!$% & # " % # % $% "

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "!$% & # " % # % $% ""

Transcript

1 !" #!% & # " % # % % " '% ()*+), PUBBLICATO A (PAD ) % %-!"'-. // 0 1. //!"# %2 %2 13 Mod. RAPP v. 01 Elaborato Verificato %&!"#'()*%( &!"#'()*+( &!"#'() ( Guzzi * Luigi Angelo (CESI-AMB), &,-./!0!1#) Martinotti Valter (CESI-AMB), A AUT A AUT Martignon Giovanna Pinuccia (CESI-AMB) A AUT %& Guzzi Luigi Angelo 02#") (CESI-AMB)!1 %&!"#'() Approvato Botta Gabriele A APP 4 %3 &!"#"4) A VER CESI Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano Giacinto Motta SpA Via R. Rubattino Milano - Italia Telefono Fax Capitale sociale Euro interamente versato Codice fiscale e numero iscrizione CCIAA Registro Imprese di Milano Sezione Ordinaria N. R.E.A P.I. IT

2 5 %"-''!% % * ( " % 7"' % (8 %!0!2#4 6 5!(#""#70#!'!7"#1#70#04,2#!'04277%!0# 8! 5! : ; 56 7(724(!047'!#(!4#0!%#! 7"4#"4!(#5!5 5! 9 "% " % % # % % " '% #(#04#!"#"4!04#!2!/#"4# 55 # 2370!0!!/7,1#70!'!%!0!21#70!!!442# 5!(#""#70##04(7"<!2 5 56!(#""#70#0!# 72##'2# # 56 ( ( 9 5 "4#('!!!(#""#70#= :!% & # ( #0427',1#70!!'!<#0#1#70#%!0!2# 5 " 8!(3"!'!27!', >< ;?5 55 ><? 5 #/!#'##0'%#0! 6 0#"#'#" 2!!0#0%5 # 1#70! '# >!0/#270(!04 " 2!!0#0% /,!"? 0! <"!'#" 2!!0#0% 5 0 *;. -!/" 0#"#"#47:"! #<# = #0!24!110!!2!(!47'#'#"4#(=6 8!% & # " %222222; !(4# 8!"! #<# 8! 65 <2(!+ 72A"/#, " 655 -" :9 5 Copyright 2006 by CESI. All rights reserved Codice commessa 7631C, 21839L

3 6 % <".,%%"% (+0!!(!04# 707" 5 " # 9 6 # *9* 9 ; :5 5 0#"#'!2#" 8#7!2# 7(247",77 5 " 5 55 # 9 BC ;;. 7(247(2#07 7"4#! %% (0: ) ''#< (0; % (= %#% " % % 7 " % 9= %#% " % % 7 " "% % :="!% % " % ""' % % 8=! # %%# %#" % Copyright 2006 by CESI. All rights reserved Codice commessa 7631C, 21839L

4 6!% 0 ' 99-55

5 %"-''!%! E!!%.!! < < 0 0 ;& 4) 4 ;-4 /" / "9 3< 3 < 3 < 3 < 3!'" 3!99' ; 9" 3( 3 ( 3(< 3 9 < 3"< 3 :" < (! E <: " <D: " # # 79! 2" 2 9"E '# '-# ; '!2 ' -! 2C '7 '-7 ;! 99-! 7:""! ""-!'<! ';<!'"!99' "!!!!- E!!2!D! 2C!#!- # -!(! - 9 (!- : 4 9!!!2!!2!F!- F E!2! 2C!2!992 B!2(!992 (!"/!- "/ 8 8 9G9

6 8 8 9G9 8# 8 #9 8F 8 F # # # :" #-E # :!" #-E <"E # :(" #-E ( "E #0!" #- 0!" # # - H H; ;E - A 3 B!99-7! B7;--!99 7! B7;--!99-7! 79!- 7! B7;-!99 (4 ( D ;4D ( ( D; ( ( D; 0!'" 0!99' " 07! 07;--!99 07! 07;--!99-07! 07;-!99 0!2 0! C20 ; E < E99<!!-! ; ;!99- < 9 0! 0!99 # # ; 7 7 ; < E9 " 2" 2 " "3/ C/ "! "! "!( " E!D ;( "!2 "-! 2C

7 "7 " 7 "7( "7 ( "F% "F E% "" " " ""' ""-E'; ""/ ""/ 4 4 ; 4! 4! ; 42/ 4D29/ 4"" 4 "",A!,A!- E,0!!,0! 9!,"'," ' 9,"!,"!- E,"<+"," "-,"07 / / ; + " + F E" /2! / + 7!

8 = % 4 * - >9 BC ; ;. &; C) 9 ; # 9 BC I * 9J - : ; * & -- 9 ;-" &8F); 9-9 K ;;. ; 4 9 :9; : #-":9*-*- - --:9-99# -. &+ 7!) #->?9;-I ;. &; C)J 9 - ; J K ; J 9 ;

9 # - - ; C ; C ; & ; C ) - - ;;0! **-- - >?# ; ; C ; # ; #-> 9?9;-I - 9 -"# J 9 K - ;;. ; 9 9:99 -J ; -. ; ; - : BC - # - - ; C ;; ;; 9 ;;. ; 99 >?& * ) ;- - 9 ; :9 &. ; 9 ) :9& 8 *. ;;. 9 "9J *;;.* J 9 :

10 &+ - - K- &7!I ; ; *;;.* * # - - 7! ; ;.9 BC ; * ;; - &- 2 )# 9 J I ; * ;; J - & * * ; * * )*K* * & * - * 1 " *" # * *; - ) 0 9 BC - ; K * ;! 99 - * ;- *- * 5 I 9 J "!"7#J 9

11 "!"7# 5 - ;' * &/#)* >-?& )* - 9 ; -5 - * >-?& )# 04 - * &*) 5 # - - A >-?5 ; 9 BC!2* 99 9 I ; C* &>?)J ;; -I * 5 (* 5 (* (J * * 8*. ; & " )* &G "7) &G 9 9 ;;. ' - & * 5 *(* * 9 9 ;;# - ; 9-9 ;;9 - - * ;-"99 BC* # 9* &8F)*; "# * 8F 4 - * - 8F # 8F K

12 F 5-8F I* &###)* "9 -"9* 8F K; - - F - * ;;. * F K; - 8F! "/ &!2*!2(* 99. ;#9 * -* 9&G) - -. : ; ; - - G &G) M!2 M4! -!2:!2(4!:!* &4!:!)* &4!:!)1* ; ;.& &). ; ; -. I (I%*%( *2/ *( * &5)! " # %!"#2 6556&2-)*= (5I( %&56)& '(!"#2 655* (I%*%( *+ ( &5) & ' (!"# 2 556* (6I( %*+( *%*% *%*%* ( * &5)

13 ! ) " ) # %'!"# 2 6* BCJ I ( - & * ) ; 9 69 &*8*"*/)* ; ;.9 & * * *;*0*1)- J 9 & * * - ;&; ;) 0 -. &99 J : * )J :>9? - J 8 > -?

14 6 ( " % 7"' % (2( # % 7 # * < * >?* K 9 *G% N9 &"** <* *0 G &<3>(;;9)% - & * 3 * * * J J ; ; * - * - 9 ;* * * *";* 3 "& >?L - - ; 9 I 9 *- -=9 K ;; ;9 &7*"* *<* *0 M*GJ - M*G J 9 ;; 99* 99. ; - J 9 * &) * 5 * ;. - & *9 -. ; 9 - * - * -.- * -

15 ;9 J - ; - 9 * ; # L * 9* ; * 9- * * * ; 9 9 (-(2 * * & 7 "A µ - µ =5 *! 5 * * *5 * * * ' * *! &###)J &/#) * * * ' < * * ' 8 *= * * *! ( * ' ( * * 3 0 * * 3 ; *5 * * * ' "; *5 *6 * 3 " * * * * 1 * * 3 PIQ- J3Q- J Q J'Q; J!Q; 0 ; 9 * - 9 ;* * ; * 9, - ;.

16 9 J ; ;.- - * ; ; &* * 9 )- - *. J * - 9- J ;* * ; - # ; * % &(-9) L -* "LL -. * * - ; 9 9 ;- (29 "% %% %# %& (292( "%%"< 9 L --.I * :&9 -. ) 9 9.* *99 0 (-: - * -- *;* - * * 9 99 ;!(! &* + )

17 (-92!& 9 9 &CD"/C>(;);*9 ) <1C E 6 5 5*= = 5= * * = 6*6 = 6 5 * 5 < 5 8 *6 5 ( 5 0 5= = ; 5 = "; = = " * 6 5= " *5 6 =5 4 5 / =6 5 (-:" ;* *8&% 3>(;*;) 3 " 4/- "3 - *&*:*) *5&*:*6) *&*:*) " E *6&*5:5*=) *&*:*) *5&*:*6) / *&*6:*) *=5&*6:*) &*:5) #9 *&*:*=) *&*:*55) *5&*:*) *&*5:5*) *&*:*=) *5&*:*6) ( - *5&*:*=) *6&*:*=) *&*5:*5) ( - *56&*5:*6) *&*:*) *&*6:*) 4 5*&*:5) *&*:5*) * * 9 ) - - & I # ) ;;;9 " # -

18 = - &1 3(-() *:6*G 2> (;;;)0 (-8 * - 9 ;* 8J 1 3(-9(-:!(!&DC) 8 - < 3(-(2 8&D4/4>9++:) &*3* * * *8*(*(*0*";*"* "*/*1)#! - ;* 9 J 9 * ;; 9*. * ;* 99 ;; *8 &% 3D>(;**) A4/- "3 ;;;9 5*R=*6 *5R* *R* ; *5R* *R*= *R* *R=*= 5*R=*5 *R*5 #9 *R* *R*6 *5R5*5 "; 56=* : : -. 6*R* *=R*= : =F4 ::9 )>0 :>0 4 C 9**>)G:)0>+ :>(G(9>+ +>;G0>9

19 < 3(-92! -&D4/4>9++:) < 3(-:2!8 -&D4/4>9++:)

20 5 (2929 F "% # 9 : ; * ;- -#.;: ; 9 J : *!(!* G (292: %"< % " % S 9-9 -* 9& *- * * )* * - -9 &1 3(-8) < 3(-82( 99 9 # ; K -. -&>?) I * ; ; 9 * - K - -/ ; - - J

21 5 9 - ; & ) ; 9 - * -.- 9& ;.)*- - " ;- - * - ; 9 - * * ; & --* - #;- ; 9 0 * 9 &1 3(-6) < 3(-62/. 9 &>(;;*) 9 * - ; * - 9 # *

22 µj *µ 9 - * ; * * ;* -* 9 * * K - * -" "7 6 J * 9 * ; µ * * ;*9* ** "-. *;* *;* * ; * * * * * * T T T T 9 S * * S L --9 -* * -.* 9 9 > -? 9;; ; ;. S # S ; # * * *

23 5 - ;* 9.J- - ; - * 9- - #9 & ) 9 *; 9 9 & ) L 9 * K 9 *1 8 9!(! < 3(-02( * -;

24 *9. # :C 9 * *;* * ; >?* ; > 9?* -K 99 3(-) * *!; 9 8 < 3(-)2' 8 9 &D4/4>9++:) (2928 "%% 7"' % I ;L 9* - 9-9J - * - * * 9-9 K *

25 5 * * ;- * I 99 * -* - # - - J 9 @ -&* * * <* (* *1) # ; * ; 7 K ; * * & )* 9 & - >? K ; * & 9 ; - @ -, - :

26 5 9 I % * - 9 ; * - * J ; - * 9* * * 9 % * 9- * L - K L ; - ; *9 % ; ; ;* ; # ; -9 ; 9 : - 99 ; 9 (2: "" % " % # " (2:2( " # * *. @ ; 9 9 & ) & ).;K -;

27 5 # 9* I J 9 ; 9 ;* ;;.J ; - ;J J9; 9 * 9 *- * 9-9 J 9; 9-9 J 9 ; 9 9 2>9++8) )- - 9 *- - & ) ; * ; # -- & - T T) < U * U *( 6U * U 9 ;J - & *0* *1**") -- <*( - # ; &; * - < ( J - ;9 ; ;& "*/#) &# >9++9) -9 * ; 9 ;. 9 9 > 9?4-99 ; - ; 8* - ;! * *;&##)*

28 5= ; & ) K ; & )&# >9++9), 9 9 ;. K - 9 I9 * ; *99 )* ;99 9 *-*K;* - 9 > 9?* - * ;; - 8&# >9++9) 9 *- ; ; - & :- K ; - ;* * * ;- 99; --9 ;# * *.* * 9& 9 I 9 * 9 * 9 * * - * ;9;* 9 9 )* &"#2>9++8) # * ;* ; *; - - & )- 9 &I*")- ; * - 9 * & ; - &I ),. 9 &/#)& 9 ; ) D * ;; ;; ; - 9 &9 ; ; )(9 &###)* * - ;;& ;

29 5 ;.; )#"* ; & ; ;)9 * "&/#)* -; 9 ; )0 : J *&###) 5:-K&/) " ; 9 ' 9 *&/) ;K9 9 9 ;;&# >9++9) 9 ; ;9 9 * * ;;.* - * ; ; -- ; &< 3(-*)&"#2>9++8 < 3(-*2' ; ;.;;. ; * &"#2>9++8) ; ;. ;;. * K!2:

30 @ * * - -Q * 9 - -; ; ; ; # 9 - &I J ; ;.* ;. ; * ;;. - * ;;. * ; * ; 9 ) ; ; - ; &"#2>9++8) 9 ; ; ; # - & - C 9 * 9 ; ; L & ) ;& ;) 9 9 ; ;&; ; 9 ) ; 9 0 :: 9 ; 9 * * 9- K 9; ; I 9 ; ; ) J 9 ; & * ) ; 9 - F -9* 9 ; ; 9 ; ; &; ; ; * 9 ;. L9-9 :9; :9#* * ;;. ; - ; ) ; C* 9 )*

31 @ N ; ; ;; * 9 * 99- & ) ; ; ; :9 ; ; - : ; ; - ; Frazione solida indisponibile Metalli nei minerali primari anni Frazione soilida intermedia Metalli nei minerali secondari mesi Frazione solida labile Metalli adsorbiti e complessati giorni Frazione della soil solution Ioni metallici liberi e in complessi solubili < &* - * ; ;. 1 3(-(+J -- * ; * ; 9* * * - )* 9 9 &I *8* D* * * 9 * )*. ) &> JD>(;;6H"#2>9++8)

32 5 Deposizione secca e umida Alterazione della roccia madre Perdita per volatilizzazione SOIL SOLUTION Ioni metallici liberi e legati in comlessi solubili Organicazione nel biota Uptake radicale Complessazione con frazione organica (hunmus) del suolo Adsorbimento alla fase solida del suolo (colloidi organo-minerali) Perdita per lisciviazione Precipitazione nel suolo < 9 & JD>(;;6)V ; ;.&;;.) ; &I 9 * *- ) 1 3(-((&# >9++9), # ; 9 ; & ; 9) - * - - ; # ; ; * ;& ; 9)&>(;*0) ; - -

33 ; ; ; 9 < 3(-((2/ 8 9.&# >9++9) F -; 9 * - & >9++:)2 ; K 9 ; -. ; &! ) - 9! 9 & ;) L - - M C )* - W C 9. & K- 5I* :C* I* 5:C)& >9++:). ; * 9 8* 9 - >9++:) 9 9 J 9 78: )0 * -; ;. *3* * * *<*;*(*0**1)I 9 & ; *9 **9)J;

34 6 9 : *9 9 - ;J 9 & >9++:) 8:I ; K 9&8-6: =*.) &* *"*/)*-* &7 6 : J7 :5 J /# 7 6 : J"7 6 :5 J"7 :5 J/7 6 : ; & >9++:) ;9; - 9 & M1M M;)! G &I * * 9-) &I) &# >9++9) ) ;. ; ;. - ;; * &1*;* ) ; ; D&# ;. 9 * 9-9 ; 9 * 9 D &# >9++9)! 999 ;9 "; ; 9 &I;W W1W 99.; &# >9++9) 9 ; - *; ; - ; 9 & =G )! - MG& ;;)9 G ;J MG*K- 9 *

35 9 * ;. ; ;. 9 & >9++:) L 9 ; ; -- * - 9 ;;. 2 * - G ;.; * ;&I99- ;)&>(;*)H JD>(;;6H >9++:H "# @ 99 ; ; ; * * 8&>(;*)H JD> (;;6H >9++:H"#2>9++8) #9* ; ; 99I ; &9-9 ; )J ; &9 8)J; &99; ;*1 ; ; ; )J 9 C& ) * * C - 9 & ; ; ; ; * 9 * &998 ) ; & 99 ; ; 9 &-; )* 9. *- J C)# - ; & * - ;* ** -9*9 9 ;;. &>(;*)H >9++:H"#2>9++8)

36 (2:29 "I (2:292( * 1 * - 99 * *9 9 * 9 ; 4 9I ; ;- - - * 9 9 * ; # K 9 < 3(-(9 9 &#3CCI3CC>(;**)

37 ; ; * > -?9 * - * - &) ; 9 > -.? > - # * * ; >? - - & I ; * *)*9& I * **99* )*;& I;; *; * )* - - * N 9 - >? - 9& I * I*99*) - 9 & ;* (2:2929 C?3 # S ; 9 & ** 9 * & )* ; 9 - * * I M5 M J K * 5 * 9-* J * ** S J

38 = 0S ; * 9 9 #K 8* * * 9 * K S ; - ; ; * ;&A )* (-(:2 < 3(-(:2 9 &'C2>9++() -- ;.. * 9- *9 L";- -9 ; * 8 J L- <(& <>(;*8)S998S L 9

39 ' - 89 S. ; ; J S - 9 *9 ;;.* - =*.8* 9 -.-I & )D& )* -.; - 9 *- 9 ; ; 9 1*(*; 9 9 * I &###) *9 K - K I - *9 9 ; ; -.; K - * ;* - -. *9 - ; 9* -! * ;; 9 9 I "* 5 "* 0"*0 5 " 0" 5 ;* "*<"*1"; (2:292: C * -K > 4 L - 2>(;*+) ; * 9 * 9; 9 - * 9 * 9 9

40 6 99. ; &K3>(;))H (;;;H >9++8H)I # % # %,; ; -*. 9* >? >?* -9* >? >? -*-9>? 9. *6*µJ 9- # 9 F & * * * *9 * -)* &K9)* & S)* *- S 4 * - S & 99 S 9 * - ;- ; 9 --&9 **; )* ) * S- 9 9 * 9 - ; S ; # 9 99;& )&A )*9 S; 9 & ) & B )I A Q B &) I Q &µ)j B Q &µ) # ; ; B 9 - ; ;; -9 *5 *6µ#

41 ; 99 ;*- 9 ;&9 ; : <Q; &5) ;. - I QA XUA 5 V &)- A 5 << #- 99; *- A 9 - * * &33>(;*:H2>(;*8)# (-61 3(-(8 9 9>? A (-6 9- A C, 6 5 = = = E = = = 5

42 65 < 3(-(82 9A * 8* L - * ;' ; L # * & I & I ) A 99 - A & ) 9 ;; # *- - * 9- * * ; & ) 9 -. #99;A *9 * -- 9 #9 * *; 99 ;& ;) 9 ;* * *;99 9 ; *K; *

43 6 A ;; &); ; -.- A * 9 ; I * *6µ" ; * B ; ;; -9# * ; (2:2928 C 7?3 7 >?&2>9++()J ;.& - )9 = - A - K5 ;.- 6 " ; < 3(-(6;.&A )9- &2>9++()

44 66! 9 ;; &τ)# τ ; ;.&Y) ;9&Y) ; &9 Q 9 ) &'/2>(;):) " K*; ) - - >-? 9 #1 3(-( (-() J J ; - - *-* * ; - 55:= < 9 9 2>9++(2

45 6 < 3(-() E*,"&2>9++() (2:2926 C # 9 ;.& 9 9 ; 9 ;;. # * 9 N * ;N* ;. ;;. * ;;.*; : & 5 )& 22>9++()# 5 ).- * I 5 Q5C -C & : I CQ-δXU& A)V I - -. &)J δ 9. &)J

46 6 &)J A 99 9 &) &-) - 9 I -Q- ρ -ρ. 9 & )*- - # 5 I 9. J J 99 &A ) 9 J -. (. & I * *0* 99.- &A I )* ; * 9 ; - 5 /- *. & 99.- &A IM )* ; 9 -. ; * * : (2:2920 CF?34 9 : 9 - ' : - I - -. ; &<>(;*;) K 9 * - -.; ;& 9 )* : - &3C> 9++:) K- & - ;;. 9 --

47 6 9 # *99 *- 9 - & >(;)*H >(;*+) #9- ;99 S -. ; # ; * - 9 ;& ) - " ; ; ; " - N; -- 9 : & I ;; * * *9 ; - ; -9 &1 3(-(*) < 9 : & >(;*+)

48 6= (2:292) 33 S IS ;S ; ; I - ; - ; ;9 * : * ; 9 * ; 9 &&3>(;;*)# ; ;-&* ) S ; L -- - & * ) * - # 9 - ; L *99 9 * >? JL-9 ; ; 9 ;& ) - ; -- 9 & -;) ; 99. * S ; " S- SJ - 9 TT 9 * 9 9 J 9 D ; # T T9 ; 9 ; ; S * * * ; S ; F 9

49 6 -; - ; ; S #; * ; * ; - & *;)- #; ; ; - * ; ; 9-9K ; * ; ; 9 9 * - # *9 ; &3<Q; 9 )- ;I 3<Q[!] [!] U[!] ; #9 ; &3 <Q; 9 )- & ) I 3<Q[!] [!] ";;. 3 <3< * I3 < 9-3< J3< 3 <- ; * ; - #* 9 &9 * 9 9) -- ; 9 & * ) -- % 9*. 9 - #9*9 ; 9 &3(<Q;

50 9 "% " % % # % % " '% 92( "% %! 55 ;*- 9-(> 9 * 99 *(+ * ==(+ 9-( ;55 3 " η ". (L 3 " 6 Z 3 5 " 6 Z 30 " 5 Z 305 " 5 Z 30 " 5 Z6 306 " 5 Z 3 " = Z 35 " = Z5 3 " = Z5 36 " = Z <" " 5 Z5 <" 6 " 5 Z < 0 Z6 < 5 0 < < Z6 %- 0 Z5 %- 6 0 Z5 %- 0 = Z " 0 6 Z (9 0 = Z (9 5 0 = Z 5 0 5= Z5 0 5= Z " 3 ; 0 5 Z= " 3 ; Z= " " = 56 Z= / 0 Z / 5 0 Z / 0 Z / 6 0 Z

51 - I 0I * * / ' * ; * 4 */*</ % J 0I! 2 *4 J "I *,; *3 * ; * J" J" ). ; 55!0! 5 * - - # ; - ; 5G* 9;*G**G 55G 9&1 39-() < 39-( ;- 9 & #>9++:) 929 '% % 7!% # % % ## * - ;. * ; ;; 9# - - ;. -- *. - # 9 ; ; K-,! - ; * ;;*-5-5' ;. G & ) 5G #!0! - * ;; ;* - ;;

52 5 - ;- &5 5)!0!* 1 39-: < ;;5-5 &%240Q%24 0 J!,27! 42# Q,! #! J4Q ;"-4J,Q,9 J""7 Q ;J'4Q' 4 ) 5 5 < 39-:- ;-; ; & % >9++:) 92: "%%"< # ;;9 9 9* # - ; & 7 5 )* & 8 6 )* 9&"7 D )* &07 D )*-* - * 9 5 6= ) 2- ; 0 % 7 ;

53 ; ; * 9 * * -;.*. * * -- ' ; ;- 9 9 ;;* ; # * 9 -&< 29-8) < ; ; & L I - - J J 9 ; ;J J ;

54 # :; 9 ;;; * ; ; - ;& 9-9)* ;9 * ;;9 &>(;*0) 3 3F ( 6 6 " 6 = < =*= * / ; * 5 =5 5* *= * = " * *5 6*6 ( =*6 * * * "; 5*5 *= 5* * * 8 * *6 * ;99-9 I >;?9 J 9 9 ;

55 0 ; 9 *: * " * * - 99 : # ; < 39-6 ; ;&<'%Q9 J 9 - : I - ; 9; ; 5 * *<*" (9 9-9 J - I 9 ;;J J J & 9 * % - ;;K - J

56 J -- ; < ; &"M>(;*;) ; - 9 * )2' G 5- & G) 9 < 39-)22 ;&"M>(;*;)

57 928 "%% * 99..I 99 9 * >9? 99 F9- * ;* S * N >?&22 >(;)*) 9282( " % I << " %! 9 ;. ; I 99 * ;. 9J 99 * ;. *- * ; - SS - ) S - ; ; S * S * * S ; S -. & * *99 ) " % < % 9-9I * ;;&;)* S &) # - * * 9 * 9 & - ;* - *)# K9 S 9 ;-

58 = ; - T9T* #;;; -- ;&I 9 S ;;) ;; 9 J ; ;&I ) 9 * &; ;) #;;*9 * *9 * ; ;-; # ; 9 ; - ; # ; ;; ; * S # S * S ; -* I S * 9 9 S.9 * *. 926 " "% 9 - ; ;* - L 9 K.;; &5 )55!0!& 9-:) * * 9 &'"7D)9 &'07D), - K ;L #- 0! "&#0!")!! 2&!!2) &# - - * 9-82

59 9-:2" ; ; 9;&DD>9++() " < -3 I3A - *5 5*5 * * * *5 *6 *= 8 * * ( * *6 ( *6 6*5 0 5* 55* "; *5 5*5 " *= *6 / * *5 1 * *6 9-8/ # >(+ "! / -!?3 / ; " &9) >#?* - K * ; >(+* 9 -# * * ; 5*G*=*5G ** *6G # -J9 55*G**G **G 8 ; - * *G - 9 G >(+

60 9-6!&C ) ; & %?3?3?3?3?3?3?3?3 3 5*= 56* 3 5=* 5 * ( 56( 5( ( ( 6( 55( 5*6( 5( *( ( ( <" = *6 * 56 66* < ( 6=6( ( 5*( ( %- " 5" 5" " 5" " ( * 5 5* " 3 ; ( 55*( 5*5( 5= 55*( " 5*" 5*! 5*" *" 5" 5" 6" / =*( 5*( *( 5( *( ( ( ( 4 ; =5* 65* =* * 5 = * 5= * = * >(+ 5*6 55* =* * =* 6* 6 55* 56 55* * *5 =65 * 5== =P G ; 5* * =*5 * * 6* * 6* * 66* *5 *= * *= 5*= 4# = 5 = 55 = 5= =65 66= =6 = G ; 55* * * * *5 * * * 6*= * 6* 6* * * * (Q J Q J"Q P&U 3)

61 :!% & # :2( %% <%%# % # L 9 ; ; @ &! 2C *!2) - 9 *9 * J *9 - ; &3>(;;:)!- E,"9 ; K &22 >(;;*) [ - -- ; ;.& )0*L* ; -&3>(;;:) L *.* -9 **9 *9 ; ) 99 --!2L - &- @ * - I * ; ; * &3>(;;:) 2C( L 9

62 5 * ; : * - I & * ; 9 K. 9 * #9*- -! * :29 & 9&9 BC) - - R!- E& > (;;*)4 9 BC 9 &1 3:-()I 9 9 >< ;? &<)* - 9 ;- * F *9 ><?&<)*- * 9 9 <* - >9? >9- R99? 9!2 2) ; ; < # 9 ** ; * :292( % < <"% ' " 9 < ; &<)9 --* --* 99 " - 9 &1 3:-9)I - 9 ;J 9 - ; & )J- J

63 < 3:-(2" >(;;*) 0-9 ; - & *.. ) - & &99 9 ), K -# * #- ; &/)- > - ; -!2 - ; *; -

64 6 < 3:-9" 9 < ; &22 >(;;*) % *- /I - &-* * 9 * 9. ;-. )* ;. & -.)*. ;- 7 - I - - ; & * * 9 * 9 ; *)J. - ; ;& )-. & * - ; * ; *) ; &/) '- - 9 < I # % &22 >(;;*)

65 @ - - * - ; &22 >(;;*)% 9 ; 9 "- 9 *- - * 99. & * * - * 99* * - ; ; - 9!2I < &<) :2929 % < % 0 * - 9 ;*- ; * - * - ;- ; * * - ; ;N - 4 >-? 9* * &"C 2> (;;0) &<) &1 3:-:)I 99 7; >:? &: 9)J ; ; < ; - ;- - ; & * * )

66 < 3:-:" < &22 >(;;*) ; L ;.- & * ;- - ; ; 9* 9 - I - J - ;. - 9 J - 99 ; *

67 * 99- ; &/) - * ; 99- -/ #9* 99-9> :? :292: % < % 2)* <* / 9 * -!2 -&1 < 3:-82" 9 22 ; --/ 9 4 ; ;.9 ; * 9. 0!2-9> :?& *-

68 = 8F - ;.* 99&22 >(;;*) F L I&-) 99 - * ; * &- 99) - : #9 9 ;999&22 >(;;*) * *L 99 - ; - ; -. & ; - -.JN 9 ; 9 - * -; ;. 99 ; - - -;- 9!2 - - ; &/)* 9 9 ; &<), > < > :?&"C2>(;;0)" ;- 9 % ; &/) > --. *-- - ; --. /

69 ; - - &22 >(;;*)I 99J.99J J J. # 9 -;;9 - ;-!2 J - ; J - 9 J 99> - --.J ;- * * - :2:! %#%, 9 ;&22 >(;;*)I9 "*9 "9 ":"9 9 " * 9 "- * ; - **9* 9 ":"9 9 "9 9 * 9 I9 ; 9 " 9 ":"9 * - * # K; & * ;.* ;*. 9 K 9

70 49 9 "-9 &22 - * - * * ** - 9; * >(;;*) 9 -I ; -J 9 K * >?& ; ;) -I 9 "9.. 9 ":" ; >? 9 - " &22 >(;;*)# - * 9* ;.**- - 9 * * 9 - ; 9 ; " " -!2# * / ; F 9 9 ;* * &22 >(;;*) 9 "; - - ** '9-9 9 * "-

71 - "L - -&22 >(;;*) L 9 # ** 9 ;; 9 9- #* >!-?&! ) > 0!99?&0! J0! - *.* 99 9 ":"9 '9- 9 " * ;-- * -- -* K " - &3>9++9) -7 9 *9-9 ** F 9 - **.;99 - *. &22 >(;;*)

72 5 :28 7% %%# "&"-! 2C*"!2)- &22 >(;;*)I - ;- #9 * - *;9 - ;99 ; F - ; * #9* "9 " - - ;* ; *- 9 9 "!2F % * * - * 9 9 ; "-! 2C &"!2) - 9 * 9-- **9* 9 * -- 9 ' -! 2C&'!2) * ; K 9 "!2 - - * * 9* * 9 9 & 99 I

73 - ;. # 9 9!?& 7! )J &3 > 9++9)I 9 ;* 9-9 #*L - * ; ; 9**9* L - ; # * L -..J * I * ; ;& - )*, - ; 9 7! * "!2 I ; C* - *. C? # * - * 9 ; C& ; C - #; C-;; * * ; ;. *L ; CL9 - I * * * ** -F*- K* :9* K * - I 99 - ; " - "L- ;- - ; C-9 --I ; - ; C* L - "* * - & -

74 6 ; C * ! * - *L - ;. F - 7! * -. ; - ; 9 * ;; ;* K *; - # 9. 9 "!2 8 ; 9 - C8F 9 &!- *! ) C & 0!99 * 0! )# ! -

75 # L - ; #*- ; - - *K # * *- - L *. - * - ; " *9 9 *- K * - #9* *- - #- - 9* 9 " * ; * L * K 9 - &3> 9++9) "!2** - - * " 9 * 9 - -,**L 7 - -* ;- - ; - - F -- 9 * L 9-9!2

76 :26 % %!%" % %%#! % < %%# ; &!D - - ; # ;-.; * ;. * * 9 * * ;;. ; &%> 9++9). ; * - 9* - 9 &!"/), * -* ;. 9 ; 9 9!"/ ; ; 9 ; - - :262( % ;. 9 * ; * #0 ", ;&>9++()9-99 &-; * * -; ) F 9 * -.* ; * -9 & --- * ) J - ; ;- - *. K

77 0 * ;- &9 6 )! & )G # - & 6) 07! *-- K *- 07! 9 6 " * * - - * - * -; * 9 - ; -. ; ; & ; ; - - -,":! ;. 99, -! ' 4 & >(;;8) " -! * - ; ;9 99 # ; F - * - I ; - ; -. & ; ;) ; 9 ;; & )

78 = -. ; &!"/);.;* K *9 0 -K - * - -.K; - ;* & )* S &<") # * <" - *<"- 07! " K; -. 4 * ; * - K - ; ; ;- ; ; ; -. L - ; - 9 ; &""-E';*""') 2> 9++9)" # ; * ; * ; 9 * 99 - ; L -. 2> 9++9)! ; : * : 4* * - ; * ;-. -.[9 ; E 99 < )* 9 - &>9B?)#*; --. ; &!F Q!- F E ) *:*

79 8 &8 3 - ; - -.L -GGS 4 - G&8 G*8 ) G&8 S 9 * - * :2629 %>%'N "! #! % ; 9!/"I9 - - * * *;;.* ;; 9 -;9 # ; ** ; 9 * * ** :9., 99 ; *; - * I 99 ; J 99 ; 9 * 9 -;; - * 9 ; J

80 = -;; ;; J # *> -?-; 99 -, - L ; ( ; 99- ; * ; -;; #9* 99-9& - ; )99 * : S9. - ;; - -. ; ; C* #*- * S*; 9- S -9 * ; ; 9.

81 = :20 7%F < 7 - ". -- '9- ":9 &' @K - * 9- K; 9 9 ; C( - - J ; *. - - &2 >(;;*)! 2C ;I ;* ; ; ;* - * - 99 / ; #*L - - '!2 "!2 - # - 9!-&7!) ;* * >-?- I. J J 7!!2 #- - &22 >(;;*)# * > 9+++)

82 7!-I - -# - 9 # - 99 ; &'32>9++9,99-9 I. J. J J. ; J ;- % - ; - F* - 7! *;N 99 -L --* * 9J 9 * 9 F *-*- - F* - - * - 9 9, - # 7! & -;U: N) ; - - ;- - -** - 9 * * * - 42#' * * ; I )*.& )* 9

83 = K 9 * ;* ; -.* "F E4 (;;+) * L ; * 9 * - * ;* * - 42#'* ":"9 *- - 9, ;- ; ;!D &! ) 4D E!99- &4! ) %. " * * '!2 K *!.- - & \9 C; )*99- K ".** - -K - * - *;* 9 ; * - ;.#. & 07!*! D )- D * - 9 -". *99. - *- - C 99

84 =6 F98 #D! 4! 8 #D- 8 F99 9 " 99 9! & 7! ) ; - ; ; * * 9 '!2* -- - ** - * ;* - " " - * 9 ;; * - 07!7!8 F* "9 K * - ; 9 *K (, - 99 # * 9 K * * * -& >(;;*) :2) % % 7 " " * 9 9 ;J L * * I; ;*

85 = J - ;. - &. F&">(;;6) # * 9 9 ; 2C( " ; - - &. F&">(;;6) @- ; * - * 9 9 " 99 * * - # L - * L 9 *L9 9 - * - # -9 ; - ( J **;- 9 ** ; 9 9 K9;, 9 ; 9 ; [* * L- 9 IL - ;. L! ; ; #* 9 ;99! * K* F* - 9-9

86 = [ * - 9 / 9 ; &9 > E?*. J - J- * ) 99&99 * : -.* ; * K 9 F &9 -) 07!L- 9 * 99 - #* * L ; - F - -- I. * -, ; ;- # * ;L- IL - ;. 99J * 99 * ;L - ; ;J ';< &'<)" '< *9! ';<&!'<) "** ( 99!2 F ; - *- 9 ; [ - -9 ; ;.*

87 = I ; 9 J J - ;;9 - ; ( ; - ;. - ;* ; ;9 F* ; - ;.* ; - ; * * 9* -# * ;; - ;. ; ,. * ; ;. * 9;. -* ( * 9. ; &'3&3 >(;;))I ; ;."N - ;. - 2C ( J * - 9;;;& ** ; )J 9.; ; I*. * - ; - ;9 *9 ; ;- ;.* *; 9 -J 9J - ;. ( J * ; ; J K ; - ;J ; - -; & *- -*- ;.)J * *. - ;. - 9 ;J

88 == & * G ;;* 99 -* 9 K *K;)J 9*- - J J 99-9 ; -- 9 F 9,;. 9 -.F ; L** 9, F ; 9 - ;; ; ;, ; - F 9 - ( J - -; - ;., 99 F - * * 9 * ; * * 2C( - * * ; &. F&">(;;6)- ;.I > - ; Z9 ; -

89 = ; * 9 %- I ; ; 9B *. 9 " 9 # *99 - *. ;) 99 ;.#* ;9 - * - ; ; ;; 9 #9* * F& ">(;;6)# - * L9.* *-* F

90 8!% & # " % 82( ' "& <& 3''4& >(;;*)J - -!2 9. ; 99 - *9 9. *9 * 9 - ; C&>9+++)J - 9* * * *9 * * - * - ;* ' &K2>9++(H J>9++:) 9 - * 9 * * !2 * 99 * * 9 L 9 - &>9+++H/ '3 >9++:)

91 @ &/'3 >9++:) ;;.. * ; * - ; &K2>9++(H/ '3 > 9++:)# 9 I ;* - * 9&2>9+++H/ '3 >9++:)#* 9 L -9 *!2& 2> 2> 9++:)# L 9: #9* K- ; ; ;&/ '3 >9++:) < !2& ""!2 ""9 '!2)J - ; < ; * < "!2 '!2 "&"!2) 99 * * 8 #9 &8#)* &3D2>9++:) 9 8#9 ; 9 9 *9 * *;9 ; * ; 9 "!2 9-9.%!- F. &!F ) 9* ; * - - &K29++:)

92 5 * -9 K; ;. &] )* ;.9* ;.! &^)F * * * - K. * - 9 K!2-99 ; - *9 * 9 - &3D2>9++:) * 9 * &3D2>9++:) F!- &! "!2 & \ 9 ; )J 9 '!2- & \9 C; #.! * ;;.* * - *- - * 9 ;; % ; - 9 ;;.* ;;. 9 *9 ; *9*. 9 C &3D 2> 9++:) 9 ;;...J * - ;;. I. -; ;&; ;.)* ;. ; *- ;;. ; ; * ;;. ; * * * - 9 *

93 * ; * ; ; ;. )&K2>9++:) 42 "! 9 - -; ; ( &3D2> 9++:HK2>9++:H2>9+++)**.9 K ;;. K - ;;.* * 3 (&3()* -99&2>(;;;)# 3(- -. ; <#(&">(;*:H >(;;6H& >(;;0H&3>(;;*H43J>(;;;). ; ; #3( > C? 99; 9 * - ; * -* "!2'!20 "!2 C; &9 *,<) ; ; - ; -. ""'* '!2 K :9 -. ; # 9 - * !99 &0! )# 9 * * - C &!- F E

94 6 *!F ) -!F ;. ; I.;; 9 ;. 8* 9. &2>9+++HK29++() ** 99. & 2> 9+++HK 2> 2> 9++:) ; - ; *- ; ; & )&&M/2>9+++)F # Z.; -!F 99# ; ; #9 * - 9 ;;.&8*'7 ) 9 9. * - 9-9; > 2> 9++:)# 9. * ;;. 9 &K 2> 2> 9++:) 9. ; ; &/ '3 >9++:) ; *!2 ; # -9&K2>9++() K. 9 ;

95 * * -.*;-.- N @ > 9++:H K 2> 9++() *!- &! ) 0!99 &0! )* '!2* -* - 7! !42#'; 9. # 9 ; - * ; # * * 99 4D, &%J2>9++:) 829 @ * - > ; J ;. &; C)J 9 ;

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@?"?$3J I?@?@?@'@J I")&?@%@?J I?"!@?"!"J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@??$3J I?@?@?@'@J I)&?@%@?J I?!@?!J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO CAMPIONE DELL URSS Alla fine di novembre del 1956 cominciò a Tbilisi la semifinale del 24 campionato dell Urss. Tal vi prese parte. Aspiravano al diritto di giocare il torneo di campionato, tra gli altri,

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

Valori di fondo di metalli e metalloidi nei suoli del Veneto

Valori di fondo di metalli e metalloidi nei suoli del Veneto AMBIENTE Valori di fondo di metalli e metalloidi nei suoli del Veneto Paolo Giandon, Adriano Garlato, Francesca Ragazzi ARPAV, Servizio Suoli, Dipartimento Provinciale di Treviso, via S. Barbara 5/A, 31100

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Flosina B(C.I. 45410) 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA,

Dettagli

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI Conversione Massa Moli DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI - ESERCIZI GUIDATI - LEGENDA DEI SIMBOLI: M = Peso molecolare m(g) = quantità in g di elemento o di composto n = numero di moli Ricorda che l'unità

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Tween 20 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA, S.A. E 08110

Dettagli

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore.

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. ESERCIZI pag: 458 1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. 2. Una dinamo produce 6 amp a 160 v. Calcolare

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Appendice A: tabelle descrittive residenti

Appendice A: tabelle descrittive residenti Appendice A: tabelle descrittive residenti 1. PARAMETRI EMATOCHIMICI DI BASE Nelle tabelle 1-12 sono riportati in dettaglio i risultati delle analisi descrittive riguardanti i parametri ematochimici di

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Catalizzatore Kjeldahl(Se) pastiglie 1.2 Nome della societá o ditta:

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

Biochar, fattori che influenzano la sua qualità ammendante

Biochar, fattori che influenzano la sua qualità ammendante ANALISI DELL UNIVERSITÀ DI TORINO SU BIOCHAR OTTENUTO DA DIVERSE MATRICI Biochar, fattori che influenzano la sua qualità ammendante di L. Petruzzelli, R. Subedi, C. Bertora, E. Remogna, C. Grignani Dal

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara Esercizi di Algebra Lineare Claretta Carrara Indice Capitolo 1. Operazioni tra matrici e n-uple 1 1. Soluzioni 3 Capitolo. Rette e piani 15 1. Suggerimenti 19. Soluzioni 1 Capitolo 3. Gruppi, spazi e

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

AGGIORNATO AL 28/07/2009

AGGIORNATO AL 28/07/2009 AGGIORNATO AL 28/07/2009 1 CHECK LIST CARTELLINO: da stampare 1 MP (in PluriMIX) A. Compilare la Descrizione in modo ordinato B. Definire se visualizzare o no nelle componenti C. Assegnare la categoria

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE. Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE. Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing Allocazione dei costi industriali

Dettagli

Rette e piani con le matrici e i determinanti

Rette e piani con le matrici e i determinanti CAPITOLO Rette e piani con le matrici e i determinanti Esercizio.. Stabilire se i punti A(, ), B(, ) e C(, ) sono allineati. Esercizio.. Stabilire se i punti A(,,), B(,,), C(,, ) e D(4,,0) sono complanari.

Dettagli

Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido

Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido Questo documento è stato redatto in collaborazione con la Commissione per gli Affari Ambientali di EUROBAT (maggio 2003) ed esaminato dai membri

Dettagli

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Via Fanin,, 48 40127 Bologna Tel. 051 4200324 luigi.petta petta@envis.itit

Dettagli

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO Fabrizio Battista, Federica Gaiotti, Davide Mosetti, Gilberto Bragato, Diego Tomasi CRA-VIT CENTRO DI RICERCA

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Esercizio 1 Il 24 10 Ne (T 1/2 =3.38 min) decade β - in 24 11 Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Mg. Dire quali livelli sono raggiungibili dal decadimento beta e indicare lo schema di

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo.

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo. Anello. Un anello (A, +, ) è un insieme A con due operazioni + e, dette somma e prodotto, tali che (A, +) è un gruppo abeliano, (A, ) è un monoide, e valgono le proprietà di distributività (a destra e

Dettagli

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 1 In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 2 Nomenclatura chimica e formule brute/struttura ELEMENTI Metalli Non metalli + O 2 Ossidi Anidridi + H 2 O Idrossidi Ossoacidi o Acidi Sali Gli Elementi

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011)

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011) 1) Codice di identificazione unico: 0/4-GF 85 2) Numero di tipo: SABBIA ASTICO 3) Uso previsto di prodotto: UNI EN 12620- Aggregati per calcestruzzo; rilasciato il Certificato di conformità del controllo

Dettagli

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 Pag. 1 di 5 REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

pagina 1 di 24 Premessa

pagina 1 di 24 Premessa DIRETTIVA B NORME TECNICHE IN MATERIA DI UTILIZZO IN AGRICOLTURA DI FANGHI DI DEPURAZIONE E DI ALTRI FANGHI E RESIDUI NON TOSSICO E NOCIVI DI CUI SIA COMPROVATA L UTILITÀ AI FINI AGRONOMICI NORME TECNICHE

Dettagli

Principali caratteristiche degli elementi dei primi cinque Gruppi Analitici, del magnesio, dei più importanti anioni e cenni sui complessi.

Principali caratteristiche degli elementi dei primi cinque Gruppi Analitici, del magnesio, dei più importanti anioni e cenni sui complessi. CHIMICA INORGANICA Principali caratteristiche degli elementi dei primi cinque Gruppi Analitici, del magnesio, dei più importanti anioni e cenni sui complessi. Struttura 3D del calcicromo, un complessante

Dettagli

LEZIONE 17. B : kn k m.

LEZIONE 17. B : kn k m. LEZIONE 17 17.1. Isomorfismi tra spazi vettoriali finitamente generati. Applichiamo quanto visto nella lezione precedente ad isomorfismi fra spazi vettoriali di dimensione finita. Proposizione 17.1.1.

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SCHEDE DI SICUREZZA ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome prodotto 1.3.

Dettagli

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO 1 (Ridis. con modifiche da M. De Stefano, 2009) 2 3 Concetto di duttilità 4 5 6 7 E necessario avere i valori di q dallo strutturista ( ma anche qo). Per

Dettagli

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Circuiti Elettrici Corrente elettrica Legge di Ohm Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Leggi di Kirchhoff Elementi di circuito: voltmetri, amperometri, condensatori

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 adempimenti di inizio anno 15 lunedì C.di C. 3AG 13.30 14.15 programmazione - visite studio - varie solo docenti 15 lunedì C.di

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

Rosario Napoli Centro di Ricerca per lo Studio delle relazioni tra pianta e suolo, CRA, Roma

Rosario Napoli Centro di Ricerca per lo Studio delle relazioni tra pianta e suolo, CRA, Roma Presenza dell arsenico nei suoli agricoli e nelle acque sotterranee in Italia: importanza dei determinanti geogenici e antropici per la gestione del rischio per la salute umana Rosario Napoli Centro di

Dettagli

LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia

LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia Particelle alfa Le particelle alfa interagiscono intensamente con la materia attraverso collisioni/interazioni che producono lungo la traccia una elevata

Dettagli

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice . Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice Ordinamento di osservazioni: PROC SORT PROC SORT DATA=fa il sort è numerico

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

Per vedere quando è che una forza compie lavoro e come si calcola questo lavoro facciamo i seguenti casi.

Per vedere quando è che una forza compie lavoro e come si calcola questo lavoro facciamo i seguenti casi. LAVORO ED ENERGIA TORNA ALL'INDICE Quando una forza, applicata ad un corpo, è la causa di un suo spostamento, detta forza compie un lavoro sul corpo. In genere quando un corpo riceve lavoro, ce n è un

Dettagli

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L aria è una miscela eterogenea formata da gas e particelle di varia natura e dimensioni. La sua composizione si modifica nello spazio e nel tempo per cause naturali e non,

Dettagli

Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione -

Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione - Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione - Questo documento è un tentativo di raccolta e riorganizzazione dei vari post & thread esistenti sull'argomento SEKA 2, senza la pretesa di essere un trattato esaustivo.

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

I MATERIALI DELLA LITOSFERA: I MINERALI E LE ROCCE

I MATERIALI DELLA LITOSFERA: I MINERALI E LE ROCCE I MATERIALI DELLA LITOSFERA: I MINERALI E LE ROCCE Dagli atomi alle rocce I materiali di cui è fatta la crosta terrestre si sono formati a partire dai differenti tipi di atomi, circa una novantina, ricevuti

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) 1 Le equazioni di reazione 1 Che cosa si intende per reagente? Che cosa si intende per prodotto? 2 Disegna lo schema delle seguenti reazioni (che devono essere

Dettagli

Breve introduzione al metodo del Analytic Hierarchy Process (AHP)

Breve introduzione al metodo del Analytic Hierarchy Process (AHP) Breve introduzione al metodo del Analytic Hierarchy Process (AHP) Massimo Paolucci (paolucci@dist.unige.it) DIST Università di Genova 2 Il metodo SAW costruisce un peso con cui valutare le alternative

Dettagli

Lezione 4: Principi di Conservazione Conservazione della quantità di moto e del momento della quantità di moto

Lezione 4: Principi di Conservazione Conservazione della quantità di moto e del momento della quantità di moto Lezione 4: Principi di Conservazione Conservazione della quantità di moto e del momento della quantità di moto Claudio Tamagnini Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Università degli Studi di

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata».

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata». Esercizi sul calcolo del ph Generalità introduttive 1. L'ammoniaca :NH 3 non possiede alcun ruppo ossidrilico. Come puoi spieare il suo comportamento basico? 2. Spiea il sinificato del termine «acido coniuato»

Dettagli

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola.

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. La formula empirica e una formula in cui il rappporto tra gli atomi e il piu semplice possibil Acqua Ammoniaca

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

Riferimenti Iconografici

Riferimenti Iconografici Corso di Aggiornamento per Geometri su Problematiche Strutturali Calcolo agli Stati Limite Aspetti Generali 18 novembre 005 Dr. Daniele Zonta Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Strutturale Università

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI Visto che il 20% di un numero è uguale a frazionario per calcolare le percentuali. 20 100 n allora possiamo utilizzare il calcolo DATI n= numero intero p= frazione (percentuale) r= numeratore (tasso di

Dettagli

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Con questa unità didattica inizieremo a prendere in considerazione dei composti della chimica organica caratterizzati dal contenere oltre ai

Dettagli

Fitopro s.r.l. - Milano. Servizio Fitosanitario Regionaledel Veneto - Bovolino di Buttapietra (VR)

Fitopro s.r.l. - Milano. Servizio Fitosanitario Regionaledel Veneto - Bovolino di Buttapietra (VR) LOTTA ANTIPERONOSPORICA SU VITE IN REGIME DI AGRICOLTURA BIOLOGICA: CONFRONTO TRA STRATEGIA A PROTEZIONE CONTINUA E STRATEGIA SUPPORTATA DAL MODELLO EPI. VENETO, BIENNIO 2007/2008 M. Buccini 1, G. Rho

Dettagli

Equazioni non lineari

Equazioni non lineari CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Equazioni non lineari Metodi iterativi per l approssimazione di radici Corso di calcolo numerico 2 01/11/2010 Manuela Carta INDICE Introduzione Metodo

Dettagli

: Basfoliar 20+20+20 SP

: Basfoliar 20+20+20 SP 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/ impresa 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale : 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I.

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I. FOn,l Éù.TTBUTTURQLI \àd, ia) EUROPEI 2047-2015.ÙMPETENZÉ PER LO SVILUPP (r e, - r{btenll P B L' APPNEN IMENTO {FC ) l-c.'sawétvlllll" ISTITUTO COMPRENSIVO "G. SAIVEMIM" 74122 TARANTO. VIA GREGORIO VII,

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica

1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica Capitolo n 3 1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica L Elettrochimica studia le relazioni tra energia chimica ed energia elettrica; in particolare si studiano i processi di trasformazione

Dettagli

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle STRUTTURA ATOMO Com è fatto l atomo ATOMO UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle PROTONI particelle con carica elettrica positiva e

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici ACCREDIA L ente italiano di accreditamento Armonizzazione della documentazione dei Dipartimenti ACCREDIA Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici Adelina Leka - Funzionario

Dettagli

LEZIONE 14. a 1,1 v 1 + a 1,2 v 2 + a 1,3 v 3 + + a 1,n 1 v n 1 + a 1,n v n = w 1

LEZIONE 14. a 1,1 v 1 + a 1,2 v 2 + a 1,3 v 3 + + a 1,n 1 v n 1 + a 1,n v n = w 1 LEZIONE 14 141 Dimensione di uno spazio vettoriale Abbiamo visto come l esistenza di una base in uno spazio vettoriale V su k = R, C, permetta di sostituire a V, che può essere complicato da trattare,

Dettagli

Esse sono utilizzate per i controlli di legge oppure per la migliore gestione e l automazione delle operazioni di trattamento delle acque.

Esse sono utilizzate per i controlli di legge oppure per la migliore gestione e l automazione delle operazioni di trattamento delle acque. Settori di intervento ed esigenze La disponibilità e la qualità delle acque sono riconosciute strategicamente come fattori primari e fondamentali per una politica di sviluppo sostenibile per il progresso

Dettagli

4. Operazioni elementari per righe e colonne

4. Operazioni elementari per righe e colonne 4. Operazioni elementari per righe e colonne Sia K un campo, e sia A una matrice m n a elementi in K. Una operazione elementare per righe sulla matrice A è una operazione di uno dei seguenti tre tipi:

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici

Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici CORSO: IL BIOGAS DA EFFLUENTI ZOOTECNICI Reggio Emilia, 15 Dicembre 2011 Il quadro normativo per gli impianti di biogas da effluenti zootecnici Lorella ROSSI Centro Ricerche Produzioni Animali - Reggio

Dettagli

Minimizzazione di Reti Logiche Combinatorie Multi-livello

Minimizzazione di Reti Logiche Combinatorie Multi-livello Minimizzazione di Reti Logiche Combinatorie Multi-livello Maurizio Palesi Maurizio Palesi 1 Introduzione Obiettivo della sintesi logica: ottimizzazione delle cifre di merito area e prestazioni Prestazioni:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

Esercitazione IX - Calorimetria

Esercitazione IX - Calorimetria Esercitazione IX - Calorimetria Esercizio 1 Un blocco di rame di massa m Cu = 5g si trova a una temperatura iniziale T i = 25 C. Al blocco viene fornito un calore Q = 120J. Determinare la temperatura finale

Dettagli

LE SOLUZIONI 1.molarità

LE SOLUZIONI 1.molarità LE SOLUZIONI 1.molarità Per mole (n) si intende una quantità espressa in grammi di sostanza che contiene N particelle, N atomi di un elemento o N molecole di un composto dove N corrisponde al numero di

Dettagli

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società Registro Imprese - La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società - I trasferimenti di sede da altra provincia Come descrivere l attività Sintetica, chiara e concreta SI

Dettagli