PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI"

Transcript

1 Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore Amministrativo N 163 DEL COMUNU DE MARRÙBIU Provìncia de Aristanis COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano Pratza Roma n u 7 C.A.P Cod. Fisc P. IVA Tel. 0783/85531 Fax 0783/ CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI 1

2 INDICE ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 - DURATA DELL APPALTO ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA ART PULIZIA DEL MERCATO CIVICO ART ORARIO DI SERVIZIO ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA ART CANONE D APPALTO ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO ART CAUZIONE ART PERSONALE ART OBBLIGHI DELL APPALTATORE NEI CONFRONTI DEL PROPRIO PERSONALE ART COPERTURA ASSICURATIVA ART OBBLIGO DI INDIVIDUAZIONE DI UN REFERENTE ART MEZZI ED ATTREZZATURE VARIE ART ONERI DELL'APPALTATORE ART INFORTUNI E DANNI ART CONTROLLI E PENALI ART DETERMINAZIONE DEI PREZZI PER EVENTUALI ESTENSIONI CONTRATTUALI ART MODALITA DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI ART FORO COMPETENTE ART CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA ART DISPOSIZIONI FINALI 2

3 ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei seguenti locali: DESCRIZIONE UBICAZIONE SUPERFICIE MQ. Palazzo Comunale P.zza Roma 891 Uffici Tecnici P.zza Roma 246 Uffici Serv. Sociali - Vigili Urbani Messo P.zza Roma 295 Biblioteca P.zza Manzoni 142 Locali ex Scuola Media (Centro educativo; Scuola civica di musica) Via Gramsci 552 Mercato Civico Via Arborea 287 TOTALE Le dimensioni dei locali sopra riportate hanno carattere meramente indicativo, e sono comprensive dei servizi igienici, ingressi, scale, corridoi, disimpegni, androni, e non includono la superficie dei vetri, per una superficie totale di mq Resta salva la facoltà dell Amministrazione appaltante di estendere o ridurre l oggetto del presente appalto nei limiti di un quinto (1/5) del valore contrattuale, nell ambito delle prescrizioni normative di cui all art 56 comma 5 della Legge Regionale 7 Agosto 2007, n 5, ovvero di sostituire alcuni dei suddetti locali con altri ubicati all interno del centro abitato del Comune di Marrubiu, previo provvedimento motivato, con incremento o decurtazione del canone di gestione in rapporto alla superficie aggiunta o defalcata. ART. 2 - DURATA DELL APPALTO L appalto avrà la durata di anni 3 con inizio presumibilmente il e termine il ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO L'importo a base d'asta è di ,00 + IVA, per l intera durata contrattuale (anni 3), così distinto: Euro ,00 + IVA base d asta soggetto a ribasso; Euro 900,00 + IVA per oneri di sicurezza del personale, non soggetto a ribasso. ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI Non sono rilevabili rischi da interferenza per i quali sia necessario adottare le relative misure di sicurezza. Le pulizie dovranno essere svolte fuori dall orario di servizio come indicato nell art. 13 e sarà cura dell aggiudicatario, qualora durante lo svolgimento del servizio alcuni uffici o ambienti si 3

4 trovassero occupati dal personale, di utilizzare le normali regole di diligenza. Pertanto, non sussistono costi di sicurezza e non è necessario redigere il DUVRI. ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti alla stipulazione del contratto, ivi comprese quelle di registrazione, bolli e diritti di segreteria, sono a totale carico dell aggiudicatario. ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO Il contratto verrà stipulato nella forma pubblico - amministrativa. Qualora l aggiudicatario non si presenti per la stipulazione del contratto alla data stabilita, ovvero non produca la documentazione richiesta nel termine assegnatogli, l amministrazione appaltante avrà la facoltà di procedere all affidamento del servizio al concorrente che segue in graduatoria. In tal caso, l amministrazione comunale potrà richiedere il risarcimento per la maggior spesa sostenuta o danni subiti. ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO E fatto divieto alla Ditta di effettuare la cessione totale o parziale del contratto e il subappalto. ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO Tutti i servizi oggetto del presente appalto sono ad ogni effetto da considerarsi di pubblico interesse e, come tali, non potranno essere sospesi o abbandonati. In caso di sospensione o di abbandono, anche parziale, del servizio, eccettuati i casi di forza maggiore, l Amministrazione potrà senz altro sostituirsi all appaltatore per l esecuzione d ufficio a danno e spese dell inadempiente, oltre ad applicare le previste penalità. ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO L impresa appaltatrice si avvarrà, per l esecuzione del servizio, di personale alle sue dipendenze, di assoluta fiducia e provata riservatezza, che dovrà astenersi dal manomettere e prendere conoscenza di pratiche, documenti e corrispondenza ovunque riposti. Essa dovrà, in particolare, eseguire con la massima cura la pulizia dei locali con le modalità di cui agli art. 10, 11, 12, 13, del presente capitolato, al di fuori dell orario di servizio previsto per gli impiegati comunali e dell orario di apertura al pubblico, quindi tassativamente fuori dal normale orario: - di lavoro degli uffici; - di apertura al pubblico del mercato civico nonché di svolgimento delle relative operazioni di carico/scarico o di lavoro dei rispettivi titolari dei box; - di svolgimento delle attività del centro educativo e della Scuola civica di musica. L'appaltatore, entro 7 giorni dalla avvenuta comunicazione d'aggiudicazione, deve predisporre e trasmettere all Amministrazione il proprio calendario degli interventi, che dovrà essere concordato con il responsabile del servizio. In tale calendario, con riferimento ad ogni singola sede compresa nel servizio, dovranno essere indicati: 1) l orario di inizio e di fine dell'effettuazione del servizio distintamente per ogni giorno feriale lavorativo della settimana; 2) il numero, nome e cognome delle unità di personale addetto; 3) la programmazione temporale delle prestazioni di pulizia richieste con frequenza diversa dalla 4

5 quotidiana con indicazione approssimativa delle date di inizio e di termine delle stesse nonché il numero di unità di personale aggiuntivo adibito; 4) il nominativo del rappresentante dell'appaltatore nonché giorni e ore di presenza presso la struttura. L'appaltatore, salvo casi eccezionali da comunicare tempestivamente, rimane obbligato ad eseguire il servizio rispettando il suddetto calendario. Eventuali modifiche in corso d'anno dovranno essere concordate con il responsabile del servizio. ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO Per attività di pulizia si intendono tutte quelle attività che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza. Tali operazioni sono necessarie per la salvaguardia dello stato igienico-sanitario degli ambienti di lavoro e sono finalizzate ad assicurare il massimo comfort e le migliori condizioni di igiene per garantire il benessere dei lavoratori, amministratori e pubblico nelle sedi oggetto del servizio. Il servizio, pertanto, in esecuzione alle prescrizioni del presente capitolato si estrinseca sinteticamente nelle seguenti attività da effettuare in maniera accurata: - Pulitura, lavatura, disinfezione, spolveratura, aerazione e deodorazione dei locali; - Pulitura di arredi, attrezzi e suppellettili con materiali appropriati e igienizzanti. Le pulizie dovranno essere effettuate con le modalità e con la periodicità specificata nei successivi articoli. In particolare, il servizio di pulizia deve comprendere le seguenti prestazioni: a) svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; b) trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; c) spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; d) spazzatura e lavaggio di corridoi e scale (compreso ascensore); e) pulizia delle sedie, bacheche, arredi e accessori vari collocati lungo i corridoi e atri dell edificio e pulizia della segnaletica interna; f) spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; g) spolveratura a umido dei mobili, arredi, apparecchiature e accessori vari presenti negli uffici; h) spolveratura, con mezzi idonei, di computers, stampanti e fotocopiatori; i) eventuale battitura di stuoie e tappeti all interno e all esterno degli edifici; j) spolveratura e lavaggio di finestre, persiane, avvolgibili, scurini, davanzali, porte e infissi di vario genere; k) spolveratura e lavaggio di lampadari, ringhiere e passamano e lucidatura di maniglie; l) spolveratura e annaffiatura dei vasi di fiori e piante collocate all interno dell edificio; m) spolveratura e pulizia degli scaffali e armadi e delle cartelle e libri, avendo cura di ricollocare questi ultimi nell ordine in cui sono stati sistemati; n) pulizia di balconi, verande e spazi prospicienti l edificio; o) pulizia della sala consiliare in occasione di sedute di consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. p) Spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. Per tutte le pulizie dovranno essere utilizzati esclusivamente detersivi e prodotti ad alto potere disinfettante, non corrosivi, né tossici, biodegradabili nella misura prevista dalla legge, con divieto di uso di sostanze o attrezzi abrasivi o graffianti. Il servizio dovrà essere effettuato con la massima diligenza, avendo cura di pulire in modo scrupoloso anche gli angoli e punti più disagevoli. Il servizio di pulizia dovrà essere prestato con numero adeguato di unità, in modo che i locali possano essere pienamente utilizzati negli orari di servizio del personale ivi impiegato. La pulitura delle parti verniciate o cromate e delle apparecchiature informatiche dovrà essere 5

6 eseguita con mezzi e sistemi tali da non danneggiarle. La spolveratura di tappeti, divani, mobili, pareti, ecc.. dovrà essere eseguita con mezzi idonei a non causare danni. In caso di mancanza di acqua per interruzione dell erogazione o per altre cause di forza maggiore l appaltatore sarà tenuto all approvvigionamento necessario per le pulizie giornaliere. Durante il corso di eventuali lavori di ristrutturazione, quando nei locali non verranno sospesi i servizi normali d ufficio, l appaltatore sarà tenuto a continuare il servizio di pulizia. La ditta appaltatrice assume l impegno di svolgere le pulizie anche con interventi straordinari e senza maggiorazione di compenso qualora debbano eseguirsi nell edificio lavori di breve durata, comunque non superiori a cinque giorni. Nell ipotesi di lavori di più lunga durata, il maggiore servizio prestato dalla Ditta Appaltatrice, se ritenuto eccedente la prestazione dedotta in contratto, verrà remunerato con specifico provvedimento di impegno spesa da parte del funzionario competente. Per l intervento straordinario verrà corrisposta una somma calcolata sulla base degli importi a mq. risultanti dall esito della gara. E vietato l utilizzo di materiali e prodotti che possano arrecare un qualsiasi tipo di danno ai locali inclusi nel presente appalto di pulizie e alle cose ivi collocate. I vetri e quant altro venga rotto o danneggiato dal personale dell appaltatore dovrà essere immediatamente sostituito a cura e spese dell appaltatore medesimo. Tutti gli attrezzi e i materiali per l esecuzione del servizio dovranno essere forniti a cura e spese del prestatore il quale dovrà provvedere altresì, con propri recipienti ermeticamente chiusi, alla raccolta dell immondizia dei locali suddetti e al trasporto della stessa negli appositi cassonetti per la raccolta differenziata. Non sarà consentito depositare o accantonare materiali ed utensili di pulizia negli atri, nei corridoi, nelle scalinate, nei servizi igienici o in altri ambienti degli edifici. L appaltatore dovrà dotarsi di armadietto chiuso per la custodia dei materiali e attrezzi da utilizzare per le pulizie. ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA Il servizio di pulizia del palazzo comunale e degli edifici che ospitano i diversi uffici e servizi comunali di Piazza Roma, Piazza Manzoni e Via Gramsci, dovrà essere eseguito con la periodicità di seguito stabilita e le modalità appresso indicate: - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì), svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata posizionati all esterno dell edificio; spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura di corridoi e scale (compreso eventuale ascensore); pulizia delle sedie collocate lungo i corridoi e atri dell edificio; - due volte alla settimana, spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; lavaggio di corridoi, disimpegni, atri e scale; spolveratura a umido dei mobili, arredi, computers, stampanti, accessori vari presenti negli uffici; spolveratura a umido di tutti i punti di contatto comuni (es. telefoni, interruttori, etc.); - una volta alla settimana, spolveratura a umido delle bacheche, segnaletica interna e accessori vari presenti nei corridoi e atri; pulizia di verande e balconi; pulizia degli spazi prospicienti l edificio; - ogni mese, lavaggio, lucidatura e pulizia di vetri, finestre, lampadari, porte e corrimano; lucidatura delle maniglie e spolveratura dei fiori; spolveratura e pulizia degli interni degli scaffali, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - ogni mese, spazzatura e lavaggio dei pavimenti della scala e stanze del sottopiano (archivio) del Palazzo Comunale; spolveratura a umido di tutti gli scaffali, dei mobili, degli arredi e delle porte; spolveratura e pulizia degli scaffali delle cartelle e libri avendo cura di ricollocare nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - due volte al mese pulizia accurata degli scaffali e libri della Biblioteca, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati. 6

7 - la pulizia della sala consiliare in occasione delle sedute del consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. Tale pulizia comprende la spazzatura e lavaggio di pavimenti; spolveratura a umido degli arredi, strumenti e accessori vari; lavaggio di vetri e finestre; svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti. Tali operazioni dovranno essere effettuate sia prima che dopo l utilizzo della sala consiliare e ordinariamente non meno di una volta alla settimana. - La pulizia dei locali adibiti a scuola civica di musica si sospende nel periodo estivo (luglio agosto settembre). ART. 12 PULIZIA DEL MERCATO CIVICO - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al sabato): spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici riservati al pubblico e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura, lavaggio del corridoio, atrio, ingressi, trasporto e sistemazione dei rifiuti derivanti dalla pulizia negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; - ogni mese: pulizia dei box non assegnati, consistente nella spazzatura, lavaggio dei pavimenti e pareti lavabili, spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti, trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; ART ORARIO DI SERVIZIO Il servizio di pulizie dovrà essere prestato in orari tali da non ostacolare l attività degli uffici e di istituto e da non arrecare incomodo o molestia al pubblico, come concordato con il funzionario comunale incaricato della gestione dell appalto e secondo i giorni e gli orari di seguito riportat, secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato: Palazzo Comunale, Uffici tecnici, Ufficio Servizi Sociali-Vigili Urbani: tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì, esclusi il martedì e il giovedi), dalle ore 15,00; il martedì e il giovedi dalle ore 18,40. Archivio comunale: secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato. Biblioteca: il martedi, mercoledi, giovedi prima delle ore 10; gli altri giorni prima delle ore 15 o dopo le ore 20. Locali Via Gramsci. Tutti i giorni lavorativi prima delle ore Mercato Civico: tutti i giorni lavorativi dopo le ore 14,30. Orario di servizio minimo da garantire: ore annue. ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA In caso di sciopero del personale addetto, la ditta deve porre in atto tutte le misure necessarie ed idonee affinché venga garantito comunque il servizio essenziale. In caso di inottemperanza l'amministrazione Comunale ha comunque la facoltà di procedere all'esecuzione d'ufficio dei mancati interventi, causati da scioperi del personale dipendente della ditta appaltatrice, addebitando a quest'ultima l'eventuale maggior costo sostenuto rispetto a quanto contrattualmente pattuito. Lo sciopero del personale dipendente della ditta deve essere comunicato all Amministrazione Comunale, almeno 48 (quarantotto) ore prima, della data di inizio. La tardiva o mancata comunicazione potrà comportare l applicazione di una penale compresa tra 150,00 e 300,00 euro. 7

8 ART. 15 CANONE D APPALTO Per l esecuzione del servizio oggetto dell appalto, il Comune corrisponderà all appaltatore, previa verifica sullo svolgimento del servizio, il canone di gestione risultante dall aggiudicazione della gara. Il canone verrà corrisposto a rate mensili posticipate, a seguito di emissione di regolare fattura ed entro 30 giorni dal ricevimento della stessa, previa esibizione: della documentazione attestante l avvenuto versamento dei contributi previdenziali e assicurativi obbligatori contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali del personale impiegato, ai sensi dell art. 5 della legge 82/1994; di attestazione, da parte dell appaltatore, di aver corrisposto al personale quanto dovuto a titolo di retribuzione, indennità ed emolumenti accessori. di idonea documentazione atta a comprovare che il servizio è stato regolarmente espletamento nel mese cui si riferisce la fattura. Qualora l Appaltatore risulti inadempiente all obbligo di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali o di pagamento delle retribuzioni correnti in favore del personale addetto al servizio appaltato, compresi i soci lavoratori, se trattasi di società cooperativa, oppure ancora alle disposizioni degli Istituti previdenziali per contributi e premi obbligatori, il Committente procederà alla sospensione del pagamento del corrispettivo ed assegnerà all Appaltatore il termine massimo di 20 (venti) giorni entro il quale dovrà procedere alla regolarizzazione della sua posizione. Il pagamento del corrispettivo sarà nuovamente effettuato ad avvenuta regolarizzazione comprovata da idonea documentazione. L Appaltatore non potrà opporre eccezioni, né avrà titolo a risarcimento di danni o riconoscimenti di interessi per detta sospensione dei pagamenti dei corrispettivi. Qualora l Appaltatore non adempia entro il suddetto termine, il Committente, previa diffida ad adempiere, procederà alla risoluzione del contratto per colpa dell Appaltatore e destinerà gli importi non liquidati al soddisfacimento dei crediti vantati a norma di legge, di contratto ed accordi collettivi, dal personale e dagli Istituti previdenziali. Nell ipotesi di ritardato pagamento non dipendente da causa dell appaltatore, quest ultimo non potrà sospendere il servizio ma avrà diritto all interesse legale per ritardato pagamento delle fatture. Con il canone corrisposto l appaltatore s intende soddisfatto di qualsiasi sua spettanza nei confronti del Comune per il servizio di che trattasi e non ha, quindi, diritto a nuovi o maggiori compensi. ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO Il contratto, qualora ne ricorrano i presupposti, sarà sottoposto a revisione periodica nei limiti e con le modalità di cui all art. 115 del D.Lgs 12/04/2006 n 163. ART CAUZIONE La ditta aggiudicataria dovrà versare cauzione definitiva - di cui all articolo 113 del D.Lgs 12/04/2006 n nella misura del 10% dell importo dell appalto e potrà essere costituita: - da deposito in contanti (infruttifero) mediante versamento su c.c.p. n intestato al Comune di Marrubiu Servizio Tesoreria. - da fideiussione bancaria o polizza assicurativa rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art. 107 del Decreto Legislativo 1 settembre 1993, n La mancata costituzione della cauzione definitiva determina la decadenza dell offerente dall aggiudicazione e l impossibilità pertanto di stipulare il contratto. La fidejussione bancaria o assicurativa dovrà recare espressa clausola: di rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale. di rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile. 8

9 di operatività entro 15 (quindici giorni), a semplice richiesta scritta dell'amministrazione comunale. Fermo restando quanto sopra, lo svincolo dovrà avvenire entro trenta giorni dalla richiesta presentata dalla ditta affidataria del servizio. La cauzione definitiva costituirà la garanzia: a) dell'esatto adempimento degli obblighi contrattuali; b) del risarcimento dei danni provocati dalla ditta aggiudicatrice e dal personale da essa impiegato; c) dei rimborsi di somme che l Amministrazione dovesse effettuare per fatto colpevole della ditta affidataria e del personale da essa impiegato. Nei casi suindicati l Amministrazione provvederà ad incamerare la cauzione fino a concorrenza delle somme necessarie, con obbligo dell appaltatore di reintegrare l importo cauzionale originario. L importo della cauzione definitiva è ridotto al 50% per le ditte alle quali venga rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000, relativa all attività oggetto dell appalto. In tal caso la ditta dovrà accludere la copia della certificazione di qualità o autocertificarne il possesso. E fatta salva la possibilità dell ente di procedere a verifica ed eventualmente chiedere l integrazione della cauzione. ART PERSONALE L appaltatore dovrà disporre di un organico sufficiente e idoneo, per numero e qualifica, a garantire un ottimo espletamento del servizio in modo da non ostacolare l attività degli uffici e l attività d istituto svolta nei singoli locali. Il personale dovrà essere capace e fisicamente idoneo. L appaltatore dovrà altresì provvedere: - alle opportune sostituzioni in caso di assenze dovute a qualsiasi causa o motivo, senza che ciò dia titolo ad ulteriori compensi, fermo restando gli obblighi e le responsabilità di cui ai successivi articoli; - alla sostituzione dei dipendenti che tengano una condotta indecorosa o che siano trascurati nel servizio, che violino l obbligo di riservatezza ovvero che usino un linguaggio scorretto e riprovevole. L appaltatore s impegna, altresì, a sanzionare il personale che abbia commesso scorrettezze, su segnalazione del Comune. Nello svolgimento di tutti i servizi contemplati nel presente capitolato, devono essere sempre salvaguardati, nel migliore dei modi, l igiene ed il decoro. Il personale è tenuto all osservanza di tutte le disposizioni e regolamenti emanati ed emananti dell amministrazione comunale e di quelle impartite dall appaltatore. ART OBBLIGHI DELL APPALTATORE NEI CONFRONTI DEL PROPRIO PERSONALE L Appaltatore assicura il rispetto della vigente normativa fiscale, previdenziale, assistenziale ed assicurativa nei confronti del proprio personale, assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. L Appaltatore si obbliga ad applicare nei confronti dei lavoratori occupati nelle prestazioni oggetto del servizio condizioni normative e retributive non inferiori a quelle stabilite dal C.C.N.L. e territoriale della categoria al tempo della stipulazione del contratto d appalto, nonché le condizioni risultanti da ogni altro atto o contratto collettivo successivamente stipulato per la categoria, applicabili in provincia di Oristano. I suddetti obblighi vincolano l Impresa anche qualora non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse. Qualsiasi inosservanza in dette materie da parte dell Impresa può essere causa di risoluzione contrattuale in danno dell impresa stessa. L Amministrazione è sollevata da qualsiasi obbligo o responsabilità per quanto riguarda le retribuzioni, i contributi assicurativi e previdenziali, l assicurazione contro gli infortuni e la responsabilità verso terzi. L Impresa è tenuta ad esibire i libri paga e matricola del personale addetto al servizio su richiesta dell Amministrazione. 9

10 Nel corso dell esecuzione del servizio in generale, ed in particolare modo nell espletamento dei lavori a rischio, quali la pulizia esterna delle vetrate e dei pianerottoli esterni, l Impresa dovrà utilizzare attrezzature munite delle necessarie omologazioni di sicurezza e dovrà assicurare il rispetto di tutte le norme antinfortunistiche previste dalle vigenti normative in materia. L Impresa dovrà rispettare le norme relative alla sicurezza e alla salute dei lavoratori dotando il personale di strumenti e mezzi di protezione idonei, quando necessario, in relazione ai servizi da svolgersi. Il mancato rispetto delle norme di sicurezza ed antinfortunistiche, se rilevate dall Amministrazione, potrà essere causa di risoluzione del contratto in danno dell Impresa. L Impresa dovrà impartire istruzioni al personale addetto circa le modalità di esecuzione del servizio stabilite nel presente capitolato e sui rischi specifici esistenti negli ambienti interessati al servizio. ART COPERTURA ASSICURATIVA La ditta affidataria dovrà stipulare apposita polizza assicurativa a copertura del rischio di responsabilità civile verso terzi (RCT), a garanzia di eventuali danni che potrebbero essere causati a persone o cose nella gestione del servizio. Il massimale di polizza non dovrà essere inferiore a euro ,00. Copia conforme della polizza sarà fornita dalla ditta aggiudicataria all ufficio di Direzione e Affari Generali prima della stipula del contratto. L esistenza di tale polizza non esonera, in ogni caso, l affidatario dalle proprie responsabilità, avendo solo lo scopo di costituire ulteriore garanzia. ART OBBLIGO DI INDIVIDUAZIONE DI UN REFERENTE L Appaltatore avrà l obbligo di individuare, anche nell ambito dello stesso personale addetto al servizio, una figura cui affidare il compito e la responsabilità di coordinare l attività dell intero gruppo di lavoro e di monitorare, sorvegliare e verificare quotidianamente il servizio svolto nei diversi locali oggetto d appalto, nonché di attestarne la regolarità di esecuzione. La ditta sarà tenuta a comunicare all Amministrazione Appaltante il nominativo di tale incaricato prima che abbia inizio l esecuzione dell appalto. Detto incaricato dovrà essere reperibile, all occorrenza, in qualunque ora della giornata (dalle ore 8,00, fino alle ore 20,00) e dovrà fungere da referente della ditta nei rapporti quotidiani da intrattenere con l Amministrazione Appaltante. Sarà, quindi, compito del referente ricevere ogni tipo di segnalazione da parte dell Ente Appaltante, comprese le segnalazioni di eventuali disservizi, nonché adottare tutte le misure atte a porre rimedio ai problemi segnalati. ART MEZZI ED ATTREZZATURE VARIE L appaltatore dovrà provvedere a sue cure e spese a tutto il materiale necessario e a tutte le attrezzature occorrenti per la completa e perfetta esecuzione del servizio. Tutto il materiale in uso dovrà essere tenuto in buono stato. L Amministrazione avrà facoltà di effettuare periodiche ispezioni per constatare lo stato di manutenzione delle attrezzature e dei materiali. L appaltatore si obbliga ad effettuare senza indugio le riparazioni e le sostituzioni che gli verranno ordinate. ART ONERI DELL'APPALTATORE L appaltatore si impegna a provvedere a sue spese: - al pagamento, senza rivalsa, di tutte le imposte e tasse che gravano o potranno gravare in qualsiasi modo sull appaltatore, per i servizi previsti nel presente capitolato; - alle assicurazioni di ogni specie, anche per i danni a cose o persone; 10

11 - a tutte le spese di qualunque entità e specie, necessarie per la perfetta esecuzione dei servizi affidati. ART INFORTUNI E DANNI L appaltatore è responsabile di qualsiasi danno ed inconveniente causati direttamente all amministrazione o a terzi dal personale addetto al servizio e di ogni altro danno e inconveniente dipendente dalla gestione del servizio stesso. Resta a completo carico dell appaltatore qualsiasi risarcimento, senza diritto di rivalsa o di compensi da parte del Comune, salvi gli interventi da parte di società assicuratrici presso le quali l appaltatore abbia eventualmente contratto apposite polizze. ART CONTROLLI E PENALI Il servizio è sottoposto alla vigilanza e controllo da parte dell Amministrazione e in caso di accertate inadempienze agli obblighi contrattuali, l appaltatore, oltre ad ovviare alle infrazioni contestategli nel termine stabilito, sarà passibile di sanzioni pecuniarie da un minimo di 25,00 per le violazioni più lievi, ad un massimo di 250,00 per quelle più gravi, per ogni giorno in cui si verifichi l inadempienza, da applicarsi con provvedimento del funzionario competente. L applicazione della penale sarà preceduta da regolare contestazione dell inadempienza. L appaltatore, nei tre giorni dalla data di notifica dell addebito, potrà presentare le proprie giustificazioni sulle quali deciderà il funzionario preposto. L ammontare delle penali sarà ritenuto dalle somme dovute all appaltatore e, all occorrenza, sarà prelevato dalla cauzione. Qualora si verifichino le sotto indicate inadempienze contrattuali l Ente Appaltante potrà applicare, con la garanzia del contraddittorio, le seguenti penali: penale di euro 75,00 per inottemperanza a intimazione scritta o verbale dell Ente Appaltante, rivolta alla Ditta allo scopo di porre rimedio ad un problema connesso a inesatto o parziale adempimento degli obblighi contrattuali; penale di euro 50,00 per inosservanza dell orario concordato per le pulizie; penale di euro 100,00 per inosservanza dell orario concordato per le pulizie, nell ipotesi di recidiva contestata per iscritto due volte; penale di euro 50,00 per inesatto e/o parziale adempimento della prestazione, rispetto alla tipologia e frequenza prevista in contratto; penale di euro 150,00 per inesatto e/o parziale adempimento della prestazione, rispetto alla tipologia e frequenza prevista in contratto in caso di recidiva contestata per iscritto due volte; penale di euro 50,00 per irreperibilità del referente della ditta negli orari contrattualmente stabiliti; penale di euro 150,00 per irreperibilità del referente della ditta negli orari contrattualmente stabiliti, contestata per iscritto due volte; penale di euro 250,00 in caso di recidiva nelle infrazioni sopra indicate. L Amministrazione ha la facoltà, in caso di mancato o trascurato servizio, di far eseguire da altri o di acquistare - a mezzo del servizio economato il materiale e gli strumenti occorrenti alla pulizia, a spese della ditta appaltatrice stessa senza il concorso di alcuna formalità. Gli eventuali danni e spese a carico della ditta appaltatrice verranno ritenuti sul corrispettivo mensile, da fatturarsi per intero anche in questo caso. In caso di recesso dal contratto, la ditta deve dare preavviso almeno tre mesi prima ed alla stessa sarà addebitata la maggiore spesa per il riappalto, computata fino alla normale scadenza dell appalto. ART DETERMINAZIONE DEI PREZZI PER EVENTUALI ESTENSIONI CONTRATTUALI. 11

12 Se nel periodo contrattuale dovesse ravvisarsi la necessità di estendere il presente appalto di pulizie a nuovi locali, il canone aggiuntivo verrà determinato sulla base degli importi a mq. risultanti dall esito della gara. ART MODALITA DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI La copertura finanziaria è garantita mediante fondi dell Amministrazione Comunale. I pagamenti avverranno secondo le modalità indicate nell art. 15 del presente capitolato speciale. ART FORO COMPETENTE Il foro competente per la risoluzione giudiziale delle controversie che dovessero insorgere tra le parti contraenti in ordine all esecuzione del presente appalto è quello territoriale di Oristano. ART CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA L Amministrazione si riserva la facoltà di risolvere il contratto ai sensi dell art del codice civile, in qualunque tempo, senza alcun genere di indennità e compenso per l appaltatore, qualora ricorrano le seguenti ipotesi: - reiterata o grave violazione degli obblighi di cui agli artt. 10, 11, del presente capitolato, inerenti agli orari, alle modalità e alla frequenza del servizio; - interruzione ingiustificata del servizio protratta per oltre 3 giorni; - ritardo nel pagamento delle retribuzioni e dei contributi previdenziali ed assicurativi dei propri dipendenti, tale da incidere sulla qualità della prestazione e sulla esattezza e puntualità nella esecuzione del servizio; - gravi irregolarità o negligenze nell esecuzione del servizio; - reiterazione per la terza volta delle inadempienze agli obblighi contrattuali indicati nei precedenti art. 10, 11, ; - sopravvenuti gravi motivi di pubblico interesse. In caso di risoluzione all appaltatore sarà accreditato il semplice importo del servizio regolarmente espletato, con deduzione, però, dell ammontare delle penali per i ritardi eventualmente già maturati al momento della risoluzione e restando comunque salva ogni ragione ed azione per rivalsa di danni che siano conseguenza di inadempimento degli impegni contrattuali assunti dall appaltatore. ART DISPOSIZIONI FINALI Per quanto non previsto nel presente capitolato, e in ogni altro atto della procedura si intende fare riferimento alle leggi e ai regolamenti vigenti. 12

13 Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore Amministrativo N 163 DEL COMUNU DE MARRÙBIU Provìncia de Aristanis COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano Pratza Roma n u 7 C.A.P Cod. Fisc P. IVA Tel. 0783/85531 Fax 0783/ CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI 1

14 INDICE ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 - DURATA DELL APPALTO ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA ART PULIZIA DEL MERCATO CIVICO ART ORARIO DI SERVIZIO ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA ART CANONE D APPALTO ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO ART CAUZIONE ART PERSONALE ART OBBLIGHI DELL APPALTATORE NEI CONFRONTI DEL PROPRIO PERSONALE ART COPERTURA ASSICURATIVA ART OBBLIGO DI INDIVIDUAZIONE DI UN REFERENTE ART MEZZI ED ATTREZZATURE VARIE ART ONERI DELL'APPALTATORE ART INFORTUNI E DANNI ART CONTROLLI E PENALI ART DETERMINAZIONE DEI PREZZI PER EVENTUALI ESTENSIONI CONTRATTUALI ART MODALITA DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI ART FORO COMPETENTE ART CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA ART DISPOSIZIONI FINALI 2

15 ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei seguenti locali: DESCRIZIONE UBICAZIONE SUPERFICIE MQ. Palazzo Comunale P.zza Roma 891 Uffici Tecnici P.zza Roma 246 Uffici Serv. Sociali - Vigili Urbani Messo P.zza Roma 295 Biblioteca P.zza Manzoni 142 Locali ex Scuola Media (Centro educativo; Scuola civica di musica) Via Gramsci 552 Mercato Civico Via Arborea 287 TOTALE Le dimensioni dei locali sopra riportate hanno carattere meramente indicativo, e sono comprensive dei servizi igienici, ingressi, scale, corridoi, disimpegni, androni, e non includono la superficie dei vetri, per una superficie totale di mq Resta salva la facoltà dell Amministrazione appaltante di estendere o ridurre l oggetto del presente appalto nei limiti di un quinto (1/5) del valore contrattuale, nell ambito delle prescrizioni normative di cui all art 56 comma 5 della Legge Regionale 7 Agosto 2007, n 5, ovvero di sostituire alcuni dei suddetti locali con altri ubicati all interno del centro abitato del Comune di Marrubiu, previo provvedimento motivato, con incremento o decurtazione del canone di gestione in rapporto alla superficie aggiunta o defalcata. ART. 2 - DURATA DELL APPALTO L appalto avrà la durata di anni 3 con inizio presumibilmente il e termine il ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO L'importo a base d'asta è di ,00 + IVA, per l intera durata contrattuale (anni 3), così distinto: Euro ,00 + IVA base d asta soggetto a ribasso; Euro 900,00 + IVA per oneri di sicurezza del personale, non soggetto a ribasso. ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI Non sono rilevabili rischi da interferenza per i quali sia necessario adottare le relative misure di sicurezza. Le pulizie dovranno essere svolte fuori dall orario di servizio come indicato nell art. 13 e sarà cura dell aggiudicatario, qualora durante lo svolgimento del servizio alcuni uffici o ambienti si 3

16 trovassero occupati dal personale, di utilizzare le normali regole di diligenza. Pertanto, non sussistono costi di sicurezza e non è necessario redigere il DUVRI. ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti alla stipulazione del contratto, ivi comprese quelle di registrazione, bolli e diritti di segreteria, sono a totale carico dell aggiudicatario. ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO Il contratto verrà stipulato nella forma pubblico - amministrativa. Qualora l aggiudicatario non si presenti per la stipulazione del contratto alla data stabilita, ovvero non produca la documentazione richiesta nel termine assegnatogli, l amministrazione appaltante avrà la facoltà di procedere all affidamento del servizio al concorrente che segue in graduatoria. In tal caso, l amministrazione comunale potrà richiedere il risarcimento per la maggior spesa sostenuta o danni subiti. ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO E fatto divieto alla Ditta di effettuare la cessione totale o parziale del contratto e il subappalto. ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO Tutti i servizi oggetto del presente appalto sono ad ogni effetto da considerarsi di pubblico interesse e, come tali, non potranno essere sospesi o abbandonati. In caso di sospensione o di abbandono, anche parziale, del servizio, eccettuati i casi di forza maggiore, l Amministrazione potrà senz altro sostituirsi all appaltatore per l esecuzione d ufficio a danno e spese dell inadempiente, oltre ad applicare le previste penalità. ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO L impresa appaltatrice si avvarrà, per l esecuzione del servizio, di personale alle sue dipendenze, di assoluta fiducia e provata riservatezza, che dovrà astenersi dal manomettere e prendere conoscenza di pratiche, documenti e corrispondenza ovunque riposti. Essa dovrà, in particolare, eseguire con la massima cura la pulizia dei locali con le modalità di cui agli art. 10, 11, 12, 13, del presente capitolato, al di fuori dell orario di servizio previsto per gli impiegati comunali e dell orario di apertura al pubblico, quindi tassativamente fuori dal normale orario: - di lavoro degli uffici; - di apertura al pubblico del mercato civico nonché di svolgimento delle relative operazioni di carico/scarico o di lavoro dei rispettivi titolari dei box; - di svolgimento delle attività del centro educativo e della Scuola civica di musica. L'appaltatore, entro 7 giorni dalla avvenuta comunicazione d'aggiudicazione, deve predisporre e trasmettere all Amministrazione il proprio calendario degli interventi, che dovrà essere concordato con il responsabile del servizio. In tale calendario, con riferimento ad ogni singola sede compresa nel servizio, dovranno essere indicati: 1) l orario di inizio e di fine dell'effettuazione del servizio distintamente per ogni giorno feriale lavorativo della settimana; 2) il numero, nome e cognome delle unità di personale addetto; 3) la programmazione temporale delle prestazioni di pulizia richieste con frequenza diversa dalla 4

17 quotidiana con indicazione approssimativa delle date di inizio e di termine delle stesse nonché il numero di unità di personale aggiuntivo adibito; 4) il nominativo del rappresentante dell'appaltatore nonché giorni e ore di presenza presso la struttura. L'appaltatore, salvo casi eccezionali da comunicare tempestivamente, rimane obbligato ad eseguire il servizio rispettando il suddetto calendario. Eventuali modifiche in corso d'anno dovranno essere concordate con il responsabile del servizio. ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO Per attività di pulizia si intendono tutte quelle attività che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza. Tali operazioni sono necessarie per la salvaguardia dello stato igienico-sanitario degli ambienti di lavoro e sono finalizzate ad assicurare il massimo comfort e le migliori condizioni di igiene per garantire il benessere dei lavoratori, amministratori e pubblico nelle sedi oggetto del servizio. Il servizio, pertanto, in esecuzione alle prescrizioni del presente capitolato si estrinseca sinteticamente nelle seguenti attività da effettuare in maniera accurata: - Pulitura, lavatura, disinfezione, spolveratura, aerazione e deodorazione dei locali; - Pulitura di arredi, attrezzi e suppellettili con materiali appropriati e igienizzanti. Le pulizie dovranno essere effettuate con le modalità e con la periodicità specificata nei successivi articoli. In particolare, il servizio di pulizia deve comprendere le seguenti prestazioni: a) svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; b) trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; c) spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; d) spazzatura e lavaggio di corridoi e scale (compreso ascensore); e) pulizia delle sedie, bacheche, arredi e accessori vari collocati lungo i corridoi e atri dell edificio e pulizia della segnaletica interna; f) spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; g) spolveratura a umido dei mobili, arredi, apparecchiature e accessori vari presenti negli uffici; h) spolveratura, con mezzi idonei, di computers, stampanti e fotocopiatori; i) eventuale battitura di stuoie e tappeti all interno e all esterno degli edifici; j) spolveratura e lavaggio di finestre, persiane, avvolgibili, scurini, davanzali, porte e infissi di vario genere; k) spolveratura e lavaggio di lampadari, ringhiere e passamano e lucidatura di maniglie; l) spolveratura e annaffiatura dei vasi di fiori e piante collocate all interno dell edificio; m) spolveratura e pulizia degli scaffali e armadi e delle cartelle e libri, avendo cura di ricollocare questi ultimi nell ordine in cui sono stati sistemati; n) pulizia di balconi, verande e spazi prospicienti l edificio; o) pulizia della sala consiliare in occasione di sedute di consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. p) Spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. Per tutte le pulizie dovranno essere utilizzati esclusivamente detersivi e prodotti ad alto potere disinfettante, non corrosivi, né tossici, biodegradabili nella misura prevista dalla legge, con divieto di uso di sostanze o attrezzi abrasivi o graffianti. Il servizio dovrà essere effettuato con la massima diligenza, avendo cura di pulire in modo scrupoloso anche gli angoli e punti più disagevoli. Il servizio di pulizia dovrà essere prestato con numero adeguato di unità, in modo che i locali possano essere pienamente utilizzati negli orari di servizio del personale ivi impiegato. La pulitura delle parti verniciate o cromate e delle apparecchiature informatiche dovrà essere 5

18 eseguita con mezzi e sistemi tali da non danneggiarle. La spolveratura di tappeti, divani, mobili, pareti, ecc.. dovrà essere eseguita con mezzi idonei a non causare danni. In caso di mancanza di acqua per interruzione dell erogazione o per altre cause di forza maggiore l appaltatore sarà tenuto all approvvigionamento necessario per le pulizie giornaliere. Durante il corso di eventuali lavori di ristrutturazione, quando nei locali non verranno sospesi i servizi normali d ufficio, l appaltatore sarà tenuto a continuare il servizio di pulizia. La ditta appaltatrice assume l impegno di svolgere le pulizie anche con interventi straordinari e senza maggiorazione di compenso qualora debbano eseguirsi nell edificio lavori di breve durata, comunque non superiori a cinque giorni. Nell ipotesi di lavori di più lunga durata, il maggiore servizio prestato dalla Ditta Appaltatrice, se ritenuto eccedente la prestazione dedotta in contratto, verrà remunerato con specifico provvedimento di impegno spesa da parte del funzionario competente. Per l intervento straordinario verrà corrisposta una somma calcolata sulla base degli importi a mq. risultanti dall esito della gara. E vietato l utilizzo di materiali e prodotti che possano arrecare un qualsiasi tipo di danno ai locali inclusi nel presente appalto di pulizie e alle cose ivi collocate. I vetri e quant altro venga rotto o danneggiato dal personale dell appaltatore dovrà essere immediatamente sostituito a cura e spese dell appaltatore medesimo. Tutti gli attrezzi e i materiali per l esecuzione del servizio dovranno essere forniti a cura e spese del prestatore il quale dovrà provvedere altresì, con propri recipienti ermeticamente chiusi, alla raccolta dell immondizia dei locali suddetti e al trasporto della stessa negli appositi cassonetti per la raccolta differenziata. Non sarà consentito depositare o accantonare materiali ed utensili di pulizia negli atri, nei corridoi, nelle scalinate, nei servizi igienici o in altri ambienti degli edifici. L appaltatore dovrà dotarsi di armadietto chiuso per la custodia dei materiali e attrezzi da utilizzare per le pulizie. ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA Il servizio di pulizia del palazzo comunale e degli edifici che ospitano i diversi uffici e servizi comunali di Piazza Roma, Piazza Manzoni e Via Gramsci, dovrà essere eseguito con la periodicità di seguito stabilita e le modalità appresso indicate: - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì), svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata posizionati all esterno dell edificio; spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura di corridoi e scale (compreso eventuale ascensore); pulizia delle sedie collocate lungo i corridoi e atri dell edificio; - due volte alla settimana, spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; lavaggio di corridoi, disimpegni, atri e scale; spolveratura a umido dei mobili, arredi, computers, stampanti, accessori vari presenti negli uffici; spolveratura a umido di tutti i punti di contatto comuni (es. telefoni, interruttori, etc.); - una volta alla settimana, spolveratura a umido delle bacheche, segnaletica interna e accessori vari presenti nei corridoi e atri; pulizia di verande e balconi; pulizia degli spazi prospicienti l edificio; - ogni mese, lavaggio, lucidatura e pulizia di vetri, finestre, lampadari, porte e corrimano; lucidatura delle maniglie e spolveratura dei fiori; spolveratura e pulizia degli interni degli scaffali, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - ogni mese, spazzatura e lavaggio dei pavimenti della scala e stanze del sottopiano (archivio) del Palazzo Comunale; spolveratura a umido di tutti gli scaffali, dei mobili, degli arredi e delle porte; spolveratura e pulizia degli scaffali delle cartelle e libri avendo cura di ricollocare nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - due volte al mese pulizia accurata degli scaffali e libri della Biblioteca, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati. 6

19 - la pulizia della sala consiliare in occasione delle sedute del consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. Tale pulizia comprende la spazzatura e lavaggio di pavimenti; spolveratura a umido degli arredi, strumenti e accessori vari; lavaggio di vetri e finestre; svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti. Tali operazioni dovranno essere effettuate sia prima che dopo l utilizzo della sala consiliare e ordinariamente non meno di una volta alla settimana. - La pulizia dei locali adibiti a scuola civica di musica si sospende nel periodo estivo (luglio agosto settembre). ART. 12 PULIZIA DEL MERCATO CIVICO - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al sabato): spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici riservati al pubblico e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura, lavaggio del corridoio, atrio, ingressi, trasporto e sistemazione dei rifiuti derivanti dalla pulizia negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; - ogni mese: pulizia dei box non assegnati, consistente nella spazzatura, lavaggio dei pavimenti e pareti lavabili, spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti, trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; ART ORARIO DI SERVIZIO Il servizio di pulizie dovrà essere prestato in orari tali da non ostacolare l attività degli uffici e di istituto e da non arrecare incomodo o molestia al pubblico, come concordato con il funzionario comunale incaricato della gestione dell appalto e secondo i giorni e gli orari di seguito riportat, secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato: Palazzo Comunale, Uffici tecnici, Ufficio Servizi Sociali-Vigili Urbani: tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì, esclusi il martedì e il giovedi), dalle ore 15,00; il martedì e il giovedi dalle ore 18,40. Archivio comunale: secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato. Biblioteca: il martedi, mercoledi, giovedi prima delle ore 10; gli altri giorni prima delle ore 15 o dopo le ore 20. Locali Via Gramsci. Tutti i giorni lavorativi prima delle ore Mercato Civico: tutti i giorni lavorativi dopo le ore 14,30. Orario di servizio minimo da garantire: ore annue. ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA In caso di sciopero del personale addetto, la ditta deve porre in atto tutte le misure necessarie ed idonee affinché venga garantito comunque il servizio essenziale. In caso di inottemperanza l'amministrazione Comunale ha comunque la facoltà di procedere all'esecuzione d'ufficio dei mancati interventi, causati da scioperi del personale dipendente della ditta appaltatrice, addebitando a quest'ultima l'eventuale maggior costo sostenuto rispetto a quanto contrattualmente pattuito. Lo sciopero del personale dipendente della ditta deve essere comunicato all Amministrazione Comunale, almeno 48 (quarantotto) ore prima, della data di inizio. La tardiva o mancata comunicazione potrà comportare l applicazione di una penale compresa tra 150,00 e 300,00 euro. 7

20 ART. 15 CANONE D APPALTO Per l esecuzione del servizio oggetto dell appalto, il Comune corrisponderà all appaltatore, previa verifica sullo svolgimento del servizio, il canone di gestione risultante dall aggiudicazione della gara. Il canone verrà corrisposto a rate mensili posticipate, a seguito di emissione di regolare fattura ed entro 30 giorni dal ricevimento della stessa, previa esibizione: della documentazione attestante l avvenuto versamento dei contributi previdenziali e assicurativi obbligatori contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali del personale impiegato, ai sensi dell art. 5 della legge 82/1994; di attestazione, da parte dell appaltatore, di aver corrisposto al personale quanto dovuto a titolo di retribuzione, indennità ed emolumenti accessori. di idonea documentazione atta a comprovare che il servizio è stato regolarmente espletamento nel mese cui si riferisce la fattura. Qualora l Appaltatore risulti inadempiente all obbligo di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali o di pagamento delle retribuzioni correnti in favore del personale addetto al servizio appaltato, compresi i soci lavoratori, se trattasi di società cooperativa, oppure ancora alle disposizioni degli Istituti previdenziali per contributi e premi obbligatori, il Committente procederà alla sospensione del pagamento del corrispettivo ed assegnerà all Appaltatore il termine massimo di 20 (venti) giorni entro il quale dovrà procedere alla regolarizzazione della sua posizione. Il pagamento del corrispettivo sarà nuovamente effettuato ad avvenuta regolarizzazione comprovata da idonea documentazione. L Appaltatore non potrà opporre eccezioni, né avrà titolo a risarcimento di danni o riconoscimenti di interessi per detta sospensione dei pagamenti dei corrispettivi. Qualora l Appaltatore non adempia entro il suddetto termine, il Committente, previa diffida ad adempiere, procederà alla risoluzione del contratto per colpa dell Appaltatore e destinerà gli importi non liquidati al soddisfacimento dei crediti vantati a norma di legge, di contratto ed accordi collettivi, dal personale e dagli Istituti previdenziali. Nell ipotesi di ritardato pagamento non dipendente da causa dell appaltatore, quest ultimo non potrà sospendere il servizio ma avrà diritto all interesse legale per ritardato pagamento delle fatture. Con il canone corrisposto l appaltatore s intende soddisfatto di qualsiasi sua spettanza nei confronti del Comune per il servizio di che trattasi e non ha, quindi, diritto a nuovi o maggiori compensi. ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO Il contratto, qualora ne ricorrano i presupposti, sarà sottoposto a revisione periodica nei limiti e con le modalità di cui all art. 115 del D.Lgs 12/04/2006 n 163. ART CAUZIONE La ditta aggiudicataria dovrà versare cauzione definitiva - di cui all articolo 113 del D.Lgs 12/04/2006 n nella misura del 10% dell importo dell appalto e potrà essere costituita: - da deposito in contanti (infruttifero) mediante versamento su c.c.p. n intestato al Comune di Marrubiu Servizio Tesoreria. - da fideiussione bancaria o polizza assicurativa rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art. 107 del Decreto Legislativo 1 settembre 1993, n La mancata costituzione della cauzione definitiva determina la decadenza dell offerente dall aggiudicazione e l impossibilità pertanto di stipulare il contratto. La fidejussione bancaria o assicurativa dovrà recare espressa clausola: di rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale. di rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile. 8

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO III Settore Servizi alla Persona Dirigente: dott. Maurizio Durante CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona Allegato alla determina del R.F. n. 63 del 02.11.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura del servizio di pulizie degli uffici e della palestra comunali

Dettagli

SERVIZIO STAFF DIREZIONE ED AFFARI GENERALI

SERVIZIO STAFF DIREZIONE ED AFFARI GENERALI COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 0783 85301 Fax 0783 83341-0783 8530251 e-mail protocollo@comune.terralba.or.it www.comune.terralba.or.it P.IVA 00063150957

Dettagli

COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli

COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI CAPITOLATO D ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI ART. 1 MANSIONARIO DELLE PULIZIE E CONTROLLI La

Dettagli

ISTITUTO INCREMENTO IPPICO DELLA SARDEGNA

ISTITUTO INCREMENTO IPPICO DELLA SARDEGNA CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO BIENNALE DI PULIZIA DI IMMOBILI DELL ENTE ART. 1 PRESCRIZIONI GENERALI L Istituto Incremento Ippico della Sardegna indice pubblico incanto per l affidamento del servizio biennale

Dettagli

OGGETTO: Appalto per il servizio di pulizia della sede municipale, degli uffici del Giudice di pace e della biblioteca comunale.

OGGETTO: Appalto per il servizio di pulizia della sede municipale, degli uffici del Giudice di pace e della biblioteca comunale. COMUNE DI CIVITACAMPOMARANO (Provincia di Campobasso) c.a.p. 86030 - Piazza Municipio, 13 - tel. 0874/ 748103-748133 - fax 0874/ 748335 P. IVA e codice fiscale 00067590703 - INTERNET www.comune.civitacampomarano.cb.it

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE periodo: NOVEMBRE 2014/MAGGIO 2015 e NOVEMBRE 2015/ MAGGIO 2016 (CIG n. ZF6110FF72) 1 1. Oggetto dell appalto

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

CAPITOLATO APPALTO PULIZIE DI LOCALI DI PROPRIETA' COMUNALE

CAPITOLATO APPALTO PULIZIE DI LOCALI DI PROPRIETA' COMUNALE COMUNE DI TERRICCIOLA PROVINCIA DI PISA c.f. 00286650502 V. Roma,37- telef.0587/656511-fax 0587/655205 http://www.altavaldera.it E-Mail:segreteria@comune.terricciola.pi.it CAPITOLATO APPALTO PULIZIE DI

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO Provincia di LUCCA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA ALUNNI SCUOLA MATERNA ED EVENTUALI DISABILI SCUOLA DELL OBBLIGO DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO

Dettagli

PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DEL DEMANIO

PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DEL DEMANIO Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA

Dettagli

Capitolato tecnico e d oneri

Capitolato tecnico e d oneri Capitolato tecnico e d oneri Parte I - Oggetto del servizio Art. 1 - Soggetto appaltante e oggetto del servizio L ERSAT - Ente Regionale di Sviluppo e Assistenza Tecnica in Agricoltura - intende procedere

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016

CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016 CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016 CIG: 6052035944 - ART. 1 - Oggetto del Capitolato Costituisce oggetto della presente gara il servizio comprendente la pulizia dei seguenti immobili:

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Settore III - Servizi Socio-assistenziali la nostra civiltà contro il pizzo e l usura CAPITOLATO D ONERI Relativo all affidamento del servizio di assistenza igienico-personale ai soggetti

Dettagli

Art. 1 - Servizi in concessione

Art. 1 - Servizi in concessione AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI Via Gramsci N. 38-20068 Peschiera Borromeo Telefono: 025471353 Fax: 025471353 e-mail amministrazione@farmaciecomunalipeschiera.it Codice fiscale N. 11674080152- Partita

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE LOTTO N.1 ART. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE LOTTO N.1 ART. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE LOTTO N.1 ART. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto l esecuzione dei lavori di pulizia dei seguenti

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA CAPITOLATO D ONERI Art. 1 (Locali oggetto di pulizia) Il servizio di pulizia riguarda

Dettagli

COMUNE DI SAN FELICE A CANCELLO. Provincia di Caserta

COMUNE DI SAN FELICE A CANCELLO. Provincia di Caserta COMUNE DI SAN FELICE A CANCELLO www.comune.sanfeliceacancello.ce.it Provincia di Caserta Settore 1 Affari Generali CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI Pagina 1 di 10 I N D

Dettagli

Città di Modugno Provincia di Bari V Settore Pubblica Istruzione Cultura - Sport

Città di Modugno Provincia di Bari V Settore Pubblica Istruzione Cultura - Sport CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO ALUNNI SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE PERIODO 07/01/2013-06/06/2013 Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO L oggetto riguarda il servizio di trasporto alunni che

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO ALLEGATO F SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI LADISPOLI E LA COOPERATIVA SOCIALE TIPO B, Al SENSI DELL'ART. 5 LEGGE 381/91, PER LA GESTIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI LADISPOLI

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari Capitolato d oneri per l affidamento del servizio pulizia presso i locali della sede municipale, del centro di aggregazione sociale, della palestra e della biblioteca

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA DEI FABBRICATI DEL PATRIMONIO COMUNALE PER GLI ANNI 2013-2014

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA DEI FABBRICATI DEL PATRIMONIO COMUNALE PER GLI ANNI 2013-2014 CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA DEI FABBRICATI DEL PATRIMONIO COMUNALE PER GLI ANNI 2013-2014 Articolo 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato riguarda il servizio di pulizia dei fabbricati

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI Allegato delibera GC n.63/2014 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO a.s. 2014/15 2015/16 2016/17 1. OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTÀ DI SANT AGATA DE GOTI (Provincia di Benevento) AREA AMMINISTRATIVA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l appalto quinquennale del servizio di pulizia degli uffici pubblici di pertinenza del Comune

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali

CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali UFFICIO ACQUISTI Via Roma n. 20-20094 CORSICO (MI) tel. 02 4480382 Fax 02 4480381 e-mail: acquisti@comune.corsico.mi.it

Dettagli

ENTE PARCO DELL'ETNA Via del Convento 45 Nicolosi (CT)

ENTE PARCO DELL'ETNA Via del Convento 45 Nicolosi (CT) ENTE PARCO DELL'ETNA Via del Convento 45 Nicolosi (CT) Capitolato speciale di appalto per l'affidamento del servizio di pulizia dei locali adibiti a sede ed uffici dell'ente Parco. Art. 1 L'appalto ha

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CITTÀ DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO PISCINA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO PROVINCIA DI RIMINI ALLEGATO A CAPITOLATO D ONERI PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEL CIMITERO COMUNALE CAPOLUOGO E DEL CIMITERO COMUNALE PIANVENTENA

Dettagli

CAPITOLATO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN LOCALE POSTO IN VIA AGRETTI. Articolo 2 Scopo della locazione

CAPITOLATO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN LOCALE POSTO IN VIA AGRETTI. Articolo 2 Scopo della locazione C O M U N E D E L L A S P E Z I A C.d.R. PATRIMONIO CAPITOLATO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN LOCALE POSTO IN VIA AGRETTI ARTICOLO 1 OGGETTO DELLA LOCAZIONE Oggetto della locazione è il locale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PULA. Rep. n. 1347 CONTRATTO D APPALTO TRA IL COMUNE DI PULA E LA MIORELLI SERVICE

REPUBBLICA ITALIANA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PULA. Rep. n. 1347 CONTRATTO D APPALTO TRA IL COMUNE DI PULA E LA MIORELLI SERVICE REPUBBLICA ITALIANA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PULA Rep. n. 1347 CONTRATTO D APPALTO TRA IL COMUNE DI PULA E LA MIORELLI SERVICE S.P.A. PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E STABILI

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

CAPO I SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO

CAPO I SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. Il presente capitolato

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 CITTA DI MELEGNANO Provincia di Milano SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Melegnano lì, gennaio 2012 TITOLO I OGGETTO

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Via V. Bachelet, 12 tel. 06 49249201 fax 06 49249300

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Via V. Bachelet, 12 tel. 06 49249201 fax 06 49249300 Allegato al decreto del Segretario Generale n. del AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Via V. Bachelet, 12 tel. 06 49249201 fax 06 49249300 COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

A. TESTO CAPITOLATO D APPALTO DAL QUALE TRARRE IL RELATIVO CONTRATTO

A. TESTO CAPITOLATO D APPALTO DAL QUALE TRARRE IL RELATIVO CONTRATTO A. TESTO CAPITOLATO D APPALTO DAL QUALE TRARRE IL RELATIVO CONTRATTO ARTICOLO 01 - Oggetto Il presente contratto ha per oggetto il servizio di pulizia presso le due Farmacie di Piazza Tricolore 42 e Piazza

Dettagli

CAPITOLATO DI SERVIZIO

CAPITOLATO DI SERVIZIO COMUNE DI MONZA UFFICIO ECONOMATO CAPITOLATO DI SERVIZIO CAPITOLATO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO DEGLI ARCHIVI DEL TRIBUNALE Art. 1 - Oggetto del capitolato Costituisce oggetto del presente

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

Comune di Pisogne (Provincia di Brescia)

Comune di Pisogne (Provincia di Brescia) DISCIPLINARE PER L APPALTO DI CUSTODIA DELLA NUOVA PALESTRA SCOLASTICA E POLISPORTIVA NELLA FRAZIONE DI Art. 1 Oggetto dell appalto. GRATACASOLO L appalto ha per oggetto il servizio di custodia, apertura

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA VILLA COMUNALE ED EDIFICIO NORD,CENTRO SOCIO CULTURALE, SPAZIO GIOVANI,SCUOLA MEDIA PER CENTRO RICREATIVO ESTIVO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA DISCIPLINARE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DE ASSESSORATO REGIONALE TERRITORIO ED AMBIENTE siti in Palermo nella via Ugo LaMalfa n. 169 Art. 1 Definizione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DESTINATI A SERVIZI SOCIO-CULTURALI DIVERSI

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DESTINATI A SERVIZI SOCIO-CULTURALI DIVERSI CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DESTINATI A SERVIZI SOCIO-CULTURALI DIVERSI Con il presente atto da valere ad ogni effetto di legge tra i Signori: 1) Dott. Nome.cognome., nato a.il...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

Capitolato per appalto servizio di pulizie giornaliere e periodiche degli uffici e servizi comunali nel periodo 01.6.2010-31.5.

Capitolato per appalto servizio di pulizie giornaliere e periodiche degli uffici e servizi comunali nel periodo 01.6.2010-31.5. Capitolato per appalto servizio di pulizie giornaliere e periodiche degli uffici e servizi comunali nel periodo 01.6.2010-31.5.2013 ART. 1: OGGETTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di

Dettagli

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA STRAORDINARIO DELL EDIFICIO ADIBITO A NUOVA SEDE DEL CONSERVATORIO DI MUSICA DI TRENTO, UBICATO IN VIA S.G. BOSCO SCUOLE EX CRISPI Art. 1 Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria)

(Provincia di Reggio Calabria) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Art. 1 Oggetto dell appalto Costituisce oggetto del presente appalto l affidamento dell affissione di manifesti, avvisi e fotografie, di

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E DEI LOCALI DEL COMUNE DI CASTEL DEL PIANO

CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E DEI LOCALI DEL COMUNE DI CASTEL DEL PIANO Comune di Castel del Piano Provincia di Grosseto Via G. Marconi, 9 58033 Castel del Piano (GR) Tel. 0564/973511 - Fax 0564/957155 http://www.comune.casteldelpiano.gr.it E-mail: r.pieri@comune.casteldelpiano.gr.it

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO ALUNNI SCUOLA DELL INFANZIA E DELLA SCUOLA PRIMARIA DI CRVICO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER SERVIZIO DI PULIZIA DI STRUTTURE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER SERVIZIO DI PULIZIA DI STRUTTURE COMUNALI COMUNE DI GIOVINAZZO PROV. DI BARI SETTORE SERVIZI ALLA CITTA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER SERVIZIO DI PULIZIA DI STRUTTURE COMUNALI 1 ART. 1 DISCIPLINA PER IL SERVIZIO Il presente Capitolato disciplina

Dettagli

COMUNE DI TAURISANO (PROVINCIA DI LECCE) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI TAURISANO (PROVINCIA DI LECCE) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO 1 COMUNE DI TAURISANO (PROVINCIA DI LECCE) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI PER MESI SEI (01.01.2014 30.06.2014) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Tutte le previsioni del presente

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali COMUNE DI CAER CAPITOLATO D ONERI per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio full-service

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PROVINCIA REGIONALE DI ENNA C.F. 80000810863 Tel. 0935.521111 Fax 0935.500429 I SETTORE AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI DIRIGENTE - Dott.ssa Lucia Antonia Buscemi e-mail: affarigenerali@provincia.enna.it

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO (capitolato emeroteca via del toro) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO Art. 1 - Oggetto dell appalto Il presente appalto ha per oggetto lo svolgimento

Dettagli

COMUNE DI SACROFANO Provincia di Roma CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI

COMUNE DI SACROFANO Provincia di Roma CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI Approvato con DdR n. 12 del 13.03.2015 ART. 1 - OGGETTO E DURATA DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali siti negli

Dettagli

- SETTORE 3 - - LAVORI PUBBLICI -

- SETTORE 3 - - LAVORI PUBBLICI - COMUNE DI CROTONE - SETTORE 3 - - LAVORI PUBBLICI - SERVIZIO DI PULIZIA PALAZZO DI GIUSTIZIA, UFFICI GIUDICE DI PACE E UFFICI UNEP E NISA. OGGETTO TAVOLA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DATA: IL TECNICO

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO INDIVIDUAZIONE DI UN OPERATORE ECONOMICO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E DELLA RELATIVA MANUTENZIONE DI UNA FLOTTA DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO UFFICIO VIII ex DGPOB GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA - MINISTERO DELLA SALUTE. LOTTO 2 COMANDO CARABINIERI

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE Contratto in forma pubblica amministrativa per l affidamento del Progetto VIVERE IN COMUNITÀ ANNO

Dettagli

L anno il giorno, nella sede municipale, innanzi a me dott. Segretario generale del comune di Giovinazzo, legittimato

L anno il giorno, nella sede municipale, innanzi a me dott. Segretario generale del comune di Giovinazzo, legittimato ALLEGATO F SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI GIOVINAZZO E LA COOPERATIVA SOCIALE TIPO B Al SENSI DELL'ART. 5 LEGGE 381/91 PER LA GESTIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO L anno il giorno, nella

Dettagli

Servizio di stenotipia Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale

Servizio di stenotipia Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale Capitolato speciale d appalto Versione: Definitiva Data: 28 luglio 2011 Numero

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM ART. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto il servizio di animazione e socializzazione rivolto

Dettagli

Ff.to Il Dirigente Arch. Marcello Cammera

Ff.to Il Dirigente Arch. Marcello Cammera CITTA DI REGGIO DI CALABRIA Settore Servizi Tecnici Palazzo CE.DIR. Torre 1 Piano IV - Via S. Anna II Tronco Tel. 0965-3622517 Fax 0965-812034 CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Responsabile del Procedimento: VIOLA Maria Grazia Tel: 011/442.6800 MECC. N. 2004 08226/005 N. CRON. 2.351 DEL 11.10.2004 CAPITOLATO SPECIALE

Responsabile del Procedimento: VIOLA Maria Grazia Tel: 011/442.6800 MECC. N. 2004 08226/005 N. CRON. 2.351 DEL 11.10.2004 CAPITOLATO SPECIALE CITTA DI TORINO DIREZIONE ECONOMATO E ARCHIVI SETTORE ACQUISTO DI SERVIZI Ufficio Appalti Pulizie Responsabile del Procedimento: VIOLA Maria Grazia Tel: 011/442.6800 MECC. N. 2004 08226/005 N. CRON. 2.351

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI Art. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Il Comune di Nicolosi,

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE TRA lo Sporting Club Livigno, A.S.D. (C.F/P.IVA. N. 92007190140) con sede in Livigno, in Plazal Dali Schola n. 25, nella

Dettagli

Allegato C COMUNE DI PISA

Allegato C COMUNE DI PISA Allegato C COMUNE DI PISA CAPITOLATO D'ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E GESTIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI A MESSAGGIO VARIABILE O MAXISCHERMI SU AREE DI PROPRIETA DEL COMUNE

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO ALLEGATO B Comune di Verdellino (Provincia di Bergamo) Piazza don Martinelli, 1-24040 Verdellino cod.fisc./p.iva 00321950164 - tel. 0354182811 fax. 0354182899 E-Mail: info@comune.verdellino.bg.it PEC:

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

COMUNE di EDOLO Provincia di Brescia AREA SERVIZI ALLA PERSONA

COMUNE di EDOLO Provincia di Brescia AREA SERVIZI ALLA PERSONA COMUNE di EDOLO Provincia di Brescia 25048 EDOLO (BS) Largo Mazzini n. 1 Tel. 0364/773011 Fax 0364/71162 e-mail: info@comune.edolo.bs.it AREA SERVIZI ALLA PERSONA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFITTO DELL

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RICOVERO, MANTENIMENTO E CURA DI CANI

Dettagli

raccordo con gli insegnanti di classe per gli aspetti scolastico/educativi.

raccordo con gli insegnanti di classe per gli aspetti scolastico/educativi. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA AD ALUNNI CON DISABILITA (PERIODO: 15 settembre 2015 / 30 giugno 2016) CIG: 63388665B3 Art. 1 OGGETTO Oggetto dell appalto

Dettagli

CAPITOLATO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DI UN SERVIZIO DI NOLEGGIO BICICLETTE NEL PARCO DI MONZA.

CAPITOLATO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DI UN SERVIZIO DI NOLEGGIO BICICLETTE NEL PARCO DI MONZA. CAPITOLATO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DI UN SERVIZIO DI NOLEGGIO BICICLETTE NEL PARCO DI MONZA. 1. OGGETTO Il concedente affida al concessionario in esclusiva la gestione dell esercizio di noleggio

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO CAPITOLATO D ONERI REGOLANTE L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI ART. 1 OGGETTO DURATA DELL APPALTO Oggetto dell appalto è l affidamento del servizio di

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Assessorato ai Servizi Sociali Via De Gasperi - Tel. 0831-955400 Fax 0831-955429 Allegato determina n.101 /SS-2015 CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO

Dettagli

COMUNE DI BOLSENA PROVINCIA DI VITERBO

COMUNE DI BOLSENA PROVINCIA DI VITERBO ALL. 1 COMUNE DI BOLSENA PROVINCIA DI VITERBO CAPITOLATO D'ONERI PER L'ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI E DELL EDIFICIO DELL EX OSPEDALE SANTA CRISTINA Codice CIG ZC31467AB1 ART.

Dettagli

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN AFFITTO D AZIENDA DELLA GESTIONE DEL BAR DI PROPRIETA COMUNALE SITUATO PRESSO IL CENTRO CULTURALE ELISA

Dettagli

CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012

CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012 COMUNE DI PRAIANO Provincia di Salerno CIMITERO COMUNALE Servizi Cimiteriali TRIENNIO 2009 2012 CAPITOLATO D ONERI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO La ditta aggiudicataria dei servizi di seppellimento, di custodia

Dettagli