Si sa, tanto ha fatto l Aler in questi anni,

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Si sa, tanto ha fatto l Aler in questi anni,"

Transcript

1 ANNO XVII NUMERO 11 NOVEMBRE 2013 VISITATECI SU INCONTRIAMOCI SU GRUPPO MILANOSUD No all apologia del fascismo In questi ultimi mesi abbiamo assistito a un moltiplicarsi di manifestazioni che si ispirano esplicitamente a idee, slogan e simboli che furono propri del fascismo e del nazismo. Ideologie indissolubilmente legate l una all altra, che hanno portato alla tirannia, alle persecuzioni razziali e politiche, alla Seconda Guerra Mondiale. È passato meno di un mese da quando sono state trasmesse in televisione le immagini dei saluti romani e delle urla sguaiate di gruppi neonazisti al funerale del boia delle Fosse Ardeatine Erich Priebke. Ma questo, purtroppo, non è stato un fatto isolato. Tra la primavera e l estate scorsa nella nostra regione si sono succeduti due raduni di naziskin, a Rogoredo e a Cantù. Poco prima è stato celebrato il compleanno di Hitler a Varese. E, anche nella nostra zona, Forza Nuova, protagonista di questi episodi, prova ad accreditarsi come forza politica. Stefano Ferri Continua a pag. 4 Antimafia: la testimonianza Dov è la classe dirigente? Le urgenze cambiano e si spostano con il passare della vita. Funziona così: ciò che oggi ti sembra gravissimo e impellente, domani probabilmente scade nel diventare qualcosa di cui occuparsi semplicemente prima che finisca la giornata. Succede nell agenda della politica e della responsabilità collettiva, così come per il tema antimafia ad esempio, e succede nella nostra agenda personale delle paure, delle preoccupazioni e delle cose da fare. Ogni tanto mi prende il dubbio, per fortuna molto raramente, che la vita sia una dei migliori alleati della mafia, per dire. Così oggi, che è ottobre, mi sembra già archeologia provare a ritessere il filo che parte dalle dichiarazioni del collaboratore di giustizia (ex boss della più potente famiglia di ndrangheta di Crotone) Luigi Bonaventura, che ha raccontato di come avrei dovuto morire e tutto il polverone conseguente: polvere insana, a grani grossi, con un gelo di diffidenza che ha sfiorato le diffamazioni anche da parte di presunti istituzionali professoroni che riescono a ridurre ciò che succede agli altri in una stretta formula algebrica, spesso anche con un risultato stupido e sbagliato. Giulio Cavalli Continua a pag. 4 Numero a 20 pagine Giornale dell Associazione Milanosud «Aler non ci paga da 10 mesi!» Quattordici i palazzi in autogestione al Gratosoglio, che non possono pagare le aziende che fanno le pulizie e la piccola manutenzione Si sa, tanto ha fatto l Aler in questi anni, che ormai i cittadini di Gratosoglio non si stupiscono più di niente: lavori promessi e mai realizzati, case in cui piove dentro, interventi (pochi) al rallentatore, contratti di quartiere mai portati a termine. Tutti episodi gravissimi e sorvoliamo sugli scandali non direttamente riconducibili al Gratosoglio che dimostrano inequivocabilmente come Aler si possa considerare il più grande fallimento economico e politico dei governi a guida Formigoni della Regione Lombardia. In questo quadro sconfortante si inserisce l ultimo episodio: il mancato versamento da parte di Aler alle dieci autogestioni del Gratosoglio del denaro necessario per la cura di 14 edifici, 36 numeri civici e 900 appartamenti. Un ritardo nei pagamenti che ammonta a quasi 200 mila euro, corrispondente a 10 mesi di mancati versamenti. Un fatto in sé ancor più grave di tutti gli episodi di mala gestione, perché in questo caso Aler vanifica gli sforzi proprio di quegli inquilini, che di fronte all inefficienza conclamata, si erano tirati su le maniche per fare da soli e assicurarsi una casa dignitosa, accettando di gestire loro stessi gli appalti di pulizia, raccolta rifiuti, piccola manutenzione e giardinaggio. Saputo della difficile situazione, il presidente del CdZ 5 Aldo Ugliano si è reso disponibile a organizzare un incontro con i rappresentanti di Aler, per aumentare la pressione: «è una situazione inqualificabile, se i comitati di autogestione ci interpelleranno dice Ugliano convocheremo presso le commissioni Edilizia Popolare e Urbanistica i rappresentanti di Aler, chiedendo loro forte e chiaro che rispettino gli impegni presi». Impresa comunque non semplice e che richiederà un grande impegno, visto che Aler è un carrozzone allo sbando. L ex prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi, ora commissario straordinario di Aler, che ha incontrato i rappresentanti dei comitati il 30 ottobre scorso, non ha saputo dare risposte alle legittime richieste di pagamento avanzate, se non evasive dichiarazioni di possibili pagamenti nelle prossime settimane, di parte del dovuto. Risposte che hanno ulteriormente esasperato i lavoratori e Michele Valtorta, uno dei rappresentanti delle autogestioni che hanno la responsabilità legale di effettuare i pagamenti, che non ha potuto fare a meno di chiedersi: «dove sono finiti i 30 milioni stanziati dalla Regione solo 20 giorni fa? Sono già stati consumati in stipendi e sprechi? E i soldi degli affitti dove sono? Con le autogestioni abbiamo fatto risparmiare Aler, fornendo un servizio molto migliore: possibile che questo non conti niente? Se i lavoratori non saranno pagati, tutto si fermerà e allora sì, questa volta la gente andrà sotto viale Romagna o sotto il Pirellone con i forconi». Giovanni Fontana Selvanesco: è l ora degli avvocati L ordinanza di sgombero ferma in attesa del pronunciamento del Tar La battaglia per il recupero delle aree inquinate limitrofe a via Selvanesco 57 si è spostata nella aule dei tribunali. Le due ordinanze emesse dal Comune il 3 ottobre scorso, in cui si intimava ai gruppi di rom di origine bosniaca e rumena di ripulire l area o andarsene entro cinque giorni, sono state sospese da parte del giudice amministrativo. Il motivo: non era specificato dove sarebbero dovute andare le 87 persone sgomberate. Sui due ricorsi di sospensione dell ordinanza, presentati dagli avvocati dei gruppi rom, il giudice si è espresso il 31 ottobre mentre andiamo in stampa non è ancora stato reso noto il verdetto ed emetterà il secondo verdetto il 14 novembre prossimo. Nelle ordinanze prodotte dal Comune ci sono le prove, recuperate in questi ultimi mesi dalla Polizia locale e dall Asl, delle attività illecite svolte dai rom, che hanno portato a fare di questa area una delle più malsane della città. Si va dall inquinamento ambientale dell area con abbandoni abusivi, smaltimenti e incendi di rifiuti; alle condizioni igienico sanitarie terribili dei residenti; fino alla denuncia di attività illegali. Nella Camera di Consiglio del 31 ottobre l avvocatura del Comune ha presentato in tribunale la documentazione per annullare la sospensione delle ordinanze. In particolare sono stati illustrati i motivi per cui le opere di bonifica e derattizzazione non possono essere compiute in presenza degli insediamenti. È stato inoltre spiegato il piano di accoglienza delle persone da sgomberare, che prevede per i nuclei familiari il ricovero nei centri di emergenza sociale di via Lombroso e via Barzagli, mentre gli adulti soli potranno essere ospitati nei punti del Comune dedicati al piano antifreddo. Mentre si attende il verdetto del Tar, la Polizia Locale e i settori Lavori Pubblici e Ambiente del Comune hanno già cominciato a operare nei pressi dell area in questione, sia per predisporre i futuri interventi, sia per limitare l aggravarsi della situazione ambientale e prevenire eventuali reati. Fanno ben sperare sulla volontà del Comune di porre fine a questa situazione le recenti dichiarazioni dell assessore alla Sicurezza e Polizia Locale Marco Granelli e del vicesindaco Lucia De Cesaris, che hanno più volte ribadito la volontà di risolvere una volta per tutte questa situazione, che comunque non riguarda solo gli insediamenti dei rom, che sono l ultimo anello della catena degli smaltimenti abusivi. Non resta che attendere ora i verdetti del Tar, nella speranza che i giudici valutino urgente e necessario per la salute pubblica la completa bonifica dell area, e si possa finalmente procedere e restituire alla città questo pezzo di Parco Sud. Sempre ammesso che, in caso di verdetto sfavorevole, i rom non ricorrano al Consiglio di Stato. In questo caso, come in una specie di gioco dell oca, la soluzione si allontanerebbe di nuovo. Stefano Ferri ALL INTERNO Caldarroste e vin brulé al Parco Ticinello 39 microdiscariche nel Parco Agricolo Sud I comitati cittadini incontrano il sindaco Milanosud a Piacenza per l antimafia sociale Lavori al Centro Carraro Nuovi profili professionali: Web Marketing Manager Città Mondo: nasce la super associazione dei migranti Architetti offresi alla biblioteca Fra Cristoforo 13 I funerali di Lea Garofalo Buon compleanno laverdi! La pagina della salute Libri, teatro e agenda 16, 17, 19 Pro e contro su... MATTEO RENZI, IL PIÙ DISCUSSO TRA I CANDIDATI ALLE PRIMARIE DEL PARTITO DEMOCRATICO. PAG. 15

2 2 ANNO XVII NUMERO 11 NOVEMBRE 2013 Terzo concorso Letterario Milanosud, il 28 novembre la premiazione dei vincitori, alla Biblioteca Chiesa Rossa Quella volta che... gocce di positività nella vita quotidiana Il 10 novembre il Comitato Parco Ticinello organizza presso la Cascina Campazzo di via Dudovich 10, a partire dalle ore 15, la rappresentazione in costume del Fare S. Martino, con la partecipazione degli attori del Teatro Ringhiera. Dopo lo spettacolo, il Comitato Ticinello e l azienda agricola Falappi offriranno ai presenti vin brulé e caldarroste. Il modo di dire Fare S. Martino era usato nel territorio a vocazione agricola della pianura padana, per indicare un cambio di lavoro e luogo di lavoro o, in senso più ampio, traslocare. La sua origine risale ad alcuni secoli or sono e aveva ancora un riscontro pratico sino a qualche decennio fa, quando una significativa parte della popolazione attiva della pianura padana era occupata nel settore agricolo in qualità di braccianti o mezzadri. 10 novembre: Fare S. Martino al Parco Ticinello Per la prima volta a Milano, libera rappresentazione del trasloco dei contadini della campagna milanese L anno lavorativo dei contadini terminava agli inizi di novembre, dopo la semina. Qualora il datore di lavoro (proprietario dei campi e della cascina) non avesse rinnovato il contratto con il contadino per un l anno successivo, questi era costretto a trovare un nuovo impiego altrove, presso un altra cascina. L organizzazione del lavoro (in assenza di efficienti mezzi di trasporto) prevedeva che il contadino vivesse sul luogo di lavoro in un abitazione messa Siamo arrivati al momento della rivelazione. Chi saranno i vincitori di quest anno? Come è stato recepito il concorso 2013? Qual è il bilancio di questa edizione? Facendo un breve esame di coscienza ci siamo resi conto che il tema era tutt altro che facile. Eppure i racconti sono arrivati ed è stato come sempre interessante osservare quanti punti di vista, quante interpretazioni e quanta creatività sanno esprimere i nostri scrittori. L affluenza è stata un po inferiore rispetto agli anni passati, probabilmente anche a causa della pausa estiva che ha distratto i nostri autori dal compito impegnativo che avevamo proposto. Tuttavia ci riteniamo soddisfatti. Dare come tema del concorso un racconto che avesse come sfondo un contesto di positività nelle grandi e piccole storie della vita è stato stimolante ma anche gratificante. È stata una sfida che ha dato comunque un buon risultato. Perché finalmente siamo riusciti ad aprire uno spiraglio verso un diverso modo di vedere, pensare, sentire. La giuria si è già messa intensamente al lavoro per nominare i cinque vincitori che riceveranno il loro meritato riconoscimento nel corso della premiazione prevista per il giorno 28 novembre 2013 alle ore 18, presso la Biblioteca Chiesa Rossa in via san Domenico Savio. Ma non è tutto. Quest anno Milanosud, in collaborazione con la casa editrice La Vita Felice, pubblicherà una raccolta dei primi dieci racconti classificati che verrà distribuita ai vincitori e sarà in vendita al prezzo di 4 euro. Ricordiamo che i premi previsti prevedono raccolte di libri vari offerti dalla casa editrice La Vita Felice e dalla Libreria Largo Mahler, una gita organizzata dall Associazione Milanosud, una visita guidata a un museo cittadino, sempre offerta da Milanosud. Infine, novità di quest anno, approdiamo all estero: il racconto primo classificato sarà pubblicato sul sito letterario spagnolo, La Mirada del Gato, naturalmente con traduzione del racconto in lingua spagnola. Speriamo anche questa volta di avere dato ai nostri lettori-scrittori, vincitori e non, un opportunità per esprimersi, valorizzarsi, entusiasmarsi. Noi della giuria ci siamo impegnati molto per il successo di questa iniziativa, ma ci siamo anche divertiti, ci siamo commossi, abbiamo imparato qualcosa dalle storie, vere o inventate, che abbiamo ricevuto. Ma ancora non è il momento dei saluti. Manca l appuntamento più importante, la premiazione, che ci permetterà di conoscere chi ci ha scritto e sostenuto permettendoci così, ancora una volta, di trarre un bilancio positivo dalla nostra iniziativa. Nadia Mondi a disposizione dal padrone del fondo agricolo. Quindi, un cambio di lavoro comportava per il contadino e la sua famiglia il trasferimento in una nuova dimora, un vero trasloco. La data scelta per il trasloco, per tradizione e per ragioni climatiche (estate di San Martino), era quasi sempre l 11 novembre, giorno in cui la Chiesa ricorda San Martino di Tours. In molte località, la piazza dove contadini e proprietari si ritrovavano in quel giorno al fine di stipulare i contratti per l anno seguente, era spesso quella di fronte all omonima chiesa o ha preso successivamente il nome di piazza San Martino. Il Comitato Parco Ticinello ringrazia il Teatro Ringhiera per la fornitura dei costumi. Per info: tel / venire il mal di Mahler a tutta la città!». È il mi- «Facciamo naccioso invito alla festa di addio della Libreria Largo Mahler, una piccola ma importante realtà culturale del quartiere Ticinese costretta a chiudere dopo un lungo periodo di difficoltà economiche. Il libraio Luca lo fa chiamando a raccolta i lettori e tutti i cittadini per una serata di parole e musica, mercoledì 6 novembre dalle 17 alle 24 allo Spazio ex-fornace in Alzaia Naviglio Pavese 16, a due passi dalla Darsena. La serata, organizzata con l aiuto degli abitanti del quartiere, prevede letture e interventi per ricordare i 12 anni di attività della libreria, ma anche intrattenimento musicale e convivialità. Si parte alle 17 con un animazione per bambini (con i Mangiafavole e Montessori&Brandao), si prosegue dalle 19 con musica folk (Giada Salerno), rock (Andrea Labanca), classica (Daniela Gazzola, Sofia Goetz, Eliana Gintoli, Mara Kitharatzis, Sabina Commemorazione pubblica il 12 novembre In ricordo di Luca Massari Il 12 novembre, il Consiglio di Zona 5 e il Comitato di quartiere Antonini chiamano la cittadinanza a ricordare Luca Massari, il taxista che ha pagato con la vita il rispetto dei valori civili. La cerimonia, alla presenza degli Assessori Pierfrancesco Majorino, Carmela Rozza, Cristina Tajani, sarà l occasione per piantare un albero in ricordo del tragico evento: nel 2010, in via Ghini, il taxi guidato da Massari investì un cane sfuggito ai padroni. Il taxista, nonostante le scuse e il rincrescimento dimostrato, venne selvaggiamente aggredito, ridotto fin di vita e ucciso (Luca, 45 anni, morì un mese dopo in ospedale). Un iniziativa tesa a rilanciare l impegno di ognuno verso una comunità viva, fatta di solidarietà, fiducia e appartenenza autentica. Per questo, oltre ai familiari, parteciperanno le scuole, la parrocchia e i rappresentanti delle associazioni dei taxisti. Il pomeriggio dell 11 novembre, giorno dell anniversario della morte di Massari, a Palazzo Marino sarà assegnato il Premio di laurea Luca Massari a uno studente universitario sul tema della sicurezza in città. L appuntamento per la commemorazione è il 12 novembre 2013, alle ore 11, 30, ai Giardini di Largo Caccia Dominioni. G.T. Grande festa il 6 novembre alla ex-fornace Parole e musica per salutare la Libreria Largo Mahler Macculi e gruppi strumentali dell orchestra Carisch), reading (Marco Philopat), jazz e cantautoriale (Arturo Garra, Cesare Malfatti e Stefania Giarlotta, Alessio Lega, Paolo Pasi, Claudio Sanfilippo, Lorenzo Castelluccio). Ci sarà la presenza anche di tanti altri librai indipendenti di Milano, quelli dell associazione LIM, che vede Luca tra i fondatori. Il tutto accompagnato da un piccolo buffet e da un brindisi alla Mahler. L ingresso è libero. In occasione della chiusura la Libreria Largo Mahler prosegue la svendita di libri e cd al 50% di sconto fino al 9 novembre, nella sua sede di via Conchetta 2 (di fronte all Auditorium di Milano). Giornale dell Associazione socio culturale Reg. 744, 11/1997 Trib. Milan. ROC: via Santa Teresa 2A, Milano telefono: 02/ Direttore Responsabile Stefano Ferri Vicedirettore Giovanna Tettamanzi Redazione P. Cossu, T. Galvanini, R. Iacono, MT. Mereghetti, L. Miniutti, A. Muzzana, C. Muzzana, P. Piscone. Impaginazione e Art directing F. De Melis, E. Paci, A. Rubagotti. Hanno collaborato G. Baroni, R. Casolo, G. Cavalli, L. Danieli, G. De Falco, G. Fontana, P. Grilli, G. Lippoli, R. Morini, N. Mondi, P. Pantucci, E. Saglia, R. Tammaro, F. Ternelli, G.Teruzzi, G. Vigorelli, C. Zampagni. Illustrazioni L. Muzzi, F. Portinari. Raccolta Pubblicità Antonio Alemanno cell Stampa GRUPPO SEREGNI SEREGNI CERNUSCO S.r.l. Tiratura copie e oltre invii personalizzati tramite

3 ANNO XVII NUMERO 11 NOVEMBRE Discariche abusive, non solo Selvanesco (purtroppo) L area del Parco Sud della Zona 5 è costellata da abbandoni abusivi di rifiuti. Raccolte da Amsa in 9 mesi 140 tonnellate Una montagna di spazzatura soffoca il Parco Sud. Basta attraversare in auto le vie che percorrono queste aree (in bici e a piedi non si arrischia nessuno) per rendersi conto del livello di degrado esistente. Oltre alle attività illecite di smaltimento dei rifiuti all altezza del numero 57 di via Selvanesco, che stiamo da tempo denunciando come giornale e di cui parliamo in prima pagina, esistono decine di altre micro discariche, che poi così micro non sono. Solo lungo le vie da noi monitorate il mese scorso, ne abbiamo rilevate ben 39. Amsa, da noi interpellata, ci ha con sollecitudine comunicato che nei primi 9 mesi dell anno in quelle stesse vie ha raccolto 140 tonnellate di rifiuti (vedi tabella sotto). Abbandoni che riguardano esclusivamente le aree lungo le strade di pertinenza del Comune, che paga le prestazioni ad Amsa, con quanto incassa dai milanesi dalla tassa sui rifiuti. Quello che accade all interno delle aree agricole o nelle rogge, essendo di competenza di privati o di altri enti, non riguarda Amsa, che quando interviene, in questi casi, lo fa addebitando i costi sulla proprietà. Vie Abbandoni rilevati da Milanosud Interventi Amsa nel 2012 La tipologia di rifiuti raccolti macerie, elettrodomestici, copertoni ecc. evidenzia il carattere estemporaneo dell abbandono, riconducibile ad attività di smaltimento non organizzate, ma forse ancora più gravi. Si tratta infatti del solito, tragico e italico così fan tutti e quindi lo faccio anch io. Un atteggiamento, questo, che non può certo essere combattuto militarizzando l intero parco con telecamere e ronde, per quanto un maggiore controllo sarebbe auspicabile. Se infatti sulla mega discarica di via Selvanesco 57 la colpa è delle istituzioni, che hanno lasciato degenerare la situazione, qui la responsabilità è di quei cittadini che se ne fregano: di quelli che compiono il reato e di quelli che girano la testa dall altra parte. In questi casi, più che le sanzioni, ci vorrebbe un opera di educazione capillare: per quella, però, ci vuole tempo. Per fortuna, ci comunica sempre Amsa, rispetto all anno scorso la percentuale di rifiuti raccolti dovrebbe diminuire del 4%. Una buona notizia, ma con questo ritmo il Parco Sud sarà il fiore all occhiello di Expo 2015 di cui tutti parlano? Giovanni Fontana Interventi Amsa nel 2013 Tonn. raccolte nel 2012 Tonn. raccolte nel 2013 Alzaia Naviglio ,78 3,25 Campazzino ,02 1,83 Manduria ,04 8,68 Quintosole ,52 15,85 Sant'Arialdo ,88 24,01 Selvanesco ,65 4,91 Vaiano Valle ,42 27,74 Virgilio Ferrari ,90 53,41 Totale ,20 139,67 Contrastare il degrado, rilanciando agricoltura e cultura In vista dell Expo, riuniti a Chiaravalle gli Stati Generali del Parco Agricolo Sud Milano Lo scorso 26 ottobre sono stati convocati gli Stati Generali del Parco Agricolo Sud Milano, una bellissima occasione di confronto e dibattito per rilanciare le potenzialità del più importante parco agricolo d Europa. La location era l Antico Mulino dell Abbazia di Chiaravalle e il tema dell incontro, Il Parco di Expo Gli onori di casa sono stati fatti da padre Stefano Zanolini, Priore dell Abbazia di Chiaravalle; primo atteso intervento quello di Guido Podestà, presidente della Provincia di Milano; il dibattito è stato moderato da Pasquale Maria Cioffi, direttore del Parco Agricolo Sud Milano. Tra gli interventi segnaliamo anche quello dell instancabile vice sindaco Ada Lucia De Cesaris, che ha sottolineato l importanza di curare il territorio del Parco in modo da contrastare l abbandono di rifiuti, l insediamento di attività illegali, legate allo smaltimento dei rifiuti stessi, attraverso un attenta mappatura della tipologia delle attività inserite nel Parco. Nella mattinata sono stati affrontati diversi temi, quali: nuova agricoltura, biodiversità, beni storici e patrimonio culturale, fruizione e percorsi turistici, pianificazione territoriale e tutela del paesaggio. Il Parco Agricolo racchiude una grande varietà di risorse, interessa quasi il 50% del territorio della Provincia di Milano e rappresenta un enorme valore, data la presenza di un sistema agricolo altamente produttivo, di risorse naturali, culturali e paesaggistiche. Vi sono tante opportunità di sviluppo economico-sociale che attendono solo di essere scoperte e valorizzate anche in vista dell Esposizione Universale del Siamo infatti nell area che, più di ogni altra, rappresenta la Milano che nutre se stessa e il pianeta. Da questa riunione usciranno i nuovi indirizzi finalizzati a valorizzare l intero territorio del Parco e dando, in particolare, più risalto e attenzione al ruolo dell agricoltura, alla tutela della sua cintura verde, al paesaggio rurale, alla biodiversità e alla centralità di tutti questi temi, anche oltre Expo Sino al 23 novembre verrà così sviluppato un percorso, articolato in sei incontri sul territorio, che vedrà la partecipazione di molti principali soggetti che orbitano intorno al Parco, ai quali verrà richiesto di portare esperienze, aspettative e voglia di fare, contribuendo a delineare un nuovo modello di Parco Agricolo (il programma sul sito Segnaliamo queste altre due iniziative: - dal 12 al 30 novembre, presso l Aula Consiliare della Rocca Viscontea di Lacchiarella, una mostra fotografica con immagini del Parco Agricolo Sud Milano novembre, alle ore 17.30, incontro alla Biblioteca Nazionale Braidense, via Brera 28 Milano, dal titolo Dalla terra alla tavola. Acqua, latte, riso e vita quotidiana: dai Cistercensi alle nostre cucine. Tiziana Galvanini

4 4 ANNO XVII NUMERO 11 NOVEMBRE 2013 I Comitati Milanesi all incontro con il sindaco e gli assessori Fermare l apologia del fascismo Il 15 ottobre scorso il Coordinamento dei Comitati Milanesi ha incontrato il Sindaco Giuliano Pisapia. Sono stati affrontati temi di carattere generale (decentramento, vigili di quartiere, sicurezza, mobilità, tariffe, rispetto delle regole, manutenzione della città, Expo 2015, Città Metropolitana); e problemi specifici (degrado, abusivismo, movida, case popolari, regolamenti, parcheggi, rumore). Tutte questioni che ogni giorno, ogni notte, incidono sulla vita di chi vive e lavora a Milano e che il presidente dei Comitati Milanesi, Salvatore Crapanzano, ha posto sul tavolo dichiarando: «non vogliamo chiedere soldi, chiediamo di spendere in volontà con la collaborazione attiva, costante ed essenziale dei comitati e delle associazioni». Sul palco il sindaco Pisapia, l assessore alla Sicurezza e Coesione Sociale, Polizia Locale, Protezione Civile, Volontariato Marco Granelli, Paolo Limonta, (Ufficio Relazioni con la Città), il presidente dei Comitati Salvatore Crapanzano, l assessore all Area Metropolitana Casa e Demanio Daniela Benelli e Carlo Montalbetti,, presidente Onorario dei comitati e oggi Consigliere comunale, che ha aperto i lavori. Salvatore Crapanzano ha iniziato dando atto delle cose fatte, dei migliorati rapporti con le Forze dell Ordine e aggiungendo: «stimoleremo la soluzione dei problemi e non il loro spostamento». Negli interventi dei singoli rappresentanti dei comitati, c erano tutti i problemi di ogni area: Certosa/Garegnano: racchiuso tra strada/ferrovia/cimitero, in presenza di aree dismesse, denuncia furti, scippi, occupazioni abusive,aggressioni, richiesta di attenzione per i bambini che vivono in condizioni di degrado. Quinto Romano/Santa Giulia: roghi tossici che liberano diossine. Piazza Vetra/Celestino IV: vendita irregolare di alcolici da asporto (anche a minorenni), inquinamento acustico notturno, vandalismi sulle serrande, minacce, abbandoni. Sempione/Garibaldi/Navigli/Ticinese/ San Lorenzo: frustrazione per lo sbattere contro muri di gomma opposti da una burocrazia autoreferenziale che pare difendere i propri piccoli privilegi e che rimanda l immagine di una città sciatta. Un piano di classificazione acustica esistente ma non fatto rispettare. Una mala movida che suggerisce flussi di denaro verso locali di somministrazione bevande. Un decentramento promesso ma abortito. Figino/Parco dei 5 Comuni: progetto riconosciuto dai Comuni di Pero, Settimo, Rho, ma finora non dal Comune di Milano. L inceneritore Silla 2, da Amsa ad a2a, garantirà il monitoraggio come da protocollo? Dal Coordinamento dei Comitati il richiamo ad affrontare le emergenze sugli insediamenti abusivi con una visione strategica a lungo termine: «le persone non si annullano, ci sono, se sgomberate si spostano e il problema rimane. Concentrarsi su chi realmente ha bisogno di aiuto; pagare le persone per allontanarle, come fatto dalla precedente amministrazione, non funziona, poi ritornano». L onere più gravoso nel rispondere l ha avuto l assessore Granelli che si è concentrato sui provvedimenti presi (ma ancora non risolutivi n.d.r.), per il contrasto ai roghi e insediamenti più o meno irregolari. Con l assessore e vicesindaco Ada De Cesaris per velocizzare l operatività si è proposto l abbattimento delle volumetrie abusive, anche prima di aver pronto il progetto per la riqualificazione. L assessore Benelli ha puntualizzato che i problemi sono tanti, irrisolti da tempo, e che i due anni trascorsi non sono stati sufficienti. Ha dirottato l attenzione sul progetto della Città Metropolitana. Il sindaco si è concentrato, con un secco richiamo alla franchezza e alla costruttività, su un discorso generale senza entrare nello specifico. La complessa realtà del Paese, l abbondanza dei problemi gli sono ben presente e tali da indurlo all accettazione delle critiche aperte, ma con un richiamo alla consapevolezza delle criticità. Sul piano della messa in sintonia delle varie Istituzioni preposte alla tutela della legalità, si sono fatti passi avanti e oggi questeuesteq lavorano in team; non così prima. L obiettivo è cercare di risolvere i problemi, conciliare, trovare il punto di equilibrio, non fare scelte di campo. Milano è più avanti rispetto ad altre città italiane; si sono messi in campo 23 miliardi di euro per incentivi a chi non ha lavoro, anticipando fondi per la Cassa Integrazione, per il microcredito attraverso la Fondazione Welfare controllata dal Comune. Renato Iacono EX CCM IN VIA CHIESA ROSSA Presto lo sgombero Il problema della sicurezza che assilla gli abitanti di via Chiesa Rossa 151/153, per la presenza dei tre camion sul marciapiede carichi di materiale pericoloso, sembra si stia risolvendo. Nei giorni scorsi è stata fatta l ispezione per definire le operazioni di rimozione dei camion e lo sgombero all interno dell area privata. Sgombero che avverrà a breve e sarà a carico del Comune, a cui seguirà rivalsa economico/giudiziaria sui proprietari. Segue dalla prima Fino a qualche settimana fa Forza Nuova, guidata da Roberto Fiore, condannato per banda armata e associazione sovversiva, si limitava a organizzare banchetti su temi che sono una rivisitazione della famosa triade fascista Dio, Patria, Famiglia, proponendo soluzioni demagogiche, utili solo a raccogliere facile consenso attraverso la solita tattica del capro espiatorio (stranieri, gay, comunisti, complotti internazionali ecc.). E imbrattava i muri con scritte e manifesti. Fino a che, il 10 ottobre scorso, si è presentata in Consiglio di Zona, per chiedere di intervenire. O meglio, l ha fatto attraverso Paola Cottica, una rappresentante dell associazione Uniti per il Quartiere, che li ospita nella sede avuta in assegnazione dall Aler. Il presidente del CdZ 5 Aldo Ugliano ha argomentato nel seguente modo: «La sua associazione ospita fascisti, l Italia è una repubblica antifascista, quindi non le concedo il diritto di parola». Ha fatto bene? Ha fatto male? Max Bastoni, consigliere comunale della Lega, ha fatto un interrogazione in Consiglio, definendo il fatto increscioso. Il capogruppo del Pdl in Consiglio di Zona 5 Alessandro Bramati ha espresso la sua condanna, sostenendo che la «parola non deve essere negata a nessuno». Secondo noi Ugliano ha fatto bene a negare la parola alla rappresentante dell associazione Uniti per il Quartiere. È politicamente e umanamente inconcepibile pensare che ci sia ancora qualcuno che si rifà esplicitamente a un pensiero e a un periodo, che morte e dolore Venerdì 8 novembre, nel 70esimo anniversario della Resistenza, il Centro Comunitario Puecher ricorda il sacrificio del giovanissimo partigiano Giancarlo Puecher, fucilato ventenne il 23 dicembre del 1943, a Erba. La Giornata Puecher, che si terrà presso lo Spazio del Sole e della Luna di via Dini 7, si apre alle ore con la proiezione del documentario Bandito Puecher. Segue presentazione del libro Nel nome provocarono in tutto il mondo e in Italia in particolare. Eppure, sostenuti da questo momento di crisi economica, che crea ansia e spaesamento, nel panorama politico italiano si stanno facendo largo formazioni che tornano a parlare di fascismo e ad adottarne i principi fondanti. Il famoso detto attribuito a Voltaire «Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo», utilizzato pretestuosamente dal centrodestra cittadino, non vale in questo caso, poiché Forza Nuova fonda la sua ideologia su valori che sono l opposto di quelli democratici, anche quando si camuffa dietro altri soggetti o parole d ordine. Il suo obiettivo non è indirizzare diversamente le politiche attraverso il confronto, ma sovvertire l ordine democratico, reintroducendo quegli stessi valori che portarono nel 22 alla dittatura, alle persecuzioni e alla più sanguinosa guerra che la storia ricordi. Lo dimostrano le azioni dei militanti di Forza Nuova, che quando agiscono senza i freni inibitori non esitano a fare saluti romani, lanciare insulti razziali e via dicendo. O, come è successo sabato 26 ottobre in via Palmieri, dove, cammuffati nella festa dell associazione Uniti per il Quartiere, hanno posizionato un gazebo di Forza Nuova, colmo di simboli fascisti, nella stessa strada in cui 5 targhe ricordano il sacrificio di 8 partigiani. Compito della politica, delle istituzioni democratiche e culturali è impedire che questo accada, senza se e senza ma, pena la deriva populista, violenta e razzista della nostra stessa repubblica. Stefano Ferri 8 NOVEMBRE - TEATRO DEL SOLE E DELLA LUNA Giornata in memoria di Puecher del figlio. La famiglia Puecher nella Resistenza (Mursia) di Giuseppe Deiana; con l autore intervengono G. Biancardi, M. Diegoli, L. Aguzzi, V. Bellavite. Alle ore 20.15, premiazione del concorso per le scuole sulla Resistenza, indetto dal CdZ5 e Coppa Puecher di campestre. Infine spettacolo teatrale Morire a vent anni per la libertà del gruppo Ipotesi Teatro di Cesano Maderno. Per info: La Sacro Cuore

5 ANNO XVII NUMERO 11 NOVEMBRE La testimonianza di Giulio Cavalli, dopo le recenti rivelazioni dei pentiti Antimafia: dov è la classe dirigente? Giulio Cavalli Segue dalla prima Poi si è posata la polvere ed è successa una cosa peggiore, che abbiamo deciso di tenere sotto silenzio. Eh sì, pensa te, che la cosa peggiore non l abbiamo nemmeno raccontata, eppure sarebbe stata fortissima nel marketing delle notizie. Un altro collaboratore di giustizia ex ndranghetista, questa volta al Nord (oltre a Bonaventura), ha confermato i dettagli delle parole di Bonaventura ed è sceso più a fondo nei particolari. «Ma dai Non lo sapevo Ma dai...». Questo parlava e intanto noi stavamo ancora parando gli spifferi dell altro: un bel safari tra pentiti convergenti, mentre fuori qualcuno cerca la luce giusta per la foto ricordo. Una cosa così. Fino al ritrovamento di un arma carica sotto la siepe di casa (la mia casa), su cui sta indagando la magistratura. Che io arrivi perfino a sperare di essere indagato per procurato allarme, io e i due pentiti e per fare le cose bene, se serve, ci mettiamo anche la pistola, così almeno possiamo uscire a festeggiare tra amici, che è stato tutto un incredibile gioco di coincidenze che non possono e non devono fare paura. Io non so quale sia la giusta definizione di antimafia, non mi interessa nemmeno quale sia il bon ton sociologico del perfetto antimafioso, che non piace ma non dispiace e che naviga nel mare lesso della mediazione al ribasso come forma mentis, non so nemmeno cosa dovrei fare di diverso (attenzione, diverso perché so che potrei fare di più e meglio, ovviamente) dallo scassare la minchia che mi viene così naturale e non so se troveremo mai le parole giuste per descrivere quanto facciano più danno e più terrore i pavidi che si credono buoni rispetto ai cattivi che fanno i cattivi. Pensa, mi sono detto questa mattina prima di cominciare a scrivere e facevo colazione, pensa che mi chiedono di scrivere una testimonianza su di me, che invece vorrei così tanto essere un fatto, cronaca cruda, nomi, responsabili, responsabilità senza tutte quelle opinioni che sbrodolano intorno e invece sono qui che scrivo la testimonianza, su di me. Da pazzi, eh. Se posso scrivere e dire, scrivo e dico che comunque mettere il dito tra le pieghe delle certezze solidissime e insindacabili e armarsi di curiosità, fragilità, dubbi e, perché no? anche delle paure, è un viaggio comunque sempre bellissimo. Forse davvero per cambiare il mondo dobbiamo essere disposti a farci cambiare dal mondo. Sono quasi sicuro che sarei così, qualsiasi lavoro mi sarei ritrovato a fare e sono quasi sicuro che avrei comunque gli stessi nemici, così come dovrebbero averne tutti e per questo ho dubbi su coloro che sono amici di tutti. Sapere da che parte stare (lo ripeto e lo sento ripetere da anni) significa essere con qualcuno ed essere contro qualcuno. Se ne ricordano, lì su, Giulio Cavalli, classe 1977, attore, scrittore, regista. Innumerevoli le sue azioni di denuncia contro le mafie (vedi intervista a Giulio Cavalli di Milanosud Marzo 2012). Nel 2009 a seguito del monologo Do ut Des, spettacolo teatrale sui riti e conviti mafiosi, subisce intimidazioni e minacce mafiose. Da allora vive sotto scorta. Nell agosto del 2013 il collaboratore di giustizia Luigi Bonaventura racconta di un piano della ndrangheta per eliminarlo, organizzando un finto incidente stradale (circostanza confermata anche dal pentito Francesco Oliverio), non appena le istituzioni gli avessero tolto la scorta. Insomma, la ndrangheta era dove stanno quelli con la targhetta classe dirigente? Ecco, questo volevo scrivere e domandare: lo sanno, se ne ricordano?. Giulio Cavalli Una battaglia che dura da anni stufa di quello che avevano definito uno scassa minchia. Dopo queste rivelazioni, il 7 agosto viene organizzato a Tavazzano un sitin a sostegno dell attore contro il rischio di una imminente soppressione della scorta già da fine agosto. Intanto mentre il mondo dell antimafia (fatte alcune eccezioni come ad esempio l on. Sonia Alfano) si interrogava sull'attendibilità delle dichiarazioni di Bonaventura, in ottobre a Roma, nel giardino di casa, nascosta in una siepe vicino alla finestra dello studio, viene rinvenuta una pistola carica. È l ennesimo avvertimento lanciato a Giulio Cavalli o una nouvelle burlesque? P. P. Accade in Campania, agli amici di R-Esistenza Furto nelle terre confiscate, aperta una sottoscrizione Nella notte tra il 12 e 13 ottobre dal bene confiscato al clan Nuvoletta a Chiaiano (Na), intitolato al sociologo Amato Lamberti, ignoti hanno rubato un trattore e varie attrezzature agricole per un valore di 50mila euro. Attrezzature indispensabili alla cooperativa per continuare a operare e produrre frutta e uva che trasformati in marmellate e vino concorrono a realizzare le confezioni Facciamo un pacco alla camorra. Ciro Corona, presidente della cooperativa e relatore del 3 appuntamento Appunti di Legalità, promosso da Milanosud l anno scorso, così ha commentato: «è stato un furto complesso, compiuto da chi ha l intenzione di azzerarci, di fare morire il progetto di bene comune restituito al territorio ricordando che quando si è paventata la possibilità di gestire il fondo agricolo, non ci è parso vero. Ci siamo buttati con cuore e passione in un progetto nuovo di promozione, valorizzazione non solo di un bene confiscato ma, di riflesso, di un intero territorio. Con il nostro lavoro abbiamo dimostrato che ci si può riappropriare dei beni che la camorra ci ha tolto negli anni per finanziare faide e traffici di droga. Il furto che è stato fatto ai nostri danni è stato fato con l intenzione di sconfiggerci. Il nostro appello va a tutti coloro i quali in questi mesi ci hanno aiutato, sono venuti a conoscerci, al mondo dell imprenditoria sana. Chiediamo che ognuno faccia la sua parte, come noi abbiamo fatto la nostra in questi mesi». Per aiutare Ciro e i ragazzi della cooperativa a riacquistare il trattore e le attrezzature si può fare una donazione sul cc bancario: (presso Banca Etica) codice IBAN: IT58 B intestato a: Resistenza - associazione di lotta alla illegalità e alla cultura camorristica - Causale: Quota riacquisto attrezzature agricole Fondo Rustico Amato Lamberti.» Un piccolo gesto di solidarietà per far continuare a germogliare i prodotti della legalità. P. P. Piacenza, presentazione del libro Dove eravamo. Vent anni dopo Capaci e via D Amelio Salvatore Borsellino, «Mio fratello ucciso perché contro la trattativa Stato-mafia» L 11 ottobre scorso si è tenuto a Piacenza all Auditorium Fondazione di Piacenza e Vigevano l incontro Testimoni in Movimento, la Resistenza dell antimafia sociale, organizzato dall associazione 100x100 in Movimento. Nel corso dell incontro è stato presentato il libro Dove eravamo. Vent anni dopo Capaci e via D Amelio edito da Caracò. Degli autori del libro erano presenti al dibattito Massimiliano Perna (anche curatore del libro), I.M.D. (acronimo di un poliziotto della Catturandi di Palermo, fondatore di 100x100 e oggi anche scrittore), Pino Maniaci, direttore della TV Telejato operante a Partinico (PA) e Salvatore Borsellino (fratello del giudice Paolo Borsellino assassinato il 19 luglio di 21 anni fa). L intervento di Salvatore Borsellino ha ancora una volta toccato le coscienze di tutti, in particolare dei tanti ragazzi presenti in sala. Sono state ripercorse le tappe della storia del fratello Paolo, della sua decisione di scendere in campo, del suo impegno nella ricerca della verità sulla presunta trattativa Stato-mafia, della scomparsa dell agenda rossa, nella quale il magistrato registrava i suoi appunti. «Io sono convinto ha affermato Salvatore Borsellino che Paolo su quell agenda rossa abbia scritto tutto quello che sapeva sulla trattativa, a cui si deve essere opposto in maniera violenta e decisa, e di cui era venuto a conoscenza il 1 luglio del 1992, nello studio di Nicola Mancino, appena diventato Ministro, messo lì appositamente per gestire la trattativa che era stata avviata da pezzi dello Stato con la mafia». Salvatore Borsellino ha poi affermato che l essere venuto a conoscenza di tutto questo fu la causa principale dell assassinio del fratello, solo 57 giorni dopo l uccisione di Giovanni Falcone. «Uccidere Giovanni Falcone senza uccidere Paolo ha concluso il fratello Salvatore - non avrebbe avuto senso, perché Paolo non avrebbe avuto pace finché non avesse scoperto gli assassini di colui che era come un fratello». Oltre agli autori del libro hanno dato vita al dibattito Rossella Noviello del presidio 100x100 in Movimento di Piacenza, l assessora alla Legalità del Comune di Piacenza Paola Beltrani, i giornalisti Salvo Ognibene (Diecieventicinque e Siciliani Giovani), Alessandro Gallo (Caracò editore) e il moderatore dell incontro Giorgio Lambri, del quotidiano Libertà di Piacenza. In video-conferenza è intervenuto Luigi Bonaventura, il collaboratore di giustizia che ha svelato le modalità con le quali la ndrangheta avrebbe dovuto uccidere Giulio Cavalli. Molto bella e commovente la liricità dell intermezzo musicale Vela gialla, scritto da Eliana Cruz nel settembre 2013, dopo la sua esperienza nei campi del bene agricolo confiscato alla camorra Amato Lamberti di Chiaiano (NA), gestito dalla Associazione R-Esistenza anticamorra, presidente Ciro Corona. Paolo Piscone STUDIO DI FISIOTERAPIA

6 6 ANNO XVI NUMERO 11 NOVEMBRE 2013 Centro Carraro, parte la manutenzione straordinaria In fase di progettazione anche interventi per trasformare l impianto di via dei Missaglia in un centro sportivo d eccellenza Apoco più di un anno dall insediamento dei nuovi gestori, si è chiusa nei giorni scorsi la gara d appalto per i lavori del primo lotto di manutenzione straordinaria del Centro Carraro. A gennaio dovrebbero aprirsi i cantieri, dando concretezza alle promesse che l assessore allo Sport Chiara Bisconti e dell allora assessore ai Lavori Pubblici Lucia Castellano fecero nel settembre 2012, quando misero il centro nelle mani di Csi e Us Acli. Le due società sportive, subentrate all Ati Gratosoglio e all Acsi, dimissionarie una dopo l altra, perché schiacciate dalle spese e dagli obblighi di manutenzione di strutture e impianti fatiscenti. «L Amministrazione comunale dà assoluta priorità al Centro Carraro ha affermato Anna De Censi, consigliera comunale residente in Zona 5, nonché presidente della Commissione Sport - e vuole rilanciarne le attività, poiché comprende il suo grande potenziale sportivo e aggregativo. Potenziale che ha stentato a esprimersi per le obiettive condizioni di obsolescenza e degrado di alcune parti del centro, su cui ora iniziamo a intervenire in modo significativo. Credo che questo sia un segno concreto ha concluso la consigliera De Censi della volontà di rilancio e dell attenzione di questa Amministrazione nei confronti della periferie». Per i lavori del primo lotto il Comune ha stanziato 800 mila euro, che consentiranno il rifacimento completo della copertura della palazzina Ovest, un intervento di manutenzione edile su tutti gli impianti, la riparazione delle recinzioni dei campi di calcio, la sistemazione degli impianti elettrici, di quelli di Via dei Fontanili, i lavori in primavera Si è conclusa nelle settimane scorse la fase di progettazione per la sistemazione della via dei Fontanili, nel tratto compreso tra viale Bazzi e via Erasmo da Rotterdam. Obiettivo dei lavori è riqualificare la via, inserita in un quartiere storico, garantire la sicurezza dei pedoni e limitare il flusso di veicoli che dalla periferia vanno verso il centro città. A questo fine è prevista l introduzione di un senso unico di marcia verso Sud nel tratto di via dei Fontanili che va da via Bazzi a via Erasmo da Rotterdam, rendendo la via accessibile solo da via Verro. Contestualmente la via Erasmo da Rotterdam sarà trasformata in senso unico, da via dei Fontanili verso via Spadolini. L intervento prevede un investimento di 500 mila euro e interesserà un area di circa 5 mila metri quadri. Le opere prevedono la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione, di piccole aree verdi, la messa a dimora di piante, la posa di panchine e una nuova pavimentazione della via. Questa sarà realizzata con materiale di pregio, composto da lastre e cubetti in beola. Prevista anche la realizzazione di marciapiedi e là dove la via è troppo stretta di un percorso pedonale, evidenziato con pavimentazioni di materiali e colori diversi. Per limitare il più possibile i disagi, i lavori di riqualificazione saranno condotti all interno di cantieri mobili che di volta in volta occuperanno solo lo spazio necessario alle lavorazioni. CENTRO ANZIANI DI VIA SAPONARO Rinnovato il comitato di gestione Nei mesi scorsi si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Comitato di Gestione Centro Anziani Cascina Ronchettino di via Saponaro 34. Il Comitato eletto, che sarà in carica dal 2013 al 2016 è così composto: presidente: Alfredo Lommi, vice presidente: Mario Lima; presidente e vice presidente avranno anche l incarico di tesorieri. Angelo Don: responsabile di sala e bar; Antonietta Romano: coordinatrice giochi di società; Lucia Tibaldini: Cultura e Teatri. Il centro si avvale della collaborazione dei volontari al servizio bar: Laura Moroni e Antonio Frigoli. Sono disponibili al volontariato, in caso di necessità: Sonia Sivaglieri, Maria Grazia Lucarelli, Carmela Liuzzo, Maria Pia Carpino. areazione e della caldaia, con istallazione anche di un nuovo impianto. Previsto anche un secondo lotto di interventi, ben più consistente, che potrebbe trasformare il Carraro in un centro sportivo d eccellenza. Il Comune sta lavorando a un progetto da 2 milioni e 400 mila euro da finanziarsi attraverso un bando ministeriale che dovranno servire a sistemare una volta per tutte le strutture dell attuale impianto, le aree verdi e l impiantistica, con la posa di sistemi fotovoltaici di alimentazione energetica. Il progetto prevede anche la realizzazione di due campi da calcio a 5 e uno da 11 in erba sintetica, una parete da roccia, un area multimediale, una nuova area per l educazione stradale, una zona ristoro e una per gli uffici. S. F. Il 15 ottobre scorso il presidente del CdZ 5 Aldo Ugliano ha incontrato il rappresentante di Federdistribuzione (l associazione delle grande distribuzione) Carlo Masseroli, per chiedere maggiore attenzione da parte dei supermercati nella custodia dei carrelli. È molto diffusa infatti la pratica di rubarli poiché di furto si tratta, secondo quanto è scritto negli articoli 624 e 625 del Codice Penale magari dopo aver fatto la spesa o per utilizzarli per le proprie faccende, per poi abbandonarli per strada un po ovunque, aumentando il degrado cittadino. Una pratica da tempo combattuta da Amsa, che raccoglie i carrelli e li porta presso un deposito appositamente adibito, dove i direttori dei supermercati possono andare a recuperarli, dopo aver pagato una 80 mila euro all Acsi La Giunta comunale ha deliberato lo stanziamento di 80 mila euro a favore dell Acsi, l ultimo gestore del centro prima degli attuali. Si chiude così in via bonaria un contenzioso con il Comune, iniziato con una citazione del dicembre del 2012, in cui l Acsi chiedeva oltre 315 mila euro, come rimborso delle spese sostenute in 14 mesi, per la gestione e manutenzione del Carraro. Il Comune pur rigettando ogni pretesa legale, ha quindi di fatto riconosciuto che le condizioni strutturali al momento della consegna dell impianto all Acsi erano pessime e che al gestore non era stato fornito un quadro esatto degli interventi da realizzare per far funzionare il centro. quota per le spese di recupero e custodia. Solo nel 2012 Amsa ha raccolto per le strade di Milano oltre mille carrelli e a settembre di quest anno si è già arrivati a 726 recuperi. Numeri rilevanti, che evidenziano quanto il problema sia diffuso, soprattutto se si tiene conto che i carrelli raccolti non sono che una parte di quelli abbandonati per le strade, nei campi o negli androni dei palazzi. Per il momento Federdistribuzione si è resa disponibile a predisporre una campagna di sensibilizzazione nei confronti dei supermercati e dei loro gestori. Così come fu fatto due anni fa all epoca dell insediamento dell attuale CdZ, verrà riproposto il cartello multilingue che invita i clienti dei supermercati a non portare i carrelli fuori dai parcheggi e li informa del carattere di reato penale di ogni appropriazione di questo tipo. La Federdistribuzione si è anche impegnata a trovare delle forme di dissuasione, come archetti o sistemi elettronici sui confini dei parcheggi, per fermare CASE LIGRESTI DI VIA FERRARI Pronto il progetto di riqualificazione Con un intervento di Edilizia Residenziale Sociale, si procederà alla riqualificazione dei cinque edifici esistenti da diversi anni e mai utilizzati di via Antegnati, numeri civici 7/9/11/13/15. Sono in particolare quelli che si affacciano sulla via Virgilio Ferrari (Bretella che va da via Antonini a via Ripamonti), realizzati dal costruttore Ligresti anni fa. Il progetto, ancora in fase preliminare, non prevede la demolizione delle attuali costruzioni, ma la loro ristrutturazione con la sistemazione a parco del terreno comunale confinante, oltre a recinzioni, parcheggi a raso, rampe di accesso ai box, percorsi, ingressi e sistemazioni a verde. Nei prossimi mesi, dopo che il progetto definitivo e l iter amministrativo saranno conclusi, si potrà conoscere la sistemazione reale del complesso. Claudio Muzzana Carrelli abbandonati per le strade Il CdZ chiede a Federdistribuzione di intervenire questo esodo, che tra l altro ha un costo rilevante anche per i negozi, visto che ogni carrello costa circa 100 euro. Per il momento la soluzione più efficace pare l abbia trovata il Lidl di via Chiesa Rossa, che però non fa parte di Federdistribuzioni, uno dei negozi più bersagliato dai furti. Da febbraio sui suoi carrelli ha istallato un sistema elettronico che blocca le ruote appena vengono portati aldifuori dell aerea del parcheggio. In questo modo, affermano dal supermercato, i furti sono diminuiti significativamente. Giovanni Fontana

7 ANNO XVII NUMERO 11 NOVEMBRE Controcorrente: nuovi profili professionali Il Marketing digitale cerca specialisti Le trasformazioni in atto nel mondo della produzione distribuzione di beni e servizi, rendono indispensabile un nuovo approccio culturale all interno delle aziende e delle Pubbliche Amministrazioni. La sfida della globalizzazione dei mercati ma ancor di più delle relazioni fra le persone, favorita dal diffondersi rapidissimo delle nuove tecnologie collaborative e sociali della rete, richiedono un cambiamento di paradigma per comunicare all interno delle aziende (ma anche delle istituzioni pubbliche) e col mercato. La comunicazione, anche nel marketing, non può più essere monodirezionale, ma piuttosto bidirezionale e ancor più multidirezionale. Questo significa che il cliente/utente attivo o potenziale non è più semplicemente un consumatore, ma desidera assumere un ruolo attivo, come singolo o ancor più unendosi con altri utenti, nell orientare le strategie di vendita e la qualità complessiva dei servizi e prodotti dell azienda. Il cambiamento e l approccio continuo all innovazione, soprattutto con gli strumenti offerti dalla rete, sono quindi caratteri essenziali e imprescindibili di questa trasformazione e requisiti necessari per le aziende per acquisire di nuovo competitività. Il mercato Il Digital Marketing (conosciuto anche come Online Marketing, Internet Marketing o Web Marketing) è una definizione che raggruppa diverse attività di marketing svolte on-line, a differenza del marketing tradizionale che utilizza la pubblicità stampata, il direct marketing, la pubblicità tv e radio. La rapida crescita del settore Digital Marketing è alimentata dall efficacia dimostrata dai canali del marketing digitale nella diffusione di consapevolezza del marchio o branding-awareness (aziendale e di prodotto/servizio), nella generazione di contatti e di fatturato e nella fidelizzazione dei clienti. Rispetto ai metodi tradizionali di pubblicità, il marketing digitale offre un rapporto costo/prestazione e costo/contatto molto più favorevole e inoltre consente di investire con gradualità e per tentativi successivi, con budget anche molto ridotti (fattore particolarmente importante per le piccole e medie imprese e per le start-up). La reportistica ricca di dati realtime offerta dai sistemi di web analytics consente un monitoraggio puntuale delle iniziative di marketing digitale e permette di comprendere quasi in tempo reale quanto la platea degli utenti Internet gradisca le nostre iniziative. Una cosa praticamente impossibile con i media tradizionali. Dalle evidenze provenienti dal mercato e dall esperienza comune possiamo affermare che le aziende, soprattutto le PMI, in gran parte non hanno la forza e la capacità di affrontare da sole questo cambiamento epocale. Mancano figure professionali in grado di interpretare e orientare il cambiamento. Una carrellata su opportunità di lavoro e professionalità Il Facilitatore web marketing e relationship media è una figura professionale nuova, giovane, dinamica in grado di utilizzare gli strumenti del web 2.0 per facilitare in azienda o nella istituzioni la comunicazione verso: -clienti/utenti attuali o potenziali (prospect); -utenti interessati al marchio o ai prodotti; -fornitori e partner; mediante azioni dirette o indirette di digital marketing e utilizzo delle dinamiche di social networking. Il Facilitatore WMRM è in grado di affiancare la direzione marketing e commerciale dell azienda nella ridefinizione degli obiettivi, nella pianificazione e implementazione dei nuovi processi e dei nuovi canali di vendita, nella diffusione in azienda delle competenze web 2.0. Requisiti per accedere a questo profilo sono: una buona cultura generale, la conoscenza dei fondamenti del marketing tradizionale, la conoscenza del web e dei social network da utente. Come prepararsi Sono nate molte iniziative di formazione sul Marketing Digitale negli ultimi anni. La scelta va operata senza fretta, cercando di informarsi sull autorevolezza di chi propone i corsi e sulla serietà della scuola. Chi da alcuni anni offre percorsi intensivi è Èspero (www.espero.it), società di cui sono general manager. Il percorso è composto dai seguenti moduli: Search Engine Marketing; marketing; Social Media Marketing; Web Metrics e Web Analytics; Digital Marketing Plan. Come finanziarsi Certo la formazione, soprattutto se di qualità, ha un costo non trascurabile, che però va visto nella prospettiva corretta: un investimento, una scommessa su se stessi. Sono possibili però delle strade per facilitare l accesso alla formazione. Il Tasso Zero, disponibile per tutti i privati, consente di pagare i corsi in comode rate senza aggravio di interessi. Per chi invece ne avrà i requisiti, la Regione Lombardia ha varato la Dote Unica, un voucher per pagare servizi di inserimento nel mondo del lavoro e la formazione (si veda il sito alla sezione Scuola e formazione ). Luigi Danieli General manager Èspero srl INTERVENTI AL GRATOSOGLIO Al via i lavori ai marciapiedi Riguardo le opere di asfaltatura relative alle strade interne del Quartiere Gratosoglio, da tempo fortemente degradate e ora acquisite dal Comune, rendiamo noto che le procedure d appalto sono state ultimate mancano solo le integrazioni della ditta appaltatrice. Sappiamo anche che potrebbero iniziare al più presto i lavori sui marciapiedi, mentre per i lavori di asfaltatura, considerato il tempo poco favorevole autunno-invernale, difficilmente potranno iniziare prima della prossima primavera. Claudio Muzzana CENTRALE CONCA FALLATA L a2a prende tempo Da informazioni raccolte sembra che a2a stia analizzando diverse soluzioni per la centrale idroelettrica Conca Fallata. Per sanare il lungo periodo di inattività forzata, l intervento richiederà un impegno economico non indifferente e, tra le ipotesi, vi è anche quella di affidare la gestione a terzi. Si pensa inoltre che a2a effettuerà un bando di concorso per l assegnazione dei lavori o per la gestione in tempi da stabilire. Per quanto riguarda le normali misure di contenimento della presenza di erbe palustri nell acqua, il Consorzio Villoresi, dove necessario, continuerà a effettuare tagli con raccolta e, comunque, al momento sta studiando di adottare sistemi (sperimentali), per il contenimento il o controllo della crescita dei vegetali. Claudio Muzzana A CURA DELL ASSOCIAZIONE DHYANA Incontri gratuiti sull ansia L Associazione Dhyana Lombardia organizza un percorso di due incontri gratuiti di gruppo, dal titolo: L ansia, questa conosciuta: imparare a conoscerla e gestirla, per vivere in Armonia, sabato 30 novembre, dalle ore 9.30 alle e venerdì 13 dicembre dalle ore 18 alle 21 Gli incontri saranno tenuti dalla dott.ssa Maria Pia Rubino, Psicoterapeuta, e presenteranno alcune informazioni fondamentali per conoscere le diverse sfaccettature dell ansia e imparare a gestirle, attraverso l introduzione a semplici tecniche di rilassamento. Per informazioni: Associazione Dhyana Lombardia, via Comelico 44, Tel Via F. Brioschi Milano dal martedì al venerdì ore 9/20, sabato ore 9/18 Parcheggio gratuito per i clienti Tel

8 8 ANNO XVI NUMERO 11 NOVEMBRE 2013

9 ANNO XVI NUMERO 11 NOVEMBRE È nata l Associazione Città Mondo e abita a Milano Il nuovo soggetto raccoglie tutte le associazioni di migranti e promuoverà progetti culturali e di integrazione Il 25 settembre, a Palazzo Reale, il movimento migratorio delle comunità internazionali ha dato vita a Città Mondo, «un associazione delle associazioni», come l ha definita il suo presidente Koffi Michel Fadonougbo. Nata dalla volontà degli enti partecipanti all omonimo Forum (istituito dal Comune di Milano nel 2011), è un associazione di secondo livello, cioè una struttura agile e autonoma, capace di attuare e promuovere progetti e iniziative sul territorio con istituzioni pubbliche e soggetti privati. All assemblea di settembre hanno partecipato 78 associazioni internazionali, poi diventate un ottantina. Dietro la costituzione della super associazione, dunque, esisteva già il Forum, che ha una storia triennale: «Il progetto del Forum partì dopo il primo incontro di inaugurazione dell Expo», ricorda il presidente, «alla presenza di tutte le comunità, con il bureau internazionale dell esposizione per la presentazione dei diversi progetti. Tutto è cominciato come un grande movimento di comunità, in cammino per l inclusione sociale e l integrazione, con la consapevolezza di dover dare man forte a Expo, ma con l obiettivo di diventare uno strumento di dialogo costante tra l amministrazione e i migranti. Dopo i primi eventi, dove le associazioni hanno dato grande visibilità al cantiere Expo, si è posta la necessità di strutturare questo movimento che suscitava molto entusiasmo, perché era la prima volta che tanti migranti potevano prendere la parola per dialogare con l amministrazione». «Data la vastità degli argomenti da trattare, abbiamo pensato di organizzare alcuni tavoli tematici», continua Fadonougbo. «Poi all assessorato alla Cultura hanno deciso di creare un comitato di consulenti, formato da 15 persone scelte sulla base dell impegno personale e professionale, molto attive in città. Questo comitato ristretto ha lavorato fino alla nascita dei cinque Tavoli di discussione: 1. Donne e culture; 2. Alimentazione, Orti urbani, Tavola planetaria ed eventi collegati a Expo; 3. Museo delle Culture; 4. Comunicazione ed Eventi culturali; 5. Partecipazione al voto e Organizzazione del Forum tramite associazione di secondo livello». Il comitato ha continuato a lavorare anche dopo, ma qualcosa ancora mancava: si poneva sempre il problema della rappresentanza: «i consulenti non potevano interagire con l amministrazione, non avendo personalità giuridica. L idea prin- cipale del movimento è quella di accompagnare le comunità migranti a essere protagoniste della vita socio-politica ed economica all interno della città, un accompagnamento effettivo che richiede però la presenza di un organo rappresentativo che possa decidere, firmare protocolli, fare accordi tutti atti formali che il Forum non poteva assolvere». Ecco allora l esigenza di far nascere l Associazione di secondo livello. «L immigrazione è un argomento molto caldo, visto da tanti come un bel palco di scena, molto discusso a livello politico Era dunque necessario affidare questo delicato momento di passaggio a un organismo tecnico sperimentato, come Ciessevi (Centro Servizi per il Volontariato), che è da molto tempo nel campo dell associazionismo e già lavora con la Regione e la Provincia Ciessevi ci ha aiutato a far nascere l Associazione, che ora ha anche un suo statuto». Insomma un percorso difficile, purtroppo fatto anche di tanta burocrazia. «E infatti il primo passo del Consiglio Direttivo eletto sarà la ripartizione delle deleghe», dice Koffi Michel, «prendendo esempio dall esperienza delle grandi strutture di secondo livello tipo Acli, Arci per essere in grado di animare le associazioni di base. Ma per riuscire a farlo dobbiamo prima costituire delle commissioni, altro obiettivo prioritario. E dobbiamo ancora incontrare gli assessorati e il Sindaco, al quale presenteremo questo grande organismo nato nella sua città, sotto la sua Giunta. Ne siamo orgogliosi, perché il mondo dell immigrazione è un mondo di tante difficoltà, ma anche di tanta speranza e i popoli sono portatori di valori e di culture». Valori e culture che si promuovono anche con le iniziative sul territorio. «I rapporti con le zone e con la Zona 5 sono ancora all inizio: è un lavoro tutto da costruire, ma abbiamo già contatti e progetti, che coinvolgeranno anche il mondo femminile. E proprio le donne sono in maggioranza nel consiglio degli eletti». Le consigliere sono già molto attive sui problemi delle donne, un confronto che si allargherà alla ricerca di proposte e soluzioni su temi come le pari opportunità, la violenza, l integrazione femminile, il ricongiungimento familiare e la salute. «Se tutto va come speriamo e come siamo impegnati a fare», conclude il presidente Koffi Michel, «riusciremo a scrivere una pagina nuova della cooperazione e dell integrazione dei popoli». Per info sull Associazione Città Mondo: contattare il presidente Fadonougbo Koffi Michel al numero ; oppure visitare il sito al link del Forum Città Mondo. Giovanna Tettamanzi I membri del Consiglio Direttivo dell Associazione Città Mondo a Milano, accompagnati dalla dottoressa Irma Dioli (terza da sinistra, in prima fila), Responsabile Servizio Reti e Cooperazine Culturale - Comune di Milano; al centro, in seconda fila, il presidente Koffi Michel Fadonougbo. Prima clandestini e poi rifugiati: fin dove arriva l ipocrisia del dolore Assistendo in tv al dibattito parlamentare, tenutosi in occasione dell ennesima tragedia della morte di immigrati clandestini al largo di Lampedusa, alla rituale passerella di politici e ministri sul luogo e ai surreali funerali, senza i morti e i parenti delle vittime, ho provato un senso di nausea, di voltastomaco, nel sentire l ipocrisia delle manifestazioni di dolore da parte dei parlamentari e delle forze politiche che in realtà hanno le mani sporche di sangue, che hanno sulla coscienza queste e le altre centinaia di clandestini morti in questi anni nel tentativo di raggiungere la dorata Europa. Mi riferisco a chi ricopre o ha ricoperto in passato incarichi di governo o sostenuto i governi, a quelli che con la loro azione di governo e legislativa hanno contribuito responsabilmente a queste morti; a chi ha approvato le leggi sull immigrazione europee e di questo paese, la legge Bossi-Fini; a chi ha introdotto il reato di clandestinità e considera un immigrato clandestino di per sé un criminale, come se essere disperato a tal punto da fare un viaggio allucinante, subendo violenze e a rischio della vita, per cercare una speranza, possa essere un reato; a chi ha attuato e condiviso la politica dei respingimenti dei clandestini; a chi ha fatto accordi con l amico dittatore Gheddafi prima, e con i criminali che controllano, si fa per dire, ora la Libia, perché gli immigrati africani fossero da loro trattenuti, ben sapendo i sorprusi, le violenze, gli stupri ai quali sarebbero stati sottoposti; a chi considera Centri di Accoglienza quelli che nella Bambini che con il rugby si incontrano, si misurano, si divertono. Questo, soprattutto, è stato il Memorial Capuzzoni. Una giornata, domenica 13 ottobre, al Centro Saini, grande maggioranza dei casi assomigliano più a campi di concentramento di nazista memoria, da dove poi si esce per essere rispediti come pacchi indesiderati verso quella disperazione da cui si è fuggiti; a coloro che tutto questo hanno contribuito a realizzare o che nulla o non abbastanza hanno fatto in Italia e in Europa per evitarlo, pur avendone i mezzi. Quindi costoro non possono condividere, come ha dichiarato il ministro Angelino Alfano, il grido vergogna! di papa Francesco, perché quel grido è rivolto a loro. Razionalmente, vedete, non si comprende perché questi immigrati debbano pagare notevoli somme di denaro per fare questi terribili viaggi della speranza, che spesso poi si risolvono in viaggi della morte, per venire qui, in Europa, visto che con quei soldi potrebbero pagarsi abbondantemente un volo aereo. Il problema infatti sono i visti che non vengono rilasciati dalle ambasciate europee e che di fatto alimentano il traffico di vite umane. Allora, ecco una proposta per evitare in futuro queste stragi: le ambasciate diano i visti a chi li richiede. La mia proposta è che l Italia decida di attivare le proprie ambasciate di Etiopia, Somalia ed Eritrea per cominciare, affinché concedano i visti d entrata nel nostro paese, e quindi nella comunità europea, a 1 euro a chiunque li richieda. Si creino degli uffici diplomatici decentrati dedicati a questa funzione, anche nelle aree di maggiore sofferenza in quelle nazioni, e fornendo voli sicuri a prezzi agevolati o simbolici. In questo modo potremmo La carica dei 600 Grande festa di rugby al XIX Memorial Capuzzoni VII Trofeo Luciano Bagnoli In primo piano Jucci Fontana, mamma di Massimiliano Capuzzoni. creare un precedente anche per le altre nazioni europee e quindi l Europa, per stimolare politiche e azioni più giuste, umane, doverosamente solidali con i paesi più poveri, invece delle rituali dichiarazioni di buona volontà ottenute dal presidente Enrico Letta a Bruxelles. Dobbiamo smetterla di farci dominare politicamente e culturalmente dal grande capitale finanziario, dal Fondo Monetario Internazionale, dalle banche che usano gli immigrati solo per sfruttare di più i lavoratori europei e che considerano le vite umane solo dei numeri a bilancio, dove le vite degli immigrati non valgono niente. Indico Etiopia e Somalia, i paesi da cui l Italia può iniziare questa nuova politica immigratoria, non solo perché da queste nazioni veniva la maggioranza delle vittime di questa ultima tragedia, ma anche per responsabilità storiche dell Italia nei loro confronti, non solo per i crimini dell epoca fascista, ma anche per quelli ben più recenti, che vanno dal traffico di rifiuti tossici verso quei paesi, alla corruzione dei loro governanti. Proprio in questi momenti di grave crisi economica in cui la solidarietà sembra essere l ultimo dei problemi, bisogna avere il coraggio di dire basta a un modello di sviluppo che crea il benessere, ormai per ceti sociali sempre più ristretti, sul sangue degli ultimi; ogni essere umano degno di chiamarsi così ha il dovere di pensare e adoperarsi per realizzare un modello di sviluppo più equo, più giusto, più felice. Riccardo Casolo per radunare davvero un esercito di giovani giocatori, provenienti da 12 società diverse, divertito e divertente. Non solo loro: accompagnatori, educatori, genitori per una autentica festa riservata alle categorie giovanili. Era rilevante lo spunto, vale a dire ricordare Massimiliano Capuzzoni e Luciano Bagnoli, due spiriti indimenticabili e sempre presenti tra le fila dell ASR Milano; eccellente il risultato sia in termini organizzativi, sia misurando la qualità della partecipazione sotto ogni profilo. «È questo che ci rende orgogliosi ha affermato Romeo Cremascoli, presidente dell A- SR Rugby che produce senso compiuto per ogni nostra attività. Da quella riservata all educazione e alla crescita, a quella che riguarda i seniores, gli old, ogni progetto sociale e divulgativo nelle scuole. Quindi, grazie! A chi ha lavorato, a chi ha giocato, a chi ha accompagnato. Ai giocatori della prima squadra, agli ex compagni di Massimiliano, ad Edison, Elior, Kellogg s, Pöyry che ci hanno sostenuto anche in questa avventura. Con la speranza e la convinzione di ritrovarci presto e, se permettete, con orgoglio. Il Capu e Bagnoli ridevano al Saini, nascosti tra le maglie coloratissime dei nostri bambini». Giorgio Terruzzi

10 10 ANNO XVI NUMERO 11 NOVEMBRE 2013 La Residenza insieme di via Saponaro Al Gratosoglio, inaugurata la casa per i genitori separati Nel mese di ottobre è stata inaugurata ufficialmente Residenza insieme. La palazzina di via Saponaro, al quartiere Gratosoglio, meglio conosciuta come Casa dei papà separati, in realtà è abitata da quasi un anno. Di solito i rappresentanti delle istituzioni tagliano il nastro quando consegnano l immobile, ma in questo caso si è usata prudenza, quasi una sorta di scaramanzia, perché prima di essere destinata all attuale uso la residenza ha subito intoppi di varia natura. Intanto la reazione degli abitanti, molti dei quali vivono qui da quando è sorto il quartiere negli anni 60. Per questa nuova costruzione si è sacrificato al cemento un lembo di verde e si sono abbattuti degli alberi così i cittadini, che si sono sentiti derubati di spazio e ossigeno, hanno tentato il blocco dei lavori con proteste e manifestazioni (come dare torto a chi difende il verde in città?). Poi la Casa era stata progettata come residenza per studenti, ma poiché mancava di servizi comuni, quali mensa e locali con strumentazioni adeguate per lo studio, è stata convertita in mini alloggi. È diventata infine residenza per genitori separati. Meglio accettata dagli abitanti vicini perché questa soluzione è più tranquilla rispetto a una residenza per giovani esuberanti e chiassosi. Dunque, superate le difficoltà burocratiche e organizzative, Residenza insieme è ora realtà consolidata. L inaugurazione è stata l occasione per aprire le porte ai cittadini, un modo semplice per invitare il quartiere a esserne partecipe. Aldo Ugliano, presidente del Consiglio di Zona 5, che ha visto nascere il Gratosoglio e ha, per questo, un legame affettivo col quartiere, ha fatto appello a tutti i soggetti istituzionali presenti invitandoli, per le rispettive competenze, a unire idee e impegno, affinché il rapporto con il territorio, a cominciare dai quartieri periferici, diventi prioritario per chi governa una città. Gli assessori Daniela Benelli e Pierfrancesco Majorino, rispettivamente Casa e Demanio e Politiche Sociali, hanno ribadito tutta la loro disponibilità a lavorare di concerto, in modo che l amministrazione sia sempre più vicina ai problemi e alle difficoltà della gente. Erano presenti inoltre Patrizia di Girolamo responsabile Servizio Contratti di Quartiere, Giancarla Boreatti responsabile Servizi per Adulti e l Immigrazione, Claudio Minoia Politiche Sociali, Armando Scarpa responsabile Aler, proprietaria dell immobile il Laboratorio di Quartiere Gratosoglio che ha curato l evento, gli ospiti della residenza e cittadini comuni. La palazzina è composta da 40 mini appartamenti, assegnati ad affitto equo, abitati in prevalenza da papà separati, ma non manca qualche mamma, con rispettivi bambini. La permanenza in quei locali è temporanea, va da un periodo di diciotto mesi, prorogabili di altri diciotto mesi, a seconda dei casi e delle necessità di chi ne usufruisce. È una prima soluzione alle difficoltà che si trovano ad affrontare giovani genitori che interrompono il rapporto di coppia. Nel criterio di assegnazione viene data priorità a papà e mamme residenti in quartiere e nella zona, per rendere meno traumatica la situazione ai figli che, se trasferiti altrove, non potrebbero godere dell aiuto dei nonni, e per non interrompere la continuità con la scuola, le amicizie e i legami sociali. Lea Miniutti Lavori sulle linee tramviarie Il 3 e il 15 sostituiti da bus provvisori Per interventi di ammodernamento della rete tranviaria in via dei Missaglia, le linee 3 e 15 modificano provvisoriamente i percorsi; fino a venerdì 15 novembre, dalle 10 alle 16 (sabato e festivi esclusi) sono attivi collegamenti sostitutivi. La linea 3 effettua il regolare percorso fino a piazza Abbiategrasso. Direzione piazza Abbiategrasso: da via Cantù, regolare percorso di linea fino in piazza Abbiategrasso (capolinea provvisorio); direzione Cantù/Duomo: da piazza Abbiategrasso, via Montegani, percorso regolare. La linea 15 effettua il regolare percorso fino a piazza Abbiategrasso. Direzione piazza Abbiategrasso: da piazza Fontana, regolare percorso di linea fino in via Medeghino, poi prosegue per piazza Abbiategrasso; direzione Fontana: da piazza Abbiategrasso, via Medeghino, percorso regolare. Collegamento con bus sostitutivi: in direzione Rozzano, partono da piazza Abbiategrasso (capolinea in corrispondenza della fermata della linea 79); in direzione piazza Abbiategrasso, partono dai via Cabrini (capolinea). Per info: numero verde Prolungamento del 15 sino a Rozzano vecchio I lavori sono ripresi con l impresa subentrata a quella rinunciataria a metà giugno 2013; la fine è prevista per luglio 2014, più una fase di collaudi e agibilità che durerà circa un mese. Tennis Valla, il più social dei centri sportivi milanesi Nata alla fine degli anni 70, la struttura accoglie sportivi di tutte le età praticando tariffe popolari Alle otto del mattino su via Valla scorre ancora un traffico ordinato. Non sembra di trovarsi neppure a Milano, nonostante sia un importante affluente che da piazza Agrippa accompagna l automobilista, attraverso via Bazzi, da Sud verso il centro della metropoli. È abitudine di Renato Givani, ottantunenne metalmeccanico in pensione, percorrerla anche tutti i giorni e, prima del curvone girare a destra in una viuzza che porta al Centro Tennis Valla. Givani, al Valla, è un habitué di lunga data. Tennista da una vita, pratica questo sport, per l invidia di tutti i frequentatori del Centro e non solo dei suoi coetanei, due volte alla settimana. Il signor Renato gioca al Valla da trentacinque anni. E non solo per comodità. Lì ha i suoi amici e torna volentieri anche quando non ha sfide in calendario. Gestito dalla Cooperativa Sportiva Valla, non sono previste quote di iscrizione né tesseramenti obbligatori. E le tariffe popolari applicate - non solo per l affitto dei campi ma anche il bar-tavola calda - hanno attirato nel Centro generazioni di appassionati di questo sport e quanti vogliono semplicemente passare un po di tempo in compagnia e in santa pace. Il manager, la professionista, l impiegato, la casalinga, la studentessa universitaria, il pensionato: al mattino sono loro i padroni del Valla. Nei tre campi coperti in mateco si alternano i maestri che nella prima parte della giornata danno lezioni private. Poi, verso l una, i tavolini accanto al bar-tavola calda si animano di avventori. Si fermano i giocatori per un pasto veloce. Nel pomeriggio il Centro, affiliato alla Federazione Italiana Tennis, è il regno del maestro Massimo Ferrara. Coadiuvato da un team di professionisti della racchetta, Ferrara ha la gestione della scuola addestramento fin dal 1987, ed è riuscito a farla diventare negli anni una delle più importanti del capoluogo lombardo. La cooperativa che gestisce il polo sportivo lo ha rilevato nel 1978, quando si trovava in totale abbandono. Il Comune aveva la necessità di recuperare l area e all appello si presentò Luigi Mario Fanton come presidente della Cooperativa Sportiva Valla (nella foto il signore con la cravatta rossa). L investimento iniziale fu di 300 milioni di lire di cui 120 milioni rimborsati negli anni dal Comune, che ha così centrato l obiettivo: riqualificare l area e trasformarla in un polo di aggregazione dei cittadini. Le doti comunicative di Fanton, ex-pubblicitario, sono state infatti sfruttate dalla cooperativa per convincere la Aem, l azienda elettrica municipale, a trasformare un campo incolto limitrofo in 120 orti con un laghetto centrale di acqua sorgiva da far gestire ad altrettanti pensionati residenti nelle vicinanze. Alcuni mesi fa, un ispettore della direzione sportiva pubblica francese ha visitato, accompagnato da alcuni omologhi del Comune di Milano, il Centro Valla. Un piccolo bijou, così ha commentato l ispettore congratulandosi con i colleghi. E, come hanno testimoniato i presenti, un sorriso è apparso sul viso del quasi ottantenne Fanton che ha tradito un comprensibile sentimento di orgoglio per l importante lavoro svolto. Non solo per il centro tennis, che comunque va avanti bene grazie ai suoi conti in ordine, ma soprattutto per il servizio reso all intera comunità della zona. Giulio Vigorelli

11 11 ANNO XVII NUMERO 06 GIUGNO 2013 ANNO XVI NUMERO 11 NOVEMBRE FORMAZIONE Genitori e figli, Percorso comune INCONTRI Il perdono, possibile Agnese Moro racconta Centro Asteria, Piazza Carrara 17.1, 20141, Milano Tel La voce di poeti, intellettuali e testimoni per sconfiggere ogni forma di violenza Parole per la libertà CINEMA Visioni d autore da Di Caprio a Hoffman ARTE La città nascosta e segreti da scoprire POESIA Le betulle amiche e le voci dentro MUSICA Festival di note per chitarra classica

12 ANNO XVI NUMERO 09 SETTEMBRE ANNO XVII NUMERO 11 NOVEMBRE 2013 La pagina dell Associazione a cura del GRUPPO CULTURA E TEMPO LIBERO Sabato 14 dicembre Visita guidata a Casa Boschi Di Stefano, un gioiello nascosto In occasione dei dieci anni di apertura della Casa Museo Boschi - Di Stefano, l Associazione socio-culturale Milanosud ha organizzato una visita guidata per sabato 14 dicembre alle ore 16. Nei locali abitati in vita dai coniugi Antonio Boschi ( ) e Marieda Di Stefano ( ) si possono ammirare una selezione di circa trecento delle oltre duemila opere della loro collezione, donata al Comune di Milano nel I libri di Milanosud Sono in vendita presso la sede dell Associazione (via S. Teresa 2/A - apertura martedì e giovedì dalle 16,30 alle 18,30) e presso la libreria Largo Mahler (via Conchetta 2) le due pubblicazioni edite da Milanosud: Milano è un Viaggio (4 euro), raccolta dei primi cinque racconti vincitori del 2 Concorso Letterario Milanosud; e la trilogia Raccontare Milano. Storie della nostra città (12 euro), di Clara Monesi Saibene, con le bellissime illustrazioni di Sergio Toppi. La collezione rappresenta una straordinaria testimonianza della storia dell arte italiana del XX secolo comprendente pitture, sculture e disegni dal primo decennio del Novecento alla fine degli anni Sessanta. La Casa-Museo è collocata in una palazzina realizzata all inizio degli anni Trenta del Novecento dall Architetto Piero Portaluppi. Gli ambienti, ripristinati dal Comune di Milano, sono stati allestiti e arredati a cura della Fondazione Boschi Di Stefano, costituitasi nel Nei dieci spazi espositivi, le opere sono state distribuite adottando un criterio di successione cronologica e di selezione qualitativa curato da Maria Teresa Fiorio ex Direttore delle Civiche Raccolte d Arte di Milano, con arredi scelti per la loro consonanza storica, come la sala da pranzo ideata da Mario Sironi nel Quota di partecipazione: 12 euro, per i soci 10 euro. La visita verrà effettuata al raggiungimento di un minimo di quindici partecipanti. Servizio di consulenza psicologica per i soci L Associazione culturale Milanosud ricorda ai soci, e a chi volesse associarsi per la prima volta, che è attivo il servizio di consulenza psicologica: chi lo desidera può pertanto usufruire di un colloquio orientativo gratuito. Quando e perché può essere utile chiedere un colloquio psicologico? A volte può trattarsi di un problema personale o familiare che non si riesce più a gestire con le proprie risorse, altre volte ci si accorge di sperimentare un disagio profondo, che si manifesta con sintomi talora incomprensibili, sia psichici che fisici mai vissuti prima; altre ancora ci si trova in una particolare fase di vita che pone Le convenzioni di Milanosud Centro Asteria Ass. Polisp. Dilettantistica P.zza F. Carrara 17.1 sconto 5% Ambulatorio Medico Dentistico Via Lassalle, 5(Citofono 542) sconto 10% Nera Sushi Via Medeghino, 4 sconto 10% Studio estetica Brioschi Via Brioschi 52, sconto 10% parcheggio gratuito. ERREBI Service Ottica Via Antonini, 26 sconto 5% Clinica del Sale Via Val di sole 10, sconti su pacchetti stanza del sale Dental - LUC via Bertacchi, 2 sconto 10% agevolazione nei pagamenti Erboristeria naturalmente Via Bellarmino, 13 Piccole inserzioni nuove richieste a cui non si comprende come far fronte. Parlarne con un esperto può consentire di fare chiarezza sulla propria situazione e scoprire quali sono i passi necessari per ripartire con maggiore serenità. Chi vuole usufruire di una consulenza psicologica gratuita può telefonare al , o scrivere a dott.ssa Mariateresa Mereghetti, psicologa psicoterapeuta, socia e redattrice del giornale, sarà lieta di concordare un colloquio orientativo che avverrà presso il suo studio privato di via Paolo Uccello 6 (MM1 Lotto). Euroacustic Via Lagrange 13, sconti 5% ÉSPERO srl (www.espero.it) via Cadolini 30, sconto del 25% sui corsi per i lettori che metteranno like sulla pagina facebook/esperosrl Oreficeria Jandelli Via Brioschi, 52 sconti % Centro benessere Surya Via Antonelli, 6 sconto 20% Virgola viaggi Corso Colombo, 4 agevolazioni per soci e lettori Centro studi Yoga Via Confalonieri, 26 sconti per soci e lettori Le convenzioni saranno applicate per i soci con la tessera di Milanosud in corso di validità. Per inutilizzo 2 reti/letto in perfette condizioni motorizzate con telecomando, complete di materasso, acquistate a marzo Prezzo: 700 euro trattabili (pagato 860 con regolare fattura). Contatto: Francesca mail: CONSULENZA PSICOLOGICA INCONTRI E CORSI FORMATIVI PER I GENITORI: PSICOLOGA, MASSAGGI AL NEONATO, SOCCORSO PEDIATRICO...

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno III, mese di aprile 2013 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Nella città di Firenze, lo scorso 16 marzo, migliaia e migliaia

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

RASSEGNA STAMPA REGIONALE

RASSEGNA STAMPA REGIONALE Il volto economico delle mafie. Focus sul nord est 15 aprile 2015, ore 9.00-16.00, Vicenza RASSEGNA STAMPA REGIONALE La Prima Pagina 13 aprile 2015 Vicenza, il volto economico delle mafie Focus sul Nord

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE Progetto di mediazione linguistica e culturale per l integrazione di richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale in Italia attraverso il volontariato

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano In data di giovedì 4 giugno dalle ore 20.45 presso Auditorium Moscheni c/o la scuola secondaria F. Nullo si è tenuto il Comitato Genitori n. 4 per l anno

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza La Festa dell Albero Festa dell Albero è la campagna di Legambiente per la tutela del verde e del territorio che quest anno si realizza nell ambito della Giornata Nazionale degli Alberi, finalmente istituita

Dettagli

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria LICEO GIULIO CESARE 7.03.2015 GIORNATA CONTRO LA MAFIA IN COLLABORAZIONE CON: LIBERA VILLA PAGANINI Le origini di Villa Paganini sono legate al cardinale Mariano

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA 1/6 La seduta inizia alle 18.29. PRESIDENTE. Siamo in audizione durante la seconda missione in Puglia come Commissione parlamentare

Dettagli

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI COMUNITÀ DI VITA CRISTIANA ITALIANA (CVX ITALIA) L E G A M I S S I O N A R I A S T U D E NT I (L M S) Via di San Saba, 17-00153 Roma Tel. 06.64.58.01.47 - Fax 06.64.58.01.48 cvxit@gesuiti.it Roma, 22 novembre

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Progetto di massima per la valorizzazione e la promozione del turismo religioso nella Regione Basilicata:

Progetto di massima per la valorizzazione e la promozione del turismo religioso nella Regione Basilicata: Progetto di massima per la valorizzazione e la promozione del turismo religioso nella Regione Basilicata: Predisposto da Don Pierluigi Vignola e Patrizio Pinnarò Introduzione Il turismo religioso in Regione

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA CRISI: ACLI ROMA, "4% ROMANI VIVE SOTTO SOGLIA DI POVERTÀ, IL 7% MANGIA IN MANIERA ADEGUATA OGNI DUE GIORNI" Progetto

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi stampa chiudi PUBBLICITA' E DECORO URBANO Cartelloni abusivi mai rimossi: i comitati per il decoro denunciano sindaco e assessore «Omissione d'atti d'ufficio» e «collocamento pericoloso di cose» i reati

Dettagli

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro Venerdì 17 aprile, è venuta nella nostra scuola signora Tina Montinaro, vedova di Antonio Montinaro, uno dei tre uomini di scorta che viaggiavano nella

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE

ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE 26 OTTOBRE 2015 RELAZIONE PRESIDENTE ing. Filippo Pontiggia E da poco più di un anno che ricopro la carica di Presidente del Gruppo Giovani, un anno trascorso velocemente, ricco

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Prot. n. 115 di Parma Oggetto: Circolare n. 18_2012. A) Sostegno ai Colleghi colpiti dal terremoto. B) Comunicazioni

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Sarà perché la popolarità delle

Sarà perché la popolarità delle Banca etica Adulta a 15 anni Nata nel 1999, è ormai una struttura consolidata, che finanzia 7.500 progetti coniugando solidarietà e mercato di Nerina Trettel Sarà perché la popolarità delle banche continua

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30.

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Proto Tilocca Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Intanto permettetemi di ringraziare, a nome del CTM, la Regione non solo per averci

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST. 48 ANNO SOCIALE 2014-2015 Newsletter N 4 Maggio - Giugno 2015

LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST. 48 ANNO SOCIALE 2014-2015 Newsletter N 4 Maggio - Giugno 2015 Distretto 108Ib-4 1 Circoscrizione Zona B LIONS CLUB SESTO SAN GIOVANNI HOST 48 ANNO SOCIALE 2014-2015 Newsletter N 4 Maggio - Giugno 2015 Presidente Segretario Cerimoniere Luca Sabatini Salvatore Bomparola

Dettagli

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Comunicato Stampa FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Ieri sera l incontro con i cittadini cormanesi per parlare di territorio e residenza Cormano,

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano Tre storie che ci raccontano 1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, 2 3 un graphic designer di esperienza racconta l incontro con Botticelli La Stampa. La nostra azienda

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata Filippo BUBBICO Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata che non si limita presentare il suo

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 3 5 febbraio 04/02/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 16 «Centro storico, il tema ztl è prematuro» 1 03/02/2015 (ed. Modena)

Dettagli

Provinciale di Napoli CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI PROGETTO SICUREZZA E LEGALITÀ Strumenti operativi per prevenire e contrastare efficacemente il racket e l usura, liberare le imprese da tutti i condizionamenti

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE La comunicazione efficace - cioè quella qualità nella comunicazione che produce il risultato desiderato nell interlocutore prescelto - è il prodotto di un perfetto ed equilibrato mix di scientificità,

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli