IL DIRIGENTE Premesso Premesso Premesso Premesso Considerato Ritenuto Ritenuto Ritenuto b. d. Visto Visto Visto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL DIRIGENTE Premesso Premesso Premesso Premesso Considerato Ritenuto Ritenuto Ritenuto b. d. Visto Visto Visto"

Transcript

1

2 IL DIRIGENTE Premesso che con delibera di Giunta Comunale n. 112 del 25/7/2012, rettificata con delibere n. 119 del 9/8/2012 e n. 25 del 27/02/2013, è stato adottato il nuovo macro-modello organizzativo dell Ente. Premesso che a seguito di tale nuovo macro-modello organizzativo sono stati attribuiti all U.D. diretta dallo scrivente, in aggiunta ai procedimenti già assegnati, nuove e complesse competenze in materia di sanzioni amministrative e depenalizzazioni. Premesso inoltre che con atto di Giunta Municipale n. 159/2009 e successiva Direttiva del l U.D. diretta dallo scrivente è stata incaricata di curare le procedure per il taglio e la vendita di un lotto forestale sperimentale di proprietà del Comune di Potenza. Premesso poi che, per un presumibile errore materiale, non risulta più nella declaratoria delle competenze dell U.D. diretta dalla scrivente, né in quella di altre Unità di Direzione, il processo relativo agli ascensori e montacarichi in servizio privato il quale deve essere comunque garantito in attesa di specifico chiarimento, allo scopo di evitare l ipotesi di interruzione del servizio. Considerato che, in funzione del nuovo quadro delle competenze assegnate, si rende necessaria una ristrutturazione dell Unità di Direzione, provvedendo a una parziale ridistribuzione delle risorse umane ed all aggiornamento degli incarichi da affidare a ciascun collaboratore. Ritenuto opportuno riarticolare l Unità di Direzione aggiungendo ai tre collaudati gruppi tecnici già istituiti e impegnati in materia di ingegneria ambientale, di parchi e qualità urbana e di energia, un quarto gruppo di lavoro specificamente adibito alle sanzioni amministrative. Ritenuto altresì indispensabile, in virtù della accresciuta complessità organizzativa e funzionale dell Unità di Direzione e dello sviluppo della materia inerente il controllo di gestione, istituire un ulteriore gruppo deputato alla armonizzazione delle procedure interne, alla sussidiazione amministrativa di ciascuno degli altri gruppi operativi, alla verifica dello stato di attuazione dei numerosi obiettivi programmati, nonché al perseguimento dell equilibrio tra risorse disponibili, costi sostenuti e servizi da garantire. Ritenuto di dover riepilogare in un unico atto le competenze di tutto il personale attestato all Unità di Direzione Ambiente Parchi Energia Sanzioni Amministrative, distribuendo i singoli processi da espletare secondo cinque ambiti omogenei, così denominati: a. INGEGNERIA AMBIENTALE - SERVIZI CIMITERIALI - LOTTA AL RANDAGISMO b. PARCHI - QUALITÀ URBANA - TOPONOMASTICA c. ENERGIA - PUBBLICA ILLUMINAZIONE d. SANZIONI AMMINISTRATIVE - AUTORIZZAZIONI SANITARIE e. SERVIZI AMMINISTRATIVI - CONTROLLO DI GESTIONE Visto l art. 4-1 co. - della legge 7 agosto 1990 n. 241, stabilisce ove non sia già direttamente stabilito per legge o per regolamento, le pubbliche amministrazioni sono tenute a determinare per ciascun tipo di procedimento relativo ad atti di loro competenza l unità organizzativa responsabile della istruttoria e di ogni adempimento procedimentale, nonché dell adozione del provvedimento finale. Visto l art. 5-1 comma, della legge 7 agosto 1990, n. 241 che testualmente chiede che il Dirigente di ciascuna unità organizzativa provvede ad assegnare a sé o ad altro dipendente addetto all unità, la responsabilità dell istruttoria e di ogni altro adempimento inerente il singolo procedimento, nonché dell adozione del provvedimento finale. Visto l art. 107 del D. lgs. n. 267/2000 che individua le funzioni e le responsabilità della dirigenza attribuendole in particolare la gestione amministrativa, finanziaria e tecnica mediante autonomi poteri di spesa, di organizzazione delle risorse umane, strumentali e di controllo e l art.17 del D. lgs. n. 165/2001 il quale individua i compiti e i poteri dei Dirigenti.

3 Viste le Determinazioni dirigenziali Determinazioni dirigenziali n. 38 e 39 del 24 gennaio 2013 con le quali sono stati confermati come Responsabili di Posizione Organizzativa, ai sensi dell art. 5 della legge 7 agosto 1990 n. 241, l ing. Giampiero Cautela (P. O. Ingegneria Ambientale) e geom. Giuseppe Brindisi (P. O. Parchi - Qualità Urbana). Visto lo Statuto del Comune di Potenza e il vigente Regolamento di Organizzazione degli Uffici. D E T E R M I N A 1) di articolare l Unità di Direzione Ambiente Parchi Energia Sanzioni Amministrative nei seguenti gruppi omogenei: a. INGEGNERIA AMBIENTALE - SERVIZI CIMITERIALI - LOTTA AL RANDAGISMO (responsabile: P.O. - Funzionario Tecnico - ing. Giampiero Cautela - Cat.D6) b. PARCHI - QUALITÀ URBANA - TOPONOMASTICA (responsabile: P.O. - Istruttore Direttivo Tecnico - geom. Giuseppe Brindisi - Cat.D4) c. ENERGIA - PUBBLICA ILLUMINAZIONE (responsabile: Energy Manager - Istruttore Direttivo Tecnico - P.i. Florio Luigi D Angelo - Cat. D4) d. SANZIONI AMMINISTRATIVE - AUTORIZZAZIONI SANITARIE (responsabile: Istruttore Direttivo Amm.vo - sig.ra Grazia Lucente - Cat. D3) e. SERVIZI AMMINISTRATIVI - CONTROLLO DI GESTIONE (responsabile: Istruttore Direttivo Amm.vo - sig.ra Carmela Lorusso - Cat. D4) 2) di stabilire che i funzionari titolari di Posizione Organizzativa curino: - la gestione del personale affidato (organizzazione lavoro, ferie, valutazione produttività, ecc.) - il perseguimento dei risultati fissati dall Amm.ne mediante utilizzo delle risorse appostate sul PEG - la proposta degli atti amministrativi o tecnici di rispettiva competenza - la predisposizione proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale di rispettiva competenza; 3) di stabilire che i responsabili dei gruppi di cui al punto 1. curino le proposte degli atti amministrativi o tecnici di rispettiva competenza 4) di distribuire, ai sensi dell art. 5 della legge del 7/8/1990 n. 241, la responsabilità delle singole attività di competenza dell Unità di Direzione e le risorse umane al momento attestate all U.D., come in sintesi viene di seguito riportato: CAUTELA Giampiero Ingegnere - Funzionario Tecnico - cat. D6 Titolare di Posizione Organizzativa - responsabile del Gruppo Ingegneria Ambientale - Servizi Cimiteriali - Lotta al Randagismo, incaricato dei seguenti procedimenti: a. Gestione ciclo RSU (spazzamento, raccolta differenziata, bio-stabilizzazione, conferimento finale RSU, etc.) e applicazione del Contratto di servizio con il gestore dei servizi di igiene urbana b. Termovalorizzazione e recupero energetico mediante biogas c. Programmazione e attuazione interventi Piano Triennale OO.PP. relativi alla ingegneria ambientale d. Procedure in materia di abbandono di rifiuti, bonifica siti inquinati, inquinamento idrico, inquinamento dei suoli, ed eventuali esecuzioni in danno e. Allacciamenti fognari e problematiche connesse con la rete idrica gestita da Acquedotto Lucano f. Attuazione Regolamento di Polizia Mortuaria, ed organizzazione dei servizi necroscopici, e di pulizia del Cimitero Monumentale g. Gestione tecnica del Cimitero Monumentale (realizzazione/manutenzione loculi e cellette, contratti di servizio con le ditte incaricate delle operazioni cimiteriali e dell illuminazione votiva, ecc.) h. Predisposizione dei contratti relativi alle concessioni cimiteriali, e regolarizzazione degli incauti acquisti cimiteriali i. Coordinamento attività finalizzate alla apertura e gestione del Cimitero Nuovo in località Macchia Giocoli j. Programmi di sanificazione ambientale k. Lotta al randagismo, cura animali di affezione e gestione del Regolamento per il Benessere Animale

4 l. Rapporti (in riferimento alle procedure affidate) con ACTA, AATO, CONAI, Gestore Canile comunale, ASP, Acquedotto Lucano, Provincia di Potenza, Regione Basilicata, Comuni conferenti RSU, etc.) m. Predisposizione proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale di competenza del gruppo (e registrazione/pubblicazione in caso di necessità). Si avvale per i suddetti procedimenti della collaborazione di: - LOPIANO Giuseppe (C1) per i procedimenti e. j. k. - SATRIANO Giuseppina (B1) per i procedimenti d. h. m. - VACCARO Vito (C3) per il procedimento f. g. i. - CORONATI Nicola (B4) per il procedimento f. g. - GIORGIO Francesco (B2) per i servizi necroscopici, e di gestione e pulizia di cui al punto f. - LOTTINO Luigi (B2) per i servizi necroscopici,e di gestione e pulizia di cui al punto f. - LOVALLO Michele (B2) per i servizi necroscopici e di pulizia di cui al punto f. - PASTORE Angelo (B2) per i servizi necroscopici e di pulizia di cui al punto f. - TELESCA Vincenzo (B2) per i servizi necroscopici e di pulizia di cui al punto f. BRINDISI Giuseppe Geometra - Istruttore Direttivo Tecnico - cat. D4 Titolare di Posizione Organizzativa - responsabile del Gruppo Parchi - Qualità Urbana - Toponomastica, incaricato dei seguenti procedimenti: a. Programmazione, progettazione e attuazione interventi di rigenerazione urbana, riqualificazione ambientale, progetti parchi, aree a verde e di arredo urbano (fondi Comunitari, CIPE, Piano Triennale OO.PP., ecc.) b. Procedure informatizzate per la gestione delle OO.PP. (codici CUP e CIG, report alla AVCP, ecc.) c. Tutela patrimonio di cui alla L. R. 50/93 e rilascio nulla-osta in materia di beni ambientali/architettonici d. Manutenzione parchi e verde pubblico (coordinamento addetti comunali e ditte incaricate) e. Gestione Regolamento del Verde Urbano (sistemazione verde privato in ambito edilizio/urbanistico, adozioni aiuole, orti urbani, giardini storici, alberi monumentali, ecc.) f. Piano di taglio sperimentale del patrimonio forestale comunale g. Rilascio e aggiornamento tesserini per la raccolta dei funghi epigei h. Progetti di educazione ambientale (Agenda 21, incontri didattici, convegni, etc) i. Pianificazione Toponomastica urbana e rurale e redazione nuovo Stradario comunale j. Programma pluriennale per attribuzione numeri civici in zona rurale k. Gestione Regolamento Spray Art l. Rapporti (con riferimento ai procedimenti affidati) con Regione Basilicata, Soprintendenza BB. AA., istituzioni scolastiche, Provincia di Potenza, Regione Basilicata, ecc. m. Predisposizione proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale di competenza del gruppo (e registrazione/pubblicazione in caso di necessità). Si avvale per i suddetti procedimenti della collaborazione di: - PIETRAFESA Giovanni Battista (D4) per i procedimenti d. e. f. - NARDOZZA Donato (C1) per i procedimenti a. c. h. i. k. - GARRAMONE Rocco (C3) per i procedimenti g. j. - CURTI Leonardo (C4) per i procedimenti f. j. - DE VIVO Luigi (A4) per la manutenzione e custodia del verde, di cui al punto d. - LAURIA Saverio (B1) per la manutenzione e custodia del verde, di cui al punto d. - SANTORO Salvatore (A4) per la manutenzione e custodia del verde, di cui al punto d. - SPADINO PIPPA Davide (B4) per la manutenzione e custodia del verde, di cui al punto d. - ing. D ANDREA Vitina (attualmente co.co.co. Progetto Sfera) per i procedimenti a. b. - ing. LOVALLO Vito (attualmente co.co.co. Progetto Sfera) per i procedimenti a. b.

5 D ANGELO Florio Luigi Perito Industriale - Istruttore Direttivo Tecnico - cat. D4 In qualità di Energy Manager - responsabile del Gruppo Energia - Pubblica Illuminazione (ex art. 5 L.241/90 e art. 17, co.2, lett. f. CCNL 31/3/90),è incaricato dei seguenti procedimenti: a. Interventi e programmi per l efficientamento energetico e il contenimento dei consumi, e la gestione del Piano Energetico Comunale b. Contrasto all inquinamento di tipo atmosferico, elettromagnetico, acustico: rilascio autorizzazioni ed eventuali diffide e ordinanze in materia di salvaguardia della salute pubblica c. Gestione del Piano comunale degli Impianti di distribuzione dei carburanti per autotrazione d. Servizio di pubblica illuminazione (ampliamento rete, manutenzioni ordinarie e straordinarie, messa in sicurezza, ecc.) e. Progetto Calore Pulito (programmazione delle ispezioni, rapporti con i verificatori convenzionati, adozione di eventuali provvedimenti in materia di sicurezza, ecc.) f. Interventi/progetti di diffusione buone pratiche energetiche e ambientali promossi dalla U.E. (ad es. Ener Supply - Urban Energy - Re-seetis - ecc.) g. Rilascio dei certificati per la esenzione delle tariffe per la fornitura di gas in zone non servite da rete h. Deposito progetti di impianti termici ed elettrici (ex L. 46/1990, L. 10/1991, ecc.) i. Impiantistica di cui al DPR 162/1999: Ascensori, montacarichi in servizio privato, ecc. (tale competenza si intende prorogata fino a diversa disposizione dell Amministrazione) j. Rapporti (con riferimento ai procedimenti affidati) con il Comando VV.F., i partners dei progetti comunitari, la Provincia di Potenza, la Regione Basilicata, l ARPAB, l ASP, ecc. k. Predisposizione proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale di competenza del gruppo (e registrazione/pubblicazione in caso di necessità). Si avvale per i suddetti procedimenti della collaborazione di: - SISTO Vincenza (C3) per i procedimenti amministrativi di cui b. e. i. k. - PECORA Rosanna (B7) per i procedimenti amministrativi di cui ai punti e. g. h. - ASPRONE Franco (esecutore tecnico B1) per il servizio di cui al punto d. - IERARDI Antonio (esecutore tecnico B5) per il servizio di cui al punto d. - GENTILE Mario (esecutore tecnico B1) per il servizio di cui al punto d. - LOVALLO Francesco (esecutore tecnico B6) per il servizio di cui al punto d. - MARCHESE Rocco (esecutore tecnico B1) per il servizio di cui al punto d. - Ing. Patrizia Carlucci (attualmente convenzionata come Project Assistant ) per il punto f. LORUSSO Carmela Istruttore Direttivo Amministrativo - cat. D4 In qualità di responsabile del Gruppo Servizi Amministrativi - Controllo di Gestione (ex art. 5 L.241/90 e art. 17, co.2, lett. f. CCNL 31/3/90) è incaricata i seguenti procedimenti: a. Attribuzione posta in arrivo e partenza, PEC in ricezione ed invio, RN (richiesta notifiche), etc. b. Gestione programma presenze, ferie, lavoro straordinario, assenze per malattia o infortunio, ecc. c. Controllo di gestione, report obiettivi, procedure inerenti bandi e graduatorie di competenza dell U.D. d. Sussidiazione delle procedure amministrative dell U.D. (registrazione e pubblicazione proposte di delibere dell Organo politico e determinazioni dirigenziali) e. Sussidiazione delle procedure informatizzate per la gestione delle OO.PP. di competenza dell U.D. f. Aggiornamento in progress della numerazione civica (in collegamento con il Gruppo Parchi-Qualità Urbana, gli Uffici di Anagrafe e i principali soggetti erogatori di servizi collettivi)) g. Rapporti con la Commissione nulla-osta BB. AA. (istruttoria amm.va, convocazione e segreteria) h. Predisposizione proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale di competenza del gruppo (e registrazione/pubblicazione in caso di necessità). Si avvale per i suddetti procedimenti della collaborazione di: - LIVIANI Maria (C3) per il procedimento di cui al punto b. e. f. - FUSCO Anna (B1) per le procedure amministrative a. d.

6 LUCENTE Grazia Istruttore Direttivo Amministrativo - cat. D3 In qualità di responsabile del Gruppo Sanzioni Amministrative - Autorizzazioni Sanitarie (ex art. 5 L.241/90 e art. 17, co.2, lett. f. CCNL 31/3/90) è incaricata dei seguenti procedimenti: a. Sanzioni Amministrative - Depenalizzazione (emissione ordinanze-ingiunzioni; audizioni; esame memorie difensive; redazione e trasmissione ruoli per la riscossione coattiva; ecc.) b. Autorizzazioni in materia di: ambulatori veterinari; vendita piccoli animali e relativi accessori; macellazione domiciliare suini e macellazione con rito islamico; trasporto animali vivi; stalle di sosta; risanamento dalla leucosi bovina e profilassi vaccinale nei confronti della blue tongue c. Autorizzazioni in materia di: alberghi, ostelli, case di riposo, affittacamere; ambulanze e loro autorimesse; trasporto prodotti e scarti tossici; turni di apertura delle farmacie; pubblicità sanitaria d. Vidimazione registri carico-scarico medicinali; vidimazione registri carico-scarico zucchero; deposito farmaci; tenuta registri gas e sostanze tossiche, stupefacenti, psicotrope; vendita prodotti fito-sanitari e. Applicazione Regolamento d Igiene f. Predisposizione diffide e ordinanze a tutela dell igiene pubblica. g. Predisposizione proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale di competenza del gruppo (e registrazione/pubblicazione in caso di necessità). Si avvale per i suddetti procedimenti della collaborazione di : - GARRAMONE Giuseppina (B2) per i procedimento di cui ai punti a. f. - TRILLO Alba (B1) per i procedimenti di cui ai punti b. g. PIETRAFESA Giovanni Battista Istruttore Direttivo Tecnico - cat. D4 Manutenzione parchi e verde pubblico (coordinamento addetti comunali e ditte incaricate) Gestione Regolamento del Verde Urbano (sistemazione verde privato in ambito edilizio/urbanistico, adozioni aiuole, orti urbani, giardini storici, alberi monumentali, ecc.) Attuazione del Piano di taglio sperimentale del patrimonio forestale comunale LIVIANI Maria Istruttore informatico - cat. C3 Procedure informatizzate per la gestione OO.PP. (codici CUP e CIG, rapporti all AVCP, ecc.) Gestione del programma delle presenze, delle ferie e del lavoro straordinario dell intera U.D Aggiornamento in progress della nuova numerazione civica Registrazione/pubblicazione, in caso di necessità, proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale. GARRAMONE Rocco Istruttore tecnico - cat. C3 Programma pluriennale di attribuzione e consegna numeri civici Rilascio e aggiornamento tesserini per la raccolta dei funghi epigei. LOPIANO Giuseppe Istruttore tecnico - cat. C1 Allacciamenti fognari e problematiche connesse con la rete idrica gestita da Acquedotto Lucano; Programmi di sanificazione ambientale; Lotta al randagismo, cura animali di affezione e gestione del Regolamento per il Benessere Animale; NARDOZZA Donato Istruttore tecnico - cat. C1 Attuazione interventi di riqualificazione ambientale/urbana, e progetti di verde e arredo urbano Tutela patrimonio di cui alla L. R. 50/93 istruttoria nulla-osta in materia di beni ambientali/architettonici Progetti di educazione ambientale (Agenda 21, incontri didattici, ecc.) Gestione Regolamento Spray Art.

7 CURTI Leonardo Istruttore amministrativo - cat. C4 Programma pluriennale di attribuzione e consegna numeri civici Attuazione del Piano di taglio sperimentale del patrimonio forestale comunale VACCARO Vito Istruttore amministrativo - cat. C3 Gestione servizi di Polizia Mortuaria propri del Custode del Cimitero Monumentale (tenuta archivio cimiteriale, organizzazione dei servizi necroscopici, programmazione sepolture, esumazioni ed estumulazioni cicliche, ecc.) Deleghe esercitate in materia di Stato Civile e rapporti con l ASP per le materie di competenza Informazioni e acquisizione dati per la predisposizione contratti relativi alle concessioni cimiteriali, e regolarizzazione incauti acquisti cimiteriali Affiancamento nelle attività finalizzate alla apertura e gestione del Cimitero Nuovo in località Macchia Giocoli CORONATI Nicola Esecutore tecnico - cat. B4 Ausilio e supplenza, in caso di necessità, in tutti i servizi di Polizia Mortuaria di competenza del Custode del Cimitero Monumentale Ausilio nelle fasi di gestione tecnica del Cimitero Monumentale (realizzazione/manutenzione loculi, contratti di servizio con le ditte incaricate delle operazioni cimiteriali e dell illuminazione votiva, ecc.) SISTO Vincenza Istruttore amministrativo - cat. C3 Predisposizione autorizzazioni, diffide e ordinanze in materia di sicurezza degli impianti Progetto Calore Pulito : rilascio bollino blu, comunicazioni ai cittadini, rapporti con i verificatori, archiviazione dati, ecc.; Impiantistica di cui al DPR 162/1999: Ascensori, montacarichi in servizio privato, ecc.(predisposizione autorizzazioni, tenuta registro, archiviazione, ecc.) Registrazione/pubblicazione, in caso di necessità, proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale. PECORA Rosanna Collaboratore professionale tecnico - cat. B7 Progetto Calore Pulito (rilascio bollino blu, comunicazioni ai cittadini, ecc.) Predisposizione attestati per esenzione tariffe fornitura gas in zone non servite da rete Deposito atti inerenti le leggi 46/1990 e 10/1991, e comunicazioni ai cittadini e al Comando VV.F. FUSCO Anna Esecutore amministrativo - cat. B1 Segreteria dell U.D. (informazioni al pubblico, agenda degli impegni, filtro telefonico, fissazione appuntamenti, etc.) Verifica e attribuzione della posta in arrivo, PEC (Posta Elettronica Certificata in ricezione ed invio), RN (Richiesta Notifiche), etc. Registrazione e pubblicazione delle proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale dell U.D. Sussidio ed eventuale supplenza nelle attività di altri Gruppi (ad es. rilascio tesserini per raccolta funghi, consegna numeri civici, predisposizione e consegna autorizzazioni varie, ecc.) GARRAMONE Giuseppina Esecutore tecnico - cat. B1 Sanzioni amministrative (depenalizzazione): predisposizione atti, comunicazioni agli interessati, rapporti con la società incaricata delle riscossioni coattive, ecc. Predisposizione ordinanze e diffide a tutela dell igiene pubblica.

8 SATRIANO Giuseppina Esecutore amministrativo - cat. B1 Procedure amministrative in materia di abbandono rifiuti, bonifica siti inquinati, inquinamento idrico e dei suoli, ed eventuali esecuzioni in danno Predisposizione e registrazione contratti in materia di concessioni cimiteriali; regolarizzazione incauti acquisti cimiteriali, ecc. Registrazione/pubblicazione, in caso di necessità, proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale. TRILLO Alba Esecutore amministrativo - cat. B1 Segreteria dell Assessore all Ambiente (informazioni, filtro telefonico, appuntamenti, ecc.) Ausilio nella predisposizione di Autorizzazioni Sanitarie Registrazione/pubblicazione, in caso di necessità, proposte di Deliberazione politica, o di Determinazione dirigenziale... ASPRONE Franco Esecutore tecnico - cat. B1 (addetto manutenzione impianti pubblica illuminazione) GENTILE Mario Esecutore tecnico - cat. B1 (addetto manutenzione impianti pubblica illuminazione) IERARDI Antonio Esecutore tecnico - cat. B5 (addetto manutenzione impianti pubblica illuminazione) LOVALLO Francesco Esecutore tecnico - cat. B6 (addetto manutenzione impianti pubblica illuminazione) MARCHESE Rocco Esecutore tecnico - cat. B1 (addetto manutenzione impianti pubblica illuminazione).. LAURIA Saverio Esecutore tecnico - cat. B1 (addetto manutenzione/custodia verde urbano) DE VIVO Luigi Operatore addetto ai Servizi Tecnici e Amm.vi - cat. A4 (addetto manutenzione/custodia verde urbano) SANTORO Salvatore Operatore addetto ai Servizi Tecnici e Amm.vi - cat. A4 (addetto manutenzione/custodia verde urbano) SPADINO PIPPA Davide Esecutore tecnico - cat. B4 (addetto manutenzione verde urbano).. GIORGIO Francesco Esecutore tecnico - cat. B2 (addetto servizi necroscopici) LOTTINO LUIGI Esecutore tecnico - cat. B2 (addetto servizi necroscopici) LOVALLO Michele Esecutore tecnico - cat. B2 (addetto servizi necroscopici) PASTORE Angelo Esecutore tecnico - cat. B2 (addetto servizi necroscopici) TELESCA Vincenzo Esecutore tecnico - cat. B2 (addetto servizi necroscopici)

9 5) di precisare che la presente Determinazione annulla e sostituisce ogni precedente disposizione in materia di assetto dell U. D. Ambiente Parchi Energia Sanzioni Amministrative e di conferimento di incarichi. 6) di precisare che la presente va pubblicata nei modi previsti e trasmessa ai diretti interessati e, per conoscenza, alla Segreteria Generale e all U. D. Risorse Umane, nonché all URP per le conseguenti variazioni da apportare al sito web istituzionale del Comune. 7) di dare mandato ai titolari di Posizione Organizzativa per studiare e proporre una razionalizzazione e ridistribuzione delle postazioni di lavoro, in coerenza con il nuovo assetto organizzativo. Il Dirigente Arch. Giancarlo GRANO

10

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 4 - Direzione Generale Tutela salute e coor.to del Sistema

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE GRECO GIUSEPPE Dirigente DIREZIONE/SEGRETERIA (INGGRECO), EDILIZIA SCOLASTICA, MAN.PATRIMONIO ABITATIVO, MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI, PUBBLICA ILLUMINAZIONE UOPI ASSENZA ASSENZA/ PRESENZA PRESENZA/

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

C O M U N E D I S E L V I N O

C O M U N E D I S E L V I N O C O M U N E D I S E L V I N O (Provincia di Bergamo) Corso Milano, 19 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI TUTELA DELLA PERSONA E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI CON PARTICOLARE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl.

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 4. SANITA E IGIENE Busta 6 (1960 1961), fascc. 2 4.1 1960, s.fascc. 5 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 1) 1. Comunicazioni del sindaco relative alle prescrizioni di medicinali e cure

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Il 6 e 7 novembre 2014 INFFU organizza a Roma il I corso nazionale di Igiene Urbana: STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Accreditato ECM dall Istituto Zooprofilattico

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici Ufficio Condono Edilizio Ufficio Diritto di Accesso Agli Atti Mod. 10/E (10.06.2013 )

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI Il presente documento contiene la classificazione dei servizi pubblici adottata per l iniziativa Mettiamoci la faccia. Si tratta di una classificazione e non di una

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 113 del 08/07/2011 - OGGETTO: mostra «FOTOGRAFIA E RISORGIMENTO. TESORI DEI GRANDI MUSEI ITALIANI». Spese per fornitura di immagini digitali. Assunzione impegno di spesa. I L F U N Z I O N

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

SETTORE VIII SVILUPPO ECONOMICO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE RESPONSABILE : GEOM. O. CANNIZZARO

SETTORE VIII SVILUPPO ECONOMICO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE RESPONSABILE : GEOM. O. CANNIZZARO SETTORE VIII SVILUPPO ECONOMICO S.U.A.P. - SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE RESPONSABILE : GEOM. O. CANNIZZARO AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE Lo Sportello Unico Produttive è un servizio istituito dai

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.82 DEL 19/4/2011

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.82 DEL 19/4/2011 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.82 DEL 19/4/2011 Oggetto: RETRIBUZIONE DI RISULTATO DIRIGENTI ANNO 2010- LIQUIDAZIONE IL DIRETTORE GENERALE, VISTA la L.R. 8 agosto 2006, n.12 ed in particolare

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli