Appendice al catalogo generale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Appendice al catalogo generale"

Transcript

1 Appendice al catalogo generale

2 DICHTOMATIK Guarnizioni per movimenti alternativi Dichtomatik s.r.l. Via delle Fabbriche 6/A Genova Voltri Tel Fax UNI EN ISO 9001:2000

3 Indice cid oth m kita 3 Sedi di alloggiamento 5 Mo atn g oig 9 Introduzione alle descrizioni 12 M ilaireta 14 Prospetto generale 20 Guarnizioni per pistone Singole descrizioni da pag 24 Guarnizioni per stelo Singole descrizioni da pag 36 Raschiatori Singole descrizioni da pag 49 Anelli guida Singole descrizioni Filiali da pag

4 Dichtomatik Ecco quattro parole che vi dicono tutto di Dichtomatik. Siamo specializzati nella fornitura di soluzioni tecniche per tutte le applicazioni che richiedono tenute stagne e, con la nostra vastissima gamma di oltre tipi diversi di guarnizioni disponibili a magazzino, siamo in grado di soddisfare tutte le richieste di guarnizioni dei nostri Clienti, in conformità ai loro precisi requisiti di tenuta. Accedendo al sito Internet di Dichtomatik avrete una panoramica virtuale del nostro magazzino da cui potrete controllare la disponibilità delle guarnizioni di tipo standard e relativi dati tecnici, con descrizione dei materiali e suggerimenti di montaggio. Questa gamma globale viene continuamente incrementata in base allo sviluppo evolutivo delle specifiche soluzioni di tenuta fornite su ordine che includono oltre tipi di guarnizioni per le più esigenti applicazioni. La nostra organizzazione è basata su un sistema semplice e veloce di gestione ordini e consegna della guarnizione pronta per il montaggio, a garanzia di un assistenza Clienti totale. Il nostro deposito centrale di Amburgo è provvisto di un magazzino interamente automatizzato che copre una superficie di metri quadrati per soddisfare le esigenze dei nostri Clienti. Inoltre, le filiali dispongono di ingenti scorte di magazzino per soddisfare le richieste del mercato locale, in conseguenza di cui ogni giorno vengono spediti, soltanto in Europa, circa articoli. Dichtomatik che è sempre al vostro fianco quale partner di supporto affidabile nell industria delle guarnizioni specialistiche è continuamente impegnata a migliorare le sue procedure interne e i servizi assistenza al Cliente in base a requisiti di velocità, flessibilità e informazioni tecniche. 3

5 Introduzione Questa breve introduzione che Vi preghiamo di leggere, vi fornirà una spiegazione ottimale della nostra produzione di guarnizioni oleodinamiche. Nei capitoli Guarnizioni per pistone Guarnizioni per stelo Raschiatori Anelli guida troverete le descrizioni dettagliate di tutti i dati caratteristici dei singoli tipi di guarnizione con le relative dimensioni adatte a tutte le sedi di alloggiamento che si possono trovare sul mercato. Tutte le dimensioni marcate in rosso sono disponibili a magazzino. Per tutte le altre dimensioni, consultate il sito Come ulteriore strumento di aiuto è disponibile una funzione di Ricerca Rapida Quickfinder che permette di individuare la guarnizione idonea, o una sua alternativa, indipendentemente dal tipo, in base alle dimensioni della sede. Negli elenchi misure e nel Quickfinder si trovano le dimensioni ordinate come segue: Consultate anche i capitoli relativi a e Sedi di alloggiamento, perché la durata di una guarnizione dipende da una accurata realizzazione della sede di alloggiamento, nonché da un montaggio a regola d arte. Nella sezione Materiali troverete le descrizioni dei materiali più comuni e delle relative combinazioni che vi permetteranno di scegliere il materiale più adatto alle vostre esigenze. Oltre alle mescole standard Dichtomatik per ogni forma costruttiva specifica, siamo in grado di fornirvi materiali alternativi per soddisfare le vostre esigenze. Inoltre, consultando il paragrafo potrete decifrare tutte le caratteristiche di ogni singola guarnizione ed associarvi un codice specifico di ordinazione. Guarnizioni per pistone/anelli guida per pistone Diametro esterno (diametro canna del cilindro) x Diametro interno (diametro fondo cava della sede di alloggiamento) x Altezza della sede di alloggiamento Guarnizioni per stelo/ Anelli guida per stelo/ Raschiatori Diametro interno (diametro dello stelo) x Diametro esterno (diametro fondo cava della sede di alloggiamento) x Altezza della sede di alloggiamento 4

6 Sedi di alloggiamento I parametri delle sedi di alloggiamento come dimensioni, tolleranze, finitura superficiale, raggi o smussi vengono specificati dal costruttore originale del cilindro. Prima di sostituire una guarnizione, ispezionare la sede di alloggiamento per verificare segni di deterioramento dovuti a funzionamento di entità superiore a quanto prescritto dalle norme di utilizzo del costruttore e ripristinarla adeguatamente, facendo particolare attenzione alle finiture superficiali richieste. Qualsiasi rilavorazione dello stelo può causare un aumento dimensionale del gioco con conseguente estrusione nel gioco stesso. Per evitare questo, si può montare un anello antiestrusione sulla parte opposta alla direzione della pressione. Per la forma costruttiva di tutte le sedi di alloggiamento si applicano le seguenti regole di base: gli spigoli arrotondati nel fondo cava (1) garantiscono il corretto montaggio delle guarnizioni oleodinamiche, mentre gli spigoli arrotondati radiali (2) garantiscono che il rischio di movimento nel gioco venga ridotto al minimo. L adeguata finitura superficiale del fondo cava (3) e dei lati della cava (4) tolleranze idonee per la larghezza della cava (5), lo smusso di invito (6) le dimensioni ottimali del gioco sul lato opposto alla pressione (7) e le corrette finiture superficiali della superficie di scorrimento (8) sono fattori essenziali per una durata ottimale e una buona funzione di tenuta delle guarnizioni. Per un regolare funzionamento operativo, attenersi sempre alle summenzionate regole di base. Poiché la maggior parte delle guarnizioni non sono in grado di lavorare senza essere guidate, fornire il pistone e lo stelo di adeguati anelli guida per garantire la sicurezza di funzionamento delle guarnizioni in fase operativa. Nelle pagine successive si trovano esempi per l applicazione delle guarnizioni in sedi predefinite. 5

7 Esempi di applicazione in sedi predefinite Guarnizioni a labbro Forme costruttive N, NA, NI Stelo d > 25mm Stelo d < 25mm arrotondato arrotondato Pistone arrotondato Forme costruttive POR, PUOR Stelo arrotondato Pistone arrotondato 6

8 Guarnizione compatta Forma costruttiva K Pistone arrotondato Guarnizioni a pacco Forme costruttive KDS 01, SDS 01 Stelo arrotondato <80 H9/f H8/f H8/f7 Larghezza B (mm) del profilo Smusso C di invito Pistone <80 H9/f H8/f H8/f7 arrotondato Larghezza B (mm) del profilo Smusso C di invito 7

9 Raschiatori Forme costruttive AE, AD Stelo Il raggio R per le forme costruttive AE40 e AE42 del raschiatore dipende dall altezza del raschiatore stesso, come segue: H (mm) R (mm) Per le forme costruttive AE 41, AE 47, AD 48 e AD 51 del raschiatore, il raggio è sempre R=0.5 indipendentemente dall altezza del raschiatore. Per i raschiatori di piccolo diametro, sono necessarie sedi di alloggiamento aperte assialmente. Con diametri superiori, si possono utilizzare sedi chiuse, anche se successivamente, si raccomanda di calibrare il raschiatore. La tabella che segue fornisce la dimensione G e il raggio R: L G R Se si utilizzano raschiatori a doppio effetto, a seconda del tipo di guarnizione associato, può essere necessario un foro di drenaggio, attraverso cui l olio trattenuto viene fatto ritornare nel sistema. Raschiatori Forme costruttive AM, ADM Questi raschiatori si possono montare facilmente in sedi di alloggiamento aperte assialmente, ammesso che lo smusso L sia conforme alla seguente tabella: arrotondato H (mm) L 1 (mm) Anelli guida Forme costruttive FB, FRK, FRS Stelo Pistone 8

10 generali di montaggio Utilizzo di attrezzi di montaggio per guarnizioni a labbro, in applicazioni su pistone e stelo Anche se i materiali previsti per le nostre guarnizioni oleodinamiche sono particolarmente robusti, è tuttavia necessario maneggiarle con cura per evitare danni meccanici specialmente sul labbro di tenuta che, inevitabilmente, causerebbe una perdita. Inoltre, prima del montaggio, tutte le guarnizioni devono essere accuratamente controllate per verificare l eventuale presenza di danni o invecchiamento causati durante il trasporto o il magazzinaggio. Qui di seguito sono indicati i requisiti necessari per un montaggio sicuro delle guarnizioni: 1. Per guarnizioni a singolo effetto, montare la guarnizione con il lato pretensionato verso il lato pressione. 2. Gli smussi di invito sul cilindro e sullo stelo sono di capitale importanza. Lo smusso di invito dovrebbe avere un angolo di 20. Lunghezze consigliate per C: B=(D-d)/2 Larghezza Lunghezza smusso del profilo di invito B (mm) C (mm) Mandrino di dilatazione (plastica, ad es. POM) Cono di montaggio (plastica o metallo) Per facilitare il montaggio di raschiatori in sedi di alloggiamento aperte assialmente, si consiglia l utilizzo dei seguenti smussi di invito (L1), a seconda dell altezza della sede di alloggiamento (H): H (mm) L 1 (mm) Gli spigoli devono essere sbavati. I raggi e gli smussi devono essere conformi alle norme di montaggio. 4. Rimuovere accuratamente polvere, sporcizia e limatura di metallo. 5. Coprire le creste delle filettature e le cave di montaggio degli anelli guida con un cono di montaggio per evitare che la guarnizione passi su cave, forature e superfici ruvide. 6. Prima del montaggio, ingrassare o lubrificare i cilindri, gli steli e le guarnizioni. Fare attenzione alla compatibilità delle guarnizioni con i fluidi utilizzati. 7. Prima del montaggio, scaldare le guarnizioni in olio o acqua calda a circa 80 C per aiutare l espansione e facilitarne il montaggio. Le guarnizioni in PTFE possono riacquistare più facilmente la loro forma originale ed essere calibrate se vengono prima scaldate in olio o acqua ad una temperatura fra 80 C e 120 C. Quando si immergono in olio caldo o acqua, fare sempre attenzione alla resistenza termica del materiale della guarnizione. Cono di montaggio 5 Guarnizione a labbro 9

11 10

12 11

13 Introduzione alle descrizioni delle nostre guarnizioni oleodinamiche Il tempo è denaro specialmente in caso sia necessario un approvvigionamento rapido di guarnizioni. Scopo del nostro codice di ordinazione definito in modo preciso è semplificare la scelta e le ordinazioni delle nostre guarnizioni, evitando errori di comunicazione. Inoltre, una descrizione strutturata in modo semplice è la base per poter trovare rapidamente le guarnizioni adatte nei nostri cataloghi e su Internet. Per ordinazioni che si scostano dallo standard, indicare le caratteristiche della guarnizione secondo il seguente codice di ordinazione. Guarnizioni per pistone: Famiglia prodotto/forma costruttiva Numero profilo/dati caratteristici/ ø D Sede di alloggiamento/ ø d Sede di alloggiamento/ L Altezza sede di alloggiamento/ Esecuzione/Materiale/Durezza/ Mescola/Codice materiale/colore Guarnizioni per stelo: Famiglia prodotto/forma costruttiva Numero profilo/dati caratteristici/ ø D Sede di alloggiamento/ ø d Sede di alloggiamento/ L Altezza sede di alloggiamento/ Esecuzione/Materiale/Durezza/ Mescola/Codice materiale/colore Famiglie prodotti In questo catalogo troverete le famiglie prodotti K = guarnizioni per pistone S = guarnizioni per stelo A = raschiatori F = anelli guida Forme costruttive Nelle summenzionate famiglie prodotti, facciamo una distinzione in base alle seguenti forme costruttive: Fam. prodotto Forma costruttiva K; S N Guarnizione a labbro simmetrica K NA Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro esterno S NI Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro interno K K Guarnizione compatta per pistone K; S POR Guarnizione in PTFE con O-Ring K PUOR Guarnizione in Poliuretano con O-Ring K; S DS Guarnizione a pacco K; S DR Anello per guarnizione a pacco A E Raschiatore senza inserto metallico/singolo effetto A M Raschiatore con inserto metallico (esterno o interno) A D Raschiatore doppio effetto A DM Raschiatore doppio effetto con inserto metallico (esterno o interno) F B Striscia guida F RK Anello guida per pistone F RS Anello guida per stelo 12

14 Numero profilo Esiste un numero di profilo Dichtomatik per ogni forma costruttiva che troverete nell elenco dei profili o nelle descrizioni delle singole forme costruttive. Dati caratteristici Famiglia Forma Dati prodotto costruttiva caratteristici K; S N; NA; NI; POR E singolo effetto K K; POR; PUOR Z doppio effetto F RK EN scanalature interne F RK; RS 30/45 taglio inclinato F RK; RS 90 taglio diritto F RK; RS ST taglio a gradino Dimensioni Le guarnizioni per pistone e stelo, raschiatori e anelli guida vengono sempre definite secondo le dimensioni della sede di alloggiamento. In pratica, questo significa che dovete sempre misurare la sede di alloggiamento e non la guarnizione. Per quanto riguarda l altezza, la dimensione L (altezza della sede di alloggiamento) appare su tutti i documenti di consegna. Per vostra informazione, forniamo anche la dimensione H (altezza della guarnizione) per tutte le misure standard indicate nei nostri cataloghi. Si noti che per le guarnizioni a labbro, la sede di alloggiamento deve essere più larga dell altezza della guarnizione. Questo è necessario per garantire un eguale distribuzione della pressione e per attivare la funzione di tenuta. Se si tratta di guarnizioni per pistone e anelli guida pistone, forniamo sempre il diametro esterno (diametro canna del cilindro) quale dimensione di riferimento, mentre nel caso di guarnizioni per stelo, anelli guida per stelo e raschiatori, il diametro interno (diametro dello stelo). Esempi: KNA x 40 x 8 (D x d x L) SNI x 50 x 9 (d x D x L) Esecuzione Famiglia Forma Esecuzione prodotto costruttiva K; S DS 1/0; 2/1; 3/2 Indicazione della combinazione di anelli in gomma tela ed anelli in elastomero K N; NA; K STA Anello antiestrusione esterno S N; NI STI Anello antiestrusione interno K N; NA; K STFA Anello antiestrusione con anello guida esterno integrato S N; NI STFI Anello antiestrusione con anello guida interno integrato K NA STFAH Anello antiestrusione con anello guida esterno integrato e anello di arresto K; S N; NA; NI ZL Labbro di tenuta ausiliario K; S N; NI ZLSTI Labbro di tenuta ausiliario e anello antiestrusione interno K; S N; NA ZLSTA Labbro di tenuta ausiliario e anello antiestrusione esterno 13

15 Materiali Dichtomatik utilizza elastomeri, elastomeri termoplastici (TPE), materiali termoplastici e tele impregnate con gomma e resine come materiali di tenuta per il settore oleodinamico. Gli elastomeri si differenziano secondo il polimero di base usato e definito a norme DIN ISO 1629 e ASTM D 1418, ad es. NBR per gomma nitrilica e FPM (FKM) per fluoroelastomero. Il materiale finito si ottiene unendo alla materia prima, la gomma, numerosi ingredienti come cariche, pigmenti, plastificanti, additivi di lavorazione, agenti vulcanizzanti, acceleranti ed altri additivi. Questo processo permette di ottenere materiali conformi alle caratteristiche richieste e di offrire materiali standard che trovano impiego in vaste aree di applicazione, nonché mescole speciali per applicazioni oleodinamiche molto particolari. L utilizzo di una mescola con caratteristiche stabili garantisce una costante qualità del materiale della guarnizione. La resistenza alla pressione e all estrusione di una guarnizione vengono definite dalla forma costruttiva della guarnizione, dal tipo di materiale e dalla relativa durezza. I materiali termoplastici, in gomma/tela e in resina sono molto duri in paragone agli elastomeri (Durezza Shore D) con caratteristiche elastiche scarse o nulle. Questo è il motivo per cui abbiamo omesso la durezza. NBR gomma nitrilica L NBR trova ampio utilizzo nel settore oleodinamico per le sue buone caratteristiche meccaniche e resistenza agli oli e ai grassi a base di olio minerale. Queste caratteristiche vengono essenzialmente determinate a seconda del contenuto di acrilonitrile (ACN fra il 18% e il 50%). Un contenuto inferiore di ACN porta a una buona flessibilità alle basse temperature, ma resistenza limitata agli oli e ai combustibili; aumentando il contenuto di ACN, la flessibilità alle basse temperature diminuisce, mentre aumenta la resistenza agli oli e ai combustibili. Il materiale standard utilizzato da Dichtomatik per l NBR mostra un contenuto medio di ACN che permette di coprire una vasta gamma di applicazioni con caratteristiche bilanciate. Presenta infatti buone caratteristiche, come ad es. elevata resistenza all abrasione, bassa permeabilità ai gas e buona resistenza ai grassi e agli oli lubrificanti a base di oli minerali, agli oli idraulici H, HL, HLP, fluidi idraulici non infiammabili HFA, HFB, HFC, idrocarburi alifatici, oli e grassi siliconici, acqua sino a circa 80 C. In genere, l NBR non è resistente agli idrocarburi aromatici e clorurati, combustibili ad elevato contenuto aromatico, solventi polari, fluidi per freni a base di glicole e fluidi idraulici non infiammabili HFD. Presenta bassa resistenza all ozono, agli agenti atmosferici e all invecchiamento. Nella maggioranza delle applicazioni oleodinamiche, questo non produce assolutamente nessun effetto perché le guarnizioni sono installate dentro i componenti oleodinamici stessi. TPU poliuretano termoplastico I materiali TPU appartengono al gruppo degli elastomeri termoplastici (TPE). La forza del poliuretano è data da una buona combinazione di caratteristiche fisicochimiche e da una buona lavorabilità che permettono di fornire soluzioni tecniche molto competitive. I poliuretani vengono prodotti con macchine ad iniezione e si sono affermati ormai da molti anni nel settore della tecnologia delle tenute e, in modo particolare, nelle applicazioni oleodinamiche. I poliuretani si differenziano dagli elastomeri classici per la loro resistenza meccanica più elevata. Altre caratteristiche notevoli di questo materiale sono l alta resistenza all abrasione, all estrusione e all usura, capacità di tenuta ad alti carichi di pressione, ivi inclusa un elevata resistenza alla lacerazione e all allungamento. I poliuretani presentano buona flessibilità (anche in aree di maggiore durezza) a temperature comprese fra -40 C e +100 C, nonché ottima resistenza all ozono e all invecchiamento. I poliuretani sono adatti per applicazioni che prevedono l utilizzo di grassi ed oli minerali, oli idraulici H, HL, HLP, oli e grassi siliconici, fluidi idraulici non infiammabili HFA e HFB, acqua sino a 50 e idrocarburi alifatici puri. 14

16 PTFE Politetrafluoroetilene Il PTFE è un materiale plastico fluorurato con numerose caratteristiche positive diventate indispensabili nella tecnologia delle tenute. Si distingue per la sua quasi universale resistenza chimica, la vasta gamma di temperature a cui può operare (da 100 C a +250 C), coefficente di attrito estremamente basso con conseguenti ottime caratteristiche di scorrimento, nessun effetto di impuntamento, straordinaria rigidità e resistenza quasi illimitata all'ozono, all'esposizione agli agenti atmosferici e all'invecchiamento. Il PTFE è inataccabile da quasi tutti i solventi, prodotti chimici, lubrificanti e fluidi idraulici conosciuti. Viene attaccato soltanto dai metalli alcalinici e fluorurati ad elevate temperature e pressioni. Il PTFE vergine non contiene sostanze estraibili che potrebbero distaccarsi e influire negativamente sui materiali circostanti. Pertanto, è fisiologicamente inerme e particolarmente adatto per applicazioni alimentari, farmaceutiche e mediche. Il PTFE non è infiammabile per cui non contempla ulteriori rischi in caso di incendio. Il PTFE ha una bassissima elasticità. Per questo motivo, le guarnizioni in PTFE vengono attivate da elementi elastici energizzanti in forma di O-Ring o molle in acciaio inossidabile. Il PTFE non è del tutto esente da svantaggi in quanto ha la tendenza a deformarsi sotto pressione anche a temperatura ambiente. Queste debolezze vengono neutralizzate con l utilizzo di mescole con aggiunta di cariche. Ad esempio, le mescole con cariche di bronzo conferiscono al PTFE la capacità di adattarsi alla maggior parte delle applicazioni. HG resine con rinforzo in tela I materiali in resina con rinforzo in tela HG vengono prodotti in varie combinazioni di tela/resina come ad esempio tela di fibre sintetiche + resina fenolica, tela di cotone + resina fenolica o tela di poliestere + resina poliestere. I materiali HG sono adatti per applicazioni nel settore dell oleodinamica che prevedono carichi elevati e forze radiali. Scegliendo le combinazioni ottimali di materiale (tela/resina) si possono ottenere prodotti con lunga durata, elevate forze di richiamo, basso attrito (per esigenze di funzionamento a secco) ed elevatissima pressione di contatto (capacità di carico). Il materiale standard utilizzato da Dichtomatik è esente da aumento di volume in acqua (assorbimento d acqua non misurabile). NBR F NBR con rinforzo in tela I tessuti di cotone o di fibra sintetica si possono utilizzare come base per i materiali in tela gommata. Il materiale standard delle guarnizioni oleodinamiche Dichtomatik è il cotone. Oltre al materiale standard, è disponibile una vasta gamma di altri tipi di tela e quasi tutti gli elastomeri. Per la produzione di guarnizioni oleodinamiche, la tela viene impregnata con un solvente per NBR: successivamente, i pezzi di tela impregnata vengono tagliati a misura e arrotolati per l ulteriore lavorazione e successiva vulcanizzazione in pressa, per un tempo determinato e ad una data temperatura. Le guarnizioni oleodinamiche vengono prodotte sia con materiale completamente in gomma tela oppure rinforzando i segmenti della parte in elastomero con tela, come nel caso della superficie di scorrimento o il lato opposto alla pressione, per ottenere una migliore protezione dall estrusione nel gioco. Queste guarnizioni si possono produrre vulcanizzando l elastomero vergine sulla guarnizione. I vantaggi delle guarnizioni oleodinamiche in tela impregnata di gomma sono molteplici. Infatti, sono molto resistenti all usura, hanno ottime caratteristiche di attrito e di scorrimento (grazie al lubrificante trattenuto nelle maglie della tela), buona resistenza alle basse temperature, elevata resistenza ai carichi di pressione e all estrusione. Queste guarnizioni sono anche molto stabili dal punto di vista dimensionale e hanno un basso aumento di volume nel fluido idraulico. In considerazione della loro robusta forma costruttiva e delle combinazioni di materiali, sono molto adatte per condizioni critiche come negli impianti oleodinamici o altre prestazioni pesanti. 15

17 Materiali Famiglia Forma Mat. Materiale standard Materiale alternativo prodotto costruttiva Dichtomatik S;K N UPT UPT FKM F,2 KM ,3 UPT NBR NBR , NBR NBR , FKM NBR F NBR F K NA UPT UPT FKM ,2 UPT N,1BR NBR NBR , NBR FKM NBR F NBR F EFTP EFTP EFTP ,5 EFTP ,7 EFTP ,3 PTFE , PTFE , PTFE , PE S NI TPU TPU , TPU FKM , TPU , NBR NBR NBR , NBR FKM NBR F NBR F PTFE EFTP EFTP ,5 EFTP ,7 EFTP ,3 PTFE , PTFE , PTFE , PE K K NBR NBR , NBR FKM , FKM , TPU , NBR F NBR F , NBR F NBR , FKM PTFE PTFE K; S POR EFTP EFTP EFTP ,3 EFTP ,2 EFTP ,9 PTFE , PTFE , PTFE , PE , TPU K PUOR TPU TPU TPU K; S DS; DR NBR NBR FKM NBR F NBR F A E TPU TPU , TPU FKM , TPU , NBR , NBR NBR FKM EFTP EFTP EFTP ,3 EFTP ,2 EFTP ,9 PTFE , PTFE , PTFE , PE , TPU A M NBR NBR TPU TPU FKM A D TPU TPU , TPU FKM , TPU , NBR , NBR NBR FKM EFTP EFTP EFTP ,3 EFTP ,2 EFTP ,9 PTFE , PTFE , PTFE , PE , TPU A DM UPT UPT NBR F B EFTP HG EFTP HG EFTP ,3 EFTP ,2 EFTP ,9 EFTP ,5 EFTP H,3G HG , HG , HG F RK EFTP EFTP EFTP ,3 EFTP ,2 EFTP ,9 HG HG PTFE , PTFE , POM , HG , HG , HG F RS PTFE PTFE PTFE , PTFE , PTFE , HG HG EFTP ,5 EFTP POM POM HG , HG , HG

18 Materiale Lavorazione Colore alternativo FKM stampato FKM stampato TPU tornito rosso NBR tornito nero FKM tornito marrone PTFE tornito bianco PTFE-Fibra di vetro PTFE tornito marrone chiaro PTFE-Polvere di Bronzo PTFE tornito bianco PTFE-vergine PTFE tornito verde chiaro PTFE-Bronzo PTFE tornito grigio scuro PTFE-Fibra di carbone PTFE tornito verde chiaro PTFE-Bronzo (alto contenuto di Bronzo) PTFE tornito nero PTFE-Carbo Grafite PTFE tornito nero PTFE-Carbo Grafite (alto contenuto di Carbone) PTFE tornito blu chiaro PTFE-vergine modificato PTFE tornito beige PTFE-Ekonol PTFE tornito grigio PTFE-Fibra di vetro-bisolfuro di Molibdeno-(MoS2) PTFE tornito grigio scuro PTFE-Fibra di carbone PTFE tornito grigio scuro PTFE-Bronzo-Bisolfuro di Molibdeno-(MoS2) TPU tornito giallo Poliuretano Shore 72D/99A PE tornito bianco UHMW-PE, GUR HG im gerp n,ota a v,otlo tornito R anise nef + alet PTFE acilo acitetnis / HG impregnato, Resina poliestere avvolto, + tela poliestere tornito HG im gerp n,ota a v,otlo tornito R + anise nef acilo alet c oto ne HG im gerp n avvolto, tornito,ota R anise nef acilo + Tela fine cotone HG impregnato, Resina poliestere avvolto, + tela poliestere otinrot atla( )àtilibi self 17

19 Codice Materiale Le guarnizioni KPOR 30, KPOR 31, SPOR 30, SPOR 31 e KPUOR 70 sono energizzate con un O-Ring. La versione standard prevede un O-Ring in NBR. Per richieste di O-Ring in altro materiale si prega di indicare il seguente codice al momento dell ordine: FPM 1030 EPDM 1070 VMQ 1080 Le guarnizioni KNA 44 e SNI 43 sono fornite in esecuzione standard con molle in acciao inox. Per richieste di molle in Elgiloy si prega di indicare il seguente codice al momento dell ordine: Elgiloy 1081 Codice di Ordinazione Per ordinazioni che si scostano dallo standard, indicare le caratteristiche della guarnizione secondo il seguente codice di ordinazione: Famiglia prodotto/forma costruttiva/ Numero profilo/dati caratteristici/ ødsede di alloggiamento/ø d Sede di alloggiamento/ L Altezza sede di alloggiamento/ Esecuzione/Materiale/Durezza/ Mescola/Codice materiale/colore Esempi di codici di ordinazione Famiglia Forma Numero Dati D d L Esecuzione Materiale Durezza Mescola Codice Colore prodotto costruttiva oliforp c icitsirettara m elaireta K NA 25 E TPU K NA 16 E STFAH NBR K K 03 Z STFA NBR K PUOR 70 Z TPU S NI 73 E ZLSTI TPU S DS 01 E /0 NBR F A D PTFE F RK PTFE F RS HG K NA 44 E PTFE bianco 18

20 19

21 Prospetto Denominazione Famiglia Forma Numero Dati Esecuzione Materiale Durezza Mescola Velocità Pressione Temperatura Pagina generale prodotto costruttiva profilo caratteristici Shore A massima massima C guarnizioni m/s MPa(bar) Guarnizioni per pistone KNA 28 K NA 28 E TPU (400) -40/ KN 25 K N 25 E TPU (300) -40/ KNA 23 K NA 23 E NBR (160) -30/ KN 21 K N 21 E NBR (160) -30/ KN 36 K N 36 E TPU (400) -40/ KN 05 K N 05 E NBR (200) -30/ KNA 16 K NA 16 E STFAH NBR (500) -30/ KPOR 31 K POR 31 E PTFE (400) -30/ KPOR 30 K POR 30 Z PTFE (400) -30/ KPUOR 70 K PUOR 70 Z TPU (250) -30/ KK 71 K K 71 Z STA PTFE (400) -30/ KK 03 K K 03 Z STFA NBR (400) -30/ KK 22 K K 22 Z STFA NBR F (400) -30/ KK 25 K K 25 Z STFA NBR F (700) -30/ KDS 01 K DS 01 E 1/0 NBR F (400) -30/ KNA 44 K NA 44 E PTFE (350) -150/

22 Prospetto Denominazione Famiglia Forma Numero Dati Esecuzione Materiale Durezza Mescola Velocità Pressione Temperatura Pagina generale prodotto costruttiva profilo caratteristici Shore A massima massima C guarnizioni m/s MPa(bar) Guarnizioni per stelo SN 25 S N 25 E TPU (300) -40/ SNI 30 S NI 30 E TPU (400) -40/ SNI 39 S NI 39 E ZL TPU (400) -40/ SN 21 S N 21 E NBR (160) -30/ SNI 24 S NI 24 E NBR (160) -30/ SN 05 S N 05 E NBR (200) -30/ SNI 07 S NI 07 E STI NBR (400) -30/ SN 36 S N 36 E TPU (400) -40/ SNI 73 S NI 73 E ZLSTI TPU (400) -40/ SNI 72 S NI 72 E STI TPU (400) -30/ SPOR 31 S POR 31 E PTFE (400) -30/ SPOR 30 S POR 30 Z PTFE (400) -30/ SDS 01 3/2 S DS 01 E 3/2 NBR F (400) -30/ NBR SDS 01 1/0 S DS 01 E 1/0 NBR F (400) -30/ SDR 01 S DR 01 E NBR / NBR F /+100 SNI 43 S NI 43 E PTFE (350) -150/

23 Prospetto Denominazione Famiglia Forma Numero Dati Esecuzione Materiale Durezza Mescola Velocità Pressione Temperatura Pagina generale prodotto costruttiva profilo caratteristici Shore A massima massima C guarnizioni m/s MPa(bar) Raschiatori AE 40 A E 40 NBR / AE 42 A E 42 UPT / AE 41 A E 41 NBR / AE 47 A E 47 UPT / AM 43 A M 43 NBR / AM 44 A M 44 UPT / AM 45 A M 45 NBR / AM 54 A M 54 UPT / AD 60 A D 60 EFTP / AD 61 A D 61 EFTP / AD 48 A D 48 UPT / AD 51 A D 51 NBR / ADM 55 A DM 55 TPU /

24 Prospetto Denominazione Famiglia Forma Numero Dati Esecuzione Materiale Durezza Mescola Velocità Pressione Temperatura Pagina generale prodotto costruttiva profilo caratteristici Shore A massima massima C guarnizioni m/s MPa(bar) Anelli guida FB 01 F B 01 EFTP / FB 05 F B 05 HG / FRK 01 F RK PTFE / FRK 05 F RK HG / FRS 01 F RS PTFE / FRS 05 F RS HG / FRS 06 F RS 06 EN POM /

25 KNA 28/KN 25 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva NA Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro esterno (28), N Guarnizione a labbro simmetrica (25) Numero profilo 28/25 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale Poliuretano TPU Pressione (MPa): 40 (KNA 28), 30 (KN 25) Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La KNA 28 è una guarnizione per pistone a singolo effetto di forma costruttiva asimmetrica. Data la sinergia fra la forma e il materiale, è particolarmente adatta per pressioni estreme. La forma costruttiva simmetrica della KN 25 ne consente l impiego sia come guarnizione per pistone che per stelo. Per applicazioni su pistone è preferibile la KNA 28. Ambedue le forme costruttive si possono montare in sedi chiuse, a partire da un diametro interno di 25 mm con attrezzo di montaggio adatto. Con diametri inferiori o profili più ampi, si raccomanda l uso di sedi di alloggiamento aperte assialmente. Le guarnizioni in Poliuretano sono molto robuste e sono particolarmente adatte per applicazioni su impianti oleodinamici, specialmente per macchine movimento terra. a pag

26 KNA 23/KN 21 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva NA Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro esterno (23), N Guarnizione a labbro simmetrica (21) Numero profilo 23/21 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale NBR Pressione (MPa): 16 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La KNA 23 è una guarnizione a labbro per pistone a singolo effetto di forma costruttiva asimmetrica. Dato il labbro di tenuta esterno arretrato, il pretensionamento è diretto verso l esterno per aumentare l effetto di tenuta anche a basse pressioni. La KN 21 ha forma costruttiva simmetrica che ne permette l utilizzo sia come guarnizione per pistone che per stelo. Per applicazioni su pistone è preferibile usare la KNA 23. Oltre all utilizzo in oleodinamica, questi tipi sono utilizzabili anche per applicazioni pneumatiche. Entrambe le forme costruttive si possono montare in cave chiuse a partire da un diametro interno di 25 mm con l aiuto di un attrezzo di montaggio. Con diametri inferiori o profili più larghi, si raccomanda l uso di sedi di alloggiamento aperte assialmente. Le guarnizioni a labbro costruite in NBR sono particolarmente adatte per applicazioni a basse pressioni. La KNA 23 e la KN 21 nelle rispettive forme costruttive standard hanno durezza 90 Sh-A. Per applicazioni speciali, possiamo fornire materiali e durezze diversi. a pag

27 KN 36 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva N Guarnizione a labbro simmetrica Numero profilo 36 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale Poliuretano TPU Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La KN 36 ha forma costruttiva compatta che permette un buon funzionamento anche a bassa pressione. Ha vita utile particolarmente lunga. La sua forma costruttiva simmetrica ne consente l impiego sia come guarnizione per pistone che per stelo. La KN 36 si può montare in cave chiuse, a partire da un diametro interno di 25 mm con l aiuto di un attrezzo di montaggio. Con diametri inferiori o profili più larghi, si raccomanda l uso di sedi di alloggiamento aperte assialmente. La KN 36 è idonea per sedi di alloggiamento a norme ISO Trova impiego in carrelli elevatori, macchine agricole e movimento terra, cilindri di gru per autocarri, macchine per stampaggio ad iniezione e cilindri sterzo. a pag

28 KN 05 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva N Guarnizione a labbro simmetrica Numero profilo 05 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale NBR guarnizione Retro NBR con rinforzo in tela della guarnizione NBR F Pressione (MPa): 20 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La guarnizione KN 05 ha una forma costruttiva compatta che garantisce una buona tenuta anche a bassa pressione. E a singolo effetto con profilo simmetrico che ne consente l impiego sia come guarnizione per pistone che per stelo. In genere si raccomanda di utilizzare sedi di alloggiamento aperte assialmente. La KN 05 necessita di sedi di alloggiamento relativamente piccole. Il retro in gomma-tela molto compatto impedisce l estrusione della guarnizione nel gioco. a pag

29 KNA 16 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva NA Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro esterno Numero profilo 16 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione STFAH Anello antie strusione con anello guida esterno integrato e anello di arresto Materiale NBR guarnizione Retro NBR con rinforzo in tela della guarnizione NBR F Anello antiestrusione POM e anello guida Anello di arresto POM Pressione (MPa): 50 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 L anello di arresto incorporato serve come sicurezza della guarnizione dal lato pressione e ne consente il montaggio esente da deformazione sul pistone. Il vantaggio della KNA 16 è che occupa uno spazio molto limitato ed ha una grande resistenza all estrusione. a pag. 12. idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La guarnizione KNA 16 ha una forma costruttiva compatta che garantisce una buona tenuta anche a bassa pressione. E una guarnizione compatta a singolo effetto abbinata ad un anello antiestrusione e guida sul lato opposto alla pressione ed un anello di arresto per il suo bloccaggio assiale nella sede di alloggiamento dal lato pressione. 28

30 KPOR 30/KPOR 31 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva POR Guarnizione in PTFE con O-Ring Numero profilo 30/31 Dati caratteristici Z doppio effetto (30) E singolo effetto (31) Materiale PTFE guarnizione Materiale O-Ring NBR Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Le guarnizioni KPOR sono formate da un elemento di tenuta in PTFE che viene energizzato da un O-Ring. Ne risulta una tenuta eccezionale a pressioni elevate e una buona tenuta statica. La KPOR 30, data la sua forma costruttiva, è una guarnizione a doppio effetto e la KPOR 31 è a singolo effetto. Questa forma costruttiva in versione standard prevede una combinazione di PTFE-Bronzo/NBR 70. A seconda del campo di applicazione, sono disponibili altri materiali come PTFE-Vetro, PTFE-Grafite e PTFE-Carbone per l anello di tenuta ed EPDM, FPM, VMQ, ecc. per l O-Ring. Per garantire un buon funzionamento delle guarnizioni è necessario un appropriato sistema di guida del pistone. a pag. 12. Per diametri piccoli sono necessarie sedi di alloggiamento aperte assialmente. Per pistoni più grandi, le guarnizioni si possono installare in sedi di chiuse, effettuando successivamente la calibrazione (vedi paragrafo a pag. 9). 29

31 KPUOR 70 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva PUOR Guarnizione in POLIURETANO con O-Ring Numero profilo 70 Dati caratteristici Z doppio effetto Materiale Poliuretano TPU guarnizione Materiale O-Ring NBR Pressione (MPa): 25 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La guarnizione a doppio effetto KPUOR 70 è formata da un anello di tenuta in POLIURETANO che viene energizzato da un O-Ring. Ne risulta una tenuta eccezionale a pressioni elevate e una buona tenuta statica. Poiché è realizzata in POLIURETANO, la tenuta che si ottiene è significativamente migliore in paragone alle equivalenti guarnizioni in PTFE. In genere, data la sua forma costruttiva che ne agevola l installazione, si può montare in sedi chiuse, senza calibrazione. Grazie alla sua forma costruttiva e alla resistenza del POLIURETANO, per la KPUOR 70 si ha il vantaggio di poter utilizzare sedi molto piccole di facile installazione. Per applicazioni speciali, è possibile cambiare la durezza dell O-Ring o il materiale. La guarnizione viene utilizzata soprattutto in macchine agricole, gru per autocarri, carrelli elevatori e cilindri standard. a pag

32 KK 71 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva K Guarnizione compatta Numero profilo 71 Dati caratteristici Z doppio effetto Esecuzione STA anello antiestrusione esterno Materiale PTFE guarnizione Anello energizzante NBR Anelli antiestrusione PA Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La KK 71 è una guarnizione compatta a doppio effetto, in combinazione con anelli antiestrusione in PA. Il corpo della guarnizione in PTFE ha un coefficiente di attrito molto basso che consente un funzionamento scorrevole. Gli anelli antiestrusione integrati impediscono l estrusione nel gioco. In genere, questa guarnizione si può montare in sedi chiuse con un attrezzo di montaggio adatto. Eseguire quindi la calibrazione. La KK 71 ha dimensioni molto contenute, tuttavia richiede un appropriato sistema di guida del pistone. A scelta del Cliente, il corpo della guarnizione può essere di Poliuretano. La KK 71 viene utilizzata soprattutto in macchine agricole, gru per autocarri, carrelli elevatori e cilindri standard. a pag

33 KK 03 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva K Guarnizione compatta Numero profilo 03 Dati caratteristici Z doppio effetto Esecuzione STFA anello antiestrusione con anello guida esterno integrato Materiale NBR guarnizione Anelli antiestrusione PE Anelli guida POM Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La KK 03 è una guarnizione compatta a doppio effetto con anelli antiestrusione e anelli guida integrati. Garantisce una buona tenuta, anche a basse pressioni. Grazie agli anelli guida integrati si può ridurre la lunghezza del pistone con risparmio di materiale. La KK 03 si può montare senza problemi in sedi chiuse, p.es. su un pistone monoblocco. La guarnizione KK 03 è molto usata per una vasta gamma di applicazioni. Il montaggio semplice e la possibilità di costruire il pistone di dimensioni contenute sono le sue caratteristiche vincenti. Per applicazioni speciali, è disponibile in altri materiali come FPM. a pag

34 KK 22/KK 25 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva K Guarnizione compatta Numero profilo 22/25 Dati caratteristici Z doppio effetto Materiale NBR con rinforzo in tela guarnizione NBR F (22) NBR F (25) Corpo NBR (22) guarnizione NBR (25) Anelli guida PA Pressione (MPa): 40 (KK 22), 70 (KK 25), Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Grazie alla tela impregnata di NBR sulla superficie di contatto, le KK 22 e KK 25 presentano maggiore resistenza all usura, migliore resistenza all estrusione nel gioco e minimo attrito. La KK 25 può resistere a pressioni molto elevate, data la robustezza del suo corpo massiccio. a pag. 12. Le KK 22 e KK 25 sono guarnizioni compatte a doppio effetto che consistono in un anello di tenuta e in anelli guida. Le KK 22 e KK 25 garantiscono una buona tenuta, anche a basse pressioni. Grazie agli anelli guida integrati si può ridurre la lunghezza del pistone con risparmio di materiale. La KK 22 si può montare senza problemi in sedi chiuse, p.es. su un pistone monoblocco. La KK 25 si può installare solo in sedi aperte assialmente. 33

35 KDS 01 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva DS Guarnizione a pacco Numero profilo 01 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione 1/0 combinazione di anelli in gomma tela ed elastomero Materiale NBR con rinforzo in tela guarnizione NBR F Anello di sostegno NBR con rinforzo in tela Anello di pressione POM Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La KDS 01 1/0 è una guarnizione a pacco con un anello in NBR con rinforzo in tela. L anello di sostegno ha la funzione di impedire l estrusione e di sostenere gli anelli intermedi per garantire un buon funzionamento della guarnizione. Il montaggio deve essere effettuato in sedi di alloggiamento aperte con il pistone realizzato in modo da consentire il montaggio degli anelli senza deformazioni. Gli elementi vengono sempre montati separatamente nella sede. Per applicazioni su cilindri a doppio effetto, è essenziale che le guarnizioni a pacco dispongano di uno spazio assiale (L H). In genere, per la tenuta sul pistone, si utilizza la guarnizione a pacco nella combinazione 1/0. Se richiesto, sono disponibili altre combinazioni (vedi sezione SDS 01). Per applicazioni speciali, sono fornibili guarnizioni a pacco costruite con materiali diversi, ad es. con gli anelli di sostegno in PTFE-Bronzo. a pag

36 KNA 44 Famiglia prodotto Guarnizione per pistone Forma costruttiva NA Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro esterno Numero profilo 44 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale PTFE guarnizione Materiale molla Acciaio inox (DIN EN ) Pressione (MPa): 35 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici di tutti i tipi, aria calda, vapore acqueo. Il PTFE è resistente alla maggior parte dei prodotti chimici. La KNA 44 è una guarnizione a labbro a singolo effetto che ha la forma di un anello ad U con labbro di tenuta sul diametro esterno. La molla a V in acciaio energizza il labbro di tenuta in modo permanente, in modo che, anche in assenza di pressione, venga garantita una buona tenuta. Si raccomanda di utilizzare sedi di installazione aperte assialmente. Per una gamma limitata di dimensioni, sono ammesse sedi semiaperte o chiuse (vedi Sedi di alloggiamento a pagina 5). L assimetricità del labbro di tenuta consente di ottenere una tenuta ottimale con miglioramento dell attrito e notevole allungamento della durata. La KNA 44 standard viene fornita con la combinazione di materiali indicati a fianco. Per applicazioni speciali sono disponibili altre mescole di PTFE e molle a V in Elgiloy (vedi tabella materiali a pag. 16 e seguenti). a pag

37 SN 25/SNI 30/SNI 39 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva NI Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro interno (30; 39) N Guarnizione a labbro simmetrica (25) Numero profilo 25/30/39 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione ZL labbro di tenuta ausiliario (39) Materiale Poliuretano guarnizione TPU Pressione (MPa): 30 (25), 40 (30;39) Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Le SNI 30 e SNI 39 sono guarnizioni per stelo a singolo effetto di forma costruttiva asimmetrica. La funzione di tenuta della SNI 39 è supportata da un labbro di tenuta ausiliario. Data la sinergia fra la forma costruttiva e il materiale, questa forma costruttiva è estremamente adatta per carichi estremi. La SN 25 ha forma simmetrica che ne consente l applicazione sia come guarnizione per pistone che per stelo. Per guarnizioni su stelo si consiglia l utilizzo della SNI 30. Le guarnizioni a labbro possono essere montate in sedi di alloggiamento sia aperte assialmente che chiuse. Per montaggio in sedi chiuse è necessario un diametro interno minimo che dipende dalla larghezza del profilo (vedi a pag. 9). Il montaggio in sedi chiuse è possibile solo con l utilizzo di attrezzi di montaggio. Le guarnizioni in Poliuretano sono molto robuste e sono particolarmente adatte per applicazioni oleodinamiche, specialmente in macchine movimento terra. a pag

38 SNI 24/SN 21 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva NI Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro esterno (24) N Guarnizione a labbro simmetrica (21) Numero profilo 24/21 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale NBR guarnizione Pressione (MPa): 16 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA,HFB,HFC non infiammabili a norme VDMA La SNI 24 è una guarnizione a singolo effetto per stelo con forma asimmetrica. Dato il labbro di tenuta interno arretrato, il pretensionamento è diretto verso l interno per aumentare l effetto di tenuta anche a basse pressioni. La SN 21 ha forma costruttiva simmetrica che ne permette l utilizzo sia come guarnizione per pistone che per stelo. Per applicazioni su stelo, si consiglia di utilizzare la SNI 24. Le guarnizioni a labbro possono essere montate in sedi di alloggiamento sia aperte assialmente che chiuse. Per montaggio in sedi chiuse è necessario un diametro interno minimo che dipende dalla larghezza del profilo (vedi a pag. 9). Il montaggio in sedi chiuse è possibile solo con l utilizzo di attrezzi di montaggio. Le guarnizioni a labbro in NBR sono particolarmente adatte per applicazioni a basse pressioni. A parte le applicazioni previste in oleodinamica, queste guarnizioni in NBR si possono usare anche per applicazioni pneumatiche. Per applicazioni speciali, sono disponibili anche altri materiali. a pag

39 SN 05/SNI 07 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva N Guarnizione a labbro simmetrica (05) NI Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro interno (07) Numero profilo 05/07 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione STI Anello antiestrusione interno (07) Materiale NBR guarnizione Retro NBR con rinforzo in della guarnizione tela NBR F Anello POM (07) antiestrusione Pressione (MPa): 20 (05), 40 (07) Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Si possono installare in sedi di alloggiamento chiuse e aperte. Per montaggio in sedi chiuse è necessario un diametro interno minimo che dipende dalla larghezza del profilo (vedi a pag. 9). Il montaggio in sedi chiuse è possibile solo con l utilizzo di attrezzi di montaggio. Le SN 05 e SNI 07 richiedono sedi di installazione relativamente piccole. Il retro della guarnizione in tela compatta impedisce l estrusione nel gioco. a pag. 12. Le guarnizioni SN 05 e SNI 07 hanno forma costruttiva compatta che ne garantisce un buon funzionamento alle basse pressioni. Sono ambedue a singolo effetto. La SN 05 ha forma costruttiva simmetrica che ne consente l applicazione sia per pistone che per stelo. La SNI 07 è provvista di un anello antiestrusione integrato che impedisce l estrusione nel gioco anche alle alte pressioni. 38

40 SN 36 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva N Guarnizione a labbro simmetrica Numero profilo 36 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale Poliuretano guarnizione TPU Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La SN 36 viene realizzata in forma compatta che ne garantisce un buon funzionamento alle basse pressioni e durata particolarmente lunga. Ha un profilo simmetrico che ne consente l utilizzo sia per pistone che per stelo. Le guarnizioni in Poliuretano sono molto robuste e particolarmente adatte per applicazioni oleodinamiche, specialmente per macchine movimento terra. Si possono installare in sedi di alloggiamento chiuse e aperte. Per montaggio in sedi chiuse è necessario un diametro interno minimo che dipende dalla larghezza del profilo (vedi a pag. 9). Il montaggio in sedi chiuse è possibile solo con l utilizzo di attrezzi di montaggio. La SN 36 è idonea per sedi di alloggiamento a norme ISO Trova impiego in carrelli elevatori, macchine agricole e movimento terra, cilindri di gru per autocarri, macchine per stampaggio ad iniezione e cilindri sterzo. Per applicazioni estreme, può essere provvista di un labbro di tenuta ausiliario o di un anello antiestrusione integrato. a pag

41 SNI 73 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva NI Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro interno Numero profilo 73 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione ZLSTI Labbro di tenuta ausiliario e anello antiestrusione interno Materiale Poliuretano guarnizione TPU Anello POM antiestrusione Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La forma costruttiva compatta dell SNI 73 ne garantisce un buon funzionamento alle basse pressioni e una durata particolarmente lunga. La SNI 73 è una guarnizione per stelo a singolo effetto. Il labbro di tenuta ausiliario rinforza la funzione di tenuta e l anello antiestrusione sul diametro interno impedisce l estrusione nel gioco. Le guarnizioni a labbro possono essere montate in sedi di alloggiamento sia aperte assialmente che chiuse. Per montaggio in sedi chiuse è necessario un diametro interno minimo che dipende dalla larghezza del profilo (vedi a pag. 9). Il montaggio in sedi chiuse è possibile solo con l utilizzo di attrezzi di montaggio. La SNI 73 in Poliuretano è molto robusta e particolarmente adatta per applicazioni oleodinamiche, specialmente per macchine movimento terra, gru per autocarri, cilindri telescopici, cilindri per presse e cilindri di sostegno. Nonostante le dimensioni ridotte, la guarnizione sopporta pressioni elevate ed è adatta per sedi di alloggiamento a norme ISO a pag

42 SNI 72 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva NI Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro interno Numero profilo 72 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione STI Anello antiestrusione interno Materiale Poliuretano guarnizione TPU Anello POM antiestrusione Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La SNI 72 consiste di un corpo di tenuta in Poliuretano e di un anello antiestrusione in POM. La SNI 72 è a singolo effetto con forma asimmetrica. L anello antiestrusione sul diametro interno impedisce l estrusione nel gioco. Le guarnizioni a labbro possono essere montate in sedi di alloggiamento sia aperte assialmente che chiuse. Per montaggio in sedi chiuse è necessario un diametro interno minimo che dipende dalla larghezza del profilo (vedi a pag. 9). Il montaggio in sedi chiuse è possibile solo con l utilizzo di attrezzi di montaggio. La SNI 72 viene utilizzata in combinazione con altre guarnizioni per stelo. Le guarnizioni in Poliuretano sono molto robuste e sono particolarmente adatte per applicazioni oleodinamiche e per macchine movimento terra. a pag

43 SPOR 31/SPOR 30 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva POR Guarnizione in PTFE con O-Ring Numero profilo 30/31 Dati caratteristici Z doppio effetto (30) E singolo effetto (31) Materiale PTFE guarnizione Materiale NBR O-Ring Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Le guarnizioni SPOR sono formate da un elemento di tenuta in PTFE energizzato da un O-Ring. Ne risulta una tenuta eccezionale a pressioni elevate e una buona tenuta statica. La SPOR 30, data la sua forma costruttiva, è una guarnizione a doppio effetto e la SPOR 31 è a singolo effetto. Le guarnizioni SPOR 30 e 31 vengono sovente usate in tandem o in combinazione con altri elementi di tenuta come guarnizione primaria o secondaria a garanzia di assenza totale di perdite. Per diametri piccoli sono necessarie sedi di alloggiamento aperte assialmente. Per diametri maggiori, le guarnizioni si possono installare in sedi di chiuse, effettuando successivamente la calibrazione (vedi paragrafo a pag. 9). Questa forma costruttiva in versione standard prevede una combinazione di PTFE-Bronzo/NBR 70. A seconda del campo di applicazione, sono disponibili altri materiali come PTFE-Vetro, PTFE-Grafite e PTFE-Carbone per l anello di tenuta ed EPDM, FPM, VMQ, ecc. per l O-Ring. Per garantire un buon funzionamento delle guarnizioni è necessario un appropriato sistema di guida dello stelo. a pag

44 SDS 01 3/2 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva DS Guarnizione a pacco Numero profilo 01 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione 3/2 Combinazione di anelli in gomma tela ed anelli in elastomero Materiale NBR con rinforzo in guarnizione tela NBR F / Elastomero NBR Anello NBR con rinforzo di sostegno in tela Anello NBR con rinforzo di pressione in tela Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La SDS 01 3/2 è una guarnizione a pacco composta da 3 anelli in NBR con rinforzo in tela e 2 anelli in elastomero. Questa combinazione garantisce perdite minime. Data la loro forma geometrica, gli anelli vengono sempre montati tra un anello di sostegno e un anello di pressione. Le guarnizioni a pacco trovano impiego in applicazioni estremamente critiche. Le guarnizioni a pacco vengono sempre montate in sedi di alloggiamento aperte assialmente. Gli anelli vengono installati separatamente. La guarnizione a pacco non deve essere compressa, cioè le dimensioni L e H dovrebbero essere sempre uguali fra loro. La combinazione 3/2 si è di fatto affermata sul campo come combinazione più usata. Si noti che gli anelli in elastomero devono sempre essere inseriti tra due anelli in tela. Se consentito dalla larghezza della sede, si possono utilizzare anche altre combinazioni. Il capitolo SDS 01 (pagina 46) indica le possibilità disponibili per comporre set personalizzati. Per applicazioni speciali, esistono anche guarnizioni a pacco in FPM. a pag

45 SDS 01 1/0 + Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva DS Guarnizione a pacco Numero profilo 01 Dati caratteristici E singolo effetto Esecuzione 1/0 Combinazione di anelli in gomma tela ed anelli in elastomero Materiale NBR con rinforzo guarnizione in tela NBR F Anello NBR con rinforzo di sostegno in tela Anello NBR con rinforzo di pressione in tela Pressione (MPa): 40 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA La SDS 01 1/0 è una guarnizione a pacco composta da un anello in NBR con rinforzo in tela. Questa combinazione viene usata di rado come guarnizione per stelo, ma è la base per realizzare altezze di pacco personalizzate. Data la loro forma geometrica, gli anelli vengono sempre montati tra un anello di sostegno e un anello di pressione. Le guarnizioni a pacco trovano impiego in applicazioni estremamente critiche. Le guarnizioni a pacco vengono sempre montate in sedi di alloggiamento aperte assialmente. Gli anelli vengono installati separatamente. La guarnizione a pacco non deve essere compressa, cioè le dimensioni L e H dovrebbero essere sempre uguali fra loro. Nella Tabella Combinazioni a pag. 46, troverete le altezze di tutte le combinazioni possibili. Si noti che gli anelli in elastomero devono essere sempre inseriti fra due anelli di tela perché un anello di elastomero non deve mai venire a contatto con un anello di sostegno o di pressione. Se consentito dalla larghezza della sede, la SDS 01 1/0 può essere integrata con altri anelli a V singoli. Troverete questi articoli nel capitolo SDR 01 (pag. 45). a pag

46 SDR 01 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva DR Anello per guarnizione a pacco Numero profilo 01 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale Elastomero NBR / NBR con rinforzo in tela NBR F Pressione (MPa): I dati di pressione si trovano nel capitolo SDS 01 1/0 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 0.5 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Gli anelli singoli a V vengono forniti separatamente in modo da poterli usare nella specifica combinazione richiesta per la guarnizione. Le guarnizioni a pacco vengono sempre montate in sedi di alloggiamento aperte assialmente. Gli anelli vengono installati separatamente. La guarnizione a pacco non deve essere compressa, cioè le dimensioni L e H dovrebbero essere sempre uguali fra loro. Di solito, si sconsiglia la sostituzione di singoli anelli danneggiati o usurati, perchè questo comprometterebbe la durata del cilindro riparato. Per una durata ottimale, sostituire sempre i pacchi completi. Con gli anelli singoli, avete la possibilità di ottenere una composizione adatta alle vs. esigenze. Nella Tabella Combinazioni a pag. 46, si trovano le altezze di tutte le combinazioni possibili. Si noti che gli anelli in elastomero devono essere sempre montati fra due anelli di tela, perché un anello in elastomero non deve mai venire a contatto con un anello di sostegno o di pressione. Se consentito dalla larghezza della sede, la guarnizione a pacco SDS 01 1/0 (pag. 44) può essere integrata con altri anelli singoli a V (SDR 01). a pag

47 Tabella combinazioni per guarnizioni a pacco d D Altezza sede (L) per guarnizioni a pacco nelle combinazioni: 1/0 2/0 3/0 4/0 5/0 2/1 3/2 La guarnizione a pacco SDS 01 1/0 può essere integrata con anelli singoli SDR per comporre combinazioni personalizzate in base all altezza (L) della sede esistente. Nella tabella a fianco si trovano le altezze per le più comuni combinazioni

48 Tabella combinazioni per guarnizioni a pacco d D Altezza sede (L) per guarnizioni a pacco nelle combinazioni: 1/0 2/0 3/0 4/0 5/0 2/1 3/2 La guarnizione a pacco SDS 01 1/0 può essere integrata con anelli singoli SDR per comporre combinazioni personalizzate in base all altezza (L) della sede esistente. Nella tabella a fianco si trovano le altezze per le più comuni combinazioni

49 SNI 43 Famiglia prodotto Guarnizione per stelo Forma costruttiva NI Guarnizione a labbro asimmetrica con labbro principale sul diametro interno Numero profilo 43 Dati caratteristici E singolo effetto Materiale PTFE guarnizione Materiale molla Acciaio inox (DIN EN ) Pressione (MPa): 35 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici di tutti i tipi, aria calda, vapore acqueo. Il PTFE è resistente alla maggior parte dei prodotti chimici. La SNI 43 è una guarnizione a labbro a singolo effetto che ha la forma di un anello ad U con labbro di tenuta sul diametro interno. La molla a V in acciaio energizza il labbro di tenuta in modo permanente, in modo che, anche in assenza di pressione, venga garantita una buona tenuta. Si raccomanda di utilizzare sedi di installazione aperte assialmente. Per una gamma limitata di dimensioni, sono ammesse sedi semiaperte o chiuse (vedi Sedi di alloggiamento a pag. 5). L assimetricità del labbro di tenuta consente di ottenere una tenuta ottimale con miglioramento dell attrito e notevole allungamento della durata. La SNI 43 standard viene fornita con la combinazione di materiali indicati a fianco. Per applicazioni speciali sono disponibili altre mescole di PTFE e molle a V in Elgiloy (vedi tabella materiali a pag. 16 e seguenti). a pag

50 AE 40 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva E singolo effetto Numero profilo 40 Materiale NBR Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 4 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AE 40 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. I raschiatori in NBR vengono utilizzati per applicazioni oleodinamiche e pneumatiche. Sono particolarmente adatti per steli con elevate velocità. L AE 40 di dimensioni standard è provvisto di cuscinetti sul diametro interno che ne garantiscono il corretto posizionamento in sede. a pag. 12. Il raschiatore viene installato in una cava semichiusa assialmente. 49

51 AE 42 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva E singolo effetto Numero profilo 42 Materiale Poliuretano TPU Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 2 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AE 42 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. Il raschiatore viene installato in una cava semichiusa assialmente. I raschiatori in Poliuretano sono particolarmente adatti per applicazioni oleodinamiche in ambienti molto contaminati. Grazie alla buona resistenza all usura del poliuretano, l AE 42 raggiunge una durata particolarmente lunga. L AE 42 di dimensioni standard è provvisto di cuscinetti sul diametro interno che ne garantiscono il corretto posizionamento in sede. a pag

52 AE 41 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva E singolo effetto Numero profilo 41 Materiale NBR Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 4 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AE 41 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. Il raschiatore viene installato in una cava semichiusa assialmente. I raschiatori in NBR vengono utilizzati per applicazioni oleodinamiche e pneumatiche. Sono particolarmente adatti per steli con elevate velocità. L AE 41 di dimensioni standard è provvisto di cuscinetti sul diametro interno che ne garantiscono il corretto posizionamento in sede. Con il gradino sul diametro esterno l AE 41 garantisce una migliore tenuta ed esercita una maggiore forza raschiante sullo stelo. a pag

53 AE 47 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva E singolo effetto Numero profilo 47 Materiale Poliuretano TPU Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 2 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AE 47 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. Il raschiatore viene installato in una cava semichiusa assialmente. I raschiatori in Poliuretano sono particolarmente adatti per applicazioni oleodinamiche in ambienti molto contaminati. Grazie alla buona resistenza all usura del poliuretano, l AE 47 raggiunge una durata particolarmente lunga. Con il gradino sul diametro esterno l AE 47 garantisce una migliore tenuta ed esercita una maggiore forza raschiante sullo stelo. L AE 47 di dimensioni standard è provvisto di cuscinetti sul diametro interno che ne garantiscono il corretto posizionamento in sede. a pag

54 AM 43 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva M inserto metallico (esterno) Numero profilo 43 Materiale NBR Acciaio DIN EN Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AM 43 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. Sul diametro esterno è montato un anello metallico sagomato che viene vulcanizzato sul corpo in elastomero. L anello metallico sagomato garantisce il corretto posizionamento in sede grazie ad una interferenza predefinita. La forma costruttiva dell anello metallico lascia solo una piccola superficie esposta all attacco della corrosione. a pag. 12. Il raschiatore può essere installato in una sede di alloggiamento aperta assialmente. Il vantaggio offerto da questo raschiatore è la semplicità della forma costruttiva della sede ed il facile montaggio, specialmente con diametri piccoli. La sede deve avere uno smusso di invito (vedi tabella pag. 8). 53

55 AM 44 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva M inserto metallico (esterno) Numero profilo 44 Materiale Poliuretano TPU Acciaio DIN EN Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 2 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AM 44 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. Sul diametro esterno è montato un anello metallico sagomato che viene vulcanizzato sul corpo di Poliuretano. L anello metallico sagomato garantisce il corretto posizionamento in sede grazie ad una interferenza predefinita. I raschiatori in Poliuretano sono particolarmente adatti per applicazioni oleodinamiche in ambienti molto contaminati. Grazie alla buona resistenza all usura del Poliuretano, l AM 44 raggiunge una durata particolarmente lunga. a pag. 12. Il raschiatore può essere installato in una sede di alloggiamento aperta assialmente. Il vantaggio offerto da questo raschiatore è la semplicità della forma costruttiva della sede ed il facile montaggio, specialmente con diametri piccoli. La sede deve avere uno smusso di invito (vedi tabella pag. 8). 54

56 AM 45 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva M inserto metallico (interno) Numero profilo 45 Materiale NBR Acciaio DIN EN Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AM 45 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. E rinforzato con un anello metallico vulcanizzato all interno del raschiatore. L anello metallico assicura il corretto posizionamento in sede. Il completo rivestimento in elastomero dell anello metallico unisce il vantaggio di un corretto piantaggio in sede con una elevata tenuta statica sul diametro esterno. Inoltre i raschiatori AM 45 sono resistenti alla corrosione. a pag. 12. Il raschiatore può essere installato in una sede di alloggiamento aperta assialmente. Il vantaggio offerto da questo raschiatore è la semplicità della forma costruttiva della sede ed il facile montaggio, specialmente con diametri piccoli. La sede deve avere uno smusso di invito (vedi tabella pag. 8). 55

57 AM 54 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva M inserto metallico (esterno) Numero profilo 54 Materiale Poliuretano TPU Acciaio DIN EN Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AM 54 è un raschiatore a singolo effetto. Con la pressione esercitata sullo stelo elimina la sporcizia dalla superficie quando lo stelo rientra. Sul diametro esterno è montato un anello metallico sagomato che viene vulcanizzato sul corpo di Poliuretano. L anello metallico sagomato assicura il corretto posizionamento in sede grazie ad una interferenza predefinita. La forma costruttiva dell anello metallico lascia soltanto una piccola superficie esposta all attacco della corrosione. I raschiatori in Poliuretano sono particolarmente adatti per applicazioni oleodinamiche in ambienti molto contaminati. Grazie alla buona resistenza all usura del Poliuretano, l AM 54 raggiunge una durata particolarmente lunga. L AM 54 può anche essere usato come raschiatore su perni per movimenti angolari in impianti oleodinamici. di dimensioni o di materiali non-standard o di combinazioni di materiali, utilizzate il a pag. 12. Il raschiatore può essere installato in una sede di alloggiamento aperta assialmente. Il vantaggio offerto da questo raschiatore è la semplicità della forma costruttiva della sede ed il facile montaggio, specialmente con diametri piccoli. La sede deve avere uno smusso di invito (vedi tabella pag. 8). 56

58 AD 60 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva D doppio effetto Numero profilo 60 Materiale PTFE raschiatore Materiale NBR O-Ring Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA 24317, aria calda e vapore. Grazie alle buone proprietà di scorrevolezza del PTFE, il raschiatore è adatto per cilindri con corsa breve con elevata velocità e frequenza della corsa. di dimensioni o di materiali non-standard o di combinazioni di materiali, utilizzate il a pag. 12. L AD 60 è un raschiatore a doppio effetto composto da un anello in PTFEbronzo e da un O-Ring in NBR come elemento energizzante. La doppia funzione consiste nella raschiatura della sporcizia dallo stelo e nella ritenzione del film d olio residuo con il labbro ausiliario. L olio così trattenuto può essere reimmesso nel circuito tramite un foro di drenaggio. Con diametri piccoli si consiglia il montaggio in sedi di alloggiamento aperte assialmente. Con diametri maggiori l anello può essere montato in sedi assialmente chiuse effettuando una successiva calibrazione. 57

59 AD 61 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva D doppio effetto Numero profilo 61 Materiale PTFE raschiatore Materiale NBR O-Ring Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA 24317, aria calda e vapore. L AD 61 è un raschiatore a doppio effetto composto da un anello in PTFEbronzo e da un O-Ring in NBR come elemento energizzante. La doppia funzione consiste nella raschiatura della sporcizia dallo stelo e nella ritenzione del film d olio residuo con il labbro ausiliario. L olio così trattenuto può essere reimmesso nel circuito tramite un foro di drenaggio. Grazie alle buone proprietà di scorrevolezza del PTFE, il raschiatore è adatto per cilindri con corsa breve con elevata velocità e frequenza della corsa. La speciale geometria dell AD 61 lo rende robusto e capace di esercitare una maggiore forza raschiante sullo stelo. di dimensioni o di materiali non-standard o di combinazioni di materiali, utilizzate il a pag. 12. Con diametri piccoli si consiglia il montaggio in sedi di alloggiamento aperte assialmente. Con diametri maggiori l anello può essere montato in sedi assialmente chiuse effettuando una successiva calibrazione. 58

60 AD 48 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva D doppio effetto Numero profilo 48 Materiale Poliuretano TPU Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AD 48 è un raschiatore a doppio effetto. La doppia funzione consiste nella raschiatura della sporcizia dallo stelo e nella ritenzione del film d olio residuo con il labbro ausiliario. L olio così trattenuto può essere reimmesso nel circuito tramite un foro di drenaggio. I raschiatori in Poliuretano sono particolarmente adatti per applicazioni oleodinamiche in ambienti molto contaminati. Grazie alla buona resistenza all usura del Poliuretano, l AD 48 raggiunge una durata particolarmente lunga. di dimensioni o di materiali non-standard o di combinazioni di materiali, utilizzate il a pag. 12. Il raschiatore si può installare in sedi di alloggiamento semichiuse assialmente. 59

61 AD 51 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva D doppio effetto Numero profilo 51 Materiale NBR Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L AD 51 è un raschiatore a doppio effetto. La doppia funzione consiste nella raschiatura della sporcizia dallo stelo e nella ritenzione del film d olio residuo con il labbro ausiliario. L olio così trattenuto può essere reimmesso nel circuito tramite un foro di drenaggio. I raschiatori a doppio effetto in NBR vengono utilizzati per applicazioni oleodinamiche e pneumatiche. Sono particolarmente adatti per steli con elevate velocità. Con il gradino sul diametro esterno l AD 51 garantisce una migliore tenuta ed esercita una maggiore forza raschiante sullo stelo. di dimensioni o di materiali non-standard o di combinazioni di materiali, utilizzate il a pag. 12. Il raschiatore si può installare in sedi di alloggiamento semichiuse assialmente. 60

62 ADM 55 Famiglia prodotto Raschiatore Forma costruttiva DM doppio effetto con inserto metallico (esterno) Numero profilo 55 Materiale Poliuretano TPU acciaio DIN EN Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA L ADM 55 è un raschiatore a doppio effetto. La doppia funzione consiste nella raschiatura della sporcizia dallo stelo e nella ritenzione del film d olio residuo con il labbro ausiliario. L olio così trattenuto può essere reimmesso nel circuito tramite un foro di drenaggio. Sul diametro esterno è montato un anello metallico sagomato che viene vulcanizzato sul corpo di Poliuretano. Il raschiatore può essere installato in una sede di alloggiamento aperta assialmente. Il vantaggio offerto da questo raschiatore è la semplicità della forma costruttiva della sede ed il facile montaggio, specialmente con diametri piccoli. La sede deve avere uno smusso di invito (vedi tabella pag. 8). I raschiatori in Poliuretano sono particolarmente adatti per applicazioni oleodinamiche in ambienti molto contaminati. Grazie alla buona resistenza all usura del Poliuretano, l ADM 55 raggiunge una durata particolarmente lunga. L anello metallico sagomato assicura il corretto posizionamento in sede grazie ad una interferenza predefinita. La forma costruttiva dell anello metallico lascia soltanto una piccola superficie esposta all attacco della corrosione. di dimensioni o di materiali non-standard o di combinazioni di materiali, utilizzate il a pag

63 FB Famiglia prodotto Anelli guida Forma costruttiva Striscia guida Numero profilo 01 Materiale PTFE Max. resistenza superficiale (N/mm 2 ): 15 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Le strisce guida in PTFE servono per guidare pistoni e steli, impediscono il contatto metallico dei componenti e assorbono i carichi radiali. Gli elementi di guida in PTFE hanno eccellenti caratteristiche di scorrevolezza che riduce l effetto di impuntamento (effetto stickslip). Inoltre hanno elevata resistenza termica e chimica. Le strisce di guida in PTFE sono adatte per carichi superficiali di media entità. Le strisce guida vengono prodotte in rotoli e tagliate a misura. Esistono tre tipi differenti di taglio: 30, 90, ST. 30 : per una migliore distribuzione della pressione e per facilitare l installazione 90 : taglio diritto ST: per movimenti rotatori Le seguenti formule vengono utilizzate per calcolare le lunghezze richieste: Guida stelo: L = 3.11 x (d + S) 1.0 Guida pistone: L = 3.11 x (D S) 1.0 In queste formule sono già inclusi sia il coefficiente di dilatazione termica che le dimensioni del gioco della giunzione. Le strisce guida tagliate si possono installare facilmente in sedi chiuse. Le strisce guida sono adatte per applicazioni di tutti i tipi. Grazie alla struttura superficiale ed alla particolare consistenza del materiale PTFE si crea un ulteriore deposito di lubrificante sulla superficie delle strisce guida. Lo smusso sugli spigoli impedisce la loro compressione negli angoli arrotondati della sede e facilita il montaggio. a pag

64 FB 05 Famiglia prodotto Anelli guida Forma costruttiva Striscia guida Numero profilo 05 Materiale Resina fenolica fibra sintetica/ptfe HG Max. resistenza superficiale (N/mm 2 ): 350 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Le strisce guida in resina con rinforzo in tela (HG) servono per guidare pistoni e steli, impediscono il contatto metallico dei componenti e assorbono i carichi radiali. Le strisce guida in HG sono adatte per carichi superficiali di elevata entità. Un miglioramento delle capacità di scorrevolezza di questo materiale si ottiene con l aggiunta di PTFE che riduce anche l effetto di impuntamento (effetto stick-slip). Le strisce guida vengono prodotte in rotoli e tagliate a misura. Esistono tre tipi differenti di taglio: 45, 90, ST. 45 : per una migliore distribuzione della pressione e per facilitare l installazione 90 : taglio diritto ST: per movimenti rotatori Le seguenti formule vengono utilizzate per calcolare le lunghezze richieste: Guida stelo: L = 3.11 x (d + S) 1.0 Guida pistone: L = 3.11 x (D S) 1.0 In queste formule sono già inclusi sia il coefficiente di dilatazione termica che le dimensioni del gioco della giunzione.le strisce guida tagliate si possono installare facilmente in sedi chiuse. Il materiale standard Dichtomatik per le strisce guida è fibra sintetica impregnata di resina fenolica con aggiunta di PTFE (HG ). Con steli o pistoni di diametro inferiore a 100 mm, è preferibile utilizzare strisce più flessibili o preformate. a pag

65 FRK Famiglia prodotto Anelli guida Forma costruttiva Anello guida per pistone Numero profilo 01 Taglio 30 Materiale PTFE Max. resistenza superficiale (N/mm 2 ): 15 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Gli anelli guida in PTFE vengono forniti in striscia, con taglio inclinato a 30 e realizzati con una mescola di PTFE e Bronzo. Si prega indicare nell ordine eventuali richieste specifiche relative a tipi di taglio o materiali non standard. a pag. 12. Gli anelli guida FRK 01 in PTFE servono per guidare i pistoni, impediscono il contatto metallico dei componenti e assorbono i carichi radiali. Hanno eccellenti caratteristiche di scorrevolezza che riduce l effetto di impuntamento (effetto stick-slip). Inoltre hanno elevata resistenza termica e chimica. Gli anelli guida in PTFE sono adatti per carichi superficiali di media entità. Gli anelli guida FRK 01 in PTFE vengono forniti come strisce pretagliate che possono facilmente essere montate in sedi chiuse. L installazione è anche agevolata dagli smussi sui bordi. Con materiali che hanno una particolare struttura della superficie su un solo lato, fare attenzione che questo lato venga sempre montato come superficie di contatto. H9 64

66 FRK 05 Famiglia prodotto Anelli guida Forma costruttiva Anello guida per pistone Numero profilo 05 Taglio 45 Materiale Resina fenolica fibra sintetica/ptfe HG Max. resistenza superficiale (N/mm 2 ): 350 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Gli anelli guida FRK 05 in resina fenolica servono per guidare i pistoni, impediscono il contatto metallico dei componenti e assorbono i carichi radiali. Gli anelli guida in questo materiale vengono per lo più utilizzati per applicazioni oleodinamiche ad elevate prestazioni, in quanto resistono molto bene a carichi superficiali elevati. Un miglioramento delle capacità di scorrevolezza di questo materiale si ottiene con l aggiunta di PTFE che riduce anche l effetto di impuntamento (effetto stickslip). Gli anelli guida torniti in resina fenolica sono aperti e possono essere installati in sedi chiuse. Esistono tre tipi differenti di taglio: 45, 90, ST. 45 : per una migliore distribuzione della pressione e per facilitare l installazione 90 : taglio diritto ST: per movimenti rotatori Gli smussi realizzati sugli spigoli facilitano il montaggio. Gli anelli guida standard vengono forniti con taglio inclinato a 45 e sono in fibra sintetica impregnata di resina fenolica con aggiunta di PTFE. Gli anelli guida sono smussati su ambedue i lati, in modo tale che possono essere utilizzati sia su pistone che su stelo. a pag

67 FRS Famiglia prodotto Anelli guida Forma costruttiva Anello guida per stelo Numero profilo 01 Taglio 30 Materiale PTFE Max. resistenza superficiale (N/mm 2 ): 15 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 15 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Gli anelli guida FRS 01 in PTFE servono per guidare gli steli, impediscono il contatto metallico dei componenti e assorbono i carichi radiali. Hanno eccellenti caratteristiche di scorrevolezza che riduce l effetto di impuntamento (effetto stick-slip). Inoltre hanno elevata resistenza termica e chimica. Gli anelli guida in PTFE sono adatti per carichi superficiali di media entità. Gli anelli guida FRS 01 in PTFE vengono forniti come strisce pretagliate che possono facilmente essere montate in sedi chiuse. Esistono tre tipi differenti di taglio: 30, 90, ST. 30 : per una migliore distribuzione della pressione e per facilitare l installazione 90 : taglio diritto ST: per movimenti rotatori Gli smussi realizzati sugli spigoli facilitano il montaggio. Con materiali che hanno una particolare struttura della superficie su un solo lato, fare attenzione che questo lato venga sempre montato come superficie di contatto. Gli anelli guida in PTFE vengono forniti in striscia, con taglio inclinato a 30 e realizzati con una mescola di PTFE e Bronzo. Si prega indicare nell ordine eventuali richieste specifiche relative a tipi di taglio o materiali non standard. a pag

68 FRS 05 Famiglia prodotto Anelli guida Forma costruttiva Anello guida per stelo Numero profilo 05 Taglio 45 Materiale Resina fenolica fibra sintetica/ptfe HG Max. resistenza superficiale (N/mm 2 ): 350 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Gli anelli guida FRS 05 in resina fenolica servono per guidare gli steli, impediscono il contatto metallico dei componenti e assorbono i carichi radiali. Gli anelli guida in questo materiale vengono per lo più utilizzati per applicazioni oleodinamiche ad elevate prestazioni, in quanto resistono molto bene a carichi superficiali elevati. Un miglioramento delle capacità di scorrevolezza di questo materiale si ottiene con l aggiunta di PTFE che riduce anche l effetto di impuntamento (effetto stick-slip). Gli anelli guida torniti in resina fenolica sono aperti e possono essere installati in sedi chiuse. Esistono tre tipi differenti di taglio: 45, 90, ST. 45 : per una migliore distribuzione della pressione e per facilitare l installazione 90 : taglio diritto ST: per movimenti rotatori Gli smussi realizzati sugli spigoli facilitano il montaggio. Gli anelli guida standard vengono forniti con taglio inclinato a 45 e sono in fibra sintetica impregnata di resina fenolica con aggiunta di PTFE. Si prega indicare nell ordine eventuali richieste specifiche relative a tipi di taglio o materiali non standard. Gli anelli guida sono smussati su ambedue i lati, in modo tale che possono essere utilizzati sia su pistone che su stelo. Per applicazioni speciali, si consiglia l uso di una combinazione di anelli guida in resina fenolica e anelli guida in PTFE. L anello guida in PTFE deve essere montato più distante dalla guarnizione rispetto all anello in resina. L anello in PTFE aumenta la capacità di scorrimento e raccoglie la sporcizia, mentre l anello in resina assorbe i carichi radiali. a pag

69 FRS 06 Famiglia prodotto Anelli guida Forma costruttiva Anello guida per stelo Numero profilo 06 Esecuzione EN Scanalature di compensazione Materiale POM Max. resistenza superficiale (N/mm 2 ): 35 Temperatura ( C): Velocità di funzionamento (m/s): 1 idraulici a norme DIN Parte 1-3, grassi e oli lubrificanti a base di oli minerali, fluidi idraulici HFA, HFB, HFC non infiammabili a norme VDMA Gli anelli guida FRS 06 vengono principalmente utilizzati come guide stelo in cilindri tuffanti, impediscono il contatto metallico dei componenti e assorbono i carichi radiali. Grazie alle scanalature di compensazione, durante il funzionamento si ottiene un costante passaggio del fluido. Gli anelli guida FRS 06 sono aperti e si possono montare in sedi chiuse. Gli smussi facilitano il montaggio. Gli anelli guida FRS 06 rappresentano un alternativa economica agli anelli guida in tela rinforzata con resina in applicazioni con carichi superficiali di media entità. a pag

70 69

71 70

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica Raschiatori NBR/FPM DAS, DP6, DP, DP, DRS, DWR Guarnizioni a labbro NBR/FPM /, /M, /M, M, H, C Bonded seal NBR-metallo Guarnizioni a pacco in goa-tela TO, TG, TEO Guarnizioni per pistoni in poliuretano,

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre

sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre sistema raugeo per lo sfruttamento del calore terrestre Informazione tecnica 827600 Valido da marzo 2008 Salvo modifiche tecniche www.rehau.com Edilizia Automotive Industria INDICE Pag. 1......Campo di

Dettagli

DuPont Krytox Lubrificanti ad alte prestazioni PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO

DuPont Krytox Lubrificanti ad alte prestazioni PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO DuPont Krytox Lubrificanti ad alte prestazioni PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO Indice Page DuPont Krytox : una marcia in più... 1 I lubrificanti Krytox... 1 Principali vantaggi... 1 Olio Base Krytox : i vantaggi

Dettagli

LE RETI DI DISTRIBUZIONE

LE RETI DI DISTRIBUZIONE MARIO DONINELLI LE RETI DI DISTRIBUZIONE uaderni Caleffi MARIO DONINELLI LE RETI DI DISTRIBUZIONE uaderni Caleffi PRESENTAZIONE Da sempre, le scelte aziendali della Caleffi sono orientate non solo verso

Dettagli

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99 STAR Guide lineari con manicotti a sfere 45 b 1cr RI 83 100/09.99 Linear Motion and Assembly Technologies STAR Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia standard Guide

Dettagli

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI MANUALE PER VETRATE ISOLANTI INFORMAZIONI Le informazioni contenute nel presente documento sono presentate in buona fede in base alle ricerche e alle osservazioni della Dow Corning, che le considera accurate.

Dettagli

Pneumatici per veicoli commerciali Come ottimizzare le prestazioni dei pneumatici

Pneumatici per veicoli commerciali Come ottimizzare le prestazioni dei pneumatici Pneumatici per veicoli commerciali Come ottimizzare le prestazioni dei pneumatici Indice Indice Editoriale Il contenuto del presente opuscolo non è vincolante e vuole avere solo carattere informativo.

Dettagli

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro.

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro. 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042 TRASPORTATORI LEGGERI Non è saggio pagare troppo. Ma pagare troppo poco è peggio. Quando si paga troppo si

Dettagli

utensili ed accessori per crimpatura contatti

utensili ed accessori per crimpatura contatti ed accessori per crimpatura contatti Concetto di crimpatura La connessione crimpata è un collegamento irreversibile tra uno o più conduttori ed un contatto crimp. Si ottiene con deformazione per compressione

Dettagli

Lavorazioni per asportazione di truciolo

Lavorazioni per asportazione di truciolo Lavorazioni per asportazione di truciolo CONTENUTI Lavorazioni al banco: tracciatura, limatura, taglio, alesatura, filettatura, raschiatura Lavorazioni con macchine utensili: foratura, alesatura, tornitura,

Dettagli

Diagnostica dei danni

Diagnostica dei danni Diagnostica dei danni Principi guida per la valutazione dei guasti ai cuscinetti ruota Autovetture Introduzione Indice Osservazioni generali Introduzione 2-5 Diagnostica dei danni 6-9 Istruzioni di montaggio

Dettagli

I prodotti da ancoraggio e fissaggio. secondo le norme europee UNI EN 15o4-6 ed ETA (European Technical Approval)

I prodotti da ancoraggio e fissaggio. secondo le norme europee UNI EN 15o4-6 ed ETA (European Technical Approval) I prodotti da ancoraggio secondo le norme europee UNI EN 15o4-6 I prodotti da ancoraggio C.P. MK 685410 (I) 09/11 Mapei, nell ambito della norma UNI EN 1504, edita un fascicolo dedicato ai prodotti da

Dettagli

Acciai speciali e al carbonio

Acciai speciali e al carbonio Acciai speciali e al carbonio Special and carbon steels Sonder- und Kohlenstoffstähle On CD-ROM Domenico Surpi INDICE INTRODUZIONE...5 NOZIONI DI BASE...6 Lavorazione a CALdo dell acciaio...8 Lavorazione

Dettagli

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Energia dal sole Pannelli solari e sistemi fotovoltaici

Dettagli

Focus: stampa offset diretta su cartone ondulato La stampa diretta su cartone ondulato è un processo ancora giovane che si contraddistingue

Focus: stampa offset diretta su cartone ondulato La stampa diretta su cartone ondulato è un processo ancora giovane che si contraddistingue No. Numero 1/2002 1 Focus: stampa offset diretta su cartone ondulato La stampa diretta su cartone ondulato è un processo ancora giovane che si contraddistingue per l elevata economicità ad es. nella produzione

Dettagli

Istruzioni di Posa. Edizione 11/04. Le Contropareti

Istruzioni di Posa. Edizione 11/04. Le Contropareti Istruzioni di Posa Edizione 11/04 Le Contropareti LA SCUOLA DI POSA LA SCUOLA DI POSA KNAUF Knauf mette a disposizione di tutti gli operatori, nelle proprie Scuole di Posa, la propria esperienza tecnica

Dettagli

fä îçëíêç é~êíåéê ééêñéííç ééê áä äéöåç ä~ãéää~êék

fä îçëíêç é~êíåéê ééêñéííç ééê áä äéöåç ä~ãéää~êék fä îçëíêç é~êíåéê ééêñéííç ééê áä äéöåç ä~ãéää~êék mêçñáäç ~òáéåç~äé 2 Qualità L'esperienza pluriennale e la consapevolezza della qualità raggiunta creano la base sulla quale la Mosser si è potuta sviluppare,

Dettagli

Tutto sulle candele ad incandescenza

Tutto sulle candele ad incandescenza www.beru.com Tutto sulle candele ad incandescenza Informazione tecnica n 04 Perfezione integrata Sommario Il motore diesel Principio di funzionamento L avviamento a freddo I sistemi di iniezione 3 3 3

Dettagli

GUIDA ALLE APPLICAZIONI. Superleghe resistenti al calore

GUIDA ALLE APPLICAZIONI. Superleghe resistenti al calore GUIDA ALLE APPLICAZIONI Superleghe resistenti al calore High pressure coolant machining for better productivity and results Maggiori informazioni Informazioni pratiche e tecniche di applicazione sono disponibili

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

Aquapanel é anche Facciata Ventilata

Aquapanel é anche Facciata Ventilata Aquapanel é anche Facciata Ventilata 1FACCIATA VENTILATA AQUAPANEL 01/2014 Facciata Ventilata AQUAPANEL : Sistema Knauf AQUAPANEL e Sistema SmartAir - INTRODUZIONE Tagliati per le costruzioni. Sistemi

Dettagli

NUOVA AVIO 21-25 VIP CALDAIE PENSILI CON BOILER INOX

NUOVA AVIO 21-25 VIP CALDAIE PENSILI CON BOILER INOX NUOVA AVIO 21-25 VIP CALDAIE PENSILI CON BOILER INOX GENTILE CLIENTE, Ci complimentiamo con Lei per aver scelto un prodotto IMMERGAS di alta qualità in grado di assicurarle per lungo tempo benessere e

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Riscaldarsi con il pellet e con la legna. Autori vari

SPECIALE TECNICO. Riscaldarsi con il pellet e con la legna. Autori vari SPECIALE TECNICO Riscaldarsi con il pellet e con la legna Autori vari OTTOBRE 2014 Questo Speciale è stato realizzato grazie al contributo di: QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / OTT 2014 ABSTRACT Riscaldarsi

Dettagli

Manuale di progettazione per strutture in acciaio inossidabile. (Terza Edizione)

Manuale di progettazione per strutture in acciaio inossidabile. (Terza Edizione) Manuale di progettazione per strutture in acciaio inossidabile (Terza Edizione) 006 Euro Inox e The Steel Construction Institute -87997-06-X -87997-039-3 (Prima Edizione) Euro Inox e The Steel Construction

Dettagli

Guida alla Soluzione dei Problemi

Guida alla Soluzione dei Problemi Guida alla Soluzione dei Problemi 6^ edizione Introduzione Come questa guida può aiutarvi a scegliere Questa guida è stata sviluppata per consentirvi di individuare i prodotti in modo rapido, semplice

Dettagli

Soluzioni di azionamento fatte su misura. Riduttori coassiali e attuatori

Soluzioni di azionamento fatte su misura. Riduttori coassiali e attuatori Soluzioni di azionamento fatte su misura Riduttori coassiali e attuatori UN INNOVATIVA AZIENDA A CONDUZIONE FAMILIARE La società halstrup-walcher GmbH è un azienda a conduzione familiare sin dal 1946,

Dettagli

Pump Division. Tipo: CPX, CPXR e CPXN POMPE PER PRODOTTI CHIMICI CON INTELAIATURA PORTANTE MANUALE D'USO: INSTALLAZIONE, FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE

Pump Division. Tipo: CPX, CPXR e CPXN POMPE PER PRODOTTI CHIMICI CON INTELAIATURA PORTANTE MANUALE D'USO: INSTALLAZIONE, FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE Pump Division Tipo: CPX, CPXR e CPXN POMPE PER PRODOTTI CHIMICI CON INTELAIATURA PORTANTE MANUALE D'USO: INSTALLAZIONE, FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE PCN=71569124 02-05 (I) (ingloba C937KH019 e C937KH060)

Dettagli