BREVE RELAZIONE SUL GIOCO PER LOCALI PUBBLICI IN ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BREVE RELAZIONE SUL GIOCO PER LOCALI PUBBLICI IN ITALIA"

Transcript

1 Sissa (PR) 21/02/14 BREVE RELAZIONE SUL GIOCO PER LOCALI PUBBLICI IN ITALIA In questa breve relazione mi preme distingue correttamente la terminologia e riconosce la diversa pericolosità sociale fra gli apparecchi a vincita limitata dei bar e i terminali VLT delle sale Videolottery, visto che i dati non propriamente esatti che vengono divulgati unicamente verso un tipo di prodotto gioco ovvero le slot nei bar, come se tutto il male fosse dovuto a questi apparecchi. Non vorrei mettere chi legge fra coloro che in questi ultimi tempi si sono scagliati in modo poco informato contro certi giochi definendoli videopoker come tanti giornalisti dimenticando che negli apparecchi da bar ( comma 6/a del 110 TULPS) è vietato il gioco del poker [1], non così in altri prodotti di gioco come gli Skill games, il cash game o casinò on line e soprattutto le Videolottery ( comma 6/b del 110 Tulps). Visti i continui attacchi al settore legale del gioco e in particolare agli apparecchi installati nei pubblici esercizi, bar che son i giochi meno costosi, senza fare distinzione con le ben più aggressive Videolottery ( tutte di produzione estera) volute dal Governo Berlusconi( vedasi decreto Abruzzo) che fa però pandant con le migliaia di sale scommesse fatte aprire dal così detto Decreto Bersani. Il settore si è preso le sarcastiche affermazione di personaggi che poco conoscono il gioco perché così dicendo, si mette sotto accusa e in modo assolutamente superficiale una intera categoria formata da decine di migliaia di aziende che operano correttamente da molti anni con apparecchi normati dallo Stato, certificati da enti preposti e collegati in rete per il controllo e per calcolarne la loro tassazione PREU (complessivamente del 12,7% +0,8% AAMS [1] a) quelli che, dotati di attestato di conformita` alle disposizioni vigenti rilasciato dal Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato e obbligatoriamente collegati alla rete telematica di cui all articolo 14-bis, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640, e successive modificazioni, si attivano con l introduzione di moneta metallica ovvero con appositi strumenti di pagamento elettronico definiti con provvedimenti del Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, nei quali insieme con l elemento aleatorio sono presenti anche elementi di abilità, che consentono al giocatore la possibilita` di scegliere, all avvio o nel corso della partita, la propria strategia, selezionando appositamente le opzioni di gara ritenute piu` favorevoli tra quelle proposte dal gioco, il costo della partita non supera 1 euro, la durata minima della partita è di quattro secondi e che distribuiscono vincite in denaro, ciascuna comunque di valore non superiore a 100 euro, erogate dalla macchina in monete metalliche. Le vincite, computate dall apparecchio in modo non predeterminabile su un ciclo complessivo di non più di partite, devono risultare non inferiori al 75 per cento delle somme giocate. In ogni caso tali apparecchi non possono riprodurre il gioco del poker o comunque le sue regole fondamentali; 1

2 e mediamente un altro 0,5% alle reti concessionarie), una delle più alte del mondo equivale al 56% di tassazione ( sul totale) non mi pare sia bassa se il rimanente circa 11% va suddiviso fra il proprietario dei giochi e esercente barista. In 9 anni le A.W.P. o New Slot hanno portato circa 25 miliardi allo Stato. In altri stati europei la tassazione su apparecchi analoghi è calcolata sulla differenza fra entrate e uscite, sono comunemente diffusi in Inghilterra (250 mila), Germania (250 mila), Olanda, Austria e Spagna (270 mila), in tutti questi paesi non vi sono installate Videolottery o VLT come in Italia. Il gioco in Italia è riserva dello Stato, si deve parlare di gioco regolamentato, per gli apparecchi elettronici a vincita limitata per le New Slot o A.W.P. Vi ricordo che da anni esistono decreti di contingentamento sugli apparecchi da gioco a vincita limitata in cui si stabiliscono le tipologie di locali e quanti apparecchi installarvi, volute dal settore per evitare l eccessiva proliferazione degli apparecchi, anche se l ultimo del 2011 certamente a aumentato la diffusione e non certo voluto dal settore ma da associazioni legate a certi concessionari che distribuiscono altri giochi in esclusiva [2]. A tale riguardo sono note cause, denunce all Antitrust e sentenze contro questi concessionari, che lo Stato italiano ha individuato come unici responsabili del gioco, mentre la filiera e chi opera realmente sono decine di aziende di produzione e migliaia di aziende di gestione che giornalmente raccolgono la tassazione Preu che versano quindicinalmente e anche su apparecchi furtati. Gli apparecchi dei bar o tabaccherie denominati A.W.P. (o da AAMS New Slot), ricordo ai più che le A.W.P.[C1] sono apparecchi da intrattenimento con giocata massima da 1 euro (solo moneta massima introdotta 2 euro con eventuale resa del resto), vincita massima di 100 euro e percentuale di restituzione del 74% ( abbassata dallo Stato per incamerare più tassazione dal 75% che era gli anni passati) su un ciclo prestabilito di max [2] TABELLA CONTINGENTAMENTO Notare che nelle Tabaccherie se ne possono installare il doppio che in un Bar. Commento [C1]: Gioco da trattenimento a premio, predominante in Inghilterra e altri paesi europei che consiste tradizionalmente in 3, 4, 5, ruote sulle quali sono stampati dei simboli( anche video riprodotte), le varie combinazioni di simboli danno luogo a diversi livelli di vincita, oppure la possibilità di accedere ad ulteriori giochi specifici, che offrono premi variabili. Il termine e applicato in campo internazionale a qualsiasi gioco a premio in denaro con software residente su scheda o computer. 2

3 140 mila partite ( mediamente però i cicli sono di 30 mila partite) ecc.ecc. installabili tramite licenza art.86 del TULPS. Sono proliferate in questi ultimi 3/4 anni oltre Sale Videolottery ( nate col Decreto Abruzzo per pagare i danni del terremoto) piene di terminali VLT ( di produzione solo estera) con giocate fino a 10 euro e solo in banconote, introduzione illimitate anche con pezzi da 500 euro, vincite elevate fino a euro e promessa di vincita con jackpot di sala da 100 mila a nazionale interconnesso da 500 mila euro ( stranamente facoltativo e non sempre riconoscibile all interno delle multi sale) con ciclo minimo da 5 milioni di partite e tassazione PREU partita al 2% e oggi al 5%, e applicata diversamente dalle A.W.P. Di VLT ( per merito del Decreto Abruzzo) ne devono essere installate oltre 57 mila terminali ( ovvero il 14% dei nulla osta di richiesti per le A.W.P. o New Slot dalle concessionarie) siamo dopo 3/4 anni a circa 51 mila - nel mondo ricordo ve ne sono 160 mila, per capire lo sproposito italiano, l apertura di queste nuove sale, spesso denominati mini-casinò, è stata demandata dai Monopoli di Stato alle Questure tramite l art.88 del TULPS, scavalcando di fatto i Sindaci e i loro poteri, se pur limitati, a stabilirne gli orari e ora con norme urbanistiche e piani regolatori per interdirne l apertura. VLT che come dicono le IENE ( e ben 2 interrogazione dell On. Rosato a cui nessuno ha mai risposto nei 2 passati Governi) possono favorire il riciclaggio di denaro perché il ticket ritirato dal terminale non è distinguibile se attribuibile ad una vincita o a un ripensamento del giocatore equivalente alle banconote introdotte per giocare. È altrettanto vero che la spesa di chi gioca alle AWP è molto inferiore in un rapporto di 1 a 15 rispetto a chi gioca con le VLT. Per dirla senza mezzi termini le VLT impoveriscono moltissimo il giocatore per almeno sette motivi: 1. costo giocata variabile ma elevato fino a 10 euro per partita; 2. funzionano prevalentemente o esclusivamente a banconote con tagli anche fino a 500 euro; 3. praticamente quasi nessun limite all introduzione di banconote (quando c è è di 200 euro); 4. speranza di vincita elevata con diversi jackpot di sala e nazionali (ove presenti); 5. difficoltà di percezione da parte del giocatore dell effettiva presenza del jackpot nelle diverse sale con diverse piattaforme; 6. non effettiva percezione da parte del giocatore di quanto realmente vinto (banca punti vinti con crediti acquistati possono essere in promiscuità); 7. scarico della vincita tramite ticket volontario e non riconoscibilità se è frutto di vittoria acquisita o ripensamento del giocatore (probabile possibilità di riciclare denaro come diversi servizi televisivi hanno mostrato), non completa funzionalità dei programmi di calcolo del Preu e della sua rendicontazione mensile. Leggendo la varie proposte sia parlamentari ma di diverse altre autorità amministrative, quali regioni, province autonome e comuni, in sintesi vengono ghettizzati gli apparecchi più innocui come le A.W.P. o New Slot e non vengono presi provvedimenti sulle Videolottery assai più aggressive, potrei essere d accordo col ridefinire il contingentamento degli apparecchi nei locali ma si facciano i dovuti distinguo. 3

4 Perché vengono sempre colpevolizzati gli apparecchi dei bar, mi chiedo se i luoghi sensibili non valgano anche per le tabaccherie o locali che vendono grattini o altri giochi o lotterie? Certo se limiteranno gli apparecchi dei bar, si dovrà certamente limitare anche le VLT legate per la loro diffusione ai primi, con le nuove concessione pare ne debbano essere assegnati diritti per altre 4/7.000 ulteriori terminali VLT oltre ad altre sale o punti scommesse. All arrivo delle VLT o videolottery, sono stato uno dei pochi ad oppormi e gli articoli allegati a questa relazione me ne sono testimone [3]. Detto ciò sono consapevole delle problematiche che porta l abuso del gioco e della sua grande diffusione, la pubblicizzazione dei dati dell introdotto, 80 miliardi ad es. nel 2011, senza mai considerare la vincita che è stata di 61,5 miliardi; pertanto, la raccolta netta è stata pari a 18,4 miliardi, mentre le entrate erariali sono state di quasi 9 miliardi, per il 2012 c è stato un calo nella raccolta delle A.W.P. o New Slot e un aumento per le VLT. Purtroppo l Amministrazione dei Monopoli di Stato (ora accorpati alle Dogane) stranamente o deliberatamente stenta a dare dati certi e definitivi del 2012, facendo sì che escano dati errati e solo i a metà 2013 sono usciti i dati sotto riportati, riferiti al [3] (AGICOSLOT-JAMMA) - Roma, 18 giugno Ore 11,45 - DECRETO VLT: EUGENIO BERNARDI (CONSULENTE) "PROGETTATE IN QUESTO MODO SEMBRANO MACCHINE PERICOLOSE" "Progettate in questo modo possono essere macchine pericolose". Commento secco quello di Eugenio Bernardi, consulente tecnico e produttore di apparecchi da intrattenimento, sulla bozza di decreto che disciplina e regola il comparto delle Videolottery. "Spero sia da rivedere, alcuni punti sono decisamente carenti. Non è specificato quali siano i giochi che si potranno offrire: per esempio non leggo il divieto della riproduzione del gioco del poker. E poi - prosegue Bernardi - la tutela dei minori. Secondo me deve esser specificato a chiare lettere il divieto di gioco per i minori e la garanzia del gioco responsabile. Gioco sicuro con macchine per le quali non si parla di certificazione, come avviene per le comma 6/a." Un commento poi sui tempi effettivi di realizzazione: "Il decreto deve andare a Bruxelles e considerando i 3 mesi di stand still e gli altri tre che passeranno a seguito delle quasi certe obiezioni da parte di qualche Stato membro se non saranno apportate modifiche al testo attuale, i conti non tornano con il versamento della prima rata di ottobre. E' già successo in passato e va detto, comunque, che questo accade per il 95% dei regolamenti emessi" ha concluso. E con Bernardi si parlerà ancora di Videolottery anche questa sera alle su "Betting Blog", programma di Betting Channel, canale 847 di Sky. agicoslotjamma - 18/06/ im 4

5 La causa di questa grande diffusione del gioco è anche di una amministrazione tesa sempre a dover portare risultati in termini di maggiori entrate che la politica in passato gli chiedeva. In particolare dalla risposta alla Camera dei Deputati del Sottosegretario Barretta, nei primi 8 mesi dell anno 2013 la raccolta delle slot è stata di 16,8 miliardi e quella delle VLT di 14,7 miliardi, per una raccolta totale di 31,6 miliardi. Le vincite (stimate calcolando il 74% sulle AWP e l 85% sulle VLT) sono state pari a 12,46 miliardi per le slot e a 12,54 per le VLT, per un totale di 25 miliardi. Il Preu sulle AWP è stato di 2,13 miliardi, quello sulle VLT di 738 milioni, per un totale di 2,87 miliardi. Lo stesso Sottosegretario si è così pronunciato nel mese di febbraio 2014 rispondendo ad altra interrogazione parlamentare: e cosiddette «slot» sono soggette ad un PREU pari al 12,7 della raccolta a cui si somma lo 0,3 per cento a titolo di canone; considerando che il 74 per cento viene restituito in vincite (payout), l incidenza fiscale per tali apparecchi risulta pari al 50 per cento del margine (12,7 + 0,3/26). Nel 2013 la raccolta lorda è stata pari a 25 miliardi per un introito erariale di 3,2 miliardi; le VLT sono soggette ad un PREU pari al 5 per cento della raccolta a cui si somma lo 0,3 per cento a titolo di canone; considerando che il payout medio di mercato di tali apparecchi è pari all 88 per cento, l incidenza fiscale è pari al 44,16 per cento (5 + 0,3/12). Nel 2013 a raccolta lorda è stata pari a 22 miliardi per un introito erariale di 1,1 miliardi. L On. Barretta si è solo dimenticato l ulteriore 0,5% del totale introdotto reso annualmente ai concessionari come deposito cauzionale. Mi irrita il pressapochismo politico e di certi media essendo nel settore del gioco da oltre trent'anni, prima con i videogiochi da coin op (ormai spariti dai bar perché poco remunerativi) e ora con gli apparecchi da intrattenimento con vincita limitata, gradirei che tecnicamente le cose fossero chiamate col proprio nome. Ora l'aria è cambiata ( forse la crisi economica, forse il cambio di Governo) e tutti hanno scoperto le "ludopatie", sono però stupito che solo ora, come tanti politici ci si occupi di gioco quando prima hanno fatto nascere decine di giochi con giocate e vincite iperboliche, vedasi i grattini a 20 euro o i casinò on line e il cash game ( con prenotazioni di partite fino a euro) che oltre avere la possibilità di accedervi in solitario da casa entra in certi locali pubblici mascherato da gioco promozionale come TOTEM di cui i media nulla sanno o dicono. Che dire infine della diffusissima pubblicità su molte tv (che bollano però altri giochi) e i nuovi canali tv specifici sul gioco on line o roulette virtuali. Il paradosso tutto italiano è che proprio settore degli apparecchi con piccola vincita non ha mai fatto pubblicità a se stesso ed è l unico che finisce sempre sul banco degli imputati. Ben vengano maggiori controlli, l istituzione del registro di tutti gli operatori del gioco, la certificazione antimafia, il divieto ai minori (che per le A.W.P. o Newslot esisteva da sempre) non in altri giochi, se però dal bollettino dell Alto Comitato di Vigilanza si dichiara 5

6 che sono state sequestrate apparecchiature nel 2011, ovvero lo 0,35% del totale parco macchine installato, circa 380 mila, nel 2012 i risultati sono stati analoghi Comunicato Aams I dati sui controlli forniti da AAMS a Enada Rimini - Si riporta solo la parte riferita agli apparecchi da gioco. Certo casi d infiltrazione malavitosa ve ne sono, come tutti i settori economici, sarebbe anche giusto smetterla di criminalizzare il settore e controllare invece certe manchevolezze politico amministrative. Tutta la filiera dal 2011 è obbligata a certificazioni antimafia per gli iscritti all' Elenco dei soggetti che svolgono attività funzionali alla raccolta del gioco mediante apparecchi da divertimento con vincite in denaro. Decreto Direttoriale n.2011/11181/giochi/adi. Basterebbe che uno Parlamento avveduto avesse stabilito di devolvere una percentuale del ricavato dei giochi (tutti) alla eventuale cura o prevenzione di certi comportamenti compulsivi, in alcune proposte della passata legislatura si era parlato di devolvere l 1% dell ammontare incamerato dallo Stato ai comuni o e alla cura delle ludopatie o per prevenire le varie forme di GAP. E stato adottato un certo divieto della pubblicità dei giochi ma vedo che su certe televisioni continuano imperterrite quasi a tutte le ore le pubblicità dei Casinò on-line, addirittura sono nati dei canali televisivi che propongono certi giochi d azzardo. Fa più danni l'alcol o il gioco, mi ha chiesto un collega, chiediamolo ai nostri governanti?? Per l'alcol non esistono luoghi sensibili?? Vicino a chiese, scuole o ritrovi dei giovani da impedirne la vendita? Qui nessun politico ha nulla da dire?? 6

7 L Istat ha stimato anche quest anno che 8 milioni di Italiani hanno problemi legati all abuso di alcol ( nessuno a mai parlato di chiudere bar o esercizi commerciali per questo), di giocatori problematici, secondo l Istituto superiore di sanità, nel 2009 ce ne erano talmente troppo pochi da non ritenere nemmeno necessario un nuovo studio. Anche se da allora ad oggi i numeri probabilmente saranno aumentati, e anche volendo prendere per buona la stima del Censis, comunque non attendibile e disconosciuta dallo stesso istituto, pari a circa 500mila individui potenzialmente rei di comportamenti di gioco eccessivi, non starebbe comunque in piedi il confronto tra gioco e alcol. Tanto più l accusa di gioco peggiore dell alcol e definita nuova droga. "Occorre educare al gioco, qualsiasi esso sia. Il vizio del gioco e' antico. Proibire non risolve. Serve educare all'uso del libero arbitrio. Tutto qui." Certo se non si risanava il settore come facevano le associazioni contro il gioco patologico ad avere i dati dell emerso visto che fino al 2003 era pieno di videopoker ( 700 mila diceva l allora Ministro Visco) e non si pagava nulla di tasse?? Il Tar Umbria in una sentenza afferma: la ludopatia è tecnicamente collegata al gioco d azzardo e non attiene alle New Slot.. Estratto della sentenza: bene si intende, anche a livello di principio, come gli apparecchi idonei per il gioco lecito, interessati dal presente provvedimento, che, a termini dell art. 110, comma 6, del T.U.L.P.S., si caratterizzano per il costo della partita non superiore ad un euro,solo marginalmente interessano l area della ludopatia ; tecnicamente, infatti, tale patologia è collegata al gioco d azzardo, mentre qui viene in rilievo un gioco lecito, frutto di un bilanciamento di interessi effettuato dal legislatore statale. Col proibizionismo non si è mai risolto nulla, sono un padre di famiglia e mi confronto con la società quotidianamente, ho sempre fatto i conti con la mia coscienza e non tollero certo qualunquismo in cui molti sono finiti. Distinti saluti Eugenio Bernardi Consulente Tecnico - Giuridico e produttore di giochi Pubblicazioni in merito alla normativa giochi sul portale: ISSN : Rivista giuridica elettronica pubblicata su Internet 7

8 Relazione tecnico giuridica sulla legge 388/00 L'evoluzione dell'art. 110 del T.U.L.P.S. Direttive Europee e Mancate notifiche Disapplicazione di norme interne non notificate - Significativa sentenza del Tribunale di Chiavari (GE) La direttiva 83/189/CEE ora 98/34/CE, strumento di trasparenza al servizio del mercato interno europeo e nazionale. Che cos è la procedura 98/34/CE? Procedura di notificazione nel campo di standard tecnici e regolamentazioni degli Stati membri UE e Efta INFRAZIONI E DIRETTIVE COMUNITARIE. DA JAMMA MAG. ARIE.DI%20E.BERNARDI%20DA%20JAMMA%20MAG..pdf Procedure tecnico amministrative relative alla produzione e messa sul mercato degli apparecchi da gioco con vincita comma 6, lett. a), del 110 T.U.L.P.S. ( A.W.P. o New Slot). Analisi tecnico funzionale e comparazione fra gli apparecchi da gioco C.6/a (A.W.P.) e le Videolottery (VLT) C.6/b del 110 del T.U.L.P.S. Bolzano -14 maggio Un audizione su gioco lecito e dipendenze da gioco https://webgate.ec.europa.eu/transparency/regrin/consultation/displaylobbyist.do?id= DIFFERENZE FRA VLT o Videolottery comma 6/b e le A.W.P.o New slot comma 6/a del 110 Tulps CARATTERISTICA VLT AWP Costo partita Da 0,50 cent. a 10 con sottomultipli di puntata 1, massimo con sottomultipli di puntata Vincita massima erogato dal responsabile di sala, sopra tale importo erogato dal Concessionario Jackpot di sala (facoltativo) Jackpot di sistema (facoltativo) per ogni singola partita erogati direttamente dal congegno in moneta metallica Nessuna forma di premialità accumulabile Durata della partita - nessuno tempo minimo 4 secondi minimo Retrocessione garantita al giocatore sul singolo congegno Attivazione del gioco Riscossione Vincite Retrocessione garantita dal generatore centrale di combinazioni al singolo gioco veicolato dal sistema - 85% su ciclo di almeno 5 milioni di giocato. Calcolo della percentuale sul vinto e non sul pagato e incassato tramite ticket. Nessuna limitazione operativa, alcune piattaforme accettano solo banconote e alcune anche da 500 e non accettano monete di nessun valore. Nessuna Limitazione operativa fatte salve le norme antiriciclaggio (se attuate ). Ticket Retrocessione garantita al 75% su ciclo chiuso di partite inferiori o pari a Dal 2013 il 74% Calcolo della percentuale sul reale vinto e pagato dall apparecchio sempre in moneta metallica. Moneta metallica massimo importo introducibile 2 - possibilità di rendere il resto di 1 Solo moneta metallica 8

9 confondibili fra il vinto e l introdotto e ritirato senza aver giocato. PREU 2% - anni ; 3% (eliminato) 4% ,5% - gli anni successivi (eliminato) 5% dal 2013 Tassa del 6% sulle vincite superiori a 500 dal 1 settembre 2012 (bloccata da ricorso al TAR LAZIO) 12,60% sul volume di raccolta pari a quello censito nel sull eccedenza: scaglioni di abbattimento. Dal ,8% Il il 12,7% Dal 2015 il 13% Canone AAMS 0,8 % volume di gioco 0,8% volume di gioco Tipologia di gioco erogabile Nessuna Limitazione e dotazione di base di almeno 5 temi di gioco differenti. Alcune piattaforme hanno il gioco del poker Tema unico di gioco con divieto di riproduzione regole del poker. LOCALI ABILITATI DECRETO del 22 gennaio 2010 (Disciplina dei requisiti tecnici e di funzionamento dei sistemi di gioco VLT, di cui all articolo 110, comma 6, lettera b) del T.U.L.P.S.) - art.9 (ambienti dedicati) - Sale Bingo; - Agenzie Scommesse e Negozi del Bando Bersani; - Sale giochi che siano dotate di 88 TULPS - nuovi Esercizi dedicati al solo gioco LECITO con superficie ad esso dedicata sopra i 50 mq, dotati di art. del 88 TULPS rilasciate dalle Questure. DECRETO 27 ottobre 2003, Decreto 10 gennaio 2007 e Decreto 27 luglio 2011 sul contingentamento all art.3 (ambienti dedicati) Bar, tabaccherie ed esercizi commerciali ovvero: - locali con l art. 86 TULPS; - locali con l art. 88 TULPS - Sale Bingo; - Agenzie Scommesse - Sale giochi che siano dotate di 86 del TULPS - rilasciate dal Sindaco Costo Orario Medio di Partecipazione al Gioco (COM) In sintesi: 9

10 Pmax = prezzo massimo della partita t med= tempo per ogni giocata n partite/h % vincita = percentuale di vincita Si avrà che, matematicamente, l apparecchio darà luogo ad un costo orario medio per il gioco pari a: costo orario medio = Pmax x n partite x (100 - %vincita) h 100 NEW SLOT c.6/a tempo minimo imposto 4 per partita COM = costo partita x 3600 x %resa = 1 x 3600 x Tempo medio partite NEW SLOT c.6/a tempo medio 6 per partita = 225 uro COM = costo partita x 3600 x %resa = 1 x 3600 x Tempo medio partite = 150 uro Ricordo che con 1 si possono frazionare in giocate da 25 o 50 centesimi e le partite ( perdenti) devono durare almeno 4 secondi con una percentuale del 75%( 74% dal 2013) su di un ciclo chiuso definito che varia fra i produttori e che mediamente è di 28/ partite e la massima vincita di 100 euro è scaricata dalla macchina in automatico. VLT minima giocata 0,50 centesimi, tempo partita 1 COM = costo partita x 3600 x %resa = 50 cent. x 3600 x Tempo medio partite = 270 uro VLT massima giocata 10 euro tempo partita 1 COM = costo partita x 3600 x %resa = 10 x 3600 x Tempo medio partite = 5400 uro Ricordo che nelle VLT non hanno un tempo minimo di durata delle partite e la percentuale se pur maggiore è calcolata su un ciclo minimo di 5 milioni di partite. VLT massima giocata 10 euro tempo partita 2 COM = costo partita x 3600 x %resa = 10 x 3600 x = uro Tempo medio partite Ricordo che nelle VLT non hanno un tempo minimo di durata delle partite e la percentuale se pur maggiore 85% è calcolata su un ciclo minimo di 5 milioni di partite ed è comprensiva del rigioco che è tassato, in realtà sul vinto e scaricato si parla di una percentuale che varia fra il 52% e 60%. SPESA MEDIA ORARIA 10

11 Su suggerimento di alcuni colleghi produttori dopo la pubblicazione della tabella sul Costo medio orario di partecipazione al gioco, che non prevede comunque il dato della vincita ma solo dell introdotto e visto che non era affiancata da una tabella che precisava la diversità fra le tipologie di gioco ovvero le AWP comma 6/a del 110 TULPS e le VLT facenti riferimento al comma 6/b del 110 TULPS, ricavando la perdita media oraria. Quindi si precisa quanto segue, ricordando sia per i dati precedenti che per gli attuali che si parla di medie: AWP Parametri di legge: - Costo massimo della partita 1 euro - Vincita massima 100 euro - Obbligo di erogazione del 75% in denaro dell'importo introdotto in un ciclo di partite, max tipico Tempo della partita: minimo 4 secondi. Parametri tipici di un apparecchio AWP sul mercato: - Ciclo tipico: partite - Tempo medio durata partita: 15 secondi. Il tempo medio è il risultato di partite perdenti e partite vincenti. - Costo partita 1 euro Calcolo importo perdita oraria: - Euro introdotti ogni minuto: 4 euro - Euro introdotti ogni ora: 240 euro - Euro erogati in vincita (75%): 180 euro - Perdita oraria: 60 euro Se poi consideriamo quanto segue, il tempo medio per partita aumenti e conseguentemente la perdita oraria diminuisce ulteriormente Ricordo che con 1 si possono frazionare in giocate da 25 o 50 centesimi e le partite ( perdenti) devono durare almeno 4 secondi con una percentuale del 75% su di un ciclo chiuso definito che varia fra i produttori e che mediamente è di partite e la massima vincita di 100 euro è scaricata dalla macchina in automatico VLT Parametri di legge: - Costo massimo della partita 10 euro (introduzione quasi esclusiva con banconote) - Vincita massima 5000 euro - Vincita Jackpot di sala: euro - Vincita Jackpot nazionale euro - Obbligo di restituzione del 85% dell'importo giocato ( comprensivo sia dell introdotto che dei punti vinti) in un ciclo di 5 milioni di partite.. Nessun obbligo di erogazione di denaro, il giocatore ha la facoltà di incassare oppure rigiocare tutto. - Tempo della partita: non definito Parametri tipici di un apparecchio VLT sul mercato: - Tempo durata partita: 2 secondi - Costo partita da 0,50 a 10 euro (usiamo la media 5) 11

12 Calcolo importo perdita oraria: - Euro introdotti ogni minuto: minimo 15 euro, massimo 300 euro - Euro introdotti ogni ora: minimo 900 euro, massimo euro - Euro vinti (85%): minimo 765 euro, massimo euro - Euro persi dal giocatore: minimo 135 euro, massimo euro - Perdita media oraria: euro La spesa per il gioco è da considerarsi, a livello aggregato, non come il singolo costo della partita, moltiplicato per il numero di partite effettuate, ma, bensì l importo che risulta al netto delle somme vinte e retrocesse ai singoli giocatori, dalle apparecchiature stesse e sappiamo benissimo che le AWP sono praticamente gli unici giochi da cui si può ricavare dati statistici corretti e certi avendo il parametro del 75% di retrocessione al giocatore. Prendendo i dati della raccolta del mese di gennaio 2012 e della spesa per il gioco, pubblicati dall Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato mensilmente fino al 2012, si possono ricavare i seguenti risultati sulle AWP o New slot: Numero AWP o New Slot installate ed in esercizio Raccolta (denaro introdotto per effettuare una partita) Vincite (denaro restituito ai giocatori come vincita) Percentuale di restituzione, in vincite, delle somme giocate 75,63% Spesa per il gioco del mese di gennaio Spesa mensile per il gioco, per singola AWP o New Slot 1.617,50 Spesa giornaliera per il gioco, per singola AWP o New Slot su 26gg/mese 64 Perdita oraria media reale (stima 8 ore di gioco) 8 Raccolta mensile per singola apparecchiatura 6.636,50 Imposta sul gioco da gennaio(preu 11,8%+ 0,8% canone AAMS) 12,6% )(+rete non calcolata Imposta sul gioco mensile per singola apparecchiatura 838 Incidenza dell imposta sul gioco sulla spesa del giocatore circa il 52% Queste medie sono scese nel 2013 di ben il 18% mentre il PREU per il 2013 e 2014 è passato al 12,7% e la percentuale di resa al giocatore al 74%. GAP - la Presidenza del CDM risponde a Bernardi SCARICA LA NOTIZIA 12

13 13

Fare meno demagogia e più informazione corretta.

Fare meno demagogia e più informazione corretta. Si invia per conoscenza Distinti saluti E.Bernardi P.S. Sono assolutamente conscio delle problematiche legate al gioco patologico, mi chiedo perché criminalizzare solo una tipologia di apparecchi o di

Dettagli

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Circolare N.93 del 22 Giugno 2011 Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito

Dettagli

LEGGE 23 dicembre 2005, n.266,

LEGGE 23 dicembre 2005, n.266, Proprio mentre la Toffa mandava in onda in suo servizio, in alcune sale delle Marche la vincita del jackpot alle videolotteries si è tramutata in una rapida disillusione: il sistema così è stato detto

Dettagli

Bernardi (Cna Parma): Il Legislatore non dimentichi la vera natura delle new slot

Bernardi (Cna Parma): Il Legislatore non dimentichi la vera natura delle new slot Bernardi (Cna Parma): Il Legislatore non dimentichi la vera natura delle new slot Scritto da Alessio CrisantemiVenerdì 09 Marzo 2012 10:14 Diminuzione della percentuale di vincita sugli apparecchi, possibili

Dettagli

Note Esplicative. n) T.U.L.P.S., il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, di cui al regio decreto 18

Note Esplicative. n) T.U.L.P.S., il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, di cui al regio decreto 18 Note Esplicative Di seguito vengono riportate brevi note esplicative sulle attività connesse all esercizio e all utilizzo degli apparecchi di cui al comma 6 lettera a), art. 110 T.U.L.P.S. Ai soli fini

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

9 marzo 2016. Tassazione giochi

9 marzo 2016. Tassazione giochi Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Nota a cura di Paola Serra Tassazione giochi 9 marzo 2016 Introduzione La tassazione dei giochi ha subito profondi cambiamenti nel tempo, rispondendo alle mutate

Dettagli

Analisi tecnico funzionale e comparazione fra gli apparecchi da gioco C.6/a (A.W.P.) e le Videolottery (VLT) C.6/b del 110 del T.U.L.P.S.

Analisi tecnico funzionale e comparazione fra gli apparecchi da gioco C.6/a (A.W.P.) e le Videolottery (VLT) C.6/b del 110 del T.U.L.P.S. Procedure tecnico amministrative relative alla produzione e messa sul mercato degli apparecchi da gioco con vincita comma 6, lett. a), del 110 T.U.L.P.S. ( A.W.P. o New Slot). Analisi tecnico funzionale

Dettagli

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ]

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ] Al COMUNE DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Servizio SUAP DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI GIOCHI Segnalazione Certificata Inizio Attività NUOVA APERTURA TRASFERIMENTO DI SEDE (allegare vecchia

Dettagli

Fine del modello italiano dei giochi?

Fine del modello italiano dei giochi? Fine del modello italiano dei giochi? C O N V E G N O 1 8 N O V E M B R E 2 0 1 4 S A L A O R L A N D O, C O N F C O M M E R C I O P I A Z Z A G I U S E P P E G I O A C C H I N O B E L L I, 2, 0 0 1 5

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 93 Operativa OGGETTO: Polizia Giudiziaria e di Sicurezza.. Pubblica sicurezza e ordine pubblico

Dettagli

Il gioco d azzardo e FISCALITA

Il gioco d azzardo e FISCALITA Il gioco d azzardo e FISCALITA 11 aprile 2013 di Matteo Iori CoNaGGA e Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 14,3 Fatturato dei giochi d azzardo negli ultimi

Dettagli

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ]

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ] AL COMUNE DI POGGIARDO (Provincia di Lecce) Servizio SUAP INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI presso esercizi non in possesso di Autorizzazione ex artt.86 o 88 TULPS R.D. 18/6/1931 n.773 domanda

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE UFFICIO SEGRETERIA - COMMERCIO VIA ROMA N. 46 33037 PASIAN DI PRATO - TEL. 0432/645953 FAX 0432/645918 E-MAIL: segreteria@comune.pasiandiprato.ud.it Ord. n.

Dettagli

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza -

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - Art. 110. 1. In tutte le sale da biliardo o da gioco e negli altri esercizi, compresi i circoli privati, autorizzati alla pratica

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S.

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S. BOLLO AL COMUNE DI FOLIGNO SERVIZIO COMMERCIO E P.A. RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S. Il sottoscritto Cognome. Nome Data di nascita /../.. Luogo di nascita...

Dettagli

Scommesse e concorsi a pronostico

Scommesse e concorsi a pronostico Scommesse singole ippiche e sportive Scommesse e concorsi a pronostico La percentuale di probabilità di vincita si ricava dal rapporto tra il singolo esito e il numero di esiti possibili, ovvero: (Singolo

Dettagli

New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia

New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia COMUNE DI BRESCIA Settore Statistica, audit, programmazione e controllo di gestione Servizio Statistica New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia Documentazione per la Commissione Consiliare Commercio,

Dettagli

CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO

CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO Approvato con deliberazione Consiglio Comunale del 27.11.2014 n. 64 INDICE

Dettagli

1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2. 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2. 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2. 2.1 Erario...

1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2. 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2. 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2. 2.1 Erario... 1 DEFINIZIONI ECONOMICHE... 2 1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2 2 RIPARTIZIONE TRA I DIVERSI SOGGETTI DEL PRELIEVO / RACCOLTA

Dettagli

La Sapar replica ad un articolo del Corriere della Sera

La Sapar replica ad un articolo del Corriere della Sera Da: videoberny@tin.it [mailto:videoberny@tin.it] Inviato: mercoledì 13 ottobre 2010 22.54 A: Cc: lettere@corriere.it Oggetto: La Sapar replica ad un articolo del Corriere della Sera - Videolotterie Parte

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

Il costi sociali del gioco d azzardo

Il costi sociali del gioco d azzardo Il costi sociali del gioco d azzardo Roma, 4 dicembre 212 Matteo Iori CONAGGA «Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo» Italia fra i primi paesi al mondo per spesa procapite Nel 211 il mercato

Dettagli

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENO DELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONI CRIMINALI ANCHE STRANIERE AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA ROMA 08 LUGLIO 2015 PALAZZO SAN

Dettagli

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo 2011 2012 fonte: AAMS Raccolta Vincite Spesa giocatori 2 Entrate «nette» Totale 79,9 61,3 18,5 8,8 scommesse

Dettagli

Contesto di riferimento e Normativa VLT. Numero di revisione: 1.0. Autore: Lottomatica Videolot Rete

Contesto di riferimento e Normativa VLT. Numero di revisione: 1.0. Autore: Lottomatica Videolot Rete VLT Contesto di riferimento e Normativa Numero di revisione: 1.0 Autore: Lottomatica Videolot Rete Data: 24/06/2010 Informazione importante Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette

Dettagli

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi UN'INDUSTRIA CHE NON CONOSCE CRISI? I DATI DI AAMS RACCOLTA GIOCHI GENNAIO OTTOBRE 2012 70 262 MILIONI DI EURO 38 404 MILIONI DI EURO (APPARECCHI)

Dettagli

L Austria segue la via italiana

L Austria segue la via italiana L Austria segue la via italiana U n paio d anni di lavoro a ritmi serrati sono serviti al governo austriaco per rinnovare, in maniera sostanziale, la legge del 1989. e il risultato finale è in linea con

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE AI SENSI DELL ARTICOLO 121 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA E DELLA LETTERA N), COMMA 4), ART. 26 DELLO STATUTO DELLA REGIONE CAMPANIA concernente DISPOSIZIONI

Dettagli

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA PROBABILITA DI VINCITA La probabilità di vincita è qui definita, gioco per gioco, in funzione delle singole specificità. Per i giochi

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i.) relativamente agli apparecchi e congegni automatici, semiautomatici

Dettagli

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani PROT. N. TERZO SETTORE SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE Via Giovanni Falcone n. 134 76012 Canosa di Puglia (BT) Tel.. 0883/610309-610312

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 574 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BASSO, SPERANZA, MARIASTELLA BIANCHI, BONAFÈ, BORGHI, BRAGA, CARBONE, CAROCCI, CARRESCIA,

Dettagli

Comune di Villa guardia

Comune di Villa guardia Comune di Villa guardia UFFICIO COMMERCIO Informativa agli esercenti per l installazione di apparecchi e congegni per il gioco lecito. Con questo scritto l Ufficio intende fornire le informazioni essenziali

Dettagli

DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Artt. 86 e 110 T.U.L.P.S.) CHIEDE

DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Artt. 86 e 110 T.U.L.P.S.) CHIEDE MODULISTICA MARCA DA BOLLO 16,00 P54 MD14 Rev. 1 del 11/09/07 ALL UFFICIO POLIZIA AMMINISTRATIVA COMANDO POLIZIA LOCALE PIAZZA 9 NOVEMBRE 1989 20090 SEGRATE (MI) DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S. da presentare in duplice copia SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S.) Al COMUNE di VILLANOVA D ASTI (AT) Il

Dettagli

CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS

CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE PUBBLICHE DA GIOCO E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO

Dettagli

Cordialmente critico Eugenio Bernardi

Cordialmente critico Eugenio Bernardi Cari colleghi, leggendo l enfasi dell articolo del Giornale e di quello di Repubblica, non posso non pensare che l occulta regia delle potenti lobby del gioco nostrano stanno preparando l arrivo delle

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO tel. 051 2194082-2194013 - Fax 051 2194870 - PRODUZIONE E/O IMPORTAZIONE E/O NOLEGGIO

Dettagli

APPARECCHI PER IL GIOCO LECITO DI CUI AGLI ARTT. 86 E 110, COMMI 6 E/O 7 DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLICA SICUREZZA, APPROVATO CON R. D. 18.

APPARECCHI PER IL GIOCO LECITO DI CUI AGLI ARTT. 86 E 110, COMMI 6 E/O 7 DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLICA SICUREZZA, APPROVATO CON R. D. 18. Al Sindaco del Comune di OSTUNI APPARECCHI PER IL GIOCO LECITO DI CUI AGLI ARTT. 86 E 110, COMMI 6 E/O 7 DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLICA SICUREZZA, APPROVATO CON R. D. 18.06.1931, N. 773 Denuncia

Dettagli

INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA !!""!""!#$" INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Installazione di New Slot e apparecchi da divertimento

Dettagli

AL SUAP Comune di Vibo Valentia

AL SUAP Comune di Vibo Valentia AL SUAP Comune di Vibo Valentia OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, così come convertito e modificato dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122. DI

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: SCIA Segnalazione certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i;, D.M. 27 ottobre 2003;D.M. 7 gennaio 2007; art. 49

Dettagli

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006).

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). (Stralcio) Art. 1 (Omissis) 525. Il comma 6 dell articolo 110 del

Dettagli

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1%

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1% STORIA%E%ATTUALITÀ%DEL%GIOCO%A%DISTANZA%ITALIANO% Abstract( La presente scheda fornisce una sintesi della storia del gioco a distanza con vincita in denaro in Italia,interminidinormativaedidimensionietrenddelmercato.

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1353

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1353 Senato della Repubblica XVII Legislatura Fascicolo Iter DDL S. 1353 Misure di contrasto al fenomeno della ludopatia e razionalizzazione dei punti di rivendita di gioco pubblico 17/08/2015-14:05 Indice

Dettagli

Il sottoscritto (Cognome e nome): Luogo e data di nascita / / Residente in alla Via n Codice Fiscale TEL

Il sottoscritto (Cognome e nome): Luogo e data di nascita / / Residente in alla Via n Codice Fiscale TEL COMUNE DI CAROVIGNO (BR) PROV. BRINDISI Settore Gestione del Territorio Urbanistica LL. PP. Sezione Attività Produttive SUAP Polizia Amministrativa Commercio AVVERTENZA: la presente segnalazione certificata

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA AL COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA UFFICIO COMMERCIO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI DI CUI ALL ART. 110 COMMA 6 E 7 TULPS (Artt. 86 comma 3 R.D.

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI MOD. DIA1 DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI (art. 19, L. 241/1990; art. 86 110 T.U.L.P.S.). da presentare in 2 esemplari: ( 1 originale per il comune e 1 copia per il dichiarante, sulla quale

Dettagli

Regolamento comunale per le sale giochi e l installazione di apparecchi da trattenimento

Regolamento comunale per le sale giochi e l installazione di apparecchi da trattenimento Regolamento comunale per le sale giochi e l installazione di apparecchi da trattenimento tenimento APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 8 DEL 17/3/2011 E MODIFICATO CON DELIBERA- ZIONE C.C, N. 17 DEL 26/4/2012

Dettagli

Comune di Rosà (VI) Allegato 1) C.C. n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO

Comune di Rosà (VI) Allegato 1) C.C. n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO Comune di Rosà (VI) Allegato 1) C.C. n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento in attuazione di quanto disposto

Dettagli

PROBABILITÀ DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITA IN DENARO

PROBABILITÀ DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITA IN DENARO PROBABILITÀ DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITA IN DENARO Materiale di consultazione contenente le probabilità di vincita dei giochi pubblici con vincita in denaro ai sensi dell art.7 del decreto

Dettagli

Il sottoscritto. nato a il nazionalità. Cod.Fisc. residente in. Via n. C.A.P. Tel. Cell. Codice fiscale/partita IVA. Con sede nel Comune di Provincia

Il sottoscritto. nato a il nazionalità. Cod.Fisc. residente in. Via n. C.A.P. Tel. Cell. Codice fiscale/partita IVA. Con sede nel Comune di Provincia da presentarsi all'ufficio Protocollo 30 giorni prima dell'inizio dell'attività DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' PER INSTALLAZIONE DI GIOCHI LECITI E APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED

Dettagli

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO Approvato con Delibera di C.C. n. 46 del 08.08.2011 INDICE CAPO I NORME GENERALI

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze

Ministero dell economia e delle finanze Protocollo n 2011/30011/giochi/UD Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Visto il testo unico delle leggi di pubblica sicurezza

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA SINDACO / 11 Del 14/10/2015 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER L'ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI GIOCO LECITO SUL TERRITORIO COMUNALE.

Dettagli

QUESTO GIOCO E VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 PERMETTE VINCITE IN DENARO E PUO PORTARE ALLA DIPENDENZA E NUOCERE ALLA TUA SALUTE GIOCA CON MODERAZIONE

QUESTO GIOCO E VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 PERMETTE VINCITE IN DENARO E PUO PORTARE ALLA DIPENDENZA E NUOCERE ALLA TUA SALUTE GIOCA CON MODERAZIONE ATTENZIONE! IL GIOCO PUO PROVOCARE DIPENDENZA (G.A.P - Sindrome di Gioco d azzardo patologico) Dal 1 gennaio 2013 le vincite, computate dall apparecchio in modo non predeterminabile, risultano non inferiori

Dettagli

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 Oggetto: DETERMINAZIONE DELL ORARIO DI ESERCIZIO PER LE ATTIVITA DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, COMMERCIO SU AREA PUBBLICA, SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

Dettagli

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione POLIZIA DI STATO Questura di Udine Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione Norme principali di riferimento in materia di scommesse e gioco Testo Unico delle Leggi di Pubblica

Dettagli

AL COMUNE DI PIANORO. Esercente l'attività di:

AL COMUNE DI PIANORO. Esercente l'attività di: DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI (art. 19, L. 241/1990; art. 86 110 T.U.L.P.S.) da presentare in 2 esemplari: (1 originale per il comune e 1 copia per il dichiarante sulla quale verrà apposto

Dettagli

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA PROBABILITA DI VINCITA La probabilità di vincita è qui definita, gioco per gioco, in funzione delle singole specificità. Per i giochi

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 29 luglio 2014 n.126 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visti l articolo 2, comma 10 e l articolo 10, comma 3, della Legge 25 luglio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO. (Deliberazione del Consiglio comunale n. 1 del 10.01.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO. (Deliberazione del Consiglio comunale n. 1 del 10.01. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO (Deliberazione del Consiglio comunale n. 1 del 10.01.2011) 1 INDICE TITOLO I - Norme generali Art. 1 - Oggetto ed ambito

Dettagli

Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia

Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia Città di Cologno Monzese ORDINE DEL GIORNO APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30 MARZO Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia IL CONSIGLIO COMUNALE DI COLOGNO MONZESE PREMESSO CHE da oltre

Dettagli

Gioco d azzardo pdl 283 d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri

Gioco d azzardo pdl 283 d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri d iniziativa di Claudio Sinigaglia e altri Piano socio sanitario 2012/16 Rappresentano obiettivi di salute prioritari nell arco di vigenza del presente PSSR: a) nell area della prevenzione e promozione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI Approvato con deliberazione C.C. n. 214 del 19.11.2007, esecutiva; Modificato con deliberazione C.C.

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 10 19.03.2014 Contabilità e fiscalità delle sale slot Categoria: Imprese Sottocategoria: Varie Anche quest anno è tornata puntuale la scadenza del 17.03

Dettagli

Videolotteries: obbligo di segnalazione delle giocate sopra Euro 1.000

Videolotteries: obbligo di segnalazione delle giocate sopra Euro 1.000 CIRCOLARE A.F. N.112 del 24 Luglio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Videolotteries: obbligo di segnalazione delle giocate sopra Euro 1.000 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che i

Dettagli

Il sottoscritto,nato a ( ) il / /, ivi residente in Via n, Codice Fiscale, P.Iva Cell, ( 0922-,

Il sottoscritto,nato a ( ) il / /, ivi residente in Via n, Codice Fiscale, P.Iva Cell, ( 0922-, marca da bollo da 14,62 Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di REALMONTE (AG) P.E.C. comunedirealmonte.ag.suap@pec.it SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) PER APERTURA

Dettagli

10 Forum Nazionale della Polizia Locale. PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013. ********************* Elena Fiore Comandante P.M.

10 Forum Nazionale della Polizia Locale. PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013. ********************* Elena Fiore Comandante P.M. 10 Forum Nazionale della Polizia Locale PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013 ********************* Elena Fiore Comandante P.M. Forlì 1 Gli apparecchi da gioco con o senza vincite in denaro: la normativa

Dettagli

COMUNE DI TRESANA. Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

COMUNE DI TRESANA. Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI COMUNE DI TRESANA Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con deliberazione del C.C. n. 3 del 14.01.2012 INDICE TITOLO I NORME GENERALI Art. 1 - Oggetto

Dettagli

PRESSO BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI - ESERCIZI COMMERCIALI

PRESSO BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI - ESERCIZI COMMERCIALI AL COMUNE DI ANDORNO MICCA SCIA - SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI ELETTRONICI DI CUI ALL ART. 110 T.U.L.P.S. O EFFETTUAZIONE DI GIOCHI LECITI E RICHIESTA

Dettagli

Tipologia degli esercizi Numero massimo degli apparecchi installabili

Tipologia degli esercizi Numero massimo degli apparecchi installabili Informativa E.P. CITTÀ DI TORINO DIVISIONE COMMERCIO SETTORE ATTIVITÀ ECONOMICHE E DI SERVIZIO Con questo scritto il Settore intende fornire le informazioni essenziali che riguardano l installazione di

Dettagli

Al SIGNOR SINDACO del Comune di

Al SIGNOR SINDACO del Comune di Da presentare in doppia copia Prima di consegnare il modulo, munirsi di fotocopia da far timbrare per ricevuta dall Ufficio Protocollo e conservare per gli usi successivi Al SIGNOR SINDACO del Comune di.

Dettagli

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE. Provincia di Brescia

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE. Provincia di Brescia COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DI SALE PUBBLICHE DA GIOCO E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED ELETTRONICI DA

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5262 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DELFINO, NARO Istituzione della Lega ippica italiana e disposizioni per la promozione del

Dettagli

LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE

LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE FINANZIARIA 2005 Sommario: 1. - Premessa. - 2. Rideterminazione delle misure destinate al finanziamento dello sport. - 3. Modifiche alla disciplina

Dettagli

Primi riferimenti normativi R.D.18 giugno 1931, n.773 TULPS artt.86 e 110 R.D. 6 maggio 1940, n.635 reg. d es. TULPS tit. III

Primi riferimenti normativi R.D.18 giugno 1931, n.773 TULPS artt.86 e 110 R.D. 6 maggio 1940, n.635 reg. d es. TULPS tit. III Primi riferimenti normativi R.D.18 giugno 1931, n.773 TULPS artt.86 e 110 R.D. 6 maggio 1940, n.635 reg. d es. TULPS tit. III Art. 110 T.U.L.P.S. & Legge 425/95 Apertura del mercato del gioco a premio

Dettagli

Lo schema di Conto giudiziale riporterà le seguenti espressioni per le motivazioni indicate:

Lo schema di Conto giudiziale riporterà le seguenti espressioni per le motivazioni indicate: NOTA ILLUSTRATIVA PER LA COMPILAZIONE DEI CONTI GIUDIZIALI RELATIVI ALLA GESTIONE DEI SEGUENTI GIOCHI: - GIOCHI DI ABILITA A DISTANZA NONCHE DEI GIOCHI DI SORTE A QUOTA FISSA E DEI GIOCHI DI CARTE ORGANIZZATI

Dettagli

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo 1. Definizione di gioco d azzardo La presente legge ha per oggetto interventi normativi in materia di gioco d'azzardo e della patologia che

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna *****

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO COORDINAMENTO ORDINANZA SINDACALE n. 11 / 2014 OGGETTO: DISCIPLINA COMUNALE DEGLI ORARI DI APERTURA E DI ESERCIZIO DELLE

Dettagli

iche nel mese di Luglio 2010

iche nel mese di Luglio 2010 Andamento dellle e scommesse e ippiche iche nel mese di Luglio 21 721 Approfondimenti statistici L andamento delle scommesse ippiche nel mese di luglio non sembra discostarsi rispetto al trend dei mesi

Dettagli

La fiscalità delle NewSlot: quadro europeo e ipotesi di modifica del modello di imposizione italiano

La fiscalità delle NewSlot: quadro europeo e ipotesi di modifica del modello di imposizione italiano La fiscalità delle NewSlot: quadro europeo e ipotesi di modifica del modello di imposizione italiano Indice L INDUSTRIA DEL GIOCO IN ITALIA 3 La raccolta dei giochi: 309 miliardi di euro in otto anni 3

Dettagli

Il lavoro del nuovo esecutivo in materia di giochi e scommesse. Di Stefano Sbordoni

Il lavoro del nuovo esecutivo in materia di giochi e scommesse. Di Stefano Sbordoni Dl fiscale. Versamento Preu con F24, tassa sulla vincite e requisiti antimafia. Tutte le modifiche per il settore giochi In: Politica, Primopiano 4 aprile 2012-16:47 Le peculiarietà del sistema concessorio.

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO

Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Prot. n. 2011/11181/Giochi/ADI Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Visto il Testo Unico di cui al Regio Decreto 18 giugno 1931,

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' GIOCHI LECITI

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' GIOCHI LECITI DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' GIOCHI LECITI AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI TORTONA Oggetto: Denuncia inizio attivitá per INSTALLAZIONE di: Il sottoscritto apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed

Dettagli

DISCIPLINA DEI VIDEOGIOCHI

DISCIPLINA DEI VIDEOGIOCHI DISCIPLINA DEI VIDEOGIOCHI L attività per la produzione,la distribuzione,l esercizio e l utilizzo degli apparecchi da intrattenimento e gioco e disciplinata dall art. 110 del TULPS che detta le nozioni

Dettagli

Prov. Via n. Codice fiscale IN PROPRIO, ovvero nella sua qualità di rappresentanza di

Prov. Via n. Codice fiscale IN PROPRIO, ovvero nella sua qualità di rappresentanza di . 14,62 Al COMUNE di Borghetto Santo Spirito (Savona) OGGETTO: Richiesta autorizzazione per l'esercizio dell'attività di sala giuochi, ai sensi degli articoli 86 e 110 del T.U. delle Leggi di Pubblica

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA N. 9 Del 29/01/2016 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI FUNZIONAMENTO DEGLI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI CON VINCITA

Dettagli

Carboni&Partners GIOCO ONLINE. Un gioco, molti giochi. Milano, 7 luglio 2014

Carboni&Partners GIOCO ONLINE. Un gioco, molti giochi. Milano, 7 luglio 2014 GIOCO ONLINE Un gioco, molti giochi Milano, 7 luglio 2014 COS È IL GIOCO ONLINE? q Partecipazione del giocatore mediante tecnologia che consente comunicazione a distanza q Senza interazione fisica con

Dettagli

BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI

BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI (da presentare in duplice copia: 1 originale per il Comune e 1 copia per il dichiarante, sulla quale

Dettagli

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE 06 Scommesse e fumo 06 SCOMMESSE E FUMO Dipendenza da gioco, cure garantite per legge di Matteo Iori Con la legge sulla Sanità il Governo

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. (30)

LEGGE REGIONALE N. (30) approvata dal Consiglio regionale nella seduta dell 1 febbraio 2014 -----

Dettagli

C I T T À D I V E R OLI * * * * * REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI SALE GIOCHI E GIOCHI AUTOMATICI IN PUBBLICI ESERCIZI ED IN CIRCOLI PRIVATI

C I T T À D I V E R OLI * * * * * REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI SALE GIOCHI E GIOCHI AUTOMATICI IN PUBBLICI ESERCIZI ED IN CIRCOLI PRIVATI C I T T À D I V E R OLI * * * * * REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI SALE GIOCHI E GIOCHI AUTOMATICI IN PUBBLICI ESERCIZI ED IN CIRCOLI PRIVATI Approvato con delibera di C.C. n. 27 del 28/11/2012 I N D I C

Dettagli