L'anno duemilaquindici il giorno ventidue del mese di settembre alle ore 10,00 e seguenti, nella Casa Comunale e nella

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L'anno duemilaquindici il giorno ventidue del mese di settembre alle ore 10,00 e seguenti, nella Casa Comunale e nella"

Transcript

1 N. di Prot ^ COMUNE DI LIMINA PROVINCIA DI MESSINA N.61 reg. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO:Adesione per l'apertura di un conto corrente postale dedicato al servizio idrico/acquedotto ed al servizio accessorio denominato "BANCO POSTA - INCASSO TRIBUTI LOCALI (LTX.)" per stampa, spedizione e rendicontazione dei bollettini di versamento. L'anno duemilaquindici il giorno ventidue del mese di settembre alle ore 10,00 e seguenti, nella Casa Comunale e nella consueta sala delle adunanze, in seguito ad invito di convocazione, si è riunita la Giunta Municipale con l'intervento dei Signori: 1. Prof. Marcello Bartolotta Sindaco 2. Sig. Cannavo' Francesco Filippo Assessore 3. Sig.Ra Spadaro Jenny Concetta Assessore 4. Sig. Saglimbeni Sebastiano Assessore 5. Non sono intervenuti l'assessore Ricciardi Filippo Presiede il Sindaco Prof. Marcello Bartolotta Partecipa il Segretario del Comune Dott. Antonino Lo Monaco Il Presidente, constatato che il numero dei presenti è legale, dichiara aperta la seduta e invita i convenuti a deliberare sull'argomento in oggetto specificato. LA GIUNTA MUNICIPALE Visto che, ai sensi dell'art. 53 della legge 8 Giugno 1990, n. 142, recepito dalla L.R. n. 48/91, sulla proposta di deliberazione in oggetto hanno espresso: il responsabile del servizio interessato, per la regolarità tecnica, parere FAVOREVOLE il responsabile di ragioneria, per la regolarità contabile, parere FAVOREVOLE

2 VISTA la proposta di deliberazione riguardante l'oggetto predisposta dal servizio interessato, alleg; al presente provvedimento del quale costituisce parte integrante e sostanziale; FATTO PROPRIO RITENUTO VISTO VISTA CON il contenuto formale e sostanziale del provvedimento proposto; che la proposta di che trattasi sia meritevole di approvazione; l'ordinamento Regionale Enti Locali, approvato con L.R. 15 Marzo 1963; la legge 08 Giugno 1990, N.ro 142 cosi come recepita dall'art. 1 della legge 11 Dicembri 1991, N.ro 48; votazione "UNANIME" espressa nei modi di legge. DELIBERA Di approvare e far propria l'allegata proposta di deliberazione avente per oggetto:adesione per l'apertura di un conto corrente postale dedicato al servizio idrico/acquedotto ed al servizio accessorio denominato "BANCO POSTA - INCASSO TRIBUTI LOCALI (I.T.L.)" per stampa, spedizione e rendicontazione dei bollettini di versamento, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto. Di dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo ai sensi dell'art 12 della L.R. 44/91.

3 i i 1 IUNE DI LUMINA Prov. Di Messina - Piazza xxv Aprile tel fax PROPOSTA DI GIUNTA COMUNALE Il Responsabile Area Finanziaria: dr.ssa Rosa Puliatti OGGETTO: ADESIONE PER L'APERTURA DI UN CONTO CORRENTE POSTALE DEDICATO AL SERVIZIO IDRICO/ACQUEDOTTO ED AL SERVIZIO ACCESSORIO DENOMINATO "BANCO POSTA - INCASSO TRIBUTI LOCALI (I.T.L.)" PER STAMPA, SPEDIZIONE E RENDICONTAZIONE DEI BOLLETTINI DI VERSAMENTO. Premesso: che il Comune ha la esigenza di aprire un nuovo rapporto di Conto Corrente Postale dedicato al Servizio Idrico/Acquedotto per ottimizzare il servizio stesso; «che il Servizio Idrico/Acquedotto del Comune ritiene necessario snellire il servizio di riscossione delle entrate relative ai servizi di Riscossione delle bollette; Dato atto che Poste Italiane S.p.A. ha presentato una offerta,che si allega al presente atto, dalle quali si evince la proposta di Poste Italiane. Precisato che Poste Italiane S.p.A. ha proposto un servizio connesso al Conto BancoPosta di estrema utilità per l'espletamento di tali funzioni da parte dell'ente Locale, fra i quali, in specifico: produzione avviso e bollettino, stampa ed imbustamento; per l'attività di recapito sarà applicata la tariffa di corrispondenza richiesta dal comune e prevista dailo standard del servizio universale erogato da Poste Italiane SpA; «commissione di accredito dei bollettino; rendicontazione bancoposta impresa on line (b.p.i.o.l); incasso dei bollettini presso tutti gli Uffici Postali; incasso dei bollettini tramite canali telematici, quali ad esempio: Bancoposta OnLine, portali Internet Banking delle Banche convenzionate, rete Federazione Italiana Tabaccai, accettazione a domicilio, su appuntamento, mediante Terminale/POS inuso a molti portalettere telematici e ecc; Considerato : che i prezzi in vigore - che sono esenti dall'applicazione dell' IVA. ( ai sensi del 16 comma, dell'art. 10 del D.P.R. 633/72 ). Perl'attivazione dei servizi di recapito sono i seguenti -spesa per il recapito dell'avviso in posta massiva nei Comuni "Area extraurbana" (EU) area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 0 o 8. 0,55; -spesa per il recapito dell'avviso in posta massiva fuori dei Comuni "Capoluogo di provincia" (CP) area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 1 o 9, 0,45; -spesa per il recapito dell'avviso in posta massiva nei Comuni"Arca metropoli tana'- (AM) area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei Codici di Avviamento Postale con terza cifra 1 o 9. appartenenti ai Comuni di' Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna. Firenze, Roma, Bari e Napoli. 0,30; Inoltre che i prezzi in vigore - che sono esenti dall'applicazione dell' I.V.A. ( ai sensi del Tcomma, dell'art. 10 del D.P.R. 633/72 ). Per l'attivazione dei servizi di cui sopra sono i seguenti: -acquisizione del flusso, stampa avviso e bollettini, commissione incasso e rendicontazione (avviso al debitore con pluribo llettino) g 0,40 -commissione di impagato, calcolata a conguaglio entro la fine di aprile dell'anno successivo a quello di emissione del flusso (avviso al debitore con pluribollettino) acquisizione del flusso, stampa avviso e bollettini, commissione incasso e rendicontazione (avviso al debitore con monobollettino) 0 55 commissione di impagato, calcolata a conguaglio entro la fine di aprile dell'anno successivo a quello di emissione del flusso (avviso al debitore con monobollettino) 0 35

4 In più -Tasso creditore annuo nominale. Per il calcolo degli interessi si fa riferimento all'anno civile. Per i soli conti correnti sui quali sia attivo il servìzio Incasso Tributi Locali % (valido per la ckirata del contratto).^.,, 0,50% lordo -Canone annuo BPIOL profilo inforntativo fbpiol INFO) per i conti correnti sui quali sia attivo il servizio Incasso Tributi Locali Gratuito (canone è dovuto per persona fisica abilitata ad operare con firma digitale) -In regime di convenzione non saranno applicate le commissioni di incasso, per ogni bollettino incassato pari a 0,34. Il suddetto canone sarà applicato per la durata del contratto Incasso Tributi Locali. Le condizioni, come sopra esplicitate, fanno riferimento al Foglio Informativo Banco Posta n. 52 del 23/06/2015; Ritenuto, pertanto, necessario richiedere a Poste Italiane S.p.A. l'apertura di un nuovo Conto Corrente Postale dedicato al Servizio Idrico/Acquedotto e l'attivazione del servizio connesso denominato "Bancoposta - Incasso Tributi Locali (I.T.L.) riguardanti il Servizio Idrico/Aquedotto del Comune e per le funzioni sopra riportate, approvando gli allegati facente parte integrante e sostanziale del presente atto; Visto l'art. 107 del D.lgs 267/2000; PROPONE 1) di aderire, per i motivi esposti in premessa, all'apertura di un nuovo Conto Corrente Postale dedicato al Servizio idrico/acquedotto e dei servizi sopramenzionati ad esso connesso, allegando la modulistica che ne fa' parte integrante e sostanziale del presente atto; 2) di dare atto che i prezzi in vigore - che sono esenti dall'applicazione dell' I.VA. ( ai sensi del 16 cormna, dell'art. 10 del D.P.R. 633/72 ). Perl'attivazione dei servizi di recapito sono i seguenti: -spesa per il recapito dell'avviso in posta massiva nei Comuni ".Area extraurbana" (EU) area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 0 o 8. 0,55; -spesa per il recapito dell'avviso in posta massiva fuori dei Comuni "Capoluogo di provincia" (CP) area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 1 o 9, 0,45; -spesa per il recapito dell'avviso in posta massiva nei Comuni'Area metropolitana" (AM)area di destinazione delia corrispondenza individuata dall'insieme dei Codici di Avviamento Postale con terza cifra 1 o 9, appartenenti ai Comuni di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Bari e Napoli. 0,30; Inoltre di dare atto che i prezzi in vigore - che sono esenti dall'applicazione dell' I.V.A. ( ai sensi del 16 comma, dell'art. Ì0 del D.P.R. 633/72 ). Per l'attivazione dei servizi di cui sopra sono i seguenti: -acquisizione del flusso, stampa avviso e bollettini, commissione incasso e rendicontazione (avviso al debitore con pluribollettino) 0,40 -commissione di impagato, calcolata a conguaglio entro la fine di aprile dell'anno successivo a quello di emissione del flusso (avviso al debitore con pluribollettino) 0,20 acquisizione del flusso, stampa avviso e bollettini, commissione incasso e rendicontazione (avviso al debitore con monobollettino) 0,55 commissione di impagato, calcolata a conguaglio entro la fine di aprile dell'anno successivo a quello di emissione del flusso (avviso al debitore con monobollettino) 0,35 In più -Tasso creditore annuo nominale. Per il calcolo degli interessi si fa riferimento all'anno civile. Per i soli conti correnti sui quali sia attivo il servizio Incasso Tributi Locali {valido per la durata del contratto) 0,50% lordo -Canone annuo BPIOL profilo informativo (BPIOL INFO) per i conti correnti sui quali sia attivo il servìzio Incasso Tributi Locali Grani ito (canone è dovuto per persona fisica abilitata ad operare con firma digitale) -In regime di convenzione non saranno applicate le commissioni di incasso, per ogni bollettino incassato pari a 0,34. Il suddetto canone sarà applicato per la durata del contratto Incasso Tributi Locali. Le condizioni, come sopra esplicitate, fanno riferimento al Foglio Informativo Banco Posta n. 52 del 23/06/2015;

5 Da: Inviato il: A: Ce: Oggetto: Ard izzon tei ta liane.it S-set :35 "ragioneria, comunsliminaiaivirgilio.it" < ragioneria.comunelimina Virgilio.it> I: Comune di Limina : Apertura di un nuovo Conto Corrente Postale dedicato al Canone Idrico e l'attivazione dei servizi connessi Jk_ITL ( Incasso Tributi Locali ). Allegati: CONDIZIONIjCONTRATTUALi_C0NTO_BPJW.pdf (107K) -'~:C0NTRATT0_QUADRO_CONTI_BANCOPOSTA_IMPRESA E_PA.pdf (103K) FI CBI_PA_- (2Ì6K) CONTO_CORRENTE_BANCOPOSTA_PUBBUCA^AMMINISTRAZIONE-_PER_PUBBLICHE_AMMINISTRAZIONI_-_IMPR.cjdf -C"_MODULO_GESTIOME_RICHIE5TE DLAPERTURA_SEMPLIFICATA_CONTO_BP_PA_PER_INCASSO_DEI_TRIBUTI.pdf (73K) ^rjrendicontazione_telematica_bollettiivi_modulo_di_richiesta.pdf - ^:RICH]ESTA_DI_A7TIVAZI0NE_5ERVI2I0_-_INCASS0_TRIBUTl_L0CALI.pdf (81K) (122K) f" ; MODULO_RJCHIESTA_APERTURA_CONTO_BP_PA.pdf (67K) cr.modulo di richiesta di trasmissione delle fatture.pdf (1HK) ^",t)isp05izioni_relative_al_piano_straordinario_contro_le_mafie_di_cui_alla_legge_13_agosto_2010_n._136.pdf (125K) Gentile d.ssa Puliatti, come concordato le inoltro l'allegata documentazione per l'apertura di un nuovo Conto Corrente Postale dedicato al Servizio Idrico Integrato e l'attivazione dei servizi connessi_&jtl ( incasso Tributi Locaii ). Nell'ambito del piano di sviluppo dei servizi alle Amministrazioni locali, Poste Italiane ha predisposto il sen/izio Incasso dei Tributi Locali,per la riscossione delle proprie entrate e per agevolare i cittadini nei pagamenti anche in multi-canaiità. li conto è dedicato alia riscossione del canone idrico con i servizi connessi di Remote Banking informativo, Rendicontazione Telematica dei Bollettini, con incasso dei bollettini tramite i Canali Telematici, quali ad esempio: Bancoposta Online, portali Internet Banking delie Banche convenzionate, rete Federazione Italiana Tabaccai, accettazione a domicilio, su appuntamento, mediante Terminale/POS in uso a molti portalettere telematici e ecc. Per l'attività di recapito sarà applicate la tariffa di corrispondenza richiesta dal cliente e prevista dallo standard del servizio universale erogato da Poste italiane SpA. ( IVA esente ai sensi del ]"comma, dell'art. 15 del D.P.R. 633/72 ). a stralcio delle condizioni allegate, partecipo!e modalità e costi per la stampa, imbustamelo, commissioni d'incasso e recapito del servizio Idrico. Per qualsiasi o ulteriori informazioni, potrà contattarmi ai recapiti di seguito riportati. Ipotesi 3 fogli con 1 fattura e2 bollettini. Stampa - Imbusta mento 0,40 Commissione d'incasso 0 Corrispondenza 0,55* TOTALE IVA inclusa 0.95 * si precisa che l'importo massimo della corrispondenza è di 0,55, mentre nel caso di Inoltri su Aree metropolitane sarà 0,30 e Capoluoghi di provincia 0,45, come da nota di seguito riportata...~oi_:. o..r.._rinnv (Vi,-;,-]-

6 PO STA MASSIVA NON OMOLOGATA L Aree", CLIpofuocjo : Aree xtrà:>,'j ;! S Ci( O! 1Q i 1f - - Mc:fro politali e Provi nei?. Urbai-.e Tino ó 20 G < 0:30?" 0,^5 0,55 loìcre 20 a fino & 50 ci v (.;,-' / r? 1,02 ioid'e 50 ci nno Ó ìoo a 1,20 C 3.25 E: S.,3O blti'fe 100 q fino a 250 a K 2., 3.5 C 2,40 lijitrr; 250 o fino ÌI 350 a \. 2,45 C 2,50 C 2,55 loft te 350 a fino ó 1000 «i C 3,55 3,60 C 3,55 mitre- Ì000 ci fina s 2000 a 1 «4.55 >: -:,c-o <. A,65 Le tariffe e i prezzi del prodotto si differenziano in base al peso, al formato, alla destinazione e all'eventuale omologazione del prodotto. In relazione all'area geografica di destinazione si distinguono: Area metropolitana (ANI) : aree di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei Codici di Avviamento Postale con terza cifra 1 o 9, appartenenti ai Comuni di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Bari e Napoli Capoluogo di provincia (CP): area di destinazione delia corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 1 o S, cversi da quelli ricadenti nelle Aree metropolitane come da elenco allegato alle condizioni tecniche Area extraurbana (EU): area di destinazione delle corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 0 o 8. Il contenuto della non costituisce documento contrattuale. Cordiali Saluti Paste Italiane Postelrnpresa Vincenza Ardizzone Mercato Privati Area Territoriale Sicilia Pubbliche Amministrazioni Locali S.S. 114 Km Pistunina Messina TOSO C Fax OS B; ardizzonevanosieitaliane.il La presente comunicazione elettronica contiene informazioni aziendali non private. Eventuali risposte alla presente potrebbero essere conosciute., per motivi organizzativi e di sicurezza, dal personale di Poste Italiane S.p.A.

7 COEDIZIONI GON TRATTUALI COHTO CORRENTE BANCOPOSTA P-À. DEFINIZIONI 1. Ai fini delie presenti condizioni contrattuali si intenae per; Reclamo: ogni atto con cui un cliente chiaramente de mi Fi cabile contesta in forma scritta (ad esempio lettera, fax, ) a Poste Italiane S.p.A. - Società ccn socio unico - Patrimonio Bancoposta un suo comportamento o un'omissione di questa: Servizi accessori: i servii offerti, anche gratuiiamente. insieme al conto corrente, su base obbligatoria o facoltativa, anche se non strettamente connessi con esso (ad esempio, carta di credito, ecc.); Supporto durevole: qualsiasi strumento che permetta alla clienieta di memorizzare informazioni a lui personalmente dirette in modo che possano essere agevolmente recuperale durante un periodo di tempo adeguato ai finì cui sono destinate le informazioni stesse e cne consenta la riproduzione immutata dalle informazioni memonzzaie; Tecniche di comunicazione a distanza: tecniche dì contatto con la clientela, diverse'dagii annunci pubblicitari, che non comportano la presenza fisica e simultanea del cliente e dell'intermediario o di un sue incaricato; T.U.; il decreto legislativo l ' settemans 1G93. n. 3B5, e successive modificazioni ("Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia"); 2. Per quanto non espressamente previsto nel precedente punto 1 si rinvia alle definizioni contenute nel Contratto Quadro per lo svolgimento dei servizi di pagamento a valere sul conto corrente (per conti correnti Bancoposta dedicati alle attività professionali, imprenditoriali, no profìi e per la Pubblica Amministrazione) (di seguito "Contratto Quadro"), che debbono intendersi qui espressamente richiamate e trascritte. SEZIONE A CONDIZIONI GENERALI ART. 1 - OGGETTO E DISCIPLINA 1. Poste Italiane S.p.A, Società con socio unico, Patrimonio Bancoposta (di seguito "Poste Italiane") - informando che detto pairimonio è stato costituito ai sensi dell'ari. 2, comma 17-odies, del D. L 29 dicembre 2010 n. 225, convertilo con Legge 26 febbraio 2011 n. 10, ai fini dell'applicazione degli -g. istituti di vigilanza prudenziale di Banca d'italia, e destinato esclusivamente % all'esercizio de/cattività di Bancoposta come disciplinata dal D.P.R. 14 s marzo 2001, ri. 144 es.mi. e che ad esso vengono imputati beni e rapporti S giuridici relativi alla predetta attività e conseguentemente le presenti ccndizioni - mette a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni che ne facciano i richiesta (di seguito "Cliente" o "Correntista"), il conto corrente postale deno- ^ minato "Conto 6anco.Pc.5ia P.A." (di seguito "Conto*), per l'esecuzione delle ^ operazioni previste al successivo art. 4 della presente Sezione A, ivi com- prese le operazioni di pagamento previste dall'art. 2 del Contratto Quadro.? Il Conto è disciplinato dalle presenti condizioni contrattuali, comprensive 5 di condizioni generali e condizioni relative ai Servisi accessori disciplinati g alle Sezioni B e C delle presenti condizioni contrattuali, dalle specifiche s condizioni contrattuali che disciplinano i Servizi accessori prescelti ulteriori rispetto a quelli previsti e disciplinati dalle presenti condizioni contrattuali, nonché dal Contratto Quadro. 1 alati documenti contrattuali, unitamente al Foglio Informativo dedicalo al Conto e/o ai relativi Servizi accessori (di seguito anche "FI") e al relativo modulo di richiesta di apertura del diente, con l'accettazione da parte di Poste Italiane costituiscono, formandone parte integrante e sostanziale, il contrafte avente ad oggetto il Conto e/o i relativi Servizi accessori (di seguito "Contratto"), del quale il Fi costituisce il frontespizio. Formeranno, a/fresl, parte integrante e sostanziale del Contralto i successivi FI tempo per tempo vigenti e i Documenti di Sintesi (di seguito "DDS") successivamente inviati al Correntista nel corso del rapporto. Resta ferma l'applicazione delle disposizioni legislative e regolamentari tempo per tempo vigenti in materia. 2. Le condizioni economiche applicale al Canto ed ai relativi Servizi accessori, nonché ì limiti temporali della giornata operativa con riferimento alle singole operazioni e/o Servizi accessori, sono contenuti nel FI consegnalo al Correntista al momento della richiesìa di attivazione del Conto e/o dei Servizi accessori e a disposizione delia Clientela presso tulli gli Uffici Postali e sul sito internet di Poste Italiane nonché nei DDS successivamente inviali al Correntista nel corso del rapporto. 3. L'apertura del Conto e l'eventuale attivazione di Servizi accessori possono essere richieste dal Correntista compilando e sottoscrivendo l'apposito modulo predisposto da Poste Italiane, con il quale, accetta le presenti condizioni contrattuali, comprese quelle economiche relative al conto corrente e ai Servizi accessori, quelle del Contratto Quadro e, in caso di richiesta di Servizi accessori ulteriori risosito a quelli previsti a disciplinati dalle presemi condizioni contrattuali, quelle relative ai Servizi accessori prescelti che, una «alia soitoscriiie, formeranno parie inlegranle e sostanziale delle presenti condizioni per lo specifico cappono. L'attivazione del Conte avviene previa axeiiazions della relativa richieste da parla di Poste Italiane Poste Italiane attiva e rende operativo ii Canio entro il termini; massimo di 60 [sessanta) giorni lavorativi bancari dalla ricezione deila richiesta di apertura sei Como, il rapporto di conte corrente ha effetto da' momento in cui il Correrciisia ns ricevuto la comunicazione osi l'accettazione da pane di Poste Italiane cella richiesta di apertura dei Conto con le modalità di cui al successivo art. 9 della presente Sezione A. 4. Poste Italiane si riserva la facoltà di consentire al Correntista l'attivazione del Conto e/c dei Serwzi accessori mediante l'utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza (invio del contratto sottoscntto tramite corrispondenza ovvero mediante documento informatico sottoscritto ccn l'utilizzo di strumenti informatici e telematici attraverso il sito ccn le forme e le modalità previste dalle disposizioni di legge e regolamentari di volta in volta applicabili e secondo le indicazioni fomite da Posle iisliane slessa. ART, 2 - IDENTIFICAZIONE DELLA CLIENTELA 1. Per la conclusione e nell'esecuzione dei contraiti aventi ad oggetto ii rapporto relaiivo al Conto ed ai singoli Servizi. Poste Italiane é soggetta agli obblighi di identificazione e adeguata verifica dalla clientela ai sensi del D. Lgs. 231/2007, in materia di prevenzione dell'utilizzo dei sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo. Poste Italiane, per l'assolvimento di tali obblighi, deve ricevere i dati e i validi documenti identificativi del diente. Il Correntista è tenuto a fornire a Poste Italiane i pronn dati e i documenti validi ai fini identificativi per la conclusione del contratto ed in occasione delle operazioni relative ai predetti rapporti nonché le ulteriori informazioni nchieste da Poste Italiane stessa per l'adempimento degli obblighi dì identificazione e di adeguata verifica dì cui sopra. 2. Il Correntista si impegna a fornire sotto la propria responsabilità tutte le informazioni necessarie e aggiornate per conseniire a Poste italiane di adempierà agli obblighi di adeguata verifica della Clientela. 3. Al fine di tutelare il proprio cliente. Poste italiane valuta, nello svolgimento delie operazioni comunque connesse ad atti di disposizione del medesimo, l'idoneità dei documenti eventualmente prodotti come prova dell'identità personale dei soggetti che entrano in rapporto con Poste Italiane stessa (quali portatori di assegni, ecc.). 4. Il cliente prende atto che. nel caso in cui Poste Italiane non sia in grado di rispettare gli obblighi di identificazione e adeguata verifica della clientela ai sensi del D. Lgs. 231/2007 come sopra richiamati, Poste Italiane si asterrà dai concludere il contratto di conto corrente e qualsivoglia ulteriore rapporto relativo a ciascuno dei Servizi. ART. 3 - DEPOSITO DI FIRME AUTORIZZATE 1. Il Correntista è tentilo a depositare la propria firma nell'ufficio Postale presso il quaie è intrattenuto il rapporto dì conto corrente utilizzando l'apposito modulo predisposto da Posle italiane. 2. Meli 'esecuzione del rapporto di conto corrente, ii Correntista può delegare una o più persone a rappresentarlo nei rapporti con Poste italiane. Per il conferimento dei poteri di rappresentanza il Correntista dovrà compilare e sottoscrivere l'apposita modulistica predisposta da Poste Italiane presso l'ufficio nel quale è intrattenuto il rapporto, il Correntista dovrà precisare nella suddetta modulistica i limiti eventuali dei poteri di rappresentanza conferii! al delegato, nell'ambito di quanto consentito dalle procedure par i servizi di pagamento ed incasso impiegate da Poste Italiane. Il delegato, previa sua identificazione, e lanuto a depositare la propria firma ai sensi del precedente comma 1, 3. Il delegato, impregiudicato quanto diversamente previsto in altre clausole del presente documento, potrà effsitua re in nome e per conto de! Correntista, e nel rispetto degli eventuali limiti ai poteri di rappresentanza conferitigli, tulle le operazioni consentile ai Correntista e rendere in nome e per conto dello stesso tutte le dichiarazioni a tal fine necessarie. 4. Le revoche e le modifiche delle facoltà concesse ai delegali, nonché le rinunce da parte dei medesimi, non saranno opponibili a Poste Italiane finché questa non abbia ricevuto la relativa comunicazione scritta, con le modalità di cui al successivo art. 12 della presente Sezione A, e non siano' in ogni caso decorsi 14 (quattordici) giorni lavorativi bancari da quello di ricevimento, salvo inesattezza e.'o incompletezza della relativa documentazione; ciò anche quando dette revoche, modifiche e rinunce siano state depositate e pubblicate ai sensi di legge o comunque rese di pubblica ragione. 5. Le cause di cessazione delle facoltà di rappresentanza diverse da quelle previste dal precedente comma 4, non sono opponibili a Poste Italiane sino a quando quesla non ne abbia avuto notizia legalmente certa. L'autorizzazione a disporre sul conto corrente conferita successivamente non determina revoca implicita delle precedenti autorizzazioni. 6. Il Correntista e i soggetti da lui delegati sono tenuti a utilizzare nei rapporti con Poste Italiane la propria sottoscrizione autografa in forma grafica corrispondente alia firma depositata o, previo accordo ira Poste Italiane e il Correntista, nelle altre forme consentite dalle vigenti leggi. ART. 4 - OPERAZIONI DI PAGAMENTO - ACCREDITAMENTI ED ADDE BITAI ENTI 1, Posie l'aliane, nei limiti consentili dalle procedure per i servizi di pagamerlo e di incasso a a essa impiegate, esegue sul conio corrente le operazioni dì pagamsnso regolale uai Contrario Quadro e mciicsie all'ari 2 della stesso. Le operazioni di pagamente di cui al presente comma sono eseguire tìa ^ostf 'ta/iiìns previo consenso da pale del Csrrcniisis da rilasciarsi secondo la mooalilà indicate ne! Contrario Quadro.

8 2. Poste Italiane, nei limiti consentiti dalle procedure per i servizi di pagamento e di incasso da essa impiegate e sempre che sussista Is relativa copertura finanziane esegue sui Conto operazioni non regolate dal Contratto Quadro relative alle seguenti disposizioni di accredito o di addebito imparate rispettivamente: a) dallo stesso Correntista o da tetzi, per effettuare accrediti su' Conte, b) dallo stesso Correntista, per addebitare in conto corrente - in favore proprio, di Poste Italiane o di terzi - importi non superiori alla somma a credito di cui il Correntista possa liberamente disporre (saldo disponibile')-, c) operazioni di pagamento basate su uno dei seguenti tipi di documenti cartacei: assegni, titoli cambiari e vaglia postali. 3. Ove il Conto non presenti-un saldo disponibile sufficiente a coprire per intero l'operazione di pagamento richiesta, sia essa prevista o meno dai Contratto Quadro, poste Italiane non prowederà ad addebiti parziali, restando quindi esclusa l'esecuzione dell'operazione stessa, 4. L'importo degli assegni pestali, degli assegni bancari e circolari, nonché degli altri titoli indicati nei Fi e DDS. le operazioni di pagamento relative ai quali non sono soggette al Contratto Quadro, come ammessi all'accredito in conto, è- accreditato, per i titoli nazionali, con riserva di verifica e salvo buon fine, per i titoli esteri, al "dopo incasso", ed è disponibile solo Lina volta che sia decorso il relativo termine di disponibilità indicato nei FI e DDS. Detti termini potranno essere prorogati da Poste Italiane in presenza di sciopero, cause di forza maggiore o, comunque, impossibilità sopravvenuta anche verificatisi presso corrispondenti bancari e non. Per i titoli per i quali detti termini di disponibilità non siano indicati, accettati da Poste italiane al dopo incasso, il relativo importo è accreditalo con riserva di verifica e salvo buon fine e non è disponibile prima che Poste Italiane ne abbia effettuato la verifica o l'incasso e che dell'avvenuto incasso abbia avuto conoscenza t'ufficio Postale accreditante, 5. La valuta applicala all'accreditamento relativo ai versamenti' di assegni postali, bancari e circolari, nonché degli altri titoli indicati nei FI e DDS, determina unicamente la decorrenza degli interessi senza conferire al Correntista alcun diritto circa la disponibilità dell'importo carne stabilita nel precedente comma Decorsi i termini di cui al precedente comma 4, resta inteso comunque che il trattario o l'emittente mantengono il diritte, ove ne ricorrano i presupposti, di agire nei confronti del Correntista per il recupero dell'importo dei tildi indebitamente pagati. 7. Prima dei decorso aei termini di disponibilità di cui ai precedente comma 4 e in ogni caso per i titoli per i quali non siano indicati detti termini, Poste Italiane si riserva il diritto di addebitare in qualsiasi momento l'importo dei titoli accreditali anche prima della verifica e dell'incasso. In caso di mancato incasso, Poste Italiane si riserva in ogni caso tutti i diritti ed azioni, compresi quelli di cui all'art 1829 ce. nonché la facoltà di effettuare in qualsiasi momento l'addebito in conto. 8. Poiché per motivi di sicurezza nell'ambito delle procedure bancarie sì precede a tagliare l'angolo superiore sinistro degli assegni di qualsiasi tipo e dei vaglia cambiari emessi dalla Banca d'italia, dal Banco di Napoli e dal Banco di Sicilia, versati dalla clientela, il Correntista s'impegna a verificare l'integntà dei titoli ricevuti, prendendo atto che Poste italiane non accetta i titoli di cui sopra, che risultino tagliati nell'angolo superiore sinistro. 9. Fatto salvo quanto previsto dal Contratto Quadro, il Correntista autorizza preventivamente Posta l'aliane ad addebitare sul Conto, in qualsiasi momento, gli importi non dovuti al Correntista relativi a somme indebitamente e/o erroneamente accreditate sul Conto. ART. S - SERVIZIO Di INCASSO 1. Il servizio di incasso dei titoli di cui al precedente art. 4, comma 4 è svolto par conto del cliente cederie ed a suo rischio. 2. Poste Italiane non risponde delie conseguenze dannose derivanti da cause ad essa non imputabili, tra le quali vanno incluse, in via esemplificativa, quelle dipendenti da: - irregolarità dei iiloli, comprese quelle di bollo; - indicazioni erronee, non precise o insufficienti o di difficile lettura, specie dì importo, di scadenza, di luogo di pagamento, di acmi, tanto sui titoli die sulle distinte di accompagnamento; - clausole o istruzioni non [assaliva o contraddittorie; - casi di forza maggiore, compresi: (!) scioperi anche de! proprio personale. (Il) disservizi, sospensione o rallentamento delle comunicazioni o dei. trasporti; smarrimento, sottrazione o distruzione del titolo durante il trasporlo, impedimenti od ostacoli determinati da disposizioni di legge - a in specie, moratorie, sospensioni a proroghe di termini - o da consuetudini del luogo di pagamento dei titoli, o da atti di autorità, anche di fatto, o da provvedimenti o atti dì natura giudiziaria (come sequestri, pi onera menti) o da fatti di terzi; 3. Qualora il Correniisìa nchieoa di svolgere il scaizio in relazione a aioli da presentare su piazze non bancabili presso l'istituto ci emissione E. rn genere, au piazze per le quali vi siano difficoltà di curare le incombenze di cui sopra. Posle Italiane non risponde della mancata presentazione per il casamenti o del mancato proiestn in tempo utile dei titoli. Poste italiane non s gir resi responsabile della mancata presso lezione o del mancato protesse in temp utile di titoli non pervenuti entro i termini ^ti consuetudine cancan e 4. La clausola 'incasso ti amite" ea ogni altra analoga non componsnie aonn- Ciiiszione non sono vincolami per Poste Italiane che comunque non risponde dal mancato protèsto di titoli per i quali risulti richiesto l'incssso per il iramits di sportello situato in località diversa dal luogo di pagamento. 5. Poste italiane- provvede a sollevare il protesto solo previa corresponsione in contanti o con addebito in conto corrente di tutte le spese relative o derivanti dall'espletamento aeì servizio, incluse quelle per la regolarizzazione del bollo ove Poste lialiane sfessa vi provvedesse, per le eventuali pene pe.cuniane nonché par quelle relative alla levala del protesto stessa. 6, Poste Italiane non provvede ad inviare gii avvisi di mancato pagamento dei titoli, ma si limita a restituire i liìoli nel più breve tempo possibile acquisitane la disponibilità materiale: è inteso che i firmatari interessati hanno rinunciato ai detti avvisi nonché all'osservanza dei termini di cui all'art, 47 della legge sugli assegni, anche nei confronti degli eventuali portatori successivi ART. 6 - ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1. Gli ordini relativi a operazioni singole, periodiche o continuative devono essere impartiti dal Correntista per iscritto e presentati all'ufficio Postale presso il quale è intrattenuto il rapporto di cento corrente ovvero aitro Ufficio, ove consertilo, per determinate operazioni indicate nei FI e DDS. il Correntista può impartire gli ordini attraverso BPIOL, ove attivato, secondo quanto previsto dalle specifiche condizioni contratltiali che reggiano tale servizio e secondo quanto indicato nei FI e DDS vigenti con le modalità ed i limiti ivi riportati. 2. Salvo quanto diversamente previsto in altre clausole delle presenti condizioni contrattuali. Poste Italiane eseguirà le disposizioni impartitele determinando le modalilà di esecuzione in relazione alla loro natura e alle procedure più idonee nell'ambito della propria organizzazione seguendo, compatibilmente con ciò. l'ordine temporale della toro ricezione. 3. Poste Italiane e il Correntista convengono di dare priorità ai prelievi e pagamenti a mezzo carta di debito o dì altra disposizione dì addebito del Correntista, effettuati in conformità alle norme che regolano i corrispondenti seivizi, rispetto al pagamento degli assegni. Pertanto, qualora per effetto di delti prelievi e pagamenti le disponibilità in conio fossero divenule insufficienti, Posle Italiane non provvedere al pagamento degli eventuali assegni che pervenissero, ancorché emessi in daia anteriore a quella del prelievo o pagamento e ancorché dei prelievo o pagamento stesso Posle Italiane abbia notizia successivamenie al ricevimento o alla presentazione degli assegni stessi, prima dell'addebito in conto. 4. in relazione agli incarichi assunti. Poste Italiane oltre alla facoltà ad essa attribuita dall'art. 1B56 ce. è comunque autorizzata, ai sensi e per gli effetti dell'ari ce, a farsi sostituire nell'esecuzione dell'incarico da un proprio corrispondente bancario e non, 5. È in facoltà di Poste Italiane assumere o meno specifici incarichi de! Correntista, dando comunque allo slesso tempestiva comunicazione dell'eventuale rifiuto, qualora ricorra un giustificato motivo, in un termine congruo in relazione alla tipologia dell'incarico. 6. Salvo non sia diversamente previsto, il Correntista ha facoltà di revocare, ai sensi dell'art ce, l'incarico conferito a Posie italiane finché l'incarico slesso non abbia avuto un principio di esecuzione, compatibilmente con le modalità dell'esecuzione medesima. 7. La disciplina dettata dai precedenti commi di questo articolo non trova applicazione per gli ordini relativi alle operazioni di pagamento indicate nel precedente art. 4,comma 1. Per gli ordini relativi alle operazioni di pagamento indicate nel precedente art. 4, comma 1 relativamente al rifiuto e alia revoca degli ordini stessi, si applica la disciplina del Contratto Quadfo. ART. 7 - CONVENZIONE D'ASSEGNO 1. A norma delle disposizioni vigenti, gli assegni postali possono essere; ordinari o vidimati. La Convenzione d'assegno di cui al presente articolo, inerente al rapporto di conto, riguarda esclusivamente l'emissione di assegni postali ordinari, per i quali non è in alcun modo consentito richiedere a Poste Italiane l'apposizione della vidimazione. L'emissione di assegni postali vidimali è consentita nel rispetto e nei limiti delie specifiche procedure a tal fine previste da Poste italiane disciplinate nella successiva Sezione B delle presenti condizioni contrattuali. 2. Il Correntista può effettuare disposizioni a valere sui suo Conto a mezzo di assegni postali ordinati, esclusivamente mediante l'uso di moduli di assegni fomiti da Poste Italiane. I moduli vengono rilasciati, previa apposita richiesta da parte del Correntista, ad insindacabile giudizio di Poste Italiane. 3. Per richiedete i moduli di assegni postali ordinari il Correntista che ha depositato la propria firma ai sensi del precedente art. 3, deve utilizzare l'apposito modulo predisposto da Posle Italiane. La richiesta e la consegna dei moduli avverranno presso l'ufficio Postate. La richiesta dei moduli potrà avvenire con le eventuali diverse modalità che nel tempo saranno rese disponibili e comunicate al Correntista da Poste italiane. 4.1 moduli di assegni postali ordinari sono rilasciai! da Posle Italiane muniti delia clausola di non trasieribilìtà. Il Correntista può richiedere per iscritto a Poste Italiane il nlascio di moduli di assegni postali in forma libera. Per ciascun modulo di assegno nchìeslo in forma libera è dovuta dal richiedonta l'imposta di bollo nei limiti degli importi previsti dal D. Lgs. 21 novembre 2007, n. 231 e successive modifiche e integrazioni, 5, L'assegno postale ordinano è emesso con la clausole "non trasferiate'. L assegno può ssseie emesso senza la clausola "non trasferì bile" nei limiti degli imponi previsti dal D. Lgs. 21 novembre 20D7 ri. 231 e successive modifiche e integrazioni mc-ciante utilizzo di moduli di assegni rilasciati da Posit- Italiane su ricmesia scritta dei rìchieaente senza la clausola di non trasferibilità. 6. Il Correniisìa è tenuto a custodire con ogni cura i moduli di sssecni postali 2 dì 7

9 ordinari e i relativi' rncauli di ricniesta. restando responssbiie di ogni dannose conseguenza che possa risultare dalla peraita, dalla sottrazione c dall'uso abusivo c ìliecilo dei moduli stassi. 7. Nei casi di perdita o sottrazione dei moduli di assegno, ii Correli 1.)sta deve dame immediata comunicazione a poste Italiane per iscritto, lacendo subite seguire a tale comunicazione copia conforme delia denuncia presentata alle Autorità competenti. 8. Nei casi di danneggiamento o distruzione dei moduli di assegno il Correntista deve darne immediata comunicazione a Poste Italiane per iscntto ai fini dell'annullo. 9. Con la cessazione del rapporto di conto corrente o della Convenzione di assegno oppure, in caso di revoca dell'autorizzazione a emettere assegni come prevista ai sensi della Legge 15 dicembre 1990, n. 386 e successive integrazioni e modificazioni, i moduli non utilizzati devono essere restituiti a Poste Italiane. 1D. Il Correntista può trarre assegni postali sul Conto e Poste Italiane può provvedere all'addebito dell'importo relativo agli stessi sul Conto a condizione che vi siano tondi disponibili sufficienti par consentire l'integrale addebito dell'importo degli assegni tratti, delle relative commissioni e. ove previsto dalle disposizioni di legge in materia, dell'imposta di bollo nell'importo tempo per tempo vigente. 11. In caso eli pluralità di conti correnti intestati alla slessa persona, Posie Italiane non è tenuta al pagamento degli assegni tratti su conìi con disponi bilità insufficienti, indipendentemente dall'eventuale presenza di fondi su altri conti correnti postali di pertinenza delio stesso Correntista. 12. il Correntista autorizza Poste Italiane ad addebitare sul suo Conto assegni postali da lui iratli la cui sottoscrizione risponde ai requisiti dell'art. 11 della legge sugli assegni, ancorché recanti firme di girata illeggibili o incomplete. 13. Ai fini della levata del protesto, il luogo di pagamento è rappresentato dalla Filiale indicata a stampa sull'assegno. L'elenco delle Filiali che rappresentano il luogo di pagamento degli assegni postali è disponìbile presso Poste Italiane. 14. in caso di recesso da parte del Correntista o di Poste Italiane dal contratto di conto corrente e/c dalla inerente Convenzione di assegno, Poste Italiane non è tenuta a onorare gli assegni emessi in data posienore a quella in cui il recesso è divenuto operante a norma del successivo ari. 15 della presente Sezione A. Resta salvo ogni diverso effetto della revoca dell'autorizzazione a emettere assegni come prevista ai sensi dell'art. 9 delia legge 15 dicembre 1990, n. 386 e successive integrazioni e modificazioni. 15. Poste Italiane, quando intenda avvalersi della compensazione tra crediti non iiquidi ad esigibili, non è tenuta a onorare gli assegni emessi dal Correntista con data posteriore alla ricezione da parte di quest'ultimo delia comunicazione relativa alla volontà di valersi della compensazione, nei limiti in cui sia venula meno la disponibilità esistente nel Conto. 16. In ogni caso in cui si verifichi la compensazione di iegge tra crediti liquidi ed esigibili, Poste Italiane non è tenuta a onorare gli assegni emessi dal Correntista con data posteriore alia stessa, nei limiti in cui, per effetto dell'intervenuta compensazione, sia venuta meno la disponibilità esistente nel Conto, 17. Nei casi previsti dai precedenti commi 1G e 17. il Correntista è tenuto a costituire senza ritardo i fondi necessari anche per il pagamento degli assegni tratti prima della comunicazione o delia compensazione e dei quali non sia ancora spirato il termine di presentazione Nel caso di mancata costituzione di fondi, Poste Italiane invierà gli assegni al protesto. 13. li rilascio dei moduli di assegno nonché l'emissione, la circolazione, il trasfenmento e ii pagamento degli stessi sono soggetti alle disposizioni legislative e regolamentari tempo per tempo vigenti in materia. ART. e BOLLETTINI 1. Il Correntista può richiedere a Poste italiane ii rilascio di bollettini di conto corrente personalizzati, recanti l'indicazione a stampa del numero e intestazione del proprio conto corrente di accredito, nel rispetto dei limiti quantitativi e delle condizioni economiche indicati nei FI e DDS, 2. Poste Italiane può concedere al Correntista che ne faccia richiesta l'autorizzazione a pagare in luogo dei versanti le commissioni per i versamenti a mezzo bollettini di conto corrente (anche se effettuati, ove consentito da Poste Italiane, via inlernet ai sensi del successivo comma 5 o con le ulteriori diverse modalità che fossero attivate ai sensi dei successivo comma 8). in tal caso le commissioni saranno addebitate da Poste Italiane automaticamente sul Conto dal Correntista e i bollettini potranno riportare, ove il Correntista lo richieda, la dicitura 'Commissione a carico eel Correntista". 3. Ove il Correntista lo richieda, Poste italiane può autorizzare il Correntista a stampare per proprio conto e a proprie spese le diverse tipologie di bollettini di versamento ammesse da Poste Italiane, nel rispetto delle relative specifiche tecniche fissate da Poste Italiane e in conformità ad un campione previsto per ciascuna delle tipologie per la quali sia richiesta l'aulonzzazione alla stampa, che il Correnlista dovrà allegare alla relativa richiesta per l'approvazione. Posle Italiane non è tenuta ad accattare il pagamente di bollettini stampati dal Correnlista tn diri omnia dalie predette prescrizioni e, laddove in sede di lavorazione verificasse l'avvenuta accettazione ci ùolleilìni irregolari, si riserva ogni azione contro il Correniisìa per il risarcimento dei danni subiti in conseguenza di tale violazione in ogni caso di revoca, nmirioa o cessazione per qualsiasi causa osila suadeu:; autorizzazione, cosi come in ogni esso di sopravvenuta inope rari vita dei conio corrente con riferimento al quale siano stati póni in circolazione bollettini firestamcati anche gì sensi dei commi precedenti e successivi, il Correnlista s tenuto a mirare dalla circolazione i suddetti bollettini, restando responsabile e impegnato a tenere indenne Poste Italiane da qualsivoglia conseguenza negativa al riguardo. 4. Se il Correntista he attivato SPICI, può richiedere a Poste Italiane, nel limili e alle condizioni economiche previste nei FI e nel DDS, l'emissione di bollettini di conto corrente premarcati (stampa e recapito al destinatario) nel rispetto delle procedure di cui alla specifica disciplina. 5. L'incasso di fondi da parte di Poste Italiane per conto del Correntista tramite bollettini di conto corrente postale, pagati da soggetti diversi dai Correntista stesso, è effettuato presso gli Uffici Postali a mezzo dei tradizionali bollettini cartacei, ovvero attraverso il Servizio di pagamento telematico su tutti i canali telematici abilitati da Poste Italiane quali a titolo esemplificativo e non esaustivo internet, ATM e telefonia mobile, nei limiti e fintantoché tale Servizio sia mantenuto da Poste Italiane a disposizione della clientela, riservandosi Poste Italiane stessa la facoltà di sospensione del servizio - in lutto o in parte - in qualsiasi momento anche con effetto immediato, fermo restando quanto previsto dal Coni ratto Quadro. Le condizioni tempo per tempo vigenti per l'accesso e ('utilizzo del servizio (ivi compresi i mezzi di pagamento utilizzatili e le tipologie di bollettini con riferimento ai quali è ammesso tale sistema alternativo di pagamento) sono disciplinate da Poste Italiane nelle apposite pagine del proprio sito internet dedicate al servizio. Il Correntista può chiedere a Poste Italiane di escludere il pagamento per via telematica dei propri bollettini ovvero può richiedere l'esclusione di determinate modalità di pagamento per vìa telematica (ad esempio pagamenti a mezzo carta di credito), fuorché quella tramite addebito su conio corrente. Anche per i pagamenti disposti per via telematica varrà quale data di liberazione per il pagatore nei confronti del soggetto beneficiario delle somme quella del giorno in cui è stato effettuato ii pagamento, così come risultarne dall'apposita comunicazione che Posta Italiane trasmetterà per via telematica al pagatore. S. In aggiunta a quanto previsto al precedente comma 5. le operazioni di incasso sul conio corrente del Correntista a mezzo dei tradizionali bollettini cartacei, effettuabili da terzi presso gli Uffici Postali, possono essere effettuate anche attraverso ie ulteriori diverse modalità (pure tramite intermediari a dò autorizzati ai sensi delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti in materia") che Posie Italiane riterrà di mettere a disposizione e che verranno indicate nei FI e DDS. In tal caso la data di liberazione per i terzi pagatori è quella di ricezione del flusso di pagamento da parte di Poste Italiane. 7. Le somme incassate da Poste Italiane tramite bollettini di conto corrente postale sono rese disponibili per il Correntista mediante accredito sul proprio Conto nei tempi e con valuta indicati' nei FI e DDS. Poste Italiane provvedere, per ogni bollettino accreditato, ad addebitare automaticamente sul conto corrente posiate del Correntista l'impono della commissione di incasso indicata nei FI e DDS. ART. 9 - COMUNICAZIONI AL CLIENTE 1. Poste Italiane invierà con pieno effetto tutta la corrispondenza (lettere, notriiche, dichiarazioni e comunicazionìl in ordine al rapporto di conto corrente ed ai relativi Servizi inclusi e Servizi accessori - all'indirizzo indicato dal Correntista all'arto della richiesta di apertura del Conio ovvero, in caso di variazione, all'ultimo indirizzo comunicato con le mcdaliià previste dal successivo comma Le comunicazioni previste dall'art. S-bis l'introdotto dall'art, 34 del D. Lgs. 30 dicembre 19S9, n. 507) della Legge 15 dicembre 1990, n. 32S e successive integrazioni e/o modificazioni saranno inviale al "domicilio eletto" dal Correntista all'uopo indicato sul modulo di richiesta di apertura del Conto e non necessariamente coincidente con l'indirizzo al quale viene inviala la cornspondenza relativa al conto correnie, ai Servizi inclusi e ai Servizi accessori. 3- Le comunicazioni in merito alle singole operazioni di pagamento di cui al precedente art. 4, comma 1 sono disciplinale dall'art. 22 del Contratto Quadro. 4. Eventuali variazioni dell'indirizzo e'o domicilio eletto debbono essere comunicale con dichìarazione presentata direttamente all'ufficio Postale presso il quale è intrattenuto il rapporto dì conto corrente oppure mediante lettera raccomandata con avviso di ncevimento, indirizzata al medesimo Ufficio Postale. E. Restano in ogni case valide le diverse modalità di comunicazione previste dalle condizioni contrattuali relative ai Servizi indusi e ai Servizi accessori al Conto eventualmente attivati, quali per esempio quelle relative a BPIQL. ART COMUNICAZIONI PERIODICHE 1. Posle Italiane fornisce al Correntista, con le modalità di cui al precedente art. 9 comma 1, una comunicazione analitica sullo svolgimento del rapporto ("estratto conio") con la periodicità stabilita da Poste Italiane stessa e indicata nel FI e nel DDS del Confo corrente ed un aggiornato quadro delle condizioni economiche applicate (edizione tempo per tempo vigente del DDS). il Correntista potrà richiedere con un apposito modulo una periodicità dell'invio dell'estratto conio diversa da quella stabilita da Poste Italiane e indicata nel Fi e DDS secondo quanto consentito da Poste Italiane stessa. Il Correniisìa che abbia attivato il collegamento EPIOL, anche mediante utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza con le forme e modalità indicale da Poste sui sito wirw.poste.il nel rispetlo delie disposizioni dì iegge e regolamentari, potrà richiedere in qualsiasi momento di ricevere gratuitamente, nella speariea sezjone dell'area dedicata, l'estratto conto e le altre comunicazioni periodiche su supporto durevole in formalo elettronico anziché in formate cartiiceo. Per tutta la durala oel rapporto cu conio corrente il Correntista mantiene ta facoltà ai nc.liedere la variazione del formato c cella pericciciià d 1 invio ^eiie comunicazioni periodiche tornile 'Ja Posie Haiiene. 2.1 costi relativi alle diverse modalità e periodicità di invio delie comunìeazic- 3 di 7

10 ni perìodìcna sono indicali ne; Fi e nei DDS. 3. Salvo quanto previsto al successivo comma 5, gii est ratti conto, il DDS e le altre comunicazioni periodiche, inviate da Poste Italiane ai sensi dell'art. 11S del D. Lgs. 1 settembre 1393 n. 385 e successive modifiche ed integrazioni si intendono senz'altro approvati dal Correntista con pieno effetto anche con riguardo a tutti gli elementi che hanno concorso a formare le risultanze del ccnid corrente e oelle alile comunicazioni, se il Correntista stesso noti presenta una contestazione scritta entro SO (sessanta) giorni decorrenti dalla data di ricevimento delle comunicazioni nel caso dì invio in formato cartaceo o, dal primo giorno utile per la visualizzazione e consultazione delle slesse nella specifica sezione dell'area cecicala di BPlOL nel caso dì invio in formalo elettronico. 4. Nel caso di errori di scritturazione o di calcolo, omissioni o duplicazioni di partile, il Correntista può proporre l'impugnazione entro i termini di legge decorrenti dalla data di ricevimento dell'estratto conto o, della comunicazione periodica; entro il medesimo termine a decorrere dalla data di invio dell'estratto o. rispettivamente, della comunicazione periodica. Poste Italiane può ripetere quanto dovuto per le stesse causali e per indebiti accreditamenti. 5. Poste Italiane può non inviare al Correniisìa ie suddette comunicazioni periodiche, nei caso di rapporti di conto corrente che non registrano movimenti da oltre un anno e presentano un saldo creditore non superiore ad Euro 2.500,00 (duemilactnquecento). ART APPROVAZIONE DI SINGOLE OPERAZIONI 1. Salvo quanto disposto nel precedente art. 10 in ordine all'approvazione degli estratti conto e delle altre comunicazioni periodiche, la comunicazione di esecuzione di singole operazioni di pagamento effettuate da Poste Italiane s'intende approvata decorsi 60 (sessanta) giorni dalla dala di ricevimento dell'estratto conto in formato cartaceo, o, nel caso di attivazione di BPIOL, dal primo giorno utile per la sua visualizzazione e consultazione nella specifica sazione proietta sul sito iniernet dì Poste Italiane 2, Per le operazioni di pagamento di cui al comma 1 del precedente art. 4 e disciplinate nel Contratto Quadre, si applica il termine massimo di 13 (tredici) mesi dalla data dell'addebito nel caso del pagatore o di accredito nel caso del beneficiario per la comunicazione da pane del Correntista di operazioni di pagamento non autorizzate o eseguite in modo inesalto nonché i termini previsti per i rimborsi degli addebiti diretti SEPA dai Contratto Quadro stesso. ART, 12 - COMUNICAZIONI A POSTE ITALIANE 1. Tutte le comunicazioni del Correntista a Poste Italiane devono essere fatte per iscritto e presentate all'ufficio Postale presso il quale è intrattenuto il rapporto di conto corrente oppure inviate all'indirizzo del medesimo Ufficio con raccomandata con avviso di ricevimento. 2. Eventuali variazioni dell'indirizzo e/o domicilio eletto debbono essere comunicate con dichiarazione presentata direttamente all'ufficio Postale presso il quale è intrattenuto il rapporto dì conio coirente oppure mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata al medesimo Ufficio Postale. 3. Le ulteriori modalità di comunicazione anche a disianza, eventualmente rese nel iempo disponibili da Poste Italiane saranno comunicale al Conentisla. 4. Ogni variazione concernente il Correntista, ivi comprese quelle concernenti i suoi eventuali rappresentanti, non sarà opponibile a Poste Italiane finché questa non abbia ricevuto la relativa comunicazione scritta. Le variazioni avranno effetto dal momento in cui saranno rese operative da Posta Italiane e comunque entro 14 (quattordici) giorni lavorativi bancari da quello di ricevimento; ciò anche quando dette variazioni siano state depositate e pubblicate ai sensi di legge o comunque rese dì pubblica ragione. ART CONTABILIZZAZIONI 1. Salva espressa istruzione contraria e salvo che dalla natura dell'operazione emerga una diversa esigenza, tutti i rapporti di dare e avere tra Poste Italiane e il Correntista sono regolati con registrazione sul Conio stesso. 2. Gli interessi sono dovuti sulla base dei tassi e con la penodicilà indicata nei FI e DDS,' In sede di liquidazione vengono portali in Conto, con valuta dala di riferimento dell'operazione, gii interessi, le commissioni e le spese non ancora addebitate, e vengono applicate le trattenute fiscali di legge. Il saldo del Conto a seguito della detta liquidazione produce interessi secondo le medesime modalità. 3. Il saldo a debito del Correntista risultante sul Conto, per il quale si procede alla chiusura definitiva, produce interessi fino alla data di estinzione osi debito, nella misura e con la stessa periodicità degli interessi creditori indicate nei FI e DDS vigenti. 4. Alla chiusura definitiva de! Conto, l'importo risultante a credito del Correniisìa viene allo slesso corrisposto mediante emissione di assegno postale vidimalo a lui slesso intestato ovvero con diverse mezzo di pagamento o modalità di irastenmento fondi individuala da Poste Italiane. 5. Gli assegni pagali ria Poste Italiane vengono addebitati sul Conio del Correniisìa con la valuta indiata nei FI e DDS vigenti 6. Tutte le obbligazioni del Correniisìa verso Poste Italiane si ini end orni assunte in via indivisibile ancne pùr i sud a venir causa a Qualsiasi tiioìo ART CONTO NON MOVIMENTATO il Conto in relazione al quale non sia stata eifeìtuaia alcuna operazione o movimentazione ad iniziativa oei Correntista, per il periocc di tempo di 13 (dieci) anni decorrami dalla data di libera disoonibililà delle somme, é definito "dormiente' ai sensi del D P.R. 22 giugno 2007 n. 116 e successive disposizioni atluaiive. Al verificarsi di tali condizioni, per i conti correnti con saldo superiore a 100 (cerno) euro. Poste Italiane invia al Correntista, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata all'ultimo indirizzo comunicato c comunque conosciuto, l'invilo ad impartire disposizioni enfro ii termine dì 180 (centottanta) giorni dalla data della ricezione, avvisandolo che, decorso taie termine, il rapporto verrà estinto e le somme ed ì valori relativi a ciascun rapporto verranno devoluti al Fondo di cui all'articolo 1, comma 343, della legge 23 dicembre n Restano impregiudicate le cause di estinzione dei diritti. Il rapporto non si estingue se, entro il predetto termine dì 100 (centollania) giorni, vengono impartite disposizioni o viene effettuata un'operazione o movimentazione ad iniziativa del Correntista o dì terzi da quest'ultimo a ial fine delegati, escluso l'intermediario non specificatamente delegalo in forma scritta. ART DIRITTO DI GARANZIA - COMPENSAZIONE 1. Poste Italiane a garanzia di qualunque suo credilo verso il Correntista, anche se non liquido ed esigìbile, rappresentalo dal saldo passivo di conto corrente e/o dipendente da qualunque operazione, è investila del diritto dì pegno e dei diritto di ritenzione su tutti i titoli o valori di pertinenza del Correntista comunque detenuti da Poste Italiane stessa a che pervengano ad essa successivamente, nonché sui crediti del Correntista di cui Poste Italiane possa disporre anche in forza di mandali conferitile dal Correntista. 2. Quando esistono tra Posie Italiane ed il Correntista più rapporti o più conli di qualsiasi genere o natura anche di deposito, ancorché intrattenuti tramite più Uffici Postali, hs luogo in ogni caso la compensazionè di legge ad ogni suo effetto. 3. Al verificarsi di una delle ipotesi previste dall'art co, o al prodursi di eventi che incidano negativamente sulla situazione patrimoniale, finanziaria 0 economica de! Correnlista, in modo tale da porre in perìcolo il recupero del credito vantato da Poste Italiane, quest'ultima ha altresi il diritto di valersi della compensazione ancorché i credili non siano liquidi ed esigibili e ciò in qualunque momento senza obbligo di preavviso e/o formalità, fermo restando che dell'intervenuta compensazione - contro la cui attuazione non potrà in nessun caso eccepirsi la convenzione dì assegno - Posie Italiane darà prontamente comunicazione al Correniisìa. ART MODIFICA UNILATERALE DELLE CONDIZIONI CONTRAT TUALI 1. Poste Italiane si riserva la facoltà dì modificare unilateralmente, anche in senso sfavorevole al Correntista, in presenza dì un giustificato motivo, le condizioni economiche e le altre condizioni contraltuali che regolano il Conio nonché le condizioni, comprese quelle economiche, cne disciplinano 1 Servìzi di cui alle successive Sezioni B e C 2. Le modifiche di cui al comma che precede vengono comunicate espressamente da Poste Italiane al Correntista, con l'indicazione della data di decorrenza delle stesse, secondo modalità contenenti in modo evidenziato la formula "Proposta di modifica unilaterale del contratto" con un preavviso non inferiore a 2 (due) mesi, in forma scritta o in formato elettronico attraverso BPIOL se preventivamente accettato dal Correntista. 3. il Correnlista ha diritto di recedere senza penalità e senza spese di chiusura da! contratto enfro la data prevista per l'applicazione della modifica. In tale caso, in sede di liquidazione del rapporto, il Correntista ha diritto all'applicazione delle condizioni precedentemente praticate. La modifica sì intende approvata nel caso in cui ii Correntista non receda entro la data previste per l'applicazione della modifica stessa. ART DURATA. RECESSO ED ESTINZIONE DE! RAPPORTI 1.1 contratti relativi al rapporto di conto corrente e ai Servizi accessori sono tulli a tempo indeterminato. 2. Il Correntista ha diritto di recedere, in qualsiasi momento senza penalità e senza spese dì chiusura dal contratto di conto corrente postale. L'estinzione del Conio avviene entro 30 (trenta) giorni dal ricevimento da parte dì Poste Italiane della relativa richiesta, comunicata per iscritto dal Correntista con le modalità previste rial precedente art Parimenti Poste Italiane ha diritto di recedere da! contratto di conto corrente senza preavviso qualora vi sia una giusta causa o un giustificalo motivo ovvero, in caso non vi sia un giustificato motivo, dando un preavviso scritto non inferiore a due mesi. 4. In caso di recesso, sia del Correntista sia di Poste Italiane, ciascuna delie parti ha dirillo di esìgere il pagamento di tulio quanto sia reciproca me me dovuto. 5. Il recesso dal contratto di conto corrente determina l'estinzione del rapporto di Conto. L'estinzione per qualsiasi causa dei rapporto di conto corrente determina automaticamente anefte l'estinzione della Convenzione d'assegno e di ogni altro rapporto relativo ai Servizi accessori riferiti al Conto estinto, nonché l'esiinzione del Contratto Quadro. 5, Restano salve ie eventuali diverse disposizioni previste nelle successive Sezioni selle presenti condizioni contrattuali, nonché le specifiche norme che regolan-."! : singoli Servizi accessori al Conio. f*rì~ rìespohsà31lita 1. - D oste Italiane non risponde oelle conseguenze Derivanti da errori, disgjici o ritardi nella trasmissione di comunicazioni e ordini da parie elei Correntista. 4 di 7

11 2. Peste Italiane non assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza pregiudizievole derivante dall'esecuzione delle presentì condizioni conti-attuali, che sia causata da fatto di terzi. ART SPESE E ONERI FISCALI Le spese e gii oneri fiscali che Poste italiane dovesse sostenere in relazione ai rapporti posti in essere ccn il Correntista, sono a carico dello stesso. ART LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE 1.1 rapporti con la clientela sono regolali dalla Legge Italiana. 2. Salvo quanto diversamente imposto da inderogabili disposizioni di legge, perogni controversia che dovesse insorgere tra Poste Italiane e il Correntista con riferimento ai rapporti regolati dalle presenti condizioni, dalla condizioni che regolano i Servizi" accessori noncnè dalie condizioni del Contratto Quadro, anche in relazione all'inierprelazione delle stesse, il Foro territorialmente competente è esclusivamente quello del capoluogo della Regione in cui è stato stipulalo il relativo contratto con esclusione dì qualsiasi altro Foro. ART RECLAMI, RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTRO VERSIE. CLAUSOLA DI MEDIAZIONE 1. II Cliente può avanzare reclamo a Paste Italiane per qualunque questione derivante da presunta inosservanza da parte dì Poste Italiane slessa delle condizioni contrattuali che regolano il Conto e relativi Servìzi accessori. Le condizioni, le modalità e ì termini di presentazione del reclamo sono indicali nel "Regolamento del Servizio dei Reclami Bancoposta", nel documento sui "Principali Diritti dei Cliente" riguardante tutti i servizi/prodotti di Bancoposta e nei Fogli Informativi refativi ai rapporti di conto corrente a disposizione della Clientela presso lutti gli Uffici Postali e sul sito internet di Poste Italiane Qualora il Cliente non sia soddisfatto o non abbia ricevuto risposta al reclamo, può presentare ricorso all'arbitro Bancario Finanziario (A8F) secondo il procedimento istituito in attuazione dell'art. 128-bis del testo unico in materia bancaria e creditizia di cui al D. Lgs. 1 settembre 1S93 n. 385 e richiamato nel citato documento sui "Principali Diritti del Cliente" e nei sopra citati Fogli Informativi, ove ricorrano 1 presupposti previsti dal regolamento di tale organismo. 2. In ogni caso, ai fini della risoluzione stragiudiziala delle controversie che possano insorgere in ordine al Conto Poste Italiane e il Cliente possono esperire il procedimento di mediazione di cui al. Lgs. 4 marzo 201D, n 2G prima di' fare ricorso all'autorità Giudiziaria, Poste Italiane ed i! Cliente concordano di sottoporre tali controversie al Conciliatore Bancario Finanziario - Associazione per ie controversie Bancarie Finanziarie e societarie - ADR iscritto al registro degli organismi di mediazione tenuto dal Ministero della Giustizia o, previo accordo, ad un altro organismo iscritto al medesimo registro. 3. Resta feirno, in ogni caso, il diritto di Poste Italiane e del Cliente di sottoporre le controversie alla competente Autorità Giudiziaria. ART DISPOSIZIONE FINALE Le condizioni generali contenute nella presente Sezione A si applicane ai Servizi accessori di cui alle successive Sezioni B e C e agli altri Servizi accessori al Conio, per quanto non diversamente previsto dalle relative specifiche condizioni contratiuali. SEZIONE E SERVÌZIO ASSEGNI POSTALI Vi DMA Ti ART. 1 - OGGETTO 1. Il Correniisìa titolare della Convenzione d'assegni di cui alla precedente Sezione A può richiedere l'emissione e il rilascio, presso gli Urtici Postali, dì assegni postali vidimati, secondo ouanio di seguito previsto. 2. L'emissione di assegni postali vidimati è consentita da Poste Italiane solo a seguilo di richiesta scritta e previa corresponsione - tramite addebito sul conto corrente dei Correntista traente - dell'importo degli assegni da emettere, delle relative commissioni e. ove previsto dalle disposizioni di legge in materia, dell'imposta di bollo nell'importo tempo per tempo vigente. La richiesta va presentata in occasione di ogni singola operazione di emissione, secondo quanto meglio precisalo al successivo art. 2, e la sua accettazione da parte di Posle Italiane non comporta in ogni caso autorizzazione a emissioni successive. 3. Le commissioni dovute a Poste Italiane e le altre condizioni economiche del presente Servizio sono quelle indicale nell'edizione tempo per tempo vigente dei FI e DDS di Poste Italiane a disposizione del pubblico presso gli Uffici Postali. ART. 2 - CONDIZIONI PER L'EMISSIONE 1. Il Correnlista che ha deposìlaio la propria firma ai sensi dell'art. 3 delle Disposizioni generali delle presenti' condizioni contrattuali può richiedere l'autorizzazione all'emissione dell'assegno postale vidimato compilando e sottoscrivendo l'apposito modula aa presentare all'ufficio Postale presso 1 quale è inlraileriuto il rapporto li: conto correrne. 2. Poste liafiane si nserva la facoltà di accettare ia uchiesia & condizione che non vi siano ragioni che impediscano l'emissione degli assonnì in capo al Correntista e che cui conio correoia -uì setaccilo i\ siano forici disponici' sufficienti per consentire >l previo iniecrsle addebito dell'importo degli assegni richiesti, delie relative commissioni e dell'eventuale impesta di bollo 3. Ciascuna richiesta può anche riguardare remissione di più assegni, nei limiti consemiti natie procedure di Peste llalìane e fermo restando quanto disposto dal precedente comma 2. Poste Italiane non procede in nessun caso a emissioni paiziali, pertanto, ove sul Conto da addebitare non sia presente un saldo disponibile sufficiente ad assicurare il previo integrale addebito dell'importo di tulli gli assegni di cui alla richiesta e delle relative commissioni e dell'eventuale imposta di bollo l'operazione non viene accettata. 4. Per l'emissione dell'assegno postale vidimato non è consentito l'utilizzo dei moduli di assegni pestali ordinari, bensì solo degù speciali moduli a ciò de sii nati. 5. Gli speciali moduli di assegni postali vidimati sono a disposizione del Correntista presso gli Uffici Postali ed è esclusa la consegna al Correntista slesso di moouli in bianco. ART. 3-EMISSIONE 1. All'atto della presentazione della richiesta di emissione di assegni postali vidimati Poste llaliane accerta che non vi siano impedimenti all'emissione dì assegni da parte del traente e che sul Conio di addebito vi sia la necessaria copertura, inserisce i dati necessari alla compilazione dell'assegno, stampa l'assegno, acquisisce la firma del traente sul modulo di richiesta per conferma conformila dei dati, addebita il conto traente dall'importo dell'assegno e delle commissioni, acquisisce la firma dì traertza dell'assegno e appone la vidimazione. 2. Gli assegni postai! vidimati devono essere traiti con sottoscrizione rispondente ai requisiti di cui all'art. 11 della legge sugli assegni. 3. L'assegno emesso e vidimato con le modalità di cui al precedente comma 1 viene consegnalo ai richiedente, a canco del quale resta l'onere della consegna al beneficiario. 4. L'assegno postale vidimato è emesso con la clausola "non trasferibile". L'assegno può essere emasso, su specifica richiesta scritta del richiedente, senza la clausola "non trasferibile" nei limiti degli importi previsti dal D. Lgs, 21 novembre 2Q07, n. 231 e successive modifiche e integrazioni. ART. 4 - VALIDITÀ GII assegni postali vidimati sono pagabili a vista entro il termine massimo di due mesi indicato sul titolo da Posie Italiane all'atto della vidimazione. Decorso il termine di validità il titolo non è più pagabile. ART. 5 - RIMBORSO 1. Scaduto il termine di validità dì cui al precedente art. 4 senza che l'assegno postale vidimato sia sialo pagato, l'importo dell'assegno stesso è rimborsabile al Correntista previa apposita richiesta scritta da parte dello stesso e riielro corresponsione della commissione di rimborso indicata nei FI e DDS. 2. Il Correntista deve allegare alla richiesta di rimborso il titolo da rimborsare, se in suo possesso, oppure la copia del modulo di richiesta rilasciatagli per ricevuta. ART. 6-PAGAMENTO 1. L'assegno postale vidimalo non può essere pagato se non reca la vidimazione che comprova l'avvenuta acquisizione dei fondi da parte di Posle italiane. 2. L'assegno postale vidimato è pagabile eniro i termini di validità di cui al precedente art 4, 3. L'assegno posiate vidimalo è pagabile, presso tulli gli Uffici Postali abilitali al pagamento, al beneficiario indicato sui titolo quale prenditore o al diverso soggelio a ciò legittimato secondo la legge di circolazione del titolo, previa identificazione de! portatore mediante esibizione dì validi documenti di identificazione. L'assegno postale vidimalo può essere presentato al pagamento anche tramite una Banca. 4. L'assegno postale vidimato emesso con la clausola "non trasferibile" può essere pagato esclusivamente al beneficiario o a un banchiere per l'incasso. 5. Entro ii termine dì validità di cui al precedente art. 4 può essere constatato il rifiuto di pagamento con le modalità previste dall'art. 45 e seguenti delia legge sugli assegni al fine dell'esercizio del regresso contro i giranii, il traente e gli altri obbligati. ART. 7 - TRASFERIMENTO 1. L'assegno postate vidimato può essere ceduto mediante girata nel solo caso in cui sullo stesso non sia apposta la clausola 'non trasferibile". 2. Poste Italiane non risponde dell'a utenti cita delle girale. 3. L'assegno postale vidimato pagabile a una persona determinata con la clausola "non all'ordine" a altra equivalente, non può essere trasferito che nella forma e con gli efletti della cessione ordinaria. ART. E - SMARRIMENTO, SOTTRAZIONE 0 DISTRUZIONE 1. Nel caso di assegno postale vidimato emesso con la clausola "non trasferibile" non si fa luogo ad ammaramento, ma il prenditore ha diritto dì ottenere a proprie spese dal traente un duplicalo denunciando lo smarrimento, la distruzione o la sottrazione a Poste Italiane e al traente. 2, In caso di smarrimento, sottrazione o distruzione dell'assegno postsie vidimalo che non sìa staio emesso con la clausola "non trasferibile", se rie. può fare denuncia a Foste llaliane ed esperire la procedura di ammortamento di cui agii ari! 69 e seguenti osila legge sugli assegni ART. S - RSSrOWSAElLITA Poste Italiane ncn risponde- di errori, ritardi o danni derivanti drs inesattezze 5 di 7

12 o incompletezza dei dati fomiii dal Correntista al momento aeila richiesta del Servizio o da fatto di terzi. ART DISPOSIZIONI FINALI All'assegno postale vidimato, per quanto non previsto da disposizioni speciali e dalle presenti condizioni, si applicano in guanto compatibili le disposizioni su/rassegno bancario. SEZIONE C SERVIZIO DOMICILIAZIONE PAGAMENTI ART. 1 - OGGETTO, DISCIPLINA E RICHIESTA DEL SERVIZIO 1. Il servizio di domiciliazione pagamenti di cui alla preseme Sezione (di seguito il "Servizic") consente al Correntista, cne ne abbia chiesto e ottenuto l'attivazione, l'effettuazione, in via automatica sul proprio conto corrente, di addebiti Diretti fdomi dilazione), disposti dal beneficiario (di seguilo anche 'Azienda creditrice" o "Aziende crediinci"! relativi al pagamento delle fatture o dei diversi documenti di debito (di seguite indifferentemente le "fatture") emessi dalle Aziende creditrici a valere sul Conto del Correntista, previo consenso di quest'ultimo dato a Posie Italiane ovvero a! beneficiario. 2. Il Servizio è regolalo dalle condizioni contrattuali contenute nella presente Sezione, dalle condizioni contenute nel Contratto Quadro, dalle condizioni generali di cui alla Sezione A delle presenti condizioni contrattuali del conto corrente Bancoposta P.A., nonché dalle condizioni economiche e non contenute nell'edizione tempo per tempo vigente del Foglio Informativo relativo al conto correrne e ai Servizi accessori consegnato al Correntista al momento delia richiesta del Servizio e a disposizione della clientela negli Uffici Postali e sul siio Internet di Poste Italiane (di seguito "Fi") e nei Documenti di Sintesi successivamente forniti al Correntista nelle edizioni tempo per tempo vigenti (di seguita "DDS"Ì, condizioni lufte che formano parte integrante e sostanziale delle condizioni del Servizio stesso. 3. L'aitivazione della specifica delega di pagamento può essere richiesta dal Correntista a Posie Italiane per iscritto mediante l'apposito modulo da presentare presso l'ufficio Postale nel quale è intrattenuto il rapporto ovvero mediante richiesta avanzata all'azienda creditrice espressamente autorizzata da Poste Italiane, 4. Per consentire l'operatività de! Servizio, per ciascuna domiciliazione il Correntista è tenuto a indicare a Posie Italiane, nell'apposita sezione dei moduli all'uopo predisposti, i dati relativi all'azienda creditrice, il codice assegnato dall'azienda creditrice al debitore cui si riferiscono le fatture, nonché Untesi azione delle medesime. 5. Il Servizio è attivo solo per pagamenti da effettuarsi a favore di Aziende creditrici' all'uopo convenzionate con Poste Italiane, per le quali Poste Italiane abbia reso disponibile tale modalità di incasso dei propri credili. Poste Italiane si riserva la facoltà di limitare l'operatività del Servizio solo a determinati documenti d'incasso. ART. 2 - MODALITÀ OPERATIVE 1, Le fatture saranno pagaie da Poste lialiane mediante addebito sul conio corrente, intendendosi a tal fine Poste Italiane a ciò autorizzata. Ai fini del rispetto dei tempi di esecuzione il momento della ricezione dell'ordine coincide con il giorno convenuto tra il Correntista e l'azienda creditrice. Ove il giorno convenuto non sia una Giornata operativa per Poste Italiane, l'ordine si intende ricevuto nella Giornata operativa successiva. Poste Italiane pagherà esclusivamente le fatture per le quali le sia pervenuto l'ordine di pagamento da parte dell'azienda creditrice e a condizione che al momento dell'addebito il conto conente sia in essere, presenti un saldo disponibile sufficiente per l'addebiio dell'intero importo dovuto e non vi siano ragioni che ne impediscano l'utilizzo, senza necessità per Poste Italiane di inviare la reiaiiva contabile di addebiio. In nessun caso Poste Italiane prowederà ad addebiti parziali. 2. Le fatture saranno inviale dall'azienda creditrice al Correntista con le modalità e i tempi concordati tra gli stessi e saranno contrassegnate da apposita dicitura con la quale si segnala che l'azienda creditrice ha provveduto o prowederà a richiedere a Poste Italiane il pagamento a proprio favore della fattura tramile addebito sul conto corrente del Correntista. 3.1! Correntista ha l'obbligo di verificare l'esistenza sulle fatture della dicitura citala al precedente comma. In caso di mancanza della dicitura, il Correntista dovrà provvedere in proprio al pagamento, nei termini indicati in fattura, onde evitare l'applicazione delle indennità di mora e delle altre penalità previste. 4. In mancanza di fondi disponibili e sufficienti sul confo corrente al momento dell'esecuzione da parte di Poste Italiane dell'ordine, il corrispondente ordine di pagamento si intenderà automaticamente rifiutalo con effetto immediato e il Correntista dovrà provvedere in proprio al pagamento, restando esonerala Poste Italiane da qualunque responsabilità inerente al mancato o ritardalo pagamento. 5. Qualora Poste Italiane rifiuti di eseguire un ordine di pagamento, per motivi diversi da quelli di cui al comma che precsoe. il riiiulo e. ove possibile, le relative motivazioni, sono comunicati ai Correntista, salvo che (a comunicazione sia contraria a disposizioni comunitarie o nazionali. Tale comunicazione sarà effettuata per iscritto all'indirizzo indicalo dal Correntista all'alio della so Ho scrizione del modulo di richiesta di apertura del conto corrente ovvero all'indirizzo fatto successivamente conoscere par iscritto. G. Poste Italiane non darà corso all'ordine di pagamento se non sussistono tulle le condizioni di cui precedente comma 1 e ti Correntista esonere Poste Italiane stessa da qualsiasi responsabilità in oicino alla mancata esecuzione dell'ordine. Resta fermo che la mancate esecuzione dell'ordine di pagamento da parte di Poste Italiane di cui al presente comma non costituisce rifiuto. 7. Poste Italiane non è responsabile per l'effettuazione degli addebiti, ove eseguili a favore dell'azienda creditrice indicata dal Correntista e secondo l'importo da questa direttamente Indicalo a Poste Italiane. Poste Italiana resta quindi estranea a ogni controversia che dovesse insorgere tra il Correntia e l'azienda creditrice al riguardo. Il Correntista accetta fi» d'ora che eventuali vanazioni degli estremi identificativi del rapporto di cui all'articolo 1, comma 4, della presente Sezione cosi come eventuali revoche della domiciliazione di cui al successivo Articolo 3 siano comunicate per suo conto a Poste Italiane direttamente dall'azienda creditrice interessata. ART. 3 - ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE DOMICILIAZIONI - REVOCA DEL SINGOLO ADDEBITO - RIMBORSO 1. Con rifenniento s ciascuna domiciliazione disposta dai Correntista, Poste Italiane provvede a inoltrare all'azienda creditrice, entro 30 (trenta) giorni lavorativi dalla data di ricezione, le richieste di attivazione o di eventuale successiva revoca del Servizio direttamente pervenute a Poste Italiane da parte del Correntista. 2. ti Correntista può revocare l'autorizzazione permanente di addebito sul conto corrente a mezzo di comunicazione scritta da presentare presso l'ufficio Postole con il quale è intrattenuto il rapporto di conto corrente oppure a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento da inviare all'indirizzo del medesimo. 3. Il Correntista, barrando le apposite caselle presenti sul modulo per la specifica autorizzazione permanente all'addebito in conto, può richiedere di esercitare il diritto dì revocare il sìngolo addebito preautori zzalo entro il giorno precedente la data di scadenza indicata dall'azienda creditrice ed il diritto di chiedere il rimborso di un addebito preautorizzato nel termine scelto tra quelli indicati nel modulo stesso. L'esercizio di tali diritti è subordinato all'accettazione della richiesta da parie dell'azienda creditrice. Nel caso in cui il Correntista abbia rilasciato la specìfica autorizzazione permanente all'addebito in conto presso Posie Italiane, quasìa, qualora l'azienda creditrice non riconosca al Correntista stesso i diritti di cui ai periodo che precede, comunica il mancato riconoscimento al Correntista per iscritto, tramite lettera inviata all'indirizzo indicato dal Correntista stesso all'atto della richiesta di apertura del conto, ovvero all'indirizzo fatto successivamente conoscere per iscritto. Nel caso in cui' il Correniisla abbia rilascialo l'autorizzazione permanente all'addebito in conto presso l'azienda creditrice, sarà cura del Correntista verificare il riconoscimento o meno dei diritti di cui al presente comma presso l'azienda creditrice stessa. 4. Qualora il Correntista intenda rinunciare ai diritto di revocare il singolo addebito preautorizzato ovvero al diritto di chiedere il rimborso di un addebito preauìorizzato, la specifica autorizzazione permanente all'addebito in conto dovrà essere necessariamente rilasciata presso l'azienda creditrice. 5. Il Correntista può revocare il singolo addebito con le modalità e nei termini di cui rispettivamente agli Articoli 4 e ts del Contratto Quadro. 6. Il Correntista è consapevole ed accetta che, in base all'artìcolo 13 del D. Lgs. 11/2010, nel caso in cui nel modulo per l'autorizzazione permanente all'addebito in conto venga specificato dal Correntista l'importo degli addebiti, non sussiste la condizione per il dinfto al rimborso dell'importo trasferito a seguito dell'addebito preautorizzato. 7. Il Correntista al quale sia sialo riconosciuto da parie dell'azienda creditrice il diritto di richiedere li rimborso, può avanzare richieste dì rimborso per operazioni di pagamento disposte dall'azienda creditrice qualora ricoirano le condizioni previste nell'articolo 12 del Contralto Quadro. 8. Nel caso in cui il Correntista abbia rilascialo la specìfica autorizzazione permanente all'addebito in conto presso Posie italiane, questa comunica all'azienda creditrice, ai finì dell'accettazione, le nchieste ricevute e i dati ad esse relative, attraverso il servizio dì collegamento telematico. ART. 4 - DISPOSIZIONI FINALI Per tutto quanto non specificamente previsto dalle presenti condizioni conlrattuafi particolari afferenti il Servìzio, sì fa espresso rinvio alle clausole contenute nelle Condizioni generai! del Conio e nel Contratto Quadro, ove compatibili in relazione al Servizio stesso. ART. 5 - DISPOSIZIONI TRANSITORIE 1.1! Servizio di cui alla presente Sezione C - Servizio Domiciliazione pagamenti - con riferimento alle domiciliazioni pagamenti diverse da quelle a importo fisso, viene prestalo fino al 31 gennaio 2014 essendo lo stesso sosiituiio dal 1" febbraio da quello degli Addebiti diretti SEPA previsti e disciplinati dal Regolamento (CE) n, 260/2012 nonché dal Contratto Quadro e con riferimento alle domiciliazioni pagamenti ad importo fisso viene prestaio fino ai 1" febbraio 2015 essendo anch'esso sostituito a partire dal 2 febbraio 201S dal servizio Addebiti Diretti SEPA previsti e disciplinali dal Regolamento (CE* n. 280/2012 nonché dal Contratto Quadro. 2. Al finì della sostituzione del Servizio dì cui al comma che preceda" al Poste italiane fornisce alle Aziende credilrici i dati relative alle specifiche delegne di pagamento rilasciate a Poste Italiane stessa ai sensi del Servìzio di cui alla presente Sezione C - Servìzio Domiciliazione pagamenti - che oeriaino restano valide ai lini degli Addebiti diratti SEPA, b) le Aziende crediirici in qualità di Beneficiari degli addebiti diretti devono comunicare ai propri debitori, con un preavviso dì almeno 30 giorni e comunque non oltre il 31 dicembre la data di migrazioni; delle domiciliazioni pagamenti agii Addebiti diretti SEPA. 6 di 7

13 INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Al SENSI DELL'ART. 13 DEL D. LGS. N. 196/2003 (CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI) RIVOLTA A SOGGETTI DIVERSI DA PERSONE GIURIDICHE, ENTI E ASSOCIAZIONI Poste Italiane S.pA Società con socio unico (di seguito. Poste), con sede in Roma, Viale Europa, 190, che opererà in qualità di Titolare del trattamento, nel pieno rispetto delle disposizioni dettate dal D. Lgs. n. 196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali, di seguito Codice], fornisce le seguenti informazioni riguardanti ii trattamento dei dati personali dei clienti (di seguito, "Interessali") -. Fonte dei dai/ personali I dati personali sono raccolti, anche attraverso le tecniche di comunicazione a distanza di cui Poste si avvale (fra le quali11 sito internet ed il cali center), al momento della richiesta del prodotto o del servizio, oppure nel corso dei rapporto contrattuale. Finalità de! trattamento, natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati personali e conseguenze di un eventuale rifiuto 1 dati personali saranno trattati da Poste per dar corso alla nchiesta dell'interessato e/o per eseguire gli obblighi derivanti dal contratto stipulato con l'interessato o per adempiere a sue specifiche richieste prima della conclusione del contratto, inoltre per l'adempimento di obblighi di legge, nonché per le attività connesse e strumentali alla gestione del rapporto contrattuale ivi coinpresi i rapporti refativi ad eventuali servizi accessori richiesti dall'interessato. Per queste finalità il conferimento dei dati è necessario. In assenza del conferimento dei dati, non sarà possibile fornire il prodotto il servizio richiesto, Per finalità amministrativo-coniabili, Poste potrà comunicare ì dati personali alle società del Gruppo Poste Italiane. I trattamenti effettuati per finalità amministralivo-contabili sono quelli connessi alio svolgimento delle attività di natura organizzativa, amministrativa, finanziaria e contabile, a prescindere dalla natura dai dati trattati (attività organizzative interne, quelle funzionali all'adempimento di obblighi contrattuali e precontrattuali, alla gestione del rapporto di lavoro in tutte le sue fasi, alla tenuta della contabilità e all'applicazione delle norme in materia fiscale, sindacale, previdenziale-assislenzisle, di salute, igiene e sicurezza sul lavoro). Poste potrà utilizzare, senza il consenso dell'interessato e salva la sua opposizione, i recapiti di posta elettronica e di posta cartacea dallo stesso forniti nel corso del rapporto, per inviare proprio materiale pubblicitario o promuòvere una propria vendita diretta o per compiere proprie ricerche di mercato o dì comunicazione commerciale, relativi a prodotti e servizi analoghi a quelli richiesti. I dati raccolti potranno inoltre essere trattati in relazione alla eventuale richiesta dell'interessato di partecipare ad operazioni a premio promosse da Poste Italiane S,p.A, e/o da società del Gruppo Poste Italiane. Inoltre, ì dati personali saranno trattati da Poste - con lo specifico consenso dell'interessato, di natura facoltativa e revocabile in qualsiasi momento - per le seguenti ulteriori finalità; 1. per comunicazioni a carattere promozionale, pubblicitario o commerciale e l'offerta diretta dì prodotti o servizi di Poste e/o delle società del Gruppo Poste Italiane - mediante l'impiego del telefono e della posta cartacea, nonché mediante sistemi automatizzati di chiamata senza l'intervento di un operatore e mediante posta elettronica, telefax, messaggi del tipo Sms, Mms, o di altro tipo - nonché, con gli stessi mezzi, per indagini statìstiche e di mercato volte alla rilevazione del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei prodotti o servizi di Poste e/o delle società del Gruppo Poste Italiane; 2. per comunicazioni a carattere promozionale, pubblicitario o commerciale e l'offerta di prodotti o servìzi di soggetti terzi, non appartenenti al Gruppo Poste Italiane - mediante l'impiego del telefono e della posta cartacea, nonché mediante sistemi automatizzati di chiamata senza l'intervento di un operatore e mediante posta elettronica, telefax, messaggi del tipo Sms, Mms, o di altro tipo - nonché, con gii stessi mezzi, per loro indagini statistiche e di mercato volte alla rilevazione del grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei ioro prodotti o servizi; 3. per svolgere attività di probazione consistente nella individuazione di preferenze, gusti, abitudini, necessità e scelta di consumo e nella definizione del profilo dell'interessato, ai fine di effettuare comunicazioni a carattere promozionale, pubblicitario o commerciale personalizzate, per proporre offerte personalizzate e per migliorare la qualità dei piodotii o servizi dì. Poste, con i mezzi indicai; ai preseti enti punti 1 e 2: 4. per la comunicazione dei dati attinenti al proiilo dell'interessato alle sodata del Gruppo Poste Italiane, al ime di consentire alle stesse di effettuare comunicazioni a carattere promozionaie. pubblicitario o commerciale personalizzate, di proporre offerte personalizzate e di migliorare la qualità dei propri prodotti o servizi, con i mezzi indicati ai precedenti punti 1 e 2. Dati sensibili e giudiziari Poste non tratta dati sensibili icics dati personali idonei a rivelare l'origina razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i daii personali idonei a rivelare le stato di salute e la vita sessuale) o dati giudiziari (cioè dati personali idonei a rivelare provvedimenti di cui all'articolo 3. comma 1, lettere da a) a o) e da r) a t», del D.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, in materia dì casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrai)ve dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato ai sensi degli articoli 60 e 61 del codice di procedura penale); pertanto il consenso che viene richiesto non riguarda tali dati, a meno che gli stessi non vengano rilasciati dall'interessato occasionalmente, per l'esecuzione dì particolari servizi o operazioni. In tal caso Poste, ove necessario, avrà cura di integrare la piesente informativa e dì chiedere all'interessato il consenso al trattamento dì questi dati. Modalità di trattamento dei dati personali il trattamento dei dati personali avverrà mediante strumenti cartacei, informatici e telematici, con logiche strettamente conciate alle finalità sopra indicate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. * Soggetti che possono venire a conoscenza dei dati personali in qualità di Responsabili o Incaricati e soggetti o categorìe di soggetti ai quali possono essere comunicati I dati personali saranno trattati da incaricati del trattamento designati da! Responsabile del trattamento, e opereranno sotto la diretta autorità di quest'ultimo, nel rispetto delie istruzioni ricevute. II Responsabile del trattamento è il responsabile prò tempore della Funzione Bancoposta Operazioni, Viale Europa Roma, al quale l'interessato potrà rivolgersi per richiedere l'elenco aggiornato degli eventuali ulteriori Responsabili intemi ed esterni. inoltre. Poste ilaliane pofrà comunicare i dati personali a soggetti terzi', ivi comprese le società del Gruppo Poste Italiane, per lo svolgimento dì alcune attività (o parte di esse) strettamente necessarie per dar corso alla richiesta e/o necessarie in relazione all'esecuzione del contratto. I predetti soggetti opereranno in qualità dì Responsabili esterni, apposiiamenie nominati da Poste, oppure in qualità di Titolari autonomi del trattamento; in tale ultimo caso, provvederanno a rendere all'interessato idonea informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. n. 1S6/03. Tali soggetti, in relazione al prodotto c al servizio richiesto, saranno individuati nell'ambito delle seguenti categorie: A) soggetti ai quali Poste Italiane affida l'installazione/manutenzione dì impianti e/o sistemi informati ci/tei e maìicì e/o la consegna, l'installazione/ manutenzione degli apparati e dei prodotti (ivi compresa la posta elettronica); 8) soggetti (ad es. cali center) ai quali Poste Italiane affida attività di assistenza, pubblicità, promozioni, rilevazione del grado di soddisfazione della clientela; C) soggetti incaricati per la stampa e imbustamenio delie comunicazioni dirette agli interessati; D) soggetti che prestano attività di assistenza e consulenza; E} soggetti' che svolgono servizi bancari, finanziari e assicurativi o che gestiscono sistemi o strumenti di pagamento; F) Autorità e organi di vigilanza e controllo e in generale soggetti, pubblici o privati, con funzioni dì rilievo pubblicistico (es, UIC, Banca d'italia, CAI ecc.); G) soggetti che gestiscono sistemi nazionali e intemazionali per il controllo delle frodi ai danni delle banche e degli intermediari finanziari; H) soggetti che svofgono attività di garanzia assegni; I) soggetti preposti all'attività di recupero crediti; L) soggetti che svolgono adempimenti di controllo, revisione e certificazione delle attività poste in essere da Poste anche nell'interesse della clientela; M) soggetti che svolgono servizi per l'acquisizione, la registrazione ed il trattamento di dati rivenienii da documenti cartacei o informatici concernenti lavorazioni massive relative a pagamenti, effetti, assegni o altri titoli; N) soggetti che effettuano servizi di acquisizione, lavorazione, elaborazione e archiviazione della documentazione relativa ai rapporti intercorsi con la clientela. Per conoscere l'elenco aggiornato dei soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati è possibile rivolgersi al sopra indicato Responsabile del trattamento. * Esercizio doi diritti ex- art. 7, O. Lgs. n. 1'J6'Q3 Presso il sopra indicato Responsabile del tratta mai ito l'interessato potrà esercitare ì diritti previsti dall'art 7 del. Lgs. n. 195/2003. quali ad esempio il diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno de: daii personali, della loro comunicazione, il diritto di richiedere l'aggiornamento, la rettifica o integrazione, la cancellazione, la trasformazione in t'orma anonima, il blocco per i trattamenti in violazione di legge, nonché di opporsi ai trattamento dei daii per finalità promozionali. 7 di 7

14 Da fi CO irgs Z 3 CONTE?ATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI Di PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per le attività imprenditoriali, professionali e per la Pubblica Amministrazione) SEZIONE 1 - DISPOSIZIONI GENERAL! ART. 1 - DEFINIZIONI Ai fmi del presente conlraito quadro per lo svolgimento dei servizi di pagamento a valere sul conio corrente (di seguito "Contratto Quadro") si intende oer: Poste listone: Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico - Patrimonio Bancoposta, costituito ai sensi dell'art. 2, commi 17-octies e ss. del Decreto Legge 29 dicembre 2010 n. 225, convertite con modificazioni nella Legge 26 febbraio 2011 n.10 e destinato esclusivamente all'esercizio dell'attività di Bancoposta come disciplinata dal D.P.R. 14 marzo n. 144 e successive modifiche. Prestatore dei servizi di pagamento o PSP: uno degli organismi di cui all'art. 1, comma 1 lettera g) del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 11 in attuazione della direttiva 2007/64/CE. relativa ai servizi di pagamento nel mercato intemo, per i servizi di pagamento prestati (istituii di moneta elettronica e Istituti di pagamento, Banche, Poste Italiane, la Banca Centrale Europea e le Banche Centrali nazionali se non agiscono in veste di autorità monetarie, altre Autorità pubbliche, le Pubbliche Amministrazione statali, regionali e locali se non agiscono in veste di Autorità pubbliche). Utilizzatore di servizi dt pagamento o Utilizzatore: soggetto che utilizza un servizio di pagamento in veste di pagatore o di beneficiario o di entrambi. Mi ero impresa: l'impresa che, al momento della conclusione del Contraito Quadro, occupa meno di 10 addetti e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di Euro (Raccomandazione della Commissione Europea 2003/361/CE del 6 maggio 2003). Consumatore: una persona fisica che, nei contraili per la fornitura di servizi di pagamento agisce per scopi estranei alla sua attività commerciale o professionale eventualmente svolta. 5 Conto di pagamento o Conto Bancoposta o Conto: il conto corrente K- detenuto presso Poste Italiane, intestato ad un cliente e utilizzato per "eseg, cuzione di operazioni di pagamento. js SERA (Single Euro Payments Area): l'area, attualmente formata da 32 r! Paesi (i Paesi dell'unione Europea che adottano l'euro, i Paesi dell'unio- ^ ne Europea che utilizzano una valuta diversa dall'euro ma che effettuano ^ comunque transazioni in Euro, più altn 5 Paesi non facenti parte dell'unione CL Europea che effettuano comunque transazioni in Euro), in cui vengono offerti % ai cittadini ed alle imprese e ad gli altri operatori economici servizi di paga- Si mento in euro a livello nazionale e transfrontaliere, alle stesse condizioni di e base e conformemente agli stessi diritti e obblighi uniformi, indipendente- 2 mente dalla loro ubicazione. a Bonìfico SEPA o SEPA Credit Transfer (SCT); un servizio di pagamen- B to nazionale o tran sfront ali ero per l'accredito sul conto di pagamento del = beneficiario tramite un'operazione di pagamento [SCT singolo) o una serie = di operazioni di pagamento (SCT ricorrente) eseguite in euro su conti cor- G renti nell'ambito della SEPA e regolato attraverso un sistema di pagamento al dettaglio, a partire da un conto di pagamento del pagatore da parte del s PSP detentore del conto di pagamento del pagatore stesso, sulla base di un'istruzione data dal pagatore. Bonìfico: un servizio di pagamento diverso dal Bonifico SEPA, nazionale come postagiro e bonifici di importo rilevante, o transfrontali ero come bonifici in valuta ufficiale di uno Stato membro dell'ue non appartenente all'area euro, per l'accredito di fondi sul conto di pagamento del beneficiario tramite un'operazione di pagamento (bonìfico sinodo) o una serie di operazioni di pagamento (bonifico ricorrentei eseguile a partire da un conto di pagamento del pagatore da pane del PSP detentore de! conto di pagamento del pagatore stesso, sulla base di un'istruzione data dal pagatore. Sistema di pagamento: un sistema di trasferimento di fondi regolato da disposizioni formali e standardizzate e regole comuni per il trattamento, la compensazione o il regolamento di operazioni di pagamento. Sistema di pagamento ai dettaglio: un sistema di pagamento, diverso da un sistema di pagamento di importo rilevante, la cui finalità principale è dì trattare, compensare o regolare bonifici o aadebrii diretti che sono generalmenle trasmessi in forma aggregata e che sono principalmente ri importo contenuto e di bassa pnorità. Sistema di pagamento di importo rilevante: un sistema di pagamento il cui scopo principale e il trattamento, la compensazione o il regolamento di singola operazioni di pagamento altamente prioriiarie e urgenti, e pnncipalmenie dì ammontare elevato. Operazione/i di pagamento: l'attività posta in essere dal pagatore o dal beneficiario, di versare, trasferire o prelevate Fondi indipendentemente da eventuali obblighi sctlosianti ira pagatore e beneficiario soggetti' alla Direttiva 2007/64-'CE de! Fan smento Europeo s sei Consiglio ed al D!_gs 27 gennaio 2010 n ti. Operazione di pagamento tran strania Nera: un o::si azione iniziala da un pagatore c da un beneficano quando il PSP del oagaiore e il PSP ae! beneficiario sono situati in Siati membri dell'unione Europea o comunque in Paesi dell'area SEPA diversi in caso di Bonifici SEPA o Addebiti diretti SEPA. Operazione di pagamento nazionale: un'operazione iniziata da un pagatore o da un beneficiario, quando il PSP del pagatore e il PSP dei beneficiario sono situati in Italia. Ordine dì pagamento: qualsiasi istruzione data da un Pagatore o da un Beneficiano a Poste Italiane con la quale viene chiesta l'esecuzione di una Operazione di pagamento. Ordinante: il Pagatore che avvia la procedura di Bonifico/Bonifico SEPA trasmettendo il relativo ordine ai proprio PSP. Strumento di pagamento: qualsiasi dispositivo personalizzato e/o insieme di procedure concordate tra il Cliente Pagatore di servizi di pagamento e Poste Italiane e di cui il Cliente Pagatore stesso si avvale per impartire un Ordine di pagamento. Pagatore: il soggetto titolare di un conto di pagamento a valere sul quale viene impartito un Ordine di pagamento e che autorizza un Ordine di pagamento a partire da tale conto ovvero, in mancanza di un conto di pagamento del pagatore, il soggetto che effettua un pagamento su un conto di pagamento del beneficiario. Beneficiario: il soggetto previsto quale destinatario dei Fondi oggetto dell'operazione di pagamento; Cliente pagatore: il soggetto titolare del Conto Bancoposta a valere sul quale viene impartito un Ordine di pagamento. Cliente beneficiario: il soggetto titolare del Conto Bancoposta previsto quale destinatario dei Fondi oggetto dell'operazione di pagamento. Cliente: Cliente pagatore o Cliente beneficiario. Ordine di Bonifico/Bonifico SEPA: disposizione impartita da un Ordinante al proprio PSP con la quale viene nchiesta l'esecuzione di un Bonifico/ Bonifico SEPA comprendente le informazioni necessarie all'effettuazione dello stesso; identificativo unico: la combinazione di lettere, numeri o simboli che il Prestatore dei servizi di pagamento indica all'utilizzatore dei servizi di pagamento e che l'utilizzatore deve fornire al proprio Prestatore di servizi di pagamento per identificare con chiarezza l'altro Utilizzatore del servizio dì pagamento e/o il suo Conto di pagamento per l'esecuzione dì un'operazione dì pagamento. Ove non vi sìa un Conto di pagamento l'identificativo unico identifica solo l'utilizzatore del servizio di pagamento. Per il Conto BancoPosta l'identificativo unico è costituito dal codice IBAN. IBAN (international Banking Account Number): un numero identificativo di un conto bancario di pagamento intemazionale che individua, senza ambiguità, un unico conto di pagamento in uno Siato membro e i cui elementi sono specificati dall'organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO). BIC (Bank Identifier Code): Codice di S o 11 caratteri, usato per identificare senza ambiguità, il PSP nelle transazioni finanziarie. Giornata operativa: il giorno in cui il Prestatore di servizi di pagamento del Pagatore o del Beneficiano coinvolto nell'esecuzione di un'operazione di pagamento è operativo, in base a quanto è necessario per l'esecuzione dell'operazione stessa. Mandato: l'espressione de! consenso e dell'autorizzazione prestati dal Pagatore al Beneficiario e [direttamente o indirettamente tramite il Beneficiario) ai PSP del Pagatore (Poste Italiane), per consentire al Beneficiario di disporre l'incasso addebitando il conto di pagamento indicato dal Pagatore e per consentire al PSP di quest'ultimo di attenersi alle istruzioni impartite. Addebito diretto SEPA o SEPA Direct Debit (SDD): un servìzio di pagamento nazionale o transfrontaliera per l'addebito del Conta di pagamento dei Pagatore in cui un'operazione di pagamento é disposta dal Beneficiario in base al consenso del Pagatore rilasciato al Beneficiario stesso mediante il Mandato. Disposizione dì incassa: l'ordine di pagamento disposto dal Beneficiario che nell'ambito dell'esecuzione dì un Addebito diretto SEPA determina l'addebito del Conto del Cliente pagatore. SDD Core: servizio per faddebito diretto 5EPA del conto di pagamento di un Pagatore sia esso Consumatore, condominio o non Consumatore derivante na una Disposizione di incasso ìmpariiia da un Beneficiario, SDD Busirtess-to-Business (828): servizio per l'addebito Diretto SEPA esclusivamente del conto dì Pagamento di un Pagatore che sia non Consumatore e non condominio e nel solo caso in cui derivi da una Disposizione di incasso impartita da un Beneficiario non Consumatore e non condominio. Addebito diretto postale: il servizio di pagamento nazionale, gestito neii'ambito de! circuito postale, che consente al Cliente pagatore, che abbia richiesto ed ottenuto l'attivazione del Servizio Domiciliazione Pagamenti, l'effettuazione in via automatica, sul piopno Conto tiì pagamento ai addebiti diretti disposti uai Beneficiario, relativi ai pagamento delle fatture o oei propri docurnenii di debito emessi dal Cienìe beneficiario, s valere sul Conto di pagamento del Cliente pagaie-re. Operazione R: un'operazione di pagamento che non puc essere debitamente eseguita da un PSP o che dà luooo a un trattamento di eccezione di 6 Di

15 ina l'altro a causa di una mancanza di fondi, di una Disposizione di incasso richiamala, di un imperio o di una data errati, di una mancanza di mandato o di un conto enato o chiuso. Fondi: banconote e monele, moneta scritturale (intesa come moneta di conio che non circola fisicamente; l'utilizzo di tale moneta costituisce forma di pagamento cne non prevede l'uso di contante! e moneta elettronica (intesa come un valore monetario rappresentato da un credito ne: confronti dell'emittente che sia memorizzato su un dispositivo elettronico emesso previa ricezione di Fondi di valore non inferiore al valore monetario emesso ed accettato come mezzo di pagamento da imprese diverse dall'emittente) Data valuta: la data di riferimento usata da Poste Italiane per il calcolo degli interessi applicati ai Fondi addebitati o accreditati su un Conto di pagamento; Autenticazione: una procedura che consente a Poste Italiane di verificare l'uso di uno specifico Strumento di pagamento, inclusi i relativi dispositivi personalizzati di Sicurezza. Tasso di cambio di riferimento: il tasso di cambio che è utilizzato come base per calcolare un cambio valuta e che s reso disponibile dal fornitore del servizio di pagamento o proviene da una forte accessibile al pubblico. Supporto durevole: qualsiasi strumento che permetta all'utilizzatore di servizi di pagamento di memorizzare informazioni a lui personalmente dirette in modo che possano essere utilizzate per un periodo di tempo adeguato ai fini cui sono destinate le informazioni, e che consenta la riproduzione immutata delle informazioni memonzzate. ART. 2 - OGGETTO DEL CONTRATTO QUADRO 1. I! presente Contratto Quadro disciplina!a futura esecuzione delle Operazioni di pagamento a valere sul Conio del Cliente - te cui condizioni contrattuali si trovano nportaie nel relativo contratto - effettuata nell'ambito dei seivizi di pagamento individuati nei successivo comma 2 del presente Articolo, prestati in Euro o neila valuta ufficiale di uno Stato membro non appartenente all'area dell'euro o di uno Stato appartenente allo Spazio economico europeo, a condizione che i prestatori di servizi di pagamento del Pagatore e del Beneficiario siano insediati nella Comunità europea. Il presente Contratto Quadro non si applica nei casi esclusi dall'ambito di applicazione della Direttiva 2007/64/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio e del D. Lgs. 27 gennaio 2010, n Peste Italiane, in esecuzione dei presente Contratto Quadro, svolge i seguenti servizi di pagamento: a) servizi che permettono di depositare il contante su un Cento di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un Como DÌ pagamento; b) servizi che permettono prelievi in contante da un Conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un Canto di pagamente; c) esecuzione di Ordini di pagamento, incluso il trasferimento di ibridi, su un conto di pagamento presso il PSP dell'utilizzatore o presso un altro PSP: i) esecuzione di Addebiti diretti SEPA ricorrenti ovvero singoli; ii) esecuzione di Addebiti diretti postali; iiij esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi; iv'j esecuzione di Bonifici, inclusi ordini permanenti; v) esecuzione di Bonifici SEPA sfrigoli ovvero ricorrenti d) emissione e/o acquisizione di strumenti di pagamante: e) rimessa di denaro; f) esecuzione di operazioni dì pagamento ove il consenso dei Pagatore ad eseguire l'operazione dì pagamento sia dato mediante un dispositivo di telecomunicazione, digitale o informatico e il pagamento sia effettuato all'operatore dei sistema o delia rete di telecomunicazioni o digitale o informatica che agisce esclusivamente come intermediario tra l'utilizzatole di servizi di pagamento e il tornitore di beni e servizi. 3. Le operazioni effettuate nell'ambito dei servizi di pagamento di cui al precedente comma 2 del presanie Articolo sono eseguito dall'utilizzatore direttamenie a valere sul Conio Bancoposta attraverso gli sportelli degli Uffici Posiali e i sistemi centralizzati di Poste Italiane e mediante i seguenti servizi (Si seguito anche "Servizi" o sìngolarmente"servizio") messi a disposizione da Poste Italiane: - "Servizio Domiciliazione Pagamenti" che consente al Cliente che ne abbia richiesto ed ottenuto l'attivazione, l'effettuazione in automatico sul proprio conto di pagamento di Addebiti diretti posiali di cui si precedente comma 2 leti, c)- ii) del presente Artìcolo: tale servizio con riferimento alle domiciliazioni pagamenti diverse da quelle a importo fìsso, viene prestato fino al 31 gennaio 2014 essendo lo stesso sostituito da! 1" febbraio dai servizio Addebiti diretti SEPA e con riferimento alle domiciliazioni pagamenti a importo fisso viene prestato fino al V febbraio 2016 essendo anch'esso sostituto dal servìzio Addebiti diretti SEPA dal 2 febbraio 2C16; - "Addebiti Diretti SEPA", servizio di pagamento nazionale o transfrontaliere che consente l'addebito del Conio di pagamento cicì Pagatore in cui un'operazione di pagamento è disposta dal Beneficiario in base al consenso dal Pagatore rilasciato al Beneficiario stesso mediante il Mandaio; - "Bonifico SEPA". seivizio di pagamento nazionale a transfrontaliere- che consente l'accredito sul conio di pagamento del Beneficiario tramìto un'cpei anione di pseamsme- (SCT singole) o una sens di operazioni di pagamento (SCT ricorrerne) es&yuiie.a eviro su centi corravi nell'ambite della SEPA e regolalo altra verse uri sistema di pagnme'ilo -J cisttagiio. a parare Ha un Como dì pagamento del Pagslore da parte oei PSP detentore del Conto dì pagamento dei Pagatore stesso, sulla base ci un'istruzione data dal pagatore; - "Servizio di Incasso Domiciliazioni preautorizzate" che consente al Cliente che ne abbia richiesto ed ottenuto l'attivazione di impartire gli ordini di Incasso nell'ambito del circuito postale fino al 31 gennaio 2014 se non ha effettuato la migrazione agli Addebiti diretti SEPA. ai sensi del Regolamento (CE) n. 250/2012, prima dei predetto termine. Per gii addebiti diretti di importo fisso il Cliente beneficiario può avvalersi del Servizio dì incasso domiciliazioni preautorizz&e fine al Y febbraio 2018 se non ha effettuato la migrazione agli Addebiti diretti SEPA, ai sensi del Regolamento (CE) n. 250/2012, prima de: predetto termine; - "Servizio di incasso SDD Core" che consente a! Cliente beneficiario, a partire dai i c novembre 2013, che ne abbia richiesto ed ottenuta l'attivazione, di impartire Disposizioni di incasso, disponendo l'addebito del conio di pagamento di un Pagatore (Consumatore e non Consumatore) che gli aboia rilasciato apposito Mandato all'addebito dal proprio conto corrente e di ottenere l'accredito sul Conio del Beneficiario slesso degli Importi addebitati; - "Servizio di incasso SDD Susìness-io-Business" che consente a partire dal V novembre ai Cliente beneficiario non Consumatore e non condominio che ne abbia richiesto ed ottenuto l'attivazione di impartire Disposizioni di incasso, disponendo l'addebito dei conto di pagamento dì un Pagatore che non sia Consumatore e non sia un condominio che gli abbia rilasciato apposito Mandato all'addebito del proprio conto corrente e di ottenere l'accredito sul Conto del Beneficiario stesso deafì importi addebitati; - "Servizio Carta Postamat e Caria Postamaf versamento" che consente al Cliente che abbia richiesto ed ottenuto il rilascio della caria da parie di Posie Italiane, di prelevare denaro contante da sportelli automatici (ATM) postali e bancari, effettuare pagamenti presso esercenti convenzionati con il circuito di riferimento, di regolare operazioni postali a valere sul proprio Conto Bancoposta nonché dì versare denaro contante, assegni ed altri tìtoli sul conto corrente del Cliente; - "Servizio Remote Banking Bancoposta impresa on line (di seguito BPIOLJ" che consente al Cliente che abbia richiesto ed ottenuto da parte di Poste italiane l'autorizzazione al Servizio, di effettuare operazioni dì pagamento a valere sul proprio Conto di pagamento mediante collegamento con Poste Italiane per via telematica: - "Servìzio piattaforma di pagamento per l'e-commerce" che consente al Cliente ai incassare sul proprio Conto Bancoposta I pagamenti disposti in suo favore tramite internet. 4. La disciplina dei servizi di pagamento di cui sopra è contenuta nelle condizioni contrattuali, ivi comprese quelle economiche, relative ai singoli Seivizi stessi e/o in quelle che regolano il Conto Bancoposte alle quali si rimanda integralmente per tutto quanto non previsto nel presente Contratto Quadro. 5. Alle operazioni e ai servìzi di pagamento disciplinati dal presente Contralto Quadro si applicano le spese di cui ai successivo Articolo 3. ART. 3 - SPESE E IN FORMAZIONI!M ORDINE ALLE OPERAZIONI E Al SERVIZI DI PAGAMENTO 1. Le spese applicabili e ìe informazioni in ordine alle operazioni e ai servizi di pagamento disciplinati dal presente Contrailo Quadro sono contenute nel Foglio Informativo tempo per tempo vigente relativo al Conto e ai singoli Servizi, fornito al Cliente ai momento della richiesta di apertura del Conto Bancoposta e/o dei Servizi {di seguito FI) e nei Documenti di Sintesi tempo per tempo successivamente inviati ai clienti nel corso del rapporto (dì seguito DDS), da considerarsi entrambi parte integrante e sostanziale della disciplina del presente Contratto Quadro. 2. Poste Italiane può addebitare al Cliente le spese sostenute per l'adozione di misure correttive e preventive secondo quanto indicato nei Fi e nei DDS cui si fa rinvio, 3. Il FI relativo al Conio e ai singoli Servizi è messo a disposizione dei dienti da Poste Italiane presso gli Uffici Postali e sul sito wiw.poste.ìt. Il Cliente in qualsiasi momento dei rapporto può ottenere copia del FI aggiornato con le condizioni economiche in vigore su supporto cartaceo o su altro Supporto durevole.- SEZIONE li - AUTORIZZATONE DI OPERAZIONI DI PAGAMENTO ART. 4 - CONSENSO E REVOCA DEL CONSENSO 1. il consenso del Pagatore è un elemento necessario per la corrette esecuzione, da parte dì Poste italiane di una Operazione di pagamento e, in essenza di detto consenso tale operazione non può considerarsi autorizzata e non coirà essere eseguita Pertanto. l'ordine di pagamento sìngolo e/o ricorrente deve essere tornilo dal Cliente pagatore prima dell'esecuzioni 1 di un'operazione di pagamento. Previo accordo scriifo ira Poste italiane e il Ciienie può essere convanuto che l'aura tzzszione aci eseguire un Ordine di pagamento sia rilasciata anche in un momento successivo rispetto all'esecuzione dall'operazione 2. il Cliente é tenuto au imparile l'ordine di pagamento rtsauvo arj una singola operazione o ad una sarie dì operazioni nella forma e secondo le sroce-

16 dure prevista in relazione a ciascuno Strumento di pagamento e/c Servizio in particolare: a) per ISDD ii consenso del Cliente pagatore a! 'addebito de! proprio Conto di pagamento è prestalo mediante il con re rímenlo del Mandato 3l Beneficiario conlenente!'autorizzazione all'addebito del propno Conto di pagamento, in forma scritta ed in base a quanto prescritto da' Regolamento (UE) del Parlamento Europeo e de Consiglio dei 14 marzo 2012 che stabilisce requisiti tecnici e commerciali per i bonifici e gli addebiti diretti in euro e che modifica il regolamento (CE) n. 024/2009. Per l'sdd B2B il Cliente pagatore e tenuto ad informare Poste, Italiane sia del rilascio del Mandato al Beneficiario sia della revoca dai Mandato sia di qualsiasi modifica relativa a tale Mandato; b) per gli Ordini di pagamento diversi dall'sdd il consenso del Cliente pagatore é prestalo nelle torme e secondo le procedure previste par i singoli Servizi ovvero, ove non espressamente previsto e per gii ordini di pagamento disposti presso gli sportelli degli Uffici Postaii. in forma scritta e peri Bonìfici SEPA nel rispetto dei requisiti previsti da! Regolamento (UE) 260/2012 del Parlamento Europeo e dei Consiglio del 14 marzo 2D12 che stabilisce requisiti tecnici e commerciali per i bonifici e gli addebiti diretti in euro e che modifica il regolamento (CE) n. 924/2009. Poste Italiane dará esecuzione all'ordine di pagamento ricevuto a condizione che, al memento del pagamento, il Conto di pagamento sia in essere e presenti un saldo disponibile sufficiente per l'addebito dell'intero importo indicato e che non sussistano ragioni che ne impediscano l'utilizzazione. In caso contrario, Poste Italiane non darà corso all'ordine e il Cliente esonera Poste Italiane stessa da qualsiasi responsabilità in ordine all'operazione di pagamento. 3. Fatto salvo quanto previsto nel precedente comma 2 di questo Articolo, l'ordine di pagamento col quale viene chiesta l'esecuzione di un'operazione di pagamento o una serie di Operazioni di pagamento può essere revocato in qualsiasi momento, purché prima che l'ordine diventi irrevocabile ai sensi del successivo Articolo 16, Le Operazioni di pagamento eseguite dopo che sìa pervenuta a Poste Italiane la revoca del consenso vengono considerate non autorizzate. 4. Ai finì dell'opponìbilìtà a Poste Italiane, fa revoca del consenso da parte dei Cliente pagatore di cui al precedente comma 3 del presente Articolo, ove le caratteristiche della sìngola Operazione dì pagamento lo consentano, è prestala: a) per l'sdd mediante una revoca dei Mandato conferito al Beneficiario direttamente a quest'ultimo in forma scritta dandone informazione a Poste Italiane secondo quanto previsto al precedente comma 2 del presente articolo ovvero mediante una comunicazione scritta a Poste italiane con la quale il Cliente pagatore di cui al precedente comma 3 del presente articolo richiede dì revocare l'ordine di pagamento entro il giorno lavoraiivo bancario anteriore alla scadenza indicata nell'ordine stesso. Decorso tale termine, Poste Italiane ha facoltà di eseguire comunque il pagamento; b} per gli Ordini di pagamento diversi dalfsdd nelle torme e secondo le procedure previste per i singoli Servizi ovvero, ove non espressamente previsto e per le revoche presentate presso gli sportelli degli Uffici Postali, in forma scritta. ART. S - LIMITI ALL'UTILIZZO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO 1. Al fine di tutelare il Cliente da rischi di perdite in casa di frode o dì utilizzo non aulonzzato di uno Strumento di pagamento, ove esso venga utilizzato per manifestare il consenso a eseguire Operazioni di pagamento. Posta Italiane stabilisce limiti' di spesa per le operazioni eseguite tramite detto strumento e riportati nei FI e DDS relativi al Conto e ai singoli Servizi, 2. Poste Italiane si riserva il diritto di bloccare l'utilizzo di uno Strumento di pagamento-al ricorrere di giustificati motivi connessi con uno o più dei seguenti elementi: a) la sicurezza dello strumento: b) il sospetto di un suo uiilìzzo fraudolento o non autorizzato. In tali casi Poste Italiane informa il Cliente, secondo le modaliià previste in relazione a ciascuno Strumento di pagamento, del blocco dello Strumento stesso motivando tale decisione. Ove possibile, l'informazione viene resa per iscritto o telefonicamente o con gli altn mezzi di comunicazione previsti per í sìngoli Servizi. Tale informazione viene resa in anticipo rispetto al blocco dello Strumento di pagamento 0. ai più tardi immediatamente dopo, salvo che tale informazione non risulti contraria a ragioni di sicurezza o a disposizioni di legge o regolamento tempo per tempo vigenti. 3. Al venir meno delle ragioni che hanno portato al blocco dello Strumento di pagamento, Poste Italiane provvede a riattivare lo Strumento o ad emetterne uno nuovo in sostituzione di quello precedentemente bloccato. ART. 6 - OBBLIGHI A CARICO DEL CLIENTE IN RELAZIONE AGLI STRUMENTI Di PAGAMENTO 1. fi Cliente, il quale fosse abilitato all'utilizzo dì uno a più Strumenti dì pagamento, è tenuto ad utilizzare io Strumento stesso o gii Strumenti stessi in conformità alle condizioni che ne disciplinano l'emissione e l'utilizzo esplicitate nei presente Contratto Quadro e nelle condizioni contrattuali relative ai singoli Servizi. Per tali finalità li Cliente non appena riceve uno Strumento di pagamelo, a tenuto id adottare It misure idoneo a garanzia l= sicurezze, dei dispositivi personaiizzati. rquali strumenti identificativi e operativi, che ne consentono l'utilizzo. 2. li Cliente è altresì tenuto a comunicáis senzá indugio nov le mortalità previsto nelle condizioni relative si singoli Servizi, a Paste figliane o al suggello da questa eventualmente indicato nelle stesse, lo smarrimento, il furto, l'appropriazione indebita o l'utilizzo non autorizzalo oetlo Strumento dì pagamento o se) dispositivo personalizzato non appena ne viene a conoscenza. 3. Poste Italiane rimane comunque esonerata da qualsiasi responsabilità per le operazioni eventualmente disposte anteriormente alla ricezione da parte dt Poste Italiane stessa della comunicazione di cui al precedente comma 2 di questo Articolo. ART. 7 - OBBLIGHI A CARICO DI POSTE ITALIANE IN RELAZIONE AGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO 1. Poste Italiane ove emetta uno c più Strumenti di pagamento rispetta gli obblighi di cui al successivo comma 2 dì questo Articolo. 2. Poste Italiane: a. assicura che 1 dispositivi personalizzati i quali consentono l'utilizzo di uno Strumento dì pagamento non siano accessibili a soggetti diversi dal Cliente legittimate ad utilizzare lo Strumento medesimo, fatti salvi gii obblighi posti in capo a quest'ultimo ai sensi del precedente Articolo s comma 2; b. si astiene rjalt'inviare Strumenti di pagamento non specificamente richiesti dal Cliente, a meno che lo Strumento di pagamento precedentemente consegnato al Cliente stesso debba essere sostituito; c. assicura che il Cliente sia sempre nella condizione dì eseguire efficacemente la comunicazione avente ad oggetto lo smarrimento, il furio, l'appropriazione indebita o l'utilizzo non autorizzato dello strumento o del dispositivo personalizzato nonché, al venir meno delle ragioni che hanno portato al blocco dello Strumento di pagamento, di chiedere la riattivazione dello stesso ove Poste Italiane non vi abbia già provveduto. Ove richiesto dal Cliente, Posle Italiane fornisce al Cliente sfesso ì mezzi per dimostrare di aver effettuato la comunicazione nei 18 (diciotto) mesi successivi alla stessa; ri, impedisce qualsiasi utilizzo dello Strumento di pagamento una volta espletato l'obbligo, da parte del Cliente, di comunicazione di cui al precedente Articolo 6; e. Poste Italiane non richiede mai, attraverso messaggi di posta elettronica, lettere o leleiono di fornire i dati relativi ai dispositivi personalizzati, necessari par l'accesso e l'utilizzo dei Servizi. C. ( rischi derivanti dalia spedizione di uno Strumento di pagamento o dei relativi dispositivi personalizzati che ne consentono l'utilizzo sono a carico di Poste Italiane. ART, 8 - COMUNICAZIONE DI OPERAZIONI NON AUTORIZZATE O EFFETTUATE!N MODO INESATTO 1. Il Cliente, venuto a conoscenza di un'operazione di pagamento non autorizzata o eseguila in modo inesatto - intendendosi per tafe quella eseguita in modo non conforme all'ordine o alfe istruzioni impanile a Poste Italiane bai Cliente ovvero dal Beneficiario previa autorizzazione del Cliente - ne ottiene la rettifica solo se comunica senza indugio tale circostanza a Poste Italiane per iscritto o con altra modalità eventualmente resa nota da Poste Italiane stessa. 2. La comunicazione in ogni caso non polré essere effettuata decorso il termine di 5D giorni dalla data dì ricevimento degli estrani conto da parie del Cliente. ART. 9 - PROVA Di AUTENTICAZIONE ED ESECUZIONE DELLE OPE RAZIONI Di PAGAMENTO Per le Operazioni di pagamento oggetto del presente Contratto Quadro non si applica l'articolo 10 (Prova dì autenticazione ed esecuzione delle operazioni di pagamento) del D- Lgs. 27 gennaio 2010 n. 11, trovando applicazione i principi generali in materia di onere della prova. ART RESPONSABILITÀ DI POSTE ITALIANE PER LE OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON AUTORIZZATE 1 Ove il Cliente abbia adempiuto all'obbligo dì effettuare tempestivamente la comunicazione di cui al precedente Articolo 8 comma 1 nei termini e con le modalità ivi previste, nel caso in cui un'operazione di pagamento non sia slata autorizzata, Poste Italiana rimborsa al Cliente immediatamente l'imporio dell'operazione medesima riportando il conto corrente nello stato in cui si sarebbe trovato se l'operazione di pagamento non avesse avuto luogo. 2. Posle Italiane sospende il rimborso dì cui al comma precedente dandone immediata comunicazione scritta al Cliente, qualora vi sìa il motivalo sospetto di comportamenti fraudolenti'. Z. Il rimborso dì cui al comma 1 di questo Articolo non preclude la possibilità per Poste Italiane di dimostrare, anche in un momento successivo, che l'operazione di pagamento era siala autonzzata: in tai caso. Poste Italiane ha il diritto di chiedere ed ottenere dal Cliente la restituzione dell'importo rimborsato. ART RESPONSABILITÀ DEL CLIENTE PER L'UTILIZZO NON AUTORIZZATO DI STRUMENTI O SERVIZI DI PAGAMENTO 1. Per le Operazioni ci pagamento non trova applicazione l'articolo 12 [Responsabilità de! pagatore uer l'utilizzo non autorizzato di airumenti o servizi di pagamento) del D. Lgs 27 gennaio 2010 n Qualora il CSiints abbia aciio in modo fraudolento o non iit-bia adempiuto ad unù o più oddiighi di corretto utilizzo dello strumento í di tempestivo 3 di 8

17 comunicazione per ii caso di furto o smarrimento previsti dalie condizioni contrattuali relative ai singoli servizi eie dall'articolo 6 del presente Contratto Quadro, il Cliente stesso socporta tutte le perdite denvanti da Operazioni di pagamento non autorizzate a causa di furto, smarrimento o utilizzo indebito di uno Strumento di pagamento senza alcun limite di importo. 3. Salvo il caso in cui abbia agito in modo fraudolento, il Cliente non sopporta alcuna perdita derivante dall'utilizzo di uno Strumento di pagamento, smarrito, sottratto o utilizzato indebitamente intervenuto dopo la comunicazione fatta a Poste Italiane secondo quanto previsto dall'articolo 6 del presente Contratto Quadro e dalle condizioni contrattuali che regolano ì singoli Servizi. ART RIMBORSI DEGLI ADDEBITI DIRETTI SEPA 1. Ne! caso di SDD Core: a) Il Cliente pagatore ha il diritto di richiedere al proprio PSP un rimborso per qualsiasi Addebito diretto SEPA entro un termine di B (orto) settimane dalla data m cui il corrispondente importo gli è stato addebitato in Conto di pagamento. Se richiesto entro tale termine. Poste Italiane in qualità di PSP del Cliente pagatore, rimborsa il Cliente pagatore stesso senza richiedergli alcuna giustificazione. b) Decorso il termine di cui alfa precedente lettera al, il Cliente pagatore ha diritto di richiedere il rimborso di un'operazione non autorizzata-eseguita senza il consenso di cui al precedente Articolo 4 - presentando una esplicita richiesta scritta a Poste Italiane, corredata dall'eventuale documentazione a sostegno beila richiesta, entro e non olire 13 mesi dalla aata dì addebito. In tali casi Posle lialiane può respìngere la richiesta dì nmborso dandone tempestiva comunicazione al Cliente pagatore. 2. Poste Italiane, nei casi di cui al precedente comma 1. in qualità dì PSP del Cliente beneficiario è tenuta a rimborsare a seguito della richiesta del Pagatore al PSP del Pagatore t'importo dell'addebito diretto SEPA e dell'eventuale indennizzo dì nmborso richiesto dal PSP del Pagatore'per la perdita subita in termini di interessi non maturati ed ha diritto di addebitare l'importo della Disposizione di incasso rimborsata al PSP dei Pagatore e l'importo dell'indennizzo corrisposto ai PSP del Pagatore slesso sul conto dal Cliente beneficiario che é tenuto alla restituzione di tali importi. Qualora non sìa siato possibile, per qualsiasi motivo, addebitare iì Conto del Cliente beneficiario Poste Italiane potrà agire nei confronti di quest'ultimo per il recupero delle somme dovute. 3. Nel caso di SDD B2B: a) li Cliente pagatore rinuncia ai rimborso di un Addebito diretto SEPA autorizzato e quindi non ha il diritto di richiedere il rimborso di tale addebito entro un termine di S (otto) settimane dalla data in cui il corrispondente importo gli è stato addebitato in Conto di pagamento; b) Il Cliente pagatore ha diritto di richiedere il rimborso di un'operazione non autorizzala - eseguita senza 11 consenso di cui ai precedente Articolo 4 - presentando una esplicita richiesta scritta a Posfe Italiane, correaata dall'eventuale documentazione a sostegno della richiesta, entra e non oltre 13 mesi dalla data di addebito. In tali casi Poste Italiane può respingere la richiesta di rimborso dandone tempestiva comunicazione al Clienie pagatore. ART DIRITTI DEL PAGATORE IN RELAZIONE AGLI ADDEBITI DI RETTI SEPA 1. Per gli SDD B2B il Clienie pagatore ha diritto di richiedere in forma scritta a Poste italiane di inibire il proprio Conto di pagamento alla ricezione di Addebiti diretti SEPA disposti da uno o più Bemaficiari determinali. SEZIONE III - ESECUZIONE DI OPERAZIONI DI PAGAMENTO ART RICEZIONE DEGÙ ORDINI DI PAGAMENTO 1. Il momento della ricezione di un Ordine di pagamento è quello in cui l'ordine, trasmesso direttamente dal Cliente pagatore o indirettamente dal Beneficiario o per il suo tramite, è ricevuto da Paste Italiane. Se il momento della ricezione non ncorre in una Giornata operativa l'ordine di pagamento si intende ricevuto nella Giornata operativa successiva. Posle Italiane stabilisce un momento della Giornata operativa, cosi come individuata nei FI e DDS relativi al Conto Bancoposta e ai singoli Servizi, oltre il quale gli ordini di pagamento ricevuti sì considerano ricevuti nella Giornata operativa successiva. 2. Per l'esecuzione degli Ordini dì pagamento per i quali il Cliente pagatore abbia indicato un giorno determinato o un giorno corrispondente alla fine di un determinato periodo o il giorno in cui lo siesso ha messo i Fondi a disposizione di Poste Italiane, ai finì del nspetto dei lempi di esecuzione, il momento della ricezione coincide con il giorno stabilito. Ove il giorno stabilito non sia una Giornata operativa per Poste l'aliane, l'ordine si intende ricevuto la Giornata operativa successiva. 3. Per gli Addebiti diretti SEPA. il momento della ricezione dell'ordine trasmesso dal PSP del Beneficiano a Posle Italiane è quella della data ai scadenza indicata nell'ordine stesso, fermi restando i tempi di esecuzione previsti pei gli Addebiti stessi nei Fi e DDS relativi al Conto e ai singoli Servizi. 4. Per gli SDD B2B. Peste italiane, in qualità eli PSP de! Cliente debitore, par ogni Discosizicne di incasso ncsvuta. prima di eseguire l'addebito del Conto del Cliente pagatore verifica che i dati dei Mandato corrispondano con quelli riportati dal Beneficiorio nella Disposizione di incasso A tal fine Posta lialiane venficherà i seguenti dati rilevanti dei Mandate: codice identificativo dello schema B23, riferimento univoco del mandato. IEAN dei conto del Cliente pagatore, codice 3IC dì Posle Italiane e tipo dì operazione. Quando vi è corrispondenza, Poste Italiane addebita sul conto del Clienie pagatore l'importo indicato nella Disposizione di incasso alla Data di scadenza specificata nella disposizione stessa ed informa il Cliente pagatore dell'avvenuta operazione mediante comunicazione scritta ovvero mediante altro Suppone durevole reso disponioile da Poste Italiane stessa. Quando non vi è corrispondenza tra ì dati del Mandato trasmessi insieme alla Disposizione di incasso e quelli riportati dal Beneficiario nella Disposizione di incasso, Poste Italiane richiede al Cliente pagatore di confermare per iscritto se procedere all'addebito della Disposizione ovvero respingere la Disposizione stessa. 5. Gli ordini di pagamento disposti dal Cliente pagatore sono eseguiti da Poste Italiane salo qualora le disposizioni contengano tutti i dati e le informazioni nchìeste per ciascun servizio di pagamento e siano conferite utilizzando l'apposita modulìstica resa disponibile da Poste Italiane stessa ovvero attraverso l'utilizzo delle funzioni dispositive rese disponìbili attraverso il Servizio BPIOL e riportate nei FI e DDS relativi al Conto e ai singoli Servizi, fermi restando i tempi di esecuzione previsti nei FI e DDS relativi' al Conto e ai singoli Servizi. ART RIFIUTO DEGLI ORDINI DI PAGAMENTO 1. Nel caso in cui sono soddisfatte tutte le condizioni previsto dal presenta Contratto Quadro, Posle Italiane è tenuta ad eseguire gli ordini dì pagamento autorizzati salvo che ciò risulti contrario a disposizioni di diritto comunitario o nazionale. 2. Qualora Poste Italiane rifiuti di eseguire un Ordine di pagamento, il rifiuto e, ove possibile, le relative motivazioni, nonché la procedura per correggere eventuali errori materiali imputabili al Cliente pagatore ovvero al Beneficiario, che abbiano causato il rifiuto, sono comunicati all'utilizzatore, salvo che la comunicazione sia contraria a disposizioni comunitarie o nazionali. 3. Poste Italiane effettua ia comunicazione di cui al comma precedente secondo le modalità di cui alle condizioni contrattuali relative ai singoli Servizi e comunque agli stessi connaturale, con la massima sollecitudine e, in ogni caso, entro i termini previsti per l'esecuzione dell'operazione di pagamento di cui al successivo Articolo Ove il rifiuto di un Ordine di pagamento sia obiettivamente giustificato. Posto Italiane addebita le spese previste per la comunicazione all'uiiliz-zatore. Il dettaglio dì tali spese è indicato nei FI e DDS relativi al Conto Bancoposta e ai singoli Servizi. 5. Ai fini di quanto previsto nei successivi Articoli 19 e 24, un Ordine di pagamento di cui sia siala rifiutata l'esecuzione per motivi obìefi iva mente giustificati non è considerato ricevuto. 6. Il rifiuto degli ordini di Addebito Diretto SEPA è disciplinato dal successivo Articolo 30. II rifiuto degli ordini dì Bonifico SEPA è disciplinato dal successivo Articolo 32. ART irrevocasilità DI UN ORDINE DI PAGAMENTO 1. Fatte salve le disposizioni di cui ai commi seguenti' di questo Articolo, una volta ricevuto da Poste Italiane l'ordine di pagamento del Cliente pagatore, lo stesso non può essere revocato dall'utilizzatore. 2. Fatto salvo quanto previsto dal precedente Articolo 4, comma 3, se l'operazione di pagamento è disposta su iniziativa del Beneficiario o per il suo tramite, il Cliente pagatore non può revocare l'ordine di pagamento dopo averto trasmesso al Beneficiario o avergli datoli consenso ad eseguire l'operazione di pagamento. 3. Nel caso di Addebito diretto SEPA secondo lo schema Core e fatti salvi i diritti di rimborso il Cliente pagatore può revocare l'ordine di pagamento non oltre la fine della Giornata operativa precedente il giorno stabilito per l'addebito dei Fondi, Poste Italiane dà tempestiva comunicasene della revoca al PSP del Beneficiario, ove le modalità e i tempi di effettuazione della revoca lo consentano. 4. Nel caso di Addebito diretto SEPA secondo lo schema B2S il Cliente pagatore, può revocare la Disposizione di incasso fino ai giorno stabilito per l'addebito dei Fondi nei limiti temporali indicati nei FI e DDS relativi al Conto Bancoposta e ai singoli Servizi Posfe Italiane dà tempestiva comunicazione della revoca al PSP del Beneficiario, ove le modalità e i tempi di effettuazione della revoca lo consentano. 5. Nel caso in cui l'esecuzione dell'ordine dì pagamento sia avviata in un giorno determinato o alia fine di un determinato periodo o il giorno in cui il Cliente pagatore ha messo i Fondi a disposizione di Poste Italiane, in conformità al precedente Articolo 14, comma 2, lo stesso può revocare l'ordine di pagamento non oltre la fine della Giornata operativa precedente il giorno siabìlito. 6. Decorsi i termini di cui ai presente Articolo, l'ordine di pagamento può essere revocato solo con il consenso di Posto Italiane o di altro PSP del Cliente. 7. Poste Italiane addebita al Clienie le spese per la revoca così come indicate nei HI e DDS relativi ai Conto Bancoposta e ai singoli Servìzi. ART IMPORTI TRASFERITI 1. Poste Italiane in sede di esecuzione di un'operazione di oagarnsnio irasi ensce is toisliia dell'impelo celi operazione e non trattiene spese sull'importo trasferito farina resianac l'applicazione delle commissioni pi etisie per la specifica operazione 4 di 8

18 2. In deroga al comma precedente, Poste Italiane in sede di esecuzione oi un ordine di accredito trattiene le propne spese e le commissioni dovute sull'importo trasierito pnme di accreditarlo al Cliente beneficiario. In tal caso, nelle informazioni rese a! Beneficiario la totalità dell'importo trasferito e Is spese e fe commissioni sono indicate separatamente. SEZIONE IV-TEMPI DI ESECUZIONE E DATA VALUTA ART GIORNATA OPERATIVA E TEMPI DI ESECUZIONE Le informazioni sulla Giornata operativa e sui tempi di esecuzione delle singole Operazioni di pagamento sono indicate noi Fi e DDS relativi al Conto Bancoposta e ai singoli Servizi. ART. 19-OPERA2JONI Di PAGAMENTO SU UN CONTO DI PAGAMENTO 1. Dal momento delia ricezione dell'ordine di pagamento, impartita dal Cliente pagatore, Posfe Italiane accredita l'importo dell'operazione sul conto del PSP del Beneficiario entro il termine stabilito nei Fi e DDS relativi al Conto Bancoposta e ai singoli Servizi. 2. Poste Italiane altresì, in qualità di PSP del Cliente beneficiario applica quale Data valuta quella in cui t'importo è accreditato sul proprio conto e rende disponibile t'importo dell'operazione dì pagamento sul conio del Cliente beneficiario non appena i Fondi sono accreditati sui conto di Poste Italiane stessa. 3. Per gli Addebiti diretti SEPA Poste Italiane in qualità di PSP del Beneficiario inoltrò la Disposizione di incasso entro il termine stabilito nei FI e DDS relativi al Conto Bancoposta e ai singoli Servizi. 4. Per gli Addebiti diretti SEPA Poste Italiane esegue l'addebito sul Conto del Cliente pagatore alla data dì scadenza indicata nella Disposizione di incasso inviata dal PSP del Benéficiario. 5. Poste Italiane, in qualità di PSP del Cliente beneficiario, per le Operazioni di pagamento relative all'incasso dei fondi tramite bollettini di conto corrente postale, rende disponibile le somme al Cliente beneficiario stesso mediante accredito sul proprio Conto entro i termini e con valuta indicati nei FI e DDS relativi al Conto e ai singoli Servizi. ART DEPOSITI VERSATI IN UN CONTO DI PAGAMENTO 1, Poste Italiane assicura che i Fondi in Euro versati in confanti sul Conto di pagamento sono resi disponibili, per il Cliente, immediatamente dopo la ricezione del Fondi da parte di Poste Italiane e con la medesima Data valuta. 2, Ai fini del comma precedente, i versamenti di contante effettuati in giornate diverse da quelle operative si intendono effettuati nella prima Giornata operativa successiva a quella del versamento. 3, Posle Italiane stabilisce ed indica nei FI e DDS relativi al Conto e ai singoli Servizi un momento della Giornate operativa oltre il quale i versamenti di contante si considerano effettuati la Giornata operativa successiva. ART DATA VALUTA E DISPONIBILITÀ DEI FONDI 1. La Data valuta dell'accredito sul Conto di pagamento dei Cliente beneficiario non può essere successiva alla Giornata operativa in cui l'importo dell'operazione di pagamento viene accreditate sul conto di Poste Italiane. 2. L'importo dell'operazione di pagamento è messo a disposizione dei Cliente beneficiario non appena tale importo è accreditato sui conio di Poste Italiane stessa. 3. La Osta valuta dell'addebito sui Conio di pagamento dei Cliente pagatore non può essere anteriore alla Giornata operativa in cui l'importo dell'operazione di pagamento é addebitato sul medesimo Conto di pagamento. 4. Quanto previsto nei commi precedenti si applica ariette alle Operazioni dì pagamento in cui uno dei prestatori dì seivizi di pagamento, coinvolto nell'operazione di pagamento, non appartenga alla Comunità Europea. 5. Quanto previsto nei commi 1. 2 e 3 dì questo Articolo non si applica nel caso di rettifica di Operazioni di pagamento non autorizzate o eseguile in modo inesatto o nel caso in cui siano intervenuti errori che ne abbiano impedito la corretta esecuzione, 6. L'importo delle Operazioni di pagamento relative all'incasso dei fondi tramile bollettini di conio corrente postale è messo a disposizione del Clienie beneficiario entro i termini e con valuta indicati nei FI e DDS relativi al Conto e ai singoli Servizi, La data valuta non può essere successiva alla data dell'accredito sul Conto. SEZIONE V - COMUNICAZIONI IN MERITO AD UNA SINGOLA OPERAZIONE Di PAGAMENTO ART INFORMAZIONI PER IL PAGATORE E PER IL BENEFICIARIO 1. Per ogni Operazione di pagamento eseguita Poste Italiane fornisce su supporto cartaceo o altro Supporto durevole le seguenti informazioni - a) un riferimento che consenta al Cliente dì individuare ogni Operazione di pagamento e, se del caso, le informazioni relative al Beneficiario ovvero tutte le informazioni trasmesse con l'operazione di pagamento: bl l'importo dell'operazione di pagamento m-lla valjis in cui awien? I aactebiio;accredito sul Conte di pagamento del. Cliente, e) l'impone di tutte te spese relativo all'operazione ci pagamento o l'importo degli eventuali interessi che il Cliente deve corrispondere: d) se ciel caso, il Tasso di cambio utilizzato ne il'oo e razione di pagamento e l'importo dell'operazione di pagamento dopo la conversione valutaria; e) la Data valuia dell addebitoiaccredlto c la datò di ricezione dell'ordine ai pagamento Su richiesta del Cliente Poste Italiane fornirà informazioni chiare e derlagliafe anche sui tempi massimi di esecuzione 2, Le informazioni di cut al comma precedente sono fornite da Poste Itaiiane al Cliente mediante una ricevuta e/o una lista movimenti riferita al proprio Conto messa a disposizione iramite gli Uffici Postali su supporto cartaceo ovvero in torma elettronica tramite BPIOL. SEZIONE VI - RESPONSABILITÀ ART, 23 - IDENTIFICATIVI UNICI INESATTI 1. Se un Ordine di pagamento é eseguito conformemente all'identificativo unico, esso si ritiene eseguito correttamente per quanto concerne il Beneficiario e/o il conto indicato dall'identificativo unico. 2. Se l'identificativo unico fornito dall'utilizzatore al momento della disposizione dell'ordine di pagamento è inesatto. Poste Italiane non è responsabile, ai sensi del successivo Articolo 25, della mancata a inesatta esecuzione dell'operazione dì pagamento. Poste Italiane, in qualità di Prestatore di servizi di pagamento del Cliente, addebita a quest'ultimo le spese sostenute per il recupero dei' Fondi così come indicato nei FI e DDS relativi al Confo BancoPosta e ai singoli Servizi. 3. Poste Italiane è responsabile solo dell'esecuzione dell'operazione di pagamento in conformità con l'identificativo unico fornito dall'utilizzatore anche nei caso in cui quest'ultimo abbia fornito al suo Prestatore dei servizi di pagamento informazioni ulteriori rispetto all'i dentiti estivo unico. ART MANCATA ESECUZIONE O ESECUZIONE INESATTA 1. Quando l'operazione di pagamento è disposto dal Cliente pagatore, fatto salvo quanto previsto dal presente Contratto Quadro all'artìcolo 8 in ordine alla comunicazione di operazioni non autorizzate o effettuate in modo inesatto, all'articolo 23 in ordine all'esclusione di responsabilità nel caso di Identificativo unico inesatto e in ordine al fatto che Poste Italiane è responsabile solo dell'esecuzione dell'operazione/i in conformità all'identificativo unico fornito e all'articolo 25 in ordine all'esclusione della responsabilità nel caso fortuito o di forza maggiore o nei casi in cui Poste Italiane abbia agito in conformità con i vincoli derivanti da obblighi dì legge e all'ìnfuori dei casi nei quali Poste Italiane è autorizzata a sostituire a se altri nell'esecuzione delle Operazioni di pagamento, Poste Italiane è responsabile nei confronti del Cliente stesso della corretta esecuzione dell'ordine dì pagamento ricevuto, L'Operazione dì pagamento è eseguita correttamente da Poste Italiane quando è conforme all'ordine di pagamento impartito dal Cliente, alle disposizioni del presente Contratto Quadro e/o alle disposizioni contenute nelle condizioni contrattuali del Confo e in quelle relative ai Servizi. La prova della non corretta esecuzione dell'operazione di pagamento da parte di Poste Itaiiane è a carico del Cliente. Il Prestatore dei servìzi di pagamento del Beneficiario resta responsabile nei confronti del Beneficiario stesso delia corretta esecuzione da parte sua dell'operazione di pagamento. 2. Quando Poste Italiane è responsabiie ai sensi del comma 1 che precede, rimborsa al Cliente pagatore l'importo dell'operazione di pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto e ripristina la situazione dei Conto dì pagamento come se l'operazione di pagamento eseguita in modo inesatto non avesse avuto luogo. 3. Nei casi di cui al comma 1 che precede il Cliente pagatore può scegliere di non ottenere il rimborso, mantenendo l'esecuzione dell'operazione di pagamento. Restano salvi il diritto di rettifica di cui all'artìcolo 7 del presente Con tratto Quadro e la responsabilità di cui all'ultimo comma del presente Articolo. 4. Quando l'operazione di pagamento è disposta su iniziativa de! Beneficiano o per il suo tramite, Posie Italiane è responsabile nei confronti del Cliente della corretta esecuzione da parte sua dell'ordine di pagamento conformemente a quanto previsto dagli Articoli 19, comma 4,20 e 33, comma 7 dal presente Contratto Quadro, fatto salvo quanto previsto dal presente Contratto Quadra all'articolo 8 in ordine alla comunicazione di operazioni non autorizzate o effettuale in modo inesatto, all'articolo 23 in ordine all'esclusione di responsabilità nel caso identificativo unico inesatto e in ordine al fatto che Posie Italiane è responsabile solo dell'esecuzione dell'operazione di pagamento in conformità all'identificativo unico fornito e all'articolo 25 in ordine all'esclusione della responsabilità nei caso fortuito o di forza maggiore o nei casi in cui Poste Italiane abbia agito in conformità con i vincoli derivanti da obblighi di legge e all'ìnfuori dei casi nei quali Paste italiane è autorizzata a sostituire a sé altri nell'esecuzione delle Operazioni di pagamento. 5. Fatti salvi i casi di esclusione di responsabilità di Poste Italiane, quesf ultima è responsabile nei confronti del proprio Cliente dì tutte le spese ed interessi a questo imputali a seguito della mancata o inesatta esecuzione nell'operazione di paganismo. ART ESCLUSIONE DELLA RESPONSABILITÀ Le responsabili là di cui agli Articoli da 4 a 24 e da 2S a 32 del presente Contratto Quadro non si applicano nelle ipotesi ci caso fortuito o forza maggiore e nei casi in cui Poste Italiane abbia agito in confon-vié con i vincoli derivanti da obblighi di lecgs previsti da le;;g. civdi'se da quelle cri» disciplinano la materia dai servizi dì pagamento 5 dia

19 SEZIONE Vil - MODIFICHE E RECESSO DAL CONTRATTO QUADRO ART MODIFICHE DELLE CONDIZIONI DEL CONTRATTO QUADRO 1. Poste Italiane si riserva la facoltà di modificare uniiatetalmente, anche n senso sfavorevole al Cliente, il presente Contratto Quadro e le condizioni e le informazioni ad esso relative. 2. Poste Italiane comunica al Clienie, con almeno 2 (due) mesi di anticipo rispetto alla data di applicazione prevista, m forma scritta o mediante altro Supporlo durevole messo a disposizione da POSÌK Italiane e preventivamente- accettato dallo slesso, che rechi in modo evidenziato la formula "Proposta di modifica del contratto", le modifiche di cui al precedente comma 1 di questo Articolo, che si ritengono accettate in assenza di espresso rifiuto comunicato a Posle Italiane entro la data prevista per la loro applicazione. È peraltro in facoltà del Cliente di recedere dal Contratto Quadro senza penalità e senza spese di chiusura prima della data proposta per l'applica zione delle modifiche. Restano salvi le diverse forme e i differenti termini di comunicazione di dette variazioni unilaterali che dovessero eventualmente essere richieste dalie disposizioni legislative e regolamentari tempo per tempo vigenti, 3. Posie Italiane applica le modifiche di tassi di interesse e/c di cambio in senso stavorevole al Cliente, con effetto immediato, senza preavviso e senza effettuare le comunicazioni di cui al precedente comma di questo Articolo nei casi in cui dette modifiche siano non dipendenti dalla volontà di Poste Italiane stessa e conseguenza di variazioni dì specifici parametri previsti per ciascun Servizio e stabiliti nei FI e DDS relativi a! Conio Bancoposta e ai singoli Servizi stessi, il Cliente è informato di qualsiasi modifica del tasso d'interesse quanto prima, con le modalità pieviste per I Conto Bancoposta e i singoli Servizi. ART DURATA E RECESSO DAL CONTRATTO QUADRO 1. Il Confratto Quadro è a lempo indeterminato, 2. (1 Cliente ha sempre la facoltà di recedere dal présenle Contrallo Quadro senza penalità e senza spese di chiusura, comunicando il recesso per iscritto a Poste Italiane. Poste Italiane può recedere dal Contratto Quadro dandone comunicazione al Cliente con un preavviso di almeno 2 (due) mesi e senza alcun onere per il Cliente stesso. Il preavviso è dato in forma scritta o mediante altro Supporto durevole messo a disposizione da Poste Italiane e preven! iva mente accettato dal Cliente. In caso di recesso da! presente Contratto Quadro, sia da parte dei Cliente, sia da parte di Poste Italiane, le spese per i Servizi addebitate periodicamente sono dovute dal Cliente in misura proporzionale per il periodo precedente ai recesso; qualora le stesse siano state pagate anticipata mente sono rimborsate in maniera proporzionale. 3. Il recesso dal Contratto Quadro non determina l'estinzione del rapporto di conto corrente. SEZIONE Vili - DISPOSIZIONI SPECIFICHE SUL SERVÌZIO ADDEBITI DIRETTI SEPA (SDD) ART, 2S - CARATTERISTICHE E AMBITO DI APPLICAZIONE 1. I! servizio consente al Cliente pagatore di domiciliare sul proprio conto corrente l'addebito di Ordini di pagamento in euro disposti da Beneficiati i cui PSP nsiedono in Paesi SEPA, previa sottoscrizione da parte del Cliente pagatore dell'autorizzazione di addebito in conto (Mandato) da effettuare presso il Beneficiaria ovvero presso Poste Italiane, nel caso in cui il Beneficiano abbia sottoscritto un accordo in tal senso. 2. Gli Addebiti diretti SEPA riguardano sia le Disposizioni di incasso ricorrenti, sia quelle singole. Nel primo caso, l'autorizzazione all'addebito dirette in conto rilasciata dal Cliente pagatore (debitore; con il Mandato è utilizzata per eseguire Disposizioni di incasso presentate a intervalli regolari dai Beneficiario. Nel caso di Disposizioni di incasso singole invece, il Mandato rilascialo dal Cliente pagatore (debitore) al Beneficiario è valido per un'unica Disposizione di incasso, e non può, pertanto, essere ufillzznta per successive transazioni. 3-1! rapporto tra il Cliente pagatore e il Beneficiarlo non è regolato dalle presenti condizioni e Poste Italiane resta del tutto esiranea a tale rapporto; pertanto il Cfienle pagatore può far valere tutti i diritti e te pretese derivanti ds tale rapporto direttamente ed esclusivamente nei confronti del Beneficiario e viceversa e a comporre direttamenie ed esci usi va meni e con lo stesso le eventuali controversie. 4. Gii Addebiti diretti SEPA possono essere disposti dal Beneficiario secondo io schema SDD Core, utilizzabile da un Beneficiario nei confronti di uri Pagatore sìa esso Consumatore, condominio e non Consumatore, ovvero secondo lo schema SDD Business-lo Business utilizzabile esclusivamente da un Beneficiario non Consumatore e non condominio nei confronti di un Pagatore non consumai ore e non condominio 5. Agli Adoebiii diretti SEPA si applicano le norme contenute nella presente Sezione, le altre disposizioni dei presente Contrarto Quadro ovs non incompatibili o espressamene derogate e per il Cliente beneficiano per la prestazione del Servizio dì incasso anche ie condizioni del Servizio di incasso SDD Core e dol Servìzio di incasso SDD Business-tc-B-Jsinsss dalle s'osse accettate. ART AUTORIZZAZIONE ALL'ADDEBITO IN CONTO (MANDATO] 1. Il Cliente pagatore deve compilare correttamente in ogni sua pane, sottoscrivere e consegnare direttamente al Beneficiario il Mandato contenente l'autorizzazione all'addebito in conto corrente in base a quanto prescritto dal Regolamento (UE; 260(2012 del Parlamento Europeo e del Consiglio dei 14 marzo 2012 che stabilisce requisiti tecnici e commerciali per i bonifici e gli addebiti diretti in euro e che modifica il regolamento (CE) n. 924/2009, adempimento preliminare all'invio delle Disposizioni di incasso da parte del Beneficiario. Il Cliente pagatore può rilasciare il Mandato al Beneficiario anche presso Poste Haliane. nel caso in cui Posle Italiane e il Beneficiarie abbiano stipulato un accordo in lai senso. 2. Il Beneficiario è responsabile della conservazione del Mandalo e, in caso di richiesta da parte del prapno PSP, ne deve fornire una copia. 2, L'eventuale revoca o modifica del Mandato da parte del Cliente pagatore deve avvenire esclusivamente nei confronti de! Beneficiarlo, presso di questo. Il Cliente pagatore può revocare o modificare il Mandato anche presso Poste Italiane nel caso in cui esìsta un accordo fra Poste Italiane stessa e il Beneficiario per la raccolta e conservazione dei Mandati. 4. Il Clienie pagatore e il Beneficiario hanno facoltà di modificare il Mandato in qualsiasi momento, restando esclusa ogni responsabilità in capo a Poste Italiane. 5. ii Clienie pagatore è tenuto a-concordare con il Beneficiario la modifica del Mandato ne! caso in cui decida di utilizzare un conto cocente di addebito diverso, presso Posle Italiane ovvero presso altro PSP. 6. Per gli SDD B2B il Cliente pagatore è tenuto ad informare Poste Italiane dell'avvenuta sottoscrizione di un Mandato, non olire 14 giorni di calendario prima della data di scadenza della Disposizione di incasso, comunicando almeno I seguenti dati rilevanti relativi al Mandato stesso; rifenmento univoco del Mandata, IBAN del conto del Cliente pagatore, codice BIC di Posle Italiane e tipo di operazione. Il Cliente pagatore ha altresì l'obbligo di comunicare s Poste italiane qualsiasi modifica o revoca del Mandato non olire i! giorno in cui ha effetto e comunque prima della data prevista per le successive Disposizioni di incasso. 7. In ogni caso, Poste Italiane non ha alcuna responsabilità per quanto concerne ii Mandato sottoscritto o revocato dai Cliente pagatore ovvero modificato secondo la modalità descritta ai precedenii commi del presente articolo, a. Il Beneficiario, prima di inviare una Disposizione di incasso, deve avvisare il Cliente pagatore almeno 14 giorni prima della data di scadenza dell'addebito, oppure nei diversi termini temporali concordati con il Cliente pagatore stesso, comunicandogli tale data e l'importo dell'addebito stesso, 9.1 Mandati relativi agli Addebiti diretti SEPA, mattivi eia-36 mesi, si intendono revocati e, in caso dì interesse, deve essere sottoscritto dal Pagatore un nuovo Mandato. ART RIFIUTO DEGLI ORDINI DI ADDEBITO DIRETTO SEPA 1. Quando tutte le condizioni previste per l'esecuzione dell'ordine di addebito SEPA dal Contratto quadro sono soddisfatte, Poste Italiane non può rifiutare di eseguire un ordine di Addebito diretto SEPA sul conto del Cliente pagatore se lo stesso è stato correttamente autorizzato, salvo che ciò risulti contrario a disposizioni di diritto comunitario o nazionale. 2. Poste Italiane rifiuta di eseguire gli ordini di Addebito diretto SEPA ovvero storna la Disposizione dì incasso quando sussistono le condizioni che ne impediscono l'esecuzione,'quali a titolo esemplificativo e non. esaustivo insufficienza di fondi sul Conto del Cliente pagatore, chiusura o blocco del Conto, inibizione dei Conto da parte dei Cliente pagatore alla ricezione di Addebiti diretti SEPA ai sensi di quanto previsto al precedente art. 13, revoca dell'addebito diretto SEPA richiesta dal Cliente pagatore ai sensi del precedente art. 16, comma 3, assenza di Mandato ovvero mancanza o errore di dati del Mandato, ragioni tecniche come nel caso di formato non valido o caratteri di controllo dell'lban errati, 3. Poste Italiane in qualità di PSP del Cliente beneficiario è tenuta ad eseguire le Disposizione di incasso quando sono soddisfatte tutte le condizioni previste dal presente Contratto Quadro e quelle relative al Servizio di incasso SDD Core nonché al Servizio di incasso SDD Business-fo-Business. 4. Poste Italiane può rifiutare di eseguire una Disposizione dì incasso inviata dal Cliente beneficiario in presenza di errori; il rifiuto nonché la procedura per correggere errori imputabili al Cliente beneficiario, che abbiano causato il rifiuto sono comunicati al Clienie beneficiario stesso secondo le modalità di cui alle condizioni contrattuali relative ai predetti Servizi di incasso SDD Core e SDD Busìness-io-Business, con la massima sollecitudine e, in ogni caso, enlro i-termini previsti per l'esecuzione delle Disposizioni di incasso. SEZIONE ix - DlSPOSIZIONi SPECIFICHE SUL SERVIZIO BONIFICO SEPA (SCT) ART REQUI5IT1 DELLA DISPOSIZIONE DI BONIFICO 1. Ai fini dell'esecuzione degli Ordini ci bonifico SEPA il Cliente pagatore (ovvero anche Ordinante) fornisca z Poste Italiane tulli \ cali obbligatoti indicali nel modulo cartaceo reso disponibile da Poste italiane stessa presso gii sportelli degli uffici Postali ovvero nei! apposita funzione dispositiva resa cviporibte stirava;x, il servizio BPiCL 2. Olire ai dati obbligatori di cui al comma che precede l'ordinante può fornire 6 di C

20 ailri dati di natura facci'atiya che Poste italiane è tenuta s trasmettere a! PSP dei Beneficiario. 2. L'importo del Bonifico SEPA non può superare il plafond indicato nei FI in relazione al canale prescelto cai Cliente pagatore per impartire l'ordine. ART RIFIUTO - STORNO - REVOCA DELLE DISPOSIZIONI DI BO NIFICO SEPA 1. Quando tutte le condizioni previste dal presente Contratto quadro sono soddisfatte Poste Italiane non può rifiutare di eseguire un Ordine di ponifico SEPA se lo stesso è staio correttamente autorizzato, salvo che dò risulti contrario a disposizioni di diritto comunitario o nazionale. 2. Poste Italiane rifiuta l'ordine dì bonifico SEPA quando sussistono condizioni die ne impediscono l'esecuzione quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, errare ne! codice IBAN del conto del Beneficiano, errore nel codice BiC del PSP del Beneficiario, pagamento duplice, incoerenza tra codice IBAN del Beneficiario e codice BIC, insufficienza di londi sul Conto dell'ordinante, blocco del Conto dell'ordinante, imporlo del bonifico superiore al plafond indicato nei Fi e DDS relativi al Conto. 3. In caso dì rifiuto ad eseguire l'ordine di Bonifico SEPA Poste Italiane informa l'ordinante del motivo del rifiuto. 4. Un Ordine dì bonifico SEPA può essere stornato dai PSP (diverso da Poste Italiane) del Beneficiario per motivi che non consentono di accreditare il conto del Beneficiarlo stesso quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, errore nel codice IBAN del conto del Beneficiario, errore nel codice BIC del PSP del Beneficiario, pagamento duplice, incoerenza Ira codice IBAN del Beneficiario e codice BIC, chiusura o blocco de! Conto, decesso del Beneficiario. In tali casi Poste Italiane, in qualità di PSP del Cliente pagatore, provvede a naccredìtare il conto del Cliente pagatore stesso nei termini indicati nei Fi e DDS relativi al Conto. 5. Posie Italiane, in qualità dì PSP del Cliente beneficiario, qualora sussìstano molivi che non consentano di accreditare il conto dei Cliente beneficiario stesso secondo le istruzioni dell'ordine originano, effettua lo storno dell'ordine di bonifico SEPA. In tal caso al Cliente beneficiano venanno applicate le commissioni indicate nei FI e DDS relativi al Conto. 6. Posie italiane, in qualità di PSP dell'ordinante può chiedere al PSP del Beneficiario la revoca di un Bonìfico SEPA (annullamento). La procedura di revoca deve essere avviata da Poste Italiane entro 10 giorni lavorativi bancari dalla data di esecuzione del bonifico oggetto delia revoca e può essere avviata su iniziativa di Poste Italiane stessa ovvero su richiesta dell'ordinante. La revoca può essere avviata per. invio duplice, bonifico erralo, ordine di bonifico fraudolento. In caso di avvio della procedura di revoca li PSP del Beneficiario su sua iniziativa o su iniziativa del Beneficiario stesso può rifiutare di eseguire la revoca. Nel caso in cui il PSP del Beneficiario esegua la revoca e provveda alia restituzione dell'importo del bonifico onginario, Poste Italiane, riaccredita i! Conto dell'ordinante. I termini eniro i quali Poste Italiane effettua Il riaccredito dei bonifici revocati nonché le spese dovute dell'ordinante in ordine alla revoca sono indicati nei FI e DDS relativi ai Conto. 7. Poste Italiane, in qualità di PSP del Cliente beneficia rio, può ricevere da! PSP dell'ordinante (pagatore) una richiesta di revoca di un Bonifico SEPA accreditato sul Conto del Cliente beneficiarlo In tali casi, in presenza di Conto attivo e con fondi disponibili sufficienti a consentire la revoca, Poste Italiane, salvo ì casi dì bonifico fraudolento, richiede al Cliente beneficiario l'autorizzazione scritta all'effettuazione ovvero non effettuazione delle revoca. Nel caso il Cliente beneficiario acconsenta all'effettuazione della revoea Poste Italiane addebita il Conto del Cliente beneficiario stesso e restituisce il relativo importo a! PSP dell'ordinante, Nel caso di nchiesta di revoca per bonifico fraudolento Poste Italiane, in presenza di Conto con saldo disponìbile strfficiente ad eseguire la revoca, addebita il Conto stesso e restituisce il relativo importo al PSP dell'ordinante e comunica a! Cliente beneficiario l'avvenuta revoca. SEZIONE X - DfSClPUNA TRANSITORIA ADDEBITI DIRETTI POSTALI E BONIFICI SEPA ART ADDEBITI DIRETTI POSTALI 1. Le previsioni di culai presente articolo si applicano con riferimento agli Addebiti diretti postali diversi da quelli a importo fisso fino al 31 gennaio 2014, in quanto dal 1" febbraio 2014 con riferimento a tali addebiti non vena più prestato il Servizio Domiciliazione Pagamenti che verrà sostituito dai servìzio "Addebiti Diretti SEPA*. Per gli Addebiti Diretti postali ad importo fìsso si applicano solo I commi 7, 3 e S del presente articolo e ciò fino al 1" febbraio in quanto dal 2 febbraio 2016 anche con riferimento a tali addebiti non verrà più prestato il Servizio Domiciliazione Pagamenti che verrà scstiiuito dal servizio "Addebiti Diretti SEPA". 2. Nel caso in cui un Addebito diretto postale autorizzato disposto su iniziativa del Beneficiario o per il suo tramite sia già stato eseguilo, il Cliente pagatore sì quale sia stato riconoscìuio da parie del Beneficiario il diritto di richiedere ii rimborso nel lermìne con questo convenuto e seconda le condizioni contraituali del Servizio Domiciliazioni Pagamenti e con le modalità ivi indicate, salvo quanto previstosi comma 4 dei presento Anicoto, hanno diritto al rimborso dell'importo trasferito qualora siano soddisfatte entrambe le seguenti condizioni: ai al momento dei rilascio i'sliionzzazicne non specificava l'impone dell'operazione di nauamsrtto; bl l'importo dell'operazione supera quello cne il Cliente pagatore di cui a! presente comma avrebbe coluto ragionevclmeiv le aspetiarsi avuti presenti ii suo precedente modello dì spesa, le condizioni cel Contratto quadro e le circostanze dei caso. Su nchiesta di Posta Italiane, il Cliente pagatore di cui al presente comma fornisce documenti e ogni altro elemento ufiie a sostenere l'esistenza di tali condizioni. Il rimborso corrisponde all'intero importo dell'operazione di pagamento eseguita. 3. Ai fini della lettera bj de! comma precedente, il Cliente pagatore di cui al medesimo comma non può far valere ragioni legate al cambio, se è slato applicalo il Tasso di cambio di riferimento. Il metodo di caicolo dell'interesse effettivo, la data pertinente e l'indice o la base presi in considerazione per determinare il Tasso di cambio di riferimento riguardante le operazioni di pagamento di cui al presente Coniraìto quadro, sono indicati nel FI e DDS relativi ai Conto e ai singoli Servizi, 4. Il diritto ai rimborso dee Cliente pagatore di cui al comma 2 del presente Articolo è escluso se ricorrono entrambe le seguenti condizioni: a) il Cliente pagatore ha dato l'autorizzazione dìrettamenle a Poste Italiane: b) le informazioni sulla futura operazione di pagamento, limitatamente a! caso in cui t'autorizzazione del Cliente pagatore è stata data prima dell'esecuzione dell'operazione di pagamento, sono state fomite o messe a disposizione del Cliente pagatore da Posle Italiane o dal beneficiario almeno 4 (quattro) settimane prima della sua esecuzione. 5. Il Cliente pagatore, a partire dalla data in cui i Fondi sono stati addebitati può chiedere il nmborso di cui al precedente comma 2 entro il termine convenuto secondo le condizioni contrattuali dei servizio Domiciliazione Pagamenti'. 6. Poste Italiane rimborsa l'intero importo dell'operazione di pagamento ovvero fornisce uria giustificazione per il rifiuto del rimborso medesimo, entro 10 (dieci) giornate operative dalla ricezione della richiesta. In tale ultimo caso comunica al Cliente pagatore il suo diritto a presentare un esposto alla Banca d'italia ovvero un ricorso all'arbitro Bancario Finanziario (ASF) di cui al successivo Articolo 3fì ove non accetti la giustificazione fornita, 7. Posie Italiane, quando l'ordine di pagamento è disposto su iniziativa dei Beneficiario o per il suo tramite, ed agisce come PSP sia del Pagatore, sia del Beneficiario, esegue l'operazione di pagamento alla data convenuta ira Pagatore e Beneficiario. In tal caso il Cliente beneficiario è tenuto ad impartire gli ordini di pagamento entro limiti di tempo che conseniano il regolamento dell'operazione alla data di scadenza convenuta con il Pagatore. S. Agli Addebiti diretti postatisi applica quanto previsto al precedente articolo 16, comma Nel caso in cui l'operazione di pagamento sia disposta su iniziativa del Beneficiario o per il suo tramite e nel caso di Addebito diretto postale per la revoca dell'ordine dì pagamento é necessario anche il consenso del Beneficiario. 10. Per gli addebiti diretti postali diversi da quelli ad importo fisso il Cliente beneficiario può avvalersi del Servizio di incasso domiciliazioni preautorizzate fino al 31 gennaio 2014 se non ha effettuato la migrazione agli Addebiti diretti SEPA, ai sensi dei Regolamento (CE) n. 26D/20Ì2, prima del predetto tarmine. Per gli addebiti diretti postali di importo fisso il Cliente beneficiano può avvalersi dei Servìzio dì incasso domiciliazioni preautorizzate fino al 1" febbraio 2016 se non ha effettuato la migrazione agli Addebiti diretti SEPA, ai sensi del Regolamento (CE) n. 26D/2012, prima del predetto termine. 11. Ai fini della migrazione di cui al comma che precede Poste Italiane fornisce al Cliente beneficiario i dati relativi alle specifiche deleghe di pagamento rilasciate a Poste Italiane stessa per il Servizio di incasso domiciliazioni preautorizzate che restano valide ai fini degli Addebiti Diretti SEPA, 12. Il Cliente beneficiario deve comunicare ai propri debitori, con un preavviso dì almeno 30 giorni e comunque non oltre il 31 dicembre 2013, la data di migrazione agli Addebiti' diretti SEPA. ART BONIFICI SEPA 1. L'Ordine di bonifico SEPA può essere impartito dal Cliente pagatore a Poste Italiane alle condizioni di cui al presente Contratto quadro a partire dalla data che verrà indicala mediante appositi avvisi affissi presso gli uffici postali e pubblicati sul sito internet dì Posie Italiane e comunque entro im 6 febbraio Fino al 1" febbraio per gli Ordini di bonifico SEPA transfrontali e n rispetto ai quali il PSP del Beneficiario non è situato in Italia Posie Italiane richiede di indicare il codice BIC del PSP del Beneficiario. SEZIONE XI - DISPOSIZIONI FINALI ART LINGUA, LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE 1. Il presente Contratto Quadro sconcluso in lingua italiana e le relative comunicazioni sono effettuate in lingua italiana. 2.1 rapporti con il Cliente sono regolali dalla legge italiana. 3. Per ogni controversia che dovesse insorgere ira Poste Italiane e il Correntista con riferimento alle disposizioni dei presente Confratto Quadro, anche in relazione all'interpretazione delle slesse nonché ai rapporto dalle stesse regolato il Foro tenitori ai meni e competente è esclusivamente quello dei capoluogo della Regione in cui è staio stipulato il relativo Contratto Quadro con esclusione di qualsiasi altro foro ART RECLAMI - RISOLUZIONE STRAGIUD1Z1ALE DELLE CONTRO VERSIE. CLAUSOLA DI MEDIAZIONE 1. Il Cliente può 3vo.nzr.rii reclama a POÌ'.S italiane per qualunque questione denvanie da presumo inaclemolmenro degli obblighi previsti in C3po a Poste 7 di rj

COMUNE DI LIMINA. ventidue del mese di settembre alle ore 10,00 e seguenti, nella Casa Comunale e nella

COMUNE DI LIMINA. ventidue del mese di settembre alle ore 10,00 e seguenti, nella Casa Comunale e nella COMUNE DI LIMINA PROVINCIA DI MESSINA N.62 reg. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO:Adesione per l'apertura di un conto corrente postale dedicato al servizio smaltimento rifiuti

Dettagli

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI Mod. Condizioni Contrattuali del Conto BancoPosta Click Ed. Aprile 2010 SEZIONE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 - DEFINIZIONI 1. Ai fini delle presenti condizioni

Dettagli

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI Mod. Condizioni Contrattuali del Conto BancoPosta Click Ed. Giugno 2011 SEZIONE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 - DEFINIZIONI 1. Ai fini delle presenti condizioni

Dettagli

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI (Conto corrente di corrispondenza per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale)

Dettagli

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI CONTO BANCOPOSTA CLICK CONDIZIONI CONTRATTUALI INDICE SEZIONE I DISPOSIZIONI GENERALI... pag. 4 A) CONDIZIONI GENERALI... pag. 4 Art. 2 Identificazione della clientela Art. 3 Attivazione Art. 4 Intestazione

Dettagli

CONTO CORRENTE SEMPLICE

CONTO CORRENTE SEMPLICE Aggiornato al 25/09/2013 N release 0010 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: Forma giuridica: Sede legale e amministrativa: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA Il Comitato Nazionale Italiano Permanente per il Microcredito

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI 1005

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE

COPIA DI DELIBERAZIONE N. di Prot Pin 11 PROVINCIA DI MESSINA N.lll reg. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE OGGETTO: Connessione Internet adsl presso gli stabili comunali per l'anno 2016. Assegnazione risorse al Responsabile dell'area

Dettagli

CONTO CORRENTE DI BASE PENSIONATI CON OPERATIVITA LIMITATA

CONTO CORRENTE DI BASE PENSIONATI CON OPERATIVITA LIMITATA Aggiornato al 27/08/2014 N release 0005 Pagina 1 di 7 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: Forma giuridica: Sede legale e amministrativa: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per

Dettagli

CONTO CORRENTE DI BASE PENSIONATI L. 214/2011

CONTO CORRENTE DI BASE PENSIONATI L. 214/2011 Aggiornato al 27/08/2014 N release 0005 Pagina 1 di 7 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: Forma giuridica: Sede legale e amministrativa: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN EURO

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN EURO FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN EURO Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA. L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA. L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA Casa Livorno e Provincia S. p. A. Partita Iva 01461610493 rappresentata da nata a il (C.F.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN DIVISA FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN DIVISA Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della

Dettagli

Libretto di deposito nominativo BRUCOCONTO

Libretto di deposito nominativo BRUCOCONTO 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Libretto di deposito nominativo

Dettagli

Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori

Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori BANCA PRIVATA INDIPENDENTE FONDATA NEL 1888 FOGLIO INFORMATIVO Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori Aggiornato al 1 dicembre 2015 (D.Lgs 1/9/93 n.385 Titolo VI, deliberazione CICR 4/3/2003

Dettagli

CONTO CORRENTE DI BASE PER CONSUMATORI L. 214/2011

CONTO CORRENTE DI BASE PER CONSUMATORI L. 214/2011 Aggiornato al 25/09/2013 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: Forma giuridica: Sede legale e amministrativa: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTI IN EURO DI NON RESIDENTI E CONTI IN DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO CONTI IN EURO DI NON RESIDENTI E CONTI IN DIVISA FOGLIO INFORMATIVO CONTI IN EURO DI NON RESIDENTI E CONTI IN DIVISA Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A.

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A. Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Sito web Intermediario

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. RELATIVO AL SERVIZIO INCASSO indicizzato

FOGLIO INFORMATIVO. RELATIVO AL SERVIZIO INCASSO indicizzato FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AL SERVIZIO INCASSO indicizzato INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare del Mediterraneo scpa Sede Legale e Direzione Generale: Via A. Depretis 51 80133 Napoli Registro delle

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO "SEN. PIETRO GRAMMATICO" - PACECO

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SEN. PIETRO GRAMMATICO - PACECO Sezione I - Informazioni sulla Banca BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SEN. PIETRO GRAMMATICO DI PACECO Società Cooperativa Sede Legale e Amministrativa: Via Amendola, 11/13 91027 Paceco (TP) Sito internet:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO USD/CHF/GBP

FOGLIO INFORMATIVO CONTO USD/CHF/GBP FOGLIO INFORMATIVO CONTO USD/CHF/GBP Con riferimento ai clienti consumatori questo conto è particolarmente adatto per chi, al momento dell apertura del conto, pensa di svolgere un numero bassissimo di

Dettagli

CONTRATTO DI FINANZIAMENTO A TERMINE PRESTITO PERSONALE FIDIAMO

CONTRATTO DI FINANZIAMENTO A TERMINE PRESTITO PERSONALE FIDIAMO Codice modulo e versione SECCI 17-07/2015_04 Data di consegna del presente documento INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE / INTERMEDIARIO DEL

Dettagli

Foglio informativo relativo al CONTO DEPOSITO

Foglio informativo relativo al CONTO DEPOSITO Foglio informativo relativo al CONTO DEPOSITO Informazioni sulla banca BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI GAUDIANO DI LAVELLO SOC. COOP. Via Roma, 81/83-85024 - LAVELLO (PZ) Tel. : 0972/83626-0972/86404 -

Dettagli

OGGETTO:Acquisto e fornitura di locandine in quadricromia ed elaborazione e stampa foto antiche - Assegnazione risorsa.

OGGETTO:Acquisto e fornitura di locandine in quadricromia ed elaborazione e stampa foto antiche - Assegnazione risorsa. N. dì Prot PROVINCIA DI MESSINA N. 65 reg. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO:Acquisto e fornitura di locandine in quadricromia ed elaborazione e stampa foto antiche - Assegnazione

Dettagli

Conto Deposito Aggiornato al 14.10.2015

Conto Deposito Aggiornato al 14.10.2015 Foglio informativo CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE. FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE. FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Capaccio Paestum Soc. Coop. Via Magna Graecia n. 345 84047 Capaccio (SA) Tel.: 0828 814111 -

Dettagli

CONTO CORRENTE DEPOSITO TITOLI

CONTO CORRENTE DEPOSITO TITOLI FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DEPOSITO TITOLI OFFERTO AI CONSUMATORI Il conto Titoli è destinato ai seguenti profili: - Giovani - Famiglie con operatività bassa - Famiglie con operatività media - Famiglie

Dettagli

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887)

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Sezione I Informazioni sulla banca Banca S. Biagio del Veneto Orientale di Cesarolo, Fossalta di Portogruaro e Pertegada - Banca

Dettagli

CONVENZIONE. Premesso che

CONVENZIONE. Premesso che CONVENZIONE Il Comune di Contrada, con sede in Contrada (AV), Via Luigi Bruno n. 79, codice fiscale 80001930645, di seguito indicato come Comune, legalmente rappresentato dal Dott. Antonio Iannaccone,

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per le attività imprenditoriali, professionali, no profit e per la Pubblica Amministrazione) Mod. Contratto

Dettagli

Foglio informativo relativo al CONTO DEPOSITO

Foglio informativo relativo al CONTO DEPOSITO Società cooperativa fondata il 12 gennaio 1908 Foglio informativo relativo al CONTO DEPOSITO Informazioni sulla banca BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI PACHINO Via Unità, 5/7-96018 - Pachino (SR) Tel. :

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN EURO/DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN EURO/DIVISA FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO IN EURO/DIVISA Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

CONTO CORRENTE PER LE IMPRESE E PER I PROFESSIONISTI

CONTO CORRENTE PER LE IMPRESE E PER I PROFESSIONISTI FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER LE IMPRESE E PER I PROFESSIONISTI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801

Dettagli

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A.

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A. Iscritta all Albo degli Intermediari Assicurativi tenuto dall IVASS: D000203141 sez. D del RUI; Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi; Socio unico, direzione e coordinamento: Mediobanca

Dettagli

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE scheda prodotto CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE aggiornato al 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE INFORMAZIONI

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA ALLEGATO 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA. (denominazione scuola), con sede in.., Via.. n.., C.F. n. più avanti denominata semplicemente

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZIO INCASSO EFFETTI, DISPOSIZIONI ELETTRONICHE E DOCUMENTI I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZIO INCASSO EFFETTI, DISPOSIZIONI ELETTRONICHE E DOCUMENTI I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

Foglio Informativo SERVIZIO INCASSO DOCUMENTI

Foglio Informativo SERVIZIO INCASSO DOCUMENTI Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0817976411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI

CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801 - Fax +39 02 72093979

Dettagli

TRASPARENZA BANCARIA FOGLIO INFORMATIVO CONTI CORRENTI IN DIVISA E C/C IN EURO DI NON RESIDENTI

TRASPARENZA BANCARIA FOGLIO INFORMATIVO CONTI CORRENTI IN DIVISA E C/C IN EURO DI NON RESIDENTI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 3770 del 27 novembre 2007 pag. 1/6

ALLEGATOA alla Dgr n. 3770 del 27 novembre 2007 pag. 1/6 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 3770 del 27 novembre 2007 pag. 1/6 CONVENZIONE TRA LA REGIONE VENETO E POSTE ITALIANE S.P.A. PER STAMPA, SPEDIZIONE, RENDICONTAZIONE E INCASSO DEI

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

APERTURA DI CREDITO PER ANTICIPI PORTAFOGLIO S.B.F., FATTURE ED ALTRI CREDITI

APERTURA DI CREDITO PER ANTICIPI PORTAFOGLIO S.B.F., FATTURE ED ALTRI CREDITI , Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. APERTURA DI CREDITO PER ANTICIPI PORTAFOGLIO S.B.F., FATTURE ED ALTRI CREDITI Sezione I - Informazioni

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Tra il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica rappresentata dal

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SI CONVIENE QUANTO SEGUE

PROTOCOLLO D INTESA SI CONVIENE QUANTO SEGUE PROTOCOLLO D INTESA Tra POSTE ITALIANE S.p.A., con sede in Roma, Viale Europa 190, codice Fiscale 97103880585, in seguito più brevemente denominata "Poste", legalmente rappresentata dal Direttore Commerciale

Dettagli

CONTO CORRENTE PER PRIVATI FOGLIO INFORMATIVO Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

CONTO CORRENTE PER PRIVATI FOGLIO INFORMATIVO Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Denominazione e forma giuridica: Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Sede legale: Via del Macello, 55 39100 Bolzano Sede amministrativa: Via J. Durst 28 39042 Bressanone Indirizzo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO Questo conto é particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire,

Dettagli

CONTO CORRENTE CONTO GIOVANI 18-25

CONTO CORRENTE CONTO GIOVANI 18-25 Foglio Informativo CONTO CORRENTE CONTO GIOVANI 18-25 Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci - Società Cooperativa per Azioni Sede legale: Via Vittorio Emanuele, 44

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. di Prot PROVINCIA DI MESSINA ' N. 50 res. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO Pagamento indennità di esproprio lavori di intervento di regimazìone delle acque piovane nel

Dettagli

A ALLEGATO AL CONTRATTO DI CARTA DI CREDITO SERVIZI ACCESSORI CARTA DI CREDITO

A ALLEGATO AL CONTRATTO DI CARTA DI CREDITO SERVIZI ACCESSORI CARTA DI CREDITO A ALLEGATO AL CONTRATTO DI CARTA DI CREDITO SERVIZI ACCESSORI CARTA DI CREDITO MODULO DI ADESIONE Cognome Nome Sesso (M, F) Nato il a Prov Nazione Indirizzo attuale N CAP Località Prov Codice fiscale N.

Dettagli

Conto Deposito Aggiornato al 19.06.2015

Conto Deposito Aggiornato al 19.06.2015 Foglio informativo CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

TRASPARENZA BANCARIA FOGLIO INFORMATIVO CONTI CORRENTI IN DIVISA E C/C IN EURO DI NON RESIDENTI

TRASPARENZA BANCARIA FOGLIO INFORMATIVO CONTI CORRENTI IN DIVISA E C/C IN EURO DI NON RESIDENTI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO n. 37 LIBRETTO DEPOSITO A RISPARMIO IB-LIBRETTO VINCOLATO

FOGLIO INFORMATIVO n. 37 LIBRETTO DEPOSITO A RISPARMIO IB-LIBRETTO VINCOLATO INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e Forma Giuridica: IMPREBANCA S.P.A. Forma Giuridica: Società Per Azioni Sede Legale e Amministrativa: VIA COLA DI RIENZO, 240-00192 - ROMA (RM) Indirizzo Telematico:

Dettagli

Norme contrattuali che regolano i servizi bancari e finanziari prestati da Allianz Bank Financial Advisors S.p.A. Conto corrente n.

Norme contrattuali che regolano i servizi bancari e finanziari prestati da Allianz Bank Financial Advisors S.p.A. Conto corrente n. Conto Vedo Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.Lgs.n.385/1993) Norme contrattuali che regolano i servizi bancari e finanziari prestati da Allianz Bank Financial

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma - Tel +390647021 http://www.bnl.it - Iscritta

Dettagli

NEGOZIAZIONE ASSEGNI ESTERO

NEGOZIAZIONE ASSEGNI ESTERO 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari NEGOZIAZIONE ASSEGNI ESTERO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE VINCOLATO INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE VINCOLATO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE VINCOLATO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Farmafactoring S.p.A. Sede legale e direzione generale: Via Domenichino, n 5 20149 Milano Numero di telefono al quale il cliente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Farmafactoring S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Via Domenichino, n 5 20149 Milano Numero di telefono al quale il

Dettagli

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più Compass Banca S.p.A. - Sede Legale e Direzione Generale: Via Caldera, 21-20153 Milano - Telefono 02 72 132.1 - Fax 02 72 32 374 www.compass.it - Capitale euro 587.500.000 i.v.; Codice Fiscale, Partita

Dettagli

Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona

Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona Numero 001/nv Aggiornato al 10 luglio 2009 Sezione I Informazioni sulla banca BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VIGNOLE SOCIETA COOPERATIVA Sede

Dettagli

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino a Euro 1.500,00 mensili.

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino a Euro 1.500,00 mensili. CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 1.500,00 ai sensi della Convenzione MEF, Banca d Italia, Poste Italiane S.p.a. e AIIP (art. 12 D.

Dettagli

SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO ELETTRONICO (RiBa, RID. MAV, FRECCIA) PORTAFOGLIO CARTACEO PRESENTAZIONE DI FATTURE Aggiornamento 7 dicembre 2009

SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO ELETTRONICO (RiBa, RID. MAV, FRECCIA) PORTAFOGLIO CARTACEO PRESENTAZIONE DI FATTURE Aggiornamento 7 dicembre 2009 Informazioni sulla Banca Banca Prossima S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Monte di Pietà, 8-20121 Milano Capitale Sociale Euro 80.000.000 i.v. - Riserve Euro 36.881.599 Numero di iscrizione al Registro

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO BCC DI LEVERANO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO BCC DI LEVERANO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO DEPOSITO BCC DI LEVERANO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LEVERANO PIAZZA ROMA 1-73045 - LEVERANO (LE) Tel. : 0832925046 - Fax: 0832910266 Email:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI Versione 1 FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELLA MEDIAZIONE CREDITIZIA

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELLA MEDIAZIONE CREDITIZIA FOGLIO INFORMATIVO Redatto secondo le indicazioni contenute nel Provvedimento del 29 Aprile 2005 dell'uic, nella Deliberazione del CICR del 4 marzo 2003, del Provvedimento della Banca d Italia del 25 luglio

Dettagli

CONTO CORRENTE SOLIDARIETA

CONTO CORRENTE SOLIDARIETA FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE SOLIDARIETA OFFERTO ALLE ASSOCIAZIONI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA Via G.Garibaldi, 46 - C.P. 47-31010 Orsago TV-

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE CONTO SEPARATO INTERMEDIARI ASSICURATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25-25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 002-006 CONTO DI DEPOSITO CREDIPIU SOCI Aggiornamento al 01 gennaio 2016

FOGLIO INFORMATIVO 002-006 CONTO DI DEPOSITO CREDIPIU SOCI Aggiornamento al 01 gennaio 2016 Questo conto è destinato ai seguenti profili di clientela: Soci Crediveneto titolari di azioni con valore nominale pari o superiore all importo minimo previsto dal vigente regolamento di ammissione, che

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) FOGLIO INFORMATIVO CONTO ANTICIPO FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Promos SpA Sede Legale: Viale Gramsci, 19 80122 Napoli Telefono: +39.081.0170111 Fax. +39.081.4620011 Sito Web: http://www.bancapromos.it

Dettagli

CONTO CORRENTE DI BASE ai sensi della convenzione MEF, Banca d Italia, Poste Italiane Spa e AIIP (art. 12 D. Legge 201/2011)

CONTO CORRENTE DI BASE ai sensi della convenzione MEF, Banca d Italia, Poste Italiane Spa e AIIP (art. 12 D. Legge 201/2011) FOGLIO INFORMATIVO aggiornamento 001/2013 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.Lgs 385/1993, Delibera C.I.C.R. del 04/03/2003 e Istruzioni di Vigilanza Banca

Dettagli

Aperture di credito in conto corrente ordinario CONSUMATORI

Aperture di credito in conto corrente ordinario CONSUMATORI 04/08/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Aperture di credito in conto

Dettagli

BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per Azioni. Via Emilia Est, n. 107-41121 MODENA. info@bancainterprovinciale.it

BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per Azioni. Via Emilia Est, n. 107-41121 MODENA. info@bancainterprovinciale.it Aggiornato al 25/09/2013 N release 0008 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

CONTO CORRENTE DI FINANZIAMENTO

CONTO CORRENTE DI FINANZIAMENTO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI CONTO CORRENTE DI FINANZIAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE ED AMMINISTRATIVA

Dettagli

Foglio Informativo n. STD1 Aggiornamento n. 24 Data ultimo aggiornamento 14/10/13 FOGLIO INFORMATIVO CONTO TIME DEPOSIT INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio Informativo n. STD1 Aggiornamento n. 24 Data ultimo aggiornamento 14/10/13 FOGLIO INFORMATIVO CONTO TIME DEPOSIT INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio Informativo n. STD1 Aggiornamento n. 24 Data ultimo aggiornamento 14/10/13 FOGLIO INFORMATIVO CONTO TIME DEPOSIT INFORMAZIONI SULLA BANCA SANTANDER CONSUMER BANK S.p.A. Capitale Sociale 573.000.000

Dettagli

COMUNE DI LIMINA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE. N.160 reg. delibere LA GIUNTA MUNICIPALE. N. di Prot

COMUNE DI LIMINA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE. N.160 reg. delibere LA GIUNTA MUNICIPALE. N. di Prot N. di Prot COMUNE DI LIMINA PROVINCIA DI MESSINA N.160 reg. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO:Connessione internet adsl presso gli stabili comunali per Tanno 2015. Assegnazione

Dettagli

Foglio informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 32 Data ultimo aggiornamento: 03/01/2012 FOGLIO INFORMATIVO CONTO SANTANDER CONSUMER

Foglio informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 32 Data ultimo aggiornamento: 03/01/2012 FOGLIO INFORMATIVO CONTO SANTANDER CONSUMER Foglio informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 32 Data ultimo aggiornamento: 03/01/2012 FOGLIO INFORMATIVO CONTO SANTANDER CONSUMER INFORMAZIONI SULLA BANCA SANTANDER CONSUMER BANK S.p.A. Via Nizza n. 262-10126

Dettagli

CONTO DEPOSITO VINCOLATO

CONTO DEPOSITO VINCOLATO FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA CONTO DEPOSITO VINCOLATO BANCA DELL'ALTA MURGIA CREDITO COOPERATIVO Soc. Coop. Piazza Zanardelli, 16-70022 - Altamura n. telefono e fax: tel. 080-9949011

Dettagli

FINANZIAMENTI PER OPERAZIONI CON L' ESTERO Foglio informativo standardizzato redatto ai sensi delle istruzioni di vigilanza della Banca d'italia

FINANZIAMENTI PER OPERAZIONI CON L' ESTERO Foglio informativo standardizzato redatto ai sensi delle istruzioni di vigilanza della Banca d'italia FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI PER OPERAZIONI CON L' ESTERO Foglio informativo standardizzato redatto ai sensi delle istruzioni di vigilanza della Banca d'italia Informazioni sulla banca Denominazione

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. di Prot PROVINCIA DI MESSINA N. 23 res. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO:RCA per automezzo comunale IVECO targato "CT 224 GT". Assegnazione risorsa al Responsabile dell'area

Dettagli

CONTO GRATUITO PENSIONATI

CONTO GRATUITO PENSIONATI FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA CONTO GRATUITO PENSIONATI BANCA DELL'ALTA MURGIA CREDITO COOPERATIVO Soc. Coop. Piazza Zanardelli, 16-70022 - Altamura (BA) n. telefono e fax: tel.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO n. 38 LIBRETTO DEPOSITO A RISPARMIO IB-LIBRETTO GIOVANI

FOGLIO INFORMATIVO n. 38 LIBRETTO DEPOSITO A RISPARMIO IB-LIBRETTO GIOVANI INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e Forma Giuridica: IMPREBANCA S.P.A. Forma Giuridica: Società Per Azioni Sede Legale e Amministrativa: VIA COLA DI RIENZO, 240-00192 - ROMA (RM) Indirizzo Telematico:

Dettagli

MOD:FICDE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

MOD:FICDE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO S.p.A.

Dettagli

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Pagina 1 di 7 Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DIPARTIMENTO DEGLI INTERVENTI PER LA PESCA

ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DIPARTIMENTO DEGLI INTERVENTI PER LA PESCA ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DIPARTIMENTO DEGLI INTERVENTI PER LA PESCA Linee guida per la rendicontazione degli interventi a sostegno della pesca e dell'acquacoltura

Dettagli

Conto Compilation è il conto corrente destinato ai giovani di età compresa tra i 13 e i 26 anni.

Conto Compilation è il conto corrente destinato ai giovani di età compresa tra i 13 e i 26 anni. Foglio N. 1.19.0.MC informativo Redatto in ottemperanza alla deliberazione CICR del 4 marzo 2003, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n 72 del 27 marzo del 2003 e delle Istruzioni di Vigilanza emanate

Dettagli

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società Coop.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori) FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni a responsabilità limitata (di seguito la

Dettagli

BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE

BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE FOGLIO INFORMATIVO Decorrenza 06/07/2009 Pagina 1 di 6 Sezione I Informazioni sulla Banca BANCA POPOLARE DELLE PROVINCE CALABRE Società cooperativa per azioni Sede

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITO A RISPARMIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al DEPOSITO A RISPARMIO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEI SERVIZI POSTA BASIC EASY e POSTA FULL EASY

CONDIZIONI GENERALI DEI SERVIZI POSTA BASIC EASY e POSTA FULL EASY Pagina 1 di 7 CONDIZIONI GENERALI DEI SERVIZI POSTA BASIC EASY e POSTA FULL EASY Le presenti Condizioni Generali (di seguito Condizioni Generali ) disciplinano i servizi PostaBasic Easy e Posta Full Easy

Dettagli

CONTO CORRENTE CONTO NO PROFIT

CONTO CORRENTE CONTO NO PROFIT Aggiornato al 11/02/2014 N release 0001 Pagina 1 di 10 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE 25.06.2015 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE Questo conto è adatto a chi, al momento dell apertura del conto, ha limitate esigenze di operatività; include, a fronte di un canone annuale onnicomprensivo,

Dettagli

CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO

CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO GIUSEPPE TONIOLO Via Sebastiano Silvestri n.113 - cap 00045 - Genzano di Roma (RM) Capitale e riserve al 31/12/2013-34.368.294 Tel.:

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA Tra l AUTORITA GARANTE PER L INFANZIA E L ADOLOSCENZA C.F. 11784021005 con sede in Roma Via di Villa Ruffo, 6 che per brevità sarà in seguito chiamata

Dettagli

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente SEZIONE III SERVIZIO DI INCASSI E PAGAMENTI DISPOSIZIONI COMUNI Art. 1 Oggetto 1. Il servizio di incassi

Dettagli

no 552 del 28/12/2015

no 552 del 28/12/2015 ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE. DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE..., '. -..:,. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE no 552 del 28/12/2015 Oggetto: Attivazione carte di credito aziendali. IL DIRETTORE

Dettagli

BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per Azioni. Via Emilia Est, n. 107-41121 MODENA. info@bancainterprovinciale.it

BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Società per Azioni. Via Emilia Est, n. 107-41121 MODENA. info@bancainterprovinciale.it Aggiornato al 25/09/2013 N release 0011 Pagina 1 di 10 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli