CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 555 del 31/12/2013. Proposta n. 555

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 555 del 31/12/2013. Proposta n. 555"

Transcript

1 Estratto DETERMINAZIONE N. 555 del 31/12/2013 Proposta n. 555 Oggetto: COSTITUZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE PER LE POLITICHE DI SVILUPPO E PER LA PRODUTTIVITA ANNO 2013.

2 Segretario Generale Proposta n. 555 SEGRETARIO GENERALE Determinazione n. 555 del 31/12/2013 OGGETTO: COSTITUZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE PER LE POLITICHE DI SVILUPPO E PER LA PRODUTTIVITA ANNO Premesso che: IL SEGRETARIO GENERALE L art. 15 del CCNL 01/04/1999 Comparto Regioni ed Autonomie Locali individua le voci che compongono il fondo che ciascun ente annualmente destina all attuazione delle politiche di sviluppo delle risorse umane ed alla produttività; L art. 31 Disciplina delle risorse decentrate del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro dei Dipendenti Enti Locali stipulato il 22/01/2004, prevede che le risorse finanziarie destinate alla incentivazione delle politiche di sviluppo delle risorse umane e della produttività sono distinte in due categorie: risorse aventi carattere di certezza, stabilità e continuità e risorse eventuali e variabili. Le prime vengono definite in un unico importo che resta confermato, con le stesse caratteristiche, anche per gli anni successivi. Le seconde, determinate annualmente, hanno carattere di eventualità e di variabilità; La costituzione del fondo per le risorse decentrate non è materia soggetta a contrattazione ma è rimessa alla potestà dell Amministrazione Comunale, nei limiti di quanto previsto dal contratto collettivo nazionale e delle vigenti leggi in materia; Le Risorse decentrate stabili ai sensi dell art. 31, comma 2, del CCNL 22/01/2004, finanziano tutti quegli istituti già previsti dai vigenti contratti collettivi e aventi caratteristica di stabilità e continuità nel tempo; Le Risorse decentrate variabili ai sensi dell art. 31, comma 3, per il loro carattere di incertezza possono essere destinate ad incentivare la produttività e per interventi di incentivazione salariale con contenuti di variabilità e di eventualità nel tempo. L art. 9, comma 2-bis del Dl n. 78/2010 convertito nella legge n. 122/2010, prevede che, a decorrere dal 1 gennaio 2011 e sino al 31 dicembre 2013, l ammontare complessivo delle risorse destinate 1

3 annualmente al trattamento accessorio del personale, anche di livello dirigenziale, di ciascuna delle amministrazioni di cui all art. 1, comma 2, del D.Lgs 165/2001, non possono superare il corrispondente importo dell anno 2010 ed è, comunque, automaticamente ridotto in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio; Sul fondo confluiscono anche le risorse destinate al pagamento degli incentivi speciali quali, ad esempio: incentivi sulla progettazione e la pianificazione, incentivi per potenziare il recupero dell evasione tributaria, compensi Istat e che non incidono sull entità effettiva del fondo art 15 lettera K, Ccnl 1/04/1999 (e che tuttavia hanno una diversa incidenza, secondo le diverse e non sempre uniformi interpretazioni che sono state date, rispetto alla rilevanza o meno sui vincoli di cui al paragrafo precedente); Considerato che le risorse finanziarie destinate all incentivazione delle politiche di sviluppo delle risorse umane e della produttività, sono determinate annualmente dagli Enti ai sensi degli art. 31, 32 e 34 del CCNL 22/01/2004. In particolare si richiama la deliberazione di G.C. n. 246 del con la quale, nell approvare il Piano esecutivo di gestione e il piano della performance, l organo esecutivo ha anche formalizzato, in particolare per la parte variabile dipendente da scelte discrezionali dell amministrazione, le risorse disponibili per il fondo, motivandole e collegandole alle condizioni che le disciplinano; Il sopra citato art. 9, comma 2-bis, è stato rispettato in quanto l importo del fondo 2013, che viene fatto peraltro oggetto di una verifica al suo interno e correzione di errori di computo per doverosa iscrizione di risorse stabili relative a Retribuzione Individuale di Anzianità dei cessati dal servizio dopo il 2000 (vedi prospetto allegato A), in precedenza erroneamente non computate, non supera comunque il corrispondente ammontare dell anno 2010: Voci rilevanti (*) Anno 2010 Anno 2013 Fondo stabile , ,74 Fondo variabile , ,50 Fondo variabile art. 17 (residuo , ,02 anni precedenti allegato A) Totale , ,26 (*al netto voci di cui lett. K non soggette alla limitazione) In particolare si da atto che il totale recupero delle suddette risorse stabili derivanti da cessazione RIA erroneamente non quantificato ed inserito nel fondo per tutte le annualità in cui si sono verificate le cessazioni - viene distribuito, d intesa con le OO.SS., sui due anni 2013 e 2014, per mantenere un equo livello di risorse sulle due annualità; Successivamente, viene verificato il secondo vincolo di riduzione del fondo, in base al numero dei presenti in servizio (cfr. riferimento alla circolare RGS 12/2011 e al parere Corte conti Lombardia 287/2012). In particolare si applica il metodo suggerito dalla seconda per cui non rilevano invece le cessazioni avvenute nello stesso anno, in quanto detto fondo è, o dovrebbe essere, costituito a inizio anno e le cessazioni possono essere successive e impreviste. Pertanto, risulta più ragionevole, e comunque rispondente allo scopo di riduzione proporzionale perseguito dal legislatore, ridurre progressivamente il fondo solo in base alle cessazioni intervenute nell'anno precedente rispetto 2

4 dalla media dei dipendenti in servizio. Si richiamano peraltro anche altre differenti posizioni interpretative sul punto, quale Corte dei Conti, sezione regionale Emilia-Romagna, deliberazione n.223/2013/par che sostiene che la riduzione del fondo possa essere operata con il sistema della media dei presenti, al 1 gennaio e al 31 dicembre; tuttavia, ad integrazione dello stesso, esprime il proprio avviso nel senso che il calcolo possa essere effettuato anche sulla base della rilevazione delle effettive presenze in servizio..la scelta in merito alla modalità di calcolo, conseguentemente, viene rimessa alla discrezionalità dei singoli enti". Secondo il prospetto allegato B, il numero medio di presenti in servizio nell anno 2012 è superiore a quello del 2010 e non si deve procedere a riduzioni proporzionali. Il Fondo per l incentivazione delle politiche di sviluppo delle risorse umane e della produttività rappresenta la disponibilità finanziaria necessaria per mettere in atto le politiche di sviluppo delle risorse umane, al fine di promuovere effettivi e significativi miglioramenti nei livelli di efficienza e di efficacia dell Ente e della qualità dei servizi istituzionali, come recita l art. 17 del CCNL 1/4/99; Evidenziato che, ai sensi dell art. 15 del CCNL 1/04/1999, l Amministrazione ha integrato le risorse variabili, in sede di programmazione di bilancio, nei limiti dei seguenti commi: - comma 2 nella misura massima del 1,2% del monte salari 1997 nelle condizioni previste dal comma 4 del medesimo articolo - comma 5, a seguito di attivazione di nuovi servizi e/o accrescimento di quelli esistenti, che non determinano un incremento stabile della dotazione organica Nel rispetto di quanto fin ora esposto, il fondo produttività, in allegato, è stato così quantificato: - risorse stabili ,74, (importo aumentato per correzione di errore materiale di 4.486,38 rispetto agli anni precedenti, vedi prospetto allegato A) - risorse variabili ,52, fondo determinato annualmente sulla base delle discipline contrattuali vigenti e quantificato per il corrente anno negli importi sotto indicati: 8.000,00 - Art 15 Ccnl 1/04/99 lettera K (Art. 208 codice della strada quota parte progetto di sicurezza ed educazione stradale) ,00 - Art 15 Ccnl 1/04/99 lettera K (Progettazioni 300,00 - Art 15 Ccnl 1/04/99 lettera K (rimborsi notifiche) ,00 - Art. 15, comma 5 Ccnl 1/04/99 (risorse connesse all acquisizione e mantenimento, da parte del Comune, della Certificazione per il progetto ambientale EMAS, che prevede cicli di miglioramento continuo.) 6.000,00 - Art. 15, comma 5 Ccnl 1/04/99 - Reinternalizzazione esazione tributi 1.500,00 - Art. 15, comma 5 Ccnl 1/04/99 - Progetto reinternalizzazione e riscossione Pos mensa scolastica 8.100,00 - Art. 15, comma 5 Ccnl 1/04/99 - Reinformatizzazione generale dell ente 1.750,00 - Art. 15, comma 5 Ccnl 1/04/99 - Progetto Orti urbani 8.000,00 - Art. 15, comma 5 Ccnl 1/04/99 - Sportello di assistenza IMU/Tares all utenza ,50 - Art. 15, comma 2 Ccnl 1/4/99 (1,2% monte salari 1997) 3

5 13.721,02 - Art. 17, comma 5 Ccnl 1/4/99 Residui anni precedenti Vista la relazione da parte dell Organismo di Valutazione sull adeguatezza delle somme stanziate con l art. 15, comma 2 e 5, e con l art. 15 lettera k, del Ccnl 1/04/1999 che consentono l integrazione del fondo incentivante - parte variabile ; Con Deliberazione Consiliare n. 45 del 04/07/2013, dichiarata immediatamente eseguibile, è stato approvato il Bilancio di Previsione per l esercizio bilancio pluriennale 2013/2015; Con deliberazione della Giunta Comunale n. 216 del 04/10/2012, dichiarata immediatamente eseguibile, e con valenza pluriennale come previsto dal comma 2 dell art. 24 del vigente Regolamento di contabilità, sono state assegnate ai Direttori di Area le risorse necessarie all esecuzione dei programmi e progetti di bilancio; Per le motivazioni espresse in premessa e in riferimento alla competenza di coordinamento assegnata al sottoscritto dall Amministrazione con la Presidenza della delegazione trattante di parte pubblica D E T E R M I N A - Di quantificare, relativamente all esercizio 2013, le risorse finanziarie aventi carattere di certezza, stabilità e continuità e le risorse finanziarie eventuali e variabili di cui all art. 31del CCNL 22/01/2004, destinate all incentivazione della produttività e per interventi di incentivazione salariale con contenuti di variabilità e di eventualità nel tempo e così composte: Comune di Avigliana - anno 2013 TABELLA riassuntiva Costituzione del fondo 2013 ex CCNL del art. 31 e 32 RISORSE RISORSE lett. Art.15 Comma 1 CCNL Stabili Variabili fondi di cui all'art. 31 c.2 lett. c) d) e) CCNL 6,7,1995 e s.m.i. - per l'anno 1998 a) a) a) a) Importo di cui all'art.. 31, c. 2 lett. del CCNL fondo previsto per il 1998 (Fondo per la remunerazione di particolari condizioni di disagio, pericolo o danno) 5.159,01 Importo di cui all'art. 31, c. 2 lett. c) del CCNL fondo previsto per il 1998 (Fondo per compensare particolari posizioni di lavoro e responsabilità) 1.859,00 Importo di cui all'art. 31, c. 2 lett. d) del CCNL fondo previsto per il 1998 (Fondo per la qualità della prestazione individuale) Importo di cui all'art. 31, c. 2 lett. e) del CCNL fondo previsto per il 1998 (Fondo per la produttività collettiva e per il miglioramento dei servizi) ,

6 a) c) Quota parte delle risorse di cui alla lett. a) dell'art. 31, c. 2, già destinate al personale delle ex qualifiche VII e VIII che risulti incaricato delle funzioni dell'area delle posizioni organizzative calcolata in proporzione al numero dei dipendenti interessati 1.692,00 eventuali risorse aggiuntive destinate nell'anno 1998 al tratt.to economico accessorio art. 32 CCNL e art. 3 CCNL Risorse aggiuntive (0,5+2,5% del monte salari 1993, esclusa la quota relativa ai dirigenti ed al netto dei contributi a carico dell'amministrazione) destinate nell'anno 1998 al trattamento economico accessorio ai sensi dell'art. 32 del CCNL del ,44 eventuali risorse aggiuntive destinate nell'anno 1998 al tratt.to economico accessorio art. 32 CCNL e art. 3 CCNL Risorse aggiuntive (ulteriore incremento del 0,65% del monte salari annuo calcolato con riferimento all'anno 1995) destinate nell'anno 1998 al trattamento economico accessorio ai sensi dell'art. 3 del CCNL del ,88 eventuali risparmi di gestione destinati al tratt. Economico accessorio nell'anno 1998 ai sensi art, 32 CCNL e art. 3 CCNL d) somme derivanti a attuazione L. art. 43 L. 449/1997 economie derivanti da part-time ai sensi art. 1 c. 57 e segg. L. 662/96 e) e s.m.i. f) economie derivanti da da applicazione art. 2 c. 3 Dlgs. 29/1993 g) risorse destinate al pagamento dei L.E.D. nel 1998 ai sensi CCNL ,94 h) risorse destinate a corresponsione indennità art. 37 c. 4 CCNL eventuali minori oneri derivanti da riduzione stabile di posti in i) organico j) j) 0,52% monte salari anno 1997 (pari a ) 5.641,39 risorse che specifiche disposizioni di legge finalizzano k) all'incentivazione di prestazioni - art. 92 dlgs 163/2006 (Merloni) ,00 k) k) k) risorse che specifiche disposizioni di legge finalizzano all'incentivazione di prestazioni - messi notificatori 300,00 risorse che specifiche disposizioni di legge finalizzano all'incentivazione di prestazioni - art 208 cd strada 8.000,00 risorse che specifiche disposizioni di legge finalizzano all'incentivazione di prestazioni - Libri di testo regione Piemonte LR 28/2007 art ,00 l) somme connesse al trasferimento di personale nell'ambito del comparto per delega di funzioni o decentramento 0,00 m) Risparmi straordinario liquidato anno precedente 0,00 art.14 risparmi derivanti da applicazione art. 14 CCNL (lavoro straordinario) - 3% 504,23 totale comma 1) , ,00 Art. 15 Comma 2 5

7 a) Quota pari allo 1,2% monte salari anno 1997 (in sede di contrattazione integrativa) ,50 Art. 15 Comma 5 per gli effetti derivanti dall' incremento delle dotazioni organiche (nuovo posto D3 quota Po in godimento da mobilità) per gli effetti non correlati all' incremento delle dotazioni organiche, ivi compresi quelli derivanti dall'ampliamento dei servizi e dalle nuove attivita' - Mantenimento certificazione EMAS ,00 per gli effetti non correlati all' incremento delle dotazioni organiche, ivi compresi quelli derivanti dall'ampliamento dei servizi e dalle nuove attivita' - Reinternalizzazione esazione tributi sui rifiuti 6.000,00 per gli effetti non correlati all' incremento delle dotazioni organiche, ivi compresi quelli derivanti dall'ampliamento dei servizi e dalle nuove attivita' - Progetto POS mensa scolastica 1.500,00 per gli effetti non correlati all' incremento delle dotazioni organiche, ivi compresi quelli derivanti dall'ampliamento dei servizi e dalle nuove attivita' - Reinformatizzazione generale - Flussi documentali digitalizzati nel ,00 per gli effetti non correlati all' incremento delle dotazioni organiche, ivi compresi quelli derivanti dall'ampliamento dei servizi e dalle nuove attivita' - Assistenaza sportello contribuenti IMU 8.000,00 per gli effetti non correlati all' incremento delle dotazioni organiche, ivi compresi quelli derivanti dall'ampliamento dei servizi e dalle nuove attivita' - Orti Urbani 1.750,00 TOTALE art 15 comma ,00 CCNL 5/10/2001 art. 4 c. 1 integrazione delle risorse 1,1% monte salari anno ,95 CCNL 5/10/2001 art. 4 c. 2 integrazione importo annuo della retrib.individ.anzianità in godimento dal personale comunque cessato dal servizio dal ,64 CCNL art. 32 c.1 incremento, dall'anno 2003, dello 0,62% monte salari (esclusa la dirigenza) dell'anno ,13 CCNL art. 32 c.2 ulteriore incremento, dall'anno 2003, dello 0,50% monte salari (esclusa la dirigenza) dell'anno 2001, se la spesa del personale è inferiore al 39% delle entrate correnti 6.540,43 CCNL 2006 art. 4 incremento dal 2006 dello 0,5% monte salari 2003 ( ) 6.483,98 CCNL 2008 incremento dal 2008 dello 0,6% monte salari 2005 ( ) se la spesa del personale è inferiore al 39% sul conto consuntivo ,00 Differenziali Progressioni economiche orizzontali a carico del Bilancio CCNL 5/10/ ,84 6

8 CCNL 22/1/2004 CCNL 9/5/2006 CCNL 11/4/2008 CCNL 31/7/2009 Totale differenziali PEO 903,50 866,32 665,60 514, ,06 art.17 c.5 CCNL 1/4/1999 Residui anni precedenti - (quota parte recupero Ria cessati anni precedenti + economie PEO e comparto 2012) ,02 Totale risorse stabili/variabili , ,52 TOTALE GENERALE ,26 - Di dare atto che è stato rispettato per intero l art. 9, comma 2-bis del Dl n. 78/2010 convertito nella legge n. 122/2010; - Di dare atto che la spesa trova copertura, per le voci a carattere stipendiale (P.E.O., indennità di comparto, ecc.), all intervento 1 dei servizi di competenza dei singoli dipendenti, PEG Assegni al personale di ruolo servizio..., e per le restanti attribuzioni all intervento Peg 3382 Fondo efficienza servizi del bilancio 2013; - Di dare atto che le somme relative agli incentivi di legge per categorie specifiche, trovano copertura: per 4.000,00 all intervento , Peg Incentivo U.T.C. legge Merloni, per ,00 all intervento , all intervento , Peg 7263 Incentivo redazione piani urbanistici e per 300,00 al Peg 3382 Fondo efficienza servizi del bilancio 2013; - Di dare atto che i contributi previdenziali ed assistenziali a carico ente, trovano copertura agli interventi 1 di rispettiva competenza, Peg. Contributi personale di ruolo servizio..., e al Peg 3383 Contributi su fondo efficienza servizi, del bilancio 2013; - Di dare atto che l I.R.A.P. a carico ente trova copertura all intervento 7 dei rispettivi servizi di competenza, Peg I.R.A.P. su emolumenti personale servizio... e al Peg 3811 I.R.A.P. su fondo efficienza servizi, del bilancio 2013; - Di dare atto che la rimanente somma di ,00, relativa al fondo ex art. 14 del CCNL per i compensi per lavoro straordinario, trova copertura: all intervento , Peg

9 Compensi lavoro straordinario, i relativi oneri all intervento , Peg 3378 Contributi su straordinari e l IRAP all intervento , Peg 3811 Irap su fondo efficienza servizi e lavoro straordinario del bilancio 2013; - Di procedere alla pubblicazione del presente atto sul sito Internet del Comune alla sezione Amministrazione Trasparente, in corrispondenza degli atti relativi contratto integrativo Avigliana, 31/12/2013 Il Segretario Generale Dr. Livio Sigot 8

10 Prospetto allegato A: 1. ricalcolo Retribuzione individuale di anzianità cessati a regime e per recupero anni pregressi erroneamente non inserita nel fondo Riepilogo PENSIONAMENTI avvenuti dall'anno 2000 importo mensile importo annuo data pensionamento CAVALLASCA 105, ,43 31/12/2002 PILLONI 80, ,83 31/12/2003 sub totale a(*) 2.418,26 PATRUCCO 88, ,74 31/08/2005 BARBERIO 4,48 58,24 13/09/2007 BERARDINELLI /08/2007 LASPIA 102, ,85 31/12/2007 ROSPICCIO (**) 44,54 579,02 31/12/2008 GALLO 104, ,53 31/12/2009 sub totale b 4.488,38 totale a regime a+b 6.906,64 (**) part time (*) RIA già inserita nel FES sino al ,26 e relativa ai dipendenti Cavallasca e Pilloni 1. Computo voci diverse economie anni precedenti inserite nel fondo 2013, sia derivanti dalle voci A che da risparmi 2012 su P.E.O., Comparto su fondo, istituti contratto aziendale: Computo recupero somme stabili erroneamente non inserite nei fondi anni precedenti e recuperate come residui anni precedenti sino a Rateo per mesi Anni quota annua totale PATRUCCO 355, , ,36 BARBERIO 13, ,24 304,64 LASPIA , ,25 ROSPICCIO 4 579, ,08 GALLO , ,59 Totale recuperi ,92 9

11 Economie anno 2012 su istituti contratto (vedi prospetto di dettaglio, turno, reperib, rischio, maneggio, part.resp etc) 1.037,88 Economie anno 2012 PEO 3.970,05 Economie anno 2012 comparto su Fondo 1.526,37 quota recuperi RIA su fondo ,72 Per un totale residui anni precedenti ,02 Prospetto allegato B quota residua per futuri recuperi RIA negli anni 2014 e seguenti ,20 Verifica fondo e riduzioni sul numero di personale medio presente e in servizio rispetto all anno 2010 (metodo a consuntivo Corte dei Conti) Numero di Personale presente Semisomma anno 2010: inizio anno 57+ fine anno 59 = 116:2 = 58 (senza personale ex art. 110) Semisomma anno 2011: inizio anno 59+ fine anno 58 = 117:2 = 58,5 (senza personale ex art 110) Semisomma anno 2012: inizio anno 58+ fine anno 60= 118:2= 59 (*) (*) nel 2012 n. 2 cessazioni tempo indeterminato, 1 assunzione tempo indeterminato, n. 3 assunzioni flessibili presenti al 31.12: + 2 unità NESSUNA RIDUZIONE anno

12 Pareri Comune di Avigliana Estremi della Proposta Proposta Nr / 555 Settore Proponente: SEGRETARIO GENERALE Ufficio Proponente: Oggetto: Segretario Generale COSTITUZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE PER LE POLITICHE DI SVILUPPO E PER LA PRODUTTIVITA ANNO Nr. adozione settore: 15 Nr. adozione generale: 555 Data adozione: 31/12/2013 Visto contabile Contabilità e Bilancio In ordine alla regolarità contabile della presente proposta, ai sensi dell'art. 151, comma 4, TUEL - D.Lgs. n. 267 del , si esprime parere FAVOREVOLE. Sintesi parere: PARERE FAVOREVOLE Data 24/03/2014 Responsabile del Servizio Finanziario Rag. Vanna ROSSATO

Area Finanziaria Comune di Bomporto. Prot. 11464 del 04.10.2010

Area Finanziaria Comune di Bomporto. Prot. 11464 del 04.10.2010 Prot. 11464 del 04.10.2010 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA BOZZA DI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL COMUNE DI BOMPORTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE FINANZIARIE 2008, 2009 e 2010. 1) LE

Dettagli

COMUNE DI ENNA. Sezione I Risorse fisse aventi carattere di certezza e di stabilità

COMUNE DI ENNA. Sezione I Risorse fisse aventi carattere di certezza e di stabilità COMUNE DI ENNA Contratto collettivo decentrato integrativo ai sensi degli artt. 4 e 5 del CCNL 1/4/1999, in merito all utilizzo delle risorse decentrate dell anno 2015. Relazione tecnico-finanziaria Modulo

Dettagli

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 Tra la delegazione trattante di Parte Pubblica composta dal Dott. MATTIA Salvatore - Segretario Comunale e la delegazione di parte sindacale

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO Provincia di Arezzo Registro delle Determinazioni N. 234 del 05/03/2014 OGGETTO: RIDETERMINAZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE PERSONALE NON DIRIGENTE ANNO 2013 CON INCREMENTO

Dettagli

IL DIRIGENTE. Sostanzialmente il fondo è composto da due macroraggruppamenti di risorse definite stabili e variabili:

IL DIRIGENTE. Sostanzialmente il fondo è composto da due macroraggruppamenti di risorse definite stabili e variabili: IL DIRIGENTE Premesso che: il contratto nazionale di lavoro per il personale del comparto Regioni ed Enti Locali (di seguito per brevità CCNL) del 22/1/2004 all art. 31 ha ridisegnato, semplificando e

Dettagli

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema)

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) COMUNE DI GERACI SICULO Provincia di Palermo www.comune.geracisiculo.pa.it - Email: segretariogenerale@pec.comune.geracisiculo.pa.it Geraci Siculo Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) Modulo

Dettagli

Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO. N. 461/A.G. del 03-08-2015

Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO. N. 461/A.G. del 03-08-2015 Reg. di Settore n. 42 Area Amministrativa Contabile 5 SETTORE 5 SETTORE RISORSE UMANE E COMMERCIO Copia N. 461/A.G. del 03-08-2015 DETERMINAZIONE OGGETTO: Art. 31 C.C.N.L. 22/01/2004 - "Disciplina delle

Dettagli

COMUNE DI RACCUJA -PROVINCIA DI MESSINA-

COMUNE DI RACCUJA -PROVINCIA DI MESSINA- ORIGINALE COMUNE DI RACCUJA PROVINCIA DI MESSINA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL'AREA CONTABILE N.231 DATA 17062014 Oggetto: ARTT. 31 e 32 C.C.N.L..1.2004 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI. COSTITUZIONE

Dettagli

N 00535 DEL 17/03/2014

N 00535 DEL 17/03/2014 Prot. N 75 Del 11/03/2014 Proposta N. 179/2014 CITTA DI ALCAMO Provincia di Trapani ***** Settore Affari Generali e Risorse Umane DETERMINAZIONE N 00535 DEL 17/03/2014 OGGETTO: Costituzione fondo risorse

Dettagli

AREA DI COORDINAMENTO ORGANIZZAZIONE. PERSONALE. SISTEMI INFORMATIVI SETTORE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE GALEOTTI UGO

AREA DI COORDINAMENTO ORGANIZZAZIONE. PERSONALE. SISTEMI INFORMATIVI SETTORE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE GALEOTTI UGO REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE AREA DI COORDINAMENTO ORGANIZZAZIONE. PERSONALE. SISTEMI INFORMATIVI SETTORE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Il Dirigente Responsabile: GALEOTTI UGO Decreto

Dettagli

Comune di Cellamare. C.A.P. 70010 - Piazza Risorgimento, 33 Tel. 080-4657920 / fax.: 080-4657930 Cod. Fisc.: 80017750722 - P.

Comune di Cellamare. C.A.P. 70010 - Piazza Risorgimento, 33 Tel. 080-4657920 / fax.: 080-4657930 Cod. Fisc.: 80017750722 - P. Comune di Cellamare Provincia di Bari C.A.P. 70010 - Piazza Risorgimento, 33 Tel. 080-4657920 / fax.: 080-4657930 Cod. Fisc.: 80017750722 - P. IVA: 03827640727 I SETTORE AMMINISTRATIVO Servizio Personale

Dettagli

C O M U N E d i S E R M O N E T A

C O M U N E d i S E R M O N E T A AREA 1 - AMMINISTRATIVA, AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N 144 del 13-05-2013 C O M U N E d i S E R M O N E T A ( P r o v i n c i a d i L a t i n a ) COPIA DELLA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA

Dettagli

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI STRAMBINELLO ANNO 2012

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI STRAMBINELLO ANNO 2012 IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI STRAMBINELLO ANNO 2012 Tra la delegazione trattante di Parte Pubblica composta dal Dott. MATTIA Salvatore - Segretario Comunale e la delegazione di parte

Dettagli

Fondo Personale tecnico amministrativo (art. 87 CCNL 2006-2009) Sezione I - Risorse fisse aventi carattere di certezza e stabilità

Fondo Personale tecnico amministrativo (art. 87 CCNL 2006-2009) Sezione I - Risorse fisse aventi carattere di certezza e stabilità ALLEGATO ALLA CIRCOLARE DEL 19 LUGLIO 2012, N. 25 Fondo Personale tecnico amministrativo (art. 87 CCNL 2006-2009) Sezione I - Risorse fisse aventi carattere di certezza e stabilità - Risorse storiche consolidate

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE FONTE NORMATIVA CONTENUTO DELLA NORMA POSSIBILE DISCIPLINA COMPETENZA AUTORE DATA Relazione illustrativa

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2012 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

In data 23.11.2010, presso la Residenza Municipale del Comune di Monte Castello di Vibio, ha avuto luogo l incontro tra:

In data 23.11.2010, presso la Residenza Municipale del Comune di Monte Castello di Vibio, ha avuto luogo l incontro tra: CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO PER LA DISCIPLINA DI INCENTIVAZIONE DELLE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE E DELLA PRODUTTIVITA VALIDO PER L ANNO 2010 In data 23.11.2010, presso la Residenza Municipale

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2013 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012;

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012; RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ECONOMICO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE RELATIVO ALL ANNO 2012; In conformità della circolare della RGS n. 25 / 2012 Modulo I -

Dettagli

COMUNE DI MONTEFLAVIO (Provincia di ROMA)

COMUNE DI MONTEFLAVIO (Provincia di ROMA) Rispetto dell iter adempimenti procedurale e degli atti propedeutici e successivi alla contrattazione Personale News Modelli operativi www.publika.it Relazione illustrativa e relazione tecnico-finanziaria

Dettagli

Presiede la seduta il sig. Dott. Donato GENTILE nella sua qualità di Sindaco e sono presenti i seguenti sigg.ri:

Presiede la seduta il sig. Dott. Donato GENTILE nella sua qualità di Sindaco e sono presenti i seguenti sigg.ri: C I T T À DI B I E L L A ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 392 DEL 30.09.2013 OGGETTO: PERSONALE COSTITUZIONE FONDO RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO PERSONALE DIRIGENTE ANNO 2013

Dettagli

-----------------------------=----

-----------------------------=---- UNIVERSITÀ degli STUDI MAGNA GRiECIA D.D.G. 413 IL DIRETTORE GENERALE VISTI gli articoli 86, 87 e 88 nonché 90 del C.C.N.L. del Comparto Università del 16.10.2008, e successive modificazioni e integrazioni,

Dettagli

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Modulo 1 -

Dettagli

COMUNE DI ARPINO. (Provincia di Frosinone) RELAZIONE ILLUSTRATIVA

COMUNE DI ARPINO. (Provincia di Frosinone) RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI ARPINO (Provincia di Frosinone) ISTITUTO A COSA SERVE FONTE NORMATIVA CONTENUTO DELLA NORMA POSSIBILE DISCIPLINA Relazione illustrativa e relazione tecnico-finanziaria al contratto integrativo

Dettagli

Relazione tecnico-finanziaria

Relazione tecnico-finanziaria Relazione tecnico-finanziaria ex art. 40, comma 3-sexies, d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165, di accompagnamento al Contratto collettivo integrativo decentrato a carattere economico avente ad oggetto il Fondo

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Rip. Personale contrattualizzato, Trattamento Pensionistico e Affari Speciali Rip. Bilancio, Finanza e Sviluppo Ufficio Relazioni Sindacali e Trattamento Accessorio VISTO l art. 24 dello Statuto di Ateneo;

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA PER LA COSTITUZIONE DEI FONDI DI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA ANNO 2012 FONDO ART. 90 CCNL 2006-2009

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA PER LA COSTITUZIONE DEI FONDI DI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA ANNO 2012 FONDO ART. 90 CCNL 2006-2009 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA PER LA COSTITUZIONE DEI FONDI DI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA ANNO 2012 FONDO ART. 90 CCNL 2006-2009 MODULO I LA COSTITUZIONE DEL FONDO PER LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA 1 Sezione

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 64 del 13/04/2015 Proponente: Alessandra Bini Carrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Visto per

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE. Deliberazione N. 302 Seduta del 29/12/2011

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE. Deliberazione N. 302 Seduta del 29/12/2011 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 302 Seduta del 29/12/2011 Oggetto: PERSONALE DIRIGENTE - COSTITUZIONE DEL FONDO PER LA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO

Dettagli

OGGETTO: Fondo per le risorse decentrate del personale di categoria anno 2014 - Costituzione.

OGGETTO: Fondo per le risorse decentrate del personale di categoria anno 2014 - Costituzione. DETERMINAZIONE N. 3861 DEL 18/12/2014 Proponente: Servizio risorse umane U.O. proponente: Organizzazione Proposta di determinazione: N. 2014/352 del 17/12/2014 OGGETTO: Fondo per le risorse decentrate

Dettagli

COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3

COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3 COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli Stazione di cura, soggiorno e turismo estiva ed invernale SETTORE 3 DETERMINA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE N. 33 del 22/02/2011 OGGETTO: Determinazione risorse anno

Dettagli

Relazione Tecnico Finanziaria

Relazione Tecnico Finanziaria UNIONEDEI COMUNI DEL DISTRETTO CERAMICO Provincia di Modena Relazione Tecnico Finanziaria al Contratto Integrativo Anno 2014 (articolo 40, comma 3-sexies, Decreto Legislativo n. 165 del 2001) Parte II

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : SETTORE FINANZIARIO Responsabile: Casula Maria Angela DETERMINAZIONE N. 17 in data 20/01/2014 OGGETTO: COSTITUZIONE PROVVISORIA DEL FONDO PER LO SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

C O M U N E D I C A M B I A N O. Provincia di Torino S E R V I Z I O F I N A N Z I A R I O D E T E R M I N A Z I O N E. Provv. n. 59 del 05.03.

C O M U N E D I C A M B I A N O. Provincia di Torino S E R V I Z I O F I N A N Z I A R I O D E T E R M I N A Z I O N E. Provv. n. 59 del 05.03. C O M U N E D I C A M B I A N O Provincia di Torino S E R V I Z I O F I N A N Z I A R I O D E T E R M I N A Z I O N E Provv. n. 59 del 05.03.2009 OGGETTO: QUANTIFICAZIONE DELLE RISORSE DA DESTINARE ALLE

Dettagli

Ipotesi di accordo relativo alla distribuzione del Fondo Unico di Amministrazione dell Agenzia Industrie Difesa per l anno 2013

Ipotesi di accordo relativo alla distribuzione del Fondo Unico di Amministrazione dell Agenzia Industrie Difesa per l anno 2013 1 MINISTERO DELLA DIFESA AGENZIA INDUSTRIE DIFESA DIREZIONE GENERALE Via XX Settembre, 123/a 00187 ROMA Posta elettronica: aid@agenziaindustriedifesa.it Posta elettronica certificata: aid@postacert.difesa.it

Dettagli

ALLEGATO B. A. Relazione illustrativa

ALLEGATO B. A. Relazione illustrativa ALLEGATO B Pre intesa sottoscritta il 18 novembre 2013 sul Contratto integrativo economico per l utilizzazione del fondo del personale non dirigenziale anno 2013. Relazione illustrativa e tecnico finanziaria

Dettagli

LA RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA DEL CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO

LA RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA DEL CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO LA RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA DEL CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Nota metodologica: La relazione è preparata dal settore economico-finanziario del comune; è attestata dal collegio dei revisori

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE COMUNE DI ANCONA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE del 29/01/2013 N. 150 SETTORE ORGANIZZAZIONE E PERSONALE Oggetto : Atto di impegno di spesa. COSTITUZIONE PROVVISORIA DEL FONDO DELE RISORSE DECENTRATE DEL

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE A.S.L. TO4 di Ciriè, Chivasso ed Ivrea DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE OGGETTO: FONDI CONTRATTUALI DELLA DIRIGENZA DEL RUOLO SANITARIO DELL'A.S.L. TO4

Dettagli

Città di Vittorio Veneto MEDAGLIA D ORO AL V.M.

Città di Vittorio Veneto MEDAGLIA D ORO AL V.M. sto} Città di Vittorio Veneto MEDAGLIA D ORO AL V.M. U.O. Risorse Umane AREA DELLA DIRIGENZA DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI VERBALE DI ACCORDO A SEGUITO DI PROCEDURA DI CONCERTAZIONE SINDACALE

Dettagli

Comune di Torremaggiore PROVINCIA DI FOGGIA

Comune di Torremaggiore PROVINCIA DI FOGGIA SETTORE II Ufficio RAG. TRIB. CED DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 83 del 28/07/2015 OGGETTO: Costituzione del fondo per il finanziamento della retribuzione di posizione e di risultato anno 2015 Area Dirigenti.

Dettagli

COMUNE DI PIMENTEL PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI PIMENTEL PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PIMENTEL COPIA PROVINCIA DI CAGLIARI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 59 Del 25/08/2015 Oggetto: PERSONALE NON DIRIGENTE. FONDO RISORSE DECENTRATE PER L'ANNO 2015. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009

Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009 Roma, 3 dicembre 2010 Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009 (Testo coordinato con l atto di revisione

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI SETTORE AFFARI GENERALI E PERSONALE Relazione tecnico - finanziaria del Contratto Integrativo economico annuale per l esercizio 2013 Modulo I La costituzione del

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE, L ORGANIZZAZIONE E IL BILANCIO SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA ACCORDO UTILIZZO DEL FONDO UNICO DI AMMINISTRAZIONE ANNO 2014 La delegazione di parte pubblica del Ministero

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 Il decreto legislativo

Dettagli

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti di: Carmine Lasco Dottore Commercialista (art. 239, comma 1, T. U.E. L. ) Le funzioni obbligatorie dell'organo di revisione sono così riassumibili: collaborazione

Dettagli

I rappresentanti dell Agenzia delle Dogane e delle Organizzazioni sindacali nazionali del comparto Agenzie fiscali,

I rappresentanti dell Agenzia delle Dogane e delle Organizzazioni sindacali nazionali del comparto Agenzie fiscali, Roma, 23 giugno 2011 Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2010 Revisione della costituzione e integrazione dell ipotesi di accordo del 30 dicembre 2010

Dettagli

Servizio risorse umane

Servizio risorse umane DETERMINAZIONE N. 1701 DEL 09/07/2014 Proponente: Servizio risorse umane U.O. proponente: Organizzazione Proposta di determinazione: N. 2014/190 del 08/07/2014 OGGETTO: FONDO DELLE RISORSE PER IL FINANZIAMENTO

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA PER LA COSTITUZIONE DEI FONDI DI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA ANNO 2015 FONDO ART. 90 CCNL 2006-2009 2009 III.1 - Modulo I La costituzione del Fondo per la contrattazione integrativa

Dettagli

SETTORE AMMINISTRATIVO - ECONOMICO FINANZIARIO COPIA DI DETERMINA CONGIUNTA N. 15 ANNO 2011 DEL 08-07-2011

SETTORE AMMINISTRATIVO - ECONOMICO FINANZIARIO COPIA DI DETERMINA CONGIUNTA N. 15 ANNO 2011 DEL 08-07-2011 SETTORE AMMINISTRATIVO - ECONOMICO FINANZIARIO COPIA DI DETERMINA CONGIUNTA N. 15 ANNO 2011 DEL 08-07-2011 OGGETTO: TRAPANI IACP - DETERMINAZIONE FONDO DI POSIZIONE E DI RISULTATO DEI DIRIGENTI ANNO 2011.-

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL MOLISE

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL MOLISE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL MOLISE FONDO TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO E PERSONALE ELEVATE PROFESSIONALITA ANNO 2015 1. FONDO PER IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO

Dettagli

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale.

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Alcune amministrazioni, in violazione del Contratto

Dettagli

COMUNE DI CAVAION VERONESE PROVINCIA DI VERONA UFFICIO TRIBUTI ECOLOGIA - RISORSE UMANE

COMUNE DI CAVAION VERONESE PROVINCIA DI VERONA UFFICIO TRIBUTI ECOLOGIA - RISORSE UMANE COMUNE DI CAVAION VERONESE PROVINCIA DI VERONA UFFICIO TRIBUTI ECOLOGIA - RISORSE UMANE DETERMINA N. 145 DEL 17.04.2014 OGGETTO: Risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività.

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Estratto DETERMINAZIONE N. 379 del 28/10/2013 Proposta n. 379 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI E ADEMPIMENTI CONNESSI ANNI 2014/2017 A FAVORE DELLA DITTA ENTI SERVICE SRL DI

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 74 del 24/04/2015 Proponente: Dott.ssa Alessandra Binicarrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Università degli Studi del Molise RELAZIONE ILLUSTRATIVA FONDO PER IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO PER IL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Anno 2013 Relazione illustrativa Indice Modulo I Illustrazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ED ILLUSTRATIVA CONTRATTO DECENTRATO PERSONALE NON DIRIGENTE C.C.I.A.A. DI VIBO VALENTIA PARTE ECONOMICA - ANNO 2011

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ED ILLUSTRATIVA CONTRATTO DECENTRATO PERSONALE NON DIRIGENTE C.C.I.A.A. DI VIBO VALENTIA PARTE ECONOMICA - ANNO 2011 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ED ILLUSTRATIVA CONTRATTO DECENTRATO PERSONALE NON DIRIGENTE C.C.I.A.A. DI VIBO VALENTIA PARTE ECONOMICA - ANNO 2011 L art. 40 comma 3 sexies del dlgs.n.165/2001 dispone che

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 66 del 12/03/2014. Proposta n. 66

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 66 del 12/03/2014. Proposta n. 66 Estratto DETERMINAZIONE N. 66 del 12/03/2014 Proposta n. 66 Oggetto: TASSAZIONE SERVIZIO RACCOLTA, SMALTIMENTO E TRASPORTO RIFIUTI. APPROVAZIONE LISTE DI CARICO TERZA RATA SALDO 2013. Area Economico/ Finanziaria

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE IN MATERIA DI UTILIZZAZIONE DEL FONDO REGIONALE PER LA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO a.s. 2012-2013 DEI DIRIGENTI SCOLASTICI AREA V DELLA LOMBARDIA

Dettagli

LA RELAZIONE ILLUSTRATIVA E LA RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA

LA RELAZIONE ILLUSTRATIVA E LA RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA LA RELAZIONE ILLUSTRATIVA E LA RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA Contratto collettivo decentrato integrativo ai sensi dell art. 4 CCNL 1998/2001, art. 4 CCNL 2002/2005. Relazione illustrativa. Modulo 1 -

Dettagli

COMUNE DI MONASTEROLO DI SAVIGLIANO

COMUNE DI MONASTEROLO DI SAVIGLIANO COMUNE DI MONASTEROLO DI SAVIGLIANO PROVINCIA DI CUNEO A R E A A M M I N IS T R A T IV A Determinazione n. 034 OGGETTO: FONDO PER LE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE ANNO 2015. APPROVAZIONE PROSPETTO

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE

Dettagli

EVENTO CONCLUSIVO Palermo 14 ottobre 2015 - Catania 22 ottobre 2015. Sede Catania 22 ottobre 2015 Palazzo della Cultura - Via Vittorio Emanuele, 127

EVENTO CONCLUSIVO Palermo 14 ottobre 2015 - Catania 22 ottobre 2015. Sede Catania 22 ottobre 2015 Palazzo della Cultura - Via Vittorio Emanuele, 127 Convenzione tra Regione Siciliana e Formez PA del 23 marzo 2012 POR FSE 2007 2013 Regione Siciliana Asse VII Capacità Istituzionale Progetto AZIONI DI SISTEMA PER LA CAPACITÀ ISTITUZIONALE - LINEA COMUNI

Dettagli

COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001

COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001 COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001 In data 30 Novembre 2009, presso la sede di Palazzo Ducale del Comune di Sassari, la delegazione trattante

Dettagli

COMUNE DI PULA Prov. Di Cagliari Settore Economico Finanziario, Risorse Tributarie ed Umane. Relazione illustrativa

COMUNE DI PULA Prov. Di Cagliari Settore Economico Finanziario, Risorse Tributarie ed Umane. Relazione illustrativa Rispetto dell iter adempimenti procedurale e degli atti propedeutici e successivi alla contrattazione COMUNE DI PULA Prov. Di Cagliari Contratto collettivo decentrato integrativo ai sensi degli artt. 4

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 100 del 31/03/2014. Proposta n. 100

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 100 del 31/03/2014. Proposta n. 100 DETERMINAZIONE N. 100 del 31/03/2014 Proposta n. 100 Oggetto: ASSUNZIONE IMPEGNO GESTIONE RIFIUTI E CONSORZIO Area Lavori Pubblici tecnico manutentiva e ambiente Proposta n. 100 Settore Lavori Pubblici

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa Rispetto dell iter adempimenti procedurale e degli atti propedeutici e successivi alla contrattazione COMUNE DI CASARILE (Provincia di Milano) Contratto collettivo decentrato integrativo ai sensi degli

Dettagli

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00 Roma, 5 luglio 2012 Ipotesi di accordo stralcio sulla utilizzazione delle risorse disponibili nell ambito del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2011

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

INTEGRAZIONE DEL CCDI 2006-2009 ANNO 2010

INTEGRAZIONE DEL CCDI 2006-2009 ANNO 2010 INTEGRAZIONE DEL CCDI 2006-2009 ANNO 2010 Il 29 dicembre 2010 si sono incontrati i rappresentati della delegazione trattante di parte pubblica dell ente Regione Emilia-Romagna e i rappresentanti sindacali

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE SECONDO BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 TITOLO I CAPO I Disposizioni generali Art. 1 Campo

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 35 del 12/02/2014. Proposta n. 35

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 35 del 12/02/2014. Proposta n. 35 Estratto DETERMINAZIONE N. 35 del 12/02/2014 Proposta n. 35 Oggetto: CONVENZIONE CONSIP FONIA 4. INCARICO ALLA TELECOM ITALIA SPA DI TRASLOCO LINEA TELEFONICA. Area Amministrativa Proposta n. 35 Settore

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO COMUNE DI MONTEBELLO JONICO CAPO X SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE ART.57 -FINALITA DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE 1. Le disposizioni contenute nel presente Titolo

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Protocollo n. 1907/B15 del 2 aprile 2014 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. ISTITUTO Roma lì, 01/03/2004 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Trattamenti Pensionistici Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno uno (01) del mese di luglio, alle ore 9,30, in una sala del Palazzo Comunale, convocata dal Sindaco,

Dettagli

IL NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE E LA RETRIBUZIONE DI PRODUTTIVITA

IL NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE E LA RETRIBUZIONE DI PRODUTTIVITA IL NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE E LA RETRIBUZIONE DI PRODUTTIVITA COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL DLGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009 A CHE COSA SERVE IL NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Pag. 1 di 9 Articolo 1 Campo di applicazione e durata 1. Il presente contratto decentrato integrativo redatto ai sensi dell art. 5 del CCNL del 01.04.1999, così

Dettagli

REGISTRO COMUNALE DELLE DETERMINE N 464 del 25/07/2014 COPIA

REGISTRO COMUNALE DELLE DETERMINE N 464 del 25/07/2014 COPIA REGISTRO COMUNALE DELLE DETERMINE N 464 del 25/07/2014 COPIA COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di Napoli P.ZZA DE MARINIS, 3 80040 POGGIOMARINO (NA) TEL. 081 865 81 11 FAX. 081 865 82 50 SETTORE: AFFARI

Dettagli

Ipotesi quota parte residuo fondo art. 9 anno 2014 da destinare al fondo art. 8 anno 2014 51.123,90

Ipotesi quota parte residuo fondo art. 9 anno 2014 da destinare al fondo art. 8 anno 2014 51.123,90 Parte III - Relazione tecnico-finanziaria Fondo art. 8 "Determinazione del fondo per la retribuzione di posizione, equiparazione, specifico trattamento e indennità di direzione di struttura complessa"

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il biennio economico 2008-2009 Il giorno 13.05.2009 alle

Dettagli

ACCORDO DECENTRATO INTEGRATIVO AZIENDALE RELATIVAMENTE ALLA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE DECENTRATE PER L ANNO 2011

ACCORDO DECENTRATO INTEGRATIVO AZIENDALE RELATIVAMENTE ALLA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE DECENTRATE PER L ANNO 2011 ACCORDO DECENTRATO INTEGRATIVO AZIENDALE RELATIVAMENTE ALLA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE DECENTRATE PER L ANNO 2011 In data 29/10/2012 alle ore 15,30 presso il Comune di Levanto,

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 128 DEL 20.06.2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 128 DEL 20.06.2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 128 DEL 20.06.2014 Oggetto: COSTITUZIONE DEL FONDO PER IL FINANZIAMENTO DELLA RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO DELLA DIRIGENZA PER L ANNO 2014 IL SEGRETARIO GENERALE

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO SUI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE, L UTILIZZAZIONE E LE MODALITA DI ATTRIBUZIONE DEL FONDO PER LE

IPOTESI DI ACCORDO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO SUI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE, L UTILIZZAZIONE E LE MODALITA DI ATTRIBUZIONE DEL FONDO PER LE IPOTESI DI ACCORDO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO SUI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE, L UTILIZZAZIONE E LE MODALITA DI ATTRIBUZIONE DEL FONDO PER LE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE E PER LA PRODUTTIVITA

Dettagli

1) Art.3 commi 5 e 6: In caso di pignoramento dello stipendio da parte dell'agente della riscossione la quota da pignorare non può eccedere un decimo

1) Art.3 commi 5 e 6: In caso di pignoramento dello stipendio da parte dell'agente della riscossione la quota da pignorare non può eccedere un decimo La gestione del personale nella riforma degli assetti organizzativi anche alla luce del decreto fiscale 1) Art.3 commi 5 e 6: In caso di pignoramento dello stipendio da parte dell'agente della riscossione

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. <&> del i

COMUNE DI AGRIGENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. <&> del i PROPOSTA SETT. N DEL REGISTRO PROPOSTE G.C. N ^ DEL SETTORE l -UFFICIO DELIBERE ORIGINALE COMUNE DI AGRIGENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. del i OGGETTO Presa atto della costituzione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI FABRIANO PER LE ANNUALITA ECONOMICHE 2008 2009

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI FABRIANO PER LE ANNUALITA ECONOMICHE 2008 2009 CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO DEL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMUNE DI FABRIANO PER LE ANNUALITA ECONOMICHE 2008 2009 Premesso che: a) in data 9 giugno 2009 è stata sottoscritta la ipotesi

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI TERRUGGIA Provincia di Alessandria

Regione Piemonte COMUNE DI TERRUGGIA Provincia di Alessandria Regione Piemonte COMUNE DI TERRUGGIA Provincia di Alessandria CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE 2006-2009 Accordo per l anno 2011 PRESO ATTO del contratto collettivo nazionale di lavoro del personale del

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 359 del 29-5-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 359 del 29-5-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 359 del 29-5-2015 O G G E T T O Saldo fondo per la ponderazione qualitativa delle quote capitarie di cui all'art. 59,

Dettagli

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena)

Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Unione di Comuni Terre di Castelli (Provincia di Modena) Determinazione nr. 217 Del 09/04/2015 Risorse Umane OGGETTO: Avviso di mobilitã volontaria esterna per la copertura di n. 1 posto vacante a tempo

Dettagli

PERSONALE DEL COMPARTO

PERSONALE DEL COMPARTO RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA E ILLUSTRATIVA AI SENSI DELL ART. 40 COMMA 3 SEXIES ALLEGATO ALLA PREINTESA DEL CONTRATTO INTEGRATIVO DELL AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LECCO 2006-2009 PER LE FINALITA

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE PARTE GENERALE Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 57 del 28/02/2013. Proposta n. 57

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 57 del 28/02/2013. Proposta n. 57 DETERMINAZIONE N. 57 del 28/02/2013 Proposta n. 57 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO PER LE CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI ALLA VARIANTE STRUTTURALE AL P.R.G.C. VIGENTE, RELATIVA ALLA BORGATE, AGLI ARCHITETTI

Dettagli

T15 Fondo per la contrattazione integrativa

T15 Fondo per la contrattazione integrativa T15 Fondo per la contrattazione integrativa Macrocategoria PERSONALE NON DIRIGENTE Voci di spesa : Importo di competenza Costituzione Destinazione Fondo unico per le risorse decentrate Risorse fisse aventi

Dettagli

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento. IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012*

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento. IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012* COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012* * Sottoscritto definitivamente il 18/10/2012 Il giorno Ventiquattro

Dettagli