EFFETTI SANITARI DEGLI ATTACCHI TERRORISTICI DELL 11 SETTEMBRE 2001-NEW YORK (USA)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EFFETTI SANITARI DEGLI ATTACCHI TERRORISTICI DELL 11 SETTEMBRE 2001-NEW YORK (USA)"

Transcript

1 EFFETTI SANITARI DEGLI ATTACCHI TERRORISTICI DELL 11 SETTEMBRE 2001-NEW YORK (USA) A cura di Caterina Di Palo A. A. 2009/2010 Indice Introduzione 1.Qualità dell aria Prime dichiarazioni: La qualità dell aria è sicura ed accettabile I primi risultati ed i primi sintomi respiratori Successive dichiarazioni: Tossicità dell aria e presunti inganni dell EPA Composizione della polvere del WTS 2. Le vittime dell 11 settembre: First-responder 3. Effetti sulla salute umana 3.1 Sintomi da stress post-traumatici 3.2 Effetti a livello respiratorio 3.4 Effetti sullo sviluppo del feto Conclusioni Bibliografia-Sitografia L attacco terroristico dell 11 settembre 2001 ha provocato il crollo delle 3 torri del World trade Center di New York, oltre alla morte immediata delle migliaia di individui

2 Introduzione Se c è un aspetto dell 11 settembre tanto drammatico quanto palesemente ignorato dai media, almeno fino a ieri, è quello del disastro ambientale causato dai crolli delle 3 Torri del World Trade Center (WTC). Ma oggi, a fronte di migliaia di persone che denunciano la più vasta gamma di problemi polmonari, con svariate cause legali in corso, e con le prime morti accertate che si possono ufficialmente far risalire a quei problemi, tacere sull argomento non è più possibile per nessuno. Il crollo delle torri del WTC causò la totale polverizzazione di centinaia di tonnellate di amianto, di decine di migliaia di lampadine e computer, di rilevatori di fumo contenenti il radioattivo americio 241, sprigionando una miscela mortale che ha continuato a fuoriuscire dalle ribollenti macerie di Ground Zero nei mesi successivi al disastro, penetrando nei polmoni degli ignari soccorritori, sopravvissuti, e parenti dei dispersi che in quei tristi giorni avevano ben altro a cui pensare. La gravità dell inquinamento ambientale nonché la sua ripercussione sulla salute umana derivante da tale polvere fu resa nota al grande pubblico solo a distanza di circa 4 anni dall evento; sino ad allora le agenzie governative statunitensi avevano sottovalutato o nascosto il rischio ambientale, forse allo scopo di non causare ulteriore panico e di rendere più spediti i soccorsi, lo sgombero delle macerie e il ripristino delle normali attività della città così duramente ferita. L interesse per questo argomento nasce proprio dalla consapevolezza che ognuno di noi potrebbe, nel corso di una emergenza, essere interessato in prima persona e quindi esposto a rischio in quanto, da soccorritore, si corre il pericolo di diventare vittima, non solo perché si può, nel corso del soccorso stesso, rimanere feriti od uccisi, ma perché si può essere inesorabilmente e crudamente esposti agli effetti del disastro divenendone così una vittima secondaria. 1. Qualità dell aria 1.1 Prime dichiarazioni: La qualità dell aria è sicura e accettabile Il 18 settembre 2001, a neanche una settimana dal disastro e senza aver avuto chiaramente il tempo materiale di compiere seri accertamenti, Christine Todd Whitman (ex amministratrice dell EPA-Agenzia per la Protezione Ambientale), attraverso un comunicato stampa dichiarò che l aria e l acqua potabile di Manhattan non erano pericolose per la salute della popolazione, e che dunque le operazioni a Ground Zero potevano proseguire velocemente, per poter tornare presto alla normalità. Anche i residenti della zona Sud di Manhattan, che avevano le abitazioni letteralmente invase da quella polvere (figura 1), vennero rassicurati dal Dipartimento della Salute di New York annunciando che sarebbe stato 2

3 Fig 1: Ambiente indoor sufficiente rimuoverla con un straccio bagnato, magari indossando dei pantaloni lunghi. Tuttavia alcuni di essi non si fidarono e commissionarono delle analisi per conto proprio, che diedero purtroppo dei risultati molto diversi, e che rimasero ignorati, una volta presentate all EPA stessa. 1.2 I primi risultati ed primi sintomi respiratori Col passare del tempo, l'insorgere di strani problemi respiratoripresto soprannominati la "sindrome di Ground Zero"- cominciavano a preoccupare seriamente chi veniva colto da asma pur non avendone mai sofferto, come chi aveva improvvisi attacchi di tosse talmente violenti da provocare rigurgiti di sangue. Uno dei giornalisti che provò a mettere in guardia la popolazione scrisse sul Daily News del 26 Ottobre 2001 l'articolo L'incubo tossico di Ground Zero ma, reo di aver sfidato lo status quo secondo il quale non vi doveva essere alcun problema, venne attaccato dal resto della stampa locale, e additato come esempio di giornalismo sensazionalistico". Il Professor Thomas Cahill dell'università di Davis in California arrivò a Ground Zero il 2 Ottobre 2001 per analizzare la composizione dell'aria, e si meravigliò che non fosse stata ancora approntata un'analisi ambientale. Lo stupì anche il fatto che le macerie continuavano a ribollire, con i fumi talmente densi che gli impedirono di mettersi seriamente al lavoro fino all'inizio di Dicembre. Cahill riscontrò livelli elevatissimi di particelle ultrafini, dagli 0,26 agli 0,09 micron che non aveva mai rilevato in oltre 7000 analisi in giro per il mondo, neanche Fig. 2 Campionamento dell aria intorno al luogo del WTC durante gli incendi dei giacimenti petroliferi in Kuwait. Quei dati gli apparvero tanto inusuali quanto pericolosi, poiché particelle cosi minuscole, si sa, sono in grado di penetrare facilmente le cellule polmonari con risultati disastrosi per la salute. 3

4 1.3 Successive dichiarazioni: Tossicità dell aria e presunti inganni dell EPA Solo nell'agosto del 2003, l'ispettore Generale dell'epa confermò quelli che erano i sospetti di molti, rivelando che le rassicurazioni iniziali erano da imputare al desiderio di riaprire Wall Street al più presto; egli rivelò che i rapporti dai toni più cautelativi redatti in un primo momento dall'epa vennero modificati su pressione del Consiglio sulla Qualità Ambientale della Casa Bianca (CEQ). Squadre dotate di maschere avrebbero infatti lavorato più lentamente, e molto più tempo avrebbe richiesto anche l'accurata bonifica di palazzi ed appartamenti, mentre Wall Street non poteva aspettare. Solo nell'aprile del 2006 rapporti ufficiali hanno ammesso che il 56% dei sopravvissuti agli attacchi soffrono di problemi respiratori e nello stesso mese è arrivata una prima conferma sulla mortalità data dalla polvere del WTC, grazie all'autopsia effettuata sul poliziotto James Zadroga che ha fornito le prove oggettive che ancora mancavano per confermare ufficialmente ciò che già molti sospettavano. La risposta dell'epa- messa di fronte finalmente a dati inconfutabili- si è presto tramutata in una battaglia legale che si prospetta ancora lunga, troppo lunga, per chi non potrà più riacquistare la salute e non desidera altro che venga fatta giustizia. In segno di protesta contro il silenzio ufficiale, alcuni cittadini fondarono l Organizzazione Ambientale del World Trade Center (WTCEO) affermando che negli edifici federali, inclusi la sede dell EPA, erano state messe in atto le bonifiche più accurate secondo le procedure standard. Se questo era vero, che bisogno c era di invitare i cittadini ad utilizzare dei semplici stracci bagnati? Ed anche se le bonifiche effettuate nei palazzi federali fossero state superflue si sarebbe trattato di uno spreco dei soldi degli stessi Newyorchesi. Il WTCEO mise dunque l EPA di fronte a questioni pesanti, obbligandola a rivedere la propria posizione, impegnandosi a controllare tutte le abitazioni, ed a provvedere ad eventuali operazioni di ripulitura, se necessario. Tuttavia quelle tardive promesse, rilasciate malvolentieri quando a lamentarsi non erano più singoli cittadini ma una vera e propria associazione, vennero ben presto tradite, aggiungendo la beffa al danno che ormai era già stato compiuto: le costose procedure operative standard vennero accantonate in favore di alcune decisamente più sbrigative, ed oltretutto tese a ripulire le abitazioni da una sola delle numerose sostanze tossiche incriminate: l amianto. 1.4 Composizione della polvere del WTC In seguito ai due crolli delle Twin Towers e dell edificio 7 del WTC a New York, vennero immesse nell aria tonnellate di detriti tossici contenenti più di 2500 contaminanti, tra cui alcuni elementi noti per essere cancerogeni. 4

5 intervento. Nel WTS c erano circa computer, ognuno contenente dagli 1,8 ai 5,5 Kg di piombo, senza contare le centinaia di tonnellate di amianto utilizzate per la sua costruzione. Vi erano decine di migliaia di lampadine fluorescenti, ciascuna contenente tanto mercurio da poter contaminare ¼ di un isolato. Il WTC conteneva anche diversi serbatoi di carburante di grandi dimensioni ed i sistemi antifumo contenevano il radioattivo americio 241. Altri materiali tossici erano presenti in apparecchiature per ufficio ed arredi, tra cui il mercurio e il cloruro di polivinile. Inoltre, gli arredi in plastica erano stati trattati con un rivestimento in grado di produrre diossine e composti organici volatili. Un mese dopo il disastro scienziati della Davis di California scoprirono livelli di vanadio e particelle ultrafini tra i più alti mai rilevati nel mondo. L alcalinità dell aria fu paragonata a quella del drano, uno dei più potenti gel detergenti corrosivi e, secondo il Dr. Marjorie Clark, l inquinamento provocato dall attentato dell 11 settembre poteva essere paragonato a quello derivante dall insieme di fabbriche di amianto, crematoi, inceneritori e di un vulcano. Tuttavia, le agenzie governative minimizzarono tali avvertimenti, precipitosi di riaprire la zona intorno a Ground Zero, anche se questo comportava un rischio sanitario grave ed immediato per il pronto 1.5 Le vittime dell 11 settembre: First-responder I first-responders, cioè coloro che si occuparono dei primi soccorsi, furono tra i primi ad essere colpiti dagli effetti negativi della polvere liberata dal collasso del WTC. 5

6 Poliziotti e vigili del fuoco di New York hanno affermato di soffrire di questi gravi problemi di salute dopo aver inalato la polvere tossica mentre prestavano soccorso presso il sito di Ground Zero. Il poliziotto James Zadroga, 34 anni, è stato solo il primo, la cui morte è stata direttamente collegata all esposizione della polvere del WTC. L'11 aprile 2006, il patologo Gerard Breton, ha confer-ato che l'auto-sia dell'ispettore di polizia di 34 anni James Zadroga, ha mostrato che costui è morto per aver inalato polvere ed esalazioni men-re cercava superstiti tra i resti degli edifici. L ufficiale Macri Frank morì di cancro al polmone il 3 settembre Aveva trascorso due mesi presso le macerie di Ground Zero; le lunghe ore di lavoro gli avevano provocato vomito, segno di una rapida progressione- già al quarto stadio- del tumore solo un anno dopo l attacco, pur non essendo un fumatore o non essendogli stato diagnosticato un cancro prima degli attacchi. A Cristopher Hynes, 36 anni, nel marzo 2004 era stata diagnosticata una sarcoidosi. Egli sostiene che non gli è mai stato fornito un respiratore adeguato per il suo lavoro a Ground Zero. Il luogotenente Manuel Gomez ha testimoniato che durante le opere di soccorso gli fu ordinato di non indossare una mascherina per non spaventare la gente e l addetto ai trasporti Walter Jenses ha denunciato che quando chiese un respiratore venne minacciato di licenziamento. Nessuno aveva una assicurazione sanitaria o l accesso a cure mediche regolari, e numerose sono state le richieste di risarcimento (per le spese mediche), ma quasi il 94 per cento di queste sono state "completamente negate". Solo nell ottobre 2006, il giudice federale Alvin Hellerstein annullò il rifiuto di pagare i costi dell assistenza sanitaria ai soccorritori. Tuttavia, alcuni lavoratori si lamentano ancora oggi poiché le loro richieste sono state contestate o ritardate per mesi o anni. Altre 98 morti, per cause che vanno da malattie polmonari a vari tipi di tumore, sono state accertate tra i soccorritori che hanno svolto attività di recupero nei giorni successivi agli attacchi terroristici dell 11 settembre e, altre migliaia di persone sono alle prese con gravi problemi di salute. Le 98 morti includono: 55 tipi di tumore, 21 lesioni traumatiche (tra cui quattro poliziotti uccisi), 12 malattie cardiache (di cui 10 attacchi di cuore), 2 6

7 sarcoidosi, 2 polmoniti, 1 polineuropatia (disturbo neurologico) 1 amiloidosi, 1 dovuta ad alcolismo e a malattie renali. Sappiamo che molte sono tutt ora le persone che soffrono di problemi di salute per aver respirato l aria tossica di Ground Zero; eppure ci sono ancora alcuni che ne mettono in dubbio il collegamento. Sollevando l attenzione su tale problematica sembra lecito porci la domanda: quante altre persone dovranno soffrire ancora? e quanti altri poliziotti dovranno ancora morire prima che qualcuno mostri qualche interesse per questa vicenda? E ancora troppo presto per sapere con certezza quanti decessi potrebbero derivare dalle sostanze rilasciate dal crollo del WTC ed è ancora meno chiaro, quanti potrebbero essere i problemi di salute in quanto migliaia di persone non sono ancora state esaminate. Peggio ancora, alcuni dei problemi sanitari più gravi potrebbero non ancora essere emersi. Non è mai stata eseguita una caratterizzazione adeguata della natura e della portata della contaminazione, e pertanto non è possibile quantificare il tipo di problema a cui la gente può andare incontro ma è altrettanto vero che ci può essere un intero gruppo di persone là fuori che può ancora ammalarsi! 2. Effetti sulla salute umana Una grande varietà di effetti sulla salute, mentale e fisica, sono stati riportati nella letterature scientifica. Nel periodo immediatamente successivo all attacco dell 11 settembre, occhi ed apparato respiratorio furono fra i primi organi ad essere colpiti, in una atmosfera resa surriscaldata dai roghi, dove il solo respirare l aria calda sarebbe stato sufficiente a provocare gravi lesioni alle vie respiratorie. Durante il periodo di ripulitura, durata 10 mesi, i partecipanti riportarono lesioni che li portò entro poche settimane ad abbandonare le attività di ripulitura delle macerie. Nei giorni e nei mesi a seguire, migliaia di residenti, pendolari e studenti che rientravano nella zona in cui vivevano o lavoravano, mentre i processi di ripulitura continuavano, sono stati esposti a tale polvere ed hanno riportato le stesse condizioni respiratorie viste negli addetti al primo intervento tra cui respiro affannoso, sinusite, asma e una nuova sindrome soprannominata Sindrome di Ground Zero, che consiste in una tosse persistente accompagnata da gravi disordini respiratori. A differenza degli effetti sulla salute fisica, gli effetti sulla salute mentale non si limitavano a persone presenti nella zona l 11 settembre, ma sono stati evidenziati anche in territorio nazionale. Inoltre poiché la maggior parte delle informazioni sugli effetti sulla salute mentale proviene da questionari e 7

8 sondaggi, nella maggior parte dei casi i sintomi riportati sono associati ad un disturbo psichico, piuttosto che ad una diagnosi clinica di malattia. I più comuni effetti mentali riscontrati sono sintomi associati a depressione, stress, ansia e disturbi da stress post- traumatico (PTSO), un disordine che può svilupparsi dopo aver vissuto o essere stato testimone di un evento traumatico, che comprendono sintomi come sogni angoscianti e comportamenti che vanno da un maggior consumo di alcool e di tabacco a difficoltà nell affrontare ogni giorno le proprie responsabilità. Sei programmi di monitoraggio sono stati fissati dalle autorità federali, statali e locali o da organizzazioni, per monitorare e comprendere gli effetti sulla salute dell attentato dell 11 settembre, aperto non solo ai responder, cioè coloro che erano coinvolti nel primo salvataggio, recupero e attività di pulizia, ma anche a persone che vivono o frequentano scuole nelle vicinanze del sito di WTC. Tuttavia alcuni effetti a lungo termine, come il cancro del polmone, non possono essere visualizzati fino ad alcuni anni dal momento che tra l esposizione all agente cancerogeno ed insorgenza di tumore possono passare molti anni. 2.1 Effetti sul sistema respiratorio Circa il 90% dei soccorritori ha manifestato problemi respiratori. Soltanto una persona su quattro è stata in grado di tornare a lavoro a partire dal dicembre 2001, e dal settembre 2002, oltre 574 persone erano in congedo per problemi respiratori e da stress emotivo. Molti sono stati anche colpiti da infiammazione acuta delle vie respiratorie, in particolare quelli con asma preesistente e per alcuni, tali sintomatologie si ripresentavano anche dopo 5 mesi dalla cessazione dell esposizione. Una Valutazione medica di 415 lavoratori, condotta in un furgone mobile situato nei pressi dell ex WTC, ha affermato che i sintomi principali manifestati da tali persone risultavano essere l irritazione delle vie aeree superiori (data l alcalinità dell aria) ed altri sintomi non specifici tra cui l insonnia, mal di testa e capogiri. Medesimi sintomi erano presenti anche nei dipendenti del college del vicino Ground Zero che si presentavano con un tasso di incidenza elevato e persistente oltre sei mesi dopo l esposizione. Molti dei risultati sugli effetti respiratori pubblicati fino ad oggi si sono concentrati su vigili del fuoco. Le condizioni più comunemente riportate sono state tosse, che si manifestò già dopo 48 ore dall attacco, respiro corto, dispnea, sinusite, asma e malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Nonostante il trattamento di tutti i sintomi, dei 332 vigili del fuoco presi in considerazione soltanto 173 hanno manifestato un miglioramento seppure parziale. Secondo gli studiosi la spiegazione risiederebbe nell intensa esposizione a tali sostanze irritanti. 8

9 Studi effettuati su altri responder, carpentieri, personale addetto alla ripulitura delle macerie, operai siderurgici, militari, tecnici della telecomunicazione, etc. hanno manifestato effetti sull apparato respiratorio del tutto simili a quelli riportati dai vigili del fuoco, come la congestione nasale, l irritazione della gola e il respiro sibilante. Alcune persone hanno riferito che il crollo del WTC ha aggravato le condizioni di salute delle vie respiratorie, come asma, ed altri hanno riferito sintomi che si sono sviluppate dopo l'11 settembre Ad esempio, una analisi delle cartelle cliniche di bambini affetti da asma esistente in una clinica di Manhattan ha rilevato che dopo l'11 settembre ci fu un aumento significativo delle visite cliniche di bambini asmatici che vivevano a circa 5 miglia dal sito del WTC. Non vi è dubbio che tra gli organi maggiormente colpiti, ci sia proprio l apparato respiratorio ma non si può affermare con assoluta certezza che tutti i problemi di salute per i responder siano direttamente collegati al disastro dell 11 settembre. Tuttavia è chiaro che molti dei poliziotti, pompieri ed altri lavoratori che hanno raggiunto il sito della tragedia, hanno iniziato a soffrire di disturbi simili e talvolta gravi negli ultimi quattro anni e mezzo. 2.2 Sintomi da stress post-traumatico L esposizione a un grave trauma può provocare modificazioni cerebrali capaci di indurre, anche a distanza di molti anni, reazioni spropositate di fronte a gesti innocui, anche in persone che non soffrono o abbiano sofferto, in seguito all evento, di disturbo post-traumatico da stress (PTSD). Uno studio condotto dal college statunitense della Cornell Universy, ha evidenziato infatti, una significativa differenza nelle dimensioni di alcune aree celebrali, cioè quelle deputate alla gestione delle emozioni, nei superstiti dell attentato alle Torri Gemelle rispetto a quelle di altri individui non coinvolti nella tragedia. I risultati sono stati ottenuti attraverso il confronto dei risultati della loro risonanza magnetica con quelle di un gruppo di controllo costituito da persone che in quel momento si trovavano lontane dalla zona colpita. Si potrebbe trattare, secondo gli studiosi, della naturale risposta del cervello a un trauma subito. Da qui l ipotesi che la medesima reazione potrebbe verificarsi in seguito ad ogni evento traumatico come un lutto o un incidente stradale. Lo studio ha coinvolto 18 superstiti per i quali è stata rilevata una diminuzione della materia grigia in corrispondenza delle aree del cervello che governano le emozioni. Fino ad ora questo tipo di conseguenza era stata riscontrata solo su persone che dopo 9

10 l attacco terroristico alle Twin Towers avevano accusato disturbi psichici come depressione e attacchi di panico. Questa è dunque la prima volta che un fenomeno analogo si riscontra in persone che, seppure provate, non hanno sviluppato tali tipi di disturbi. Tuttavia Barbara Ganzel, autore principale della ricerca, ritiene che l atrofia di queste aree cerebrali potrebbe rappresentare un fattore di vulnerabilità per lo sviluppo di patologie psichiche anche a distanza di tempo dall evento traumatico. Gli esperti hanno mostrato ai soggetti dell esperimento immagini di visi spaventati o calmi: nel campione di superstiti è stata riscontrata, in reazione a foto di persone in preda al panico, una maggiore attività a livello dell amigdala, l area cerebrale che controlla le informazioni emotive. L amigdala dei superstiti dell 11 settembre quindi sarebbe stata resa dal trauma più piccola e reattiva. 2.3 Effetti sullo sviluppo del feto Esistono alcuni studi scientifici che suggeriscono che l esposizione ai diversi prodotti tossici rilasciati nell aria dopo il crollo del WTC potrebbe avere effetti negativi sullo sviluppo del feto; per questo motivo, un centro di studi per la salute dei bambini sta studiando i figli di donne incinte all epoca degli attacchi e che vivevano o lavoravano in prossimità delle torri del WTC. Si pensa possa determinare una riduzione del peso della placenta e del peso fetale ma si tratta comunque di studi ancora in corso ed i risultati non saranno disponibile almeno per qualche tempo. Conclusioni La maggior parte di coloro che ha partecipato alle operazioni di soccorso e di ripulitura dell'area del WTC tutt oggi soffre di gravi problemi di salute. La responsabilità ricade sull Agenzia di Protezione Ambientale (EPA), che da quanto riportato sul sito Web, si prefigge di Proteggere la salute umana e la salvaguardia dell ambiente- l aria, l acqua e la terra- da cui dipende la vita. Il risultato di questo riprovevole comportamento, nei confronti di migliaia di cittadini già duramente colpiti da una tragedia più grande di loro stessi, è stata una denuncia collettiva, che si riscontra ancora oggi e che vede uniti nella lotta persone tra lavoratori, medici, agenti di polizia e pompieri. Centinaia di loro non potranno mai più lavorare, tuttavia si considerano relativamente fortunati in confronto a tutti coloro i quali ancora oggi lottano contro il cancro, o nei confronti di chi quella lotta l ha già persa. Ma a peggiorare il quadro già di per sé disastroso, oltre alle ovvie ripercussioni etiche e morali è che questo evento potrebbe teoricamente avere un costo di vite umane superiore allo stesso 11 settembre. In attesa che vengano puniti i responsabili di tutte le vittime dell 11 settembre, sembra certo che il fallimento più grande sia attribuibile al governo americano, il 10

11 quale, sembra non sia stato in grado di agire come un governo dovrebbe: informando e proteggendo ogni singolo cittadino. Nei fatti, il governo non avrebbe adottato alcuna misura efficace per il contenimento dell inquinamento, da cui, anzi, deriva un ingentissimo giro di denaro ed un costo di vite umane così elevato. Questa non vuole essere una critica per le agenzia governative od i singoli individui, ma solo un mezzo per guidare le azioni future e ridare una speranza in più a tutte le vittime. Bibliografia - Sitografia 1. Kristen Lombardi Death by Dust- the frightening link between the 9-11 toxic cloud and cancer Village Voice November 28, www.report.rai.it/confronting the evidence/0,7246,243%5e ,00. html. 3. report Testimony of Stephen Levin, Feb. 11, Susan Edelman, Charting post-9/11deaths, New York Post, January 6, 2008, p EPA s Response to the World Trade Center Collapse: Challenges, Successes, and Areas for Improvement Report No P August 21, Devlin Barret (September 8, 2006). EPA, NYC Blamed for 9/11 Hatth Problems. Associated Press. 8. Schapiro, Rich (April 12, 2006). WTC air doomed ex-cop New York Daily News. Retrieved Szema AM et al. Post 9/11: high asthma rates among children in Chinatown, New York 2009 November; 30(6) Klitzaman S. and Freudenberg N. Implications of the World Trade Center Attack for the Public Health and Health Care Infrastructures Am J Public Health Mar,93 (3): Am J Public Health March; 93 (3) : effects arising from the September 11 attacks 12. Health Effects in the Aftermath of the World Trade Center Attack, September 8, it.wikipedia. org/ /Attentati_dell 11_settembre_ CCCEH Study of the Effects of 9/11 on Pregnant women and Newborns in WTC Pregnancy study. Columbia University,

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Recuperare energia dai

Recuperare energia dai Recuperare energia dai rifiuti del tabacco Riduzione dell impatto ambientale e sanitario delle cicche di sigaretta e produzione di energia mediante pirogassificazione Raffaella Uccelli- Ricercatore ENEA

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile Le cause più frequenti nelle diverse fasce d età Le indicazioni sulle singole cause citate nel capitolo precedente si riferivano a tutte le persone affette da epilessia, senza tener conto dell età delle

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Risposta esatta. Quesito

Risposta esatta. Quesito 1 2 Quesito Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione; C) un gas conservato

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Cos e` la Psicosi da Depressione?

Cos e` la Psicosi da Depressione? Italian Cos e` la Psicosi da Depressione? (What is a depressive disorder?) Cos e` la psicosi depressiva? La parola depressione viene di solito usata per decrivere lo stato di tristezza di cui noi tutti

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

SILESTONE. Scheda di Dati di Sicurezza 01 IDENTIFICAZIONE DEL ARTICOLI E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA

SILESTONE. Scheda di Dati di Sicurezza 01 IDENTIFICAZIONE DEL ARTICOLI E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 9ª Versione, data revisione: Dicembre 2013, sostituisce la versione del por luglio 2010. Aggiornato con A.St.A. Europe (Agglomerated Stones Association of Europe) SILESTONE Scheda di Dati di Sicurezza

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

SICUREZZA NELL EMERGENZA

SICUREZZA NELL EMERGENZA SICUREZZA NELL EMERGENZA Come le emozioni intralciano la ragione e influenzano la capacità di mettere in atto quanto appreso Dott.ssa Elena Padovan Centro congressi alla Stanga Padova, 14 ottobre 2011

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

La ricerca non sperimentale

La ricerca non sperimentale La ricerca non sperimentale Definizione Ricerca osservazionale: : 1. naturalistica Ricerca osservazionale: : 2. osservatori partecipanti Ricerca d archiviod Casi singoli Sviluppo di teorie e verifica empirica

Dettagli

Lista di controllo Persone tenute a lavorare da sole

Lista di controllo Persone tenute a lavorare da sole Sicurezza realizzabile. Lista di controllo Persone tenute a lavorare da sole Nella vostra azienda è garantita la sicurezza delle persone tenute a lavorare da sole? Per persona «tenuta a lavorare da sola»

Dettagli

Test per portatori sani

Test per portatori sani 16 Test per portatori sani Tutti i nomi originali in questo opuscolo sono stati cambiati per proteggere l'identità degli intervistati. Queste informazioni sono state elaborate dal Genetic Interest Group.

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI 2 Introduzione Questa email è una truffa o è legittima? È ciò che si chiedono con sempre maggiore frequenza

Dettagli

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA STRUTTURALE CATTEDRA DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI I RELATORE: TESI DI LAUREA Valutazione della capacità sismica

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN)

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) VALUTAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA PER LA CURA DEI COMPORTAMENTI PROBLEMATICI IN SOGGETTI CON SINDROME DI PRADER WILLI State per compilare un questionario sull'utilizzo

Dettagli

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire 12 Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire Il modello teorico di riferimento Oltre ai modelli descritti da Fergus e Zimmerman (2005) esiste un quarto approccio che, partendo dall approccio

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA Approccio razionale dal territorio al PS Dr. Giorgio Bonari 118 LIVORNO LA RESPIRAZIONE CO2 O2 LA RESPIRAZIONE 1) Pervietà delle vie aeree 2) Ventilazione 3) Scambio Alveolare

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

La sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro La sicurezza sul lavoro 1-La storia della sicurezza sul lavoro in Italia 2-I decreti legislativi 626, 81 e i successivi provvedimenti integrativi 3- Il T.U. 81 sostituisce completamente il D. Lgs. 626/94

Dettagli

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora,

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, ma la natura produce di continuo energie superiori nelle

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife è un metodo ampiamente diffuso per il trattamento di un area selezionata del cervello, detta bersaglio.

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

Caratterizzazione chimica degli effluenti odorigeni secondo la metodica EPA TO-15. Dr. Dino Celadon Dr.ssa Anna Pagliani

Caratterizzazione chimica degli effluenti odorigeni secondo la metodica EPA TO-15. Dr. Dino Celadon Dr.ssa Anna Pagliani Caratterizzazione chimica degli effluenti odorigeni secondo la metodica EPA TO-15 Dr. Dino Celadon Dr.ssa Anna Pagliani Presentazione del lavoro - Introduzione alla metodica EPA TO-15 - Descrizione dei

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

Capitolo 3. Sé e identità

Capitolo 3. Sé e identità Capitolo 3 Sé e identità Concetto di sé come Soggetto e oggetto di conoscenza Io / me, autoconsapevolezza Processo di conoscenza Struttura cognitiva Insieme di spinte motivazionali: autovalutazione, autoverifica

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

1.4.11 ANNI POTENZIALI DI VITA PERSI (APVP) PRIMA DI 75 ANNI PER SE SSO E CAUSE PRINCIPALI

1.4.11 ANNI POTENZIALI DI VITA PERSI (APVP) PRIMA DI 75 ANNI PER SE SSO E CAUSE PRINCIPALI Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento della sanità e della socialità Ufficio del medico cantonale Servizio di promozione e di valutazione sanitaria 1.4.11 ANNI POTENZIALI DI VITA PERSI (APVP) PRIMA

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità.

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità. Gli effetti delle lesioni cerebrali Dato che il cervello è coinvolto in tutto ciò che facciamo, le lesioni cerebrali possono provocare una vasta serie di effetti. Questi effetti variano da una persona

Dettagli

PRONTO SOCCORSO PER LE CRISI EPILETTICHE

PRONTO SOCCORSO PER LE CRISI EPILETTICHE Italian PRONTO SOCCORSO PER LE CRISI EPILETTICHE La più grande organizzazione australiana sull epilessia gestita dagli utenti CHE COSA È L EPILESSIA? L epilessia è un disturbo delle funzioni cerebrali

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

La Piramide dell Odio

La Piramide dell Odio Lezione La Piramide dell Odio Partecipanti: Studenti di scuola media inferiore o superiore/ max. 40 Materiali: Foglio Domande (una copia per ciascuno studente) Lucido con la definizione di Genocidio (allegato)

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA TIP TOP

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli