Il PNRR in Lombardia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il PNRR in Lombardia"

Transcript

1 Il PNRR in Lombardia 14 aprile 2022 Segreteria Tecnica del Patto per lo Sviluppo PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 1

2 PNRR I DOCUMENTI DOSSIER MONITORAGGIO DELL ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA - SERVIZIO STUDI CAMERA E SENATO ( AGGIORNATO ALL 11 APRILE) Descrive traguardi ed obiettivi da conseguire entro il 30 giugno Nel primo semestre 2022 sono previsti 45 interventi, di cui 15 Riforme e 30 Investimenti. Per la quasi totalità degli interventi (44) è previsto il conseguimento di traguardi (milestone) (ossia adozione di norme, conclusione di accordi, aggiudicazione di appalti, avvio di sistemi informativi, ecc.); l unico obiettivo (target1) da conseguire riguarda l assunzione di un determinato numero di addetti nell ufficio per il processo. I 45 traguardi e obiettivi da conseguire nel primo semestre 2022 riguardano le seguenti Missioni: Missione 1 Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo: 1 obiettivo e 13 traguardi; Missione 2 Rivoluzione verde e transizione ecologica: 14 traguardi; Missione 4 Istruzione e ricerca: 8 traguardi; Missione 5 Inclusione e coesione: 4 traguardi; Missione 6 Salute: 6 traguardi PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 2

3 PNRR LA GOVERNANCE IL NUCLEO PNRR STATO-REGIONI Il Nucleo PNRR Stato-Regioni è stato istituito dal DL 152 del 6 novembre 2021 presso il Dipartimento degli Affari regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Nucleo è ora operativo. Il Nucleo fornisce supporto tecnico per l attuazione delle riforme e degli investimenti previsti dal PNRR e, in particolare: a) cura l'istruttoria di tavoli tecnici settoriali con le Regioni e gli Enti locali; b) supporta le Regioni nell elaborazione del «Progetto bandiera»; c) fornisce assistenza agli enti territoriali, con particolare riferimento ai piccoli Comuni, in raccordo con le altre iniziative di supporto tecnico attivate; d) condivide con la Presidenza del Consiglio dei Ministri le informazioni raccolte e diffonde, anche via Internet, informazioni sulle attività svolte nei tavoli di coordinamento e nelle attività di assistenza PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 3

4 PNRR: LE REGIONI PROGETTI BANDIERA Secondo quanto comunicato dalla Ministra Gelmini, i fondi non spesi del Pnrr potranno essere destinati ai 'Progetti bandiera' delle Regioni, purché restino all'interno della stessa 'missione' del Recovery plan. La proposta di Progetto Bandiera di Regione Lombardia, che riguarda l ambito sanitario, è al vaglio del Governo PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 4

5 PNRR LA GOVERNANCE LA PIATTAFORMA NAZIONALE DI ASSISTENZA TECNICA Per rafforzare ulteriormente il supporto all attuazione del PNRR, è in fase di implementazione una piattaforma di servizi, a cura di Cassa Depositi e Prestiti, Invitalia e Mediocredito Centrale La piattaforma di servizi supporterà le Regioni, gli Enti Locali e le Amministrazioni centrali Il supporto si svilupperà nel corso dell intero ciclo di vita dei progetti, dalle fasi di progettazione a quelle di realizzazione, sia con soluzioni di assistenza da remoto (su base desk) sia con soluzioni di assistenza fornite sul campo Il supporto sarà disponibile anche per gli interventi già attivati e sarà erogato attraverso portali informatici interoperabili con gli strumenti già disponibili o in fase di completamento (e.g. ReGis, Italia Domani, ecc.) La piattaforma di servizi sarà strutturata anche per orientare l azione delle task force territoriali sul PNRR Le modalità di coordinamento sono da definire PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 5

6 PNRR LA GOVERNANCE IL GRUPPO DI LAVORO DELLA GIUNTA REGIONALE «ATTUAZIONE PNRR» Il Gruppo di Lavoro della Giunta Regionale ha il compito di monitorare l attuazione degli interventi previsti dal PNRR sul territorio regionale, con particolare attenzione per gli interventi che vedono il coinvolgimento di Regione Lombardia. Il Gruppo di lavoro, presieduto dal Segretario Generale, mette a confronto le Direzioni Generali direttamente interessate da progetti PNRR Il Gruppo di Lavoro «Attuazione PNRR», dalla seduta del 6 aprile, ha aggiornato la sua composizione includendo anche ORAC, l Organismo Regionale per le Attività di Controllo, e ARIA S.p.A PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 6

7 PNRR: L ASSISTENZA TECNICA AVANZAMENTO DEL PROGETTO «1.000 ESPERTI» Stato dell arte e prossimi step: Definita e inviata al Dipartimento della Funzione Pubblica lo scorso 31 marzo la prima ipotesi di baseline, su 4 procedimenti complessi. Utilizzate numerose banche dati di Regione e Unioncamere: Piattaforma Procedimenti, SILVIA, SIVAS, SIVIC, MUTA, SIPIUI, Osservatorio regionale contratti pubblici, MAPEL, AGISCO, SUAP, SUE. Conclusa lo scorso 11 aprile la survey a Comuni, Province, Città metropolitana e Regione. I dati sono in fase di elaborazione e saranno utili alla definizione della baseline definitiva prevista a fine giugno. Il supporto ai Comuni, alle Province e alla Città Metropolitana sarà di tipo consulenziale, effettuato tramite aggregazioni territoriali (ad esempio sul modello gestionale SEAV - Servizio Europa Area Vasta) come proposto e condiviso con ANCI Lombardia e UPL PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 7

8 PNRR IN LOMBARDIA : IL MONITORAGGIO Interventi per la resilienza, la valorizzazione del territorio e l efficienza energetica dei comuni ,13 RISORSE E PRINCIPALI AMBITI DI INTERVENTO PNRR IN LOMBARDIA (IN ) Rigenerazione urbana (Milano) ,37 Edilizia carceraria ,00 Task force monitoraggio e performance ,00 Digitalizzazione ,00 Siti orfani ,56 Sanità ,14 Edilizia scolastica ,52 Rinnovo flotte bus, treni verdi ,77 Rafforzamento mobilità ciclistica ,00 A oggi ricadono sul territorio lombardo oltre 9,5 miliardi di euro Attrattività borghi e valorizzazione rurale ,76 Politiche sociali Lombardia ,00 Politiche per il lavoro ,00 Politiche abitative Lombardia - FC+PINQUA ,09 Trasporto di massa ,21 Investimenti sulla rete ferroviaria ,00 Aree interne ,00 Misure per la gestione del rischio di alluvione e per la riduzione del rischio idrogeologico e approvvigionamento idrico , PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 8

9 PNRR IN LOMBARDIA : IL MONITORAGGIO IL RUOLO DI REGIONE LOMBARDIA Il coinvolgimento di Regione negli interventi relativi al PNRR che ricadono in Lombardia può avvenire a livelli differenti: È in alcuni casi Soggetto attuatore vero e proprio, quindi direttamente beneficiario delle risorse previste (es. Assistenza tecnica progetto «1.000 esperti»); In altri casi può fungere da soggetto di riferimento, quando definisce l articolazione territoriale degli interventi che verranno concretamente attuati da altri soggetti (es. ALER); o ancora può occuparsi della selezione dei progetti presentati da altri soggetti (es. Comuni) su misure/interventi PNRR; o essere soggetto beneficiario di risorse PNRR da veicolare su progetti già avviati (es. difesa del suolo) PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 9

10 PNRR IN LOMBARDIA : IL MONITORAGGIO REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Regione Lombardia è soggetto attuatore di interventi per un valore complessivo di circa 2,35 miliardi, pari al 24,7% delle risorse che ricadono sul territorio regionale. Missione PNRR Importo Italia (compreso Fondo complementare; in milioni di ) Importo previsto territorio lombardo (in milioni di ) Importo stanziato territorio lombardo (in milioni di ) importo previsto/importo stanziato territorio lombardo (%) Importo Regione Lombardia (in milioni di ) importo Regione Lombardia/importo stanziato territorio lombardo (%) Missione 1 Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo , ,49 7,10 126,54 30,83 Missione 2 Rivoluzione verde e transizione ecologica Missione 3 Infrastrutture per una mobilità sostenibile Missione 4 Istruzione e ricerca Missione 5 Coesione e inclusione , , ,13 12,94 609,56 21, , ,2 23,2 59,40 1, , ,71 10, , , ,74 11,53 366,12 22,27 Missione 6 Salute , , ,76 14, ,76 100,00 TOTALE , , , , PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 10

11 PNRR IN LOMBARDIA : IL MONITORAGGIO REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Percentuale risorse attribuite a Regione Lombardia sul totale lombardo 100,00 90,00 80,00 70,00 60,00 50,00 100,00 40,00 30,00 20,00 10,00 24,70 30,83 21,87 22,27-1,96 - % M1 % M2 % M3 % M4 % M5 % M PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 11

12 PNRR IN LOMBARDIA : IL MONITORAGGIO REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Missione 1 DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ, CULTURA E TURISMO Regione Lombardia candidata all avviso Centri di facilitazione digitale, che ha l obiettivo di ampliare l esperienza dei punti di accesso fisici, solitamente situati in biblioteche, scuole e centri sociali, che forniscono ai cittadini formazione sia di persona che online sulle competenze digitali al fine di supportare l inclusione digitale. 135 milioni di euro complessivi previsti; beneficiari: Regioni e Province autonome Il progetto lombardo «Rete dei punti di facilitazione digitale» è in fase istruttoria Il progetto prevede il sostegno all inclusione digitale con un azione di sistema che realizzi una nuova opportunità educativa rivolta a giovani e adulti per sviluppare le competenze digitali di base richieste per il lavoro, la crescita personale, l inclusione sociale e la cittadinanza attiva PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 12

13 PNRR IN LOMBARDIA : IL MONITORAGGIO REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Missione 1 DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ, CULTURA E TURISMO Approvati i criteri e i requisiti relativi al bando «Architettura rurale 2022», per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale (DGR 6259 del 11/04/2022) Alla Lombardia circa 49,25 milioni di risorse PNRR (600 milioni complessivi a livello nazionale) Beneficiari Persone fisiche Soggetti privati profit, imprese in forma individuale o societaria Soggetti privati non profit che siano proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili appartenenti al patrimonio culturale rurale (decreto MiBAC 06/10/2005) in Lombardia Azioni: Restauro e valorizzazione di manufatti e fabbricati rurali storici Miglioramento sismico e dell efficienza energetica ove possibile Abbattimento barriere architettoniche Manutenzione del paesaggio rurale Allestimento di spazi da destinare a piccoli servizi sociali, ambientali turistici (escluso ricettività), per l educazione ambientale e la conoscenza del territorio, anche connessi al profilo multifunzionale delle aziende agricole PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 13

14 PNRR IN LOMBARDIA : IL MONITORAGGIO REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Missione 2 RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA I fondi del PNRR contribuiranno al Programma regionale per l acquisto di nuovi treni, liberando così risorse regionali per nuovi investimenti Il Programma regionale (DGR 6932/2017 e DGR 1619/2019) prevede l acquisto di 222 nuovi treni Dei 222 treni previsti, 41 sono già consegnati e in servizio Le risorse del PNRR verranno utilizzate per l acquisto di 7 nuovi treni «Caravaggio» a doppio piano La messa in servizio dei treni finanziati con il PNRR è prevista entro ottobre PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 14

15 PNRR IN LOMBARDIA: I TERRITORI REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Missione 2 RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA Ripartizione provinciale delle risorse per il rinnovo del parco autobus regionale per il trasporto pubblico con veicoli a combustibili puliti (cifre in milioni di euro) M2 C2 4.4 SO 0,0 VA 5,3 CO 6,1 LC 5,6 MB 7,4 MI 249,1 PV 6,0 LO 5,2 BG 7,3 BS 8,6 CR 5,9 MN 5, PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 15

16 PNRR IN LOMBARDIA: I TERRITORI REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Missione 2 RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA Ripartizione provinciale delle risorse per interventi per la resilienza, la valorizzazione del territorio e l'efficienza energetica dei Comuni (cifre in milioni di euro) - M2 C4 2.2 SO 45 VA 65 CO 61 MI 108 PV 89 MB 40 LC 46 LO 27 BG 150 BS 140 CR 46 MN PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 16

17 PNRR IN LOMBARDIA: I TERRITORI REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Missione 2 RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA Ripartizione provinciale delle risorse per le ciclovie urbane (cifre in milioni di euro) M2 C2 4.1 SO 0,0 VA 1,3 MI 7,3 CO 0,0 LC 0,0 MB 0,0 BG 1,4 BS 1,8 PV 1,3 LO 0,0 CR 0,0 MN 0, PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 17

18 PNRR IN LOMBARDIA: I TERRITORI REGIONE LOMBARDIA SOGGETTO ATTUATORE Missione 2 RIVOLUZIONE VERDE E TRANSIZIONE ECOLOGICA Ripartizione provinciale delle risorse del Fondo complementare per riqualificazione edifici residenziali pubblici (cifre in milioni di euro) - M2 C3 SO 8,9 VA 26,8 CO 7,2 MB 4,4 MI 39,3 LC 7,1 BG 39,3 BS 72,3 PV 21,5 LO 18,7 CR 2,0 MN 15, PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 18

19 PNRR IN LOMBARDIA Missione 5 INCLUSIONE E COESIONE ( Chiuse le candidature all Avviso del Ministero del lavoro e delle politiche sociali per la presentazione di proposte da parte degli Ambiti Territoriali Sociali per favorire l inclusione sociale di soggetti fragili e vulnerabili come anziani non autosufficienti, disabili e persone senza dimora. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 1.450,6 milioni di euro, le risorse sono stanziate su diverse linee di attività. In questo caso RL non è soggetto attuatore. 392 milioni di euro destinati ai progetti degli ATS della Lombardia: 66 milioni per il sostegno alle capacità genitoriali 21 milioni per favorire l autonomia di anziani non autosufficienti 33 milioni per rafforzare i servizi sociali domiciliari e garantire la dimissione anticipata assistita, prevenendo l ospedalizzazione 34 milioni per potenziare i servizi sociali e la prevenzione di fenomeni di burn out tra gli operatori 118 milioni destinati a percorsi di autonomia per persone con disabilità 60 milioni a contrasto della povertà estrema Housing first 60 milioni per progetti a contrasto della povertà estrema Centri servizi PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 19

20 PNRR IN LOMBARDIA: I CONTROLLI LEGALITA, TRASPARENZA, SICUREZZA Regione Lombardia ha inviato il primo monitoraggio sull utilizzo dei fondi PNRR richiesto dalla Corte dei Conti in data 14 aprile. La costante presenza di ORAC all interno del Gruppo di Lavoro attuazione PNRR è garanzia di tracciabilità e trasparenza. Per volontà del Presidente Fontana, è in fase di elaborazione un protocollo congiunto con le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative sui temi della legalità, della trasparenza e della sicurezza sui luoghi di lavoro PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 20

21 PNRR E NUOVO SCENARIO INTERNAZIONALE LA POSIZIONE DELLE REGIONI Il 30 marzo la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha approvato le prime proposte di interventi a favore del sistema delle imprese per fronteggiare la crisi derivante dal conflitto in Ucraina Nel documento si afferma che: «sarà indispensabile rivedere, alla luce del nuovo drammatico scenario, la programmazione del PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza) e del fondo complementare per reindirizzare le misure e le risorse verso obiettivi più funzionali all interesse attuale del Paese quali il sostegno dell occupazione e il rilancio dell economia, specie verso quei settori maggiormente colpiti dalla crisi.» PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 21

22 Grazie per l attenzione PROGRAMMAZIONE STRATEGICA 22

POR FESR RELAZIONE ANNUALE 2015

POR FESR RELAZIONE ANNUALE 2015 POR FESR 2014-2020 RELAZIONE ANNUALE 2015 ALLEGATO I SINTESI PUBBLICA (ARTICOLO 50, PARAGRAFO 9, DEL REGOLAMENTO (UE) N. 1303/2013) Il Programma Operativo Regionale (POR) FESR Lombardia prevede investimenti

Dettagli

ASSE 1 - Promozione della Ricerca e dell'innovazione (FESR)

ASSE 1 - Promozione della Ricerca e dell'innovazione (FESR) ASSE 1 - Promozione della Ricerca e dell'innovazione (FESR) 344 imprese sostenute per progetti di innovazione e ricerca & sviluppo 152 progetti per l acquisto di prodotti e servizi innovativi 16 progetti

Dettagli

POR CALABRIA STATO DI ATTUAZIONE

POR CALABRIA STATO DI ATTUAZIONE POR CALABRIA 2014-2020 STATO DI ATTUAZIONE Programmazione delle risorse Dotazione POR Calabria: 2.378,96 M M 997,86 (42%) M 564,85 (24%) M 816,24 (34%) Procedure attivate Procedure da attivare entro dic.

Dettagli

INDICE. PROGRAMMA: Le Politiche Integrate per la Sicurezza Urbana Il Ruolo della P.M. Pag. 3 PROGRAMMA: Le Tecnologie per la Sicurezza Pag.

INDICE. PROGRAMMA: Le Politiche Integrate per la Sicurezza Urbana Il Ruolo della P.M. Pag. 3 PROGRAMMA: Le Tecnologie per la Sicurezza Pag. INDICE PRESENTAZIONE DEL SINDACO Pag. I INTRODUZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Pag. VII TEMATICA: SICUREZZA Pag. 1 PROGRAMMA: Le Politiche Integrate per la Sicurezza Urbana Il Ruolo della P.M. Pag. 3 PROGRAMMA:

Dettagli

Comitato di Sorveglianza 07 maggio 2018 RELAZIONE DI ATTUAZIONE ANNUALE 2017

Comitato di Sorveglianza 07 maggio 2018 RELAZIONE DI ATTUAZIONE ANNUALE 2017 Comitato di Sorveglianza 07 maggio 2018 RELAZIONE DI ATTUAZIONE ANNUALE 2017 IL POR FSE 2014-2020 DI REGIONE LOMBARDIA 358.000.000,00 227.100.000,00 Favorire l inserimento lavorativo e l occupazione dei

Dettagli

S o m m a r i o analitico

S o m m a r i o analitico Premessa 10 DIREZIONE GENERALE S o m m a r i o analitico Programma 0: Controllo strategico, sistema di valutazione delle prestazioni dei dirigenti e delle posizioni organizzative dell Ente, Centro servizi

Dettagli

Relazione sulla performance 2017

Relazione sulla performance 2017 Area Programmazione, Controlli e Statistica Relazione sulla performance 2017 Allegato 1 Sintesi raggiungimento servizi 1 BOLOGNA CITTÀ CIRCOLARE - La città collaborativa e la centralità dei Quartieri Riqualificazione,

Dettagli

Relazione sulla performance 2016

Relazione sulla performance 2016 Area Programmazione, Controlli e Statistica Relazione sulla performance 2016 Allegato 1 Sintesi raggiungimento servizi 1 BOLOGNA CITTÀ CIRCOLARE - La città collaborativa e la centralità dei Quartieri I

Dettagli

Piano strategico della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

Piano strategico della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Piano strategico della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia 2014 2018 Aggiornamento 2017 Indice Presentazione... 3 Le nuove azioni strategiche. Anno 2017... 4 Priorità strategica 1: Gestione della crisi

Dettagli

VARIAZIONE 3 - GIUGNO (20/7/2017)

VARIAZIONE 3 - GIUGNO (20/7/2017) di COMUNE DI MODENA Settore Risorse Finanziarie e Affari Istituzionali Ufficio Bilancio VARIAZIONE 3 - GIUGNO (20/7/207) Delibera di Consiglio n. /207 - PG n._86505_ del 06/06/207 Allegato H VARIAZIONE

Dettagli

Stato di attuazione. Programma Operativo Investimenti a favore della crescita e dell occupazione FESR

Stato di attuazione. Programma Operativo Investimenti a favore della crescita e dell occupazione FESR Stato di attuazione Programma Operativo Investimenti a favore della crescita e dell occupazione FESR 2014-2020 Comitato di Sorveglianza 25 maggio 2016 Assi prioritari Piano finanziario Asse Dotazione %

Dettagli

Agenzia per la coesione territoriale

Agenzia per la coesione territoriale Agenzia per la coesione territoriale Il ruolo dell'agenzia per la Coesione Territoriale nell'ambito delle politiche di coesione Cosimo Antonaci Napoli 31 marzo 2017 1 Nuova governance delle politiche di

Dettagli

RIGENERARE LE PERIFERIE: UN PROGETTO PER L ITALIA

RIGENERARE LE PERIFERIE: UN PROGETTO PER L ITALIA RIGENERARE LE PERIFERIE: UN PROGETTO PER L ITALIA Il Bando Periferie Selezione di progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie Oggetto le città metropolitane, i comuni capoluogo

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE GOVERNANCE E ASSISTENZA TECNICA Obiettivo Convergenza (FESR)

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE GOVERNANCE E ASSISTENZA TECNICA Obiettivo Convergenza (FESR) PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE GOVERNANCE E ASSISTENZA TECNICA Obiettivo Convergenza (FESR) 2007-2013 crescita coesione trasparenza efficienza competenze integrazione UNA PA PER LA CRESCITA Cos è il PON

Dettagli

Programma straordinario degli investimenti della Regione Toscana

Programma straordinario degli investimenti della Regione Toscana Programma straordinario degli investimenti della Toscana Il Programma straordinario degli investimenti regionali avviato nel 2003 - sostenuto anche dal varo di un programma di emissioni obbligazionarie

Dettagli

Programmazione FSC

Programmazione FSC Percorso formativo PAR FSC 2007-2013: attuazione, controllo, programmazione seminario conclusivo Programmazione FSC 2014-2020 Presidenza del Consiglio dei Ministri Dott.ssa Daniela Labonia Programmazione

Dettagli

DUEMILA INTERVENTI, UN AGENDA.

DUEMILA INTERVENTI, UN AGENDA. DUEMILA INTERVENTI, UN AGENDA. I NUMERI DEL BANDO PERIFERIE 120 PROGETTI 22.913.218 cittadini residenti nei Comuni coinvolti 445 Comuni interessati di cui 348 nelle 13 Città Metropolitane Di questi ultimi,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 29/13 DEL Piano Sulcis. Atto di indirizzo per l attuazione del Progetto Strategico Sulcis.

DELIBERAZIONE N. 29/13 DEL Piano Sulcis. Atto di indirizzo per l attuazione del Progetto Strategico Sulcis. Oggetto: Piano Sulcis. Atto di indirizzo per l attuazione del Progetto Strategico Sulcis. Il Presidente della Regione, di concerto con gli Assessori della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del

Dettagli

Provincia di Forlì-Cesena. Piano Generale di Sviluppo

Provincia di Forlì-Cesena. Piano Generale di Sviluppo Provincia di Forlì-Cesena Legislatura 2009-2014 Piano Generale di Sviluppo Schema di analisi per Programmi e Progetti Pagina 1 di 10 09_PGR_01 Una società responsabile e solidale che non lascia indietro

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno UN ANNO DI LAVORO PER IL SUD E PER LA COESIONE DEL PAESE

Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno UN ANNO DI LAVORO PER IL SUD E PER LA COESIONE DEL PAESE Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno UN ANNO DI LAVORO PER IL SUD E PER LA COESIONE DEL PAESE NEL 2017 6 Mld 28,7 Mld Interventi pubblici attivati

Dettagli

COMUNICAZIONE E PROGRAMMAZIONE EUROPEA

COMUNICAZIONE E PROGRAMMAZIONE EUROPEA COMUNICAZIONE E PROGRAMMAZIONE EUROPEA Anna Maria Linsalata Direzione generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell impresa Bologna, 2 maggio 2016 La politica di coesione dell'ue È la principale

Dettagli

La Programmazione del Fondo Aree Sottoutilizzate: risultati e prospettive

La Programmazione del Fondo Aree Sottoutilizzate: risultati e prospettive La Programmazione del Fondo Aree Sottoutilizzate: risultati e prospettive Maria Cavallo Perin Dirigente Distribuzione delle fonti di finanziamento alla stipula ALTRI ENTI (PRIVATI) 10% STATO (altro CIPE-

Dettagli

Città di Mesagne. Norme per la rigenerazione urbana. Programmi di rigenerazione urbana

Città di Mesagne. Norme per la rigenerazione urbana. Programmi di rigenerazione urbana Città di Mesagne Norme per la rigenerazione urbana Programmi di rigenerazione urbana Obiettivi Le Norme per la Rigenerazione Urbana istituiti con Legge Regionale 29 luglio 2008, n. 21 e i Programmi di

Dettagli

POR CALABRIA STATO DI ATTUAZIONE

POR CALABRIA STATO DI ATTUAZIONE POR CALABRIA 2014-2020 STATO DI ATTUAZIONE Programmazione delle risorse Dotazione POR Calabria: 2,38 Mln Risorse da Programmare 1.170,11 Mln 49% 51% Risorse programmate 1.208,84 Mln Programmazione delle

Dettagli

RISORSE DESTINATE A INTERVENTI DI RIDUZIONE DEL DISSESTO IDROGEOLOGICO

RISORSE DESTINATE A INTERVENTI DI RIDUZIONE DEL DISSESTO IDROGEOLOGICO RISORSE DESTINATE A INTERVENTI DI RIDUZIONE DEL DISSESTO IDROGEOLOGICO ELEMENTI INFORMATIVI DELLA STRUTTURA DI MISSIONE CONTRO IL DISSESTO IDROGEOLOGICO E PER LO SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE IDRICHE Audizione

Dettagli

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia AZIONE 2020 Sintesi Piano di Sviluppo Locale 2014 2020 Gal GardaValsabbia Il Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 di Regione Lombardia è il principale strumento di programmazione e finanziamento degli

Dettagli

fonte:

fonte: Asse 1 1.1 - INCREMENTO DELL ATTIVITÀ DI INNOVAZIONE DELLE IMPRESE 171.124.326,67 DIP 54 - DIPARTIMENTO DELL ISTRUZIONE, DELLA RICERCA, DEL LAVORO, DELLE POLITICHE CULTURALI E DELLE POLITICHE SOCIALI 1.2

Dettagli

COORDINAMENTO DELLA FINANZA PUBBLICA

COORDINAMENTO DELLA FINANZA PUBBLICA RAPPORTO SULL ATTUAZIONE DEL FEDERALISMO FISCALE CAPITOLO 9 COORDINAMENTO DELLA FINANZA PUBBLICA Legge 31 dicembre 2009, n. 196 Legge di contabilità e finanza pubblica 2 CAPITOLO 9 - COORDINAMENTO DELLA

Dettagli

Il "Piano di Azione Coesione e le politiche in favore dei giovani

Il Piano di Azione Coesione e le politiche in favore dei giovani Il "Piano di Azione Coesione e le politiche in favore dei giovani Politiche in favore dei giovani 31 gen 2012 : Lettera del Presidente CE J. Barroso invia una lettera ai leader degli otto Paesi membri

Dettagli

149,44 mln CONTRIBUTI. 144,41 mln compresi i fondi per il volontariato. contributi erogati

149,44 mln CONTRIBUTI. 144,41 mln compresi i fondi per il volontariato. contributi erogati CONTRIBUTI 1.046 contributi erogati 149,44 mln 144,41 mln compresi i fondi per il volontariato Nell esercizio è stata deliberata la concessione di n. 1.046 contributi, per un complessivo ammontare di 149.440.112,14

Dettagli

Rapporto congiunturale sull industria delle costruzioni in Veneto

Rapporto congiunturale sull industria delle costruzioni in Veneto Rapporto congiunturale sull industria delle costruzioni in Veneto ANCE - Direzione Affari Economici e Centro Studi 24 giugno 2016 Economia italiana in crescita, seppur contenuta PIL Var.% rispetto all'anno

Dettagli

IL PAR FSC

IL PAR FSC IL PAR FSC 2007-2013 (come modificato dalla DGR n. 8-6174 del 29 luglio 2013) Livio Dezzani Direzione Programmazione Strategica, Politiche Territoriali ed Edilizia Regione Piemonte La riprogrammazione

Dettagli

POR FESR CITTÀ E TERRITORIO. Linee strategiche per la preparazione del POR FESR della Regione del Veneto. Vicenza, 4 dicembre 2013

POR FESR CITTÀ E TERRITORIO. Linee strategiche per la preparazione del POR FESR della Regione del Veneto. Vicenza, 4 dicembre 2013 POR FESR 2014 2020 CITTÀ E TERRITORIO Linee strategiche per la preparazione del POR FESR 2014-2020 della Regione del Veneto Vicenza, 4 dicembre 2013 Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Segreteria

Dettagli

Gioia Tauro 5 luglio Giornata Conclusiva e Presentazione dei Risultati

Gioia Tauro 5 luglio Giornata Conclusiva e Presentazione dei Risultati Gioia Tauro 5 luglio 2007 Trasferimento di conoscenze e protocolli operativi finalizzati al controllo delle emissioni in atmosfera, al monitoraggio di qualità dell aria e alla modellistica di diffusione

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 67 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 67 del 26912 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 25 maggio 2016, n. 742 Adesione al Protocollo d intesa per l avvio di un programma di collaborazione istituzionale, finalizzato ad accelerare l attuazione degli

Dettagli

QUADRO SINOTTICO DELLE FUNZIONI GENERALI ASSEGNATE ALLE DIREZIONI DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA (funzionigramma)

QUADRO SINOTTICO DELLE FUNZIONI GENERALI ASSEGNATE ALLE DIREZIONI DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA (funzionigramma) Agg. con DDP 21 del 26.2.2019 decorrenza 1.3.2019 QUADRO SINOTTICO DELLE FUNZIONI GENERALI ASSEGNATE ALLE DIREZIONI DELLA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA (funzionigramma) Segreteria generale Affari

Dettagli

2017, VERSO LA RIPRESA?

2017, VERSO LA RIPRESA? Scheda stampa 2017, VERSO LA RIPRESA? Osservatorio congiunturale sull industria delle costruzioni 12 gennaio 2017 2016: L ANNO DELLE OCCASIONI MANCATE Il 2016 è stato l anno delle occasioni mancate per

Dettagli

Stato di attuazione del Programma Operativo regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale della Regione Umbria Sintesi per il cittadino

Stato di attuazione del Programma Operativo regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale della Regione Umbria Sintesi per il cittadino Stato di attuazione del Programma Operativo regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020 della Regione Umbria Sintesi per il cittadino Aggiornamento Febbraio 2019 LA STRATEGIA DEL POR FESR

Dettagli

Relazione sulla performance 2016

Relazione sulla performance 2016 Area Programmazione, Controlli e Statistica Relazione sulla performance 2016 Allegato 2 Sintesi raggiungimento progetti I II II I 1 BOLOGNA CITTÀ CIRCOLARE - La città collaborativa e la centralità dei

Dettagli

Le opportunità dei Fondi Strutturali per le imprese, i lavoratori e i cittadini

Le opportunità dei Fondi Strutturali per le imprese, i lavoratori e i cittadini Evento annuale POR FSE 2014/2020 Lombardia INVESTIRE NEL CAPITALE UMANO: Occupazione, inclusione, formazione, crescita e innovazione Le opportunità dei Fondi Strutturali per le imprese, i lavoratori e

Dettagli

RELAZIONE FINALE DI MONITORAGGIO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI

RELAZIONE FINALE DI MONITORAGGIO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI RELAZIONE FINALE DI MONITORAGGIO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI STRUTTURA: STRUTTURA DI MISSIONE CONTRO IL DISSESTO IDROGEOLOGICO E PER LO SVILUPPO DELLA INFRASTRUTTURE IDRICHE SMDIG OB1 A - RISULTATI RAGGIUNTI

Dettagli

AMBIENTE E PATRIMONIO

AMBIENTE E PATRIMONIO PRESIDENTE Decreto Deliberativo Presidenziale n. 83 del 6.8.2015 Aggiornamento incarichi 1.1.2016 RISORSE COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, WEB E TRASPARENZA PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO ARCHIVIO E PROTOCOLLO

Dettagli

Tabella 1 Costo rendicontabile UE (euro) per tipologia di soggetto attuatore, Regione Lazio ed Obiettivo Competitività, POR FESR

Tabella 1 Costo rendicontabile UE (euro) per tipologia di soggetto attuatore, Regione Lazio ed Obiettivo Competitività, POR FESR Tabella 1 Costo rendicontabile UE (euro) per tipologia di soggetto attuatore, Regione ed Obiettivo Competitività, POR FESR 2007-2013 Soggetto attuatore Competitività v.a. (euro) valore medio % v.a. (euro)

Dettagli

Informativa dell Autorità Ambientale. Milano 14 giugno 2017

Informativa dell Autorità Ambientale. Milano 14 giugno 2017 1 Informativa dell Autorità Ambientale L Autorità Ambientale È istituita nella programmazione 2000-2006; nel 2014 il ruolo dell AA è riconosciuto in una legge nazionale: «Ai fini dell'accelerazione della

Dettagli

250 milioni ANTICIPO PAC

250 milioni ANTICIPO PAC MANOVRA 250 milioni ANTICIPO PAC 70 milioni CALL HUB RICERCA E INNOVAZIONE 5 novembre 2018 - Palazzo Lombardia, Milano BILANCIO, FINANZA E SEMPLIFICAZIONE MANOVRA FATTORI DI CONTESTO MANOVRA BILANCIO,

Dettagli

Relazione sullo stato di avanzamento del Programma

Relazione sullo stato di avanzamento del Programma Relazione sullo stato di avanzamento del Programma Comitato di Sorveglianza FESR 2014-2020 25 maggio 2017 Dotazione POR Asse V 5,5 M Assistenza tecnica 4% 136,6 M 24% Asse I 32,8 M Ricerca e innovazione

Dettagli

FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE APPROVAZIONE DEL PIANO OPERATIVO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E ASSEGNAZIONE RISORSE IL CIPE

FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE APPROVAZIONE DEL PIANO OPERATIVO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E ASSEGNAZIONE RISORSE IL CIPE FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE 2014-2020. APPROVAZIONE DEL PIANO OPERATIVO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E ASSEGNAZIONE RISORSE IL CIPE VISTO il decreto legislativo 31 maggio 2011, n. 88, e in particolare

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO. A che punto siamo

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO. A che punto siamo PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO A che punto siamo FESR 3 LAN WLAN Abbiamo dotato le scuole di infrastrutture e punti di accesso alla rete

Dettagli

INFORMATIVA SULLO STATO DI

INFORMATIVA SULLO STATO DI Comitato di Sorveglianza 07 maggio 2018 INFORMATIVA SULLO STATO DI AVANZAMENTO DEL POR PANORAMICA DELL ATTUAZIONE DEL POR AL 31 MARZO 2018 358.000.000,00 227.100.000,00 Importo attivato: 205,5 Mln Impegnato:

Dettagli

AL CENTRO I MARCHIGIANI BILANCIO Conferenza stampa 15 gennaio 2019 ore 11.30

AL CENTRO I MARCHIGIANI BILANCIO Conferenza stampa 15 gennaio 2019 ore 11.30 AL CENTRO I MARCHIGIANI BILANCIO 2019-2021 Conferenza stampa 15 gennaio 2019 ore 11.30 IL VALORE DELLA MANOVRA IN INVESTIMENTI 1 113 mln sul triennio 2019-2021 45,5 mln nel 2019 31,6 mln nel 2020 35,9

Dettagli

Le risorse aggiuntive per gli investimenti territoriali in Italia

Le risorse aggiuntive per gli investimenti territoriali in Italia Le risorse aggiuntive per gli investimenti territoriali in Italia Opportunità e problemi della politica di coesione 2014-2020 Francesco Monaco Dipartimento fondi UE e investimenti territoriali - IFEL Area

Dettagli

Stato di attuazione. Comitato di Sorveglianza, 18 maggio 2018

Stato di attuazione. Comitato di Sorveglianza, 18 maggio 2018 Stato di attuazione Comitato di Sorveglianza, 18 maggio 2018 Quadro di sintesi dell avanzamento Risorse stanziate (procedure avviate): 364,9 milioni di euro Azioni avviate 31/31 Stato iter procedure di

Dettagli

COMITATO DI PILOTAGGIO OT11-OT2

COMITATO DI PILOTAGGIO OT11-OT2 COMITATO DI PILOTAGGIO OT11-OT2 Stato dell Arte Tavolo di confronto e concertazione per l attuazione delle politiche di inclusione sociale attiva Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Roma, 8

Dettagli

OGGETTO : NUCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI DELLA REGIONE LIGURIA. ADEGUAMENTO STRUTTURA E COMPETENZE. LA GIUNTA REGIONALE

OGGETTO : NUCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI DELLA REGIONE LIGURIA. ADEGUAMENTO STRUTTURA E COMPETENZE. LA GIUNTA REGIONALE OGGETTO : NUCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI DELLA REGIONE LIGURIA. ADEGUAMENTO STRUTTURA E COMPETENZE. N. 363 IN 23/04/2004 LA GIUNTA REGIONALE del REGISTRO ATTI DELLA GIUNTA

Dettagli

Ancona, 15 Gennaio 2016

Ancona, 15 Gennaio 2016 POR FESR MARCHE 2014-2020, Asse 4 e strumenti finanziari Mauro Terzoni, Dirigente Regione Marche, PF Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE Ancona, 15 Gennaio 2016 Obiettivi Tematici OT

Dettagli

Comitato di Coordinamento della Programmazione Unitaria

Comitato di Coordinamento della Programmazione Unitaria DIREZIONE AFFARI DELLA PRESIDENZA SERVIZIO PROGRAMMAZIONE, SVILUPPO E ATTIVITA COMUNITARIE prog.sviluppo@regione.abruzzo.it Comitato di Coordinamento della Programmazione Unitaria L Aquila 11 novembre

Dettagli

Patto per il Welfare Monza e Brianza

Patto per il Welfare Monza e Brianza Patto per il Welfare Monza e Brianza Patto per il Welfare Monza e Brianza - la Provincia di Monza e Brianza - i 55 Comuni della Provincia di Monza e Brianza, rappresentati dai cinque Ambiti Territoriali

Dettagli

Comitato di Pilotaggio del Piano delle Valutazioni della Politica Regionale Unitaria

Comitato di Pilotaggio del Piano delle Valutazioni della Politica Regionale Unitaria UNIONE EUROPEA Comitato di Pilotaggio del Piano delle Valutazioni della Politica Regionale Unitaria 2007-2013 Catanzaro, 6 ottobre 2010 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE

Dettagli

LO STRUMENTO DELL IPA E LE NUOVE OPPORTUNITA

LO STRUMENTO DELL IPA E LE NUOVE OPPORTUNITA LO STRUMENTO DELL IPA E LE NUOVE OPPORTUNITA TAVOLO DI CONCERTAZIONE IPA PREALPI BELLUNESI 12 MAGGIO 2014 Il sistema IPA ha intercettato negli anni le seguenti linee di finanziamento: - Fondo Aree Sottoutilizzate

Dettagli

PISL MASTER. Mortirolo: Ambiente, Società, Tradizioni locali, Economia e Risorse umane

PISL MASTER. Mortirolo: Ambiente, Società, Tradizioni locali, Economia e Risorse umane PISL MASTER Mortirolo: Ambiente, Società, Tradizioni locali, Economia e Risorse umane di Tirano (Sondrio) Sala Assemblee 12 aprile 2006 1 Temi di discussione 1. Cos è il PISL MASTER 2. L attività in corso

Dettagli

QUADRO SINOTTICO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI ARTICOLATI PER OBIETTIVI OPERATIVI E CENTRI DI RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA ANNO 2018

QUADRO SINOTTICO DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI ARTICOLATI PER OBIETTIVI OPERATIVI E CENTRI DI RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA ANNO 2018 Priorità politica 1 - SICUREZZA Verificare e monitorare che i concessionari mantengano adeguati livelli di sicurezza delle grandi dighe e delle relative opere di derivazione anche al fine della salvaguardia

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO Incontro con gli Amministratori

PROVINCIA DI TREVISO Incontro con gli Amministratori PROVINCIA DI TREVISO Incontro con gli Amministratori Arch. Laura Galimberti Presidenza del Consiglio dei Ministri Struttura di Missione per l edilizia scolastica L IMPEGNO DEL GOVERNO PER L EDILIZIA SCOLASTICA

Dettagli

Programma Operativo Regionale Campania FESR Carlo Neri

Programma Operativo Regionale Campania FESR Carlo Neri Programma Operativo Regionale Campania FESR 2007-2013 Carlo Neri Il Programma Operativo FESR si articola in: 7 Assi di intervento (di cui 5 settoriali, 1 territoriale e 1 di assistenza tecnica) 17 Obiettivi

Dettagli

Economia sociale e crescita condivisa L esperienza di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo

Economia sociale e crescita condivisa L esperienza di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo Economia sociale e crescita condivisa L esperienza di Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo Renato Galliano Direttore Generale Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo LA MISSIONE Marketing territoriale promozione

Dettagli

Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) FESR e FSE

Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) FESR e FSE Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) FESR e FSE 2014-2020 Comitato di Sorveglianza - 12 maggio 2015 AZIONI DI RAFFORZAMENTO AMMINISTRATIVO Regione Lombardia ha adottato il proprio Piano di Rafforzamento

Dettagli

Programma di attività di SERVIZIO PROGRAMMAZIONE DELLE POLITICHE DELL'ISTRUZIONE, DELLA FORMAZIONE, DEL LAVORO E DELLA CONOSCENZA

Programma di attività di SERVIZIO PROGRAMMAZIONE DELLE POLITICHE DELL'ISTRUZIONE, DELLA FORMAZIONE, DEL LAVORO E DELLA CONOSCENZA Programma di attività di SERVIZIO PROGRAMMAZIONE DELLE POLITICHE DELL'ISTRUZIONE, DELLA FORMAZIONE, DEL LAVORO E DELLA CONOSCENZA Versione: 1/2019 (21/05/2019) Stato: Approvato Responsabile: BERGAMINI

Dettagli

LA CRESCITA SOSTENIBILE DEI TERRITORI.

LA CRESCITA SOSTENIBILE DEI TERRITORI. LA CRESCITA SOSTENIBILE DEI TERRITORI. Alessandra Bonfanti Legambiente, Responsabile Piccoli comuni e mobilità dolce La legge per i piccoli comuni e la crescita sostenibile dei territori L ITALIA DEI PICCOLI

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE (POR)

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE (POR) PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE (POR) 2014-2020 Il Programma Operativo Regionale 2014-2020, denominato anche Programma REGIO, comprende una serie di attività inserite nella strategia di Sviluppo Regionale

Dettagli

BILANCIO 2018 EMILIA-ROMAGNA UNA REGIONE PER

BILANCIO 2018 EMILIA-ROMAGNA UNA REGIONE PER EMILIA-ROMAGNA EMILIA-ROMAGNA LE PERSONE E LA COMUNITÀ LA CRESCITA E IL LAVORO I SAPERI LA SOSTENIBILITÀ EMILIA-ROMAGNA PIL 2016: +1,7% (stima più alta in Italia, insieme alla Lombardia) Disoccupazione:

Dettagli

Storie I PROTAGONISTI

Storie I PROTAGONISTI I PROTAGONISTI Il POR FESR SARDEGNA 2014-2020 - Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale dispone di oltre 930 milioni di euro per favorire l innovazione e l occupazione, aumentare

Dettagli

Il sostegno della Fondazione Cariplo al Patto dei Sindaci

Il sostegno della Fondazione Cariplo al Patto dei Sindaci Il sostegno della Fondazione Cariplo al Patto dei Sindaci Fondazione Cariplo IL PATTO DEI SINDACI PER L ENERGIA: GESTIONE DEGLI EDIFICI PUBBLICI ED EDILIZIA SCOLASTICA 24 OTTOBRE 2012 Sede provinciale

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO. Milano, 29 maggio Palazzo Lombardia, Milano

PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO. Milano, 29 maggio Palazzo Lombardia, Milano PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO Milano, 29 maggio 2018 - Palazzo Lombardia, Milano PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO Contiene gli impegni della Giunta Fontana per i 5 anni di legislatura Rispecchia le priorità

Dettagli

EVENTO ANNUALE POR FESR. 18 dicembre 2018

EVENTO ANNUALE POR FESR. 18 dicembre 2018 EVENTO ANNUALE POR FESR 18 dicembre 2018 AVANZAMENTO FINANZIARIO 970,4 mln Dotazione complessiva del POR FESR 780 mln Risorse programmate 542,8 mln Risorse concesse 142,5 mln Risorse erogate 146,6 mln

Dettagli

Politiche integrate per lo sviluppo sostenibile e l economia circolare

Politiche integrate per lo sviluppo sostenibile e l economia circolare La Spesa Pubblica in Basilicata. La Spesa Ambientale: Una Prima Riflessione Politiche integrate per lo sviluppo sostenibile e l economia circolare Elio Manti Dirigente Generale Programmazione e Finanze

Dettagli

COMITATO DI SORVEGLIANZA POR FESR Informativa sul Piano di Rafforzamento Amministrativo. Milano, 25 maggio 2016

COMITATO DI SORVEGLIANZA POR FESR Informativa sul Piano di Rafforzamento Amministrativo. Milano, 25 maggio 2016 COMITATO DI SORVEGLIANZA POR FESR 2014 2020 Informativa sul Piano di Rafforzamento Amministrativo Milano, 25 maggio 2016 Piano di Rafforzamento Amministrativo: Approvato con DGR n. X/3017 del 16/01/2015.

Dettagli

Lo sviluppo sostenibile visto dalle Periferie.

Lo sviluppo sostenibile visto dalle Periferie. Lo sviluppo sostenibile visto dalle Periferie. Paolo Testa Icity Lab - Base Milano 24 ottobre 2017 120 PROGETTI 445 Comuni interessati di cui 348 nelle 13 Città Metropolitane Di questi ultimi, 247 non

Dettagli

DUEMILA INTERVENTI, UN AGENDA.

DUEMILA INTERVENTI, UN AGENDA. DUEMILA INTERVENTI, UN AGENDA. I NUMERI DEL BANDO PERIFERIE 120 PROGETTI 22.913.218 cittadini residenti nei Comuni coinvolti 445 Comuni interessati di cui 348 nelle 13 Città Metropolitane Di questi ultimi,

Dettagli

LA V A L O R I Z Z A Z I O N E E LA F R U I Z I O N E D E L P A T R I M O N I O C U L T U R A L E

LA V A L O R I Z Z A Z I O N E E LA F R U I Z I O N E D E L P A T R I M O N I O C U L T U R A L E LA V A L O R I Z Z A Z I O N E E LA F R U I Z I O N E D E L P A T R I M O N I O C U L T U R A L E Avv. Silvia Pellegrini Dirigente Sezione Valorizzazione territoriale Dipartimento Turismo, Economia della

Dettagli

IL GPP NEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI

IL GPP NEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI NOW Festival 2017 Sostenibilità urbana e Pubbliche Amministrazioni IL GPP NEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI LUISA PEDRAZZINI Autorità Ambientale di Regione Lombardia Como, 26 maggio 2017 Il ruolo dell Autorità

Dettagli

Una visione completa dei Fondi Strutturali, del FAS e del POR Calabria

Una visione completa dei Fondi Strutturali, del FAS e del POR Calabria Una visione completa dei Fondi Strutturali, del FAS e del POR Calabria 2007 2013 a cura di Salvatore Barresi (*) (*) sociologo economista, esperto in politiche di sviluppo e programmazione comunitaria

Dettagli

PIANO DI INTERVENTI delibera CIPE 39 / 2015

PIANO DI INTERVENTI delibera CIPE 39 / 2015 Comune di Lampedusa e Linosa PIANO DI INTERVENTI delibera CIPE 39 / 2015 Intervento di riconfigurazione del Polo Civico e Scolastico di Lampedusa STATO DI ATTUAZIONE AMMINISTRAZIONE COMUNALE STRUTTURA

Dettagli

BIENNALE DELLA SOSTENIBILITÀ TERRITORIALE 2018

BIENNALE DELLA SOSTENIBILITÀ TERRITORIALE 2018 BIENNALE DELLA SOSTENIBILITÀ TERRITORIALE 2018 Torino, 9 ottobre 2018 La politica di Regione Piemonte per il cambiamento climatico Jacopo Chiara Direzione Ambiente, Governo e Tutela del Territorio della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SOSTENIBILE E INFR. ENERGETICHE DETERMINAZIONE. Estensore COMBI MARIA. Responsabile del procedimento COMBI MARIA

PROGRAMMAZIONE SOSTENIBILE E INFR. ENERGETICHE DETERMINAZIONE. Estensore COMBI MARIA. Responsabile del procedimento COMBI MARIA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: RISORSE IDRICHE E DIFESA DEL SUOLO PROGRAMMAZIONE SOSTENIBILE E INFR. ENERGETICHE DETERMINAZIONE N. G13778 del 21/11/2016 Proposta n. 17624 del 21/11/2016 Oggetto:

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E COORDINAMENTO REGIONALE AGENDE 21 LOCALI: PROGRAMMA PER LA DIFFUSIONE DI AGENDA 21 LOCALE IN LOMBARDIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E COORDINAMENTO REGIONALE AGENDE 21 LOCALI: PROGRAMMA PER LA DIFFUSIONE DI AGENDA 21 LOCALE IN LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA E COORDINAMENTO REGIONALE AGENDE 21 LOCALI: PROGRAMMA PER LA DIFFUSIONE DI AGENDA 21 LOCALE IN LOMBARDIA Premessi: - Il programma di Agenda 21, approvato in occasione

Dettagli

L approccio unitario alla programmazione dei Fondi Europei in Emilia-Romagna

L approccio unitario alla programmazione dei Fondi Europei in Emilia-Romagna L approccio unitario alla programmazione 2014-2020 dei Fondi Europei in Emilia-Romagna Caterina Brancaleoni Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici Le novità della nuova programmazione

Dettagli

IL DIRIGENTE. VISTA la legge 31 dicembre 2009, n.196, recante Legge di contabilità e finanza pubblica ;

IL DIRIGENTE. VISTA la legge 31 dicembre 2009, n.196, recante Legge di contabilità e finanza pubblica ; Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione e Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali Direzione Generale per interventi in materia di edilizia

Dettagli

II meeting regionale 13 Luglio 2017 Maria Zagari Direttore Dipartimento IV Tutela e Valorizzazione ambientale

II meeting regionale 13 Luglio 2017 Maria Zagari Direttore Dipartimento IV Tutela e Valorizzazione ambientale II meeting regionale 13 Luglio 2017 Maria Zagari Direttore Dipartimento IV Tutela e Valorizzazione ambientale Project manager Support Local Governments in Low Carbon Strategies PROGRAMMA INTERREG EUROPE

Dettagli

DECLARATORIA. Servizio "Ricostruzione privata sisma 2016" Rientrano, in particolare, nelle competenze del Servizio le seguenti funzioni / attività:

DECLARATORIA. Servizio Ricostruzione privata sisma 2016 Rientrano, in particolare, nelle competenze del Servizio le seguenti funzioni / attività: ALLEGATO B Servizio "Ricostruzione privata sisma 2016" Rientrano, in particolare, nelle competenze del Servizio le seguenti funzioni / attività: - Cura la gestione relativa alle richieste di contributo

Dettagli

Comitato di Sorveglianza 20 giugno 2017 RELAZIONE DI ATTUAZIONE ANNUALE 2016

Comitato di Sorveglianza 20 giugno 2017 RELAZIONE DI ATTUAZIONE ANNUALE 2016 Comitato di Sorveglianza 20 giugno 2017 RELAZIONE DI ATTUAZIONE ANNUALE 2016 PROPOSTE DI MODIFICA AL RAA VERSIONE DEL 5 GIUGNO 2017 CONDIZIONALITÀ EX ANTE (PAR. 9) ü Aggiornata tabella 14 relativamente

Dettagli

Albero della performance Catalogo dei progetti

Albero della performance Catalogo dei progetti Albero della performance Catalogo dei progetti 5 Linee programmatiche di mandato 24 Programmi 92 Progetti 1 Linee programmatiche di mandato Una visione strategica per Bologna metropolitana Bologna città

Dettagli

Il PAR FAS 2007/2013

Il PAR FAS 2007/2013 Il PAR FAS 2007/2013 Le risorse FAS per la valorizzazione territoriale e culturale Regione Toscana - DG Presidenza Settore Strumenti della Valutazione, Programmazione Negoziata, Controlli Comunitari Lucca,

Dettagli

Fondi UE per infrastrutture, rigenerazione urbana ed efficienza energetica

Fondi UE per infrastrutture, rigenerazione urbana ed efficienza energetica Fondi UE 2014-2020 per infrastrutture, rigenerazione urbana ed efficienza energetica La programmazione finanziaria 2014-2020 per il settore delle costruzioni Andrea Gallo Dottore Commercialista Editore

Dettagli

La promozione dei SEAP in Lombardia. Elena Jachia Direttore Area Ambiente Fondazione Cariplo

La promozione dei SEAP in Lombardia. Elena Jachia Direttore Area Ambiente Fondazione Cariplo La promozione dei SEAP in Lombardia Direttore Area Ambiente Fondazione Cariplo INDICE La Fondazione Cariplo Il contesto Il bando Audit energetico 2006-2008 La Banca dati Audit GIS Accordo ACRI-ANCI Il

Dettagli

fonte:

fonte: ALLEGATO C - SPESA -- ALLA DELIBERAZIONE N. 137 DEL 7 APRILE 2017 VARIAZIONI AL BILANCIO FINANZIARIO GESTIONALE - SPESA DIPARTIMENTO PRESIDENZA CASSA ANNO 01 - Servizi istituzionali, generali e di gestione

Dettagli

La riforma delle province e lo stato dell arte sul processo di attuazione

La riforma delle province e lo stato dell arte sul processo di attuazione La riforma delle province e lo stato dell arte sul processo di attuazione Il processo di attuazione regionale: a che punto siamo SPISA, 28 aprile 2015 Francesca Palazzi, Regione Emilia-Romagna I tempi

Dettagli

Dalla Prima alla Seconda fase dell e-government

Dalla Prima alla Seconda fase dell e-government Lo sviluppo dell e-government e della Società dell Informazione Dalla Prima alla Seconda fase dell e-government Guido Pera Ministero per l Innovazione e le Tecnologie Milano 23 gennaio 2003 Ministro per

Dettagli

Lombardia chiama Europa. Programmi Operativi Regionali e Programmi a Gestione Diretta della Commissione Europea. Luca Gaffuri

Lombardia chiama Europa. Programmi Operativi Regionali e Programmi a Gestione Diretta della Commissione Europea. Luca Gaffuri Lombardia chiama Europa Programmi Operativi Regionali e Programmi a Gestione Diretta della Commissione Europea Luca Gaffuri Milano, 16 febbraio 2015 Piano finanziario POR FESR Asse 1 - Ricerca ed innovazione

Dettagli

Ripartiamo con il FONDO SOCIALE EUROPEO

Ripartiamo con il FONDO SOCIALE EUROPEO Ripartiamo con il FONDO SOCIALE EUROPEO area tematica inclusione sociale Vinicio Biagi 1 Gli obiettivi tematici del FSE 1.Promuovere l'occupazione e sostenere la mobilità dei lavoratori 2.Promuovere l'inclusione

Dettagli

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione Newsletter n.70 Dicembre 2009 Approfondimento_11 FESR PUGLIA 2007-2013 ASSE IV - VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI E CULTURALI PER L ATTRATTIVITÀ E LO SVILUPPO Linee di intervento, azioni e stato di

Dettagli

Evento annuale FESR-FSE

Evento annuale FESR-FSE Evento annuale FESR-FSE Milano, 5 aprile 2019 Dario Sciunnach, AdG POR FESR 2014-20 AVANZAMENTO FINANZIARIO 970,4 mln Dotazione complessiva del POR FESR 551,8 mln Risorse concesse 185,3 mln Risorse erogate

Dettagli