BREVE RELAZIONE SUL GIOCO PER LOCALI PUBBLICI IN ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BREVE RELAZIONE SUL GIOCO PER LOCALI PUBBLICI IN ITALIA"

Transcript

1 Sissa (PR) 21/02/14 BREVE RELAZIONE SUL GIOCO PER LOCALI PUBBLICI IN ITALIA In questa breve relazione mi preme distingue correttamente la terminologia e riconosce la diversa pericolosità sociale fra gli apparecchi a vincita limitata dei bar e i terminali VLT delle sale Videolottery, visto che i dati non propriamente esatti che vengono divulgati unicamente verso un tipo di prodotto gioco ovvero le slot nei bar, come se tutto il male fosse dovuto a questi apparecchi. Non vorrei mettere chi legge fra coloro che in questi ultimi tempi si sono scagliati in modo poco informato contro certi giochi definendoli videopoker come tanti giornalisti dimenticando che negli apparecchi da bar ( comma 6/a del 110 TULPS) è vietato il gioco del poker [1], non così in altri prodotti di gioco come gli Skill games, il cash game o casinò on line e soprattutto le Videolottery ( comma 6/b del 110 Tulps). Visti i continui attacchi al settore legale del gioco e in particolare agli apparecchi installati nei pubblici esercizi, bar che son i giochi meno costosi, senza fare distinzione con le ben più aggressive Videolottery ( tutte di produzione estera) volute dal Governo Berlusconi( vedasi decreto Abruzzo) che fa però pandant con le migliaia di sale scommesse fatte aprire dal così detto Decreto Bersani. Il settore si è preso le sarcastiche affermazione di personaggi che poco conoscono il gioco perché così dicendo, si mette sotto accusa e in modo assolutamente superficiale una intera categoria formata da decine di migliaia di aziende che operano correttamente da molti anni con apparecchi normati dallo Stato, certificati da enti preposti e collegati in rete per il controllo e per calcolarne la loro tassazione PREU (complessivamente del 12,7% +0,8% AAMS [1] a) quelli che, dotati di attestato di conformita` alle disposizioni vigenti rilasciato dal Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato e obbligatoriamente collegati alla rete telematica di cui all articolo 14-bis, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640, e successive modificazioni, si attivano con l introduzione di moneta metallica ovvero con appositi strumenti di pagamento elettronico definiti con provvedimenti del Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, nei quali insieme con l elemento aleatorio sono presenti anche elementi di abilità, che consentono al giocatore la possibilita` di scegliere, all avvio o nel corso della partita, la propria strategia, selezionando appositamente le opzioni di gara ritenute piu` favorevoli tra quelle proposte dal gioco, il costo della partita non supera 1 euro, la durata minima della partita è di quattro secondi e che distribuiscono vincite in denaro, ciascuna comunque di valore non superiore a 100 euro, erogate dalla macchina in monete metalliche. Le vincite, computate dall apparecchio in modo non predeterminabile su un ciclo complessivo di non più di partite, devono risultare non inferiori al 75 per cento delle somme giocate. In ogni caso tali apparecchi non possono riprodurre il gioco del poker o comunque le sue regole fondamentali; 1

2 e mediamente un altro 0,5% alle reti concessionarie), una delle più alte del mondo equivale al 56% di tassazione ( sul totale) non mi pare sia bassa se il rimanente circa 11% va suddiviso fra il proprietario dei giochi e esercente barista. In 9 anni le A.W.P. o New Slot hanno portato circa 25 miliardi allo Stato. In altri stati europei la tassazione su apparecchi analoghi è calcolata sulla differenza fra entrate e uscite, sono comunemente diffusi in Inghilterra (250 mila), Germania (250 mila), Olanda, Austria e Spagna (270 mila), in tutti questi paesi non vi sono installate Videolottery o VLT come in Italia. Il gioco in Italia è riserva dello Stato, si deve parlare di gioco regolamentato, per gli apparecchi elettronici a vincita limitata per le New Slot o A.W.P. Vi ricordo che da anni esistono decreti di contingentamento sugli apparecchi da gioco a vincita limitata in cui si stabiliscono le tipologie di locali e quanti apparecchi installarvi, volute dal settore per evitare l eccessiva proliferazione degli apparecchi, anche se l ultimo del 2011 certamente a aumentato la diffusione e non certo voluto dal settore ma da associazioni legate a certi concessionari che distribuiscono altri giochi in esclusiva [2]. A tale riguardo sono note cause, denunce all Antitrust e sentenze contro questi concessionari, che lo Stato italiano ha individuato come unici responsabili del gioco, mentre la filiera e chi opera realmente sono decine di aziende di produzione e migliaia di aziende di gestione che giornalmente raccolgono la tassazione Preu che versano quindicinalmente e anche su apparecchi furtati. Gli apparecchi dei bar o tabaccherie denominati A.W.P. (o da AAMS New Slot), ricordo ai più che le A.W.P.[C1] sono apparecchi da intrattenimento con giocata massima da 1 euro (solo moneta massima introdotta 2 euro con eventuale resa del resto), vincita massima di 100 euro e percentuale di restituzione del 74% ( abbassata dallo Stato per incamerare più tassazione dal 75% che era gli anni passati) su un ciclo prestabilito di max [2] TABELLA CONTINGENTAMENTO Notare che nelle Tabaccherie se ne possono installare il doppio che in un Bar. Commento [C1]: Gioco da trattenimento a premio, predominante in Inghilterra e altri paesi europei che consiste tradizionalmente in 3, 4, 5, ruote sulle quali sono stampati dei simboli( anche video riprodotte), le varie combinazioni di simboli danno luogo a diversi livelli di vincita, oppure la possibilità di accedere ad ulteriori giochi specifici, che offrono premi variabili. Il termine e applicato in campo internazionale a qualsiasi gioco a premio in denaro con software residente su scheda o computer. 2

3 140 mila partite ( mediamente però i cicli sono di 30 mila partite) ecc.ecc. installabili tramite licenza art.86 del TULPS. Sono proliferate in questi ultimi 3/4 anni oltre Sale Videolottery ( nate col Decreto Abruzzo per pagare i danni del terremoto) piene di terminali VLT ( di produzione solo estera) con giocate fino a 10 euro e solo in banconote, introduzione illimitate anche con pezzi da 500 euro, vincite elevate fino a euro e promessa di vincita con jackpot di sala da 100 mila a nazionale interconnesso da 500 mila euro ( stranamente facoltativo e non sempre riconoscibile all interno delle multi sale) con ciclo minimo da 5 milioni di partite e tassazione PREU partita al 2% e oggi al 5%, e applicata diversamente dalle A.W.P. Di VLT ( per merito del Decreto Abruzzo) ne devono essere installate oltre 57 mila terminali ( ovvero il 14% dei nulla osta di richiesti per le A.W.P. o New Slot dalle concessionarie) siamo dopo 3/4 anni a circa 51 mila - nel mondo ricordo ve ne sono 160 mila, per capire lo sproposito italiano, l apertura di queste nuove sale, spesso denominati mini-casinò, è stata demandata dai Monopoli di Stato alle Questure tramite l art.88 del TULPS, scavalcando di fatto i Sindaci e i loro poteri, se pur limitati, a stabilirne gli orari e ora con norme urbanistiche e piani regolatori per interdirne l apertura. VLT che come dicono le IENE ( e ben 2 interrogazione dell On. Rosato a cui nessuno ha mai risposto nei 2 passati Governi) possono favorire il riciclaggio di denaro perché il ticket ritirato dal terminale non è distinguibile se attribuibile ad una vincita o a un ripensamento del giocatore equivalente alle banconote introdotte per giocare. È altrettanto vero che la spesa di chi gioca alle AWP è molto inferiore in un rapporto di 1 a 15 rispetto a chi gioca con le VLT. Per dirla senza mezzi termini le VLT impoveriscono moltissimo il giocatore per almeno sette motivi: 1. costo giocata variabile ma elevato fino a 10 euro per partita; 2. funzionano prevalentemente o esclusivamente a banconote con tagli anche fino a 500 euro; 3. praticamente quasi nessun limite all introduzione di banconote (quando c è è di 200 euro); 4. speranza di vincita elevata con diversi jackpot di sala e nazionali (ove presenti); 5. difficoltà di percezione da parte del giocatore dell effettiva presenza del jackpot nelle diverse sale con diverse piattaforme; 6. non effettiva percezione da parte del giocatore di quanto realmente vinto (banca punti vinti con crediti acquistati possono essere in promiscuità); 7. scarico della vincita tramite ticket volontario e non riconoscibilità se è frutto di vittoria acquisita o ripensamento del giocatore (probabile possibilità di riciclare denaro come diversi servizi televisivi hanno mostrato), non completa funzionalità dei programmi di calcolo del Preu e della sua rendicontazione mensile. Leggendo la varie proposte sia parlamentari ma di diverse altre autorità amministrative, quali regioni, province autonome e comuni, in sintesi vengono ghettizzati gli apparecchi più innocui come le A.W.P. o New Slot e non vengono presi provvedimenti sulle Videolottery assai più aggressive, potrei essere d accordo col ridefinire il contingentamento degli apparecchi nei locali ma si facciano i dovuti distinguo. 3

4 Perché vengono sempre colpevolizzati gli apparecchi dei bar, mi chiedo se i luoghi sensibili non valgano anche per le tabaccherie o locali che vendono grattini o altri giochi o lotterie? Certo se limiteranno gli apparecchi dei bar, si dovrà certamente limitare anche le VLT legate per la loro diffusione ai primi, con le nuove concessione pare ne debbano essere assegnati diritti per altre 4/7.000 ulteriori terminali VLT oltre ad altre sale o punti scommesse. All arrivo delle VLT o videolottery, sono stato uno dei pochi ad oppormi e gli articoli allegati a questa relazione me ne sono testimone [3]. Detto ciò sono consapevole delle problematiche che porta l abuso del gioco e della sua grande diffusione, la pubblicizzazione dei dati dell introdotto, 80 miliardi ad es. nel 2011, senza mai considerare la vincita che è stata di 61,5 miliardi; pertanto, la raccolta netta è stata pari a 18,4 miliardi, mentre le entrate erariali sono state di quasi 9 miliardi, per il 2012 c è stato un calo nella raccolta delle A.W.P. o New Slot e un aumento per le VLT. Purtroppo l Amministrazione dei Monopoli di Stato (ora accorpati alle Dogane) stranamente o deliberatamente stenta a dare dati certi e definitivi del 2012, facendo sì che escano dati errati e solo i a metà 2013 sono usciti i dati sotto riportati, riferiti al [3] (AGICOSLOT-JAMMA) - Roma, 18 giugno Ore 11,45 - DECRETO VLT: EUGENIO BERNARDI (CONSULENTE) "PROGETTATE IN QUESTO MODO SEMBRANO MACCHINE PERICOLOSE" "Progettate in questo modo possono essere macchine pericolose". Commento secco quello di Eugenio Bernardi, consulente tecnico e produttore di apparecchi da intrattenimento, sulla bozza di decreto che disciplina e regola il comparto delle Videolottery. "Spero sia da rivedere, alcuni punti sono decisamente carenti. Non è specificato quali siano i giochi che si potranno offrire: per esempio non leggo il divieto della riproduzione del gioco del poker. E poi - prosegue Bernardi - la tutela dei minori. Secondo me deve esser specificato a chiare lettere il divieto di gioco per i minori e la garanzia del gioco responsabile. Gioco sicuro con macchine per le quali non si parla di certificazione, come avviene per le comma 6/a." Un commento poi sui tempi effettivi di realizzazione: "Il decreto deve andare a Bruxelles e considerando i 3 mesi di stand still e gli altri tre che passeranno a seguito delle quasi certe obiezioni da parte di qualche Stato membro se non saranno apportate modifiche al testo attuale, i conti non tornano con il versamento della prima rata di ottobre. E' già successo in passato e va detto, comunque, che questo accade per il 95% dei regolamenti emessi" ha concluso. E con Bernardi si parlerà ancora di Videolottery anche questa sera alle su "Betting Blog", programma di Betting Channel, canale 847 di Sky. agicoslotjamma - 18/06/ im 4

5 La causa di questa grande diffusione del gioco è anche di una amministrazione tesa sempre a dover portare risultati in termini di maggiori entrate che la politica in passato gli chiedeva. In particolare dalla risposta alla Camera dei Deputati del Sottosegretario Barretta, nei primi 8 mesi dell anno 2013 la raccolta delle slot è stata di 16,8 miliardi e quella delle VLT di 14,7 miliardi, per una raccolta totale di 31,6 miliardi. Le vincite (stimate calcolando il 74% sulle AWP e l 85% sulle VLT) sono state pari a 12,46 miliardi per le slot e a 12,54 per le VLT, per un totale di 25 miliardi. Il Preu sulle AWP è stato di 2,13 miliardi, quello sulle VLT di 738 milioni, per un totale di 2,87 miliardi. Lo stesso Sottosegretario si è così pronunciato nel mese di febbraio 2014 rispondendo ad altra interrogazione parlamentare: e cosiddette «slot» sono soggette ad un PREU pari al 12,7 della raccolta a cui si somma lo 0,3 per cento a titolo di canone; considerando che il 74 per cento viene restituito in vincite (payout), l incidenza fiscale per tali apparecchi risulta pari al 50 per cento del margine (12,7 + 0,3/26). Nel 2013 la raccolta lorda è stata pari a 25 miliardi per un introito erariale di 3,2 miliardi; le VLT sono soggette ad un PREU pari al 5 per cento della raccolta a cui si somma lo 0,3 per cento a titolo di canone; considerando che il payout medio di mercato di tali apparecchi è pari all 88 per cento, l incidenza fiscale è pari al 44,16 per cento (5 + 0,3/12). Nel 2013 a raccolta lorda è stata pari a 22 miliardi per un introito erariale di 1,1 miliardi. L On. Barretta si è solo dimenticato l ulteriore 0,5% del totale introdotto reso annualmente ai concessionari come deposito cauzionale. Mi irrita il pressapochismo politico e di certi media essendo nel settore del gioco da oltre trent'anni, prima con i videogiochi da coin op (ormai spariti dai bar perché poco remunerativi) e ora con gli apparecchi da intrattenimento con vincita limitata, gradirei che tecnicamente le cose fossero chiamate col proprio nome. Ora l'aria è cambiata ( forse la crisi economica, forse il cambio di Governo) e tutti hanno scoperto le "ludopatie", sono però stupito che solo ora, come tanti politici ci si occupi di gioco quando prima hanno fatto nascere decine di giochi con giocate e vincite iperboliche, vedasi i grattini a 20 euro o i casinò on line e il cash game ( con prenotazioni di partite fino a euro) che oltre avere la possibilità di accedervi in solitario da casa entra in certi locali pubblici mascherato da gioco promozionale come TOTEM di cui i media nulla sanno o dicono. Che dire infine della diffusissima pubblicità su molte tv (che bollano però altri giochi) e i nuovi canali tv specifici sul gioco on line o roulette virtuali. Il paradosso tutto italiano è che proprio settore degli apparecchi con piccola vincita non ha mai fatto pubblicità a se stesso ed è l unico che finisce sempre sul banco degli imputati. Ben vengano maggiori controlli, l istituzione del registro di tutti gli operatori del gioco, la certificazione antimafia, il divieto ai minori (che per le A.W.P. o Newslot esisteva da sempre) non in altri giochi, se però dal bollettino dell Alto Comitato di Vigilanza si dichiara 5

6 che sono state sequestrate apparecchiature nel 2011, ovvero lo 0,35% del totale parco macchine installato, circa 380 mila, nel 2012 i risultati sono stati analoghi Comunicato Aams I dati sui controlli forniti da AAMS a Enada Rimini - Si riporta solo la parte riferita agli apparecchi da gioco. Certo casi d infiltrazione malavitosa ve ne sono, come tutti i settori economici, sarebbe anche giusto smetterla di criminalizzare il settore e controllare invece certe manchevolezze politico amministrative. Tutta la filiera dal 2011 è obbligata a certificazioni antimafia per gli iscritti all' Elenco dei soggetti che svolgono attività funzionali alla raccolta del gioco mediante apparecchi da divertimento con vincite in denaro. Decreto Direttoriale n.2011/11181/giochi/adi. Basterebbe che uno Parlamento avveduto avesse stabilito di devolvere una percentuale del ricavato dei giochi (tutti) alla eventuale cura o prevenzione di certi comportamenti compulsivi, in alcune proposte della passata legislatura si era parlato di devolvere l 1% dell ammontare incamerato dallo Stato ai comuni o e alla cura delle ludopatie o per prevenire le varie forme di GAP. E stato adottato un certo divieto della pubblicità dei giochi ma vedo che su certe televisioni continuano imperterrite quasi a tutte le ore le pubblicità dei Casinò on-line, addirittura sono nati dei canali televisivi che propongono certi giochi d azzardo. Fa più danni l'alcol o il gioco, mi ha chiesto un collega, chiediamolo ai nostri governanti?? Per l'alcol non esistono luoghi sensibili?? Vicino a chiese, scuole o ritrovi dei giovani da impedirne la vendita? Qui nessun politico ha nulla da dire?? 6

7 L Istat ha stimato anche quest anno che 8 milioni di Italiani hanno problemi legati all abuso di alcol ( nessuno a mai parlato di chiudere bar o esercizi commerciali per questo), di giocatori problematici, secondo l Istituto superiore di sanità, nel 2009 ce ne erano talmente troppo pochi da non ritenere nemmeno necessario un nuovo studio. Anche se da allora ad oggi i numeri probabilmente saranno aumentati, e anche volendo prendere per buona la stima del Censis, comunque non attendibile e disconosciuta dallo stesso istituto, pari a circa 500mila individui potenzialmente rei di comportamenti di gioco eccessivi, non starebbe comunque in piedi il confronto tra gioco e alcol. Tanto più l accusa di gioco peggiore dell alcol e definita nuova droga. "Occorre educare al gioco, qualsiasi esso sia. Il vizio del gioco e' antico. Proibire non risolve. Serve educare all'uso del libero arbitrio. Tutto qui." Certo se non si risanava il settore come facevano le associazioni contro il gioco patologico ad avere i dati dell emerso visto che fino al 2003 era pieno di videopoker ( 700 mila diceva l allora Ministro Visco) e non si pagava nulla di tasse?? Il Tar Umbria in una sentenza afferma: la ludopatia è tecnicamente collegata al gioco d azzardo e non attiene alle New Slot.. Estratto della sentenza: bene si intende, anche a livello di principio, come gli apparecchi idonei per il gioco lecito, interessati dal presente provvedimento, che, a termini dell art. 110, comma 6, del T.U.L.P.S., si caratterizzano per il costo della partita non superiore ad un euro,solo marginalmente interessano l area della ludopatia ; tecnicamente, infatti, tale patologia è collegata al gioco d azzardo, mentre qui viene in rilievo un gioco lecito, frutto di un bilanciamento di interessi effettuato dal legislatore statale. Col proibizionismo non si è mai risolto nulla, sono un padre di famiglia e mi confronto con la società quotidianamente, ho sempre fatto i conti con la mia coscienza e non tollero certo qualunquismo in cui molti sono finiti. Distinti saluti Eugenio Bernardi Consulente Tecnico - Giuridico e produttore di giochi Pubblicazioni in merito alla normativa giochi sul portale: ISSN : Rivista giuridica elettronica pubblicata su Internet 7

8 Relazione tecnico giuridica sulla legge 388/00 L'evoluzione dell'art. 110 del T.U.L.P.S. Direttive Europee e Mancate notifiche Disapplicazione di norme interne non notificate - Significativa sentenza del Tribunale di Chiavari (GE) La direttiva 83/189/CEE ora 98/34/CE, strumento di trasparenza al servizio del mercato interno europeo e nazionale. Che cos è la procedura 98/34/CE? Procedura di notificazione nel campo di standard tecnici e regolamentazioni degli Stati membri UE e Efta INFRAZIONI E DIRETTIVE COMUNITARIE. DA JAMMA MAG. ARIE.DI%20E.BERNARDI%20DA%20JAMMA%20MAG..pdf Procedure tecnico amministrative relative alla produzione e messa sul mercato degli apparecchi da gioco con vincita comma 6, lett. a), del 110 T.U.L.P.S. ( A.W.P. o New Slot). Analisi tecnico funzionale e comparazione fra gli apparecchi da gioco C.6/a (A.W.P.) e le Videolottery (VLT) C.6/b del 110 del T.U.L.P.S. Bolzano -14 maggio Un audizione su gioco lecito e dipendenze da gioco https://webgate.ec.europa.eu/transparency/regrin/consultation/displaylobbyist.do?id= DIFFERENZE FRA VLT o Videolottery comma 6/b e le A.W.P.o New slot comma 6/a del 110 Tulps CARATTERISTICA VLT AWP Costo partita Da 0,50 cent. a 10 con sottomultipli di puntata 1, massimo con sottomultipli di puntata Vincita massima erogato dal responsabile di sala, sopra tale importo erogato dal Concessionario Jackpot di sala (facoltativo) Jackpot di sistema (facoltativo) per ogni singola partita erogati direttamente dal congegno in moneta metallica Nessuna forma di premialità accumulabile Durata della partita - nessuno tempo minimo 4 secondi minimo Retrocessione garantita al giocatore sul singolo congegno Attivazione del gioco Riscossione Vincite Retrocessione garantita dal generatore centrale di combinazioni al singolo gioco veicolato dal sistema - 85% su ciclo di almeno 5 milioni di giocato. Calcolo della percentuale sul vinto e non sul pagato e incassato tramite ticket. Nessuna limitazione operativa, alcune piattaforme accettano solo banconote e alcune anche da 500 e non accettano monete di nessun valore. Nessuna Limitazione operativa fatte salve le norme antiriciclaggio (se attuate ). Ticket Retrocessione garantita al 75% su ciclo chiuso di partite inferiori o pari a Dal 2013 il 74% Calcolo della percentuale sul reale vinto e pagato dall apparecchio sempre in moneta metallica. Moneta metallica massimo importo introducibile 2 - possibilità di rendere il resto di 1 Solo moneta metallica 8

9 confondibili fra il vinto e l introdotto e ritirato senza aver giocato. PREU 2% - anni ; 3% (eliminato) 4% ,5% - gli anni successivi (eliminato) 5% dal 2013 Tassa del 6% sulle vincite superiori a 500 dal 1 settembre 2012 (bloccata da ricorso al TAR LAZIO) 12,60% sul volume di raccolta pari a quello censito nel sull eccedenza: scaglioni di abbattimento. Dal ,8% Il il 12,7% Dal 2015 il 13% Canone AAMS 0,8 % volume di gioco 0,8% volume di gioco Tipologia di gioco erogabile Nessuna Limitazione e dotazione di base di almeno 5 temi di gioco differenti. Alcune piattaforme hanno il gioco del poker Tema unico di gioco con divieto di riproduzione regole del poker. LOCALI ABILITATI DECRETO del 22 gennaio 2010 (Disciplina dei requisiti tecnici e di funzionamento dei sistemi di gioco VLT, di cui all articolo 110, comma 6, lettera b) del T.U.L.P.S.) - art.9 (ambienti dedicati) - Sale Bingo; - Agenzie Scommesse e Negozi del Bando Bersani; - Sale giochi che siano dotate di 88 TULPS - nuovi Esercizi dedicati al solo gioco LECITO con superficie ad esso dedicata sopra i 50 mq, dotati di art. del 88 TULPS rilasciate dalle Questure. DECRETO 27 ottobre 2003, Decreto 10 gennaio 2007 e Decreto 27 luglio 2011 sul contingentamento all art.3 (ambienti dedicati) Bar, tabaccherie ed esercizi commerciali ovvero: - locali con l art. 86 TULPS; - locali con l art. 88 TULPS - Sale Bingo; - Agenzie Scommesse - Sale giochi che siano dotate di 86 del TULPS - rilasciate dal Sindaco Costo Orario Medio di Partecipazione al Gioco (COM) In sintesi: 9

10 Pmax = prezzo massimo della partita t med= tempo per ogni giocata n partite/h % vincita = percentuale di vincita Si avrà che, matematicamente, l apparecchio darà luogo ad un costo orario medio per il gioco pari a: costo orario medio = Pmax x n partite x (100 - %vincita) h 100 NEW SLOT c.6/a tempo minimo imposto 4 per partita COM = costo partita x 3600 x %resa = 1 x 3600 x Tempo medio partite NEW SLOT c.6/a tempo medio 6 per partita = 225 uro COM = costo partita x 3600 x %resa = 1 x 3600 x Tempo medio partite = 150 uro Ricordo che con 1 si possono frazionare in giocate da 25 o 50 centesimi e le partite ( perdenti) devono durare almeno 4 secondi con una percentuale del 75%( 74% dal 2013) su di un ciclo chiuso definito che varia fra i produttori e che mediamente è di 28/ partite e la massima vincita di 100 euro è scaricata dalla macchina in automatico. VLT minima giocata 0,50 centesimi, tempo partita 1 COM = costo partita x 3600 x %resa = 50 cent. x 3600 x Tempo medio partite = 270 uro VLT massima giocata 10 euro tempo partita 1 COM = costo partita x 3600 x %resa = 10 x 3600 x Tempo medio partite = 5400 uro Ricordo che nelle VLT non hanno un tempo minimo di durata delle partite e la percentuale se pur maggiore è calcolata su un ciclo minimo di 5 milioni di partite. VLT massima giocata 10 euro tempo partita 2 COM = costo partita x 3600 x %resa = 10 x 3600 x = uro Tempo medio partite Ricordo che nelle VLT non hanno un tempo minimo di durata delle partite e la percentuale se pur maggiore 85% è calcolata su un ciclo minimo di 5 milioni di partite ed è comprensiva del rigioco che è tassato, in realtà sul vinto e scaricato si parla di una percentuale che varia fra il 52% e 60%. SPESA MEDIA ORARIA 10

11 Su suggerimento di alcuni colleghi produttori dopo la pubblicazione della tabella sul Costo medio orario di partecipazione al gioco, che non prevede comunque il dato della vincita ma solo dell introdotto e visto che non era affiancata da una tabella che precisava la diversità fra le tipologie di gioco ovvero le AWP comma 6/a del 110 TULPS e le VLT facenti riferimento al comma 6/b del 110 TULPS, ricavando la perdita media oraria. Quindi si precisa quanto segue, ricordando sia per i dati precedenti che per gli attuali che si parla di medie: AWP Parametri di legge: - Costo massimo della partita 1 euro - Vincita massima 100 euro - Obbligo di erogazione del 75% in denaro dell'importo introdotto in un ciclo di partite, max tipico Tempo della partita: minimo 4 secondi. Parametri tipici di un apparecchio AWP sul mercato: - Ciclo tipico: partite - Tempo medio durata partita: 15 secondi. Il tempo medio è il risultato di partite perdenti e partite vincenti. - Costo partita 1 euro Calcolo importo perdita oraria: - Euro introdotti ogni minuto: 4 euro - Euro introdotti ogni ora: 240 euro - Euro erogati in vincita (75%): 180 euro - Perdita oraria: 60 euro Se poi consideriamo quanto segue, il tempo medio per partita aumenti e conseguentemente la perdita oraria diminuisce ulteriormente Ricordo che con 1 si possono frazionare in giocate da 25 o 50 centesimi e le partite ( perdenti) devono durare almeno 4 secondi con una percentuale del 75% su di un ciclo chiuso definito che varia fra i produttori e che mediamente è di partite e la massima vincita di 100 euro è scaricata dalla macchina in automatico VLT Parametri di legge: - Costo massimo della partita 10 euro (introduzione quasi esclusiva con banconote) - Vincita massima 5000 euro - Vincita Jackpot di sala: euro - Vincita Jackpot nazionale euro - Obbligo di restituzione del 85% dell'importo giocato ( comprensivo sia dell introdotto che dei punti vinti) in un ciclo di 5 milioni di partite.. Nessun obbligo di erogazione di denaro, il giocatore ha la facoltà di incassare oppure rigiocare tutto. - Tempo della partita: non definito Parametri tipici di un apparecchio VLT sul mercato: - Tempo durata partita: 2 secondi - Costo partita da 0,50 a 10 euro (usiamo la media 5) 11

12 Calcolo importo perdita oraria: - Euro introdotti ogni minuto: minimo 15 euro, massimo 300 euro - Euro introdotti ogni ora: minimo 900 euro, massimo euro - Euro vinti (85%): minimo 765 euro, massimo euro - Euro persi dal giocatore: minimo 135 euro, massimo euro - Perdita media oraria: euro La spesa per il gioco è da considerarsi, a livello aggregato, non come il singolo costo della partita, moltiplicato per il numero di partite effettuate, ma, bensì l importo che risulta al netto delle somme vinte e retrocesse ai singoli giocatori, dalle apparecchiature stesse e sappiamo benissimo che le AWP sono praticamente gli unici giochi da cui si può ricavare dati statistici corretti e certi avendo il parametro del 75% di retrocessione al giocatore. Prendendo i dati della raccolta del mese di gennaio 2012 e della spesa per il gioco, pubblicati dall Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato mensilmente fino al 2012, si possono ricavare i seguenti risultati sulle AWP o New slot: Numero AWP o New Slot installate ed in esercizio Raccolta (denaro introdotto per effettuare una partita) Vincite (denaro restituito ai giocatori come vincita) Percentuale di restituzione, in vincite, delle somme giocate 75,63% Spesa per il gioco del mese di gennaio Spesa mensile per il gioco, per singola AWP o New Slot 1.617,50 Spesa giornaliera per il gioco, per singola AWP o New Slot su 26gg/mese 64 Perdita oraria media reale (stima 8 ore di gioco) 8 Raccolta mensile per singola apparecchiatura 6.636,50 Imposta sul gioco da gennaio(preu 11,8%+ 0,8% canone AAMS) 12,6% )(+rete non calcolata Imposta sul gioco mensile per singola apparecchiatura 838 Incidenza dell imposta sul gioco sulla spesa del giocatore circa il 52% Queste medie sono scese nel 2013 di ben il 18% mentre il PREU per il 2013 e 2014 è passato al 12,7% e la percentuale di resa al giocatore al 74%. GAP - la Presidenza del CDM risponde a Bernardi SCARICA LA NOTIZIA 12

13 13

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis Il modello italiano di tassazione del gioco d azzardo: linee guida

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Gioco d azzardo: qual è la vera posta? Tecnologie che creano dipendenze

Gioco d azzardo: qual è la vera posta? Tecnologie che creano dipendenze Gioco d azzardo: qual è la vera posta? Tecnologie che creano dipendenze Marcello Esposito * Professore di International Financial Markets, Università Cattaneo di Castellanza Come è

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI 1. Dotazioni informatiche minime: Pc con accesso ad internet Contratto Telemaco

Dettagli

CARIBBEAN POKER. Come si gioca

CARIBBEAN POKER. Come si gioca CARIBBEAN POKER INDICE Caribbean Poker 2 Il tavolo da gioco 3 Le carte da gioco 4 Il Gioco 5 Jackpot Progressive 13 Pagamenti 14 Pagamenti con Jackpot 16 Combinazioni 18 Regole generali 24 CARIBBEAN POKER

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

In collaborazione Gestionale per Hotel

In collaborazione Gestionale per Hotel In collaborazione Gestionale per Hotel Caratteristica Fondamentali E un programma di gestione alberghiera facile e intuitivo, in grado di gestire le prenotazioni, il check-in, i conti e le partenze in

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati I circoli privati rappresentano, da sempre, un problema nella gestione delle attività di controllo sul territorio

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite.

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite. Formule di gioco La successione di mani necessarie per l eliminazione del penultimo giocatore o per la determinazione dei giocatori che accedono ad un turno successivo costituisce una partita. In base

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO DI GIOCO DELLA ROULETTE (al Casino Municipale di Campione d Italia) adottato con delib. C.C. n. 83 del 2.12.1993 approvata dal CRC con atto n. 13 in data 4.1.1994

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34 TIMBRO PROTOCOLLO MODULO DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (SUBINGRESSO NUOVA APERTURA (di cui art. 4 comma 5^ L.R. 14/2003) - CESSAZIONE VARIAZIONI

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art.

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. DENUNCIA INIZIO ATTIVITA AGENZIA D AFFARI (Artt. 19 legge 241/90, modificato dall art. 2, c.10, della legge 537/93 e art. 21 legge 241/90) Al Sindaco del Comune di. Il sottoscritto Cognome Nome Codice

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP

CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP CABINA DI REGIA SPORTELLI UNICI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO & TAVOLO DI COORDINAMENTO UTENTI SUAP STANDARDIZZAZIONE PROCEDURE - NOTA 2/2014 Sommario CESSAZIONE ATTIVITÀ DI

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6 Guida ai NOVITÀ CIRCOLAZIONE del CONTANTE: LIMITAZIONI NAZIONALI e COMUNITARIE Analisi della circolazione del contante alla luce degli interventi chiarificatori offerti dal Mef, dall Agenzia delle Entrate,

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE 1 1. Cos è la Carta della qualità dei servizi La realtà sempre più completa ed articolata delle pubbliche amministrazioni, se da un lato consente di offrire servizi diversificati alla cittadinanza, dall

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Mille Uno Bingo S.p.A.

Mille Uno Bingo S.p.A. Mille Uno Bingo S.p.A. Capitale Sociale: 2.000.000 euro Sede Legale Via Galileo Galilei 20-31057 Silea (TV) Partita I.V.A. n 01431110939 Codice Fiscale n 01431110939 Iscrizione nel Registro delle Imprese

Dettagli

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 RAI-Radiotelevisione italiana dall 8 settembre 2014 al 29 maggio 2015 realizza un programma televisivo dal titolo A CONTI FATTI diffuso da RAIUNO tutti i giorni, dal lunedì

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI 1. Soggetto promotore Lidl Italia srl, con sede legale e amministrativa in via Augusto Ruffo, 36, Arcole (VR).

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO LEGISLATIVO 21 NOVEMBRE 2007, N. 231 (PUBBLICATO NELLA G.U. N. 290 DEL 14 DICEMBRE 2007, S.O. N. 268) ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2005/60/CE CONCERNENTE LA PREVENZIONE DELL UTILIZZO DEL SISTEMA

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO N. XVIII LEGGE DI CONFERMA DEL DECRETO N. XI DEL PRESIDENTE DEL GOVERNATORATO, RECANTE NORME IN MATERIA DI TRASPARENZA, VIGILANZA ED INFORMAZIONE FINANZIARIA, DELL 8 AGOSTO 2013 8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli