Progetto CLIMARE-SAN BENIGNO (Idrotermia marina per il telecondizionamento di quartiere)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto CLIMARE-SAN BENIGNO (Idrotermia marina per il telecondizionamento di quartiere)"

Transcript

1 Progetto CLIMARE-SAN BENIGNO (Idrotermia marina per il telecondizionamento di quartiere) Situazione al 30/09/2013

2 CLIMARE STRUTTURA DEL PROGETTO DI FATTIBILITA CENTRO SAN BENIGNO WP 1 Coordinamento (SC/SB) SCALA DEI TEMPI OTT WP 2 Localizzazione O.P. Percorsi possibili (SB AP CG) WP 3 Impatto ambientale gestione ottimale (SB CNR MU) WP 5 Vincoli e autorizzazioni (SB AP CG) WP 4 Investimenti utenti costi/benefici (SB ESC) WP 6 Dimensionamento costi/tempi (SB ESC) WP 7 Architettura finanzi. Incentivi e ReS (SB SC CNR ESC) WP 8 Struttura industriale per realizzazione e gestione (SB SC ESC) SC Smart City SB Super San Benigno AP Autorità portuale CG Comune Genova CNR CNR ARiGe MU Muvita ESC ESCo WP 9 Relaz. Finale e disffusione risultati (TUTTI)?

3 LO STUDIO DI FATTIBILITA INIZIO ATTIVITA : 18 ottobre 2012 OBIETTIVO: Impostazione di un pre-progetto preliminare Accertamento della fattibilità tecnica Previsione dei costi di realizzazione Previsione dei vantaggi economici ed ambientali per gli utenti ed il quartiere Accertamento della fattibilità economica o/finanziaria ATTORI DEL GRUPPO DI STUDIO Associazione Smart City (Coordinamento generale) Supercondominio San Benigno/Clenergy (promotore) SPIM Comune di Genova Ufficio Energia Autorità Portuale di Genova Ufficio Ambiente CNR Area della Ricerca di Genova Fondazione MUVITA (Provincia di Genova) ARE Agenzia Regionale per l Energia DEDALO Srl (ESCo) MANUTENCOOP (ESCo)

4 PROGETTO PRELIMINARE E FATTIBILITA TECNICA

5 LA TECNOLOGIA PROPOSTA SCHEMA INFRASTRUTTURA PRESSURIZZATORE SERB. ESPANSIONE FILTRO A MARE CLORIZZATORE WTC Piane Shipping Francia Gemelli PRESA A MARE TERMO-ACQUEDOTTO SCAMBIATORE Nuova darsena Matitone Pompe di Calore elettriche (COP TER = 1,84) o ad Assorbimento collegate al TLR (COP TER = 1,6)

6 INDICAZIONI DI INGOMBRO PER LA PRESA A MARE Ø 500 QUADRI SCAMBIATORE 4 m 2x Ø m BOTOLA MOT POMPA PRIM. SCAMBIATORE MOT POMPA SEC. 3 m

7 SCHEMA DISPOSIZIONE TERMO-ACQUEDOTTO Portata acqua dolce 330 litri/s t 5 C Potenza complessiva max KW PERSONAL HEAT PUMP Ф 350 PN

8 WP2 WP3 WP5 : Alternativa 2: Presa a mare CALATA INGLESE DISTR. Area A POSSIBILE PERCORSO SOPRAELEVATO RIO SAN BARTOLOMEO POSSIBILE PERCORSO IN TUNNEL OP UTENZE DI PRIMO INTERVENTO UTENZE POTENZIALI

9 WP2 WP3 WP5 : Collegamento in sopraelevazione AREA A e AREA B POSSIBILE PERCORSO SOPRAELEVATO UTENZE DI PRIMO INTERVENTO UTENZE POTENZIALI

10 CENTRO SAN BENIGNO PERCORSO DA CALATA INGLESE (via tunnel del Rio San Bartolomeo) 480 m sotto sopraelevata 120 m In trincea 170 m In tunnel TERMO-ACQUEDOTTO A DUE TUBI 400 m In tunnel Presa a mare 85 m In mare

11 PROBLEMI RELATIVI ALLA INDIVIDUAZIONE DELLA LUCE DELLA PARTE INTERRATA DEL RIO SAN BARTOLOMEO (occorre una ispezione eventualmente teleoperata) Sottrazione di luce per Inserzione termoacquedotto LUCE DISPONIBILE? REGOLAMENTO REGIONALE 14 LUGLIO 2011 n. 3 Disposizioni in materia di tutela delle aree di pertinenza Dei corsi d acqua

12 ALTERNATIVA PRELIEVO NEL RIO AL LIVELLO ZERO (occorre una ispezione eventualmente teleoperata) EVENTUALE TUBAZIONE DI RITORNO PRELIEVO POZZO DI PRELIVO A LIVELLO ZERO QUESTO TRATTO DI CONDOTTO VIENE ELIMINATO LIVELLO MEDIO MARE ( zero) O P

13 CENTRO SAN BENIGNO PROBLEMI RELATIVI ALLA AUTORIZZAZIIONE AL PERCORSO SOTTO SOPRAELEVATA E diffcile trovare l interfaccia pubblico per capire se il tracciato sotto sopraelevata è fattibile dal punto di vista autorizzativo ALTERNATIVA: PERCORSO IN TRINCEA (più costoso)

14 MODIFICHE INTERNE ALLE UTENZE

15 Tab. B Domanda media di potenza delle utenze (ultimi tre anni) GAS (KW) TLR risc (KW) TLR raff. (KW) FRIGO (MKW) Matitone (cond A) Matitone (SPIM) WTC Francia condomin. Francia CNR Piane Piane piastra Gemelli (A+B)

16 CONSUMI E COSTI ATTUALI DOMANDA ENERGIA SPESA SPECIFICA gas TLR risc. Elettr. GF EER/GF Ter GF TLR raffr. TOT TOT costo costo dom.caldo dom.freddo risc. Raffr. (MWh/a) (MWh/a) (MWh/a) (stimati) ( MWh/a) (MWh/a) (MWh/a) (MWh/a) /MWh ter /MWh ter Matitone (cond A) ,1 1012, , Matitone (SPIM) , ,5 WTC , Francia condominio Francia CNR Piane , ,9 91 Piane piastra Gemelli (A+B) , NOTA: le differenze possono tenere conto di modalità differenti di servizio

17 MODIFICHE INTERNE ALLE UTENZE SSTITUZIONE CON MACCHINE ELETTRICHE Costi/benefici SOSTITUZIONE MACCHINE ATTUALI n. Pot. unit. costo unit Costo macch. Mod. circuitali Mod. regolaz. TOT Recupero KW /KW 20% 5% /a WTC Matitone A Gemelli Piane Francia RIBILANCIAMENTO POTENZE INSTALLATE SENZA RECUPERO TERMICO n. Pot. unit. costo unit Costo macch. Mod. circuitali Mod. regolaz. TOT Recupero KW /KW 8% 5% /a WTC Matitone A Gemelli Piane Francia RIBILANCIAMENTO POTENZE INSTALLATE CON RECUPERO TERMICO n. Pot. unit. costo unit Costo macch. Mod. circuitali Mod. regolaz. TOT Recupero KW /KW 20% 5% /a WTC Matitone A Gemelli Piane Francia

18 SOLUZIONI CON RETROFIT DEI CHILLER ATTUALI TORRE RAFFR. ACQUA/ARIA RETROFIT CHILLER ACQUA/ACQUA (situazione attuale) SCAMBIATORE TERMO-ACQUEDOTTO RETROFIT CHILLER ACQUA/ACQUA (trasformazione in PdC) CONDENS. CONDENS. CHILLER ELETTR. ACQUA/ACQUA CHILLER ELETTR. ACQUA/ACQUA EVAP. UTE NZE INT ERN E EVAP. UTE NZE INTE RNE

19 POSSIBILE SINERGIA CON IL TELERISCALDAMENTO Per le centrali termiche che utilizzano il teleriscaldamento può risultare conveniente installare pompe di calore ad assorbimento alimentate dal TLR stesso. [In questo caso, per la fase di riscaldamento l assorbimento dal TLR risulta circa il 62% di quanto veniva prelevato prima dell intervento (la PdC ad assorbimento ha un COP 1,4-1,6 con prelievo di energia rinnovabile dal termo acquedotto). Per quanto riguarda il raffrescamento puà essere ancora utilizzato il TLR con EER medio (KWh ter /KWh ter ) di 0,6-0,7]. Per quelle utenze, come Torre di Francia, che usano l assorbitore TLR per i raffrescamento estivo, può immaginarsi una riqualificazione dell assorbitore esistente con un retrofit per renderlo adatto al pompaggio di calore in riscaldamento con sorgente il TLR.

20 EVENTUALE SINERGIA CON TLR (Aggiunta di una PdC ad assorbimento) SINERGIA TLR TERMOACQUEDOTTO (modifica) Eventuali interconnessioni ARIA RECUPER. 30 C 0 C SCAMB. T.A. VENTIL. 7 C TELERISC. 120 C 110 C PdC GRUPPI ASSORBIMENTO FRIGO 7 C 12 C UTA UFFICI 20 C 50 C fan coils 4t PCF ALTRE UTENZE 45 C 7 C 50 C 12 C fan coils 2t 45 C

21 ULTERIORI TECNOLOGIE DA INTRODURRE NELLE MODIFICHE PER LE UTENZE A livello distribuzione interna le ulteriori tecnologie da impiegare sono le seguenti: sistemi di accumulo (qualora necessari, utilizzando riserve idriche esistenti quali vasche antincendio) eventuali integrazione e/o soccorso di altre tecnologie che consentono di ridurre le potenze degli impianti più costosi, ad esempio caldaie a condensazione modulazione dei carichi termici in funzione della domanda dell utente sistema remoto di controllo intelligente (temperature zonali, presenza umana, uso differenziato, ecc. ) recupero dell'energia termica dai ricambi d'aria (eventualmente con la tecnica del recupero termodinamico attivo) smart HP nel controllo e nella modulazione dei carichi elettrici (sia in funzione delle tariffe del momento, sia all'occorrenza in funzione dell'interrompibilità dei carichi - smart grid)

22 INVESTIMENTO

23 Termoacquedotto in trincea (ipotesi base) INFRASTRUTTURA INVESTIMENTO = M.O. = /a ESERC. = /a MODIFICHE INTERNE (macchine elettriche IMPIEGO PER TIPOLOGIA DOPO INTERVENTO RINNOVABILE DAL MARE (costo = 0) TOT: Mwh ter risparmio /a Spesa attuale /a AMBITO ATTUALE ENERGIA PRIMARIA ATTUALE (FORNITURA TERMICA) MWh ter GAS ELETTRICTA TLR CENTRO SAN BENIGNO

24 Termoacquedotto sotto sopraelevata (ipotesi migliore) INFRASTRUTTURA INVESTIMENTO = M.O. = /a ESERC. = /a MODIFICHE INTERNE (macchine elettriche) IMPIEGO PER TIPOLOGIA DOPO INTERVENTO RINNOVABILE DAL MARE (costo = 0) TOT: Mwh ter risparmio /a Spesa attuale /a AMBITO ATTUALE ENERGIA PRIMARIA ATTUALE (FORNITURA TERMICA) MWh ter GAS ELETTRICTA TLR CENTRO SAN BENIGNO

25 ANALISI FINANZIARIA

26 Analisi Finanziaria - Termoacquedotto in trincea (Ipotesi base) Input Periodo di riferimento 10 (anni) Tasso di sconto reale 0,055 (% /100) Tasso di variazione del prezzo dell'energia Tasso di variazione del prezzo della manodopera 0,015 0,015 (% /100) (% /100) (% /100) (% /100) Tasso d'inflazione 0,015 (% /100) Investimento iniziale ,00 (% /100) Detrazione fiscale 0,50 (% /100) Durata detrazione fiscale 5 (anni) Valore specifico TEE 75,00 ( /TEE) Durata TEE 5 (anni) Risparmio energetico ,00 (kwh ter /anno) Prezzo dell'energia 0,00 ( /kwh ter ) Costo di gestione ,00 ( /anno) Costo di manutenzione 9.000,00 ( /anno) Prezzo CO 2 15,00 ( /ton) Relazione CO 2 -kwh 0,00260 (tonco 2 /kwh) Calcolo Indici Economico-Finanziari Indici VAN ,98 ( ) PPBT 7 (anni) B/C -0,36 Calcolo delle esternalità Esternalità verso la collettività Anni Totale Energia risparmiata 0,36 (Mtep/anno) 10 3,58 (Mtep) Riduzione emissione CO ,40 (ton/anno) ,00 (ton CO 2 ) Valorizzazione economica CO 2 evitata ,00 ( /anno) ,00 ( )

27 Analisi Finanziaria - Termoacquedotto sotto sopraelevata (ipotesi migliore) Input Periodo di riferimento 10 (anni) Tasso di sconto reale 0,055 (% /100) Tasso di variazione del prezzo (% /100) 0,015 dell'energia (% /100) Tasso di variazione del prezzo della (% /100) 0,015 manodopera (% /100) Tasso d'inflazione 0,015 (% /100) Investimento iniziale ,00 (% /100) Detrazione fiscale 0,50 (% /100) Durata detrazione fiscale 5 (anni) Valore specifico TEE 75,00 ( /TEE) Durata TEE 5 (anni) Risparmio energetico ,00 (kwh ter /anno) Prezzo dell'energia 0,00 ( /kwh ter ) Costo di gestione ,00 ( /anno) Costo di manutenzione 9.000,00 ( /anno) Prezzo CO 2 15,00 ( /ton) Relazione CO 2 -kwh 0,00260 (tonco 2 /kwh) Calcolo delle esternalità Calcolo Indici Economico-Finanziari Indici VAN ,54 ( ) PPBT 5 (anni) B/C -0,25 Esternalità verso la collettività Anni Totale Energia risparmiata 0,36 (Mtep/anno) 10 3,58 (Mtep) Riduzione emissione CO ,40 (ton/anno) ,00 (ton CO 2 ) Valorizzazione economica CO 2 evitata ,00 ( /anno) ,00 ( )

28 Analisi Finanziaria - (Ipotesi di investimento massimo) Input Periodo di riferimento 10 (anni) Tasso di sconto reale 0,055 (% /100) Tasso di variazione del (% /100) 0,015 prezzo dell'energia (% /100) Tasso di variazione del prezzo della manodopera 0,015 (% /100) (% /100) Tasso d'inflazione 0,015 (% /100) Investimento iniziale ,00 (% /100) Detrazione fiscale 0,50 (% /100) Durata detrazione fiscale 5 (anni) Valore specifico TEE 75,00 ( /TEE) Durata TEE 5 (anni) Risparmio energetico ,00 (kwh ter /anno) Prezzo dell'energia 0,00 ( /kwh ter ) Costo di gestione ,00 ( /anno) Costo di manutenzione 9.000,00 ( /anno) Prezzo CO 2 15,00 ( /ton) Relazione CO 2 -kwh 0,00260 (tonco 2 /kwh) Calcolo Indici Economico-Finanziari Indici VAN ,33 ( ) PPBT 10 (anni) B/C -0,46

29 Analisi Finanziaria - Ipotesi di assenza di incentivi (soluzione base in trincea) Input Periodo di riferimento 10 (anni) Tasso di sconto reale 0,055 (% /100) Tasso di variazione del (% /100) 0,015 prezzo dell'energia (% /100) Tasso di variazione del (% /100) 0,015 prezzo della manodopera (% /100) Tasso d'inflazione 0,015 (% /100) Investimento iniziale ,00 (% /100) Detrazione fiscale 0,00 (% /100) Durata detrazione fiscale 5 (anni) Valore specifico TEE 0,00 ( /TEE) Durata TEE 5 (anni) Risparmio energetico ,00 (kwh ter /anno) Prezzo dell'energia 0,00 ( /kwh ter ) Costo di gestione ,00 ( /anno) Costo di manutenzione 9.000,00 ( /anno) Prezzo CO 2 0,00 ( /ton) Relazione CO 2 -kwh 0,00260 (tonco 2 /kwh) Calcolo Indici Economico-Finanziari Indici VAN ,49 ( ) PPBT 15 (anni) B/C 0,00

30 STATO DI AVANZAMENTO ATTUALE

31 STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO CENTRO SAN BENIGNO WP 1 Coordinamento (SC/SB) SCALA DEI TEMPI OTT WP 4 Investimenti utenti costi/benefici (SB ESC) WP 6 Dimensionamento costi/tempi (SB ESC) WP 7 Architettura finanzi. Incentivi e ReS (SB SC CNR ESC) WP 8 Struttura industriale per realizzazione e gestione (SB SC ESC) SC Smart City SB Super San Benigno AP Autorità portuale CG Comune Genova CNR CNR ARIGe MU Muvita ESC ESCo WP 9 Relaz. Finale e disffusione risultati (TUTTI) 30/09/2013

32 CRITICITA - AZIONI CRITICITA Autorizzazione all uso dello scarico del Rio San Bartolomeo Autorizzazione al percorso sotto Sopraelevata Attore di Project Financing AZIONI Pressione su Provincia/Comune per presa di posizione responsabile Maggiore coinvolgimento ESCo Monitoraggio di Horizon 2020 Esistenza di incentivi pubblici

PROGETTO CLIMARE SAN BENIGNO Dimensionamento tecnico-economico complessivo Relazione di sintesi Aggiornamento al 28/02/2014

PROGETTO CLIMARE SAN BENIGNO Dimensionamento tecnico-economico complessivo Relazione di sintesi Aggiornamento al 28/02/2014 PROGETTO CLIMARE SAN BENIGNO Dimensionamento tecnico-economico complessivo Relazione di sintesi Aggiornamento al 28/02/2014 Premessa Il Progetto per la realizzazione di una infrastruttura di servizio di

Dettagli

Un progetto per la teleclimatizzazione a bassa entalpia attraverso l uso dell acqua di mare del golfo di

Un progetto per la teleclimatizzazione a bassa entalpia attraverso l uso dell acqua di mare del golfo di Amici della Terra Periodico di informazione sull energia, l ambiente e le risorse Testata registrata presso il Tribunale di Roma Aut. Trib. di Roma del 22/04/1996 n. 189 Direttore Responsabile: Aurelio

Dettagli

QUARTA CONFERENZA NAZIONALE SULLE FONTI RINNOVABILI TERMICHE

QUARTA CONFERENZA NAZIONALE SULLE FONTI RINNOVABILI TERMICHE QUARTA CONFERENZA NAZIONALE SULLE FONTI RINNOVABILI TERMICHE Roma, 22 Novembre 2012 Tecnologie e servizi per l efficienza nel residenziale e terziario: pompe di calore a ciclo annuale Fernando Pettorossi

Dettagli

menoenergia IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO

menoenergia IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO menoenergia IMPIANTI PER IL RISCALDAMENTO Il riscaldamento degli edifici avviene tradizionalmente mediante impianti di combustione ( gas metano, gasolio, carbone ). Recentemente sono stati introdotti sistemi

Dettagli

menoenergia LE ENERGIE RINNOVABILI DEFINITE DAL DLgS 28/3/2011 MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE BUSINESS CASE

menoenergia LE ENERGIE RINNOVABILI DEFINITE DAL DLgS 28/3/2011 MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE BUSINESS CASE LE ENERGIE RINNOVABILI DEFINITE DAL DLgS 28/3/2011 menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE BUSINESS CASE 1 LE COSA LE ENERGIE RICHIESTE E UNA COSA RINNOVABILI POMPA DI E RINNOVABILE

Dettagli

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014

CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 CONVEGNO :COGENERAZIONE processi, applicazioni, agevolazioni e risparmi comonext 27/03/2014 ENERGY 4 YOU SRL La Storia Energy 4 You è una società fondata nel 2005 e attiva nella vendita di energia elettrica

Dettagli

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema Work shop tecnico: Edifici Impianti a pompa di calore per la climatizzazione annuale e la produzione di acqua calda sanitaria: soluzioni per edifici polifunzionali, residenziali, uffici. Giampiero Colli

Dettagli

4. GENERATORI. Gruppo termico modulare con n... analisi fumi previste. Tradizionale A condensazione Altro...

4. GENERATORI. Gruppo termico modulare con n... analisi fumi previste. Tradizionale A condensazione Altro... 4.1 GRUPPI TERMICI O CALDAIE Gruppo Termico GT... Data di installazione... Data di dismissione... Fabbricante... Modello...... Combustibile... Fluido Termovettore... Potenza termica utile nominale Pn max...

Dettagli

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano 3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano PERCHE LA COGENERAZIONE? È la produzione combinata di calore e di

Dettagli

Pompa di Calore ad Alta Temperatura

Pompa di Calore ad Alta Temperatura Pompa di Calore ad Alta Temperatura POMPA DI CALORE TRADIZIONALE Pompa di calore In natura il calore passa sempre da un corpo caldo a uno freddo. La pompa di calore rende possibile il processo contrario:

Dettagli

COMPLESSO SAN BENIGNO

COMPLESSO SAN BENIGNO COMPLESSO SAN BENIGNO Studio per una infrastruttura di condizionaento del coplesso attraverso l uso dell acqua di are Introduzione Lo studio riporta alcune idee di assia ed una valutazione costi benefici

Dettagli

APPLICAZIONI IMPIANTISTICHE dott. ing. Luca Micheletti

APPLICAZIONI IMPIANTISTICHE dott. ing. Luca Micheletti APPLICAZIONI IMPIANTISTICHE dott. ing. Luca Micheletti PERCHE LE POMPE DI CALORE A SERVIZIO DEGLI IMPIANTI SONO RITENUTE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI? In una centrale termoelettrica bruciando circa 2,5

Dettagli

Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia

Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia Verona, 4 maggio 2011 Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia Fernando Pettorossi Capogruppo del Gruppo Italiano

Dettagli

Convegno: GEOTERMIA il riscaldamento ecologico e rinnovabile

Convegno: GEOTERMIA il riscaldamento ecologico e rinnovabile Convegno: GEOTERMIA il riscaldamento ecologico e rinnovabile COSTRUIRE E RISTRUTTURARE IN MANIERA SOSTENIBILE: vantaggi della pompa di calore ed esempi pratici Relatore ing. Simone Pronsati Impianto acqua-acqua

Dettagli

L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente

L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente Serata informativa L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente Puoi rivolgerti allo Sportello Energia per ottenere informazioni su aspetti tecnici, economici e normativi in materia

Dettagli

SOLUZIONI TECNICHE DEL PROGETTO

SOLUZIONI TECNICHE DEL PROGETTO RISCALDAMENTO INVERNALE MODALITA FUNZIONAMENTO RAFFRESCAMENTO ESTIVO MODALITA FUNZIONAMENTO SCHEMA P&I D 6. IMPIANTO A PAVIMENTO 4. SOLARE TERMICO 1. POZZO GEOTERMICO 2. POMPA DI CALORE 3. UNITA TRATTAMENTO

Dettagli

Convegno SOLAR COOLING

Convegno SOLAR COOLING Convegno SOLAR COOLING Polo Universitario Bicocca venerdì 19 giugno 2009 ore 15:00 Convegno organizzato da Università Bicocca, Paradigma, CMT, Broad, Fotir e ICRI Impianti ELEMENTI DEL PROGETTO: PANNELLI

Dettagli

TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ.

TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ. 27-09-2013 Comunicato stampa TELERISCALDAMENTO AD AOSTA. I PRIMI PASSI DI UNA GRANDE RETE. INAUGURAZIONE DEL CANTIERE DELLA CENTRALE DI TELERISCALDAMENTO IN CITTÀ. Per contatti e ulteriori informazioni:

Dettagli

Contratti per finanziare investimenti energetici sul patrimonio comunale

Contratti per finanziare investimenti energetici sul patrimonio comunale Contratti per finanziare investimenti energetici sul patrimonio comunale L esperienza di Modena Piergabriele Andreoli gandreoli@aess-modena.it Roma, 7 8 / 07 / 2011 Provincia di Modena - 2004 Ispirazione

Dettagli

OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA NELLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE

OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA NELLE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE AGROITTICA ACQUA & SOLE S.p.A. Sede Operativa Località Cassinazza di Baselica 27010 Giussago PAVIA Tel.: + 39 0382.922223 Email: mauro.alberti@neorurale.net OTTIMIZZAZIONE NELL USO DELL ACQUA DI FALDA

Dettagli

Impianti Geotermici con pompe di calore:

Impianti Geotermici con pompe di calore: Impianti Geotermici con pompe di calore: le energie rinnovabili nelle riqualificazioni Direttore R-S & Innovazione Ferrara 22 Settembre 2010 Chi siamo Siram: una solida realtà italiana parte di un grande

Dettagli

COGENERAZIONE E TRIGENERAZIONE A GAS

COGENERAZIONE E TRIGENERAZIONE A GAS COGENERAZIONE E TRIGENERAZIONE A GAS Risparmio energetico attraverso la realizzazione di impianti per la produzione di energia termica/frigorifera ed elettrica 1 Cogenerazione e Trigenerazione La cogenerazione

Dettagli

Il fabbisogno di acqua calda. E = 1.16 V dt (Wh) (es: vasca da bagno di 160 l scaldata di 30 C assorbe 5.56 kwh)

Il fabbisogno di acqua calda. E = 1.16 V dt (Wh) (es: vasca da bagno di 160 l scaldata di 30 C assorbe 5.56 kwh) Il fabbisogno di acqua calda Il fabbisogno di acqua calda si valuta in termini energetici per scaldare 1 l di acqua di 1 C occorrono 1.16 Wh determinato il volume di acqua da scaldare (V in litri) e l'innalzamento

Dettagli

IL SISTEMI IMPIANTISTICI A ELEVATA EFFICIENZA: Tecnologie delle applicazioni Giancarlo Chiesa Mario Maistrello

IL SISTEMI IMPIANTISTICI A ELEVATA EFFICIENZA: Tecnologie delle applicazioni Giancarlo Chiesa Mario Maistrello IL SISTEMI IMPIANTISTICI A ELEVATA EFFICIENZA: Tecnologie delle applicazioni Giancarlo Chiesa Esempi di applicazione: scambiatore nelle fondazioni Figura 1 - Planimetria generale di progetto 2 Esempi di

Dettagli

GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni. Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia

GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni. Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni ScuolaSuperiore S.Anna - Pisa 21 Febbraio 2013 Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia Ing.Patrizio Pastacaldi

Dettagli

RECUPERO DI CALORE IN UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE CASO STUDIO. Ing. Chiara Magnani EGE certificato Secem UNI CEI 11339.

RECUPERO DI CALORE IN UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE CASO STUDIO. Ing. Chiara Magnani EGE certificato Secem UNI CEI 11339. RECUPERO DI CALORE IN UNA LAVANDERIA INDUSTRIALE CASO STUDIO Ing. Chiara Magnani EGE certificato Secem UNI CEI 11339 Ing. Chiara Magnani EGE certificato SECEM dal 01/07/2013, settore industriale Certificazione

Dettagli

TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA - POMPE DI CALORE. L. Murgia - Dip.to Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari

TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA - POMPE DI CALORE. L. Murgia - Dip.to Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA - POMPE DI CALORE L. Murgia - Dip.to Ingegneria del Territorio - Università degli Studi di Sassari POMPA DI CALORE Macchina termica che opera un trasferimento

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo. Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo

EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo. Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo EFFICIENZA ENERGETICA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE Strategie e interventi di successo Ing. Marco Oliva Per. Ind. Colombo Lorenzo Il contenimento dei costi aziendali è una necessità!! Le strutture commerciali

Dettagli

INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE. 22 Febbraio 2013

INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE. 22 Febbraio 2013 INCENTIVAZIONE ALLE RINNOVABILI TERMICHE 22 Febbraio 2013 Confronto tra i vari meccanismi di incentivazione I SERVIZI Titoli di Efficienza Energetica I TEE valorizzano il risparmio di energia primaria

Dettagli

Indice. Prefazione 13

Indice. Prefazione 13 Indice Prefazione 13 1 Energia e sostenibilità: il ruolo chiave dell Energy 15 management 1.1 Sviluppo sostenibile e sistemi energetici 16 1.2 Il contesto delle politiche energetiche: competitività, energia

Dettagli

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC SPC: scaldacqua in pompa di calore aria/ acqua, monoblocco Baxi è da sempre attiva nella progettazione di soluzioni tecnologicamente avanzate ma con il minimo

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche. Ing Giovanni Di Giacomo

Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche. Ing Giovanni Di Giacomo Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche Ing Giovanni Di Giacomo Giovanni.digiacomo7@tin.it g.digiacomo@pec.ording.roma.it 1 Ristrutturazioni edilizie Tipologia

Dettagli

Energia Elettrica: - Impianti Fotovoltaici - Illuminazione Pubblica. San Paolo d Argon 6 maggio 2013

Energia Elettrica: - Impianti Fotovoltaici - Illuminazione Pubblica. San Paolo d Argon 6 maggio 2013 Energia Elettrica: - Impianti Fotovoltaici - Illuminazione Pubblica San Paolo d Argon 6 maggio 2013 AGENDA Impianti Fotovoltaici Modalità funzionamento Situazione italiana V Conto Energia Tariffe incentivanti

Dettagli

Le caratteristiche delle tecnologie disponibili

Le caratteristiche delle tecnologie disponibili Le caratteristiche delle tecnologie disponibili La climatizzazione degli edifici: soluzioni a confronto ExpoComfort 2 marzo 2006 - Milano Daniele Forni FIRE faq@fire-italia.it Classificazione Utilizzo

Dettagli

pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO

pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO POMPE DI CALORE ARIA/ACQUA REVERSIBILI A RECUPERO TOTALE. > RISCALDAMENTO > CLIMATIZZAZIONE > RAFFRESCAMENTO > RAFFREDDAMENTO > DEUMIDIFICAZIONE > ACQUA CALDA SANITARIA

Dettagli

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale L esperienza del PAES congiunto dell Isola d Elba 11 febbraio 2014 Roberto Bianco

Dettagli

PROGETTO CASA FUTURA: SOLUZIONI INNOVATIVE PER GLI IMPIANTI. Sergio Montanari

PROGETTO CASA FUTURA: SOLUZIONI INNOVATIVE PER GLI IMPIANTI. Sergio Montanari PROGETTO CASA FUTURA: SOLUZIONI INNOVATIVE PER GLI IMPIANTI Sergio Montanari Ripartizione consumi energetici in casa Illuminazione 1% Cucina 4% Apparecchi elettrici 6% Acqua calda 12% Riscaldamento 77%

Dettagli

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE)

POMPE DI CALORE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO. clima / comfort / risparmio. Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) SOLUZIONI PER IL RISPARMIO ENERGETICO POMPE DI CALORE clima / comfort / risparmio Via degli Artigiani, 1 65010 Spoltore (PE) tel. 085 9771404 cell. 334 7205 930 MAIL energie@icaro-srl.eu WEB www.icaro-srl.eu

Dettagli

Edilizia Automotive Industria. www.rehau.it

Edilizia Automotive Industria. www.rehau.it REHAU ENERGETHICA 23 SETTEMBRE 2011 FUNZIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE CON POMPA DI CALORE GEOTERMICA ED IMPIANTO SOLARE TERMICO www.rehau.it Edilizia Automotive Industria

Dettagli

LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA

LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA San Giovanni in Persiceto, 11 giugno 2014 Studio Tecnico Co.Pro.Ri LA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA RIQUALIFICAZIONE IMPIANTISTICA RIFERIMENTI NORMATIVI DETRAZIONI FISCALI 65% Legge 296/2006 e ss.mm.

Dettagli

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all attuazione del PAES

Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all attuazione del PAES PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEI COMUNI PICCOLI E MEDI Fondazione Cariplo Area Ambiente bando 2012 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Incontro formativo sugli strumenti di sostegno all

Dettagli

EFFICIENZA COSTRUITA SU MISURA

EFFICIENZA COSTRUITA SU MISURA EFFICIENZA COSTRUITA SU MISURA CHI SIAMO Universal Sun è una società certificata ISO 9001:2008, accreditata come Energy Service Company (ESCo), che realizza Interventi di efficienza energetica e impianti

Dettagli

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Comuni di Airuno, Brivio Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Brivio, 25 giugno 2015 Sportello Energia Dal mese di maggio 2015 è aperto lo sportello energia : lo Sportello Energia

Dettagli

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Obiettivi: Lo studio si propone di valutare la convenienza economica ed ambientale di un nuovo sistema VRF ad espansione diretta negli edifici di nuova costruzione: RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI

Dettagli

Le azioni strategiche della Regione Lazio per le energie rinnovabili e l efficienza energetica ENERGIA PULITA PER TUTTI.

Le azioni strategiche della Regione Lazio per le energie rinnovabili e l efficienza energetica ENERGIA PULITA PER TUTTI. Le azioni strategiche della Regione Lazio per le energie rinnovabili e l efficienza energetica ENERGIA PULITA PER TUTTI. NESSUNO ESCLUSO I FONDI DELLA REGIONE LAZIO PER LA PROMOZIONE DELLE ENERGIE DA FONTI

Dettagli

L ANALISI DI FATTIBILITA TECNICO ECONOMICA E AMBIENTALE DEGLI IMPIANTI GEOTERMICI

L ANALISI DI FATTIBILITA TECNICO ECONOMICA E AMBIENTALE DEGLI IMPIANTI GEOTERMICI PROVINCIA DI VENEZIA SERVIZIO GEOLOGICO E TUTELA DEL TERRITORIO, GEOTERMIA AUDITORIUM PROVINCIA DI VENEZIA Convegno: Energie rinnovabili per la climatizzazione L ANALISI DI FATTIBILITA TECNICO ECONOMICA

Dettagli

Indice. Obiettivi dello studio. Premesse generali. Il metodo. Analisi delle utenze. Analisi dei sistemi produttivi

Indice. Obiettivi dello studio. Premesse generali. Il metodo. Analisi delle utenze. Analisi dei sistemi produttivi Workshop AEEG Sviluppo della generazione diffusa in Italia Analisi tecnico-economica delle modalità di gestione dell'energia nei contesti urbani ed industriali Milano 30-04-2009 Indice 2 2 Obiettivi dello

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it SISTEMI DI GENERAZIONE Tipologie più diffuse o in sviluppo Generatori a combustione Caldaie

Dettagli

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo

Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti. Massimiliano Vigolo Soluzioni progettuali e costruttive per il miglioramento dell efficienza energetica degli impianti 2 Ambiti di intervento per il miglioramento dell efficienza Dispersioni dell involucro (coibentazione)

Dettagli

COPIA IN VISIONE LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO

COPIA IN VISIONE LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO linea CONDOMINI LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO RISCALDAMENTO CLIMATIZZAZIONE ENERGIE ALTERNATIVE LO STATO SOSTIENE IL 55% DEI COSTI. L IMPORTO RESTANTE SI RIPAGA

Dettagli

OPEN ENERGY Comune di Merano. 20.03.2015 L Alto Adige verso Klimaland Presentazione PAES del Comune di Merano

OPEN ENERGY Comune di Merano. 20.03.2015 L Alto Adige verso Klimaland Presentazione PAES del Comune di Merano OPEN ENERGY Comune di Merano 20.03.2015 L Alto Adige verso Klimaland Presentazione PAES del Comune di Merano Indice: Progetto Open Energy Inventario delle emissioni di Merano nel 2005 e 2010 Azioni e simulazioni

Dettagli

Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi

Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi Allegato II Metodologia di calcolo degli incentivi 1. Metodologia di calcolo per interventi di piccole dimensioni di incremento dell efficienza energetica di cui all articolo 4, comma 1 1.1 Per gli interventi

Dettagli

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA Ottenere e valorizzare i Certificati Bianchi per i propri progetti di Efficienza Energetica

Dettagli

LA QUESTIONE ENERGETICA NELL EDILIZIA POPOLARE RICCARDO VALZ GRIS

LA QUESTIONE ENERGETICA NELL EDILIZIA POPOLARE RICCARDO VALZ GRIS LA QUESTIONE ENERGETICA NELL EDILIZIA POPOLARE RICCARDO VALZ GRIS RESPONSABILE ENERGIA - Giunta Esecutiva FEDERCASA I COSTI ENERGETICI UNA QUESTIONE SOCIALE Costo medio per locazione 70 /mese Costo indicativo

Dettagli

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Direttiva 2012/27/UE Stabilisce un quadro comune di misure per la promozione dell efficienza

Dettagli

TELERISCALDAMENTO E COGENERAZIONE DISTRIBUITA NAPOLI 9 MARZO 2007

TELERISCALDAMENTO E COGENERAZIONE DISTRIBUITA NAPOLI 9 MARZO 2007 TELERISCALDAMENTO E COGENERAZIONE DISTRIBUITA NAPOLI 9 MARZO 2007 TELERISCALDAMENTO LA RETE DI TORINO SITUAZIONE ATTUALE E NUOVI PROGETTI AES TORINO Reti di distribuzione di gas naturale e di teleriscaldamento

Dettagli

Le evoluzione della normativa in materia di efficienza energetica in edilizia

Le evoluzione della normativa in materia di efficienza energetica in edilizia Le evoluzione della normativa in materia di efficienza energetica in edilizia L allegato energetico al Regolamento Edilizio arch. filippo loiodice 12 ottobre 2011 Passirano I pesi in media.. in media.senza

Dettagli

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013

Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 Marzio Quadri Product Manager di Daikin Air Conditioning Italy 26 Gennaio 2013 OBIETTIVI, CAMPO DI APPLICAZIONE E STRATEGIA Impegno preso dagli stati membri dell unione europea. Target raggiungibile tramite

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST

L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST 1 Convegno TELERISCALDAMENTO: verso la SMART GRID L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST Torino Lingotto Fiere, 25 maggio 2012 Ing. Carmelo TRIPODI Direttore

Dettagli

CAPITOLO 6 TEMPO DI RITORNO ECONOMICO

CAPITOLO 6 TEMPO DI RITORNO ECONOMICO CAPITOLO 6 TEMPO DI RITORNO ECONOMICO Un intervento di miglioramento dell ficienza energetica ha un costo iniziale d investimento C 0 e produce, nell anno -esimo, un risparmio economico, R, rispetto alla

Dettagli

S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e

S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e Edea SA Via Pasquale Lucchini 4 CH-6900 Lugano Tel +41 (0)91 921 47 80 +41 (0)91 921 47 81 info@edea.ch S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e C o m b i n a t a d i E n e r g i a T e r m i c a e d

Dettagli

MODELLO PER ANALISI DI EDIFICI DA

MODELLO PER ANALISI DI EDIFICI DA MODELLO PER ANALISI DI EDIFICI DA OBIETTIVI DEL PRESENTE DOCUMENTO Questo documento descrive una possibile metodologia per la realizzazione di analisi di edifici sui quali si intende installare impianti

Dettagli

Ministero dello sviluppo economico

Ministero dello sviluppo economico Incentivi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni Ministero dello sviluppo economico Dipartimento Energia - DGENRE - Div.

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE parti 3 4 1 IMPIANTO TERMICO In generale si può pensare articolato nelle seguenti parti: Generatore uno o più apparati che forniscono energia termica ad un mezzo di trasporto

Dettagli

Il Campus Universitario di Savona come modello di distretto energetico intelligente e sostenibile

Il Campus Universitario di Savona come modello di distretto energetico intelligente e sostenibile CONVEGNO: PROPOSTE GREEN PER L ECONOMIA E IL LAVORO IN LIGURIA Il Campus Universitario di Savona come modello di distretto energetico intelligente e sostenibile Stefano Bracco Università degli Studi di

Dettagli

IL CICLO DEI RIFIUTI DOMESTICI da scarti ad Energia Rinnovabile

IL CICLO DEI RIFIUTI DOMESTICI da scarti ad Energia Rinnovabile 1 IL CICLO DEI RIFIUTI DOMESTICI da scarti ad Energia Rinnovabile OBIETTIVO FAMIGLIA - FEDERCASALINGHE HORIZON 2020: TAVOLA ROTONDA Strumento di coesione e crescita delle donne. Innovazione tecnologia

Dettagli

AZIENDA FARMACEUTICA CASE STUDY

AZIENDA FARMACEUTICA CASE STUDY Sistema di Trigenerazione AZIENDA FARMACEUTICA CASE STUDY 15 LowNOx CASE STUDY per FORNITURA e POSA IN OPERA NUOVO SISTEMA DI TRIGENERAZIONE Marca: TERMOGAMMA LowNOx Tipo: REC+15 CLIENTE: AZIENDA FARMACEUTICA

Dettagli

VISITA MASTER GEM Green Economy Management (Roma)

VISITA MASTER GEM Green Economy Management (Roma) Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile VISITA MASTER GEM Green Economy Management (Roma) GLI IMPIANTI DI SOLAR HEATING AND COOLING INCONTRO del 15 marzo

Dettagli

Enermanagement 2014. Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas

Enermanagement 2014. Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas Enermanagement 2014 Efficienza in, inside and out Milano, 4 dicembre 2014 Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas Marco De Min Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI

EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI EFFICIENZA ENERGETICA : APPROCCIO METODOLOGICO ED OBIETTIVI Bros Consulenza s.r.l.s. P.iva: 08605710964 Sede legale: Galleria Buenos Aires 7, 20124 Milano tel.: 02.394.35.901 fax: 02.871.53.810 Sede operativa:

Dettagli

Edifici a consumo quasi zero: fattibilità per il nuovo e l esistente

Edifici a consumo quasi zero: fattibilità per il nuovo e l esistente Convegno Bentornata efficienza energetica Nuovi impegni degli stakeholder e nuove linee d intervento nell edilizia Università Bocconi, 13 dicembre 2010 Edifici a consumo quasi zero: fattibilità per il

Dettagli

La climatizzazione efficiente degli edifici

La climatizzazione efficiente degli edifici 2 a Giornata sull'uso razionale dell'energia negli edifici civili e nel terziario FAST - Milano La climatizzazione efficiente degli edifici Walter Grattieri 28 Novembre 2006 1 Sommario Parametri e interventi

Dettagli

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE Principio di funzionamento Nelle piscine medio grandi, la normativa prevede una ricambio giornaliero dell acqua totale delle vasche, nella

Dettagli

Modelli di business per il teleriscaldamento solare

Modelli di business per il teleriscaldamento solare Modelli di business per il teleriscaldamento solare Politecnico di Milano Comitato Smart Cities 09 settembre 2015 1 Scopo di questo documento Questo documento è da considerarsi come integrazione degli

Dettagli

COMPLESSO RESIDENZIALE TORRE - ORSERO - SAVONA -

COMPLESSO RESIDENZIALE TORRE - ORSERO - SAVONA - Studio d Ingegneria Gaminara - Savona - COMPLESSO RESIDENZIALE TORRE - ORSERO - SAVONA - Analisi di un impianto oceanotermico La pompa di calore Pompa di calore elettrica (I) Che cos è? Produce l energia

Dettagli

ARCHITETTURA DEL SISTEMA

ARCHITETTURA DEL SISTEMA SISTEMI HEATING ARCHITETTURA DEL SISTEMA SISTEMA SPLIT ARIA-ACQUA CARRIER PRESENTA XP ENERGY,, L INNOVATIVA SOLUZIONE DI RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO PER APPLICAZIONI RESIDENZIALI CON SISTEMA SPLIT

Dettagli

Sistemi per la produzione di energia rinnovabile nella Smart City. (focus su fotovoltaico e servizio energia)

Sistemi per la produzione di energia rinnovabile nella Smart City. (focus su fotovoltaico e servizio energia) Sistemi per la produzione di energia rinnovabile nella Smart City (focus su fotovoltaico e servizio energia) CHI SIAMO Toscana Energia Green nasce nell aprile del 2009 da un'operazione che vede coinvolti

Dettagli

AZIENDA PLASTICA CASE STUDY

AZIENDA PLASTICA CASE STUDY Sistema di Trigenerazione AZIENDA PLASTICA CASE STUDY 14 LowNOx CASE STUDY per FORNITURA e POSA IN OPERA NUOVO SISTEMA DI TRIGENERAZIONE Marca: TERMOGAMMA LowNOx Tipo: REC+14 CLIENTE: AZIENDA LAVORAZIONE

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA di REGGIO EMILIA MODELLO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Quadro di riferimento regionale Piano Energetico Regionale Ai consumi

Dettagli

L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo. Comuni per la predisposizione dei bandi di gara

L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo. Comuni per la predisposizione dei bandi di gara L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia i di Modena nell assistenza ai Comuni per la predisposizione dei bandi di gara (Marcello Antinucci - AESS) Il Patto dei

Dettagli

RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI Ancona, 8 Ottobre 2010

RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI Ancona, 8 Ottobre 2010 RIDUZIONE DEI COSTI ENERGETICI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI Ancona, 8 Ottobre 2010 Procedure di controllo tecnico amministrativo ai fini della verifica della giusta spesa energetica e della corretta conduzione

Dettagli

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica

WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica WineCenter Caldaro una nuova soluzione energetica Dott. Ing. Georg Felderer Via Negrelli Straße 13 39100 Bolzano / Bozen Tel.: 0471 054040 KLIMAHOUSE 07 Il WineCenter a Caldaro Il WineCenter a Caldaro

Dettagli

Riduzione dei Costi Energetici degli Impianti Sportivi

Riduzione dei Costi Energetici degli Impianti Sportivi Bastia Umbra, 18 Ottobre 2013 Klimahouse Umbria Riduzione dei Costi Energetici degli Impianti Sportivi Scuola Regionale dello Sport Umbria Ing. Alessio Damiani Cerip s.r.l. Presentazione Aziendale Via

Dettagli

Protocollo Microkyoto Imprese. Provincia di Bologna. Giovedì17 Settembre2009. Stato attività e primi contenuti tecnici. Stato Attività.

Protocollo Microkyoto Imprese. Provincia di Bologna. Giovedì17 Settembre2009. Stato attività e primi contenuti tecnici. Stato Attività. Giovedì17 Settembre2009 Stato attività e primi contenuti tecnici Protocollo Microkyoto Imprese Provincia di Bologna 1 Introduzione Stato Avanzamento Lavori Documenti inviati Piano L analisi si è svolta

Dettagli

POMPE DI CALORE. Riscaldamento, produzione ACS istantanea e Raffrescamento con pompe di calore abbinate a un impianto fotovoltaico

POMPE DI CALORE. Riscaldamento, produzione ACS istantanea e Raffrescamento con pompe di calore abbinate a un impianto fotovoltaico POMPE DI CALORE La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia termica da una sorgente a temperatura più bassa ad una sorgente a temperatura più alta o viceversa. Questi dispositivi permettono

Dettagli

Pompe di calore a gas: un CO 2...ntributo fondamentale. Zeroemission Roma 01.10.09

Pompe di calore a gas: un CO 2...ntributo fondamentale. Zeroemission Roma 01.10.09 Pompe di calore a gas: un CO 2...ntributo fondamentale Zeroemission Roma 01.10.09 Trasporto su strada EUROPA Entro 2020 Caldaie (funzione solo riscaldamento) Acqua calda sanitaria 20% riduzione emissioni

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA

EFFICIENZA ENERGETICA EFFICIENZA ENERGETICA La strategia italiana per l'efficienza energetica arch. Mario NOCERA GREEN JOBS E NUOVE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO NELL AMBITODELL EFFICIENZA ENERGETICA: STRUMENTI, INNOVAZIONI E BUONE

Dettagli

CERTIFICATI BIANCHI:

CERTIFICATI BIANCHI: Divisione CERTIFICATI BIANCHI: UNO STRUMENTO PER FINANZIARE L EFFICIENZA ENERGETICA Ing. Alessio Schiavon Edilvi spa Divisione ESCO schiavon@edilvi.it Forum Green Economy 2014 Roma, 4/5 giugno 2014 EDILVI

Dettagli

CONTO TERMICO E POMPE DI CALORE

CONTO TERMICO E POMPE DI CALORE CONTO TERMICO E POMPE DI CALORE IN COSA CONSISTE? Consiste in un meccanismo di incentivazione di un elenco di interventi che, intervenendo sul parco edilizio ed impiantistico esistente, mirano all efficientamento

Dettagli

SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE:

SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE: SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE: VALUTAZIONI TECNICO-ECONOMICHE TRA POMPE DI CALORE E GENERATORI DI CALORE I CICLI Cicli diretti = cicli termodinamici che riguardano i motori forniscono lavoro

Dettagli

Progetto efficienza energetica. Strategia, investimenti e risultati

Progetto efficienza energetica. Strategia, investimenti e risultati Progetto efficienza energetica Strategia, investimenti e risultati 1 Rete di vendita 3/5 149/131 71/248 72/93 5/19 4/3 3 2/8 2 1 58 ipermercati 214 supermercati 166 prossimità 12 cash & carry 74/147 3/9

Dettagli

L audit energetico: uno strumento importante per l individuazione di potenziali risparmi

L audit energetico: uno strumento importante per l individuazione di potenziali risparmi ing. Matteo Manica Polo Tecnologico per l Energia l srl (Trento) L audit energetico: uno strumento importante per l individuazione di potenziali risparmi INTRODUZIONE Andamento storico delle emissioni

Dettagli

Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di

Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di COGENERAZIONE (Ing. Pietro Innocenzi 1 ) Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di generazione: si recupera il calore a valle

Dettagli

BOLLETTE CHE SCOTTANO? SCEGLI ENERPOINT, L ENERGIA CHE TI FA RISPARMIARE!

BOLLETTE CHE SCOTTANO? SCEGLI ENERPOINT, L ENERGIA CHE TI FA RISPARMIARE! BOLLETTE CHE SCOTTANO? SCEGLI ENERPOINT, L ENERGIA CHE TI FA RISPARMIARE! perché il fotovoltaico sul mio tetto? 50% detrazione irpef Le soluzioni Enerpoint IMPIANTO FOTOVOLTAICO CHIAVI IN MANO 1 OPZIONE

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA (1)

EFFICIENZA ENERGETICA (1) Tutti gli incentivi per i cittadini: - La detrazione fiscale del 55% per rinnovabili e risparmio energetico nelle abitazioni - Il Conto Energia per il Fotovoltaico - La tariffa omnicomprensiva e i certificati

Dettagli

Applicazione di un sistema di scambio termico a bassa entalpia integrato con pannelli solari

Applicazione di un sistema di scambio termico a bassa entalpia integrato con pannelli solari Workshop CISA s.c.a.r.l. Progetto ex dormitorio FF.SS. Porretta Terme (BO), 1 marzo 2006 Applicazione di un sistema di scambio termico a bassa entalpia integrato con pannelli solari Fisica Tecnica Ambientale

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

L energia geotermica

L energia geotermica Sistemi geotermici: l'energia naturale 20156 MILANO - Via B. De Rolandi, 7 Tel. 02.39273134-39200007 Fax 02.39200007 - E-mail: soildata@soildata.it - C.F. e P.IVA 11425920151 L energia geotermica Per il

Dettagli

Prefazione...III. 2.2.6 Impianto idrico con o senza serbatoio di compenso...18 2.2.7 Macchine e attrezzature produttive di riserva...

Prefazione...III. 2.2.6 Impianto idrico con o senza serbatoio di compenso...18 2.2.7 Macchine e attrezzature produttive di riserva... Indice Prefazione...III CAPITOLO 1 GENERALITÀ SUGLI IMPIANTI MECCANICI DI SERVIZIO PER L INDUSTRIA 1.1 Contenuti e finalità...2 1.2 Definizione e classificazione degli impianti industriali...2 1.3 Definizione

Dettagli

Analisi per un impianto solare termico sul fabbricato di via Tovo Olgiate Olona. 034E05 Studi Solarge Versione 1. Stato del documento approvato

Analisi per un impianto solare termico sul fabbricato di via Tovo Olgiate Olona. 034E05 Studi Solarge Versione 1. Stato del documento approvato Analisi per un impianto solare termico sul fabbricato di via Tovo Olgiate Olona Codice 034E05 Studi Solarge Versione 1 Committente Ing. Piero Balossi Stato del documento approvato Autore Calderoni Revisione

Dettagli