Prof. GIOVANNI BELLETTI Curriculum vitae sintetico aggiornato al 30 aprile 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prof. GIOVANNI BELLETTI Curriculum vitae sintetico aggiornato al 30 aprile 2010"

Transcript

1 Prof. GIOVANNI BELLETTI Curriculum vitae sintetico aggiornato al 30 aprile 2010 Laureato in Economia e commercio e Dottore di ricerca in Economia Agraria presso la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento S. Anna di Pisa (titolo conseguito nel 1991). Attualmente professore associato confermato (settore scientifico disciplinare AGR-01 Economia ed estimo rurale) presso il Dipartimento di Scienze Economiche dell'università degli studi di Firenze (Facoltà di Economia). Dal Presidente del Corso di Laurea magistrale in Scienze dell Economia nella Facoltà di Economia dell Università di Firenze. ATTIVITA ACCADEMICA E PROFESSIONALE Nato a Bologna il , si è laureato in Economia e Commercio all Università di Pisa nel 1987 con la votazione di 110/110 e lode. Nel 1991 ha conseguito il Dottorato di ricerca in Economia Agraria presso la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento S. Anna di Pisa con il massimo dei voti. Dall anno accademico 1988/89, prima in qualità di Cultore della materia poi dal 1995 in qualità di ricercatore universitario e di titolare di corso, ha svolto attività di docenza in discipline economico-agrarie presso le Università degli Studi di Firenze e di Pisa. Nel 1991 ha conseguito l abilitazione all insegnamento di Discipline e tecniche commerciali e aziendali nella scuola secondaria superiore, dove è stato titolare di cattedra dal 1991 al Dal 1995 al 1995 è stato Ricercatore universitario in Economia agraria presso il Dipartimento di Scienze Economiche dell'università degli studi di Firenze (Facoltà di Economia), dove dal 2005 ricopre il ruolo di Professore associato. E attualmente titolare dei seguenti insegnamenti tenuti presso la Facoltà di Economia dell Università di Firenze: - Economia dell azienda agraria e dei sistemi agroindustriali (9 crediti), per il Corso di Laurea di primo livello in Economia e commercio - Politiche agroambientali e rurali (9 crediti), per il Corso di Laurea magistrale in Scienze dell Economia; - Economia e gestione delle imprese agrituristiche (6 crediti), per il Corso di laurea magistrale in Progettazione dei sistemi turistici. Ha ricoperto e ricopre numerose funzioni didattiche e organizzative all interno della Facoltà di Economia dell Università di Firenze. Dal 2008 è Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Economia e membro del Comitato per la didattica del corso di primo livello in Economia e commercio. E membro del Collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Economia sezione Economia agroalimentare presso l Università degli studi di Parma. Ha svolto e svolge lezioni nell ambito di corsi di Master, tra cui il Master in Valorizzazione e Controllo delle Produzioni Agro-alimentari di Qualità (Scuola Superiore S.Anna di Pisa), il Master Universitario di primo livello in Economia e Gestione dello Sviluppo Rurale di Qualità (Università di Siena, Università di Firenze, Università di Pisa), e il Master Universitario di primo livello in Comunicazione dell enogastronomia, dell agro-alimentare tipico e del biologico (Università di Siena).

2 INTERESSI DI RICERCA L attività di ricerca riguarda in particolare le seguenti tematiche: - Economia e organizzazione del settore agricolo e del sistema agroindustriale, tanto sotto il profilo verticale (sistema agro-alimentare e filiere di produzione) che territoriale (sistemi produttivi locali) - Cooperazione agricola e organizzazione economica dei produttori agricoli - Qualità nel sistema agroalimentare, con particolare riferimento ai prodotti tradizionali e tipici e alle indicazioni geografiche - Dinamiche e politiche di sviluppo rurale - Multifunzionalità dell agricoltura, relazioni tra agricoltura e ambiente e analisi delle politiche agroambientali - Diversificazione dell agricoltura, con riferimento all agriturismo e al turismo rurale. In tali ambiti ha partecipato e partecipa a numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali, sia in qualità di coordinatore che di membro di unità di ricerca. Ha svolto e svolge attività di ricerca in collaborazione con la FAO, con l INEA (Istituto Nazionale di Economia Agraria), con l IRPET e con l ARSIA, nonché con Amministrazioni regionali e provinciali per la realizzazione di ricerche e per il supporto alla programmazione nel settore agricolo, agro-industriale e rurale. Tra i più significativi progetti di ricerca si segnalano i seguenti: Principali ricerche internazionali - AEMBAC Definition of a common European analytical framework for the develpment of local agrienvironmental programmes for biodiversity and lanscape conservation, Research Programme, V Programma Quadro dell Unione Europea, periodo , Co-ordinator L.Hopkins (IUCN -The World Conservation Union - NL. Membro dell Unità Firenze-Dipartimento di Scienze Economiche; - DOLPHINS Development of Origin Labelled Products: Humanity, Innovation, and Sustainability, Concerted Action, V Programma Quadro dell Unione Europea, Thematic Programme Quality of life and Management of Living Resources, periodo Co-ordinator Bertil Sylvander - INRA-UREQUA, Le Mans (F). Membro dello Steering Committee del progetto e responsabile del WorkPackage n.3 Origin Labelled Products and Rural development - GENEDEC A quantitative and qualitative assessment of the socio-economic and environmental impacts of decoupling of direct payments on agricultural production, markets and land use in the EU, STREP, VI Programma Quadro dell Unione Europea, Priority [8.1.B.1.1] Sustainable management of Europe's natural resources, periodo , Co-ordinator Pier Alain Jahier INRA (F). Membro dell Unità Firenze-Dipartimento di Scienze Economiche. - SINERGI Strengthening International Research on Geographical Indications: from research foundation to consistent policy, STREP, VI Programma Quadro dell Unione Europea, PRIORITY 8.1, Policy-oriented research (SSP), Co-ordinator Bertil Sylvander INRA (F). Membro dell Unità Firenze- Dipartimento di Scienze Economiche; periodo Membro del Comitato di coordinamento (Steering committee) e responsabile dei Workpackage 2 e 6. - Evaluation of the CAP policy on protected designations of origin (PDO) and protected geographical indications (PGI), DG Agriculture and Rural Development (tender N AGRI / 2007-G4-04), coordinata dalla London Economics, anni Principali ricerche nazionali - La riforma dell'ocm dell'olio di oliva: valutazioni degli effetti potenziali e delle opportunità per l'olivicoltura toscana, Convenzione di ricerca tra Dipartimento di Scienze Economiche dell'università 2

3 di Firenze e ARSIA (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'innovazione nel Settore Agricolo e Forestale della Toscana), anni , responsabile scientifico; - Indagine conoscitiva sulla domanda di lavoro nelle imprese agricole toscane, Osservatorio regionale sul mercato del lavoro della Regione Toscana e Istituto Regionale per la Programmazione Economica della Toscana IRPET; - Marchi collettivi di qualità e meccanismi di coordinamento tra imprese. I prodotti con indicazione di origine territoriale, Università di Firenze, 2001, responsabile scientifico - Le denominazioni geografiche dei prodotti agro-alimentari (Reg.CE 2081/92): eterogeneità delle imprese e disegno dei disciplinari, Università di Firenze, , responsabile scientifico - Prodotti tipici, percezioni di qualità lungo la filiera e possibilità di sviluppo del mercato, DSE Università Firenze e Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione nel settore Agricolo e forestale della Toscana ARSIA, ; - Studio in tema di legislazione regionale sull agriturismo, Convenzione di ricerca ARSIA- Dipartimento di Scienze Economiche, 2003; - Ricerca sulle competenze legate alla valorizzazione e commercializzazione dei prodotti tipici presenti nel distretto rurale e relativa definizione di percorsi/moduli formativi, Convenzione tra Amministrazione Provinciale di Grosseto e Dipartimento di Scienze Economiche dell Università di Firenze, ; - La valorizzazione dei prodotti tipici su base territoriale: problemi e opportunità nell impiego di denominazioni geografiche e marchi collettivi (Unità di ricerca Firenze), ricerca finanziata dal Ministero dell Università e della ricerca, PRIN 2004, responsabile scientifico; - LAIRM Laboratorio di Ricerche Economiche sulle Dinamiche del sistema agro-industriale e del mondo rurale della Maremma (progetto cofinanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena), coordinato da Alessandro Pacciani, dal 2006 al 2009; - STRUGO Nuovi strumenti di governance per lo sviluppo del sistema agro-alimentare e delle aree rurali alla luce dell evoluzione delle politiche agricole comunitarie e nazionali, progetto a sportello Mipaf, coordinatore nazionale Alessandro Pacciani, Il vivaismo nella provincia di Pistoia affidata dall Osservatorio provinciale per la programmazione strategica della Provincia di Pistoia, anni , coordinatore scientifico e responsabile del gruppo di lavoro della ricerca - Il ruolo dei mercati all ingrosso toscani nell ambito della filiera floricola, responsabile prof.ssa Silvia Scaramuzzi, partecipa alle attività di ricerca nell ambito della convenzione tra DSE e ARSIA, Dinamiche evolutive delle imprese agricole e multifunzionalità MULTIDIM come membro della UO del Dipartimento di Scienze Economiche dell Università di Firenze, coordinatore prof. Leonardo Casini, Formazione dei prezzi dei prodotti agroalimentari nei mercati dei produttori in Toscana, Ricerca in convenzione tra Dipartimento di Scienze economiche dell Università di Firenze e ARSIA, TURRU - Aree rurali e configurazioni turistiche: opportunità e buone prassi, ricerca finanziata dalla Regione Toscana, coordinatore prof. Alessandro Pacciani, ARIA - Azioni Regionali per l Etichettatura Ambientale, coordinatore scientifico dell Unità di ricerca del Dipartimento di Scienze Economiche dell Università di Firenze nell ambito della ricerca triennale anni

4 RELAZIONI A CONVEGNI INTERNAZIONALI E NAZIONALI Nel corso della propria attività ha partecipato a numerosi Convegni e Seminari tanto scientifici che divulgativi, e sia nazionali che internazionali, presentando relazioni, comunicazioni, paper e interventi, alcuni dei quali pubblicati. Di seguito alcune tra le più recenti partecipazioni a convegni internazionali: Relazioni a invito presso società e istituzioni scientifiche internazionali Belletti G., Marescotti A., Hauwuy A., Paus M. (2005), Evaluation des effets locaux des AOP- IGP: développement rural, organisations sociales et vie des territoires, Colloque international INRA- INAO «Produits d origine: enjeux et acquis scientifiques», 17 et 18 Novembre, Paris Belletti G., Marescotti A. (2007), Origin products: local processes of qualification by means of Geographical indications, Colloquio FAO IICA - Ministerio de Agricoltura de Chile, Calidad en alimentos vinculada à l Origen y las tradiciones: enseňanzas y perspectivas, Santiago del Cile, Belletti G., Marescotti A., Arfini F. Tregear A., Protecting and valorising GI systems in the light of rural development: Institutional settings and Policies, relazione presentata al Meeting Internazionale FAO - Food And Agriculture Organization of the United Nations, Sharing views on Quality Products Linked to Geographical Origin. How they can contribute to rural development? Roma, 31-1/ Belletti G. «Les bénéfices socio-économiques des Indications Géographiques: analyse des conditions à réunir», relazione presentata al Seminario finale del progetto PRODDIG «Promotion du développement durable par les Indication Géographiques», Touluse, settembre Belletti G. Certification and designation of origin of extra-virgin olive oil: opportunities and strategies, relazione presentata al Convegno Internazionale «Multifunzionalità dell olivicoltura in Albania», nell ambito della cooperazione scientifica Italia Albania, Tirana, 30 settembre - 1 ottobre ème Université d été et de l Innovation rurale «C est par où, le rural? Notions floues, lignes de fuite et issues», 9-8 aout, Marciac (France): «Le concept de rural et son analyse en Toscane : implications de gouvernance», relazione Belletti G., Marescotti A., Supporting local qualification processes of Origin products in the perspective of sustainability: legitimacy and role of public policies, Colloque international UNESCO «Localiser les produits: une voie durable au service de la diversité naturelle et culturelle des Suds?», Paris les 9, 10 et 11 juin 2009 Esposizioni a Convegni e Seminari di organizzazioni scientifiche internazionali Seminario EAAE Policy experiences with rural development in a diversified Europe, Ancona, giugno 2001: presentazione del paper dal titolo The role of typical products in fostering rural development and the effects of Regulation (EEC) 2081/92, con Pacciani A., Marescotti A. e Scaramuzzi S.; Fifth IFSA European Symposium, Farming and Rural Systems Research and Extension. Local Identities and Globalisation, Florence, Italy - April 8-11, 2002: presentazione del paper Belletti G., Marescotti A. e Scaramuzzi S., Paths of rural development based on typical products: a comparison between alternative strategies, Firenze, International Livestock Farming System Symposium della European Association for Animal Production (EAAP) - Livestock Farming Systems (Benevento, August 2003): presentazione della relazione introduttiva al Convegno, Sylvander B., Belletti G., Marescotti A., Thevenod E., Qualifying, certifying and promoting the typicity of animal products : how to qualify the beef?, Pubblicata negli Atti del Convegno 4

5 XI World Congress of Rural Sociology, Trondheim, Norway, July 25-30, 2004: presentazione del paper The impact of territorial product qualification processes on the rural development potential of small-scale food productions (con: A.Tregear, F.Arfini, Marescotti A.) Belletti G., Burgassi T., Marescotti A., Scaramuzzi S. (2005), «The effects of certification costs on the success of a PDO/PGI», paper presentato al 92nd EAAE Seminar, Quality Management and Quality Assurance in Food Chains, University of Göttingen (Germany), 2-4 March Arfini F., Donati M., Solazzo R., Belletti G., Marescotti A., Neri T., Brunori G., Cerruti R., Rovai M., Giarè F., Aguglia L., Tudini L. (2006), Socioeconomic evaluation of the single payment scheme through and esperimental approach. Some evidences from Italy, pre-seminar Session at the 93rd EAAE Seminar Impacts of Decoupling and Cross Compliance on Agricolture in the Enlarged EU, Prague (Czech Republic), 22nd-23rd september Belletti G., Burgassi T., Manco E., Marescotti A., Pacciani A., Scaramuzzi S. (2007), The roles of geographical indications (PDO and PGI) on the internationalisation process of agro-food products, 105th Seminar of the European Association of Agricultural Economists (EAAE) International Marketing and International Trade of Quality Food Products, Bologna, March 8-10, Bologna (contributed paper) Galtier F., Belletti G., Marescotti A., Are Geographical Indications a way to decommodify the coffee market?, paper presented at the XII EAAE Congress,Ghent, august 2008 PRINCIPALI PUBBLICAZIONI E autore di numerose pubblicazioni scientifiche in ambito nazionale e internazionale, tra queste: Belletti G. (2010), Ruralità e turismo, Agriregionieuropa anno 6, n. 20 Vandecandelaere E., Arfini F., Belletti G., MarescottiA. (eds.) (2009), Linking people, places and products: A guide for promoting quality linked to geographical origin and sustainable geographical indications, Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO) and SINER-GI, Rome Belletti G., Marescotti A., Pacciani A., Scaramuzzi S. (2009), L innovazione territoriale nei sistemi produttivi locali in agricoltura: il caso del vivaismo ornamentale a Pistoia, in: Belletti G., Cavaliere V., Moliterni R. (a cura di) (2009), Le piccole imprese nei settori maturi tra declino strutturale e opportunità di crescita. Evidenze empiriche dai sistemi locali della provincia di Pistoia, Franco Angeli, Milano, pp Belletti G., Cavaliere V., Moliterni R. (a cura di) (2009), Le piccole imprese nei settori maturi tra declino strutturale e opportunità di crescita. Evidenze empiriche dai sistemi locali della provincia di Pistoia, Franco Angeli, Milano Belletti G. (2009), Strategie e strumenti per la promozione della multifunzionalità, in Casini L. (a cura di), Guida per la valorizzazione della multifunzionalità in agricoltura, Firenze University Press, Firenze Belletti G., Burgassi T., Manco E., Marescotti A., Pacciani A., Scaramuzzi S. (2009), The roles of geographical indications (PDO and PGI) in the internationalisation process of agro-food products, in: Maurizio Canavari, Nicola Cantore, Alessandra Castellini, Erika Pignatti and Roberta Spadoni (eds), International marketing and trade of quality food products, Wageningen Academic Publishers Belletti G., Marescotti A. (2008), "Approcci alternativi per la regolazione e la tutela dei nomi geografici: reputazioni collettive e interesse pubblico", AgriRegioniEuropa, Anno 4, N.15, dicembre 2008, pp Galtier F., Belletti G., Marescotti A. (2008), "Are Geographical Indications a way to decommodify the coffee market?", paper presented at XII EAAE Congress, Ghent, August 5

6 Belletti G:, Marescotti A., Paus M., Hauwuy (2008), Evaluation des effets locaux des AOP-IGP: développement rural, organisations sociales et vie des territoires, in Sylvander B., Casabianca F., Roncin F. (eds.), Produits agricoles et alimentaires d origine: enjeux et acquis scientifiques, INRA- INAO, Paris, pp , Atti del Colloque international de restitution des travaux de recherche sur les Indications Géographiques,, Paris. 17 et 18 novembre 2005 Brunori G., Cerruti R., Rovai M., Belletti G., Marescotti A., Neri T. (2008), Cambiamento delle politiche e strategie aziendali: i risultati di un indagine degli effetti della Riforma di Medio Termine sulla produzione del frumento duro in Toscana, in: Boggia A. e Martino G. (a cura di) Agricolture e mercati in transizione (Atti del XLIII convegno di studi SIDEA Società Italiana di Economia Agraria, Assisi, 7-9 settembre 2006), Franco Angeli, Milano, pp Belletti G., Marescotti A. (eds.) (2008), Geographical Indications strategies and policy recommendations, SINER-GI EU Funded project, Final Report, Toulouse (F) (website: Belletti G. (2008), La filiera olio di oliva e L agriturismo, in: ARSIA-IRPET-Regione Toscana, "10 Rapporto Economia e Politiche Rurali in Toscana", Ed. Il sole 24 ore Arfini F., Belletti G., Giarè F., Marescotti A. (a cura di) (2008), "Socioeconomic impact of decoupling and food-chain perspective: some indications from Italy", Collana INEA Studi e Ricerche, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli Belletti G., Arfini F., Marescotti A., Pacciani A., Giacomini C. Mancini C. (2008), PDOs and PGIs in Italy, final report prepared for London Economics Evaluation of the CAP policy on protected designations of origin (PDO) and protected geographical indications (PGI), London (UK) Belletti G., Marescotti A. (2007), "Il distretto come strumento di governance per lo sviluppo rurale", in: Rete Nazionale per lo Sviluppo Rurale, "Leader e distretti rurali: sinergie e complementarietà", INEA Agriconsulting, pp (ISBN: ) Belletti G., Marescotti A. (2007), "Creare un distretto rurale attraverso la progettazione integrata: l esperienza del distretto rurale della Maremma", in: Rete Nazionale per lo Sviluppo Rurale, "Leader e distretti rurali: sinergie e complementarietà", INEA Agriconsulting, pp Belletti G., Caricato L., Cimato A., Nunziatini V. (a cura di) (2007), Olivo e olio in Maremma, Amministrazione provinciale di Grosseto e Regione Toscana, Edizioni Effigi, 274 pp. Belletti G., Burgassi T., Manco E., Marescotti A., Pacciani A., Scaramuzzi S. (2007), The roles of geographical indications (PDO and PGI) on the internationalisation process of agro-food products, in: Canavari M., Regazzi D., Spadoni R. (eds., 2007). International Marketing and International Trade of Quality Food Products. Proceedings CD-ROM of the 105th Seminar of the European Association of Agricultural Economists (EAAE) International Marketing and International Trade of Quality Food Products, Bologna, March 8-10, Bologna: Avenue Media Pacciani A., Belletti G., Marescotti A., Neri T. (2007), L'agriturismo in Maremma. Dinamiche e prospettive, Laboratorio di ricerche economiche Dinamiche del sistema agro-industriale e del mondo rurale della Maremma, Quaderno n.2, giugno Belletti G., Burgassi T., Marescotti A., Scaramuzzi S. (2007), «The effects of certification costs on the success of a PDO/PGI», in: Theuvsen, Ludwig; Spiller, Achim; Peupert, Martina; Jahn, Gabriele (Editors) (2007): Quality Management in Food Chains. Wageningen: Wageningen Academic Publishers, pp Belletti G., Marescotti A. (2007), Costi e benefici delle Denominazioni Geografiche (DOP e IGP), AgriRegioniEuropa, Anno 3, N.8, marzo

7 Tregear A., Arfini F., Belletti G., Marescotti A. (2007), Regional foods and rural development: the role of product qualification, Journal of Rural studies, 23, pp Belletti G., Marescotti A., Scaramuzzi S., Burgassi T., Manco E., La valorizzazione dei prodotti tipici: problemi e opportunità nell impiego delle denominazioni geografiche, In: Ciappei C. (A cura di), La valorizzazione economica delle tipicità locali tra localismo e globalizzazione, Florence University Press, Firenze, 2006, pp Belletti G., Marescotti A. (2006), I percorsi di istituzionalizzazione delle produzioni agroalimentari tipiche, in: Rocchi B, Romano D. (a cura di), Tipicamente buono. Concezioni di qualità lungo la filiera dei prodotti agro-alimentari in Toscana, Franco Angeli, Milano, 2006, pp Belletti G., Burgassi T., Marescotti A., Pacciani A., Scaramuzzi S. (2006), Costi e modelli organizzativi nelle Denominazioni geografiche, in: Rocchi B, Romano D. (a cura di), Tipicamente buono. Concezioni di qualità lungo la filiera dei prodotti agro-alimentari in Toscana, Franco Angeli, Milano, 2006, pp Belletti G., Brunori G.., Marescotti A., Pacciani A., Rossi A. (2006), Il processo di valorizzazione delle produzioni agroalimentari tipiche, in: Rocchi B, Romano D. (a cura di), Tipicamente buono. Concezioni di qualità lungo la filiera dei prodotti agro-alimentari in Toscana, Franco Angeli, Milano, 2006, pp Belletti G. (2006), La valorizzazione dei prodotti tipici: principi, obiettivi e problematiche, in: ARSIA (2006), Guida per la valorizzazione delle produzioni agroalimentare tipiche. Concetti, metodi, strumenti, ARSIA, Firenze Belletti G. (2006), La qualificazione dei prodotti tipici, in: ARSIA (2006), Guida per la valorizzazione delle produzioni agroalimentare tipiche. Concetti, metodi, strumenti, ARSIA, Firenze Belletti G., Brunori G., Berti G., Marescotti A., Rossi A. (2006), Le metodologie di animazione per lo sviluppo rurale. L esperienza del Distretto Rurale della Maremma, LAIRM - Laboratorio di ricerche economiche Dinamiche del sistema agro-industriale e del mondo rurale della Maremma, Grosseto, Quaderno n.1, novembre Belletti G., Simoncini R. (2006), L approccio delle funzioni ambientali nello sviluppo di misure agroambientali a livello locale, Economia e Diritto Agroalimentare, n.1-2, pp Allaire G., Sylvander B., Belletti G., Marescotti A., Barjolle D., Thévenod-Mottet E., Tregear A., Les dispositifs français et européens de protection de la qualité et de l origine dans le contexte de l OMC : justifications générales et contextes nationaux, Symposium international à Lyon du 9 au 11 mars 2005, "Territoires et enjeux du développement régional", Programme transversal de l'inra "Pour et Sur le Développement Régional" PSDR Belletti G., Marescotti A. (2006), GI social and economic issues, WorkPackage Final Research Report, EU Funded project SINERGI - Strengthening International Research on Geographical Indications: from research foundation to consistent policy, Toulouse (F) Belletti G., Marescotti A. (2005), I distretti, opportunità di sviluppo del territorio e dell agricoltura, L informatore agrario, n.22, pagg Allaire G., Sylvander B., Belletti G., Marescotti A., Barjolle F., Thévenod-Mottet E., Tregear A., Qualité, origine et globalisation: justifications générales et contextes nationaux, le cas des Indications Géographiques, in:: Blogowski A., Lagrange L., Valceschini E. (Coordonnateurs) Colloque international Au nom de la Qualité: quelle(s) qualité(s) demain, pour quelle(s) demande(s)? Actes du colloque SFER (Société française d économie rurale) ENITA, Clermont Ferrand, 5 6 octobre

8 Belletti G., Marescotti A. (2004), Il Distretto Rurale: metafora organizzativa e strumento di governance, in: Hoffman A. (a cura di), Esperienze di programmazione delle sviluppo locale: il caso del parco dei Nebrodi, Franco Angeli, Milano, pp Pacciani A., Belletti G., Marescotti A., Scaramuzzi S. (a cura di) (2004), I prodotti tradizionali e tipici nell'agricoltura e nel sistema agro-industriale della Toscana. Opportunità di valorizzazione e problemi di mercato, Osservatorio Agro-Industriale per la Toscana, Terzo Rapporto, Osservatorio INEA di Economia Agraria per la Toscana, Firenze Belletti G., Brunori G., Marescotti A., Rossi A. (2003), Multifunctionality and rural development: a multilevel approach, in: Van Huylenbroek G., Durand G. (eds.), Multifunctional agriculture. A new paradigm for European agriculture and rural development, Ashgate, Aldershot, pp.55-80; Belletti G. (2003), Le denominazioni geografiche nel supporto all agricoltura multifunzionale, Politica Agricola Internazionale, n.4, pp Pacciani A., Belletti G., Marescotti A., Scaramuzzi S. (2003), Strategie di valorizzazione dei prodotti tipici e sviluppo rurale: il ruolo delle denominazioni geografiche, in: Arzeni A., Esposti R., Sotte F. (a cura di), Politiche di sviluppo rurale tra programmazione e valutazione, Franco Angeli, Milano, pp Belletti G., Felici F., Marescotti A. (2003), Studio in tema di legislazione regionale sull agriturismo. Relazione finale, Università di Firenze - Dipartimento di Scienze Economiche e ARSIA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione in Agricoltura, Firenze Belletti G., Marescotti A. e Scaramuzzi S. (2002), Il ruolo dell organizzazione dei sistemi produttivi locali nella tipicità dei prodotti agricoli: alcuni spunti di riflessione, in: De Rosa M., de Vincenzo D. (a cura di), Tra globalizzazione e localismo. Quale futuro per i sistemi produttivi territoriali?, Liguori Editore, Napoli, pp Belletti G., Marescotti A. (2002), Le dinamiche dell agriturismo in Toscana: struttura dell offerta e caratterizzazioni territoriali, rapporto di ricerca realizzato su incarico dell ARSIA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione nel settore Agricolo-forestale della Regione Toscana, Pisa Pacciani A., Belletti G., Marescotti A. (2001), Problemi informativi, qualità e prodotti tipici. Approcci teorici diversi, in: Fanfani R., Montresor E., Pecci F. (A cura di), Il settore agroalimentare in Italia e l integrazione europea, Franco Angeli, Milano, pp Belletti G., Marescotti A., Pacciani A., Scaramuzzi S. (2001), Sistemi produttivi locali e risorse organizzative nella costruzione della tipicità dei prodotti agricoli, in: Fanfani R., Montresor E., Pecci F. (A cura di), Il settore agroalimentare in Italia e l integrazione europea, Franco Angeli, Milano, pp Belletti G., Marescotti A. (2001), Forme di coordinamento agricoltura-industria per l introduzione di nuove colture ed evoluzione della PAC, in: Giau B. (A cura di), L agricoltura italiana alle soglie del XXI secolo, Edizioni Anteprima, Palermo, volume I, pp Belletti G. (2001), Le prospettive offerte da DOP e IGP per la valorizzazione degli oli extravergini di oliva, in: Belletti G., Cuniglio R., Corti G., Fornaciari M., Romano B., Olivo e olio: suolo, polline, DOP, ARSIA, Firenze Belletti G. (2000), Origin labelled products, reputation, and etherogeneity of firms, in: Sylvander B., Barjolle D., Arfini F. (eds.), The socio-economics of origin labelled products in agro-food supply chains: spatial, institutional and co-ordination aspects (Atti del 67th EAAE Seminar, October 28-30, 1999, Le Mans - France), Actes et Communications, n 17, INRA, Paris, pp

9 Belletti G. (2000), Sviluppo rurale e prodotti tipici: reputazioni collettive, coordinamento e istituzionalizzazione, Sviluppo Locale, vol. VII, n.15, 2000, pp (Comunicazione presentata al Convegno della Società Italiana di Economia Agraria Sviluppo Rurale: territorio, società, impresa, Firenze, 5 maggio 2000), pubblicato anche in: Basile E., Romano D. (a cura di), Sviluppo Rurale: territorio, società, impresa, Franco Angeli, Milano, 2002 Belletti G., Marescotti A. (1999), Coordination mechanisms in the agro-industrial system. The case of higholeic sunflower, in: Galizzi G., Venturini L. (eds.), Vertical Relationships and Coordination in the Food System, Physica-Verlag, Heidelberg, pp Belletti G., Marescotti A. (1998), The reorganization of trade channels of a typical product: the Tuscan extra-virgin olive-oil, in: Arfini F., Mora C. (eds.), Typical and Traditional Products: Rural Effect and Agro-Industrial Problems (Atti del 52 International Seminar dell European Association of Agricultural Economists, Parma, giugno 1997), Università di Parma, Istituto di Economia Agraria e Forestale, Parma, pp Belletti G., Marescotti A., Rossi A., Rovai M. (1998), Territorially based promotional strategies of a traditional vegetable product: the case of spinach in Val di Cornia and Val di Serchio, in: Arfini F., Mora C. (eds.), Typical and Traditional Products: Rural Effect and Agro-Industrial Problems (Atti del 52 International Seminar dell European Association of Agricultural Economists, Parma, giugno 1997), Università di Parma, Istituto di Economia Agraria e Forestale, Parma, pp Belletti G., Pacciani A., Marescotti A., Scaramuzzi S. (a cura di) (1998), Strutture e dinamiche nel sistema agro-industriale toscano, Secondo Rapporto dell'osservatorio agro-industriale per la Toscana, Inea - Osservatorio di Economia Agraria per la Toscana, 1998, Firenze Belletti G., Marescotti A., Pacciani A. (1997), L'evoluzione dei consumi alimentari e gli effetti sugli assetti organizzativi dell'agricoltura, lettura tenuta all'accademia dei Georgofili di Firenze, pubblicata in: I Georgofili - Atti dell Accademia dei Georgofili (Anno 1996, Settima Serie, vol.xliii), 1997, Firenze. Belletti G., Marescotti A., Pacciani A. (1996), Tendenze del sistema agro-industriale e nuove strategie per l'agricoltura. Il caso della Toscana, IRPET - Istituto regionale per la programmazione economica della Toscana, Firenze. Belletti G., Marescotti A. (1996), Le nuove tendenze dei consumi alimentari, in: Berni P. e Begalli D. (a cura di), I prodotti agroalimentari di qualità: organizzazione del sistema delle imprese (Atti del XXXII Convegno della Società Italiana di Economia Agraria, Verona, 1995), Il Mulino, Bologna, pp Belletti G., Pacciani A., Giancani L.A., Marescotti A., Scaramuzzi S. (a cura di) (1996), Agricoltura toscana e sistema agro-industriale. Caratteristiche strutturali e rapporti organizzativi, Primo Rapporto dell'osservatorio agro-industriale per la Toscana, Inea - Osservatorio di Economia Agraria per la Toscana, Firenze Belletti G., Iacoponi L., Marescotti A., Pacciani A., Pagni R., Rovai M. (1995), Nuova agricoltura e nuovi agricoltori. La sfida dello sviluppo integrato, Provincia di Livorno, Livorno. Belletti G., Giancani L.A., Marescotti A., Scaramuzzi S. (1994), Potenzialità e limiti dell'approccio di filiera su scala regionale: un'applicazione alla Toscana, Rivista di Economia Agraria, n.1 Belletti G. (1992), Le relazioni tra agricoltura e sistema economico toscano attraverso gli approcci agribusiness e agro-alimentare, in Studi e Informazioni, n. 3 Belletti G. (1992), Delocalizzazione dei processi produttivi agro-alimentari e analisi di filiera. Una applicazione alla Toscana mediante l'approccio per subsistemi, in La Questione Agraria, n.46 9

10 Belletti G., Marescotti A. (1991), La filiera del tabacco in Italia. Impatto economico e problematiche, Istituto Nazionale di Economia Agraria - Il Mulino, Bologna Belletti G. (1989), Per una ridefinizione dei ruoli dei soggetti operanti per lo sviluppo, in Studi di economia e diritto, n.2 30 aprile 2010 Giovanni Belletti Università di Firenze Dipartimento di Scienze Economiche via delle Pandette, FIRENZE tel. +39 (0) fax +39 (0) Skype name: giobelletti 10

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM

IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM Istituto Nazionale di Economia Agraria IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM a cura di Roberta Sardone Edizioni Scientifiche Italiane ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA IL COMPARTO

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 11. La sfida alle indicazioni geografiche. Contributo n 38

Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 11. La sfida alle indicazioni geografiche. Contributo n 38 Le idee di Expo verso la Carta di Milano, Report tavolo tematico 11 La sfida alle indicazioni geografiche Contributo n 38 LE IDEE DI EXPO 2015 VERSO LA CARTA DI MILANO Milano, 7 febbraio 2015 TAVOLO N

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Il modello di sviluppo rurale definito dall UE dalla teoria all attuazione: una sfida ancora aperta

Il modello di sviluppo rurale definito dall UE dalla teoria all attuazione: una sfida ancora aperta ILARIA LEONARDI MARIA SASSI Il modello di sviluppo rurale definito dall UE dalla teoria all attuazione: una sfida ancora aperta Quaderno di ricerca n.6 COMITATO SCIENTIFICO Prof. Paolo AUTERI Prof. Carlo

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA

DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA OGGETTO DELIBERA N. 4 DEL 09/01/06 REG. CE N 1257/99 PIANO DI SVILUPPO RURALE - ANNUALITÀ 2006 - PRESA D`ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE DI PROVINCE E COMUNITÀ MONTANE

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.7.2005 COM(2005) 304 definitivo 2005/0129 (CNS) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile Orario di ricevimento studenti: su appuntamento via mail * foto

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 08 AGOSTO 2014

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 08 AGOSTO 2014 LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 08 AGOSTO 2014 RICONOSCIMENTO E COSTITUZIONE DEI DISTRETTI RURALI, DEI DISTRETTI AGROALIMENTARI DI QUALITÀ E DEI DISTRETTI DI FILIERA IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL PRESIDENTE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive.

che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive. Crediamo... che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive. Collaborazione di ampi gruppi, problem-solving e progettazione di soluzioni Conferenze,

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Carta di Milano. Sottoscrivendo questa Carta di Milano

Carta di Milano. Sottoscrivendo questa Carta di Milano Carta di Milano Salvaguardare il futuro del pianeta e il diritto delle generazioni future del mondo intero a vivere esistenze prospere e appaganti è la grande sfida per lo sviluppo del 21 secolo. Comprendere

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro Nome e Cognome Luogo e data di nascita: Residenza: Telefono: Internet Site: e-mail: C.F. e P.I. Iscrizione all Ordine Andrea Payaro Padova, 08 Ottobre 1972 Via Monte Bianco,

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e data di nascita Ponte dell Olio (PC), 7 September 1984 Cittadinanza: Italiana

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli