PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI"

Transcript

1 Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore Amministrativo N 163 DEL COMUNU DE MARRÙBIU Provìncia de Aristanis COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano Pratza Roma n u 7 C.A.P Cod. Fisc P. IVA Tel. 0783/85531 Fax 0783/ CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI 1

2 INDICE ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 - DURATA DELL APPALTO ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA ART PULIZIA DEL MERCATO CIVICO ART ORARIO DI SERVIZIO ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA ART CANONE D APPALTO ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO ART CAUZIONE ART PERSONALE ART OBBLIGHI DELL APPALTATORE NEI CONFRONTI DEL PROPRIO PERSONALE ART COPERTURA ASSICURATIVA ART OBBLIGO DI INDIVIDUAZIONE DI UN REFERENTE ART MEZZI ED ATTREZZATURE VARIE ART ONERI DELL'APPALTATORE ART INFORTUNI E DANNI ART CONTROLLI E PENALI ART DETERMINAZIONE DEI PREZZI PER EVENTUALI ESTENSIONI CONTRATTUALI ART MODALITA DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI ART FORO COMPETENTE ART CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA ART DISPOSIZIONI FINALI 2

3 ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei seguenti locali: DESCRIZIONE UBICAZIONE SUPERFICIE MQ. Palazzo Comunale P.zza Roma 891 Uffici Tecnici P.zza Roma 246 Uffici Serv. Sociali - Vigili Urbani Messo P.zza Roma 295 Biblioteca P.zza Manzoni 142 Locali ex Scuola Media (Centro educativo; Scuola civica di musica) Via Gramsci 552 Mercato Civico Via Arborea 287 TOTALE Le dimensioni dei locali sopra riportate hanno carattere meramente indicativo, e sono comprensive dei servizi igienici, ingressi, scale, corridoi, disimpegni, androni, e non includono la superficie dei vetri, per una superficie totale di mq Resta salva la facoltà dell Amministrazione appaltante di estendere o ridurre l oggetto del presente appalto nei limiti di un quinto (1/5) del valore contrattuale, nell ambito delle prescrizioni normative di cui all art 56 comma 5 della Legge Regionale 7 Agosto 2007, n 5, ovvero di sostituire alcuni dei suddetti locali con altri ubicati all interno del centro abitato del Comune di Marrubiu, previo provvedimento motivato, con incremento o decurtazione del canone di gestione in rapporto alla superficie aggiunta o defalcata. ART. 2 - DURATA DELL APPALTO L appalto avrà la durata di anni 3 con inizio presumibilmente il e termine il ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO L'importo a base d'asta è di ,00 + IVA, per l intera durata contrattuale (anni 3), così distinto: Euro ,00 + IVA base d asta soggetto a ribasso; Euro 900,00 + IVA per oneri di sicurezza del personale, non soggetto a ribasso. ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI Non sono rilevabili rischi da interferenza per i quali sia necessario adottare le relative misure di sicurezza. Le pulizie dovranno essere svolte fuori dall orario di servizio come indicato nell art. 13 e sarà cura dell aggiudicatario, qualora durante lo svolgimento del servizio alcuni uffici o ambienti si 3

4 trovassero occupati dal personale, di utilizzare le normali regole di diligenza. Pertanto, non sussistono costi di sicurezza e non è necessario redigere il DUVRI. ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti alla stipulazione del contratto, ivi comprese quelle di registrazione, bolli e diritti di segreteria, sono a totale carico dell aggiudicatario. ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO Il contratto verrà stipulato nella forma pubblico - amministrativa. Qualora l aggiudicatario non si presenti per la stipulazione del contratto alla data stabilita, ovvero non produca la documentazione richiesta nel termine assegnatogli, l amministrazione appaltante avrà la facoltà di procedere all affidamento del servizio al concorrente che segue in graduatoria. In tal caso, l amministrazione comunale potrà richiedere il risarcimento per la maggior spesa sostenuta o danni subiti. ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO E fatto divieto alla Ditta di effettuare la cessione totale o parziale del contratto e il subappalto. ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO Tutti i servizi oggetto del presente appalto sono ad ogni effetto da considerarsi di pubblico interesse e, come tali, non potranno essere sospesi o abbandonati. In caso di sospensione o di abbandono, anche parziale, del servizio, eccettuati i casi di forza maggiore, l Amministrazione potrà senz altro sostituirsi all appaltatore per l esecuzione d ufficio a danno e spese dell inadempiente, oltre ad applicare le previste penalità. ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO L impresa appaltatrice si avvarrà, per l esecuzione del servizio, di personale alle sue dipendenze, di assoluta fiducia e provata riservatezza, che dovrà astenersi dal manomettere e prendere conoscenza di pratiche, documenti e corrispondenza ovunque riposti. Essa dovrà, in particolare, eseguire con la massima cura la pulizia dei locali con le modalità di cui agli art. 10, 11, 12, 13, del presente capitolato, al di fuori dell orario di servizio previsto per gli impiegati comunali e dell orario di apertura al pubblico, quindi tassativamente fuori dal normale orario: - di lavoro degli uffici; - di apertura al pubblico del mercato civico nonché di svolgimento delle relative operazioni di carico/scarico o di lavoro dei rispettivi titolari dei box; - di svolgimento delle attività del centro educativo e della Scuola civica di musica. L'appaltatore, entro 7 giorni dalla avvenuta comunicazione d'aggiudicazione, deve predisporre e trasmettere all Amministrazione il proprio calendario degli interventi, che dovrà essere concordato con il responsabile del servizio. In tale calendario, con riferimento ad ogni singola sede compresa nel servizio, dovranno essere indicati: 1) l orario di inizio e di fine dell'effettuazione del servizio distintamente per ogni giorno feriale lavorativo della settimana; 2) il numero, nome e cognome delle unità di personale addetto; 3) la programmazione temporale delle prestazioni di pulizia richieste con frequenza diversa dalla 4

5 quotidiana con indicazione approssimativa delle date di inizio e di termine delle stesse nonché il numero di unità di personale aggiuntivo adibito; 4) il nominativo del rappresentante dell'appaltatore nonché giorni e ore di presenza presso la struttura. L'appaltatore, salvo casi eccezionali da comunicare tempestivamente, rimane obbligato ad eseguire il servizio rispettando il suddetto calendario. Eventuali modifiche in corso d'anno dovranno essere concordate con il responsabile del servizio. ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO Per attività di pulizia si intendono tutte quelle attività che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza. Tali operazioni sono necessarie per la salvaguardia dello stato igienico-sanitario degli ambienti di lavoro e sono finalizzate ad assicurare il massimo comfort e le migliori condizioni di igiene per garantire il benessere dei lavoratori, amministratori e pubblico nelle sedi oggetto del servizio. Il servizio, pertanto, in esecuzione alle prescrizioni del presente capitolato si estrinseca sinteticamente nelle seguenti attività da effettuare in maniera accurata: - Pulitura, lavatura, disinfezione, spolveratura, aerazione e deodorazione dei locali; - Pulitura di arredi, attrezzi e suppellettili con materiali appropriati e igienizzanti. Le pulizie dovranno essere effettuate con le modalità e con la periodicità specificata nei successivi articoli. In particolare, il servizio di pulizia deve comprendere le seguenti prestazioni: a) svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; b) trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; c) spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; d) spazzatura e lavaggio di corridoi e scale (compreso ascensore); e) pulizia delle sedie, bacheche, arredi e accessori vari collocati lungo i corridoi e atri dell edificio e pulizia della segnaletica interna; f) spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; g) spolveratura a umido dei mobili, arredi, apparecchiature e accessori vari presenti negli uffici; h) spolveratura, con mezzi idonei, di computers, stampanti e fotocopiatori; i) eventuale battitura di stuoie e tappeti all interno e all esterno degli edifici; j) spolveratura e lavaggio di finestre, persiane, avvolgibili, scurini, davanzali, porte e infissi di vario genere; k) spolveratura e lavaggio di lampadari, ringhiere e passamano e lucidatura di maniglie; l) spolveratura e annaffiatura dei vasi di fiori e piante collocate all interno dell edificio; m) spolveratura e pulizia degli scaffali e armadi e delle cartelle e libri, avendo cura di ricollocare questi ultimi nell ordine in cui sono stati sistemati; n) pulizia di balconi, verande e spazi prospicienti l edificio; o) pulizia della sala consiliare in occasione di sedute di consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. p) Spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. Per tutte le pulizie dovranno essere utilizzati esclusivamente detersivi e prodotti ad alto potere disinfettante, non corrosivi, né tossici, biodegradabili nella misura prevista dalla legge, con divieto di uso di sostanze o attrezzi abrasivi o graffianti. Il servizio dovrà essere effettuato con la massima diligenza, avendo cura di pulire in modo scrupoloso anche gli angoli e punti più disagevoli. Il servizio di pulizia dovrà essere prestato con numero adeguato di unità, in modo che i locali possano essere pienamente utilizzati negli orari di servizio del personale ivi impiegato. La pulitura delle parti verniciate o cromate e delle apparecchiature informatiche dovrà essere 5

6 eseguita con mezzi e sistemi tali da non danneggiarle. La spolveratura di tappeti, divani, mobili, pareti, ecc.. dovrà essere eseguita con mezzi idonei a non causare danni. In caso di mancanza di acqua per interruzione dell erogazione o per altre cause di forza maggiore l appaltatore sarà tenuto all approvvigionamento necessario per le pulizie giornaliere. Durante il corso di eventuali lavori di ristrutturazione, quando nei locali non verranno sospesi i servizi normali d ufficio, l appaltatore sarà tenuto a continuare il servizio di pulizia. La ditta appaltatrice assume l impegno di svolgere le pulizie anche con interventi straordinari e senza maggiorazione di compenso qualora debbano eseguirsi nell edificio lavori di breve durata, comunque non superiori a cinque giorni. Nell ipotesi di lavori di più lunga durata, il maggiore servizio prestato dalla Ditta Appaltatrice, se ritenuto eccedente la prestazione dedotta in contratto, verrà remunerato con specifico provvedimento di impegno spesa da parte del funzionario competente. Per l intervento straordinario verrà corrisposta una somma calcolata sulla base degli importi a mq. risultanti dall esito della gara. E vietato l utilizzo di materiali e prodotti che possano arrecare un qualsiasi tipo di danno ai locali inclusi nel presente appalto di pulizie e alle cose ivi collocate. I vetri e quant altro venga rotto o danneggiato dal personale dell appaltatore dovrà essere immediatamente sostituito a cura e spese dell appaltatore medesimo. Tutti gli attrezzi e i materiali per l esecuzione del servizio dovranno essere forniti a cura e spese del prestatore il quale dovrà provvedere altresì, con propri recipienti ermeticamente chiusi, alla raccolta dell immondizia dei locali suddetti e al trasporto della stessa negli appositi cassonetti per la raccolta differenziata. Non sarà consentito depositare o accantonare materiali ed utensili di pulizia negli atri, nei corridoi, nelle scalinate, nei servizi igienici o in altri ambienti degli edifici. L appaltatore dovrà dotarsi di armadietto chiuso per la custodia dei materiali e attrezzi da utilizzare per le pulizie. ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA Il servizio di pulizia del palazzo comunale e degli edifici che ospitano i diversi uffici e servizi comunali di Piazza Roma, Piazza Manzoni e Via Gramsci, dovrà essere eseguito con la periodicità di seguito stabilita e le modalità appresso indicate: - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì), svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata posizionati all esterno dell edificio; spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura di corridoi e scale (compreso eventuale ascensore); pulizia delle sedie collocate lungo i corridoi e atri dell edificio; - due volte alla settimana, spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; lavaggio di corridoi, disimpegni, atri e scale; spolveratura a umido dei mobili, arredi, computers, stampanti, accessori vari presenti negli uffici; spolveratura a umido di tutti i punti di contatto comuni (es. telefoni, interruttori, etc.); - una volta alla settimana, spolveratura a umido delle bacheche, segnaletica interna e accessori vari presenti nei corridoi e atri; pulizia di verande e balconi; pulizia degli spazi prospicienti l edificio; - ogni mese, lavaggio, lucidatura e pulizia di vetri, finestre, lampadari, porte e corrimano; lucidatura delle maniglie e spolveratura dei fiori; spolveratura e pulizia degli interni degli scaffali, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - ogni mese, spazzatura e lavaggio dei pavimenti della scala e stanze del sottopiano (archivio) del Palazzo Comunale; spolveratura a umido di tutti gli scaffali, dei mobili, degli arredi e delle porte; spolveratura e pulizia degli scaffali delle cartelle e libri avendo cura di ricollocare nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - due volte al mese pulizia accurata degli scaffali e libri della Biblioteca, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati. 6

7 - la pulizia della sala consiliare in occasione delle sedute del consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. Tale pulizia comprende la spazzatura e lavaggio di pavimenti; spolveratura a umido degli arredi, strumenti e accessori vari; lavaggio di vetri e finestre; svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti. Tali operazioni dovranno essere effettuate sia prima che dopo l utilizzo della sala consiliare e ordinariamente non meno di una volta alla settimana. - La pulizia dei locali adibiti a scuola civica di musica si sospende nel periodo estivo (luglio agosto settembre). ART. 12 PULIZIA DEL MERCATO CIVICO - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al sabato): spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici riservati al pubblico e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura, lavaggio del corridoio, atrio, ingressi, trasporto e sistemazione dei rifiuti derivanti dalla pulizia negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; - ogni mese: pulizia dei box non assegnati, consistente nella spazzatura, lavaggio dei pavimenti e pareti lavabili, spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti, trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; ART ORARIO DI SERVIZIO Il servizio di pulizie dovrà essere prestato in orari tali da non ostacolare l attività degli uffici e di istituto e da non arrecare incomodo o molestia al pubblico, come concordato con il funzionario comunale incaricato della gestione dell appalto e secondo i giorni e gli orari di seguito riportat, secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato: Palazzo Comunale, Uffici tecnici, Ufficio Servizi Sociali-Vigili Urbani: tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì, esclusi il martedì e il giovedi), dalle ore 15,00; il martedì e il giovedi dalle ore 18,40. Archivio comunale: secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato. Biblioteca: il martedi, mercoledi, giovedi prima delle ore 10; gli altri giorni prima delle ore 15 o dopo le ore 20. Locali Via Gramsci. Tutti i giorni lavorativi prima delle ore Mercato Civico: tutti i giorni lavorativi dopo le ore 14,30. Orario di servizio minimo da garantire: ore annue. ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA In caso di sciopero del personale addetto, la ditta deve porre in atto tutte le misure necessarie ed idonee affinché venga garantito comunque il servizio essenziale. In caso di inottemperanza l'amministrazione Comunale ha comunque la facoltà di procedere all'esecuzione d'ufficio dei mancati interventi, causati da scioperi del personale dipendente della ditta appaltatrice, addebitando a quest'ultima l'eventuale maggior costo sostenuto rispetto a quanto contrattualmente pattuito. Lo sciopero del personale dipendente della ditta deve essere comunicato all Amministrazione Comunale, almeno 48 (quarantotto) ore prima, della data di inizio. La tardiva o mancata comunicazione potrà comportare l applicazione di una penale compresa tra 150,00 e 300,00 euro. 7

8 ART. 15 CANONE D APPALTO Per l esecuzione del servizio oggetto dell appalto, il Comune corrisponderà all appaltatore, previa verifica sullo svolgimento del servizio, il canone di gestione risultante dall aggiudicazione della gara. Il canone verrà corrisposto a rate mensili posticipate, a seguito di emissione di regolare fattura ed entro 30 giorni dal ricevimento della stessa, previa esibizione: della documentazione attestante l avvenuto versamento dei contributi previdenziali e assicurativi obbligatori contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali del personale impiegato, ai sensi dell art. 5 della legge 82/1994; di attestazione, da parte dell appaltatore, di aver corrisposto al personale quanto dovuto a titolo di retribuzione, indennità ed emolumenti accessori. di idonea documentazione atta a comprovare che il servizio è stato regolarmente espletamento nel mese cui si riferisce la fattura. Qualora l Appaltatore risulti inadempiente all obbligo di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali o di pagamento delle retribuzioni correnti in favore del personale addetto al servizio appaltato, compresi i soci lavoratori, se trattasi di società cooperativa, oppure ancora alle disposizioni degli Istituti previdenziali per contributi e premi obbligatori, il Committente procederà alla sospensione del pagamento del corrispettivo ed assegnerà all Appaltatore il termine massimo di 20 (venti) giorni entro il quale dovrà procedere alla regolarizzazione della sua posizione. Il pagamento del corrispettivo sarà nuovamente effettuato ad avvenuta regolarizzazione comprovata da idonea documentazione. L Appaltatore non potrà opporre eccezioni, né avrà titolo a risarcimento di danni o riconoscimenti di interessi per detta sospensione dei pagamenti dei corrispettivi. Qualora l Appaltatore non adempia entro il suddetto termine, il Committente, previa diffida ad adempiere, procederà alla risoluzione del contratto per colpa dell Appaltatore e destinerà gli importi non liquidati al soddisfacimento dei crediti vantati a norma di legge, di contratto ed accordi collettivi, dal personale e dagli Istituti previdenziali. Nell ipotesi di ritardato pagamento non dipendente da causa dell appaltatore, quest ultimo non potrà sospendere il servizio ma avrà diritto all interesse legale per ritardato pagamento delle fatture. Con il canone corrisposto l appaltatore s intende soddisfatto di qualsiasi sua spettanza nei confronti del Comune per il servizio di che trattasi e non ha, quindi, diritto a nuovi o maggiori compensi. ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO Il contratto, qualora ne ricorrano i presupposti, sarà sottoposto a revisione periodica nei limiti e con le modalità di cui all art. 115 del D.Lgs 12/04/2006 n 163. ART CAUZIONE La ditta aggiudicataria dovrà versare cauzione definitiva - di cui all articolo 113 del D.Lgs 12/04/2006 n nella misura del 10% dell importo dell appalto e potrà essere costituita: - da deposito in contanti (infruttifero) mediante versamento su c.c.p. n intestato al Comune di Marrubiu Servizio Tesoreria. - da fideiussione bancaria o polizza assicurativa rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art. 107 del Decreto Legislativo 1 settembre 1993, n La mancata costituzione della cauzione definitiva determina la decadenza dell offerente dall aggiudicazione e l impossibilità pertanto di stipulare il contratto. La fidejussione bancaria o assicurativa dovrà recare espressa clausola: di rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale. di rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile. 8

9 di operatività entro 15 (quindici giorni), a semplice richiesta scritta dell'amministrazione comunale. Fermo restando quanto sopra, lo svincolo dovrà avvenire entro trenta giorni dalla richiesta presentata dalla ditta affidataria del servizio. La cauzione definitiva costituirà la garanzia: a) dell'esatto adempimento degli obblighi contrattuali; b) del risarcimento dei danni provocati dalla ditta aggiudicatrice e dal personale da essa impiegato; c) dei rimborsi di somme che l Amministrazione dovesse effettuare per fatto colpevole della ditta affidataria e del personale da essa impiegato. Nei casi suindicati l Amministrazione provvederà ad incamerare la cauzione fino a concorrenza delle somme necessarie, con obbligo dell appaltatore di reintegrare l importo cauzionale originario. L importo della cauzione definitiva è ridotto al 50% per le ditte alle quali venga rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000, relativa all attività oggetto dell appalto. In tal caso la ditta dovrà accludere la copia della certificazione di qualità o autocertificarne il possesso. E fatta salva la possibilità dell ente di procedere a verifica ed eventualmente chiedere l integrazione della cauzione. ART PERSONALE L appaltatore dovrà disporre di un organico sufficiente e idoneo, per numero e qualifica, a garantire un ottimo espletamento del servizio in modo da non ostacolare l attività degli uffici e l attività d istituto svolta nei singoli locali. Il personale dovrà essere capace e fisicamente idoneo. L appaltatore dovrà altresì provvedere: - alle opportune sostituzioni in caso di assenze dovute a qualsiasi causa o motivo, senza che ciò dia titolo ad ulteriori compensi, fermo restando gli obblighi e le responsabilità di cui ai successivi articoli; - alla sostituzione dei dipendenti che tengano una condotta indecorosa o che siano trascurati nel servizio, che violino l obbligo di riservatezza ovvero che usino un linguaggio scorretto e riprovevole. L appaltatore s impegna, altresì, a sanzionare il personale che abbia commesso scorrettezze, su segnalazione del Comune. Nello svolgimento di tutti i servizi contemplati nel presente capitolato, devono essere sempre salvaguardati, nel migliore dei modi, l igiene ed il decoro. Il personale è tenuto all osservanza di tutte le disposizioni e regolamenti emanati ed emananti dell amministrazione comunale e di quelle impartite dall appaltatore. ART OBBLIGHI DELL APPALTATORE NEI CONFRONTI DEL PROPRIO PERSONALE L Appaltatore assicura il rispetto della vigente normativa fiscale, previdenziale, assistenziale ed assicurativa nei confronti del proprio personale, assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. L Appaltatore si obbliga ad applicare nei confronti dei lavoratori occupati nelle prestazioni oggetto del servizio condizioni normative e retributive non inferiori a quelle stabilite dal C.C.N.L. e territoriale della categoria al tempo della stipulazione del contratto d appalto, nonché le condizioni risultanti da ogni altro atto o contratto collettivo successivamente stipulato per la categoria, applicabili in provincia di Oristano. I suddetti obblighi vincolano l Impresa anche qualora non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse. Qualsiasi inosservanza in dette materie da parte dell Impresa può essere causa di risoluzione contrattuale in danno dell impresa stessa. L Amministrazione è sollevata da qualsiasi obbligo o responsabilità per quanto riguarda le retribuzioni, i contributi assicurativi e previdenziali, l assicurazione contro gli infortuni e la responsabilità verso terzi. L Impresa è tenuta ad esibire i libri paga e matricola del personale addetto al servizio su richiesta dell Amministrazione. 9

10 Nel corso dell esecuzione del servizio in generale, ed in particolare modo nell espletamento dei lavori a rischio, quali la pulizia esterna delle vetrate e dei pianerottoli esterni, l Impresa dovrà utilizzare attrezzature munite delle necessarie omologazioni di sicurezza e dovrà assicurare il rispetto di tutte le norme antinfortunistiche previste dalle vigenti normative in materia. L Impresa dovrà rispettare le norme relative alla sicurezza e alla salute dei lavoratori dotando il personale di strumenti e mezzi di protezione idonei, quando necessario, in relazione ai servizi da svolgersi. Il mancato rispetto delle norme di sicurezza ed antinfortunistiche, se rilevate dall Amministrazione, potrà essere causa di risoluzione del contratto in danno dell Impresa. L Impresa dovrà impartire istruzioni al personale addetto circa le modalità di esecuzione del servizio stabilite nel presente capitolato e sui rischi specifici esistenti negli ambienti interessati al servizio. ART COPERTURA ASSICURATIVA La ditta affidataria dovrà stipulare apposita polizza assicurativa a copertura del rischio di responsabilità civile verso terzi (RCT), a garanzia di eventuali danni che potrebbero essere causati a persone o cose nella gestione del servizio. Il massimale di polizza non dovrà essere inferiore a euro ,00. Copia conforme della polizza sarà fornita dalla ditta aggiudicataria all ufficio di Direzione e Affari Generali prima della stipula del contratto. L esistenza di tale polizza non esonera, in ogni caso, l affidatario dalle proprie responsabilità, avendo solo lo scopo di costituire ulteriore garanzia. ART OBBLIGO DI INDIVIDUAZIONE DI UN REFERENTE L Appaltatore avrà l obbligo di individuare, anche nell ambito dello stesso personale addetto al servizio, una figura cui affidare il compito e la responsabilità di coordinare l attività dell intero gruppo di lavoro e di monitorare, sorvegliare e verificare quotidianamente il servizio svolto nei diversi locali oggetto d appalto, nonché di attestarne la regolarità di esecuzione. La ditta sarà tenuta a comunicare all Amministrazione Appaltante il nominativo di tale incaricato prima che abbia inizio l esecuzione dell appalto. Detto incaricato dovrà essere reperibile, all occorrenza, in qualunque ora della giornata (dalle ore 8,00, fino alle ore 20,00) e dovrà fungere da referente della ditta nei rapporti quotidiani da intrattenere con l Amministrazione Appaltante. Sarà, quindi, compito del referente ricevere ogni tipo di segnalazione da parte dell Ente Appaltante, comprese le segnalazioni di eventuali disservizi, nonché adottare tutte le misure atte a porre rimedio ai problemi segnalati. ART MEZZI ED ATTREZZATURE VARIE L appaltatore dovrà provvedere a sue cure e spese a tutto il materiale necessario e a tutte le attrezzature occorrenti per la completa e perfetta esecuzione del servizio. Tutto il materiale in uso dovrà essere tenuto in buono stato. L Amministrazione avrà facoltà di effettuare periodiche ispezioni per constatare lo stato di manutenzione delle attrezzature e dei materiali. L appaltatore si obbliga ad effettuare senza indugio le riparazioni e le sostituzioni che gli verranno ordinate. ART ONERI DELL'APPALTATORE L appaltatore si impegna a provvedere a sue spese: - al pagamento, senza rivalsa, di tutte le imposte e tasse che gravano o potranno gravare in qualsiasi modo sull appaltatore, per i servizi previsti nel presente capitolato; - alle assicurazioni di ogni specie, anche per i danni a cose o persone; 10

11 - a tutte le spese di qualunque entità e specie, necessarie per la perfetta esecuzione dei servizi affidati. ART INFORTUNI E DANNI L appaltatore è responsabile di qualsiasi danno ed inconveniente causati direttamente all amministrazione o a terzi dal personale addetto al servizio e di ogni altro danno e inconveniente dipendente dalla gestione del servizio stesso. Resta a completo carico dell appaltatore qualsiasi risarcimento, senza diritto di rivalsa o di compensi da parte del Comune, salvi gli interventi da parte di società assicuratrici presso le quali l appaltatore abbia eventualmente contratto apposite polizze. ART CONTROLLI E PENALI Il servizio è sottoposto alla vigilanza e controllo da parte dell Amministrazione e in caso di accertate inadempienze agli obblighi contrattuali, l appaltatore, oltre ad ovviare alle infrazioni contestategli nel termine stabilito, sarà passibile di sanzioni pecuniarie da un minimo di 25,00 per le violazioni più lievi, ad un massimo di 250,00 per quelle più gravi, per ogni giorno in cui si verifichi l inadempienza, da applicarsi con provvedimento del funzionario competente. L applicazione della penale sarà preceduta da regolare contestazione dell inadempienza. L appaltatore, nei tre giorni dalla data di notifica dell addebito, potrà presentare le proprie giustificazioni sulle quali deciderà il funzionario preposto. L ammontare delle penali sarà ritenuto dalle somme dovute all appaltatore e, all occorrenza, sarà prelevato dalla cauzione. Qualora si verifichino le sotto indicate inadempienze contrattuali l Ente Appaltante potrà applicare, con la garanzia del contraddittorio, le seguenti penali: penale di euro 75,00 per inottemperanza a intimazione scritta o verbale dell Ente Appaltante, rivolta alla Ditta allo scopo di porre rimedio ad un problema connesso a inesatto o parziale adempimento degli obblighi contrattuali; penale di euro 50,00 per inosservanza dell orario concordato per le pulizie; penale di euro 100,00 per inosservanza dell orario concordato per le pulizie, nell ipotesi di recidiva contestata per iscritto due volte; penale di euro 50,00 per inesatto e/o parziale adempimento della prestazione, rispetto alla tipologia e frequenza prevista in contratto; penale di euro 150,00 per inesatto e/o parziale adempimento della prestazione, rispetto alla tipologia e frequenza prevista in contratto in caso di recidiva contestata per iscritto due volte; penale di euro 50,00 per irreperibilità del referente della ditta negli orari contrattualmente stabiliti; penale di euro 150,00 per irreperibilità del referente della ditta negli orari contrattualmente stabiliti, contestata per iscritto due volte; penale di euro 250,00 in caso di recidiva nelle infrazioni sopra indicate. L Amministrazione ha la facoltà, in caso di mancato o trascurato servizio, di far eseguire da altri o di acquistare - a mezzo del servizio economato il materiale e gli strumenti occorrenti alla pulizia, a spese della ditta appaltatrice stessa senza il concorso di alcuna formalità. Gli eventuali danni e spese a carico della ditta appaltatrice verranno ritenuti sul corrispettivo mensile, da fatturarsi per intero anche in questo caso. In caso di recesso dal contratto, la ditta deve dare preavviso almeno tre mesi prima ed alla stessa sarà addebitata la maggiore spesa per il riappalto, computata fino alla normale scadenza dell appalto. ART DETERMINAZIONE DEI PREZZI PER EVENTUALI ESTENSIONI CONTRATTUALI. 11

12 Se nel periodo contrattuale dovesse ravvisarsi la necessità di estendere il presente appalto di pulizie a nuovi locali, il canone aggiuntivo verrà determinato sulla base degli importi a mq. risultanti dall esito della gara. ART MODALITA DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI La copertura finanziaria è garantita mediante fondi dell Amministrazione Comunale. I pagamenti avverranno secondo le modalità indicate nell art. 15 del presente capitolato speciale. ART FORO COMPETENTE Il foro competente per la risoluzione giudiziale delle controversie che dovessero insorgere tra le parti contraenti in ordine all esecuzione del presente appalto è quello territoriale di Oristano. ART CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA L Amministrazione si riserva la facoltà di risolvere il contratto ai sensi dell art del codice civile, in qualunque tempo, senza alcun genere di indennità e compenso per l appaltatore, qualora ricorrano le seguenti ipotesi: - reiterata o grave violazione degli obblighi di cui agli artt. 10, 11, del presente capitolato, inerenti agli orari, alle modalità e alla frequenza del servizio; - interruzione ingiustificata del servizio protratta per oltre 3 giorni; - ritardo nel pagamento delle retribuzioni e dei contributi previdenziali ed assicurativi dei propri dipendenti, tale da incidere sulla qualità della prestazione e sulla esattezza e puntualità nella esecuzione del servizio; - gravi irregolarità o negligenze nell esecuzione del servizio; - reiterazione per la terza volta delle inadempienze agli obblighi contrattuali indicati nei precedenti art. 10, 11, ; - sopravvenuti gravi motivi di pubblico interesse. In caso di risoluzione all appaltatore sarà accreditato il semplice importo del servizio regolarmente espletato, con deduzione, però, dell ammontare delle penali per i ritardi eventualmente già maturati al momento della risoluzione e restando comunque salva ogni ragione ed azione per rivalsa di danni che siano conseguenza di inadempimento degli impegni contrattuali assunti dall appaltatore. ART DISPOSIZIONI FINALI Per quanto non previsto nel presente capitolato, e in ogni altro atto della procedura si intende fare riferimento alle leggi e ai regolamenti vigenti. 12

13 Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore Amministrativo N 163 DEL COMUNU DE MARRÙBIU Provìncia de Aristanis COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano Pratza Roma n u 7 C.A.P Cod. Fisc P. IVA Tel. 0783/85531 Fax 0783/ CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA PALAZZO COMUNALE E LOCALI VARI 1

14 INDICE ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 - DURATA DELL APPALTO ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA ART PULIZIA DEL MERCATO CIVICO ART ORARIO DI SERVIZIO ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA ART CANONE D APPALTO ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO ART CAUZIONE ART PERSONALE ART OBBLIGHI DELL APPALTATORE NEI CONFRONTI DEL PROPRIO PERSONALE ART COPERTURA ASSICURATIVA ART OBBLIGO DI INDIVIDUAZIONE DI UN REFERENTE ART MEZZI ED ATTREZZATURE VARIE ART ONERI DELL'APPALTATORE ART INFORTUNI E DANNI ART CONTROLLI E PENALI ART DETERMINAZIONE DEI PREZZI PER EVENTUALI ESTENSIONI CONTRATTUALI ART MODALITA DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI ART FORO COMPETENTE ART CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA ART DISPOSIZIONI FINALI 2

15 ART. 1 - SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei seguenti locali: DESCRIZIONE UBICAZIONE SUPERFICIE MQ. Palazzo Comunale P.zza Roma 891 Uffici Tecnici P.zza Roma 246 Uffici Serv. Sociali - Vigili Urbani Messo P.zza Roma 295 Biblioteca P.zza Manzoni 142 Locali ex Scuola Media (Centro educativo; Scuola civica di musica) Via Gramsci 552 Mercato Civico Via Arborea 287 TOTALE Le dimensioni dei locali sopra riportate hanno carattere meramente indicativo, e sono comprensive dei servizi igienici, ingressi, scale, corridoi, disimpegni, androni, e non includono la superficie dei vetri, per una superficie totale di mq Resta salva la facoltà dell Amministrazione appaltante di estendere o ridurre l oggetto del presente appalto nei limiti di un quinto (1/5) del valore contrattuale, nell ambito delle prescrizioni normative di cui all art 56 comma 5 della Legge Regionale 7 Agosto 2007, n 5, ovvero di sostituire alcuni dei suddetti locali con altri ubicati all interno del centro abitato del Comune di Marrubiu, previo provvedimento motivato, con incremento o decurtazione del canone di gestione in rapporto alla superficie aggiunta o defalcata. ART. 2 - DURATA DELL APPALTO L appalto avrà la durata di anni 3 con inizio presumibilmente il e termine il ART. 3 - IMPORTO DELL APPALTO L'importo a base d'asta è di ,00 + IVA, per l intera durata contrattuale (anni 3), così distinto: Euro ,00 + IVA base d asta soggetto a ribasso; Euro 900,00 + IVA per oneri di sicurezza del personale, non soggetto a ribasso. ART. 4 - DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI Non sono rilevabili rischi da interferenza per i quali sia necessario adottare le relative misure di sicurezza. Le pulizie dovranno essere svolte fuori dall orario di servizio come indicato nell art. 13 e sarà cura dell aggiudicatario, qualora durante lo svolgimento del servizio alcuni uffici o ambienti si 3

16 trovassero occupati dal personale, di utilizzare le normali regole di diligenza. Pertanto, non sussistono costi di sicurezza e non è necessario redigere il DUVRI. ART. 5 - SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti alla stipulazione del contratto, ivi comprese quelle di registrazione, bolli e diritti di segreteria, sono a totale carico dell aggiudicatario. ART. 6 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO Il contratto verrà stipulato nella forma pubblico - amministrativa. Qualora l aggiudicatario non si presenti per la stipulazione del contratto alla data stabilita, ovvero non produca la documentazione richiesta nel termine assegnatogli, l amministrazione appaltante avrà la facoltà di procedere all affidamento del servizio al concorrente che segue in graduatoria. In tal caso, l amministrazione comunale potrà richiedere il risarcimento per la maggior spesa sostenuta o danni subiti. ART. 7 - CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO E fatto divieto alla Ditta di effettuare la cessione totale o parziale del contratto e il subappalto. ART. 8 - CARATTERE DEL SERVIZIO Tutti i servizi oggetto del presente appalto sono ad ogni effetto da considerarsi di pubblico interesse e, come tali, non potranno essere sospesi o abbandonati. In caso di sospensione o di abbandono, anche parziale, del servizio, eccettuati i casi di forza maggiore, l Amministrazione potrà senz altro sostituirsi all appaltatore per l esecuzione d ufficio a danno e spese dell inadempiente, oltre ad applicare le previste penalità. ART. 9 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO L impresa appaltatrice si avvarrà, per l esecuzione del servizio, di personale alle sue dipendenze, di assoluta fiducia e provata riservatezza, che dovrà astenersi dal manomettere e prendere conoscenza di pratiche, documenti e corrispondenza ovunque riposti. Essa dovrà, in particolare, eseguire con la massima cura la pulizia dei locali con le modalità di cui agli art. 10, 11, 12, 13, del presente capitolato, al di fuori dell orario di servizio previsto per gli impiegati comunali e dell orario di apertura al pubblico, quindi tassativamente fuori dal normale orario: - di lavoro degli uffici; - di apertura al pubblico del mercato civico nonché di svolgimento delle relative operazioni di carico/scarico o di lavoro dei rispettivi titolari dei box; - di svolgimento delle attività del centro educativo e della Scuola civica di musica. L'appaltatore, entro 7 giorni dalla avvenuta comunicazione d'aggiudicazione, deve predisporre e trasmettere all Amministrazione il proprio calendario degli interventi, che dovrà essere concordato con il responsabile del servizio. In tale calendario, con riferimento ad ogni singola sede compresa nel servizio, dovranno essere indicati: 1) l orario di inizio e di fine dell'effettuazione del servizio distintamente per ogni giorno feriale lavorativo della settimana; 2) il numero, nome e cognome delle unità di personale addetto; 3) la programmazione temporale delle prestazioni di pulizia richieste con frequenza diversa dalla 4

17 quotidiana con indicazione approssimativa delle date di inizio e di termine delle stesse nonché il numero di unità di personale aggiuntivo adibito; 4) il nominativo del rappresentante dell'appaltatore nonché giorni e ore di presenza presso la struttura. L'appaltatore, salvo casi eccezionali da comunicare tempestivamente, rimane obbligato ad eseguire il servizio rispettando il suddetto calendario. Eventuali modifiche in corso d'anno dovranno essere concordate con il responsabile del servizio. ART MODALITA DI ESPLETAMENTO DELL APPALTO Per attività di pulizia si intendono tutte quelle attività che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rimuovere polveri, materiale non desiderato o sporcizia da superfici, oggetti, ambienti confinati ed aree di pertinenza. Tali operazioni sono necessarie per la salvaguardia dello stato igienico-sanitario degli ambienti di lavoro e sono finalizzate ad assicurare il massimo comfort e le migliori condizioni di igiene per garantire il benessere dei lavoratori, amministratori e pubblico nelle sedi oggetto del servizio. Il servizio, pertanto, in esecuzione alle prescrizioni del presente capitolato si estrinseca sinteticamente nelle seguenti attività da effettuare in maniera accurata: - Pulitura, lavatura, disinfezione, spolveratura, aerazione e deodorazione dei locali; - Pulitura di arredi, attrezzi e suppellettili con materiali appropriati e igienizzanti. Le pulizie dovranno essere effettuate con le modalità e con la periodicità specificata nei successivi articoli. In particolare, il servizio di pulizia deve comprendere le seguenti prestazioni: a) svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; b) trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; c) spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; d) spazzatura e lavaggio di corridoi e scale (compreso ascensore); e) pulizia delle sedie, bacheche, arredi e accessori vari collocati lungo i corridoi e atri dell edificio e pulizia della segnaletica interna; f) spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; g) spolveratura a umido dei mobili, arredi, apparecchiature e accessori vari presenti negli uffici; h) spolveratura, con mezzi idonei, di computers, stampanti e fotocopiatori; i) eventuale battitura di stuoie e tappeti all interno e all esterno degli edifici; j) spolveratura e lavaggio di finestre, persiane, avvolgibili, scurini, davanzali, porte e infissi di vario genere; k) spolveratura e lavaggio di lampadari, ringhiere e passamano e lucidatura di maniglie; l) spolveratura e annaffiatura dei vasi di fiori e piante collocate all interno dell edificio; m) spolveratura e pulizia degli scaffali e armadi e delle cartelle e libri, avendo cura di ricollocare questi ultimi nell ordine in cui sono stati sistemati; n) pulizia di balconi, verande e spazi prospicienti l edificio; o) pulizia della sala consiliare in occasione di sedute di consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. p) Spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. Per tutte le pulizie dovranno essere utilizzati esclusivamente detersivi e prodotti ad alto potere disinfettante, non corrosivi, né tossici, biodegradabili nella misura prevista dalla legge, con divieto di uso di sostanze o attrezzi abrasivi o graffianti. Il servizio dovrà essere effettuato con la massima diligenza, avendo cura di pulire in modo scrupoloso anche gli angoli e punti più disagevoli. Il servizio di pulizia dovrà essere prestato con numero adeguato di unità, in modo che i locali possano essere pienamente utilizzati negli orari di servizio del personale ivi impiegato. La pulitura delle parti verniciate o cromate e delle apparecchiature informatiche dovrà essere 5

18 eseguita con mezzi e sistemi tali da non danneggiarle. La spolveratura di tappeti, divani, mobili, pareti, ecc.. dovrà essere eseguita con mezzi idonei a non causare danni. In caso di mancanza di acqua per interruzione dell erogazione o per altre cause di forza maggiore l appaltatore sarà tenuto all approvvigionamento necessario per le pulizie giornaliere. Durante il corso di eventuali lavori di ristrutturazione, quando nei locali non verranno sospesi i servizi normali d ufficio, l appaltatore sarà tenuto a continuare il servizio di pulizia. La ditta appaltatrice assume l impegno di svolgere le pulizie anche con interventi straordinari e senza maggiorazione di compenso qualora debbano eseguirsi nell edificio lavori di breve durata, comunque non superiori a cinque giorni. Nell ipotesi di lavori di più lunga durata, il maggiore servizio prestato dalla Ditta Appaltatrice, se ritenuto eccedente la prestazione dedotta in contratto, verrà remunerato con specifico provvedimento di impegno spesa da parte del funzionario competente. Per l intervento straordinario verrà corrisposta una somma calcolata sulla base degli importi a mq. risultanti dall esito della gara. E vietato l utilizzo di materiali e prodotti che possano arrecare un qualsiasi tipo di danno ai locali inclusi nel presente appalto di pulizie e alle cose ivi collocate. I vetri e quant altro venga rotto o danneggiato dal personale dell appaltatore dovrà essere immediatamente sostituito a cura e spese dell appaltatore medesimo. Tutti gli attrezzi e i materiali per l esecuzione del servizio dovranno essere forniti a cura e spese del prestatore il quale dovrà provvedere altresì, con propri recipienti ermeticamente chiusi, alla raccolta dell immondizia dei locali suddetti e al trasporto della stessa negli appositi cassonetti per la raccolta differenziata. Non sarà consentito depositare o accantonare materiali ed utensili di pulizia negli atri, nei corridoi, nelle scalinate, nei servizi igienici o in altri ambienti degli edifici. L appaltatore dovrà dotarsi di armadietto chiuso per la custodia dei materiali e attrezzi da utilizzare per le pulizie. ART PULIZIE DEL PALAZZO COMUNALE, UFFICI, BIBLIOTECA, CENTRO EDUCATIVO, SCUOLA DI MUSICA Il servizio di pulizia del palazzo comunale e degli edifici che ospitano i diversi uffici e servizi comunali di Piazza Roma, Piazza Manzoni e Via Gramsci, dovrà essere eseguito con la periodicità di seguito stabilita e le modalità appresso indicate: - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì), svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti; trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata posizionati all esterno dell edificio; spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura di corridoi e scale (compreso eventuale ascensore); pulizia delle sedie collocate lungo i corridoi e atri dell edificio; - due volte alla settimana, spazzatura e lavaggio dei pavimenti degli uffici e stanze all interno dell edificio; lavaggio di corridoi, disimpegni, atri e scale; spolveratura a umido dei mobili, arredi, computers, stampanti, accessori vari presenti negli uffici; spolveratura a umido di tutti i punti di contatto comuni (es. telefoni, interruttori, etc.); - una volta alla settimana, spolveratura a umido delle bacheche, segnaletica interna e accessori vari presenti nei corridoi e atri; pulizia di verande e balconi; pulizia degli spazi prospicienti l edificio; - ogni mese, lavaggio, lucidatura e pulizia di vetri, finestre, lampadari, porte e corrimano; lucidatura delle maniglie e spolveratura dei fiori; spolveratura e pulizia degli interni degli scaffali, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - ogni mese, spazzatura e lavaggio dei pavimenti della scala e stanze del sottopiano (archivio) del Palazzo Comunale; spolveratura a umido di tutti gli scaffali, dei mobili, degli arredi e delle porte; spolveratura e pulizia degli scaffali delle cartelle e libri avendo cura di ricollocare nell ordine in cui sono stati sistemati; spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti. - due volte al mese pulizia accurata degli scaffali e libri della Biblioteca, avendo cura di ricollocare i libri nell ordine in cui sono stati sistemati. 6

19 - la pulizia della sala consiliare in occasione delle sedute del consiglio comunale o di manifestazioni culturali ovvero di altro genere che dovessero tenersi in detta sala. Tale pulizia comprende la spazzatura e lavaggio di pavimenti; spolveratura a umido degli arredi, strumenti e accessori vari; lavaggio di vetri e finestre; svuotamento, pulizia e riposizionamento di tutti i cestini o contenitori porta carta e cestini o contenitori porta rifiuti. Tali operazioni dovranno essere effettuate sia prima che dopo l utilizzo della sala consiliare e ordinariamente non meno di una volta alla settimana. - La pulizia dei locali adibiti a scuola civica di musica si sospende nel periodo estivo (luglio agosto settembre). ART. 12 PULIZIA DEL MERCATO CIVICO - tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al sabato): spazzatura, lavaggio, disinfezione e deodorazione dei servizi igienici riservati al pubblico e dei relativi pavimenti e pareti lavabili; spazzatura, lavaggio del corridoio, atrio, ingressi, trasporto e sistemazione dei rifiuti derivanti dalla pulizia negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; - ogni mese: pulizia dei box non assegnati, consistente nella spazzatura, lavaggio dei pavimenti e pareti lavabili, spolveratura di pareti, zoccolature e soffitti, trasporto e sistemazione dei rifiuti negli appositi sacchi e/o contenitori per la raccolta differenziata; ART ORARIO DI SERVIZIO Il servizio di pulizie dovrà essere prestato in orari tali da non ostacolare l attività degli uffici e di istituto e da non arrecare incomodo o molestia al pubblico, come concordato con il funzionario comunale incaricato della gestione dell appalto e secondo i giorni e gli orari di seguito riportat, secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato: Palazzo Comunale, Uffici tecnici, Ufficio Servizi Sociali-Vigili Urbani: tutti i giorni lavorativi (dal lunedì al venerdì, esclusi il martedì e il giovedi), dalle ore 15,00; il martedì e il giovedi dalle ore 18,40. Archivio comunale: secondo le modalità prescritte nell art. 12 del presente capitolato. Biblioteca: il martedi, mercoledi, giovedi prima delle ore 10; gli altri giorni prima delle ore 15 o dopo le ore 20. Locali Via Gramsci. Tutti i giorni lavorativi prima delle ore Mercato Civico: tutti i giorni lavorativi dopo le ore 14,30. Orario di servizio minimo da garantire: ore annue. ART SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA DITTA In caso di sciopero del personale addetto, la ditta deve porre in atto tutte le misure necessarie ed idonee affinché venga garantito comunque il servizio essenziale. In caso di inottemperanza l'amministrazione Comunale ha comunque la facoltà di procedere all'esecuzione d'ufficio dei mancati interventi, causati da scioperi del personale dipendente della ditta appaltatrice, addebitando a quest'ultima l'eventuale maggior costo sostenuto rispetto a quanto contrattualmente pattuito. Lo sciopero del personale dipendente della ditta deve essere comunicato all Amministrazione Comunale, almeno 48 (quarantotto) ore prima, della data di inizio. La tardiva o mancata comunicazione potrà comportare l applicazione di una penale compresa tra 150,00 e 300,00 euro. 7

20 ART. 15 CANONE D APPALTO Per l esecuzione del servizio oggetto dell appalto, il Comune corrisponderà all appaltatore, previa verifica sullo svolgimento del servizio, il canone di gestione risultante dall aggiudicazione della gara. Il canone verrà corrisposto a rate mensili posticipate, a seguito di emissione di regolare fattura ed entro 30 giorni dal ricevimento della stessa, previa esibizione: della documentazione attestante l avvenuto versamento dei contributi previdenziali e assicurativi obbligatori contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali del personale impiegato, ai sensi dell art. 5 della legge 82/1994; di attestazione, da parte dell appaltatore, di aver corrisposto al personale quanto dovuto a titolo di retribuzione, indennità ed emolumenti accessori. di idonea documentazione atta a comprovare che il servizio è stato regolarmente espletamento nel mese cui si riferisce la fattura. Qualora l Appaltatore risulti inadempiente all obbligo di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali o di pagamento delle retribuzioni correnti in favore del personale addetto al servizio appaltato, compresi i soci lavoratori, se trattasi di società cooperativa, oppure ancora alle disposizioni degli Istituti previdenziali per contributi e premi obbligatori, il Committente procederà alla sospensione del pagamento del corrispettivo ed assegnerà all Appaltatore il termine massimo di 20 (venti) giorni entro il quale dovrà procedere alla regolarizzazione della sua posizione. Il pagamento del corrispettivo sarà nuovamente effettuato ad avvenuta regolarizzazione comprovata da idonea documentazione. L Appaltatore non potrà opporre eccezioni, né avrà titolo a risarcimento di danni o riconoscimenti di interessi per detta sospensione dei pagamenti dei corrispettivi. Qualora l Appaltatore non adempia entro il suddetto termine, il Committente, previa diffida ad adempiere, procederà alla risoluzione del contratto per colpa dell Appaltatore e destinerà gli importi non liquidati al soddisfacimento dei crediti vantati a norma di legge, di contratto ed accordi collettivi, dal personale e dagli Istituti previdenziali. Nell ipotesi di ritardato pagamento non dipendente da causa dell appaltatore, quest ultimo non potrà sospendere il servizio ma avrà diritto all interesse legale per ritardato pagamento delle fatture. Con il canone corrisposto l appaltatore s intende soddisfatto di qualsiasi sua spettanza nei confronti del Comune per il servizio di che trattasi e non ha, quindi, diritto a nuovi o maggiori compensi. ART REVISIONE DEL CANONE D APPALTO Il contratto, qualora ne ricorrano i presupposti, sarà sottoposto a revisione periodica nei limiti e con le modalità di cui all art. 115 del D.Lgs 12/04/2006 n 163. ART CAUZIONE La ditta aggiudicataria dovrà versare cauzione definitiva - di cui all articolo 113 del D.Lgs 12/04/2006 n nella misura del 10% dell importo dell appalto e potrà essere costituita: - da deposito in contanti (infruttifero) mediante versamento su c.c.p. n intestato al Comune di Marrubiu Servizio Tesoreria. - da fideiussione bancaria o polizza assicurativa rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell elenco speciale di cui all art. 107 del Decreto Legislativo 1 settembre 1993, n La mancata costituzione della cauzione definitiva determina la decadenza dell offerente dall aggiudicazione e l impossibilità pertanto di stipulare il contratto. La fidejussione bancaria o assicurativa dovrà recare espressa clausola: di rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale. di rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile. 8

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali.

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. SERVIZIO SEGRETERIA AA.GG. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. Pontecagnano Faiano,lì 28.07.2005 (Aggiornamento 4.08.2005) INDICE ART.1 NORME DI

Dettagli

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari,

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Viale dei Giornalisti 6, Edificio E, per una durata di 24 mesi. L anno duemilatredici, il giorno 07 del mese di agosto

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA Settore Acquisto Beni e Servizi e Gestione Contratti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL

Dettagli

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, IGIENE AMBIENTALE E FACCHINAGGIO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI UFFICI DELL

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART.

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. 3 SICUREZZA ART. 4 DEPOSITO CAUZIONALE ART. 5 CHECK-IN / CHECK-OUT E CONSEGNA/RESTITUZIONE CHIAVI/BADGE ART. 6 PERMANENZA

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca CONTRATTO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILIMENTI DI ROMA DELL ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO S.p.A.: - STABILIMENTO DI P.ZZA VERDI - P.zza Verdi 10 - STABILIMENTO SALARIO Via

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli