Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - A.A AutoCAD. Creazione di un Nuovo Disegno.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - A.A. 2010-2011. AutoCAD. Creazione di un Nuovo Disegno."

Transcript

1 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - AutoCAD Creazione di un Nuovo Disegno Everyday drafting will never be the same Laboratorio CAD docente: Giuseppe 1 Modica Creare un disegno da zero - Generalità Anche nel disegno assistito dal calcolatore, la creazione di un nuovo disegno è molto simile ad un foglio di carta bianco. Prima di cominciare a lavorare su un nuovo disegno, occorre procedere con alcune impostazioni di base. Queste possono essere salvate in modelli di lavoro ed utilizzate come veri e propri standard di lavoro. È possibile iniziare un nuovo disegno utilizzando diversi metodi. Il metodo consigliato è rappresentato dall uso di un file modello di disegno (è il cosiddetto template, con estensione.dwt). Di default autocad apre il template acadiso.dwt che è quello più adatto, essendo appunto creato sugli standard ISO. In un file modello di disegno sono contenute impostazioni predefinite, standard e definizioni che permettono di risparmiare molto tempo di impostazione. Quando si inizia un disegno con un modello di disegno, queste impostazioni passano al nuovo disegno. 2

2 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Creare un disegno da zero Il file modello I file modello di disegno includono le impostazioni e gli elementi di base del disegno utilizzati di frequente, come: Precisione e tipo di unità Impostazioni e preferenze degli strumenti Organizzazione dei layer Riquadri delle iscrizioni (cartigli), bordi e logo Stili di quota Stili di testo Tipi e spessori di linea Stili di stampa È possibile creare un file modello di disegno salvando un disegno con l estensione *.dwt. 3 Creare un disegno da zero Salvare un file modello 4

3 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Creare un disegno da zero Disegnare in scala Anche se è possibile personalizzare alcune impostazioni all interno di un file modello e poi riutilizzarle successivamente, come pure accettare quelle di default presenti dopo l installazione nei file modello (architettonico, meccanico, ecc.), è bene capire e di conseguenza sapere impostare alcuni parametri di base. Il primo parametro di fondamentale importanza è la scala del disegno. A differenza che nel disegno manuale, nei programmi CAD conviene sempre disegnare in scala 1:1 (scala naturale dimensioni reali dell oggetto). È al momento della stampa che il disegno viene scalato e ciò in base alla tipologia e quindi alla sua grandezza. In base a questo si sceglie il supporto più adatto e non all inverso. Per gli edifici rurali, le scale di rappresentazione normalmente utilizzate sono 1:100; solo in casi particolari si usano rapporti di scala 1:200 o 1:50. 5 Creare un disegno da zero Impostare le unità di disegno Command line: units In AutoCAD esistono esclusivamente unità di disegno. La prima cosa da fare è quindi stabilire a cosa corrisponde una unità di disegno. Se si scelgono unità decimali, le unità disegno corrispondono ai millimetri. L oggetto viene disegnato in unità che sono unità di disegno ; il punto nodale è poi la corrispondenza tra unità di disegno ed unità di misura di riferimento. Ciascuno sceglie il proprio standard; è poi all atto della stampa che occorre prestare attenzione. Nel caso si scelgano i millimetri, si disegna in scala al naturale ed il processo di stampa in scala è più immediato. Basta semplicemente inserire il rapporto di scala scelto per la restituzione grafica. Caso diverso se, come spesso avviene nella pratica del disegno e della progettazione architettonica, all atto in cui si disegnano gli elementi si inseriscono le unità di misura in metri (se inserisco una linea lunga 10 m, scrivo 10 alla richiesta di inserire la lunghezza della stessa); in tal caso, è fondamentale avere a mente che si sta disegnando in scala 1:1000. Per disegnare in scala al naturale, quando il comando richiede di inserire il valore di lunghezza per una linea che nella realtà è lunga 10 m, devo scrivere Al momento della stampa in scala occorre quindi partire da questo rapporto ed adattarlo alla scala di stampa. 6

4 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Creare un disegno da zero impostare le unità di disegno Command line: units Precisione Imposta il numero di cifre decimali o le dimensioni frazionarie visualizzate per le misure lineari. Scala di inserimento Controlla l'unità di misura per i blocchi e i disegni inseriti nel disegno corrente, in modo che un blocco o un disegno creato con unità diverse da quelle specificate venga scalato al momento dell'inserimento. La scala di inserimento è il rapporto tra le unità utilizzate nel blocco (o nel disegno di origine) e quelle utilizzate nel disegno di destinazione. Se si seleziona Senza unità, il blocco non viene scalato in automatico al momento dell'inserimento. Impostazione per l inserimento degli angoli. Come si vede, di default l angolo base di riferimento è a Est (sull orizzontale) e il senso di rotazione antiorario. 7 Creare un disegno da zero Spazio modello e Layout AutoCAD rende disponibili due ambienti di lavoro paralleli rappresentati dalla scheda Modello e dalle schede di Layout. Sulla scheda Modello è possibile disegnare un modello del soggetto a schermo intero. Sulle schede di layout, è possibile disporre più istantanee del modello. La Scheda Modello consente di accedere a un area di disegno senza limiti di estensione. Successivamente, si passa a impostare il formato delle unità di disegno, quindi si disegna in scala al naturale (1:1). Le Schede di Layout (Spazio Carta) consentono di accedere ai layout di disegno. Quando si imposta un layout, è necessario indicare la dimensione di foglio che si desidera utilizzare. Il layout rappresenta un foglio di disegno stampato che consente di visualizzare una o più viste del modello su diverse scale. Qui possono essere create le finestre del layout, che hanno la funzione di finestre nello spazio modello. Ogni finestra del layout può contenere una vista diversa del modello. Possono altresì essere predisposti i riquadri delle iscrizioni, non visibili nella scheda modello. 8

5 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Creare un disegno da zero Organizzazione dei Layers Come visto, i layers sono l equivalente dei fogli lucidi sovrapposti utilizzati nel disegno manuale. Ogni layer include un colore assegnato, un tipo di linea e uno spessore di linea. Prima di creare gli oggetti, è necessario impostare il layer su cui devono essere creati. Questo viene denominato layer corrente. Barra degli strumenti layer LAYER 0 - Quando si apre un nuovo disegno viene impostato corrente un layer di default denominato "0"; colore bianco, tipo di linea continuous. È un layer che non si può né eliminare né rinominare cui, molti utilizzatori tendono ad associare i primi oggetti disegnati. Da un punto di vista metodologico è un errore perché la sue funzioni sono altre: fare in modo che nel disegno sia presente almeno un layer (ecco perché non si può eliminare); fornire un layer speciale correlato al controllo dei colori nei blocchi. LAYER DEFPOINTS è un particolare layer automaticamente creato da AutoCAD, con colore bianco e tipo di linea continua, in cui ogni oggetto che vi risiede verrà normalmente visualizzato sia sullo spazio modello che sullo spazio carta, ma non verrà stampato. Di solito, giacciono sul layer defpoints i punti di definizione utilizzati per la creazione di una quota. È un layer difatti creato non appena si quota un oggetto. 9 Controllo dei layer Per rendere invisibili gli oggetti di un layer, è possibile disattivare il layer o congelarlo in Gestore proprietà layer. È inoltre possibile bloccare i layer per evitare che gli oggetti vengano modificati inavvertitamente. Disattivazione dei layer. Si preferisce questa opzione al congelamento se si ha necessità di attivare e disattivare la visibilità di un layer con frequenza. Congelamento dei layer. Scegliere questa opzione se non si ha necessità di mantenere visibile un layer a lungo. Quando si scongela un layer, si ottiene una rigenerazione automatica del disegno. L operazione di scongelamento richiede più tempo rispetto all attivazione di un layer. Blocco dei layer. Questa opzione impedisce la modifica degli oggetti di un layer. È comunque possibile utilizzare gli oggetti di un layer bloccato per eseguire operazioni che non comportano la modifica degli oggetti. È possibile, ad esempio, eseguire lo snap a questi oggetti per utilizzarli come guide per il disegno di precisione. 10

6 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Creare un disegno da zero Organizzazione dei Layers Di default, AutoCAD assegna automaticamente il colore, il tipo di linea e lo spessore di linea correnti ai nuovi oggetti creati. Controllo colore Gestione tipo di linea Controllo spessore Controllo stile stampa Barra degli strumenti Proprietà (dei layer) 11 Layers are Easier to Organize Con il Layer Properties Manager è possibile: Fornire una descrizione per ciascun layer Applicare cambiamenti alle proprietà dei layers senza uscire dall applicazione (apply) Filtrare i layers sulla base di referenze esterne (automaticamente) Filtrare i layers sulla base delle loro proprietà Impostare filtri sulla base di gruppi di layers Riga comando: layer 12

7 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Creare un disegno da zero Organizzazione dei Layers Command line: layer Apertura del Gestore proprietà Layer 13 Il disegno di precisione Impostare il sistema di coordinate Nei software CAD sono disponibili diversi metodi per immettere correttamente le coordinate. Quando un comando richiede di specificare un punto, è possibile selezionarne uno mediante un dispositivo di puntamento oppure digitare il valore di una coordinata nella riga di comando. Nel caso delle versioni più recenti, se l Input dinamico è attivo, è possibile immettere i valori delle coordinate nelle descrizioni comandi accanto al cursore. Le coordinate 2D possono essere inserite sotto forma di coordinate Cartesiane (X,Y) o polari. Coordinate Cartesiane (2D) Un sistema di coordinate cartesiane bidimensionale è composto da due assi perpendicolari tra loro: X, Y. Digitando i valori delle coordinate, si indica la distanza (in unità) e la direzione (+ o -) di un punto lungo gli assi X, Y rispetto all'origine del sistema di coordinate (0,0). Nello spazio bidimensionale, i punti vanno specificati sul piano XY, noto anche come piano di costruzione, simile ad un foglio di carta millimetrata. Il valore X di una coordinata cartesiana specifica la distanza orizzontale, mentre il valore Y specifica quella verticale. L'origine (0,0) indica il punto di intersezione dei due assi. 14

8 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione Impostare il sistema di coordinate Nei software CAD sono disponibili diversi metodi per immettere correttamente le coordinate. Quando un comando richiede di specificare un punto, è possibile selezionarne uno mediante un dispositivo di puntamento oppure digitare il valore di una coordinata nella riga di comando. Nel caso delle versioni più recenti, se l Input dinamico è attivo, è possibile immettere i valori delle coordinate nelle descrizioni comandi accanto al cursore. Le coordinate 2D possono essere inserite sotto forma di coordinate Cartesiane (X,Y) o polari. Coordinate Polari Nei sistemi bidimensionali di coordinate polari, i punti vengono individuati in base ad una distanza e ad un angolo. Sia con le coordinate cartesiane sia con quelle polari, è possibile digitare le coordinate assolute in base all'origine (0,0) o le coordinate relative in base all'ultimo punto specificato. Direzione positiva degli angoli in AutoCAD 15 Il disegno di precisione Uso delle coordinate cartesiane Coordinate CARTESIANE assolute e relative I valori di coordinata assoluti vengono calcolati rispetto all origine (0,0). I valori di coordinata relativi vengono calcolati rispetto all ultimo punto specificato. (Con input dinamico ATTIVATO) Inserimento di coordinate assolute dal prompt Disegnare una linea il cui punto di inizio corrisponde al valore -2 di X e 1 di Y e il cui punto finale è 3,4. Nella descrizione comandi digitare quanto segue: Comando: linea Dal punto: -2,1 Al punto: #3,4 (Con input dinamico DISATTIVATO) Inserimento di coordinate relative dal prompt Per specificare le coordinate relative anteporre il Ad esempio, si specifica un punto situato ad una distanza di 3 unità lungo l'asse X e 4 unità lungo l'asse Y rispetto all'ultimo punto specificato. Di default, se l input dinamico è ATTIVO, autocad inserisce il primo punto di qualsiasi comando con coordinate assolute e i successivi con coordinate relative; per inserire coordinate assolute è necessario far precedere le coordinate dei punti successivi dal simbolo #. Se l input dinamico è DISATTIVATO, di default tutti i punti vengono inseriti con coordinate assolute. 16

9 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione Uso delle coordinate cartesiane Coordinate POLARI assolute e relative I valori di coordinata assoluti vengono calcolati rispetto all origine (0,0). I valori di coordinata relativi vengono calcolati rispetto all ultimo punto specificato. Esempio (Con input dinamico ATTIVATO) Inserimento di coordinate assolute dal prompt Costruzione di due linee disegnate con le coordinate polari assolute e l'impostazione di default della direzione dell'angolo. Nella descrizione comandi digitare quanto segue: Comando: linea Dal punto: 0,0 Al punto: #4<120 Al punto: #5<30 Nella finestra Unità, provare a cambiare l angolo base, da EST a OVEST, e ripetere lo stesso esercizio. Per l inserimento delle coordinate polari occorre una distanza e un angolo. In autocad, i valori angolari immessi tramite la riga di comando sono preceduti dal simbolo < 17 Il disegno di precisione Uso delle coordinate cartesiane Coordinate POLARI assolute e relative I valori di coordinata assoluti vengono calcolati rispetto all origine (0,0). I valori di coordinata relativi vengono calcolati rispetto all ultimo punto specificato. Esempio Inserimento di coordinate relative dal prompt (Con input dinamico ATTIVATO) Per specificare le coordinate relative, anteporle il Ad esempio, si specifica un punto situato ad una distanza di 1 unità dall'ultimo punto specificato e con un'angolazione di 45 gradi rispetto all'asse X. Nell'esempio seguente vengono mostrate due linee tracciate mediante coordinate polari relative. In ciascuna illustrazione, la linea inizia nella posizione etichettata come punto precedente. Comando: linea 18

10 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione Uso delle coordinate polari e cartesiane RIEPILOGO Inserimento Coordinate Cartesiane Come digitare le coordinate cartesiane assolute (2D) Al messaggio di richiesta del primo punto, digitare le coordinate normalmente; per i punti successivi, nella descrizione comandi utilizzando il seguente formato: # x, y (con input dinamico disattivato, il simbolo # non è ritenuto valido dal programma) Come digitare le coordinate cartesiane relative (2D) Al messaggio di richiesta del punto, digitare le coordinate utilizzando il seguente x, y RIEPILOGO Inserimento Coordinate Polari Come digitare le coordinate polari assolute (2D) Al messaggio di richiesta del punto, digitare le coordinate nella descrizione comandi utilizzando il seguente formato: # distanza < angolo (con input dinamico disattivato, il simbolo # non è ritenuto valido dal programma) Come digitare le coordinate polari relative (2D) Al messaggio di richiesta del punto, digitare le coordinate utilizzando il seguente distanza < angolo 19 Il disegno di precisione Impostazione del sistema di coordinate AutoCAD utilizza i seguenti sistemi di coordinate, validi sia per quelle polari sia per quelle cartesiane WCS (World Coordinate System o Sistema di Coordinate Globale) è il sistema di riferimento di default di AutoCAD, esso è fisso ed invariabile cioè ha l origine in 0,0 e gli assi sono orientati secondo la schema classico degli assi coordinati X,Y (Z). UCS (User Coordinate System o Sistema di Coordinate dell Utente) è il sistema di coordinate definite dall utente, cioè un sistema di coordinate personalizzabile e quindi mobile. Con l UCS si può porre l origine e l orientazione degli assi a proprio piacimento. L UCS viene sempre definito in rapporto al WCS. 20

11 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione Sistema di Coordinate Utente (UCS) Command line: UCS Comando gestione UCS È possibile riposizionare il Sistema di Coordinate Utente mediante: Spostamento dell'ucs definendo una nuova origine. Allineamento dell'ucs con un oggetto esistente o con la direzione di visualizzazione corrente. Ruotare il sistema UCS corrente attorno ad uno degli assi. Ripristino di un UCS salvato. 21 Il disegno di precisione Sistema di Coordinate Utente (UCS) Command line: UCS Definisce un nuovo sistema di coordinate in base ad uno dei sei metodi disponibili. Specificare origine nuovo UCS o [Asse-z/3punti/OGgetto/Faccia/Vista/X/Y/Z] <0,0,0>: 22

12 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione Sistema di Coordinate Utente (UCS) Command line: UCS Ridefinisce un sistema UCS spostando l'origine o modificando la profondità Z del sistema UCS corrente e lasciando invariato l'orientamento del piano XY. Modificando il valore della profondità Z-, il sistema UCS viene spostato lungo l'asse Z in direzione positiva o negativa rispetto all'origine corrente. Specificare nuovo punto di origine o [profz] <0,0,0>: Specificare un punto o digitare z 23 Il disegno di precisione Sistema di Coordinate Utente (UCS) Command line: UCS Specifica uno dei sei sistemi UCS ortogonali disponibili. Le impostazioni dei sistemi UCS vengono in genere utilizzate durante la visualizzazione e la modifica di modelli 3D. Digitare un opzione [Alto/Basso/Fronte/Retro/Sinistra/Destra] <corrente>: Digitare un'opzione o premere INVIO 24

13 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione Sistema di Coordinate Utente (UCS) Command line: UCS Command line: GESTUCS Finestra di dialogo UCS Imposta i valori del sistema UCS corrente in base al sistema WCS (World Coordinate System, Sistema di Coordinate Globali). Il sistema WCS costituisce la base di tutti i sistemi di coordinate utente e non può essere ridefinito. 25 Il disegno di precisione Modalità SNAP Snap on/off F9 Lo snap limita i movimenti del puntatore a croce agli intervalli definiti dall utente nella griglia. Quando questa funzione è attiva, il cursore sembra aderire, o agganciarsi, ad una griglia invisibile. Lo snap risulta utile per specificare punti precisi con il cursore. Cliccando con il tasto dx del mouse sul pulsante SNAP, GRIGLIA o OSNAP si possono settare i rispettivi parametri 26

14 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione Griglia Griglia on/off F7 La griglia è un modello di punti rettangolare che si estende sull area specificata dai limiti stabiliti (command line: limiti), la cui funzione consiste nel facilitare l allineamento degli oggetti e la visualizzazione della distanza che li separa. La griglia non compare nel disegno stampato. La visualizzazione della griglia dipende dalla sua spaziatura in relazione alla grandezza del disegno. Se la griglia è troppo fitta non potrà essere visualizzata. 27 Il disegno di precisione Modalità ortogonale (ORTO) L ORTO è uno strumento che permette di muoversi sullo schermo solo in orizzontale o in verticale, in questo modo è semplice tracciare con il mouse linee perfettamente orizzontali o verticali. Orto on/off F8 Se però nella finestra Impostazioni disegno, alla voce Snap Angolo si inserisce un valore diverso da zero, con la funzione ORTO è possibile disegnare linee inclinate esattamente del valore inserito. Tra l altro, è possibile verificare ciò in quanto il puntatore assume un altra forma. 45 e multipli 0, , 270 Angolo qualsiasi Tale funzionalità non si ritrova nelle versioni più recenti di AutoCAD Per attivare o disattivare temporaneamente la modalità orto, tenere premuto il tasto MAIUSC durante il lavoro. 28

15 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione il Puntamento Polare Quando si disegnano linee o si spostano oggetti, è possibile utilizzare il puntamento polare per limitare il movimento del cursore a incrementi angolari specificati (il valore di default è 90 gradi). Ad esempio, è possibile creare una serie di linee perpendicolari attivando la modalità Polare prima di iniziare a disegnare. L andamento delle linee è vincolato agli assi orizzontale e verticale, cosa che consentirà di disegnare più velocemente, sapendo che le linee sono sicuramente perpendicolari tra loro. In considerazione della funzionalità ORTO il Puntamento Polare è più interessante per disegnare linee inclinate di un preciso numero di gradi, non ortogonali (a 30, a 60, ecc.). 29 Il disegno di precisione Puntamento Polare (POLARE) Il Polare consente di muoversi lungo direzioni radiali a partire da un determinato punto. L angolo di inclinazione delle direzioni radiali è impostabile nella finestra Impostazioni Disegno (Drafting Settings) alla cartella Puntamento Polare (Polar Tracking). Per esempio, impostando un Angolo di Incremento (Increment Angle) di 45, l utente sarà aiutato a tracciare linee inclinate di 45. Come per altri comandi, anche il puntamento polare aveva un utilità maggiore nelle versioni precedenti alla 2006, prive dell input dinamico. 30

16 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione il Puntamento Polare Polare on/off F10 Cliccando con il tasto dx del mouse sul pulsante SNAP e GRIGLIA, o OSNAP si possono settare i rispettivi parametri 31 Il disegno di precisione Puntamento Polare (POLARE) Se nella cartella Snap e Griglia si imposta un valore di Spaziatura Polare (Polar Spacing), come mostrato in figura, si dispone di uno Snap attivo lungo le direzioni polari impostate nella sezione Spaziatura polare. Per limitare l'immissione di punti alle distanze polari, è necessario che il puntamento polare e la modalità di snap (impostata su PolarSnap) siano entrambi attivi. 32

17 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione SNAP a punti precisi di oggetti ObjectSNAP OSnap on/off F3 L Osnap o Snap ad oggetto è il più utile tra gli aiuti per il disegno di precisione, attraverso questo strumento è infatti possibile posizionare con precisione il puntatore a croce su punti impossibili da selezionare ad occhio. L uso degli snap ad oggetto rappresenta il metodo principale per specificare una posizione esatta su un oggetto senza dover utilizzare le coordinate. Ad esempio, è possibile utilizzare uno snap ad oggetto per disegnare una linea che passa per il centro di un cerchio, per il punto mediano di un altro segmento di linea, per la tangente di un arco... Il menu SNAP AD OGGETTO si visualizza premendo MAIUSC + pulsante dx del mouse. 33 Il disegno di precisione SNAP a punti precisi di oggetti ObjectSNAP Tenendo premuto il tasto MAIUSC lo Snap a oggetto è contestuale agli oggetti presenti nel disegno Fine di una linea; Centro di una linea; Centro di un cerchio; Nodo (per catturare dei punti); Quadrante (per catturare la fine dei semiassi di una ellisse); Intersezione di due linee; Intersezione apparente Estensione (per catturare un punto sulla linea ideale di estensione di una linea disegnata); Inserimento di un blocco (per catturare il punto di inserimento di un blocco); Perpendicolare; Parallelo; Tangente; Vicino; Intersezione apparente (quando non c è intersezione reale nello spazio 3D, ma solo sullo schermo); Parallelo; Il menu SNAP AD OGGETTO si visualizza premendo MAIUSC + pulsante dx del mouse. 34

18 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Il disegno di precisione SNAP a punti precisi di oggetti Impostazione del menu Snap ad oggetto Command line: OSNAP Cliccando con il tasto dx del mouse sul pulsante SNAP, GRIGLIA o OSNAP si possono settare i rispettivi parametri Il menu SNAP AD OGGETTO si visualizza premendo MAIUSC + pulsante dx del mouse. 35 Il disegno di precisione SNAP a punti precisi di oggetti Impostazione del menu Snap ad oggetto Da notare come la modalità snap ad oggetto si interfacci 36

19 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - 37 Il disegno di precisione SNAP a punti precisi di oggetti Puntamento SNAP ad Oggetto L Otrack o Puntamento ad oggetto è un aiuto per il disegno che, usato in combinazione con lo Snap ad oggetto, consente di puntare su punti appartenenti alle linee di estensione che hanno origine nei punti individuati dagli Snap ad oggetto stessi. Per chiarire l uso, per la verità semplice di questo comando, si consideri l esempio seguente: si vuole puntare su un punto che sta sulla linea di estensione di un estremo di una linea già disegnata (1). Dopo aver cominciato a disegnare una seconda linea (2) a partire dal punto a, si attiva lo Snap ad oggetto End in concomitanza con Otrack. Si attiva l Otrack catturando il punto estremo della prima linea b, infine ci si può spostare sull orizzontale per puntare su un punto appartenente alla linea di estensione c. c b 2 a 1 38

20 Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 4 - docente Giuseppe Modica - Tasti di scelta rapida F1 Apre la Guida in linea GUIDA F2 Passa dalla finestra di testo all area di disegno e viceversa SCHGRAF, SCHTESTO F3 Attiva e disattiva le modalità di snap ad oggetto OSNAP F6 Modifica la visualizzazione delle coordinate sulla barra di stato COORDS F7 Attiva e disattiva la griglia GRIGLIA F8 Attiva e disattiva la modalità Orto ORTO F9 Attiva e disattiva lo snap SNAP F10 Attiva e disattiva il puntamento polare IMPOSTADIS F11 Attiva e disattiva il puntamento con snap ad oggetto IMPOSTADIS F12 Disattiva temporaneamente l input dinamico DYNMODE CTRL+9 Attiva e disattiva la finestra dei comandi LINEACOM/NASCLINEACOM CTRL+0 Attiva e disattiva gli elementi dell interfaccia ATTSCHINT/DISATTSCHINT CTRL+R Passa da una finestra all altra CVPORT Da ricordare che alcuni comandi come ORTO e OSNAP si possono momentaneamente disattivare tenendo premuto il tasto MAIUSC 39

4. Strumenti di aiuto al lavoro

4. Strumenti di aiuto al lavoro 4. Strumenti di aiuto al lavoro GRIGLIA E SNAP La GRIGLIA è una matrice rettangolare di punti o linee (a seconda dello stile di visualizzazione) disposti secondo un intervallo X e Y che si estende sull'area

Dettagli

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI Benvenuti a tutti al corso sull utilizzo di Autocad, in questa prima lezione voglio quali sono i principi base del funzionamento di Autocad. Autocad non è nient altro che

Dettagli

AutoCAD. Creazione di un Nuovo Disegno. a.a docente: Giuseppe 1 Modica

AutoCAD. Creazione di un Nuovo Disegno. a.a docente: Giuseppe 1 Modica AutoCAD Creazione di un Nuovo Disegno Everyday drafting will never be the same Corsi di Disegno tecnico e Strumenti di analisi del territorio Laboratorio di progettazione e disegno tecnico computerizzato

Dettagli

AutoCAD 3D. Lavorare nello spazio 3D

AutoCAD 3D. Lavorare nello spazio 3D AutoCAD 3D Lavorare nello spazio 3D Differenze tra 2D e 3 D La modalità 3D include una direzione in più: la profondità (oltre l altezza e la larghezza) Diversi modi di osservazione Maggiore concentrazione

Dettagli

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi CAPITOLO 1 Iniziare Obiettivi Richiamare i comandi di AutoCAD tramite menu, menu di schermo, digitalizzatore, riga di comando o barre degli strumenti Comprendere il funzionamento delle finestre di dialogo

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE D. MILANI MONTICHIARI CORSO DI AUTOCAD 2014/15 DOCENTE :GIOACCHINO IANNELLO

ISTITUTO SUPERIORE D. MILANI MONTICHIARI CORSO DI AUTOCAD 2014/15 DOCENTE :GIOACCHINO IANNELLO ISTITUTO SUPERIORE D. MILANI MONTICHIARI CORSO DI AUTOCAD 2014/15 DOCENTE :GIOACCHINO IANNELLO AutoCAD (prodotto dall'autodesk) è, senza dubbio, il programma più diffuso nel campo del disegno tecnico assistito

Dettagli

Capitolo 11. Il disegno in 3D

Capitolo 11. Il disegno in 3D Capitolo 11 Il disegno in 3D o 11.1 Uso delle coordinate nello spazio o 11.2 Creazione di oggetti in 3D o 11.3 Uso dei piani di disegno in 3D (UCS) o 11.4 Creazione delle finestre di vista o 11.5 Definizione

Dettagli

13900 BIELLA REALIZZATO A SCOPO DIDATTICO PER A CURA DEL PROF. ANTONIO GARERI

13900 BIELLA REALIZZATO A SCOPO DIDATTICO PER A CURA DEL PROF. ANTONIO GARERI Corso Autocad 2004 Interfaccia Classica di Autocad L AMBIENTE DI LAVORO I Sistemi di Coordinate Cartesiane Assolute e Relative È possibile utilizzare le coordinate cartesiane assolute o relative (rettangolari)

Dettagli

UN USO DIVERSO DEL COMANDO RACCORDA

UN USO DIVERSO DEL COMANDO RACCORDA UN USO DIVERSO DEL COMANDO RACCORDA Il comando raccorda ha anche un uso diverso da quello di smussare gli angoli di polinee o di poligoni.. Può servire per ottenere un tipo molto particolare di ESTENDI.

Dettagli

sommario 01 I fondamentali e l interfaccia di base 1 03 Apertura, creazione e salvataggio di disegni 27 04 Strumenti di ausilio al disegno 43

sommario 01 I fondamentali e l interfaccia di base 1 03 Apertura, creazione e salvataggio di disegni 27 04 Strumenti di ausilio al disegno 43 sommario 01 I fondamentali e l interfaccia di base 1 AutoCAD, AutoCAD per Mac, e 1 L avvio di AutoCAD 2 I primi cenni sull interfaccia 2 L area di disegno 5 Il cursore grafico 5 L icona del sistema di

Dettagli

AutoCAD 2D Corso di base

AutoCAD 2D Corso di base AutoCAD 2D Corso di base Introduzione C.A.D. (Computer Aided Design) Permette di disegnare con l aiuto del computer. Le più diffuse applicazioni di AutoCAD sono: disegni architettonici ; disegni di interni;

Dettagli

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo FINSON EXTRACAD 6 minimo AVVIO Attraverso l icona ExtraCAD 2D presente sul desktop o tra i programmi del menù Start. In alcuni casi il software potrebbe non essere stato installato nella cartella Programmi,

Dettagli

autocad sommario 12-10-2006 23:50 Pagina V Indice Introduzione

autocad sommario 12-10-2006 23:50 Pagina V Indice Introduzione autocad sommario 12-10-2006 23:50 Pagina V Indice Introduzione XV Capitolo 1 Introduzione ad AutoCAD 1 1.1 Comprensione della finestra di AutoCAD 1 Componenti della finestra 5 Area di disegno 9 Barra dei

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Spesso la prima operazione che si effettua dopo aver

Spesso la prima operazione che si effettua dopo aver Capitolo 5 Impostazione di un disegno 5.1 Tipi di unità 5.2 Limiti del disegno 5.3 Impostare la scala di disegno 5.4 Inserire un blocco del titolo 5.5 Comuni opzioni di impostazione 5.6 Impostare Snap,

Dettagli

AutoCAD 2D. Corso di base. Roberta Virili

AutoCAD 2D. Corso di base. Roberta Virili AutoCAD 2D Corso di base Roberta Virili Introduzione C.A.D. (Computer Aided Design) Permette di disegnare con l aiuto del computer. Le più diffuse applicazioni di AutoCAD sono: disegni architettonici ;

Dettagli

Corso di INFORMATICA GRAFICA. Modulo 2 (CAD) Stefano Cinti Luciani. Introduzione ad AutoCAD

Corso di INFORMATICA GRAFICA. Modulo 2 (CAD) Stefano Cinti Luciani. Introduzione ad AutoCAD Corso di INFORMATICA GRAFICA Modulo 2 (CAD) Stefano Cinti Luciani Introduzione ad AutoCAD Autodesk AutoCAD COS È AUTOCAD? Autodesk AutoCAD è un pacchetto software per la costruzione e modifica di disegni

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

DISPENSA DI GEOMETRIA

DISPENSA DI GEOMETRIA Il software di geometria dinamica Geogebra GeoGebra è un programma matematico che comprende geometria, algebra e analisi. È sviluppato da Markus Hohenwarter presso la Florida Atlantic University per la

Dettagli

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

Creazione di uno schizzo nella modellazione sincrona

Creazione di uno schizzo nella modellazione sincrona Creazione di uno schizzo nella modellazione sincrona Numero di pubblicazione spse01510 Creazione di uno schizzo nella modellazione sincrona Numero di pubblicazione spse01510 Informativa sui diritti di

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Corso base AutoCAD 2D-3D. Corso AA. 2013-2014 Docente : Arch. Antonella Cafiero

Corso base AutoCAD 2D-3D. Corso AA. 2013-2014 Docente : Arch. Antonella Cafiero Corso base AutoCAD 2D-3D Corso AA. 2013-2014 Docente : Arch. Antonella Cafiero 1 - Introduzione ad AutoCAD Interfaccia grafica GUI Uso della tastiera Uso del mouse Barra dei menu Menu di scelta rapida

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Manuale elettronico Selection CAD

Manuale elettronico Selection CAD Manuale elettronico Selection CAD Versione: 1.0 Nome: IT_AutoCAD_V1.PDF Argomenti: 1 Nozioni generali su Selection CAD (AutoCAD)...2 2 Interfaccia AutoCAD...2 2.1 Funzioni di menu...2 2.2 Funzioni delle

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

PRECISIONE IN ALLPLAN

PRECISIONE IN ALLPLAN PRECISIONE IN ALLPLAN Immissione punti L'immissione delle lunghezze e delle coordinate avviene in scala 1:1 (scala reale) senza dover considerare la scala di riferimento. Se ad esempio è necessario costruire

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

AutoCAD 3D base. Arch. Antonella Cafiero Studio di Architettura Lighting Design ss 275 km 19.900 Miggiano -LEwww.cafieroarchitettura.

AutoCAD 3D base. Arch. Antonella Cafiero Studio di Architettura Lighting Design ss 275 km 19.900 Miggiano -LEwww.cafieroarchitettura. AutoCAD 3D base 1 - Dialogo con AutoCAD Sistema di riferimento Specificazione dei punti Selezione di oggetti Personalizzazione dell ambiente operativo Creazione di un nuovo disegno Apertura di un disegno

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

AUTOCAD. Corso base 2D

AUTOCAD. Corso base 2D 1 AUTOCAD Corso base 2D Come avviare Autocad 1) Icona sul desktop (cliccare due volte) 2) Start Programmi Autocad Autocad. (La freccia vale un clic sinistro del mouse) 3) Barra delle applicazioni (basta

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9 Indice III Indice Unità 1 Il personal computer, 1 1.1 Struttura del personal computer, 2 1.2 Il software, 5 1.3 I dispositivi informatici di stampa, 6 1.4 Il disegno al computer, 7 1.5 La fotografia digitale,

Dettagli

Guida rapida - versione Web e Tablet

Guida rapida - versione Web e Tablet Guida rapida - versione Web e Tablet Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Gestisce interattivamente

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 5 - Giuseppe Modica - A.A. 2010-2011. AutoCAD. Laboratorio CAD. A.A. 2010-2011 docente: Giuseppe 1 Modica

Laboratorio CAD - Supporto didattico n. 5 - Giuseppe Modica - A.A. 2010-2011. AutoCAD. Laboratorio CAD. A.A. 2010-2011 docente: Giuseppe 1 Modica AutoCAD DISEGNO e MODIFICA di OGGETTI Everyday drafting will never be the same Laboratorio CAD A.A. 2010-2011 docente: Giuseppe 1 Modica Disegno di oggetti Le proprietà degli oggetti Premessa Il materiale

Dettagli

Comando STAMPA. Attiva la finestra di dialogo nella quale vengono impostati i parametri per ottenere tavole stampate:

Comando STAMPA. Attiva la finestra di dialogo nella quale vengono impostati i parametri per ottenere tavole stampate: Stampare disegni Comando STAMPA Attiva la finestra di dialogo nella quale vengono impostati i parametri per ottenere tavole stampate: Su plotter Su stampante In formato elettronico Corso 2D: Stampa Disegni

Dettagli

La carta intelligente: l ambiente layout

La carta intelligente: l ambiente layout La carta intelligente: l ambiente layout Un layout di AutoCAD è paragonabile a un foglio di carta e vi consente di impostare alcune opzioni tra cui quelle di stampa. In un disegno avete la possibilità

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

4M-IntelliCAD. Guida Rapida. Aster s.r.l. 1. Installazione Avvio 2. Ambiente CAD & Comandi. 4M-IntelliCAD 1

4M-IntelliCAD. Guida Rapida. Aster s.r.l. 1. Installazione Avvio 2. Ambiente CAD & Comandi. 4M-IntelliCAD 1 4M-IntelliCAD Guida Rapida 1. Installazione Avvio 2. Ambiente CAD & Comandi 4M-IntelliCAD 1 Prefazione Questa Guida Rapida fornisce un introduzione veloce e facile sulle caratteristiche e le funzionalità

Dettagli

Guida rapida dei comandi

Guida rapida dei comandi Guida rapida dei comandi Guida rapida dei comandi Questo capitolo presenta una rapida panoramica dei comandi di PRO_SAP con le relative modalità di accesso. Le informazioni presentate per ogni comando

Dettagli

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra:

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra: Capitolo 9 I GRAFICI Si apra il Foglio3 e lo si rinomini Grafici. Si crei la tabella seguente: Figura 104. Tabella grafico Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico.

Dettagli

4MCAD. Guida Rapida. 1. Installazione Avvio 2. Ambiente CAD & Comandi

4MCAD. Guida Rapida. 1. Installazione Avvio 2. Ambiente CAD & Comandi 4MCAD Guida Rapida 1. Installazione Avvio 2. Ambiente CAD & Comandi 2 Prefazio Questa Guida Rapida fornisce un introduzione veloce e facile sulle caratteristiche e le funzionalità principali di 4MCAD.

Dettagli

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Alla fine del capitolo saremo in grado di: Operare su forme tridimensionali comunque inclinate nello spazio rispetto ai piani

Dettagli

per immagini guida avanzata Tecniche di grafica professionale Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Tecniche di grafica professionale Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Tecniche di grafica professionale Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Elementi chiave della formattazione professionale per immagini guida avanzata GRAFICO PIRAMIDI 35 30 25 20

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Una tabella Pivot usa dati a due dimensioni per creare una tabella a tre dimensioni, cioè una tabella

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Comandi base di Autocad

Comandi base di Autocad Comandi base di Autocad Gli appunti di Autocad che seguono sono generali, ma possono subire qualche lieve variazione in base alla versione utilizzata oppure nelle versioni più recenti possono essere stati

Dettagli

AUTOCAD INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE

AUTOCAD INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE AUTOCAD INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE AUTOCAD è un programma costruito dall AUTODESK, casa leader nella costruzione di software nel campo della progettazione CAD. (computer aided design) Nasce nei

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Prima parte AA 2013/2014 COS E EXCEL? Microsoft Excel è uno dei fogli elettronici più potenti e completi operanti nell'ambiente Windows. Un foglio elettronico è un programma che

Dettagli

I tracciati sono contorni che potete trasformare in selezioni o a cui potete applicare un riempimento o una traccia di colore. tracciato temporaneo

I tracciati sono contorni che potete trasformare in selezioni o a cui potete applicare un riempimento o una traccia di colore. tracciato temporaneo Disegnare Il disegno (1) Quando si disegna in Adobe Photoshop si creano forme vettoriali e tracciati. Per disegnare potete usare gli strumenti: Forma Penna Penna a mano libera Le opzioni per ogni strumento

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

AUTOCAD 2D IN SINTESI

AUTOCAD 2D IN SINTESI AUTOCAD 2D IN SINTESI Pietro Votano AVOLIO Sommario 1. Vantaggi del CAD 3. Le Coordinate 4. Le Primitive 2D 5. Editazione del Modello 6. I Testi 7. Le Quote 8. I Blocchi 9. Layout e Stampa 1. Vantaggi

Dettagli

Gestione Rapporti (Calcolo Aree)

Gestione Rapporti (Calcolo Aree) Gestione Rapporti (Calcolo Aree) L interfaccia dello strumento generale «Gestione Rapporti»...3 Accedere all interfaccia (toolbar)...3 Comandi associati alle icone della toolbar...4 La finestra di dialogo

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

Gabriele Congiu. vol. 1. AutoCAD 2010 PROGETTAZIONE GRAFICA 2D. GC edizioni

Gabriele Congiu. vol. 1. AutoCAD 2010 PROGETTAZIONE GRAFICA 2D. GC edizioni Gabriele Congiu vol. 1 AutoCAD 2010 PROGETTAZIONE GRAFICA 2D GC edizioni Copyright 2010 by GC edizioni tutti i diritti riservati GC edizioni Sede legale Via Genova, 23 09045 Quartu Sant Elena (CA) tel.

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

CORSO PRATICO WinWord

CORSO PRATICO WinWord CORSO PRATICO WinWord AUTORE: Renato Avato 1. Strumenti Principali di Word Il piano di lavoro di Word comprende: La Barra del Titolo, dove sono posizionate le icone di ridimensionamento: riduci finestra

Dettagli

COMANDI AUTOCAD. 2.Copia. 1.Cancella STRUMENTI FONDAMENTALI. dfh. Lo strumento cancella elimina gli oggetti dal disegno

COMANDI AUTOCAD. 2.Copia. 1.Cancella STRUMENTI FONDAMENTALI. dfh. Lo strumento cancella elimina gli oggetti dal disegno Istituto «25 Aprile» Corso CAT a.s. 2013/14 Barra degli strumenti Edita COMANDI AUTOCAD Concetti fondamentali dei comandi AUTOCAD STRUMENTI FONDAMENTALI 1. Cancella 2. Copia 3. Specchio 4. Offset 5. Sposta

Dettagli

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti Categoria prodotti 153 Menù magazzino In StudioXp è possibile gestire per ciascuna ditta delle funzionalità minime di magazzino. La gestione integrata con la procedura consente di gestire un archivio di

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE SardegnaFotoAeree La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA [2] Indice 1. Introduzione 2. Navigatore 5 7 8 9 2.1. Strumenti di navigazione 2.2. Ricerca

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

INTRODUZIONE AD AUTOCAD

INTRODUZIONE AD AUTOCAD 3 AUTOCAD: VISUALIZZAZIONE, SELEZIONE E PRECISIONE 3.1 ORIENTARSI NELLO SPAZIO DI LAVORO - NOZIONI DI BASE Dove si trovano gli oggetti grafici? Spesso nel muovere i primi passi in AutoCAD i principianti

Dettagli

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE LA GUIDA IN LINEA. In questa lezione imparerete a: Lab 2.1 Guida e assistente LAB 2.1 - GUIDA E ASSISTENTE In questa lezione imparerete a: Descrivere la Guida in linea e l'assistente Office, Descrivere gli strumenti della Guida in linea di Windows XP,Utilizzare

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Word è un elaboratore di testi in grado di combinare il testo con immagini, fogli di lavoro e

Word è un elaboratore di testi in grado di combinare il testo con immagini, fogli di lavoro e Word è un elaboratore di testi in grado di combinare il testo con immagini, fogli di lavoro e grafici, tutto nello stesso file di documento. Durante il lavoro testo e illustrazioni appaiono sullo schermo

Dettagli

MENU PRINCIPALE (FILE)

MENU PRINCIPALE (FILE) MENU PRINCIPALE (FILE) CREARE UN NUOVO DISEGNO Per iniziare un nuovo disegno, occorre avviare il comando NUOVO, che consente all utente di creare un nuovo disegno e di impostare le dimensioni della pagina

Dettagli

Ipsia Monza via Monte Grappa 1 20052 Monza (MI) tel. 039-2003476 fax 039-2003475. Corsi CAD 2D Base. Struttura modulare

Ipsia Monza via Monte Grappa 1 20052 Monza (MI) tel. 039-2003476 fax 039-2003475. Corsi CAD 2D Base. Struttura modulare Corsi CAD 2D Base Struttura modulare Struttura della Parte I Concetti di base 1.a introduzione al Cad 2 1.b definizione delle viste 2 1.c interscambio dei disegni 2 1.d visualizzazione dei disegni 2 Tot.

Dettagli

TINYHVSR. basato sul modulo GPELL del software Geopsy www.geopsy.org MANUALE D'USO (12 / 2012)

TINYHVSR. basato sul modulo GPELL del software Geopsy www.geopsy.org MANUALE D'USO (12 / 2012) 1-------------------- TinyHVSR Versione 1.3.0 TINYHVSR basato sul modulo GPELL del software Geopsy www.geopsy.org MANUALE D'USO (12 / 2012) Copyright SARA electronic instruments s.r.l. All rights reserved

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

Dalla barra degli strumenti Da menu Da tastiera/alias Layout Inserisci Layout LO (premi INVIO)

Dalla barra degli strumenti Da menu Da tastiera/alias Layout Inserisci Layout LO (premi INVIO) Appendice C LA STAMPA DA LAYOUT Layout Dalla barra degli strumenti Da menu Da tastiera/alias Layout Inserisci Layout LO (premi INVIO) Lo spazio Carta (Layout) è lo spazio utilizzato per la messa in tavola

Dettagli

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Alibre Design Lezione n 6 Messa in tavola www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Abbiamo già visto nelle lezioni precedenti come avviare Alibre in modalità Pezzo (per disegnare una parte) o in modalità

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Costruire formule in Excel Per gli utenti di altri programmi di foglio di calcolo, come ad esempio Lotus 1-2-3,

Dettagli

lo 4 1. SELEZIONARE; le celle da tagliare (spostare) 2. Comando TAGLIA

lo 4 1. SELEZIONARE; le celle da tagliare (spostare) 2. Comando TAGLIA Capittol lo 4 Copia Taglia Incolla 4-1 - Introduzione Durante la stesura di un foglio di lavoro o durante un suo aggiornamento, può essere necessario copiare o spostare dati e formule. Per questo sono

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Sulla barra multifunzione sono disponibili i comandi più utilizzati, per consentire all'utente di averli sempre a portata di mano ed evitare ricerche

Sulla barra multifunzione sono disponibili i comandi più utilizzati, per consentire all'utente di averli sempre a portata di mano ed evitare ricerche Word 2007 nozioni di base Word 2007 barra multifunzione Sulla barra multifunzione sono disponibili i comandi più utilizzati, per consentire all'utente di averli sempre a portata di mano ed evitare ricerche

Dettagli

Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint Microsoft introduzione a E' un programma che si utilizza per creare presentazioni grafiche con estrema semplicità e rapidità. Si possono realizzare presentazioni aziendali diapositive per riunioni di marketing

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

FONDAMENTI DI AUTOCAD

FONDAMENTI DI AUTOCAD Indice Introduzione XIII PARTE PRIMA FONDAMENTI DI AUTOCAD 1 Capitolo 1 Iniziare a disegnare 3 1.1 Conoscere AutoCAD 3 1.2 Avviare AutoCAD 4 1.3 Creare un nuovo disegno 5 1.4 Utilizzare l interfaccia di

Dettagli

Le principali novità di Word XP

Le principali novità di Word XP Le principali novità di Word XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina Il programma può essere aperto in diversi modi, per esempio con l uso dei pulsanti di seguito riportati. In alternativa

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli