Best practice per la progettazione e la gestione dei Data Center

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Best practice per la progettazione e la gestione dei Data Center"

Transcript

1 Best practice per la progettazione e la gestione dei Data Center Convegno AEIT Trieste 2 Aprile 2014 Ing. Lino Freschini

2 Curva ITIC (Information Technology Industry Council) Tre zone: 1. al di sopra della curva delle sovratensioni, 2. al di sotto della curva di sotto tensione 3. compresa tra le due curve o zona di tolleranza: punti con ampiezza-durata proprie di eventi per i quali il funzionamento della apparecchiatura può essere considerato corretto.

3 Classificazione dei Data Centres (Uptime Institute) ARCHITETTURA DI RETE TIER I: Una sola linea elettrica e di raffreddamento, senza alcun componente ridondante Rete G.E. Power Center UPS Quadro MCC Normale Macchinario Quadro Distribuzione UPS Unità Distribuzione Alimentazione Hardware ICT critico

4 Classificazione dei Data Centres (Uptime Institute) ARCHITETTURA DI RETE TIER II : Una componente di ridondanza aggiunta (N+1) aumentando così l affidabilità e la manutenibilità del sistema Rete G.E. G.E. Power Center Quadro Emergenza UPS UPS Quadro MCC Normale Macchinario Quadro Distribuzione UPS Unità Distribuzione Alimentazione Hardware ICT critico

5 Classificazione dei Data Centres (Uptime Institute) ARCHITETTURA DI RETE TIER III : Due linee elettriche e di raffreddamento indipendenti; solo una normalmente attiva Rete G.E. G.E. Rete Power Center Quadro Emergenza Power Center UPS UPS Quadro MCC Normale Quadro MCC Normale Macchinario Quadro Distribuzione UPS Quadro MCC Critico Quadro MCC Critico Quadro Distribuzione Utenze Critiche Varie Unità Distribuzione Alimentazione Hardware ICT critico Unità Distribuzione Alimentazione

6 Classificazione dei Data Centres (Uptime Institute) ARCHITETTURA DI RETE TIER IV : Due linee elettriche e raffreddamento attive, indipendenti, con componenti rindondanti; sistema tollerante al guasto senza avere impatti sul carico. Rete G.E. G.E. G.E. G.E. Rete Power Center Quadro Emergenza Quadro Emergenza Power Center UPS UPS Quadro MCC Normale Quadro MCC Normale UPS UPS Macchinario Quadro Distribuzione UPS Quadro MCC Critico Quadro MCC Critico Quadro Distribuzione UPS Utenze Critiche Varie Unità Distribuzione Alimentazione Hardware critico Unità Distribuzione Alimentazione

7 Classificazione dei Data Centres (Uptime Institute) CLASSIFICAZIONE PRESTAZIONALE DELLE INFRASTRUTTURE DATACOM Livello (1) TIER I TIER II TIER III TIER IV Note Denominazione Infrastruttura Base Ridondante (2) Simultaneamente manutenibile (3) Tollerante il guasto (4) Disponibilità (5) 99,671% 99,749% 99,982% 99,995% Fuori Servizio (h/a) 28,8 22,0 1,6 0,4 Costo Relativo 0,5 0,8 1 1, Applicazione Dimensione aziendale Medio/Piccola Media Medio / Grande Grande Uso ICT Interno (6) Esterno (7) Esterno (7) Esterno (7) Presenza WEB Passiva (8) Attiva (9) On Line (10) On-Line Critica(11) (1) The Uptime Institute (2) Con le sole sorgenti di alimentazione ridondanti (3) Si possono eseguire manutenzioni pianificate, riparazioni e sostituzioni di componenti senza interruzione dell alimentazione elettrica al carico. (4) L infrastruttura può sopportare un guasto grave senza interruzione dell alimentazione elettrica al carico. (5) A= 100 UT/(UT+DT), dove : UT (uptime) tempo di reale disponibilità dell infrastruttura DT (downtime) tempo nel quale l infrastruttura è indisponibile (6) Le tecnologie ICT vengono usate esclusivamente per migliorare il processo organizzativo interno (7) Business basato su Internet (8) Strumenti di marketing passivo (9) Servizi Web senza obbligazioni di consegna real-time (ricerche di mercato, sviluppo software, ecc). (10) Servizi on-line con help desks che possono accettare piccole interruzioni del servizio. (11) Servizi on-line per e-business strategici Erogazione Servizio - 8 h/g-220 g/a 24 h/g-300 g/a 24 h/g-365 g/a

8 Le caratteristiche dei Data Centres nel 21 secolo Esigenza di elevata efficienza energetica e basso impatto ambientale Gli indici PUE / DCE

9 Le caratteristiche dei Data Centres nel 21 secolo Esigenza di elevata efficienza energetica e basso impatto ambientale I consumi di un Data Centre in percentuale:

10 Deve essere ben chiaro in noi l obbiettivo primario della nostra progettazione: il DC DEVE!! Deve funzionare. Sempre! Deve sopportare 1 o 2 livelli di guasto. Deve gestire fermi parziali di impianti. Deve esserci il coinvolgimento del facility : gestione delle operazioni di manutenzione ordinarie e straordinarie progetto filosoficamente semplice crescita graduale delle conoscenze per una corretta gestione dell impianto Deve avere un occhio di riguardo rispetto ai consumi di energia.

11 Riflettiamo ancora una volta sul fatto che la priorità nella progettazione di un DC è data alla affidabilità nel funzionamento. RISPARMIO ENERGETICO teniamo presente che abbiamo in gioco potenze più o meno grandi ma in funzione 24 h x 365 giorni Un piccolo risparmio su di una grossa quantità è comunque un grosso risparmio!!! E quindi? Fondamentali sono le scelte progettuali.

12 Impianto elettrico CONTINUITA : DUE TECNOLOGIE UPS STATICI UPS ROTANTI ENERGIA DI RISERVA: DUE TIPOLOGIE BATTERIE VOLANO + GE + DIESEL

13 pro batterie: tempi di resistenza, e quindi possibilità di intervento, più lunghi tecnologia consolidata, anche se comunque il parallelo fra GE è sempre critico (parallelo fra GE prima o dopo la presa di carico?) contro batterie: costi elevati delle batterie costi smaltimento batterie (ogni 5-8 anni) spazi considerevoli condizionamento pericolo d'esplosione a causa della formazione di idrogeno necessità di installare impianti antidetonanti (luce, estrazione, rivelatori idrogeno e incendio, supervisore) manutenzione puntuale (verifiche livello liquido, verifica capacità, prova di scarico totale); ricordiamo che una sola batteria della serie in cc può vanificare l'intera linea (installazione supervisore specialistico)

14 pro motore diesel : facilità di progetto e quindi di realizzazione dell'impianto possibilità di ritardare la partenza del diesel dei 5 sec che normalmente consentono il ripristino della fornitura nei parametri di tolleranza (vale anche per batterie) contro motore diesel : Il motore deve partire (teniamo presente comunque la grande affidabilità nelle configurazioni n+1, in parallelo, ad anello) invecchiamento del gasolio

15 Impianto meccanico scelta fra 2 vie e 3 vie recupero di calore free cooling inverter sulle pompe (tutte, una parte ) inverter sugli under/over scelta dei chiller (1 punto di COP vale 30/ E) filosofia degli apparati: n, n+1, n+2 ricordiamo che fissata la necessità = 100, con 4 under al 30% risparmio fino al 60% rispetto a (n+1) 3 under al 100%. Inoltre otteniamo una migliore distribuzione dell aria in sala. Distribuzione a sola aria, aria/acqua (vedi nuovi apparati IBM Z-NEXT), puntuale o distribuita. Ricordiamo quanto sia importante, dal punto di vista energetico, produrre acqua il più calda possibile (sfruttare il salto 17/23 piuttosto del 7/12) ricordiamo ancora quanto giovi avere ambienti a 25 /28 piuttosto che 20.

16 ANCORA: nella progettazione di un DC c è un paradosso: noi progettiamo un impianto da milioni di euro su dati di progetto faticosamente ottenuti che devono tener conto dei tempi di esecuzione, della logistica, degli spazi a disposizione, del budget E l'impianto, nelle condizioni di progetto, funzionerà per il 20% della sua vita! C'e' quindi un'ulteriore variabile : noi dovremo fare un progetto per un impianto che dovrà fornire 100 ma che per 4/5 della sua vita dovrà lavorare al 30-70% e solo per 1/5 al % tenendo presente l obbiettivo sicurezza di funzionamento e il problema risparmio. Una bella sfida!

17 Tirando le somme: il progetto dovrà tenere conto del dato 100 (con occhio ai carichi parziali nella sua vita) dovrà essere realizzato per 110/120 (sfruttando le taglie dei vari apparati: interruttori, blindo, chiller, UPS etc) dovrà essere sviluppato uno studio di fattibilità DI MASSIMA per 150 si impone quindi una verifica degli spazi. dovranno essere presi in considerazione tutti i lavori che sono propedeutici a questo obbiettivo (riserve sui collettori, soccorsi fra apparati, predisposizione per ulteriori parallelismi di chiller, pompe, UPS) Dovrà essere sviluppato con il maggior coefficiente di sicurezza possibile, tenendo ben presenti i costi di realizzazione e di gestione.

18 CONFRONTO TECNICO ED ECONOMICO (TCO) TRA UNA TRADIZIONALE Vs INNOVATIVA

19 DATI DI PROGETTO Potenza del Data Center Potenza specifica Superficie Data Hall kw W/mq mq Numero stanze 10 Superficie media stanza Potenza per ogni stanza Costo energia Classificazione 170 mq 255 kw/stanza 0,15 Euro/kWh TIER IV

20 CONFRONTO TRA UN DATA CENTER TRADIZIONALE Vs INNOVATIVO IMPIANTO ELETTRICO ContinuItà Accumulo energia TRADIZIONALE UPS statico ad alta efficienza, funzionamento in doppia conversione Batterie a vaso aperto, autonomia dieci minuti, monitoraggio batterie INNOVATIVA UPS rotante con motore Diesel Accumulo energia cinetica, volano Powerbridge IMPIANTO TERMOFLUIDICO Produzione freddo Chillers convenzionali Chillers con sezione di FREE-COOLING Condizionatori di precisione condizionatori CW con doppia batteria con ventilatori AC e valvole H2O a 3 vie condizionatori CW con doppia batteria con ventilatori EC (inverter), valvole H2O a 2 vie Aria entrante Temperatura in/out H2O refrigerata 24 C/50% Rh 7/12 C 32 C/30% Rh 15/20 C

21 SCHEMA ELETTRICO SEMPLIFICATO TRADIZIONALE

22 SCHEMA ELETTRICO SEMPLIFICATO INNOVATIVA

23 PARTE ELETTRICA TRADIZIONALE VS INNOVATIVO GRUPPO ELETTROGENO CON RELATIVO LOCALE O CONTAINER QUADRO COMMUTAZIONE E/ O PARALLELO UPS STATICI CONDIZIONATORI UPS UPS CON ACCUMULO INERZIALE E MOTORE DIESEL POSTO IN CONTAINER SENZA NECESSITA DI CONDIZIONAMENTO (SOLO VENTILAZIONE) BATTERIE CON RELATIVO LOCALE CONDIZIONAMENTO E VENTILAZIONE LOCALI BATTERIE

24 PARTE MECCANICA FREE-COOLING UTILIZZATO NELLA INNOVATIVA 1 Compressori A Ventilatore assiale 2 Batteria condensante B Batteria condensante su due lati 3 Evaporatore C Evaporatore 4 Batteria free-cooling 5 Valvola a tre vie 6 Ventilatori

25 CONFRONTO INGOMBRI IMPIANTISTICI CONFRONTO INGOMBRI IMPIANTISTICI TRADIZIONALE INNOVATIVA DESCRIZIONE m 2 m 2 Consegna Media Tensione Cabina trasformazione Quadri principali di distribuzione Quadri parallelo GE 100 UPS Batterie (vaso aperto autonomia 10') 700 Gruppi elettrogeni 700 Gruppi frigo Corridoi / cavedi (25-30%) Altri locali invariati tra le due soluzioni Superficie IT compreso spazi accessori Totale superfici Risparmio superfici Risparmio superfici percentuale 23%

26 m2 CONFRONTO INGOMBRI IMPIANTISTICI

27 CONFRONTO ENERGETICO/ECONOMICO IMPIANTO ELETTRICO DESCRIZIONE TRADIZIONALE INNOVATIVA Carico CED 100% 100% Carico UPS (2N - TIER IV 90%) 45% 45% Rendimento UPS 95 94,35 Perdite complessive di tutti gli UPS [kwe] Energia elettrica dissipata dall'ups [MWhe/anno] Perdite Accumulo energetico [kwe] 2,20 0 Energia elettrica dissipata dall'accumulo energetico [MWhe/anno] 19 0 Energia elettrica per condizionamento loc. UPS [MWhe/anno] 387,1 0 Energia elettrica consumata per la ventilazione container [MWhe/anno] 0 9 Energia elettrica utilizzata per condizionamento (riscaldamento raffrescamento) locale batteria (ventilazione naturale/forzata temp C) e relativa ventilazione [MWhe/anno] Totale energia elettrica dissipata o utilizzata per conzionamento perdite MWhe/anno] Costo totale energia elettrica dissipata o utilizzata per conzionamento perdite [euro/anno] , ,55 Risparmio economico annuo ,28 DATI UTILIZZATI Costo energia elettrica [euro/kwh] Potenza nominale CED [kw] 0, COP medio annuo centrale frigo, compreso ventilazione e pompe 2,89 6,98

28 MWhe/anno CONFRONTO ENERGETICO IMPIANTO ELETTRICO

29 COSTI DI INSTALLAZIONE E GESTIONE IMPIANTO ELETTRICO COSTI DI INSTALLAZIONE INIZIALI TRADIZIONALE INNOVATIVA Cabine elettriche mt di trasformazione , ,00 Maggior onere quadro di parallelo GE, quadro UPS, quota parte distribuzione ,00 N UPS rotanti da 1500/900 kw con n.4 serbatoi litri ,00 n. 3+3 UPS 1000kW con batterie a vaso aperto autonomia 10' e monitoraggio batterie ,00 n. 2+2 UPS 200kVA con batterie a vaso aperto autonomia 10' e monitoraggio batterie ,00 n. 3+3 GE 2000kW con n. 6 serbatoi da litri ,00 Condizionamento locale UPS e batterie ,00 TOTALE , ,00 Maggior onere spazi (1.867 mq x euro/mq) ,00 TOTALE , ,00 COSTI PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA Sostituzione cuscinetti (10 anno) Sostituzione batterie (10 anno) Sostituzione condensatori e ventilatori (7 anno) TRADIZIONALE , ,00 INNOVATIVA ,00 COSTI PER GESTIONE ANNUA TRADIZIONALE INNOVATIVA Costo per perdite energetiche e condizionamento , ,55

30 TOTAL COST OF OWNERSHIP (TCO) IMPIANTO ELETTRICO COSTO ANNUO IN EURO TRADIZIONALE INNOVATIVA anno energia istallazione totale energia istallazione totale manutenzione manutenzione , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,90 DATI UTILIZZATI Inflazione annua 3% Nella valutazione sono stati considerati i soli costi variabili tra le due soluzioni

31 TOTAL COST OF OWNERSHIP (TCO) IMPIANTO ELETTRICO

32 CONFRONTO ENERGETICO/ECONOMICO IMPIANTO TERMOFLUIDICO DESCRIZIONE TRADIZIONALE 12/7 C INNOVATIVA FREE-COOLING 20/15 C Gruppi frigo Carico CED [kw] Carico Luce, rientrate, impianti [kw] Totale carico termico [kw] Consumo energetico elettrico dei gruppi frigo (Nord Italia) [Mwhe/anno] temperatura in/out H2O refrigerata : 12 / 7 C - 20% glicole etilenico, temperatura aria esterna : 35 C Consumo energetico elettrico dei gruppi frigo (Nord Italia) [Mwhe/anno] temperatura in/out H2O refrigerata : 20 / 15 C - 20% glicole etilenico, temperatura aria esterna : 35 C Condizionatori di precisione ad acqua refrigerata Potenza assorbita da n.30 condizionatori al 100% [kwe] operano in configurazione 3 + 1, con 3 macchine al 100% alle seguenti condizioni : aria entrante : 24 C / 50% Rh; temperatura in/out H2O refrigerata : 7 / 12 C - 20% glicole etilenico. Ventilatore Potenza assorbita da n.40 condizionatori al 75% [kwe] operano con 4 macchine in funzione al 75% alle seguenti condizioni : aria entrante : 32 C / 30% Rh; temperatura in/out H2O refrigerata : 15 / 20 C - 20% glicole etilenico. Ventilatore EC. Consumo energetico annuo dei condizionatori [MWhe/anno] Distribuzione Potenza assorbita dalle pompe secondarie funzionanti al 100% portata [kwe] 70 Potenza assorbita dalle pompe secondarie funzionanti al 50% portata [kwe] 9 Consumo energetico annuo delle pompe [MWhe/anno] Totale Totale energia elettrica assorbita [MWhe/anno] Risparmio energetico annuo [MWhe/anno] Costo annuo energia elettrica [euro /anno] Risparmio economico annuo [euro /anno] , DATI UTILIZZATI Costo energia elettrica [euro/kwh] 0,15

33 CONFRONTO ENERGETICO IMPIANTO TERMOFLUIDICO

34 COSTI DI INSTALLAZIONE E GESTIONE IMPIANTO TERMOFLUIDICO COSTI DI INSTALLAZIONE INIZIALI TRADIZIONALE INNOVATIVA Condizionatori , ,00 Chillers , ,60 TOTALE , ,60 COSTI PER GESTIONE ANNUA TRADIZIONALE INNOVATIVA Costo energia elettrica (euro/anno) , ,20

35 TOTAL COST OF OWNERSHIP (TCO) IMPIANTO TERMOFLUIDICO ANNO TRADIZIONALE INNOVATIVO annuo totale annuo totale euro euro euro euro , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,65 DATI UTILIZZATI Inflazione annua 3% Nella valutazione sono stati considerati i soli costi variabili tra le due soluzioni

36 TOTAL COST OF OWNERSHIP (TCO) IMPIANTO TERMOFLUIDICO

37 CONFRONTO ENERGETICO/ECONOMICO INTERO IMPIANTO ELETTRICO + TERMOFLUIDICO DESCRIZIONE TRADIZIONALE INNOVATIVA 1. Consumo energetico gruppi frigo [MWhe/anno] consumo energetico gruppi frigo quota parte consumo energetico gruppi frigo considerati in p.ti 6 e Consumo energetico annuo dei condizionatori [MWhe/anno] Consumo energetico annuo delle pompe [MWhe/anno] Energia elettrica dissipata dall'ups [MWhe/anno] Energia elettrica dissipata dall'accumulo energetico Energia elettrica per condizionamento loc. UPS [MWhe/anno] Energia elettrica consumata per la ventilazione container [MWhe/anno] Energia elettrica utilizzata per condizionamento locale batteria e relativa ventilazione [MWhe/anno] (riscaldamento raffrescamento ventilazione naturale/forzata temp C) Totale energia elettrica dissipata o utilizzata per conzionamento perdite [MWhe/anno] Costo totale energia elettrica dissipata o utilizzata per conzionamento perdite [euro/anno] , ,75 Risparmio economico annuo ,33 DATI UTILIZZATI Costo energia elettrica [euro/kwh] Potenza nominale CED [kw] 0, COP medio annuo centrale frigo, compreso ventilazione e pompe 2,89 6,98

38 MWhe CONFRONTO ENERGETICO INTERO IMPIANTO ELETTRICO + TERMOFLUIDICO

39 COSTI DI INSTALLAZIONE E GESTIONE INTERO IMPIANTO ELETTRICO + TERMOFLUIDICO COSTI DI INSTALLAZIONE INIZIALI IMPIANTI ELETTRICI TRADIZIONALE INNOVATIVA Cabine elettriche mt di trasformazione , ,00 Maggior onere quadro di parallelo GE, quadro UPS, quota parte distribuzione ,00 N UPS rotanti da 1500/900 kw con n.4 serbatoi litri ,00 n. 3+3 UPS 1000kW con batterie a vaso aperto autonomia 10' e monitoraggio batterie ,00 n. 2+2 UPS 200kVA con batterie a vaso aperto autonomia 10' e monitoraggio batterie ,00 n. 3+3 GE 2000kW con n. 6 serbatoi da litri ,00 Condizionamento locale UPS e batterie ,00 TOTALE IMPIANTI ELETTRICI , ,00 COSTI DI INSTALLAZIONE INIZIALI IMPIANTI TERMOFLUIDICI TRADIZIONALE INNOVATIVA Condizionatori , ,00 Chillers , ,60 TOTALE IMPIANTI TERMOFLUIDCI , ,60 COSTI DI INSTALLAZIONE IMPIANTI ELETTRICI + TERMOFLUIDICI TRADIZIONALE INNOVATIVA TOTALE IMPIANTI ELETTRICI + TERMOFLUIDCI , ,60 Maggior onere spazi (1.867 mq x euro/mq) ,00 TOTALE IMPIANTI CON ONERE SPAZIO EDIFICIO , ,60 COSTI PER MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI ELETTRICI Sostituzione cuscinetti (10 anno) Sostituzione batterie (10 anno) Sostituzione condensatori e ventilatori (7 anno) TRADIZIONALE , ,00 INNOVATIVA ,00 COSTI PER GESTIONE ANNUA TRADIZIONALE INNOVATIVA Costo per perdite energetiche e condizionamento , ,75

40 TOTAL COST OF OWNERSHIP (TCO) INTERO IMPIANTO (ELE+TFL) COSTO ANNUO IN EURO TRADIZIONALE INNOVATIVA anno energia istallazione totale energia istallazione totale manutenzione manutenzione , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,55 DATI UTILIZZATI Inflazione annua 3% Nella valutazione sono stati considerati i soli costi variabili tra le due soluzioni

41 TOTAL COST OF OWNERSHIP (TCO) INTERO IMPIANTO (ELE+TFL)

42 STIMA DEL PUE (POWER USAGE EFFECTIVENESS) ENERGIA ELETTRICA ASSORBITA NON IT (Pua) TRADIZIONALE INNOVATIVA Energia elettrica dissipata o utilizzata per conzionamento perdite [MWhe/anno] Energia elettrica assorbita non IT: luce, impianti speciali, ecc. (indipendente dal carico) [MWhe/anno] Energia elettrica assorbita non IT dipendente dal carico (distribuzione, perdite trasformatori, ecc.) [MWhe/anno] Totale energia elettrica assorbita non IT [MWhe/anno] - Pua ENERGIA ELETTRICA ASSORBITA IT (Pit) TRADIZIONALE INNOVATIVA Energia erogata al sistema IT - Pit [MWhe/anno] PUE Power usage effectiveness Rapporto tra energia totale assorbita e quella effettivamente erogata ai sistemi IT TRADIZIONALE INNOVATIVA PUE=Pt/Pit=(Pit+Pua)/Pit 1,51 1,25

43 CONCLUSIONI SUPERFICI (mq) CONFRONTO INGOMBRI IMPIANTISTICI TRADIZIONALE INNOVATIVA DESCRIZIONE m 2 m 2 Totale superfici Risparmio superfici Risparmio superfici % 23% TCO (Milioni Euro) 21 Milioni PUE 0 m2 TRADIZIONALE m2 INNOVATIVA

44 GRAZIE PER L ATTENZIONE AEITTS

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Sez 2a - FUNZIONAMENTO e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

Sez 2a - FUNZIONAMENTO e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE Sez 2a - FUNZIONAMENTO e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 26 MARZO 2014 dalle ore 14.30 alle ore 17.30 c/o Museo della Tecnica Elettrica Via Ferrata 3 27100 Pavia La soluzione Rete Picchi Cali di tensione Armoniche?

Dettagli

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti,

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, Data Center ELMEC Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, alimentazione e condizionamento. Con il nuovo

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Cagliari 8 maggio 2014 Prof. Ing. Carlo Bernardini SEER e SCOP Metodi di prova, valutazione a carico parziale e calcolo del rendimento stagionale

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Contratto di Conduzione, Manutenzione ed Adeguamento degli Impianti Tecnologici e delle Infrastrutture Edili

Contratto di Conduzione, Manutenzione ed Adeguamento degli Impianti Tecnologici e delle Infrastrutture Edili Contratto di Conduzione, Manutenzione ed Adeguamento degli Impianti Tecnologici e delle Infrastrutture Edili Telecom Italia - Internal Use Only - All rights reserved EVOLUZIONE MODELLO MANUTENZIONI INDUSTRIALI

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico prof. Gianluca Venturi Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

direttiva [ ecodesign ]

direttiva [ ecodesign ] Nuova direttiva [ ecodesign ] Direttiva 2009/125/EC A partire dal 01/01/2013, le importazioni di prodotti a bassa efficienza energetica SEER e SCOP saranno vietate in Europa La nuova direttiva è stata

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Uso Razionale dell energia nei centri di calcolo

Uso Razionale dell energia nei centri di calcolo RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Uso Razionale dell energia nei centri di calcolo M. Bramucci D. Di Santo D. Forni Report RdS/2010/221 USO RAZIONALE DELL ENERGIA NEI CENTRI DI CALCOLO M. Bramucci (Federazione

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO APPENDICE 2 APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ( a cura Ing. Emiliano Bronzino) CALCOLO DEI CARICHI TERMICI A titolo di esempio verrà presentato il calcolo automatico dei carichi termici

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

Riscaldare con il calore naturale

Riscaldare con il calore naturale Riscaldare con il calore naturale 2/3 Pompe di calore: riscaldare e raffrescare con il calore naturale L obiettivo di questo documento è fornire una panoramica completa sulle possibilità di riscaldare

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Cooling your industry, optimising your process.

Cooling your industry, optimising your process. Refrigeratori di liquido industriali condensati ad aria con compressori scroll in R40A Potenza frigorifera 7 66 kw Cooling your industry, optimising your process. Frutto della trentennale esperienza di

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

>> Investimento redditizio >> Fino al 70% di risparmio energetico >> Rispetto dell ambiente

>> Investimento redditizio >> Fino al 70% di risparmio energetico >> Rispetto dell ambiente SOLARE BIOMASSA POMPE DI CALORE CONDENSAZIONE Alezio POMPA DI CALORE ARIA/ACQUA EASYLIFE Facilità di utilizzo: da oggi è possibile! >> Investimento redditizio >> Fino al 70% di risparmio energetico >>

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 -

Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 - Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 - La gaa più completa di Sistemi VRF Esclusivo compressore HITACHI SCROLL ad Alta Pressione, garanzia di elevata resa e grande affidabilità nel tempo Scambiatori di calore

Dettagli

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza Watt e Voltampere: facciamo chiarezza White Paper n. 15 Revisione 1 di Neil Rasmussen > Sintesi Questa nota spiega le differenze tra Watt e VA e illustra l uso corretto e non dei termini utilizzati per

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM ARGOMENTI TRATTATI Il livello elevato Il disastro più diffuso e più probabile L'esempio da 10 miliardi di dollari per

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Circuiti Elettrici Corrente elettrica Legge di Ohm Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Leggi di Kirchhoff Elementi di circuito: voltmetri, amperometri, condensatori

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni PANORAMICA Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni Flessibilità, regolazione su richiesta ed efficienza energetica con i sistemi di climatizzazione ad acqua per interni di Swegon www.swegon.com

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47 Ed. 2.2-1/47 INDICE Pagina 1 SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4 DEFINIZIONI 3 5 CRITERI GENERALI 4 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Idrogeno - Applicazioni

Idrogeno - Applicazioni Idrogeno - Applicazioni L idrogeno non è una fonte di energia, bensì un mezzo per accumularla, un portatore di energia che potrà cambiare in futuro molti settori della nostra vita e, con la cella a combustibile,

Dettagli

motore e macchina. 2 Lo specifico dispositivo di distribuzione applicabile deve essere valutato caso per caso. Le cinghie dentate, ad

motore e macchina. 2 Lo specifico dispositivo di distribuzione applicabile deve essere valutato caso per caso. Le cinghie dentate, ad 0RWRULDGDOWDHIILLHQ]DHLQYHUWHU 'HVUL]LRQHGHOODWHQRORJLD I PRWRUL HOHWWULL DG DOWD HIILLHQ]D sono motori elettrici che, grazie a specifici accorgimenti costruttivi, a parità di potenza offrono rendimenti

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

Corso di energetica degli edifici. Impianti per il riscaldamento ambientale. Impianti di climatizzazione

Corso di energetica degli edifici. Impianti per il riscaldamento ambientale. Impianti di climatizzazione Corso di energetica degli edifici 1 Impianti di climatizzazione 2 Obiettivo di un impianto di climatizzazione destinato agli usi civili è quello di mantenere e realizzare, nel corso di tutto l anno ed

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo

ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo ROTEX HPSU Flex Type Pompe di calore per edifici nuovi e per la ristrutturazione. ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo HPSU Flex Type: la soluzione di climatizzazione

Dettagli

ENERGY SAVING MOTORS ECM IP65-IP66

ENERGY SAVING MOTORS ECM IP65-IP66 ENERGY SAVING MOTORS ECM IP65-IP66 Il nostro contributo al risparmio energetico e alla riduzione delle emissioni di CO2 È ormai universalmente riconosciuta la necessità di adottare misure efficaci mirate

Dettagli

Pompe di calore per la climatizzazione

Pompe di calore per la climatizzazione SPECIALE TECNICO Pompe di calore per la climatizzazione CO.AER CO.AER - Associazione Costruttori di Apparecchiature ed Impianti per la climatizzazione e le pompe di calore SPONSOR www.carel.com www.robur.it

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA

LA CORRENTE ELETTRICA L CORRENTE ELETTRIC H P h Prima che si raggiunga l equilibrio c è un intervallo di tempo dove il livello del fluido non è uguale. Il verso del movimento del fluido va dal vaso a livello maggiore () verso

Dettagli

proteggete il vostro investimento Soluzioni di assistenza Thermo Scientific per il controllo della temperatura

proteggete il vostro investimento Soluzioni di assistenza Thermo Scientific per il controllo della temperatura proteggete il vostro investimento Soluzioni di assistenza Thermo Scientific per il controllo della temperatura Servizio di assistenza Thermo Scientific per il controllo della temperatura ottenete il massimo

Dettagli

POSIZIONE DI AiCARR SUL D.Lgs. 28/11 PER GLI ASPETTI RIGUARDANTI LE RINNOVABILI TERMICHE

POSIZIONE DI AiCARR SUL D.Lgs. 28/11 PER GLI ASPETTI RIGUARDANTI LE RINNOVABILI TERMICHE POSIZIONE DI AiCARR SUL D.Lgs. 28/11 PER GLI ASPETTI RIGUARDANTI LE RINNOVABILI TERMICHE 2011 AiCARR via M. Gioia, 168-20125 Milano Tel. 02.67479270 - Fax 02.67479262 www.aicarr.org Prima edizione 2011

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo.

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Autoclave Autoclave Mod. RFL 122202A Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Protezione termica interna per i sovracarichi. Gira a secco

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale

Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale D. Iannuzzi, E. Pagano, P. Tricoli Report RSE/2009/46 Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente RICERCA SISTEMA ELETTRICO

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

PAGLIARDINIASSOCIATI. SistemaVMF. Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi

PAGLIARDINIASSOCIATI. SistemaVMF. Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi PAGLIARDINIASSOCIATI * SistemaVMF Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi Sommario VMF. Sistema Variable Multi Flow...3 Componenti principali del sistema VMF...5 Ventilconvettori con nuovi

Dettagli

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Argomenti principali Concetti fondamentali sull'atomo, conduttori elettrici, campo elettrico, generatore elettrico Concetto di circuito elettrico (generatore-carico)

Dettagli

Unità per sistemi a 4 tubi con smaltimento ad aria e ad acqua, con compressori scroll, vite e vite inverter, da 36 a 924 kw.

Unità per sistemi a 4 tubi con smaltimento ad aria e ad acqua, con compressori scroll, vite e vite inverter, da 36 a 924 kw. Unità per sistemi a 4 tubi con smaltimento ad aria e ad acqua, con compressori scroll, vite e vite inverter, da 36 a 924 kw. 2 l 3 Moderni edifici polifunzionali, centri coerciali, grandi complessi direzionali,

Dettagli

Nuova tecnologia solare Beretta

Nuova tecnologia solare Beretta Nuova tecnologia solare Beretta Risparmio, energia e ambiente Detrazioni fiscali del 55% Nei casi contemplati dalla normativa. 1 Beretta Clima: i professionisti del solare Beretta Clima, specializzata

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Il motore asincrono trifase

Il motore asincrono trifase 7 Giugno 2008 1SDC007106G0901 Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono trifase Generalità ed offerta ABB per il coordinamento delle protezioni Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22 pag. E- Descrizione Recuperatore di calore compatto con configurazione attacchi fissa (disponibili 8 varianti. Cassa autoportante a limitato sviluppo verticale con accesso laterale per operazioni d ispezione/manutenzione.

Dettagli