Redatto Verificato Approvato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Redatto Verificato Approvato"

Transcript

1 DD II IRR EE ZZ II IOO NN EE RR IICCEERR I CC AA,,, II INN GG EEGG NN EE RR II IAA EE CC OO SS TT RR UU ZZ II IOO NN II I TT ee cc nn iii cc aa ee RR iiccee i rr rcc aa TT ee c nn oo lll ooggi ii ee SS pp ee c iii aa llii lis tt ii tic hh ee Cod. identificazione: n esp.1 Pagina 1 di 6 FORNIITURA DII SERBATOII PER ROTABIILII FERROVIIARII Speecci ificcaa teeccni t iccaa n eessp..11 Redatto Verificato Approvato Salvatore Nocchia Giampaolo Mancini Domenico Maresca La presente relazione tecnica non può essere riprodotta parzialmente, salvo approvazione scritta di TRENITALIA S.p.A. Direzione Ricerca, Ingegneria e Costruzioni Tecnica e Ricerca

2

3 INDICE Pagina 1. Oggetto 4 2. Campo di applicazione 4 3. Definizioni 4 4. Caratteristiche dei serbatoi 4 5. Protezione contro la corrosione 4 6. Ulteriori requisiti da soddisfare Verifica del processo di saldatura sul primo lotto Prova di deformazione permanente e di scoppio Eventuale riparazione dei serbatoi 5 7. Documentazione da fornire Documentazione da fornire per i serbatoi per nuovi rotabili Documentazione da fornire per i serbatoi di ricambio per rotabili già esistenti 5 n esp.1 Pagina 3 di 6

4 1. Oggetto La presente specifica tecnica regola la fornitura dei recipienti a pressione (serbatoi) in lega di alluminio, acciaio inox, acciaio non legato realizzati mediante saldatura per rotabili ferroviari. 2. Campo di applicazione La presente specifica tecnica si applica a qualunque recipiente a pressione con le seguenti caratteristiche: destinato all accumulo di aria compressa; applicato su rotabili ferroviari; realizzato in lega di alluminio, in acciaio inox o in acciaio non legato; costruito mediante saldatura. 3. Definizioni Lotto: gruppo di serbatoi uguali, costruiti con gli stessi materiali, realizzati con lo stesso processo di saldatura, presentati al collaudo tutti insieme e costituito da un numero massimo di 100 unità. 4. Caratteristiche dei serbatoi I serbatoi devono essere conformi, in relazione al tipo di materiale, a quanto previsto nelle seguenti disposizioni legislative o norme armonizzate: direttive europee 87/404/CEE e 90/488/CEE (recepite dal D.Lgs. n 311 del 27/09/1991) e norma armonizzata UNI EN se costruiti in lega di alluminio direttive europee 87/404/CEE e 90/488/CEE (recepite dal D.Lgs. n 311 del 27/09/1991) e nella norma armonizzata UNI EN se costruiti in acciaio non legato direttiva europea 97/23/CEE PED (recepita dal D.Lgs. n 93 del 25/02/2000) che non rientrano nel campo di applicazione delle direttive europee 87/404/CEE e 90/488/CEE (ad esempio i serbatoi di altre tipologie di materiali come l acciaio inox e configurazioni di serbatoi diverse dai recipienti semplici a pressione). 5. Protezione contro la corrosione In relazione alla protezione contro la corrosione i serbatoi devono essere conformi, in relazione al tipo di materiale, alle normative specificate al punto 4. Inoltre per i serbatoi in acciaio valgono i seguenti requisiti: i serbatoi costruiti in acciaio inox devono subire un decapaggio finale (interno ed esterno) allo scopo di eliminare interruzioni della superficie passivata dovute al ciclo termico della saldatura. i serbatoi costruiti in acciaio non legato devono essere verniciati all esterno e all interno;. il Fornitore in fase di produzione deve adottare tutti gli accorgimenti necessari affinché il processo di verniciatura utilizzato per la protezione anticorrosiva e di finitura possa garantire il serbatoio stesso per tutta la durata della sua vita. n esp.1 Pagina 4 di 6

5 6. Ulteriori requisiti da soddisfare 6.1 Verifica del processo di saldatura sul primo lotto Trenitalia può richiedere la verifica del processo di saldatura sul primo lotto di fornitura per qualsiasi tipologia di serbatoi. In tal caso, il processo di saldatura sul primo lotto di fornitura deve essere realizzato alla presenza di tecnici Trenitalia i quali possono richiedere ulteriori prove rispetto a quelle previste. Tali prove sono a carico del Fornitore Prova di deformazione permanente e di scoppio Su uno stesso serbatoio prelevato casualmente per ciascun lotto presentato al collaudo, il Fornitore deve eseguire una prova di deformazione permanente e successivamente una prova di scoppio. Prova di deformazione permanente Il recipiente, scelto con le modalità sopra indicate, deve essere portato ad una pressione uguale almeno a 5 volte la pressione massima di esercizio a temperatura ambiente. Tale prova è superata se la deformazione circonferenziale permanente risulta inferiore o uguale all 1% per serbatoi in acciaio inox e acciaio non legato, al 3% per serbatoi in lega di alluminio. Prova di scoppio Dopo la prova di deformazione lo stesso serbatoio deve essere portato fino alla pressione di rottura. La rottura del recipiente deve avvenire senza distacco di parti metalliche e senza interessare le saldature circonferenziali. In caso di esito negativo della prova di deformazione permanente o della prova di scoppio è ammessa la ripetizione delle prove su due altri recipienti dello stesso lotto. Se l esito risulta negativo anche in una sola delle due ulteriori prove, l'intero lotto deve essere rifiutato e i singoli recipienti resi inservibili Eventuale riparazione dei serbatoi Per quanto riguarda eventuali riparazioni dei serbatoi durante la costruzione devono essere soddisfatte le seguenti condizioni: qualsiasi serbatoio riparato tramite saldatura deve essere segnalato e reso rintracciabile; su uno stesso tratto di saldatura di un serbatoio è ammessa una sola riparazione. 7. Documentazione da fornire 7.1. Documentazione da fornire per i serbatoi per nuovi rotabili Per i serbatoi destinati agli impianti pneumatici di veicoli ferroviari di nuova costruzione, il Fornitore deve presentare la seguente documentazione il disegno costruttivo del serbatoi contenente tutte informazioni di progetto previste dalle disposizioni legislative e dalla normativa specificata al punto 4 (ed in particolare i dati di progetto, le indicazioni relative alla marcatura CE, la temperatura di esercizio minima e massima, le istruzioni per l installazione) un documento contenete le informazioni per la vigilanza in servizio e la manutenzione del serbatoio (tali informazioni possono essere incluse nel disegno costruttivo); il welding book contenente le informazioni relative a qualifiche saldatori, qualifiche procedure di saldatura, procedura della gestione delle non conformità di saldatura, ecc.; il Piano di Fabbricazione e Controllo. Tutta la documentazione può essere sottoposta a verifica da parte di Trenitalia Documentazione da fornire per i serbatoi di ricambio per rotabili già esistenti Nel caso in cui i serbatoi siano forniti per ricambi per gli impianti pneumatici di veicoli ferroviari già esistenti e siano destinati a sostituire serbatoi costruiti in accordo a disegno FS o Trenitalia forniti e collaudati secondo ST FS TV.01.S./ST (e pertanto non in conformità a quanto specificato al punto 4), nella documentazione contrattuale (di gara o di fornitura) può essere allegato un disegno FS o Trenitalia che richiama la ST FS TV.01.S./ST non più in vigore e sostituita dalla presente specifica. In tal caso, tale disegno deve essere considerato valido esclusivamente ai fini delle informazioni seguenti: quote d ingombro; interfacce con l impianto pneumatico; tipo di materiale; n esp.1 Pagina 5 di 6

6 pressione massima di esercizio. Utilizzando le informazioni sopra specificate il Fornitore deve quindi procedere alla nuova progettazione e alla realizzazione dei serbatoi in conformità alla disposizioni legislative e alle norme vigenti nonché alla presente specifica. La documentazione da fornire coincide pertanto con quella specificata al punto 7.1 per i serbatoi per nuovi rotabili. n esp.1 Pagina 6 di 6

ISTRUZIONE TECNICA PER LA VERNICIATURA DEI CARRELLI DEL MATERIALE RIMORCHIATO VIAGGIATORI

ISTRUZIONE TECNICA PER LA VERNICIATURA DEI CARRELLI DEL MATERIALE RIMORCHIATO VIAGGIATORI RICERCA INGEGNERIA E COSTRUZIONI Tecnica e Ricerca Tecnologie Specialistiche Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Cod. identificazione: N 375046 Pagina 1 di 6 ISTRUZIONE TECNICA PER LA VERNICIATURA

Dettagli

Alimentatore ca/ca 380/220 V 700 VA

Alimentatore ca/ca 380/220 V 700 VA DIREZIONE TECNICA Identificazione n 371231 Esp. 01 Pagina 1 di 8 Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Il presente documento è di proprietà di Trenitalia. Nessuna parte di questo documento può essere

Dettagli

Valvole fusibili A.T. per circuiti in c.c.

Valvole fusibili A.T. per circuiti in c.c. DIREZIONE TECNICA Viale S. Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Identificazione 309532 Esp. 07 Pagina 1 di 7 "Il presente documento è di proprietà di Trenitalia. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotto,

Dettagli

Cod. identificazione: n Pagina 1 di 22

Cod. identificazione: n Pagina 1 di 22 DDI IIRREEZZI IIOONNEE IINNGGEEGGNNEERRI I IIAA,,, SSI IICCUURREEZZZZAA EE QQUUAALLI IITTÀÀ DDI II SSI IISSTTEEMMAA RRI IICCEERRCCAA,,, IINNGGEEGGNNEERRI I IIAA EE CCOOSSTTRRUUZZI IIOONNI TT ee cc nn iii

Dettagli

Redatto Verificato Approvato. Committente

Redatto Verificato Approvato. Committente RRI IICCEERRCCAA,,, IINNGGEEGGNNEERRI I IIAA EE CCOOSSTTRRUUZZI IIOONNI TT ee cc nn iii cc aa ee RR iiccee i rr rcc aa TT ee c nn oo lll ooggi ii ee SS pp ee c iii aa llii lis tt ii tic hh ee VV iii aa

Dettagli

Introduzione alla norma ISO : 2017

Introduzione alla norma ISO : 2017 Introduzione alla norma ISO 15614-1: 2017 Schio, 5 dicembre 2017 ISO 15614-1 uscita giugno 2017 EN ISO 15614-1 uscita a giugno 2017 UNI EN ISO 15614-1 uscita il 27 luglio 2017 La norma sostituisce la UNI

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA PER LA VERNICIATURA DELL IMPERIALE DEI VEICOLI RIMORCHIATI

ISTRUZIONE TECNICA PER LA VERNICIATURA DELL IMPERIALE DEI VEICOLI RIMORCHIATI RICERCA INGEGNERIA E COSTRUZIONI Tecnica e Ricerca Tecnologie Specialistiche Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Cod. identificazione: N 375058 Pagina 1 di 6 ISTRUZIONE TECNICA PER LA VERNICIATURA

Dettagli

Fornitura di protezioni antigraffiti in pellicola autoadesiva per le superfici esterne dei rotabili

Fornitura di protezioni antigraffiti in pellicola autoadesiva per le superfici esterne dei rotabili DIREZIONE TECNICA Identificazione 371497 Rev. 07 Pagina 1 di 12 Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Specifica tecnica Fornitura di protezioni antigraffiti in pellicola autoadesiva per le Il presente

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO N 5056 PER LA FORNITURA DI SELLETTE PER N 3 MONOTUBI IN PEAD PER LA REALIZZAZIONE DI POLIFORE A SUSSIDIO DI GASDOTTI

CAPITOLATO TECNICO N 5056 PER LA FORNITURA DI SELLETTE PER N 3 MONOTUBI IN PEAD PER LA REALIZZAZIONE DI POLIFORE A SUSSIDIO DI GASDOTTI N 5056 PER LA FORNITURA DI SELLETTE PER N 3 MONOTUBI IN PEAD PER LA REALIZZAZIONE DI POLIFORE A SUSSIDIO DI Archiviazione pag.1 di 8 Note INDICE 1. PREMESSE E GENERALITA 3 2. SELLETTE 4 2.1. Selletta in

Dettagli

MANUALE TECNICO. cod ANCPUX ANCORAGGIO STRUTTURALE PIASTRA UNIVERSALE

MANUALE TECNICO. cod ANCPUX ANCORAGGIO STRUTTURALE PIASTRA UNIVERSALE MANUALE TECNICO cod ANCPUX ANCORAGGIO STRUTTURALE PIASTRA UNIVERSALE Scheda prodotto Manuale di installazione Dichiarazione di conformità del fabbricante Rapporto prova rilasciato da ente terzo (laboratorio

Dettagli

La Marcatura CE EN dei Componenti Metallici

La Marcatura CE EN dei Componenti Metallici La Marcatura CE EN 1090-1 dei Componenti Metallici I Pre-Requisiti al fine di ottenere l autorizzazione alla Marcatura CE dei Componenti metallici - UNI EN 1090-1 - Prodotti Metallici per l esecuzione

Dettagli

CORDINI DI POSIZIONAMENTO CON ASSORBITORE DI ENERGIA PER LAVORI IN QUOTA

CORDINI DI POSIZIONAMENTO CON ASSORBITORE DI ENERGIA PER LAVORI IN QUOTA CORDINI DI POSIZIONAMENTO CON ASSORBITORE DI ENERGIA PER LAVORI IN QUOTA Figura 1 (immagine a carattere puramente indicativo: sono vincolanti solamente le dimensioni quotate) Elaborato da Verificato da

Dettagli

TARGA. É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC. 8.

TARGA. É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC. 8. TARGA 8 É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC. 8.2 Sistema TARGA TARGA in acciaio TGT 134 Strip alfanumerica in acciaio inox 134

Dettagli

QUALIFICAZIONE SENSORI DI VELOCITA ATTIVI E PASSIVI

QUALIFICAZIONE SENSORI DI VELOCITA ATTIVI E PASSIVI E QUALITA DI SISTEMA Apparecchiature di Segnalamento Identificazione 375603 Rev. 00 Pagina 1 di 9 Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE QUALIFICAZIONE SENSORI DI VELOCITA Il presente documento è di

Dettagli

MANUALE TECNICO. cod ANCPPZ PALO DRITTO Ø 80 SP 5 H 500 PIASTRA 250X160X10

MANUALE TECNICO. cod ANCPPZ PALO DRITTO Ø 80 SP 5 H 500 PIASTRA 250X160X10 MANUALE TECNICO cod ANCPPZ PALO DRITTO Ø 80 SP 5 H 500 PIASTRA 250X160X10 Scheda prodotto Manuale di installazione Dichiarazione di conformità del fabbricante Rapporto prova rilasciato da ente terzo (laboratorio

Dettagli

GASD C Foglio 1 di 5

GASD C Foglio 1 di 5 Foglio 1 di 5 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...1 2. NORME DI RIFERIMENTO...1 3. CARATTERISTICHE GENERALI...1 4. MATERIALE...2 5. VERIFICHE E CONTROLLI...2 6. MARCATURA...2 7. DOCUMENTAZIONE...2

Dettagli

Applicazione del trattamento di nichelatura chimica in conformità alla norma UNI EN ISO 4527

Applicazione del trattamento di nichelatura chimica in conformità alla norma UNI EN ISO 4527 DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E QUALITA DI SISTEMA Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Identificazione n 307736 Esp. 03 Pagina 1 di 13 Applicazione del trattamento di nichelatura chimica in Il

Dettagli

SPECIFICA TECNICA MOT A000

SPECIFICA TECNICA MOT A000 APPENDICE TECNICA SPECIFICA TECNICA PNEUMATICI PER AUTOVEICOLI MILITARI edizione base settembre 1976 revisionato 1 ottobre 1996 1 MINISTERO DELLA DIFESA Direzione Generale Motorizz.ne e dei Combustibili

Dettagli

TARGA. É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC.

TARGA. É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC. TARGA É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC. 8.2 Sistema TARGA TARGA in acciaio TGT 150 Strip alfanumerica in acciaio inox 150

Dettagli

SERBATOI GPL PER INSTALLAZIONE DA ESTERNO

SERBATOI GPL PER INSTALLAZIONE DA ESTERNO SERBATOI GPL PER INSTALLAZIONE DA ESTERNO Serbatoi orizzontali e verticali per installazione fuori terra forniti completi delle strumentazioni di sicurezza standard, realizzati in conformità alla Direttiva

Dettagli

CONDIZIONI DI FORNITURA GENERALI SOMMARIO

CONDIZIONI DI FORNITURA GENERALI SOMMARIO Preparato Resp. Qualità Approvato Direzione Pag. 1 di 6 Data di emissione 22/01/2015 SOMMARIO 1. SCOPO... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. RESPONSABILITÀ ED AGGIORNAMENTO... 2 4. MODALITÀ OPERATIVE...

Dettagli

Viale Modena, Rimini (RN)

Viale Modena, Rimini (RN) F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Vandelli Stefano Telefono 335 / 8026580 Fax / E-mail Pec Viale Modena, 26 47900 Rimini (RN) info@centroservizi-industriali.it

Dettagli

Viale Modena, Rimini (RN)

Viale Modena, Rimini (RN) F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Vandelli Stefano Telefono 335 / 8026580 Fax / E-mail Pec Viale Modena, 26 47900 Rimini (RN) info@centroservizi-industriali.it

Dettagli

Norme tecniche per attrezzature a pressione 1

Norme tecniche per attrezzature a pressione 1 Legge federale sulla sicurezza delle installazioni e degli apparecchi tecnici (LSIT) Norme tecniche per attrezzature a pressione 1 Visto l articolo 4a della legge federale del 19 marzo 1976 (modificata

Dettagli

SCHEDA TECNICA /061005

SCHEDA TECNICA /061005 SCHEDA TECNICA 2154610/061005 INTERRUTTORE DI MANOVRA SEZIONA- TORE 3 x 100 A 400 V c.a. COMBINATO CON PORTAFUSIBILE ED ASSEMBLATO SU PIA- STRA DI SUPPORTO (QUADRI B.T.) (Immagine puramente illustrativa)

Dettagli

Codice Progetto proposto UNI Adozione ISO. Titolo Sommario

Codice Progetto proposto UNI Adozione ISO. Titolo Sommario UNI1603152 Titolo Rame e leghe di rame - Raccordi - Raccordi meccanici per tubi di polietilene La norma specifica i requisiti minimi relativi alle caratteristiche tecniche e alle prestazioni dei raccordi

Dettagli

UNI EN Evacuazione fumo e calore Ventilazione naturale giornaliera Illuminazione naturale

UNI EN Evacuazione fumo e calore Ventilazione naturale giornaliera Illuminazione naturale progettazione, produzione, soluzione ENFC a lamelle ad impatto estetico installazione verticale UNI EN 12101-2 Evacuazione fumo e calore Ventilazione naturale giornaliera Illuminazione naturale Informazioni

Dettagli

PIANO DELLE REGOLE RELAZIONE

PIANO DELLE REGOLE RELAZIONE Comune di Galbiate Provincia di Lecco Sindaco: Livio Bonacina Ass. all Edilizia e Urbanistica: Anna M.R. Sacco Responsabile Area Tecnica: Rodolfo Riva PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALBIATE

Dettagli

INDICE 1 REQUISITI GENERALI RIFERIMENTI PARTICOLARI TERMINI, DEFINIZIONI, SIMBOLI ED ABBREVIAZIONI... 3

INDICE 1 REQUISITI GENERALI RIFERIMENTI PARTICOLARI TERMINI, DEFINIZIONI, SIMBOLI ED ABBREVIAZIONI... 3 REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE DI ALLACCIAMENTO DI APPARECCHI A GAS PER USO INDICE 1 REQUISITI GENERALI... 2 2 RIFERIMENTI PARTICOLARI... 2 3 TERMINI, DEFINIZIONI, SIMBOLI ED ABBREVIAZIONI... 3

Dettagli

Caratteristiche tecniche e costruttive

Caratteristiche tecniche e costruttive Caratteristiche tecniche e costruttive Il produttore ed accumulo e è costituito da due serbatoi coassiali assemblati con il sistema TANK IN TANK. Grazie al particolare accoppiamento dei serbatoi, la totale

Dettagli

CONDIZIONI TECNICHE PER LA FORNITURA DI COPERTURE IN TESSUTO PLASTIFICATO PER SEDILI FERROVIARI

CONDIZIONI TECNICHE PER LA FORNITURA DI COPERTURE IN TESSUTO PLASTIFICATO PER SEDILI FERROVIARI E QUALITA DI SISTEMA Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE 375732 Rev. 0 Pagina 1 di 10 COPERTURE IN TESSUTO PLASTIFICATO PER SEDILI "Il presente documento è di proprietà di Trenitalia. Nessuna parte

Dettagli

L ADESIONE DELL ALLUMINIO VERNICIATO CON I SIGILLANTI STRUTTURALI PROCEDURA PER LA QUALIFICAZIONE DEI PRODOTTI VERNICIANTI A MARCHIO QUALITAL SG

L ADESIONE DELL ALLUMINIO VERNICIATO CON I SIGILLANTI STRUTTURALI PROCEDURA PER LA QUALIFICAZIONE DEI PRODOTTI VERNICIANTI A MARCHIO QUALITAL SG UALITAL L ADESIONE DELL ALLUMINIO VERNICIATO CON I SIGILLANTI STRUTTURALI PROCEDURA PER LA UALIFICAZIONE DEI PRODOTTI VERNICIANTI A MARCHIO UALITAL SG UALITAL SG Cameri, 07/04/2017 SG2017 rev04_2017 Pagina

Dettagli

SERBATOI GPL PER INSTALLAZIONE DA INTERRO

SERBATOI GPL PER INSTALLAZIONE DA INTERRO SERBATOI GPL PER INSTALLAZIONE DA INTERRO Serbatoi orizzontali e verticali per installazione interrata modello NATURA forniti completi delle strumentazioni di sicurezza standard, rivestimento epossidico

Dettagli

- MANUALE DI SICUREZZA -

- MANUALE DI SICUREZZA - EUROPAIR srl Via Po, 160 20032 - Cormano (Mi) P.IVA C.F. 04009650963 Tel. 39 02 66305530 Fax 39 02 66306876 info@europairitalia.it - www.europairitalia.it UNI EN ISO 9001 - MANUALE DI SICUREZZA - SERRANDE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO N 5054 PER LA FORNITURA DI GIUNTO PER MONOTUBO PORTACAVI IN PEAD PER LA REALIZZAZIONE DI POLIFORE A SUSSIDIO DI GASDOTTI

CAPITOLATO TECNICO N 5054 PER LA FORNITURA DI GIUNTO PER MONOTUBO PORTACAVI IN PEAD PER LA REALIZZAZIONE DI POLIFORE A SUSSIDIO DI GASDOTTI PER LA FORNITURA DI GIUNTO N 5054 PER LA FORNITURA DI GIUNTO PER MONOTUBO PORTACAVI IN PEAD PER LA REALIZZAZIONE DI POLIFORE A SUSSIDIO DI Archiviazione pag.1 di 8 Note PER LA FORNITURA DI GIUNTO INDICE

Dettagli

CAPITOLATO MATERIALE FORGIATI. ACCIAIO INOSSIDABILE LEGA X5CrNiMo (1.4401, AISI 316)

CAPITOLATO MATERIALE FORGIATI. ACCIAIO INOSSIDABILE LEGA X5CrNiMo (1.4401, AISI 316) CAPITOLATO MATERIALE FORGIATI ACCIAIO INOSSIDABILE LEGA X5CrNiMo17-12-2 (1.4401, AISI 316) ACCIAIO INOSSIDABILE - Lega X5CrNiMo17-12-2 (1.4401, AISI 316) 2 C O N T E N U T I 1. GENERALE APPLICAZIONI 2.

Dettagli

LA MARCATURA CE DELLE STRUTTURE METALLICHE (ACCIAIO E ALLUMINIO) SECONDO EN , IN CONFORMITA AL REGOLAMENTO (UE) 305/2011.

LA MARCATURA CE DELLE STRUTTURE METALLICHE (ACCIAIO E ALLUMINIO) SECONDO EN , IN CONFORMITA AL REGOLAMENTO (UE) 305/2011. LA MARCATURA CE DELLE STRUTTURE METALLICHE (ACCIAIO E ALLUMINIO) SECONDO EN 1090-1, IN CONFORMITA AL REGOLAMENTO (UE) 305/2011 22 Ottobre 2016 SB studio www.essebistudio.com www.marcatura-ce-cancelli.it

Dettagli

Sistema TARGA. É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC.

Sistema TARGA. É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC. Sistema TARGA 7 É il sistema di siglatura per marcature da impiegare anche in ambienti aggressivi, disponibile in acciaio e PVC. 7.1 TARGA in acciaio TGT 181 Strip alfanumerica in acciaio inox 181 Fascette

Dettagli

ART. VS.RS. - VALVOLE A SFERA RS IN ACCIAIO INOX AISI 304

ART. VS.RS. - VALVOLE A SFERA RS IN ACCIAIO INOX AISI 304 VALVOLE ART. VS.RS. - VALVOLE A IN ACCIAIO INOX AISI 304 VALVOLE A Le valvole tipo RS sono progettate per soddisfare le pressanti esigenze della clientela che chiede un prodotto alternativo economico.

Dettagli

GREMBIULE IN CROSTA PER SALDATORI

GREMBIULE IN CROSTA PER SALDATORI GREMBIULE IN CROSTA PER SALDATORI (immagine a carattere puramente indicativo) Elaborato da Verificato da Sicurezza e Ambiente Verificato da Unificazione Impianti & Materiali Approvato da Qualità e Sicurezza

Dettagli

Cod. identificazione: n 371497 esp.5. Pagina 1 di 13

Cod. identificazione: n 371497 esp.5. Pagina 1 di 13 DDI IIRREEZZI IIONNEE IINNGEEGNNEERRI I IIAA SSI IICCUURREEZZZZAA EE QUUAALLI IITTÀÀ DDI II SSI IISSTTEEMAA TTeeccnnool llooggi iiee MMaat tteer ri iiaal llee RRoot ttaabbi iil llee SSi iisst tteemmi ii

Dettagli

ACEA Distribuzione SpA Direzione Operazioni. Fornitura di batteria di accumulatori stazionari al piombo 110 Vcc 400 Ah per Cabina Primaria

ACEA Distribuzione SpA Direzione Operazioni. Fornitura di batteria di accumulatori stazionari al piombo 110 Vcc 400 Ah per Cabina Primaria ACEA DISTRIBUZIONE S.P.A. RETE A.T. WBS ACEA Distribuzione SpA Direzione Operazioni DISEGNO FOGLIO Fornitura di batteria di accumulatori stazionari al piombo 110 Vcc 400 Ah per Cabina Primaria SPECIFICA

Dettagli

SCHEDA TECNICA /061005

SCHEDA TECNICA /061005 SCHEDA TECNICA 2154645/061005 INTERRUTTORE DI MANOVRA SEZIONA- TORE 3 x 400 A 400 V c.a. COMBINATO CON PORTAFUSIBILE ED ASSEMBLATO SU PIA- STRA DI SUPPORTO (QUADRI B.T.) (Immagine puramente illustrativa)

Dettagli

Cilindri corsa breve Serie QP - QPR 1/ Serie QP: semplice e doppio effetto

Cilindri corsa breve Serie QP - QPR 1/ Serie QP: semplice e doppio effetto CATALOGO > Release 8.7 > Cilindri Serie QP - QPR Cilindri corsa breve Serie QP - QPR Serie QP: semplice e doppio effetto, magnetici Serie QPR: antirotazione, a doppio effetto, magnetici ø 2, 6, 20, 25,

Dettagli

Serie QP: semplice e doppio effetto, magnetici Serie QPR: antirotazione, a doppio effetto, magnetici ø 12, 16, 20, 25, 32, 40, 50, 63, 80, 100 mm

Serie QP: semplice e doppio effetto, magnetici Serie QPR: antirotazione, a doppio effetto, magnetici ø 12, 16, 20, 25, 32, 40, 50, 63, 80, 100 mm > Cilindri Serie QP - QPR CATALOGO > Release 8.6 Cilindri corsa breve Serie QP - QPR Serie QP: semplice e doppio effetto, magnetici Serie QPR: antirotazione, a doppio effetto, magnetici ø 2, 6, 20, 25,

Dettagli

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale A G E A Agenzia per le erogazioni in agricoltura Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale Associazione Produttori Olivicoli aderente al CNO Finanziato

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED)

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) Allegato III - MODULO F Conformità al tipo basata sulla verifica delle attrezzature

Dettagli

OCCHIALI PROTETTIVI PER TAGLIO E SALDATURA AUTOGENA A GAS

OCCHIALI PROTETTIVI PER TAGLIO E SALDATURA AUTOGENA A GAS OCCHIALI PROTETTIVI PER TAGLIO E SALDATURA AUTOGENA A GAS (immagine a carattere puramente indicativo) Elaborato da Verificato da Sicurezza e Ambiente Verificato da Unificazione Impianti & Materiali Approvato

Dettagli

SCHEMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI MANICOTTI PER GIUNZIONI MECCANICHE DI BARRE DI ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO SECONDO LA NORMA UNI :2007

SCHEMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI MANICOTTI PER GIUNZIONI MECCANICHE DI BARRE DI ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO SECONDO LA NORMA UNI :2007 SCHEMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI MANICOTTI PER GIUNZIONI MECCANICHE DI BARRE DI ACCIAIO PER CEMENTO ARMATO SECONDO LA NORMA UNI 11240-1:2007 Il presente documento è stato approvato dalla Commissione Prodotti

Dettagli

11. APPARECCHI A PRESSIONE

11. APPARECCHI A PRESSIONE 01. Gli apparecchi e impianti a pressione 1 sono conformi ai regolamenti speciali emessi da ANCC/ISPESL, laddove applicabili, e alle altre normative vigenti 02. Anche quando non soggetti a normative specifiche

Dettagli

Modulo F Conformità al tipo basata sulla verifica dei prodotti in conformità alla Direttiva 2014/68/UE

Modulo F Conformità al tipo basata sulla verifica dei prodotti in conformità alla Direttiva 2014/68/UE Rev. 03 Pagina 1 di 8 Modulo F Conformità al tipo basata sulla verifica dei prodotti in conformità alla Direttiva 2014/68/UE 03 02 01 00 Aggiornamento Generale 06/06/2018 DT RQ CD Modifiche redazionali

Dettagli

RAPPORTI ESTINTORI PER PERSONA COMPETENTE (MANUTENTORE ESTERNO)

RAPPORTI ESTINTORI PER PERSONA COMPETENTE (MANUTENTORE ESTERNO) Sezione CONTROLLO INIZIALE ESTINTORE DI PRESA IN CARICO CONTROLLI VISIVI E DOCUMENTALI l estintore non rientra tra quelli per cui non è consentita la manutenzione le iscrizioni e le marcature sono presenti

Dettagli

II-NORMATIVE. Maggiori informazioni sono reperibili sul sito web di Fondazione Promozione Acciaio:

II-NORMATIVE. Maggiori informazioni sono reperibili sul sito web di Fondazione Promozione Acciaio: II-NORMATIVE 1-Norme tecniche per le Costruzioni DM 14/09/2005 e DM 14/01/2008 Di seguito vengono elencati i principali capitoli delle NTC relativi all acciaio per le costruzioni (Testo come G.U. n. 29

Dettagli

NEW Ø 25. Fornito di serie con: Stelo non rotante Paracolpi elastici. Flangia. Magnetico* Cilindri pneumatici telescopici Ø 25 63 a 2-3 stadi

NEW Ø 25. Fornito di serie con: Stelo non rotante Paracolpi elastici. Flangia. Magnetico* Cilindri pneumatici telescopici Ø 25 63 a 2-3 stadi Cilindri pneumatici telescopici 25 63 a 2-3 stadi NEW 25 Fornito di serie con: Stelo non rotante Paracolpi elastici Flangia Magnetico* * Il sensore posto sulla camicia, rileva la posizione solo del 1 stadio

Dettagli

Acea Ato2 SpA POMPE DOSAGGIO IPOCLORITO DI SODIO

Acea Ato2 SpA POMPE DOSAGGIO IPOCLORITO DI SODIO POMPE DOSAGGIO IPOCLORITO DI SODIO ELABORATO VERIFICATO APPROVATO Nome G. Della Rocca M. Sartori M. Spizzirri Funzione Ing. della Manutenzione Ing. della Manutenzione Pianificazione Pagina 1 di 6 OGGETTO

Dettagli

file://c:\programmi\sistema Qualità\Help.html

file://c:\programmi\sistema Qualità\Help.html Pagina 1 di 6 Normative nazionail ed internazionali Codice Denominazione Rev Data Cart. EDP NOR - RAULT 11-04-002 6681.1984 6682.1987 7485.1975 9160.1987 9162.1987 9238.1988 ALL Produits plats en acier

Dettagli

MACCHINE PER LA RACCOLTA

MACCHINE PER LA RACCOLTA Disciplinare di Sicurezza 16.01 MACCHINE PER LA RACCOLTA Vendemmiatrici semoventi Revisione: del: 1.1 01/04/2008 Data: 01/04/08 Documento: 16.01 Disciplinare Vendemmiatrici semoventi Rev.: 1.1 Pagina 2

Dettagli

areti SpA Specifica Tecnica per la fornitura di Schermo a mano per saldature Immagine esclusivamente indicativa DAS 20

areti SpA Specifica Tecnica per la fornitura di Schermo a mano per saldature Immagine esclusivamente indicativa DAS 20 Specifica Tecnica per la fornitura di Schermo a mano per saldature Immagine esclusivamente indicativa DAS 20 Unità Sicurezza e Ambiente Rev. 3 - Elaborato Responsabile dell Unità Ingegneria dei Componenti

Dettagli

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL INTERNO IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL INTERNO VISTA la direttiva n.89/106/cee relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative,

Dettagli

INSIEL S.p.A. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica OGGETTO. Dispositivi di Chiusura per Tubi Lisci, Corrugati e Tritubi. Integrazioni: 27 marzo

INSIEL S.p.A. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica OGGETTO. Dispositivi di Chiusura per Tubi Lisci, Corrugati e Tritubi. Integrazioni: 27 marzo LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica Data: 28 marzo 2007 OGGETTO GGETTO: Dispositivi di Chiusura per Tubi Lisci, Corrugati e Tritubi Integrazioni: 27 marzo 2009 Riferimento: INSIEL_ST_CHIUSURATUBI _09

Dettagli

PROGETTARE PROGETTARE. Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione. 00 xx/xx/xxxx Prima emissione

PROGETTARE PROGETTARE. Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione. 00 xx/xx/xxxx Prima emissione PROGETTARE Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione 00 xx/xx/xxxx Prima emissione INDICE SCOPO DELLA PROCEDURA RESPONSABILITÀ CAMPO DI APPLICAZIONE MODALITÀ OPERATIVE MONITORAGGIO E MISURAZIONE

Dettagli

areti SpA Specifica Tecnica per la fornitura di Occhiali protettivi per taglio e saldatura autogena a gas Immagine esclusivamente indicativa DAO 21

areti SpA Specifica Tecnica per la fornitura di Occhiali protettivi per taglio e saldatura autogena a gas Immagine esclusivamente indicativa DAO 21 Specifica Tecnica per la fornitura di Immagine esclusivamente indicativa DAO 21 Unità Sicurezza e Ambiente Rev. 3 - Elaborato Responsabile dell Unità Ingegneria dei Componenti Il RSPP Ernesto Bigazzi Marcello

Dettagli

areti SpA Specifica Tecnica per la fornitura di Occhiali di protezione particelle alta velocità (bassa energia) arco elettrico da cortocircuito

areti SpA Specifica Tecnica per la fornitura di Occhiali di protezione particelle alta velocità (bassa energia) arco elettrico da cortocircuito Specifica Tecnica per la fornitura di Immagine esclusivamente indicativa DAO 02 Unità Sicurezza e Ambiente Rev. 3 - Elaborato Responsabile dell Unità Ingegneria dei Componenti Il RSPP Ernesto Bigazzi Marcello

Dettagli

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE dei prodotti laminati a caldo di acciai per impieghi strutturali di cui alla norma UNI EN 10025-1, edizione

Dettagli

DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E

DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E DDI IIRREEZZI IIONNEE IINNGEEGNNEERRI I IIAA SSI IICCUURREEZZZZAA EE QUUAALLI IITTÀÀ DDI II SSI IISSTTEEMAA TTeeccnnool llooggi iiee MMaat tteer ri iiaal llee RRoot ttaabbi iil llee SSi iisst tteemmi ii

Dettagli

LA DIRETTIVA EUROPEA 2014/68/UE - PED

LA DIRETTIVA EUROPEA 2014/68/UE - PED LA DIRETTIVA EUROPEA 2014/68/UE - PED Ing. Lorenzo Scano Studio Scano Associato Piazzale Chiavris, 66 33100 Udine, ITALY (EU) 1 2014/68/UE - PED: COS È? Direttiva di prodotto relativa alle attrezzature

Dettagli

Raccordi a compressione in ottone - Tenuta metallica

Raccordi a compressione in ottone - Tenuta metallica - 163 - Informazioni Tecniche e Applicazioni Conformi alle norme UNI EN 1254-2, UNI EN 1254-4 Idonei per accoppiamento con tubi di rame secondo UNI EN 1057 sia in verghe (R290 o R250) che in rotoli (R220)

Dettagli

Linee Guida Incollaggio nel settore ferrotramviario e metropolitano. Parte 5 Manutenzione e riparazione

Linee Guida Incollaggio nel settore ferrotramviario e metropolitano. Parte 5 Manutenzione e riparazione nel Settore Ferrotramviario e Del 16/11/15 Pag. 1 di 8 nel settore ferrotramviario e metropolitano Manutenzione e riparazione Pag. 2 di 8 Indice 1. Scopo... 3 2. Campo di applicazione... 3 3. Classificazione

Dettagli

QUADRI IN VETRORESINA

QUADRI IN VETRORESINA QUADRI IP65 CIECHI 7 dimensioni Halogen free Telaio componibile e regolabile in profondità Guide DIN regolabili in altezza Pannelli removibili Elevata robustezza Design di elevato livello estetico Fissaggi

Dettagli

Gancio per il sistema di trazione unificato da 1 MN conforme alla EN 15566

Gancio per il sistema di trazione unificato da 1 MN conforme alla EN 15566 DIREZIONE TECNICA Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Identificazione N. 375871 Esp. 00 Pagina 1 di 19 Il presente documento è di proprietà di Trenitalia. Nessuna parte di questo documento può essere

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED)

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) PR PART ON/PED/C2 Rev. 0 del 19/07/2016 IMQ S.p.A. Funzione FP Indice ART.

Dettagli

NORME TECNICHE DELLE COSTRUZIONI (DM NTC2008)

NORME TECNICHE DELLE COSTRUZIONI (DM NTC2008) NORME TECNICHE DELLE COSTRUZIONI (DM 14.01.2008 NTC2008) QUALIFICAZIONE DEI MATERIALI -Capitolo 4.6 Costruzioni di altri materiali -Capitolo 11 Materiali e prodotti per uso strutturale 14 4.6 Costruzioni

Dettagli

OCCHIALI DI PROTEZIONE

OCCHIALI DI PROTEZIONE OCCHIALI DI PROTEZIONE (immagine a carattere puramente indicativo) Elaborato da Verificato da Sicurezza e Ambiente Verificato da Unificazione Impianti & Materiali Approvato da Qualità e Sicurezza Approvato

Dettagli

SCHEMA per la certificazione dei tubi di rame senza saldatura per condizionamento e refrigerazione cui alla norma UNI EN :2010

SCHEMA per la certificazione dei tubi di rame senza saldatura per condizionamento e refrigerazione cui alla norma UNI EN :2010 SCHEMA per la certificazione dei tubi di rame senza saldatura per condizionamento e refrigerazione cui alla norma UNI EN 12735-1:2010 Il presente documento è stato approvato dalla Commissione Prodotti

Dettagli

Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 2 FONDERIA

Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 2 FONDERIA Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 1 Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 2 FONDERIA Nella tecnica di fonderia il metallo, fuso nei forni, viene colato o

Dettagli

Sistema / Edificio / Argomento. Elaborato Livello Tipo / S tipo. Data 07/02/2014. Centrale / Impianto: Titolo Elaborato: GR AD 00131

Sistema / Edificio / Argomento. Elaborato Livello Tipo / S tipo. Data 07/02/2014. Centrale / Impianto: Titolo Elaborato: GR AD 00131 Elaborato Livello Tipo / S tipo GR AD 00131 TD - Fogli dati ETQ-00028315 - Sistema / Edificio / Argomento EMR - Edificio immagazzinamento rifiuti solidi radioattivi Rev. 01 Data 0/02/14 Centrale / Impianto:

Dettagli

CONVEGNO. La norma UNI EN 1090 Inquadramento normativo ed aggiornamenti. Confindustria Udine - 9 Dicembre

CONVEGNO. La norma UNI EN 1090 Inquadramento normativo ed aggiornamenti. Confindustria Udine - 9 Dicembre CONVEGNO Confindustria Udine - 9 Dicembre 2014 1 Competitività Operare meglio degli altri (i concorrenti che abbiamo scelto ) Essere competitivi sul mercato è un gioco di squadra (di contesto ) Il contesto

Dettagli

QUESITI E RISPOSTE n. 2

QUESITI E RISPOSTE n. 2 QUESITI E RISPOSTE n. 2 Oggetto: Gara a Procedura Ristretta TRNIT.CORP.RMW0103.0000053 dell 11.12.2008 per l affidamento delle operazioni di trasformazione di n. 30 carrozze UIC-X in Semipilota IR CIG

Dettagli

BOMBOLE PER METANO PER ALIMENTAZIONE VEICOLI

BOMBOLE PER METANO PER ALIMENTAZIONE VEICOLI BOMBOLE PER METANO PER ALIMENTAZIONE VEICOLI NORME (NAZIONALI ED ECE ONU) DI COSTRUZIONE DELLE BOMBOLE PER METANO La normativa nazionale prevede che le bombole devono: sopportare una pressione di esercizio

Dettagli

PROCEDURA PER LA QUALIFICAZIONE DEI PRODOTTI VERNICIANTI A MARCHIO QUALITAL SG REV. 03

PROCEDURA PER LA QUALIFICAZIONE DEI PRODOTTI VERNICIANTI A MARCHIO QUALITAL SG REV. 03 Q QUALITAL ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE INDUSTRIALE DELL ALLUMINIO Sede legale: Via Dei Missaglia 97 20142 Milano Direzione, Segreteria e Laboratorio di prova: Via privata Ragni 13/15 28062 Cameri (Novara)

Dettagli

IMBRACATURA PER IL CORPO ANTICADUTA CON CINTURA DI POSIZIONAMENTO

IMBRACATURA PER IL CORPO ANTICADUTA CON CINTURA DI POSIZIONAMENTO IMBRACATURA PER IL CORPO ANTICADUTA CON CINTURA DI POSIZIONAMENTO (immagine puramente illustrativa) Elaborato da Verificato da Sicurezza e Ambiente Verificato da Unificazione Impianti & Materiali Approvato

Dettagli

IL CONTROLLO DEL PROCESSO DI FABBRICAZIONE -Dott. Ing. Mauro Scasso -Segretario Generale IIS -

IL CONTROLLO DEL PROCESSO DI FABBRICAZIONE -Dott. Ing. Mauro Scasso -Segretario Generale IIS - IL CONTROLLO DEL PROCESSO DI FABBRICAZIONE -Dott. Ing. Mauro Scasso -Segretario Generale IIS - Seminario La certificazione del processo di saldatura secondo la norma UNI EN ISO 3834 Vicenza 1 Febbraio

Dettagli

GESTIONE SISTEMA QUALITA AQC 3630 PIANO DI CONTROLLO PER CORPI RIDUTTORE CON PIGNONE SUPPORTATO

GESTIONE SISTEMA QUALITA AQC 3630 PIANO DI CONTROLLO PER CORPI RIDUTTORE CON PIGNONE SUPPORTATO 1. SCOPO Il seguente piano di collaudo definisce le modalità di controllo ed i criteri di accettabilità delle fusioni e delle lavorazioni meccaniche dei corpi riduttore con pignone supportato (vedi disegno

Dettagli

La Certificazione ISO 3834 per le officine di carpenteria metallica

La Certificazione ISO 3834 per le officine di carpenteria metallica La Certificazione ISO 3834 per le officine di carpenteria metallica Analisi della ISO 3834 per la certificazione delle officine di carpenteria metallica, resa obbligatoria prima dalle NTC 2008 (DM 14 gennaio

Dettagli

Capitolato Speciale di Appalto

Capitolato Speciale di Appalto Capitolato Speciale di Appalto PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI CINQUE GRUPPI FRIGORIFERI PER LE SEDI DI VIA OSTIENSE 163 E VIA OSTIENSE 236 Importo a base di gara 423 098,14 Responsabile Unico del

Dettagli

VALORIZZIAMO IL SERRAMENTO. Finestra Qualità CasaClima : il valore del marchio

VALORIZZIAMO IL SERRAMENTO. Finestra Qualità CasaClima : il valore del marchio Finestra Qualità CasaClima : il valore del marchio ferrari Qualitá CasaClima nella Slide 3 06/03/2013 Norma UNI EN 14351-1 In vigore dai 01/02/2010 Prove iniziali di Tipo Norma UNI 10818 ( Linee guida

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED)

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) Titolo PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA DIRETTIVA 2014/68/UE (PED) Allegato III - MODULO G - Conformità basata sulla verifica dell unità Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PR PART

Dettagli

Revamping: dalle specifiche contrattuali alla messa in servizio e collaudo

Revamping: dalle specifiche contrattuali alla messa in servizio e collaudo ATTREZZATURE IN PRESSIONE: Le novità, dalla Revamping: dalle specifiche contrattuali alla messa in servizio e collaudo - 22 ottobre 2010 Relatore: ing. Marco Giacobbo Con il patrocinio di dalla Progettazione

Dettagli

GUANTI DI PROTEZIONE SPECIFICA CONTRO IL CALORE

GUANTI DI PROTEZIONE SPECIFICA CONTRO IL CALORE GUANTI DI PROTEZIONE SPECIFICA CONTRO IL CALORE (immagine puramente illustrativa) Elaborato da Verificato da Sicurezza e Ambiente Verificato da Unificazione Impianti e Materiali Approvato da Qualità e

Dettagli

IL GIUSTO CAMINO PER IL GIUSTO APPARECCHIO CAMINI CANALI DA FUMO CONDOTTI CANNE FUMARIE METALLICHE

IL GIUSTO CAMINO PER IL GIUSTO APPARECCHIO CAMINI CANALI DA FUMO CONDOTTI CANNE FUMARIE METALLICHE IL GIUSTO CAMINO PER IL GIUSTO APPARECCHIO CAMINI CANALI DA FUMO CONDOTTI CANNE FUMARIE METALLICHE STOP ALL USO DI ACCIAIO AISI 304 Vm PER TUTTI I COMBUSTIBILI STOP ALL USO DI ALLUMINIO Vm CON SPESSORI

Dettagli

IL GIUSTO CAMINO PER IL GIUSTO APPARECCHIO CAMINI CANALI DA FUMO CONDOTTI CANNE FUMARIE METALLICHE

IL GIUSTO CAMINO PER IL GIUSTO APPARECCHIO CAMINI CANALI DA FUMO CONDOTTI CANNE FUMARIE METALLICHE IL GIUSTO CAMINO PER IL GIUSTO APPARECCHIO CAMINI CANALI DA FUMO CONDOTTI CANNE FUMARIE METALLICHE STOP ALL USO DI ACCIAIO AISI 304 Vm PER TUTTI I COMBUSTIBILI STOP ALL USO DI ALLUMINIO Vm CON SPESSORI

Dettagli

STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO LINEE GUIDA

STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO LINEE GUIDA STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO Progetto ideato con la collaborazione di Segreteria organizzativa a cura di: LINEE GUIDA PREMESSA Con la presente iniziativa la Camera di Commercio

Dettagli

Istituto Comprensivo G. Verga

Istituto Comprensivo G. Verga Istituto Comprensivo G. Verga Via M. Rapisardi, 38 cap 903 Fiumefreddo di Sicilia (CT) Tel. 09-638 - Fax 09-6- e-mail: ctic8600d@istruzione.it ctic8600d@pec.istruzione.it - www.icvergafiumefreddodisicilia.it

Dettagli

ART. VSIC. - VALVOLE DI SICUREZZA

ART. VSIC. - VALVOLE DI SICUREZZA ITC ISP ART. VSIC. - DI DI Le valvole di sicurezza in acciaio inox AISI 304L/316L sono impiegate nei processi industriali di numerosi settori nei campi alimentare e chimico. Le valvole di sicurezza svolgono

Dettagli

Ordinanza sulla sicurezza dei recipienti semplici a pressione

Ordinanza sulla sicurezza dei recipienti semplici a pressione Ordinanza sulla sicurezza dei recipienti semplici a pressione (Ordinanza sui recipienti a pressione) 819.122 del 20 novembre 2002 (Stato 1 luglio 2010) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo

Dettagli

DECAL MEDITERRANEO S.r.l. Nuovo terminale combustibili FOGLIO DATI. FOGLIO DATI SERBATOIO m³

DECAL MEDITERRANEO S.r.l. Nuovo terminale combustibili FOGLIO DATI. FOGLIO DATI SERBATOIO m³ C-0054 33_I.B._X_XI_MEC_03_rev0b.pdf di 5 DATI DI PROGETTO Numero di serbatoi Sigle Diametro nominale (mm) Altezza nominale di sicurezza (mm) Livello operativo di progetto (mm) Livello test idraulico (mm)

Dettagli

SCARICATORI PER SOVRATENSIONI PER INSTALLAZIONE SU MORSETTIERA INDICE

SCARICATORI PER SOVRATENSIONI PER INSTALLAZIONE SU MORSETTIERA INDICE Foglio 1 di 6 INDICE 1. PREMESSA 2 2. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3. NORME DI RIFERIMENTO 2 4. CONDIZIONI DI PROGETTO 2 5. CARATTERISTICHE DI FUNZIONAMENTO 2 6. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 3 7. VERIFICHE

Dettagli