AZIENDA SANITARIA LOCALE - A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE D.P.G.R. N DEL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA SANITARIA LOCALE - A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE D.P.G.R. N. 70640 DEL 22.12.1997"

Transcript

1 AZIENDA SANITARIA LOCALE - A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE D.P.G.R. N DEL CAPITOLATO D'ONERI PER L AFFIDAMENTO DI UN SERVIZIO DI TRASPORTO E FACCHINAGGIO (articolato come indicato al capitolo n 1) INDICE CAPITOLO 1 : OGGETTO...1 CAPITOLO 2 : ONERI E RESPONSABILITÀ DELL IMPRESA AFFIDATARIA DEL SERVIZIO...5 CAPITOLO 3 : DEPOSITO CAUZIONALE ART. 113 D. LGS. 163/06 testo vigente...7 CAPITOLO 4 : STIPULAZIONE DEL CONTRATTO...7 CAPITOLO 5 : DURATA DEL CONTRATTO E DIRITTO DI RECESSO...7 CAPITOLO 6 : PENALI...8 CAPITOLO 7 : RISOLUZIONE DEL CONTRATTO...9 CAPITOLO 8 : CORRISPETTIVI - FATTURAZIONE - PAGAMENTI REVISIONE PREZZI...10 CAPITOLO 9 : CESSIONE DEL CREDITO CESSIONE DEL CONTRATTO - SUBAPPALTO...11 CAPITOLO 10 : DISPOSIZIONI FINALI E DI RINVIO...11 ALLEGATI: Allegato A-1 Allegato A-2 Allegato B Allegato C Elenco sedi ASL VA Programma del servizio n. 1.a ASL VA Elenco sedi ASL BG Codice Etico della Regione Lombardia CAPITOLO 1 : OGGETTO Il presente Capitolato d Oneri disciplina l affidamento del seguente servizio: LOTTO N. 1 ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE N 1.a ritiro, trasporto e consegna di pacchi contenenti biancheria confezionata, materiale di magazzino, cancelleria, farmaci e presidi sanitari dal magazzino centrale dell ASL alle sedi territoriali di quest ultima ed eventualmente viceversa; N 1.b ritiro, trasporto e consegna di prelievi effettuati per analisi screening colon retto; N 2. facchinaggio e trasloco da effettuarsi presso le varie strutture dell Azienda Sanitaria Locale ubicate sul territorio della Provincia di Varese (vedi allegato A-1). LOTTO N. 2 ASL DELLA PROVINCIA DI BERGAMO N 3. facchinaggio e trasloco da effettuarsi presso le varie strutture dell Azienda Sanitaria Locale ubicate sul territorio della Provincia di Bergamo (vedi allegato B). occorrente alle AA.SS.LL. della Provincia di Varese (di seguito denominata ASL-VA) e della Provincia di Bergamo (di seguito denominata ASL-BG) per un periodo di 3 (tre) anni dalla data di effettivo inizio del servizio (indicativamente dal ), con eventuale rinnovo e proroga (vedasi capitolo 5 )

2 Si precisa che gli elenchi sedi aziendali (allegati A-1 per il lotto 1 e allegato B per il lotto 2) potranno subire variazioni prima o nel corso del rapporto contrattuale senza che l aggiudicatario possa eccepire alcunché. LOTTO N. 1 ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE Servizio n. 1.a ritiro, trasporto e consegna di pacchi contenenti biancheria confezionata, materiale di magazzino, cancelleria, farmaci e presidi sanitari. Il servizio di cui trattasi consiste nel ritiro, presso il magazzino dell ASL (in Via Rossi 9 Varese) del materiale da trasportare, nel trasporto e consegna (scarico compreso) di detto materiale presso tutte le sedi distrettuali dislocate nell ambito del territorio della Provincia di Varese, a settimane alterne come da tabella allegata (allegato A-2 il calendario potrà essere adeguato alle esigenze aziendali, così come il numero e l ubicazione delle sedi). A settimane alterne sarà consegnato materiale di magazzino (es. cancelleria) e materiale sanitario (es farmaci). Dovrà comunque essere sempre garantito il passaggio presso la sede centrale di Varese al termine di ogni giornata di effettuazione del servizio in questione (per la consegna presso il magazzino di materiale/richieste ritirate presso le sedi territoriali dell ASL ). Il servizio non svolto nei giorni festivi va recuperato in settimana (mercoledì), nel caso in cui sia l unico, o anticipato nella settimana precedente nell ipotesi in cui i giorni festivi nella stessa settimana siano due. L automezzo utilizzato dovrà essere tipo FIAT Ducato (o equivalente) con volume di carico non inferiore a 10 metri/cubi; detto veicolo, opportunamente accessoriato, dovrà essere in condizioni di effettuare trasporti a temperatura controllata (la temperatura dovrà essere costante fra i più 2 e più 8 gradi centigradi) di farmaci e presidi sanitari. Sono a carico dell impresa aggiudicataria tutte le spese relative al personale ed ai mezzi necessari per l espletamento del servizio in questione, comprese quelle per il carburante. Si precisa che l orario di magazzino presso la sede di Via Rossi n. 9 è il seguente: dal Lunedì al Giovedì apertura ore 8.00 chiusura ore (con chiusura intermedia dalle alle 14.00) Venerdì apertura ore 8.00 chiusura ore Servizio n. 1.b ritiro, trasporto e consegna di prelievi effettuati per analisi screening colon retto. Il servizio di cui trattasi consiste nel ritiro di campioni per analisi colon retto presso le sedi dell A.S.L. di seguito elencate: Distretto Arcisate ritiro presso Via Campi Maggiori n 23 in Arcisate Distretto Azzate ritiro presso Via Acquadro n 6 in Azzate Distretto Busto Arsizio ritiro presso Viale Stelvio n 3 in Busto Arsizio Distretto Laveno Cittiglio ritiro presso Via Ceretti n 8 in Laveno Mombello Distretto Gallarate Sede principale - ritiro presso Via Leonardo da Vinci n 1 in Gallarate Distretto Gallarate - Sede Cassano Magnago ritiro presso Via Buttafava n 4 in Cassano Magnago Distretto Luino ritiro presso Via Verdi n 6 in Luino Distretto Sesto Calende ritiro presso Via Cardinal dell Acqua n 1 in Sesto Calende Distretto Somma Lombardo ritiro presso Via Fuser n 1 in Somma Lombardo Distretto Saronno ritiro presso Via Manzoni n 23 in Saronno Distretto Tradate ritiro presso Via Gradisca n 16 intradate Distretto Varese Sede principale - ritiro presso Viale Monterosa n 28 in Varese Distretto Varese - Sede di Malnate ritiro presso P.zza della Libertà n 1 in Malnate - 2 -

3 I campioni devono essere ritirati ogni Martedì, Mercoledì e Giovedì; la consegna dei campioni deve avvenire tassativamente entro le ore di ciascuna delle suddette giornate, presso il Laboratorio Medico dell ASL in Via Campigli n 5 in Varese. Il trasporto andrà effettuato con contenitori termici/refrigerati. L impresa aggiudicataria dovrà mettere a disposizione un Panda Cabinato o mezzo equivalente (per volume di carico). Sono a carico dell impresa aggiudicataria tutte le spese relative al personale ed ai mezzi necessari per l espletamento del servizio in questione, comprese quelle per il carburante. L ASL di Varese fornirà solo i contenitori termici, in comodato d uso gratuito. Il servizio sarà sospeso indicativamente negli ultimi 10 giorni di Luglio e nel mese di Agosto. Servizio n. 2 facchinaggio e trasloco. Il servizio riguarda sia il facchinaggio interno (nell ambito di ciascuna sede dell ASL) che esterno (tra sedi dell ASL) ed ha la finalità di garantire la corretta movimentazione di mobilio, dotazioni di ufficio ed attrezzature varie, beni di consumo, rimozione di materiale vario non più utile ed utilizzabile giacente presso le diverse sedi dell ASL, ecc.. Di seguito si riporta un elenco esemplificativo e non esaustivo di attività che potranno essere richieste e come tali dovranno essere effettuate dall impresa con idoneo personale: - imballo del contenuto degli arredi; - smontaggio arredi; - rimontaggio degli arredi e riposizionamento degli stessi; - carico e scarico dei materiali per il trasloco; - ricollocazione degli stessi nell immobile di destinazione; - montaggio e smontaggio scaffalature; - trasporto del materiale; - messa in ordine degli archivi dell ASL. Il fabbisogno presunto, per il periodo di un anno, è il seguente: servizio di sola manodopera: circa ore, servizio con autocarro e autista: circa 500 ore. Le attrezzature ed i macchinari necessari per lo svolgimento del servizio sono forniti dall impresa esecutrice a proprio carico e devono essere rispondenti alle norme di buona tecnica (norme CEI o altre) ed in regola con le norme vigenti in materia di prevenzione infortuni. Il costo per il materiale eventualmente necessario per gli imballaggi è a carico dell impresa esecutrice. Il servizio di cui trattasi dovrà essere reso tutti i giorni lavorativi, sabato compreso ed in caso di necessità anche nei giorni festivi; in quest ultimo caso sarà riconosciuta una maggiorazione del compenso dovuto pari al 50%. L impresa aggiudicataria dovrà effettuare le prestazioni in base alla programmazione/richieste di lavori effettuata dagli Uffici del Servizio Gestione Approvvigionamenti. In casi di urgenza, con riferimento ai lavori non programmati, questi ultimi dovranno essere effettuati entro 24 ore dalla richiesta. Il servizio riconosciuto sarà quello effettivamente svolto nei presidi interessati; non saranno riconosciuti oneri e spese di trasferta per l iniziale raggiungimento della sede di lavoro e per il percorso successivo alla fine dell orario di servizio effettuato. All impresa affidataria dell appalto verranno consegnati badges di rilevazione presenze affinchè il personale effettui le timbrature al momento di inizio del servizio, presso la sede interessata, ed al termine del servizio, che può coincidere con una sede diversa da quella di inizio servizio. Gli ordinativi dei servizi di volta in volta occorrenti saranno effettuati per iscritto (fax /mail) e in caso di necessità potranno essere anticipati telefonicamente dal Servizio Approvvigionamenti e - 3 -

4 successivamente confermati per iscritto. L Azienda Sanitaria non risponderà dei servizi eseguiti a fronte di ordinativi conferiti in modo e da soggetti diversi da quelli sopra indicati. Deve essere vietato a tutto il personale addetto al servizio di consultare documenti e deve essere fatto obbligo al personale suddetto di mantenere il segreto su fatti e documenti di cui fosse venuto a conoscenza. Durante il servizio i dipendenti dell impresa devono essere muniti di cartellino di riconoscimento individuale, con almeno l indicazione della ragione sociale dell impresa, del nome, cognome, matricola e fotografia del dipendente stesso; i dipendenti dell impresa devono altresì indossare i D.P.I. previsti dalla normativa in materia di prevenzione degli infortuni. La divisa, i cartellini di riconoscimento ed i D.P.I. sono a carico dell impresa aggiudicataria. LOTTO N. 2 ASL DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Servizio n. 3 facchinaggio e trasloco. Il servizio riguarda sia il facchinaggio interno (nell ambito di ciascuna sede dell ASL) che esterno (tra sedi dell ASL) ed ha la finalità di garantire la corretta movimentazione e la messa in opera di mobili, dotazioni di ufficio ed attrezzature varie, beni di consumo, rimozione di materiale vario non più utile ed utilizzabile giacente presso le diverse sedi dell ASL, ecc.. Di seguito si riporta un elenco esemplificativo e non esaustivo di attività che potranno essere richieste e come tali dovranno essere effettuate dall impresa con idoneo personale: - imballo del contenuto degli arredi; - smontaggio arredi; - rimontaggio degli arredi e riposizionamento degli stessi; - carico e scarico dei materiali per il trasloco; - ricollocazione degli stessi nell immobile di destinazione; - montaggio e smontaggio scaffalature; - trasporto del materiale; - movimentazione della documentazione cartacea amministrativa/sanitaria in deposito e/o in dotazione alle strutture territoriali dell ASL; - trasporto di beni ingombranti dichiarati fuori uso presso il magazzino ubicato a Bonate Sotto (BG) in via Garibaldi 13/15. Il fabbisogno presunto, per il periodo di un anno, è il seguente: servizio di sola manodopera: circa 1200 servizio con autocarro e autista: circa 600 Le attrezzature ed i macchinari necessari per lo svolgimento del servizio sono forniti dall impresa appaltatrice a proprio carico e devono essere rispondenti alle norme di buona tecnica (norme CEI o altre) ed in regola con le norme vigenti in materia di prevenzione infortuni. Il servizio di cui trattasi dovrà essere reso tutti i giorni lavorativi, sabato compreso ed in caso di necessità anche nei giorni festivi; in quest ultimo caso sarà riconosciuta una maggiorazione del compenso dovuto pari al 50%. All appaltatore, sarà inviato dal settore logistico del Servizio Approvvigionamenti, uno specifico modulo di servizio nel quale sarà descritto il lavoro da effettuare, con indicazione del servizio richiedente e la sede, in modo da prenderne visione e formulare preventivo di massima che dovrà essere validato dal medesimo settore prima di procedere all effettuazione della prestazione, ai fini dell emissione della proposta d ordine. Gli interventi dovranno essere eseguiti al bisogno e secondo piano concordato con il suddetto settore logistico dell ASL

5 In casi di urgenza, i lavori dovranno essere garantiti entro 24 ore dalla richiesta. Altrimenti, i lavori saranno effettuati entro 5 giorni lavorativi. Il servizio riconosciuto sarà quello effettivamente svolto nei presidi interessati; non saranno riconosciuti oneri e spese di trasferta per l iniziale raggiungimento della sede di lavoro e per il percorso successivo alla fine dell orario di servizio effettuato. Le richieste dei servizi di volta in volta occorrenti saranno effettuate per iscritto ( fax /mail ) e in caso di necessità potranno essere anticipate telefonicamente dal Servizio Approvvigionamenti e successivamente confermate per iscritto con richieste a firma del Responsabile del suddetto Servizio. L Azienda Sanitaria non risponderà dei servizi eseguiti a fronte di richieste conferite in modo e da soggetti diversi da quelli sopra indicati. Deve essere vietato a tutto il personale addetto al servizio di consultare documenti e deve essere fatto obbligo al personale suddetto di mantenere il segreto su fatti e documenti di cui fosse venuto a conoscenza. Durante il servizio i dipendenti dell impresa devono indossare una divisa decorosa ed igienica ed essere muniti di cartellino di riconoscimento individuale, con almeno l indicazione della ragione sociale dell impresa, del nome, cognome, matricola e fotografia del dipendente stesso; i dipendenti dell impresa devono altresì indossare i D.P.I. previsti dalla normativa in materia di prevenzione degli infortuni. La divisa, i cartellini di riconoscimento e i D.P.I. sono a carico dell Impresa aggiudicataria. Saranno, inoltre, ad esclusivo carico dell appaltatore tutti gli attrezzi, i macchinari, gli automezzi e gli imballaggi di varie misure a perdere, che lo stesso dovrà impiegare per lo svolgimento del servizio. E in ogni caso vietato l impiego di mezzi di trasporto e di macchine non a norma, difettose, in cattivo stato di manutenzione e/o di potenza superiore a quella consentita dagli attacchi elettrici esistenti. I servizi devono essere svolti con puntualità e correttezza. L Azienda si riserva la facoltà di far eseguire, per mezzo dei suoi incaricati ed alla presenza del responsabile della ditta, accertamenti e controlli in qualsiasi momento e senza alcun preavviso con stesura di relativo verbale. Verificandosi abusi ovvero deficienze nell adempimento degli obblighi contrattuali, l Amministrazione può diffidare l impresa al rispetto degli stessi entro un termine prefissato, trascorso inutilmente il quale può ordinare o far eseguire d ufficio nel modo che reputa più opportuno e a spese dell impresa i lavori che ritiene necessari per il regolare andamento del servizio. Gli imballaggi, che saranno utilizzati per il servizio di trasloco, saranno a carico della ditta aggiudicataria. CAPITOLO 2 - ONERI E RESPONSABILITÀ DELL IMPRESA AFFIDATARIA DEL SERVIZIO Per il lotto n 1, in relazione al servizio oggetto d appalto l A.S.L di Varese ha predisposto il DUVRI, con relativi allegati. Tale documento dovrà essere integrato dall impresa aggiudicataria per le parti di competenza e congiuntamente definito con l A.S.L. stessa per quanto riguarda le interferenze e le misure di sicurezza da adottare

6 Per il lotto n 2, l ASL di Bergamo ha predisposto il Manuale Informativo dei Rischi per la Sicurezza all interno degli ambienti di lavoro dell ASL di Bergamo, disponibile sul sito internet alla sezione ASL Istituzionale Codice Etico Comportamentale e Informativa Sicurezza. La ditta aggiudicataria dovrà integrare le parti di competenza per permettere all ASL di Bergamo di compilare il DUVRI. La ditta non potrà iniziare il proprio servizio prima della redazione del suddetto DUVRI. Il DUVRI, in corso di appalto potrà essere aggiornato in funzione di eventuali sopraggiunte variazioni rispetto al contesto lavorativo. L appaltatore, per l espletamento del servizio in oggetto, dovrà avvalersi unicamente di personale fisicamente idoneo, regolarmente assunto alle proprie dipendenze (a tempo indeterminato o a tempo determinato) e regolarmente assicurato nei termini di legge e di contratto collettivo nazionale vigente, obbligandosi ad attuare nei confronti di detto personale condizioni normative e retributive non inferiori a quelle stabilite dai vigenti contratti di lavoro della categoria. A richiesta delle AA.SS.LL. l appaltatore dovrà fornire le prove di aver regolarmente soddisfatto gli obblighi relativi alle assicurazioni sociali ed infortunistiche nonché gli obblighi contrattuali nei confronti del personale impiegato nello svolgimento del servizio. L appaltatore dovrà sostituire entro tre giorni dalla richiesta delle AA.SS.LL., i soggetti che abbiano dato motivo di lagnanza, riscontrata dalle AA.SS.LL. discrezionalmente. Le AA.SS.LL. sono estranee ad ogni rapporto tra appaltatore e suo personale. L impresa aggiudicataria deve presentare, entro dieci giorni dalla data di aggiudicazione, un elenco di tutto il personale che sarà impiegato nel servizio dal quale risultino i dati anagrafici, la qualifica ed il livello ed eventuali ulteriori notizie concernenti il rapporto di lavoro. Tale elenco dovrà essere regolarmente aggiornato periodicamente (1 volta all anno) e, comunque sempre, a seguito di variazioni. Il personale deve essere fisicamente idoneo e dovrà essere sottoposto, a cura e spese della ditta, alle vaccinazioni di legge e alle visite previste dal D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.. Per quanto riguarda aspetti di dettaglio relativi alla concreta esecuzione del servizio, non previsti nel presente Capitolato d Oneri, le AA.SS.LL. ne concorderanno tempi e modalità operative, con l impresa aggiudicataria del servizio stesso, in fase di stipulazione dei contratti. L appaltatore si obbliga ad adottare, durante l esecuzione dei lavori e a proprio carico, tutte le misure e le cautele necessarie per garantire la salute e l incolumità delle persone impiegate nel servizio, nonché di terzi. Lo stesso dovrà attenersi, in merito ad organizzazione, procedure di lavoro e attrezzature, alle disposizioni previste dal D.Lgs n 81 del 9 Aprile 2008 testo vigente. Tutte le attrezzature e macchinari utilizzati dovranno preferibilmente garantire l adozione di misure di compatibilità ambientale. Ogni responsabilità, nel caso di infortunio o di danni di ogni genere che potranno occorrere al personale impiegato per il servizio o a terzi, è imputabile all appaltatore medesimo, restandone completamente sollevate le AA.SS.LL.. Qualora durante l attività dovessero verificarsi danni dovuti ad imprudenza, imperizia, negligenza da parte degli operatori dell impresa, questa è tenuta secondo le norme del codice civile al risarcimento dei danni. Per ciascun lotto, l appaltatore si impegna a contrarre una polizza assicurativa di responsabilità civile con un massimale non inferiore ad Euro ,00 per i danni che possono derivare agli utenti, a terzi ed al proprio personale, inclusi i beni delle AA.SS.LL., durante l attività prevista dall appalto

7 Inoltre l appaltatore si impegna a contrarre una polizza trasporti a tutela dei beni e delle merci per danneggiamenti e/o smarrimenti durante il trasporto degli stessi, con un massimale non inferiore ad Euro ,00. Le AA.SS.LL. non risponderanno di eventuali ammanchi, danneggiamenti o furti di qualsiasi natura e per qualsiasi causa, dei materiali ed attrezzi dell impresa appaltatrice dislocati presso le sedi ASL (previa autorizzazione di quest ultima). CAPITOLO 3 : DEPOSITO CAUZIONALE ART. 113 D. LGS. 163/06 testo vigente L impresa aggiudicataria del servizio dovrà prestare cauzione definitiva ai sensi dell art. 113 del D. Lgs. 163/2006 testo vigente (si richiamano in particolare gli adempimenti previsti dai commi 1 e 2 del citato articolo). Si precisa che l importo contrattuale cui fare riferimento in applicazione del citato art. 113 del D. Lgs. 163/06 testo vigente deve intendesi al netto d Iva. Si applica il comma 7 dell art. 75 del D.Lgs 163/2006 testo vigente. Il deposito cauzionale definitivo è prestato a garanzia dell'adempimento di tutti gli obblighi contrattuali, del risarcimento dei danni derivanti dall'inadempienza a detti obblighi nonché del rimborso delle somme che l ASL dovesse pagare in più rispetto ai corrispettivi contrattuali. L importo della cauzione definitiva è determinato ai sensi dell art. 113 D.Lgs. 163/06 testo vigente e dovrà essere prestato con le modalità indicate nel citato articolo. Ai sensi dell art. 113 comma 2, la garanzia fideiussoria di cui al comma 1 del citato articolo, prevista con le modalità di cui all articolo 75 comma 3 del quale si riporta di seguito il testo: la fideiussione, a scelta dell offerente, può essere bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari, iscritti nell elenco speciale di cui all art. 107 del D.Lgs. 01/09/1993 n. 385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell Economnia e delle Finanze, deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art comma 2 del codice civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. Non è ammessa esenzione dalla prestazione del deposito cauzionale definitivo. La cauzione definitiva resta vincolata fino al termine del rapporto contrattuale ed alla completa definizione di eventuali pendenze derivanti dallo stesso e sarà restituita previo accertamento dell'avvenuto adempimento di tutti gli obblighi contrattuali e salvo che sia stata promossa contestazione giudiziale. CAPITOLO 4 : STIPULAZIONE DEL CONTRATTO I contratti saranno stipulati da ciascuna ASL in forma pubblica o pubblica amministrativa mediante Ufficiale Rogante se d importo superiore alla soglia comunitaria. Se d importo inferiore mediante scrittura privata ovvero in altra forma idonea ai sensi della normativa vigente (combinato disposto art. 13 D. Lgs. n. 163/2006 e art. 19 L.R. n. 14/1997) Tutte le spese e gli oneri (diritti di segreteria, bolli se ed in quanto dovuti, imposta di registro, ecc.) per la stipula del contratto sono a completo ed esclusivo carico dell impresa aggiudicataria nella misura fissata dalla normativa in vigore. Tutti gli oneri a carico dell'aggiudicatario dovranno essere versati entro venti giorni dalla comunicazione dell avvenuta aggiudicazione con le modalità indicate in seguito dalle Amministrazioni. L IVA resterà a carico delle Amministrazioni e l aggiudicatario dovrà addebitarla in fattura, ai sensi dell art. 18 della legge n. 633 del e disposizioni normative successive. CAPITOLO 5 - DURATA DEL CONTRATTO E DIRITTO DI RECESSO Il rapporto contrattuale derivante dall affidamento del servizio in oggetto decorrerà dalla data di effettivo inizio dello stesso (indicativamente dal ) ed avrà durata di tre anni, ferma - 7 -

8 restando la facoltà, esercitabile da ciascuna A.S.L. interessata, di rinnovare il contratto per un ulteriore triennio, con preavviso scritto di almeno 30 giorni antecedenti la scadenza naturale del contratto stesso. E possibile prorogare (opzione utilizzabile da ciascuna A.S.L. interessata) il rapporto contrattuale per massimo 6 mesi alle medesime condizioni giuridiche ed economiche vigenti alla scadenza naturale del contratto, nelle more dell espletamento delle procedure di evidenza pubblica per la scelta del contraente; la proroga potrà essere effettuata anche per i 6 mesi successivi alla scadenza del contratto eventualmente già rinnovato (proroga post-rinnovo). Le AA.SS.LL. hanno la facoltà di recedere dal contratto stipulato, in qualsiasi momento, ai sensi della norma di cui all art del codice civile, con un preavviso di 30 giorni da comunicarsi alla impresa appaltatrice con lettera raccomandata A/R. Tale facoltà non è concessa all appaltatore. L ASL si avvarrà di tale facoltà nei seguenti casi: o motivi di interesse pubblico; o giusta causa; o mutamenti di carattere organizzativo sia a livello nazionale che regionale in materia di competenza e modalità di erogazione della fornitura del servizio oggetto del presente capitolato; o mutamenti nella normativa riguardante la fornitura del servizio oggetto del presente appalto; o condizioni economiche contrattuali superiori ai limiti di cui al D.L. 95/2012, art. 15, c. 13, lett. b); o attivazione di convenzioni da parte di centrale di committenza nazionale o regionale che comportino prezzi più vantaggiosi di quelli ottenuti in sede di gara, senza che la contraente abbia nulla a pretendere; In caso di recesso dell ASL, l impresa aggiudicataria ha diritto al pagamento del servizio effettuato, purché correttamente eseguito, secondo il corrispettivo e le condizioni contrattuali rinunciando espressamente a qualsiasi ulteriore eventuale pretesa, anche di natura risarcitoria, e ad ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso delle spese, anche in deroga a quanto previsto dall art del codice civile. CAPITOLO 6 : PENALI In caso di inadempimento parziale o totale degli obblighi derivanti dal contratto, le AA.SS.LL. potranno discrezionalmente e a loro insindacabile giudizio applicare una penale per un importo massimo di Euro 2.000,00 per ciascun inadempimento. In particolare, le penali potranno essere applicate, in via esemplicativa e non esaustiva, per: - mancato utilizzo di cartellino di riconoscimento; - mancato rispetto dei termini previsti per l effettuazione del lavoro urgente, per ogni giorno di ritardo; - mancato rispetto dei termini previsti per l effettuazione del lavoro non urgente, per ogni giorno di ritardo; - mancata esecuzione a regola d arte del lavoro; - mancata sostituzione di personale, a seguito di richiesta delle AA.SS.LL. per più di 3 giorni; - rivelazione di dati o informazioni da parte dei propri dipendenti di cui sono venuti a conoscenza durante il servizio prestato alle AA.SS.LL.; - 8 -

9 - mancata presentazione dell elenco del personale una volta all anno e, comunque, al variare del personale. Per il lotto n 1 l inadempimento sarà contestato, dall ASL VA, con nota scritta. Per il lotto n 2 le infrazioni e le inadempienze contrattuali e per ogni operazione male o imperfettamente eseguita, che può essere oggetto d immediata rilevazione, sarà redatto specifico verbale a cura dell ASL BG in contraddittorio con la ditta appaltatrice, verbale che potrà contenere controdeduzioni da parte del responsabile della ditta stessa. Nel caso di inadempimenti non rilevati al momento, sarà inviata nota di contestazione scritta. Il fornitore dovrà produrre nel termine massimo di sette giorni dal ricevimento della contestazione le proprie giustificazioni. Quest ultime saranno discrezionalmente valutate dai competenti Responsabili delle AA.SS.LL.. Le suddette penali il cui importo sarà comunicato in forma scritta saranno scontate mediante decurtazione del corrispettivo convenuto in sede di pagamento dello stesso ovvero mediante rivalsa sul deposito cauzionale definitivo senza obbligo di preventivo esperimento di azione giudiziaria; nella seconda ipotesi l appaltatore sarà obbligato a reintegrare la suddetta cauzione immediatamente. In caso d inadempimento della ditta aggiudicataria le AA.SS.LL. potranno garantire il servizio individuando altro operatore con addebito dei maggiori costi all impresa inadempiente, fatto salvo il diritto al risarcimento del danno. CAPITOLO 7 : RISOLUZIONE DEL CONTRATTO In tema di risoluzione del contratto si intendono richiamati gli artt. 135 e successivi del D.Lgs. n. 163/2006 testo vigente e gli artt. 297 e successivi del D.P.R. n. 207/2010 testo vigente. L ASL potrà procedere di diritto, ex art del codice civile, alla risoluzione del contratto nei seguenti casi: o gravi violazioni delle clausole contrattuali e reiterate inadempienze nell esecuzione del contratto tali da compromettere la regolarità della fornitura quali a titolo esemplificativo: interruzione della fornitura del servizio senza giustificato motivo; inosservanza dei termini essenziali di erogazione del servizio; reiterate e gravi inosservanze delle norme di legge e di regolamento applicabili all appalto in oggetto; o mancato reintegro della cauzione in corso di contratto entro 15 giorni; o grave negligenza o frode nell esecuzione degli obblighi contrattuali; o violazione dei codici etici adottati dalle AA.SS.LL. e/o dei principi del codice etico regionale degli appalti; o accertamento della non sussistenza o il venir meno di uno dei requisiti richiesti per la partecipazione alla gara; o violazione delle norme in materia di sicurezza in luoghi di lavoro; o violazione delle norme in materia retributiva e contributiva; o informazioni positive riguardanti l antimafia; o almeno tre contestazioni nell anno formalizzate con applicazioni di penali. Ove le inadempienze siano ritenute non gravi, cioè tali da non compromettere la regolarità della fornitura del servizio, le stesse saranno formalmente contestate dalle AA.SS.LL, come previsto nel capitolo 6. Comporterà altresì la risoluzione del contratto il mancato adempimento degli obblighi previsti dalla legge 136/2010 testo vigente

10 Per la caratteristica di PUBBLICO SERVIZIO, l attività oggetto del presente capitolato non potrà essere sospesa. La mancata effettuazione del servizio rappresenta inadempimento contrattuale e consente all ASL di richiedere la risoluzione del contratto ai sensi dell art del codice civile, nonché il risarcimento dei danni conseguenti all interruzione del servizio stesso, fatti salvi i casi di giusta causa e giustificato motivo, incamerando il deposito cauzionale definitivo. Nella fattispecie in questione si procederà inoltre ad addebitare i maggiori costi derivanti dall affidamento del servizio ad altro operatore. CAPITOLO 8 : CORRISPETTIVI - FATTURAZIONE - PAGAMENTI REVISIONE PREZZI Per il lotto n. 1, descrittivo n. 1.a e 1.b, il corrispettivo sarà fatturato in canoni mensili posticipati omnicomprensivi del servizio medesimo. Per il lotto n. 1, descrittivo n. 2 e per il lotto n. 2, il corrispettivo è rappresentato dai prezzi offerti dall impresa aggiudicataria per le rispettive tipologie di intervento indicate al capitolo 1, omnicomprensivi di tutte le spese ed oneri a carico dell aggiudicatario, con la sola esclusione di IVA secondo Legge. L intervento minimo è della durata di un ora. La retribuzione è oraria; l effettuazione di prestazioni per periodi superiori all ora verrà retribuita, in base a sottomultipli della tariffa oraria (1/4 della tariffa oraria), per porzioni di tempo non inferiori al quarto d ora. Le fatture relative al servizio oggetto dell appalto dovranno essere inviate alle AA.SS.LL. di competenza. Per il lotto n. 1 dovrà essere redatta fattura mensile distinta per i descrittivi nn. 1.a e 1.b (trasporto) da quella per il descrittivo n. 2 (facchinaggio); quest ultima fattura dovrà essere corredata da schede di lavoro-bolla debitamente compilate e sottoscritte dal personale incaricato dell Azienda Sanitaria. Per il lotto n 2 la fattura dovrà essere redatta mensilmente e dovrà essere corredata dal consuntivo di spesa e dalla bolla firmata dal Responsabile del Servizio presso il quale è stato effettuato il lavoro; al ricevimento della conferma d ordine da parte del settore ordini del Servizio Approvvigionamenti l aggiudicatario invierà la fattura al Servizio Economico Finanziario dell ASL per la debita liquidazione. Agli effetti della liquidazione delle fatture, saranno riconosciute solo quelle comprovate da idonea attestazione di esecuzione secondo le modalità di cui al presente capitolato e in conformità agli ordinativi del Provveditore, controllate e risultanti dalle bollette di lavoro regolarmente sottoscritte dall'incaricato dell'ente. Il pagamento dei corrispettivi convenuti sarà effettuato entro 30 giorni dalla verifica di regolare esecuzione del contratto a cura del competente Responsabile o del Direttore dell esecuzione del contratto laddove nominato; tale verifica sarà effettuata entro 30 giorni dalla data di ricevimento della fattura. Gli oneri della sicurezza pari a 500,00 per ciascun lotto sarranno corrisposti in unica soluzione entro 6 mesi dall avvio del contratto. Per il lotto n. 1 L eventuale revisione dei prezzi sarà riconosciuta a decorrere dal 1 gennaio del secondo anno di contratto in applicazione del combinato disposto di cui agli art. 115 e 7, comma 4, lett. c) e comma 5 del D. Lgs. 163/06 testo vigente; nel caso in cui l Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture non provveda alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della

11 Repubblica Italiana dei dati relativi agli specifici aumenti ISTAT da applicare secondo i criteri indicati nella citata normativa, l adeguamento del corrispettivo per la fornitura del servizio in oggetto avverrà sulla base delle tabelle ISTAT Indici nazionali dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. Con riferimento alla parte di servizio di cui al capitolo 1 nn 1.a ed 1.b, in caso di variazione del numero di sedi interessate dal servizio o in caso di altre variazioni che ne modificassero il chilometraggio realmente effettuato, il corrispettivo sarà adeguato facendo riferimento principalmente al costo chilometrico, determinato dal rapporto fra il canone annuale offerto dall aggiudicatario ed il numero di chilometri annuali inizialmente previsti allegato A-2 del presente Capitolato d Oneri. Per il lotto n. 2 L eventuale revisione dei prezzi sarà riconosciuta a decorrere dal 1 gennaio del secondo anno di contratto in applicazione del combinato disposto di cui agli art. 115 e 7, comma 4, lett. c) e comma 5 del D. Lgs. 163/06 testo vigente; nel caso in cui l Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture non provveda alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana dei dati relativi agli specifici aumenti ISTAT da applicare secondo i criteri indicati nella citata normativa, l adeguamento del corrispettivo per la fornitura del servizio in oggetto avverrà sulla base delle tabelle ISTAT Indici nazionali dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. Fatto salvo quanto sopra previsto in tema di revisione prezzi, per l'intero periodo contrattuale non s'accetteranno ulteriori variazioni in aumento per qualsivoglia motivo, comprese le oscillazioni dei cambi o delle quotazioni delle materie prime che dovessero intervenire in vigenza di contratto. Si applicherà la legge 136/2010 testo vigente. CAPITOLO 9 : CESSIONE DEL CREDITO CESSIONE DEL CONTRATTO - SUBAPPALTO Ai sensi degli artt del D. Lgs. 163/2006 testo vigente: non è ammessa la cessione del contratto, è ammessa la cessione del credito, non è ammesso il subappalto totale del servizio di cui trattasi. L autorizzazione al subappalto è ammessa solo se in sede di presentazione dell istanza di partecipazione/offerta il concorrente abbia dichiarato di volersene avvalere. Per singolo lotto, è ammesso il subappalto del servizio nella misura massima pari al 30% dell importo complessivo del contratto stipulato, alle condizioni di cui al comma 2 dell art.118 del D. Lgs. 163/2006 testo vigente. In caso di subappalto gli importi dovuti saranno corrisposti all Impresa aggiudicataria. A quest ultima è fatto obbligo (di cui all art. 118 comma 3 del D. Lgs. 163/2006 testo vigente) di produrre copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da essa affidataria corrisposti al subappaltatore per le prestazioni eseguite con le modalità ed alle condizioni indicate nel comma 2, punto 3, dell art. 118 D. Lgs. 163/2006 testo vigente. In caso di accertamento positivo antimafia relativo al subappaltatore, l autorizzazione al subappalto sarà revocata. CAPITOLO 10 : DISPOSIZIONI FINALI E DI RINVIO A tutti gli effetti il servizio disciplinato dal presente Capitolato viene considerato di pubblica utilità

12 L impresa aggiudicataria s impegna ad applicare il Codice Etico della Regione Lombardia (allegato C) nonché delle AA.SS.LL. interessate al presente appalto (il Codice Etico dell ASL- VA è presente sul sito: quello dell ASL-BG sul sito: alla sezione ASL Istituzionale Codice Etico comportamentale e Informativa Sicurezza. Le Aziende si riservano la facoltà di non affidare il servizio sia nel caso venga meno l'interesse pubblico alla effettuazione dello stesso, sia nel caso nessuna delle offerte presentate sia ritenuta idonea, sia quando i prezzi offerti non siano ritenuti congrui ai sensi della vigente normativa o comunque convenienti. Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e s.m.i., l impresa aggiudicataria ha l obbligo di: Mantenere riservati i dati e le informazioni di cui venga in possesso e a conoscenza. Non divulgare dati e informazioni in alcun modo e sotto qualsiasi forma e di non farne oggetto di utilizzo per scopi diversi da quelli strettamente necessari all espletamento dell appalto. Adottare idonee e preventive misure di sicurezza atte ad eliminare o comunque a ridurre al minimo qualsiasi rischio di distruzione o perdita dei dati personali trattati, di accesso autorizzato o non conforme, nel rispetto delle disposizioni contenute nell art. 31 del D. Lgs. sopra citato. L impresa aggiudicataria è responsabile per l esatta osservanza degli obblighi di segretezza anzidetti da parte dei propri dipendenti, consulenti e collaboratori. Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e successive modificazioni e integrazioni, i dati di cui l ASL di Varese verrà in possesso saranno trattati nel rispetto di quanto disposto dalla citata normativa ed esclusivamente in ordine al procedimento instaurato per l affidamento del servizio oggetto del presente appalto. Il titolare del trattamento dei dati in questione è l ASL della Provincia di Varese. Per quanto non espressamente previsto dal presente Capitolato d Oneri si applicano, in quanto compatibili le norme di cui alla Direttiva 2004/18/CE, al D.Lgs n 163/2006 (testo vigente), al Codice Civile, al D.P.R. 207/10, alla L.R. n. 14/1997 ed ai RR.DD. (Regio Decreti) 18/11/1923 n e 23/5/1924 n. 827 e successive integrazioni e modificazioni, per quanto compatibili. In caso di ricorso all autorità giudiziaria, per ogni controversia tra Aggiudicatari e AA.SS.LL., saranno competenti in via esclusiva, rispettivamente, il Foro di Varese per l ASL della Provincia di Varese, quello di Bergamo per l ASL della Provincia di Bergamo. Il presente capitolato speciale d appalto si compone di n. 10 capitoli redatti su n. 12 fogli e di n. 4 allegati. L APPALTATORE Ai sensi e per gli effetti della norma di cui agli artt e 1342 del c.c. vengono espressamente approvate e accettate tutte le clausole di cui ai capitoli del presente capitolato. L APPALTATORE

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASPORTO E SUPPORTO OPERATIVO PER GLI UFFICI, CENTRALI E DISTACCATI, DELL ACI IN ROMA E PER L UFFICIO PROVINCIALE ACI DI ROMA CIG n.5393972e7e tra L AUTOMOBILE

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA NS. RIFERIMENTI

PROVINCIA DI GENOVA NS. RIFERIMENTI PROVINCIA DI GENOVA OGGETTO Servizio di trasloco, trasporto, facchinaggio, movimentazione e consegna di beni vari per le esigenze degli immobili della Provincia di Genova COMMITTENTE/CONTRAENTE Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli