MOVIDA: LOBEFARO (PD), SENTENZA TAR E' VITTORIA LOBBY ALCOL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MOVIDA: LOBEFARO (PD), SENTENZA TAR E' VITTORIA LOBBY ALCOL"

Transcript

1 DROGANEWS L'alcol mette in ginocchio il cervello di: Redazione - fonte: Alcoholism, Clinical and Experimental Research risauthenticated=false&deniedaccesscustomisedmessage= Gli studi di neuroimmagine hanno dimostrato che l'abuso di alcol provoca danni micro strutturali della sostanza bianca cerebrale, specialmente nella parte definita "ginocchio" del corpo calloso che risulterebbe ridotta nello spessore. Una recente ricerca dell'università della California (USA) ha ipotizzato che queste alterazioni microstrutturali possano essere recuperate dopo un lungo periodo di astinenza dall'alcol. Secondo gli autori, nei pazienti detossificati si potrebbe trovare un recupero dell'integrità della sostanza bianca cerebrale a livello dei lobi frontali ed un aumentato spessore del corpo calloso, associato ad un miglioramento delle abilità di funzionamento cognitivo ai test neuropsicologici. Lo studio ha voluto esaminare 15 soggetti sia dopo due settimane che dopo un anno di astinenza dall'alcol confrontandoli con 15 soggetti di controllo non assuntori, sottoponendoli ad indagine di DTI (tensore di diffusione) mediante Risonanza Magnetica. L'analisi statistica dei dati ottenuti ha considerato l'effetto del gruppo, il periodo di astinenza e l'effetto di interazione misurando le variazioni dell'anisotropia frazionaria (FA), la diffusività radiale e assiale, i quali rappresentano degli indici quantitativi di integrità microstrutturale assonale e mielinica. Dopo due settimane di astinenza i soggetti mostrano una FA significativamente più bassa e una maggiore diffusività radiale rispetto ai soggetti di controllo, nell'area del ginocchio e nella parte centrale del corpo calloso. Gli stessi soggetti, valutati dopo un anno di astinenza mostrano una significativa interazione tra la variabile gruppo (astinenti versus controlli) e periodo di astinenza (15 giorni versus 1 anno) con una normalizzazione dei valori di FA e di diffusività radiale. Un piccolo gruppo di soggetti astinenti non ha tuttavia mostrato una normalizzazione dei valori. I ricercatori sottolineano inoltre come il gruppo di soggetti detossificati da circa un anno, mostrano un miglioramento della performance ad un test di memoria di lavoro (Digit Span Backward). Questi risultati suggeriscono la vulnerabilità di una particolare struttura cerebrale, il corpo calloso, agli effetti neurotossici dell'alcol, specialmente nella parte centrale e posteriore (corpo e ginocchio). Esiste tuttavia la possibilità potenziale di recupero per queste regioni dopo un lungo periodo di astinenza probabilmente dovuta a meccanismi che coinvolgono la ricostituzione mielinica. Omar M. Alhassoon, Scott F. Sorg, Michael et al. Callosal White Matter Microstructural Recovery in Abstinent Alcoholics: A Longitudinal Diffusion Tensor Imaging Study Alcoholism, Clinical and Experimental Research, L ADIGE Lettere Alpini Leggendo i giornali locali si ha l impressione che gli Alpini siano sempre gli stessi e cioè sinonimo di trasgressioni alcoliche e altro. Già, perché, non contenti di ricordarli come bevitori, i giornalisti ci hanno tenuto a dire che pullman di prostitute stavano arrivando a Bolzano come l onda lunga dello tsunami. Ma davvero queste persone hanno bisogno ancora di essere ricordate come trasgressori? Francamente credo che l Alpino oggi come oggi sia ben altro rispetto a quanto ci piace immaginare ma certo ci da fastidio crederlo sobrio o astinente quasi che sia un sacrilegio il fatto che tracanni una bottiglia di acqua. Vediamo solo quello che vogliamo vedere e non appagati per il vino creiamo anche orde di prostitute in affanno a cercare facili prede consumate dagli effetti della sostanza. Ed invece ordine, rifiuti circoscritti, visite ai musei con il tutto esaurito. Certo, le eccezioni probabilmente ci sono state ma anche i numeri sono ingenti. Si pensi che a Bolzano c erano trecentomila persone, molto più della metà degli abitanti del Trentino e francamente credo che domenica sia stato maggiore il consumo di alcolici da parte dell equivalente numero di trentini. Non è ancora pronto l abbinamento Alpini e gioco d azzardo ma per la prossima adunata si aggiungerà anche

2 questo connubio che andrà ad aggiungersi al vino, alla mortadella, alla polenta, alla carne salada. Alpino non è questo, o non solo questo ma il volontariato e le cose belle che fanno non sono parte del nostro giudizio. Ci piace dipingerli con i nostri difetti in una sorta di proiezione di noi stessi. E riderci sopra senza motivo con pensieri e stereotipi vecchi. Che piaccia o meno gli Alpini sono un indicatore che la cultura del bere sta cambiando. Cominciano a piacerci stili di vita che ci consentono di proteggere la nostra salute e quella della nostra famiglia, delle persone che ci vogliono bene. Franco Baldo AFFARITALIANI.LIBERO.IT Ordinanza anti-alcol, il Tar boccia Alemanno. Si potrà bere birra dopo le 23 Il tribunale amministrativo ha sospeso la proroga dell'ordinanza firmata dal sindaco il 16 marzo scorso, che vietava la somministrazione di sostanze alcoliche dopo le 23. Per il Tar non è sufficiente un singolo episodio di violenza a motivare l'atto. La movida notturna di Roma potrebbe essere quindi gestita con mezzi ordinari L'aggressione e il ferimento di un 17enne da parte di un ubriaco, vale a dire un singolo episodio di violenza, non è abbastanza per disporre una proroga dell'ordinanza anti alcol firmata dal sindaco di Roma. Con queste motivazioni il Tar sospende l'efficacia dell'ordinanza del 16 marzo scorso con cui il sindaco Alemanno aveva prorogato per altri sei mesi, e fino al 30 settembre prossimo, il divieto di vendita al dettaglio, o per asporto, di bevande alcoliche nei locali di Roma dopo le 23 Contestualmente l'ordinanza vietava la somministrazione e il consumo di alcol dalle 23 alle 6 del mattino, in tutte le zone in cui si concentra la movida capitolina. Contro il provvedimento però sono entrati in azione l'associazione Riprendiamoci la notte e circa 80 commercianti del centro storico di Roma, che hanno impugnato l'atto davanti al Tar. E ora conquistano una prima vittoria. Il tribunale amministrativo infatti, in sede di sospensiva, boccia Alemanno. E scrive nero su bianco che un singolo episodio di violenza non dà sufficientemente conto delle ragioni dell'adozione dell'atto e del perché la situazione non possa essere fronteggiata con mezzi ordinari. Cioè semplicemente ricorrendo ai controlli della polizia municipale. Per il Tar inoltre la reiterazione di ordinanze dello stesso contenuto contenuto sembra escludere la presenza della contingibilità ed urgenza della situazione, presupposto necessario per l'esercizio del potere sindacale. L'ordinanza di Alemanno insomma è potenzialmente idonea a prolungare gli effetti di un provvedimento d'urgenza, che dovrebbero invece essere limitari nel tempo. Le polemiche dunque tornano a piovere sul sindaco, che replica seccamente: Valuteremo se impugnare la sospensiva al Consiglio di Stato. Intanto, il Tar ha fissato al prossimo 18 dicembre la trattazione nel merito del ricorso. AGENPARL.IT MOVIDA: LOBEFARO (PD), SENTENZA TAR E' VITTORIA LOBBY ALCOL (AGENPARL) - Roma, 17 mag - "Stupisce la decisione del Tar del Lazio di sospendere la proroga fino al 30 settembre prossimo dell' ordinanza antialcol. Tra norme inapplicabili, malfatte o inesistenti e sentenze dei tribunali a complicare la situazione, il centro storico pare ormai in balia delle lobby più potenti. Questa volta sulla sicurezza, il decoro, le tante battaglie dei residenti prevalgono gli interessi dei venditori di alcol. E davvero avvilente questo boicottaggio del contrasto al degrado. L'ordinanza antivetro e antialcol è infatti una norma ragionevole per porre freno ad eventuali comportamenti antisociali, che ha sempre avuto soltanto bisogno di essere applicata davvero, con controlli sistematici e senza sconti per nessuno. Lo dichiara in una nota Giuseppe Lobefaro, consigliere del Pd alla Provincia di Roma. "Paradossale - sottolinea - che associazioni schierate contro l ordinanza abbiano nomi come Riprendiamoci la notte. In questi anni abbiamo infatti assistito ad un progressivo degrado del centro storico, con sicurezza e quiete mai restituite ai cittadini. E chiaro che l ordinanza antialcol non può essere l unico strumento per combattere il binomio alcol-degrado. Di certo

3 non ci si può affidare esclusivamente alla propaganda e agli spot sulla tolleranza zero, a fronte di una confusione amministrativa che agevola soltanto l affermazione dei poteri economici forti. Lobefaro conclude: Dopo questa sentenza e senza prevenzione, nè regole certe, ci chiediamo come Alemanno potrà garantire gli impegni presi anche con l associazione Piazza di Spagna e oggetto di articolo sui quotidiani di oggi. ASCA Ue: tra 5 e 20% europei consuma droga e alcol su posto di lavoro (ASCA) - Roma, 17 mag - Tra il 5% e il 20% dei lavoratori europei ha un problema legato al consumo di alcol e droghe sul posto di lavoro. Lo denuncia oggi un rapporto di Eurofound, la fondazione Ue per il miglioramento delle condizioni di vita nei 27 stati membri, presentato nel corso della conferenza sulla prevenzione di alcool e droghe sul posto di lavoro organizzata a Strasburgo dal Consiglio d'europa. Per quanto riguarda l'italia, il dossier rivela una ricerca condotta nel 2007 su 3 mila persone tra i 18 e 35 anni da cui risulterebbe che il 13,5% ha fatto uso di cannabis nell'arco dei 12 mesi precedenti, mentre per cocaina, acidi e oppiacei le percentuali sarebbero rispettivamente del 4,5%, 1,2% e 1%. BERGAMOSERA.COM Maria De Filippi: da giovane ho esagerato con l alcol Una Maria De Filippi inedita. La Signora di Mediaset si confessa senza riserve sulle pagine di Vanity Fair e stupisce tutti. Sì, ne ho combinate davvero tante. Se uscivo con gli amici, per smollare i freni inibitori bevevo tantissimo. I miei week-end a Cervinia erano pieni di Negroni, vodka lemon e tequila boom boom rivela Maria De Filippi Oggi sono astemia. Smisi quando un giorno, al bar delle guide dove andavo ogni sera, ordinai un caffe. Il barista mi chiese se volevo la correzione: erano le 11 di mattina. Oggi Maria è felice, da oltre vent anni, accanto a Maurizio Costanzo e a chi le chiede come sarà, se un giorno lui non sarà più al suo fianco lei risponde: No. Perche per me sara veramente un disastro, come quando e morto mio padre Maurizio e piu realista, spesso ne parla, e mi fa diventare matta. Non lo voglio sentire Si diverte a dire cose come quando non ci saro piu, oppure tu sarai la persona che mi terra la mano fino all ultimo momento. Sara terribile. Non voglio pensarci. OGGI TREVISO LE SEQUESTRANO L'AUTO APPENA ACQUISTATA Una 32enne opitergina positiva all'alcoltest lungo la Postumia a Ponte di Piave PONTE DI PIAVE Le sequestrano l auto appena comprata. È accaduto a una 32enne opitergina sulla strada per casa. La ragazza aveva scelto di festeggiare con gli amici l acquisto della sua nuova BMW, ma durante il ritorno a casa, lungo la Postumia, in località Ponte di Piave, è stata fermata dalle forze dell ordine che hanno notato il procedere un po incerto dell auto. Dunque la 32enne è stata sottoposta all alcoltest, venendo pizzicata con un tasso alcolemico di 1,15 gr/l. Per lei sequesto del mezzo, ritiro della patente e denuncia per guida in stato di ebbrezza. L ARENA di Verona PESCHIERA. Lunedì i risultati del progetto Abuso di alcol tra i giovani: ecco come prevenirlo Il Comune e il Rotary club locale sono i promotori dell iniziativa

4 «Genitori attenti»: uno slogan diretto per richiamare l attenzione dei genitori sul problema giovani e alcool; e per annunciare la conferenza in programma per lunedì, a Peschiera del Garda alle 18, nella Sala conferenze della Biblioteca civica (primo piano caserma Cacciatori). Nel corso dell incontro, organizzato e promosso dal Comune e dal Rotary club arilicense, sarà illustrato il risultato del progetto dal titolo «Che piacere» che ha portato due psicologhe a confrontarsi con i ragazzi della locale scuola secondaria di primo grado sul delicato e sempre attuale tema dell abuso di alcool e della sua prevenzione. «Spero davvero che molti genitori vorranno approfittare di questa occasione perché, purtroppo, l età media in cui gli adolescenti iniziano a far uso di alcool continua ad abbassarsi, indipendentemente dal fatto che si tratti di ragazzi o ragazze», spiega il vice sindaco e assessore al sociale Maria Orietta Gaiulli. Le psicologhe che hanno incontrato gli studenti, Eva Campognolo Masconale e Giulia Piccinni Leopardi, saranno affiancate dal professor Franco Pajno Ferrara, tra i coordinatori dell intero progetto che a Peschiera è stato realizzato in collaborazione e con il contributo economico, oltre che del Comune, del locale Rotary Club. «Sono stati i Rotary veronesi a muoversi su questo fronte e come amministrazione siamo stati ben lieti che il progetto abbia riguardato anche il nostro territorio», aggiunge l assessore Gaiulli. Che nell occasione ringrazia «il club, e in particolare l attuale presidente Federico Di Francesco Eklund e Carlo Reveland, i nostri servizi educativi che hanno supportato l iniziativa». G.B. LA SICILIA Ubriaco al volante sbanda e picchia un automobilista Un incensurato marocchino di 30 anni è stato arrestato, a Castel di Iudica, con l'accusa di guida in stato di ebbrezza, lesioni personali e danneggiamento. Secondo i carabinieri della locale stazione, l'extracomunitario sarebbe risultato positivo al controllo del tasso alcolemico. Le contestazioni dei militari sono scattate dopo un incidente stradale autonomo: l'uomo, mentre percorreva la Sp 25/II a bordo di un furgone Ford Transit, ha perso improvvisamente il controllo. Nonostante le ferite lacero-contuse riportate alla testa, si sarebbe violentemente scagliato contro un ignaro automobilista, che avrebbe voluto prestargli soccorso, causando danni alla sua auto per circa 8mila euro. L'aggressore è stato poi soccorso all'ospedale di Caltagirone, mentre allo sfortunato passante è stata riscontrata, al presidio sanitario di Paternò, una ferita alla mano destra e un lieve trauma cranico. Lo straniero è stato accompagnato a Catania nella casa circondariale di piazza Lanza. LUCIO GAMBERA MODENAQUI.IT «Sono molesti e spesso ubriachi» Gli abitanti raccontano le tensioni con i senza dimora Un puzzle di racconti che vanno a formare la fotografia di un angolo della Circoscrizione 4. Sono stati decine i residenti di Saliceta San Giuliano che due sere fa, in un Assemblea Pubblica in parrocchia, hanno raccontato episodi di ordinaria insicurezza. Racconti che anche noi di ModenaQui abbiamo verificato di persona, ieri, lanciandosi in una perlustrazione nelle campagne intorno a strada Contrada. Bivacchi, accattonaggio e furti. E un trittico di microcriminalità pura quello confidato mercoledì sera dagli abitanti della zona. «Abito in via Giotto e alla sera vedo passare regolarmente molti stranieri diretti verso via Contrada. Ci accorgiamo del loro passaggio per la puzza di alcol che si portano dietro», ha confidato un residente. «Fanno schiamazzi e spesso bivaccano intorno alla pizzeria Gioconda.

5 Quando poi passo in bici mi chiedono a volte del denaro e se non glielo dò mi rispondono male e diventano insistenti. Io sono un uomo e posso difendermi ma se è una donna a ritrovarsi nella stessa situazione?». E se i gruppi molesti invadono letteralmente le vie intorno a via Panni («anche i furti nei garage sono sempre più frequenti», hanno denunciato altri abitanti), nell area resta attuale anche il problema accattonaggio nei parcheggi del Lidl in viale Amendola e del Conad al Villaggio Zeta. «C è dietro chiaramente un organizzazione. - ha continuato ancora il residente di via Giotto - Più di una volta ho visto un signore più anziano passare al Lidl, dare del cibo ai ragazzi che chiedono l elemosina e dargli ordini su cosa fare». E se poi qualcuno non è disposto a dare almeno una moneta ecco che può scattare anche l offesa. «Mia moglie è invalida e andiamo quasi sempre a fare la spesa al Conad al Villaggio Zeta. Se capita il giorno che lei non può dare il solito euro ai mendicanti parte la parola pesante e sono stanco», è intervenuto amareggiato un altro dei presenti alla riunione. E come in una mappa in continua evoluzione, anche i bivacchi vengono sgomberati dalle autorità per poi riprendere vita, a distanza di pochi giorni, da qualche altra parte, nascosti tra sterpaglie, mura pericolanti e condizioni igieniche proibitive. Una giungla dove il rischio è sempre in agguato. «Io abito in via Chiesa - ha confidato esasperata una signora anziana durante l assemblea - e nella casa disabitata al numero 25 c è sempre qualche straniero che va a rifugiarsi la notte, a volte anche delle famiglie di Rom. L odore della sporcizia arriva fino a casa mia e nemmeno le bestie vivono così». E si sa, senza riscaldamento è obbligo ricorrere ai fuochi di fortuna. «Qualche mese fa è scoppiato l ennesimo incendio là dentro - ha aggiunto la residente - e se non intervenivano i pompieri le fiamme sarebbero arrivate fino a casa mia». Rifugi disseminati ovunque, anche oltre strada Contrada, nella campagna più isolata. Come testimoniato da un altro degli abitanti di Saliceta: «Vado spesso in strada delle Fornaci con la bici e in una porcilaia ci sono materassi e vestiti. E chiaro come sia il rifugio di un gruppo di disperati, molti dei quali prima di andare a dormire passano vicino casa nostra ubriachi». Racconti di disagi quotidiani verificati da noi stessi con un breve giro intorno a strada Contrada. Qui di casolari abbandonati ce sono molti, così come tante sono le tracce di ospiti notturni che cercano di nascondersi nella notte delle campagne di Saliceta. Vincenzo Malara VITERBO OGGI Con coltello da cucina minaccia moglie e figli Un 45enne arrestato dopo la richiesta d'aiuto arrivata da uno dei figli VITERBO - Un 45enne romeno, residente nella frazione viterbese di Sant Angelo, è finito in manette per maltrattamenti in famiglia e tentate lesioni. I Carabinieri della stazione di Celleno sono intervenuti su richiesta del maggiore dei suoi tre figli che, alla Centrale del Reparto Operativo di Viterbo, aveva chiesto un immediato intervento dei militari per aiutarlo a fermare il genitore che, armato di un grosso coltello da cucina, stava minacciando e cercando di colpire la mamma ed i suoi due fratelli. Gli uomini dell'arma, arrivati subito nell abitazione del 45enne, sono riusciti a disarmarlo ed a portarlo alla calma. L uomo, in evidente stato di ubriachezza, al termine di un litigio familiare, aveva tentato di colpire con il coltello sia la moglie che i due figli più piccoli. Arrestato, l uomo ha poi patteggiato la pena a 10 mesi di reclusione. NOTIZIE.TISCALI.IT Usa, trovata morta Mary Kennedy, l'ex moglie di Robert kennedy Jr.

6 Bedford (New York, Usa), 17 mag. (LaPresse/AP) - Mary Richardson Kennedy, moglie separata da Robert Kennedy Jr., è stata trovata morta in una proprietà della famiglia in un sobborgo di New York. Le autorità non hanno reso note le cause della morte della donna e un'autopsia è prevista per oggi. Mary Kennedy, 52 anni, era architetto e designer. Aveva avuto problemi di alcol ed era stata arrestata due volte per questioni di alcol e prescrizioni mediche nello stesso periodo in cui il marito chiese il divorzio nel Robert Kennedy Jr. è un noto avvocato che si occupa di cause ambientali ed è figlio del senatore Robert F. Kennedy detto Bob, assassinato nel 1968, e nipote del presidente John Fitzgerald Kennedy, ucciso nel 1963.IL MATRIMONIO CON ROBERT JR. Mary Richardson era la seconda moglie di Robert Kennedy Jr., dal quale ha avuto i suoi quattro figli, il più giovane dei quali è nato a luglio del Robert ha inoltre altri due figli dal matrimonio precedente. I due si erano sposati nel 1994 a bordo di un'imbarcazione nella valle del fiume Hudson. A maggio del 2010, nel periodo in cui il marito presentò richiesta di divorzio, Mary Kennedy fu arrestata per guida sotto effetto dell'alcol e le fu sospesa la patente perché aveva un tasso alcolemico dello 0,11%, contro lo 0,08 consentito. Successivamente fu anche accusata di aver guidato sotto l'effetto di farmaci, ma a luglio 2011 le accuse vennero fatte cadere perché un giudice stabilì che la donna non era consapevole che l'assunzione delle medicine avrebbe compromesso la sua capacità di guidare. LA FAMIGLIA KENNEDY. Questo episodio si aggiunge alle tante tragedie legate alla famiglia Kennedy. Oltre agli omicidi dei due fratelli John Fitzgerald Kennedy e Bob, il figlio minore del primo John Fitzgerald Kennedy Jr. morì in un incidente aereo con la moglie e la cognata nel In una nota emessa dopo la diffusione della notizia, Robert Kennedy Jr. afferma che Mary Kennedy "ha ispirato la nostra famiglia con la sua gentilezza, il suo amore, il suo animo gentile e lo spirito generoso". Anche il legale della famiglia Richardson ha diffuso una nota. "Ci rammarichiamo per la morte della nostra amata sorella Mary, il cui spirito radioso e creativo mancherà molto a chi la amava", afferma la famiglia stringendosi nel dolore intorno ai figli della donna.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare. Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro)

Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare. Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro) Fidarsi tra operatori: la collaborazione tra professionisti nel processo di affido familiare Lecco, 28 gennaio 2010 (2 incontro) Costanza Marzotto Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia, Università

Dettagli

L ESAME PER LA PATENTE

L ESAME PER LA PATENTE L ESAME PER LA PATENTE Abdelkrim.: Ciao, Mario. Mario: Ciao, Abdelkrim. Dove vai? Abdelkrim: Sono stato a fare l esame per la patente. E tu? Mario: Vado a fare i documenti perché anch io devo fare la patente.

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 Nome ROSAMARIA CONTI Funzione strumentale/referente progetto LIBERI DA LIBERI PER Ore stanziate dal Fondo d Istituto

Dettagli

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO II I destinatari del diritto Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Brani tratti da Lettere di donne che amano troppo Robin Norwood

Brani tratti da Lettere di donne che amano troppo Robin Norwood Brani tratti da Lettere di donne che amano troppo Robin Norwood Giornata Mondiale per l Eliminazione delle Violenza sulle Donne Le vie della dipendenza relazionale sono spesso tracciate da un trauma infantile

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Alcuni dati. In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120.000 vittime all'anno.

Alcuni dati. In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120.000 vittime all'anno. Alcuni dati In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120.000 vittime all'anno. Secondo fonti statistiche,sono 6500 i soli bambini che muoiono annualmente per incidenti

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Cattive pratiche e dolore

Cattive pratiche e dolore Il dolore nelle sue molteplici forme implicazioni assistenziali Cattive pratiche e dolore Livia Bicego giovedì, 4 marzo 2010 Teatro del Parco di San Giovanni Savona, 15 giugno 2009 Ospizio lager: dove

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

A me è piaciuta tutta la storia però la parte che preferisco è quella in cui Dorothy ritorna nel Kansas grazie alle scarpette magiche:ha battuto tre volte i tacchi,ha chiuso gli occhi e si è ritrovata

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO La frase: IL SOGGETTO Leggi le seguenti frasi e sottolinea il soggetto: 1. Marco va a trovare la nonna. 2. Il cane ha morso il postino. 3. E caduta la bottiglia del latte. 4. Sono solito fare i compiti

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA Molto spesso arrivo a scuola in ritardo per colpa di un semaforo che diventa verde dopo molto tempo o di persone in auto che non mi vogliono far passare sulle

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

Consumo di bevande alcoliche. Indagine statistica tra gli studenti dell Istituto Scalcerle. svolta nell a.s. 2014/15 dalle classi 4 e sanitario

Consumo di bevande alcoliche. Indagine statistica tra gli studenti dell Istituto Scalcerle. svolta nell a.s. 2014/15 dalle classi 4 e sanitario Consumo di bevande alcoliche Indagine statistica tra gli studenti dell Istituto Scalcerle svolta nell a.s. 2014/15 dalle classi 4 e sanitario Presentazione del lavoro Nel corso dell anno scolastico 2014/15,

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

ALCOL e DROGA, SBALLO DA MORIRE

ALCOL e DROGA, SBALLO DA MORIRE ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2100 ITALIA CLUB : BATTIPAGLIA e CAMPAGNA VALLE DEL SELE ISTITUTO COMPRENSIVO G. PALATUCCI Quadrivio di CAMPAGNA ALCOL e DROGA, SBALLO DA MORIRE Evento Educativo sulle droghe

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo?

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo? Intervista rilasciata su videocassetta dalla Sig.ra Miranda Cavaglion il 17 giugno 2003 presso la propria abitazione in Cascine Vica, Rivoli. Intervistatrice: Prof.ssa Marina Bellò. Addetto alla registrazione:

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 11 I nemici della coppia Sono molti e di diversa natura i problemi e le

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

IN COMUNE UNITÁ 8. (allo sportello)

IN COMUNE UNITÁ 8. (allo sportello) IN COMUNE Sanit: Bogosò: Sanit: Bogosò: Sanit: Bogosò: Sanit: Ciao, Bogosò, come stai? Io sto bene e tu? Questi sono i miei bambini: Fortunato e Faduma. La mia bambina, invece, è a casa. Che cosa fai in

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

Ristorante "Il Rusticone, Bienne

Ristorante Il Rusticone, Bienne Ristorante "Il Rusticone, Bienne Il datore di lavoro Salvatore Trovato È stata una coincidenza felice: quando M. mi ha proposto di lavorare da me al ristorante "Rusticone", stavo giusto cercando un nuovo

Dettagli

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI GRUPPO DI EBREI ADOTTATI Il 15 giugno 2009, pranzai presso la Villa Immacolata a Torreglia (PD), nello stesso tavolo con la signora Alberoni Angelina detta Imelda di Vigodarzere. In quella circostanza

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione La Salute vien mangiando dalla nascita. Associazione Culturale "Giuseppe Dossetti: i Valori"

P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione La Salute vien mangiando dalla nascita. Associazione Culturale Giuseppe Dossetti: i Valori P.A.N. Prevenzione Alimentazione Nutrizione La Salute vien mangiando dalla nascita 1 Roma, 25 ottobre 2006 CAMERA DEI DEPUTATI Palazzo Marini, Sala delle Conferenze Via del Pozzetto, 158 Roma 2 Centro

Dettagli

Alcool, prima causa di morte per i giovani maschi europei CNN

Alcool, prima causa di morte per i giovani maschi europei CNN L'alcool è uno dei principali fattori di rischio per la salute e il benessere degli individui! E' una sostanza tossica, potenzialmente cancerogena e, come le sostanze illegali, può indurre dipendenza.

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

DEMETRA DONNE IN AIUTO Centro antiviolenza DATI STATISTICI 2012

DEMETRA DONNE IN AIUTO Centro antiviolenza DATI STATISTICI 2012 Centro Antiviolenza DEMETRA DONNE IN AIUTO Centro antiviolenza DATI STATISTICI 2012 L Associazione Demetra Donne in aiuto è stata fondata il 25 luglio del 2005 per aprire anche nel territorio lughese un

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Il 6 dicembre 2013, grazie alla collaborazione tra il Liceo Scientifico G. Galilei e L Associazione AMU-Azione per un Mondo Unito

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura Comune di Assago Area Istruzione e Cultura I diritti dei bambini in parole semplici Il Consigliere delegato alla cultura Emilio Benzoni Il Sindaco Graziano Musella L Assessore alla Pubblica Istruzione

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015 CONFIMI Rassegna Stampa del 24/09/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

INTERVISTE DURANTE ASTA DI BICICLETTE DELL'ALTRA BABELE 11 MAGGIO 2013

INTERVISTE DURANTE ASTA DI BICICLETTE DELL'ALTRA BABELE 11 MAGGIO 2013 INTERVISTE DURANTE ASTA DI BICICLETTE DELL'ALTRA BABELE 11 MAGGIO 2013 40 anni, lavoratrice la ricettazione è la rivendita di cose rubate (cellulari, bici, qualsiasi cosa). È illegale anche acquistare

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

RIFLESSIONI SULLA CAMPAGNA DI EDUCAZIONE STRADALE

RIFLESSIONI SULLA CAMPAGNA DI EDUCAZIONE STRADALE RIFLESSIONI SULLA CAMPAGNA DI EDUCAZIONE STRADALE Anno scolastico 2014-2015 La nostra scuola intende promuovere le campagne di sensibilizzazione per una guida più sicura. Quest anno in particolare abbiamo

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 2 2 La cucina dai sapori africani S O M M A R I O In Prima 1 Pulizie 2 Eventi 3 Manutenzione 3 Articolo 4 Fashion Pazzi di caffè 5 La cucina è il settore

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli