigilare sugli alunni loro affidati. L'obbligo della sorveglianza si protrae per tutto il tempo dell'affidamento dell'alunno nell'istituzione scolastica. In nessun caso gli alunni possono rimanere incustoditi. E' fatto divieto assoluto ai docenti e ai collaboratori scolastici di permettere che gli alunni loro affidati spostino oggetti pesanti (esempio carrello con televisione). I docenti sono tenuti alla vigilanza sugli alunni nei cinque minuti precedenti la prima ora di lezione, durante l orario di lezione, i cambi dell ora, l intervallo, gli spostamenti negli spazi interni ed esterni e al momento dell uscita da scuola. Inoltre ciascun docente è tenuto a collaborare alla sorveglianza più generale nei locali dell istituto e ad attuare le misure organizzative e disciplinari che ritenga idonee per la tutela e l incolumità degli studenti, facendo attenzione che: gli alunni stiano lontani da fonti di pericolo; gli alunni restino in classe e non sostino nei corridoi durante il cambio dell ora; la Dirigente o i suoi collaboratori siano tempestivamente informati di comportamenti a rischio e assenze ingiustificate degli alunni dalle aule. Il docente deve adoperarsi perché: il comportamento degli alunni sia improntato al rispetto e alla buona educazione; i banchi e le aule siano lasciati in ordine e puliti; le attrezzature e il materiale della scuola siano utilizzati e conservati in perfetta efficienza e sia segnalata alla Dirigente o ai suoi collaboratori ogni responsabilità individuale; non siano consumati nelle aule panini e bevande; telefoni cellulari, tablet e I-pod restino spenti. ISTRUZIONI OPERATIVE IN CASO DI INFORTUNIO DELL'ALUNNO Ogni infortunio occorso agli alunni, anche di lieve entità, deve essere subito denunciato utilizzando la modulistica in dotazione. Il docente in servizio durante un infortunio è personalmente responsabile del rispetto di queste norme. Dovrà immediatamente curare l avviso alla famiglia e la chiamata di un ambulanza, se è il caso, rivolgendosi al personale ausiliario e di segreteria e curare le denunce consegnando immediatamente la segnalazione alla Segreteria didattica. Nel caso in cui, durante le attività scolastiche, si verifichi un infortunio tale da non poter essere risolto con semplici interventi degli operatori addetti al primo soccorso, si dovrà: - prendere contatto telefonicamente con la famiglia e informarla sulle condizioni dell alunno; - chiedere intervento del Pronto Soccorso; - informare la Dirigente Scolastica tramite la Segreteria. Qualsiasi infortunio, anche di lieve entità, deve essere comunicato alla Segreteria il giorno stesso in cui si è verificato l infortunio (o il successivo solo se in segreteria il servizio è cessato) utilizzando l apposito con una relazione scritta su quanto accaduto. Alla relazione scritta del docente e di eventuali testimoni va allegata anche la segnalazione di primo soccorso. Non è possibile da parte del personale della scuola somministrare farmaci agli alunni, senza preventiva autorizzazione, che le famiglie eventualmente richiedono alla Dirigente Scolastica o ad un suo delegato. INTERVENTI DI PRIMO SOCCORSO In caso di interventi di primo soccorso il personale presente deve: valutare con la massima attenzione le condizioni dell infortunato e chiamare gli addetti al primo soccorso perché eseguano i possibili interventi; prendere contatto telefonicamente con i genitori affinché possano intervenire subito;

3 se i genitori non sono reperibili e l'alunno dovesse essere accompagnato urgentemente al Pronto Soccorso, l'insegnante responsabile o un docente presente e a conoscenza di quanto accaduto dovrà assicurare l'assistenza durante tutta l'operazione di soccorso (anche recandosi all'ospedale) fino a quando i genitori dell alunno non potranno intervenire. E opportuno evitare di provvedere personalmente al trasporto dell alunno infortunato. E necessario chiamare il 118 per qualunque tipo di trasporto medicalizzato di una certa gravità; informare immediatamente la Dirigente Scolastica o la vicepresidenza o docenti delegati da DS (vedere l apposita circolare) e presentare, con la massima tempestività e comunque entro le ventiquattro ore, la relazione scritta sull accaduto. RESPONSABILITA DEL PERSONALE Per evitare che si creino le premesse di eventuali responsabilità civili e penali, il docente o il collaboratore scolastico, nel caso che si verifichi qualsivoglia evento che comporti scolvolgimento o comunque turbativa del corretto andamento della vita scolastica, deve sempre essere in grado di dimostrare: di essersi trovato in condizioni di vigilare e di aver assolto correttamente i propri obblighi di servizio, ognuno in base alle proprie mansioni; di non aver potuto evitare l evento, pur essendo presente, perché verificatosi in modo imprevedibile, repentino e improvviso; di aver adottato le opportune cautele e di non aver violato le norme di comune prudenza e perizia. RAPPORTI CON I GENITORI I genitori degli studenti, per conferire con gli insegnanti, devono osservare modi e tempi precisi. Le modalità indicate dal Collegio dei Docenti dovranno essere da tutti rispettate e saranno ufficialmente comunicate ai genitori. Previa autorizzazione della Dirigente Scolastica, i docenti possono concordare particolari e limitati interventi in classe dei genitori, che si rendessero disponibili, per illustrare agli allievi esperienze pratiche, professionali o culturali inerenti alla programmazione educativa e didattica. Gli avvisi comunicati alle famiglie tramite gli alunni (scioperi, assemblee sindacali...) devono essere firmati per presa visione da uno dei genitori. I docenti dovranno avere una cura particolare nel controllare tali firme segnalando nel registro di classe le eventuali mancate firme di presa visione. Si raccomanda di verificare, con la massima attenzione, tutti i casi di affidamento congiunto e quelli in cui la patria potestà è assegnata dal Tribunale a un solo genitore e agire di conseguenza. Tuttavia, si deve favorire l esercizio del diritto dovere del genitore separato o divorziato non affidatario articoli 155 e 317 del c.c. di vigilare sull istruzione e sull educazione dei figli. SCIOPERO INFORMAZIONE ALLE FAMIGLIE E CUSTODIA DEGLI ALUNNI Sulla materia, si ritiene opportuno richiamare sinteticamente il parere del Consiglio di Stato del 27/01/82 n. 750/79 nel quale si afferma che: è garantito al personale della scuola il diritto di sciopero; non è legittimo nominare supplenti al posto dei docenti in sciopero; va tutelata comunque l'incolumità degli allievi minorenni. Questo comporta: la necessità di avvertire le famiglie perché non affidino i figli alla scuola quando il personale sciopera; l'obbligo per il personale della scuola di provvedere comunque alla vigilanza degli alunni che per qualsiasi ragione si trovassero a scuola; la necessità che i genitori verifichino le condizioni di servizio erogate dalla scuola, in occasione dello sciopero, prima di lasciarvi gli alunni. ORARIO DI SERVIZIO L attività di insegnamento si svolge secondo l orario comunicato ad inizio anno scolastico. Non è consentito lo scambio di ore tra docenti della stessa classe senza autorizzazione del D. S. I docenti della prima ora dovranno trovarsi in servizio in aula almeno cinque minuti prima dell orario di lezione, fare l appello, annotare gli assenti; le variazioni di assenze e presenze nelle ore successive sono annotate dai docenti all inizio di ogni ora.

4 I Docenti, che sono a disposizione, dovranno essere presenti in sala insegnanti e prendere atto di eventuali utilizzi nel registro disposizioni. Chi non è utilizzato deve, in ogni caso, restare in sala insegnanti, perché esigenze di sostituzione possono esserci anche dopo l inizio dell ora. Chi fa supplenza, qualora i docenti titolari non abbiano lasciato indicazioni precise sull attività da svolgere, fa lezione anche affrontando tematiche di attualità che ritenga utili alla crescita educativa degli alunni e segna sul registro assenti ed argomenti trattati. In caso di variazione dell orario settimanale, dettato da particolari condizioni, quali sciopero, viaggio d istruzione, visita didattica, assenze docenti, orario provvisorio, i docenti sono a disposizione per le ore previste dal proprio orario con possibili slittamenti per supplenza. ATTIVITA FUNZIONALI ALL INSEGNAMENTO Si richiama all attenzione dei docenti che, tra le attività funzionali all insegnamento, rientrano: la preparazione delle lezioni e delle esercitazioni; la correzione degli elaborati; i rapporti individuali con le famiglie. Tra le attività di carattere collegiale riguardanti tutti i docenti sono comprese: la partecipazione alle riunioni del Collegio dei Docenti, ivi compresa l attività di programmazione e verifica di inizio e fine anno e l informazione alle famiglie sui risultati degli scrutini quadrimestrali, finali e sull andamento delle attività educative nelle istituzioni educative fino a 40 ore annue; la partecipazione alle attività collegiali dei Consigli di classe. In proposito, nella programmazione occorrerà tener conto degli oneri di servizio degli insegnanti con un numero di classi superiore a 6 in modo da prevedere un impegno fino a quaranta ore annue; lo svolgimento degli scrutini e degli esami, compresa la compilazione degli atti relativi alla valutazione. (Art. 29 CCNL). Si ricorda che la presenza alle riunioni è obbligatoria, fatta salva giustificazione scritta per malattia, aspettativa e permessi, debitamente documentati e autorizzati preventivamente dal Dirigente Scolastico. Ne consegue che, in caso di assenza, gli insegnanti impegnati in altre scuole, devono far pervenire comunicazione scritta da parte degli Istituti interessati alla scrivente. I docenti impegnati nei Consigli di Classe per più di 40 ore devono concordare con la D.S. il piano annuale di presenze alle riunioni; I docenti con più scuole concorderanno tale piano sulla base della percentuale del monte ore di cattedra. In ogni caso non si potranno escludere: - consigli di classe dove si è designati come coordinatore e/o segretario; - riunioni classi 5^, relative ad esami. MODALITA DI TENUTA DEI REGISTRI I registri dei verbali vanno compilati in modo corretto e regolare in tutte le loro parti, custoditi, ritirati e consegnati come da disposizioni di seguito indicate: Le correzioni, in caso di errore, devono essere visibili e fatte tracciando un tratto con la penna nera; Lo smarrimento, il furto e le violazioni della privacy vanno denunciati alla Dirigente Scolastica. REGISTRO DI CLASSE Sul registro di classe si annoteranno le presenze e tutte le attività svolte in classe fino a quando non sarà sostituito dal registro di classe on line e, cioè: alla prima ora gli alunni assenti, l avvenuta o meno giustificazione degli assenti del/dei giorno/i precedente/i, i ritardi; in seguito le uscite anticipate degli alunni; le ammonizioni, da comunicare alla Dirigente Scolastica a cura del docente che le ha scritte; il titolo della lezione, i compiti assegnati, i compiti in classe; l uscita anticipata/entrata posticipata della classe o altre comunicazioni. da parte del docente che legge la circolare (se richiesto dalla Dirigente Scolastica di dare comunicazione agli alunni) il numero e il giorno di consegna della circolare.

5 REGISTRO PERSONALE ON LINE Va compilato in ogni parte e con i tempi consentiti dalle diverse attività: Nel registro personale devono essere registrati i risultati della valutazioni, annotate le effettive attività didattiche svolte, specificando gli argomenti, l eventuale uso del laboratorio, il tipo di verifica (test, questionario, compito ecc.). E bene annotare i giudizi motivati sulla situazione iniziale, intermedia e finale e gli incontri con le famiglie. L attività svolta con gruppi ridotti di studenti in orario extra- curricolare (attività di sostegno e di recupero), e qualsiasi altra attività deliberata dal Consiglio deve essere riportata nel registro POF. Si ricorda che è buona norma comunicare i voti delle verifiche orali: entro 1 giorno dall interrogazione e quelli delle verifiche scritte entro 15 giorni dalla somministrazione. REGISTRI DEI VERBALI Di ogni riunione (Consiglio di classe, Commissione) occorre redigere il verbale, utilizzando il registro ad essa afferente. I verbali del Collegio docenti, Consiglio di istituto, dei Consigli di classe non possono in alcun caso essere portati fuori dall Istituto, né lasciati nel cassetto personale. Il verbale deve essere compilato con le indicazioni di rito: numero verbale, data, ora d inizio e di fine della riunione, sede di svolgimento, il presidente della seduta, presenti- assenti, segretario, o. d. g., infine numero di pagina progressivo fin dal primo verbale dell anno scolastico; deve riportare in modo schematico gli interventi, le decisioni prese con numero di delibera e le eventuali dichiarazioni di dissenso, i risultati delle votazioni. Dopo essere stato letto ed approvato da tutti, è firmato dal segretario della riunione, di norma viene redatto entro la seduta e comunque entro il giorno successivo alla riunione. I verbali del Collegio dei docenti si espongono in aula insegnanti o al albo di istituto in tempo utile per la presa visione dei docenti. I verbali del Consiglio di classe possono essere compilati in formato word e di seguito incollati sul Registro dei verbali delle singole classi. CIRCOLARI E CONOSCENZA DELLE NORMATIVE VIGENTI La lettura, comprensione e applicazione delle circolari costituiscono un obbligo di servizio; le circolari sono a disposizione dei Docenti nella sala insegnanti e vengono mandate anche per conoscenza via mail o pubblicate sul sito della scuola. Tuttavia solo il cartaceo ad oggi rappresenta la forma emanata dalla Dirigenza Scolastica. Dopo cinque giorni dalla data di pubblicazione sono da considerarsi acquisiti i contenuti e la mancata presa visione non esonera dall obbligo di servizio che ciascun comunicato comporta. Ogni titolare di funzione strumentale, referente di attività e /o responsabile di commissione e/o progetti, interessato a rendere pubblico un comunicato, è tenuto a presentarlo alla Dirigente per l approvazione, se non ha una delega specifica di firma da parte della Dirigente. ORARI DI ACCESSO DEI DOCENTI ALLE SEGRETERIE (DIDATTICA PERSONALE MAGAZZINO) E MODALITA DI INCONTRO CON LA DIRIGENTE. Fuori dall orario di servizio il docente può accedere alle Segreterie secondo l orario di queste, che è pubblico. Per incontrare la Dirigente occorre avere un appuntamento o una convocazione specifica. Le richieste alla Dirigente, alle quali peraltro sarà data risposta dalla scrivente nel più breve tempo possibile, possono essere avanzate utilizzando gli appositi moduli reperibili in Portineria o via e- mail. FOTOCOPIE Si ricorda che : è proibito per legge fare fotocopie per più del 15% di pagine di libri e pubblicazioni con diritti riservati (L. n. 399 del 20/06/1979); e modalità per effettuare fotocopie sono state già esplicitate in apposita circolare. A breve sarà fatto il controllo dei registri delle fotocopie già effettuate ed in caso di abusi saranno richiamate le persone a darne giustificazione motivata;

6 nel caso di particolari attività o progetti, la D. S. valuterà, sulla base delle richieste presenti nella relativa scheda finanziaria di progetto, la quantità di copie da autorizzare. l uso dei fotocopiatori presenti negli Uffici è vietato ai docenti, ai quali sono riservati altri dispositivi; l uso di tali strumentazioni è riservato solo al personale dell ufficio e/o ad eventuale Collaboratore scolastico incaricato. COMPORTAMENTO NELL ISTITUZIONE SCOLASTICA: LE FONTI NORMATIVE. Si richiamano infine le norme di carattere generale concernenti il comportamento del personale nell istituzione scolastica. A tal fine, si ricorda che le principali fonti normative delle regole di comportamento, in parte già citate, sono le seguenti: Codice Civile (art. 2106); D.P.R. 10 gennaio 1957 n.3; Decreto Legislativo n.165 del 2001 e, in particolare, artt. 55 bis e seguenti; Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 D. P. R. 16 aprile 2013, n. 62 (Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165) ; T.U. Decreto Legislativo n 297/94, artt ; CCNL 2006/09 ed in particolare Capo IX, art. 91 ; Circolare n. 88 Prot del 08/11/2010 del MIUR Dipartimento dell Istruzione Ufficio IV. Ovviamente, tutti conosceranno per la formazione come dipendenti pubblici le fonti citate, di cui si invita comunque a prendere nuovamente visione. Attesa l importanza delle regole di comportamento, si evidenziano di seguito alcune istruzioni a cui tutto il personale è invitato ad attenersi: mantenere il segreto d ufficio; non dare informazioni non vere all esterno o riservate (In particolare gli assistenti amministrativi si asterranno da commentare le attività e le scelte della scuola con il pubblico); salutare i colleghi (è norma e consuetudine di civile convivenza); dare esecuzione a quanto indicato dai superiori gerarchici ed a mantenere il rispetto degli stessi; seguire alla lettera le procedure comunicate dal superiore sia per iscritto sia con ordine orale; essere trasparente ed imparziale come costituzionalmente lo deve essere la P.A.; essere corretto nelle modalità di relazione con tutti gli operatori della scuola; eseguire in maniera corretta i propri obblighi di ufficio. La Dirigente Scolastica (Prof.ssa Liliana Gilli)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola.

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER. Oggetto : Informazioni e disposizioni sulla vita della scuola. ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER ISTITUTO TECNICO : Elettrotecnica, Informatica, Meccanica e Meccatronica LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE Via Berchet 2-20900 Monza 039324607 - Fax 039322122

Dettagli

Anno scolastico 2005-2006

Anno scolastico 2005-2006 LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Norme generali per i docenti Anno scolastico 2005-2006 1. Premessa. Il presente documento (Norme generali per i docenti) riporta le informazioni necessarie allo svolgimento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA Entrata 8.10 8.15 Chiusura cancelli: 8.20 Ingresso Gli alunni non possono accedere nei locali scolastici se non 5 minuti prima dell inizio delle lezioni. L ingresso

Dettagli

REGOLAMENTO DEL LICEO

REGOLAMENTO DEL LICEO REGOLAMENTO DEL LICEO Indice generale: 0. RIFERIMENTI NORMATIVI 1. PERSONALE DOCENTE 2. PERSONALE A.T.A. 3. ALUNNE E ALUNNI 4. GENITORI DELLE ALUNNE E DEGLI ALUNNI 5. ENTI E ORGANIZZAZIONI ESTERNE 6. CONTRATTAZIONE

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado M.E.Lepido. Presenza dei genitori a scuola anno scolastico 2014-2015

Scuola Secondaria di Primo Grado M.E.Lepido. Presenza dei genitori a scuola anno scolastico 2014-2015 ISTITUTO COMPRENSIVO "MARCO EMILIO LEPIDO" Via Premuda 34 - REGGIO EMILIA Tel. e Fax. 0522/301282-0522/300221 E-mail: segretlep@tin.it (segreteria) - Sito internet: www.iclepido.gov.it Scuola Secondaria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 1. VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria

ISTITUTO COMPRENSIVO 1. VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO 1 VADEMECUM PER IL DOCENTE - Scuola Primaria A.S. 2014/2015 PREMESSE Le seguenti disposizioni hanno lo scopo di richiamare le indicazioni normative per quanto attiene i doveri connessi

Dettagli

VADEMECUM DEL DOCENTE

VADEMECUM DEL DOCENTE Istituto di Istruzione Superiore S. Ceccato P.le Collodi, 1 36075 Montecchio Maggiore (VI) VADEMECUM DEL DOCENTE Assemblee di classe: Sono autorizzate dal Dirigente Scolastico compilando l apposita modulistica

Dettagli

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione Approvato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 4 del 20/12/2012 Premessa Le uscite didattiche,

Dettagli

Regolamento Civica Scuola di Lingue

Regolamento Civica Scuola di Lingue Regolamento Civica Scuola di Lingue Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. xx del xx.xx.xxxx In vigore dal xxxxxxxxx I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 A cura del

Dettagli

Durante i periodi di sospensione delle attività didattiche i colloqui docenti-genitori non si svolgono.

Durante i periodi di sospensione delle attività didattiche i colloqui docenti-genitori non si svolgono. Carate Brianza, 13 settembre 2013 Comunicazione interna n. 15 agli studenti e ai loro genitori ai docenti al personale ATA Oggetto: Comunicazioni per l anno scolastico 2013-2014 1. COLLOQUI DOCENTI GENITORI

Dettagli

ai docenti al personale ATA

ai docenti al personale ATA Carate Brianza, 11 settembre 2015 Circolare interna n. 16 agli studenti e ai loro genitori ai docenti al personale ATA Oggetto: Comunicazioni per l anno scolastico 2015-2016 1. FORME DI COMUNICAZIONE Tutte

Dettagli

Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16

Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16 Circolare n. 6/15 Cesena, 12/09/2015 ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16 - Agli studenti e per loro tramite ai genitori E p.c.: ai Docenti dell Istituto

Dettagli

lezioni, con la direttiva allegata intendo riportare alla Vostra attenzione alcune indicazioni sul tema

lezioni, con la direttiva allegata intendo riportare alla Vostra attenzione alcune indicazioni sul tema Circolare n.11 Laveno M., 7.9.2015 Ai Docenti Ai Collaboratori Scolastici E p.c. Ai Genitori Sito Web/Albo E p.c. al DSGA SEDI OGGETTO: Direttiva sulla vigilanza all interno dell Istituto Gentili Docenti

Dettagli

LA TRASPARENZA E PRIVACY. E assicurata ai genitori la massima trasparenza possibile nell accesso ai documenti

LA TRASPARENZA E PRIVACY. E assicurata ai genitori la massima trasparenza possibile nell accesso ai documenti LA TRASPARENZA E PRIVACY E assicurata ai genitori la massima trasparenza possibile nell accesso ai documenti della scuola che riguardano il percorso scolastico e formativo dei propri figli secondo le modalità

Dettagli

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. -

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. - REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SALVATORE TODARO" Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria

Dettagli

Direzione Didattica Statale 2 Circolo Cortona -Terontola SEDE: Via Dante, 27 TERONTOLA- 52044 -CORTONA (AR) - tel 0575 67033 - fax 0575 67033

Direzione Didattica Statale 2 Circolo Cortona -Terontola SEDE: Via Dante, 27 TERONTOLA- 52044 -CORTONA (AR) - tel 0575 67033 - fax 0575 67033 Direzione Didattica Statale 2 Circolo Cortona -Terontola SEDE: Via Dante, 27 TERONTOLA- 52044 -CORTONA (AR) - tel 0575 67033 - fax 0575 67033 CF: 80006200515 - cod. MIUR: AREE019004 - email: aree019004@istruzione.it

Dettagli

Prot. 2860/A7a Napoli, 29.08.2013 CIRCOLARE N 4. Oggetto: Disposizioni per l a. s. 2013/2014 per il personale DOCENTE e ATA.

Prot. 2860/A7a Napoli, 29.08.2013 CIRCOLARE N 4. Oggetto: Disposizioni per l a. s. 2013/2014 per il personale DOCENTE e ATA. Prot. 2860/A7a Napoli, 29.08.2013 CIRCOLARE N 4 Al personale docente Al personale ATA Alle RSU d Istituto All ALBO Oggetto: Disposizioni per l a. s. 2013/2014 per il personale DOCENTE e ATA. Nell augurare

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA VIGILANZA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO SULLA VIGILANZA DEGLI STUDENTI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo via Cittadini n. 1-20157 Milano Tel. 02/3575716/8 fax 02/39001523 E mail: paolofrisimi@tin.it - Sito web:www.ipsfrisi.it REGOLAMENTO SULLA VIGILANZA DEGLI STUDENTI

Dettagli

19 ottobre Elezione rappresentanti di sezione dei genitori 21 ottobre Elezione rappresentanti di classe dei genitori

19 ottobre Elezione rappresentanti di sezione dei genitori 21 ottobre Elezione rappresentanti di classe dei genitori Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Vito Fabiano di Latina Via Don Vincenzo Onorati s.n.c., Borgo Sabotino, 04100 Latina

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE DIDATTICA STATALE di CARDITO Gianni Rodari VIA G. PRAMPOLINI 80024 CARDITO (NA) C. M.:

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI Istituto Comprensivo di Cologno al Serio Via Rosmini, 12 24055 COLOGNO AL SERIO Tel. fax 0354872415-035896031 e-mail ministeriale: bgic89900p@istruzione.it http://www.iccolognoalserio.gov.it/ SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA COMUNE di PORTO MANTOVANO REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. del 2 Art. 1 - Finalità La Commissione Mensa ha la finalità di favorire la partecipazione,

Dettagli

IL CONSIGLIO DI ISTITUTO DELIBERA. 1. l approvazione del variazione del programma annuale 2012 2. la ratifica del decreto del Dirigente del 1 /9/2012

IL CONSIGLIO DI ISTITUTO DELIBERA. 1. l approvazione del variazione del programma annuale 2012 2. la ratifica del decreto del Dirigente del 1 /9/2012 CONSIGLIO DI ISTITUTO delibera n. 52 del 29/11/2012 Visto il D Im n. 44/2001; Visto il D. Lvo n. 275/1999; Visto il Piano dell Offerta formativa Vista la delibera n. 31 del 14/2/2012 (approvazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINA ALUNNI

REGOLAMENTO DISCIPLINA ALUNNI Prot. 6037 del 20/11/2014 REGOLAMENTO DISCIPLINA ALUNNI Estremi approvazione: Collegio dei Docenti: Delibera n 5 del 11/11/2014 Consiglio di Istituto: Delibera n 7 del 18/11/2014 Pag. 1 Premessa Ai sensi

Dettagli

1. creare nella nostra comunità scolastica un ambiente accogliente sereno ed ordinato;

1. creare nella nostra comunità scolastica un ambiente accogliente sereno ed ordinato; REGOLAMENTO D ISTITUTO (in fase di revisione) Il presente regolamento è stato deliberato dal Consiglio di Istituto ed è vincolante per tutte le componenti scolastiche; contiene le regole perché il complesso

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

PIANIFICAZIONE,EROGAZIONE E CONTROLLO SERVIZI

PIANIFICAZIONE,EROGAZIONE E CONTROLLO SERVIZI ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO PARITARIO (D.D. n. 799 dell 11.12.2003) Via Brambilla,15 21100 Varese TEL 0332-286367 FAX 0332-233686 www.istitutodefilippi.it www.defilippivarese.it segreteria@istitutodefilippi.it

Dettagli

DIRETTIVA DIRIGENZIALE OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. -

DIRETTIVA DIRIGENZIALE OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. - DISTRETTO SCOLASTICO N. 27 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO G. Rodari 80024 CARDITO (NA) - Via Prampolini - Tel. 081 8313317 Cod.Fiscale: 80103720639-Cod.Meccanog. NAEE 118005 e-mail naee118005@istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo di Cologno al Serio SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI

Istituto Comprensivo di Cologno al Serio SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI Istituto Comprensivo di Cologno al Serio Via Rosmini, 12 24055 Cologno al Serio (BG) Tel. e Fax 035896031-0354872415 e-mail ministeriale: bgic89900p@istruzione.it http://www.iccolognoalserio.gov.it SCUOLA

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 ATTIVITA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE 1) CALENDARIO SCOLASTICO Definito per le parti di propria competenza, dal Ministro dell Istruzione, dalla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO Cittanova-San Giorgio Morgeto Via Galileo Galilei, 5 89022 CITTANOVA (RC) C.F. 82002680807 Codice Meccanografico RCIC80200C

ISTITUTO COMPRENSIVO Cittanova-San Giorgio Morgeto Via Galileo Galilei, 5 89022 CITTANOVA (RC) C.F. 82002680807 Codice Meccanografico RCIC80200C ISTITUTO COMPRENSIVO Cittanova-San Giorgio Morgeto Via Galileo Galilei, 5 89022 CITTANOVA (RC) C.F. 82002680807 Codice Meccanografico RCIC80200C Prot. n. del 25/09/2014 CIRCOLARE N. DOCENTI p.c. DSGA OGGETTO:

Dettagli

Circ. n. 13 Prot. n 4485/A39 Montebello Vic.no, 23.09.2014 IAF/rc

Circ. n. 13 Prot. n 4485/A39 Montebello Vic.no, 23.09.2014 IAF/rc Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI MONTEBELLO VICENTINO (VI) 36054 - MONTEBELLO VIC.NO - Via G. Gentile, 7 Tel. 0444/649086 - Fax 0444/649016 - e-mail:

Dettagli

Circ. Int. n. 54 Scuola Primaria di Basiano Masate, 29 gennaio 2014 Scuola Primaria di Masate. Loro Sedi

Circ. Int. n. 54 Scuola Primaria di Basiano Masate, 29 gennaio 2014 Scuola Primaria di Masate. Loro Sedi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO BASIANO 20060 Masate (MI) Via Monte Grappa, 16 Tel.0295760871 fax 0295761411 miic8ck007@istruzione.it miic8ck007@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO IL CONSIGLIO D ISTITUTO

REGOLAMENTO DI ISTITUTO IL CONSIGLIO D ISTITUTO REGOLAMENTO DI ISTITUTO IL CONSIGLIO D ISTITUTO VISTO l art. 10, comma 3, lettera a) del T.U. 16/4/94, n. 297; VISTI gli artt. 8 e 9 del DPR 8/3/99, n. 275; VISTO il D.I. 01/02/2001, n.44; VALUTATA l opportunità

Dettagli

REGOLAMENTO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE M A C E D O N I O M E L L O N I Viale Maria Luigia, 9/a 43125 Parma Tel 0521.282239 Fax 0521.200567 ssmellon@scuole.pr.it www.itcmelloni.it ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26 6. LA VALUTAZIONE La valutazione è momento centrale nella pratica educativa e nel processo di apprendimento degli studenti, e riguarda molti aspetti della vita scolastica. Il Collegio dei Docenti indica

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como Prot. n. 5343/C51 - Anno scolastico 2015-2016 Como, lì 18.09.2015 Comunicazione n. 29 Ai docenti Agli alunni Ai genitori e coloro che esercitano la responsabilità genitoriale Ai docenti collaboratori del

Dettagli

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015.

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015. Prot. N 4024/C23 Ariano Irpino 26/08/2015 A tutti i docenti dell IISS Ruggero II Loro sedi Per quanto di competenza alla DSGA Al personale ATA Al sito internet dell Istituto OGGETTO : Comunicato impegni

Dettagli

` Ç áàxüé wxääë\áàüâé ÉÇx? wxääëhç äxüá àõ x wxäät e vxüvt

` Ç áàxüé wxääë\áàüâé ÉÇx? wxääëhç äxüá àõ x wxäät e vxüvt ` Ç áàxüé wxääë\áàüâé ÉÇx? wxääëhç äxüá àõ x wxäät e vxüvt SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO D ALESSANDRO VOCINO VIA DEI SANNITI, 12 TEL./FAX 0882/473974 71015 SAN NICANDRO GARGANICO (FG) COD. MECC. FGMM141008;

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Via Savonarola, 32-44121 Ferrara REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE I viaggi d istruzione fanno parte integrante della programmazione educativa e didattica in quanto

Dettagli

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA. NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E SICUREZZA DEGLI ALUNNI

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA. NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E SICUREZZA DEGLI ALUNNI NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E DEGLI ALUNNI Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA' 4. PROCEDURA 4.1 Rilascio del diario 4.2 Assenze 4.2.1 Assenze

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO REGOLAMENTO D ISTITUTO VITA QUOTIDIANA A SCUOLA Lo Statuto degli Studenti definisce i diritti e i doveri degli studenti per garantire una serena convivenza scolastica. Il presente regolamento elaborato

Dettagli

SCUOLE DELL INFANZIA DI CORZANO E LONGHENA REGOLAMENTO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

SCUOLE DELL INFANZIA DI CORZANO E LONGHENA REGOLAMENTO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLE DELL INFANZIA DI CORZANO E LONGHENA REGOLAMENTO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 1.ORARIO SCOLASTICO L orario delle lezioni è il seguente: CORZANO LONGHENA Entrata dalle ore 8.05 alle 9.00 Entrata

Dettagli

VALUTAZIONE FORMATIVA

VALUTAZIONE FORMATIVA VALUTAZIONE FORMATIVA SETTEMBRE PROVE DI INGRESSO Le prove d ingresso, mirate e funzionali, saranno comuni a tutte le classi prime della scuola secondaria di primo grado dell Istituto Comprensivo e correlate

Dettagli

COMUNICAZIONE PER I DOCENTI

COMUNICAZIONE PER I DOCENTI Elettronica ed Elettrotecnica - Informatica e Telecomunicazioni - Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate C.so Venezia, 29 10147 TORINO Tel. 011 2293811 Fax 011 2161239 http://www.peano.it e-mail:

Dettagli

Prot. n. 2931/A26 Felizzano, 18.10.2013

Prot. n. 2931/A26 Felizzano, 18.10.2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado P.zza Paolo Ercole, 6 15023 Felizzano (AL) Tel. 0131-791122 FAX 0131-791395 CF: 96034370062 www.icpascoli-felizzano.it

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Afragola, 29/04/2015 prot.2185/a7 IL DIRIGENTE SCOLASTICO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con cui è stato approvato il testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione;

Dettagli

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Ai Sigg. Genitori della Scuola Primaria Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Si portano a conoscenza dei genitori degli alunni iscritti alla Scuola Primaria

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 47 DISTRETTO SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FOSCOLO - OBERDAN Cod. MPI NAIC8E900C - Piazza del Gesù Nuovo, 2-80134 - NAPOLI tel. e fax 081/5524731; www.scuolafoscoloberdan.gov.it ; naic8e900c@istruzione.it;

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 REGOLAMENTO D ISTITUTO La Costituzione repubblicana, lo Statuto delle studentesse e degli studenti e il Regolamento dell autonomia delle Istituzioni

Dettagli

Criteri ed indicazioni per la valutazione degli alunni

Criteri ed indicazioni per la valutazione degli alunni Criteri ed indicazioni per la valutazione degli alunni La verifica degli apprendimenti, momento importante del processo formativo, servirà ai docenti per modificare o integrare gli obiettivi, i metodi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO CONCERNENTE LA TENUTA DEGLI STRUMENTI DI DOCUMENTAZIONE DEGLI INTERVENTI DIDATTICI E DEI PROCESSI VALUTATIVI

REGOLAMENTO DI ISTITUTO CONCERNENTE LA TENUTA DEGLI STRUMENTI DI DOCUMENTAZIONE DEGLI INTERVENTI DIDATTICI E DEI PROCESSI VALUTATIVI REGOLAMENTO DI ISTITUTO CONCERNENTE LA TENUTA DEGLI STRUMENTI DI DOCUMENTAZIONE DEGLI INTERVENTI DIDATTICI E DEI PROCESSI VALUTATIVI Approvato dal Consiglio di istituto con delibera n. 25 del 29.09.2014

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE &&&

REGOLAMENTO DELLE USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D ISTRUZIONE &&& 1 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO 8 7 0 2 6 M O R M A N N O ( C S ) Distretto n. 19 - Codice Fiscale 83002390785 - Codice Meccanografico CSPS25000E e-mail csps25000e@istruzione.it tel. 0981/80363 - fax 0981/80415

Dettagli

Regolamento docenti ANNO SCOLASTICO 2013/14

Regolamento docenti ANNO SCOLASTICO 2013/14 Regolamento docenti ANNO SCOLASTICO 2013/14 FONTI NORMATIVE Ogni docente è tenuto a rispettare quanto contenuto nel contratto di lavoro individuale, nel contratto collettivo AGIDAE, nel Progetto Educativo,

Dettagli

LISTA DI DISTRIBUZIONE

LISTA DI DISTRIBUZIONE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. TERMILOGIA E ABBREVIAZIONI 4. RESPONSABILITA 5. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA 6. RIFERIMENTI 7. ARCHIVIAZIONE 8. ALLEGATI LISTA DI DISTRIBUZIONE nome/funzione Preside

Dettagli

Ai Docenti Ai Collaboratori scolastici Al DSGA Al sito web

Ai Docenti Ai Collaboratori scolastici Al DSGA Al sito web Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno) Tel. & Fax 081/916424 Autonomia Scolastica 57 www.scuolacriscuolopagani.gov.itt e-mail: samm13400c@istruzioni.it

Dettagli

INDICAZIONI PER IL CONSIGLIO DI CLASSE E L'INSEGNANTE DI SOSTEGNO

INDICAZIONI PER IL CONSIGLIO DI CLASSE E L'INSEGNANTE DI SOSTEGNO INDICAZIONI PER IL CONSIGLIO DI CLASSE E L'INSEGNANTE DI SOSTEGNO SCOPO Definire le attività, le responsabilità, le modalità, i tempi, la documentazione alla quale i docenti di sostegno devono attenersi.

Dettagli

1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola.

1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola. REGOLAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA 1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola. 1.1 La presenza degli alunni è obbligatoria, oltre che alle lezioni, a

Dettagli

Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni

Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni Circolare n. 11 Muravera, 16/09/2015 Ai Docenti Agli ATA Loro Sedi E p.c. Al Dsga Agli Atti Oggetto: Disposizioni per la sicurezza e la vigilanza gli alunni La vigilanza è un obbligo che investe tutto

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014 ISTITUTO VIA F. SANTI 65 Allegato Principi generali 1. Nel rispetto della normativa vigente in materia, il presente regolamento intende disciplinare il funzionamento dei servizi scolastici erogati dalle

Dettagli

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO STATALE P. GOBETTI Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico sez. Coreutica Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Economico Sociale Via Spinola di S.Pietro, 1-16149 Genova - Tel.0106469787 -Fax

Dettagli

Parte IV Area personale ATA

Parte IV Area personale ATA Sommario PARTE IV AREA PERSONALE ATA... 1 Art. 29 Norme di comportamento comuni a tutto il Personale A.T.A.... 1 Art. 30 - Norme di comportamento specifiche del Personale amministrativo agli sportelli

Dettagli

L I C E O C L A S S I C O S T A T A L E " A. C A N O V A " T R E V I S O

L I C E O C L A S S I C O S T A T A L E  A. C A N O V A  T R E V I S O L I C E O C L A S S I C O S T A T A L E " A. C A N O V A " T R E V I S O - REGOLAMENTO D ISTITUTO - MODALITA PER L ORGANIZZAZIONE DEI VIAGGI D ISTRUZIONE Approvato dal C.d.I. con delibera n. 17 del 28

Dettagli

Interventi didattico - educativi di recupero nel corso dell anno scolastico (ottobre - giugno)

Interventi didattico - educativi di recupero nel corso dell anno scolastico (ottobre - giugno) LICEO SCIENTIFICO SAN BENEDETTO SCUOLA SECONDARIA 2 GRADO PARITARIA dec. N. 158 del 28/08/2001 43121 - PARMA - P.le S. Benedetto, 5 0521381411 e-mail sssbened@scuole.pr.it fax: 0521206085 sito web: www.salesianiparma.it

Dettagli

Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico

Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico Prot.7767/A01 Correggio, 09/09/2013 Il Dirigente Scolastico - Visto l art. 8, comma 7, del regolamento relativo all istruzione professionale (DPR 15/03/2010, n. 87) - Vista la Direttiva Ministeriale n.

Dettagli

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E COMMISSIONE MENSA Approvato con deliberazione del C.C. n.43 del 28.11.2000 Modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO TECNICO

REGOLAMENTO DELL UFFICIO TECNICO REGOLAMENTO DELL UFFICIO TECNICO PREMESSA L'art. 4, comma 3, dei regolamenti di riordino degli istituti tecnici e degli istituti professionali (d.p.r. nn. 87 e 88 del 15.3.2010) prevede che il settore

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI (approvato dal C.D.A. con Delibera n 139 in seduta del 25/6/1998, modificato con Delibera n 87 in

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

CIRCOLARE N. 13. Disposizioni sulla vigilanza. La vigilanza sugli alunni fa parte degli obblighi di servizio degli insegnanti.

CIRCOLARE N. 13. Disposizioni sulla vigilanza. La vigilanza sugli alunni fa parte degli obblighi di servizio degli insegnanti. CIRCOLARE N. 13 - Ai Sigg. Docenti (Copia individuale) e ai Collaboratori del D.S. - DSGA(Copia individuale) - Segreteria (Copia individuale) - Ai Collaboratori Scolastici (Copia individuale) - ALBO sede/succursale

Dettagli

ADEMPIMENTI CONNESSI ALLO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DIDATTICA

ADEMPIMENTI CONNESSI ALLO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DIDATTICA Ministero dell Istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo di Belgioioso Via F.lli Cervi, 4 27011 Belgioioso : 0382969143 : 0382960367 Uffici: pvic814003@istruzione.it sms.adanegri.belg@libero.it

Dettagli

REGOLAMENTO uscite didattiche visite guidate viaggi d istruzione

REGOLAMENTO uscite didattiche visite guidate viaggi d istruzione Istituto Comprensivo Statale G. Giusti P.zza Vittime Piroscafo Sgarallino, 1 57034 Campo nell Elba tel 0565-976063 fax 0565 978826 e-mail: LIIC803009@istruzione.it posta elettronica certificata LIIC803009@pec.istruzione.it

Dettagli

PROCEDURA PRIMO SOCCORSO E PRONTO INTERVENTO

PROCEDURA PRIMO SOCCORSO E PRONTO INTERVENTO PROCEDURA PRIMO SOCCORSO E PRONTO INTERVENTO INDICE Premessa pag. 2 Addetti al Primo Soccorso pag. 3 Procedure impartite agli addetti al Primo Soccorso pag. 3 Attivazione del soccorso: procedura pag. 4

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO T.VECELLIO Via T. Vecellio, 28 36030 SARCEDO tel. 0445/884178 Fax 0445/344270 e Mail: viic83800d@istruzione.it / Sito: www.icvecellio.it REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE,

Dettagli

Regolamento viaggi d istruzione e visite guidate

Regolamento viaggi d istruzione e visite guidate Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO GIANNI RODARI Via Niobe, 52 00118 ROMA C.F. 97028710586 Tel/fax 06 79810110 Tel. 06 79896266 e-mail: RMIC833007@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti PREMESSA Il presente regolamento, approvato dal C. d I in data 18 Settembre 2014, ha carattere transitorio, valido fino al completamento dei

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Via del Poggio,30-01018 Valentano (VT) 0761/422558 e-mail vtic80100@istruzione.it

Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Via del Poggio,30-01018 Valentano (VT) 0761/422558 e-mail vtic80100@istruzione.it MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Statale Paolo Ruffini Via del Poggio,30-01018 Valentano (VT) 0761/422558 e-mail

Dettagli

L applicazione del D.lgs. 81/08 e s. m. i. nella scuola SGSSL

L applicazione del D.lgs. 81/08 e s. m. i. nella scuola SGSSL L applicazione del D.lgs. 81/08 e s. m. i. nella scuola SGSSL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDE DI APPROFONDIMENTO IL 1 Servizio di Prevenzione e Protezione (art. 31) Che cos

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE e-mail vric857007@istruzione.it PEC vric857007@pec.itruzione.it Sito: www.icnogara.gov.it REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto n. 6 del

Dettagli

CODICE ATECO 2007: SETTORE CODICE n.

CODICE ATECO 2007: SETTORE CODICE n. SCHEDA DI ADESIONE Divisione seminari RLS Va Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ai sensi del T.U. D.Lgs 81/08 D.Lgs 106/09 Questo corso viene svolto in ottemperanza a quanto previsto dall'art.

Dettagli

TIPOLOGIA DI VIAGGI I viaggi di istruzione comprendono diverse iniziative che si possono così sintetizzare:

TIPOLOGIA DI VIAGGI I viaggi di istruzione comprendono diverse iniziative che si possono così sintetizzare: Alleg.N.8 - Viaggi d istruzione e visite guidate I viaggi di istruzione e le visite guidate sono iniziative didattico-culturali finalizzate ad integrare la normale attività della scuola sia sul piano della

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA L ISCRIZIONE Le iscrizioni dei minori stranieri, indipendentemente dalla regolarità

Dettagli

- La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale;

- La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale; REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA PRIMARIA Art. 1 Funzionamento della scuola - La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale; - L orario

Dettagli

Regolamento dei registri elettronici di classe e del docente

Regolamento dei registri elettronici di classe e del docente Istituto Comprensivo Statale di Mazzano via Matteotti, 22-25080 Ciliverghe di Mazzano (BS) tel. e fax 030 21 20 929-030 21 26 036 email: ddmazzan@provincia.brescia.it PEC: bsic852002@pec.istruzione.it

Dettagli

Verbale 1: Incarico del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Verbale 1: Incarico del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione 8Verbali per la gestione della sicurezza nelle aziende agricole V1. Verbale di nomina Rspp V2. Verbale di nomina del Medico Competente V3. Verbale di elezione RlS V4. Verbale di nomina addetto gestione

Dettagli

Piano Annuale delle Attività a.s. 2015/2016 predisposto ai sensi dell art. 28, comma 4, CCNL 2006/09

Piano Annuale delle Attività a.s. 2015/2016 predisposto ai sensi dell art. 28, comma 4, CCNL 2006/09 Piano Annuale delle Attività a.s. 2015/2016 predisposto ai sensi dell art. 28, comma 4, CCNL 2006/09 14 settembre 2015 (inizio delle lezioni) 08 giugno 2016 (fine delle lezioni) 30 giugno 2016 (fine delle

Dettagli

Oggetto: Attuazione delle disposizioni in materia di certificazione e documenti d identità.

Oggetto: Attuazione delle disposizioni in materia di certificazione e documenti d identità. Trascrizione OCR nota MIUR del 7 dicembre 2012 numero 3364 Dipartimento per l Istruzione * Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Oggetto: Attuazione delle disposizioni in materia di

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

Liceo Classico Statale Marco Minghetti Via Nazario Sauro 18 40121 Bologna tel. 051-2757511 fax 051-230145 e-mail bopc030001@istruzione.

Liceo Classico Statale Marco Minghetti Via Nazario Sauro 18 40121 Bologna tel. 051-2757511 fax 051-230145 e-mail bopc030001@istruzione. Liceo Classico Statale Marco Minghetti Via Nazario Sauro 18 40121 Bologna tel. 051-2757511 fax 051-230145 e-mail bopc030001@istruzione.it Circolare n. 83 Bologna, 09.11.2015 - A tutti gli Studenti e i

Dettagli

Art. 1 Campo di applicazione

Art. 1 Campo di applicazione REGOLAMENTO Per l individuazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) nell ASL Frosinone e la definizione delle modalità di esercizio dell attività per l espletamento del mandato Art.

Dettagli

Prot. n. 575/B 21 c Cremona, 1 febbraio 2014

Prot. n. 575/B 21 c Cremona, 1 febbraio 2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CREMONA UNO SCUOLA DELL INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Via Gioconda, n. 1-26100 CREMONA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL LABORATORIO MULTIMEDIALE

REGOLAMENTO DEL LABORATORIO MULTIMEDIALE allegato n. 2 LICEO SCIENTIFICO STATALE Galileo Galilei Liceo Scientifico, Liceo Linguistico, Liceo delle Scienze Sociali, Liceo Socio-Pedagogico Trav. Galileo Galilei - 81034, Mondragone (CE) Tel. 0823

Dettagli

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi Capo 3. Funzionamento delle scuole Art.22. Premesse a) Il processo di realizzazione dell autonomia deve essere inteso come l acquisizione graduale, da parte di tutti i plessi dell Istituto, di responsabilità

Dettagli

ATTIVITÀ INERENTI I PROVVEDIMENTI DI SOSPENSIONE CON OBBLIGO DI FREQUENZA IN STRUTTURE ESTERNE

ATTIVITÀ INERENTI I PROVVEDIMENTI DI SOSPENSIONE CON OBBLIGO DI FREQUENZA IN STRUTTURE ESTERNE A.S. 2011/2012 DATA: 21/05/2012 CIRCOLARE N. 462 OGGETTO: IO 10 Sospensione con obbligo di frequenza in strutture esterne Ai Docenti Al personale ATA Sito web Loro sedi Si pone in visione in allegato,

Dettagli

Regolamento Pubblicazione su Area Pubblicità Legale

Regolamento Pubblicazione su Area Pubblicità Legale Regolamento Pubblicazione su Area Pubblicità Legale Il presente Regolamento disciplina le modalità di pubblicazione sul sito informatico del 1 Circolo Didattico Carmine di Nicosia di atti e provvedimenti

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE INSEGNANTI DI SOSTEGNO

ISTRUZIONI PER LE INSEGNANTI DI SOSTEGNO Pag 1/5 INCONTRI DI INIZIO ANNO SCOLASTICO Al più presto il docente di sostegno, non appena assegnato a nuovi casi, dovrà curare alcuni incontri: Con il gruppo docente dell anno precedente Con i genitori

Dettagli

DEI DIRITTI E DEI DOVERI

DEI DIRITTI E DEI DOVERI Con l Europa investiamo nel vostro futuro ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VERNOLE,CASTRI,CAPRARICA Via della Repubblica,s.n.c. 73029 - Tel. 0832892032 Fax 0832269378 email LEIC85600E@istruzione.it LEIC85600E@pec.istruzione.it

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ART. 1 NORME DI COMPORTAMENTO OGNI ALUNNO È TENUTO AL MASSIMO RISPETTO DELLE PERSONE E DELL AMBIENTE

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE ORARIE VISITE GUIDATE VIAGGI D ISTRUZIONE - SCAMBI CULTURALI E SOGGIORNI LINGUISTICI (STAGE)

REGOLAMENTO USCITE ORARIE VISITE GUIDATE VIAGGI D ISTRUZIONE - SCAMBI CULTURALI E SOGGIORNI LINGUISTICI (STAGE) REGOLAMENTO USCITE ORARIE VISITE GUIDATE VIAGGI D ISTRUZIONE - SCAMBI CULTURALI E SOGGIORNI LINGUISTICI (STAGE) 1) USCITE ORARIO Le uscite orario sono per lo più finalizzate ad eventi culturali e sportivi.

Dettagli