Diagnostica dei danni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Diagnostica dei danni"

Transcript

1 Diagnostica dei danni Principi guida per la valutazione dei guasti ai cuscinetti ruota Autovetture

2 Introduzione Indice Osservazioni generali Introduzione 2-5 Diagnostica dei danni 6-9 Istruzioni di montaggio Utensili di FAG Danni ai cucinetti volventi Motivi di guasto I cuscinetti ruota sono concepiti in modo tale da raggiungere, senza problemi, un chilometraggio di km. Altre cause generalmente anomale possono causare il danneggiamento prematuro di un cuscinetto volvente e influenzarne la durata. Nel 70 % dei casi si tratta di una lubrificazione inadeguata: eccessiva o insufficiente, lubrificante inadeguato ecc. Nel 18 % si tratta di sporcizia: penetrazione di sostanze liquide o solide. Per questo motivo le guarnizioni sono importanti, in quanto un loro funzionamento difettoso può determinare la fuoriuscita di lubrificante e l'ingresso di sporcizia. Nel 10 % dei casi di tratta di un errore di montaggio: montaggio forzato, riscaldamento eccessivo, regolazione errata e gioco inadeguato, serraggio eccessivo del manicotto conico ecc. Diagnostica applicata ai cuscinetti I cuscinetti volventi sono componenti meccanici caratterizzati da un vasto campo applicativo. Essi mantengono inalterata la propria affidabilità anche in condizioni estreme. Solo molto di rado presentano difetti precoci. L eventuale danneggiamento dei cuscinetti volventi viene evidenziato in prima analisi da un anomalo comportamento del supporto durante l'esercizio. Esaminando un cuscinetto danneggiato è possibile determinare le più diverse caratteristiche. Per accertare la causa di un danno, non è quasi mai sufficiente eseguire perizie solo sul cuscinetto; occorre piuttosto considerare anche i componenti circostanti, la qualità della lubrificazione, le condizioni d'esercizio ed i fattori ambientali. L adozione di procedure di analisi pianificate semplifica la ricerca delle cause. Comportamento insolito durante l'esercizio come indizio di danneggiamento: Forme generali di danneggiamento dei cuscinetti volventi surriscaldamento rottura anello esterno inclinazione accoppiamento troppo serrato fatica impronte dei corpi volventi sporcizia lubrificazione inadeguata corrosione rotture dei bordini usura da sfregamento direzione di carico errata La presenza di difetti sui cuscinetti si manifesta di norma con un peggioramento del comportamento durante l'esercizio. Solo raramente i danni 'spontanei', causati ad esempio da errori di montaggio o mancanza di lubrificante, determinano un inutilizzabilità immediata. A seconda delle condizioni d esercizio tra la prima comparsa di danni e l effettiva rottura in circostanze particolari trascorrono mesi. 2

3 Introduzione Comportamento durante l'esercizio Possibili cause Conseguenza Funzionamento rumoroso Danni ad anelli e corpi volventi Sporcizia Sfarfallamento crescente delle ruote Aumento del gioco di ribaltamento Vibrazione dello sterzo Vibrazioni di intensità sempre maggiore Eccessivo gioco del cuscinetto Urti di intensità sempre maggiore Rumorosità anomala suoni acuti o striduli gioco insufficiente rumori rimbombanti o non uniformi gioco eccessivo danni alle superfici di rotolamento sporcizia lubrificante inadeguato modifica graduale della rumorosità Modifica del gioco dovuta a influssi termici danneggiamento della pista di rotolamento 3

4 Introduzione Osservazioni Cause del danneggiamento dei cuscinetti e misure correttive Diagnostica dei danni cuscinetti ruota Ovalizzazione I cuscinetti ruota sono componenti fondamentali degli autoveicoli. Contribuiscono infatti in modo rilevante al comfort e alla sicurezza di guida. Sono inoltre sottoposti alle sollecitazioni più diversificate, quali velocità elevata delle ruote, urti violenti dovuti alle irregolarità del piano stradale, sporcizia e temperature estreme. Tutto ciò può influenzare negativamente la funzionalità dei cuscinetti ruota e, in condizioni sfavorevoli, provocarne la rottura o il blocco. In caso di blocco del cuscinetto ruota durante la guida del veicolo, il medesimo può provocare situazioni pericolose per la circolazione o persino incidenti! 1. Rimuovere il cuscinetto ruota estraendolo dal foro di alloggiamento. 2. Verificare se la superficie dell'anello esterno del cuscinetto ruota presenta una macchia scura su due lati opposti. Controllare che le due superfici disposte a 90 rispetto alle macchie scure non siano danneggiate. In caso contrario il foro di alloggiamento è deformato e il fuso deve essere cambiato. 3. Smontare il cuscinetto ruota ed accertarsi che le piste delle sfere dell'anello esterno non siano interessate da fenomeni di spianamento. A questo scopo rimuovere prima l'elemento di tenuta (utilizzando ad esempio un'apposita pinza) e quindi smontare i componenti del gruppo, ovvero anello esterno, anello interno, gabbia e sfere. 4. Pulire le piste dell'anello esterno e verificare se è presente craterizzazione in corrispondenza delle macchie scure sul lato esterno dell'anello esterno. L'eventuale craterizzazione conferma l'ovalizzazione del fuso. 4

5 Introduzione In generale attenersi ai punti seguenti: Problema Causa Rimedio Il cuscinetto ruota produce rumori forti in seguito al montaggio e alla messa in funzione. Uno dei due anelli interni è danneggiato: 1. Il mozzo non è a misura in quanto è stata effettuata una regolazione troppo stretta. 2. L'anello interno è stato montato in modo scorretto sul mozzo utensile sbagliato cuneo o boccola tra il pistone di pressione e il lato di fermo dell'anello del cuscinetto non parallelo. 3. Eccessiva ovalizzazione del foro di alloggiamento, con conseguente netta limitazione del gioco radiale del cuscinetto della ruota nei settori più stretti dell' ovalizzazione. 4. Il foro di alloggiamento nel fuso è danneggiato. 5. Ammaccature o graffi profondi sia sul mozzo che sul cuscinetto ruota causati da uno smontaggio inadeguato Sostituire il cuscinetto e il mozzo ruota. Sostituire il cuscinetto ruota completo. Sostituire il fuso a snodo e il cuscinetto ruota. Eliminare piccoli difetti del mozzo (ad es. tramite levigatura) oppure sostituire il mozzo e il cuscinetto ruota. Eliminare piccoli difetti del mozzo (ad es. tramite levigatura) oppure sostituire il mozzo e il cuscinetto ruota. Il cuscinetto ruota diventa rumoroso dopo un determinato chilometraggio ( km). Foro di alloggiamento del fuso a snodo con ovalizzazione media la quale tuttavia è sufficiente a limitare il gioco radiale del cuscinetto ruota, causando i danneggiamenti descritti al punto precedente. Sostituire il fuso a snodo e il cuscinetto ruota. Eccessivo sviluppo di calore all'inizio del funzionamento. 1. Gioco assiale del cuscinetto ruota tra mozzo e fuso a snodo fortemente limitato. Errata regolazione e/o montaggio difettoso dei pezzi. 2. L'errato montaggio del cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento (mancano gli anelli di fissaggio nei fori di alloggiamento) determina un graduale spostamento assiale del cuscinetto ruota e del mozzo. Il mozzo rotante fa attrito con la sede fissa del cuscinetto ruota. Questo forte attrito determina un aumento della temperatura nella zona del cuscinetto ruota. Il grasso brucia e si giunge ad una rottura. Controllare le regolazioni del fuso a snodo e del mozzo e se necessario ripetere. Smontare il cuscinetto ruota e controllare se sono presenti gli anelli di fissaggio, se necessario sostituire il cuscinetto ruota. 5

6 Diagnostica applicata ai cuscinetti Surriscaldamento Rottura anello esterno Inclinazione Causa Forte calore esterno Insufficiente dissipazione del calore Raffreddamento o lubrificazione inadeguati Causa Scarso appoggio degli anelli nell'alloggiamento del cuscinetto Precarico assiale dovuto ad un gioco errato sul cuscinetto durante l'esercizio a temperature elevate Causa Alberi piegati Sbavature o sporcizia sull'albero oppure sugli spallamenti dell'alloggiamento Filettature degli alberi che non sono disposte parallelamente all'asse rispetto alla sede del cuscinetto Dadi degli alberi con superfici anteriori che non corrispondono all'asse della filettatura Conseguenza Scolorimento degli anelli, dei corpi volventi e delle gabbie da giallo a blu Temperature superiori a 200 C riducono la durezza e la capacità di carico e possono determinare rotture precoci In casi estremi si verifica una deformazione dei componenti del cuscinetto L'aumento di temperatura può anche peggiorare o distruggere il lubrificante Conseguenza Di solito la rottura si propaga uniformemente lungo la circonferenza, spesso in corrispondenza di parti danneggiate In presenza di sollecitazione assiale, simili rotture compaiono abitualmente a breve distanza dal centro della pista Il lato esterno dell'anello esterno presenta una superficie di lavoro irregolare Conseguenza Una traccia di usura disposta obliquamente rispetto ai bordi della pista dell'anello verticale Rimedio Controlli di temperatura o sovraccarico Sufficiente dissipazione del calore Rimedio Miglioramento del montaggio del cuscinetto Correzione del gioco Seguire i suggerimenti riportati nelle istruzioni di montaggio dei produttori Rimedio Ispezione degli alberi e dell'alloggiamento per individuare possibili deviazioni della pista sugli spallamenti e sulle sedi dei cuscinetti Lavorazione di filetto e sede del cuscinetto in un'unica fase Utilizzo di dadi di alberi precisi 6

7 Diagnostica applicata ai cuscinetti Serraggio troppo stretto Affaticamento Impronte dei corpi volventi Causa Traccia perimetrale sulle piste Causa Utilizzo di un cuscinetto inadeguato (esternamente non visibile, eventualmente costruzione interna non adatta per l'applicazione) Causa Sovraccarico statico del cuscinetto Forti impatti sul cuscinetto Utilizzo di un martello durante il montaggio Caduta di cuscinetti o unità costruttive montate Montaggio di un cuscinetto su un albero esercitando forza sull'anello esterno Conseguenza Un funzionamento continuo con carico elevato, lubrificazione inadeguata e gioco insufficiente determina una rapida usura e fatica Conseguenza Spesso denominata sfogliatura; causata da screpolature nella superficie di scorrimento e costante usura di piccole particelle di materiale singole dagli anelli interni, esterni o dai corpi volventi La sfogliatura è progressiva e si espande rapidamente, una volta iniziata, per effetto dell'utilizzo continuo È sempre accompagnata da un aumento percettibile del rumore Conseguenza Le impronte dei corpi volventi sembrano delle ammaccature sulle piste e amplificano le vibrazioni del cuscinetto (rumore) Impronte pesanti dei corpi volventi possono causare guasti precoci Rimedio Impostazione corretta del gioco e/o del cuscinetto ruota Rimedio Sostituire il cuscinetto Rimedio Montaggio/smontaggio dei cuscinetti con utensile adeguato Applicazione il corretto serraggio solo sull'anello saldamente montato 7

8 Diagnostica applicata ai cuscinetti Contaminazione Lubrificazione inadeguata Corrosione Causa Polvere sospesa, sporcizia o sostanze abrasive provenienti da ambienti di lavoro contaminati Mani sporche o utensili imbrattati Additivi estranei in soluzioni di pulizia o lubrificazione Causa Lubrificazione limitata Aumenti di temperatura Causa I cuscinetti sono stati esposti a liquidi od ambienti corrosivi Guarnizioni difettose o lubrificanti inadeguati Conseguenza Le impronte su corpi volventi e sulle piste causano vibrazioni Conseguenza Scoloritura (blu/marrone) di corpi volventi e piste di corpi volventi Ne consegue un'usura eccessiva di corpi volventi, anelli e gabbie, causata da surriscaldamento e rottura Conseguenza Scolorimento rosso/marrone o depositi su corpi volventi, piste o gabbie Aumento della vibrazione seguito da usura Aumento del gioco radiale o perdita di precarico Rimedio La pulizia dei locali di lavoro, degli utensili, degli oggetti e delle mani riduce i rischi Evitare levigature in prossimità del luogo di montaggio del cuscinetto Lasciare i cuscinetti nei loro imballi originali fino al montaggio Adottare provvedimenti di isolamento nei confronti di un ambiente contaminato Durante le interruzioni del lavoro, coprire i cuscinetti montati aperti Rimedio Utilizzo del lubrificante giusto e della quantità giusta Controllo del precarico per ridurre le temperature del cuscinetto Rimedio Evitare di utilizzare liquidi corrosivi in prossimità del cuscinetto Utilizzare lubrificante idoneo con specifica corrispondente 8

9 Diagnostica applicata ai cuscinetti Rotture dei bordi Usura da sfregamento Direzione di carico errata Causa Carico assiale eccede il limite ammesso, il bordo non è sostenuto in modo adeguato Sollecitazione d'urto assiale Errore di montaggio/smontaggio Causa Lubrificazione insufficiente con sollecitazioni elevate Quantità o consistenza del lubrificante insufficiente Quando tra il lato anteriore del rullo e il bordino non è presente un film lubrificante idrodinamico Precarico eccessivo per effetto della dilatazione termica Disallineamento dei rulli in base all'usura delle piste o inclinazione dell'anello Causa I cuscinetti a sfere a contatto obliquo sono progettati per una direzione di carico Se il carico viene applicato nella direzione contraria, la superficie di contatto ellittica viene tagliata dagli spallamenti bassi Il risultato è una sollecitazione molto elevata e un aumento di temperatura seguiti da una maggiore vibrazione e da una rottura precoce Conseguenza I bordi di sostegno sono parzialmente o completamente rotti o staccati Conseguenza Saldature ampie o parziali e graffi profondi nei bordini e nelle superfici anteriori dei rulli Cokiefazione del lubrificante in questa zona Conseguenza Le sfere presentano una banda di usura scanalata, causata dalla rotazione delle sfere sopra il bordo della pista Rimedio Tenere il carico all'interno dei limiti previsti Rispettare le istruzioni e le procedure di montaggio Rimedio Utilizzare lubrificante idoneo con specifica corrispondente Verificare il precarico corretto del cuscinetto Rimedio Verificare il montaggio corretto del cuscinetto a sfere a contatto obliquo 9

10 Istruzioni per il montaggio Montaggio del cuscinetto ruota nel fuso a snodo Montare dapprima l'intero cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento del fuso a snodo come descritto di seguito: 1. Il cuscinetto viene spinto nel foro di alloggiamento del fuso a snodo mediante il relativo anello esterno (4). Allo scopo viene utilizzato un disco di pressione (1) con alesaggio (2) con cui si garantisce che la trasmissione della pressione esercitata (F) avvenga sull'anello esterno. Il fuso a snodo è disposto sulla piastra di base (3) della pressa. 1 F Il cuscinetto viene spinto nel foro di alloggiamento del fuso a snodo mediante il relativo anello esterno (5). Il fuso a snodo è disposto col lato flangiato centrato sulla boccola di supporto (3) (freccia). Utilizzando un disco di pressione (1) con alesaggio (2) il cuscinetto viene spinto da una pressa ed inserito perfettamente a filo. F = piastra di base della pressa F = pressione Servendosi di una pinza speciale, viene infine inserito un anello di fissaggio nella gola del fuso a snodo per fissare assialmente il cuscinetto ruota. 4. Durante il montaggio del cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento, occorre prestare attenzione alla sfaccettatura presente su un lato del cuscinetto. La sfaccettatura deve essere disposta all'interno del dispositivo di pressione per evitare che durante l'inserimento il cuscinetto si inclini. Importante: Evitare assolutamente che la pressione (F) venga trasmessa alle sfere del cuscinetto! In caso contrario le superfici di scorrimento vengono incise e il cuscinetto si danneggia! 10

11 Istruzioni per il montaggio Montaggio del mozzo ruota 1.Posizionare il mozzo (4) sulla piastra di base (3) di una pressa. Fare leva sul cuscinetto ruota premontato nel giunto (5) con l'ausilio di una boccola di montaggio (2). Importante: Posizionare la boccola solo sul lato frontale dell'anello interno! 1 = disco di pressione F = pressione F 2 3 Nota: Per alcuni veicoli la disposizione dei pezzi da montare è opposta. Il fuso a snodo viene posizionato sulla piastra di base e il mozzo viene inserito a pressione dall'alto = mozzo 2 = fuso a snodo 3 = boccola di montaggio 4 = piastra di base 4 3 Importante: Utilizzare sempre la boccola di supporto! Essa infatti sostiene l'anello interno durante l'inserimento a pressione, al fine di evitare di solcare le piste di scorrimento delle sfere nell'anello esterno del cuscinetto! 2. Il dado di fissaggio del cuscinetto ruota deve essere serrato con la coppia indicata dal costruttore del veicolo. La coppia di serraggio del dado è importante non solo per il fissaggio della ruota, ma anche per garantire un gioco ottimale sul cuscinetto. Per ottenere la coppia corretta è indispensabile l'utilizzo di una chiave dinamometrica. Nota: Non inclinare il cuscinetto ruota durante il montaggio nel foro di alloggiamento o sul mozzo per evitare di danneggiarlo. I cuscinetti ruota con elementi di tenuta sono ingrassati dal costruttore. Non necessitano di ulteriore lubrificazione e non devono essere puliti con solventi. I solventi possono danneggiare prematuramente il cuscinetto. 11

12 Istruzioni per il montaggio Montaggio e registrazione di cuscinetti a rulli conici su mozzi di autoveicoli Generalità Lo smontaggio e il montaggio di un cuscinetto a rulli conici può variare a seconda del costruttore del veicolo. Rispettare sempre le indicazioni del costruttore del veicolo! Supporto di un'autovettura con cuscinetti a rulli conici registrati (asse non motore). 1. Pulire il corpo del mozzo. 2. Lubrificare leggermente le sedi degli anelli esterni (frecce) con olio. Inserire entrambi gli anelli esterni (1) e (3) con un pistone (2). 1 2 Importante: Posizionare il pistone solo sul lato frontale dell'anello esterno! Gli anelli esterni devono essere a filo con gli spallamenti dell'alloggiamento! 3 12

13 Istruzioni per il montaggio 3. Ingrassare bene l'anello interno del cuscinetto interno. Importante: Comprimere il grasso anche fra gabbia, anello interno e rulli (frecce)! 4. Inserire l'anello interno nel mozzo. 5. Inserire l'anello di tenuta per alberi nel mozzo. Importante: Il bordo deve essere rivolto in direzione opposta rispetto al cuscinetto! 6. Posizionare la protezione (1) e l'anello intermedio (2) sul fuso a snodo. 1 Importante: La protezione deve essere a filo con l'intera circonferenza del giunto (frecce)! 2 13

14 Istruzioni per il montaggio Montaggio e registrazione di cuscinetti a rulli conici su mozzi di autoveicoli 7. Spingere il mozzo sul fuso a snodo. Importante: Prestare attenzione a non danneggiare l'anello di tenuta dell'albero! 8. Ingrassare bene l'anello interno del cuscinetto esterno. Importante: Comprimere il grasso anche fra gabbia, anello interno e rulli (frecce)! 9. Spingere l'anello interno del cuscinetto esterno sul fuso a snodo. 10. Posizionare la rosetta di spinta (1). 11. Avvitare il dado a corona (2). 12. Serrare il dado a corona ruotando contemporaneamente il mozzo fino ad avvertire una certa resistenza. 1 Importante: Utilizzare una chiave dinamometrica e rispettare le istruzioni di riparazione del costruttore del veicolo! 2 14

15 Istruzioni per il montaggio 13. Svitare nuovamente il dado a corona di max. 1/12 di giro fino a coprire il successivo foro per copiglia, quindi fissare con copiglia. 14. Verificare lo scorrimento del supporto e il gioco di ribaltamento. Nota: La ruota deve poter girare facilmente senza forzature. Sul cerchio non deve essere presente gioco di ribaltamento. Se necessario, sostituire la rosetta di spinta o il dado. Se presente, utilizzare uno strumento di misurazione e verificare il gioco assiale del supporto. 15. Posizionare il coperchio. 16. Una volta provato il gruppo, verificare che il gioco non si sia modificato. Se necessario, correggere la registrazione. 15

16 Utensili di FAG Set di utensili di montaggio Chiavi a tubo per il montaggio o lo smontaggio Set utensili montaggio FAG Chiavi a tubo FAG I set di utensili di montaggio FAG sono indicati per eseguire un montaggio economico e sicuro dei cuscinetti volventi fino a 50 mm di foro. In questo modo è possibile montare senza problemi anche boccole, anelli intermedi, guarnizioni e pezzi simili. Con colpi di martello su una boccola di piantaggio corrispondente, si inseriscono anelli interni saldamente montati sull'albero e/o sugli anelli esterni nel foro dell'alloggiamento. In questo modo si evita che i corpi volventi e le piste trasmettano le forze di montaggio e possano esserne danneggiate. Il FITTING.TOOL.ALU.SET10-50 contiene boccole di estrazione in alluminio e anelli di estrazione in materiale plastico. I pezzi sono maneggevoli ed economici. Oggetto fornitura Sigla d'ordinazione: FITTING. TOOL.ALU.SET Anelli di estrazione 33 pezzi per foro cuscinetto mm Diametro esterno fino a 110 mm Boccole di estrazione 3 pezzi Martello antirimbalzo, 1 kg Dimensioni valigetta 440~350~95 mm Peso set completo 4,5 kg disponibile anche come pezzi singoli. Per ghiere da KM0 a KM20. Le chiavi a tubo FAG LOCKNUT.SOCKET vengono utilizzate per serrare e allentare senza difficoltà ghiere su alberi, bussole di trazione e pressione. Lungo la circonferenza della ghiera, necessitano di meno spazio rispetto alle chiavi a settore e consentono di utilizzare cricchetti e chiavi torsiometriche. Per incrementare la sicurezza del lavoro, si consiglia di assicurare le chiavi a tubo con apposito perno di fissaggio e anello di gomma. Le chiavi a tubo FAG, infatti, sono munite di un foro per il perno di fissaggio e di una scanalatura per l'anello di gomma. Il perno di fissaggio e l'anello di gomma sono forniti di serie. Esempio di ordinazione per una chiave a tubo FAG, compatibile con ghiera KM5: FITTING.TOOL.ALU.SET10-50 Codice articolo LOCKNUT.SOCKET.KM5 Codice articolo

17 Utensili di FAG Chiave a settore e a perni per il montaggio o lo smontaggio Chiavi a settore snodate e FAG Chiavi a settore snodate e FAG Chiave a compasso ad aggancio frontale FAG Per ghiere da KM0 a KM40 e ghiere di precisione da ZM06 a ZM150 e da ZMA15/33 a ZMA100/140 Per ghiere di precisione da AM15 a AM90 Per ghiere di precisione da LNP017 a LNP170 Le chiavi a settore snodate FAG della serie LOCKNUT. FLEXI-HOOK vengono utilizzate per serrare e allentare ghiere (ghiere di precisione) su alberi, bussole di trazione e bussole a pressione in assenza di una coppia specificata. Lo snodo consente di montare e smontare ghiere di diversa grandezza utilizzando una chiave a settore della serie LOCKNUT. FLEXI-HOOK. Le chiavi a perni snodate FAG della serie LOCKNUT. FLEXI-PIN vengono utilizzate per serrare e allentare ghiere di precisione su alberi in assenza di una coppia specificata. Mediante le chiavi a perni snodate FAG è possibile montare piccoli cuscinetti su sedi coniche degli alberi. Il serraggio si effettua tramite appositi fori disposti in senso radiale. Le chiavi a compasso FAG della serie LOCKNUT. FACE-PIN vengono utilizzate per serrare o allentare ghiere di precisione su alberi in assenza di una coppia specificata. Mediante le chiavi a compasso FAG è possibile montare piccoli cuscinetti su sedi coniche degli alberi. Il serraggio si effettua tramite appositi fori disposti in senso assiale. Esempio di ordinazione per una chiave a settore snodata FAG, compatibile con ghiere da KM14 a KM24: Esempio di ordinazione per una chiave a perni snodata FAG, compatibile con ghiere da AM35 a AM60: Esempio di ordinazione per una chiave a compasso FAG, compatibile con ghiere da LNP017 a LPN025: LOCKNUT.FLEXI-HOOK.KM14-24 Codice articolo LOCKNUT.FLEXI-PIN.AM35-60 Codice articolo LOCKNUT.FACE-PIN.LNP17-25 Codice articolo

18 Utensili di FAG Chiave a settore e chiave a perni per il montaggio o lo smontaggio Kit di chiavi a doppio settore FAG Set chiavi a doppio settore FAG Chiavi a doppio settore sono costituiti da una valigetta contenente una chiave a doppio settore, una chiave dinamometrica e un manuale d'uso. La chiave dinamometrica consente di determinare con esattezza la posizione iniziale di montaggio con una coppia di serraggio predefinita. (denominazioni FAG precedenti e ) contengono quattro o cinque chiavi a doppio settore. Il restante contenuto della valigetta corrisponde a quello del kit. (denominazione precedente da DHN5 a DHN13) sono disponibili anche singolarmente. Su ogni chiave a doppio settore sono incisi gli angoli di rotazione per i cuscinetti orientabili a sfere che vanno montati con questa chiave, per cui è possibile impostare con esattezza lo spostamento assiale e la riduzione del gioco radiale. LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM5.KIT Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM13.KIT Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM5-8.SET Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM9-13.SET Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM13 Codice articolo

19 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori meccanici Estrattori a due bracci Gli estrattori meccanici vengono utilizzati per smontare piccoli cuscinetti volventi aventi un diametro massimo del foro pari a 100 mm circa, installati sull'albero o nell'- alloggiamento con accoppiamento forzato. Per non causare danni in fase di smontaggio, l'estrattore deve agire sull'anello del cuscinetto con accoppiamento forzato. Negli estrattori meccanici FAG, la forza di estrazione si applica solitamente con appositi mandrini filettati. Oltre a dispositivi a due, tre e quattro bracci e ad un utensile a pressione idraulico, FAG offre anche estrattori speciali. Per estrarre cuscinetti volventi completi o anelli interni in accoppiamento forzato e altri componenti, ad es. ingranaggi Apertura di presa mm, profondità di presa mm disponibile come set (supporto con 6 estrattori) o singolarmente ABZIEHER54.SET Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo

20 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori a tre bracci Utensile a pressione idraulica Estrattori di cuscinetti a sfere Per estrarre cuscinetti volventi completi o anelli interni in accoppiamento forzato Apertura di presa mm, profondità di presa mm Per sbloccare componenti in accoppiamento forzato in combinazione con estrattori meccanici L'operazione è chiaramente più semplice grazie alla generazione di una forza assiale pari a 80 / 150 kn; per lo strumento più grande vi è un ritorno idraulico Per estrarre cuscinetti a sfere radiali completi In caso di anello esterno con accoppiamento forzato Per cuscinetti non raggiungibili in senso radiale Disponibili tre set con vari denti di innesto ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER SET Codice articolo ABZIEHER SET Codice articolo ABZIEHER SET Codice articolo

21 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori di cuscinetti speciali Dispositivo di estrazione Set estrattori interni Per cuscinetti radiali (cuscinetti a sfere a gola profonda, cuscinetti orientabili a sfere, nonché cuscinetti orientabili a rulli, sfere e cilindrici) specificare la casa costruttrice. In caso di anello interno o esterno con accoppiamento forzato ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER64A..., ~64B, ~64C, ~64D Codice articolo Per tutti i tipi di cuscinetti volventi. Per estrarre cuscinetti volventi completi o anelli interni in accoppiamento forzato. L'estrattore e la piastra regolabile sono disponibili in cinque formati con aperture di presa fino a 210 mm. Indicato soprattutto nei casi in cui l'anello interno è appoggiato allo spallamento di un albero in cui non vi sono scanalature di estrazione. La posizione del cuscinetto deve essere ben accessibile in senso radiale. ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo Per cuscinetti a sfere a gola profonda e cuscinetti a sfere a contatto obliquo. Il set di estrattori interni è costituito da nove estrattori e può essere utilizzato con fori da 5 mm a 70 mm circa. In caso di anello esterno con accoppiamento forzato Il foro dell'anello interno deve essere libero. ABZIEHER62.SET Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo

22 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori idraulici Set estrattori interni Estrattori idraulici standard con pompa manuale integrata Per cuscinetti a sfere a gola profonda standard. Il set, composto da 6 serie di bracci estrattori e 2 mandrini filettati può essere utilizzato con fori da 10 a 100 mm di grandezza. In caso di anello esterno con accoppiamento forzato Senza smontaggio dell'albero PULLER.INTERNAL.SET Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A1 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A2 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A3 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A4 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A5 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A6 Codice articolo PULLER.INTERNAL.SPINDEL.M12 Codice articolo PULLER.INTERNAL.SPINDEL.M16 Codice articolo PULLER.INTERNAL.SUITCASE Codice articolo PULLER.INTERNAL.INLAY Codice articolo Estrattori compatti per forza di estrazione fino a 80 kn, corredati di rete di sicurezza, in una robusta valigetta. Sigla d'ordinazione Forza di Apertura di Profondità Corsa Peso estrazione presa di presa Estrattore kn mm mm mm kg , JAW (190*) 82 4, XL JAW Long JAW (229*) 82 6, XL JAW Long JAW * con tiranti più lunghi opzionali, ricambi ordinabili singolarmente 22

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Maggiore efficienza per i motori elettrici Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C E l e v a t i v a n t a g g i p e r i l C l i e n t e I cuscinetti radiali rigidi a sfere Generation C... 35

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione NB/NBG 1. Identificazione... 2 1.1 Targhetta di identificazione... 2 1.2 Descrizione del modello... 3 1.3 Movimentazione... 4 2. Smontaggio e montaggio... 5 2.1 Informazioni

Dettagli

GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002

GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002 GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002 Emerson Power Transmission KOP-FLEX, INC., P.O. BOX 1696 BALTIMORE MARYLAND 21203, (419) 768 2000 KOP-FLEX

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 Leggete attentamente le istruzioni riportate nel presente manuale. Questo manuale è parte integrante del prodotto e deve essere conservato in un luogo sicuro per future consultazioni.

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro.

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro. 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042 TRASPORTATORI LEGGERI Non è saggio pagare troppo. Ma pagare troppo poco è peggio. Quando si paga troppo si

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99 STAR Guide lineari con manicotti a sfere 45 b 1cr RI 83 100/09.99 Linear Motion and Assembly Technologies STAR Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia standard Guide

Dettagli

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung PART 1 PART 1 Manuel dʼinstructions et dʼentretien Manuel de Uso y Manutención Handleiding

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X)

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X) Cannotto Tappo dell aria (forcelle ad aria) Regolatore dell escursione (TALAS) Manopola del precarico (forcelle a molla) Manopola del ritorno (tutte le forcelle) Levetta di bloccaggio (RL, RLC & RLT) Regolatore

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW CATNA 10s ULTRA NARROW 1 - SPCIFICH TCNICH 2 - COMPATIBILITA CX 10 HD-LINK ULTRA-NARROW CN-R400 L utilizzo di pignoni e ingranaggi non "Campagnolo" può danneggiare la catena. Una catena danneggiata può

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

TRAPANI AVVITATORI A BATTERIA QUANTO MEGLIO LO TIENI IN MANO, TANTO PIÙ CI PUOI DARE DENTRO.

TRAPANI AVVITATORI A BATTERIA QUANTO MEGLIO LO TIENI IN MANO, TANTO PIÙ CI PUOI DARE DENTRO. AVVITATORI A BATTERIA QUANTO MEGLIO LO TIENI IN MANO, TANTO PIÙ CI PUOI DARE DENTRO. Metabo è all'avanguardia nelle macchine a batteria. La nostra tecnologia innovativa di carica li rende più indipendenti

Dettagli

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849 Istruzioni supplementari Adattatore con tubo schermante per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm Document ID: 34849 1 Descrizione del prodotto 1 Descrizione del prodotto L'adattatore con tubo schermante

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Manuale di installazione, uso e manutenzione

Manuale di installazione, uso e manutenzione Industrial Process Manuale di installazione, uso e manutenzione Valvole azionato con volantino (903, 913, 963) Sommario Sommario Introduzione e sicurezza...2 Livelli dei messaggi di sicurezza...2 Salute

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica Raschiatori NBR/FPM DAS, DP6, DP, DP, DRS, DWR Guarnizioni a labbro NBR/FPM /, /M, /M, M, H, C Bonded seal NBR-metallo Guarnizioni a pacco in goa-tela TO, TG, TEO Guarnizioni per pistoni in poliuretano,

Dettagli

Richiesta ai Clienti

Richiesta ai Clienti Richiesta ai Clienti Tutte le riparazioni eseguite su questo orologio, escludendo le riparazioni riguardanti il cinturino, devono essere effettuate dalla CITIZEN. Quando si desidera avere il vostro orologio

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

POMPE PERISTALTICHE PER OGNI ESIGENZA DI PROCESSO

POMPE PERISTALTICHE PER OGNI ESIGENZA DI PROCESSO POMPE PERISTALTICHE PER OGNI ESIGENZA DI PROCESSO altezza di aspirazione: fino a 9 metri capacità di funzionamento a secco autoadescante senso di rotazione reversibile senza dispositivi di tenuta monitoraggio

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Riduttore MOTOX per convogliatori aerei BA 2515. Istruzioni operative 12/2012 MOTOX. Answers for industry.

Riduttore MOTOX per convogliatori aerei BA 2515. Istruzioni operative 12/2012 MOTOX. Answers for industry. Riduttore MOTOX per convogliatori aerei Istruzioni operative 12/2012 MOTOX Answers for industry. Avvertenze generali e di sicurezza 1 2 Descrizione tecnica MOTOX Riduttori dei convogliatori aerei Istruzioni

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE DAL DEGAN 0 MANUALE USO E MANUTENZIONE POMPE A MEMBRANA SERIE DL DL DL DL 0 DL 0 DL DL DL 0 DL 0 DL 0 LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI PRIMA DI USARE LA POMPA IDENTIFICAZIONE COMPONENTI DL DL DL DL 0

Dettagli

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento GRUNDFOS WASTEWATER Pompe per drenaggio e prosciugamento Pompe per drenaggio e prosciugamento altamente efficienti tecnologicamente all avanguardia Grundfos offre una gamma completa di pompe per per drenaggio

Dettagli

Valvola di strozzamento e non ritorno

Valvola di strozzamento e non ritorno Valvola di strozzamento e non ritorno RI 79/0.09 Sostituisce: 0.06 /6 Tipi MG e MK Grandezze nominali da 6 a 0 Serie X Pressione d'esercizio massima 5 bar Portata max. 400 l/min. K564- Sommario Indice

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Guida alla manutenzione. Soluzioni per qualsiasi esigenza di incollaggio, sigillatura, pulizia e lubrificazione

Guida alla manutenzione. Soluzioni per qualsiasi esigenza di incollaggio, sigillatura, pulizia e lubrificazione Guida alla manutenzione Soluzioni per qualsiasi esigenza di incollaggio, sigillatura, pulizia e lubrificazione Soluzioni per esperti di manutenzione In Henkel, siamo consapevoli delle difficoltà che si

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA LA COTTURA IN PENTOLA A PRESSIONE La pentola a pressione è uno strumento ancora tutto da scoprire, da conoscere e da valorizzare, sia dal punto di vista

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp Erkopress 300 Tp-ci Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Apparecchio di termostampaggio con compressore integrato e riserva di

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 3.347.5275.106 IM-P148-39 ST Ed. 1 IT - 2004 Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 1. Informazioni generali per la sicurezza

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

CB 1 CB 2. Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2...

CB 1 CB 2. Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2... CB 1 CB 2 Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2... 1 Indice Note importanti Pagina Corretto impiego...8 Note di sicurezza...8 Pericolo...8 Applicabilità secondo articolo

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

SBN. Vite a ricircolo di sfere ad alta velocità con Sfere Ingabbiate NUOVO

SBN. Vite a ricircolo di sfere ad alta velocità con Sfere Ingabbiate NUOVO NUOVO Vite a ricircolo di sfere ad alta velocità con Sfere Ingabbiate Bassa rumorosità, funzionamento esente da manutenzione a lungo termine Variazione di coppia limitata Valore DN: 130.000 SBN Per dettagli,

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Valvole KSB a flusso avviato

Valvole KSB a flusso avviato Valvole Valvole KSB a flusso avviato Valvole KSB di ritegno Valvole Idrocentro Valvole a farfalla Valvole a sfera Valvoleintercettazionesaracinesca Valvole di ritegno Giunti elastici in gomma Compensatori

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CENNI STORICI Nell anno 1946, l ingegnere americano Ray Arden, un vero pioniere della progettazione dei micromotori ed indiscusso genio in materia, ideò e perfezionò

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Tutto sulle candele ad incandescenza

Tutto sulle candele ad incandescenza www.beru.com Tutto sulle candele ad incandescenza Informazione tecnica n 04 Perfezione integrata Sommario Il motore diesel Principio di funzionamento L avviamento a freddo I sistemi di iniezione 3 3 3

Dettagli

Martelli - mazze - mazzette 462 Utensili di percussione serie con guaina 472 462 464 467 Utensili di percussione 475 Mazzuole 468 475 468 476

Martelli - mazze - mazzette 462 Utensili di percussione serie con guaina 472 462 464 467 Utensili di percussione 475 Mazzuole 468 475 468 476 460 www.facom.com 10. Martelli, utensili di percussione Martelli - mazze - mazzette 462 Utensili di percussione serie con guaina 472 Martelli con impugnatura in Graphite... 462 Martelli con impugnatura

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

Mini accessori. una gamma completa per: il modellismo il fai da te l elettronica l artigianato

Mini accessori. una gamma completa per: il modellismo il fai da te l elettronica l artigianato CATALOGO204 Mini accessori Piccoli, universali, ma soprattutto assolutamente precisi: PG Mini, la nuova linea di accessori che risolve ogni esigenza di lavoro. Tagliare, smerigliare, levigare, forare,

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI DEFINIZIONI LAVORO AI VIDEOTERMINALI VIDEOTERMINALE (VDT): uno schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato.

Dettagli

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso 1. 2. 3. 4. 5. 6. Congratulazioni! Il footpod Polar S1 rappresenta la scelta migliore per misurare la velocità/andatura e la distanza durante la corsa. L'apparecchio

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

per un fai da te di alta qualità

per un fai da te di alta qualità per un fai da te di alta qualità container su misura e programmati 4 anni insieme senza pensieri La garanzia copre tutto il territorio italiano. qualità tedesca 360 affidabilità Sistema di imballaggio

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli