STRUTTURA E DIMENSIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRUTTURA E DIMENSIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE."

Transcript

1 PROVINCIA DI POTENZA Settore Patrimonio Costituzione del Servizio di Prevenzione e Protezione nella Provincia di Potenza - SVOLGIMENTO DEI COMPITI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D. LGS. N 81 DEL 9 APRILE 2008 Progetto del servizio L appalto ha per oggetto la costituzione del Servizio di Prevenzione e Protezione come servizio esterno, a mezzo dell assunzione da parte del soggetto appaltatore sia dell incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), per la durata di tre anni, sia degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP), limitatamente alla durata di un anno, tempo necessario per la formazione di un numero adeguato di ASPP dipendenti dell Amministrazione, in conformità all art. 32 del D.Lgs. n. 81/2008. Tale struttura esterna avrà il compito di supportare adeguatamente i Datori di Lavoro nei compiti che questi devono assolvere per legge, al fine di assicurare adeguati livelli di sicurezza e di prevenzione enzione sui luoghi di lavoro dell Ente (elencati nell allegato A del Capitolato d Oneri). Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dovrà organizzare, ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dal D.Lgs n. 81/2008, il Servizio di Prevenzione e Protezione dai luoghi di lavoro della Provincia di Potenza, e dovrà fornire tutte le necessarie prestazioni stabilite a suo carico dal D.Lgs. n. 81/2008 per tutti i Settori dell Ente. STRUTTURA E DIMENSIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE. Appare molto difficile fornire indicazioni univoche e ben motivate per la struttura e dimensione degli SPP, in quanto troppe sono le variabili che influenzano questi due parametri. Infatti, come è difficile, per non dire impossibile, suggerire in linea generale una dimensione quantitativa che potrebbe essere puntualmente però motivata almeno in riferimento alla tipologia produttiva (settori o comparti) e alle dimensioni aziendali, ugualmente e quanto mai difficile fornire indicazioni strutturali sul SPP valide in via generale, scollegate dalla scelta del contesto organizzativo dei Settori della Provincia da dover servire. Le competenze e le capacità necessarie, nonché il numero degli addetti al Servizio RSPP, dipende da molti fattori quali: 1. I Settori in cui è articolata l Amministrazione Provinciale, quale generico indicatore delle numerosità e complessità dei problemi da affrontare; 2. il numero di lavoratori addetti, le dimensioni aziendali, l eventuale articolazione su più sedi distinte, quali valori quantitativi su cui plasmare il SPP;

2 3. il divario da colmare tra ciò che è già stato fatto (strutture, cultura, organizzazione) per la Prevenzione e ciò che è previsto dalla complessiva normativa vigente; un grande divario comporta la necessità di consistenti investimenti e tra questi anche il personale tecnico specializzato per finalità di prevenzione; 4. le caratteristiche di gravità ed estensione del profilo di rischio dell Amministrazione Provinciale; 5. l inesistenza e/o inconsistenza di esperti interni monotematici qualificati. Un ultima considerazione riguarda la collocazione del SPP nell architettura dell organigramma e funzionigramma aziendale: date le sue funzioni e caratteristiche, la collocazione che appare più opportuna è in posizione di staff rispetto al datore di lavoro o, comunque, alle più altre gerarchie dell Amministrazione, in modo da dare a questa struttura, che per i suoi compiti essenzialmente consulenziali, per il suo ruolo di staff e non di line (quindi di scarso peso gerarchico), forte dell autorevolezza tecnico-scientifica del suo responsabile (o dei suoi collaboratori) una forza riflessa che le deriva dall essere in staff ( e quindi in forma di rapporto privilegiato, almeno in termini di relazioni e comunicazioni) con le più alte gerarchie dell Amministrazione. PRESTAZIONI E DURATA DEL SERVIZIO Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dovrà organizzare, ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dal D.Lgs. n. 81/2008, il Servizio di Prevenzione Protezione dai rischi sui luoghi di lavoro della Provincia di Potenza, e dovrà fornire tutte le necessarie prestazioni stabilite a suo carico nel presente capitolato e dal D.Lgs. n. 81/2008. Nel periodo di svolgimento dell incarico, il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), dovrà affiancare tutti i Dirigenti e/o i Responsabili dei Procedimenti, per la redazione dei DUVRI, relativi agli appalti servizi e forniture in corso o da pubblicare nel periodo di riferimento. Il Servizio di Prevenzione e protezione, che prevede una durata complessiva di 36 mesi, dovrà effettuare le prestazioni così come di seguito riportato: Entro il primo semestre di attività: - Sopralluoghi nei luoghi di lavoro nel numero necessario per l individuazione dei fattori di rischio; - Valutazione dei rischi di cui all art. 17, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n. 81/2008 ed individuazione delle misure di prevenzione e protezione secondo le modalità contenute nell art. 28 del suddetto decreto; - Elaborazione, in collaborazione con i Datori di Lavoro, il Medico Competente ed i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, dei documenti di cui all art. 17, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n. 81/2008 in tutte le parti previste nell art. 28, comma 2 del D.Lgs. n. 81/2008, previo sopralluoghi da effettuarsi con il Medico Competente nei luoghi di lavoro;

3 - Valutazione dei rischi derivanti da esposizione ad agenti fisici, quali rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici e radiazioni ottiche, ai sensi dell art. 181 del D.Lgs. n. 81/2008 con misurazione e calcolo dei livelli di esposizione, qualora l entità dei rischi valutati lo preveda, con conseguente predisposizione dei relativi documenti per ogni attività significativa svolta dai Settori dell Ente; - Valutazione dei rischi ai sensi dell art. 11 del D.Lgs. n. 151/2001 (Tutela e sostegno della maternità e della paternità); - Elaborazione dei DUVRI (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza) ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 per i contratti di appalto, d opera e somministrazione in essere; - Valutazione del rischi di incendio esistente in ciascun locale in cui operano i dipendenti della Provincia di Potenza (D.M. 10/03/1998); - Assistenza nelle procedure di nomina delle figure previste dal disposto normativo e nella predisposizione delle eventuali comunicazioni agli organi di controllo; - Riunioni periodiche in materia di prevenzione e protezione di cui all art. 35 del D.Lgs. n. 81/2008 e redazione dei relativi verbali; - Informazione ai lavoratori secondo quanto previsto dall art. 36 del D.Lgs. n. 81/2008; - Organizzazione dell attività di informazione ai lavoratori secondo quanto previsto dall art. 36 del D.Lgs. n. 81/2008, con spese a carico dell Ente per opuscoli e materiale informativo; - Redazione dei verbali relativi a sopralluoghi, agli incontri di informazione e formazione, alle riunioni connesse all attuazione della sicurezza, agli incidenti o eventi che costituiscono motivi di interesse nell ambito della prevenzione e protezione dei lavoratori; - Effettuazione, a spese del soggetto appaltatore, di corsi di formazione, per un numero adeguato di Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) dipendenti della Provincia di Potenza, affinché possano, a partire dal secondo anno, svolgere le funzioni connesse al ruolo di ASPP. Entro il 2 semestre di attività: - Elaborazione di piani di lotta antincendio e gestione dell emergenza comprensivi della organizzazione delle risorse umane e materiali necessarie per ciascun locale oggetto della valutazione del rischio di incendio e rielaborazione, con l indicazione delle vie di fuga, delle planimetrie che dovranno essere fornite dall Ente su supporto informatico; - Collaborazione e consulenza per la predisposizione della documentazione relativa agli adempimenti normativi su macchine, attrezzature, impianti;

4 - Proposta di programmi di formazione secondo quanto previsto dall art. 37 del D.Lgs. n. 81/2008; - Effettuazione, a spese dell aggiudicatario, di corsi di formazione per: 1. Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza; 2. Componenti delle squadre di emergenza e prevenzione incendi (secondo i contenuti del D.M. 10/03/1998). - Assistenza nei rapporti con sindacati, organi di controllo e di vigilanza e partecipazione alle ispezioni; - Proposta (dove necessario) di programmi di monitoraggio e analisi relativi all igiene ambientale e all ecologia; - Proposta (dove necessario) di studi specialistici per la valutazione dei rischi particolari ad integrazione della valutazione generale, con individuazione e coordinamento delle figure professionali necessarie. - Consulenza generale a supporto dei datori di lavoro e costante aggiornamento normativo in materia di sicurezza. - Valutazione dei rischi ai sensi dell art. 11 del D.Lgs. n. 151/2001 (Tutela e sostegno della maternità e della paternità); - Aggiornamenti del documento nei casi previsti dalla legge, e in ogni caso almeno ogni tre anni. Entro il 2 anno di attività: - Sopralluoghi a cadenza semestrale finalizzati alla verifica e all aggiornamento del documento di valutazione dei rischi; - Redazione del piano di adeguamento della segnaletica di sicurezza; - Redazione del piano di riorganizzazione dei posti e dei luoghi di lavoro; - Redazione del piano per l approvvigionamento, l utilizzo e la consegna dei D.P.I.; - Piano generale per la gestione delle attività di coordinamento tra il servizio di prevenzione e protezione dell Ente ed i responsabili del servizio delle ditte appaltatrici o di latri soggetti terzi fornitori dell Ente. Entro il 3 anno di attività: - Sopralluoghi a cadenza semestrale finalizzati alla verifica e all aggiornamento del documento di valutazione dei rischi; - Revisione ed aggiornamento di tutto quanto previsto per i primi due anni di attività; - Piano delle manutenzioni ordinarie e straordinarie inerenti la sicurezza.

5 QUADRO ECONOMICO - Alla luce delle suesposte attività, il costo per lo svolgimento dei compiti propri del Servizio di Prevenzione e Protezione, previsti dall art. 33 del D.Lgs. n. 81/2008, si quantifica, per mesi 36, in ,00 così ripartiti: ,00 per il primo anno di attività; ,00 per il secondo anno di attività; ,00 per il terzo anno di attività. - La spesa ordinaria per le attività di RSPP ed ASPP è determinata in ,00 per ogni anno. La spesa copre tutte le funzioni per lo svolgimento dell incarico di RSPP, a prescindere dal numero di ore effettivamente svolto nel servizio di che trattasi, comprende oneri e costi per trasferimenti negli ambienti di lavoro, ovunque ubicati sul territorio provinciale, rilevazioni, misurazioni, aggiornamento dei Piani, compensi per le funzioni di ASPP nel numero indicato dal concorrente in sede di gara e, comunque, non inferiore alle due unità. - La spesa straordinaria di ,00, prevista per il primo anno di attività, trova la sua giustificazione nella necessità di prevedere, per implementare il modello organizzativo, ulteriori adempimenti in aggiunta ai normali compiti del Servizio e, nello specifico: 1. Effettuazione dei necessari sopralluoghi in oltre 30 luoghi di lavoro presenti su tutto il territorio provinciale, aggiornamento e rielaborazione per ogni luogo di lavoro delle planimetrie fornite dall ente su supporto informatico indicando le vie di fuga, i presidi antincendio e le informazioni di emergenza, prima stesura, per ogni luogo di lavoro, dei previsti Documenti di Valutazione dei Rischi di cui all art. 17 del D.Lgs. n. 81/2008, comprensivo anche di Valutazione del Rischio Incendio e di Piano di Emergenza con procedure di Evacuazione (costo medio per ogni piano 1.000,00) : nr. 30x1.000,00 = ,00 2. Valutazione dei rischi derivanti da esposizione ad agenti fisici, quali rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici e radiazioni ottiche, ai sensi dell art. 181 del citato decreto, con misurazione calcolo dei livelli di esposizione e con conseguente predisposizione dei relativi documenti (costo medio per rilievo 400,00): nr. 10x400,00 = 4.000,00 3. Elaborazione, ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008, dei c.d. DUVRI (Documento Unico per i Rischi da Interferenza) in caso di contratti di appalto, d opera o di somministrazione in essere o futuri (costo medio DUVRI 150,00) nr. 30x 150,00 = 4.500,00 4. Effettuazione dei corsi di formazione per RLS (n. 3 RLS, costo medio corso 500,00) ed addetti alle emergenze antincendio (oltre 100 unità): costo medio richiesto VV.FF. per n. 25 unità: 2.500,00) :nr. 3 x 500,00 = 1.500,00 (Corso di Formazione RLS); nr. 4 x 2.500,00 = ,00 (Corso di Formazione per Addetti Antincendio, in n. 25 addetti per ogni corso). Totale attività extra: ,00 (cinquantamila) Il Dirigente F.to Ing. Francesco FORTUNATO

Prot. n. 5059 San Marzano di San Giuseppe, 01/12/2012.

Prot. n. 5059 San Marzano di San Giuseppe, 01/12/2012. Istituto Comprensivo Statale A.Casalini Via Lazio 3 74020 S.Marzano di S.G. (TA) TEL. 099/9574163 FAX:099/9571309 C.F.: 90121500731 Email:taic822009@istruzione.it Cod. mecc. TAIC822009 Sito internet: www.scuolacasalini.it

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO D) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ESTERNO DI SUPPORTO AL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE E PROTEZIONE NEL LUOGO DI LAVORO PER IL TRIENNIO 2011/2013. ART. 1 OGGETTO

Dettagli

1. Nomina delle figure preposte alla sicurezza e gli addetti all emergenza (figure sensibili)

1. Nomina delle figure preposte alla sicurezza e gli addetti all emergenza (figure sensibili) SiRVeSS LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA a cura del gruppo di lavoro Gestione della sicurezza del SiRVeSS (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa) Il Dirigente

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA. (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa)

LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA. (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa) SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole RETE DI SCUOLE E AGENZIE PER LA SICUREZZA della Provincia di Firenze LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA

Dettagli

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie Meccanica, meccatronica ed energia Biotecnologie Ambientali

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie Meccanica, meccatronica ed energia Biotecnologie Ambientali Napoli, li 23 settembre 2015 Prot. n 5386 Tit. A/11 All Albo scolastico dell Istituto Tecnico Settore Tecnologico Url: http://www.itimariecurie.gov.it/ Avviso pubblico di selezione per conferimento incarico

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

Prot.6223 /C14 Cava de Tirreni, 3/11/2014 IL DIRIGENTE

Prot.6223 /C14 Cava de Tirreni, 3/11/2014 IL DIRIGENTE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DE FILIPPIS - GALDI Liceo Classico - Liceo Linguistico - Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane opzione Economico Sociale Via Filangieri - 84013 CAVA DE TIRRENI (

Dettagli

1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08).

1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08). ALLEGATO 4 al Capitolato DISCIPLINARE SICUREZZA STAMPANTI 1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08). Oggetto: attività di noleggio

Dettagli

RSPP - CARATTERISTICHE

RSPP - CARATTERISTICHE RSPP - CARATTERISTICHE Figura obbligatoria Consulente del Datore di Lavoro La designazione deve essere scritta ed accettata Deve aver frequentato corsi di formazione professionale specifici per il macro-settore

Dettagli

Servizi offerti. Sicurezza e Ambiente di lavoro - D.Lgs. 81/2008 e s.m.i

Servizi offerti. Sicurezza e Ambiente di lavoro - D.Lgs. 81/2008 e s.m.i Obiettivo della Riccardi è di fornire supporto a tutte le realtà professionali nell assolvimento delle problematiche tecnico/legislative in ambito di igiene del lavoro, sicurezza dei lavoratori e sicurezza

Dettagli

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Cosa deve fare il Dirigente Scolastico (misure generali di tutela, art 15) Individuare

Dettagli

Prot. n. 5276/C14 Prata di Pordenone, 17 novembre 2014

Prot. n. 5276/C14 Prata di Pordenone, 17 novembre 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO FEDERICO DA PRATA Prata di Pordenone Scuole Primaria e Secondaria di 1 grado Codice fiscale 80007050935 Direzione: Via Martiri della Libertà 32-33080 PRATA DI PORDENONE N. tel.0434/425211

Dettagli

Prot. 3 6 4 1 / A 6 Lecco, 24 luglio 2015. All Albo dell Istituto. Sede. A tutti gli interessati. Al Sito web dell Istituto AVVISO PUBBLICO

Prot. 3 6 4 1 / A 6 Lecco, 24 luglio 2015. All Albo dell Istituto. Sede. A tutti gli interessati. Al Sito web dell Istituto AVVISO PUBBLICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Istituto Superiore Lorenzo Rota di Calolziocorte Liceo Scientifico Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Liceo delle Scienze Umane Amministrazione,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE P. HENSEMBERGER Prot. N. 5338/C14 GARA AD INVITO SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE (ex art.17, comma 1, lettera b, D. Lgs. 9.4.2008, n 81 e smi) NONCHÉ ESPLETAMENTO

Dettagli

Prot. n 6586/A35 Augusta lì, 27/08/2013 BANDO RECLUTAMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n 6586/A35 Augusta lì, 27/08/2013 BANDO RECLUTAMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SALVATORE TODARO" 96011 AUGUSTA (SR) - Via Gramsci - 0931/993733-0931/511970

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 CIG Z7F1989B2F

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 CIG Z7F1989B2F ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N.1 31021 MOGLIANO VENETO (TV) Via Roma 84 - Tel. 041-5902898 fax 041-5903668 www.istitutocomprensivo1moglianoveneto.it Mail: TVIC87800L@istruzione.it - Mail cert. TVIC87800L@pec.istruzione.it

Dettagli

PREZZI CONVENZIONE IQS S.R.L. e FEDERFARMA SALERNO 2011

PREZZI CONVENZIONE IQS S.R.L. e FEDERFARMA SALERNO 2011 PREZZI CONVENZIONE IQS S.R.L. e FEDERFARMA SALERNO 2011 SICUREZZA SUL LAVORO DOCUMENTAZIONI OBBLIGATORIE DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO D.Lgs. 81/08 e s.m.i. COSTO DEL SERVIZIO 300,00 + I.V.A. H.A.C.C.P.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE

DIREZIONE DIDATTICA STATALE Prot. n. 611/A11 Cerignola, 26/01/2015 All ALBO ON LINE DEI SITI WEB ISTITUZIONALI A TUTTO IL PERSONALE SCOLASTICO DI QUESTA SCUOLA E DI TUTTE LE AMMINISTRAZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA A

Dettagli

VADEMECUM PER DATORI DI LAVORO. Compendio ragionato in materia di salute e sicurezza sul lavoro Con l esclusione del titolo IV

VADEMECUM PER DATORI DI LAVORO. Compendio ragionato in materia di salute e sicurezza sul lavoro Con l esclusione del titolo IV VADEMECUM PER DATORI DI LAVORO Compendio ragionato in materia di salute e sicurezza sul lavoro Con l esclusione del titolo IV D.Lgs 81/08 e s.m. e integrazioni Il decreto ha lo scopo di riorganizzare la

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI D.V.R. Capitolo 3 D.V.R. Capitolo 3 Programma per il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI CAPITOLO 3 Programma per il miglioramento nel tempo dei livelli

Dettagli

CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO QUESITO RISCONTRO* Documentazione di P N NA riscontro 1. ANALISI INIZIALE Il DVR /autocertificazione e gli allegati

Dettagli

LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO LUOGHI DI LAVORO RISCHI SPECIFICI AREE ESTERNE. ASPP Università degli Studi di Catania

LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO LUOGHI DI LAVORO RISCHI SPECIFICI AREE ESTERNE. ASPP Università degli Studi di Catania Università degli Studi di Catania Area della Prevenzione e della Sicurezza - Servizio Prevenzione e Protezione dai Rischi (SPPR) - LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Perché è importante sensibilizzare i

Dettagli

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Da tenere in cantiere ai sensi del D. Lgs. 81/08 1. Documentazione Generale 01 02 Cartello informativo di cantiere Notifica Preliminare

Dettagli

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta A cura dello Studio Commercialista Di Michele di Roma e Milano Quale documentazione occorre per essere in regola con il D.lgs. 81/08? Occorre l organigramma della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO TORTONA A FUNZIONIGRAMMA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs. 81/2008)

ISTITUTO COMPRENSIVO TORTONA A FUNZIONIGRAMMA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs. 81/2008) ISTITUTO COMPRENSIVO TORTONA A FUNZIONIGRAMMA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs. 81/2008) Ruoli Identità Funzioni Datore di lavoro (DdL) Dirigente scolastico Cfr. art.18

Dettagli

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 ALLEGATO REV DATA 19..26 IV INDICE PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE 1 INTRODUZIONE... 3 2 CLASSIFICAZIONE AZIENDA... 3 3 LUOGO DI SVOLGIMENTO

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n.1782/4.1.p Bedizzole,13/04/2016 All Albo di Istituto Al Sito WEB d Istituto Alle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado viciniori Avviso pubblico per conferimento dell incarico di Responsabile

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO RLS RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA. Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81

PROGRAMMA DEL CORSO RLS RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA. Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 PROGRAMMA DEL CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 Durata del corso Sede del corso 32 ore Ambiente e Lavoro srl Strada Gragnana 17/A 29121 Piacenza

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Servizio di Prevenzione e Protezione Via Celso Ulpiani (ex palazzo CEDAM) 70125 BARI (Italia) Tel. +39.080.5712425-6 Fax +39.080.5712427 Università degli Studi di Bari - Aldo MORO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE

Dettagli

Consorzio Universitario della Provincia di Palermo

Consorzio Universitario della Provincia di Palermo Consorzio Universitario della Provincia di Palermo SCHEMA DI DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (RSPP), AI SENSI DEL D.L.vo

Dettagli

RSPP DATORE DI LAVORO

RSPP DATORE DI LAVORO RSPP DATORE DI LAVORO RSPP RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Il corso si propone la finalità di fornire ai Datori di Lavoro le conoscenze necessarie per poter svolgere direttamente

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE ai sensi dell art. 29, comma 5 del D.Lgs. 81 del 9 aprile 2008 (Aziende che occupano fino a 10 addetti)

AUTOCERTIFICAZIONE ai sensi dell art. 29, comma 5 del D.Lgs. 81 del 9 aprile 2008 (Aziende che occupano fino a 10 addetti) AUTOCERTIFICAZIONE ai sensi dell art. 29, comma 5 del D.Lgs. 81 del 9 aprile 2008 (Aziende che occupano fino a 10 addetti) sottoscritt in qualità di (Titolare/Legale Rappresentante) della Ditta con sede

Dettagli

ALLEGATO GS1 LISTA DI CONTROLLO PER LA VALUTAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SICUREZZA

ALLEGATO GS1 LISTA DI CONTROLLO PER LA VALUTAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SICUREZZA Pag. 1 di 13 01 Emissione in allegato a procedura verifica GS 4 Maggio 2014 00 Prima emissione Luglio 2013 Revisione Motivo Data Nota: Lo sviluppo e l implementazione dell organizzazione e gestione della

Dettagli

POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO

POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO CAPITOLATO D ONERI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DEL SERVIZIO DI «GESTIONE INTEGRALE DELLA SICUREZZA NEI POSTI DI LAVORO- D.LGS. N. 81/2008 NEI LOCALI

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA I.C. VIA DEI GAROFANI Via dei Garofani snc - 20089 ROZZANO (MI) Tel. 02/8250036 Fax 02/89201598

Dettagli

ORDINE degli AVVOCATI di VENEZIA. Corso di Formazione la sicurezza degli studi professionali d. lgs. 106/2009

ORDINE degli AVVOCATI di VENEZIA. Corso di Formazione la sicurezza degli studi professionali d. lgs. 106/2009 ORDINE degli AVVOCATI di VENEZIA favorire e promuovere la gestione della Salute, Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Corso di Formazione la sicurezza degli studi professionali d. lgs. 106/2009

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. - BOZZA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. - BOZZA COMUNE DI COSSIGNANO Gara per l affidamento del servizio di mensa scolastica per la scuola dell infanzia e la scuola primaria anni scolastici 2012/2013 e 2013/2014. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Dettagli

Prot. n. 4360/C14 A23 Milano, 8 ottobre 2013 AVVISO PUBBLICO

Prot. n. 4360/C14 A23 Milano, 8 ottobre 2013 AVVISO PUBBLICO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo ILARIA ALPI Via Salerno 1-20142 Milano Tel. 02 88444696 Fax 02 88444704 e-mail uffici: MIIC8DZ008@istruzione.it posta certificata:

Dettagli

Nomina delle figure del sistema sicurezza della scuola

Nomina delle figure del sistema sicurezza della scuola Nomina delle figure del sistema sicurezza della scuola Il dirigente scolastico, nel suo ruolo di Datore di lavoro ai sensi dell art. 17, comma 1, lettera b del D.Lgs. 81/2008, è obbligato (si tratta di

Dettagli

Datore di lavoro D.Lgs. 81/2008

Datore di lavoro D.Lgs. 81/2008 FORMAZIONE OBBLIGHI SANZIONI Datore di lavoro D.Lgs. 81/2008 Mancata informazione ai lavoratori 1.315,20 a 5.699,20 Mancata formazione ai lavoratori, ai dirigenti (RSPP) e preposti, ai lavoratori addetti

Dettagli

D.U.V.R.I. ( Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze ) ( D.Lgs. art. 26 D.Lgs. 81/08)

D.U.V.R.I. ( Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze ) ( D.Lgs. art. 26 D.Lgs. 81/08) D.U.V.R.I. ( Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze ) ( D.Lgs. art. 26 D.Lgs. 81/08) Impresa appaltatrice: Appaltatore: Amministrazione Comunale di San Romano In Garfagnana Affidamento

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI ai sensi del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Azienda: I.I.S. A. GENTILESCHI DI CARRARA via: Sarteschi n. 1 città: Carrara

Dettagli

Programma di formazione, informazione e. addestramento del personale addetto

Programma di formazione, informazione e. addestramento del personale addetto Programma di formazione, informazione e addestramento del personale addetto Approvato dal Dirigente Scolastico: ing. Michele Nicastri Verificato dal RSPP: ing. Di Pietro Angelo Presa visione del RLS aziendale:

Dettagli

Normativa e organizzazione della sicurezza a scuola CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 1.2

Normativa e organizzazione della sicurezza a scuola CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 1.2 Normativa e organizzazione della sicurezza a scuola Unità didattica CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA 1.2 Obblighi in capo al DS/DL (art. 18 del D.Lgs. 81/08) Si possono così riassumere:

Dettagli

ing. Domenico Mannelli ESPERIENZA METODOLOGICA PER GESTIRE LA SICUREZZA NELLA SCUOLA

ing. Domenico Mannelli ESPERIENZA METODOLOGICA PER GESTIRE LA SICUREZZA NELLA SCUOLA ing. Domenico Mannelli ESPERIENZA METODOLOGICA PER GESTIRE LA SICUREZZA NELLA SCUOLA PRINCIPALI ADEMPIMENTI del Dirigente scolastico 1.Organizzativi 2.Tecnici 3.Procedurali 2008 2/45 Adempimenti organizzativi

Dettagli

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie La formazione dei Responsabili Fondamentale Presentazione Il percorso formativo è abilitante e rivolto ai responsabili e agli addetti del servizio Prevenzione e protezione delle aziende bancarie e finanziarie

Dettagli

Allegato A RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Allegato A RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Allegato A RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Attuale organigramma della sicurezza in ARPA Datore di Lavoro Direttore Generale - Dott. Umberto Benezzoli Medico Competente coordinatore:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D.LGS. 81/2008 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n 3899/C14 Borghetto Lodigiano, 4 ottobre 2013 Al sito Web: - Albo - Albo Pretorio AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008 Formazione del personale Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro DATORE DI LAVORO Soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore, responsabile della organizzazione o dell unità produttiva in

Dettagli

3i engineering s.r.l.

3i engineering s.r.l. Pag. 1 di 8 Spett. ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI PIAZZA PAOLO ERCOLE, 6 15023 FELIZZANO (AL) D.S. Prof.ssa Pierangela Dagna Data Alessandria 29/08/2013 Offerta N P13-633 R 0 Vs. rif.to: Vs. Prot. N.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs. 9/04/2008 n. 81 INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI, MISURE ADOTTATE

Dettagli

ing. Domenico Mannelli www.mannelli.info

ing. Domenico Mannelli www.mannelli.info ing. Domenico Mannelli www.mannelli.info DATORE DI LAVORO LAVORATORI SORVEGLIANZA SANITARIA FORMAZIONE E INFORMAZIONE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE VALUTAZIONE DEI RISCHI MEDICO COMPETENTE DIRIGENTI

Dettagli

Largo Emilio Lussu 08020 San Teodoro -

Largo Emilio Lussu 08020 San Teodoro - Largo Emilio Lussu 08020 San Teodoro - Sicurezza nei luoghi di lavoro ed RSPP Autorizzazione ISPESL ROMA Il ns Studio ricerca e applica la qualità in tutti i settori di intervento con metodologie innovative

Dettagli

FAC SIMILE procedura GESTIONE INFORTUNI, INCIDENTI, COMPORTAMENTI PERICOLOSI, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

FAC SIMILE procedura GESTIONE INFORTUNI, INCIDENTI, COMPORTAMENTI PERICOLOSI, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE Pag. 1 di 7 01 Emissione in allegato a procedura verifica GS 4 Maggio 2014 00 Prima emissione Luglio 2013 Revisione Motivo Data FAC SIMILE procedura GESTIONE INFORTUNI, INCIDENTI, COMPORTAMENTI PERICOLOSI,

Dettagli

Prot.n. 1724/C14 Agrate Brianza, 06/10/2015. Sul Sito web della Scuola Agli Atti BANDO PUBBLICO RISERVATO AI DIPENDENTI DA ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Prot.n. 1724/C14 Agrate Brianza, 06/10/2015. Sul Sito web della Scuola Agli Atti BANDO PUBBLICO RISERVATO AI DIPENDENTI DA ISTITUZIONI SCOLASTICHE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO Via San Domenico Savio SEDE UFFICI Via C.Battisti n.44-20864 Agrate Brianza (MB) Telefono 039 650220 0396065885 Fax 039 653978 e-mail: miic8ey003@istruzione.it

Dettagli

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO E PROVINCIA la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili MODELLI PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI, PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA E

Dettagli

Salute e Sicurezza sul lavoro - 2. Informazione Formazione Addestramento

Salute e Sicurezza sul lavoro - 2. Informazione Formazione Addestramento Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico - Corso integrato Biologia generale e Chimica biologica Modulo didattico: Organizzazione di laboratorio e Sicurezza Salute e Sicurezza sul lavoro - 2 Informazione

Dettagli

Corso di Formazione per Gestori Impianti Sportivi

Corso di Formazione per Gestori Impianti Sportivi Corso di Formazione per Gestori Impianti Sportivi La sicurezza sui luoghi di lavoro Il testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Ing. Luca Magnelli Firenze 19 ottobre 2010 D.Lgs. 9 Aprile 2008 n.

Dettagli

Spett.le FEDERAZIONE ITALIANA JUDO, LOTTA, KARATE, ARTI MARZIALI Comitato Lombardo via Piranesi, 44/B 20137 Milano. Alla C.A. Sig.

Spett.le FEDERAZIONE ITALIANA JUDO, LOTTA, KARATE, ARTI MARZIALI Comitato Lombardo via Piranesi, 44/B 20137 Milano. Alla C.A. Sig. Spett.le FEDERAZIONE ITALIANA JUDO, LOTTA, KARATE, ARTI MARZIALI Comitato Lombardo via Piranesi, 44/B 20137 Milano Alla C.A. Sig. Santo Pesenti OGGETTO: OFFERTA PER L ASSUNZIONE DI INCARICO DI RSPP CON

Dettagli

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA PROGRAMMA CORSI SICUREZZA 1 Formazione Generale Lavoratori Destinatari: Tutti i lavoratori. Dipendenti a tempo indeterminato e determinato, apprendisti, soci lavoratori di cooperativa, associati in partecipazione,

Dettagli

TER AMBIENTE AL SERVIZIO DELLA TUA AZIENDA

TER AMBIENTE AL SERVIZIO DELLA TUA AZIENDA TER AMBIENTE AL SERVIZIO DELLA TUA AZIENDA TER AMBIENTE CONFCOMMERCIO VENEZIA Chi siamo: società di servizi di Confcommercio Unione Venezia costituita nel 1995 con lo scopo di erogare Servizi di: - Consulenza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONIO ANDREUZZI VIA Roma 9 33092 MEDUNO (PN)

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONIO ANDREUZZI VIA Roma 9 33092 MEDUNO (PN) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONIO ANDREUZZI VIA Roma 9 33092 MEDUNO (PN) Codice Fiscale: 81018040931 Codice Meccanografico: PNIC81000P E-mail: pnic81000p@istruzione.it PEC: pnic81000p@pec.istruzione.it

Dettagli

Prot. n 187/A23 Rosarno, lì 15 gennaio 2011

Prot. n 187/A23 Rosarno, lì 15 gennaio 2011 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE «R. PIRIA» LICEO SCIENTIFICO, Rosarno I.P.S.AS.R.., Rosarno I.T.C., Laureana di Borrello Via Modigliani 89025 ROSARNO (RC) - : : 0966936211-0966780693 : : 0966/711164 Codice

Dettagli

Prot. n. 1035/B15 Taranto, 31.10.2012

Prot. n. 1035/B15 Taranto, 31.10.2012 Prot ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. GALILEI Vico Carducci, 9 74123 TARANTO - tel. 099.4706866 tel. e fax 0994707447 Codice Fiscale 80010490730 Codice meccanografico: taic802004 www. scuolagalilei.it e-mail:

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE GIOLITTI BELLISARIO Sezione associata I.P.S. Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera G. Giolitti CODICE FISCALE 84009050042 Piazza IV Novembre, 6-12084 MONDOVI Tel. 0174/552249

Dettagli

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O 1 di 5 S O M M A R I O 1 OBBLIGHI DITTA AGGIUDICATARIA... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 OBBLIGHI IN FASE DI GARA... 2 1.3 OBBLIGHI DOPO L AGGIUDICAZIONE... 3 2 RISCHI INTERFERENTI... 4 3 FORMAZIONE OBBLIGATORIA...

Dettagli

Systema Consulting Srl

Systema Consulting Srl Corso di Formazione RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) valido ai sensi del com. 11, art. 37 del D.Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 ed all art. 2 del D.M. 16/01/97 SEDE DEL CORSO: Via C.A.

Dettagli

SICUREZZA, AMBIENTE, FORMAZIONE

SICUREZZA, AMBIENTE, FORMAZIONE SICUREZZA, AMBIENTE, FORMAZIONE Servizi di consulenza Più Formazione nasce dalla sinergia di professionisti, tecnici del settore per tutto quanto concerne la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, con l' entrata

Dettagli

Verbale 1: Incarico del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Verbale 1: Incarico del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione 8Verbali per la gestione della sicurezza nelle aziende agricole V1. Verbale di nomina Rspp V2. Verbale di nomina del Medico Competente V3. Verbale di elezione RlS V4. Verbale di nomina addetto gestione

Dettagli

Prot. n. 2908/C8 Prata PU, 29 novembre 2014 AVVISO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n. 2908/C8 Prata PU, 29 novembre 2014 AVVISO PUBBLICO IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unione Europea Carlo Alberto DALLA CHIESA M.P.I. via Municipio n. 1 83030 Prata P.U. (AV) e Sezione Associata Scuola Materna Elementare e Media del Comune di SANTA PAOLINA Presidenza Segreteria Tel. e

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI LUOGHI DI LAVORO

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI LUOGHI DI LAVORO 113 REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI LUOGHI DI LAVORO APPROVATO DALLA GIUNTA COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 33 Reg./15 Prop. Del. NELLA SEDUTA DEL 05/02/2015 TITOLO I PRINCIPI

Dettagli

!! "" # $! "# " $ %$&

!!  # $! #  $ %$& !!"" #$! "#"$$& $'" $'" ($$&$ ")&& (#$)&*$'"$)"#&'# (+"*" $$& ")&& '&*&,-'#, )&$ #".&$"#" &#".&$'#"$ ")&""$)&$* )/$&+)&," ")/)#"'#0&&$+"#/)+/##" && Riferimenti di legge Reati inclusi nella L. 123/2007

Dettagli

Il DUVRI : Comunicazione, informazione e formazione tra le figure coinvolte

Il DUVRI : Comunicazione, informazione e formazione tra le figure coinvolte SEMINARIO TECNICO La gestione degli appalti pubblici: sicurezza e regolarità del lavoro Il DUVRI : Comunicazione, informazione e formazione tra le figure coinvolte G.Acquafresca RSPP Arpa Piemonte Uno

Dettagli

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie

La formazione dei Responsabili e degli addetti del Servizio Prevenzione e Protezione delle aziende bancarie La formazione dei Responsabili Fondamentale Presentazione Il percorso formativo è abilitante e rivolto ai responsabili e agli addetti del servizio Prevenzione e protezione delle aziende bancarie e finanziarie

Dettagli

Alle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado della Provincia di Milano All Albo dell Istituto SEDE Al sito web dell Istituto

Alle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado della Provincia di Milano All Albo dell Istituto SEDE Al sito web dell Istituto Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO CAVALIERI 20123 MILANO Via Anco Marzio, 9 Tel. 02/88446249 Fax 02/88.44.62.54 Cod.fisc. 97218580153 e-mail: miic814009@istruzione.it

Dettagli

Dlgs N 81 del 9 aprile 2008

Dlgs N 81 del 9 aprile 2008 Dlgs N 81 del 9 aprile 2008 Definizioni -Datore di Lavoro: il titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore. Ha la responsabilità dell organizzazione o dell unità produttiva in quanto esercita i poteri

Dettagli

Prot. n. 6802 Saponara, 17/10/2015. AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL R.S.P.P. (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione)

Prot. n. 6802 Saponara, 17/10/2015. AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL R.S.P.P. (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione) ISTITUTO COMPRENSIVO SAPONARA Via Firenze - Saponara (ME) - Tel. /Fax 090/333120 Via Antonello Spadafora Tel./Fax 090/9941778 Corso della Libertà, 86 Rometta Marea Tel./Fax 090/9961742 Cod. fiscale: 97062220831

Dettagli

Prot. n.ro 103/CI2/AI6/F.P. Teramo, 9 gennaio 2015 Contratto n. IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n.ro 103/CI2/AI6/F.P. Teramo, 9 gennaio 2015 Contratto n. IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE " Alessandrini Marino - Forti" Codice Meccanografico: TEIS00900D - Codice Fiscale: 92039250672 Via S. Marino, 12 - tel.0861-411762 fax 211110 T E R A M O Prot. n.ro 103/CI2/AI6/F.P.

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE Dati personali Nome e cognome: Andrea Moscatelli Luogo e data di nascita: Rapolano Terme (Siena), 27 ottobre 1971 Recapito postale: Viale Paludo del Rosario, 17/A 33051

Dettagli

2. P R O G R A M M A Z I O N E D E I L A V O R I

2. P R O G R A M M A Z I O N E D E I L A V O R I 1. A N A G R A F I C A D E L L O P E R A S O G G E T T I C O I N V O L T I G E S T I O N E D E L P S C 1.1 CARATTERISTICHE DELL OPERA 1. Le caratteristiche dell opera da eseguire sono state trattate nel

Dettagli

ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015

ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015 ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015 SALUTE E SICUREZZA NELLA COSTITUZIONE La repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell individuo e della collettività

Dettagli

4.1. Organizzazione della sicurezza in ambito scolastico

4.1. Organizzazione della sicurezza in ambito scolastico SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Organizzazione della sicurezza in ambito scolastico 4.1 CORSO DI FORMAZIONE PER DIRIGENTI SCOLASTICI E PER DIRETTORI DEI SERVIZI GENERALI

Dettagli

FORMAZIONE SULLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI (D.LGS. 81/2008)

FORMAZIONE SULLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI (D.LGS. 81/2008) FORMAZIONE SULLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI (D.LGS. 81/2008) La normativa La società e i servizi di formazione Qualsiasi attività (aziende, studi professionali, negozi ecc.) che abbia almeno un

Dettagli

La giusta protezione per la sicurezza della tua azienda.

La giusta protezione per la sicurezza della tua azienda. La giusta protezione per la sicurezza della tua azienda. Catalogo Corsi Sicurezza Rischio Medio (d.lgs 81/08 e suc. mod.) Per la gamma completa di prodotti visita www.aforabruzzo.it corsi base 2 Corso

Dettagli

Assunzione di responsabilità nell ambito del Servizio Prevenzione e Protezione in collaborazione con le figure istituzionali coinvolte.

Assunzione di responsabilità nell ambito del Servizio Prevenzione e Protezione in collaborazione con le figure istituzionali coinvolte. CONSULENZE E CORSI CONSULENZA SICUREZZA VALUTAZIONE DEI RISCHI Individuazione e valutazione dei rischi derivanti dallo svolgimento dell attività lavorativa (D.Lgs 81/08); Redazione del Documento di Valutazione

Dettagli

OGGETTO DELL INCARICO: INCARICO RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE CSA GROUP SRL LEGALE RAPPRESENTANTE DOTT.

OGGETTO DELL INCARICO: INCARICO RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE CSA GROUP SRL LEGALE RAPPRESENTANTE DOTT. OGGETTO DELL INCARICO: INCARICO RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE NOMINATIVO CSA GROUP SRL LEGALE RAPPRESENTANTE DOTT. MICHELE VERRATTI ATTO DI NOMINA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SC.INFANZIA,

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Rep. n. 3037 Prot. n. 36210 Data 13 novembre 2013 Titolo I Classe 3 UOR AG POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTA la Legge 09.05.1989, n. 168, e successive modificazioni; VISTO l art. 2087 Tutela delle

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A DATA ARGOMENTI ORARIO L approccio alla attraverso il D. Lgs. 626/94 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori La filosofia del D. Lgs.

Dettagli

Rete di scuole e agenzie per la sicurezza della Provincia di Firenze Coordinamento A/RSPP Gruppo supporto scuole

Rete di scuole e agenzie per la sicurezza della Provincia di Firenze Coordinamento A/RSPP Gruppo supporto scuole Richiedente: Coordinatore Rete Autori risposta: Alessio Bruscagli (RSPP ISIS L. da Vinci - Firenze), Mario Romagnoli (RSPP IIS Elsa Morante - Firenze) Data validazione Coordinamento: 09/07/2012 Versione:

Dettagli

Investire nell Istruzione ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 10059 SUSA Piazza Savoia, 21

Investire nell Istruzione ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 10059 SUSA Piazza Savoia, 21 Investire nell Istruzione ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 10059 SUSA Piazza Savoia, 21 Susa, 24/11/2015 Prot. 5310/a23 Oggetto: Richiesta disponibilità incarico R.S.P.P. Il Dirigente Scolastico Premesso 1.

Dettagli

Documento Nota informativa / Riferimento Legislativo Datore di Lavoro / Quando. Conservazione

Documento Nota informativa / Riferimento Legislativo Datore di Lavoro / Quando. Conservazione Il decreto 81/08 si applica a tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati e autonomi, nonché ai soggetti ad essi equiparati. Per esempio sono equiparati ai dipendenti gli stagisti, i lavoratori a progetto,

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica BANDO PER CONFERIMENTO DI INCARICO DI RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE (R.S.P.P.) AI SENSI DEL D.LGS. DEL 9/04/2008 N.81 IL PRESIDENTE DELL ISTITUTO A.F.A.M. CONSERVATORIO DI MUSICA NINO

Dettagli

Studio Benvenuti Sicurezza nei luoghi di lavoro - Studio tecnico e di architettura

Studio Benvenuti Sicurezza nei luoghi di lavoro - Studio tecnico e di architettura I NOSTRI SERVIZI CONSULENZA PER LA SICUREZZA NEI LUOGHI di LAVORO Gestione completa del Servizio di Prevenzione e Protezione: Assunzione di incarico per Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP);

Dettagli

PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.)

PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) PROGRAMMA CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009 art. 37, commi 10,11 e art. 47) Durata del corso Corso di 32 ore da svolgersi

Dettagli

Le Principali Novità

Le Principali Novità TESTO UNICO SULLA SICUREZZA E PREVENZIONE DAGLI INFORTUNI SUL LAVORO D. L.vo 81/08 Le Principali Novità Il 15 maggio 2008 è entrato in vigore il testo unico in materia di tutela della salute e sicurezza

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. 81/2008

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. 81/2008 Art. 26 del D.Lgs. 81/08 - Obblighi connessi al contratto di appalto" (D.U.V.R.I.Documento unico di Valutazione dei rischi da interferenze) relativo alle sedi di lavoro. N.B: il suddetto documento è allegato

Dettagli

Prot. n. Adria, 1.10.2015

Prot. n. Adria, 1.10.2015 042621179 0426944099 Prot. n. Adria, 1.10.2015 Spett.le SAI s.r.l. Ing. FERRARESE Alessandro Via Danieli, 70 45021 BADIA POLESINE (RO) ferrarese@saiservizi.it Spett.le SICURSTUDIO Localita' Bettola 2/C

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO DI ACI CATENA EMANUELE ROSSI Scuola dell infanzia, scuola primaria Via F. Strano, 79 95022 Aci Catena Tel. e Fax 095/801522 Codice

Dettagli

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico Biennio

Dettagli

I Soggetti della prevenzione in azienda: compiti, obblighi, responsabilità

I Soggetti della prevenzione in azienda: compiti, obblighi, responsabilità I Soggetti della prevenzione in azienda: compiti, obblighi, responsabilità Perché e come implementare un SGSL nei luoghi di lavoro Seminario del 10 marzo 2010 1 COMPITI DEL D.d.L. E DEL DIRIGENTE (art.18,

Dettagli