INTERNET. Generalità Indirizzamento e domini Architettura e protocolli Organismi di controllo. Internet. Generalità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTERNET. Generalità Indirizzamento e domini Architettura e protocolli Organismi di controllo. Internet. Generalità"

Transcript

1 INTERNET Generalità Indirizzamento e domini Architettura e protocolli Organismi di controllo Generalità C.Parisi 1

2 Cenni di storia Precursore di nasce da un progetto di ricerca del DoD (Department of Defence) degli USA alla fine degli anni 60. Scopo del progetto era quello di dimostrare la possibilità di trasmettere dati con tecnologie alternative alla comunicazione di circuito (telefonia). Obiettivo primario della ricerca era scambiare informazioni (cioè dati) tra pochi calcolatori situati in luoghi fisicamente diversi senza impegnare la linea in modo esclusivo ma solo durante la trasmissione dei dati. Concetti innovativi : Commutazione di pacchetto Stratificazione dei 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 3 Cenni di storia I singoli calcolatori sono poi inseriti in strutture un po più complesse. Si parla di Autonomous System (AS) cioè piccole lan locali formate da più computer che sono collegati ad un computer (gateway) che ha lo scopo di raccogliere le richieste di invio dati dai computer locali verso altri AS. La trasmissione dei dati è possibile grazie a due protocolli IP (internet protocol) TCP (Transfer Control 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 4 C.Parisi 2

3 Macro struttura odierna attualmente ha realizzato le sue potenzialità. L accesso ad da parte di un computer è effettuato via via collegandosi a reti tra di loro interconnesse. Backbone ISP1 backbone ISP2 backbone LAN4 Company backbone LAN1 LAN Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 5 Dorsali (Backbone) Che cos è una dorsale in (detta anche Backbone) E una rete di comunicazione dati ad alta capacità trasmissiva (cioè banda disponibile) gestita da diverse compagnie (commerciali, governative, ricerca) che collegano diversi paesi. Le dorsali sono tra loro interconnesse in punti di scambio del traffico : NAP (Network Access Point). Gli ISP sono connessi alle dorsali. La velocità con cui viaggiano i dati è quella della luce, il supporto infatti sono le fibre ottiche. I rallentamenti sono dati dall attraversamento dei nodi intermedi (router) che causa la gestione di code di dati. Ad esempio in Italia due importanti dorsali sono gestite da: GARR - connette tutte le università e istituti di ricerca nazionali Interbusiness (società del gruppo Telecom) - gestisce la dorsale ad alta velocità per il 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 6 C.Parisi 3

4 ATDN Europea AOL Transit Data Network (ATDN) - backbone europea 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 7 ATDN USA Contro parte USA 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 8 C.Parisi 4

5 Rete GARR GARR (Gruppo per l Armonizzazione delle Reti della Ricerca) (http://www.garr.it) La dorsale della rete è costituita da circuiti in fibra ottica che permettono di raggiungere velocità di Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 9 Collegamenti tra continenti I collegamenti tra i continenti avvengono in genere su dorsali sottomarine, ridondate. Il 90% del traffico internazionale passa in cavi sottomarini in fibra ottica Fonte Il Sole Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 10 C.Parisi 5

6 La comunicazione in è una rete di reti tra loro interconnesse(interconnected NETwork), che si appoggiano a diverse strutture fisiche, che hanno un linguaggio ed un protocollo di indirizzamento comune. La suite di protocolli pubblici TCP/IP è la lingua comune in internet. Essa fornisce un insieme di regole, convenzioni che permettono a ciascuna unità operativa di comunicare con le altre. è una rete aperta nel senso che qualunque dispositivo (non necessariamente un computer) che implementa i protocolli TCP/IP per la trasmissione/ricezione dei pacchetti, può connettersi ad. Diversi computer possono comunicare tra loro tramite TCP/IP senza necessariamente essere connessi a (es LAN) Ciascun dispositivo deve essere identificato da un nome unico in modo da potere indirizzare le sue richieste e/o ricevere 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 11 Caratteristiche della comunicazione in ha avuto un enorme sviluppo come mezzo non solo informativo (condivisione di risorse e di potenza di calcolo) ma anche comunicativo (indirizzamento di messaggi in maniera selettiva). Le caratteristiche della comunicazione in : Anominato Assenza di distanza ( death of distance ) Trasparenza della connessione per l utente Dinamicità dei percorsi Indipendenza della comunicazione dal mezzo trasmissivo 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 12 C.Parisi 6

7 Caratteristiche della comunicazione A livello sociale ed informativo l informazione in ha un impatto rivoluzionario rispetto a quello classico. Eliminazione delle barriere architettoniche/spaziali Nuovo approccio alla lettura (hyperlink) Erosione della barriera tra autore/editore Nuovo modello di socializzazione (Web 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 13 Indirizzamento e domini C.Parisi 7

8 Indirizzamento in Ciascun dispositivo all interno di un AS (autonomous system) ha un indirizzo unico. Alcuni indirizzi sono globale alla rete internet, altri sono locali all interno della propria rete aziendale, di campus etc... IANA ( Assigned Numbers Authority) è l ente incaricato di assegnare globalmente gli indirizzi in genere alloca blocchi di indirizzi a enti detti Regional Register per un allocazione fine a livello territoriale. Due sono i tipi di indirizzamento utilizzati IPv Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 15 Indirizzamento in IPv4 (versione 4) IPv4 utilizza 32-bit (4 byte) per l indirizzamento, che limita lo Spazio indirizzi a (2 32 ) disponibili. IPv6 (versione 6) Con l aumentare dei dispositivi collegati in rete si è definito un nuovo standard di indirizzamento (IPv6) che andrà a sostituire l IPv4 e che aumenterà lo spazio indirizzi a Fonte Per facilitare la memorizzazione dell indirizzo si associa all indirizzo numerico un indirizzo 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 16 C.Parisi 8

9 Domini In il dominio (detto anche hostname) è il nome che identifica uno o più computer nella rete. Esso è associato ad uno o più indirizzi IP. La gestione dell assegnazione dei domini nella rete è affidata all ICAAN ( Corporation for Assigned Names and Numbers), organizzazione non profit. Ad esempio google.com è un dominio. com è il dominio di I livello (TLD Top Level Domain). Altri domini di I livello sono.gov,.edu,.mil,.org e tutti quelli associati agli stati (.it,.uk etc..) per un totale di 263. google è il dominio di II livello. La traduzione tra il nome del dominio e l indirizzo IP relativo è fatto dai DNS Domain Name Server, tramite accesso a tabelle condivise in 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 17 Domini e registrazione L assegnazione dei domini è affidata a diverse organizzazioni su base territoriale ed è coordinata dall ICAAN. L assegnazione dei domini di tipo generico (.com,.gov,.biz) è affidata a organizzazioni sia governative (ad es. governo federale degli Usa per il dominio.gov) che private (Verisign per il dominio.com). L assegnazione dei domini geografici è affidata ad istituzioni nazionali (ad es. CNR per il dominio.it). Per registrare un dominio il soggetto richiedente (registrant) ne fa richiesta tramite un intermediario in genere società commerciale - (registrar). L intermediario interpella l organizzazione di competenza (registry) per ottenere il TLD ed ricevuto assegna il dominio di II livello al 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 18 C.Parisi 9

10 Assegnazione di un dominio Il sig. Rossi (registrant) chiede al registrar l assegnazione del dominio mariorossi.com. Il registrar (società intermediaria) richiede all autorità di competenza il dominio di I livello la registrazione del dominio mariorossi.com. Nel particolare caso la VERISIGN assegna il dominio ed abbina l indirizzo del intermediario al dominio mariorossi.com nelle sue tabelle. La società di intermediazione tramite servizio di web hosting - pubblica la mappa degli indirizzi per potere risolvere il dominio mariorossi.com REGISTRY mariorossi.com REGISTRAR mariorossi.com VERISIGN REGISTRANT mariorossi.com assigned mariorossi.com 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 19 dominio UNIPV.IT Fonte RIPE 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 20 C.Parisi 10

11 Costo di un dominio A titolo informativo si riportano i costi di vari domini della società eastitaly Fonte 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 21 Costo di un dominio Fonte 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 22 C.Parisi 11

12 Architettura e Protocolli Architettura client/server La maggior parte delle applicazioni in rete ha un architettura client/server. Sistemi cioè predisposti per lo scambio di richieste/risposte. Client information consumer Server information provider Ad esempio un Web server fornisce informazioni in rete e ospita una serie di pagine web pubbliche che inviate ai client che ne fanno richiesta. Un web browser è un client che richiede pagine web al server Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 24 C.Parisi 12

13 Protocollo - definizione Il protocollo è un insieme di regole che permettono a uno o più entità di comunicare tra loro. Quindi tutte le entità coinvolte nella comunicazione devono condividere lo stesso insieme di regole (protocolli) per potere colloquiare. In particolare la comunicazione in è possibile grazie ad una serie di protocolli (detta protocol suite ). APPLICATION Ciascun protocollo si occupa di gestire un particolare aspetto della comunicazione. Per esempio lo strato applicativo è quello che gestisce l applicazione e le interazioni con l utente. TLS TCP / UDP IP DATA LINK 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 25 Protocollo I messaggi che transitano in rete suddivisi in pacchetti (detti anche packets o datagrams) di lunghezza determinata. Un messaggio pertanto può essere formato da uno o più pacchetti a seconda della sua lunghezza. Ciascun pacchetto è trasmesso in rete in modalità asincrona e è riassemblato dal ricevente. L ordine di arrivo dei pacchetti può non rispettare l ordine di partenza perchè ciascun pacchetto segue un suo percorso che potrebbe essere diverso da quello degli altri, ma contiene al suo interno tutte le informazioni che servono per la ricostruzione del messaggio 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 26 C.Parisi 13

14 Protocolli di comunicazione : IP Protocol (IP) La trasmissione dei dati lungo il canale di comunicazione è a carico del protocollo IP ( Protocol). Esso si occupa di : Gestire il tipo di indirizzamento (IPv4, IPv6) Instradare i pacchetti In caso di congestione scaricare i pacchetti senza trasmetterli APPLICATION TLS TCP / UDP IP DATA LINK 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 27 Protocolli di comunicazione : TCP TCP (Transport Control Protocol) Esso si occupa di : Suddividere il messaggio in un numero ordinato di pacchetti Fornire una trasmssione reliable cioè controllare l avvenuta ricezione del pacchetto Gestire l eventuale ritrasmissione in caso di perdita di pacchetto o di codici di errore Gestire la velocità di trasmissione a seconda della congestione della linea Ricostruire dalla serie di pacchetti il messaggio trasmesso APPLICATION Utilizzato in molte le applicazioni in internet : richiesta di pagine web, , messaggistica, sessioni remote, trasferimento file 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 28 TLS TCP / UDP IP DATA LINK PHYSICAL C.Parisi 14

15 Protocolli di comunicazione : TCP La trasmissione in TCP richiede qualche operazione (overhead) per stabilire la connessione. Schema di una tipica sessione TCP detto three way handshake. Prima dell invio dei pacchetti dati il client manda un segnale di SYN al server. Il server se può accettare la richiesta risponde con SYN/ACK. A questo punto il client manda un ACK al server per definire la connessione. La sessione è ora stabilita ed a questo punto vengono inviati i pacchetti dati veri e propri. Fonte 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 29 Protocolli di comunicazione : UDP UDP (User Datagram Protocol) Si occupa di: Suddividere il messaggio in un numero ordinato di pacchetti che passa al protocollo IP per la trasmissione vera e propria Riordinare la serie di pacchetti ricevuti A differenza del TCP, non garantisce una comunicazione affidabile, in compenso ha minore overhead e quindi è più rapido ed efficiente. É utilizzato in applicazioni real-time e dove l eventuale perdita di una piccola percentuale di pacchetti non altera la qualità della comunicazione e del servizio. APPLICATION Ad es. streaming audio/video, on-line gaming dove per una qualità accettabile dell ascolto/visualizzazione si deve garantire una banda minima di trasmissione e la perdita di qualche datagram non inficia la 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 30 TLS TCP / UDP IP DATA LINK PHYSICAL C.Parisi 15

16 Transport Layer Security TLS (Transpot Layer Security) Protocollo crittografico che permette di utilizzare diversi servizi in internet in modalità sicura. Con il TLS si autentica uno dei due punti della comunicazione, il server. Ciò significa che il client (Web browser, applicazione di messaggistica o altro) è sicuro che sta ricevendo i dati dal server legittimo. Si colloca al di sotto dei protocolli utilizzati dalle applicazioni (http, ftp, smtp, etc...) ed al di sopra del protocollo di trasporto. APPLICATION TLS TCP / UDP IP DATA LINK PHYSICAL Esempio il TLS con il protocollo http 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 31 Porte Fino ad ora abbiamo visto che per comunicare in rete due dispositivi (PC) devono avere un indirizzo (unico) rispetto all AS di cui appartengono ed implementare uno o più protocolli per la gestione dell invio e ricezione corretta dei pacchetti. In un computer potrebbero essere attivi più programmi che utilizzano la rete contemporaneamente, ciascun pacchetto dati deve arrivare all applicazione giusta. Serve un altro parametro : il numero di porta. BROWSER P:4443 P:80 WEB SERVER MAIL C. P:4567 P:25 SMTP 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 32 C.Parisi 16

17 Porte Dati due computer che si scambiano dati in rete (ad es. web browser e web server) il canale di comunicazione è unico. Quando un pacchetto arriva al computer destinazione, a parità di protocollo è smistato tra le applicazioni attive in base al numero di porta. Lo IANA ( Assigned Numbers Authority) ha definiti numeri fissi di porta a specifiche applicazioni (ad. es. porta 80 per http, porta 25 per il server di posta elettronica), altre porte non sono assegnate e sono libere. In sintesi la comunicazione tra due applicazioni in rete avviene tramite la copia Indirizzo IP - Numero di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 33 Mezzi trasmissivi Mezzi trasmissivi per la comunicazione in : Mezzi elettrici che utilizzano le proprietà conduttive dei metalli (rame) (doppino telefonico, cavo coassiale) - sensibili al rumore di tipo elettrico. Mezzi ottici che utilizzano la luce - immuni ai disturbi elettrici e fenomeni atmosferici ma costosi. Velocità fino a 1000Mbit/sec. Utilizzati nelle dorsali (ad.es. cavi sottomarini) ed in alcune città (che sono state cablate con FO) tra cui Pavia. Mezzi wireless che utilizzano le onde elettromagnetiche (onde radio, satellite) - sensibili ai disturbi ambientali. Hanno dato un forte impulso al collegamento web tramite telefonia mobile (protocollo WAP), allo sviluppo di zone wifi in ambienti come aeroporti ed aree 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 34 C.Parisi 17

18 Banda Larga Accessi a larga banda nel mondo per tecnologia (dati del 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 35 Banda Larga Accessi a larga banda nel mondo in % della popolazione (dati del 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 36 C.Parisi 18

19 Organismi di controllo Society (ISOC) non è regolata da leggi emanate dal governo o da organizzazioni riconosciute a livello mondiale. Il controllo di è basato sulla mutua cooperazione. L Society (ISOC) è l organismo non-profit che promuove l attività di espansione di e cura attraverso diversi comitati tecnici - la standardizzazione dei protocolli e delle regole tramite un processo di discussione/revisione/approvazione. Chiunque (singoli utenti, ricercatori, studiosi) possono sottoporre all attenzione della comunità procedure, protocolli per una approvazione. L adozione di un protocollo di comunicazione o di una particolare procedura è volontaria, non 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 38 C.Parisi 19

20 Organismi Altri sono gli organismi di ausilio all ISOC nello sviluppo della tecnologia e nella definizione, revisione ed approvazione di linee guida e/o standard. Tra i più importanti: 1. IETF ( Engineering Task Force) cura la definizione e lo sviluppo degli standard, dei protocolli. 2. IAB ( Architecture Board) comitato consultivo di ISOC supervisiona i protocolli di internet 3. ICANN corporazione che assegna gli indirizzi IP ed il dominio (cfr Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 39 Standard Un Standard è un insieme di regole, protocolli, linee guide atti a garantire la comunicazione tra autonomous systems diversi. Non è uno standard de jure ma de facto, non è cogente ma volontario. Prima di essere pubblicato uno standard è vagliato dalla comunità tecnica, sottoposto a revisioni, correzioni al fine di garantire: stabilità competenza a livello tecnico interoperabilità (cioè compatibilità con diverse piattaforme HW/SW) diffusione (per essere tale uno standard deve avere conseguito una certa popolarità nella comunità) documentazione 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 40 C.Parisi 20

21 SERVIZI in INTERNET Generalità ed offerta Caratteristiche e tipologie Qualità del servizio Sicurezza Generalità ed offerta C.Parisi 21

22 Definizione Applicazioni specializzate che si appoggiano ai protocolli della internet suite per la trasmissione dei dati attraverso la rete. Alcuni di essi sono liberamente disponibili in rete senza sottoscrizione, altri vengono forniti solo dopo sottoscrizione di un contratto. Servizio primario per potere accedere a tutti gli altri servizi è la connessione in rete. Altri servizi in internet sono gestione di caselle mail, spazio web, servizi bancari, acquisto/vendita prodotti in rete, TV on demand etc... Nelle fornitura di servizi in rete si distinguono tre figure principali: Chi fornisce la connettività Chi fornisce il servizio L 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 43 Servizi in internet Providers I servizi in sono forniti dai cosiddetti Providers : ISP ( Service Provider) propriamente offrono la connessione in rete ASP (Application Service Provider) offrono servizi in rete una volta che la connessione è stabilita. Spesso le proposte commerciali di ISP contengono non solo la connessione ma anche una serie di servizi base o avanzati, standard o su misura per l utente. In pratica non si ha una divisione netta tra ASP ed ISP anche se logicamente 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 44 C.Parisi 22

23 Offerta - Bundling La strategia di mercato dei provider di servizi (non solo internet) è quella di fornire una gamma completa di servizi (detti bundled service) che forniscono beneficio in termini di qualità e risparmio al cliente finale. Nel caso di servizi di rete i provider (sia ISP che ASP) hanno definito una diverse offerte commerciali specifiche per tipologia di cliente (azienda, home user etc...) ed esigenze tipiche (SOHO, servizi di telefonia, televisione e connessione in rete...) Lo stesso ISP che fornisce la connettività potrebbe acquistare altri servizi da provider esterni e rivenderli in bundling con il proprio 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 45 Servizi in internet Esempi : Home network Connessione con ISP Dial-up xdsl Tipo di Indirizzamento Statico Dinamico (prevalente) ISP Il tipo di indirizzamento assegnato tendenzialmente all utenza privata è quello dinamico in quanto il traffico tipico di un home-user è prettamente in uscita (consultazione del 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 46 C.Parisi 23

24 Servizi in internet Esempi : Piccola Azienda Piccola azienda con LAN interna per la condivisione dei dati e collegamento esterno. ISP LAN Il traffico generato da un azienda è in genere sia in uscita (consultazione della rete) che in ingresso ad es. server web, FTP pertanto il tipo di indirizzamento per le utenze aziendali è statico. La piccola azienda in genere affida a provider esterni la gestione delle caselle di posta e l hosting per il sito 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 47 Servizi in internet Esempi : Media Azienda ISP Company backbone Media azienda inteso come azienda distribuita sul territorio su più di una sede. Ha una sua rete Intranet per il collegamento tra le varie sedi ed un collegamento all esterno tramite ISP In genere è l ISP che assegna parte delle sue linee all azienda, cioè il Company Backbone è appoggiato a dorsali esistenti e gestite dall ISP. LAN 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 48 C.Parisi 24

25 Servizi in internet Esempi : Grande Azienda Grande azienda con linee Dedicate ad alta velocità L azienda in questo caso potrebbe essere proprietaria ed avere in gestione la dorsale. Company backbone In alcuni casi addirittura potrebbe affittare e/o vendere parte delle sue linee ad altre entità. LAN 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 49 Servizi in internet Parametri connessione ADSL Alcuni parametri da valutare nella sottoscrizione di un contratto di connessione ADSL Offerta residenziale vs aziendale ADSL flat o a consumo (se mediamente più di due ore al giorno conviene la flat) Numero di connessioni contemporanee a internet (si spartiscono la banda disponibile) Hardware di connessione (tipologia router wireless o router con prese fisse) e modalità di pagamento (in comodato d uso o acquisto) Banda minima garantita (o MCR minimun cell rate) Modalità di connessione Fast o Interleaved (dipende dall utilizzo che se ne fa della connessione, la prima per applicazioni IPTV, VoIP, gaming online, la seconda per un utilizzo classico della rete tipo mailing e consultazione pagine web) IP statico o 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 50 C.Parisi 25

26 Application Service Provider Offerta dei servizi in rete si articola su diverse proposte commerciali gratuite o a pagamento, libere o con sottoscrizione. Alcuni di questi: Offerta di spazio per sito web Gestione di caselle di posta (con servizi aggiuntivi quali spamming, e- mail filtering etc..) certificata e non Remote banking Data warehouse Web based software hosting (es google Apps offre una suite di servizi integrati per 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 51 Service Level Agreement Il Service Level Agreement è uno strumento contrattuale dove viene definito formalmente il tipo di servizio erogato. Esso determina le metriche del servizio che devono essere rispettate dal fornitore. Il fine è quello di migliorare la qualità percepita dall utente. All interno di un SLA sono specificate Responsabilità Garanzie Livello del servizio (in termini tecnici) Chi lo sottoscrive: ISP con l utenza privata ISP con aziende ISP e 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 52 C.Parisi 26

27 SLA ISP e privato cittadino Home user ISP Nel contratto di fornitura tra ISP e privato cittadino non c è contrattazione tra ISP e cliente. Il cliente aderisce ad uno dei termini di offerta previsto dall ISP. I termini di offerta riguardano la tariffazione, la banda e 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 53 SLA ISP e azienda Company ISP Contratto di servizio tra aziende e ISP offrono una maggiore differenziazione di offerte a seconda delle necessità dell azienda. Esiste una se pur piccola possibilità di contrattazione su alcuni fattori tecnici quali: Banda minima garantita Tempi di risposta Banda 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 54 C.Parisi 27

28 SLA ISP e (ASP) Gli Application Service Provider per potere garantire i propri servizi a loro volta devono stipulare contratti di SLA con Service Providers. Alcuni esempi: Società fornitrice di TV on Demand deve potere garantire una determinata banda perchè la propria clientela sia soddisfatta del servizio Società ServerFarm che fornisce in noleggio ad aziende apparati hw/sw per la gestione di database aziendali, caselle di posta, siti web. I servizi offerti da ASP si dividono in : Servizi continui (nel tempo) questi in genere sono soggetti a contrattazione con ISP per garantire un dimensionamento della connessione a garanzia del servizio offerto. Servizi one spot (ad es. download di file audio, acquisto di materiale in internet...) non necessitano di accordi con ISP in quanto il tipo di connessione non rientra nel servizio ma è a carico dell 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 55 Acceptable use policy (AUP) Le AUP sono una serie di regole che delimitano l utilizzo che si deve fare di una determinata risorsa di rete e devono essere accettate da chi utilizza questa risorsa. Ad esempio le AUP della rete GARR vietano tra le alte cose - l utilizzo della rete o delle risorse della rete GARR per diffondere virus / worm o programmi che danneggiano altri computer, persone, servizi della medesima rete o di reti ad essa collegate L AUP di PayPal vieta tra le altre - l utilizzo dei servizi di pagamento forniti per violare la legge,vendere di materiale illegale, effettuare transazioni legate al gioco d azzardo etc... E IMPORTANTE prendere visione (leggere attentamente) le AUP dei siti a cui ci iscriviamo, dai social network ai blog o forum di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 56 C.Parisi 28

29 Caratteristiche e tipologie Caratteristiche I servizi in rete sono applicazioni che utilizzano un protocolli ad hoc della suite di protocolli (ad es. http, SMTP, ftp, etc...) e sono basati in genere su un architettura client/server. Si possono classificare in base a caratteristiche di direzionalità in: Unidirezionali l informazione viaggia in una sola direzione (in genere dal server al client dietro richiesta di quest ultimo) Bidirezionali l informazione viaggia in due sensi (es posta elettronica, messaggistica) e si suddividono in : Servizi di comunicazione scambio informazioni tra due unità/entità ben precise Servizi di diffusione pubblicazione di informazione ad una larga platea di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 58 C.Parisi 29

30 Tipologie Tipologie dei servizi in internet (suddivisione puramente logica, non tecnica) Informativi Comunicativi Intrattenimento Business 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 59 Informativi I servizi informativi sono di diffusione e unidirezionali Esempi Ricerca in pagine in rete Visualizzazione contenuto pagine (info) File download Filtraggio dati / contenuti Requisiti Connessione in 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 60 C.Parisi 30

31 Comunicativi I servizi comunicativi sono bidirezionali e di tipo comunicativo Esempi Instant Messaging VoIP Video conferenze (VTC) Requisiti Connessione ad internet e sottoscrizione del servizio 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 61 Intrattenimento è diventato oramai un canale di distribuzione per diversi tipi di intrattenimento. I servizi di entertainment sono unidirezionali e di diffusione Esempi Streaming multimedia (video, video on-demand, real-time broadcasting) Download strumentale Radio on-line, pod-cast Giochi on-line IPTV Requisiti Connessione ad internet e sottoscrizione del 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 62 C.Parisi 31

32 Business (B2B, B2C) Servizi di business (B2B, B2C) sono unidirezionali e di diffusione Esempi: Servizi di fidelizzazione della clientela Servizi di ricerca clienti (marketing) Servizi informativi su imprese (dalla solvibilità, rischio fornitore) Requisiti Connessione ad internet e sottoscrizione di contratto con società di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 63 E-commerce ha determinato una vera e propria rivoluzione nell ambito del commercio tradizionale. Sia dal punto di vista delle modalità di acquisto da parte dei clienti che di organizzazione da parte delle aziende I servizi di E-commerce sono unidirezionali e di diffusione Esempi: Vendita prodotti on-line Servizi finanziari (compravendita di azioni per via telematica) Servizi di pagamenti/incassi come PayPal Requisiti Connessione ad internet e sottoscrizione di contratto con società di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 64 C.Parisi 32

33 Web 2.0 Il Web 2.0 rappresenta una ulteriore rivoluzione nell ambito del web tradizionale. Nel Web tradizionale è netta la distinzione tra autore ed editore, il web inteso come servizio di informazione è gestito da pochi autori e molti lettori. Nel Web 2.0 questa distinzione viene meno, chiunque nel web può essere allo stesso tempo autore e pubblicare contenuti ( user generated content ). Attraverso le comunità virtuali gruppi di persone condividono interessi comuni e si tengono in contatto. Questo nuova forma di comunicazione sociale è attentamente seguita e studiata in diversi settori : politico, commerciale, sociologico 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 65 Qualità del Servizio C.Parisi 33

34 QoS Cenni Il termine Qualità del Servizio è stato coniato con l avvento dei servizi di telecomunicazione. Si identifica con: Prestazione percepita dall utente Grado di soddisfazione Numero di utenti soddisfatti Il mercato si è particolarmente sensibilizzato su questo aspetto a causa anche dell enorme incremento della fornitura di servizi nel corso degli ultimi decenni. La percezione della QoS da parte degli utenti è un fattore fondamentale per il successo del servizio stesso e delle ditte fornitrici. Buona QoS > utenti soddisfatti > pubblicità (gratuita) > espansione del 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 67 QoS - fattori La QoS si differenzia sinteticamente tra due fattori: Fattore umano effetto psicologico Fattore tecnico non sempre percepito dall utente. Utente percepisce il livello psicologico I fornitori dei servizi soprattutto agiscono a livello di fattore tecnico Come agire sui parametri tecnici in modo da migliorare la percezione della 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 68 C.Parisi 34

35 QoS Fattore umano e tecnico Elementi che influenzano il cosiddetto fattore umano: Aspettativa (che cosa si aspetta l utente in base a quanto gli è stato promesso) Usabilità (qualità dell interazione ed utilizzo del servizio) Disponibilità Velocità Stabilità Elementi tecnici: Affidabilità del sistema (insieme di hardware e software) Scalabilità Facilità di manutenzione ed intervento in caso di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 69 QoS Banda per tipo di servizio Richiesta di banda erogata per tipo di servizio 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 70 C.Parisi 35

36 QoS Cause principali dei ritardi in rete Questo grafico è tratto da un report del 2000 che rileva la distribuzione dei ritardi in rete. Fonte Il 45% è dato dalla saturazione dei server Il 43% da errori nella trasmissione (non bene identificati se causati da mancanza di banda o congestione di router) Il solo 13% da errori a carico di DNS (impossibilità di mappare il nome del sito nell indirizzo di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 71 QoS Parametri Parametri che determinano la Qualità del Servizio in si caratterizzano in parametri propri della connessione e parametri propri del servizio. Parametri della connessione sono quelli relativi alla vera connessione alla rete (a carico dell ISP). Parametri relativi al servizio sono tipici del servizio erogato in funzione delle aspettative del cliente e del tipo di clientela a cui i servizi sono indirizzati (a carico dell ASP) La percezione finale dell utente è data in genere dalla velocità con cui la transazione viene completata (ad es. transazione bancaria) e/o la richiesta viene eseguita (navigazione in rete, download di un file, ascolto di un brano musicale) Impossibile per la stessa natura di internet controllare la velocità e la disponibilità delle risorse coinvolte nel trasporto dei pacchetti da un punto all altro. Non si può garantire una performance precisa. Solo best 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 72 C.Parisi 36

37 QoS Parametri relativi alla connessione Parametri relativi alla connessione: Latenza tempo di trasmissione dei dati tra due punti. Si percepisce molto ad esempio nelle comunicazioni telefoniche effetto fastidioso l attesa della risposta dell interlocutore. Jitter varianza della latenza tra due punti su percorsi diversi (sensibile nelle video conferenze) ovvero la variazione del ritardo tra due pacchetti consecutivi dello stesso 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 73 QoS Parametri relativi alla connessione Affidabilità (mancanza di perdita dei pacchetti) ciascun pacchetto raggiunge la destinazione al primo tentativo senza necessità di essere ritrasmesso. Raggiungibilità numero massimo di linee disponibili contemporaneamente. In genere gli ISP gestiscono un numero di linee minori rispetto al numero di contratti erogati, in quanto giocano sul fatto che non tutti sono contemporaneamente collegati da internet. Velocità banda effettiva passante. Dipende soprattutto dai mezzi fisici attraverso cui passa il traffico in rete (router etc...) non tanto dal mezzo fisico su cui transitano i 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 74 C.Parisi 37

38 QoS Misura dei valori Come si misurano questi valori? Con un test detto Ping Test. Si inviano in rete una serie di piccoli pacchetti (usualmente 32 byte di dati) in un punto ben preciso e si misura: Tempo medio di andata/ritorno (latenza) Numero di pacchetti persi Varianza della latenza (jitter) Valori accettabili per un QoS media percepita dall utente sono : Per la navigazione in rete l utente medio può tollerare una latenza di 250ms e perdita di pacchetti al 5% Per applicazioni Real-Time (voce, video) si scende a 100ms di latenza e 1% di perdita Per l ascolto di musica in rete sono accettabili 250ms di latenza e 1% di 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 75 Speed Test 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 76 C.Parisi 38

39 Speed Test 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 77 Ping Test 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 78 C.Parisi 39

40 Ping Test 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 79 Traffic Report Fonte 2009 Università degli Studi di Pavia, C.Parisi 80 C.Parisi 40

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come:

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 1 Martedì 4-03-2014 1 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI

Dettagli

Lezione 4. Le Reti ed i Protocolli

Lezione 4. Le Reti ed i Protocolli Lezione 4 Le Reti ed i Protocolli Come nasce internet I computer, attraverso i software applicativi, consentono di eseguire moltissime attività. Nel corso degli anni è emersa la necessità di scambiare

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 1 Giovedì 5-03-2015 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI E INTERNET un

Dettagli

Reti di calcolatori: Introduzione

Reti di calcolatori: Introduzione Reti di calcolatori: Introduzione Vittorio Maniezzo Università di Bologna Reti di computer e Internet Rete: sistema di collegamento di più computer mediante una singola tecnologia di trasmissione Internet:

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet

Reti di calcolatori e Internet Corso di Laboratorio di Tecnologie dell'informazione Reti di calcolatori e Internet Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Cos è Internet: visione dei componenti Milioni

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Claudio Marrocco Componenti delle reti Una qualunque forma di comunicazione avviene: a livello hardware tramite un mezzo fisico che

Dettagli

Introduzione a Internet

Introduzione a Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

Servizi di Messaggistica

Servizi di Messaggistica Servizi di Messaggistica Generalità Messaggistica Introduzione I servizi di messaggistica sono servizi di comunicazione bidirezionale sincroni tra due o più soggetti in rete. Caratteristiche. Sincronismo

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE A INTERNET - 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Reti di calcolatori: Internet

Reti di calcolatori: Internet Reti di calcolatori: Internet Sommario Introduzione Le reti reti locali: LAN La rete geografica Internet protocollo TCP-IP i servizi della rete Rete di calcolatori Interconnessione di computer e accessori

Dettagli

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa Sommario Indice 1 Internet 1 1.1 Reti di computer........................... 1 1.2 Mezzo di comunicazione di massa - Mass media.......... 2 1.3 Servizi presenti su Internet - Word Wide Web........... 3

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet AA 2004-2005 Reti e Sistemi Telematici 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host può essere client e/o server a livello applicazione Router:

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

Internet. Cos'è internet? I parte

Internet. Cos'è internet? I parte Internet Da leggere: Cap.6, in particolare par. 6.4 del Console Ribaudo (testo B) I parte Cos'è internet? Milioni di dispositivi di calcolo tra loro interconnessi: host o end-systems Pc, workstation, server

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Copyright Quest opera è protetta dalla licenza Creative Commons

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 1 Reti di Calcolatori MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 2 Reti di Calcolatori Livelli e Servizi Il modello OSI Il modello TCP/IP Un confronto

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet Informatica Generale Andrea Corradini 10 - Le reti di calcolatori e Internet Cos è una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette:

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: condivisione di risorse (dati aziendali, stampanti, ) maggiore

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

Introduzione. Sommario: Obiettivo:

Introduzione. Sommario: Obiettivo: Introduzione Obiettivo: Introduzione alle reti di telecomunicazioni approccio: descrittivo uso di Internet come esempio Sommario: Introduzione Cos è Internet Cos è un protocollo? network edge network core

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Lavorare in Rete Esercitazione

Lavorare in Rete Esercitazione Alfonso Miola Lavorare in Rete Esercitazione Dispensa C-01-02-E Settembre 2005 1 2 Contenuti Reti di calcolatori I vantaggi della comunicazione lavorare in rete con Windows Internet indirizzi IP client/server

Dettagli

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 2 SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 2 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il software

Reti di Calcolatori. Il software Reti di Calcolatori Il software Lo Stack Protocollare Application: supporta le applicazioni che usano la rete; Transport: trasferimento dati tra host; Network: instradamento (routing) di datagram dalla

Dettagli

Informatica per le discipline umanistiche 2 - lezioni 4 e 5

Informatica per le discipline umanistiche 2 - lezioni 4 e 5 Informatica per le discipline umanistiche 2 - lezioni 4 e 5 si ringrazia il Prof. Marco Colombetti (Università della Svizzera Italiana) per il prezioso aiuto Reti e Web Parte III: il computer come strumento

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: Reti di computer ed Internet nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Reti di computer ed Internet

Reti di computer ed Internet Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Perché le reti di calcolatori. Terminologia e classificazione delle reti. Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili

Perché le reti di calcolatori. Terminologia e classificazione delle reti. Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili Perché le reti di calcolatori Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili Terminologia e classificazione delle reti Tecnologia di trasmissione Scala della rete 2 Diffusione della tecnologia digitale Distribuzione,

Dettagli

Si tratta dell offerta di accesso ad Internet in FIBRA OTTICA di Rete-Tel costituita da circuiti portati fino alla sede del cliente.

Si tratta dell offerta di accesso ad Internet in FIBRA OTTICA di Rete-Tel costituita da circuiti portati fino alla sede del cliente. Servizio di accesso ad internet in FIBRA OTTICA - Informazioni Tecniche Si tratta dell offerta di accesso ad Internet in FIBRA OTTICA di Rete-Tel costituita da circuiti portati fino alla sede del cliente.

Dettagli

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet Indirizzi Internet e Protocolli I livelli di trasporto delle informazioni Comunicazione e naming in Internet Tre nuovi standard Sistema di indirizzamento delle risorse (URL) Linguaggio HTML Protocollo

Dettagli

Internet, così come ogni altra rete di calcolatori possiamo vederla suddivisa nei seguenti componenti:

Internet, così come ogni altra rete di calcolatori possiamo vederla suddivisa nei seguenti componenti: Pagina 1 di 8 Struttura di Internet ed il livello rete Indice Struttura delle reti Estremità della rete Il nucleo della rete Reti a commutazione di pacchetto e reti a commutazione di circuito Funzionalità

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

offerti da Internet Calendario incontri

offerti da Internet Calendario incontri Introduzione ai principali servizi Come funziona Internet (9/6/ 97 - ore 16-19) offerti da Internet Calendario incontri Navigazione e motori di ricerca (11/6/ 97 - ore 16-19) Comunicazione con gli altri

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Dalle reti a e Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Dalle reti a Outline 1 Dalle reti a Dalle reti a Le reti Quando possiamo parlare di rete di calcolatori? Quando abbiamo

Dettagli

Prefazione all edizione italiana

Prefazione all edizione italiana Sommario Prefazione all edizione italiana XIII Capitolo 1 Introduzione 1.1 Applicazioni delle reti di calcolatori 2 1.1.1 Applicazioni aziendali 3 1.1.2 Applicazioni domestiche 5 1.1.3 Utenti mobili 8

Dettagli

Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità

Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità Descrizione del servizio Requisiti minimi di accessibilità Descrizione del servizio SkyMeeting TM è un servizio di videocomunicazione interattiva web-based che consente di comunicare ed interagire in tempo

Dettagli

Sistemi informatici in ambito radiologico

Sistemi informatici in ambito radiologico Sistemi informatici in ambito radiologico Dott. Ing. Andrea Badaloni A.A. 2015 2016 Reti di elaboratori, il modello a strati e i protocolli di comunicazione e di servizio Reti di elaboratori Definizioni

Dettagli

PARTE 1 richiami. SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

PARTE 1 richiami. SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 1 richiami SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 1 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

STRUMENTI DIGITALI PER LA COMUNICAZIONE- RETI ED INTERNET. Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Paola Vocca

STRUMENTI DIGITALI PER LA COMUNICAZIONE- RETI ED INTERNET. Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Paola Vocca STRUMENTI DIGITALI PER LA COMUNICAZIONE- RETI ED INTERNET Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Paola Vocca PERCHÉ IMPLEMENTARE UNA RETE? Per permettere lo scambio di informazioni tra i calcolatori

Dettagli

Cos è. Protocollo TCP/IP e indirizzi IP. Cos è. Cos è

Cos è. Protocollo TCP/IP e indirizzi IP. Cos è. Cos è Protocollo TCP/IP e indirizzi IP Il protocollo TCP/IP è alla base dei sistemi di trasmissione dati impiegati sulle reti locali e su Internet. Nato nel Gennaio 1983 negli Stati Uniti come sistema di comunicazione

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento INTERNET: IL FUNZIONAMENTO DELL INFRASTRUTTURA E DELLA RETE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento INTERNET: IL FUNZIONAMENTO DELL INFRASTRUTTURA E DELLA RETE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento INTERNET: IL FUNZIONAMENTO DELL INFRASTRUTTURA E DELLA RETE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI PARTE 1 INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI Parte 1 Modulo 1: Introduzione alle reti Perché le reti tra computer? Collegamenti remoti a mainframe (< anni 70) Informatica distribuita vs informatica monolitica

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale Reti di Calcolatori e Internet Luca Pulina Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Sassari A.A. 2015/2016 Luca Pulina (UNISS)

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

Reti: cenni storici. Who s who

Reti: cenni storici. Who s who 1967: DoD ARPAnet 1970: ALOHAnet Reti: cenni storici 1975: TCP/IP model per internetwork 1976: Ethernet 198: TCP/UDP/IP standard per ARPAnet 1987: la rete cresce DNS 1989-1991: web guiding principles:

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 6

Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Lo strato di applicazione protocolli Programma della lezione Applicazioni di rete client - server

Dettagli

Reti di Calcolatori. Corso di Informatica. Reti di Calcolatori. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali

Reti di Calcolatori. Corso di Informatica. Reti di Calcolatori. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Informatica Gianluca Torta Dipartimento di Informatica Tel: 011 670 6782 Mail: torta@di.unito.it Reti di Calcolatori una rete di

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Introduzione alle reti di calcolatori

Introduzione alle reti di calcolatori Introduzione alle reti di calcolatori Definizioni base. Collegamenti diretti e indiretti Strategie di multiplazione Commutazione di circuito e di pacchetto Caratterizzazione delle reti in base alla dimensione

Dettagli

Le reti di calcolatori

Le reti di calcolatori Le reti di calcolatori 1 La storia Computer grandi e costosi Gli utenti potevano accerdervi tramite telescriventi per i telex o i telegrammi usando le normali linee telefoniche Successivamente le macchine

Dettagli

Realizzazione di una rete dati IT

Realizzazione di una rete dati IT Realizzazione di una rete dati IT Questo documento vuole semplicemente fornire al lettore un infarinatura di base riguardo la realizzazione di una rete dati. Con il tempo le soluzioni si evolvono ma questo

Dettagli

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Reti di calcolatori Software applicativo Indirizzi URL Browser Motore di ricerca Internet

Dettagli

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 2 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Modello a strati 5 4 applicazione trasporto Il modello che useremo prevede 5 strati che svolgono servizi per gli altri strati attraverso

Dettagli

Reti di calcolatori. Riferimenti: Curtin cap. 9 Console cap. 6 (vecchia ed.) o cap. 8 (nuova ed.)

Reti di calcolatori. Riferimenti: Curtin cap. 9 Console cap. 6 (vecchia ed.) o cap. 8 (nuova ed.) Reti di calcolatori Riferimenti: Curtin cap. 9 Console cap. 6 (vecchia ed.) o cap. 8 (nuova ed.) Reti di calcolatori Inizialmente, con l avvento dei PC, il mondo dell elaborazione dati era diviso in due

Dettagli

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1 Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato Traccia n 1 La condivisione delle informazioni e lo sviluppo delle risorse informatiche tramite cui esse possono venire memorizzate e scambiate

Dettagli

Tecniche di Comunicazione Multimediale

Tecniche di Comunicazione Multimediale Tecniche di Comunicazione Multimediale Standard di Comunicazione Multimediale Le applicazioni multimediali richiedono l uso congiunto di diversi tipi di media che devono essere integrati per la rappresentazione.

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di calcolatori 2 a lezione Francesco Fontanella Software delle reti Una rete è costituta da macchina diverse; Come è possibile farle comunicare?

Dettagli

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 1 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Precisazione Noi ci occuperemo solo della trasmissione di informazione in formato digitale. Un segnale analogico è basato su una variazione

Dettagli

Il lavoro d ufficio e la rete

Il lavoro d ufficio e la rete Il lavoro d ufficio e la rete Quale parola meglio rappresenta e riassume il secolo XX appena trascorso? La velocità Perché? L evoluzione della tecnologia ha consentito prima la contrazione del tempo poi

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l

Dettagli

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Reti di computer- Internet- Web Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti n n n Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello timesharing,

Dettagli

La rete di reti: Internet

La rete di reti: Internet La rete di reti: Internet Internet: la rete di reti Internet q Internet (1) definita anche rete di reti composta da diverse reti interconnesse, cioè in grado di collaborare efficacemente in termini di

Dettagli

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE Internet (La rete delle reti) è l insieme dei canali (linee in rame, fibre ottiche, canali radio, reti satellitari, ecc.) attraverso cui passano le informazioni quando vengono

Dettagli

Protocolli di rete. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 2/30

Protocolli di rete. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 2/30 Protocolli di rete Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 1/30 Strati di protocolli (Protocol Layers) Le reti sono complesse Molti elementi: host

Dettagli

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 1

Sistemi e Servizi di TLC. Lezione N. 1 Sistemi e Servizi di TLC Lezione N. 1 L organizzazione e l amministrazione della rete Internet Il modello ISO-OSI 29 Settembre 2005 (2h) 1 L organizzazione e l amministrazione di Internet 2 Internet oggi:

Dettagli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 5 Giovedì 19-03-2015 1 Intensità del traffico e perdita dei pacchetti La componente

Dettagli

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address CAPITOLO 11. INDIRIZZI E DOMAIN NAME SYSTEM 76 Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31 A B C D E 0 net id host id 1 0 net id host id 1 1 0 net id host id 1 1 1 0 multicast address 1 1 1 1 0 riservato per usi

Dettagli

Le reti e Internet. Corso di Archivistica e gestione documentale. Perché Internet? Non è tutto oro quello che luccica. Definizione di rete

Le reti e Internet. Corso di Archivistica e gestione documentale. Perché Internet? Non è tutto oro quello che luccica. Definizione di rete Corso di Archivistica e gestione documentale Prima Parte - Area Informatica Le reti e Internet Lezione 2 Internet Abbatte le barriere geografiche È veloce Ha costi contenuti È libero È semplice da usare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale.

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale. Informatica Lezione 5a e World Wide Web Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate dedicati/condivisi

Dettagli

Elementi di Reti per Telecomunicazioni

Elementi di Reti per Telecomunicazioni Elementi di Reti per Telecomunicazioni (Parte II) Topologie ed Interfacciamento di Reti Corso di Telecomunicazioni Anno Accademico 2004/2005 Contenuti Introduzione alle reti di TLC. Topologie di Reti per

Dettagli

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL è una tecnica di trasmissione dati che permette l accesso a Internet fino a 8 Mbps in downstream ed 1 Mbps

Dettagli

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee DATABASE IN RETE La gestione informatizzata di un Centro Cefalee Reti Informatiche Database relazionali Database in rete La gestione informatizzata di un Centro Cefalee RETI INFORMATICHE Per connettere

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 4 Giovedì 13-03-2014 1 Ritardi e perdite nelle reti a commutazione

Dettagli

La rete è una componente fondamentale della

La rete è una componente fondamentale della automazioneoggi Attenti alle reti La telematica si basa prevalentemente sulle reti come mezzo di comunicazione per cui è indispensabile adottare strategie di sicurezza per difendere i sistemi di supervisione

Dettagli

Servizi Internet multimediali

Servizi Internet multimediali Servizi Internet multimediali Appunti di Sistemi A cura del prof. ing. Mario Catalano F.Castiglione 1 F. Castiglione Applicazioni Elastiche Un utente umano attende informazioni da un server; Preferibile

Dettagli

Capitolo 16 I servizi Internet

Capitolo 16 I servizi Internet Capitolo 16 I servizi Internet Storia di Internet Il protocollo TCP/IP Indirizzi IP Intranet e indirizzi privati Nomi di dominio World Wide Web Ipertesti URL e HTTP Motori di ricerca Posta elettronica

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli