Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine"

Transcript

1 Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Informazioni sull'applicazione della regolamentazione sul consumo proprio in relazione al sistema svizzero delle garanzie di origine

2 2 Introduzione Introduzione Tutti i produttori di energia elettrica hanno il diritto di consumare l'elettricità prodotta in proprio sul posto. Non sussiste quindi alcun obbligo di immettere l'energia prodotta in rete pubblica. Questo diritto al consumo proprio è sancito dalla legge sull'energia ed è precisato nell'ordinanza sull'approvvigionamento elettrico. La regolamentazione sul consumo proprio ha effetti sulla misurazione dell'energia, sul conteggio con il gestore della rete di distribuzione, ovvero con l'azienda di approvvigionamento elettrico, così come sul rilascio e sull'annullamento delle garanzie di origine. Nella realizzazione della pratica si pongono diverse domande in riferimento al disbrigo delle operazioni, alle competenze nonché ai diritti e doveri delle parti interessate. Questo opuscolo aiuta gli interessati a chiarire le relative questioni nell'ambito del sistema svizzero delle garanzie di origine. Le basi giuridiche della regolamentazione sul consumo proprio, il tema delle comunità di consumo proprio e l'implementazione tecnica di tale regolamento sono trattati nell' «Aiuto all'esecuzione della realizzazione del consumo proprio» dell'ufficio federale dell'energia (UFE) e nel «Manuale sul regolamento del consumo proprio» dell'associazione delle aziende elettriche svizzere (AES). Definizioni»» I consumatori finali sono clienti (famiglie, aziende, ecc.) che acquistano l'elettricità per il proprio consumo.»» La produzione lorda di un impianto di produzione dell energia elettrica è la quantità di energia complessivamente prodotta dall'impianto.»» Il fabbisogno proprio di un impianto di produzione dell energia elettrica è la quantità di energia necessaria a gestire l'impianto (pompe, impianto di ventilazione, illuminazione, ecc.).»» La produzione netta di un impianto di produzione dell'energia elettrica è la produzione lorda al netto del fabbisogno proprio dell'impianto.»» La serie temporale sono valori dell'energia misurati susseguenti ad intervalli di un quarto d'ora ciascuno (ad esempio la serie temporale di un'ora contiene 4 valori dell'energia).

3 Cos'è il regolamento sul consumo proprio e perché esiste? 3 1. Cos'è il regolamento sul consumo proprio e perché esiste? Con il regolamento sul consumo proprio viene data ai consumatori finali, gestori di un impianto di produzione, la possibilità di utilizzare l'energia autoprodotta interamente o in parte per fini propri direttamente sul luogo di produzione. Il regolamento sul consumo proprio permette ai consumatori finali, gestori di un impianto di produzione, di conteggiare volontariamente con il proprio gestore di rete come si movimentano i flussi di energia. Ciò significa che non tutta l'energia elettrica prodotta deve essere inserita in rete, ma soltanto l'elettricità che non viene consumata sul luogo di produzione. Così facendo si riduce il fabbisogno aggiuntivo di corrente elettrica del consumatore finale della rete pubblica, cioè risparmia sui costi per l'acquisto dell'energia elettrica. Conclusione: quanto più a lungo dura la contemporaneità tra il consumo e la produzione propria, tanto minore è la quantità di energia che si deve acquistare dall'azienda di approvvigionamento elettrico, il che può contribuire all'alleggerimento della rete. In linea di massima, tutti i gestori di impianti possono beneficiare dalla regolamentazione del consumo proprio, anche coloro che partecipano alla rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi (RIC) o che ricevono una rimunerazione unica. I consumatori finali che utilizzano lo stesso punto di raccordamento (ad esempio più inquilini di uno stesso stabile) possono unirsi in una comunità per il autoconsumo proprio e avvalersi del regolamento suddetto. In tal caso è ininfluente se l'impianto è di proprietà di un solo individuo o se appartiene a tutta la comunità.»» Il consumatore finale può anche avvalersi del regolamento suddetto, quando, ad esempio, dà in affitto la superficie del tetto ad un produttore di energia e con il quale si è messo d'accordo di avvalersi del regolamento sul consumo proprio.

4 4 Che cos'è il consumo proprio? 2. Che cos'è il consumo proprio? Il consumo proprio è una grandezza rilevata matematicamente che non può essere misurata direttamente. Risulta quando nello stesso luogo contemporaneamente al consumo finale si ha anche la produzione da un impianto. L'energia elettrica consumata in proprio derivata da questa produzione viene chiamata «consumo proprio». La figura 1 che segue illustra il consumo proprio di un consumatore finale che, allo stesso tempo, gestisce sul posto un impianto fotovoltaico da 7 kva. Rappresentazione del consumo proprio kw 6 Consumo finale Produzione 4 Produzione in eccesso Prelievo di energia dalla rete 2 Prelievo di energia dalla rete Consumo proprio ora dalle ore alle ore 5.30: l'impianto fotovoltaico non produce energia elettrica. In questo lasso di tempo il consumatore finale deve acquistare l'energia elettrica necessaria dalla propria azienda di approvvigionamento elettrico (area blu). dalle ore alle ore 08.00: l'impianto fotovoltaico inizia a produrre energia. Da questo momento in poi è possibile coprire una parte del fabbisogno di corrente elettrica con la produzione ottenuta dall'impianto fotovoltaico presente sul posto. Ha inizio il consumo proprio (area arancione e blu), dove ancora una parte dell'utilizzazione di energia elettrica deve essere coperta dall'azienda di approvvigionamento elettrico. dalle ore alle ore 18.00: non appena la produzione dell'impianto fotovoltaico (linea rossa) supera il consumo proprio (linea blu), il consumatore finale riesce a coprire autonomamente il proprio utilizzo di energia elettrica. Ciò significa che da questo momento in poi il consumatore finale sfrutta al massimo il regolamento sul consumo proprio. Può immettere la produzione in eccesso (area arancione) in rete pubblica e il gestore di rete locale ha l'obbligo di acquistare e remunerare l'elettricità immessa in rete. dalle ore alle ore 00.00: se la produzione dell'impianto fotovoltaico diminuisce, il consumatore finale deve acquistare nuovamente l'energia elettrica di cui ha bisogno in via aggiuntiva dalla propria azienda di approvvigionamento elettrico.

5 Come viene dichiarato il consumo proprio? 5 3. Come viene dichiarato il consumo proprio? Per dare ai consumatori maggiore trasparenza sul proprio mix di energia elettrica, dal 2013 è obbligatorio fornire la prova dell'origine e della qualità dell'energia elettrica (garanzia di origine) per l'intera produzione svizzera ottenuta da impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva. Il sistema svizzero delle garanzie di origine è gestito da Swissgrid. Il rilevamento del consumo proprio dipende dal fatto se un impianto è soggetto all'obbligo di registrazione e avviene con l'aiuto della misurazione dell'energia appropriata. Nel far ciò è importante che il contatore nel punto di raccordamento alla rete pubblica sia in grado di misurare separatamente l'immissione e il prelievo. Per questa operazione occorre installare un «contatore bidirezionale» che memorizza in registri separati l'immissione e il prelievo. Se i dati di misurazione relativi al prelievo e all immissione si salderebbero, come sarebbe il caso con un contatore decrescente, ciò costituirebbe una violazione del principio della simultaneità del consumo proprio e non sarebbe possibile rilevare l'immissione, ovvero il prelievo dalla rete pubblica. Impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva soggetti all obbligo di registrazione Per tutti gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva, è necessario registrare mensilmente nel sistema svizzero delle garanzie di origine la produzione netta. Ciò deve essere fatto anche quando una parte della produzione di un impianto del genere viene consumata in proprio sul posto. A tale scopo, in accordo con il gestore della rete di distribuzione, occorre installare un contatore opportunamente tarato con trasmissione automatica dei dati. Per il consumo proprio il gestore di rete è tenuto per legge ad acquistare e a remunerare l'elettricità effettivamente immessa in rete (produzione in eccesso). Allo stesso tempo il consumatore finale deve acquistare nuovamente l'energia elettrica in più di cui ha bisogno dalla propria azienda di approvvigionamento elettrico. Perciò occorre eseguire in via aggiuntiva alla misurazione netta una misurazione della produzione in eccesso tramite un contatore di misurazione della curva di carico. Il consumo proprio si rileva dalla differenza tra la produzione netta e quella in eccesso Misurazione delle eccedenze Consumatore 7836 Misurazione netta Generatore Figura 2: Disposizione delle misure in una fabbrica che gestisce un impianto di oltre 30 kva e che si avvale del regolamento sul consumo proprio. Impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore In linea di massima, per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore, non soggetti all'obbligo di registrazione, non è necessario alcun contatore di valori netti. È sufficiente un solo contatore bidirezionale in grado di registrare l'immissione in rete e il prelievo dalla rete. In caso di registrazione volontaria di un impianto del genere nel sistema svizzero delle garanzie di origine, è consentito rilevare al posto della produzione netta soltanto l'energia eccedente. Anche se il gestore di un impianto decide di registrarsi spontaneamente, è sufficiente un contatore unico tarato e bidirezionale che registri la quantità in eccesso e quella prelevata. Nella misurazione della sola quantità eccedente non è necessario rilevare il consumo proprio, poiché questo viene già detratto dalla produzione Misurazione delle eccedenze Consumatore Impianto fotovoltaico Figura 3: Misurazione della quantità eccedente di elettricità di un'abitazione unifamiliare dotata di un impianto fotovoltaico da 7 kva e consumo proprio

6 6 Cosa significa il regolamento sul consumo proprio per la RU & la RIC? 4. Cosa significa il regolamento sul consumo proprio per la rimunerazione unica (RU) e per la rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi (RIC)? Nel caso della RU, l'investitore riceve al massimo il 30% dei costi di investimento di un impianto di riferimento secondo le istruzioni della Federazione che sono in funzione della potenza installata dell'impianto, della categoria dell'impianto (integrato, annesso, isolato) e della data di messa in esercizio. Se l'investitore ha diritto alla rimunerazione unica e decide di avvalersi di questa opzione, riceverà la rimunerazione integrale indipendentemente dal fatto di avvalersi o meno della regolamentazione del consumo proprio. Ai gestori di impianti partecipanti alla rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi, viene remunerata la produzione eccedente, cioè la quantità di energia elettrica effettivamente immessa in rete pubblica. Se ci si avvale della regolamentazione sul consumo proprio, la produzione immessa in rete e, quindi, anche l'importo della RIC corrisposto si riducono. Per la determinazione delle tariffe annuali di impianti a biomassa e a forza idraulica si prende in considerazione la produzione netta dell'impianto.»» Se si verifica che, in ogni momento, il consumo finale risulta superiore alla quantità prodotta, non viene immessa alcuna elettricità in rete e, di conseguenza, non viene corrisposto alcun pagamento RIC.

7 Cosa significa il consumo proprio per il rilascio e l'utilizzo delle garanzie di origine? 7 5. Cosa significa il consumo proprio per il rilascio e l'utilizzo delle garanzie di origine? Le garanzie di origine rilasciate per l'elettricità «del consumo proprio», devono essere annullate dal gestore d impianto o per suo mandato. Dal 2013 tutte le centrali elettriche con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva devono essere registrate nel sistema svizzero delle garanzie di origine. Swissgrid è stata incaricata dalla Federazione della gestione di questo sistema. Nel contesto del consumo proprio, per l'obbligo di registrazione delle garanzie di origine si applica la seguente distinzione: Impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva soggetti all obbligo di registrazione Rilascio delle garanzie di origine Indipendentemente dall'avvalersi o meno della regolamentazione del consumo proprio, per gli impianti soggetti all' obbligo di registrazione occorre rilevare mensilmente la produzione netta totale nel sistema svizzero delle garanzie di origine. Swissgrid rilascia le garanzie di origine per la produzione netta totale registrata. Utilizzo delle garanzie di origine Se ci si avvale della regolamentazione del consumo proprio, la parte delle garanzie di origine rilasciate per l'elettricità utilizzata per uso proprio deve essere annullata dal gestore d impianto o a seguito di un suo mandato. Il gestore d impianto può disporre liberamente delle garanzie di origine rilasciate per l'elettricità che è stata immessa in rete pubblica. Impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore Rilascio delle garanzie di origine L obbligo di registrazione delle garanzie di origine non si applica agli impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore. In caso di registrazione volontaria, è consentito per tali impianti rilevare, al posto della produzione netta, soltanto quella in eccesso nel sistema svizzero delle garanzie di origine. In questo caso, Swissgrid emette le garanzie di origine soltanto per l'elettricità che è stata immessa in rete pubblica. Utilizzo delle garanzie di origine Anche in caso di registrazione volontaria, è necessario annullare le garanzie di origine rilasciate per l'energia elettrica destinata al consumo proprio. Se il gestore d impianto decide di registrare nel sistema svizzero delle garanzie di origine soltanto la produzione in eccesso, Swissgrid rilascerà unicamente le garanzie di origine relative all'elettricità immessa in rete pubblica e non per quella consumata in proprio. Poiché, in questo caso, per il consumo proprio non sono state rilasciate delle garanzie di origine, il gestore d impianto può disporre liberamente delle garanzie di origine rilasciate. Anche per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete di 30 kva o inferiore, è possibile registrare la produzione netta nel sistema svizzero delle garanzie di origine come per gli impianti soggetti all'obbligo di registrazione. Anche in caso di regolamentazione del consumo proprio, occorre annullare le garanzie di origine che sono state rilasciate per l'elettricità consumata in proprio.»» Per gli impianti incentivati dalla RIC vige, in ogni caso, l'obbligo della registrazione. La registrazione nel sistema svizzero delle garanzie di origine avviene tramite l'iscrizione alla RIC. Anche per gli impianti RIC vige l'obbligo di annullare le garanzie di origine rilasciate per l'elettricità consumata in proprio.

8 8 Come faccio a dichiarare il consumo proprio nell'ambito delle garanzie di origine? 6. Come faccio a dichiarare il consumo proprio nell'ambito delle garanzie di origine? Se si desidera avvalersi della regolamentazione del consumo proprio, è necessario rilevare i dati di produzione e i dati dell'impianto necessari per determinare il consumo proprio. È il gestore della rete di distribuzione che misura tali dati in un determinato intervallo di tempo (uno, tre o dodici mesi) e li registra nel sistema svizzero delle garanzie di origine. Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva soggetti all obbligo di registrazione, il gestore della rete di distribuzione deve comunicare i dati mensilmente. Solo dopo l'avvenuta certificazione dei dati, Swissgrid rilascia le garanzie di origine. Swissgrid annulla automaticamente le garanzie di origine rilasciate per l'elettricità consumata in proprio. Le garanzie di origine in eccedenza sono a disposizione del gestore d impianto nel sistema svizzero delle garanzie di origine o costituiscono la base della rimunerazione per gli impianti incentivati dalla RIC. In linea di principio, per comunicare la produzione e il consumo proprio, sono consentite le seguenti procedure: Procedura automatizzata direttamente dalla stazione di misurazione Questa procedura viene raccomandata da Swissgrid e dall'associazione delle aziende elettriche svizzere (AES). Con la procedura automatizzata, i dati si intendono certificati direttamente. Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva e soggetti all obbligo di registrazione, il gestore di rete competente, oltre alla serie di misurazioni temporale della produzione netta, deve comunicare a Swissgrid, conformemente allo scambio dati standardizzato, anche la serie di misurazioni temporale della produzione eccedente. Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore, il gestore di rete competente deve trasmettere a Swissgrid, conformemente allo scambio dati standardizzato, soltanto la serie di misurazioni temporale della produzione eccedente. Le istruzioni per la comunicazione elettronica dei dati e lo scambio dati standardizzato sono riportate nei documenti dell'aes. Procedura manuale attraverso il portale delle garanzie di origine di Swissgrid Oltre alla procedura di misurazione automatizzata, il gestore di rete può anche rilevare i dati manualmente nel sistema svizzero delle garanzie di origine. Secondo questa procedura il gestore della rete di distribuzione deve rilevare i dati mediante l'accesso online al sistema svizzero delle garanzie di origine. Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva e soggetti all obbligo di registrazione, il gestore di rete competente oltre alla produzione netta deve rilevare anche il consumo proprio del rispettivo impianto. Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore, il gestore di rete competente deve rilevare soltanto la produzione eccedente dell'impianto. Le informazioni per il rilevamento dei dati nel sistema svizzero delle garanzie di origine sono contenute nei relativi manuali del sistema.

9 Come faccio a dichiarare il consumo proprio nell'ambito delle garanzie di origine? 9 Impianto Procedura Produzione Consumo proprio Impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva soggetti all obbligo di registrazione Automatica Manuale Invio a Swissgrid della serie temporale della produzione netta Registrazione della produzione netta nel sistema svizzero delle garanzie di origine Invio a Swissgrid della serie temporale della produzione eccedente Registrazione del consumo proprio nel sistema svizzero delle garanzie di origine Impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore Automatica Invio a Swissgrid della serie temporale della produzione eccedente Manuale Registrazione della produzione in eccesso nel sistema svizzero delle garanzie di origine Tabella 1: Possibilità di comunicazione dei dati per il sistema svizzero delle garanzie di origine Indipendentemente dal tipo di procedura adottata, è necessario fornire a Swissgrid i dati della produzione e quelli necessari a rilevare il consumo proprio entro le scadenze indicate qui di seguito: per la registrazione mensile sempre entro la fine del mese successivo; per la registrazione trimestrale sempre entro la fine del mese successivo; per la registrazione annuale sempre entro la fine di marzo dell anno successivo.

10 10 Come posso annullare le garanzie di origine per il consumo proprio? 7. Come posso annullare le garanzie di origine per il consumo proprio? Le garanzie di origine rilasciate per l'elettricità destinata al consumo proprio devono essere annullate dal gestore d impianto o per suo conto. Se si desidera avvalersi della regolamentazione del consumo proprio, è necessario rilevare i dati di produzione e i dati di un impianto necessari per determinare il consumo proprio che poi il gestore della rete di distribuzione deve inserire automaticamente o manualmente nel sistema svizzero delle garanzie di origine. Swissgrid rilascia le garanzie di origine sulla base dei dati suddetti. Swissgrid annulla automaticamente le garanzie di origine rilasciate per il consumo proprio se i dati di produzione e quelli necessari al rilevamento del consumo proprio di un impianto sono stati registrati dal gestore della rete di distribuzione nel sistema svizzero delle garanzie di origine. Le garanzie di origine in eccedenza sono a disposizione del gestore d impianto nel sistema svizzero delle garanzie di origine o costituiscono la base di rimunerazione per gli impianti incentivati dalla RIC. Il documento giustificativo dell'annullamento delle garanzie di origine per finalità di consumo proprio può essere rilevato dai movimenti del conto tramite l'accesso online del gestore d impianto al sistema svizzero delle garanzie di origine. Se, per un impianto per il quale si rivendica il consumo proprio, si rileva soltanto la produzione netta nel sistema svizzero delle garanzie di origine, il gestore d impianto deve annullare manualmente le garanzie di origine rilasciate per l'elettricità destinata al consumo proprio. Swissgrid non raccomanda però questa opzione poiché è molto dispendiosa e necessita nel sistema svizzero delle garanzie di origine non solo di un conto del gestore d impianto ma anche di un conto del fornitore di corrente sul quale riportare le garanzie di origine e annullarle allo scopo del consumo proprio. Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore è sufficiente rilevare nel sistema svizzero delle garanzie di origine la produzione in eccesso. In questo caso Swissgrid rilascia le garanzie di origine soltanto per l'elettricità che è stata immessa in rete pubblica. Per questo motivo non è necessario annullare le garanzie di origine allo scopo del consumo proprio. 8. Cosa accade se in ogni momento consumo una quantità di energia elettrica superiore a quella prodotta? Se ci si avvale della regolamentazione sul consumo proprio, se quest'ultimo risulta in ogni momento superiore alla quantità prodotta, si applica quanto segue. Se la quantità di energia prodotta sul posto è insufficiente, per coprire il consumo finale contemporaneo, si rende necessario acquistare l'energia in più di cui si ha bisogno dall'azienda di approvvigionamento elettrico Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete superiore a 30 kva e soggetti all'obbligo di registrazione, occorre annullare tutte le garanzie di origine rilasciate per il consumo proprio. Per gli impianti con una potenza di allacciamento alla rete pari a 30 kva o inferiore è sufficiente rilevare nel sistema svizzero delle garanzie di origine la produzione in eccesso. In questo caso, Swissgrid emette le garanzie di origine soltanto per l'elettricità che è stata immessa in rete pubblica. Se la quantità di energia risulta sempre superiore a quella prodotta, conseguentemente non ci saranno immissioni di energia in rete pubblica e non saranno rilasciate garanzie di origine.»» I gestori di impianti partecipanti al sistema RIC ricevono la rimunerazione soltanto per la produzione eccedente, cioè per l'elettricità effettivamente immessa in rete pubblica. Se il consumo finale in ogni momento risulta superiore alla quantità prodotta, non viene immessa in rete alcuna quantità di energia ed infine non viene corrisposto alcuna RIC.

11 Desidero avvalermi della regolamentazione sul consumo proprio. Cosa devo fare? Desidero avvalermi della regolamentazione sul consumo proprio. Cosa devo fare? Se il gestore d impianto intende avvalersi della regolamentazione sul consumo proprio, il gestore di rete competente è tenuto a permettere tale regolamentazione. I produttori devono comunicare al gestore di rete competente con 3 mesi di anticipo quando sono intenzionati a passare dalla misurazione netta alla misurazione del consumo proprio (o viceversa). Il gestore di rete deve comunicare a Swissgrid le variazioni nella dichiarazione dei dati sull'energia almeno con un mese di anticipo. Ciò è necessario per poter annullare automaticamente le garanzie di origine che vengono rilasciate per l'elettricità destinata al consumo proprio. È necessario notare quanto segue: Se durante il passaggio dalla misurazione netta alla regolamentazione sul consumo proprio (e viceversa) dovesse verificarsi una modifica della disposizione delle misure, occorre presentare una certificazione dell'iter di misurazione presso Swissgrid. Se non vengono apportate modifiche all'impianto, è possibile scaricare a tale scopo dal sito web di Swissgrid un modulo di certificazione semplificato. Se la disposizione delle misure esistente consente già la regolamentazione del consumo proprio o se questo trova già applicazione, è sufficiente che il gestore di rete competente comunichi a Swissgrid per iscritto la variazione della registrazione dei dati energetici con un mese di anticipo. Le relative informazioni di contatto sono indicate sul retro di questo opuscolo. Per gli impianti non incentivati dalla RIC, il gestore di rete ha l obbligo di remunerare l elettricità effettivamente immessa in rete (produzione in eccesso). Il consumatore finale deve acquistare dalla propria azienda di approvvigionamento elettrico l energia elettrica di cui ha bisogno in via aggiuntiva. I gestori di impianti partecipanti al sistema di rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi ricevono, in caso di applicazione della regolamentazione sul consumo proprio, la rimunerazione soltanto per la produzione eccedente, cioè per l'elettricità effettivamente immessa in rete pubblica. 10. Dove trovo informazioni più dettagliate? Swissgrid Sul sito Swissgrid troverete ulteriori informazioni relativamente alla regolamentazione del consumo proprio, sul sistema svizzero delle garanzie di origine e i moduli richiesti per il passaggio al consumo proprio del vostro impianto. Ufficio federale dell energia (UFE) Le informazioni relative alle basi giuridiche della regolamentazione del consumo proprio, sulla formazione di gruppi di clienti da parte dei gestori della rete di distribuzione e sulle comunità di consumo proprio sono contenute nell' «Aiuto all'esecuzione della realizzazione del consumo proprio» dell'ufe. Associazione delle aziende elettriche svizzere (AES) Informazioni dettagliate per l'implementazione tecnica della regolamentazione sul consumo proprio (possibili varianti sulla disposizione delle misure, ecc.) sono contenute nel «Manuale sulla regolamentazione del consumo proprio» dell'aes.

12 swissgrid AG Dammstrasse 3 Postfach 22 CH-5070 S wissgrid Frick SA Dammstrasse 3 Werkstrasse Casella postale CH-5080 CH-5070 Laufenburg Frick Telefono: Fax wissgrid.ch wissgrid.ch Version 1.0 / April 2011 BRO4100_i1411 / novembre 2014

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta?

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta? Pagina 1 di 7 FAQ passaggio dalla misurazione lorda a quella netta Con la revisione dell Ordinanza sull energia (OEn) e la sua entrata in vigore con effetto al 1 gennaio 2010 è stata introdotta, nell ambito

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Modulo delle modifiche per gestori di reti di distribuzione e clienti finali allacciati alla rete di trasmissione

Modulo delle modifiche per gestori di reti di distribuzione e clienti finali allacciati alla rete di trasmissione Pagina 1 di 5 Modulo delle modifiche per gestori di reti di distribuzione e clienti finali allacciati alla rete di trasmissione Prima di compilare il modulo presti attenzione a quanto segue: - qualsiasi

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it Scambio sul posto www.gse.it www.gsel.it 2 Lo scambio sul posto: ammissione al contributo La Deliberazione ARG/elt n. 74/08 (TISP) prevede che lo scambio sul posto sia erogato dal GSE su istanza degli

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema

Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema Pagina 1 di 9 Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema Descrizione dei prodotti valida dal febbraio 2015 Autore: Swissgrid SA Rielaborazioni: Versione Data Sezione 1.0 21.08.2008

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

DISCIPLINA DELLO SCAMBIO SUL POSTO

DISCIPLINA DELLO SCAMBIO SUL POSTO DSPLNA DLLO SAMBO SUL POSTO Regole Tecniche Determinazione del contributo in conto scambio a decorrere dall anno 2013 ai sensi dell articolo 12 dell Allegato A alla delibera 570/2012/R/efr - DZON n. 1

Dettagli

Promemoria 21. Maggiore età

Promemoria 21. Maggiore età Promemoria 21 Molte persone in formazione compiono 18 anni durante la formazione professionale di base, diventando quindi maggiorenni. Questo comporta diversi cambiamenti a livello giuridico, sia per le

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Vista la deliberazione preliminare del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 27 ottobre 2006;

Vista la deliberazione preliminare del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 27 ottobre 2006; Decreto legislativo 8 febbraio 2007, n. 20 (Gu 6 marzo 2007 n. 54) Attuazione della direttiva 2004/8/Ce sulla promozione della cogenerazione basata su una domanda di calore utile nel mercato interno dell'energia,

Dettagli

Swiss Life Flex Save Uno/Duo. Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia

Swiss Life Flex Save Uno/Duo. Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia Swiss Life Flex Save Uno/Duo Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia Approfittate di una moderna assicurazione di risparmio con prestazioni garantite e opportunità di rendimento Swiss Life Flex

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile Totally Integrated Power SIESTORAGE Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile www.siemens.com/siestorage Totally Integrated Power (TIP) Portiamo la corrente

Dettagli

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Argomenti principali Concetti fondamentali sull'atomo, conduttori elettrici, campo elettrico, generatore elettrico Concetto di circuito elettrico (generatore-carico)

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico prof. Gianluca Venturi Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Conti e carte Panoramica delle condizioni

Conti e carte Panoramica delle condizioni Conti e carte Panoramica delle condizioni Situazione 1.4.2015 Indice Note generali 3 Offerte pacchetti: Bonviva 4 Offerte pacchetti: Viva 5 Gamma dei Conti privati 6 Gamma dei Conti di risparmio 6 Traffico

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003 Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Vi informiamo che l art. 7 del d.lgs.196/03 conferisce agli interessati l esercizio

Dettagli

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La nuova tariffa bioraria Il 1 luglio del 2010 entreranno in vigore le nuove tariffe biorarie fissate dall'autorità per l'energia Elettrica

Dettagli

Vista la legge 31 luglio 2002, n. 179, recante disposizioni in materia ambientale;

Vista la legge 31 luglio 2002, n. 179, recante disposizioni in materia ambientale; D.Lgs. Governo n 387 del 29/12/2003 Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità.

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

Istruzioni per il rilevamento delle cifre di tiratura (per donatori / stampa associazione)

Istruzioni per il rilevamento delle cifre di tiratura (per donatori / stampa associazione) Istruzioni per il rilevamento delle cifre di tiratura (per donatori / stampa associazione) 1. Aprite Internet Explorer (accesso a internet) e digitate il seguente link: https://auflagen-tirage.wemf.ch/

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA Allegato A alla deliberazione ARG/elt 99/08 - Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/elt 179/08, 205/08, 130/09 e 125/10 TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

Dettagli

GESTIONE SOGGETTI INCARICATI MANUALE UTENTE VERSIONE 1.0

GESTIONE SOGGETTI INCARICATI MANUALE UTENTE VERSIONE 1.0 09/01/2015 GESTIONE SOGGETTI INCARICATI MANUALE UTENTE VERSIONE 1.0 PAG. 2 DI 16 INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. PREMESSA 4 3. FUNZIONI RELATIVE AGLI INCARICATI 6 3.1 NOMINA DEI GESTORI INCARICATI E DEGLI

Dettagli

Uso del conto NETELLER

Uso del conto NETELLER Uso del conto NETELLER Grazie per l'interesse dimostrato nel nostro conto NETELLER. Questa guida contiene le istruzioni relative alle funzioni più utili e più utilizzate del conto NETELLER. Abbiamo cercato

Dettagli

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Distribuzione Energia Elettrica Sommario 1. Ambito di applicazione... 4 2. Nuove connessioni e

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015) CRITERI GENERALI PER LA DEFINIZIONE DI REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento Documento per la consultazione (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

(1) Pubblicata nella G.U.C.E. 27 ottobre 2001, n. L 283. Entrata in vigore il 27 ottobre 2001.

(1) Pubblicata nella G.U.C.E. 27 ottobre 2001, n. L 283. Entrata in vigore il 27 ottobre 2001. Dir. 27-9-2001 n. 2001/77/CE Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sulla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità. Pubblicata

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori l'espressione v a s o d i P a n d o r a viene usata metaforicamente per alludere all'improvvisa scoperta di un problema o una serie di problemi che per molto

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali FEM-IT-T/N863 FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto Carrelli industriali FEM Breve guida all identificazione dei carrelli industriali non conformi 05.2012 (I) - marcatura macchina,

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico DM 5 luglio 2012 5 Conto Energia Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI Allegato A alla deliberazione ARG/com 104/10 versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008)

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Disposizioni atte a regolamentare l'emissione di aldeide formica da pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati in

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 12 DICEMBRE 2013 578/2013/R/EEL REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI CONNESSIONE, MISURA, TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE, DISPACCIAMENTO E VENDITA NEL CASO DI SISTEMI SEMPLICI DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione 1. Scopo e campo di applicazione La presente norma prescrive le procedure per la misurazione in opera del rendimento di

Dettagli

D.M. 2 DICEMBRE 2014 entrato in vigore il 06 gennaio 2015

D.M. 2 DICEMBRE 2014 entrato in vigore il 06 gennaio 2015 D.M. 2 DICEMBRE 2014 entrato in vigore il 06 gennaio 2015 (Fonte Ministero Dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) Linee guida, relative alla definizione delle modalità con cui gli operatori

Dettagli

PRIVACY POLICY. Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come "SI") è titolare del sito

PRIVACY POLICY. Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come SI) è titolare del sito PRIVACY POLICY Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come "SI") è titolare del sito www.stonexsmart.com ( Sito ) e tratta i tuoi dati personali nel rispetto della normativa

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

Informazione agli impianti di trattamento

Informazione agli impianti di trattamento dell'articolo 11, comma 1, o di conferimento gratuito senza alcun obbligo di acquisto per i RAEE di piccolissime dimensioni ai sensi dell'articolo 11, comma 3; c) gli effetti potenziali sull'ambiente e

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM. Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016)

DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM. Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016) DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016) 1. L obbligo formativo standard per il triennio 2014-2016 è pari a

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE)

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE) Per accedere al IV Conto Energia è necessario superare 4 step per i grandi impianti. Questo documento ha lo scopo di analizzare in dettaglio ognuna delle fasi, presentandovi il quadro generale e offrendovi

Dettagli