Ricerca e Sviluppo di Innovazioni Tecnologiche. TecnoaXess503 Specifiche Tecniche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ricerca e Sviluppo di Innovazioni Tecnologiche. TecnoaXess503 Specifiche Tecniche"

Transcript

1 Specifiche Tecniche

2 Pagina 2 Terminale di controllo accessi 503 TecnoRS Specifiche Tecniche Rev. 00 EDIZIONE Maggio 2008

3 Pagina 3 Indice 1 Generalità Descrizione del dispositivo Caratteristiche tecniche del terminale Collegamenti e descrizione del prodotto Fissaggio del terminale Collegamento e installazione del terminale Collegamento alla linea di alimentazione Collegamento dell uscita a relay Collegamento dell interfaccia RS485 su bus di trasmissione dati Uso del dispositivo Configurazione terminale Programmazione / cancellazione card abilitate Gestione Tasca Interna (cod. TRS0141) Utilizzo del lettore RFID Sincronizzazione dell orologio di sistema GENERALITÀ 1.1 DESCRIZIONE DEL DISPOSITIVO Il terminale è un dispositivo di controllo accessi RFID progettato per essere inserito in scatole 503 in modo da garantire la massima integrazione a livello architettonico adattandosi ad ogni tipo di modello e marca di armature in commercio. Specificamente progettato per esigenze in ambito alberghiero è in grado di gestire autonomamente sia un accesso ad una stanza, che un eventuale lettore RFID aggiuntivo (di seguito indicato come tasca interna cod. TRS0141) che rileva e gestisce la permanenza dell utente all interno della stanza. E possibile inoltre richiedere eventuali personalizzazione che l integratore vuole customizzare sulle specifiche del cliente. Le principali caratteristiche che lo contraddistinguono si possono elencare come: Funzionamento stand-alone (senza collegamento al sistema Host) sia intermini di chiavi di accesso che di memorizzazione transiti gestendo in locale fino a 5950 transiti espandibili a richiesta. Gestione fino a 100 card per ogni terminale (espandibile a richiesta) divise su 3 livelli di autorizzazione diverse. Livello 1 anche detto Ospiti che viene assegnato normalmente all utente che deve poter accedere e soggiornare all interno di una data stanza; Livello 2 anche detto Operatori che viene assegnato agli addetti alla manutenzione / pulizie ed in fine il Livello 3 anche detto Passepartout che è assegnato alle card che debbono poter accedere ad ogni stanza senza restrizioni. Gestione di una particolare card detta di Programmazione che consente l abilitazione o la cancellazione di card di Livello 1 direttamente dal terminale senza l utilizzo di software accessori o nel caso di mancanza di collegamento con il sistema Host di controllo. Gestione di una card detta di Configurazione fornita all installatore che è utilizzata per la configurazione del terminale in fase di installazione del sistema. Lettura di card RFID operanti alla frequenza di 13,56MHz nel formato più comune come MIFARE (ISO A/B) ed opzionalmente è possibile avere la possibilità di utilizzo di card del tipo I-CODE2 (ISO 15693). Interfacce di trasmissione dati RS485. Gestione fino a 5m di antenne di ribattuta Tasca Interna su bus RS232 (TTL comp.)

4 Pagina 4 Fissaggio su scatola 503 di ogni modello e marca (Vimar, Gewiss, bticino) ad esclusione delle placche in metallo. Un relay interno per la gestione completa di serrature elettroniche, due uscite open collector per la gestione su due livelli delle utenze interne alla stanza. E dotato di 2 ingressi analogici. Possibilità di implementazione della gestione di ingressi a scalare. Possibilità di integrazione su sistemi di controllo accessi su protocollo di comunicazione lato server. 1.2 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL TERMINALE Tensione di alimentazione: Consumo massimo: Dimensioni (HxLxP): Vdc 2W (Incluso lettore tasca interna) 6,5 cm x 3,7 cm x 4 cm Contenitore Fornito su armatura per scatola 503 (Gewiss Vimar Bticino) Range di temperatura di stoccaggio: - 40 C C Range di temperatura di funzionamento: 0 C + 60 C Umidità: 40 C (non condensante) Standard card RFID ISO14443A/B (MIFARE) (I-CODE2 opzionale) Distanza di lettura card 3 ~ 6 cm (*) Uscite a relay 1 relay con contatto NO 24V) Ingressi 2 ingressi analogici (0-5V). Led 1 Led Bicolore verde / rosso Segnalazione sonora Buzzer interno Interfacce di trasmissione dati - RS485 (Dispositivo Slave) Distanze di trasmissione dati Vedere sez relative alle interfacce di trasmis. Cap. di memorizzazione transiti 5950 (espandibile a richiesta) Massimo numero di card gestite 100 (espandibile a richiesta) Numero di livelli card gestiti 3 Gestione antenna di ribattuta Distanza massima antenna di ribattuta Configurazione terminale Su bus RS232 (TTL). ~ 5 m RS232, sistema Host (*)La distanza di lettura può dipendere dalla tecnologia di fabbricazione della card, dalle sue dimensioni, dal modello dell armatura utilizzata (Vimar, Gewiss, Bticino). 2 COLLEGAMENTI E DESCRIZIONE DEL PRODOTTO Di seguito viene riportata una rappresentazione del terminale con indicazione delle varie parti così come si presenta all utente finale una volta installato.

5 Pagina Legenda: 1) Led bicolore (rosso/verde) 2) Placca esterna 3) Testa di lettura RFID FISSAGGIO DEL TERMINALE Per fissare il terminale su una parete verticale seguire le indicazioni riportate nello schema di assemblaggio dell armatura scelta (Vimar Gewiss Bticino).

6 Pagina COLLEGAMENTO E INSTALLAZIONE DEL TERMINALE Di seguito si riporta il layout della scheda connessioni in cui sono alloggiati i morsetti di collegamento del terminale: Posizione Funzione Descrizione J9 2 +5V Terminale Positivo tensione di servizio +5V Alimentazione tasca interna J9 1 GND Terminale Negativo tensione di servizio 0V Alimentazione tasca interna J8 1 RX RS232 Terminale di ricezione del bus per collegamento Tasca interna J8 2 TX RS232 Terminale di Trasmissione del bus per collegamento Tasca interna J7 1 Eearth Terminale di terra per bus RS485 J7 2 Ground Terminale di massa per bus RS485 J6 1 B- Bus RS485 (B-)

7 Pagina 7 J6 2 A+ Bus RS485 (A+) J5 1 OUT1 Uscita digitale 1 (open collector) J5 2 OUT2 Uscita digitale 2 (open collector) J4 1 Relay COM Contatto Relay Comune J4 2 Relay NO Contatto Relay Normalmente Aperto J3 2 VCC IN Pin di alimentazione positiva del terminale (12-24V) J3 1 GND IN Pin di alimentazione negativa del terminale (GND) J2 1 IN 1 Ingresso analogico 1 (0V-5V) J2 2 IN 2 Ingresso analogico 2 (0V-5V) COLLEGAMENTO ALLA LINEA DI ALIMENTAZIONE PERICOLO Verificare che: - l alimentazione abbia voltaggio idoneo al funzionamento del dispositivo. Tensioni più elevate possono provocare danni a cose o persone oltre che danneggiare irreversibilmente il dispositivo. - Non vi sia una differenza di potenziale tra la terra della macchina o quadro elettrico e il neutro di alimentazione. E possibile alimentare il terminale utilizzando tensione continua. Collegare la linea di alimentazione ai morsetti J3-2 (12V 24V) e J3-1 (GND) rispettando in ogni caso il range di tensione minima e massima pari a Vdc. Per un corretto collegamento del terminale procedere nel seguente modo: Effettuare tutti gli altri collegamenti come relay, ingressi ed eventuale rete di trasmissione dati (RS485) Collegare i cavi collegati sul connettore J3 Il terminale rispetta la normativa sulla compatibilità elettromagnetica ma è tuttavia buona norma tenere separata la linea di alimentazione da quella di potenza. Nel progetto della linea di alimentazione dei terminali occorre tenere in considerazione la sezione del cavo utilizzato in relazione al numero di terminali collegati sulla stessa tratta e quindi all assorbimento totale a in relazione alla lunghezza del cavo. AVVERTENZA Nel caso in cui si collegano più terminali connessi alla stessa linea di alimentazione tenere in considerazione la sezione dei cavi utilizzati in relazione alla lunghezza della tratta di alimentazione, all assorbimento totale dei terminali e alla temperatura di esercizio dei cavi stessi. In ambienti particolarmente rumorosi si consiglia l uso di cavi schermati.

8 Pagina COLLEGAMENTO DELL USCITA A RELAY ATTENZIONE Prima di procedere al collegamento delle uscite a relay verificare che: - le potenze che il relay dove commutare non superino le specifiche riportate di seguito - Il terminale sia scollegato dalla linea di alimentazione. - Tutti gli apparecchi connessi al terminale siano scollegati dalla linea di alimentazione. Il terminale è dotato di un relay per la gestione completa della serratura. Di seguito si riportano le caratteristiche elettriche del relay: Relay Morsetti Caratteristiche elettriche Tensione e corrente nom. 2A 30Vdc RL1 Relay di accesso Massima Potenza commutabile 60W J4-1 / J4-2 Massima tensione commutabile 220Vdc Massima corrente commutabile 2A Resistenza di contatto massima 100mΩ Per un corretto funzionamento si consiglia di inserire: Diodo di protezione del tipo 1N4002, 1N4003 e 1N4004 nel caso di serrature elettriche che hanno un alimentazione in continua. Inserire il catodo del diodo contrassegnato dalla barra bianca sul positivo dell alimentazione della serratura Un varistore di tipo MOV (metal oxide varistor) nel caso di serrature alimentate a tensione alternata. Scegliere un MOV con una tensione di lavoro maggiore di quella della serratura. Utilizzare alimentatore a 12 o 24Vdc se si vuole connettere direttamente al relay interno del TecnoaXess 503.

9 Pagina COLLEGAMENTO DELL INTERFACCIA RS485 SU BUS DI TRASMISSIONE DATI AVVERTENZA Prima di collegare il terminale al bus RS485 verificare che il terminale e tutti gli apparecchi connessi allo stesso bus siano scollegati dalla linea di alimentazione. AVVERTENZA Condizioni di massimo utilizzo previste dallo standard RS485: Massima distanza di trasmissione = 1220 m Massima tensione ai capi = +/- 7V Massimo numero di dispositivi sulla stessa linea = 32 Per un corretto collegamento verso dispositivi esterni si consiglia di seguire scrupolosamente le indicazioni nel presente paragrafo. In figura, il layout del terminale con indicate le parti relative alla comunicazione RS485: dove i riferimenti riportati in figura sono: Riferimento Descrizione 1 Connettore a morsetti per collegamenti su bus RS485 2 Jumper per la configurazione delle terminazioni di linea per quanto riguarda il connettore di connessione RS485 (rif. 1) si hanno i seguenti significati:

10 Pagina 10 Pin Descrizione A+ Pin Trasmissione / Ricezione non invertente B- Pin Trasmissione / Ricezione invertente GND Pin per collegamento del segnale GND bus RS-485 Earth Pin per collegamento a terra mentre per i Dip-Switch: Pin J10 J11 J12(**) J13 Descrizione ON/OFF terminazione 5V fail - safe ON/OFF terminazione GND fail - safe ON/OFF terminazione con resistenza 120 Ω e condensatore Esclusione condensatore su terminazione J TERMINAZIONI SU BUS RS485 E CONFIGURAZIONE DEL BUS Nel caso in cui il bus ha una lunghezza che eccede la decina di metri è necessario attivare le terminazioni di linea per evitare errori di trasmissione. Ogni terminale RS485 ha una serie di jumper dedicati alla configurazione delle terminazioni. Più precisamente il jumper J13 permette di escludere il condensatore dalla terminazione attivabile con J12 e realizzata con la serie di una resistenza di 120 Ω e da un condensatore di 100nF. Normalmente J13 non va inserito. Esso può essere usato per aumentare la velocità di trasmissione nel caso di collegamenti a breve distanza ed in ambienti non rumorosi. La lunghezza massima di un collegamento su bus RS-485 non può essere definita a priori ma dipende dalla velocità di comunicazione, dal rapporto fra segnale e disturbo e dalla qualità del cavo. Per quanto riguarda la configurazione di ogni singolo ramo del bus RS485 si consiglia di cablare il bus di comunicazione senza derivazione praticando per ogni terminale l ingresso sul rispettivo pin e la partenza dello stesso verso i terminali che lo seguono. Se strettamente necessario, si possono ammettere alcune derivazioni che non devono tuttavia avere una lunghezza complessiva maggiore di 2 metri. In fine quello che se deve assolutamente evitare sono le configurazioni a stella con più rami che derivano da un punto. Gli estremi della linea dovranno essere opportunamente terminati. Nella configurazione entra-esci in cui i terminali sono collegati in cascata, dovranno essere attivate le terminazioni da 120Ω dei dispositivi che si trovano all estremità della linea. Per attivare le terminazioni da 120Ω inserire il jumper J12. Si consiglia inoltre di attivare in almeno un dispositivo del ramo le terminazioni dette fail-safe per evitare false detezioni nel caso in cui tutti i dispositivi sono in alta impedenza. Per attivare tale terminazioni inserire i jumper J10 e J11. Nel caso in cui si usi un cavo schermato, lo schermo del cavo deve essere collegato al morsetto EARTH su tutti i componenti della rete RS USO DEL DISPOSITIVO Di seguito verranno illustrate le operazioni che consentono l utilizzo del terminale nel normale esercizio per il quale è stato configurato.

11 Pagina 11 All accensione del terminale il led assume il colore verde fisso e in questa fase il terminale sta eseguendo la fase di boot in cui controlla le periferiche hardware e controlla la presenza o meno della tasca interna (Cod. TRS0141). Al termine della fase di boot il terminale inizia il suo normale funzionamento contrassegnato da un lento lampeggio verde del led; in questa fase il terminale è pronto e indica che all interno della camera non vi è alcuna persona in quanto il lettore interno non rileva alcuna card. Avvicinando una card non abilitata, si accenderà il led rosso per una durata pari al tempo impostato in Timer Relay e il terminale memorizzerà tale Log come Ingresso Negato salvando contestualmente l ID card e la data / ora dell evento. Avvicinando invece una card abilitata, si accenderà il led verde per una durata pari al tempo impostato in Timer Relay durante il quale il relay rimane eccitato consentendo l apertura della serratura elettrica della porta e quindi l accesso alla camera. Contestualmente all apertura della porta, il terminale attiva per un tempo pari Timer Utenze anche la / le uscite digitali OUT1 e OUT2 (open collector) a seconda del livello della card che ha avuto accesso. Nella fattispecie se ad entrare è una card di livello 1 o 3 viene attivata l uscita OUT1 mentre nel caso di card di livello 2 Operatori viene attivata OUT2. In questo modo è possibile differenziare il tipo di utenze che si voglio abilitare agli utenti di livello 1 e 3 e a quelli di livello 2. Allo scadere del tempo impostato su Timer Utenze, se l utente non ha ancora inserito la sua card nella tasca interna, il terminale disabilita le utenze finche l utente non inserisce la card nel lettore all interno della stanza. L inserimento di una card nella tasca è memorizzato dal terminale come Log di tipo Inizio Permanenza mentre la sua estrazione come Log di tipo Fine Permanenza. Nel momento di estrazione della card dalla tasca, il terminale lascia ancora attive le uscite per un tempo pari a quello impostato in Timer Utenze dando quindi il tempo al utente di uscire dalla stanza prima di disabilitare tutte le utenze. 3.1 CONFIGURAZIONE TERMINALE Mediante l uso della card di configurazione è possibile configurare il terminale al momento della sua prima accensione. Avvicinando la card di configurazione infatti il terminale si pone in uno stato di configurazione, contrassegnato dal lampeggio alternato tra il led verde e rosso, durante il quale assume come indirizzo su bus RS485 il numero (0xFFFF). Il software lato Host dovrebbe interrogare, mediante il comando GET_INFO, tale indirizzo al quale risponderebbe il particolare terminale in configurazione. Successivamente al comando GET_INFO è possibile inviare allo stesso terminale anche il comando GET_CONFIG per conoscere l attuale configurazione del dispositivo. Una volta scelta la nuova configurazione (compreso il nuovo indirizzo che il terminale dovrà assumere) è possibile inviarla al terminale tramite il comando SEND_CONFIG dopo il quale il terminale esce dallo stato di configurazione e riprende il normale funzionamento con la nuova configurazione. Tranne nel caso in cui si voglia modificare la velocità di comunicazione, non è necessario riavviare il dispositivo dopo l invio di una nuova configurazione. 3.2 PROGRAMMAZIONE / CANCELLAZIONE CARD ABILITATE Nella configurazione del terminale mediante il comando SEND_CONFIG è possibile impostare una particolare card come card di programmazione che, consegnata al utente finale, consente l inserimento o la cancellazione di card di livello 1 direttamente interagendo con il terminale senza l utilizzo del software di gestione.

12 Pagina 12 Più precisamente avvicinando la card di programmazione ad un terminale esso si pone nello stato di programmazione contrassegnato dal lampeggio alternato del led bicolore (verde / rosso) in cui è possibile avvicinare una card non ancora abilitata per consentirne il suo inserimento nella lista del terminale, oppure cancellarla se essa è già presente. In questo modo il sistema garantisce il funzionamento anche in assenza di collegamento con il sistema Host di gestione e l utente può abilitare o disabilitare una card di una data stanza. 3.3 GESTIONE TASCA INTERNA (COD. TRS0141) Ogni terminale consente la gestione di un lettore di card ausiliario posto all interno della stanza e adibito al controllo della presenza di una persona. Tale lettore viene connesso direttamente al terminale posto all esterno della camera, mediante un cavo a 4 poli in cui vengono forniti direttamente l alimentazione al lettore e il bus (RS232 TTL) di comunicazione con il lettore. Il bus di comunicazione non deve superare la lunghezza di 5 metri ed è consigliabile separarlo da linee di potenza di altri dispositivi per limitare le interferenze. Nel momento in cui viene inserita nella tasca interna una card abilitata il terminale rileva un Log del tipo inizio permanenza mantenendo attive le uscite digitali relative al livello della card per tutta la durata della permanenza. Al momento dell estrazione della card dalla tasca, il terminale rileva un Log del tipo Fine Permanenza e mantiene ancora le uscite abilitate per un tempo pari a quello impostato in configurazione alla sezione Timer Utenze. Durante la permanenza, il led del terminale all esterno della camera lampeggerà con colore rosso invece di verde; questo ad indicare che la stanza è occupata e disabilita pertanto l accesso alla camera stessa a tutte le card di livello 2 Operatori mentre ne consente l accesso a quelle di livello 1 e UTILIZZO DEL LETTORE RFID L antenna RFID che consente la lettura delle card assegnate agli utenti si trova in corrispondenza al logo raffigurato nel tasto centrale. Per effettuare un accesso occorre avvicinare la card tenendola orizzontalmente rispetto al piano dove è raffigurato il logo e centrata rispetto ad esso. La distanza di lettura può variare a seconda del tipo di card o dal tipo di placca utilizzata, da 2 a 4 cm. Una volta avvicinata la card attendere l avvenuta lettura indicata dal led rosso o verde a seconda dell accesso consentito o negato. AVVERTENZA Nel caso la card venga allontanata prima della completa lettura o ci sono errori in lettura, occorre attendere 4~5 secondi prima di riavvicinare la card per effettuare un nuovo tentativo di lettura. AVVERTENZA Evitare l utilizzo di placche metalliche che possono sensibilmente ridurre la distanza di lettura della card RFID.

13 Pagina SINCRONIZZAZIONE DELL OROLOGIO DI SISTEMA Il terminale di rilevazione presenze possiede internamente un orologio ad alta precisione con batteria di backup che garantisce il funzionamento anche in assenza di alimentazione generale (terminale spento). Tuttavia per garantire una maggiore precisione, occorre sincronizzare i terminali mediante il messaggio SET_DATE_TIME inviato dal sistema host al terminale. L intervallo di sincronizzazione è scelto dal sistema host a seconda del grado di precisione voluto.

14 Pagina 14 TecnoRS s.r.l Via XXV Aprile Z.I. Pietrarossa Trevi (PG) Tel Fax Web Servizio Post-Vendita Tel Fax

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2)

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) MANUALE UTENTE FT607M /FT607M2 MICROSPIA GSM PROFESSIONALE 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) FT607M /FT607M2 MANUALE UTENTE INDICE 1. Informazioni importanti.......................................4

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Centralina rivelazione e spegnimento

Centralina rivelazione e spegnimento Centralina rivelazione e spegnimento 3 zone rivelazione e 1 zona spegnimento Certificata CPD in accordo alle EN 12094-1:2003, 54-2 e 54-4 Manuale D uso 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del manuale 4 1.2 Prima

Dettagli

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo Interfacce V /D con relé e zoccolo ± Interfacce a giorno con comune ingresso negativo o positivo e comune contatti unico odice 0 0 0 0 0 0 0 00 V ± 0% V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D contatti 0

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

Serduino - SERRA CON ARDUINO

Serduino - SERRA CON ARDUINO Serduino - SERRA CON ARDUINO 1 Componenti Facchini Riccardo (responsabile parte hardware) Guglielmetti Andrea (responsabile parte software) Laurenti Lorenzo (progettazione hardware) Rigolli Andrea (reparto

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Peltor DECT-Com II. The Sound Solution. User s manual for DECT-Com II

Peltor DECT-Com II. The Sound Solution. User s manual for DECT-Com II Peltor DECT-Com II The Sound Solution User s manual for DECT-Com II DECT 1.8 GHz GUIDA RAPIDA Peltor DECT-Com II Pulsante Funzione [M] [+] [ ] [M] e [+] [M] e [ ] Accende/spegne l unità DECT-Com II Seleziona

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ 2010 by Orderman GmbH Bachstraße 59, 5023 Salisburgo Austria www.orderman.it Salvo errori e refusi. Non è consentita la copia - anche di estratti - senza l'autorizzazione

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio Batterie per recinti Batteria alcalina a secco 9 V Le batterie alcaline AKO 9 V mantengo un alto voltaggio costante per tutta la loro durata. Questo permette al recinto di mantenere un andamento costante

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN CI 4 Comm. IMMS-CI-HW Interfaccia programmatore (CI) IMMS POWER From Transformer 24 V 24 V Ground To REM Istruzioni per l installazione To SmartPort Sensor 1 Sensor 2 Sensor 3 From Sensors Sensor Common

Dettagli

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 Doc. MII11166 Rev. 2.21 Pag. 2 di 138 REVISIONI SOMMARIO VISTO N PAGINE DATA

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE 1 MORSETTIERA INTERNA Qui di seguito è riportato lo schema della morsettiera interna: Morsettiera J1 12 V + - N.C.

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001 BTEL-GT Manuale di installazione ed uso 0470 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 14001 IT-52588 OHSAS 18001 OHSAS 18001 9192.BSEC IT - 60983 Tab.1 N. I IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00 Istruzioni di montaggio e per l'uso Altoparlante ad incasso 1258 00 Descrizione dell'apparecchio Con l'altoparlante ad incasso, il sistema di intercomunicazione Gira viene integrato in impianti di cassette

Dettagli

User guide Conference phone Konftel 100

User guide Conference phone Konftel 100 User guide Conference phone Konftel 100 Dansk I Deutsch I English I Español I Français I Norsk Suomi I Svenska Conference phones for every situation Sommario Descrizione Connessioni, accessoires, ricambi

Dettagli

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC SPECIFICHE TECNICHE Il Manager BM-MA è un apparato multifunzione antifurto sia per pannelli fotovoltaici che cassette di parallelo,

Dettagli

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma Manuale di Istruzioni HI 931002 Simulatore 4-20 ma w w w. h a n n a. i t Gentile Cliente, grazie di aver scelto un prodotto Hanna Instruments. Legga attentamente questo manuale prima di utilizzare la strumentazione,

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

Forerunner. 10 Manuale Utente. Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan

Forerunner. 10 Manuale Utente. Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan Forerunner 10 Manuale Utente Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan Tutti i diritti riservati. Ai sensi delle norme sul copyright, non è consentito copiare integralmente o parzialmente il presente

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Manuale istruzioni 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Spazio riservato per annotare le tre cifre del PIN dell'eventuale password di protezione. Indice Principali operazioni a cura dell'utente............................................

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei L OSCILLOSCOPIO L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei circuiti elettronici. Nel suo uso abituale esso ci consente di vedere le forme d onda

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

GRAZIE AD INTERNET OGGI POSSIAMO IMMAGINARE DI RAGGIUNGERE

GRAZIE AD INTERNET OGGI POSSIAMO IMMAGINARE DI RAGGIUNGERE IL CONCETTO DI M2M ESISTE ED È APPLICATO DA TEMPO I PRIMI SISTEMI DI TELEMETRIA ERANO RISERVATI A POCHI GRANDI SOGGETTI GRAZIE AD INTERNET OGGI POSSIAMO IMMAGINARE DI RAGGIUNGERE ANYT HIN NE ANYO QUA SI

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Manuale d Istruzioni Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Introduzione Congratulazioni per aver acquistato la Pinza Amperometrica Extech EX820 da 1000 A RMS. Questo strumento misura

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Preamplificazione: spalanca le porte al suono! Tra mixer, scheda audio, amplificazione, registrazione, il segnale audio compie un viaggio complicato, fatto a

Dettagli

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved.

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved. ADC-20/ADC-24 Registratori di dati ad alta risoluzione Manuale d'uso I Indice Indice 1 Introduzione...1...1 1 Panoramica 2 Informazioni...2...2 1 Avviso sulla sicurezza...3 2 Informazioni leg ali...3 3

Dettagli

Manuale Tecnico di installazione e programmazione

Manuale Tecnico di installazione e programmazione Manuale Tecnico di installazione e programmazione AVVERTENZE Questo manuale contiene informazioni esclusive appartenenti alla Combivox Srl Unipersonale. I contenuti del manuale non possono essere utilizzati

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

ipod nano Guida alle funzionalità

ipod nano Guida alle funzionalità ipod nano Guida alle funzionalità 1 Indice Capitolo 1 4 Nozioni di base di ipod nano 5 Panoramica su ipod nano 5 Utilizzare i controlli di ipod nano 7 Disabilitare i controlli di ipod nano 8 Utilizzare

Dettagli

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5 PCE Italia s.r.l. Via Pesciatina 878 / B-Interno 6 55010 LOC. GRAGNANO - CAPANNORI (LUCCA) Italia Telefono: +39 0583 975 114 Fax: +39 0583 974 824 info@pce-italia.it www.pce-instruments.com/italiano Manuale

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli