Gruppo Hera: attività nel settore delle energie rinnovabili

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo Hera: attività nel settore delle energie rinnovabili"

Transcript

1 Gruppo Hera: attività nel settore delle energie rinnovabili 1

2 Un approccio rinnovabile su tutte le filiere Le caratteristiche di HERA Rispetto per l ambiente come elemento fondamentale di rapporto con il proprio territorio Gestione contestuale delle filiere energia, acqua e ambiente (valore della visione di insieme) L approccio Costituzione di un apposita divisione organizzativa dedicata alle attività di ricerca e sviluppo Costituzione di una apposita società (Hera Energie Rinnovabili) a presidio delle attività del Gruppo di sviluppo delle Energie Rinnovabili Promozione diretta della ricerca e applicazione di soluzioni tecnologiche all avanguardia Pragmatismo e certezza degli sviluppi industriali Impegno allo sfruttamento delle opportunità di recupero e valorizzazione energetica in tutti i business Individuare opportunità di sviluppo integrato sull intero ciclo dei servizi vs. ricerca massa critica 2

3 Principali impianti di produzione energia rinnovabile (potenza installata) RUNNING MW PV 4 impianti integrati su tetto 7 impianti a terra Piccoli impianti sulle sedi del gruppo 3,3 MW 5,2 MW 0,7 MW HYDRO Impianto del Cavaticcio 1,8 MW GEOTERMICO Impianto di Ferrara 14 MW WTE BIOMASSA, BIOGAS, BIODIGESTORI 10 impianti per il trattamento urbano dei rifiuti 13 impianti a biogas Biogas da trattamento dei rifiuti 4 digestori anaerobici 1 impianto a biomassa 150 MW 14 MW 2,0 MW 4,3 MW 13 MW Nel Piano Industriale del Gruppo Hera sono inclusi ulteriori sviluppi di capacità installata, specialmente sugli impianti CHP. Il Gruppo Hera partecipa inoltre alla costruzione del WTE di Firenze (rifiuti urbani). TURBOESPANSORI 6 impianti sulle cabine primarie 9 MW CHP Impianto di Imola (integrato con TLR) 16 impianti di medie dimensioni 17 impianti industriali in service 85 MW 30 MW 26 MW ~ 350 MW 3

4 2014 Electric and Thermal Energy Production GWh En. elettrica prodotta (2014) En. termica prodotta (2014) WTE (51% produzione dei WTE - rinnovabile) Biogas 71 Biogas da digestione 24 5 Biogas da trattamento rifiuti 7 7 PV 12 Biomass a Hydro 2 Geotermica 78 SUBTOTAL RINNOVABILI PURE CHP CHP (service) Turboespansori 10 SUBTOTAL ALTA EFFICIENZA WTE (non-rinnovabile %) Impianti termici 344 SUBTOTAL TRADIZIONALI TOTALE Nel 2014, il 43% circa della produzione di energia elettrica è venuta dalle rinnovabili (partecipazioni del gruppo in impianti CCGT escluse). Questa percentuale aumenta al 70% se si considerano impianti di cogenerazione ad alta efficienza. Anche l energia termica è principalmente prodotta (~60%) attraverso sorgenti a basso impatto ambientale (rinnovabili + sistemi ad alta efficienza) Tradizionali Alta efficienza "Alta Rinnovabili efficienza" 28% 29% 43% E.E. E.E. prodotta 42 % % % E.T. T.E. prodotta prodotta 4

5 Overview of Hera Energie Rinnovabili SpA Hera Energie Rinnovabili S.p.A. ( HER ) è la società del Gruppo Hera attiva nella produzione di energia da fonti rinnovabili Ad oggi, HER ha sviluppato impianti fotovoltaici di elevata qualità con un totale di potenza installata pari a 7.5 MWp Questi impianti sono principalmente localizzati nell area geografica di riferimento del Gruppo Hera (i.e. Emilia Romagna) e comprendono entrambe le tipologie di impianti, a terra e su tetto Nel 2013, HER ha generato ricavi per 3,9m e un EBITDA di 3,1m COMPANY OVERVIEW Tutti gli impianti PV sono al 100% di HER, con il solo impianto di Ghirlandina Solare nel quale HER detiene una partecipazione del 33% HISTORY OF HERA ENERGIE RINNOVABILI NET INSTALLED CAPACITY Costituzione di HER ed acquisizione del PV Interporto 1 da Hera S.p.A. Costruzione e connessione alla rete dei PV Interporto 2 e Interporto 3 (1 MWp ognuno) Alfianello (BS) ~ 1 MWp Ghirlandina Solare Srl Modena (MO) ~ 1 MWp YTD Costituzione di Ghirlandina Solare Srl per costruire il PV da 1 MWp di Modena Costruzione e connessione alla rete del PV di Interporto 4 e Ghirlandina Solare (partecipazione del 33%) Acquisizione delle SPV di Alfianello, Copparo, Faenza e Petriolo e successiva fusione in HER Focus sull aumento di efficienza attraverso l ottimizzazione dell O&M Interporto 1,2,3,4 Bentivoglio (BO) Faenza (RA) ~ 1 MWp Copparo (FE) ~ 1 MWp ~ 3,2 MWp Petriolo (MC) ~ 1 MWp 5

6 Overview of HER Installed Capacity Interporto 1 Interporto 2 Interporto 3 Interporto 4 Alfianello Copparo Faenza Petriolo Ghirlandina Solare Potenza [kwp] Localizzazione Interporto Bologna Interporto Bologna Interporto Bologna Interporto Bologna Alfianello (BS) Copparo (FE) Faenza (RA) Petriolo (MC) Modena Data di connessione 17/04/ /06/ /06/ /07/ /06/ /05/ /04/ /07/ /02/2011 Conto energia I CE II CE II CE IV CE II CE III CE III CE IV CE II CE Tariffa [ /MWh] 514, Tipo di impianto Fixed Fixed Fixed Fixed Fixed Fixed Fixed Fixed Fixed Posizione Tetto Tetto Tetto Tetto Terra Terra Terra Terra Terra Produttore dei pannelli Sharp Kyocera First Solar Sun Earth Yingli Solar ILB Helios Moserbaer Canadian Sun Earth Tecnologia dei pannelli mono-si poli-si CdTe mono-si poli-si poli-si poli-si poli-si mono-si Produttore dei pannelli Santerno Power One Power One Power One Power One Santerno SMA SMA Power One Tecnologia inverter Central Central Central String Central Central Central Central String Stima produzione con PVGIS [MWh] Produzione media [MWh] Ore equiv prod [MWh/MWp] , ,070 1,080 1,090 1,240 1, Impianti fotovoltaici di elevata qualità e performance (i.e. 14% superiore alle iniziali stime di PVGIS) 6

7 Hera Energie Rinnovabili SpA: Interporto Rooftop PV Plants Gli impianti su tetto si trovano tutti nell area di Interporto Bologna Gli impianti in quest area sono 4 distinti impianti per una potenza complessiva installata di 3.2 MWp La produzione media annua di questi 4 impianti su tetto è di MWh Questa produzione corrisponde a tonnellate di CO2 evitate ogni anno 4 pv su tetto 3,2 MWp installati MWh prodotti tonnellate di CO2 evitate 7

8 Hera Energie Rinnovabili SpA: Land PV Plants Gli impianti a terra si trovano in tre diverse regioni: Emilia Romagna, Lombardia e Marche I PV a terra sono 5 per una potenza totale installata di 5 MWp La produzione media annua di questi 5 impianti è di MWh Questa produzione corrisponde a tonnellate di CO2 evitate ogni anno 5 pv a terra 5 MWp installati MWh prodotti tonnellate di CO2 evitate 8

9 Evoluzione del mercato Una multiutility Una smart city 1. Guadagna dallo smaltimento rifiuti 2. Guadagna dalla vendita di gas 1. Riduce i rifiuti e il loro smaltimento 2. Riduce il consumo di energie fossili ( ) 1. Produrre materia e biocombustibili dal rifiuto (vetro, carta, plastica, CSS, ecc.) 2. Produrre e distribuire energia rinnovabile termica e elettrica 9

10 Il trend 10

11 11

12 Distribuzione consumi 12

13 Indirizzi UE Obiettivi energetici UE al 2020: 20% in meno di anidride carbonica 20% in meno di energia consumata 20% di energia rinnovabile Elettrica e Termica 10% di biocarburanti Obiettivi rifiuti UE al 2020: 50% di recupero materia (vetro carta, palstica, ecc.) Biowaste in discarica inferiori al 35% rispetto al

14 Gli obiettivi per l Italia EU 20% energia rinnovabile 10% carburanti rinnovabili IT Necessità di energia rinnovabile = 17% energia consumata Energia Elettrica = 43% (5.600 ktep) Calore rinnovabile = 33% (4.300 ktep) Bio Carburanti = 24% (3.100 ktep) ER Obiettivi Emilia Romagna : 9% energia rinnovabile Italiana = tep Elettrici = 400 ktep Calore e carburanti = 800 ktep = 900 milioni di Nmc CH4 La norma sul Burden sharing prevede il monitoraggio da parte dello Stato del raggiungimento degli obiettivi intermedi da parte delle Regioni, nel caso di mancato raggiungimento viene imposto il commissariamento della Regione, dal punto di vista energetico, e l acquisto da parte del commissario di quote di energia rinnovabile da regioni confinanti o da stati confinanti, a spese del bilancio regionale. 14

15 Smart energy 1. Produzione energia termica e biocarburanti 2. Efficienza energetica 3. Produzione energia elettrica 15

16 Drivers 1. Bioraffineria : biometano, biocarburanti e biocombustibili da rifiuti Generazione distribuita 2. Efficienza energetica : cogenerazione distribuita con Fuel cell 3. Risparmio energetico : Nest technology Risparmio energetico Smart Energy Bioraffineria 16

17 Energia termica e biocarburanti Bioraffineria : trend e linee strategiche 1. Oltre all energia elettrica rinnovabile bisogna produrre anche calore rinnovabile, tramite (solare termico, biomasse, biometano, ecc.) L Emilia Romagna per rispettare gli obiettivi UE e di Burden Sharing deve produrre un quantitativo pari a 900 milioni di Nmc di metano. 2. Dalla raccolta differenziata di tutti i rifiuti organici umidi regionali e dalla successiva trasformazione in biometano si può produrre il 4% del totale termico richiesto per la regione Emilia Romagna come calore+biocombustibili. 3. La produzione di biometano da sottoprodotti agroalimentari può coprire una parte ulteriore di questi bisogni, tale linea di produzione richiede l utilizzo di nuove tecnologie di pretrattamento analoghe a quelle sviluppate per il bioetanolo di seconda generazione (Mossi e Ghisolfi). 4. Il biometano può essere immesso in una rete rete gas (smart) e distribuito a tutte le utenze singole, oppure utilizzato come biocarburante 5. Ulteriori quote di energia come biocarburanti possono essere recuperate dal trattamento di alcune tipologie di rifiuti liquidi (oli alimentari) e solidi (biomasse legnose, ecc.) 17

18 Bio energia Bioraffineria Waste to gas Biometano Waste to fuels Biocombustibili e Biocarburanti Power to gas Energy storage 18

19 Smart gas grid Situazione attuale Distribuzione mono-gas Top-down supply chain Nessuna interazione con le altre reti energetiche Situazione futura Multi gas: CH4, bio CH4, H2 Bi directional supply chain Interazione con rete elettrica e teleriscaldamento Rete passiva Rete attiva, intelligente con monitoraggio e controllo di qualità, portata, pressione 19

20 Energy storage 20

21 Active grids Data grid 21

22 22

23 Trend e linee strategiche Efficienza energetica 1. La produzione di energia elettrica tramite combustione ha un rendimento del 40-50%, il 60% residuo è disperso come calore. Per avere rendimenti dell 80-90% bisogna recuperare il calore. 2. Il calore si può recuperare tramite reti di teleriscaldamento che collegano il generatore ai luoghi di utilizzo, oppure spostando il generatore presso i luoghi stessi cioè utilizzare una cogenerazione distribuita 3. Per realizzare una cogenerazione distribuita dobbiamo utilizzare sistemi di cogenerazione anche di piccola taglia (25 kw) da installare nelle singole abitazioni. Ogni volta che produrremo energia termica, in abbinamento avremo anche energia elettrica da utilizzare in loco o da immettere in rete (rendimento dell 80%) 4. Utilizzare a questo scopo dei motori a combustione di piccole dimensioni non è la soluzione migliore (costi di gestione, manutenzione, ecc.) l introduzione delle fuel cell a metano consente di recuperare il calore direttamente sul luogo di utilizzo, senza emissioni e con bassi costi di manutenzione. 23

24 Cogenerazione distribuita Inserendo in ogni abitazione una fuel cell, ogni volta che vendiamo calore al cliente produciamo anche energia elettrica da vendere alla rete/cliente (replichiamo quanto già avviene a livello industriale con i cogeneratori gas to power). electricity Electrical grid Fuel cell electricity Methane gas Heat Gas grid 24

25 Risparmio energetico Integrazione con I servizi attuali : Energy Efficiency business activities Nest Technology Google ha invece comunicato l'acquisizione per 3,2 miliardi di dollari di Nest Lab, azienda attiva nella domotica fondata da Tony Fadell e Matt Rogers, già membri del team che sviluppo iphone e ipod per Apple qualche tempo fa. Nest Lab è nata nel 2010 e sviluppa oggetti per la casa intelligente in grado di regolare la temperatura e rilevare il fumo. Hanno venduto molto negli Usa, perché semplici da usare, capaci di regolarsi sulle abitudini degli utenti e di gestire alcune funzioni in maniera autonoma. (Il Sole 24 Ore) 25

26 Trend e linee strategiche La Produzione di energia elettrica 1. La Germania ha pianificato l adozione di un sistema energetico Fossil fuel free, che prevede oltre al non utilizzo di idrocarburi anche l uscita dal nucleare. L energia verrà prodotta con biogas, eolico, biomasse, ecc.) 2. Negli ultimi 10 anni abbiamo assistito ad una riduzione dei costi relativi ai pannelli fotovoltaici del 75%. Oggi abbiamo una sostanziale grid parity ; prossimamente costerà meno produrre energia elettrica in maniera rinnovabile rispetto a quella prodotta tramite combustione di idrocarburi. 3. Per produrre con il fotovoltaico tutta l energia elettrica necessaria ad un bacino di 1 milione di abitanti (per es. la Romagna) è sufficiente utilizzare il 2% di tutta la Superficie Agricola Utile (Sau) presente in Romagna. 4. I pannelli fotovoltaici più performanti hanno raggiunto un rendimento elettrico del 40% sulla energia solare incidente (Fraunhofer Institute) contro il 15% attuale offerto sul mercato, per cui in futuro si ridurranno ulteriormente le superfici necessarie. 5. Produrre la stessa quantità di energia tramite combustione biomasse richiede molto più impegno di territorio rispetto al fotovoltaico. Da questo punto di vista il fotovoltaico è 40 volte più efficiente dell impianto a biomasse. 6. Stanno entrando in commercio sistemi di produzione di energia eolica idonei a venti con basse velocità, per cui si ampliano le zone idonee alle produzioni eoliche presenti nel nostro territorio. 7. L esubero di energia elettrica rinnovabile necessita di stoccaggi energia per renderla disponibile quando è richiesta. Ciò può consentire di avviare lo schema power to gas, cioè utilizzare gli esuberi di energia elettrica per produrre gas sottoforma di H2 o CH4 da immettere nella rete gas, in modo da stoccare gli eccessi di energia. 26

27 Risultati del progetto smart energy Le nuove tecnologie ci permetteranno di : raggiungere gli obiettivi comunitari al 2020 ( ) Risparmio energetico Efficienza energetica Produzione energia rinnovabile elettrica Produzione energia termica rinnovabile Produzione biocombustibili rendere le città energeticamente smart acquisire una leadership nella produzione di energia smart 27

28 Smart City I tre progetti sono interconnessi e lo sviluppo di ognuno ha sinergie con gli altri Smart grid Smart waste Smart energy 28

29 Prossimi passi Conclusioni o inizio Definire modalità realizzative di ognuno dei 10 petali dei tre progetti: 1. Fattibilità tecnica 2. Fattibilità economica 3. Tempi di entrata nel mercato 4. Risorse da impegnare 5. Definizione dei vari step di gestione del progetto Individuare altri eventuali progetti che possano inserirsi nello schema Smart hera 29

Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig

Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig Nuovi obiettivi di pianificazione energetica Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig Fonti rinnovabili

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità 25 Gennaio 2012, Roncegno Terme Workshop: la micro-cogenerazione con celle a combustibile SOF e i progetti in corso in Italia RISORSE ENERGETIHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità Omar

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Università di Torino - Italia RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE Stefano Bechis Francesco Marangon

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Innovazione e investimenti in campo energetico. Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi

Innovazione e investimenti in campo energetico. Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi Innovazione e investimenti in campo energetico Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi Sommario Considerazioni sulle peculiarità del sistema energetico Italiano e Piemontese

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Prof. Paolo Redi Solar Energy Italia S.p.A. Prato Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni- Facolt dingegneria Universit di Firenze Dopo la crisi

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse.

REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12. Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. 13464 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 14 luglio 2008, n. 12 Regolamento per la realizzazione degli impianti di produzione di energia alimentata a biomasse. IL PRESIDENTE

Dettagli

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA Stato attuale e potenzialità di sviluppo Scenario dei benefici energetici ed ambientali INDICE PARTE I Lo stato attuale del riscaldamento urbano in Italia (anno 201 2) 1

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Idrogeno da fonti energetiche rinnovabili Le potenzialità dell Italia

Idrogeno da fonti energetiche rinnovabili Le potenzialità dell Italia Idrogeno da fonti energetiche rinnovabili Le potenzialità dell Italia di Fabio Orecchini L adozione diffusa dell idrogeno come vettore energetico di larghissimo utilizzo mostra tutto il suo interesse nel

Dettagli

PIANO ENERGETICO della

PIANO ENERGETICO della PROVINCIA DI COMO PIANO ENERGETICO della PROVINCIA DI COMO 2 Documento di aggiornamento - 2011 Nuove politiche energetiche Offerta e Domanda di energia al 2010 Fonti di Energie Rinnovabili al 2010 Bilancio

Dettagli

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse Nel corso degli ultimi dieci anni la digestione anaerobica si è diffusa in molti paesi europei, tra cui anche l Italia. Questi impianti

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL Ing. Maurizio Rea (Gruppo SOL) ECOMONDO - Sessione Tecnologie di Produzione Rimini, 3 Novembre 2010 IL GRUPPO SOL Profilo aziendale

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto OBIETTIVI Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto Valutare l andamento della domanda di energia del sistema economico lombardo Valutare l andamento settoriale e territoriale

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

Scenari ENEA per la Strategia Energetica Nazionale: metodologie e problemi

Scenari ENEA per la Strategia Energetica Nazionale: metodologie e problemi Scenari ENEA per la Strategia Energetica Nazionale: metodologie e problemi Maria Rosa Virdis ENEA - Unità Centrale Studi e Strategie Università Bocconi - Milano, 5 Dicembre 2012 1 SOMMARIO Le attività

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

UNIONE EUROPEA. Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013

UNIONE EUROPEA. Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 UNIONE EUROPEA Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 30 novembre 2007 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3988 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Sviluppo dell efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima Presentata

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

Comunicazione della Commissione ENERGIA PER IL FUTURO: LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI

Comunicazione della Commissione ENERGIA PER IL FUTURO: LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI COMMISSIONE EUROPEA Comunicazione della Commissione ENERGIA PER IL FUTURO: LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI Libro bianco per una strategia e un piano di azione della Comunità INDICE 1 Premessa p.4 1.1

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

Nuove risorse energetiche. 30 Settembre Donne e società civile

Nuove risorse energetiche. 30 Settembre Donne e società civile Nuove risorse energetiche 30 Settembre Donne e società civile Tema di enorme importanza e attualità, con implicazioni politiche e ambientali Esempi: Germania nella II guerra mondiale Iran, Iraq, Afganistan

Dettagli

FONTI ENERGETICHE PRIMARIE ED USI FINALI DI ENERGIA. Differenze metodologiche fra BEN ed Eurostat e conseguenze sui vincoli di impegno.

FONTI ENERGETICHE PRIMARIE ED USI FINALI DI ENERGIA. Differenze metodologiche fra BEN ed Eurostat e conseguenze sui vincoli di impegno. FONTI ENERGETICHE PRIMARIE ED USI FINALI DI ENERGIA Differenze metodologiche fra BEN ed Eurostat e conseguenze sui vincoli di impegno (Giuseppe Tomassetti) Settembre 2009 Sintesi Esistono rilevanti differenze

Dettagli

dello Svilupp Il Ministro concerto con di energia attuazione attuazione; successive dell'energia per di criteri e

dello Svilupp Il Ministro concerto con di energia attuazione attuazione; successive dell'energia per di criteri e Il Ministro dello Svilupp po Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE ACQUISITO il concerto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo:

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: AMICI DELLA TERRA ITALIA www.amicidellaterra.it La ricetta italiana Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: Verso Parigi 2015. Gli Stati generali dei cambiamenti climatici

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

In Olanda serricoltori come broker di borsa

In Olanda serricoltori come broker di borsa ORTICOLTURA In Olanda serricoltori come broker di borsa Le importazioni a basso prezzo di energia dalla Germania hanno reso poco redditizia la vendita alla rete, i coltivatori monitorano le quotazioni

Dettagli

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta?

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta? Pagina 1 di 7 FAQ passaggio dalla misurazione lorda a quella netta Con la revisione dell Ordinanza sull energia (OEn) e la sua entrata in vigore con effetto al 1 gennaio 2010 è stata introdotta, nell ambito

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it Informazioni legali L istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e le persone che agiscono per conto dell Istituto non sono responsabili per l uso che può essere fatto delle informazioni

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 ottobre 2014. Aggiornamento delle condizioni, dei criteri e delle modalità di attuazione dell obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli

Dettagli

Si autorizza la riproduzione a fini non commerciali e con citazioni della fonte

Si autorizza la riproduzione a fini non commerciali e con citazioni della fonte Si autorizza la riproduzione a fini non commerciali e con citazioni della fonte Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Quadro di sintesi sugli impianti a fonti rinnovabili in Italia... 5 Numerosità

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Rapporto commissionato da AEEG al Politecnico di Milano - Dipartimento di Energia DICEMBRE 2010 Hanno collaborato alla realizzazione del rapporto:

Dettagli

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER 15 giugno 2015 Il Decreto di incentivazione delle FER non fotovoltaiche in via di emanazione dal Ministero dello Sviluppo Economico dovrebbe

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

Lo stoccaggio di energia negli impianti CCS

Lo stoccaggio di energia negli impianti CCS Maggiore flessibilità operativa e miglior ritorno economico L. Mancuso - Foster Wheeler Italiana - Power Division N. Ferrari - Foster Wheeler Italiana - Power Division J. Davison - IEA Greenhouse Gas R&D

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Piano regionale relativo all uso dell energia da fonti rinnovabili.

Piano regionale relativo all uso dell energia da fonti rinnovabili. Piano regionale relativo all uso dell energia da fonti rinnovabili. novembre 2001 Il presente documento è parte integrante della deliberazione di Giunta Regionale n. 1189 del 05 dicembre 2001 I dati per

Dettagli

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO Seminario di promozione del biometano in Veneto Veneto Agricoltura, Corte Benedettina Legnaro (PD), 23 ottobre 2013 Silvia Silvestri

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

ENERGIA: RISORSE, OFFERTA, DOMANDA, LIMITI MATERIALI E CONFINI PLANETARI

ENERGIA: RISORSE, OFFERTA, DOMANDA, LIMITI MATERIALI E CONFINI PLANETARI chimica & Energia Vincenzo Balzani - Margherita Venturi - Nicola Armaroli ENERGIA: RISORSE, OFFERTA, DOMANDA, LIMITI MATERIALI E CONFINI PLANETARI PER SALVAGUARDARE IL PIANETA E RIDURRE LA DIPENDENZA ENERGETICA

Dettagli

Cenni sulla produzione di energia Con recupero di Biogas da digestione anaerobica

Cenni sulla produzione di energia Con recupero di Biogas da digestione anaerobica Cenni sulla produzione di energia Con recupero di Biogas da digestione anaerobica Marta Bazzoffi Mariachiara D Aniello GISMAP, Firenze Beglar Ingegneria srl, Firenze Glossario... 2 PREMESSA... 4 1. Parte

Dettagli

Le Risorse Energetiche Mondiali ed il caso Italia

Le Risorse Energetiche Mondiali ed il caso Italia Le Risorse Energetiche Mondiali ed il caso Italia Alessandro Clerici Presidente Onorario WEC Italia Delegato ANIE 1 CONTENUTO Survey of energy resources del WEC Nucleare: il caso Finlandia Il costo dell

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

TECnologie innovative per l up-grading del biogas TECGAS

TECnologie innovative per l up-grading del biogas TECGAS Proposta in risposta al bando del MATTM Finanziamento di progetti di ricerca finalizzati ad interventi di efficienza energetica e all utilizzo delle fonti di energia rinnovabile in aree urbane TECnologie

Dettagli

Dossier Energia dai rifiuti senza CO2: la gestione sostenibile degli scarti organici

Dossier Energia dai rifiuti senza CO2: la gestione sostenibile degli scarti organici Dossier Energia dai rifiuti senza CO2: la gestione sostenibile degli scarti organici Ridurre l'uso dei combustibili fossili e ridurre le emissioni di gas serra per far fronte al cambiamento climatico:

Dettagli

INTERVENTI A SUPPORTO DELLE POLITICHE EUROPEE

INTERVENTI A SUPPORTO DELLE POLITICHE EUROPEE Programma Operativo Nazionale Governance e Assistenza Tecnica (FESR 2007 2013) - Asse II Obiettivo Operativo II.4 INTERVENTI A SUPPORTO DELLE POLITICHE EUROPEE Ricognizione preliminare delle principali

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

DOSSIER ENEA TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO IL CASO DELLE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA. A cura di Carlo Manna. Workshop

DOSSIER ENEA TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO IL CASO DELLE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA. A cura di Carlo Manna. Workshop DOSSIER ENEA TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO IL CASO DELLE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA A cura di Carlo Manna Workshop ENEA PER LA TECNOLOGIA, IL SISTEMA PRODUTTIVO E IL TERRITORIO Roma, 17 maggio

Dettagli

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012 DIPARTIMENTO PER L'ENERGIA Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche DIV. VII - Statistiche ed analisi energetiche e minerarie BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

STATO DI UTILIZZO E INTEGRAZIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE

STATO DI UTILIZZO E INTEGRAZIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE RELAZIONE 277/2014/I/EFR STATO DI UTILIZZO E INTEGRAZIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI Relazione sullo stato dei servizi 12 giugno 2014 1 1. QUADRO

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli