Un idea del Surrealismo *

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un idea del Surrealismo *"

Transcript

1 Paolo Zoboli Un idea del Surrealismo * L existence est ailleurs. BRETON 1. Breve cronaca del Surrealismo Tracciamo innanzitutto alcune linee essenzialissime di cronaca del Surrealismo 1. All indomani della Prima guerra mondiale, un giovane poco più che ventenne di nome André Breton conosce a Parigi altri giovani più o meno coetanei e anch essi disgustati dall orrore e dall assurdità del conflitto Philippe Soupault e Louis Aragon, ai quali si unisce presto Paul Éluard, con i quali dà vita nel 1919 alla rivista «Littérature» («Letteratura»). Sono gli anni dell incontro con il movimento più eversivo e negatore che si ricordi: Dada, nato in Svizzera nel 1916, all inizio del 1920 giunge nella capitale francese con il suo fondatore, il rumeno Tristan Tzara 2. Ma, dopo i primi mesi di collaborazione, Breton e Tzara giungono alla rottura: «DADÀ NON SIGNIFICA NULLA», aveva proclamato questo, in tutte maiuscole, nel manifesto dadà 1918; «Ora si sa che la poesia deve portare da qualche parte», ribatte quello, già nel giugno del 1920, in uno scritto sui Canti di Maldoror del misterioso Lautréamont, che resterà sempre il suo principale punto di riferimento 3. Meno di due anni più tardi la rottura è consumata: e, dopo un periodo di gestazione di altri due anni, il movimento di Breton nasce ufficialmente con il Manifesto del Surrealismo, pubblicato nell ottobre del 1924, pochi mesi dopo la chiusura di «Littérature» 4. Il Surrealismo si propone una rivoluzione totale, una rifondazione ab imis dell uomo basata sulla liberazione dell inconscio, che non può riduttivamente * Queste pagine sono state scritte per un breve intervento sul Surrealismo letterario nell ambito della conferenza di presentazione L esperienza surrealista nelle avanguardie di primo Novecento, tenuta presso l ISIS «Dalla Chiesa» di Sesto Calende (VA), il 12 aprile 2014, in occasione della Esposizione di stampe surrealiste organizzata, in collaborazione con l ISIS «Keynes» di Gazzada-Schianno (VA), dalla prof.ssa Anna Gamardella e dal prof. Mauro Squarzanti, che hanno invece parlato del Surrealismo pittorico. Tale intervento, circoscritto nel breve giro di mezz ora e destinato a ragazzi delle classi quinte di entrambi gli Istituti, ha cercato per questo di fornire non più che una sintetica idea del Surrealismo; ma, del movimento di Breton, si è sforzato anche di proporre un idea ben determinata, tralasciandone i tormentati rapporti con la politica e inserendolo, piuttosto, nella grande vicenda della poesia moderna dal Romanticismo tedesco al Simbolismo francese e oltre, all insegna di quella vertiginosa ricerca «au fond de l Inconnu» che Baudelaire invoca alla fine delle Fleurs du mal. 1 Alle voci della Bibliografia conclusiva si rinvia, in forma compendiosa, per mezzo delle abbreviazioni a- dottate nella stessa. Sulla storia del Surrealismo è fondamentale ma naturalmente di parte la testimonianza dello stesso fondatore: André BRETON, Entretiens radiophoniques ( ) [Conversazioni radiofoniche ( ), 1952], trascritti in BRETON 1973, pp. [13]-222 (d ora in poi: Entretiens); si veda poi NADEAU (con un ampia antologia di Documenti surrealisti [ ], pp. [179]-423); e il profilo di Breton offerto da BINNI. 2 Su Dada si veda TZARA e in particolare l Introduzione al volume di Giampiero Posani, ibi, pp. [VII]-XXXIX. 3 manifesto dadà 1918, in TZARA, pp. [5]-14 (a p. 6); «Les Chants de Maldoror» par le comte de Lautréamont, in BRETON 2004, pp. 64-[68] (a p. 65): si veda in proposito LAUTRÉAMONT. 4 Manifesto del Surrealismo (1924), in BRETON 2003, pp. [9]-49 (d ora in poi: Manifesto).

2 2 PAOLO ZOBOLI identificarsi con un semplice movimento artistico: per Breton l arte è un mezzo, non un fine. E subito il nuovo movimento si dota di un suo organo, la rivista dal titolo emblematico «La Révolution surrealiste» («La rivoluzione surrealista»). Per qualche tempo Antonin Artaud, unitosi al gruppo, tenta di portare alle logiche conseguenze le premesse del Manifesto, ma Breton, dopo un periodo di relativa assenza, riprende in mano il movimento, del quale diventa una sorta di dittatore che giunge a espellere compagni di strada vecchi (perfino Soupault) e nuovi (lo stesso Artaud). Da lui propiziata, la svolta inattesa verso la politica avviene nell estate del 1925, con un avvicinamento non privo di e- quivoci e di contrasti ai redattori della rivista «Clarté», vicini a Trockij e critici verso il Partito Comunista Francese (PCF), al quale peraltro Breton, Éluard e Aragon qualche tempo dopo si iscrivono. L intento è quello di unire rivoluzione spirituale surrealista e rivoluzione materiale marxista: ma già allora un marxista ex surrealista come Pierre Naville afferma che esse sono inconciliabili 5. Per Breton, comunque, quello dei comunisti è solo un «programma minimo» e sia lui che gli altri che si sono iscritti al Partito rifiutano l impegno diretto, restando sempre ai margini dell attività rivoluzionaria 6. Intanto, come ricorderà Breton nel 1952, quegli stessi anni ( ) vedono «una fioritura di opere surrealiste che è spesso considerata come la più splendida»: e cita, fra gli altri, i suoi Nadja e Le Surréalisme et la Peinture (Il Surrealismo e la pittura), di Aragon Le Paysan de Paris (Il paesano di Parigi) e Traité du style (Trattato dello stile), di Éluard Capitale de la douleur (Capitale del dolore) e L Amour la Poésie (L amore la poesia) 7. Nel dicembre del 1929 l ultimo numero della «Révolution surréaliste» accoglie il Second Manifeste du Surréalisme, edito in volume l anno dopo; 8 e, annunciata al termine del Manifesto, nel luglio del 1930 esce la rivista «Le Surréalisme au service de la Révolution» («Il Surrealismo al servizio della rivoluzione»). Quell anno si aggiungono alle file del Surrealismo Salvator Dalì e René Char, che sono a fianco di Breton quando, fra il 1931 e il 1932, si consuma lo scontro con Aragon, che abbandona il Surrealismo per spostarsi completamente sulle posizioni del PCF, dal quale invece, nel luglio del 1933, Breton ed Éluard vengono espulsi. Con questi anni la parabola del Surrealismo, che non è riuscito a conciliare le due rivoluzioni, quella spirituale e quella materiale, sembra chiusa: da un punto di vista prevalentemente politico scrive Lanfranco Binni nel 1971 quando afferma che ormai il Surrealismo è una «setta di artisti», una «chiesuola poetica guidata da Breton, incarnazione in terra del surrealismo»; dal punto di vista opposto, già nel 1935 Carlo Bo, che proprio in quegli anni sta elaborando la concezione teorica dell Ermetismo, registra con delusione la svolta verso il materialismo storico (il dichiarato «primato della materia sul pensiero») del 5 La crisi Naville, in NADEAU, pp. [85] BINNI, pp Entretiens, p. 138: per Nadja e Il Surrealismo e la pittura si vedano rispettivamente BRETON 1977 e BRETON Secondo Manifesto del Surrealismo (1930), in BRETON 2003, pp. [57]-120 (d ora in poi: Secondo Manifesto).

3 UN IDEA DEL SURREALISMO 3 movimento sulla scia del quale l Ermetismo, erede anch esso della grande avventura simbolista, per molti aspetti sta crescendo 9. Non sarà inutile ricordare come nel 1944 lo stesso Bo, proprio intorno al termine della parabola vitale del movimento di cui è stato il teorico, ci consegni un importante Bilancio e un importante Antologia del surrealismo 10. Insomma, se la rivoluzione surrealista non poteva identificarsi con quella marxista economica, politica, sociale perché si presentava come una rivoluzione essenzialmente spirituale, per lo stesso motivo, nelle intenzioni del suo fondatore, il Surrealismo non poteva essere considerato semplicemente un movimento artistico: e questo naturalmente, già nel 1935, non poteva sfuggire a Bo, di lì a poco autore del manifesto dell Ermetismo dal titolo emblematico Letteratura come vita (1938). Peraltro nel 1957 un critico sodale come Maurice Nadeau scriveva: «In attesa di un supplemento di istruttoria, bisogna rassegnarsi a considerare il surrealismo una scuola letteraria, molto diversa da tutte quelle che l hanno preceduto e la più prestigiosa di quelle formatesi dopo il romanticismo» Il Surrealismo nella storia della poesia moderna Inseriamo dunque il Surrealismo nella grande vicenda della poesia moderna; e facciamolo a partire da due opere fondamentali di due grandi studiosi svizzeri, entrambi appartenenti alla cosiddetta scuola di Ginevra : L anima romantica e il sogno. Saggio sul romanticismo tedesco e la poesia francese (1937 1, ) di Albert Béguin e Da Baudelaire al surrealismo (1933 1, ) di Marcel Raymond 12. Il quadro che i due studiosi tracciano è unitario: dal Romanticismo tedesco di fine Settecento fino appunto al Surrealismo. Aggiungiamo, a ideale prosecuzione, un altro studio ormai classico: La struttura della lirica moderna. Dalla metà del XIX alla metà del XX secolo del tedesco Hugo Friedrich (1956 1, ) 13. Dal Romanticismo tedesco, e in particolare dalle riflessioni teoriche di Novalis, nasce una nuova concezione della poesia che, attraverso una figura chiave come Gérard de Nerval, giunge a Charles Baudelaire, vero punto di snodo, con la sua opera poetica e la sua opera teorica, della poesia moderna. Dalla straordinaria ricchezza della sua eredità si dipartono secondo Raymond, all insegna della medesima ricerca dell Ignoto che costituisce il cuore di questa poesia («al fondo dell Ignoto per trovare del nuovo!», aveva invocato Baudelaire al culmine dei Fiori del male), due linee diverse ma complementari: quella cerebrale degli artisti, che trova il suo massimo rappresentante in Stéphane Mallarmé, e quella viscerale dei veggenti, che trova il suo massimo rappresentante in Arthur Rimbaud. Mallarmé e Rimbaud saranno, con Baudelaire, i ma- 9 BINNI, p. 117; BO 1935, p BO 1944a e BO 1944b. 11 NADEAU, p. 177 (Molto tempo dopo..., con data in calce «Novembre 1957»). 12 BÉGUIN e RAYMOND. 13 FRIEDRICH.

4 4 PAOLO ZOBOLI estri del Simbolismo francese di fine secolo e poi di tanta parte della poesia moderna. La prima linea quella di una poesia astratta e smaterializzata troverà il suo massimo esponente appunto nel grande allievo di Mallarmé, Paul Valéry; la seconda quella di una poesia visionaria nutrirà, con l importante presenza di Lautréamont e dei suoi Canti di Maldoror (1869), appunto l esperienza surrealista 14. A questo proposito risulta assolutamente emblematico lo scontro del 1929 tra Valéry, che dichiara che la poesia deve essere una «festa dell intelletto», e Breton, che ribatte che la poesia deve essere un «crollo dell intelletto» 15. Ma partiamo dalla famosa definizione del Manifesto del 1924: SURREALISMO, n. m. Automatismo psichico puro col quale ci si propone di esprimere, sia verbalmente, sia per iscritto, sia in qualsiasi altro modo, il funzionamento reale del pensiero. Dettato del pensiero, in assenza di qualsiasi controllo esercitato dalla ragione, al di fuori di ogni preoccupazione estetica o morale. ENCICL. Filos. Il surrealismo si fonda sull idea di un grado di realtà superiore connesso a certe forme d associazione finora trascurate, sull onnipotenza del sogno, sul gioco disinteressato del pensiero. Tende a liquidare definitivamente tutti gli altri meccanismi psichici e a sostituirsi ad essi nella risoluzione dei principali problemi della vita 16. Si tratta, insomma, di lasciar parlare l inconscio, attraverso una espressione verbale non controllata dalla ragione (la «scrittura automatica», come Breton dirà nel 1952: ma nel Manifesto si parla propriamente di «scrittura meccanica» 17 ) e attraverso il racconto dei sogni. Si pensa immediatamente a Freud: ma nel Manifesto, in realtà, Freud ha un ruolo tutto sommato modesto. Si deve alle alle sue scoperte, scrive Breton, «se di recente è stata riportata alla luce una parte del mondo intellettuale, a mio parere di gran lunga la più importante, di cui si ostentava di non tenere più conto»; e «molto opportunamente Freud ha concentrato la propria critica sul sogno» 18. Quando poi ritorna ai primi esperimenti di scrittura automatica condotti nel 1919 e pubblicati in Les Champs magnétiques (I campi magnetici, 1921, a quattro mani con Soupault), Breton scrive: Permeato di Freud com ero a quell epoca, e familiarizzato con i suoi metodi d indagine che avevo avuto occasione di praticare un poco su certi malati durante la guerra, decisi di ottenere da me quello che si cerca di ottenere da loro, cioè un monologo proferito il più rapidamente possibile, sul quale lo spirito critico del soggetto non eserciti alcun giudizio, che non venga quindi intralciato da alcuna reticenza, e che sia quanto più esattamente è possibile pensiero parlato La fortuna di Lautréamont inizia proprio con i surrealisti; ma scrive FRIEDRICH, p. 6: «Lautréamont [...] esercita oggi [1956] una qualche influenza, ma altro non è che una variante peggiorata di Rimbaud (che egli non conosceva, come Rimbaud non conosceva lui)». 15 FRIEDRICH, p Manifesto, p Entretiens, p. 62; Manifesto, p Manifesto, p Manifesto, pp ; singolare la sovrapposizione con una famosa formulazione teorica di Tzara: «IL PENSIERO SI FORMA IN BOCCA» (dadà. manifesto sull amore debole e l amore amaro [1920], IV, in TZARA, pp. [23]-33: a p. 25). Per I campi magnetici si veda BRETON - SOUPAULT.

5 UN IDEA DEL SURREALISMO 5 Freud ha richiamato l attenzione sull inconscio, si è concentrato sul sogno e ha fornito il metodo delle libere associazioni : di Freud non c è altro. Il razionalista Freud aveva teorizzato di un inconscio individuale sede delle pulsioni (per lo più di natura sessuale) rimosse e per questo responsabili dei sintomi nevrotici: la psicoanalisi mirava a risalire dai sintomi superficali al rimosso e a guarire così la nevrosi. Altrimenti sembra esprimersi Brenton nel Manifesto: Se le profondità del nostro spirito celano strane forze capaci di dare incremento a quelle di superficie, o di lottare vittoriosamente contro di esse, abbiamo tutto l interesse a captarle, a captarle per cominciare, per poi sottometterle, se sarà il caso, al controllo della nostra ragione 20. Ma a questo punto facciamo un passo indietro, agli anni di preparazione del Surrealismo ( ): i documenti di quel periodo, gli scritti critici di Breton (letterarî, artistici, polemici), sono consegnati alla raccolta Les Pas perdus (I passi perduti), pubblicata proprio alla vigilia del Manifesto, nella primavera del Fra essi si trova il resoconto della visita di Breton a Freud del 1921: resoconto brevissimo e, come riconoscerà poi lo stesso Breton, «spregiativo» 22. Ma, soprattutto, fra essi si trova lo scritto Entrée des médiums (Entrata dei medium), che comparso su «Littérature» del dicembre 1922, poco dopo la rottura con Dada costituisce la prima formulazione del Surrealismo (e sarà infatti richiamato nel Manifesto di due anni dopo): Si sa, fino a un certo punto, che cosa i miei amici ed io intendiamo per surrealismo. Questa parola, che non è di nostra invenzione e che avremmo benissimo potuto abbandonare al vocabolario critico più vago, è da noi usata in un significato preciso. Per mezzo di essa abbiamo convenuto di designare un certo automatismo psichico che corrisponde abbastanza bene allo stato di sogno, stato che è oggi assai difficile da delimitare 23. Ecco allora che Breton ci parla, come farà poi nel Manifesto, dell esperienza di scrittura automatica dei Campi magnetici, alla quale si riferisce come all ascolto e alla registrazione della «voce [...] della nostra incoscienza», di un «murmure che basta a se stesso». E aggiunge: Mai più in seguito, dove lo [il «murmure»] facemmo sgorgare con la preoccupazione di captarlo per degli scopi precisi, ci portò assai lontano. E tuttavia era stato tale che non aspetto ancora rivelazioni se non da esso. Non ho mai smesso di essere convinto che nulla di ciò che si dice o si fa vale al di fuori dell obbedienza a questo dettato magico. C è là il segreto dell attrazione irresistibile che esercitano certi esseri il cui solo interesse è d essersi fatti un giorno l eco di ciò che si è tentati di prendere per la coscienza universa- 20 Manifesto, p BRETON Entretiens, p. 82; Interview du professeur Freud [Intervista del professor Freud, 1922], in BRETON 2004, pp. 94- [95]. 23 Entrée des médiums [Entrata dei medium], in BRETON 2004, pp. 116-[124] (alle pp : le due citazioni seguenti a p. 118).

6 6 PAOLO ZOBOLI le, o, se si preferisce, di aver raccolto, senza a rigore penetrarne il senso, alcune parole che cadevano dalla «bocca d ombra» 24. Il limite della scrittura automatica, rileva Breton nel 1922, è «l incursione [...] di elementi coscienti» e il prevalere di una «volontà umana, letteraria, ben determinata». Una seconda soluzione è data allora dai racconti onirici («récits de rêves»): ma purtroppo anch essi hanno il loro punto debole nella necessità di affidarsi alla inaffidabile memoria. Infine, la terza soluzione: lo spiritismo da poco introdotto nel gruppo da René Crevel. E qui Breton è chiarissimo: «Per quanto mi riguarda, mi rifiuto formalmente di ammettere che esista una qualsiasi comunicazione fra vivi e morti». Piuttosto, le sedute spiritiche servono a favorire autoipnosi in Crevel e Robert Desnos, che parlano in stato di trance; ma la chiusa ha un sapore irrimediabilmente ironico: «Éluard, Morise ed io, a dispetto di tutta la nostra buona volontà, non ci siamo addormentati». Nel testo Freud non è neppure nominato; ma, soprattutto, ben altra realtà rispetto a quella teorizzata dal padre della psicoanalisi presenta l inconscio di Breton: «voce», «murmure che basta a se stesso», «dettato magico», forse «eco» della «coscienza universale». Non ci addentriamo nella definizione di questa «coscienza universale», che forse risente della filosofia di Bergson ma certo ha anche un sapore parapsicologico o addirittura occultistico: non si tratta certo, comunque, dell inconscio individuale teorizzato da Freud, bensì di una vera e propria via di accesso a una realtà altra, a «un grado di realtà superiore», appunto a una sur-realtà 25. È vero che nelle conversazioni radiofoniche del 1952 Breton attribuirà lo «spregiativo» resoconto della sua visita al medico viennese a «un deplorevole sacrificio allo spirito dada»; ma, una o due pagine dopo, a proposito del viaggio tentato con la scrittura automatica e con il sonno ipnotico emblematicamente scrive, riferendosi a ben altri modelli: Via mistica senza dubbio, e della quale sarà vano, fino a nuovo ordine, voler parlare in termini di ragione. Si tratta della ripresa sistematica di una ricerca [quête] che il XIX secolo ha fatto passare al di là di tutte le altre preoccupazioni dette poetiche a partire da Novalis e da Hölderlin per la Germania, da Blake e da Coleridge per l Inghilterra, da Nerval e da Baudelaire per la Francia, e che doveva assumere un carattere davvero sommatorio forse con Mallarmé, a colpo sicuro con Lautréamont e Rimbaud 26. Questi poeti, aggiunge poi, hanno avuto «l ambizione si è detto dopo di loro prometeica [...] di forzare le porte del mistero e di avanzare in terra i- gnota a dispetto di tutte le proibizioni». Rimbaud più di ogni altro: «un mistico allo stato selvaggio», lo aveva definito non casualmente Paul Claudel nella sua 24 Entrée des médiums, pp ; le citazioni seguenti, ibi, pp. 119, 121 e [124]. 25 BINNI, p. 74, riconduce tale concezione ai metapsicologi di fine Ottocento (Myers, Flournoy, Richet, effettivamente ricordati da Breton nel passo degli Entretiens, p. 82, qui di séguito citato a proposito di Freud): «La concezione metapsicologica tende ad affermare il primato del subconscio sulla coscienza, facendone un tentacolo di una realtà spiritualista trascendentale contrapposta alla realtà materiale, come in Myers, oppure un tentacolo di una realtà sotterranea, immanente alla realtà materiale, in una sorta di panteismo ugualmente spiritualista». 26 Entretiens, p. 84 (anche la citazione successiva); la citazione precedente, ibi, 82.

7 UN IDEA DEL SURREALISMO 7 prefazione all edizione delle opere del E non casualmente, recensendo sulla «Nouvelle Revue Française» del 1 maggio 1924 proprio Les Pas perdus, Marcel Arland definisce lo stesso Breton «un mistico senza oggetto» e «un profeta senza fede». Ma che cos è la mistica? È l esperienza interiore testimoniata nelle diverse civiltà e nelle diverse religioni per mezzo della quale si attinge la realtà misteriosa e radicalmente altra del divino (nelle diverse religioni variamente inteso) in modo immediato, oltre le forme consuete della conoscenza razionale 27. Già Novalis aveva scritto nei suoi Frammenti: Il senso per la poesia ha molto in comune con il senso per il misticismo. È il senso per ciò che è peculiare, personale, ignoto, misterioso, per ciò che è da rivelare [...]. Rappresenta l irrappresentabile. Vede l invisibile, percepisce l impercepibile 28. Ma è soprattutto a Rimbaud che qui appunto occorre rifarsi, e in particolare alla lettera a Paul Demeny del 15 maggio 1871 (la cosiddetta Lettera del veggente): Il romanticismo non è mai stato giudicato bene. Chi avrebbe potuto giudicarlo? I critici!! I romantici, che mostrano così bene come la canzone sia così di rado l opera, cioè il pensiero cantato e capito da colui che canta? Perché Io è un altro. Se l ottone si risveglia tromba, non è affatto colpa sua. Questo mi appare evidente: io assisto allo schiudersi del mio pensiero: lo guardo, lo ascolto: lancio un colpo d archetto: la sinfonia si muove nel profondo, oppure arriva d un balzo sulla scena. [...] Il primo studio dell uomo che vuole essere poeta è la conoscenza di se stesso, intera: egli cerca la sua anima, la scruta, la mette alla prova, la impara. Dal momento in cui la sa, deve coltivarla [...]. Dico che bisogna essere veggente, farsi veggente. Il Poeta si fa veggente mediante un lungo, immenso e ragionato sregolamento di tutti i sensi. Tutte le forme d amore, di sofferenza, di follia; egli cerca se stesso, esaurisce in sé tutti i veleni, per conservarne solo le quintessenze. Ineffabile tortura in cui egli ha bisogno di tutta la fede, di tutta la forza sovrumana, in cui egli diventa fra tutti il grande malato, il grande criminale, il grande maledetto, e il supremo sapiente! Poiché egli arriva all ignoto! Avendo coltivato la sua anima, già ricca, più di chiunque altro! Egli arriva all ignoto, e anche se, sgomento, finisse col perdere la comprensione delle sue visioni, le ha viste! Crepi pure nel suo balzo attraverso le cose inaudite e innominabili: verranno altri orribili lavoratori; essi cominceranno dagli orizzonti dove l altro si è accasciato! [...] Intanto chiediamo ai poeti del nuovo, idee e forme. [...] I secondi romantici sono molto veggenti: Th. Gautier, Leconte de Lisle, Th. de Banville. Ma poiché indagare l invisibile e ascoltare l inaudito è una cosa diversa dal riprendere lo spirito delle cose morte, Baudelaire è il primo veggente, re dei poeti, un vero Dio. È però vissuto in un ambiente troppo artista ; e la forma in lui tanto vantata è meschina: le invenzioni di ignoto reclamano forme nuove. [...] Ecco. Così io lavoro a rendermi veggente Si veda in proposito la monumentale antologia a cura di Elémire Zolla, I mistici, e in particolare l ampia Introduzione dello stesso Zolla, pp. [5] Frammenti e studi , n. 671, in NOVALIS, II, p RIMBAUD, pp. 135, 137, 143 e 145.

8 8 PAOLO ZOBOLI Nel «mistico allo stato selvaggio» di Charleville si trovano già i principali nodi teorici del Surrealismo: la percezione di una realtà altra che parla nell Io («Io è un altro»), la ricerca dell Ignoto e la necessità di «forme nuove» per e- sprimere le «invenzioni di ignoto». Il poeta, scrive Hugo Friedrich, può così tentare «la cieca fuga verso la profondità prepersonale come pure verso la vuota trascendenza», l Inconnu (l Ignoto) già posto alla conclusione dei Fiori del male di Baudelaire, un concetto semplicemente negativo, privo di ogni ogni contenuto che non sia la radicale alterità rispetto a ciò che l uomo esperisce nella realtà 30. Questa sostanza del Surrealismo è ben chiara ai seguaci di Breton. Ad esempio, in un documento del gruppo surrealista risalente al 1925 al breve periodo dominato da Artaud e anteriore alla svolta politica dell estate di quell anno Raymond Queneau scrive: La realtà immediata della rivoluzione surrealista non è tanto un cambiamento totale dell ordine fisico e apparente delle cose quanto la creazione di un movimento degli spiriti. L idea di una rivoluzione surrealista qualunque mira alla sostanza profonda e alla sfera del pensiero... Mira a creare prima di tutto un misticismo di tipo nuovo Nel 1930 il Secondo manifesto del Surrealismo segna però la fine della «Révolution surréaliste» e della fase più vitale del movimento. Con l eccezione di Lautréamont, nel suo furore distruttivo Breton sconfessa tutti i suoi padri spirituali, perfino Rimbaud: Tengo a precisare che, secondo me, bisogna diffidare del culto degli uomini, per quanto grandi possano apparire. A parte uno solo: Lautréamont, non ne vedo alcuno che non abbia lasciato qualche traccia equivoca sul suo cammino. Inutile discutere ancora su Rimbaud: Rimbaud si è ingannato, Rimbaud ha voluto ingannarci. È colpevole davanti a noi di aver permesso, di non aver reso completamente impossibili certe interpretazioni disonoranti del suo pensiero, tipo quella di Claudel, ovvero quella del «mistico allo stato selvaggio» 32. Ma, certo, le definizioni del Surrealismo che precedono e seguono il passo citato hanno, ancora una volta, un sapore fondamentalmente mistico : Tutto porta a credere che esista un punto dello spirito da cui la vita e la morte, il reale e l immaginario, il passato e il futuro, il comunicabile e l incomunicabile, l alto e il basso cessano di esser percepiti come contraddittorii. Ora, sarebbe vano cercare, alla base dell attività surrealista, altro movente che non sia la speranza di determinare questo punto. [ ] L idea di surrealismo tende semplicemente al recupero totale della nostra forza psichica con un mezzo che non è altro se non la discesa vertiginosa in noi stessi, l illuminazione sistematica dei luoghi nascosti e l oscuramento progressivo degli altri luoghi, la deambulazione perpetua in piena zona interdetta. 30 FRIEDRICH, p NADEAU, p Secondo Manifesto, p. 67: le due citazioni seguenti, pp. [64] e 75.

9 UN IDEA DEL SURREALISMO 9 I poeti da Novalis fino appunto a Rimbaud, dirà Breton vent anni dopo, hanno cercato di «forzare le porte del mistero e di avanzare in terra ignota a dispetto di tutte le proibizioni» 33. Il ripudio di Rimbaud, del resto, è naturalmente pretestuoso e occasionale (la polemica contro l interpretazione cristiana di Claudel), così come fondamentalmente pretestuoso e occasionale ci sembra l avvicinamento al marxismo da parte di Breton, che pure ancora nel giugno del 1935 chiuderà il suo Discorso al Congresso degli scrittori con le parole famose: «Trasformare il mondo», ha detto Marx, «cambiare la vita», ha detto Rimbaud: per noi, queste due parole d ordine fanno tutt uno 34. Nel 1963 uno studioso della mistica di ogni tempo come Elémire Zolla porrà esplicitamente e in termini assai diversi il rapporto tra misticismo e marxismo: Per i marxisti il misticismo è o anarchica incapacità di incanalare la rivolta nell unico solco che la storia offre, pertanto collaborazione di contraggenio con la scocietà da modificare, oppure semplice appendice di un istituzione ecclesiastica; essi danno definizioni false ma mirano giusto, poiché il mistico potrebbe essere tollerato soltanto nel Regno della Libertà, dove anzi sarebbe l abitante naturale, laddove chiaramente riesce fastidioso nel tempo dell edificazione della libertà mediante esasperazione della servitù 35. Il mistico sarebbe dunque, sostiene Zolla, «l abitante naturale» del marxiano «Regno della Libertà»; e, quasi ad apertura del primo Manifesto, Breton aveva infatti scritto, tuttavia riferendosi ancora una volta a una libertà di ordine spirituale: «La sola parola libertà è tutto ciò che ancora mi esalta»; e poi: «[La libertà] risponde senza dubbio alla mia sola aspirazione legittima; tra le tante disgrazie di cui siamo eredi, bisogna riconoscere che ci è lasciata la massima libertà dello spirito» 36. «La vera vita è assente», aveva scritto Rimbaud in Una stagione all inferno: «L esistenza è altrove», gli fa eco Breton con le ultime parole del Manifesto del Sesto Calende, 12 aprile Ma l originale francese ha «tous les interdits» e presenta dunque anche una significativa coincidenza lessicale con la «zone interdite» del Discorso al Congresso degli scrittori, in BRETON 2003, pp. [165]-172 (a p. 172): per la seconda citazione, cfr. RIMBAUD, p. 349: «Ha forse dei segreti per cambiare la vita?»; per quanto invece riguarda la prima, ricorda RA- YMOND, pp. [277]-278, che si tratta della «celebre frase delle Glosse a Feuerbach, in cui Marx afferma che è ora di trasformare un mondo che da troppo tempo e vanamente abbiamo tentato di spiegare». 35 I mistici, p Manifesto, p RIMBAUD, p. 347: «La vraie vie est absente»; Manifesto, p. 49: «L existence est ailleurs».

10 10 PAOLO ZOBOLI BIBLIOGRAFIA BÉGUIN = Albert BÉGUIN, L anima romantica e il sogno. Saggio sul romanticismo tedesco e la poesia francese, Il Saggiatore, Milano 2003 (La cultura, 571) [edd. originali: , ]. BINNI = Lanfranco BINNI, André Breton, La Nuova Italia, Firenze 1974 [ ] (Il castoro, 53). BO 1935 = Carlo BO, Nota sul Surrealismo, «Circoli», V, 2, aprile 1935, pp ; ora in Circoli ( ), antologia a cura e con introduzione di Mario Boselli e Giovanni Sechi, Di Stefano, Genova 1962, pp , da cui si cita. BO 1944a = Carlo BO, Bilancio del surrealismo, CEDAM, Padova 1944 (Guide di cultura contemporanea, 12). BO 1944b = Carlo BO, Antologia del surrealismo, Edizioni di Uomo, Milano BRETON 1973 = André BRETON, Entretiens ( ) avec André Parinaud [...], Gallimard, Paris 1973 (Idées, 284; Littérature) [traduzione redazionale]. BRETON 1977 = André BRETON, Nadja, nota di Lino Gabellone, traduzione di Giordano Falzoni, Einaudi, Torino 1977 (Nuovi Coralli, 188). BRETON 2003 = André BRETON, Manifesti del Surrealismo, introduzione di Guido Neri, traduzione di Liliana Magrini, Einaudi, Torino 2003 (Piccola Biblioteca Einaudi, n.s., 230; Saggistica letteraria e linguistica). BRETON 2004 = André BRETON, Les pas perdus, Gallimard, Paris 2004 (L immaginaire, 243) [traduzione redazionale]. BRETON 2010 = André BRETON, Il surrealismo e la pittura, traduzione di Ettore Capriolo, con uno scritto di Angelo Sanna, Abscondita, Milano 2010 (Miniature, 84). BRETON - SOUPAULT = André BRETON - Philippe SOUPAULT, I campi magnetici, a cura di Luigi Fontanella, Newton Compton, Milano 1979 (Paperbacks poeti, 73). FRIEDRICH = Hugo FRIEDRICH, La struttura della lirica moderna. Dalla metà del XIX alla metà del XX secolo, traduzione dal tedesco di Piero Bernardini Marzolla, Garzanti, Milano 1973 (I Garzanti, 302) [edd. originali: , ]. I mistici = I mistici, a cura di Elémire Zolla, Garzanti, Milano LAUTRÉAMONT = Isidore Ducasse comte de LAUTRÉAMONT, I canti di Maldoror, Poesie, Lettere, introduzione, traduzione e note di Lanfranco Binni, Garzanti, Milano 1990 (I grandi libri Garzanti, 418). NADEAU = Maurice NADEAU, Storia e antologia del surrealismo, traduzione di Marcello Militello, Mondadori 1972 (Gli Oscar Studio, 3) [ed. originale: 1964; ma si tenga presente che il testo è stato steso nel 1944]. NOVALIS = NOVALIS, Opera filosofica, edizione italiana a cura di Giampiero Moretti e Fabrizio Desideri, Einaudi, Torino 1993, 2 voll. (Nuova Universale Einaudi, 214). RAYMOND = Marcel RAYMOND, Da Baudelaire al surrealismo, prefazione di Giovanni Macchia, traduzione di Carlo Muscetta, Einaudi, Torino 1968 (Piccola Biblioteca Einaudi, 99) [edd. originali: , ]. RIMBAUD = Arthur RIMBAUD, Opere complete, a cura di Antoine Adam, introduzione, revisione e aggiornamento di Mario Richter, versione dei testi poetici di Gian Piero Bona, Einaudi-Gallimard, Torino 1992 (Biblioteca della Pléiade, 2). TZARA = Tristan TZARA, Manifesti del dadaismo e «Lampisterie», a cura di Giampiero Posani, traduzione di Ornella Volta, Einaudi, Torino 1975 (Piccola Biblioteca Einaudi; Serie Testi, 12).

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

I rapporti sociali di produzione e la coscienza

I rapporti sociali di produzione e la coscienza Lettura 6 Karl Marx - Friedrich Engels I rapporti sociali di produzione e la coscienza K. Marx, F. Engels, L ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 1972, pp. 12-14; 35-38 Tra la fine del 1845 e l autunno

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Ponzio a Bologna Maggio 2009

Ponzio a Bologna Maggio 2009 Ponzio a Bologna Maggio 2009 Intervento di Gregorio Scalise Il filosofo Hans Blumenberg parla di esistenza di un inadeguatezza del linguaggio rispetto alla sensazione, topos che ricorre nella poesia, e

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne

Enzo Bianchi. Raccontare l amore. Parabole di uomini e donne Enzo Bianchi Raccontare l amore Parabole di uomini e donne Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06573-3 Prima edizione: maggio 2015 Le traduzioni dei testi classici,

Dettagli

OPPOSITORI HEGELISMO. Arthur Schopenhauer (1788-1861) ELVIRA VALLERI 2010-11

OPPOSITORI HEGELISMO. Arthur Schopenhauer (1788-1861) ELVIRA VALLERI 2010-11 OPPOSITORI HEGELISMO Arthur Schopenhauer (1788-1861) 1 Arthur Schopenhauer Danzica, il padre era un banchiere, la madre una scrittrice 1818 pubblica Il mondo come volontà e rappresentazione 1851 pubblica

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO: LINGUISTICO CLASSE: V MATERIA: FILOSOFIA Modulo n 1 KANT E LA FILOFOFIA CRITICA Il significato del criticismo come filosofia del limite. La Critica

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

Dispense di Filosofia del Linguaggio

Dispense di Filosofia del Linguaggio Dispense di Filosofia del Linguaggio Vittorio Morato II settimana Gottlob Frege (1848 1925), un matematico e filosofo tedesco, è unanimemente considerato come il padre della filosofia del linguaggio contemporanea.

Dettagli

La destinazione dell uomo

La destinazione dell uomo Lettura 2 Johann Gottlieb Fichte La destinazione dell uomo Johann Gottlieb Fichte, Lezioni sulla missione del dotto, a cura di G.P. Marotta, Bergamo, Minerva Italica, 1969, pp. 47-53, 56-57, 59-60 Nel

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Il fumetto tra i banchi di scuola

Il fumetto tra i banchi di scuola Il fumetto tra i banchi di scuola Claudio Masciopinto IL FUMETTO TRA I BANCHI DI SCUOLA saggio A Pupa e Angelo Tutte le immagini sono Copyright dei loro autori, dei loro rappresentanti o di chi comunque

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

Musica, arti e creatività. Musica e poesia: una partitura nel testo parlato Relazione a due voci di ANNALISA SPADOLINI e MICHELE TORTORICI

Musica, arti e creatività. Musica e poesia: una partitura nel testo parlato Relazione a due voci di ANNALISA SPADOLINI e MICHELE TORTORICI Musica, arti e creatività Il fondamento filosofico del fare musica tutti nel sistema formativo Convegno internazionale di studi IV Edizione Roma, 31 marzo - 1 aprile 2011 Musica e poesia: una partitura

Dettagli

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Dio e il dolore Può Dio soffrire? Particolare risalto nell imminenza del Pasqua. Un vero problema

Dettagli

«Il Padre vi darà un altro Paraclito»

«Il Padre vi darà un altro Paraclito» LECTIO DIVINA PER LA VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Il Padre vi darà un altro Paraclito» Gv 14,15-21 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,15-21) In quel tempo, Gesù disse

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (IRC) NELLA SCUOLA

L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (IRC) NELLA SCUOLA UNITÀ 1 Capitolo 1 L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (IRC) NELLA SCUOLA In questo capitolo vedremo: - la motivazione dell'irc nella scuola in genere - la motivazione dell'irc nella scuola cattolica

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia Anelia Cassai/lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Inchiostro in libertà

Inchiostro in libertà Autopubblicati Inchiostro in libertà di Roberto Monti Ci sono parole nascoste in noi, elementi celati negli angoli invisibili dell anima. Fondamenta per la logica umana Abbiamo tutti il diritto ai nostri

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA FINESTRA INTERCULTURALE

Dettagli

INTERVISTA À GÉRARD POMMIER LA FORMAZIONE DELLO PSICANALISTA

INTERVISTA À GÉRARD POMMIER LA FORMAZIONE DELLO PSICANALISTA INTERVISTA À GÉRARD POMMIER LA FORMAZIONE DELLO PSICANALISTA Alessandra Guerra: Vorrei porle delle domande sulla formazione dell'analista: quali sono i criteri fondamentali della formazione di uno psicanalista

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione del mondo.

Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione del mondo. Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione del mondo. Mirko Bradley Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione

Dettagli

Montale - poetica pag. 1

Montale - poetica pag. 1 pag. 1 Genova 1896 - Milano 1981 Premio nobel 1975 Percorso poetico lungo e complesso; vive in prima persona, da intellettuale, poeta, saggista, cittadino, tutti i movimenti letterari (ma anche avvenimenti

Dettagli

VANGELO SECONDO GIOVANNI PROF. CARLO RUSCONI ANNO ACCADEMICO 2012-2013

VANGELO SECONDO GIOVANNI PROF. CARLO RUSCONI ANNO ACCADEMICO 2012-2013 VANGELO SECONDO GIOVANNI PROF. CARLO RUSCONI ANNO ACCADEMICO 2012-2013 1. VANGELO SECONDO GIOVANNI LEZIONE DEL 21-09-2012 ARGOMENTI: a. Introduzione al corso; i. Il Vangelo di Giovanni parla di che cos

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI LETTERE CORSO DI LAUREA IN LINGUA E CULTURA ITALIANA

UNIVERSITA DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI LETTERE CORSO DI LAUREA IN LINGUA E CULTURA ITALIANA UNIVERSITA DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI LETTERE CORSO DI LAUREA IN LINGUA E CULTURA ITALIANA L ARTE CONTEMPORANEA E LA DISINTEGRAZIONE DEL RAPPORTO TRA LINGUAGGIO E REALTA Relatore Prof.ssa

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

Daniele Tuzi ILLUSIONE REALE

Daniele Tuzi ILLUSIONE REALE Illusione reale Daniele Tuzi ILLUSIONE REALE manuale www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Daniele Tuzi Tutti i diritti riservati Dedicato a coloro che sanno come camminare nell Inferno di questi giorni

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

Elena Sbaraglia. Step by step La tecnica di scrittura creativa di Dario Amadei

Elena Sbaraglia. Step by step La tecnica di scrittura creativa di Dario Amadei Elena Sbaraglia Step by step La tecnica di scrittura creativa di Dario Amadei STEP BY STEP EDIZIONI SIMPLE Via Weiden, 27 62100 Macerata info@edizionisimple.it www.edizionisimple.it ISBN 978-88-6259-746-3

Dettagli

--- il Surrealismo ---

--- il Surrealismo --- --- il Surrealismo --- Nascita del movimento Il termine surrealista fu inventato nel 1917 dallo scrittore Guillaume Apollinaire, ma il Surrealismo come movimento artistico, in realtà, nacque solo nel 1924

Dettagli

www.stephankampowski.com/corsi.html

www.stephankampowski.com/corsi.html Introduzione alla teologia moral fondamentale Prof. Stephan Kampowski Email: kampowski@istitutogp2.it Ufficio: 06 698 95 539 Dopo la lezione le diapositive saranno disponibile qui: www.stephankampowski.com/corsi.html

Dettagli

INTERNET E SCUOLA PRIMAVERA MULTIMEDIALE

INTERNET E SCUOLA PRIMAVERA MULTIMEDIALE INTERNET E SCUOLA PRIMAVERA MULTIMEDIALE INTERNET NELLE SCUOLE GUARDIAMOCI ATTORNO PRIMAVERA MULTIMEDIALE A ciascuno il suo punto di vista Alla scuola nel suo complesso con la varietà di ruoli Alla società

Dettagli

Luca Zeffiro 4C Liceo Scientifico Galileo Galilei

Luca Zeffiro 4C Liceo Scientifico Galileo Galilei Luca Zeffiro 4C Il problema sulla conservazione del moto nacque con Cartesio: nei suoi «Principia philosophiae» egli affermò la conservazione della quantità di moto a partire da Dio: gli errori presenti

Dettagli

Associazione Messianica d'italia

Associazione Messianica d'italia Associazione Messianica d'italia PRATICA DEL SONEN Testo esplicativo Il gabinetto della Presidenza della Chiesa Messianica Mondiale del Brasile ha ricevuto molti e-mails da membri che chiedevano il testo

Dettagli

Introduzione alla storia lezione 1. Prof. Marco Bartoli

Introduzione alla storia lezione 1. Prof. Marco Bartoli Introduzione alla storia lezione 1 Prof. Marco Bartoli Vi piace la storia? Anche a giudicare dai programmi di studio della scuola italiana, vi è un progressivo disinteresse per l insegnamento della storia.

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

PENSIERO DI LENIN. Fonte: Lenin [Vladimir Ilic Ulianov], Scritti economici, Roma, Editori Riuniti, 1977, pp. 837-840.

PENSIERO DI LENIN. Fonte: Lenin [Vladimir Ilic Ulianov], Scritti economici, Roma, Editori Riuniti, 1977, pp. 837-840. PENSIERO DI LENIN Fonte: Lenin [Vladimir Ilic Ulianov], Scritti economici, Roma, Editori Riuniti, 1977, pp. 837-840. Articolo datato 6 gennaio 1923 e pubblicato sulla «Pravda» del 27 gennaio 1923. ******

Dettagli

Il Libro Fondativo per incontrare l umano. Paolo Molinari Fiorenza Farina Maria De Nigris

Il Libro Fondativo per incontrare l umano. Paolo Molinari Fiorenza Farina Maria De Nigris Il Libro Fondativo per incontrare l umano Paolo Molinari Fiorenza Farina Maria De Nigris Il libro E composto di tre parti. Nella prima è presentata l intuizione che regge il libro, frutto di un lavoro

Dettagli

GRAMMATICA. Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti.

GRAMMATICA. Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti. Come sto andando in... analisi grammaticale Con l aiuto del professore, completa questa tabella per capire dove sei migliorato e in che cosa devi ancora esercitarti. NON HO FATTO ERRORI IN... ARTICOLO

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Enz o Bi a n c h i è nato a Castel Boglione (AT) in Monferrato il 3 marzo 1943. Dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell Università

Enz o Bi a n c h i è nato a Castel Boglione (AT) in Monferrato il 3 marzo 1943. Dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell Università Terebinto 11 Il Terebinto è una pianta diffusa nella macchia mediterranea. Nella Bibbia è indicata come l albero alla cui ombra venne a sedersi l angelo del Signore (Gdc 6,11); la divina Sapienza è descritta

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE. ( Coro per voce sola)

P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE. ( Coro per voce sola) P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE ( Coro per voce sola) Di Marco Brovia Enzo Massa Simona Colonna Mauro Fede IL LIBRO TITOLO: TESTI: IMMAGINI: FORMATO: EDITRICE: STAMPA: IL PESO DELLE PAROLE (Coro per

Dettagli

GRAFOLOGIA & PERSONALITA

GRAFOLOGIA & PERSONALITA GRAFOLOGIA & PERSONALITA a cura della Dott.ssa Marialuisa IARUSSI La scrittura è un filo nero che emerge dal bianco del foglio rivelando qualcosa di noi. La mano è lo strumento del pensiero che dirige

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

L ipnosi come comunicazione

L ipnosi come comunicazione 1 Corso di Ipnosi Online - Lezione 2 L ipnosi come comunicazione La cosa più giusta che possiamo dire è che l'ipnosi è comunicazione, e che la comunicazione è ipnosi. La misura della comunicazione è l'effetto

Dettagli

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte.

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Piergiorgio Trotto Finalità: Sviluppare le capacità espressive con esercizi attinenti al colore e all immagine. Ricercare la propria identità. Sperimentare

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

L impostazione dottrinaria del De rerum natura

L impostazione dottrinaria del De rerum natura L impostazione dottrinaria del De rerum natura LA LIBERAZIONE DALLA PAURA E DAL DOLORE: l obiettivo principale del poeta è quello di aiutare gli uomini ad ottenere un bene inestimabile, la serenità interiore

Dettagli

Riflettere sulla lingua dalla scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi

Riflettere sulla lingua dalla scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi Riflettere sulla lingua dalla scuola dell infanzia Lilia Andrea Teruggi Grammatica, ma quale? Scuola di Port Royal nascita (1600) Ambiti diversi Linguistica: Grammatica Teorie della grammatica Livelli

Dettagli

BOX. glam. viaggi. friend. benefits? OUT OF THE. tendenze. rip it, grind it and lick it. with. Young Talents. ce lêhai un. the beauty of south africa

BOX. glam. viaggi. friend. benefits? OUT OF THE. tendenze. rip it, grind it and lick it. with. Young Talents. ce lêhai un. the beauty of south africa Sped. in A.P. - 70% - LO/MI - BIMESTRALE - ANNO 3 - NUMERO 4 - AGO/SETT 2011 - EURO 4 OUT OF THE BOX ce lêhai un friend with benefits? tendenze Young Talents moda estate the beauty of south africa vacanze

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

LAUDATO SI : un canto coraggioso e profetico

LAUDATO SI : un canto coraggioso e profetico 43 ECCLESIA LAUDATO SI : un canto coraggioso e profetico dottrinale astratto» e che siano «destinati» a tutti e non solo «ad alcuni specialisti»: l enciclica è un e- sempio di quell intenzione di offrire

Dettagli

NOTE. ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti

NOTE. ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti Uno dei caratteri fondamentali dell arte è quello di essere contemplativa, distinguendosi, in tal modo, da ciò che è attivo, nel senso, quest ultimo, di prendere

Dettagli

MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA

MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA PROGETTO MANDALA PER BAMBINI CONOSCERSI, GIOCANDO CON IL MANDALA E possibile imparare la geometria, le scienze, un metodo di studio e rappresentare

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO - Documentazione grafica - CONFERENZA STAMPA Zelarino, giovedì 16 febbraio 2012 1 Identità religiose del Nord Est - stime - 3,3 8,2 1,4 11,6 75,6 italiani cattolici immigrati cattolici italiani di altre

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari NUMERO 04 MARZO 2010 il punto G del gioco ZERO ASSOLUTO CASINÒ DI SANREMO SPECIALE ENADA SPECIALE ENADA Il gioco ritorna in fiera POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari numero 04 marzo 2010 PAMELA

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Voci dall infinito. richiami per l Anima

Voci dall infinito. richiami per l Anima Voci dall infinito richiami per l Anima Copertina di Rocco Vassallo. Disegni di Mario G. Galleano. Mario Giovanni Galleano VOCI DALL INFINITO richiami per l Anima www.booksprintedizioni.it Copyright 2013

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli