FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL COMPUTER DESKTOP

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL COMPUTER DESKTOP"

Transcript

1 Agente della Riscossione per le province siciliane DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (ai sensi dell art. 26, Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL COMPUTER DESKTOP SERIT SICILIA S.p.A. DIREZIONE GENERALE UFFICIO SICUREZZA E PRIVACY Servizio di Prevenzione e Protezione Palermo Via E. Morselli n EDE SOCIALE IN PALERMO, VIA EMANUELE MORSELLI N CAPITALE SOCIALE ,00 I.V. - CODICE FISCALE E N. ISCRIZIONE AL REGISTRO DELLE IMPRESE DI PALERMO: PARTITA IVA SOCIETA SOGGETTA ALL ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO DI RISCOSSIONE SICILIA S.p.A.

2 SERIT SICILIA S.p.A. 2 I n d i c e pagina 3 PREMESSA Oggetto dell appalto Normativa di riferimento Informazioni generali 5 ANAGRAFICA STAZIONE APPALTANTE Azienda Figure preposte alla sicurezza Squadra di Emergenza 6 ANAGRAFICA DITTA AGGIUDICATARIA Ditta Figure preposte alla sicurezza 7 ORGANIZZAZIONE STAZIONE APPALTANTE Organigramma sicurezza Gestione sicurezza e interferenze 9 RISCHI DI INTERFERENZA E MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE GENERALI Individuazione e descrizione 12 STIMA DEI COSTI DI SICUREZZA DA INTERFERENZA Costi relativi alla sicurezza 13 VALIDITA E REVISIONE DEL

3 SERIT SICILIA S.p.A. 3 PREMESSA OGGETTO DELL APPALTO Il servizio oggetto dell appalto riguarda la fornitura in noleggio di Personal Computer Desktop rispettivamente alle Sedi Provinciali, agli Sportelli, compresi quelli con apertura saltuaria. Durata dell appalto (manutenzione in garanzia): 3 (tre) anni. NORMATIVA DI RIFERIMENTO D. Lgs. 163/2006 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE; D. Lgs. N. 81/2008 (Attuazione dell art. 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro); Determina dell Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavoro, forniture e servizi n. 3 del 5 marzo 2008; D. Lgs. N. 106/2009 (disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81. INFORMAZIONI GENERALI Il presente Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze, di seguito, contiene le principali informazioni/prescrizioni in materia di sicurezza per fornire alla Ditta aggiudicataria dettagliate istruzioni - in ottemperanza all art. 26 comma 1 lettera b D. Lgs. 9 aprile 2008 n sui rischi specifici esistenti nell ambiente in cui è destinata ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate da parte della Stazione appaltante in relazione al servizio che la stessa Ditta dovrà prestare. Secondo l art. 26 del predetto decreto, al comma 3: Il datore di lavoro committente promuove la cooperazione ed il coordinamento elaborando un unico documento di valutazione rischi che indichi le misure adottate per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze. Tale documento è allegato al contratto di appalto o d opera. Le disposizioni del presente comma non si applicano ai rischi specifici propri dell attività delle imprese appaltatrici o dei singoli lavoratori autonomi. Il, pertanto, costituisce parte integrante del Contratto oggetto dell appalto ed ha validità immediata dalla sottoscrizione del Contratto stesso. L art. 26 stabilisce, altresì, che prima della firma del Contratto si dovrà effettuare una riunione di Cooperazione durante la quale la Ditta aggiudicataria dell appalto fornirà tutti gli elementi utili per una integrazione del presente documento e, a secondo della programmazione degli interventi, la Ditta stessa sarà invitata a partecipare alla riunione di Coordinamento, che dovrà essere periodicamente organizzata. I datori di lavoro devono promuovere la cooperazione ed il coordinamento, in particolare: o cooperano all attuazione delle misure di prevenzione e protezione dei rischi sul lavoro, incidenti sull attività lavorativa oggetto dell appalto; o coordinano gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, informandosi reciprocamente anche al fine di eliminare rischi dovuti alle interferenze tra i lavori delle diverse imprese coinvolte nell esecuzione dell opera complessiva.

4 SERIT SICILIA S.p.A. 4 Prima dell affidamento dei lavori si provvederà a: o verificare l idoneità tecnico-professionale della Ditta aggiudicataria, attraverso l acquisizione del certificato di iscrizione alla camera di commercio, industria e artigianato; o fornire il DUVRI, eventualmente modificato ed integrato con le specifiche informazioni relative alle ulteriori interferenze sulle lavorazioni che la ditta aggiudicataria dovrà esplicitare in sede di partecipazione alla gara; o compilare il permesso di lavoro previsto dal documento aziendale D del , che dovrà essere sottoscritto dal Direttore Titolare per le Sedi provinciali, in qualità di Preposto alla Sicurezza, e dal Responsabile dell Ufficio Sicurezza e Privacy per la Direzione Generale. In caso di inosservanza delle norme in materia di sicurezza o in caso di pericolo imminente per i lavoratori, la Stazione appaltante potrà ordinare la sospensione delle attività, disponendone la ripresa solo quando sia di nuovo assicurato il rispetto della normativa vigente e siano ripristinate le condizioni di sicurezza e igiene del lavoro. Per sospensioni dovute a pericolo grave o imminente la Stazione appaltante non riconoscerà alcun compenso o indennizzo alla Ditta aggiudicataria. Infine, il comma 5 dell art. 26 del D.Lgs. 81/08 prevede che: devono essere specificamente indicati a pena di nullità ai sensi dell articolo 1418 del codice civile i costi relativi alla sicurezza del lavoro con particolare riferimento a quelli propri connessi allo specifico appalto. Tali costi, finalizzati al rispetto delle norme di sicurezza e salute dei lavoratori, per tutta la durata delle attività stabilite dall appalto saranno riferiti a quelli previsti per garantire la sicurezza rispetto ai rischi interferenti che durante lo svolgimento dei lavori potrebbero originarsi all interno dei locali. Il presente, pertanto, non contempla la valutazione dei rischi specifici propri della Ditta aggiudicataria, che dovrà comunque attenersi anche a tutti gli obblighi formali e sostanziali previsti dal D. Lgs. 81/08 per i Datori di Lavoro.

5 SERIT SICILIA S.p.A. 5 ANAGRAFICA STAZIONE APPALTANTE AZIENDA Denominazione: SERIT SICILIA S.p.A. PARTITA IVA: Indirizzo: Via Emanuele Morselli n. 8 CAP e Città: Palermo Telefono: Fax: Datore di Lavoro (Direttore Generale) Nome: Antonio Finanze Referente del Coordinamento della Sicurezza Nome: Sergio Anzà (Responsabile Ufficio Sistemi Informativi) FIGURE PREPOSTE ALLA SICUREZZA Ufficio Sicurezza e Privacy Responsabile dell Ufficio/Dirigente della Sicurezza Nome: Anna Maria Calì Telefono Servizio Interno di Prevenzione e Protezione (SIPP) Responsabile del SIPP Nome: Dimitri Sapia Telefono Medico Competente Nome: Francesco Vegna Telefono: SQUADRA DI EMERGENZA Presso ogni sede della Stazione appaltante sono affissi appositi cartelli gialli, con i numeri utili di emergenza, i nominativi dei dipendenti che ricoprono le cariche inerenti alla struttura organizzativa della sicurezza ed i nominativi dei componenti della Squadra di Emergenza.

6 SERIT SICILIA S.p.A. 6 ANAGRAFICA DITTA AGGIUDICATARIA DITTA Denominazione: Cod. Fisc./P. IVA: Indirizzo: CAP e Città: Telefono: Fax: Datore di Lavoro Nome: Referente del coordinamento della Sicurezza Nome: Telefono: Verifica idoneità tecnico professionale Certificato CCIAA: N FIGURE PREPOSTE ALLA SICUREZZA Servizio di Prevenzione e Protezione (SPP) RESPONSABILE DEL SPP: Nome: Telefono: Medico Competente Nome: Telefono:

7 SERIT SICILIA S.p.A. 7 ORGANIZZAZIONE INTERNA STAZIONE APPALTANTE ORGANIGRAMMA SICUREZZA DATORE DI LAVORO PREPOSTO DIRIGENTE MEDICO COMPETENTE RESPONSABILE SQUADRA EMERGENZA COORDINATORE PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA SIPP (SERVIZIO INTERNO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE) ADDETTI LAVORATORI DATORE DI LAVORO (Direttore Generale): SOGGETTO TITOLARE DEL RAPPORTO DI LAVORO CON IL LAVORATORE; HA LA RESPONSABILITA DELL ORGANIZZAZIONE STESSA O DELL UNITA PRODUTTIVA IN QUANTO ESERCITA I POTERI DECISIONALI E DI SPESA. DIRIGENTE (Responsabile Ufficio Sicurezza e Privacy): SOGGETTO CHE, ANCHE SOLTANTO IN VIA DI FATTO, E IN POSSESSO DI AUTONOMIA DECISIONALE IN ORDINE ALL ATTUAZIONE DELLE DIRETTIVE IMPARTITE DAL DATORE DI LAVORO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA. PREPOSTO (Direttore Titolare Sede provinciale): SOGGETTO CHE, ANCHE SOLTANTO IN VIA DI FATTO, SOVRINTENDE AGLI ASPETTI ESECUTIVI DELL ATTIVITA LAVORATIVA E VIGILA SULL OSSERVAZIONE DELLE DIRETTIVE PREVENZIONALI IMPARTITE. MEDICO COMPETENTE: MEDICO IN POSSESSO DI TITOLI, REQUISITI FORMATIVI E PROFESSIONALI CHE COLLABORA CON IL DATORE DI LAVORO AI FINI DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI ED EFFETTUA LA SORVEGLIANZA SANITARIA. SQUADRA EMERGENZA: LAVORATORI INCARICATI DELL ATTUAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE, DI EVACUAZIONE DEI LUOGHI DI LAVORO IN CASO DI PERICOLO GRAVE E IMMEDIATO, DI SALVATAGGIO E DI GESTIONE DELL EMERGENZA. LE SQUADRE SONO COMPOSTE DA LAVORATORI CHE HANNO AVUTO LA PREVISTA FORMAZIONE SU PRIMO SOCCORSO E ANTINCENDIO. NELLE SEDI PIU GRANDI ALCUNI COMPONENTI SONO INCARICATI DELLA COORDINAZIONE DELLE PROCEDURE (COORDINATORI). SIPP: SERVIZIO INTERNO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE FORMATO DA UN RESPONSABILE NOMINATO DAL DATORE DI LAVORO E DAGLI ADDETTI. RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA: PERSONA ELETTA O DESIGNATA PER RAPPRESENTARE I LAVORATORI PER QUANTO CONCERNE GLI ASPETTI DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA.

8 SERIT SICILIA S.p.A. 8 GESTIONE SICUREZZA E INTERFERENZE SERIT SICILIA S.p.A. ha adottato un sistema di gestione interno della sicurezza, che, oltre al monitoraggio della regolarità dei controlli e della pianificazione ed attuazione dell informazione e formazione dei dipendenti, pone in essere un sistema integrato di controllo per tutte le attività che sono svolte all interno dei locali aziendali da parte di ditte esterne. L Ufficio Sistemi Informativi, che ha il compito di seguire l iter tecnico delle attività oggetto dell appalto, verrà supportato dall Ufficio Sicurezza e Privacy, il quale, nel fornire costante assistenza all attività del Preposto, potrà effettuare verifiche ispettive nel corso dello svolgimento delle stesse attività, comprovando la regolare applicazione di tutte le norme di sicurezza mediante l utilizzo di un apposito modulo di verifica.

9 SERIT SICILIA S.p.A. 9 RISCHI DI INTERFERENZA E MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE GENERALI Individuazione e Descrizione Gli ambienti di lavoro, dove andrà ad operare la Ditta aggiudicataria, sono quelli tipici degli uffici del terziario avanzato e non presentano situazioni di rischio rilevanti. Tuttavia, sono state individuate misure di prevenzione e protezione al fine di eliminare o ridurre i rischi derivanti da possibili interferenze tra le attività che andrà a svolgere la Ditta aggiudicataria, quelle svolte dai dipendenti della Stazione appaltante e che eventualmente potrebbero svolgere altri soggetti presenti nei medesimi luoghi di lavoro. L'inizio dei lavori di installazione dovrà essere pianificato con l Ufficio Sistemi Informativi, l Ufficio Approvvigionamenti e Logistica e l Ufficio Sicurezza e Privacy al fine di ridurre al minimo le interferenze con l attività del personale dipendente e/o di altre ditte esterne eventualmente presenti nei locali aziendali, attenendosi alle misure appresso indicate. Il presente documento dovrà altresì tenere conto di quanto previsto dal Documento di Valutazione Rischio Elettrico stilato per ciascuna unità produttiva e di eventuali dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) da adottare, nonché della formazione dei lavoratori. Nelle aree destinate allo svolgimento degli interventi, il Preposto della Sicurezza eseguirà una verifica degli ambienti con un Referente della Ditta aggiudicataria, al fine di evidenziare qualsiasi situazione e/o elemento di pericolo. ATTIVITA CHE POSSONO DETERMINARE RISCHI DA INTERFERENZA NEL CORSO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO 1. manutenzione impianti elettrici; 2. manutenzione impianti di climatizzazione; 3. manutenzione estintori; 4. manutenzione fotocopiatori; 5. manutenzione gruppo di continuità; 6. manutenzione ascensori; 7. manutenzione impianto di rilevazione presenze; 8. trasporto e facchinaggio; 9. servizio di vigilanza e trasporto valori; 10. servizio di reception; 11. servizio di pulizia; 12. servizio di manutenzione hardware e software di base; 13. gestione e manutenzione sistema di videocomunicazione. MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE GENERALI 1. Concordare con il Preposto della Sede provinciale/responsabile dell Ufficio, prima di accedere alle aree interessate dall intervento, le modalità di effettuazione delle attività. 2. Esporre la tessera di riconoscimento corredata da fotografia contenente le generalità del lavoratore e l indicazione del Datore di lavoro per tutto il tempo di permanenza nei locali aziendali. 3. Prendere visione del piano d emergenza affisso in luogo ben visibile presso ogni sede aziendale. 4. Localizzare le vie d esodo e le uscite di emergenza. 5. Prendere visione dei cartelli di colore giallo, affissi presso ogni sede aziendale, indicanti i numeri telefonici d emergenza (Vigili del Fuoco, Carabinieri, ecc.) e quelli degli addetti al primo soccorso ed alla prevenzione incendi. 6. Non operare su macchine, impianti e attrezzature se non autorizzati.

10 SERIT SICILIA S.p.A. 10 Approntamento di cantiere di lavoro ATTIVITA INTERFERENTI RISCHI INTERFERENTI MISURE Presenza di dipendenti, - elettrocuzione pubblico e personale - urti a persone o cose esterno Fornitura e installazione di specifica segnaletica di sicurezza: - cartelli indicanti pericolo generico con divieto ad avvicinarsi ai mezzi d opera in funzione; Interventi sull impianto elettrico e rete informatica Installazione di apparecchiature e interventi tecnici Movimentazione hardware, trasporto materiali ed attrezzature Presenza di dipendenti, pubblico e personale esterno Presenza di dipendenti, pubblico e personale esterno - elettrocuzione - urti a persone o cose Rischio di inciampi e/o cadute causato da materiale di cantiere e di risulta o dai cavi di alimentazione degli attrezzi. Ingombro delle vie d esodo e delle uscite d emergenza: - urti a persone o cose elettrocuzione Custodia degli attrezzi: rischio da taglio. Rischio rumore E obbligatorio comunicare e concordare con il Preposto l intervento da effettuare, ed adottare le procedure previste nel DVR Rischio Elettrico. Individuare preventivamente un luogo idoneo dove depositare tutti i materiali da cantiere compreso quelli di risulta. E obbligatorio lasciare sempre sgombre le vie d esodo evitando di depositarvi, ancorché temporaneamente, materiali, attrezzi, ecc. Utilizzare di norma attrezzature elettriche autoalimentate. Ove ciò non sia possibile, servirsi dei punti di alimentazione più vicini alla zona di lavoro e far passare in alto i cavi che attraversano le aree di transito. Non lasciare mai gli utensili da lavoro fuori dalla zona di intervento. Riporre, immediatamente dopo l uso, gli attrezzi taglienti o appuntiti in idonee custodie. Non esporre i lavoratori ad un livello di rumore superiore a quello consentito dalla normativa vigente. In caso di ritiro di apparecchiature non funzionanti, assicurarsi che le stesse siano scollegate dall impianto elettrico prima di movimentazioni. effettuare

11 SERIT SICILIA S.p.A. 11 Tutti gli scarti delle lavorazioni devono essere rimossi; in caso di materiale tagliente e/o infrangibile o di rifiuto speciale usare gli opportuni D.P.I. e applicare le procedure di smaltimento concordate. Utilizzare gli opportuni contenitori dei rifiuti speciali esclusivamente per il materiale indicato

12 SERIT SICILIA S.p.A. 12 STIMA DEI COSTI DI SICUREZZA DA INTERFERENZA COSTI RELATIVI ALLA SICUREZZA Come previsto dall art. 26 del D.Lgs n. 81/08, comma 5, nei costi della sicurezza si devono considerare tutte quelle misure preventive e protettive necessarie ad eliminare o ridurre i rischi derivanti da possibili interferenze tra diverse attività. I costi previsti non sono soggetti a ribasso d asta. Nello specifico vengono considerati: - le procedure contenute nel presente, previste a seguito dell individuazione dei rischi interferenti; - misure di coordinamento concordate con la Ditta aggiudicataria operante nelle sedi aziendali della Stazione appaltante. Detta stima è compiuta sulla base di possibili situazioni che necessitano interventi puntuali e specifici per la gestione del rischio residuo. MISURA QUANTITA COSTO UNITARIO IVA ESCLUSA COSTO TOTALE IVA ESCLUSA RIUNIONI ANNUALI DI INFORMAZIONE E COORDINAMENTO n. 2 riunioni di 1 h ciascuna 120,00 per ora 240,00 TOTALE 240,00 COSTO COMPLESSIVO PER ONERI DELLA SICUREZZA NON SOGGETTO A RIBASSO D ASTA: 240,00 (euro duecentoquaranta), IVA esclusa.

13 SERIT SICILIA S.p.A. 13 VALIDITA E REVISIONE DEL Il presente costituisce parte integrante del Capitolato Tecnico e del Contratto d appalto ed ha validità immediata dalla sottoscrizione del Contratto stesso. Il, in caso di modifica sostanziale delle condizioni dell appalto potrà essere soggetto a revisione ed aggiornamento in corso d opera. L eventuale revisione sarà sottoscritta dalla Stazione appaltante e dalla Ditta aggiudicataria. Data: SERIT SICILIA S.p.A. IL Datore di lavoro DITTA AGGIUDICATARIA IL Datore di lavoro

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.) (Art. 26 comma 3, 5 D lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) APPALTO PULIZIA UFFICI COMUNALI, UFFICI GIUDIZIARI, R.S.A. L. ACCORSI

Dettagli

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I.

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I. AFFIDAMENTO GESTIONE, IN VIA TEMPORANEA E SPERIMENTALE, DEL SERIVIZO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PER IL PERIODO DAL 01.03.2012 AL 30.06.2012 DUVRI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE

Dettagli

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI COMUNE DI CAROSINO AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (art. 26, comma 3,

Dettagli

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI)

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) Ente committente: La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENTI Art. 26 D.Lgs. 81/2008 Fornitura di generi alimentari per

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N.

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. 81/08) SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI CIG Z7C0D7B416 1 Premessa Il presente documento unico di valutazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs. 9/04/2008 n. 81 INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI, MISURE ADOTTATE

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenze Data: Stazione Appaltante: COMUNE DI VILLACIDRO Oggetto Appalto: ASSISTENZA E VIGILANZA ALUNNI

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. - BOZZA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. - BOZZA COMUNE DI COSSIGNANO Gara per l affidamento del servizio di mensa scolastica per la scuola dell infanzia e la scuola primaria anni scolastici 2012/2013 e 2013/2014. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Dettagli

COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo c.a.p. 24045 Piazza Roma n. 1 P.IVA 00294190160 Tel. 03633915109 0363391501 Fax 0363398774 D.U.V.R.I.

COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo c.a.p. 24045 Piazza Roma n. 1 P.IVA 00294190160 Tel. 03633915109 0363391501 Fax 0363398774 D.U.V.R.I. D.U.V.R.I. DOCU M E N T O UNICO DI VALUTAZIO N E DEI RISC HI DA INTERFE R E N Z E (ART. 26 DEL D.LG S N. 81/08) SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI PER IL TRIENNIO 01/07/2010 30/06/2013 Premessa

Dettagli

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEGLI ELEVATORI

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEGLI ELEVATORI D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEGLI ELEVATORI INDIVIDUZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (Artt. 26 comma

Dettagli

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. N AN.... DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 9 Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze, artt. 26 e 28 D.Lgs 81/2008 Stazione appaltante/ Committente:

Dettagli

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico Biennio

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Servizio di Prevenzione e Protezione Via Celso Ulpiani (ex palazzo CEDAM) 70125 BARI (Italia) Tel. +39.080.5712425-6 Fax +39.080.5712427 Università degli Studi di Bari Aldo MORO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze.

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze. SERVIZIO LAVORI PUBBLICI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA SUL TERRITORIO COMUNALE 2013-2018 D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. 81/2008

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. 81/2008 Art. 26 del D.Lgs. 81/08 - Obblighi connessi al contratto di appalto" (D.U.V.R.I.Documento unico di Valutazione dei rischi da interferenze) relativo alle sedi di lavoro. N.B: il suddetto documento è allegato

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Servizio di Prevenzione e Protezione Via Celso Ulpiani (ex palazzo CEDAM) 70125 BARI (Italia) Tel. +39.080.5712425-6 Fax +39.080.5712427 Università degli Studi di Bari - Aldo MORO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

A.M.I.U. GENOVA s.p.a.

A.M.I.U. GENOVA s.p.a. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 7, c.3, D.Lgs 626/94, come modificato dall art. 3, c 1, lett. A della L.123/07, art. 26 Testo Unico sulla sicurezza 81/08) RIFERIMENTO

Dettagli

PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE

PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE IL DATORE DI LAVORO OBBLIGHI FONDAMENTALI DEL DATORE DI LAVORO: effettuare la valutazione dei rischi, redigere

Dettagli

GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Durata: 2 anni dalla data di sottoscrizione del contratto

GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Durata: 2 anni dalla data di sottoscrizione del contratto Allegato 3 COMUNE DI BORGO SAN LORENZO DOCUMENTO UNICO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, art. 26 GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO DOCUMENTRO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (ART. 26, COMMA 3, D.LGS. N. 81/2008) STAZIONE APPALTANTE: Comune di

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) All. 5 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AD ALUNNI DISABILI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 E 2 GRADO SERVIZIO

Dettagli

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta A cura dello Studio Commercialista Di Michele di Roma e Milano Quale documentazione occorre per essere in regola con il D.lgs. 81/08? Occorre l organigramma della

Dettagli

FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a.r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850

FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a.r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850 FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a.r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850 OGGETTO DELL APPALTO/FORNITURA FUNZIONE ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI SERVIZIO DI TRASLOCHI,

Dettagli

C O M U N E D I SAN BENEDETTO DEL TRONTO

C O M U N E D I SAN BENEDETTO DEL TRONTO C O M U N E D I SAN BENEDETTO DEL TRONTO PROCEDURA APERTA PER APPALTO DEL SERVIZIO BIENNALE DI DERATTIZZAZIONE-DISINFESTAZIONE-FUMIGAZIONE RETE FOGNARIA - DEL TERRITORIO ED EDIFICI COMUNALI- CIG. 2474953BD0

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

LE FIGURE PER LA SICUREZZA

LE FIGURE PER LA SICUREZZA La Sicurezza in azienda LE FIGURE PER LA SICUREZZA 1 La Sicurezza in azienda Sommario 1. Organigramma per la sicurezza 2. Definizioni 3. Obblighi e compiti delle figure per la sicurezza 2 La Sicurezza

Dettagli

19/06/2013. Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione. Corso lavoratori - CAA Dott. Palumbo 2

19/06/2013. Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione. Corso lavoratori - CAA Dott. Palumbo 2 CORSO di formazione per lavoratori ai sensi dell art. 37 del D.Lgs 81/08 e Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 Relatore: : Dott. Lazzaro Palumbo Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione Durata

Dettagli

1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08).

1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08). ALLEGATO 4 al Capitolato DISCIPLINARE SICUREZZA STAMPANTI 1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08). Oggetto: attività di noleggio

Dettagli

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008 Formazione del personale Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro DATORE DI LAVORO Soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore, responsabile della organizzazione o dell unità produttiva in

Dettagli

OGGETTO: ALLESTIMENTO DEL SALONE CORSI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA D.U.V.R.I.

OGGETTO: ALLESTIMENTO DEL SALONE CORSI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA D.U.V.R.I. OGGETTO: ALLESTIMENTO DEL SALONE CORSI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26, comma 3, del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.)

Dettagli

DUVRI. Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze

DUVRI. Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze Legge 3 agosto 2007, n. 123 : Misure in tema di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro e delega al Governo per il riassetto e la

Dettagli

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Da tenere in cantiere ai sensi del D. Lgs. 81/08 1. Documentazione Generale 01 02 Cartello informativo di cantiere Notifica Preliminare

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE. AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Provincia di Genova

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE. AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Provincia di Genova COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Provincia di Genova Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 Oggetto dell appalto:

Dettagli

AZIENDA COMMITTENTE. ACI Ufficio Provinciale di. Datore di lavoro. Indirizzo CAP CITTA telefono fax DESCRIZIONE DELL ATTIVITA OGGETTO DEL CONTRATTO:

AZIENDA COMMITTENTE. ACI Ufficio Provinciale di. Datore di lavoro. Indirizzo CAP CITTA telefono fax DESCRIZIONE DELL ATTIVITA OGGETTO DEL CONTRATTO: Informazione sui rischi presenti nell ambiente di lavoro Misure da adottare per eliminare/ridurre al minimo i rischi di interferenze (art. 26 del D. Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 e succ. m. i.) Pagina 1/9 Premessa

Dettagli

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Cosa deve fare il Dirigente Scolastico (misure generali di tutela, art 15) Individuare

Dettagli

FORMAZIONE GENERALE. Ai sensi dell art. 36/37 D.Lgs 81/08 e s.m.i

FORMAZIONE GENERALE. Ai sensi dell art. 36/37 D.Lgs 81/08 e s.m.i FORMAZIONE GENERALE Ai sensi dell art. 36/37 D.Lgs 81/08 e s.m.i Indice 1. PREMESSA... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. VALUTAZIONE DEI RISCHI (ART. 28)... 2 4. I SOGGETTI DELLA PREVENZIONE IN AZIENDA...

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO ALLEGATO D DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO CONTRATTO. DATORE DI LAVORO COMMITTENTE : MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA

Dettagli

COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO SERVIZI EDUCATIVI IN AMBITO SCOLASTICO, CENTRI ESTIVI E ASILO NIDO ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE

COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO SERVIZI EDUCATIVI IN AMBITO SCOLASTICO, CENTRI ESTIVI E ASILO NIDO ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO SERVIZI EDUCATIVI IN AMBITO SCOLASTICO, CENTRI ESTIVI E ASILO NIDO ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.)

Dettagli

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * *

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * * COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * * Allegato 9 Documento unico di valutazione dei rischi derivanti da attività affidate ad imprese appaltatrici o a lavoratori autonomi, ai sensi del D.Lgs. 81/2008

Dettagli

CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE

CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE 1 CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE DATORE DI LAVORO AZIENDA APPALTANTE: FLORA EMILIA BOMBEN RSPP: LINO ROSSET DATA DOCUMENTO: GIUGNO 2012 2 ANAGRAFICA AZIENDA

Dettagli

Azienda Committente: COMUNE DI SALERNO SERVIZIO MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE.

Azienda Committente: COMUNE DI SALERNO SERVIZIO MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE. DUVRII ((Documentto Uniico Valluttaziione Riischii IIntterfferenza)) Azienda Committente: COMUNE DI SALERNO SERVIZIO MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE. Oggetto lavori: INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26, co.3-ter

Dettagli

Valutazione dei rischi in cantiere: il P.O.S.

Valutazione dei rischi in cantiere: il P.O.S. Valutazione dei rischi in cantiere: il P.O.S. Carmine Del Basso Tecnico della Prevenzione S.Pre.S.A.L. Cosa dice la norma La valutazione dei rischi Il Datore di Lavoro valuta tutti i rischi: per la sicurezza

Dettagli

ALLEGATO N 3 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.)

ALLEGATO N 3 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) ALLEGATO N 3 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) (ART 26 DEL D.Lgs 81/08) Data:Aprile 2014 Il Documento è composto di n 13 pagine - pag.1 di pagine 13 1. Premessa Il

Dettagli

Area Servizi ai Cittadini Ufficio Pubblica Istruzione Via A. da Brescia, 2 25034 Orzinuovi

Area Servizi ai Cittadini Ufficio Pubblica Istruzione Via A. da Brescia, 2 25034 Orzinuovi Allegato n. 1A Area Servizi ai Cittadini Ufficio Pubblica Istruzione Via A. da Brescia, 2 25034 Orzinuovi INDIVIDUZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (Artt. 26 comma 3, 5 D.

Dettagli

ALLEGATO B DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

ALLEGATO B DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA ALLEGATO B DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA 1 PREMESSA Secondo l art.26 Dlgs 81/08 comma 3 e s.m.i., il datore di lavoro committente promuove la cooperazione e il coordinamento

Dettagli

A.O. Ospedale San Carlo Borromeo

A.O. Ospedale San Carlo Borromeo Pre -Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenze Servizio di Prevenzione e Protezione Servizio di assistenza infermieristica, tecnica di supporto e dei servizi alberghieri c/o le comunità riabilitative

Dettagli

Bando di gara pubblicato sulla GUCE/S 23-033365-2009-IT del 4.02.2009 e sulla GURI V Serie Speciale n.16 del 6.02.2009. 1 di 9

Bando di gara pubblicato sulla GUCE/S 23-033365-2009-IT del 4.02.2009 e sulla GURI V Serie Speciale n.16 del 6.02.2009. 1 di 9 (art. 7, c. 3, del D. Lgs 626/94, come modificato dall art. 3, c. 1, lett. a della L. 123/07) Regione Calabria riferito alla Gara a procedura aperta per. Bando di gara pubblicato sulla GUCE/S 23-033365-2009-IT

Dettagli

ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08)

ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08) ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08) Appalto per RISTORAZIONE SCOLASTICA COMMITTENTE COMUNE DI CREAZZO DITTA APPALTATRICE

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE COMUNALE E DEGLI EDIFICI DI PERTINENZA COMUNALE

SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE COMUNALE E DEGLI EDIFICI DI PERTINENZA COMUNALE Pag. 1 SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE COMUNALE E DEGLI EDIFICI DI PERTINENZA COMUNALE DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26, comma 3, D.Lgs. n. 81/20008) 1. PREMESSA Il presente

Dettagli

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O 1 di 5 S O M M A R I O 1 OBBLIGHI DITTA AGGIUDICATARIA... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 OBBLIGHI IN FASE DI GARA... 2 1.3 OBBLIGHI DOPO L AGGIUDICAZIONE... 3 2 RISCHI INTERFERENTI... 4 3 FORMAZIONE OBBLIGATORIA...

Dettagli

manutenzione per l infrastruttura del Sistema Informativo del Casellario Giudiziale (SIC)

manutenzione per l infrastruttura del Sistema Informativo del Casellario Giudiziale (SIC) manutenzione per l infrastruttura del Sistema Informativo del Casellario Giudiziale (SIC) ALLEGATO 9 DOCUMENTO RICOGNITIVO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI STANDARD DA INTERFERENZE EX Art. 26 COMMA 3-TER D.Lgs.

Dettagli

COMUNE DI VOLTURINO PROVINCIA DI FOGGIA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNALE.

COMUNE DI VOLTURINO PROVINCIA DI FOGGIA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNALE. COMUNE DI VOLTURINO PROVINCIA DI FOGGIA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNALE. DUVRI Art. 26, comma 4, D.Lgs. 81/08 Committente: Comune di Volturino SPECIFICHE

Dettagli

COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI BAREGGIO PROVINCIA DI MILANO SERVIZIO DI PULIZIA PALESTRE DELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE, AUDITORIUM, CENTRO POLIFUNZIONALE, CENTRO ANZIANI E AULA CONSILIARE ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Dlgs N 81 del 9 aprile 2008

Dlgs N 81 del 9 aprile 2008 Dlgs N 81 del 9 aprile 2008 Definizioni -Datore di Lavoro: il titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore. Ha la responsabilità dell organizzazione o dell unità produttiva in quanto esercita i poteri

Dettagli

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI Azienda committente Ubaldo Campagnola di Avio A.P.S.P. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Appalto/Contratto d opera Servizio

Dettagli

LE NUOVE SANZIONI. D. Lgs. 81/08 coordinato con il D. Lgs. 106/09

LE NUOVE SANZIONI. D. Lgs. 81/08 coordinato con il D. Lgs. 106/09 LE NUOVE SANZIONI D. Lgs. 81/08 coordinato con il D. Lgs. 106/09 Obblighi e sanzioni per i Datori di Lavoro Art. 17 Obblighi del Datore di Lavoro non delegabili Datore di Lavoro a) la valutazione di tutti

Dettagli

I Soggetti della prevenzione in azienda: compiti, obblighi, responsabilità

I Soggetti della prevenzione in azienda: compiti, obblighi, responsabilità I Soggetti della prevenzione in azienda: compiti, obblighi, responsabilità Perché e come implementare un SGSL nei luoghi di lavoro Seminario del 10 marzo 2010 1 COMPITI DEL D.d.L. E DEL DIRIGENTE (art.18,

Dettagli

COMUNE DI VANZAGO Provincia di Milano APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PRE E POST SCUOLA E CENTRO DIURNO ESTIVO (CRE)

COMUNE DI VANZAGO Provincia di Milano APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PRE E POST SCUOLA E CENTRO DIURNO ESTIVO (CRE) COMUNE DI VANZAGO Provincia di Milano APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PRE E POST SCUOLA E CENTRO DIURNO ESTIVO (CRE) D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26

Dettagli

CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO QUESITO RISCONTRO* Documentazione di P N NA riscontro 1. ANALISI INIZIALE Il DVR /autocertificazione e gli allegati

Dettagli

VADEMECUM PER DATORI DI LAVORO. Compendio ragionato in materia di salute e sicurezza sul lavoro Con l esclusione del titolo IV

VADEMECUM PER DATORI DI LAVORO. Compendio ragionato in materia di salute e sicurezza sul lavoro Con l esclusione del titolo IV VADEMECUM PER DATORI DI LAVORO Compendio ragionato in materia di salute e sicurezza sul lavoro Con l esclusione del titolo IV D.Lgs 81/08 e s.m. e integrazioni Il decreto ha lo scopo di riorganizzare la

Dettagli

Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenza Parte I (Applicazione dell art. 26 del D.Lgs.81/08)

Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenza Parte I (Applicazione dell art. 26 del D.Lgs.81/08) Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenza Parte I (Applicazione dell art. 26 del D.Lgs.81/08) 1. Premessa Il presente documento di valutazione contiene le principali informazioni/prescrizioni

Dettagli

RACCOGLITORE DELLA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA DA CONSERVARE IN CANTIERE

RACCOGLITORE DELLA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA DA CONSERVARE IN CANTIERE RACCOGLITORE DELLA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA DA CONSERVARE IN CANTIERE DITTA RECAPITI TELEFONICI PREPOSTO DI CANTIERE LAVORATORI DELL'IMPRESA PRESENTI IN CANTIERE: DOCUMENTAZIONI CONTRATTUALI CONTRATTO

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (art.26 D.Lgs. 81/2008)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (art.26 D.Lgs. 81/2008) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (art.26 D.Lgs. 81/2008) FORNITURA DI N 1 TURBO COMPRESSORE PER EROGAZIONE ARIA A VASCHE DI OSSIDAZIONE PRESSO IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI CAORLE VIA

Dettagli

BANDO PUBBLICO CIG: ZC005578E8 CUP: E49E10005480009 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

BANDO PUBBLICO CIG: ZC005578E8 CUP: E49E10005480009 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE BANDO PUBBLICO CONTENENTE LE NORME PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER GLI UFFICI DEL GAL SULCIS IGLESIENTE CAPOTERRA E CAMPIDANO DI CAGLIARI MISURA 431 DEL PSR SARDEGNA 2007-2013 CIG: ZC005578E8

Dettagli

DOCUMENTO PER LA COOPERAZIONE E COORDINAMENTO E DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO PER LA COOPERAZIONE E COORDINAMENTO E DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DOCUMENTO PER LA COOPERAZIONE E COORDINAMENTO E DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (Ex articolo 26 Decreto legislativo 9/4/2008, n. 81) ALLEGATO GARA INFORMALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE

Dettagli

Battaglioni Stefano Via G. Oberdan n. 5 62029 Tolentino (MC) Tel/Fax 0733-966311

Battaglioni Stefano Via G. Oberdan n. 5 62029 Tolentino (MC) Tel/Fax 0733-966311 STUDIO DI CONSULENZA LEGALE AZIENDALE E TRIBUTARIA STEFANO BATTAGLIONI Commercialista - Albo nr.139 MC Revisore Contabile Economista d Impresa Consulente Tecnico del Giudice Battaglioni Stefano Via G.

Dettagli

D.U.V.R.I. Sfalci e manutenzioni in varie zone cittadine

D.U.V.R.I. Sfalci e manutenzioni in varie zone cittadine COMUNE DI VIAREGGIO Provincia di Lucca UTC D.U.V.R.I. Sfalci e manutenzioni in varie zone cittadine DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE (art. 26 comma 3 del

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) (ART. 26 DEL D.LGS 81/2008) 1. PREMESSA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione in Agricoltura - Viale Carlo Levi n. 6/i - Matera DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/08) Gara per la fornitura

Dettagli

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma)

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LE SCUOLE PUBBLICHE DELL INFANZIA, ELEMENTARI E MEDIE NEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n.

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. SCHEDA n. 5 Le figure costitutive della sicurezza 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94 Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. 626/94 Il D. Lgs. del 19-9-94 n. 626 recepisce direttive comunitarie

Dettagli

PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE

PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI PRESCRIZIONI LEGISLATIVE IL DATORE DI LAVORO OBBLIGHI FONDAMENTALI DEL DATORE DI LAVORO: effettuare la valutazione dei rischi, redigere

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA COMUNE DI SIENA Allegato B DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA (ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.lgs 81/2008)

Dettagli

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00 PROCEDURA, IN ECONOMIA, PER LA SOTTOSCRIZIONE DI ACCORDI QUADRO PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA ALLE ATTIVITÁ DI VIGILANZA DELL UFFICIO METROLOGIA LEGALE DELLA CCIAA DI VERONA Lotto 1: CIG

Dettagli

Marta Dalla Vecchia - Sezione di Padova. LEGGE 123/07 MODIFICA: l art. 7 D.Lgs.. 626/94 l art. 86 del D.Lgs 163/06 PROCEDURA APPLICATIVA

Marta Dalla Vecchia - Sezione di Padova. LEGGE 123/07 MODIFICA: l art. 7 D.Lgs.. 626/94 l art. 86 del D.Lgs 163/06 PROCEDURA APPLICATIVA LEGGE 123/07 MODIFICA: l art. 7 D.Lgs.. 626/94 l art. 86 del D.Lgs 163/06 PROCEDURA APPLICATIVA CAMPO DI APPLICAZIONE ART. 7 DECRETO LEGISLATIVO 19 SETTEMBRE 1994 n. 626 Affidamento di lavori ad imprese

Dettagli

Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale. della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro

Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale. della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro Una premessa TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro È in vigore dal 15 maggio 2008, il nuovo Testo

Dettagli

quanto soggetto titolare del che ha la responsabilità dell impresa o dell unità produttiva con poteri È necessario che il RLS abbia chiaro chi sono i

quanto soggetto titolare del che ha la responsabilità dell impresa o dell unità produttiva con poteri È necessario che il RLS abbia chiaro chi sono i CONOSCERE E PREVENIRE per lavorare SENZA pericoli Modulo Formativo per RLS I SOGGETTI della PREVENZIONE e le RELAZIONI ultimo aggiornamento - ottobre 2008 Chi sono i SOGGETTI della prevenzione in azienda?

Dettagli

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO E PROVINCIA la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili MODELLI PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI, PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA E

Dettagli

DOCUMENTO RICOGNITIVO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI STANDARD DA INTERFERENZE EX Art. 26 COMMA 3-TER D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

DOCUMENTO RICOGNITIVO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI STANDARD DA INTERFERENZE EX Art. 26 COMMA 3-TER D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. MINISTERO DELLA GIUSTIZIA D.G.S.I.A. ALLEGATO 10 DOCUMENTO RICOGNITIVO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI STANDARD DA INTERFERENZE EX Art. 26 COMMA 3-TER D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. 1 PREMESSA... 3 2 DEFINIZIONI...

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI SPECIFICI DEL LUOGO DI LAVORO E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (L.123/07 - art. 26 del D.Lgs. 81/08) STAZIONE APPALTANTE:

Dettagli

Systema Consulting Srl

Systema Consulting Srl Corso di Formazione RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) valido ai sensi del com. 11, art. 37 del D.Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 ed all art. 2 del D.M. 16/01/97 SEDE DEL CORSO: Via C.A.

Dettagli

RSPP - CARATTERISTICHE

RSPP - CARATTERISTICHE RSPP - CARATTERISTICHE Figura obbligatoria Consulente del Datore di Lavoro La designazione deve essere scritta ed accettata Deve aver frequentato corsi di formazione professionale specifici per il macro-settore

Dettagli

Documento unico di valutazione dei rischi interferenti (ai sensi dell'articolo 26, decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81)

Documento unico di valutazione dei rischi interferenti (ai sensi dell'articolo 26, decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81) Direzione Regionale del Veneto Settore Gestione Risorse Ufficio Risorse Materiali Documento unico di valutazione dei rischi interferenti (ai sensi dell'articolo 26, decreto legislativo 9 aprile 2008, n.

Dettagli

BUONE PRATICHE PER UNO SPORT SICURO E CONSAPEVOLE

BUONE PRATICHE PER UNO SPORT SICURO E CONSAPEVOLE BUONE PRATICHE PER UNO SPORT SICURO E CONSAPEVOLE LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEGLI IMPIANTI SPORTIVI Bologna, 28 marzo 2015 LA GESTIONE DELLA SICUREZZA ALL INTERNO DI UN IMPIANTO SPORTIVO Gestione della

Dettagli

Datore di lavoro e il dirigente

Datore di lavoro e il dirigente Datore di lavoro e il dirigente Mancata effettuazione della Valutazione dei rischi (VDR) e adozione del documento in collaborazione con l RSPP e il MC Mancata nomina del RSPP (anche se svolto direttamente)

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INTEGRATI DI PORTINERIA, PULIZIA E TAGLIO ERBA PRESSO LA STAZIONE RADIOASTRONOMICA DI NOTO DELL INAF - ISTITUTO DI RADIOASTRONOMIA Codice CIG: 45294604A2

Dettagli

DOCUMENTO RICOGNITIVO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

DOCUMENTO RICOGNITIVO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA U.L.S.S. n. 7 UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA Sede : Via Lubin 16, - 31053 PIEVE DI SOLIGO - Telefono (0438) 663931 Codice Fiscale - P. IVA 00896790268 UNI EN ISO 9001:2000 certificato n 13724/05/S DOCUMENTO

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MOD. OT/20

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MOD. OT/20 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MOD. OT/20 Domanda di riduzione del tasso medio di tariffa ai sensi dell art. 20 delle Modalità di Applicazione delle Tariffe dei Premi (D.M. 12.12.2000) nei primi due anni

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26, c. 3, del D. Lgs. 81/08)

SCHEMA DI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26, c. 3, del D. Lgs. 81/08) ALLEGATO B) SERVIZIO AMMINISTRAZIONE POLITICHE PER IL LAVORO Area Lavoro e Solidarietà Sociale Servizio Amministrazione Politiche per il Lavoro *** SERVIZIO REALIZZAZIONE DI MATERIALE INFORMATIVO E DIVULGATIVO

Dettagli

10040 - Provincia di TORINO. Ufficio del Responsabile dei lavori Pubblici, Manutenzioni e Patrimonio e-mail roberto.racca@comune.volvera.to.

10040 - Provincia di TORINO. Ufficio del Responsabile dei lavori Pubblici, Manutenzioni e Patrimonio e-mail roberto.racca@comune.volvera.to. Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze, derivanti da attività affidate ad imprese appaltatrici o a lavoratori autonomi, ai sensi del D.Lgs. 81/08 art. 26 comma 3. Servizio di sgombero

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) NEL TESTO UNICO SULLA SICUREZZA ADEMPIMENTI E RESPONSABILITA isp. arch. Valeria

Dettagli

DUVRI- Procedura di Sicurezza PS 1-2015 Affidamento di opere ed appalti. Comune di Bricherasio

DUVRI- Procedura di Sicurezza PS 1-2015 Affidamento di opere ed appalti. Comune di Bricherasio 2015 DUVRI- Procedura di Sicurezza PS 1-2015 Affidamento di opere ed appalti Comune di Bricherasio Sommario INTRODUZIONE... 3 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 RESPONSABILITÀ... 3 ATTIVITÀ DI COMPETENZA DEL

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (Art. 26, comma 3 Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81) SERVIZI DI ASSISTENZA EDUCATIVA SCOLASTICA AI SOGGETTI DIVERSAMENTE ABILI DEL TERRITORIO

Dettagli

DOCUMENTO STANDARD DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA M.I.U.R. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

DOCUMENTO STANDARD DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA M.I.U.R. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA APPALTO PER LO SVILUPPO E GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DOCUMENTO STANDARD DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (DVRI STANDARD) (AI

Dettagli

SERVIZIO IGIENE URBANA Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza

SERVIZIO IGIENE URBANA Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza Considerazioni generali: Il presente documento viene redatto in ottemperanza alle disposizioni dell art. 26 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.., secondo cui le stazioni appaltanti sono tenute a redigere il presente

Dettagli