IL CONSIGLIO COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CONSIGLIO COMUNALE"

Transcript

1 Deliberazione del Consiglio Comunale N. 00 del 00/00/014 Area: AREA TECNICA Oggetto: CONTRODEDUZIONE ALLE RISERVE FORMULATE DALLA GIUNTA PROVINCIALE E ALLE OSSERVAZIONI PERVENUTE E APPROVAZIONE DELLA VARIANTE SPECIFICA 1/2013 AL VIGENTE POC CON EFFETTO DI PUA RELATIVO AL COMPARTO ANS_C2.2 - CASTENASO EST (POC) AI SENSI DELL ART. 34 DELLA L.R. N. 20/2000 IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: - in data 14/01/2009, con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 1, è stato approvato il Piano Strutturale Comunale (P.S.C.) ai sensi della L.R. n. 20/2000; - in data 25/03/2010, con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 16, è stato approvato il primo Piano Operativo Comunale (P.O.C.) ai sensi della L.R. n. 20/2000; - in data 19/12/2013, con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 79, è stata adottata la Variante specifica 1/2013 al vigente POC con effetto di PUA relativo al comparto ANS_C2.2 Castenaso est, ai sensi della LR n. 20/2000; - l'entrata in vigore della Variante 1 al POC comporterà l'apposizione dei vincoli espropriativi necessari alla realizzazione delle opere pubbliche o di pubblica utilità ivi previste e la dichiarazione di pubblica utilità delle medesime opere, con riguardo alle aree individuate nell'elaborato 1 della variante stessa e nel piano particellare del PUA relativo al comparto ANS_C2.2 Castenaso Est, e di ciò si è fatta espressa menzione, ai sensi dell'art. 10 della LR 37/2002, nell'avviso di adozione pubblicato sul BUR di cui oltre; - copia della Variante 1 al POC adottata è stata trasmessa alla Giunta Provinciale di Bologna, ai sensi dell art. 34, comma 6 e dell'art. 5, comma 7 della LR n. 20/2000; - ai sensi di quanto previsto dal comma 4 dell art. 34 della LR n. 20/2000, gli elaborati della Variante 1 al POC adottata, con i relativi allegati, ovvero l'accordo ex art. 18 della LR 20/2000, concernenti il comparto ANS_C2.2 Castenaso Est, oltre il recepimento di precedenti modifiche al vigente POC in esecuzione delle delibere di Consiglio Comunale n. 39 del 30/06/2011 e n. 9 del 19/02/2013 aventi ad oggetto la localizzazione della rotatoria posta all intersezione delle vie Passerotta, San Donato e Foggia Nuova (parzialmente ricadente nel territorio del Comune di Castenaso) e la localizzazione del nuovo tracciato relativo al rifacimento dell attraversamento Torrente Idice in T.O.C. (metanodotti Ravenna Bologna e Fusignano-Castenaso) sono stati depositati, per 60 giorni consecutivi dal 02/01/2014 al 03/03/2014, presso la Segreteria dell'area Tecnica del Comune in libera visione; - dell avvenuta adozione della Variante 1 al POC e relativo deposito è stato pubblicato avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione n. 1 del 02/01/2014; - l'effettuato deposito è stato reso noto, a mezzo del sito internet del Comune e sull'albo Pretorio; - ai sensi dell art. 34, comma 5, della LR n. 20/2000, entro la scadenza del termine di deposito, chiunque ha potuto presentare osservazioni;

2 DATO ATTO che: - entro il termine di deposito della Variante al POC 03/03/2014 non sono pervenute osservazioni; DATO ATTO altresì che: - dopo l'adozione, ai fini dell'approvazione della Variante 1 al POC con effetto di PUA relativo al comparto ANS_C2.2 Castenaso Est, sono stati acquisiti i pareri di competenza sottoelencati, tenendo conto della segnalazione delle Autorità ambientali da coinvolgere nel procedimento istruttorio da parte della competente Provincia di Bologna: parere della Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio in data 29/10/2013; parere dell'azienda USL acquisito agli atti in data 11/03/2014 prot. n. 4564; parere dell'arpa acquisito agli atti in data 06/03/2014 prot. n. 4354; pareri dell'autorità del Bacino del Reno acquisiti agli atti in data 20/02/2014 prot. n. 3361, in data 09/04/2014 prot. n e in data 25/06/2014 prot. n ; parere della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'emilia Romagna - Bologna acquisito agli atti in data 04/02/2014 prot. n. 2403; parere della Regione Emilia-Romagna - Servizio Ferrovie acquisito agli atti in data 27/02/2014 prot. n e nota di FER (Ferrovie Emilia Romagna) acquisita agli atti in data 10/04/2014 prot. n. 6581; pareri di Hera acquisiti agli atti in data 06/03/2014 prot. n e in data 23/06/2014 prot. n ; parere di Hera (Ambiente) acquisito agli atti in data 15/02/2014 prot. n. 3120; parere di Enel acquisito agli atti in data 30/01/2014 prot. n. 2092; parere di Telecom acquisito agli atti in data 16/01/2014 prot. n. 905; parere di Terna acquisito agli atti in data 31/08/2012 prot. n ; che la Giunta Provinciale, con propria deliberazione n. 176 del 13/05/2014, ha provveduto - nei termini previsti dal comma 6 dell'art. 34 della LR 20/ a formulare le proprie riserve e ad esprimere la contestuale valutazione di compatibilità ambientale prevista sul documento di Valutazione di Sostenibilità Ambientale e Territoriale (Valsat), in conformità alla relazione istruttoria predisposta dal Settore Pianificazione Territoriale e Trasporti - Servizio Urbanistica e Attuazione PTCP, sulla Variante 1 al POC adottata; che con la medesima deliberazione la Provincia ha espresso il parere di competenza in materia di vincolo sismico e verifiche di compatibilità delle previsioni con le condizioni di pericolosità locale degli aspetti geologici ed idrogeologici, con l'indicazione di alcune prescrizioni e norme da rispettare; CONSIDERATO: che i tecnici incaricati, hanno provveduto - di concerto con l U.O. Pianificazione Territoriale - all esame delle riserve provinciali e dei pareri pervenuti e alla formulazione delle relative controdeduzioni; che l istruttoria ha prodotto la proposta di controdeduzione e recepimento delle riserve e dei pareri espressi dalla Provincia di Bologna e la proposta di controdeduzione e recepimento del pareri di competenza degli Enti (allegato 1 Relazione di controdeduzione ); ATTESO: che l'accoglimento delle riserve e dei pareri della Provincia e degli Enti di competenza, nonché le conseguenti modifiche apportate alla Variante 1 al POC con valore ed effetto di PUA per il comparto ANS_C2.2 Castenaso Est, non precludono la conformità agli strumenti della pianificazione sovraordinata;

3 VISTI gli elaborati documentali e cartografici costitutivi la Variante 1 al POC, così come adeguati sulla base delle controdeduzioni comunali di adeguamento alle riserve provinciali e ai pareri di competenza, di seguito elencati e conservati agli atti dell'area Tecnica: Relazione illustrativa dei contenuti della Variante n. 1 Relazione illustrativa - Documento programmatico per la Qualità Urbana - Condizioni di Fattibilità economico-finanziaria - Agenda del Piano Norme di Attuazione Rapporto Ambientale e Schede Specifiche di VAS/Valsat Elaborato n. 1 Localizzazione dei Comparti e delle Opere Pubbliche previste dal POC Elaborato n. 4 Tavola dei Vincoli di natura storico-culturale, paesaggistica e ambientale Elaborato n. 5 Tavola dei Vincoli relativi alla sicurezza e vulnerabilità del territorio Elaborato n. 6 Scheda dei Vincoli Accordo di pianificazione ai sensi dell art. 18 della LR 20/2000 con i privati (Allegato 5 al POC) VISTI altresì gli elaborati documentali e cartografici costitutivi il PUA relativo al comparto ANS_C2.2 Castenaso Est, così come adeguati sulla base delle controdeduzioni comunali di adeguamento alle riserve provinciali e ai pareri di competenza, di seguito elencati e conservati agli atti dell Area Tecnica U.O. Pianificazione Territoriale: Tav 1 Stralcio di PSC - Estratto di mappa catastale - Rilievo planimetrico altimetrico CTR - Foto aerea; Tav 2 Dati tecnici - Dotazioni territoriali; Tav 3 Planimetria generale di progetto; Tav 3a Individuazione opere funzionali al primo stralcio esecutivo Interventi Extra Comparto Interventi Entro Comparto; Tav 3b Individuazione Aree Private interessate da interventi extra-comparto; Tav 4 Individuazione aree pubbliche - ERS - QD; Tav 5 Individuazione aree private; Tav 6 Planimetria del Verde Isole ecologiche Attrezzature; Tav 7 Assetto planivolumetrico; Tav 8 Tipologie edilizie; Tav 9 Viabilità e segnaletica stradale; Tav 10Sezioni stradali tipo; Tav 11Profili generali; Tav 12Schema rete energia elettrica; Tav 13Schema rete telefonica; Tav 14Schema rete idrica / Schema rete gas; Tav 15Rete fognature bianche / rete fognature nere; Tav 16Schema rete illuminazione pubblica; Tav 17Schema rete irrigazione pubblica; Tav 18Progetto nuovo tratto ciclo-pedonale a Fiesso; Tav 19Sezioni riguardanti interventi in fascia di rispetto ferroviario; Rilievo fotografico; Relazione illustrativa - Relazione Legge n. 13/89 - Abaco attrezzature; Norme tecniche di attuazione; Piano particellare; Progetto definitivo illuminazione pubblica; Computo metrico estimativo; Schema di Convenzione;

4 VISTI Piano di Manutenzione del Verde; Relazione Idraulica; Relazione Geologico-Geotecnica e sismica; Valutazione di Clima Acustico; Documentazione VAS/Valsat. la L.R. 20/2000 e s.m.i.; la L.R. 37/2002 e s.m.i.; la L.R. 15/2013 e s.m.i.; lo Statuto del Comune ed i Regolamenti Gestionali; SENTITA la Commissione Consiliare n 2 Economico Territoriale del 21/07/2014, come risulta dal verbale acquisito agli atti; RITENUTO che sussistano gli elementi di fatto e di diritto che legittimano l approvazione del presente atto; DATO ATTO che il Responsabile dell Area Tecnica ha espresso parere favorevole di regolarità tecnica (parere allegato al presente atto per farne parte integrante e sostanziale), mentre in ordine alla regolarità contabile è stato espresso parere favorevole limitatamente alla coerenza del presente provvedimento con gli strumenti di programmazione finanziaria; VISTO il D.Lgs. 267/2000 e s.m.i. VISTO il D.Lgs. 33/2013 e DATO ATTO che ai sensi dell'art. 39 Trasparenza dell'attività di pianificazione e governo del territorio, sono stati pubblicati, tempestivamente, prima dell'approvazione, lo schema di provvedimento della presente delibera e i relativi allegati tecnici, nella apposita sezione nel sito del Comune; DELIBERA di approvare il documento Allegato 1 - Relazione di controdeduzione parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, contenente la proposta di controdeduzione e recepimento delle riserve e dei pareri espressi dalla Provincia di Bologna e la proposta di controdeduzione e recepimento del pareri di competenza degli Enti; di approvare, ai sensi dell'art. 34 della L.R. 20/2000, la Variante 1 al POC con valore ed effetto di PUA per il comparto ANS_C2.2 Castenaso Est, dando atto che la stessa risulta composta dagli elaborati di seguito elencati, come modificati a seguito delle controdeduzioni e conservati agli atti dell'area Tecnica U.O. Pianificazione Territoriale: elaborati costitutivi la Variante 1 al POC Relazione illustrativa dei contenuti della Variante n. 1 Relazione illustrativa - Documento programmatico per la Qualità Urbana - Condizioni di Fattibilità economico-finanziaria - Agenda del Piano Norme di Attuazione Rapporto Ambientale e Schede Specifiche di VAS/Valsat Elaborato n. 1 Localizzazione dei Comparti e delle Opere Pubbliche previste dal POC Elaborato n. 4 Tavola dei Vincoli di natura storico-culturale, paesaggistica e ambientale Elaborato n. 5 Tavola dei Vincoli relativi alla sicurezza e vulnerabilità del territorio Elaborato n. 6 Scheda dei Vincoli

5 Accordo di pianificazione ai sensi dell art. 18 della LR 20/2000 con i privati (Allegato 5 al POC) elaborati costitutivi il PUA relativo al comparto ANS_C2.2 Castenaso Est Tav 1 Stralcio di PSC - Estratto di mappa catastale - Rilievo planimetrico altimetrico CTR - Foto aerea; Tav 2 Dati tecnici - Dotazioni territoriali; Tav 3 Planimetria generale di progetto; Tav 3a Individuazione opere funzionali al primo stralcio esecutivo Interventi Extra Comparto Interventi Entro Comparto; Tav 3b Individuazione Aree Private interessate da interventi extra-comparto; Tav 4 Individuazione aree pubbliche - ERS - QD; Tav 5 Individuazione aree private; Tav 6 Planimetria del Verde Isole ecologiche Attrezzature; Tav 7 Assetto planivolumetrico; Tav 8 Tipologie edilizie; Tav 9 Viabilità e segnaletica stradale; Tav 10 Sezioni stradali tipo; Tav 11 Profili generali; Tav 12 Schema rete energia elettrica; Tav 13 Schema rete telefonica; Tav 14 Schema rete idrica / Schema rete gas; Tav 15 Rete fognature bianche / rete fognature nere; Tav 16 Schema rete illuminazione pubblica; Tav 17 Schema rete irrigazione pubblica; Tav 18 Progetto nuovo tratto ciclo-pedonale a Fiesso; Tav 19 Sezioni riguardanti interventi in fascia di rispetto ferroviario; Rilievo fotografico; Relazione illustrativa - Relazione Legge n. 13/89 - Abaco attrezzature; Norme tecniche di attuazione; Piano particellare; Progetto definitivo illuminazione pubblica; Computo metrico estimativo; Schema di Convenzione; Piano di Manutenzione del Verde; Relazione Idraulica; Relazione Geologico-Geotecnica e sismica; Valutazione di Clima Acustico; Documentazione VAS/Valsat. di dare atto che, ai sensi dell'art. 13 della L.R. 37/2002, dalla data di efficacia della presente deliberazione è apposto il vincolo espropriativo sulle aree individuate nell'elaborato n. 1 Localizzazione dei Comparti e delle Opere Pubbliche previste dal POC della variante 1 al POC e nel piano particellare del PUA relativo al comparto ANS_C2.2 Castenaso Est e che ai sensi dell'art. 15 della L.R. 37/2002 e dell'art. 30, comma 12, della L.R. n. 20/2000, la presente deliberazione di approvazione di variante al POC con valore ed effetto di PUA comporta, inoltre, la dichiarazione di pubblica utilità delle opere ivi previste; di dare mandato al Responsabile di procedimento, di provvedere ai successivi adempimenti previsti dalla legge, dandosi atto che la Variante 1 al POC con valore ed effetto di PUA per il

6 comparto ANS_C2.2 Castenaso Est ivi approvata entra in vigore, ai sensi del comma 9, dell'art. 34 L.R. 20/2000, dalla data di pubblicazione sul BUR dell'avviso della sua approvazione; di autorizzare l'ing. Fabrizio Ruscelloni, in qualità di Responsabile dell'area Tecnica a rappresentare il Comune di Castenaso nella stipulazione della Convenzione ai sensi dell'art. 107 del D.Lgs. 267/2000, dando altresì al medesimo il mandato di sottoscriverla con facoltà di apportare, fatta salva la sostanza del negozio, tutte le rettifiche e/o integrazioni che si rendessero necessarie. Successivamente, con votazione unanime, si rende il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134 c.4 D.Lgs n. 267 per consentire la rapida esecuzione di tutti gli adempimenti conseguenti al presente atto.

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca Oggetto: Piano Attuativo denominato SALOV e Centro Leasing - Adozione- Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale Premesso che: con deliberazione del Consiglio Comunale del 27.4.2004 n. 51 è stato

Dettagli

C O M U N E D I S E R A V E Z Z A. Provincia di Lucca

C O M U N E D I S E R A V E Z Z A. Provincia di Lucca C O M U N E D I S E R A V E Z Z A Provincia di Lucca OGGETTO: PIANO DI RECUPERO PER L'AREA RR14 POSTA IN POZZI, VIA MARTIRI DI SANT'ANNA ADOTTATO IN DATA 30 SETTEMBRE 2011 - PRONUNCIAMENTO SULLE OSSERVAZIONI

Dettagli

RICHIESTA DI APPROVAZIONE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO

RICHIESTA DI APPROVAZIONE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO 1 MARCA DA BOLLO TIMBRO DI RICEVUTA (spazio riservato all ufficio) Comune di Cesena SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO Servizio Attuazione Urbanistica Piazza Guidazzi 9, ridotto Teatro Bonci 1 piano 47521Cesena

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ATTUATIVO ARUBA S.P.A. IN VIA ADDA - VIALE SICILIA.

OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ATTUATIVO ARUBA S.P.A. IN VIA ADDA - VIALE SICILIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 122/2013 SETTORE: URBANISTICA UFFICIO: URBANISTICA OPERATIVA ASSESSORATO: POLITICHE DEL TERRITORIO OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ATTUATIVO ARUBA S.P.A. IN VIA ADDA

Dettagli

OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: PIANO PIANO DI RECUPERO PR3D3 IN LOC. CASAMICCIOLA: ADOZIONE IL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI UDINE. OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI UDINE. OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI UDINE C.C. 28/09/2015 2 OGGETTO: Approvazione P.A.C. di iniziativa privata in via Cotonificio scheda norma C.21. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto il vigente Piano Regolatore Generale Comunale approvato

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: VARIANTE AL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia Prot. N. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Originale N 26 del 31/05/2006 OGGETTO: PIANO DI LOTTIZZAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA PN 7/A SITO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA P.P. 33, UBICATO A CHIOZZA. APPROVAZIONE..

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA P.P. 33, UBICATO A CHIOZZA. APPROVAZIONE.. COPIA DELIBERAZIONE N 11 in data: 30/01/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA G I U N T A C O M U N A L E OGGETTO: PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA P.P. 33, UBICATO A CHIOZZA. APPROVAZIONE..

Dettagli

La Giunta Comunale PROPOSTA DI DELIBERAZIONE

La Giunta Comunale PROPOSTA DI DELIBERAZIONE OGGETTO: Piano urbanistico attuattivo ambito territoriale denominato Altanea Brian. Ditte AGRICOLA ED IMMOBILIARE STRETTI s.s., SOCIETA AGRICOLA NOGARA s.s., SOCIETA AGRICOLA LAGUNA VERDE s.a.s. ADOZIONE.

Dettagli

COMUNE DI VILLAVERLA

COMUNE DI VILLAVERLA COMUNE DI VILLAVERLA Provincia di Vicenza Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Originale N N 108/2013 del 05/12/2013 OGGETTO: ADOZIONE PIANO DI LOTTIZZAZIONE REDENZIALE DENOMINATO "POLETTO POLETTO"

Dettagli

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia COPIA COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ( ASSUNTA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE) N. 1 17/01/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA PIANO DEL

Dettagli

Rilevata la propria competenza ai sensi dell art. 42 del D.Lgs. n 267/2000 Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali e s.m. e i.

Rilevata la propria competenza ai sensi dell art. 42 del D.Lgs. n 267/2000 Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali e s.m. e i. Oggetto: SNAM RETE GAS S.p.A PRESA D ATTO DELL ATTO DIRIGENZIALE N. 4350 del 21/11/2014 DELLA PROVINCIA DI FIRENZE E RATIFICA DELLA RELATIVA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO IL CONSIGLIO COMUNALE, Rilevata

Dettagli

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Il Presidente sottopone per l approvazione quanto segue: Normativa di riferimento: - Legge regionale n. 47 del 07.12.1978

Dettagli

OGGETTO: Adozione POC Tematico Darsena di città.

OGGETTO: Adozione POC Tematico Darsena di città. OGGETTO: Adozione POC Tematico Darsena di città. Relatore l'assessore all'urbanistica Libero Asioli - La Giunta Comunale sottopone all esame del Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione:

Dettagli

La Giunta Comunale sottopone all esame del Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione:

La Giunta Comunale sottopone all esame del Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: VARIANTE di adeguamento del RUE alle definizioni tecniche uniformi per l'urbanistica e l'edilizia della RER secondo quanto indicato dalla DAL RER n. 279 del 4/02/2010 CONTRODEDUZIONE E APPROVAZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE "MASIERE 2010" A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004.

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE MASIERE 2010 A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004. Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 114 Data 20-05-2014 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord.11 reg deliberazioni GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 21/01/2014 L'anno duemilaquattordici, questo giorno ventuno del mese di gennaio

Dettagli

BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006

BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006 PROVINCIA DI BOLOGNA Settore Pianificazione Territoriale http://cst.provincia.bologna.it/ptcp/psc.htm BOZZA DEL 13 SETTEMBRE 2006 APPROFONDIMENTI TECNICI MODI E TEMPI DI SVOLGIMENTO DELLA CONFERENZA DI

Dettagli

OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. ADOZIONE.

OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. ADOZIONE. OGGETTO : VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO CON I CONTENUTI DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE, DEL COMPARTO C 3.31 DEL CAPOLUOGO. DITTA "CONSORZIO DI LOTTIZZAZIONE MARCO POLO". ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO RECEPIMENTO DELLE PRESCRIZIONI PREVALENTI DELLA PROVINCIA IN MERITO ALLA VERIFICA DI COMPATIBILITA CON IL P.T.C.P. ART.13 commi

Dettagli

Comune di Voghiera PROVINCIA DI FERRARA REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO L.R. 20/2000 RUE

Comune di Voghiera PROVINCIA DI FERRARA REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO L.R. 20/2000 RUE Comune di Voghiera PROVINCIA DI FERRARA REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO L.R. 20/2000 RUE SCHEMA DELIBERA DI ADOZIONE (PER PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL ART. 39 DEL DLGS 33/2013) 1 REGOLAMENTO EDILIZIO URBANISTICO

Dettagli

A seguito di illustrazione del Piano dal punto di vista tecnico da parte dei progettisti presenti in aula; IL CONSIGLIO COMUNALE

A seguito di illustrazione del Piano dal punto di vista tecnico da parte dei progettisti presenti in aula; IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO - Progetto Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.) adozione ai sensi dell'art. 38, comma 2, della legge regionale n. 36 del 4/9/1997 come modificata dalla legge regionale n. 11 del 2 aprile 2015. A

Dettagli

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 ADEMPIMENTO DI cui all art 39 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 OGGETTO: ESAME CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 alla quale partecipano i Signori: GHERGHETTA Enrico Presidente P ČERNIC

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. 1. adozione del P.A.T. con delibera di Consiglio Comunale n. 2 del 7/03/2012;

LA GIUNTA COMUNALE. 1. adozione del P.A.T. con delibera di Consiglio Comunale n. 2 del 7/03/2012; Adozione del piano di lottizzazione di iniziativa privata denominato "Valle Agno relativo ad un' area inviduata nel piano degli interventi come ZTO D2/35 LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO CHE: -il Comune di

Dettagli

COMUNE DI PIOVA' MASSAIA

COMUNE DI PIOVA' MASSAIA C o p i a COMUNE DI PIOVA' MASSAIA PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 9 01/08/2014 OGGETTO: ADOZIONE PRELIMINARE DELLA RIELABORAZIONE PARZIALE DELLA VARIANTE STRUTTURALE

Dettagli

OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Adozione della variante n.2 al Piano attuativo comunale di iniziativa pubblica della zona O comparto A. IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la proposta di deliberazione in oggetto, munita dei prescritti

Dettagli

COMUNE DI ROVOLON PROVINCIA DI PADOVA PROPOSTA DI DELIBERA DI GIUNTA DEL 10-01-2014 N.3

COMUNE DI ROVOLON PROVINCIA DI PADOVA PROPOSTA DI DELIBERA DI GIUNTA DEL 10-01-2014 N.3 COMUNE DI ROVOLON PROVINCIA DI PADOVA AREA: UFFICIO: EDILIZIA PRIVATA Soggetta a controllo Immediatamente eseguibile PROPOSTA DI DELIBERA DI GIUNTA DEL 10-01-2014 N.3 Oggetto: ADOZIONE I^ VARIANTE AL PIANO

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE. Con voti favorevoli 5 e contrari 13 resi dai 18 Consiglieri presenti e votanti, DELIBERA

IL CONSIGLIO COMUNALE. Con voti favorevoli 5 e contrari 13 resi dai 18 Consiglieri presenti e votanti, DELIBERA Dopo che il Presidente ha dato lettura dell oggetto della proposta di deliberazione, da porsi in trattazione, il Consigliere M. Parola (Gruppo Pedona Libera) pone, sulla proposta, la questione sospensiva

Dettagli

Comune di Forlì PRESENTAZIONE E RICHIESTA APPROVAZIONE DI:

Comune di Forlì PRESENTAZIONE E RICHIESTA APPROVAZIONE DI: Tutela da D. Lgs 42/04 (art. 3 PSC) Sede : P.zza A. Saffi n. 8, 4700 Forlì Tel. : 0543/72353-72828-72858 Comune di Forlì AREA PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO SPORTELLI DELL EDILIZIA E

Dettagli

- PROGETTO DI PIANO URBANISTICO ATTUATIVO -

- PROGETTO DI PIANO URBANISTICO ATTUATIVO - - PROGETTO DI PIANO URBANISTICO ATTUATIVO - Scheda norma denominata: VIA RAIMONDI Tav. P.O.C. 28 Scheda norma B 21 Scheda PPA/POC 212 Area interessata posta in Parma: (comparto - quartiere - via) VIA RAIMONDI

Dettagli

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento

Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO. Relazione del Responsabile del Procedimento Comune di Vernio Provincia di Prato REGOLAMENTO URBANISTICO Relazione del Responsabile del Procedimento Ai sensi dell art. 16 della L.R.T. 1/2005 Introduzione e generalità Il procedimento di formazione

Dettagli

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n.

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n. Protocollo Al Responsabile del Settore Gestione del Territorio del comune di Verdellino Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Comunicazione di Inizio lavori per Attività Edilizia Libera non

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: Visti: Constatato che:

LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: Visti: Constatato che: LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - la Società IMMOBILIARE SAMOGGIA S.R.L. ha presentato in data 31/01/2015 al prot. 4933 e successive integrazioni prot. 5118 del 02/02/2015, prot. 32807 del 01/07/2015

Dettagli

Deliberazione originale della Giunta Comunale

Deliberazione originale della Giunta Comunale N. prot. Ai capigruppo consiliari N. 37 Reg. Al Collegio Interno C O M U N E D I C A S S O L A P R O V I N C I A D I V I C E N Z A Deliberazione originale della Giunta Comunale OGGETTO: Esame ed adozione

Dettagli

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Proposta di deliberazione della Giunta Comunale n.

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA. Proposta di deliberazione della Giunta Comunale n. COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA Proposta di deliberazione della Giunta Comunale n. del Il Segretario Comunale Oggetto: Variante al Piano Urbanistico Attuativo PN15/2, area residenziale a Dolo via

Dettagli

AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato

AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Verbale della Deliberazione n. 49 dell 11 dicembre 2008 località Pignatte Comune

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Premesso che il Comune di Radda in Chianti : è dotato di Piano Strutturale adottato con D.C.C. n. 2 del

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: Il Comune di San Gimignano è dotato di Piano Strutturale approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.78 del 30 novembre 2007. Con Deliberazione n.101 del 22

Dettagli

Oggetto: ADOZIONE PIANO DI RECUPERO (PR11A) VIA DIAZ, IN VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT. IL CONSIGLIO COMUNALE

Oggetto: ADOZIONE PIANO DI RECUPERO (PR11A) VIA DIAZ, IN VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT. IL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 29/07/2013 Oggetto: ADOZIONE PIANO DI RECUPERO (PR11A) VIA DIAZ, IN VARIANTE AL PIANO DELLE REGOLE DEL PGT. IL CONSIGLIO COMUNALE VISTA la proposta di deliberazione

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 50 in data 30/06/2008 Proposta n. 52 Oggetto: ADOZIONE DELLA SESTA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO ED EDILIZIO (RUE) VIGENTE. (LEGGE REGIONALE 24.03.2000 N. 20 E SUCC. MOD., ARTT. 29 E 33) E presente

Dettagli

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna N. di prot: 30125 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N 51 del 19/12/2012 OGGETTO: ADOZIONE VARIANTE AL RUE N 2/2012 RELATIVA ALLE AREE

Dettagli

Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 30/03/2010. Approvazione Variante Urbanistica ai sensi del DPR 447/98 art 5 ditta PIVATO INFISSI.

Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 30/03/2010. Approvazione Variante Urbanistica ai sensi del DPR 447/98 art 5 ditta PIVATO INFISSI. Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 30/03/2010 Oggetto: Approvazione Variante Urbanistica ai sensi del DPR 447/98 art 5 ditta PIVATO INFISSI. Relaziona l'argomento l'assessore Rossetto Alberto dando

Dettagli

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: il Comune di Triuggio, con deliberazione consiliare n. 7 del 12.03.2009 ha adottato il PIANO ATTUATIVO DI

Dettagli

COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA

COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA Casalgrande, Lì 5/03/2012 Prot.gen.n.3014, 3017 e 3019 Cat.n.06/01 Al Presidente della Regione Emilia Romagna Al Presidente della Provincia Reggio Emilia Al Sindaco del Comune di Reggio Emilia Al Sindaco

Dettagli

Dato atto che la commissione consiliare urbanistica ha espresso in data parere in merito al presente provvedimento;

Dato atto che la commissione consiliare urbanistica ha espresso in data parere in merito al presente provvedimento; IRIDE 1142136 Delib. n. - N. P.G. OGGETTO:Adozione Variante al Piano di Recupero in variante al vigente Piano delle Regole Immobiliare Supercinema c.so Garibaldi La Giunta comunale propone al Consiglio

Dettagli

la ditta ITALFERR, subentrata a IRICAV DUE per la progettazione degli interventi e in data 06.07.2001 chiedeva al comune d individuare il punto d

la ditta ITALFERR, subentrata a IRICAV DUE per la progettazione degli interventi e in data 06.07.2001 chiedeva al comune d individuare il punto d Adozione variante al vigente Piano Regolatore Generale Territorio Esterno ai sensi della L.R. 61/85 art. 50 comma 4 lett. g) per la previsione di un percorso ciclopedonale fino al nuovo parcheggio a servizio

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 158 DEL 30/12/2010

COPIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 158 DEL 30/12/2010 COPIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 158 DEL 30/12/2010 Allegati N. 3 OGGETTO: VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ A VAS DELLA VARIANTE AL RU RELATIVA AL RECEPIMENTO DEL TRACCIATO DELLA NUOVA SRT 429

Dettagli

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale

La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione della sotto riportata deliberazione. Il Consiglio Comunale IRIDE 1142964 Delib. n. OGGETTO: Adozione piano attuativo per la valorizzazione di due cave poste a sud-est del centro abitato di Brescia (Ateg 20 e Ateg 23) in variante al P.G.T. vigente aree site in

Dettagli

Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica Alla Giunta Comunale Sede

Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica Alla Giunta Comunale Sede Bergamo, AREA: Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica Alla Giunta Comunale Sede per l inoltro al Consiglio Comunale N Prop. Del. N Prop. Dir. OGGETTO: Controdeduzioni alle osservazioni

Dettagli

COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 49 DEL 15/09/2004 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO- L anno duemilaquattro, il

Dettagli

presenta la seguente osservazione:

presenta la seguente osservazione: Spazio riservato al Comune di Imola N. Prot. Spec.: IN 5 COPIE ESENTI DA BOLLO Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Risoluzione 31 marzo 2003, n. 76 Al Signor Sindaco del Comune

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE : PROCEDURA DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA PER REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE : PROCEDURA DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA PER REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO Nelle tavole seguenti si esaminano rispettivamente i valori storico-culturali e il patrimonio storico architettonico con la viabilità storica; in questo caso non si rilevano situazioni di particolare interesse.

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 Immediatamente Eseguibile COPIA SEGRETERIA GENERALE 56125 PISA Piazza V. Emanuele II, 14 T. 050/ 929 317 318 346 GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 OGGETTO : Integrazione

Dettagli

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro-Urbino

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro-Urbino COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro-Urbino COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Atto N. 3 Del 10-03-2010 Oggetto: APPROVAZIONE CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI E APPROVAZIONE DEFINITIVA DEL

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. - Richiamato l art. 24 della legge regionale 26 maggio 2009, n. 12;

LA GIUNTA REGIONALE. - Richiamato l art. 24 della legge regionale 26 maggio 2009, n. 12; LA GIUNTA REGIONALE - Richiamata la legge regionale 26 maggio 2009, n. 12 recante: Disposizioni per l adempimento degli obblighi della Regione autonoma Valle d Aosta derivanti dall appartenenza dell Italia

Dettagli

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE SCHEMA DELIBERA ADOZIONE AREA: Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica, E.R.P. e Mobilità Alla Giunta Comunale Sede N Prop. Del. N Prop. Dir. OGGETTO: Adozione del Piano Attuativo

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLA COSTRUZIONE ED ALL ESERCIZIO DI LINEE E IMPIANTI ELETTRICI (L.R. 22/2/1993, n. 10 e successive modificazioni)

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLA COSTRUZIONE ED ALL ESERCIZIO DI LINEE E IMPIANTI ELETTRICI (L.R. 22/2/1993, n. 10 e successive modificazioni) Città Metropolitana di Bologna Modello istanza Autorizzazione L.R.10/93 e s.m.i. Rev. 05 del 20/03/ 2015 pag. 1 di 5 Invio tramite: Raccomandata R.R. Posta elettronica certificata Marca da bollo da euro

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 29/08/2014 ore 09:00 delibera n. 102 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MANTOVA QUALE PIANO D'AREA DEL PTCP

Dettagli

REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 12 DEL 25/03/10

REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 12 DEL 25/03/10 1 REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 12 DEL 25/03/10 Deliberazione della Giunta Regionale 16 marzo 2010, n. 50-13546 L.R. 5.12.1977 n. 56 e successive modificazioni. Comune di CARIGNANO (TO). Variante

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: VARIANTE PARZIALE AL P.R.G. PER REALIZZAZIONE DI STRUTTURA RICETTIVA ALL ARIA APERTA IN C.DA MARINA - ART. 12 LEGGE REGIONALE 16/2003 DITTA SOC. LE AQUILE DI GIUSEPPE DELLI COMPAGNI E C. S.A.S.

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale O GG E TTO : Art. 57 LR 36/97 e art. 8 LR 18/99 : Schema di Accordo di Pianificazione per variante PTC della Provincia di Genova in recepimento del Piano Stralcio per l'assetto Idrogeologico del Bacino

Dettagli

N.1937 /7/Reg. Deter. Data, 11/06/2012

N.1937 /7/Reg. Deter. Data, 11/06/2012 Provincia di Foggia Settore Assetto del Territorio SIT e Beni Culturali Sede: Via Telesforo, 25-71100 FOGGIA tel. 0881/791347 /401/351 fax 0881/791434 codice fiscale 00374200715 N.1937 /7/Reg. Deter. Data,

Dettagli

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:.

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:. 3. Che la tipologia dell intervento, delle suddette opere è riconducibile a: 4. Che lo stato attuale dell immobile/unità immobiliare risulta legittimato dai seguenti atti: Fabbricato antecedente al 1938

Dettagli

1. PREMESSA Piano Strutturale Comunale (PSC) Accordo Territoriale

1. PREMESSA Piano Strutturale Comunale (PSC) Accordo Territoriale PSC PIANO STRUTTURALE COMUNALE ELABORATO IN FORMA ASSOCIATA CONFERENZA DI PIANIFICAZIONE (art.14, LR 20/2000) VERBALE CONCLUSIVO (BOZZA) 29 novembre2007 Comune di Castenaso Comune di Ozzano dell Emilia

Dettagli

SCHEMA DELIBERA DI C.C.

SCHEMA DELIBERA DI C.C. SCHEMA DELIBERA DI C.C. OGGETTO: PRIMA VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE. ADOZIONE AI SENSI DELL ART. 19 DELLA L.R.T. 65/2014. PREMESSO: - che il Comune di Lamporecchio è dotato di Piano Strutturale approvato

Dettagli

- Tavola A Planimetria catastale; planimetria del contesto; pianta dello stato attuale e interventi; pianta del soppalco;

- Tavola A Planimetria catastale; planimetria del contesto; pianta dello stato attuale e interventi; pianta del soppalco; Richiamata la deliberazione della Giunta Comunale n. 105 del 30.10.2006 avente ad oggetto Adozione del programma triennale dei Lavori Pubblici anni 2007 2009 ; Richiamata la determina n. 448 del 01.12.2006

Dettagli

COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MODENA Prot. Gen: 2012 / 150113 - PT DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemiladodici il giorno diciotto del mese di dicembre ( 18/12/2012 ) alle ore 09:00 nella Residenza Comunale di

Dettagli

Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G.

Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G. Delib. n. 187-30.11.2012 N. 27219 P.G. OGGETTO: Adozione di modifiche del Regolamento Edilizio - Titolo V relativamente alla Commissione per il Paesaggio. La Giunta comunale propone al Consiglio l adozione

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI Provincia di Venezia OGGETTO

COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI Provincia di Venezia OGGETTO COPIA N 9 COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI Provincia di Venezia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO Approvazione della Variante al Progetto Unitario n. 31 del Campeggio Villa al Mare, ai

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA UFFICIO GESTIONE DEI RISCHI 80B STRUTTURA PROPONENTE COD. N 80B/ 2015 /D.060 DEL 12/05/2015 OGGETTO: ART.18 DELLE NORME DI ATTUAZIONE - PARERE

Dettagli

PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO

PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO PIANO DI GESTIONE della Zone di Protezione Speciale (ZPS) ARTICOLAZIONE DEL PIANO Articolazione del piano (1/4) Secondo l Allegato B della Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n. 4241 del 30

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale COPIA Deliberazione n 132 in data 19/11/2015 COMUNE DI VEDANO OLONA Provincia di Varese Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO LAVORI DI RIPRISTINO DEGLI

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 57 del 28/02/2013. Proposta n. 57

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 57 del 28/02/2013. Proposta n. 57 DETERMINAZIONE N. 57 del 28/02/2013 Proposta n. 57 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO PER LE CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI ALLA VARIANTE STRUTTURALE AL P.R.G.C. VIGENTE, RELATIVA ALLA BORGATE, AGLI ARCHITETTI

Dettagli

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002 Comune di Capannoli Provincia di Pisa Prot.n. del REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002 OGGETTO: URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO.P.d.R. DI INIZIATIVA

Dettagli

Codice SIOPE: 1623 trasferimenti alle imprese. Ritenuto di dover provvedere in merito DETERMINA

Codice SIOPE: 1623 trasferimenti alle imprese. Ritenuto di dover provvedere in merito DETERMINA 12174 Codice SIOPE: 1623 trasferimenti alle imprese Il Dirigente ad interim del Servizio Responsabile Linea 4.3 del P.O. FESR Puglia 2007-2013 Francesco Palumbo Ritenuto di dover provvedere in merito DETERMINA

Dettagli

COMUNE di LESTIZZA Provincia di Udine

COMUNE di LESTIZZA Provincia di Udine Nr. 094 ORIGINALE COMUNE di LESTIZZA Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adeguamento centro di raccolta di Lestizza. Approvazione progetto esecutivo.- L anno duemiladieci

Dettagli

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879 AREA TECNICA PROPOSTA N. 80 DEL 01/08/2014 RESPONSABILE DELLA AREA TECNICA: DOTT. ING. PLACIDO MANCARI PROPOSTA DI DELIBERA PER IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Variante ordinaria al vigente PRG D.A.R.T.A.

Dettagli

COMUNE DI MODENA PIANO DI RECUPERO

COMUNE DI MODENA PIANO DI RECUPERO COMUNE DI MODENA 2005 PIANO DI RECUPERO Piano di Recupero di iniziativa pubblica -VARIANTE -"EX CINEMA ODEON Tav. L Adottato con Del. Di C.C. N.48 del 04-07-2005 NORME URBANISTICHE ED EDILIZIE VARIANTE

Dettagli

PREMESSO CHE: Autorità di bacino Alto Adriatico Comitato Istituzionale - delibera n. 4/2010 - Pagina 2

PREMESSO CHE: Autorità di bacino Alto Adriatico Comitato Istituzionale - delibera n. 4/2010 - Pagina 2 DELIBERA N. 4 Seduta del 21 dicembre 2010 OGGETTO: Adozione del Piano stralcio per l assetto idrogeologico del bacino del fiume Livenza. IL COMITATO ISTITUZIONALE VISTO il D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152

Dettagli

N. 61 DEL 22.10.21015

N. 61 DEL 22.10.21015 COMUNE DI CORREZZANA Provincia di Monza e Brianza Cod. 10980 N. 61 DEL 22.10.21015 OGGETTO: APPROVAZIONE VARIANTE PROGETTO PRELIMINARE PER OPERE DI RIQUALIFICAZIONE DI VIA PRINCIPALE S.P. 154 CON INTERVENTI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014 OGGETTO: PIANO DI RECUPERO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 7 MAGGIO 1985 N. 57 FINALIZZATO ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013 COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia C OPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 18 del 12-06-2013 ADOZIONE DELLA VARIANTE AL DOCUMENTO DI PIANO DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTO

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTO In prosieguo di seduta il Presidente passa alla trattazione del punto 1 dell ordine del giorno aggiuntivo, avente ad oggetto: Approvazione definitiva regolamento urbanistico ai sensi dell art. 36 della

Dettagli

Modifiche in materia Commerciale

Modifiche in materia Commerciale PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE Modifiche in materia Commerciale VARIANTE NON SOSTANZIALE AL PTCP ai sensi dell art.27bis della L.R. 20/2000 e s.m.i. RECEPIMENTO DEI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009 OGGETTO: Comune di Torino. Intervento di ristrutturazione del Palazzo del Lavoro Italia 61. Indirizzi dell Ente di gestione L anno duemilanove

Dettagli

COMUNE di F AE N Z A

COMUNE di F AE N Z A All. G COMUNE di F AE N Z A Settore Territorio ADOZIONE ATTO C.C. n. 73 del 10.02.2010 PUBBLICAZIONE BUR n. 54 del 31.03.2010 APPROVAZIONE ATTO C.C. n. 290 del 21/11/2011 PUBBLICAZIONE BUR n. del ATTI

Dettagli

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento Variazione del tracciato della strada di collegamento tra la via vecchia e la via nuova Val D Orme in variante al PS e RU adottata con Del. C.C. n.12 del 21.02.2011. APPROVAZIONE DEFINITIVA RELAZIONE FINALE

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 61 DEL 23/07/2014

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 61 DEL 23/07/2014 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 61 DEL 23/07/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SASSO MARCONI

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 68 del 25/05/2012 Oggetto: ADOZIONE VARIANTE AL PN 11. L anno duemiladodici il giorno venticinque del mese di maggio

Dettagli

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 277/2007 del 05/12/2007 Oggetto: APPROVAZIONE DEL PROGETTO PRELIMINARE DI REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI MITIGAZIONE

Dettagli

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 OGGETTO REALIZZAZIONE DI IMPIANTO SOLLEVAMENTO ACQUE REFLUE NELL AMBITO DELL ESTENSIONE RETE DI RACCOLTA IN VIA ROMA (S.P. 34): VARIANTE

Dettagli

CITTÀ DI BORGOMANERO PROVINCIA DI NOVARA

CITTÀ DI BORGOMANERO PROVINCIA DI NOVARA COPIA CITTÀ DI BORGOMANERO PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE n. 104 del 04 AGOSTO 2010 Oggetto: RIFACIMENTO PAVIMENTAZIONE DEL CENTRO STORICO E RELATIVI SOTTOSERVIZI -

Dettagli

COMUNE DI CURCURIS vedere per le nuove costruzioni e gli ampliamenti per gli interventi sull esistente vedere vedere vedere vedere

COMUNE DI CURCURIS vedere per le nuove costruzioni e gli ampliamenti per gli interventi sull esistente vedere vedere vedere vedere COMUNE DI CURCURIS copia del documento comprovante il requisito per ottenere la concessione o dichiarazione ai sensi dell art. 4 della L. 15/68 modificata dalla L. 191/98; copia del certificato di destinazione

Dettagli

Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica

Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica 20 ottobre 2004 Tutela dei versanti e sicurezza idrogeologica Norme di Attuazione: Titolo 6 Elaborati grafici di riferimento: Tavola 2 OBIETTIVI DEL PTCP COORDINAMENTO

Dettagli

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART. 12 D.LGS. N. 152/2006

Dettagli

Valutazione integrata

Valutazione integrata COMUNE DI CAPOLIVERI PROVINCIA DI LIVORNO Valutazione integrata D.P.G.R. 09/02/2007 n 4/r Piano Attuativo Camping Laconella Il Responsabile del Procedimento Ing. Federico Brugioni Il Responsabile del servizio

Dettagli