«STATUTO DEI FREE CHAPTERS»

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "«STATUTO DEI FREE CHAPTERS»"

Transcript

1 «STATUTO DEI FREE CHAPTERS» Sommario 1. INTRODUZIONE GLI OBIETTIVI L ORGANIGRAMMA DEI FREE CHAPTER...5 BOARD MANAGERS:...5 BOARD MEMBERS:...5 Competenze primarie: COSTITUZIONE 1 ST FREE CHAPTER IN UNA NAZIONE COSTITUZIONE DI UN FREE CHAPTER I SEGNI IDENTIFICATIVI DI UN FREE CHAPTER Fronte Gilet (Lato cuore)...10 Fronte Gilet (Lato destro)...10 Retro Gilet (schiena) IL FREE MEETING... 12

2 7.1 L EVENTO NAZIONALE LO STATUTO ASSOCIATIVO FREE CHAPTER CONDIZIONI INDIVIDUALI PER ESSERE AMMESSI IN UN FREE CHAPTER I FREE MEMBERS DIMISSIONI, ESPULSIONE, RADIAZIONE USCITE/MANIFESTAZIONI ITALIA ST FREE Competenze primarie:...18 Membri...19 BOARD ARROW Competenze primarie:...19 Membri...20 BOARD NAZIONALE Competenze primarie:...20 Membri...20 DIRECTORS Competenze primarie:...21 Membri...22 INTERNAZIONALI... 23

3 «STATUTO DEI FREE CHAPTERS» Il presente statuto è elaborato dalla traduzione in italiano dello Statuto Internazionale in essere alla data per tutti i Free Chapters come da versione ufficiale in francese disponibile presso il sito ufficiale dei Free Chapters Le variazioni dovute all adattamento dello stesso alle peculiarità italiane non snaturano la validità della versione francese ma la integrano come previsto per le singole Nazioni. L accettazione del presente regolamento comporta automaticamente l accettazione della versione originale.

4 1. INTRODUZIONE I FREE CHAPTERS hanno per obiettivo, quello di raggruppare i proprietari di moto della Harley Davidson, di creare dei legami di amicizia e di sostegno tra loro, di organizzare delle manifestazioni che consentano di favorire la scoperta dei paesi e delle persone che aderiscono alla loro filosofia. I FREE CHAPTERS si fondano su delle regole di funzionamento proprie ai Free Chapters, e non sono vincolati a nessuna concessionaria ed al marchio Harley Davidson come stabilito nello statuto della HOG per i Chapters legati ad una Concessionaria ufficiale. I FREE CHAPTERS non possono beneficiare dello statuto dei Chapter organizzati dai Concessionari ufficiali Harley Davidson e dalla HOG ; non possono richiedere o ricevere alcuna sovvenzione, ne dai Concessionari locali e ne dalla società Harley Davidsons. I FREE CHAPTER sono liberi ed indipendenti dall organizzazione dei Chapter delle Concessionarie legati alle decisioni dei loro Dealers. I FREE CHAPTER per questo motivo, non dovranno utilizzare nella home page dei loro siti Web, in attività esterne (manifestazioni), in materiale pubblicitario (T- shirts, Abiti, bandane, bandiere, etc ) il logo HOG e Harley Davidson che sono dei marchi depositati. FREE NON VUOL DIRE ANARCHICO questo statuto ne è la prova e permette ai FREE CHAPTERS di avere una linea guida ed un unica filosofia. Tutti i Membri dei FREE CHAPTERS sono in accordo con i valori dell HOG e ne sono membri a titolo individuale; ed a questo titolo potranno vestire le patches della HOG (schiena e cuore). 2. GLI OBIETTIVI Gli obiettivi sono chiari e semplici e rappresentano i fini primari di un FREE CHAPTER - Non essere in opposizione, in concorrenza o intrattenere relazioni ostili con gli altri Chapter. (Ne odio, ne rancore). - Divertirsi e mantenere una condizione famigliare nel Chapter. - Mantenere un buon spirito ed una forte solidarietà in seno al Chapter, fra i vari Free Chapters e fra ciascuno dei FREE MEMBRI è regola primaria. - Guidare la crescita del Chapter e del movimento per preservare la sua unità, e la sua autenticità permettendo così di durare nel tempo: LA QUALITA E SEMPRE PREFERITA ALLA QUANTITA.

5 3. L ORGANIGRAMMA DEI FREE CHAPTER Il Free Board è l organo composto da tutti i Direttori dei First istituiti per Nazione. Il Free Board per motivi organizzativi e di crescita è stato istituito il 26 settembre La lingua ufficiale del FREE BOARD e dei FREE CHAPTER, è il francese. La missione dei suoi membri è quella di diffondere e di far perdurare lo spirito Free nel rispetto dello statuto e di apportare la sua esperienza e il suo aiuto ai FREE CHAPTER, che ne esprimono il bisogno. IL FREE BOARD E COMPOSTO IN DUE CATEGORIE PRIMARIE: BOARD MANAGERS: E l organo di gestione e con diritto nel poter prendere tutte le decisioni riguardanti i FREE CHAPTER, sono i fondatori del Board e membri scelti. L organo e prevalentemente riservato al 1 FIRST BORDEAUX e ne fanno parte il suo Direttore ed ha, a supporto 2 Assistenti ed un Tesoriere. Harley 1 First Bordeaux Director Phil 2 1 First Bordeaux Assistant Forest 1 First Bordeaux Loca 1 First Charleroi Assistant Eric 1 First Charleroi Board Arrow PP Roazhon Free Chapter Board Arrow Diablo Roazhon Free Chapter Board Arrow Le Grinch 1 First Bordeaux Treasurer BOARD MEMBERS: E L organo di gestione costituito da tutti i 1 FREE CHAPTER, delle rispettive Nazioni. Assistono i Board Managers con un ruolo consultativo nel Board, ma non hanno diritto di voto. Il collegio dei Board Members può essere composto al massimo da due rappresentanti di ogni 1 FREE CHAPTER, per Nazione. Sono loro che in relazione e sotto il controllo dei Board Managers, gestiscono la loro Nazione (nascita/creazione di Free Chapters, gestione di eventuali problemi con i Free Chapters del loro paese, relazioni con i MC del loro paese, etc.) Il ruolo di ogni 1 Free è di garantire lo spirito Free nel suo paese e di gestire le domande di apertura di Free nello stesso paese, sempre in accordo con i Board Managers che ne sanciranno l approvazione. Paolo Bernardini 1 First Roma Eric Pastore 1 First Roma Board Arrow

6 Renè 1 First Blanes Ignacio 1 First Blanes Mark 1 First Algarve Mario 1 First Algarve Board Arrow Adam 1 First South Poland Jago 1 First South Poland Identificazione del Free Board: Tutti i membri del Free Board porteranno il rocker FREE BOARD sotto il rocker della loro appartenenza geografica. Esclusi i membri che sono allo stesso tempo membri del Board Arrow, che sfoggeranno il rocker BOARD ARROW. NB: il posizionamento del rocket (Free Board/Board Arrow) potrà variare secondo la nazione. Il ruolo del Free Board: Il Board è il garante del movimento e dello statuto dei FREE CHAPTER. Gestisce e regolamentala creazione dei FREE CHAPTER. Aiuta inoltre a realizzare i Free Meetings. Il suo ruolo è anche di intervenire e gestire i problemi eventuali che un FREE CHAPTER, potrebbe incontrare o creare. Sostiene i FREE CHAPTER della sua Nazione, e se necessario, interviene come visore senza intervenire nelle gestioni interne. Il Membri del Free Board si riuniscono una volta all anno. Il budget ed il funzionamento del Free Board: Le attività generate da Free Board verranno sostenute con una partecipazione di ogni FREE CHAPTER. A partire dal primo gennaio 2015 (approvata al Free Meeting di Var 2014), è stato costituito un fondo con quota annuale di 5,00 euro per ogni Free Member. Visto comunque la diversità e la tipologia dei singoli FREE CHAPTER attivi delle Nazioni, per poter dare una giusta eguaglianza si sono comunque definiti dei parametri minimi e massimi così suddivisi: FREE CHAPTER costituiti da 0 a 15 iscritti 75,00 euro annuali FREE CHAPTER costituiti da 16 a 99 iscritti 5,00 euro annui per socio FREE CHAPTER costituiti da oltre 100 iscritti 500,00 euro annuali L esperienza negli anni passati ha mostrato che il numero minimo per creare un FREE CHAPTER rappresentativo non può essere a lungo inferiore ai 15 persone, è questo numero minimo è stato indicato come base per il valore minimo forfettario in attesa del di un nuovo FREE CHAPTER. NB. Il numero di Membri per ogni FREE CHAPTER, che determinerà la quota annuale, sarà esclusivamente quello dichiarato durante la riunione dei Direttori durante il Free Meeting annuale.

7 In una logica di trasparenza è stato aperto un conto bancario Free Board aperto ed il bilancio finanziario sarà presentato ad ogni Free Meeting. Questo fondo non è a scopo di lucro, e non è in alcun caso destinato a una qualsiasi tipo di remunerazione personale. La funzione del Board Arrow è stata creata nel 2011 con l obiettivo di aiutare e dare un valore aggiunto al movimento FREE. In effetti, visto la sede dei BOARD MANAGERS (Bordeaux Francia), per sopperire alla non trascurabile evoluzione del numero dei FREE CHAPTER e delle Nazioni si è costituito un organo di supporto e contatto per dare una reale presenza e supporto nelle Nazioni (creazione di Free, visite dei pretendenti, distribuzione dei colori, rappresentanza a grosse concentrazioni, etc.). Il Board Arrows sono un entità dipendente dai BOARD MANAGERS. Rappresentanti diretti dei BOARD MANAGERS ed hanno come mission il garantire lo spirito «Free» e rappresentarne il suo fondamentale valore. Harley 1 First Bordeaux PP Roazhon Free Chapter Diablo Roazhon Free Chapter Charly 1 First Blanes Eric 1 First Roma Eric 1 First Charleroi Mario 1 First Algarve Mr.Bus 1 First Bordeaux Jean Luc 1 First Bordeaux Alirio 1 First Algarve Identificazione del Board Arrow : Ogni Board Arrow porterà sulla schiena la rocker «Board Arrow» sotto l aquila HOG, tranne che per l Italia dove l adesivo «Board Arrow» è una banana portata sotto l Hog. Nonostante rimanga membro del suo FREE CHAPTER di referenza, non porterà più il rocker di appartenenza geografica del suo Free Chapter. Il Board Arrow porterà la rocker di appartenenza geografica del suo Free Chapter sul cuore. Competenze primarie: - Partecipa alle riunioni FREE BOARD INTERNAZIONALE. - Partecipa alle riunioni dei Direttori Nazionali ed è membro del Board Nazionale.

8 - Rappresenta il "1st Bordeaux" al quale riporta direttamente le decisioni del 1st Free nazionale e del Board Nazionale facendo funzione di "collegamento. - E' incaricato dai Board Manager di varcare i confini territoriali di appartenenza con funzione di supporto ai FREE CHAPTER. - Favorisce il rafforzamento dei rapporti tra i FREE CHAPTER - Fornisce assistenza al 1st FREE, al Board Nazionale ed ai singoli gruppi per la gestione di contestazioni sia interne che esterne. - Fornisce supporto logistico, in caso di bisogno, del FREE CHAPTER nelle uscite coadiuvando l attività dei safety per verificare che vengano mantenute gli standard di sicurezza sulla strada. Per tale funzione ed esclusivamente per l Italia viene prevista la figura del Safety One Italia che riporta direttamente al Board Nazionale e al Board Arrow che si occupa di coordinare le attività di tutti gli Head Road Captain dei singoli FREE CHAPTER. 4. COSTITUZIONE 1 st FREE CHAPTER IN UNA NAZIONE Nel caso in cui nessun FREE CHAPTER sia stato precedentemente costituito nella Nazione, saranno i BOARD MANAGERS assistito dai Board Arrow che, a seguito di una domanda del richiedente, farà le funzioni del Sostenitore. Dopo l ufficializzazione dell apertura e solo in questo caso, il Direttore del 1st Free Chapter neo costituito potrà/sarà inserito nel Board Members. Nella sua funzione potrà essere assistito da un membro di sua scelta (assistente, tesoriere, etc. ) del suo Chapter. 5. COSTITUZIONE DI UN FREE CHAPTER (Con integrazione Italia allo statuto internazionale) 1 ) Un gruppo di motociclisti possessori di motociclette Harley Davidson, iscritti regolamente alla HOG, desiderosi di costituirsi in FREE CHAPTER, dovranno contattare ed appoggiarsi primariamente al FREE CHAPTER geograficamente più vicino. Questa contatto avrà per obiettivo, in un primo momento, per il FREE CHAPTER Sostenitore, dì incontrare il Gruppo postulante, di spiegargli il funzionamento e le condizioni etiche base per la richiesta d adesione. Condizione qualificante per un Gruppo postulante è che i membri abbiamo avuto esperienza all interno di un Chapter legato alla Concessionaria e che ne abbiano condiviso esperienza ed attività. Il FREE CHAPTER Sostenitore si assicurerà dunque dell esatta comprensione e del funzionamento delle norme statutarie da parte del Gruppo postulante, valutando la sua attività raccogliendo da quest ultimi la conformità allo statuto. Questo incontro potrà essere appoggiato dalla presenza dei membri del Board, o/e da un Board Arrow.

9 Il primo passo ufficiale per la creazione del FREE CHAPTER è la consegna di due documenti firmati in originale dal direttivo del gruppo richiedente: - Statuto firmato - Lista dei membri iniziali del gruppo con identificazione del direttivo e delle cariche iniziali, dei dati specifici e della validità dell affiliazione HOG dei singoli membri. 2 ) Dopo l approvazione, il Gruppo postulante, dovrà rendere visita al 1st Free del suo Paese in modo tale da incontrare gli organismi responsabili del 1st Free, dimostrando il suo genuino desiderio di diventare FREE CHAPTER. Per l occasione, potrà essere accompagnato dal suo FREE CHAPTER Sostenitore, e dal Board Arrow. Insieme, al FREE CHAPTER Sostenitore, al BOARD NAZIONALE e al BOARD ARROW, si definirà dopo un periodo d attività, se il Gruppo postulante sarà adatto e pronto a diventare un FREE CHAPTER. Dopo sei mesi dalla domanda di ingresso e la consegna dei documenti, il FREE CHAPTER Sostenitore dopo aver avuto approvazione dal BOARD NAZIONALE consentirà al Gruppo postulante la manifattura del gilet che contraddistingue i Free Chapter Italiani che potranno recare solo le patches HOG a testimonianza della loro affiliazione e la patch con la bandiera italiana. 3 ) Passato il periodo di prova, se il Gruppo Postulante sarà ritenuto idoneo, il FREE CHAPTER Sostenitore chiederà l approvazione al BOARD NAZIONALE che, se d accordo, chiederà al 1st FREE di procedere con la richiesta al 1st FREE Bordeaux per il riconoscimento definitivo. Se non esistono ostacoli dal 1st FREE e/o dal 1st Bordeaux verrà comunicato il riconoscimento definitivo. Dopo l approvazione definitiva il nuovo FREE CHAPTER dovrà organizzare sul suo territorio, un week end per la presentazione ufficiale dei colori al FREE CHAPTER Sostenitore, al BOARD NAZIONALE,ai BOARD ARROW. Questo Week end di presentazione dei colori sarà aperto a tutti i FREE CHAPTERS che vorranno essere presenti. Questo week end servirà a dimostrare la volontà e la capacità di organizzazione da parte del nuovo FREE CHAPTER e permetterà a tutti i presenti, di incontrare e socializzare con i nuovi membri del Chapter. 4 ) La creazione del FREE CHAPTER è attualmente limitata a 1 Free per Provincia, salvo casi eccezionali, grandi città Capitali (Roma/Parigi/Bruxelles ecc.) o nel caso di una Provincia geograficamente estesa, sempre e comunque con l accordo del FREE CHAPTER già esistente e approvato dal BOARD dei FREE CHAPTER 5 ) Il FREE CHAPTER costituito in un Associazione dovrà avere un assicurazione per responsabilità civile che ricopra grande parte delle attività. La garanzia dovrà coprire oltre alla responsabilità civile nell organizzazione delle attività previste dal FREE CHAPTER, i danni a beni locati o presi in prestito. L'assicurazione potrà coprire le responsabilità delle attività sui siti web e/o social networks, e le responsabilità dei membri o del Direttivo del FREE CHAPTER nel solo caso in cui per le loro attività fosse intentata una causa legale contro il Free Chapter.

10 6. I SEGNI IDENTIFICATIVI DI UN FREE CHAPTER (Integrazione Italia allo statuto internazionale) I colori FREE CHAPTER, sono il nostro segno di riconoscimento e il nostro marchio di appartenenza: siamo fieri di essere FREE ed è nostro dovere portare con orgoglio i nostri colori. L uso delle patches è regolamentato da statuto ed è il seguente : Fronte Gilet (Lato cuore) Dall'alto verso il basso: Patch «FREE CHAPTER» (solo per l Italia) Patch identificativa del gruppo esempio: «ROMA PRIMO» È preferibile utilizzare un nome (anche di fantasia) che comunque non sia un nome già utilizzato da altri gruppi esistenti HOG Patch HOG o HOG Ladies of Harley per le donne (le donne potranno portare se lo desiderano la patch HOG ) (solo per l Italia) Patch identificativa del paese/città esempio: «ROMA- ITALY» (solo per Nazioni estere previste negli accordi) rocker identificativo del gruppo esempio: «BORDEAUX - FRANCE» Fronte Gilet (Lato destro) Dall'alto verso il basso: Patch «LIFE MEMBER» (ufficiale HOG nera, non esista nei Free Chapter un Life Member, posizione esclusiva di un socio HOG ) Patch con «NOME/NICKNAME» (nera oppure color sughero esclusivamente realizzata dalla Francia). Qualora il «Nome o Nickname» venisse adottato dal gruppo come rocker piccolo, verrà posizionato sotto a spilla del gruppo o in generale come ultima patch. Spilla con il logo del gruppo; per i gruppi che la possiedono Spilla con il Logo HOG e relativa banana metallica con l anno di validità per chi non è Life Member, può essere alternativa per chi non ha una spilla con il logo del gruppo Patch: BANDIERA (di forma rettangolare allungata della Nazione d appartenenza) Patch di forma rettangolare identificativa per i membri del gruppi con anzianità superiore ai cinque anni. NB: I gruppi 1St Roma, Romagna Harley Group e Partenope manterranno come eccezione la possibilità di indossare patch col logo al posto della spilla o patch indicanti la sezione distaccata seguendo dove è possibile il posizionamento indicato. Retro Gilet (schiena) Dall'alto verso il basso: Patch «FREE CHAPTER»

11 (solo per l Italia) Patch identificativa del gruppo esempio: «ROMA PRIMO» È preferibile utilizzare un nome (anche di fantasia) che comunque non sia un nome già utilizzato da altri gruppi esistenti HOG Patch HOG o HOG Ladies of Harley per le donne (le donne potranno portare se lo desiderano la patch HOG ) (solo per Nazioni estere previste negli accordi) rocker identificativo del gruppo esempio: «BORDEAUX - FRANCE» Solo il 1st Bordeaux Free Chapter si occuperà della realizzazione dell insieme delle patches per tutti i FREE CHAPTER costituiti. Quest ultimi invieranno direttamente i loro ordini al 1st Bordeaux Free Chapter attraverso apposito modulo. Il nome del nuovo FREE CHAPTER dovrà, dove possibile, contenere una indicazione geografica della località, città, regione in accordo al FREE CHAPTER Sostenitore, al BOARD NAZIONALE e al BOARD ARROW di riferimento. Può essere previsto un logo proprio del gruppo appartenente ai FREE CHAPTER. Potrà essere portato senza problemi come segno distintivo sul gilet sotto forma di spilla, secondo le normative attive per nazione. Su altro materiale (felpe, T- shirt, etc.) sarà a discrezione del gruppo stesso. In nessun caso rimpiazzerà la patch dell HOG tra le patches. Lo stesso vale per la patch romboidale «63» segno distintivo dei Free Chapters che dovrà essere posizionata sul gilet in basso a destra (solo per l Italia e con prescrizione per alcune aree geografiche). L uso di simboli ostentatori (politici, religiosi, altri gruppi etc...) soprattutto sul gilet o vicino ai simboli dei è FREE CHAPTER assolutamente vietato. Il 1 First Bordeaux Free Chapter che si occupa, coordina e gestisce la realizzazione dell insieme delle patch per tutti i FREE CHAPTER, francesi e stranieri. Quest ultimi invieranno i loro ordini al primo Bordeaux Free Chapter. Il pagamento degli adesivi sarà fatto direttamente al fornitore Brodata a Gradignan. NB. Il riferimento «FREE CHAPTER» è depositato con copyright Internazionale all Istituto Nazionale Francese della Proprietà Intellettuale; il suo utilizzo senza autorizzazione potrà essere perseguito per vie legali. Un autorizzazione annuale per l utilizzo del marchio sarà data dal suo proprietario al Direttore o al legale rappresentante del FREE CHAPTER che ne resta direttamente responsabile per l utilizzo.

12 Al nuovo FREE CHAPTER sarà richiesto una quota di adesione di 50,00 euro valida per 10 anni e dovrà essere regolarizzata al 1st Bordeaux Free Chapter, unico proprietario del marchio FREE CHAPTER. E stato inoltre istituita a partire dal 1 gennaio 2015 una quota annuale di 5,00 euro per iscritto come contributo generale amministrativo Internazionale. Questo contributo dovrà essere versato con allegato il modulo relativo agli iscritti direttamente al 1st Bordeaux Free Chapter ogni inizio anno solare ed entro e non oltre il 30 gennaio dell anno in corso. 7. IL FREE MEETING Il Free Meeting annuale è riservato esclusivamente ai FREE CHAPTER e ai membri attivi e regolarmente iscritti. In occasione del Free Meeting annuale, ciascun FREE CHAPTER s impegna a partecipare con il maggior numero possibile di membri a questa manifestazione. E' obbligatoria la presenza di Direttore e Assistente che partecipano alla riunione internazionale dei responsabili FREE CHAPTER. E' auspicabile la presenza del Direttivo e degli Officers al completo.

13 Questa riunione annuale è una nota forte del nostro spirito comunitario e corrisponde totalmente alla nostra filosofia di condivisione. La presenza di tutti i FREE CHAPTER al Free Meeting, è considerata come obbligatoria. Nel caso in cui uno o più Free Chapters non dovessero essere presenti a questo incontro annuale, senza giustificato motivo*, si vedranno allora esclusi dalla famiglia FREE CHAPTER dopo convalida da parte del FREE BOARD INTERNAZIONALE. * Giustificati Motivi: Costituzione del Free Chapter tardiva rispetto alla data del Free Meeting; Gravi problemi all interno del FREE CHAPTER che dimostrerebbe mancanza di rispetto alla filosofia Statutaria e quindi verso gli altri membri dei FREE CHAPTER. Free Meeting geograficamente troppo lontano (es. Sud Africa) Il Free Meeting è organizzato da uno o più FREE CHAPTER, annualmente e cronologicamente al rapporto della data di costituzione. Il FREE CHAPTER che ha questa responsabilità, resta comunque libero di accettare l organizzazione. In caso di rifiuto, sarà il FREE CHAPTER al quale corrisponde la data di costituzione successiva, che avrà la responsabilità di poter organizzazione il Free Meeting annuale. E così via di seguito. 7.1 L EVENTO NAZIONALE (Integrazione per l Italia allo statuto internazionale) I colori FREE CHAPTER, sono il nostro segno di riconoscimento e il nostro marchio di appartenenza: siamo fieri di essere FREE ed è nostro dovere portare con orgoglio i nostri colori. L uso delle patches è regolamentato da statuto ed è il seguente : L' Evento Nazionale Annuale, è riservato ai FREE CHAPTER e ai suoi membri. Per questa occasione, ciascuno FREE CHAPTER si impegna a partecipare con la totalità o comunque con il maggior numero possibile di membri. E fatto comunque obbligo della presenza del Direttivo e degli Officers al completo. In questa riunione previo comunicazione e relativa accettazione del Board, i FREE CHAPTER potranno invitare ospiti interessati ad una eventuale avvicinamento del mondo Free. Nel caso in cui uno o più Free Chapters non dovessero essere presenti a questo incontro annuale, senza giustificato motivo dovranno giustificarne il motivo al BOARD NAZIONALE e al 1st FREE che potranno procedere anche alla radiazione per giustificato motivo in quanto comportamento contrario al nostro spirito comunitario.

14 8. LO STATUTO ASSOCIATIVO FREE CHAPTER (Con integrazione per l Italia allo statuto internazionale) IMPORTANTE «Tutte le condizioni di base qui elencate, sono proposte a titolo indicativo ed informativo a ciascun FREE CHAPTER. Resta inteso che ogni FREE CHAPTER è libero nella sua gestione interna, dietro condizione di presentazione di un proprio regolamento interno che dovrà essere valutato e approvato dal 1st FREE» Ciascun FREE CHAPTER adotta uno statuto conforme al modello Associativo del suo paese e vi instaura un regolamento interno che gli è libero e proprio. Nomina al suo interno obbligatoriamente per l apertura un Direttivo così costituito: Direttore Assistente- Direttore Segretario Tesoriere Il FREE CHAPTER prevede altre cariche aggiuntive, denominate Officers nominate in accordo con il Direttivo : Road- Capitan Safety officer Activities officer Webmaster Editor Photographer Historian Eventuali altre cariche potranno essere distribuite dal Direttivo solo dopo approvazione del 1st FREE. Il ruolo del Direttivo e degli Officers è di mettere in opera il programma delle attività e di farsi garante del rispetto dello statuto e dello spirito dei FREE CHAPTER. Il Direttivo si riunirà regolarmente e le decisioni prese sono votate con la maggioranza dei presenti.

15 9. CONDIZIONI INDIVIDUALI PER ESSERE AMMESSI IN UN FREE CHAPTER (Con integrazioni per l Italia allo statuto internazionale) Essere proprietario d una moto Harley Davidson. Possedere un assicurazione in regola con le normative vigenti. Possedere un numero di adesione HOG in corso di validità. Riempire un formulario di adesione annuale al suo FREE CHAPTER. Dimostrare il suo impegno personale nel corso di un periodo di prova, ove esista. Impegnarsi a rispettare lo statuto, l uso dei colori e le regole di funzionamento del suo FREE CHAPTER. Non appartenere ad altro Chapter o club di motociclisti. Queste regole comuni possono essere completate per la particolarità di ciascun club, dopo l approvazione del 1st Free referente. 10. I FREE MEMBERS Sono Free Members titolari, i proprietari di Harley- Davidson in possesso d un numero di adesione alla HOG in corso di validità ed in regola con il versamento della quota annuale al FREE CHAPTER. Sono Free Members associati, i passeggeri in possesso d un numero di adesione alla HOG in corso di validità ed in regola con versamento della quota annuale al FREE CHAPTER. Sono Postulanti o PADAWAN (il termine «Prospect» non fa parte del mondo Free): tutti i possessori di una motocicletta Harley- Davidson o i loro passeggeri iscritti alla HOG, che sono in regola con l iscrizione al FREE CHAPTER e che non hanno ancora ricevuto la back- patch ufficiale. I Postulanti, ad insindacabile giudizio del Direttore che si consulterà con il Direttivo, saranno ammessi come Free Members dopo un periodo di prova, durante il quale dovranno dimostrare il loro interesse a partecipare agli eventi organizzati dal FREE CHAPTER. La non partecipazione continuativa ad eventi ufficiali importanti, può far slittare la nomina a Free Member anche a tempo indeterminato. E insindacabile facoltà del Direttore, consultatosi con il Direttivo, fare delle eccezioni per Postulanti particolarmente attivi ma costretti, da motivi di comprovata forza maggiore, ad una minore frequentazione. Per l eventuale Postulante residente fuori regione non è stabilita la durata della frequentazione al FREE CHAPTER ed è a discrezione del Direttivo stabilire la nomina a Free Member effettivo. L iscrizione come Postulante non da in nessun caso diritto a ricevere la back- patch del gruppo ed a diventare Free Member effettivo. In caso di mancata nomina il Postulante potrà restituire il gilet Ufficiale. Il Direttivo, compatibilmente con le risorse di cassa disponibili, s impegna a rifonderlo nella misura che sarà concordata.

16 E facoltà dei singoli FREE CHAPTER annoverare tra le loro fila anche: Free Members Onorari: tutti i possessori di una motocicletta Harley- Davidson, iscritti alla HOG, distintisi in azioni lodevoli e/o benemerite, e tutti coloro che, pur non essendo possessori di una Harley- Davidson ne iscritti alla HOG, con il loro operare hanno portato particolare lustro al FREE CHAPTER. L onorificenza viene conferita con delibera motivata del Direttivo. Free Members Ospiti: tutti i non soci che occasionalmente, su esplicito invito di un Free Member, ricevuta l autorizzazione del Direttore, partecipano alle iniziative del FREE CHAPTER. Gli ospiti che intendono fare rimostranze nei confronti del Direttivo o comunque dell organizzazione, devono farsi rappresentare dal Free Member che li ha invitati a partecipare all evento e non possono effettuare lamentele dirette. Tutti i Free Members e Postulanti del FREE CHAPTER sono invitati a partecipare alla vita del gruppo: uscite, riunioni, manifestazioni diverse, etc. Ciascun Free Member e/o Postulante del FREE CHAPTER, è sotto la sua sola responsabilità civile. Deve dunque controllare di essere in regola nei confronti dei diversi obblighi legali o regolamenti Nazionali per la guida della sua motocicletta Harley Davidson. DIMISSIONI, ESPULSIONE, RADIAZIONE (Con integrazione per l Italia allo statuto internazionale) L iscrizione in qualità di Free Member si perde per: - Dimissione - Espulsione - Radiazione Ogni gruppo è autonomamante libero di espellere un Free Member dal FREE CHAPTER di appartenenza secondo i tempi ed i metodi previsti nel proprio statuto a giudizio del Direttore e del Direttivo. Qualora il Direttore e il Direttivo di un FREE CHAPTER ritengano che le ragioni dell espulsione del Free Member siano tali da creare grave imbarazzo o possano ledere l immagine del movimento FREE CHAPTER in Italia e/o all Estero può richiedere al 1st FREE e al Board Nazionale la radiazione del Free Member. Se le motivazioni sono ritenute tali, il Board Nazionale ed il 1st FREE provvederanno alla radiazione e a darne notifica a tutti i FREE CHAPTER in Italia e all Estero. I Free Members dimissionari, espulsi o radiati, non possono rivendicare alcun diritto sui beni del FREE CHAPTER, né formulare alcun reclamo sulle somme versate da loro a titolo di quote. In caso di radiazione, espulsione o di dimissione, i colori del FREE CHAPTER, dovranno essere restituiti e non potranno più essere portati dal membro.

17 I Free Members dimissionari potranno, qualora volessero: - presentare domanda di ammissione presso lo stesso FREE CHAPTER e se il Direttivo lo ritiene appropriato essere reintegrati. presentare domanda di ammissione presso un altro FREE CHAPTER. In tal caso oltre all approvazione del Direttore e del Direttivo di quel FREE CHAPTER è necessario il benestare del Direttore del FREE CHAPTER di provenienza. - I Free Members espulsi potranno, qualora volessero: Presentare domanda di ammissione presso un altro FREE CHAPTER. In tal caso oltre all approvazione del Direttore e del Direttivo di quel FREE CHAPTER è necessario il benestare del Direttore del FREE CHAPTER e del Direttivo di provenienza. I Free Members radiati non potranno in nessun caso essere accettati in un altro FREE CHAPTER. 11. USCITE/MANIFESTAZIONI (Con integrazione per l Italia allo statuto internazionale) Tutte le attività dei FREE CHAPTER sono per diritto riservate ai loro Free Members, tuttavia sarà possibile a buon uso e per rispetto dello spirito statutario, allargare gli inviti dove possibile, previo accordo con i membri del Direttivo. La partecipazione alle manifestazioni sarà effettuata secondo il regolamento interno del FREE CHAPTER a cui si aderisce.

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Statuti CAS Sezione Bregaglia

Statuti CAS Sezione Bregaglia Statuti CAS Sezione Bregaglia Art. 1 Costituzione Sotto il nome Club Alpino Svizzero (detto in seguito CAS) Sezione Bregaglia è costituita un associazione retta dal presente statuto e dagli art. 60 e seguenti

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

S T A T U T O ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Affiliata FIPSAS - CONI

S T A T U T O ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Affiliata FIPSAS - CONI S T A T U T O Art. 1 - Al fine di collaborare con g1i Organi preposti alla tutele dell ambiente lagunare, nonché per conservare e razionalizzare le attività sportive che in esso vengono svolte durante

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

STATUTI DELLA SEZIONE BELLINZONA E VALLI DEL CLUB ALPINO SVIZZERO

STATUTI DELLA SEZIONE BELLINZONA E VALLI DEL CLUB ALPINO SVIZZERO STATUTI DELLA SEZIONE BELLINZONA E VALLI DEL CLUB ALPINO SVIZZERO I GENERALITÀ Natura giuridica Art. 1. La sezione Bellinzona e Valli del Club Alpino Svizzero (detta in seguito semplicemente Sezione) è

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE)

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) STATUTO DI CONSORZIO DI TUTELA VOLONTARIO OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) ART. 1 (Denominazione e Sede) E costituito il Consorzio tra produttori di Olio extravergine

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE sede: Casella Postale N.6 C/O Ufficio Postale Rm 161 Via della Fotografia 107 00142 Roma Mail: orti.urbani.tre.fontane@gmail.com REGOLAMENTO INTERNO Art. 1 - Scopo

Dettagli

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro 1 ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) È istituita per opera dei coniugi GASPARINI LUCIANO e PRAVATO CANDIDA, l Associazione UNA NUOVA SPERANZA O.N.L.U.S. con sede in Mirano (VE) Scaltenigo Via

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Articolo 1 - Costituzione E' costituita una Associazione denominata: Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP)

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

L agenda dei lavori dovrebbe essere così articolata:

L agenda dei lavori dovrebbe essere così articolata: CERIMONIALE Sotto questo sostantivo si intendono quell insieme di norme e consuetudini attenendosi alle quali qualsiasi manifestazione ha uno svolgimento ordinato ed armonico. Il Cerimoniale che noi proponiamo

Dettagli

Associazione Internazionale dei Lions Clubs TIPO PER CLUB

Associazione Internazionale dei Lions Clubs TIPO PER CLUB Associazione Internazionale dei Lions Clubs Statuto e Regolamento TIPO PER CLUB Aggiornato all 8 luglio 2014 Lions Clubs International SCOPI ORGANIZZARE, fondare e sovrintendere i club di service noti

Dettagli

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Traduzione 1 Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Conclusa a Parigi il 20 ottobre 2005 La Conferenza generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PART-TIME

REGOLAMENTO DEL PART-TIME REGOLAMENTO DEL PART-TIME (approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 279 del 14/11/2012, integrato con deliberazione di Giunta comunale n. 311 del 17/12/2013 e, da ultimo, modificato con deliberazione

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli