COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA"

Transcript

1 COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n 45 del 09/04/2011 Oggetto: PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED ENERGETICA PROPOSTA DA WASTE RECYCLING PER LA REALIZZAZIONE DI UN PIROGASSIFICATORE DI RIFIUTI INDUSTRIALI. ATTO DI INDIRIZZO. L anno Duemilaundici, il giorno nove del mese di Aprile, alle ore 19:15, nella sede comunale, convocata dal Sindaco, si è riunita la Giunta Comunale. (omissis il verbale) PRESIEDE il SINDACO Sig. MARVOGLI UMBERTO Dei componenti la Giunta Comunale: PRESENTE ASSENTE 1. MARVOGLI UMBERTO - Sindaco X 2. TOTI GABRIELE - Vice Sindaco X 3. BERTONCINI ANTONIO - Assessore X 4. LAMI FRANCESCA - Assessore X 5. PARDOSSI CRISTIAN - Assessore X 6. VALLE ENRICO - Assessore X 7. VANNI ISOLA - Assessore X T O T A L E 7 0 ne risultano PRESENTI n. 7 e ASSENTI n. 0. PARTECIPA il Sig. STRIANO ANIELLO in qualità di SEGRETARIO GENERALE, incaricato della redazione del verbale. Pag. 1/5

2 LA GIUNTA COMUNALE PRESO ATTO: - del progetto denominato Ristrutturazione produttiva ed energetica presentato da Waste Recycling (azienda di trattamento rifiuti ubicata in via Malpasso n. 63/65.) e finalizzato, in particolare, alla realizzazione di un impianto di pirogassificazione per rifiuti speciali non pericolosi; - che questa Amministrazione, nella fase di verifica di assoggettabilità ha richiesto di sottoporre il progetto preliminare a Valutazione di Impatto Ambientale (di seguito V.I.A.) e comunque, in ogni caso, ad un processo di approfondimento pubblico; - che l Amministrazione Provinciale, Servizio Ambiente, ha disposto di non sottoporre a VIA il progetto preliminare, ma ha accolto la richiesta di questa A.C. di sottoporre il suddetto progetto a percorso di approfondimento pubblico; - che è stato disposto da questa Amministrazione di dar corso ad un processo di partecipazione in seguito denominato Insieme per capire insieme per decidere, formulato in conformità della L.R 69/2007; - che con apposite Delibere delle rispettive Giunte Comunali i Comuni di Santa Croce S./A., Montopoli V./A. e Santa Maria a Monte hanno aderito, in qualità di copromotori, al processo partecipativo, congiuntamente al Comune di Castelfranco ed all azienda Waste Recycling; - che con apposito Decreto l Autorità Garante per la Partecipazione della Regione Toscana ha approvato il suddetto progetto disponendo di partecipare al suo finanziamento per l importo di ,00; TENUTO CONTO - dei pareri preventivi di Asl e Arpat espressi in sede di assoggettabilità a VIA del suddetto progetto; - dell assenza di una pianificazione interprovinciale in materia di rifiuti speciali che individui gli attuali fabbisogni e quindi la necessaria dotazione impiantistica e il relativo dimensionamento; - che il Comprensorio del Cuoio, data la particolare filiera produttiva presente, ha già sviluppato anche grazie ad una costante sinergia tra Enti pubblici di programmazione e rappresentanti degli interessi economici che operano sul territorio una dotazione impiantistica altamente specializzata nel trattamento dei principali scarti di questa filiera, tanto da potersi definire un vero e proprio polo industriale specializzato e in grado di attrarre tale tipologia di rifiuti anche da altri comparti produttivi e non solo, (come dimostra l importantissimo Accordo di Programma Quadro sulla depurazione c.d. Tubone ); - che, come più volte emerso sia dai lavori della giuria dei cittadini sia nell ambito dell intero percorso, il Comprensorio del Cuoio, pur avendo compiuto notevoli progressi dal punto di vista della compatibilità ambientale, continua ad essere una zona dove permane una forte tensione tra tendenze allo sviluppo e impatto sull ambiente, e che questo obbliga tutti gli operatori che intervengono su questo territorio a tenere conto di questo elemento; - che dalle relazioni di esperti coinvolti nel processo, (tra cui tecnici e responsabili di ARPAT), è emerso che il sistema delle centraline garantisce una costante analisi della qualità dell aria. Non esiste invece un adeguata valutazione circa la ricaduta complessiva dei fattori inquinanti, particolato ed altro, sul Pag. 2/5

3 terreno nella zona del Comprensorio del Cuoio, aspetto quest ultimo che dovrà essere oggetto di particolare attenzione da parte delle Amministrazioni e degli organi di controllo; - che date le dimensioni dell impianto, e in assenza di una determinazione su base provinciale dei fabbisogni e dei livelli di autosufficienza, sussiste il rischio di creare il presupposto per una proliferazione di impianti di tale taglia (anch essi non assoggettabili a VIA), che renderebbero difficilmente controllabile la situazione, vanificando qualsiasi sforzo di pianificazione in termini di sviluppo urbano e soprattutto di impatto sulla salute e sull ambiente circostante; - che è emerso dalle valutazioni tecniche illustrate all interno del processo di partecipazione, come il bilancio ambientale dell azienda proponente presenti un saldo non migliorativo rispetto alla situazione emissiva attuale per importanti tipologie di inquinanti; - che dai quantitativi di rifiuti raccolti nel Comprensorio del cuoio da parte della Waste Recycling, (fonte: dichiarazioni ufficiali fornite nel corso del processo di partecipazione), si evince che l impianto proposto non incide significativamente sui fabbisogni di smaltimento dei rifiuti speciali delle aziende del territorio; - che i flussi di rifiuti in ingresso nella piattaforma e le tipologie indicate dimostrano, (come emerso nelle sedute del processo dedicate a questo aspetto), che sussistono ancora ampi margini di miglioramento sul piano del recupero di materia e di riutilizzo, obiettivi, questi, che risultano prioritari nella normativa comunitaria in materia di gestione integrata dei rifiuti cfr DIR 98/2008/CE); - che non siamo in presenza di un vero e proprio libero mercato dei rifiuti speciali come indicato dalla normativa comunitaria e come recepito dal testo unico dell ambiente (D.Lgs 152/2006 e s.m.i) ma sono invece presenti, nei territori, situazioni di scarsa concorrenzialità, che richiedono un coinvolgimento del soggetto pubblico all interno del ciclo integrato dei rifiuti, anche al fine di impedire un eccessivo innalzamento dei prezzi per il conferimento da parte delle aziende dei diversi comparti produttivi; - che l impianto proposto ha carattere sostanzialmente sperimentale, soprattutto riguardo alla tipologia di rifiuti che dovrebbe trattare, mai utilizzati in impianti simili (rifiuti industriali); - che non emergono e non sono previsti benefici collettivi e/o compensazioni di carattere ambientale derivanti dalla realizzazione dell impianto proposto; - che a differenza della gran parte della dotazione impiantistica di questa zona, l impianto proposto non nasce da una concertazione tra le istituzioni locali e le rappresentanze collettive degli interessi economici, sociali e ambientali della zona; - del rapporto conclusivo della giuria dei cittadini del percorso partecipativo Insieme per capire, insieme per decidere, sviluppato in collaborazione con Avventura Urbana e articolatosi in: - interviste ai maggiori attori sociali ed economici del territorio; - riunioni della Commissione Ambiente e territorio del Consiglio Comunale di Castelfranco; - costituzione di una giuria popolare di 50 cittadini estratti a sorte tra le popolazioni dei quattro Comuni coinvolti, che si è riunita più volte affrontando con l aiuto di esperti scelti dal Comitato di Garanzia in base ai temi oggetto di discussione; Visto il Decreto Legislativo n. 267 del 18 agosto 2000 e successive modifiche ed integrazioni; Visto inoltre il parere favorevole espresso dal Segretario Generale in base all art. 10 comma 5 - del Regolamento sull Ordinamento degli Uffici e dei Servizi, che si allega all originale; Pag. 3/5

4 Con voti unanimi, resi e riscontrati nei modi di legge D E L I B E R A 1) Di esprimere PARERE NEGATIVO alla proposta di realizzazione dell impianto di pirogassificazione contenuto nel progetto di ristrutturazione produttiva ed energetica proposto da Waste Recycling e di esprimere pertanto il proprio diniego anche in sede di Conferenza di Servizi provinciale. 2) Di ritenere indispensabile un rafforzamento dei presidi e delle strutture di controllo (a partire da ARPAT) nel Comprensorio del Cuoio con intensificazione dell attività da parte di tutte le istituzioni preposte alla tutela dell ambiente e della salute pubblica e di impegnarsi nelle opportune sedi per il raggiungimento di questo obiettivo. 3) Di farsi promotrice di momenti di informazione e coinvolgimento della cittadinanza su temi importanti quali quelli connessi al rapporto tra sviluppo e qualità dell ambiente e della salute nella nostra zona, (Agenda 21 locale, Patto dei Sindaci sul contenimento delle emissioni etc.). 4) Di ritenere necessario il proseguimento di progetti di monitoraggio e abbattimento degli inquinanti presenti nella filiera produttiva locale, promuovendo inoltre l approvazione di regolamenti, accordi di programma e protocolli di intesa con i produttori e con le aziende di trattamento dei rifiuti, al fine di spingere a più elevati livelli la raccolta differenziata anche nel comparto produttivo, quale primo passo per il rispetto della normativa comunitaria in materia, e per abbattere i costi delle aziende, diminuendo il loro fabbisogno di smaltimento, (promuovendo una dissociazione virtuosa tra la crescita economica e quella dei rifiuti e il progressivo sfruttamento delle risorse naturali). 5) Di sottoporre le osservazioni contenute nella presente delibera all attenzione di tutti i decisori pubblici, nel momento della discussione e redazione dei piani interprovinciali dei rifiuti solidi urbani e industriali. 6) Di impegnarsi a redigere ed approvare in tempi brevi un Regolamento interno per gli acquisti verdi, per favorire il mercato dei prodotti riciclati, quale stimolo per tutta la cittadinanza a intraprendere concretamente e quotidianamente le buone pratiche che possono dare un sostanzioso contributo alla soluzione del problema della gestione dei rifiuti. 7) Di avviare, a seguito del percorso di partecipazione che ha fatto emergere la complessità del tema del governo del ciclo integrato dei rifiuti, campagne di ulteriore sensibilizzazione della cittadinanza, chiedendo la collaborazione attiva nelle politiche di trattamento dei rifiuti anche urbani da parte della popolazione che in questi mesi si è dimostrata sensibile al tema dei rifiuti e del loro impatto sull ambiente. 8) Di sottoporre all approvazione del Consiglio Comunale di Castelfranco di Sotto la presente delibera. Inoltre, considerata l urgenza del presente provvedimento; LA GIUNTA COMUNALE Con voti unanimi resi e riscontrati nei modi e termini di legge; Pag. 4/5

5 D E L I B E R A Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, del Decreto legislativo 18 agosto 2000, n IL SEGRETARIO GENERALE IL SINDACO STRIANO ANIELLO MARVOGLI UMBERTO Copia cartacea di documento informatico sottoscritto digitalmente da ai sensi degli artt.20 e 21del D.lgs. 82/2005 e successive modificazioni. Pag. 5/5

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 85 del 22/05/2012 OGGETTO: APPELLO

Dettagli

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 128 Reg. Delib. N. Reg. Pubbl.

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 128 Reg. Delib. N. Reg. Pubbl. Deliberazione di Giunta Comunale n. 128 del 29.12.2015 ORIGINALE - COPIA COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE N. 128 Reg. Delib. N. Reg.

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 Immediatamente Eseguibile COPIA SEGRETERIA GENERALE 56125 PISA Piazza V. Emanuele II, 14 T. 050/ 929 317 318 346 GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 OGGETTO : Integrazione

Dettagli

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE Agenda Locale 21 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE INDICE PREMESSA 3 ENERGIA 4 IL PIANO D AZIONE: L ENERGIA 5 1. COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE...

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 75/2015 DEL 24/04/2015

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 75/2015 DEL 24/04/2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 75/2015 DEL 24/04/2015 L anno DUEMILAQUINDICI il giorno 24 del mese di aprile la Giunta comunale. alle ore 08:45 si è riunita nell apposita Sala Sono presenti ed

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 57/2016 DEL 08/04/2016

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 57/2016 DEL 08/04/2016 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 57/2016 DEL 08/04/2016 L anno DUEMILASEDICI il giorno 08 del mese di aprile Giunta comunale. alle ore 08:45 si è riunita nell apposita Sala la Sono presenti ed assenti

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 29/08/2014 ore 09:00 delibera n. 102 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MANTOVA QUALE PIANO D'AREA DEL PTCP

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 del 05/05/2011 OGGETTO: PROTOCOLLO

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 82 del 26/05/2011 OGGETTO: AREA

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 117 del 28/07/2011 OGGETTO: FONDAZIONE

Dettagli

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 176 In data: 05/11/2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: SVOLGIMENTO CORSO DI AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO ART. 37, C. 9 DEL D.LGS.

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni della GIUNTA COMUNALE N. 676 SEDUTA DEL 13 DICEMBRE 2013

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni della GIUNTA COMUNALE N. 676 SEDUTA DEL 13 DICEMBRE 2013 COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni della GIUNTA COMUNALE N. 676 SEDUTA DEL 13 DICEMBRE 2013 Presenti Assenti Giorgio ORSONI Sindaco Sandro SIMIONATO V.Sindaco, Assessore Tiziana

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno N. 4 del 18/01/2011 Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PARERE PER L ISCRIZIONE ALLA SEZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO DEL REGISTRO DEL VOLONTARIATO DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE SALVAMENTO SEZ. L

Dettagli

SCHEDA 1. Cosa è la Waste Recycling oggi.

SCHEDA 1. Cosa è la Waste Recycling oggi. SCHEDA 1 Cosa è la Waste Recycling oggi. L azienda -nata circa 18 anni fa dall esperienza pluriennale della ditta individuale di uno degli attuali azionisti- oggi ha in forza 94 dipendenti di cui 63 (il

Dettagli

REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO

REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE ABRUZZO ED ECOISTITUTO ABRUZZO Mondocompost Progetto sperimentale per la promozione del compostaggio domestico sul territorio regionale DIREZIONE PROTEZIONE

Dettagli

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con Delibera di Consiglio n. 29 del 19 maggio 2011 INDICE REGOLAMENTO...1 Art. 1 Oggetto...1 Art. 2

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT COMUNE di BRUGHERIO Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 04/02/2005 Modificato con Deliberazione

Dettagli

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Cabina di Regia del 26 gennaio 2009 Regolamento per l organizzazione ed il funzionamento della Cabina di Regia Città di Avellino Programma Integrato

Dettagli

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE delle ASSOCIAZIONI di NEFROPATICI, TRAPIANTATI d ORGANO e di (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale ONLUS) Articolo 1 DENOMINAZIONE E SEDE E costituita

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 08/08/2013 N. 21

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 08/08/2013 N. 21 Comune di Avellino COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 08/08/2013 N. 21 OGGETTO: I DIRETTIRVA GENERALE PER LA GESTIONE ADOTTATA AI SENSI DELL'ART. 7, CO. I, LETT. C) DEL VIGENTE REGOLAMENTO DEGLI

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli COPIA COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA (nominata con DPR del 30-03-2012) n. 121 del 19-09-2012 OGGETTO: Linea di indirizzo per l attivazione

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - Copia 09 - VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 9 Del 21.07.2008 OGGETTO: BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI E TERMICI INTEGRATI NELLE

Dettagli

COMUNE DI SCILLATO Provincia di Palermo ORIGINALE

COMUNE DI SCILLATO Provincia di Palermo ORIGINALE IMMEDIATAMENTE ESECUTIVA COMUNE DI SCILLATO Provincia di Palermo ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 75 DEL 30.11.2015 OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO ACQUISTO SISTEMA PROTOCOLLO INFORMATICO L

Dettagli

COMUNE DI PISA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera n. 245 Del 7 Dicembre 2010

COMUNE DI PISA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera n. 245 Del 7 Dicembre 2010 COMUNE DI PISA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. 245 Del 7 Dicembre 2010 OGGETTO: PATTO TERRITORIALE DELLE POLITICHE GIOVANILI ANNO 2011. APPROVAZIONE L anno 2010 il giorno sette

Dettagli

COMUNE DI TORRECUSO. Provincia di Benevento VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI TORRECUSO. Provincia di Benevento VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. 96 Adunanza del 09.10.2015 OGGETTO: D.P.C.M. 3 DICEMBRE 2013. INDIVIDUAZIONE A.O.O.. NOMINA RESPONSABILE

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 174 del 19.11.2013 Oggetto: AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI DELLE PROVINCE DI NAPOLI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 del 14/01/2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 del 14/01/2014 Copia Comune di Arnesano Provincia di Lecce VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 del 14/01/2014 Oggetto : Installazione gratuita di componenti e apparecchiature per l ammodernamento tecnologico

Dettagli

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 265 del 27/11/2013 OGGETTO: CONTRIBUTO STRAORDINARIO PER SPESE FUNERARIE. L'anno 2013, il giorno ventisette del mese

Dettagli

REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE ABRUZZO. COMUNE DI PESCARA ATTIVA SpA

REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE ABRUZZO. COMUNE DI PESCARA ATTIVA SpA REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE ABRUZZO E COMUNE DI PESCARA ATTIVA SpA GLI AMICI DEL RICICLO PROGETTO SPERIMENTALE DI COMUNICAZIONE AMBIENTALE NEL SETTORE DELLA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 29 della Deliberazione DEL 07/02/2013 OGGETTO: BANDO CONCESONE CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE DAL TITOLO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE COMUNALE E DEI BENI PUBBLICI DEL CENTRO STORICO CONTIGUI.

PROGETTO PRELIMINARE DAL TITOLO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SEDE COMUNALE E DEI BENI PUBBLICI DEL CENTRO STORICO CONTIGUI. Comune di Futani COMUNE DI FUTANI Provincia di Salerno Provincia di Salerno Regione Campania Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano **************** DELIBERA DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 108 DEL 24

Dettagli

COMUNE DI CARINARO. Provincia di Caserta DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE. n. 92 del 08 luglio 2008

COMUNE DI CARINARO. Provincia di Caserta DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE. n. 92 del 08 luglio 2008 COMUNE DI CARINARO Provincia di Caserta DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE n. 92 del 08 luglio 2008 Oggetto: Approvazione riparto spese per i lavori di ristrutturazione adeguamento e risanamento della scuola

Dettagli

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI Medaglia d Argento al Merito Civile Cod. Fisc. 00827390725 ----------- Copia Deliberazione Giunta Comunale N. 31 Del 20-03-2012 OGGETTO: PUNTO ECOLOGICO

Dettagli

DIRETTIVE REGIONALI PER L APPLICAZIONE DA PARTE DEI COMUNI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALL ART. 39, COMMA 2 DELLA L.R. 19.12.2007, N. 45 E S.M.I.

DIRETTIVE REGIONALI PER L APPLICAZIONE DA PARTE DEI COMUNI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALL ART. 39, COMMA 2 DELLA L.R. 19.12.2007, N. 45 E S.M.I. DELIBERAZIONE 28.06.2010, N. 514 PUBBLICATA SUL B.U.R. ABRUZZO N. 43 SPECIALE DEL 28.07.2010 DIRETTIVE REGIONALI PER L APPLICAZIONE DA PARTE DEI COMUNI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALL ART. 39, COMMA 2 DELLA

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 61 DEL 23/07/2014

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 61 DEL 23/07/2014 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 61 DEL 23/07/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SASSO MARCONI

Dettagli

AGENDA 21 LOCALE DELLE PROVINCE D ABRUZZO

AGENDA 21 LOCALE DELLE PROVINCE D ABRUZZO Regione Abruzzo AGENDA 21 LOCALE DELLE Rete Agende 21 Locali della Regione Abruzzo PIANO DI LAVORO della PROVINCIA DELL AQUILA PREMESSA L Agenda 21 è il documento messo a punto a livello mondiale durante

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO Protezione civile

PROVINCIA DI LIVORNO Protezione civile PROVINCIA DI LIVORNO COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DISCIPLINARE Premessa Le attività di protezione civile, così come definite dall art. 1 della Legge 24 febbraio 1992,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010)

PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010) B O Z Z A (da adattare alla situazione specifica ) PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010) L anno duemiladieci,

Dettagli

COMUNE DI PARONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI PARONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI PARONA (Provincia di Pavia) COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 73 Data 05.11.2012 OGGETTO: DITTA VEDANI CARLO METALLI S.P.A. SITA IN VIA LOMBARDIA. INTERVENTI INDUSTRIALI

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2014 03604/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti MP 1/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO. Approvato con Delibera GR n. 349 del 03/05/2010 Sottoscritto in data 17 giugno 2010-07-29

PROTOCOLLO D INTESA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO. Approvato con Delibera GR n. 349 del 03/05/2010 Sottoscritto in data 17 giugno 2010-07-29 REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO Approvato con Delibera GR n. 349 del 03/05/2010 Sottoscritto in data 17 giugno 2010-07-29 Progetto sperimentale per la promozione

Dettagli

Provincia di Caserta

Provincia di Caserta 1 Provincia di Caserta REGOLAMENTO INTERNO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento ha come oggetto l organizzazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE copia COMUNE DI PRATA CAMPORTACCIO PROVINCIA DI SONDRIO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Prot.n. Fascicolo V.1.1 N. 28 del Reg OGGETTO: ADESIONE DEL COMUNE DI PRATA CAMPORTACCIO ALL INIZIATIVA DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Servizio Protezione Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA Ottimizzazione della gestione dei rifiuti sanitari

PROTOCOLLO DI INTESA Ottimizzazione della gestione dei rifiuti sanitari ALLEGATO REGIONE ABRUZZO REGIONE ABRUZZO DIREZIONE PARCHI TERRITORIO AMBIENTE ENERGIA SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI DIREZIONE SANITA SERVIZIO OSPEDALITA PUBBLICA E PRIVATA LUCRATIVA E NON LUCRATIVA PROTOCOLLO

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 171 del 04.07.2011 Oggetto: Presa atto graduatoria contributo intervento aggiuntivo alunni scuole medie statali a.s.

Dettagli

"COMUNI RICICLONI ABRUZZO"

COMUNI RICICLONI ABRUZZO ALLEGATO REGION"E ABRUZZO LEGAMBIENTE PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE ABRUZZO E LEGAMBIENTE ONLUS ABRUZZO "COMUNI RICICLONI ABRUZZO" PER COPIA CONFORME ALL'ORiGINALE Pescara, AllEGATO ".~ase integrante

Dettagli

AGENZIA GIOVANI PROVINCIALE

AGENZIA GIOVANI PROVINCIALE AGENZIA GIOVANI PROVINCIALE Istituzione Autonoma della Provincia di Caserta ORDINAMENTO L Agenzia, come prescritto dalla legge, è gestita da un Consiglio di Amministrazione, formato da un Presidente (delegato

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Provincia di Ravenna N. 174 delle deliberazioni SEDUTA DEL 30/07/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE L'anno duemilaquattordici, addì trenta, del mese di Luglio, alle ore 09:35, si è riunita nella

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera N. 48 del 06 Giugno 2014 OGGETTO: PIANO DI RECUPERO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 7 MAGGIO 1985 N. 57 FINALIZZATO ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO N 26 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: SVOLGIMENTO CORSO DI FORMAZIONE DI PRIMO SOCCORSO - D. LGS. 81/2008 - ATTO DI INDIRIZZO. L anno DUEMILAUNDICI alle

Dettagli

COMUNE DI RIO MARINA PROVINCIA DI LIVORNO

COMUNE DI RIO MARINA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI RIO MARINA PROVINCIA DI LIVORNO PIAZZA SALVO D'ACQUISTO, 7-57038 - RIO MARINA (LI) C.F. 82001270493 - P.I. 00418180493 TEL 0565/925511 - FAX 0565/925536 www.comuneriomarina.li.it urp@comuneriomarina.li.it

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA tra. REGIONE AUTONOMA SARDEGNA e CRCCS

ACCORDO DI PROGRAMMA tra. REGIONE AUTONOMA SARDEGNA e CRCCS ACCORDO DI PROGRAMMA tra REGIONE AUTONOMA SARDEGNA e CRCCS La Regione Autonoma della Sardegna, in persona dell Assessore della Difesa dell Ambiente, prof.ssa Donatella Emma Ignazia Spano (di seguito REGIONE

Dettagli

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione. ESAME DELLA RELAZIONE n. 19 del 2014

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione. ESAME DELLA RELAZIONE n. 19 del 2014 Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione ESAME DELLA RELAZIONE n. 19 del 2014 "Relazione sullo stato di attuazione della Legge Regionale 11 dicembre 2006, n. 24 Norme per la prevenzione e la riduzione

Dettagli

COMUNE DI RIMINI. - Segreteria Generale - ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI GIUNTA COMUNALE. N. : 127 del 12/04/2011

COMUNE DI RIMINI. - Segreteria Generale - ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI GIUNTA COMUNALE. N. : 127 del 12/04/2011 COMUNE DI RIMINI - Segreteria Generale - ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI GIUNTA COMUNALE N. : 127 del 12/04/2011 Oggetto : APPROVAZIONE DEL PIANO DELLA PERFORMANCE PER L'ANNO 2011 L anno duemilaundici,

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - Copia 130 - VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 130 Del 30.11.2009 OGGETTO: POR FSE 2007-2013 COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE ASSE IV CAPITALE UMANO

Dettagli

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014 CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 126 / 2014 OGGETTO: ADEONE ALLA ASSOCIAZIONE BORGHI AUTENTICI D ITALIA. L anno duemilaquattordici il giorno tre del mese di

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord.11 reg deliberazioni GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 21/01/2014 L'anno duemilaquattordici, questo giorno ventuno del mese di gennaio

Dettagli

STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA

STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA NELLE IMPRESE COOPERATIVE. Testo approvato dall Assemblea ordinaria del 9 giugno 2005 ART. 1 COSTITUZIONE Al fine di promuovere

Dettagli

Parma, 27 maggio 2015 Prot. n. 37531. e p.c.

Parma, 27 maggio 2015 Prot. n. 37531. e p.c. Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna ( r_emilia ) Assemblea Legislativa ( AOO_AL ) AL/2015/0022530 del 27/05/2015 P.le della Pace, 1 431121 Parma Tel. 0521-931623 Fax 0521-931624 IL PRESIDENTE

Dettagli

Direttive regionali in materia di comunicazione dei dati riferiti al sistema impiantistico per la gestione dei rifiuti. Approvazione.

Direttive regionali in materia di comunicazione dei dati riferiti al sistema impiantistico per la gestione dei rifiuti. Approvazione. Direttive regionali in materia di comunicazione dei dati riferiti al sistema impiantistico per la gestione dei rifiuti. Approvazione. LA GIUNTA REGIONALE PREMESSO che la Regione Abruzzo intende affermare

Dettagli

COMUNE DI VILLIMPENTA via Roma 26 46039 Villimpenta C.F.00389360207

COMUNE DI VILLIMPENTA via Roma 26 46039 Villimpenta C.F.00389360207 ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 92 Del 18/12/2014 Oggetto: APPROVAZIONE CONVENZIONE TRA LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI DI CASTEL D'ARIO, VILLIMPENTA E RONCOFERRARO ED IL CENTRO SOCIALE CASTELDARIESE

Dettagli

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI il presente verbale viene letto e sottoscritto come segue: IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE f.to Avv. Simone Petrangeli f.to dott.ssa Rosa Iovinella COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Prot. n. 32/SG 23/02/2011 COMUNE DI GRAGNANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 45 del 22-02-2011 OGGETTO: Concessione patrocinio e utilizzo sala convegni Biblioteca Comunale all Associazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Oggetto: CONFERMA IMPORTI TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2011.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Oggetto: CONFERMA IMPORTI TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2011. COPIA N. 12 del Registro delle Deliberazioni DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE G.C.n.12 del 10-02-2011 Oggetto: CONFERMA IMPORTI TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2011. L anno duemilaundici, addì dieci

Dettagli

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 130 In data: 04/09/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO PRELIMINARE LAVORI DI: 'RISTRUTTURAZIONE E ADEGUAMENTO

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE Articolo 1 Finalità e forma degli atti di competenza 1. Il

Dettagli

N. 60 DEL 13/04/2011

N. 60 DEL 13/04/2011 COMUNE DI GAMBOLO Provincia di Pavia SA18/P04 Data stampa 20/04/2011 COPIA Codice Comune: 11205 V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 60 DEL 13/04/2011 Oggetto:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 60

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 60 REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone Deliberazione della Provinciale Registro Delibere di N. 60 OGGETTO: Piano Triennale Sperimentale della Disabilità 2011-2013. "Patto tra le parti per la realizzazione

Dettagli

copia n 337 del 16.11.2012

copia n 337 del 16.11.2012 CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia n 337 del 16.11.2012 OGGETTO : ISTITUZIONE SPORTELLO INFORMATIVO COMUNALE SUL FONDO MICROCREDITO FSE 2007-2013. APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MANDELA. Provincia di Roma VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COMUNE DI MANDELA. Provincia di Roma VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COMUNE DI MANDELA Provincia di Roma coriginale/copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 13 DEL 27.04.2012 OGGETTO: Approvazione del Protocollo di Intesa tra il Comune di mandela e il Centro

Dettagli

ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI GIUNTA COMUNALE. N. : 431 del 22/12/2009

ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI GIUNTA COMUNALE. N. : 431 del 22/12/2009 COMUNE DI RIMINI - Segreteria Generale - ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI GIUNTA COMUNALE N. : 431 del 22/12/2009 Oggetto : PATROCINIO GRATUITO ED ADESIONE AL PROGETTO "100 IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI VILLA Provincia di Como GUARDIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 21 del registro delle deliberazioni Codice ISTAT: 013245 OGGETTO: Approvazione Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Dettagli

La raccolta differenziata in Provincia di Rieti

La raccolta differenziata in Provincia di Rieti La raccolta differenziata in Provincia di Rieti 25 settembre 2014 parte II Società S.A.PRO.DI.R. e Rimodulazione Programma Finanziamenti 2012-2016 Provincia di Rieti Settore III Programmazione e Pianificazione

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 003 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Adesione al Network Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano per l anno

Dettagli

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data)

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data) definitivo (scheda basata sulla Relazione Finale) validata dal status scheda proponente Valdarno Inferiore - Società della salute PROPONENTE con i Comuni di San Miniato e Santa Croce PROVINCIA PI sull

Dettagli

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce Piazza Terra 73040 0833.902711 www.comune.alliste.le.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 62 DEL 11/06/2015 OGGETTO: Efficientamento energetico rete P.I. stradale.

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 82 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Approvazione contratto fornitura relativo al servizio Protocollo Federato trentino

Dettagli

C O MUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

C O MUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani C O MUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 26 del Reg. DATA: 07.03.2014 OGGETTO: Progetto di georeferenziazione delle infrastrutture a rete di proprietà

Dettagli

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N.

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N. Comune di Capannoli Provincia di Pisa Prot.n. del REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N.62 DEL 15/05/2003 OGGETTO: CENTRI ESTIVI ED ALTRE INIZIATIVE

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE ANNO 2013 N. 136 del Registro Delibere OGGETTO: Recupero dei titoli di efficienza energetica

Dettagli

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 285 OGGETTO: PROGETTO RAEE@SCUOLA PROMOSSO DA ANCI E CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE CON IL PATROCINIO DEL

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 185 del 28.09.2012 Oggetto: Bando per la concessione in locazione dei locali commerciali n. 10 e 11, 12,13 e 14, nonché

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO

COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE N 01 COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: Approvazione misure compensative conseguenti alla realizzazione di un impianto

Dettagli

COMUNE DI CAMPEGINE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI CAMPEGINE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI CAMPEGINE PROVINCIA DI REGGIO EMILIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ******************************************************* COPIA N. 12 DEL 09/03/2013 OGGETTO: MERCATO DI CAPRARA

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE DATA 02.09.2014 OGGETTO: Programmazione triennale del fabbisogno di personale Triennio 2014-2015-2016. Piano delle N. 82 L anno duemilaquattordici il giorno

Dettagli

Oggetto: Azienda pubblica di servizi alla persona Umberto I di Pordenone. Approvazione statuto.

Oggetto: Azienda pubblica di servizi alla persona Umberto I di Pordenone. Approvazione statuto. Servizio affari istituzionali e locali, polizia locale e sicurezza Oggetto: Azienda pubblica di servizi alla persona Umberto I di Pordenone. Approvazione statuto. L Assessore regionale alle autonomie locali

Dettagli

COMUNE DI RIPARBELLA Provincia di Pisa

COMUNE DI RIPARBELLA Provincia di Pisa COMUNE DI RIPARBELLA Provincia di Pisa VERBALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 7 Ottobre 2014 Verbale N. 65 COPIA Oggetto: Esame ed approvazione progetto definitivo ed esecutivo dei lavori

Dettagli

G.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

G.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Trezzano Rosa Provincia di Milano G.C. Numero 21 Data 11/02/2010 OGGETTO: RICHIESTA DI APERTURA DI UN TAVOLO ISTITUZIONALE TRA I SINDACI DELL AREA ADDA- MARTESANA EST E LE ISTITUZIONI REGIONALI

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 4

REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 37 del 14 03 2014 10143 REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 4 Regolamento regionale per la costituzione ed il funzionamento dei Comitati Consultivi Misti

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 101 del Reg. OGGETTO: Incarico professionale per la nomina di Energy Manager, che individuino gli interventi per la efficientizzazione

Dettagli

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONVOCAZIONE ASSEMBLEA Con la presente si convoca l assemblea generale dei lavoratori per il giorno / / alle ore : presso la sede legale dell azienda sita in Via n a ( ) per discutere e re in merito ai

Dettagli

UNIONE INQUILINI PISA

UNIONE INQUILINI PISA COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO Piazza R. Bertoncini 1 56022 CASTELFRANCO DI SOTTO (PI) ILL.MO PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PISA Piazza Vittorio Emanuele II n. 4 56125 PISA Spett.le AVVENTURA URBANA VIA

Dettagli

Comune di San Giorgio di Mantova - CAP 46030 C.F. 80004610202 TEL (0376) 273111 FAX (0376) 374198 -

Comune di San Giorgio di Mantova - CAP 46030 C.F. 80004610202 TEL (0376) 273111 FAX (0376) 374198 - Comune di San Giorgio di Mantova - CAP 46030 C.F. 80004610202 TEL (0376) 273111 FAX (0376) 374198 - ORIGINALE Deliberazione N. 17 del 16/02/2011 Codice Ente 10875 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

STATUTO Coordinamento Autismo Piemonte

STATUTO Coordinamento Autismo Piemonte STATUTO Coordinamento Autismo Piemonte SEDE, COSTITUZIONE, DURATA, OGGETTO SOCIALE ART.1 Si costituisce un Associazione di Coordinamento tra le Associazioni di Volontariato e gli altri enti Associativi

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 217 del 15.11.2012 Oggetto: Istituzione Servizio Gestione Risorse Umane. Ambito di Settore: Amministrativo e Servizi

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 151 26 agosto 2015 Immediatamente Eseguibile

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 151 26 agosto 2015 Immediatamente Eseguibile Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 151 26 agosto 2015 Immediatamente Eseguibile Oggetto : Modifica della deliberazione n. 147 del 12 agosto 2015 modalità

Dettagli