Diagnostica dei danni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Diagnostica dei danni"

Transcript

1 Diagnostica dei danni Principi guida per la valutazione dei guasti ai cuscinetti ruota Autovetture

2 Introduzione Indice Osservazioni generali Introduzione 2-5 Diagnostica dei danni 6-9 Istruzioni di montaggio Utensili di FAG Danni ai cucinetti volventi Motivi di guasto I cuscinetti ruota sono concepiti in modo tale da raggiungere, senza problemi, un chilometraggio di km. Altre cause generalmente anomale possono causare il danneggiamento prematuro di un cuscinetto volvente e influenzarne la durata. Nel 70 % dei casi si tratta di una lubrificazione inadeguata: eccessiva o insufficiente, lubrificante inadeguato ecc. Nel 18 % si tratta di sporcizia: penetrazione di sostanze liquide o solide. Per questo motivo le guarnizioni sono importanti, in quanto un loro funzionamento difettoso può determinare la fuoriuscita di lubrificante e l'ingresso di sporcizia. Nel 10 % dei casi di tratta di un errore di montaggio: montaggio forzato, riscaldamento eccessivo, regolazione errata e gioco inadeguato, serraggio eccessivo del manicotto conico ecc. Diagnostica applicata ai cuscinetti I cuscinetti volventi sono componenti meccanici caratterizzati da un vasto campo applicativo. Essi mantengono inalterata la propria affidabilità anche in condizioni estreme. Solo molto di rado presentano difetti precoci. L eventuale danneggiamento dei cuscinetti volventi viene evidenziato in prima analisi da un anomalo comportamento del supporto durante l'esercizio. Esaminando un cuscinetto danneggiato è possibile determinare le più diverse caratteristiche. Per accertare la causa di un danno, non è quasi mai sufficiente eseguire perizie solo sul cuscinetto; occorre piuttosto considerare anche i componenti circostanti, la qualità della lubrificazione, le condizioni d'esercizio ed i fattori ambientali. L adozione di procedure di analisi pianificate semplifica la ricerca delle cause. Comportamento insolito durante l'esercizio come indizio di danneggiamento: Forme generali di danneggiamento dei cuscinetti volventi surriscaldamento rottura anello esterno inclinazione accoppiamento troppo serrato fatica impronte dei corpi volventi sporcizia lubrificazione inadeguata corrosione rotture dei bordini usura da sfregamento direzione di carico errata La presenza di difetti sui cuscinetti si manifesta di norma con un peggioramento del comportamento durante l'esercizio. Solo raramente i danni 'spontanei', causati ad esempio da errori di montaggio o mancanza di lubrificante, determinano un inutilizzabilità immediata. A seconda delle condizioni d esercizio tra la prima comparsa di danni e l effettiva rottura in circostanze particolari trascorrono mesi. 2

3 Introduzione Comportamento durante l'esercizio Possibili cause Conseguenza Funzionamento rumoroso Danni ad anelli e corpi volventi Sporcizia Sfarfallamento crescente delle ruote Aumento del gioco di ribaltamento Vibrazione dello sterzo Vibrazioni di intensità sempre maggiore Eccessivo gioco del cuscinetto Urti di intensità sempre maggiore Rumorosità anomala suoni acuti o striduli gioco insufficiente rumori rimbombanti o non uniformi gioco eccessivo danni alle superfici di rotolamento sporcizia lubrificante inadeguato modifica graduale della rumorosità Modifica del gioco dovuta a influssi termici danneggiamento della pista di rotolamento 3

4 Introduzione Osservazioni Cause del danneggiamento dei cuscinetti e misure correttive Diagnostica dei danni cuscinetti ruota Ovalizzazione I cuscinetti ruota sono componenti fondamentali degli autoveicoli. Contribuiscono infatti in modo rilevante al comfort e alla sicurezza di guida. Sono inoltre sottoposti alle sollecitazioni più diversificate, quali velocità elevata delle ruote, urti violenti dovuti alle irregolarità del piano stradale, sporcizia e temperature estreme. Tutto ciò può influenzare negativamente la funzionalità dei cuscinetti ruota e, in condizioni sfavorevoli, provocarne la rottura o il blocco. In caso di blocco del cuscinetto ruota durante la guida del veicolo, il medesimo può provocare situazioni pericolose per la circolazione o persino incidenti! 1. Rimuovere il cuscinetto ruota estraendolo dal foro di alloggiamento. 2. Verificare se la superficie dell'anello esterno del cuscinetto ruota presenta una macchia scura su due lati opposti. Controllare che le due superfici disposte a 90 rispetto alle macchie scure non siano danneggiate. In caso contrario il foro di alloggiamento è deformato e il fuso deve essere cambiato. 3. Smontare il cuscinetto ruota ed accertarsi che le piste delle sfere dell'anello esterno non siano interessate da fenomeni di spianamento. A questo scopo rimuovere prima l'elemento di tenuta (utilizzando ad esempio un'apposita pinza) e quindi smontare i componenti del gruppo, ovvero anello esterno, anello interno, gabbia e sfere. 4. Pulire le piste dell'anello esterno e verificare se è presente craterizzazione in corrispondenza delle macchie scure sul lato esterno dell'anello esterno. L'eventuale craterizzazione conferma l'ovalizzazione del fuso. 4

5 Introduzione In generale attenersi ai punti seguenti: Problema Causa Rimedio Il cuscinetto ruota produce rumori forti in seguito al montaggio e alla messa in funzione. Uno dei due anelli interni è danneggiato: 1. Il mozzo non è a misura in quanto è stata effettuata una regolazione troppo stretta. 2. L'anello interno è stato montato in modo scorretto sul mozzo utensile sbagliato cuneo o boccola tra il pistone di pressione e il lato di fermo dell'anello del cuscinetto non parallelo. 3. Eccessiva ovalizzazione del foro di alloggiamento, con conseguente netta limitazione del gioco radiale del cuscinetto della ruota nei settori più stretti dell' ovalizzazione. 4. Il foro di alloggiamento nel fuso è danneggiato. 5. Ammaccature o graffi profondi sia sul mozzo che sul cuscinetto ruota causati da uno smontaggio inadeguato Sostituire il cuscinetto e il mozzo ruota. Sostituire il cuscinetto ruota completo. Sostituire il fuso a snodo e il cuscinetto ruota. Eliminare piccoli difetti del mozzo (ad es. tramite levigatura) oppure sostituire il mozzo e il cuscinetto ruota. Eliminare piccoli difetti del mozzo (ad es. tramite levigatura) oppure sostituire il mozzo e il cuscinetto ruota. Il cuscinetto ruota diventa rumoroso dopo un determinato chilometraggio ( km). Foro di alloggiamento del fuso a snodo con ovalizzazione media la quale tuttavia è sufficiente a limitare il gioco radiale del cuscinetto ruota, causando i danneggiamenti descritti al punto precedente. Sostituire il fuso a snodo e il cuscinetto ruota. Eccessivo sviluppo di calore all'inizio del funzionamento. 1. Gioco assiale del cuscinetto ruota tra mozzo e fuso a snodo fortemente limitato. Errata regolazione e/o montaggio difettoso dei pezzi. 2. L'errato montaggio del cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento (mancano gli anelli di fissaggio nei fori di alloggiamento) determina un graduale spostamento assiale del cuscinetto ruota e del mozzo. Il mozzo rotante fa attrito con la sede fissa del cuscinetto ruota. Questo forte attrito determina un aumento della temperatura nella zona del cuscinetto ruota. Il grasso brucia e si giunge ad una rottura. Controllare le regolazioni del fuso a snodo e del mozzo e se necessario ripetere. Smontare il cuscinetto ruota e controllare se sono presenti gli anelli di fissaggio, se necessario sostituire il cuscinetto ruota. 5

6 Diagnostica applicata ai cuscinetti Surriscaldamento Rottura anello esterno Inclinazione Causa Forte calore esterno Insufficiente dissipazione del calore Raffreddamento o lubrificazione inadeguati Causa Scarso appoggio degli anelli nell'alloggiamento del cuscinetto Precarico assiale dovuto ad un gioco errato sul cuscinetto durante l'esercizio a temperature elevate Causa Alberi piegati Sbavature o sporcizia sull'albero oppure sugli spallamenti dell'alloggiamento Filettature degli alberi che non sono disposte parallelamente all'asse rispetto alla sede del cuscinetto Dadi degli alberi con superfici anteriori che non corrispondono all'asse della filettatura Conseguenza Scolorimento degli anelli, dei corpi volventi e delle gabbie da giallo a blu Temperature superiori a 200 C riducono la durezza e la capacità di carico e possono determinare rotture precoci In casi estremi si verifica una deformazione dei componenti del cuscinetto L'aumento di temperatura può anche peggiorare o distruggere il lubrificante Conseguenza Di solito la rottura si propaga uniformemente lungo la circonferenza, spesso in corrispondenza di parti danneggiate In presenza di sollecitazione assiale, simili rotture compaiono abitualmente a breve distanza dal centro della pista Il lato esterno dell'anello esterno presenta una superficie di lavoro irregolare Conseguenza Una traccia di usura disposta obliquamente rispetto ai bordi della pista dell'anello verticale Rimedio Controlli di temperatura o sovraccarico Sufficiente dissipazione del calore Rimedio Miglioramento del montaggio del cuscinetto Correzione del gioco Seguire i suggerimenti riportati nelle istruzioni di montaggio dei produttori Rimedio Ispezione degli alberi e dell'alloggiamento per individuare possibili deviazioni della pista sugli spallamenti e sulle sedi dei cuscinetti Lavorazione di filetto e sede del cuscinetto in un'unica fase Utilizzo di dadi di alberi precisi 6

7 Diagnostica applicata ai cuscinetti Serraggio troppo stretto Affaticamento Impronte dei corpi volventi Causa Traccia perimetrale sulle piste Causa Utilizzo di un cuscinetto inadeguato (esternamente non visibile, eventualmente costruzione interna non adatta per l'applicazione) Causa Sovraccarico statico del cuscinetto Forti impatti sul cuscinetto Utilizzo di un martello durante il montaggio Caduta di cuscinetti o unità costruttive montate Montaggio di un cuscinetto su un albero esercitando forza sull'anello esterno Conseguenza Un funzionamento continuo con carico elevato, lubrificazione inadeguata e gioco insufficiente determina una rapida usura e fatica Conseguenza Spesso denominata sfogliatura; causata da screpolature nella superficie di scorrimento e costante usura di piccole particelle di materiale singole dagli anelli interni, esterni o dai corpi volventi La sfogliatura è progressiva e si espande rapidamente, una volta iniziata, per effetto dell'utilizzo continuo È sempre accompagnata da un aumento percettibile del rumore Conseguenza Le impronte dei corpi volventi sembrano delle ammaccature sulle piste e amplificano le vibrazioni del cuscinetto (rumore) Impronte pesanti dei corpi volventi possono causare guasti precoci Rimedio Impostazione corretta del gioco e/o del cuscinetto ruota Rimedio Sostituire il cuscinetto Rimedio Montaggio/smontaggio dei cuscinetti con utensile adeguato Applicazione il corretto serraggio solo sull'anello saldamente montato 7

8 Diagnostica applicata ai cuscinetti Contaminazione Lubrificazione inadeguata Corrosione Causa Polvere sospesa, sporcizia o sostanze abrasive provenienti da ambienti di lavoro contaminati Mani sporche o utensili imbrattati Additivi estranei in soluzioni di pulizia o lubrificazione Causa Lubrificazione limitata Aumenti di temperatura Causa I cuscinetti sono stati esposti a liquidi od ambienti corrosivi Guarnizioni difettose o lubrificanti inadeguati Conseguenza Le impronte su corpi volventi e sulle piste causano vibrazioni Conseguenza Scoloritura (blu/marrone) di corpi volventi e piste di corpi volventi Ne consegue un'usura eccessiva di corpi volventi, anelli e gabbie, causata da surriscaldamento e rottura Conseguenza Scolorimento rosso/marrone o depositi su corpi volventi, piste o gabbie Aumento della vibrazione seguito da usura Aumento del gioco radiale o perdita di precarico Rimedio La pulizia dei locali di lavoro, degli utensili, degli oggetti e delle mani riduce i rischi Evitare levigature in prossimità del luogo di montaggio del cuscinetto Lasciare i cuscinetti nei loro imballi originali fino al montaggio Adottare provvedimenti di isolamento nei confronti di un ambiente contaminato Durante le interruzioni del lavoro, coprire i cuscinetti montati aperti Rimedio Utilizzo del lubrificante giusto e della quantità giusta Controllo del precarico per ridurre le temperature del cuscinetto Rimedio Evitare di utilizzare liquidi corrosivi in prossimità del cuscinetto Utilizzare lubrificante idoneo con specifica corrispondente 8

9 Diagnostica applicata ai cuscinetti Rotture dei bordi Usura da sfregamento Direzione di carico errata Causa Carico assiale eccede il limite ammesso, il bordo non è sostenuto in modo adeguato Sollecitazione d'urto assiale Errore di montaggio/smontaggio Causa Lubrificazione insufficiente con sollecitazioni elevate Quantità o consistenza del lubrificante insufficiente Quando tra il lato anteriore del rullo e il bordino non è presente un film lubrificante idrodinamico Precarico eccessivo per effetto della dilatazione termica Disallineamento dei rulli in base all'usura delle piste o inclinazione dell'anello Causa I cuscinetti a sfere a contatto obliquo sono progettati per una direzione di carico Se il carico viene applicato nella direzione contraria, la superficie di contatto ellittica viene tagliata dagli spallamenti bassi Il risultato è una sollecitazione molto elevata e un aumento di temperatura seguiti da una maggiore vibrazione e da una rottura precoce Conseguenza I bordi di sostegno sono parzialmente o completamente rotti o staccati Conseguenza Saldature ampie o parziali e graffi profondi nei bordini e nelle superfici anteriori dei rulli Cokiefazione del lubrificante in questa zona Conseguenza Le sfere presentano una banda di usura scanalata, causata dalla rotazione delle sfere sopra il bordo della pista Rimedio Tenere il carico all'interno dei limiti previsti Rispettare le istruzioni e le procedure di montaggio Rimedio Utilizzare lubrificante idoneo con specifica corrispondente Verificare il precarico corretto del cuscinetto Rimedio Verificare il montaggio corretto del cuscinetto a sfere a contatto obliquo 9

10 Istruzioni per il montaggio Montaggio del cuscinetto ruota nel fuso a snodo Montare dapprima l'intero cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento del fuso a snodo come descritto di seguito: 1. Il cuscinetto viene spinto nel foro di alloggiamento del fuso a snodo mediante il relativo anello esterno (4). Allo scopo viene utilizzato un disco di pressione (1) con alesaggio (2) con cui si garantisce che la trasmissione della pressione esercitata (F) avvenga sull'anello esterno. Il fuso a snodo è disposto sulla piastra di base (3) della pressa. 1 F Il cuscinetto viene spinto nel foro di alloggiamento del fuso a snodo mediante il relativo anello esterno (5). Il fuso a snodo è disposto col lato flangiato centrato sulla boccola di supporto (3) (freccia). Utilizzando un disco di pressione (1) con alesaggio (2) il cuscinetto viene spinto da una pressa ed inserito perfettamente a filo. F = piastra di base della pressa F = pressione Servendosi di una pinza speciale, viene infine inserito un anello di fissaggio nella gola del fuso a snodo per fissare assialmente il cuscinetto ruota. 4. Durante il montaggio del cuscinetto ruota nel foro di alloggiamento, occorre prestare attenzione alla sfaccettatura presente su un lato del cuscinetto. La sfaccettatura deve essere disposta all'interno del dispositivo di pressione per evitare che durante l'inserimento il cuscinetto si inclini. Importante: Evitare assolutamente che la pressione (F) venga trasmessa alle sfere del cuscinetto! In caso contrario le superfici di scorrimento vengono incise e il cuscinetto si danneggia! 10

11 Istruzioni per il montaggio Montaggio del mozzo ruota 1.Posizionare il mozzo (4) sulla piastra di base (3) di una pressa. Fare leva sul cuscinetto ruota premontato nel giunto (5) con l'ausilio di una boccola di montaggio (2). Importante: Posizionare la boccola solo sul lato frontale dell'anello interno! 1 = disco di pressione F = pressione F 2 3 Nota: Per alcuni veicoli la disposizione dei pezzi da montare è opposta. Il fuso a snodo viene posizionato sulla piastra di base e il mozzo viene inserito a pressione dall'alto = mozzo 2 = fuso a snodo 3 = boccola di montaggio 4 = piastra di base 4 3 Importante: Utilizzare sempre la boccola di supporto! Essa infatti sostiene l'anello interno durante l'inserimento a pressione, al fine di evitare di solcare le piste di scorrimento delle sfere nell'anello esterno del cuscinetto! 2. Il dado di fissaggio del cuscinetto ruota deve essere serrato con la coppia indicata dal costruttore del veicolo. La coppia di serraggio del dado è importante non solo per il fissaggio della ruota, ma anche per garantire un gioco ottimale sul cuscinetto. Per ottenere la coppia corretta è indispensabile l'utilizzo di una chiave dinamometrica. Nota: Non inclinare il cuscinetto ruota durante il montaggio nel foro di alloggiamento o sul mozzo per evitare di danneggiarlo. I cuscinetti ruota con elementi di tenuta sono ingrassati dal costruttore. Non necessitano di ulteriore lubrificazione e non devono essere puliti con solventi. I solventi possono danneggiare prematuramente il cuscinetto. 11

12 Istruzioni per il montaggio Montaggio e registrazione di cuscinetti a rulli conici su mozzi di autoveicoli Generalità Lo smontaggio e il montaggio di un cuscinetto a rulli conici può variare a seconda del costruttore del veicolo. Rispettare sempre le indicazioni del costruttore del veicolo! Supporto di un'autovettura con cuscinetti a rulli conici registrati (asse non motore). 1. Pulire il corpo del mozzo. 2. Lubrificare leggermente le sedi degli anelli esterni (frecce) con olio. Inserire entrambi gli anelli esterni (1) e (3) con un pistone (2). 1 2 Importante: Posizionare il pistone solo sul lato frontale dell'anello esterno! Gli anelli esterni devono essere a filo con gli spallamenti dell'alloggiamento! 3 12

13 Istruzioni per il montaggio 3. Ingrassare bene l'anello interno del cuscinetto interno. Importante: Comprimere il grasso anche fra gabbia, anello interno e rulli (frecce)! 4. Inserire l'anello interno nel mozzo. 5. Inserire l'anello di tenuta per alberi nel mozzo. Importante: Il bordo deve essere rivolto in direzione opposta rispetto al cuscinetto! 6. Posizionare la protezione (1) e l'anello intermedio (2) sul fuso a snodo. 1 Importante: La protezione deve essere a filo con l'intera circonferenza del giunto (frecce)! 2 13

14 Istruzioni per il montaggio Montaggio e registrazione di cuscinetti a rulli conici su mozzi di autoveicoli 7. Spingere il mozzo sul fuso a snodo. Importante: Prestare attenzione a non danneggiare l'anello di tenuta dell'albero! 8. Ingrassare bene l'anello interno del cuscinetto esterno. Importante: Comprimere il grasso anche fra gabbia, anello interno e rulli (frecce)! 9. Spingere l'anello interno del cuscinetto esterno sul fuso a snodo. 10. Posizionare la rosetta di spinta (1). 11. Avvitare il dado a corona (2). 12. Serrare il dado a corona ruotando contemporaneamente il mozzo fino ad avvertire una certa resistenza. 1 Importante: Utilizzare una chiave dinamometrica e rispettare le istruzioni di riparazione del costruttore del veicolo! 2 14

15 Istruzioni per il montaggio 13. Svitare nuovamente il dado a corona di max. 1/12 di giro fino a coprire il successivo foro per copiglia, quindi fissare con copiglia. 14. Verificare lo scorrimento del supporto e il gioco di ribaltamento. Nota: La ruota deve poter girare facilmente senza forzature. Sul cerchio non deve essere presente gioco di ribaltamento. Se necessario, sostituire la rosetta di spinta o il dado. Se presente, utilizzare uno strumento di misurazione e verificare il gioco assiale del supporto. 15. Posizionare il coperchio. 16. Una volta provato il gruppo, verificare che il gioco non si sia modificato. Se necessario, correggere la registrazione. 15

16 Utensili di FAG Set di utensili di montaggio Chiavi a tubo per il montaggio o lo smontaggio Set utensili montaggio FAG Chiavi a tubo FAG I set di utensili di montaggio FAG sono indicati per eseguire un montaggio economico e sicuro dei cuscinetti volventi fino a 50 mm di foro. In questo modo è possibile montare senza problemi anche boccole, anelli intermedi, guarnizioni e pezzi simili. Con colpi di martello su una boccola di piantaggio corrispondente, si inseriscono anelli interni saldamente montati sull'albero e/o sugli anelli esterni nel foro dell'alloggiamento. In questo modo si evita che i corpi volventi e le piste trasmettano le forze di montaggio e possano esserne danneggiate. Il FITTING.TOOL.ALU.SET10-50 contiene boccole di estrazione in alluminio e anelli di estrazione in materiale plastico. I pezzi sono maneggevoli ed economici. Oggetto fornitura Sigla d'ordinazione: FITTING. TOOL.ALU.SET Anelli di estrazione 33 pezzi per foro cuscinetto mm Diametro esterno fino a 110 mm Boccole di estrazione 3 pezzi Martello antirimbalzo, 1 kg Dimensioni valigetta 440~350~95 mm Peso set completo 4,5 kg disponibile anche come pezzi singoli. Per ghiere da KM0 a KM20. Le chiavi a tubo FAG LOCKNUT.SOCKET vengono utilizzate per serrare e allentare senza difficoltà ghiere su alberi, bussole di trazione e pressione. Lungo la circonferenza della ghiera, necessitano di meno spazio rispetto alle chiavi a settore e consentono di utilizzare cricchetti e chiavi torsiometriche. Per incrementare la sicurezza del lavoro, si consiglia di assicurare le chiavi a tubo con apposito perno di fissaggio e anello di gomma. Le chiavi a tubo FAG, infatti, sono munite di un foro per il perno di fissaggio e di una scanalatura per l'anello di gomma. Il perno di fissaggio e l'anello di gomma sono forniti di serie. Esempio di ordinazione per una chiave a tubo FAG, compatibile con ghiera KM5: FITTING.TOOL.ALU.SET10-50 Codice articolo LOCKNUT.SOCKET.KM5 Codice articolo

17 Utensili di FAG Chiave a settore e a perni per il montaggio o lo smontaggio Chiavi a settore snodate e FAG Chiavi a settore snodate e FAG Chiave a compasso ad aggancio frontale FAG Per ghiere da KM0 a KM40 e ghiere di precisione da ZM06 a ZM150 e da ZMA15/33 a ZMA100/140 Per ghiere di precisione da AM15 a AM90 Per ghiere di precisione da LNP017 a LNP170 Le chiavi a settore snodate FAG della serie LOCKNUT. FLEXI-HOOK vengono utilizzate per serrare e allentare ghiere (ghiere di precisione) su alberi, bussole di trazione e bussole a pressione in assenza di una coppia specificata. Lo snodo consente di montare e smontare ghiere di diversa grandezza utilizzando una chiave a settore della serie LOCKNUT. FLEXI-HOOK. Le chiavi a perni snodate FAG della serie LOCKNUT. FLEXI-PIN vengono utilizzate per serrare e allentare ghiere di precisione su alberi in assenza di una coppia specificata. Mediante le chiavi a perni snodate FAG è possibile montare piccoli cuscinetti su sedi coniche degli alberi. Il serraggio si effettua tramite appositi fori disposti in senso radiale. Le chiavi a compasso FAG della serie LOCKNUT. FACE-PIN vengono utilizzate per serrare o allentare ghiere di precisione su alberi in assenza di una coppia specificata. Mediante le chiavi a compasso FAG è possibile montare piccoli cuscinetti su sedi coniche degli alberi. Il serraggio si effettua tramite appositi fori disposti in senso assiale. Esempio di ordinazione per una chiave a settore snodata FAG, compatibile con ghiere da KM14 a KM24: Esempio di ordinazione per una chiave a perni snodata FAG, compatibile con ghiere da AM35 a AM60: Esempio di ordinazione per una chiave a compasso FAG, compatibile con ghiere da LNP017 a LPN025: LOCKNUT.FLEXI-HOOK.KM14-24 Codice articolo LOCKNUT.FLEXI-PIN.AM35-60 Codice articolo LOCKNUT.FACE-PIN.LNP17-25 Codice articolo

18 Utensili di FAG Chiave a settore e chiave a perni per il montaggio o lo smontaggio Kit di chiavi a doppio settore FAG Set chiavi a doppio settore FAG Chiavi a doppio settore sono costituiti da una valigetta contenente una chiave a doppio settore, una chiave dinamometrica e un manuale d'uso. La chiave dinamometrica consente di determinare con esattezza la posizione iniziale di montaggio con una coppia di serraggio predefinita. (denominazioni FAG precedenti e ) contengono quattro o cinque chiavi a doppio settore. Il restante contenuto della valigetta corrisponde a quello del kit. (denominazione precedente da DHN5 a DHN13) sono disponibili anche singolarmente. Su ogni chiave a doppio settore sono incisi gli angoli di rotazione per i cuscinetti orientabili a sfere che vanno montati con questa chiave, per cui è possibile impostare con esattezza lo spostamento assiale e la riduzione del gioco radiale. LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM5.KIT Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM13.KIT Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM5-8.SET Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM9-13.SET Codice articolo LOCKNUT.DOUBLEHOOK.KM13 Codice articolo

19 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori meccanici Estrattori a due bracci Gli estrattori meccanici vengono utilizzati per smontare piccoli cuscinetti volventi aventi un diametro massimo del foro pari a 100 mm circa, installati sull'albero o nell'- alloggiamento con accoppiamento forzato. Per non causare danni in fase di smontaggio, l'estrattore deve agire sull'anello del cuscinetto con accoppiamento forzato. Negli estrattori meccanici FAG, la forza di estrazione si applica solitamente con appositi mandrini filettati. Oltre a dispositivi a due, tre e quattro bracci e ad un utensile a pressione idraulico, FAG offre anche estrattori speciali. Per estrarre cuscinetti volventi completi o anelli interni in accoppiamento forzato e altri componenti, ad es. ingranaggi Apertura di presa mm, profondità di presa mm disponibile come set (supporto con 6 estrattori) o singolarmente ABZIEHER54.SET Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo

20 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori a tre bracci Utensile a pressione idraulica Estrattori di cuscinetti a sfere Per estrarre cuscinetti volventi completi o anelli interni in accoppiamento forzato Apertura di presa mm, profondità di presa mm Per sbloccare componenti in accoppiamento forzato in combinazione con estrattori meccanici L'operazione è chiaramente più semplice grazie alla generazione di una forza assiale pari a 80 / 150 kn; per lo strumento più grande vi è un ritorno idraulico Per estrarre cuscinetti a sfere radiali completi In caso di anello esterno con accoppiamento forzato Per cuscinetti non raggiungibili in senso radiale Disponibili tre set con vari denti di innesto ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER SET Codice articolo ABZIEHER SET Codice articolo ABZIEHER SET Codice articolo

21 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori di cuscinetti speciali Dispositivo di estrazione Set estrattori interni Per cuscinetti radiali (cuscinetti a sfere a gola profonda, cuscinetti orientabili a sfere, nonché cuscinetti orientabili a rulli, sfere e cilindrici) specificare la casa costruttrice. In caso di anello interno o esterno con accoppiamento forzato ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER64A..., ~64B, ~64C, ~64D Codice articolo Per tutti i tipi di cuscinetti volventi. Per estrarre cuscinetti volventi completi o anelli interni in accoppiamento forzato. L'estrattore e la piastra regolabile sono disponibili in cinque formati con aperture di presa fino a 210 mm. Indicato soprattutto nei casi in cui l'anello interno è appoggiato allo spallamento di un albero in cui non vi sono scanalature di estrazione. La posizione del cuscinetto deve essere ben accessibile in senso radiale. ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo Per cuscinetti a sfere a gola profonda e cuscinetti a sfere a contatto obliquo. Il set di estrattori interni è costituito da nove estrattori e può essere utilizzato con fori da 5 mm a 70 mm circa. In caso di anello esterno con accoppiamento forzato Il foro dell'anello interno deve essere libero. ABZIEHER62.SET Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo ABZIEHER Codice articolo

22 Utensili di FAG Estrattori meccanici Estrattori idraulici Set estrattori interni Estrattori idraulici standard con pompa manuale integrata Per cuscinetti a sfere a gola profonda standard. Il set, composto da 6 serie di bracci estrattori e 2 mandrini filettati può essere utilizzato con fori da 10 a 100 mm di grandezza. In caso di anello esterno con accoppiamento forzato Senza smontaggio dell'albero PULLER.INTERNAL.SET Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A1 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A2 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A3 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A4 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A5 Codice articolo PULLER.INTERNAL.ARM-A6 Codice articolo PULLER.INTERNAL.SPINDEL.M12 Codice articolo PULLER.INTERNAL.SPINDEL.M16 Codice articolo PULLER.INTERNAL.SUITCASE Codice articolo PULLER.INTERNAL.INLAY Codice articolo Estrattori compatti per forza di estrazione fino a 80 kn, corredati di rete di sicurezza, in una robusta valigetta. Sigla d'ordinazione Forza di Apertura di Profondità Corsa Peso estrazione presa di presa Estrattore kn mm mm mm kg , JAW (190*) 82 4, XL JAW Long JAW (229*) 82 6, XL JAW Long JAW * con tiranti più lunghi opzionali, ricambi ordinabili singolarmente 22

FAG Apparecchiature e servizi per il montaggio e la manutenzione dei cuscinetti volventi

FAG Apparecchiature e servizi per il montaggio e la manutenzione dei cuscinetti volventi FAG Apparecchiature e servizi per il montaggio e la manutenzione dei cuscinetti volventi Per una maggiore sicurezza in esercizio dei cuscinetti volventi Informazioni sul catalogo Questo catalogo è rivolto

Dettagli

Utensili per la riparazione del cambio e differenziale

Utensili per la riparazione del cambio e differenziale -01 KL-0315 KL-0140-2 Mercedes, BMW Differenziale KL-0315 - Asta di fissaggio Per la flangia articolata su di autovetture Mercedes, BMW. Adatta anche per: Peugeot, Ford, GM, Chrysler, Volvo, ecc. KL-0140-2

Dettagli

Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI

Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI Il volano bimassa è ormai montato su quasi tutte le diesel e su molte auto a benzina e a differenza di quello classico talvolta manifesta rumorosamente il suo cattivo

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Danneggiamenti tipici nei componenti autotelaio e dello sterzo.

Danneggiamenti tipici nei componenti autotelaio e dello sterzo. Danneggiamenti tipici nei componenti autotelaio e dello sterzo. www.meyle.com Chi ha subito questo danno, dovrebbe al più presto possibile procurarsi dei pezzi di ricambio rinforzati. Supporti idraulici

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Manuale di Riparazione 1

Manuale di Riparazione 1 Manuale di Riparazione 1 EDIZIONE 2006 Manuale di Riparazione 2 Unità Propulsiva ad Idrogetto MANUALE DI RIPARAZIONE Alamarin-Jet Oy ha pubblicato questo Manuale con l intento di aiutare persone e cantieri

Dettagli

ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08

ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI. Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 ITIS OTHOCA ORISTANO I CUSCINETTI VOLVENTI Prof. Ignazio Peddis A.S. 2007/08 I cuscinetti volventi Il cuscinetto volvente, detto anche cuscinetto a rotolamento, è un elemento posizionato tra il perno di

Dettagli

Fissaggio e giochi dei cuscinetti

Fissaggio e giochi dei cuscinetti Fissaggio e giochi dei cuscinetti Fissaggio dei cuscinetti 9 Fissaggio radiale 9 Fissaggio assiale 91 Posizionamento su un unico supporto 91 Posizionamento su due supporti 92 Processi di fissaggio assiale

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione CR, CRN 120 e 150 50/60 Hz 3~ 1. Identificazione del modello... 2 1.1 Targhetta identificativa... 2 1.2 Codice del modello... 2 2. Coppie di serraggio e lubrificanti... 3 3.

Dettagli

IT_100225283 / Rev. Stand 004

IT_100225283 / Rev. Stand 004 Istruzioni per l'uso Riduttore epicicloidale standard PLS / WPLS / PLV / PLS-HP / PLF-HP PLN / WPLN / WGN / PLFN PSN / PSFN PLE / WPLE / PLFE PLPE / WPLPE / PLHE IT_100225283 / Rev. Stand 004 1 Sommario

Dettagli

Istruzioni per il montaggio

Istruzioni per il montaggio Istruzioni per il montaggio Indicazioni importanti sulle Istruzioni per il montaggio VOSS Per ottenere dai prodotti VOSS un rendimento ottimale e la massima sicurezza di funzionamento, è importante rispettare

Dettagli

MODELLI. Estrattori Meccanici

MODELLI. Estrattori Meccanici Estrattori Meccanici Utensili per la Manutenzione dagli Esperti della Gestione dell Attrito Con oltre un secolo di esperienza nella tecnologia della gestione dell attrito, sa quanto critiche siano le corrette

Dettagli

Manuale di riparazione

Manuale di riparazione SS70- SN70 Manuale di riparazione INDICE 1.INTRODUZIONE 3 2. NORME DI RIPARAZIONE 3 2.1 RIPARAZIONE DELLA PARTE MECCANICA...3 2.1.1 SMONTAGGIO DELLA PARTE MECCANICA...4 2.1.2 RIMONTAGGIO DELLA PARTE MECCANICA...6

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

Indice. Parte 1 Fondamenti 2. 1 Introduzione 3. 3 Analisi dei carichi e delle tensioni e deformazioni 65. 2 Materiali 29

Indice. Parte 1 Fondamenti 2. 1 Introduzione 3. 3 Analisi dei carichi e delle tensioni e deformazioni 65. 2 Materiali 29 Romane.pdf 19-09-2008 13:20:05-9 - ( ) Prefazione all edizione italiana Ringraziamenti Simboli xxi xix Parte 1 Fondamenti 2 1 Introduzione 3 xvii 1 1 Il progetto 4 1 2 La progettazione meccanica 5 1 3

Dettagli

Viega Megapress. Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale.

Viega Megapress. Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale. Viega Megapress Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale. Descrizione sistema Impiego previsto Il sistema Megapress è adatto all impiego per impianti di riscaldamento, raffreddamento

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

BMW-Motorrad. Smontaggio della protezione motore

BMW-Motorrad. Smontaggio della protezione motore Smontaggio della protezione motore Smontare le viti (8) e (7) con la rondella (6). Togliere i dadi (9) e rimuovere la protezione del motore (1). Smontare il tampone (3). Smontare il dado (5). Estrarre

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

ECO Plus 2 la nuova generazione dell unità mozzo BPW ECO

ECO Plus 2 la nuova generazione dell unità mozzo BPW ECO Allg 7124703d ECO Plus 2 la nuova generazione dell unità mozzo BPW ECO L unità mozzo BPW ECO, già venduta e collaudata milioni di volte nella versione ECO Plus, verrà sostituita a partire da settembre

Dettagli

Impianti di trasporto a nastro

Impianti di trasporto a nastro Gli esperti in soluzioni di lubrificazione Impiego dei sistemi di lubrificazione perma Impianti di trasporto a nastro Lubrificazione con nastro in funzione Gli impianti di trasporto a nastro vengono utilizzati

Dettagli

Consigli per le officine

Consigli per le officine Consigli per le officine Garanzia OE GKN è il partner ideale per componenti e sistemi di trasmissione, riparazione e manutenzione, progettazione e costruzione di sistemi di trasmissione speciali. Noi forniamo

Dettagli

Sistemi di serraggio Il sistema di serraggio ottimale per singoli impieghi - panoramica.

Sistemi di serraggio Il sistema di serraggio ottimale per singoli impieghi - panoramica. 05/2012 Sistemi di serraggio Il sistema di serraggio ottimale per singoli impieghi - panoramica. Di Thomas Oertli Il migliore sistema di serraggio in assoluto non esiste.tuttavia noi siamo in grado di

Dettagli

WEICONLOCK Adesivi Anaerobici e Sigillanti. Nuovo. bloccaggio ritenuta sigillatura guarnizioni

WEICONLOCK Adesivi Anaerobici e Sigillanti. Nuovo. bloccaggio ritenuta sigillatura guarnizioni Nuovo Erogatore a penna! WEICONLOCK Adesivi Anaerobici e Sigillanti bloccaggio ritenuta sigillatura guarnizioni facili da applicare procedimento pulito dosatura accurata La soluzione ideale per la costruzione,

Dettagli

POZZETTO TERMOMETRICO

POZZETTO TERMOMETRICO Industrial instrumentation for Pressure and Temperature ITA Manuale d uso MI-TW-ITA_2 10/2014 Copyright Nuova Fima S.p.A. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta

Dettagli

LUBRIFICANTI INGRASSARE ASSEMBLARE LUBRIFICARE TRATTARE LE SUPERFICI LUBRIFICANTI LOCTITE LA RISPOSTA DEFINITIVA AD OGNI PROBLEMA DI LUBRIFICAZIONE

LUBRIFICANTI INGRASSARE ASSEMBLARE LUBRIFICARE TRATTARE LE SUPERFICI LUBRIFICANTI LOCTITE LA RISPOSTA DEFINITIVA AD OGNI PROBLEMA DI LUBRIFICAZIONE LUBRIFICANTI INGRASSARE ASSEMBLARE LUBRIFICARE TRATTARE LE SUPERFICI LUBRIFICANTI LOCTITE LA RISPOSTA DEFINITIVA AD OGNI PROBLEMA DI LUBRIFICAZIONE LUBRIFICANTI CONTENUTO INTRODUZIONE Pag. 3 INGRASSARE

Dettagli

GLI ATTUATORI PNEUMATICI

GLI ATTUATORI PNEUMATICI GLI ATTUATORI PNEUMATICI 1. Attuatori pneumatici In generale gli attuatori sono gli organi finali di un sistema automatico. Essi trasformano una energia (elettrica o di pressione di un liquido o di un

Dettagli

ATTUATORE PNEUMATICO A CILINDRO SERIE 1-X-431 con COMANDO MANUALE SERIE 1-X-4006 ISTRUZIONI PER INSTALLAZIONE - IMPIEGO - MANUTENZIONE

ATTUATORE PNEUMATICO A CILINDRO SERIE 1-X-431 con COMANDO MANUALE SERIE 1-X-4006 ISTRUZIONI PER INSTALLAZIONE - IMPIEGO - MANUTENZIONE ISTRUZIONI PER INSTALLAZIONE - IMPIEGO - MANUTENZIONE MAN0059I / Rev.0 LIMITAZIONI D'USO: NTG 76/556 ATTUATORE PNEUMATICO A CILINDRO SERIE 1-X-431 con COMANDO MANUALE SERIE 1-X-4006 - 2 - MAN0059I / Rev.0

Dettagli

Catalogo Attrezzi Speciali. Novembre 2014

Catalogo Attrezzi Speciali. Novembre 2014 Catalogo Attrezzi Speciali Novembre 2014 Copyright Schaeffler Automotive Aftermarket GmbH & Co. KG Novembre 2014 Indice Indice Pagina 1 Attrezzi speciali LuK 4 Kit attrezzi montaggio frizione autoregolante

Dettagli

Tenuta meccanica RG-4 stazionaria, doppia, con sistema otturatore

Tenuta meccanica RG-4 stazionaria, doppia, con sistema otturatore Serie SCK ISTRUZIONI D'USO E MONTAGGIO Traduzione delle istruzioni originali Tenuta meccanica RG-4 stazionaria, doppia, con sistema otturatore Conservare per impieghi futuri! Osservare scrupolosamente

Dettagli

Sega a disco idraulica. HCS14 Pro HCS16 Pro HCS18 Pro. HYCON A/S Juelstrupparken 11 DK-9530 Støvring Danimarca

Sega a disco idraulica. HCS14 Pro HCS16 Pro HCS18 Pro. HYCON A/S Juelstrupparken 11 DK-9530 Støvring Danimarca Sega a disco idraulica HCS14 Pro HCS16 Pro HCS18 Pro HYCON A/S Juelstrupparken 11 DK-9530 Støvring Danimarca Tel: +45 9647 5200 Fax: +45 9647 5201 Mail: hycon@hycon.dk www.hycon.dk Indice Pagina 1. Misure

Dettagli

Danneggiamenti tipici nelle pompe acqua e loro cause. www.meyle.com

Danneggiamenti tipici nelle pompe acqua e loro cause. www.meyle.com Danneggiamenti tipici nelle pompe acqua e loro cause www.meyle.com Pompe acqua MEYLE tecnica innovativa, anziché fine prematura! La corretta scelta di singoli componenti determina la qualità delle pompe

Dettagli

PRODOTTI PER MANUTENZIONE INDUSTRIALE STUCCO METALLICO E BLOCCAGGIO ACCOPPIAMENTI

PRODOTTI PER MANUTENZIONE INDUSTRIALE STUCCO METALLICO E BLOCCAGGIO ACCOPPIAMENTI STUCCO METALLICO E BLOCCAGGIO ACCOPPIAMENTI LOC3478 Stucco epossidico bicomponente a base metallica caricato con ferrosilicio per la ricostruzione e riparazione di parti metalliche in acciaio danneggiate

Dettagli

Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce. nel 1973 dalla fusione di ditte individuali. che si uniscono apportando alla nuova

Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce. nel 1973 dalla fusione di ditte individuali. che si uniscono apportando alla nuova Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce nel 1973 dalla fusione di ditte individuali che si uniscono apportando alla nuova società il frutto della loro esperienza, oggi ultra cinquantennale. Esso si pone,

Dettagli

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti albero-mozzo ELEMENTI ESIGENZE Anelli Scanalati Chiavette Linguette Spine elastici a Impedimento alla rotazione si si si si Impedimento alla traslazione

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 Corso di Disegno Tecnico Industriale per i Corsi di Laurea triennale in Ingegneria Meccanica e in Ingegneria dell Energia Elementi di

Dettagli

DS 0002 MOV 2014 DISTITEC Srl

DS 0002 MOV 2014 DISTITEC Srl DS 0002 MOV 2014 DISTITEC Srl La realizzazione del presente catalogo è avvenuta nel controllo più rigoroso dei dati in esso contenuti. In seguito alla costante evoluzione tecnica dei nostri prodotti, ci

Dettagli

Manuale di istruzioni Sega a muro EX

Manuale di istruzioni Sega a muro EX Manuale di istruzioni Sega a muro EX Indice 005 10989048 it / 10.05.2010 Congratulazioni! Con TYROLIT Hydrostress avete scelto un apparecchio di sperimentata efficacia costruito secondo standard tecnologici

Dettagli

Tenuta meccanica RG-4 stazionaria, singola

Tenuta meccanica RG-4 stazionaria, singola Serie SCK ISTRUZIONI D'USO E MONTAGGIO Traduzione delle istruzioni originali Tenuta meccanica RG-4 stazionaria, singola Conservare per impieghi futuri! Osservare scrupolosamente queste istruzioni durante

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI MINI CESOIA PIEGATRICE Art. 0892 ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente

Dettagli

Produzione ottimale della carta Tecnica dei cuscinetti con servizio di assistenza completo

Produzione ottimale della carta Tecnica dei cuscinetti con servizio di assistenza completo Produzione ottimale della carta Tecnica dei cuscinetti con servizio di assistenza completo L a z i e n d a La competenza è il risultato del sapere e dell esperienza FAG Kugelfischer è il pioniere nell

Dettagli

PUNZONATRICE IDRAULICA PER INOX BAUDAT. Art. Sicutool 760GR-3 Art. Baudat 50-618 Mod. LS8 HD

PUNZONATRICE IDRAULICA PER INOX BAUDAT. Art. Sicutool 760GR-3 Art. Baudat 50-618 Mod. LS8 HD ISTRUZIONI D USO 1/6 Istruzioni pubblicate sul sito www.sicutool.it PUNZONATRICE IDRAULICA PER INOX BAUDAT. Art. Sicutool 760GR-3 Art. Baudat 50-618 Mod. LS8 HD Caratteristiche: Punzona (INOX) nei diametri

Dettagli

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri www.atos.com Tabella /I Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri Questo manuale di uso e manutenzione è valido solo per cilindri idraulici Atos e si propone di fornire utili informazioni

Dettagli

(Rev. 2.0_10-2010) ISTRUZIONI DI SMONTAGGIO E MONTAGGIO DELLE POMPE CENTRIFUGHE MULTISTADIO TMA

(Rev. 2.0_10-2010) ISTRUZIONI DI SMONTAGGIO E MONTAGGIO DELLE POMPE CENTRIFUGHE MULTISTADIO TMA (Rev. 2.0_10-2010) ISTRUZIONI DI SMONTAGGIO E MONTAGGIO DELLE POMPE CENTRIFUGHE MULTISTADIO TMA PREMESSE Queste istruzioni sono rivolte al manutentore in caso di manutenzione e/o riparazione delle pompe

Dettagli

ISTRUZIONI D USO E MANUTENZIONE

ISTRUZIONI D USO E MANUTENZIONE ISTRUZIONI D USO E MANUTENZIONE VIBRATORI PNEUMATICI VBD 35 VBD 45 VBD 55 VBD 75 09.06 INDICE 1. DESCRIZIONE pag. 3 2. INFORMAZIONI DI SICUREZZA pag. 4 2.1 Rischi dovuti al rumore pag. 4 2.2 Modalità operative

Dettagli

RUOTE MARCHISIO MANUALE D'USO E MANUTENZIONE TAGLIANDO DI GARANZIA

RUOTE MARCHISIO MANUALE D'USO E MANUTENZIONE TAGLIANDO DI GARANZIA Agg. Gennaio 2014 RUOTE MARCHISIO MANUALE D'USO E MANUTENZIONE TAGLIANDO DI GARANZIA Marchisio Engineering S.r.l. Località Rilate / Valbella 80 14100 Asti (AT) Italy Tel: +39 0141 410800 Fax: +39 0141

Dettagli

Utensile speciale per volano a doppia massa Istruzioni per l'uso

Utensile speciale per volano a doppia massa Istruzioni per l'uso Utensile speciale per volano a doppia massa Istruzioni per l'uso Indice 1 Indice Pagina 1 Indice 2 2 Descrizione e fornitura dell'utensile speciale per volano a doppia massa 3 3 Indicazioni generali per

Dettagli

FILTRO PER LA DISAREAZIONE AUTOMATICA DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO

FILTRO PER LA DISAREAZIONE AUTOMATICA DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO CB AQA THERM FILTRO PER LA DISAREAZIONE AUTOMATICA DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO NOTE GENERALI DATI TECNICI INSTALLAZIONE AVVIAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA INTERVENTI STRAORDINARI ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

Dettagli

Sistemi di lubrificazione per applicazioni a grasso

Sistemi di lubrificazione per applicazioni a grasso Sistemi di lubrificazione per applicazioni a grasso FlexxPump 1500 Lubrificazione controllata con quantità minima di grasso alimentatore di rilubrificazione con controllo a tempo o a impulsi controllo

Dettagli

LOCTITE ADESIVI, SIGILLANTI & PRODOTTI CHIMICI ad ALTE PRESTAZIONI Pavone sas. Incollaggio di materiali porosi

LOCTITE ADESIVI, SIGILLANTI & PRODOTTI CHIMICI ad ALTE PRESTAZIONI Pavone sas. Incollaggio di materiali porosi 401 Per applicazioni generiche. Incolla la maggior parte dei substrati, come plastiche, materiali elastomerici, carta/cartone, legno e metalli. Applicazioni: Incollaggio del profilo in PVC al supporto

Dettagli

FALK. GIUNTO ELASTICO STEELFLEX con lamelle rastremate

FALK. GIUNTO ELASTICO STEELFLEX con lamelle rastremate FALK GIUNTO ELASTIO STEELFLEX con lamelle rastremate ARATTERISTIHE TENIHE DISALLINEAMENTO PARALLELO DISALLINEAMENTO ANGOLARE 1. PARALLELO Il movimento della molla nelle scanalature lubrificate consente

Dettagli

Demolitori idraulici

Demolitori idraulici Demolitori idraulici HH20 HH23 HH25 HH27 HYCON A/S Juelstrupparken 11 DK-9530 Støvring Danimarca Tel: +45 9647 5200 Fax: +45 9647 5201 Mail hycon@hycon.dk www.hycon.dk Indice Pagina 1. In generale... 2

Dettagli

Monoguida a ricircolo di sfere

Monoguida a ricircolo di sfere Monoguida a ricircolo di sfere Indice Caratteristiche delle guide SBI 1 Definizione di carico C e di durata nominale L 2 Resistenza per attrito 5 Esempi di fissaggio 8 Procedure di montaggio 9 Lubrificazione

Dettagli

esercitazioni di Disegno di Macchine Anno Accademico 2013-2014 Prof. Alessandro Tasora tasora@ied.unipr.it tel. 051 90 5895

esercitazioni di Disegno di Macchine Anno Accademico 2013-2014 Prof. Alessandro Tasora tasora@ied.unipr.it tel. 051 90 5895 esercitazioni di Disegno di Macchine Anno Accademico 2013-2014 Prof. Alessandro Tasora tasora@ied.unipr.it tel. 051 90 5895 NOTE: Svolgere le esercitazioni su fogli A3 lisci, preferibilmente tipo cartoncino.

Dettagli

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate.

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Soluzione: sostituzione valvole. Note: La vettura di

Dettagli

Monoguida a ricircolo di sfere

Monoguida a ricircolo di sfere Monoguida a ricircolo di sfere Indice Caratteristiche delle guide SBI 1 Definizione di carico C e di durata nominale L 2 Resistenza per attrito 5 Esempi di fissaggio 8 Procedure di montaggio 9 Lubrificazione

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione di serramenti in alluminio

Manuale d uso e manutenzione di serramenti in alluminio Sede Legale: 24050 Lurano(BG)-Via E.Fermi, 10 COSERAL s.r.l c.c.i.a.a. Bg n. 260302 Reg. Soc. Trib. Bg N. 40568-Vol 39617 Uffici e Laboratorio: Cap. Soc. 30987,41 int. vers. 24050 LURANO (BG) C.F e partita

Dettagli

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA Funzionamento Trasporto Manutenzione

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA Funzionamento Trasporto Manutenzione INDICE 1.0 Indicazioni per la sicurezza 1.1 Obblighi fondamentali 1.2 Tutela ambientale 1.3 Pericoli particolari ed equipaggiamenti di protezione personale 2.0 Trasporto 2.1 Volume della fornitura 2.2

Dettagli

Dinamometri. Serie FK

Dinamometri. Serie FK Serie FK Dinamometri I dinamometri della serie FK sono caratterizzati dalla grande robustezza relativa alla loro struttura e dalla semplicità di utilizzo. Tutti i modelli possono lavorare, mediante la

Dettagli

33 Light 33 Medium. Descrizione

33 Light 33 Medium. Descrizione 33 Ligt 33 Medium Grasso lubrificante per parti metallo/metallo e metallo/plastica, sottoposte a movimenti da lenti a medio rapidi e carico leggero, soprattutto in una vasta gamma di temperature d'impiego.

Dettagli

HandlingTech EROMOBIL - PRIMO SOCCORSO IN CASO DI ROTTURA DELL'UTENSILE. Automations-Systeme

HandlingTech EROMOBIL - PRIMO SOCCORSO IN CASO DI ROTTURA DELL'UTENSILE. Automations-Systeme EROMOBIL - PRIMO SOCCORSO IN CASO DI ROTTURA DELL'UTENSILE Principio di funzionamento Unità di elettroerosione radiale MADE IN GERMANY La soluzione in caso di rottura dell'utensile fissa MADE IN GERMANY

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE MANUALE USO E MANUTENZIONE Argano manuale con cavo Art. 0070/C ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione

Dettagli

LUBRIFICATORI AUTOMATICI

LUBRIFICATORI AUTOMATICI LUBRIFICATORI AUTOMATICI Il lubrificatore automatico compatto e ricaricabile per singoli punti smart lubrication simalube, il lubrificatore automatico compatto per uso universale, economico ed ecologico

Dettagli

Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza

Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza Leonardo Vita Leonardo.vita@ispesl.it Marco Pirozzi marco.pirozzi@ispesl.it L albero cardanico L albero cardanico é un organo meccanico

Dettagli

Procedura di Analisi del Guasto

Procedura di Analisi del Guasto Procedura di Analisi del Guasto Circolatori Elettronici (ETC, EFC, EFCG) 1) Applicazioni del circolatore Circolazione d'acqua in impianti di riscaldamento, condizionamento e refrigerazione Movimentazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 1. Gruppi utente Mansione Operatore Personale specializzato ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 Uso, controllo visivo Montaggio, smontaggio, riparazione, manutenzione

Dettagli

Viti a ricircolo di sfere KGT Viti trapezoidali TGT

Viti a ricircolo di sfere KGT Viti trapezoidali TGT Istruzioni per il montaggio e la manutenzione Viti a ricircolo di sfere KGT Viti trapezoidali TGT Indice 1.1 Significato delle istruzioni per l uso... 2 1.2 Uso conforme alla destinazione... 3 1.3 Obblighi

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

CORSO PER MANUTENTORE ATTREZZISTA MECCATRONICO SEZIONE MATERIALI E TRATTAMENTI TERMICI. Marca con una X le affermazioni che ritieni ESATTE

CORSO PER MANUTENTORE ATTREZZISTA MECCATRONICO SEZIONE MATERIALI E TRATTAMENTI TERMICI. Marca con una X le affermazioni che ritieni ESATTE CORSO PER MANUTENTORE ATTREZZISTA MECCATRONICO SEZIONE MATERIALI E TRATTAMENTI TERMICI m1 9 Gli acciai da cementazione sono 'ricchi' di carbonio m2 9 Gli acciai calmati hanno, in genere, una buona saldabilità

Dettagli

Cuscinetti a sfere in opera con grani di bloccaggio

Cuscinetti a sfere in opera con grani di bloccaggio Cuscinetti a sfere in opera con grani di bloccaggio Forniamo motori, generatori e prodotti per la trasmissione di potenza meccanica, servizi ed esperienza mirati al risparmio energetico e al miglioramento

Dettagli

3B SCIENTIFIC PHYSICS

3B SCIENTIFIC PHYSICS 3B SCIENTIFIC PHYSICS Pendolo di Foucault @115 V 1000747 Pendolo di Foucault @230 V 1000748 Istruzioni per l'uso 06/15 ALF 1. Norme di sicurezza Non sottoporre l'alloggiamento di vetro a sollecitazioni

Dettagli

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr.

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr. Modell 1256 03.0/2011 Art.-Nr. 684112 560725 Fonterra Kleinflächenregelstation A 2 Fonterra Kleinflächenregelstation B C D E F G 3 Istruzioni per l uso della stazione di regolazione per superfici ridotte

Dettagli

CUSCINETTI SPECIALI PER MOVIMENTAZIONE

CUSCINETTI SPECIALI PER MOVIMENTAZIONE CUSCINETTI SPECIALI PER MOVIMENTAZIONE La realizzazione del presente catalogo è avvenuta nel controllo più rigoroso dei dati in esso contenuti. In seguito alla costante evoluzione tecnica dei nostri prodotti,

Dettagli

Per idraulica 7 5. Per impieghi generici 8 3 Curvatubi a tre matrici 1 1. Per impieghi pesanti 8 3. 8-1 4-16 8.6 Standard 3 3.

Per idraulica 7 5. Per impieghi generici 8 3 Curvatubi a tre matrici 1 1. Per impieghi pesanti 8 3. 8-1 4-16 8.6 Standard 3 3. Curvatura Ampia selezione per esigenze specifiche di curvatura e formatura. Qualità affidabile. Versioni mm Pagina Curvatubi a leva Per idraulica 7 5 8-4 10-18 8.2 Per impieghi generici 8 16-1 2 6-12 8.2

Dettagli

Ruote e ruote con supporto in acciaio per carichi eccezionali

Ruote e ruote con supporto in acciaio per carichi eccezionali Ruote e ruote con in acciaio per carichi eccezionali 328 we innovate mobility www.blickle.com Tabella dei contenuti SVS LH LS Serie Pagina SVS 65-300 mm 750-15000 kg 330 331 LH-SVS 65-125 mm 700-900 kg

Dettagli

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Maggiore efficienza per i motori elettrici Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C E l e v a t i v a n t a g g i p e r i l C l i e n t e I cuscinetti radiali rigidi a sfere Generation C... 35

Dettagli

Mettiamo in moto la voglia di fare

Mettiamo in moto la voglia di fare Mettiamo in moto la voglia di fare cuscinetti volventi Indice FAG pag. 04 n Cuscinetti volventi/supporti n Cuscinetti di alta precisione n Attrezzatura montaggio e monitoraggio INA pag. 10 n Cuscinetti

Dettagli

BOCCOLE BRONZO SINTERIZZATO

BOCCOLE BRONZO SINTERIZZATO BOCCOLE BRONZO SINTERIZZATO Via Torino 77/1-10040 Druento (TO) Tel. 011-19775.115 Fax 011-9942666 e-mail : info@sidarma.it - uff.commerciale@sidarma.it www.sidarma.it LA SINTERIZZAZIONE Che cos'è? La sinterizzazione

Dettagli

Pompa sommersa KTP300. Per acque nere e bianche

Pompa sommersa KTP300. Per acque nere e bianche ISTRUZIONI DI MONTAGGIO, ESERCIZIO E MANUTENZIONE Pompa sommersa KTP300 Per acque nere e bianche Edizione 01/1992 No. di registrazione: 010-646 Con riserva di modifiche tecniche Pompa sommersa KTP 300

Dettagli

Procedura di Analisi del Guasto

Procedura di Analisi del Guasto Procedura di Analisi del Guasto Elettropompe Centrifughe BG 1) Applicazioni dell'elettropompa Movimentazione di acque pulite per uso domestico Piccola irrigazione Pressurizzazione Lavaggi e travasi 2)

Dettagli

Istruzioni per l'uso EOT - 3

Istruzioni per l'uso EOT - 3 Istruzioni per l'uso EOT - 3 Versione Menu 002 1.20 EOT Serie G3 Indice 1 Introduzione.................................................3 1.1 Durata, manutenzione.........................................

Dettagli

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 AVVERTENZE TECNICHE DI SICUREZZA SULL' ASSISTENZA MANUTENTIVA Questo Manuale d'uso

Dettagli

FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO

FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO di Tecnologia Meccanica FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO Gli attrezzi e i sistemi per

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori Collegamento di tubi Logano G5 con Logalux LT300 Logano G5/GB5 con bruciatore e Logalux LT300 Per l installatore Leggere attentamente prima del montaggio. 6066600-0/00

Dettagli

Durata dei cuscinetti in presenza di temperature elevate

Durata dei cuscinetti in presenza di temperature elevate TECHNICAL INSIGHT UNA PUBBLICAZIONE DI NSK EUROPE Durata dei cuscinetti in presenza di temperature elevate Una delle domande più frequenti che il personale addetto alla manutenzione rivolge alle aziende

Dettagli

ATTUATORI ELETTRICI MechForce

ATTUATORI ELETTRICI MechForce Attuatori con viti a ricircolo Quattro taglie: 50-63 - 80-100 50 63 80 100 size Attuatori lineari potenti e precisi ATTUATORI ELETTRICI MechForce Caratteristiche generali CARATTERISTICHE GENERALI Gli attuatori

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MNUL I INSTLLZION 2015 Per gruppi forniti dal ostruttore dopo il Gennaio 2007 MNUL I INSTLLZION 2015 Per gamma di modelli dal P30-R al P1500G esideriamo avere questa opportunità per ringraziare di aver

Dettagli

RU - STEEL I T A L I A

RU - STEEL I T A L I A GIUNTI LAMELLARI FLESSIBILI RU-STEEL Allegato ATEX 95 Indice: 1 Scelta del Giunto 2 Montaggio e allineamento 3 Controllo allineamento simultaneo 4 Protezione del Giunto 5 Intervalli di controllo 6 Disfunzioni

Dettagli

I Istruzioni di installazione e manutenzione per serbatoio per acque piovane GRAF, serie Carat -S-

I Istruzioni di installazione e manutenzione per serbatoio per acque piovane GRAF, serie Carat -S- I Istruzioni di installazione e manutenzione per serbatoio per acque piovane GRAF, serie Carat -S- 2700 L codice 66015L 3750 L codice 66014J 4800 L codice 65741M 6500 L codice 65742P Italiano I punti descritti

Dettagli

- Guida su come rigeneriamo ralle di rotazione e cuscinetti -

- Guida su come rigeneriamo ralle di rotazione e cuscinetti - - Guida su come rigeneriamo ralle di rotazione e cuscinetti - TRASMEC S.r.L. Via Cavaglio,4 28010 Fontaneto D Agogna (NO) Tel. +39-0322-890800 Fax-+39-0322890857 Info@trasmecsrl.com - info@eurorothe.it

Dettagli

La performance in azione!

La performance in azione! Le filettatrici VIRAX La performance in azione! 2 Macchina per filettatura Realizzate delle filettature di precisione in un batter d occhio! Con le filettatrici Virax, la filettatura diventa semplice ed

Dettagli

Trave Framo 80. Gruppo A410

Trave Framo 80. Gruppo A410 Framo Trave Framo 80/ Giunto di collegamento quadrato PK F80/ Giunto ottagonale PK F80/ Tappo terminale ADK F80/ Mensola a sbalzo AK F80/ Mensola a sbalzo TKO F80/ Sostegno laterale STA F80/ Giunto JOI

Dettagli

Prodotti SKF per la manutenzione e la lubrificazione

Prodotti SKF per la manutenzione e la lubrificazione Prodotti SKF per la manutenzione e la lubrificazione Smontaggio Acquisto del cuscinetto Condition Monitoring di base Montaggio Allineamento Lubrificazione Per una maggiore durata di esercizio dei cuscinetti

Dettagli

Il Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad entrata dall'alto

Il Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad entrata dall'alto Il Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad entrata dall'alto Agitatori Serie 10 L'agitatore della ben sperimentata serie 10 non è un comune agitatore. In migliaia di installazioni e centinaia

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI(V02)

MANUALE DI ISTRUZIONI(V02) 1 DELTA PROFESSIONAL MANUALE DI ISTRUZIONI(V02) 1 INDICE: 1 PRESENTAZIONE E ASPETTI GENERALI... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 TRASPORTO E IMBALLAGGIO... 2 1.3 ETICHETTA IDENTIFICATIVA... 2 2 CARATTERISTICHE

Dettagli