PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO 1

2 Art. 1 - Oggetto dell'appalto L appalto ha per oggetto l esecuzione dei servizi di trasloco, trasporto e facchinaggio di piccola e media entità, riordino e spostamento di mobili e attrezzature, ivi compreso il montaggio e lo smontaggio, nonché l eventuale trasferimento di beni mobili e materiali fuori uso alle discariche autorizzate e lo smaltimento di rifiuti speciali e assimilabili agli urbani, in relazione alle esigenze delle strutture dell EDISU Piemonte, con tutte le prestazioni di manodopera, provviste di materiali di consumo e automezzi che si renderanno necessari. Le sedi degli uffici o degli immobili in proprietà o in uso all' EDISU Piemonte sul territorio regionale sono le seguenti: TORINO Uffici amministrativi Via Madama Cristina, 83 Segreteria Studenti C.so Raffaello, 20/D Segreteria Studenti Via Giulia di Barolo, 3/bis Residenza Verdi Via Verdi, 15 Residenza Cavour Via Cavour, 32 Residenza Cappel Verde Via Cappel Verde, 5 Residenza Paoli Via Rosario di Santa Fè, 18 Residenza Cercenasco Via Cercenasco, 17 Residenza Giulia di Barolo- Via Verdi, 26/g Residenza Lungodora Siena, Lungo Dora Siena, 104 Residenza Borsellino Via P. Borsellino, 42 Residenza Turati Corso Turati, 6 Residenza San Liborio Via San Domenico, 10 Residenza Faà di Bruno Via Faà di Bruno 1 Sala Studio Via Verdi, 26 Sala Studio Via S. Ottavio, 8 Sala Studio Via Michelangelo Buonarroti, 17bis Sala Studio Via Pietro Giuria, 17 Sala Studio Corso Svizzera, 185 Sala Studio Corso Castelfidardo, 30 Ristorante Universitario - Lungo Dora Siena, 102 Ristorante Universitario - Via Principe Amedeo, 48 Ristorante Universitario - Via Galliari,30 Ristorante Universitario - Via Paolo Borsellino, 42 Ristorante Universitario - Corso Castelfidardo, 30/a GRUGLIASCO Residenza Villa Claretta Via Berta, 5 Residenza Clarettina, Via La Salle, 87 Ristorante Universitario Via Leonardo Da Vinci, 44 2

3 ALESSANDRIA Segreteria Studenti Via Pontida, 4 Residenza Casa Sappa Via S. Giacomo Della Vittoria, 63 Ristorante Universitario Via Parma, 36 CUNEO Residenza Casa Samone - Via Santa Croce, 7 Segreteria Studenti Via Santa Croce, 7 MONDOVI Residenza Mondovì Via Trona, 19 Segreteria Studenti Via Cottolengo, 29 NOVARA Residenza Mazzini Via Mazzini, 14 Residenza Pontida Via Pontida, 4 Segreteria Via Perrone, 18 Residenza Perrone Via Perrone VERCELLI Residenza Dal Pozzo Via Dal Pozzo, 10 Residenza Quintino Sella Via Quintino Sella, 5 Segreteria Studenti Via Quintino Sella, 5 La parte rilevante dei servizi richiesti verrà svolta in Torino. Il numero degli immobili è puramente indicativo e qualora nel corso del contratto l'amministrazione appaltante incrementasse o decrementasse l elenco degli stabili di cui sopra, la ditta sarà obbligata ad assoggettarsi alle stesse condizioni del presente capitolato senza nulla pretendere a titolo d indennizzo. Art. 2 Ammontare dell appalto L'importo complessivo a base d asta dell appalto è stabilito in ,00 oltre I.V.A. di cui ,00 oltre I.V.A. per il servizio biennale ed ,00 oltre I.V.A. per eventuale affidamento di servizi analoghi mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara, per un numero massimo di due anni, ai sensi degli artt. 29 comma 1 e 57 comma 5 lett.b) del D. Lgs. 163/06. Ai fini dell aggiudicazione si terrà conto del prezzo biennale offerto sull importo a base d appalto. L'ammontare definitivo dell'appalto verrà comunque determinato dal computo delle prestazioni effettivamente eseguite. La somma complessiva non è pertanto impegnativa per l'amministrazione appaltante, la quale si riserva la facoltà di apportarvi variazioni in più o in meno a seconda delle effettive proprie esigenze senza che la ditta possa accampare pretese per indennizzi o risarcimento di sorta. Per quanto attiene la mano d'opera si precisa che verrà applicato il prezzo del C.C.N.L. (paga più oneri) in vigore il giorno dell'aggiudicazione dell'appalto, maggiorato del 24,30% per spese generali ed utili; il ribasso offerto in sede di gara sarà applicato soltanto alla maggiorazione del 24,30% sopra indicata ed ai noli di cui 3

4 al successivo art. 23. I prezzi suddetti, diminuiti dal ribasso offerto, s'intendono accettati dall'appaltatore in base ai calcoli di sua convenienza, a tutto suo rischio. Art. 3 - Modalita' tecniche e condizioni per l esecuzione del servizio Il trasloco di mobili, attrezzature, materiale vario, apparecchiature, ecc. dovrà essere eseguito in modo accurato, comprendendo anche le operazioni di smontaggio e conseguente rimontaggio, riattacchi o fissaggi a parete o a pavimento. Ove necessario l'impresa aggiudicataria dell'appalto provvederà a fornire a propria cura e spesa gli imballaggi necessari (contenitori in cartone rigido o in casseri di altro materiale rigido ed indeformabile debitamente imbottiti per la protezione di oggetti fragili). Nell'esecuzione delle predette prestazioni il personale della Ditta dovrà usare la massima diligenza onde evitare qualsiasi danno. Di ogni danneggiamento causato al materiale o ad altre cose ed anche a terzi, da ascriversi all'incuria o disattenzione del personale dell'impresa, è responsabile la ditta appaltatrice di fronte all EDISU Piemonte, che è autorizzata a rivalersi per l'intero ammontare del danno anche in occasione del pagamento dei corrispettivi dovuti. Considerata la particolare attività non può, in genere, essere individuata una programmazione anticipata degli impegni richiesti, né in termini di periodi dell anno, né in termini di monte ore complessivo annuale di personale e mezzi. Gli interventi saranno di volta in volta richiesti dall Ufficio competente che curerà il coordinamento ed il controllo della regolare esecuzione. Non sarà riconosciuto alcun emolumento per il tragitto dalla sede dell Impresa alla sede di Torino e viceversa. Nel caso di interventi di particolare complessità, potrà essere richiesto all Impresa aggiudicataria di indicare il nominativo di un responsabile per il coordinamento dei lavori medesimi, cui fare riferimento. Tale consulenza sarà ovviamente conteggiata a parte. L Impresa aggiudicataria provvederà a propria cura e spese alla richiesta di eventuali autorizzazioni presso gli uffici competenti per l utilizzo di spazi con regolamentazione particolare del traffico, quali ZTL (Zone a Traffico Limitato) o Aree Pedonali, nonché qualsiasi altro onere connesso alle operazioni di trasloco. Qualora nel corso di esecuzione del contratto occorra un aumento o una diminuzione dell entità dei servizi, l'appaltatore è obbligato ad assoggettarvisi alle stesse condizioni fino a concorrenza del quinto del prezzo di appalto. Oltre questo limite ha diritto alla risoluzione del contratto (art. 132 D.lgs. n. 163/2006). Art. 4 Modalità di esecuzione del servizio All impresa sarà comunicata ogni necessità di esecuzione di interventi di prestazioni per traslochi mediante ordini di lavoro sui quali verranno indicati i termini congrui per il regolare espletamento delle prestazioni. L Impresa aggiudicataria dovrà assicurare la disponibilità di mezzi e persone, nel numero richiesto, nei giorni feriali ed eventualmente nel mese di Agosto, garantendo la perfetta e scrupolosa esecuzione del servizio. L Amministrazione garantisce in ogni caso all Impresa appaltatrice un minimo di 4 ore di servizio giornaliero. Gli interventi richiesti dovranno essere eseguiti entro le 48 ore dalla chiamata, pena l applicazione delle penali di cui all art. 12 del presente capitolato, salvo diversa indicazione definita nella richiesta stessa o facente parte di una programmazione specifica. 4

5 Per gli interventi urgenti l esecuzione avrà il carattere dell immediatezza senza alcuna maggiorazione della tariffa oraria concordata. Non verrà riconosciuta come lavorativa la sosta per il pranzo. Eccezionalmente potranno essere richieste prestazioni da effettuarsi in giorni prefestivi e festivi. In tal caso per quanto concerne il costo orario della manodopera sarà riconosciuto l aumento percentuale previsto dal C.C.N.L. per lavori straordinari. Ogni prestazione dovrà essere rigorosamente registrata, compilata, timbrata e firmata dal responsabile della struttura presso la quale viene eseguito il servizio, (sia per inizio lavori e sia per fine lavori) su apposita scheda che i traslocatori consegneranno all inizio dell intervento, al fine di consentire il corretto riscontro e relativa quantificazione del lavoro svolto. Copia della scheda dovrà essere rilasciata alla struttura presso la quale viene eseguita la prestazione trattenendo una fotocopia per la propria contabilità. I traslocatori non dovranno effettuare le prestazioni se non verrà compilata la scheda. In caso di mancata o errata compilazione di detta scheda, l EDISU Piemonte potrà non riconoscere, a sua insindacabile discrezione, in parte o in tutto l intervento. Art. 5 Documenti che regolano l appalto I documenti contrattuali che regolano i rapporti fra le parti sono: a) il Contratto; b) il presente Capitolato Speciale d Appalto; c) l Offerta Economica presentata dall Appaltatore; d) le leggi, i regolamenti ed in genere tutte le norme, nessuna esclusa, che riguardano i servizi oggetto dell Appalto, ancorché non espressamente richiamate nel Contratto e nel Capitolato Speciale d Appalto. I documenti sopra elencati, in caso di discordanze sull esatta interpretazione delle disposizioni in essa contenute, prevalgono l uno sull altro nell ordine con il quale sono sopra elencati. In ogni caso, le norme di legge imperative o comunque inderogabili, prevalgono sulle eventuali disposizioni contrattuali contenute nel Contratto, nel Capitolato e nell Offerta. Art. 6 - Controlli dell'ente Appaltante I controlli verranno effettuati dai responsabili delle strutture richiedenti che bimestralmente dovranno redigere un rapporto sull'andamento del servizio. A tal fine è stato predisposto un apposito modulo, che costituirà lo strumento di misurazione, della soddisfazione degli utenti, nei confronti dei servizi prestati (Allegato n. 2: Modulo Customer Satisfaction ). Durante il primo quadrimestre contrattuale, da considerarsi periodo di familiarizzazione, pur monitorando i livelli di qualità, non verrà applicata nessuna penale in caso di valutazione negativa. A partire dal quinto mese e sino alla scadenza contrattuale, in relazione alla valutazione della Customer Satisfaction, l EDISU Piemonte applicherà le panali previste al successivo art. 12. E espressamente accettato dall Ente Appaltante che gli eventi generati da cause di forza maggiore non potranno costituire elemento di valutazione negativa dei servizi. Art. 7 - Oneri, obblighi e responsabilita' a carico dell'appaltatore e dei suoi dipendenti 5

6 1) L Impresa appaltatrice dovrà assumere il compimento dei servizi in oggetto con organizzazione dei mezzi necessari e gestione a proprio rischio, ai sensi dell art c.c.; 2) L aggiudicatario dovrà presentare una polizza assicurativa con massimale di importo non inferiore a a copertura dei danni a cose comprensiva di assicurazione per responsabilità civile verso terzi con uguale massimale come specificato all art. 8. L aggiudicatario è comunque tenuto a rispondere di qualsivoglia danno materiale che possa verificarsi anche durante le operazioni di carico, scarico e trasporto di beni. 3) Saranno a carico dell Impresa tutte le assicurazioni, contributi, previdenze, ecc. ed in particolare quella riguardante l assicurazione contro gli infortuni sul lavoro del personale da essa utilizzato. L appaltatore è pienamente responsabile nei confronti dei terzi per danni derivanti a persone o cose dall esecuzione del contratto, imputabile a fatti dolosi o colposi di propri dipendenti, ed è inoltre responsabile civilmente e penalmente per eventuali infortuni sul lavoro subiti dal personale impiegato. 4) A tutto il personale dipendente dell Impresa Appaltatrice, anche se socio di cooperativa, deve essere integralmente riconosciuto il trattamento economico e normativo previsto dal relativo C.C.N.L., nonché dalle disposizioni di eventuali intese intervenute in sede provinciale. L Impresa che si aggiudicherà il presente appalto è tenuta all osservanza delle disposizioni contenute nel C.C.N.L. di categoria e nelle eventuali intese intervenute in sede provinciale. 5) L Appaltatore dovrà trasmettere bimestralmente alla Amministrazione copia della documentazione attestante il versamento dei contributi previdenziali e annualmente dei contributi assicurativi obbligatori per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei dipendenti. 6) L Impresa aggiudicataria deve essere iscritta all albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi di cui alla Legge 6/06/1974 n. 298 e possedere l autorizzazione di cui all art. 41 della medesima Legge. 7) Gli addetti al servizio dovranno essere muniti di idonei dispositivi individuali di protezione tali da assicurare la propria incolumità; l Impresa aggiudicataria dovrà all uopo dotare il proprio personale di idonee attrezzature per una corretta esecuzione del servizio (ceste, cinghie, paperine, scale, guanti, scarpe antinfortunistiche, pluriball, ecc.). 8) Saranno a carico dell aggiudicatario del servizio tutti gli oneri relativi all acquisto delle piccole attrezzature e/o di qualsiasi tipo necessarie, salvo diversa esplicita disposizione dell Ente. 9) L Impresa dovrà: - adottare idonee misure allo scopo di salvaguardare con ogni mezzo il materiale trasportato per conto dell EDISU Piemonte; - operare unicamente con proprio personale dipendente di assoluta fiducia e di provata riservatezza il quale dovrà astenersi dal manomettere e prendere conoscenza di pratiche, documenti e corrispondenza; - fornire al personale apposite divise e cartellini di identificazione con relativa fotografia, ai fini del riconoscimento delle persone che si trovano nelle strutture dell Ente. Tali segni distintivi dovranno essere portati obbligatoriamente dai dipendenti dell appaltatore e/o subappaltatore, durante l orario di lavoro, pena l applicazione nei confronti dell Impresa della penale prevista dall art. 12 del presente capitolato. 10) Nell ambito della squadra di operai richiesta dovrà essere nominato un capo-operaio che coordini e diriga la squadra stessa, di cui l Impresa aggiudicataria sarà tenuta ad indicare il nominativo al momento della sottoscrizione del contratto; tale capo-operaio, con reperibilità immediata (telefono cellulare) avrà lo specifico compito di tenere i contatti con 6

7 l Ente relativamente alla gestione del servizio. 11) I nominativi del personale impiegato, indicati in sede di partecipazione di gara e aggiornati in corso di appalto, verranno periodicamente inviati all Ispettorato Provinciale del Lavoro per i necessari controlli. 12) L appaltatore si impegna a procedere immediatamente, su richiesta motivata dell EDISU Piemonte, alla sostituzione di quel personale che non risulterà di gradimento all Ente stesso. 13) L appaltatore ha l obbligo di comunicare ogni variazione gestionale che si verifichi durante la decorrenza del contratto, entro e non oltre trenta giorni dal suo verificarsi. Art. 8 - Assicurazioni 1. L Appaltatore, prima della sottoscrizione del contratto, dovrà fornire la prova di aver stipulato una polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi e verso i dipendenti e per danni e/o furti arrecati ai beni e/o cose di proprietà e/o in disponibilità della Amministrazione aggiudicatrice durante l esecuzione del contratto, per un massimale corrispondente a ,00 (un milione/00). La polizza avrà validità dalla data di sottoscrizione del contratto e per tutta la durata dello stesso e dovrà essere stipulata a favore della Amministrazione aggiudicatrice ai sensi dell articolo 1891 del Codice Civile. Per quanto riguarda i danni a terzi la polizza dovrà coprire il rischio inerente la responsabilità civile derivante all Appaltatore nell esercizio della propria attività lavorativa per i danni provocati a terzi accidentalmente ed involontariamente, dai quali deriva un obbligo di risarcimento ai sensi degli articoli 2043 e seguenti del codice civile. Nel caso in cui l Appaltatore avesse già provveduto a contrarre assicurazione per il complesso delle sue attività, dovrà comunque fornire la prova che un importo pari ad almeno ,00 è destinato alla copertura del contratto. L Amministrazione aggiudicatrice potrà richiedere, in qualsiasi momento del periodo contrattuale, la modifica della suddetta polizza assicurativa, qualora si verificassero un numero di sinistri, ritenuto, a suo insindacabile giudizio, elevato. Qualora nel corso del contratto l Appaltatore non ottemperi alle disposizioni del presente articolo, l Amministrazione aggiudicatrice si riserva la facoltà di contrarre e di tenere in validità la suddetta assicurazione, prelevando i relativi importi dalle somme a qualunque titolo dovute all Appaltatore. 2. Assicurazione di tutti i mezzi a disposizione dell'impresa per effettuare i necessari traslochi. 3. Assicurazione di tutto il materiale trasportato per un valore non inferiore al materiale stesso considerato sempre nuovo di fabbrica e compensi ed indennizzi per danni arrecati dalle prestazioni all'altrui proprietà. Sarà inoltre a cura e spesa dell'impresa assuntrice l'appalto, l'eventuale custodia di ogni arredo e/o materiale trasportato, per i quali si renda necessario il temporaneo deposito nei magazzini dell'impresa stessa. Il materiale ivi depositato dovrà essere sempre coperto da apposita assicurazione fino alla riconsegna nella sede propria. Art. 9 Oneri ed obblighi diversi a carico dell appaltatore Oltre agli oneri di cui al presente Capitolato e di quelli previsti per legge sono pure a carico dell'appaltatore e si intendono compensati nei prezzi contrattuali, gli obblighi speciali di seguito indicati. L appaltatore è direttamente responsabile dell osservanza delle norme in materia di tutela del personale dipendente da parte dei subappaltatori nei confronti dei loro dipendenti per 7

8 le prestazioni rese nell ambito dell Appalto. L Amministrazione aggiudicatrice si riserva la facoltà di sospendere il pagamento delle fatture per apposita garanzia dell adempimento degli obblighi dell Appaltatore in materia, qualora risulti, da denuncia dell Ispettorato del Lavoro o di organi sindacali, che l Appaltatore sia inadempiente per quanto riguarda l osservanza: 1. delle condizioni normative e retributive di cui sopra; 2. delle norme, sia di legge che di contratti collettivi di lavoro, che disciplinano le assicurazioni sociali (quali quelle per inabilità e vecchiaia, disoccupazione, tubercolosi, malattie ed infortuni, ecc.); 3. del versamento di qualsiasi contributo che le leggi ed i contratti collettivi di lavoro impongano di compiere al datore di lavoro, al fine di assicurare al lavoratore il conseguimento di ogni suo diritto patrimoniale (quali assegni famigliari, ecc.). La sospensione del pagamento cesserà allorquando sia accertato che è stato corrisposto quanto dovuto e che la vertenza sia stata definita. Per tale sospensione o ritardo di pagamento, l Appaltatore non può opporre eccezione di sorta alla Amministrazione aggiudicatrice, neanche a titolo di risarcimento danni e di rimborso di interessi. L'Impresa si impegna a manlevare l Ente da qualsiasi responsabilità derivante da eventuali azioni proposte direttamente nei confronti dell EDISU Piemonte stesso da parte di dipendenti dell'impresa ai sensi dell'art C.C. e così come si obbliga a manlevare l Ente da qualsiasi conseguenza dannosa a persone o cose che terzi dovessero subire in dipendenza del servizio prestato. L EDISU Piemonte non assume alcuna responsabilità per danni, infortuni ed altro che dovessero derivare all'impresa e ai suoi dipendenti nell'esecuzione del servizio. Analoga procedura dovrà essere osservata per le ditte subappaltatrici. Art. 10 Sicurezza e igiene del lavoro (art. 7 del D.Lgs. 626/94 integrato dal D.Lgs. 242/96 e s.m.i., L. 3 agosto 2007, n. 123) L EDISU Piemonte fornirà all Impresa Appaltatrice dettagliate informazioni sui rischi esistenti nell ambiente in cui il personale dovrà operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza da adottare in relazione all attività normalmente esercitata nell ambiente di lavoro. L Ente e l Impresa Appaltatrice si impegnano a cooperare all attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro che possano incidere sulle attività lavorative oggetto dell appalto. L Ente e l Impresa Appaltatrice coordinano gli interventi di prevenzione e protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, cooperando ed informandosi reciprocamente anche al fine di eliminare i rischi dovuti alle interferenze tra i lavoratori coinvolti nell esecuzione delle attività lavorative oggetto dell appalto. La promozione di tale cooperazione e coordinamento spetta all EDISU Piemonte, quale Impresa Appaltante (datore di lavoro committente). L Impresa Appaltatrice (o il lavoratore autonomo) dà atto di essere responsabile dei rischi specifici propri delle attività lavorative oggetto dell appalto. Art Pagamenti Alla liquidazione delle spese relative agli interventi o prestazioni di cui trattasi si provvederà sulla base di fatture posticipate bimestrali giustificate da specifica contabilità vistata dall'impresa e previo collaudo favorevole. Le fatture dovranno essere accompagnate dalle ricevute comprovanti l'avvenuto pagamento dei contributi assicurativi (copia del documento unico di regolarità contributiva D.U.R.C. dal quale risulti la regolarità all atto dell emissione della fattura). 8

9 Art Penalita' Per ogni giorno, o frazione di giorno superiore alle tre ore, in cui la Stazione appaltante, sulla base anche dei rilievi posti in calce alle schede di lavoro di cui all art. 4, constati che i servizi non sono stati erogati, sarà detratto dalla somma dovuta l'importo di 400,00. Nel caso in cui il servizio non venga prestato per più di 3 giorni consecutivi, sarà detratto dalla somma dovuta l importo di 2.000,00 salvo la facoltà dell Ente di chiedere la risoluzione del contratto. L accettazione della prestazione tardiva non fa venire meno, in capo all EDISU Piemonte, il diritto all applicazione della penale. Rimane comunque risarcibile il danno ulteriore. Nell eventualità che, a seguito della compilazione del modulo denominato Customer Satisfaction di cui all art. 6 del presente capitolato la qualità dei servizi, nel bimestre di riferimento, il servizio risulti insufficiente l EDISU Piemonte si riserva la facoltà di applicare, sulle fatture relative al bimestre successivo, penali variabili da un minimo di 1.000,00 ad un massimo di ,00, proporzionalmente alla gravità delle inadempienze ed al numero delle sedi coinvolte. Qualora il personale non sia dotato di specifico vestiario e di tessera di riconoscimento, così come previsto dalla L. 123/2007 e s.m.i. verrà applicata la penalità di 100,00 giornaliere. Nel caso in cui l inottemperanza persista l Amministrazione ha facoltà di procedere alla risoluzione del contratto in danno all Impresa. Le penali di cui sopra possono essere cumulate. Salvo più gravi e diverse sanzioni previste dalle norme di legge, l Ente a tutela delle disposizioni contenute nel presente Capitolato si riserva di applicare delle penali la cui entità verrà rapportata alla gravità delle inadempienze. L'applicazione delle penali saranno precedute da regolare contestazione dell inadempienza, alla quale l Impresa avrà facoltà di presentare le proprie giustificazioni entro otto giorni dalla notifica della contestazione inviata. La Stazione Appaltante può altresì procedere nei confronti dell Impresa alla determinazione dei danni sofferti nel corso dei servizi prestati rivalendosi con l incameramento della cauzione e, ove ciò non bastasse, agendo nel pieno risarcimento dei danni subiti. Art. 13 Interruzione del servizio Sono consentite interruzioni temporanee del servizio nei seguenti casi: a) Interruzione temporanea del servizio per guasti. Sono ammesse interruzioni temporanee del servizio per guasti agli impianti ed alle strutture che non permettono lo svolgimento del servizio. Al verificarsi delle evenienze di cui sopra, potranno essere concordate tra l Impresa e Stazione Appaltante, in via straordinaria, particolari situazioni organizzative. b) Interruzione totale del servizio per cause di forza maggiore. Le interruzioni totali del servizio per causa di forza maggiore non danno luogo a responsabilità alcuna per entrambe le parti. Per forza maggiore si intende qualunque fatto eccezionale, imprevedibile e al di fuori del controllo dell Impresa, che quest ultima non possa evitare con l esercizio della diligenza richiesta dal presente capitolato. 9

10 c) Interruzione per scioperi Le interruzioni per scioperi dovranno essere comunicate con congruo preavviso all Ente, l'impresa sarà tenuta a garantire un servizio di emergenza per far fronte ad interventi urgenti. Art Diritti dell'ente Appaltante L'Ente Appaltante si riserva il diritto di: a) risolvere anticipatamente il contratto, con incameramento della cauzione definitiva, qualora l Appaltatore incorra nell applicazione di n. 5 penali nel corso di un anno; b) controllare attraverso i competenti organi dello Stato (Ispettorato Provinciale del Lavoro) che l'assunzione del personale dipendente impiegato nel servizio sia conforme alla normativa vigente. L'assunzione del personale dipendente in violazione della normativa vigente e la mancata assicurazione del medesimo presso gli Enti previdenziali ed assistenziali determina "ipso iure" la risoluzione del contratto d'appalto; c) richiedere in presenza di motivate ragioni l'immediata sostituzione del personale che non risulti di gradimento all'ente stesso; d) risolvere il contratto senza alcun preavviso qualora intervengano, a carico dei soggetti indicati nell art. 2, comma 3, del D.P.R. n. 252/1998, procedimenti o provvedimenti di cui all art. 10 Legge 575/65 e/o elementi dai quali sono desumibili infiltrazioni mafiose ex art. 10, comma 7, D.P.R. 252/98. Art Revisione prezzi La revisione periodica del prezzo verrà applicata secondo quanto previsto dall art. 115 del D.lgs. n. 163/2006. Art Cessioni a) del contratto. È fatto divieto di cessione totale o parziale del contratto. Nel caso di contravvenzione a tale divieto, la cessione si intenderà nulla e l Ente appaltante avrà il diritto di risolvere il contratto medesimo e di chiedere il risarcimento di ogni eventuale danno. b) del credito. La cessione di credito deve essere autorizzata previamente dall Ente. Art. 17 Disdetta del contratto da parte dell Impresa Qualora l'impresa disdettasse il contratto prima della scadenza convenuta, senza giustificato motivo o giusta causa, la S.A. si riserva di trattenere l intero deposito cauzionale e di addebitare le maggiori spese comunque derivanti per l'assegnazione del servizio ad altra Impresa, impregiudicato in ogni caso il risarcimento di ulteriori eventuali danni. Art Fusioni e conferimenti Qualora avvenissero cessioni di azienda o atti di trasformazione, fusione, cessione, il soggetto risultante dell'avvenuta trasformazione deve procedere alla comunicazione secondo l'art. 1 del DPCM 11 maggio 1991, n. 187, e unitamente presentare la documentazione sui requisiti di idoneità. L'Amministrazione nei sessanta giorni successivi può opporsi al subentro del nuovo soggetto nella titolarità del contratto, con effetti risolutivi sulla situazione in essere laddove, in relazione alle comunicazioni di cui sopra, non 10

11 risultino sussistere i requisiti di cui all'art. 10-sexies della legge 31 maggio 1965, n. 575 e s.m.i, ferme restando le ulteriori previsione legislative vigenti in tema di previsioni della delinquenza di tipo mafioso e di altre gravi forme di manifestazione di pericolosità sociale, decorsi i sessanta giorni senza che sia intervenuta opposizione, gli atti di cui al primo capoverso producono tutti gli effetti giuridici loro attribuiti dalla legge. Art. 19 Fallimento e successione della impresa aggiudicataria Il contratto si intende risolto in caso di fallimento, anche se seguito da concordato preventivo, dell Impresa aggiudicataria. In caso di decesso del titolare dell Impresa aggiudicataria, l E.DI.S.U. Piemonte può consentire la prosecuzione del rapporto contrattuale da parte degli eredi, oppure, a suo insindacabile giudizio, considerare risolto l impegno assunto dal de cuius. Art. 20 Risoluzione di diritto del contratto Oltre a quanto previsto dall'art c.c., costituiscono motivo di risoluzione del contratto per inadempimento, ai sensi dell'art c.c., le seguenti fattispecie: - apertura di una procedura di concordato preventivo, di fallimento a carico dell'impresa o altre procedure derivanti da insolvenza (sequestro e/o pignoramento); - cessione dell'attività ad altri; - impiego di personale non dipendente dall'impresa, salvo deroghe previste; - frode, negligenza grave, contravvenzione nell'esecuzione degli obblighi e delle condizioni contrattuali; - mancata applicazione dei contratti di lavoro collettivi ed integrativi, relativi al personale dipendente dell'impresa; - danni prodotti ad impianti ed attrezzature della S.A. ovvero ai locali; - uso diverso dei locali rispetto a quello stabilito dal contratto; - dopo l'applicazione delle penali di cui all'art. 12 del Capitolato, in relazione alla gravità delle inadempienze e al ripetersi delle stesse; - interruzione del servizio fuori dai casi ammessi dal Capitolato; - per motivi di pubblico interesse; - nei casi di subappalto non autorizzati dall Amministrazione; In caso di risoluzione anticipata del contratto per causa imputabile all'impresa, la S.A. incamererà la cauzione, impregiudicata ogni azione per eventuali maggiori danni. L Impresa può chiedere la risoluzione del contratto in caso di impossibilità ad eseguire il contratto, in conseguenza di causa non imputabile alla stessa impresa, secondo il disposto dell art del codice civile. Art Controversie Per tutte le controversie derivanti dall'esecuzione del contratto sarà competente in via esclusiva il Foro di Torino. Art Legge sulla Privacy La Ditta aggiudicataria è tenuta ad operare in conformità a quanto disposto dal D. Lgs. 196/03 (codice della privacy). E' tenuta a rispettare il divieto di comunicazione e diffusione dei dati di cui, eventualmente, 11

12 venisse in possesso. Art Prezzi unitari I prezzi unitari in base ai quali, sotto deduzione del pattuito ribasso d'asta saranno pagate le prestazioni appaltate, sono indicati nel seguente elenco e comprendono: a) per gli operai ogni spesa ed attrezzatura necessaria per poter espletare compiutamente la prestazione; b) per i noli, ogni spesa per dare a piè d'opera macchinari e mezzi pronti al loro uso comprensiva, ove necessita, del costo dell operatore. Si precisa che la liquidazione delle somme al netto del ribasso d asta delle prestazioni in economia sarà calcolata: - per la manodopera moltiplicando la tariffa oraria corrispondente per l effettivo tempo impiegato per lo svolgimento del servizio computato sui luoghi di carico e scarico compreso il tempo necessario per il trasferimento; - per i mezzi ed attrezzature moltiplicando le tariffe orarie corrispondenti di cui al successivo punto 1) per l effettivo tempo impiegato per lo svolgimento del servizio computato sui luoghi di carico e scarico escluso il tempo necessario per il trasferimento, che sarà quest ultimo computato sulla base delle tariffe orarie di cui al successivo punto 2 impiegato per percorrere il tragitto, per la via più breve, dal punto di carico al punto di scarico. c) Sarà comunque a carico della Ditta e pertanto non retribuita la percorrenza necessaria per raggiungere la località di caricamento e per il relativo rientro presso la sede della ditta. 1) Nolo orario di autocarro non in movimento in attesa di caricamento: a) autocarro fino a ql. 17 di portata utile 15,00 b) autocarro oltre 17 ql. fino a 35 ql. di portata utile 16,50 c) autocarro oltre ql. 35 fino a 130 ql. 30,95 2) Nolo orario autocarro, in marcia compreso carburante, lubrificante ed operatore: a) autocarro fino a ql. 17 di portata utile 38,00 b) autocarro oltre 17 ql. fino a 35 ql. di portata utile 39,00 c) autocarro oltre ql. 40 fino a 130 ql. 46,45 3) Nolo orario di piattaforma esterna per trasporto mobili rispondente alle norme ISPESL, compreso operatore ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego. INSTALLATO SU A SCALA AUTOCARRO a) con sollevamento della piattaforma fino a mt ,60 12,90 b) con sollevamento della piattaforma fino a mt ,45 18,05 c) con sollevamento della piattaforma a mt ,90 28,40 4) nolo orario di autocarro munito di braccio idraulico per carico e scarico sino a ql. 80 allungo del braccio fino mt. 4,40 compreso autista-operatore 32,10 5) nolo orario di muletto ql. 12 incluso trasporto a piè d'opera e operatore 28,40 12

13 6) nolo orario di muletto ql. 30 incluso trasporto a piè d opera e operatore 38,70 Art. 24 Rinvio Per tutto quanto non espressamente disciplinato dal presente C.S.A. si rinvia alla normativa vigente in materia di appalti pubblici D.Lgs. 163/06 ed alle norme del C.C. applicabili. 13

PIEMONTE DISCIPLINARE DI GARA FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE

PIEMONTE DISCIPLINARE DI GARA FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE PIEMONTE DISCIPLINARE DI GARA FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE 1 Art. 1 - Premessa Il presente disciplinare, allegato alla lettera di invito ed al capitolato

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

PIEMONTE PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE MEDIANTE ACCORDO QUADRO CIG [16261304EC]

PIEMONTE PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE MEDIANTE ACCORDO QUADRO CIG [16261304EC] PIEMONTE PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE MEDIANTE ACCORDO QUADRO CIG [16261304EC] CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art. 1 - Oggetto dell'appalto

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio

AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio L appalto ha per oggetto il servizio di trasporto e facchinaggio nei vari Presidi Ospedalieri

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO CIG. N. 58501156573 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto l'esecuzione, da parte

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data 23/05/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO EDISU PIEMONTE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE CIG [4323366A7A] CAPITOLATO TECNICO 1 Art. 1 Oggetto della procedura di cottimo fiduciario Il presente

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA: SCHEMA DI CONTRATTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI: (a) PULIZIA AEROMOBILI, (b) SMISTAMENTO BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO Indice Art. 1 Oggetto e durata dell appalto Art. 2 Modalità tecniche e condizioni per l esecuzione del servizio Art. 3 Requisiti

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA Questa Amministrazione deve procedere, mediante cottimo fiduciario, ai sensi del D. Lgs. 267/00 e del vigente

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA ART. 2 DURATA DELLA FORNITURA ART. 3 AMMONTARE DELL APPALTO ART. 4 VARIAZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO

PROVINCIA DI LIVORNO Allegato B PROVINCIA DI LIVORNO CATITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di sorveglianza presso la sede distaccata degli uffici della

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI FINANZIATO DALL U.P.I. ALL INTERNO DEL PROGRAMMA AZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO TRASLOCHI. (Cod. doc. CS121001) ART. 1 - OGGETTO DEL CAPITOLATO.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO TRASLOCHI. (Cod. doc. CS121001) ART. 1 - OGGETTO DEL CAPITOLATO. Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 MIRANO (VE) DIREZIONE ACQUISIZIONE E GESTIONE BENI E SERVIZI ----------------- CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto la fornitura dei seguenti servizi per gli anni 2007/2009: - manovalanza operai - prestazione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Settore Patrimonio e Provveditorato Ufficio Provveditorato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA BIENNALE DI CANCELLERIA FORNITURA BIENNALE DI CANCELLERIA CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO 1 INDICE: ART.

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

C A T A N I A CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

C A T A N I A CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO C A T A N I A SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO A DISCARICA AI FINI DELLO SMALTIMENTO DEI FANGHI (C.E.R. 19 08 05) E DELLE SABBIE RESIDUALI DEL PROCESSO DI DEPURAZIONE (C.E.R. 19 08 02 ) PRODOTTI DALL'IMPIANTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE

PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE PIEMONTE CAPITOLATO TECNICO FORNITURA E MONTAGGIO DI TENDE PRESSO LE RESIDENZE E GLI UFFICI DELL EDISU PIEMONTE 1 CAPITOLATO TECNICO TITOLO I: INDICAZIONI GENERALI ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L Edisu

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO - * - OGGETTO: Palazzo Cisterna via Maria Vittoria n. 12 Torino.

PROVINCIA DI TORINO - * - OGGETTO: Palazzo Cisterna via Maria Vittoria n. 12 Torino. PROVINCIA DI TORINO - * - N. di Rep. OGGETTO: Palazzo Cisterna via Maria Vittoria n. 12 Torino. Interventi di manutenzione straordinaria ed adeguamento prevenzione incendi. C.U.P. Importo netto: Impresa

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A.

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. Premesso che - in data sono state inviate le lettere di invito per l affidamento

Dettagli

COMUNE DI BELLIZZI AREA AA.GG. UFFICIO SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO

COMUNE DI BELLIZZI AREA AA.GG. UFFICIO SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO Allegato B OGGETTO: servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto. CAPITOLATO SPECIALE. INDICE: Art. 1: OGGETTO Art. 2: IMPORTO DEL SERVIZIO Art. 3 : DURATA DELL APPALTO

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO

SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO SCHEMA DI CONTRATTO CONTRATTO APPALTO SERVIZIO DI NOLEGGIO, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI NUMERO QUATTRO POSTAZIONI DI CONTROLLO CON IMPIANTI FISSI OMOLOGATI PER IL RILEVAMENTO

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v.

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO La scrivente Società intende affidare l incarico per il servizio di carico - trasporto avvio a recupero, presso impianto/i di compostaggio, della frazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per la fornitura di gasolio per autotrazione presso la sede operativa di C.L.I.R. S.p.A. in Via della STAZIONE,snc 27020- Parona Lomellina (PV). 1) OGGETTO DELL APPALTO Oggetto

Dettagli

INDICE DEGLI ARTICOLI

INDICE DEGLI ARTICOLI ALLEGATO N. 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANALISI E PROGETTAZIONE DEL SISTEMA DI PROGRAMMAZIONE, DI BILANCIO E CONTROLLO DELL ISTITUTO NAZIONALE DI ASTROFISICA 1 INDICE

Dettagli

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE NELL AREA BIMBI PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO SS. ANTO- NIO

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO SETTORE TUTELA AMBIENTALE CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRATTAMENTO/RECUPERO RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - FRAZIONE VERDE PRODOTTI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO PER ITALIA LAVORO S.P.A. Capitolato Tecnico CIG: 5818216FB7

SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO PER ITALIA LAVORO S.P.A. Capitolato Tecnico CIG: 5818216FB7 SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO PER ITALIA LAVORO S.P.A. Capitolato Tecnico CIG: 5818216FB7 Art. 1 Oggetto e finalità Il presente appalto ha per oggetto l individuazione, nelle

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria)

(Provincia di Reggio Calabria) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Art. 1 Oggetto dell appalto Costituisce oggetto del presente appalto l affidamento dell affissione di manifesti, avvisi e fotografie, di

Dettagli

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società, sede in ( ), per l affidamento del servizio di ritiro trasporto e smaltimento rifiuti speciali non pericolosi e

Dettagli

CONCESSIONE A TERZI DEL SERVIZIO MATTATOIO D I S C I P L I N A R E S P E C I A L E

CONCESSIONE A TERZI DEL SERVIZIO MATTATOIO D I S C I P L I N A R E S P E C I A L E CONCESSIONE A TERZI DEL SERVIZIO MATTATOIO D I S C I P L I N A R E S P E C I A L E ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L oggetto dell appalto è la concessione dell intero di pubblica macellazione animale alle

Dettagli

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI Giardini della Reggia di Venaria Reale Fornitura e installazione di pergolati e strutture in legno per esterni CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI 1 INDICE

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO A TURISMO TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO A TURISMO TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO A TURISMO TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data sono state inviate le lettere di invito per l affidamento di un incarico

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA E ALLESTIMENTO DI N. AMBULANZE DI SOCCORSO MEDICO AVANZATO DI TIPO A

CONTRATTO DI FORNITURA E ALLESTIMENTO DI N. AMBULANZE DI SOCCORSO MEDICO AVANZATO DI TIPO A CONTRATTO DI FORNITURA E ALLESTIMENTO DI N. AMBULANZE DI SOCCORSO MEDICO AVANZATO DI TIPO A ART. 1 PREMESSA 2 ART. 2 OGGETTO DEL CONTRATTO 2 ART. 3 IMPORTO DELLA FORNITURA 2 ART. 4 INVARIABILITÀ DEI PREZZI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SEVIZIO DI GESTIONE, CONTROLLO E REVISIONE DEGLI ESTINTORI NEGLI IMMOBILI COMUNALI. Via Libertà n 74 C.F. 00337180905 Tel. 0789612911-13 pasquale.caboni@tiscali.it 1 ARTICOLO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Municipio Roma XIV Monte Mario U.O. Servizi Sociali ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Art. 1 Oggetto dell

Dettagli

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari Dipartimento Amministrativo Capitolato Speciale d appalto Procedura Aperta per la fornitura di G.P.L. da riscaldamento con comodato d uso gratuito del serbatoio, per i corpi separati dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Allegato 5 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI EX D.LGS. 81/2008 E S.M.I. PER LE OPERE DI RIORDINO

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RICOVERO, MANTENIMENTO E CURA DI CANI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO CENTRALE CONTRATTI, APPALTI ED ECONOMATO COORDINAMENTO ECONOMATO SETTORE ACQUISTO DI SERVIZI

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO CENTRALE CONTRATTI, APPALTI ED ECONOMATO COORDINAMENTO ECONOMATO SETTORE ACQUISTO DI SERVIZI mecc. n. 2007 00321/005 SERVIZIO CENTRALE CONTRATTI, APPALTI ED ECONOMATO COORDINAMENTO ECONOMATO SETTORE ACQUISTO DI SERVIZI Responsabile della procedura di gara: DIRIGENTE SETTORE ACQUISTO DI SERVIZI

Dettagli

ART. 1. OGGETTO DELL APPALTO... 4 ART. 2. TIPOLOGIA DEL SERVIZIO... 4 ART. 3. ATTREZZATURE... 4 ART. 4. DURATA DEL CONTRATTO... 5

ART. 1. OGGETTO DELL APPALTO... 4 ART. 2. TIPOLOGIA DEL SERVIZIO... 4 ART. 3. ATTREZZATURE... 4 ART. 4. DURATA DEL CONTRATTO... 5 COMUNE DI LIVORNO DIPARTIMENTO Programmazione Economico Finanziaria Ufficio Economato 57123 LIVORNO P.zza del Municipio 1 Tel. 0586-820295 fax 0586 820574 e-mail economato@comune.livorno.it Cod. Fiscale

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GASOLIO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 6489807627 CAPITOLATO SPECIALE IL Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli pag. 1 di 8 Cap. soc. 2.600.000,00 i.v. socio unico:

Dettagli

Capitolato speciale per i servizi di distruzione della documentazione e di trasferimento degli archivi presenti presso le sedi ex IRRE

Capitolato speciale per i servizi di distruzione della documentazione e di trasferimento degli archivi presenti presso le sedi ex IRRE AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INDICIZZAZIONE, TRASPORTO E DISTRUZIONE DI MATERIALE CARTACEO, SELEZIONATO A SEGUITO DELLE OPERAZIONI DELLO SCARTO D ARCHIVIO EFFETTUATE DALL INDIRE PRESSO LE SEDI DEGLI Ex-IRRE

Dettagli

Art. 1 Oggetto dell appalto

Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEI SERVIZI DI GRAFICA, IMPAGINAZIONE, RICERCA PUBBLICITÀ, STAMPA E DISTRIBUZIONE DEL NUMERO UNO DEL PERIODICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LA PROVINCIA DI BERGAMO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Titolo: CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO SENZA CONDUCENTE ( A FREDDO) DI AUTOMEZZI, PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA DI RIFIUTI SOLIDI URBANI PER MESI

Dettagli

PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA E SICUREZZA NELLE SEDI DELLA PROVINCIA OGLIASTRA

PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA E SICUREZZA NELLE SEDI DELLA PROVINCIA OGLIASTRA All. 1C SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA E SICUREZZA NELLE SEDI DELLA PROVINCIA OGLIASTRA L anno duemiladieci, il giorno del mese di, nella Sede provinciale di Lanusei sita

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SOMMARIO Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Oggetto dell'appalto, stima quantitativi e importo

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE Contratto in forma pubblica amministrativa per l affidamento del Progetto VIVERE IN COMUNITÀ ANNO

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO INCARICO DI ESPLETAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL PERSONALE E DEI COLLABORATORI PER IL PERIODO 1/1/2012-31/12/2013 CIG Z990278489 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 -

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI PROTEZIONI DI SICUREZZA PER TERMOSIFONI NELLE SCUOLE DELL OBBLIGO E DEL PRE-OBBLIGO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI PROTEZIONI DI SICUREZZA PER TERMOSIFONI NELLE SCUOLE DELL OBBLIGO E DEL PRE-OBBLIGO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI PROTEZIONI DI SICUREZZA PER TERMOSIFONI NELLE SCUOLE DELL OBBLIGO E DEL PRE-OBBLIGO Articolo 1. Oggetto dell appalto. Caratteristiche

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO (capitolato emeroteca via del toro) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO Art. 1 - Oggetto dell appalto Il presente appalto ha per oggetto lo svolgimento

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI V.LE PIERACCINI, 17 50139 - FIRENZE U.O. LOGISTICA OGGETTO: Manutenzione, conduzione e gestione degli impianti di climatizzazione degli edifici dell Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia)

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia) COMUNE DI ACCADIA (Provincia di Foggia) PROGETTO PER LA DOTAZIONE DI IMPIANTO DI VODEOSORVEGLIANZA E FORNITURE ARREDI PER GLI IMMOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE DENOMINATI "CASONE PADULI" E "CASONE DIFESA".

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA . REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INFERMIERISTICI PRESSO LA CASA DI RECLUSIONE E LA CASA CIRCONDARIALE DI PADOVA. * * * * * * CAPITOLATO D ONERI

Dettagli

Città di Modugno Provincia di Bari V Settore Pubblica Istruzione Cultura - Sport

Città di Modugno Provincia di Bari V Settore Pubblica Istruzione Cultura - Sport CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO ALUNNI SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE PERIODO 07/01/2013-06/06/2013 Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO L oggetto riguarda il servizio di trasporto alunni che

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento del servizio di noleggio di macchine fotocopiatrici per la Fondazione Teatro di San Carlo. CIG: 641196266D PREMESSA La Fondazione Teatro di San Carlo intende affidare

Dettagli

SERVIZI DI DIREZIONE - Unità ARCHIVIO E PROTOCOLLO GENERALE

SERVIZI DI DIREZIONE - Unità ARCHIVIO E PROTOCOLLO GENERALE Allegato alla determinazione dirigenziale n.6 del 25-08-2014 SERVIZI DI DIREZIONE - Unità ARCHIVIO E PROTOCOLLO GENERALE CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 Novembre 2008 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di fornitura gasolio

Dettagli

FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A.

FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A. FRIULI VENEZIA GIULIA STRADE S.p.A. Reg/to il al n. Sede di Trieste Individuazione Aree Critiche (IAC), Piano Interventi di Contenimento ed Abbattimento del Rumore (PICAR), Mappatura Acustica (MA) e Piani

Dettagli

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE:

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE: CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI AGENZIA DI VIAGGIO PER LA GESTIONE INTEGRATA DELLE TRASFERTE DI LAVORO DEL PERSONALE DI TURISMO TORINO E PROVINCIA, NONCHE DEI SERVIZI DI PIANIFICAZIONE, ORGANIZZAZIONE ED

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELL IMPIANTO CASA PENTA E TRASPORTO RIFIUTI A SMALTIMENTO FINALE 1 Articolo n 1: (Oggetto Dell appalto) L appalto ha per oggetto l affidamento

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Oggetto dell appalto L oggetto dell appalto è la realizzazione, mediante

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO REPUBBLICA ITALIANA

SCHEMA DI CONTRATTO REPUBBLICA ITALIANA SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: CONTRATTO APPALTO PER RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEGLI RSU E SERVIZI CONNESSI E LA GESTIONE DELLA DISCARICA COMUNALE DI LOCALITA LA SILVA DEL COMUNE DI CASSANO ALL IONIO.

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Rep. n. CONTRATTO DI APPALTO del servizio quinquennale di assicurazione globale fabbricati relativamente agli immobili gestiti

Dettagli

Affidamento del servizio di trasloco e custodia da svolgere in immobili in gestione ad A.G.E.C.

Affidamento del servizio di trasloco e custodia da svolgere in immobili in gestione ad A.G.E.C. SOMMARIO CAP. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI...1 1.1 - OGGETTO DELL APPALTO...1 1.2 - DURATA DEL CONTRATTO...1 1.3 - IMPORTO PRESUNTO DELL APPALTO...1 1.4 - VERIFICHE IN CORSO DI ESECUZIONE...1 CAP. 2 - DISPOSIZIONI

Dettagli