CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE"

Transcript

1 CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE INFORMAZIONI PER GLI UTENTI INTERESSATI ALLA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI DEBITI RELATIVI A SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA ELEVATE FINO AL 31 DICEMBRE 2004 (condono multe) Art. 15, commi 8-quinquiesdecies e ss. del Decreto legge 78/2009, convertito dalla Legge 102/2009 La Città di FIUMICINO ha deliberato l adesione alla definizione agevolata delle multe elevate fino al 31 dicembre 2004 per infrazioni al Codice della Strada (Deliberazione del Consiglio Comunale N. 25 del 9 aprile 2010). La definizione agevolata permette di estinguere il debito verso l Amministrazione comunale pagando, entro il 31 maggio 2011, una somma ridotta rispetto a quella originaria. Tale possibilità è consentita dalle previsioni del decreto legge 78/2009, convertito nella legge n. 102 del 3 agosto 2009, art. 15, comma 8 quinquiesdecies e seguenti. La Città di FIUMICINO, aderendo a questa possibilità, persegue quindi due fondamentali obiettivi: eliminare il contenzioso con i cittadini, favorendo l estinzione di vecchie pendenze; incrementare l efficienza del proprio sistema di riscossione, recuperando somme iscritte a ruolo e non pagate. 1. Che cosa è la definizione agevolata La definizione agevolata delle multe non è propriamente un condono. Chi aderisce, infatti, dovrà comunque pagare gli importi relativi alle sanzioni elevate (contravvenzioni), ma godrà dei benefici della riduzione di alcuni maggiori oneri maturati in conseguenza del tempo trascorso: non dovranno più essere pagate le maggiorazioni semestrali, gli interessi di mora e l aggio esattoriale in misura intera.

2 La definizione agevolata si applica a tutti coloro che hanno commesso infrazioni al Codice della Strada nel territorio del Comune di FIUMICINO, elevate dalla Polizia locale e dagli ausiliari del traffico, fino al 31 dicembre anche se i relativi verbali sono stati notificati dopo tale data che non risultano pagate e per le quali è stata notificata una cartella esattoriale al contravventore. 2. Come si aderisce alla definizione agevolata Nella delibera attuativa che recepisce la normativa nazionale, il Comune di FIUMICINO ha stabilito le modalità con le quali i cittadini potranno estinguere gli importi originari iscritti a ruolo. Con la stessa delibera è stato approvato anche il modello di comunicazione che l Agente della Riscossione competente per territorio, Equitalia Gerit per la provincia di Roma, deve inviare ai debitori interessati al pagamento agevolato. I cittadini residenti in ambiti provinciali diversi da Roma, riceveranno la comunicazione dall Agente della Riscossione competente per il territorio. Quindi, non occorre fare nulla prima di ricevere la comunicazione dall Agente della Riscossione EQUITALIA GERIT. 3. La procedura per il pagamento e la regolarizzazione delle posizioni La procedura per la definizione agevolata si apre con l invio, da parte dell Agente della Riscossione Equitalia Gerit, di una comunicazione, spedita per posta ordinaria, contenente l invito a regolarizzare la propria posizione entro il 31 maggio 2011 utilizzando il pagamento agevolato. Con il termine pagamento agevolato si intende la possibilità di estinguere il debito con il versamento del solo importo minimo della sanzione pecuniaria amministrativa originale senza le maggiorazioni e gli interessi di mora.

3 Più precisamente sono dovuti: il minimo della sanzione prevista per le violazioni al Codice della Strada, elevate fino al 31 dicembre 2004 (anche se notificate dopo tale termine); le spese del procedimento e di notificazione del verbale; il compenso per le spese di riscossione (aggio) in misura ridotta al 4%; il rimborso delle spese sostenute per i diritti di notificazione delle cartelle e per le eventuali procedure esecutive avviate. Nella comunicazione, oltre al dettaglio dei debiti e delle cartelle oggetto di definizione agevolata, sono esposti gli importi relativi al debito originario e quelli risultanti dall applicazione dei benefici previsti dalla definizione agevolata. Il vantaggio economico derivante dall adesione al pagamento agevolato risulta particolarmente evidente. Il pagamento deve avvenire in unica soluzione e può essere eseguito: presso gli uffici postali o le banche, utilizzando il bollettino RAV allegato alla comunicazione; presso gli sportelli di Equitalia Gerit ( o dell Agente della Riscossione territorialmente competente), anche tramite apparecchiature Pos. 4. Partite iscritte a ruolo escluse dalla procedura di pagamento agevolato La norma istitutiva ha individuato alcune tipologie di iscrizioni a ruolo che non sono più dovute e per le quali l Agente della Riscossione, oltre ad escluderle dalla comunicazione inviata ai cittadini, si impegna a sospendere l attività di riscossione dal 1 agosto Le tipologie sono le seguenti: a. partite sospese ai sensi della Legge finanziaria 2008: b. partite iscritte a ruolo per ritardato pagamento in sede di verbale di violazione, riportanti i codici tributo 1L42 1L43; c. partite iscritte a ruolo relative a verbali di contravvenzione intestati a contribuenti deceduti; d. partite incluse in cartelle non notificate o con notifica non perfezionata nei termini e modi di legge;

4 e. partite incluse in cartelle di pagamento per le quali il contribuente ha proceduto ad un pagamento parziale pari all importo della sanzione minima edittale; f. partite incluse in cartelle di importo residuo inferiore a 1 euro. 5. Casi particolari Adesione parziale alla definizione agevolata E possibile aderire parzialmente alla procedura di definizione agevolata, pagando solo una o più delle sanzioni amministrative oggetto di agevolazione. In tal caso sono sempre dovuti: l aggio di riscossione (nella misura ridotta al 4%); i diritti di notifica relativi a quella sanzione ed il rimborso delle spese sostenute. Il pagamento parziale non estingue l intero debito e deve essere effettuato esclusivamente presso gli sportelli dell Agente della Riscossione, Equitalia Gerit per la provincia di Roma. Procedure cautelari in corso (fermo amministrativo o iscrizione ipotecaria) In caso di procedure cautelari già avviate (fermo amministrativo del veicolo o iscrizione ipotecaria), il pagamento di tutte le sanzione amministrative indicate nella comunicazione chiude la pendenza solo se la procedura riguarda cartelle esattoriali emesse a fronte di multe che rientrano nella definizione agevolata. Se la procedura cautelare è relativa anche a debiti erariali e/o comunali, si può chiudere solo se, oltre agli importi relativi alle multe, vengono pagati anche tutti gli importi relativi alle altre entrate. Ricorsi giurisdizionali pendenti sulle sanzioni amministrative In caso di ricorso giurisdizionale pendente, il cittadino che riceve la comunicazione da parte dell Agente della Riscossione può decidere se aderire o proseguire nel giudizio. Se aderisce, pagando il debito, deve presentare al

5 giudice competente un istanza di rinuncia alla prosecuzione della controversia. E possibile aderire parzialmente alla definizione agevolata, pagando solo una o più sanzioni oggetto o meno di ricorso. In tal caso, il pagamento deve essere effettuato esclusivamente presso gli sportelli dell Agente della Riscossione. Rateazioni in corso Possono accedere al pagamento agevolato anche i cittadini che hanno già in corso una rateazione. In tal caso, nella comunicazione inviata dall Agente della Riscossione, viene indicato l esatto importo residuo da pagare: le eventuali rate già pagate vengono considerate come acconti mentre il debito residuo risultante dalla comunicazione deve essere versato in un unica soluzione. Pagamento non dovuto Qualora la comunicazione contenga una o più sanzioni amministrative per le quali si è in possesso di documentazione idonea al discarico delle somme (ricevuta di avvenuto pagamento del verbale, presentazione del ricorso presso il Prefetto o il Giudice di Pace con sentenza favorevole) occorre presentare richiesta di sgravio. La richiesta, con allegata la documentazione comprovante il diritto al discarico, va indirizzata al Comando di Polizia Locale del Comune di FIUMICINO e può essere trasmessa: via posta al seguente indirizzo: Via del Faro, Fiumicino (RM); via fax al n consegna diretta presso: Via del Faro, 50 - Fiumicino Ulteriori informazioni sui verbali e sulle relative cartelle di pagamento possono essere ottenute presso i punti informativi territoriali di Equitalia Gerit.

6 LE DOMANDE PIU FREQUENTI SULLA DEFINIZIONE AGEVOLATA D. Si parla di mini-condono delle multe. Di che cosa si tratta? R. E l opportunità, messa a disposizione da una norma, di definire in maniera agevolata, le sanzioni per infrazioni al Codice della Strada, elevate dalla Polizia Locale del Comune di Fiumicino, fino al 31 dicembre 2004, non pagate e per le quali è stata notificata la cartella esattoriale. D. Il pagamento agevolato può essere utilizzato per le contravvenzioni elevate dopo il 2004? R. No, le contravvenzioni successive all anno 2004 non rientrano nel pagamento agevolato. D. Come si fa per aderire e quanto si deve pagare? R. Equitalia Gerit, per la provincia di Roma, o l Agente della Riscossione competente per territorio, invia per posta ordinaria una comunicazione ad ogni interessato. L adesione si realizza con il pagamento delle somme indicate nella comunicazione: minimo della sanzione pecuniaria amministrativa prevista per ogni infrazione al Codice della Strada; spese di procedimento e notifica del verbale; aggio ridotto al 4% per l Agente della Riscossione, nonché i diritti di notifica della cartella e le spese per le procedure esecutivi eventualmente sostenute dall Agente della Riscossione. D. Fino a quando si può effettuare il pagamento? R. Il termine fissato per il pagamento è il 31 MAGGIO 2011.

7 D. Si può aderire al pagamento agevolato se è stato presentato ricorso avverso la cartella di pagamento? R. Certamente. Dopo aver ricevuto la comunicazione dall Agente della Riscossione si può decidere se aderire, pagando il debito, o proseguire nel giudizio. D. Si può rateizzare l importo complessivo dovuto per aderire al pagamento agevolato? R. No. Il pagamento deve essere effettuato in una unica soluzione. D. Se è stata già richiesta ed ottenuta la rateizzazione per cartelle che contengono sanzioni per multe elevate fino al 2004, si può ancora aderire al condono? R. Si. Le somme già versate verranno considerate a titolo di acconto sul debito totale. Nella comunicazione inviata dall Agente della Riscossione viene indicato l importo esatto da pagare come residuo. In tal caso, il pagamento agevolato può essere effettuato esclusivamente presso uno sportello di Equitalia Gerit. D. Cosa succede se risulta avviata una procedura cautelare di fermo amministrativo iscrizione ipotecaria per il mancato pagamento di cartelle che contengono altri tributi, oltre alle sanzioni per multe fino al 2004? Pagati gli importi per la definizione agevolata, il fermo o l ipoteca viene automaticamente cancellato? R. No. Per chiudere la procedura cautelare, sia che si tratti di fermo amministrativo che di ipoteca, è necessario pagare tutti i debiti inseriti nella cartella di pagamento, non solo quelli riferibili alle multe.

8 D. Che cosa succede se, ricevuta la comunicazione, si decide di non pagare? R. Scaduto il termine, l Agente della Riscossione, in caso di mancato pagamento, riprende l attività di recupero delle somme originariamente iscritte a ruolo e contenute nella cartella notificata. D. Che fare se si riceve la comunicazione dall Agente della Riscossione per aderire al condono, ma si è in possesso del titolo giustificativo per chiedere ed ottenere il discarico delle somme (ad es. pagamento del verbale, ricorso al Prefetto con giudizio favorevole, sentenza del Giudice di Pace favorevole)? R. In tal caso non si deve pagare. La richiesta di discarico va presentata al Comune di FIUMICINO - Polizia Locale. Riconosciuto il diritto allo sgravio, l ufficio comunale provvederà a comunicarlo all Agente della Riscossione per la definizione della posizione.

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Regolamento per la Definizione Agevolata dei Tributi locali minori ICP e DPA (Art. 13, Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e art.24, D.Lgs. 15 novembre 1993,

Dettagli

La nuova cartella di pagamento. Introduzione

La nuova cartella di pagamento. Introduzione Introduzione A partire dal 1 ottobre 2010 i ruoli consegnati agli Agenti della Riscossione saranno emessi utilizzando il nuovo modello di cartella di pagamento, approvato con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

Periodico informativo n. 75/2014. Rottamazione cartelle. Proroga al 31 maggio 2014

Periodico informativo n. 75/2014. Rottamazione cartelle. Proroga al 31 maggio 2014 Periodico informativo n. 75/2014 Rottamazione cartelle. Proroga al 31 maggio 2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo informarla che a seguito della pubblicazione

Dettagli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli CIRCOLARE A.F. N. 39 del 14 Marzo 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che la proroga del pagamento

Dettagli

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 56 del 01 agosto 2012 TITOLO I DISPOSIZIONE GENERALI Art.1

Dettagli

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Come noto, a decorrere dall 1.1.2011, è stato introdotto, ad opera dell art. 31, comma

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI

REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI Ambito di applicazione Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 della legge n. 289 del 27 dicembre 2002,

Dettagli

COMUNE DI LEVERANO (Provincia di Lecce)

COMUNE DI LEVERANO (Provincia di Lecce) COMUNE DI LEVERANO (Provincia di Lecce) REGOLAMENTO PER LA DEFIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI (approvato con atto deliberativo del C.C. n. 08 del 01/04/2004) SCHEMA DI REGOLAMENTO PROPOSTO DALL ASSERRORE

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. 8 luglio 2015, n. 20, ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. n. 20/2015 ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari relative alla

Dettagli

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo)

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) SANZIONI AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) Settembre 2009 IL PAGAMENTO DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PER

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 4/2014. OGGETTO: Mini condono fiscale 2014 sulle somme iscritte a ruolo.

NOTA OPERATIVA N. 4/2014. OGGETTO: Mini condono fiscale 2014 sulle somme iscritte a ruolo. NOTA OPERATIVA N. 4/2014 OGGETTO: Mini condono fiscale 2014 sulle somme iscritte a ruolo. - Introduzione L art. 1 comma 618 della legge 147, del 27 dicembre 2013 (Legge di stabilità 2014), dà la possibilità

Dettagli

COMUNE DI CELANO. Regolamento per la disciplina del condono fiscale sui tributi locali (art. 13 Legge 27 dicembre 2002 n.289)

COMUNE DI CELANO. Regolamento per la disciplina del condono fiscale sui tributi locali (art. 13 Legge 27 dicembre 2002 n.289) COMUNE DI CELANO Regolamento per la disciplina del condono fiscale sui tributi locali (art. 13 Legge 27 dicembre 2002 n.289) CAPO I TRIBUTI CONDONABILI, CONDIZIONI E BENEFICI Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI

MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI Il presente Regolamento composto da n. 44 articoli, è stato approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 27/07/2003 con atto n. 34. IL SEGRETARIO

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

prof. avv. Paola ROSSI

prof. avv. Paola ROSSI NUOVI LIMITI ALLA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI PER RUOLI SCADUTI prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta,

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

Il contenzioso fiscale

Il contenzioso fiscale Il contenzioso fiscale 1. I servizi del Caf Nel caso di ricevimento di cartelle di pagamento che contestano il mancato pagamento, parziale o totale, di imposte o tasse, anche riferite a tributi locali,

Dettagli

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 FEBBRAIO 2011 DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI A decorrere dal 1 Gennaio 2011 sono entrate in vig ore nuove limitazioni per le compensazioni

Dettagli

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA 3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA >> LA RISCOSSIONE MEDIANTE CARTELLA L Agenzia delle Entrate svolge l attività di riscossione nazionale dei tributi tramite la società per azioni

Dettagli

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 78 del 28.11.2014 1 Sommario Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 L. 27 dicembre

Dettagli

COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI

COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI Approvato con delibera del Consiglio Comunale...2016 n... -----------------------------------------------------------------

Dettagli

COMUNE DI SCLAFANI BAGNI PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI SCLAFANI BAGNI PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI SCLAFANI BAGNI PROVINCIA DI PALERMO REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI I.C.I. E TA.R.S.U. (APPROVATO CON DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N. 4 DEL 30 APRILE 2010) I N D

Dettagli

Circolare n. 5. Crediti commerciali certificati vantati nei confronti di Amministrazioni pubbliche - Utilizzo in compensazione - Novità INDICE

Circolare n. 5. Crediti commerciali certificati vantati nei confronti di Amministrazioni pubbliche - Utilizzo in compensazione - Novità INDICE Circolare n. 5 del 21 Luglio 2013 Crediti commerciali certificati vantati nei confronti di Amministrazioni pubbliche - Utilizzo in compensazione - Novità INDICE 1 Premessa... 3 2 Utilizzo dei crediti commerciali

Dettagli

GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE

GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE GUIDA PRATICA PER IL CITTADINO CONTRIBUENTE A cura dell Ufficio Relazioni Esterne Equitalia è una società per azioni, a totale capitale pubblico (51% Agenzia

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013);

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 ARGOMENTO: DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); Gentile Cliente, l art. 1 co. 618-624 della L. 27.12.2013 n. 147 ha introdotto

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Novità : divieto di compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati

Novità : divieto di compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati Circolare 2/2011 Compensazione crediti in presenza di ruoli Rovereto, 28 marzo 2011 Spett. Clienti Loro Sedi Novità : divieto di compensazione dei crediti in presenza di ruoli non pagati La manovra correttiva

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) PER LE AREE FABBRICABILI

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) PER LE AREE FABBRICABILI REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) PER LE AREE FABBRICABILI Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, adottato in applicazione delle disposizioni dell

Dettagli

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale In data 21.12.1998 N 93

Dettagli

REGIME SANZIONATORIO INARCASSA DECORRENZA DAL 20/05/2011

REGIME SANZIONATORIO INARCASSA DECORRENZA DAL 20/05/2011 REGIME SANZIONATORIO INARCASSA DECORRENZA DAL 20/05/2011 1. SANZIONI PER RITARDATA/OMESSA DOMANDA DI ISCRIZIONE ART. 1 30% DEI CONTRIBUTI DOVUTI E NON VERSATI SE LA DOMANDA E PRESENTATA OLTRE IL 31 OTTOBRE

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI

IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI Dott.ssa Giovanna Castelli 1 PRINCIPALI NOVITÀ E MODIFICHE 1. AVVISI DI ACCERTAMENTO ESECUTIVI 2. INDAGINI BANCARIE 3. POTERI ATTRIBUITI AI COMUNI 4. MODIFICHE

Dettagli

Vademecum della cartella di pagamento

Vademecum della cartella di pagamento in collaborazione con Direzione Regionale Veneto Vademecum della cartella di pagamento Guida pratica per il cittadino contribuente La cartella di pagamento 3 La notifica 3 Dove e come pagare 4 Dove chiedere

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) Approvato con deliberazione consiliare n. 19 del 30/07/2014 1 INDICE Art. 1. Oggetto

Dettagli

Debiti che bloccano l'utilizzo dei crediti in compensazione

Debiti che bloccano l'utilizzo dei crediti in compensazione Debiti che bloccano l'utilizzo dei crediti in compensazione Condizioni per il libero utilizzo dei crediti (art. 31 del Decreto Legge 78/2010) (D.M. 10 febbraio 2011) (RisMin. n. 18, del 21 febbraio 2011)

Dettagli

Le multe per infrazioni al Codice della Strada

Le multe per infrazioni al Codice della Strada Le multe per infrazioni al Codice della Strada Riferimenti normativi Nuovo codice della strada (D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni); Regolamento di esecuzione e di attuazione del

Dettagli

CONSORZIO di BONIFICA dell EMILIA CENTRALE Corso Garibaldi n. 42 42121 Reggio Emilia - Tel. 0522443211- Fax 0522443254- c.f.

CONSORZIO di BONIFICA dell EMILIA CENTRALE Corso Garibaldi n. 42 42121 Reggio Emilia - Tel. 0522443211- Fax 0522443254- c.f. CONSORZIO di BONIFICA dell EMILIA CENTRALE Corso Garibaldi n. 42 42121 Reggio Emilia - Tel. 0522443211- Fax 0522443254- c.f. 91149320359 CONSORZIO DI BONIFICA DELL EMILIA CENTRALE REGOLAMENTO SULLA RISCOSSIONE

Dettagli

R egolam ento per la definizione agevolata dei tributi locali

R egolam ento per la definizione agevolata dei tributi locali COMUNE DI FOGLIANISE PROVINCIA DI BENEVENTO R egolam ento per la definizione agevolata dei tributi locali Im posta Com unale sugli Im m obili e Tassa per lo Sm altim ento dei R ifiuti Solidi U rbani 1

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

Per le società a responsabilità limitata prive di organo di controllo contabile:

Per le società a responsabilità limitata prive di organo di controllo contabile: ALL. 4 Ad Equitalia Sportello di. ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 DPR N. 602/1973 COSI COME MODIFICATO DALL ART. 1, COMMA 2, DEL D.L. N. 16/2012 SOCIETÀ DI CAPITALI / SOCIETÀ COOPERATIVE /

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 28/2015. Il DLgs. n. 159/2015 ha riformato il sistema di riscossione delle imposte.

NOTA INFORMATIVA N. 28/2015. Il DLgs. n. 159/2015 ha riformato il sistema di riscossione delle imposte. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI RITA MAGGI PIAZZA CITTADELLA 6 37122 VERONA TELEFONO:

Dettagli

Comune di Verrayes Comune de Verrayes. Regione Autonoma Valle d Aosta REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SANZIONI TRIBUTARIE.

Comune di Verrayes Comune de Verrayes. Regione Autonoma Valle d Aosta REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SANZIONI TRIBUTARIE. Comune di Verrayes Comune de Verrayes Regione Autonoma Valle d Aosta REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SANZIONI TRIBUTARIE. Approvato con deliberazione di Consiglio n. 62 del 22/12/1998 INDICE

Dettagli

Comune di Palagianello Provincia di Taranto

Comune di Palagianello Provincia di Taranto Comune di Palagianello Provincia di Taranto REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) RELATIVAMENTE ALLE AREE EDIFICABILI ai sensi dell articolo 13 della legge

Dettagli

COMUNE DI RIESI. (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI. Articoli del Regolamento

COMUNE DI RIESI. (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI. Articoli del Regolamento COMUNE DI RIESI (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI Articoli del Regolamento Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art.

Dettagli

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Allegato A COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 5 del 9.4.2014 INDICE Titolo I DISPOSIZIONI

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

COMUNE DI GONZAGA. Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

COMUNE DI GONZAGA. Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI COMUNE DI GONZAGA Provincia di Mantova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI Testo coordinato con delibere del Consiglio Comunale: n. 26 del 26/04/2007 n.5 del 12/02/2008 n.

Dettagli

CIRCOLARE n. 11/2015 1

CIRCOLARE n. 11/2015 1 CIRCOLARE n. 11/2015 1 Milano, 11 novembre 2015 Oggetto: Riforma della riscossione - Novità del D.Lgs. 24.9.2015 n. 150 Premessa Con il DLgs. 24.9.2015 n. 159, pubblicato sul S.O. n. 55 alla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

INDICE. Capo I Definizione agevolata dei rapporti tributari locali non definiti

INDICE. Capo I Definizione agevolata dei rapporti tributari locali non definiti COMUNE DI POLLA Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI LOCALI (I.C.I T.A.R.S.U) INDICE Ambito di applicazione Art. 1 Ambito di applicazione pag. 3 Capo I Definizione

Dettagli

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA Gli aggiornamenti più recenti termini per la notifica delle cartelle di pagamento pagamento a rate del debito compensazione tra somme iscritte a ruolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 Misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione LA NUOVA DISCIPLINA IN MATERIA DI RISCOSSIONE

Dettagli

Capo I PRINCIPI GENERALI. Art. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione

Capo I PRINCIPI GENERALI. Art. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione Capo I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione 1. La definizione dell accertamento con adesione costituisce uno strumento di cui i Contribuenti e gli uffici preposti

Dettagli

In qualità di rappresentante legale della. codice fiscale/p.iva con sede legale in. (Prov. ) indirizzo C.A.P., telefono.

In qualità di rappresentante legale della. codice fiscale/p.iva con sede legale in. (Prov. ) indirizzo C.A.P., telefono. ALLEGATO 3 A RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. AGENTE DELLA RISCOSSIONE SEDE PROVNICIALE DI SPORTELLO DI ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973, SUCCESSIVA AD UNA PRECEDENTE ISTANZA DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA DENOMINATA LIBERO CONSORZIO COMUNALE AI SENSI DELLA L.R. N. 8/2014 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE

Dettagli

Comune di Roccella Jonica Provincia di Reggio Calabria

Comune di Roccella Jonica Provincia di Reggio Calabria Comune di Roccella Jonica Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO CONDO DEI TRIBUTI COMUNALI Articolo 1 Ambito d'applicazione Il presente regolamento si applica ai seguenti tributi: a) imposta comunale

Dettagli

ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973

ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973 ALLEGATO 3 A RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. AGENTE DELLA RISCOSSIONE SEDE PROVNICIALE DI SPORTELLO DI ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973 SOCIETA DI CAPITALI / SOCIETA COOPERATIVE

Dettagli

e.p.c. Ad Equitalia Gerit S.p.A.

e.p.c. Ad Equitalia Gerit S.p.A. Ai Dirigenti del Dipartimento II Ing. Fabio Gardusi Dott.ssa Valeria Napoli Dott. Pasquale Libero Pelusi Dott.ssa Anna Maria Rossi Dott.ssa Paola Sbriccoli Ai Ai A Direttori dei Dipartimenti Direttori

Dettagli

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER LA REGOLARIZZAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI (TARSU) PER GLI ANNI ARRETRATI NON PRESCRITTI Approvato con deliberazione consiliare n. 22 del

Dettagli

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA Gli aggiornamenti più recenti rateizzazione delle cartelle di pagamento compensazione tra somme iscritte a ruolo e crediti d imposta o crediti verso

Dettagli

COMUNE DI GUAGNANO. Provincia di Lecce

COMUNE DI GUAGNANO. Provincia di Lecce COMUNE DI GUAGNANO Provincia di Lecce Regolamento di applicazione del condono tributario ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. n. 17 del 22.06.2010 Art. 1 Oggetto e finalità Il presente regolamento, recante i

Dettagli

AMBITO DI APPLICAZIONE

AMBITO DI APPLICAZIONE COMUNE DI BRENTA Provincia di VARESE REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 22 del 06/09/2011 Modificato con delibera consiliare n. del 06/03/2011

Dettagli

LA CARTELLA NON DEVE ESSERE PAGATA? CHIEDI AIUTO A EQUITALIA!

LA CARTELLA NON DEVE ESSERE PAGATA? CHIEDI AIUTO A EQUITALIA! Per avere informazioni e ricevere assistenza visita il sito www.gruppoequitalia.it o chiama il numero verde 800 178 078 da telefono fisso o il numero 02 3679 3679 da telefono cellulare o dall'estero (secondo

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI PERNI & DORENTI Partners Avv. Oliviero Perni Dott. Luca Dorenti Of Counsel Dott. Marco Gaspari Dott.ssa Barbara Bonsignori Milano, 16 Novembre 2015 A tutti i Clienti, Loro sedi Circolare n. 28/2015: Riforma

Dettagli

COMUNE DI CORTE DE FRATI PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI CORTE DE FRATI PROVINCIA DI CREMONA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI DETERMINAZIONE N. 7 Data 17/07/2013 ORIGINALE Oggetto : CONCESSIONE RATEAZIONE CARTELLE TARSU. IL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI Visto il Decreto Sindacale

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Circolare n. 15 del 24 ottobre 2014 Crediti commerciali certificati

Dettagli

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con delibera del C.C. n. 14 del 30/03/2007 INDICE FINALITA Articolo 1 DISCIPLINA

Dettagli

SERVIZIO ENTRATE COMUNALI

SERVIZIO ENTRATE COMUNALI SERVIZIO ENTRATE COMUNALI DENOMINAZIONE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Responsabile del Procedimento Termine di conclusione del procedimento Normativa di riferimento Strumenti di tutela Potere sostitutivo

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13 INDICE SOMMARIO Presentazione..................................................... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza........................................................» 13 Atti processuali 1. Ricorso

Dettagli

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO Protocollo d Intesa e convenzione di erogazione di servizi Trento, 27 Marzo 2014 LE FINALITA PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA FATTIVA COLLABORAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI (CONDONO TARSU)

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI (CONDONO TARSU) COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO PROVINCIA DI BRINDISI REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI (CONDONO TARSU) SCADENZA 30 aprile 2009 Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

VADEMECUM PER IL CITTADINO

VADEMECUM PER IL CITTADINO VADEMECUM PER IL CITTADINO IL SERVIZIO NAZIONALE DI RISCOSSIONE DEI TRIBUTI Dal 1990 il "Servizio Nazionale di Riscossione dei Tributi" è stato affidato dallo Stato ad Aziende "CONCESSIONARIE" che operano

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I.

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I. COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I. E TARSU Approvato con Del CC n. 5 del 29.4.2011 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1 UNIONE GIOVANI DOTTORI COMMERCIALISTI FIRENZE - DIREZIONE REGIONALE DELLA TOSCANA E DIREZIONE PROVINCIALE DI PISTOIA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Il reclamo e la mediazione tributaria Gli aspetti procedimentali

Dettagli

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali Fiscalità Edilizia Commissione Referente Economico - Fiscale Tributario 10 aprile 2014 Schema operativo GLI STRUMENTI DI UTILIZZO DEI CREDITI

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto.

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto. LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014 Equitalia Nord SpA Facilitazioni intervenute Dall entrata in vigore della nuova normativa (1/3/2008) - che ha attribuito agli

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Gennaio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 381 22.12.2014 Pagamento dell avviso bonario Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L'art. 3-bis del D.Lgs. 462/1997 dispone che le somme

Dettagli

NOTIZIE FLASH novembre 2011

NOTIZIE FLASH novembre 2011 NOTIZIE FLASH novembre 2011 Quota A: riscossione contributo 2011 Il 30 novembre scade la quarta rata del contributo Quota A. In caso di smarrimento o mancato ricevimento dell avviso di pagamento deve essere

Dettagli

Circolare N.149 del 04 Ottobre 2013

Circolare N.149 del 04 Ottobre 2013 Circolare N.149 del 04 Ottobre 2013 Equitalia: aperti nuovi canali di pagamento nei punti Lottomatica e SysalPay Gentile cliente, desideriamo informarla che Equitalia ha recentemente annunciato la stipula

Dettagli

Abolizione Equitalia

Abolizione Equitalia CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato Cancelleri ed altri Abolizione Equitalia ONOREVOLI COLLEGHI! Dal 1 ottobre 2006, con il DL 223/2006 denominato Bersani-Visco, è stato eliminato

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13

INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13 INDICE Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L AUTOTUTELA 1. Inquadramento normativo... pag. 31 1.1 Le fonti... pag. 32 1.2 Gli

Dettagli

CONTROLLO FORMALE Gruppo di Lavoro Contenzioso Tributario - 29/01/2014 1

CONTROLLO FORMALE Gruppo di Lavoro Contenzioso Tributario - 29/01/2014 1 CONTROLLO FORMALE 1 Il controllo formale delle dichiarazioni Art. 36 bis Liquidazione delle imposte sulla base dei dati emergenti dalla dichiarazione dei redditi. Eseguita su tutte le dichiarazioni presentate.

Dettagli

COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA)

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) L anno 2014, il giorno.. del mese di., in, tra Il Comune di Ollolai, di seguito Ente, con sede in,.. n..., C.F..,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA di alcune fattispecie di violazioni in materia di TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA di alcune fattispecie di violazioni in materia di TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Allegato A COMUNE DI ORISTANO REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA di alcune fattispecie di violazioni in materia di TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI SCADENZA 15 febbraio 2010 Approvato con delibera del

Dettagli

CIRCOLARE SETTIMANALE

CIRCOLARE SETTIMANALE .. CIRCOLARE SETTIMANALE settembre 2011 N 2 Tutte le informazioni sono tratte, previa critica rielaborazione, dalla normativa vigente primaria (leggi, decreti, direttive) e secondaria (circolari ministeriali

Dettagli

LA "NUOVA" RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO

LA NUOVA RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO LA "NUOVA" RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO 25 Marzo 2015 Riscossione di Saverio Cinieri - Dottore Commercialista e Pubblicista È possibile pagare a rate le cartelle dell Agente della riscossione

Dettagli

CAPO I PRINCIPI GENERALI. ART. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione

CAPO I PRINCIPI GENERALI. ART. 1 Finalità della definizione dell accertamento con adesione REGOLAMENTO IN MATERIA DI DEFINIZIONE DELL ACCERTAMENTO DEI TRIBUTI LOCALI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE E SUO RAVVEDIMENTO PER ULTERIORI PERIODI D'IMPOSTA. CAPO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 Finalità della

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI 1. Le norme del presente regolamento costituiscono la disciplina generale dell accertamento e della riscossione di tutte le entrate comunali non aventi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI del Reparto Contravvenzioni della Polizia Municipale Anno 2012

CARTA DEI SERVIZI del Reparto Contravvenzioni della Polizia Municipale Anno 2012 Delibera n. 22/2012 CARTA DEI SERVIZI del Reparto Contravvenzioni della Polizia Municipale Anno 2012 PREMESSE GENERALI Reparto Contravvenzioni Polizia Municipale Via di Francia 1 16149 GENOVA Segreteria

Dettagli

119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014

119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014 Equitalia, con il comunicato stampa del 26 agosto 2014, ha reso noto che la notifica

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 10 del 22 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMPENSAZIONE E CESSIONE DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Procedura di certificazione degli stessi 1.

Dettagli

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI

RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI RECUPERO TICKET SANITARI RISPOSTE ALLE DOMANDE FREQUENTI 1.Perchè la Regione sta provvedendo ad inviare avvisi bonari relativi agli anni 2009 e 2010? Le lettere bonarie riguardano le esenzioni ticket sanitario

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEGLI ACCERTAMENTI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEGLI ACCERTAMENTI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEGLI ACCERTAMENTI CON ADESIONE DEL CONTRIBUENTE Approvato con deliberazione consiliare n. 17 del 30.05.2002 Art. 1 Principi generali 1.Il Comune di Ponte San Pietro, nell

Dettagli