Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario"

Transcript

1 Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSTENZA STEMISTICA DELL INFRASTRUTTURA INFORMATICA DELL AZIENDA DSU TOSCANA. GARA N CIG N F Articolo 1 Definizioni Per Impresa, Ditta o Fornitore s intende l impresa risultata aggiudicataria del servizio di cui al presente Capitolato speciale d appalto (C.S.A.). Per Stazione appaltante, Committente o Amministrazione s intende l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana che affida all Impresa la fornitura oggetto del presente Capitolato speciale d appalto. Articolo 2 Oggetto e caratteristiche del servizio oggetto dell appalto L'appalto ha per oggetto l'assistenza sistemistica d ell'infrastruttura informatica dell'azienda D.S.U. Toscana, server, rete, virtualizzazioni e quanto specificato di seguito, territorialmente distribuita sulle seguenti sedi: - Firenze: (sede legale): Viale A. Gramsci 36; - Pisa: Piazza dei Cavalieri 6; - Siena: Via P. Mascagni 53; inoltre presso le sedi distaccate sotto elencate, non sono presenti server ma fanno comunque parte della rete aziendale e pertanto potrebbe essere necessario effettuare interventi per malfunzionamenti della rete: - Carrara: Via Roma 1 (c/o Accademia delle Belle Arti); - Arezzo: Via Laschi 26. L obiettivo è quello di snellire la gestione, aumentare la sicurezza e rendere flessibile l infrastruttura attuale ottimizzandone i relativi costi di gestione. Il Servizio richiesto si pone le seguenti finalità principali: Identificare e classificare gli elementi di configurazione relativi ai sistemi server e apparati attivi, controllarne lo stato, le modifiche, il livello di aggiornamento, le interdipendenze, monitorarne le condizioni di utilizzo, garantirne la rintracciabilità e l adeguatezza. Garantire la disponibilità dei Sistemi server e dell infrastruttura di rete di appoggio. Prevenire, gestire e risolvere i problemi che comportano interruzione o degrado del servizio all utenza. Ottimizzare l utilizzo dello storage in termini di razionalizzazione degli accessi e garantire la disponibilità, la salvaguardia e l integrità dei dati A fronte dell immissione in esercizio da parte del Committente di modifiche correttive e/o evolutive di applicazioni esistenti, monitorare sia l impatto sulla tecnologia esistente che l adeguamento degli ambienti elaborativi. Si precisa che in generale obiettivo del servizio è l assistenza sistemistica sui Sistemi Server virtuali e fisici limitatamente agli aspetti infrastrutturali (sistema, architettura e interconnessione); in particolare per quanto riguarda gli eventuali Applicativi Utente (ovvero applicativi sviluppati ad hoc o pacchetti software di mercato personalizzati) del Committente, le attività del servizio sono limitate alla risoluzione di problematiche sistemistiche relative all infrastruttura hardware e software di base (SO e Applicativi server) che li ospitano e alle sue interconnessioni. Sia le componenti hardware che software che i dispositivi di rete oggetto del servizio sono di proprietà del Committente e saranno resi disponibili al Fornitore all avvio delle attività. Se per lo svolgimento delle attività di manutenzione o per la gestione da remoto oggetto dell appalto, la Ditta dovesse acquistare nuove apparecchiature o nuovi software, quali ad esempio sonde, agent applicativi, hardware di controllo, connessioni adeguate, VPN reali o virtuali, i costi che dovrà sostenere saranno a suo completo carico. 1

2 Articolo 3 - Durata dell appalto L appalto ha durata di anni uno dalla data di avvio dell'esecuzione con possibilità di ripetizione per un massimo di un ulteriore anno ad insindacabile giudizio del committente. Articolo 4 Importo dell appalto L importo dell appalto è quello risultante dall offerta economica della ditta aggiudicataria. La Ditta aggiudicataria dovrà garantire l'effettuazione di minimo ore di prestazione suddivise in: - un minimo di 240 ore per i servizi di cui al punto 1 del successivo articolo 5; - un minimo di 120 ore per i servizi di cui al punto 2 del successivo articolo 5; - un minimo di 80 ore per i servizi di cui al punto 3 del successivo articolo 5. L aggiudicatario dovrà inoltre garantire l assistenza in ogni caso di chiamata da parte del Committente e tutti gli interventi saranno ricompresi nell importo offerto in sede di gara pertanto non sarà prevista nessuna retribuzione aggiuntiva. Il prezzo offerto si intende comprensivo di tutte le prestazioni del Personale, le spese ed ogni altro onere espresso e non dal presente Capitolato Speciale d Appalto (CSA), inerente e conseguente l affidamento del servizio di cui trattasi. In base a quanto riportato nel DUVRI non sono rilevabili rischi interferenti per i quali sia necessario adottare relative misure di sicurezza e non sussistono, di conseguenza, costi della sicurezza. Articolo 5 Attività richieste Le tipologie di attività richieste relativamente all appalto in oggetto sono le seguenti: 1) Interventi sistemistici di revisione ed ottimizzazione struttura ed implementazione nuovi servizi: a)revisione ed ottimizzazione dell infrastruttura di rete centrale presente presso la sede di Pisa del Committente (firewall, proxy, posta, ecc.); b)revisione ed ottimizzazione dell infrastruttura virtuale (firewall, proxy, ecc.) presente presso la sede di Pisa; c)revisione ed ottimizzazione degli storage e delle procedure di backup/restore attualmente in essere presso la sede di Pisa; d)revisione ed ottimizzazione dell infrastruttura di rete e dei server fisici presenti nelle sedi di Siena e Firenze del Committente (eventuale passaggio in virtualizzazione dove possibile); e)implementazione di un servizio di cartelle/file condivisi da tutti gli utenti presenti presso tutte le sedi aziendali sia che si utilizzi un dispositivo mobile, un personal computer, una workstation od un accesso web, tramite uso di SW gratuito tipo owncloud o SW similari di pari caratteristiche. 2) Interventi di assistenza sistemistica: a)virtualizzazione di macchine fisiche; b)creazione di nuove macchine virtuali; c)risoluzione di problematiche relative alla compatibilità dei software pubblicati sulle macchine virtuali; d) qualsiasi altra attività inerente l'ambiente di virtualizzazione necessaria alla risoluzione di problematiche e/o malfunzionamenti sulle macchine virtuali esistenti, razionalizzazione ed ottimizzazione delle stesse, modifiche alle configurazioni in essere che si dovessero rendere necessarie per integrazioni o nuove implementazioni; e)interventi relativi a malfunzionamenti sui server fisici di tutte e le sedi del Committente; f)interventi su malfunzionamenti di rete (riferite all anello MPLS tra le sedi) relative a configurazione di firewall, proxy ed altri apparati centrali presenti presso le sedi aziendali di Siena Firenze e Pisa. 3) Formazione professionale: dovranno essere previste n 80 ore annue da dedicare alla formazione del personale dei Servizi Informatici del Committente sull infrastruttura virtuale, necessarie per una gestione autonoma delle attività di base. TA: se per la realizzazione di quanto richiesto ai punti 1) e 2) fosse necessario l acquisto di apparti HW aggiuntivi (server, storage, ecc.) i relativi costi saranno totalmente a carico del Committente, il quale in base all importo stimato del prodotto provvederà a richiedere preventivi direttamente alla ditta aggiudicataria o a più ditte, nel rispetto del regolamento sull attività contrattuale aziendale e della vigente normativa in materia di forniture e servizi. Per lo svolgimento degli interventi di cui al punto 1) e 2) deve essere messo a disposizione uno SPOC (Single Point of Contact) telefonico che, supporti il personale tecnico dei Servizi Informatici del DSU Toscana, nell operatività quotidiana e registri e monitorizzi le segnalazioni di malfunzionamenti rilevati. 2

3 Il servizio sopra detto deve prevedere l utilizzo di personale adeguatamente specializzato nonché un sistema informatico di Trouble Ticketing (TT) per la registrazione delle segnalazioni e degli interventi. Il sistema di Trouble Ticketing dovrà essere in grado di tracciare almeno le seguenti informazioni minime: numero identificativo del ticket; data ed orario di apertura; tecnico che ha richiesto l intervento; tipologia della richiesta (informativa, malfunzionamento, ecc.); descrizione; livello di severità; diagnosi del problema; descrizione della soluzione del problema; stato di lavorazione della richiesta (es. in attesa di presa in carico, in lavorazione,chiusa); data ed orario di chiusura. Gli interventi di cui al punto 1) e 2) potranno essere svolti anche in remoto; in questo caso sarà necessario prevedere con il sistema informatico di Trouble Ticketing la rendicontazione delle ore di effettivo intervento. Resta inteso che saranno gli operatori dei servizi informatici ad autorizzare ogni volta l accesso remoto ai server fisici o virtuali interessati. Nel caso in cui la richiesta di intervento necessiti di attività on site, il Fornitore è tenuto a recarsi fisicamente presso la sede del Committente interessata all intervento per l espletamento della richiesta, secondo gli SLA indicate nel successivo articolo e nei limiti delle ore di assistenza richieste dal Commettente. Il servizio di assistenza on site può inoltre essere richiesto dal Committente per attività di supporto e consulenza legata a temi quali: analisi di impatto, capacity planning, evoluzioni architetturali, analisi di performance, ecc. Tutti gli interventi di cui ai punti 1) e 2) e 3) verranno richiesti volta per volta da parte del personale dei Servizi Informaci del Committente. Articolo 6 Modalità di espletamento servizi di assistenza - SLA Gli interventi relativi ai precedenti punti 1) e 3) ed al punto 2) lettere a), b), c) d), del precedente articolo 5, dovranno essere effettuati entro 72 ore lavorative dall inoltro della richiesta da parte del personale dei Servizi Informaci, mentre per quelli relativi al punto 2) lettera e) ed e) l'intervento dovrà essere effettuato entro 24 ore lavorative dall inoltro della richiesta. Si precisa che il termine da cui decorreranno le 72 o le 24 ore sarà quello dell inserimento del ticket nel sistema informatico di Trouble Ticketing.. Il Committente si avvarrà dei servizi a chiamata solo se necessari e alla Ditta verrà liquidata la somma corrispondente alle ore effettivamente svolte per tali prestazioni. La Ditta a dovrà, per tutte le problematiche di tipo sistemistico ed operativo, fare riferimento al personale dei Servizi Informatici. Articolo 7 Situazione infrastruttura informatica L'infrastruttura informatica "server" del Committente si basa attualmente su diverse tipologie di ambienti. Le soluzioni più ricorrenti sono di seguito descritte: - Server virtuali in ambiente XEN Server (Windows Server, Windows 2008 Server, alcune distribuzioni di Linux); - Server fisici in ambiente OpenBsd; - Server fisici in ambiente 2000//2008; L'ambiente virtuale è realizzato con due server HP DL380 GS che utilizzano uno storage Hitachi con collegamento in fibra (impiegato per l'alta affidabilità). I server fisici gestiscono la posta elettronica, forniscono la protezione della rete aziendale, consentono l'accesso ai servizi internet/intranet attraverso proxy, effettuano backup notturni ed ospitano alcuni applicativi gestionali. Situazione presso le sedi del Committente: A)PISA Nella sede di Pisa è presente la quasi totalità dell infrastruttura informatica aziendale, in particolare, l infrastruttura virtuale in ambiente XEN Server. INFRASTRUTTURA VIRTUALE SU AMBIENTE XEN SERVER I due server HP DL 380GS che ospitano i server virtuali sono convenzionalmente denominati REDHOT e BLACK-SABBAT. 3

4 Dato atto che la ripartizione delle macchine virtuali sui server fisici è dinamica, nel senso che è possibile far partire ciascuna di esse su una o l altra macchina fisica indifferentemente e che è possibile in ogni momento, compatibilmente con le risorse a disposizione incrementare il numero di virtualizzazioni, alla data di stesura del presente capitolato, la situazione è la seguente: REDHOT ospita i seguenti ambienti virtuali: Nome macchina Sistema Operativo Applicativi Installati Macchina Citrix Birds Citrix Browser per Intranet Bsis Windows 2000 Inpdap Pensioni S7 Professional Buffalo Siav Archiflow (solo cartelle utenti) Terminator Primo domain controller 2008 Std Vandergraaf Scarico MAV Tassa Regionale dall Istituto di Credito Test Siav 1 Siav Archiflow Ambiente di Test Velvet Applicativi Gestione del Personale di Cedaf/Maggioli (Giuridico, Kronos, Payroll, Repository Manager) Zucchetti 2 Zucchetti: Contabilità e Workflow BLACK-SABBAT ospita i seguenti ambienti virtuali: Nome macchina Sistema Operativo Applicativi Installati Macchina Citrix Acdc Red Hat Enterprise Oracle Enterprise Linux 5.2 x64 Oracle Linux Server release 5.4 (Tikanga) 11 (DB per applicativi che girano su Negrita + Velvet) Adhoc8 Ambiente di test nuova release sw di Std ed. contabilità e workflow Zucchetti Avg Console Antivirus AVG solo per la sede di Pisa Citrixls CentOS Release 5.5 Citrix License Server Virtual Appliance (final) Hobbit CentOS Release 5.5 Controllo Temperature Sala Macchine & (final) Servers Healt IIS IIS Std ed. Joplin Citrix License Server Negrita Sw Gestione Studenti (realizzato internamente) Oracle 1 Red Hat Enterprise Linux Server release 5.5 (Tikanga) Oracle Enterprise Linux DB Oracle 11g2 (per ambienti di test) DB per applicativi che girano su AdHoc8 + W8R2 Siav Archiflow (applicativo + db) Perigeo 3 Ramones Web Interface Citrix R2 Standard Edition Ricarichiamoci Fedora Applicativo Liberologico Ricarichiamoci x borsellino elettronico tessere mensa Pisa Tenyearsafter Web Interface Citrix (Backup) R2 Standard Edition Who Window Server 2008 Secondo domain controller (Backup) Std W8R2 Siav Archiflow Virgilio 2008 R2 Standard (Conservazione Sostitutiva) Young Debian Sito Aziendale 1 Verrà dismesso entro dicembre 2013 in quanto verrà creata nuova macchina di test in ambiente Windows 2008 Server R2 2 Verrà dismesso entro dicembre 2013 in quanto sostituito da Adhoc8 3 Verrà dismesso entro Dicembre 2012 in quanto sostituito da W8R2 4

5 Tutti i server virtualizzati di cui sopra sono amministrati attraverso XEN Center. Gli utenti finali accedono alle applicazioni pubblicate attraverso l installazione di un plugin denominato Citrix on line plugin web (attualmente versione 12.3) compatibile con i più diffusi browser. INFRASTRUTTURA VIRTUALE SU AMBIENTE VMWARE Esiste un ulteriore infrastruttura virtuale su ambente VMWARE che ospita un numero ridotto di macchine virtuali. Il server fisico denominato convenzionalmente pinkfloyd viene ospitato da una macchina HP. Nome macchina Sistema Operativo Applicativi Installati Zeppelin Citrix Secure Gateway Std ed. Syd2 FreeBSD 32 bit Firewall Squid per Citrix Paghe Windows NT Applicativo EINAZ (Archivio Gestione del Personale solo sede di Pisa) Paflow Ubuntu 32bit Applicativo Paflow (Archivio Protocollo fino al 2009 solo sede di Pisa) Hendrix Citrix Secure Gateway Std ed. Curricula Ubuntu 32bit Server condivisione OC Pisa PFM Openbsd Condivisione di documenti e software ALTRI SERVER FICI Nome macchina Sistema Operativo Applicativi Installati Artusi Openbsd Applicativo Tcpos (Sw Produzione mensa sede di Pisa) DB Oracle xxx (sul quale si appoggiano Tcpos, e Ricarichiamoci ) Ugolino Openbsd Server mail aziendale che gestisce il Bayliss Openbsd Server mail per gestione dominio Aixf50 AIX Applicativo Protocollo sede di Pisa fino al 2008 Archivio applicativi obsoleti sede di Pisa (macchina attualmente non operativa) Cornucopia Openbsd Server di backup e gestione copie su nastro Clash 1 Openbsd firewall Callisto Openbsd DNS backup Clash 2 Openbsd firewall Bowie Openbsd sniffer Ugopisa Openbsd DNS interno Pisa Doors Openbsd firewall Police Openbsd firewall Pisa1 Openbsd Tunnel con sede di Siena Pisa2 Openbsd Tunnel con sede di Siena Ramses AIX versione 5.2 Applicativo Enco (Ex contabilità e gestione presenze sede di Pisa) DB Oracle 9.2 (sul quale attualmente gira esclusivamente l applicativo Zucchetti, in via di update di release). Successivamente è presumibile che la macchina verrà virtualizzata. B) FIRENZE Nella sede di Firenze sono presenti i seguenti server fisici: Nome macchina Sistema Operativo Applicativi Installati Fogarty Openbsd Server mail per gestione dominio DATA SERVER WINDOWS SERVER File server per gli utenti (circa 100), istanza di Oracle 8 per consultazione vecchia contabilità, istanza Mssql per software personalizzato MEDIASERVER WINDOWS SERVER VERITAS BACKUP (SERVER DI BACKUP) SERVERGPE DCSVR01 WINDOWS SERVER WINDOWS SERVER SQL-OFFICE -ORACLE SERVER DOMINIO 5

6 DCSVR02 RAS MENSE C) ENA WINDOWS SERVER WINDOWS SERVER SERVER DOMINIO (backup) OFFICE -SQL Nella sede di Siena sono presenti i seguenti server fisici: Nome macchina Sistema Operativo Applicativi Installati Stoner Openbsd Server mail per gestione dominio IBMRISC AIX versione DB Oracle 7.3 Vecchio applicativo di protocollo e contabilità DB Oracle 8 Applicativo Gestione accessi mensa e alloggi solo per la sede di Siena IBMBACKUP AIX versione DB Oracle 9 - Applicativo contabilità sede di Siena fino al 2008 e applicativo gestione timbrature e personale fino al 2011 e Tivoli Storage Management per la gestione dei backup BORSE Windows server 2008 Applicativo gestione borse di studio e sport solo per la sede di Siena DB SQL Server Apllicativo protocollo solo per la sede di Siena fino al, gestione servizi di rete e cartelle condivise Server di dominio e servizi di rete PROTOCOLLO Windows server SERVER-DSU1 Windows server 2000 ENA1 Openbsd Tunnel con sede di PISA ENA2 Openbsd Tunnel con sede di PISA Articolo 8 - Aumenti o diminuzioni Qualora nel corso dell esecuzione del contratto occorra un aumento o una diminuzione della prestazione originaria, il contraente è obbligato ma comunque entro il quinto del prezzo complessivo del contratto nei casi di cui al comma 2 dell art.311 del regolamento, previa sottoscrizione di un atto di sottomissione, alla sua esecuzione agli stessi patti e condizioni. Articolo 9 - Riservatezza e segretezza Per tutta la durata del presente appalto, la Ditta aggiudicataria dovrà necessariamente rispettare i criteri per la sicurezza/privacy ed usabilità/accessibilità così come previsto dalle specifiche normative vigenti, relativi regolamenti e Codice dell Amministrazione Digitale e succ. mod. e integr. La Ditta si impegnerà a non divulgare, in nessun modo i dati e le informazioni di cui entrerà in possesso nel corso dello svolgimento dell appalto e a non conservare copie dei dati trattati al termine dello stesso. Articolo 10 - Rinuncia all'aggiudicazione Qualora l'impresa rinunci all aggiudicazione non potrà avanzare alcuna azione di recupero del deposito cauzionale costituito. La Stazione appaltante in tal caso richiederà il risarcimento danni oltre ad intraprendere qualsiasi altra azione legale atta a tutelare i propri interessi. Articolo 11 - Recesso da parte della Stazione Appaltante Ai sensi dell art.1671 del Codice Civile, la Stazione appaltante può recedere dal presente appalto, anche se è stata iniziata la prestazione, purché tenga indenne l Impresa delle spese sostenute, delle prestazioni eseguite e del mancato guadagno. Articolo 12 Obblighi e Responsabilità dell appaltatore La Ditta è tenuta ad eseguire quanto prevede l oggetto dell appalto con la migliore diligenza e attenzione ed è responsabile verso l Amministrazione del buon andamento dello stesso e della disciplina dei proprio dipendenti. La Ditta è sottoposta a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti, risultanti da disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro e assicurazioni sociali ed assume a suo carico tutti gli oneri relativi, in particolare a quelli previsti dalla normativa vigente in materia previdenziale ed antinfortunistica sul lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di cui al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. La Ditta è obbligata ad attuare nei confronti dei propri dipendenti occupati nelle prestazioni oggetto dell appalto, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro della categoria e dagli accordi integrativi territoriali. Nei casi di violazione di questi obblighi il dirigente responsabile del contratto, in base alla normativa vigente, può sospendere il pagamento del corrispettivo dovuto alla Ditta, fino a quanto non sia accertato integrale adempimento degli obblighi predetti. In tal caso la Ditta non può opporre eccezioni né ha titolo per il risarcimento di danni. 6

7 La Ditta, nell espletamento di tutte le prestazioni, nessuna esclusa, relative al presente appalto, è obbligata a garantire il pieno rispetto delle norme previste per la salute e la sicurezza dei lavoratori e dovrà adottare tutti i procedimenti e le cautele atti a garantire l incolumità delle persone addette e dei terzi con scrupolosa osservanza delle norme di prevenzione infortunistica in vigore; ogni più ampia responsabilità in caso di infortuni o danni eventualmente subiti da persone o cose, tanto dell Amministrazione che di terzi, in dipendenza di omissioni o negligenze nell esecuzione della prestazione ricadrà sulla Ditta restandone sollevata l Amministrazione. La Ditta è tenuta ad assicurare la riservatezza delle informazioni, dei documenti e degli atti amministrativi dei quali venga a conoscenza durante l esecuzione della prestazione, secondo quanto indicato al precedente articolo 6 Riservatezza e segretezza. La Ditta esonera la Stazione Appaltante da ogni responsabilità e onere derivante da pretese di terzi in ordine a diritti di proprietà intellettuale sull oggetto della prestazione. In particolare, assicura che l Amministrazione è sollevata da ogni e qualsiasi responsabilità nei confronti di terzi, nel caso di utilizzo di brevetti e di dispositivi o soluzioni tecniche di cui altri abbiano ottenuto la privativa (per invenzioni, modelli industriali, marchi e diritti d autore) e a seguito di qualsiasi rivendicazione di violazione dei diritti d autore o di qualsiasi marchio italiano o straniero, derivante o che si pretendesse derivante dalla prestazione. Inoltre, fatta salva la responsabilità solidale di cui all art. 29 del D.Lgs. 276/ e s.m.i., la Ditta è tenuta a manlevare la Stazione Appaltante da ogni e qualsiasi pretesa o azione che, a titolo di risarcimento danni, eventuali terzi dovessero avanzare nei suoi confronti, in relazione alle prestazioni oggetto del presente capitolato, tenendola indenne da costi, risarcimenti, indennizzi, oneri e spese comprese quelle legali da esse derivanti. L Impresa assume l obbligo di garantire la proprietà dei beni forniti e di sollevare l Amministrazione di fronte ad azioni o pretese al riguardo.. In caso di violazione dei suddetti obblighi relativi alla riservatezza, ai diritti di proprietà intellettuale e alla proprietà dei beni la Stazione Appaltante, ha diritto di richiedere al soggetto aggiudicatario il risarcimento di tutti, senza eccezione, i danni di cui sopra. Per le parti compatibili si applica l art. 165 del DPR 207/2010 relativo ai sinistri alle persone e danni procede secondo le condizioni stabilite, si riserva di fissare un congruo termine entro il quale l Impresa si deve conformare a tali condizioni; trascorso inutilmente il termine stabilito, il contratto è risolto di diritto. Articolo 13 Penali e risoluzione del contratto Ove si verifichino inadempienze da parte dell'impresa nell'esecuzione delle prestazioni contrattuali, saranno applicate dalla Stazione appaltante penali, in relazione alla gravità delle inadempienze, a tutela delle norme contenute nel presente CSA. In caso di mancato rispetto: - dei termini di intervento di cui al precedente articolo 6 sarà applicata una penale a carico del fornitore inadempiente, pari all uno per mille dell ammontare netto contrattuale per ogni giorno di ritardo. Le penali di cui al comma precedente non sono applicabili qualora la causa del ritardo non sia imputabile alla ditta aggiudicataria e tale circostanza sia dalla ditta stessa dimostrata documentalmente e accettata dal Committente. L Amministrazione, ove riscontri inadempienze nell esecuzione dell appalto idonei all applicazione delle penali, provvede a contestare alla Ditta, per iscritto, le inadempienze riscontrante con l indicazione della relativa penale da applicare, con l obbligo da parte della Ditta di presentare entro 5 giorni dal ricevimento della medesima contestazione le eventuali controdeduzioni. Nel caso in cui la Ditta non risponda o non dimostri che l inadempimento non è imputabile alla stessa, l Amministrazione provvede ad applicare le penali nella misura riportata nel presente articolo, a decorrere dalla data di inadempimento e fino all avvenuta esecuzione della prestazione relativa. Gli importi corrispondenti vengono trattenuti sull ammontare delle fatture ammesse al pagamento o, solo in assenza di queste ultime, sulla cauzione definitiva di cui al successivo articolo 11, che dovrà essere integrata dalla Ditta senza bisogno di ulteriore diffida. Nel caso in cui l Amministrazione accerti l esistenza e la validità della motivazione della controdeduzione presentata dalla Ditta, non procede con l applicazione delle penali e dispone un nuovo termine per l esecuzione della prestazione oggetto di contestazione, il cui mancato rispetto dà luogo all applicazione delle penali. L applicazione delle penali non pregiudica il diritto dell Amministrazione ad ottenere la prestazione; è fatto in ogni caso salvo il diritto dell Amministrazione di richiedere il risarcimento del maggior danno. Ai sensi dell art. 145 comma 4 del DPR 207/2010, il direttore dell esecuzione riferisce tempestivamente al responsabile del procedimento in merito ai ritardi nell'andamento della prestazione contrattuale rispetto a quanto stabilito nel presente capitolato e nel contratto; qualora il ritardo nell adempimento determina un importo massimo della penale superiore al 10% dell ammontare netto contrattuale, l Amministrazione, su proposta del responsabile del procedimento dispone la risoluzione del contratto per grave inadempimento ai sensi del comma 3 dell articolo 136 del D.Lgs. 163/

8 La Ditta è tenuta a seguire le istruzioni e le direttive fornite dalla Amministrazione per l avvio dell esecuzione del contratto; qualora l operatore economico non adempia, la Stazione Appaltante ha facoltà di procedere alla risoluzione del contratto. Ai sensi dell art. 6 comma 8 del DPR 207/2010, in caso di ottenimento del documento unico di regolarità contributiva della Ditta negativo per due volte consecutive, il responsabile del procedimento, acquisita una relazione particolareggiata predisposta dal direttore di esecuzione, propone ai sensi dell articolo 135, comma 1, del codice, la risoluzione del contratto, previa contestazione degli addebiti e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle controdeduzioni. Ove l ottenimento del documento unico di regolarità contributiva negativo per due volte consecutive riguardi il subappaltatore, l Amministrazione pronuncia, previa contestazione degli addebiti al subappaltatore e assegnazione di un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle controdeduzioni, la decadenza dell autorizzazione di cui all articolo 118, comma 8, del codice, dandone contestuale segnalazione all Osservatorio per l inserimento nel casellario informatico di cui all articolo 8 del DPR 207/2010. L Amministrazione procederà alla risoluzione del contratto ai sensi dell art del codice civile: - in caso di transazioni finanziarie relative a tutte le attività di cui al presente contratto non effettuate con bonifico bancario o postale ovvero con gli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni avvalendosi dei conti correnti bancari dedicati anche in via non esclusiva alla presente commessa pubblica indicati nel successivo articolo 16; - in caso di subappalto non autorizzato dalla Stazione Appaltante. In caso di risoluzione, l Amministrazione procederà all escussione in tutto o in parte della cauzione di cui al successivo articolo 11, salvo l ulteriore risarcimento dei danni, anche derivanti dalla necessità di procedere ad un nuovo affidamento. Al di fuori dei casi sopra specificati l Amministrazione, nei casi in cui il direttore dell esecuzione accerta che comportamenti della Ditta concretano grave inadempimento alle obbligazioni contrattuali, in ottemperanza alla disciplina di cui ai commi 1, 2, 3 dell articolo 136 del D.P.R. 207/2010, si riserva la facoltà di risolvere il contratto. In relazione all istituto della risoluzione del contratto l Amministrazione applica la disciplina degli articoli da 135 a 139 del D.Lgs. 163/2006, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione ai sensi dell artt cod. civ. (se previsto) e dell art cod. civ. espressamente previste nel presente contratto e per i quali vige la relativa disciplina. Articolo 14 - Deposito cauzionale Al momento della stipulazione del contratto l Impresa dovrà presentare cauzione definitiva, in una delle forme previste dalla legge, nella misura stabilita dall art. 113 del D.Lgs. 163/2006. La mancata presentazione della cauzione nei termini indicati dal Committente comporta la revoca dell aggiudicazione, con ulteriore azione in danno dell Impresa. La garanzia fideiussoria valida per tutto il periodo contrattuale è progressivamente svincolata, secondo quanto previsto dall art. 113, del D.Lgs. 163/2006, a misura dell avanzamento dell esecuzione, nel limite massimo del 80% dell iniziale importo garantito. L ammontare residuo, pari al 20% dell iniziale importo garantito, è svincolato a seguito di rilascio del certificato di verifica di conformità e/o attestazione di regolare esecuzione di tutti gli adempimenti e obblighi contrattuali Articolo 15 - Prezzo Il prezzo offerto rimane fisso ed invariabile, salvo quanto previsto dall art. 44 della L. 724/94. La revisione potrà essere richiesta solo a partire dal dodicesimo mese in base all indice ISTAT per le famiglie di operai ed impiegati riferito alla media dell anno precedente. La revisione non potrà avere effetto retroattivo e decorrerà dall inizio del mese successivo a quello in cui la richiesta sarà notificata all altra parte contraente. Articolo 16 Fatturazione e pagamenti Il pagamento dei corrispettivi dovuti all Impresa avverrà, in base a fatture emesse dall Impresa a cadenza mensile, previa attestazione di regolarità e conferma dello svolgimento del servizio stesso da parte del Committente. E indispensabile che su ogni fattura sia trascritta: - la tipologia del servizio; - la struttura interessata; - il periodo a cui la fattura stessa si riferisce; - il numero e la data del provvedimento di aggiudicazione che sarà comunicato dal Committente; - il numero CIG (codice identificativo gara); Le fatture devono essere intestate e inviate a: Azienda Regionale per il D.S.U. Viale Gramsci n Firenze. 8

9 Ai fini del rispetto delle prescrizioni contenute all'art. 4 del DPR 207/2010, la Società nelle fatture emesse nel periodo di vigenza contrattuale nelle modalità sopra indicate, dovrà operare, sull importo relativo alle prestazioni svolte, una decurtazione dello 0,50% e dare atto di tale decurtazione nel campo descrittivo del medesimo documento. Tale decurtazione comporterà una riduzione della base imponibile a tutti gli effetti di legge, determinando l effettivo importo oggetto di liquidazione. Nella fattura emessa a saldo della prestazione la Società dovrà riportare nel campo descrittivo l importo a saldo riferito all ultima parte di prestazione svolta e la somma delle decurtazioni dello 0,50% fino ad allora operate nelle precedenti fatture emesse. Il totale degli importi descritti nel campo descrittivo della fattura a saldo costituirà la base imponibile oggetto di liquidazione finale. Pagamenti in corso di esecuzione: Ricevuta la fattura emessa secondo le modalità riportate nel presente contratto, i relativi pagamenti saranno disposti secondo quanto previsto dall art. 4, comma 2, lettera d) del D.Lgs. 231/2002 e ss.mm. e ii., entro 30 giorni dalla data di ricezione previo accertamento che la prestazione è stata effettuata in termini di quantità e qualità rispetto alle prescrizioni previste nei documenti contrattuali. In caso di irregolarità formale o sostanziale delle fatture, i termini per il pagamento vengono sospesi, previa comunicazione all Impresa; nessuna richiesta di interessi moratori potrà essere vantata dalla Società per detto periodo di sospensione dei termini. Ai fini del pagamento del corrispettivo il Committente procederà ad acquisire, ai sensi dell art. 6 del D.P.R. 207/2010 e dell art. 17 della LRT 38/2007, il documento unico di regolarità contributiva (D.U.R.C.) della Società, attestante la regolarità in ordine al versamento di contributi previdenziali e dei contributi assicurativi per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei dipendenti. Il DURC verrà richiesto all autorità competente, il termine di 30 giorni per il pagamento è sospeso dalla data del certificato di conformità fino alla emissione del DURC; pertanto nessuna produzione di interessi moratori potrà essere vantata dalla Società per detto periodo di sospensione dei termini. Qualora dalle risultanze del DURC risulti una inadempienza contributiva, l Amministrazione segnala alla Direzione provinciale del lavoro le irregolarità eventualmente riscontrate. Ai sensi dell art. 4 del DPR 207/2010, in caso di ottenimento da parte del responsabile del procedimento del documento unico di regolarità contributiva che segnali un inadempienza contributiva relativa a uno o più soggetti impiegati nell esecuzione del contratto, l Azienda tramite il responsabile del procedimento trattiene dal certificato di pagamento l importo corrispondente all inadempienza. Il pagamento di quanto dovuto per le inadempienze accertate mediante il documento unico di regolarità contributiva è disposto direttamente agli enti previdenziali e assicurativi. In caso di ritardo nel pagamento delle retribuzioni dovute al personale dipendente dell appaltatore o del subappaltatore o dei soggetti titolari di subappalti e cottimi di cui all articolo 118, comma 8, ultimo periodo, del D.Lgs. 163/06, impiegato nell esecuzione del contratto, l Azienda tramite il responsabile del procedimento applica quanto previsto all art. 5 del DPR 207/2010. Pagamenti a saldo: Il pagamento a saldo (o l ultimo pagamento del corrispettivo contrattuale) verrà effettuato secondo quanto previsto dall art. 4, comma 2, lettera d) del D. Lgs. 231/2002 e ss.mm.ii., entro 30 giorni dal rilascio dell attestazione di regolare esecuzione o del certificato di verifica di conformità (definitivo) alle medesime condizioni, compresa la sospensione dei termini di pagamento per la verifica della permanenza della regolarità contributiva ed assicurativa della società o delle società costituenti il raggruppamento e degli eventuali subappaltatori, ai sensi dell art. 6 comma 3, lettera e) del D.P.R. 207/2010 e dell art. 17 della L.R , previste nel presente contratto per i pagamenti delle fatture emesse in corso di esecuzione. Ai sensi dell art. 48-bis del DPR n. 602/1973, delle Circolari del Ministero dell Economia e delle Finanze n. 28 e 29 del 2007 e del Decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze n. 40 del 18 gennaio 2008, l Azienda, prima di effettuare il pagamento per un importo superiore ad Euro ,00 procede alla verifica di mancato assolvimento da parte del beneficiario dell obbligo di versamento di un ammontare complessivo pari almeno ad Euro ,00 derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento, relative a ruoli consegnati agli agenti della riscossione a decorrere dal 1 gennaio Il termine di 30 giorni per il pagamento delle fatture, come sopra disciplinato, è ulteriormente sospeso nel periodo di effettuazione della verifica suddetta. In caso di subappalto: In caso di prestazione eseguita dal subappaltatore il pagamento della prestazione verrà fatto nei confronti della Società aggiudicataria che è obbligata a trasmettere entro 20 (venti) giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti al subappaltatore, unitamente alla documentazione che dimostri l avvenuto pagamento esclusivamente tramite conto corrente bancario o postale, con l indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. Articolo 17 Tracciabilità dei flussi finanziari e clausola risolutiva espressa Ai sensi della Legge , n. 136, l aggiudicatario è tenuto ad utilizzare uno o più conti correnti bancari o postali, accesi presso banche o presso la società Poste Italiane S.p.A., dedicati, anche in via non esclusiva, alle commesse pubbliche, sui quali dovranno essere registrati tutti i movimenti finanziari relativi al presente appalto. Tali movimenti dovranno essere effettuati esclusivamente 9

10 tramite lo strumento del bonifico bancario o postale, fatta eccezione per i pagamenti a favore di enti previdenziali, assicurativi ed istituzionali, di gestori e fornitori di pubblici servizi, ovvero quelli riguardanti tributi, per i quali sono ammessi sistemi diversi dal bonifico bancario o postale, fermo restando l obbligo di documentazione della spesa. L aggiudicatario è tenuto a comunicare all Amministrazione gli estremi identificativi dei conti correnti dedicati entro 7 (sette) giorni dalla loro accensione, nonché, nello stesso termine, le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di essi. Il legale rappresentante dell Impresa dichiara espressamente di esonerare il Committente da ogni e qualsiasi responsabilità per il pagamento che sarà in tal modo effettuato sul c/c indicato. L aggiudicatario, con la stipula del contratto di appalto, assume l obbligo di tracciabilità dei flussi finanziari relativi al presente appalto. Gli stessi obblighi di cui al presente articolo sussistono nei confronti dei subappaltatori e di tutti gli altri operatori economici a qualsiasi titolo interessati ai lavori. L appaltatore, il subappaltatore o il subcontraente che ha notizia dell inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria di cui al presente articolo ne dà immediata comunicazione alla Stazione Appaltante e all Ufficio Territoriale del Governo territorialmente competente. Il mancato rispetto degli obblighi sopra descritti costituisce causa di risoluzione espressa del contratto. Articolo 18 Disposizioni sul Personale Il Personale impiegato nell esecuzione dell appalto e degli eventuali subappalti deve essere munito di apposita tessera di riconoscimento corredata di fotografia e contenente le generalità del lavoratore, l indicazione del datore di lavoro, la data di assunzione e, in caso di subappalto, gli estremi dell autorizzazione. Il Personale delle ditte appaltatrici e subappaltatrici sprovvisto di detta tesserà sarà allontanato senza indugio dai locali del Committente interessati dall appalto. Articolo 19 Rischi da interferenze e norme sulla sicurezza In base a quanto riportato nel DUVRI non sono rilevabili rischi interferenti per i quali sia necessario adottare relative misure di sicurezza e non sussistono, di conseguenza, costi della sicurezza. Le imprese aggiudicatarie sono tenute al pieno rispetto della normativa in materia d igiene e sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs. 81/2008. Preliminarmente all aggiudicazione definitiva il Committente procederà con le verifiche di cui all art. 16 L.R.T. 38/2007. Articolo 20 Osservanza delle norme di legge e contrattuali La ditta appaltatrice dovrà rispettare le vigenti norme assistenziali, previdenziali, assicurative e garantire un trattamento economico e normativo non inferiore a quello risultante dai vigenti contratti collettivi di lavoro a favore dei prestatori di lavoro. L impresa è obbligata ad ottemperare a tutti gli obblighi di legge verso i dipendenti, assumendo a suo carico gli oneri relativi. Le imprese aggiudicatarie dovranno essere in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie per l esecuzione della servizio, l assenza o la perdita delle suddette autorizzazioni costituisce causa di risoluzione automatica del contratto in danno dell impresa. Articolo 21 Controversie e Foro competente Tutte le vertenze tra il Committente e l impresa appaltatrice, sia di natura tecnica, amministrativa o giuridica, nessuna esclusa, così durante l esecuzione come al termine del contratto, saranno di competenza esclusiva del Foro di Firenze. 10

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2014-699 del 09/10/2014 Oggetto Servizio Sistemi Informativi. Fornitura

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n.

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n. CONTRATTO QUADRO N. 2/2014 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTERCONNESSIONE TRA SISTEMA PUBBLICO DI CONNETTIVITÀ E RETE NAZIONALE INTERBANCARIA, NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIZZATO DEI PAGAMENTI DELLA

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

ICT SERVICE. finale ANNO 20122

ICT SERVICE. finale ANNO 20122 ICT SERVICE Capitolato specia ale d appalto per la fornitura di un servizio di supporto tecnico informatico all utente finale ANNO 20122 INDICE TITOLO I INDICAZIONI GENERALI DELL APPALTO Articolo 1 Definizioni

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli