GLI OBBLIGHI INFORMATIVI ALLA LUCE DELL EVOLUZIONE GIURISPRUDENZIALE LA POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GLI OBBLIGHI INFORMATIVI ALLA LUCE DELL EVOLUZIONE GIURISPRUDENZIALE LA POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE"

Transcript

1 RESPONSABILITÀ DELL AGENZIA DI VIAGGI E DEL TOUR OPERATOR GLI OBBLIGHI INFORMATIVI ALLA LUCE DELL EVOLUZIONE GIURISPRUDENZIALE LA POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Facoltà di Economia e Commercio Diritto dei Trasporti Modulo di: Legislazione del Turismo Prof. Avv. Alessandra Corrado Dott.ssa Giusy Fiscella Dott. Michele Cossa

2 OGGI PARLIAMO DI GLI OBBLIGHI INFORMATIVI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE CASE HISTORY: LOS ROQUES 2

3 OGGI PARLIAMO DI Corte di Cassazione, Sez. 3, Sentenza n del 06 Luglio 2009 In virtù della disciplina del contratto di viaggio turistico, l'organizzatore del viaggio deve adottare tutte le misure idonee ad evitare danni a coloro che vi partecipano, senza superare il livello medio di diligenza. Pertanto, una volta informato il viaggiatore delle prestazioni promesse (inerenti al trasporto, all'alloggio, alle attività sportive, alle escursioni e alle altre attività correlate) e messo a disposizione di questi il c.d. opuscolo informativo menzionato dall'art. 9 del d.lgs. 17 marzo 1995, n.111, che prevede tra le informazioni generali le sole notizie, di carattere essenzialmente amministrativo, necessarie per recarsi all'estero, e l'indicazione nel documento di viaggio dei servizi forniti e delle condizioni idonee a giustificarne l'annullamento, egli si deve considerare adempiente con sufficiente diligenza alle sue obbligazioni. (Nella specie, rigettando il ricorso proposto, la S.C. ha ritenuto che non poteva essere riconducibile a mancanza di diligenza dell'organizzatore del viaggio l'omessa informazione circa la presenza nei luoghi da visitare della bassa marea, quale situazione favorevole all'azione nociva di eventuali microrganismi acquatici, non rientrando tale notizia tra le obbligatorie informazioni di carattere generale da mettere a disposizione del "consumatore"). 3

4 GLI OBBLIGHI INFORMATIVI Fonte: D.Lgs 79/2011 Codice del Turismo e Codice Civile 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE 2 - RISPETTARE I TERMINI PER L ACCONTO E IL SALDO 3 - CONSIGLIARE SEMPRE AL CLIENTE DI STIPULARE POLIZZE DI ASSISTENZA E ANNULLAMENTO VIAGGIO 4 - INFORMARE I CLIENTI DEI DOCUMENTI RICHIESTI DAL PAESE DI DESTINAZIONE (www.viaggiaresicuri.it) 5 - NEL CASO DI MINORI, DEVONO ESSERE IN POSSESSO DI PASSAPORTO INDIVIDUALE. L ISCRIZIONE DEL MINORE SUL PASSAPORTO DEL GENITORE E VALIDA FINO AL 26/06/2012. DA QUESTA DATA IL MINORE PUO VIAGGIARE IN EUROPA E ALL ESTERO SOLO CON UN DOCUMENTO DI VIAGGIO INDIVIDUALE 4

5 GLI OBBLIGHI INFORMATIVI 6 - INFORMARE IL CLIENTE SUI TRATTAMENTI SANITARI PRESCRITTI PER L INGRESSO NEL PAESE DI DESTINAZIONE (www.viaggiaresicuri.it) 7 - INFORMARE IL CLIENTE SULLE FORMALITÀ DI CARATTERE GENERALE APPLICABILI PER L EFFETTUAZIONE DEL VIAGGIO 8 - AVVISARE TEMPESTIVAMENTE IL CLIENTE DI MODIFICHE AL CONTRATTO DI VIAGGIO 9 - CITARE SEMPRE NEL CONTRATTO DI VIAGGIO SOTTOSCRITTO DAL CLIENTE IL NOME DELL ORGANIZZATORE 10 - CONSEGNARE SEMPRE AL CLIENTE IL CATALOGO DEL T.O. CONTENENTE LE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 5

6 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 35 Forma dei contratti turistici 1- Il contratto di vendita di pacchetti turistici è redatto in forma scritta in termini chiari e precisi. 2- Il venditore che si obbliga a procurare a terzi, anche in via telematica, un servizio turistico disaggregato, è tenuto a rilasciare al turista i documenti relativi a questo servizio portanti la sua firma, anche elettronica. Questi documenti o la fattura relativa riportano la somma pagata per il servizio. 6

7 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE A) Forma del contratto B) Penali di annullamento LE SENTENZE C) Validità del contratto di viaggio se il cliente non paga l [a_nzc[ ^c vc[aaco D) Viaggi di Nozze 7

8 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE 8

9 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE A) Forma del contratto 1) Tribunale di Napoli, 16 Dicembre 2002 Il ]ontr[tto ^c vc[aaco è `unzcon[l_ [ll _sca_nz[ ^c cn`orm[r_ [^_au[t[m_nt_ cl ]onsum[tor_. 2) Tribunale di Palermo, 21 dicembre 2007 La forma scritta prevista dalla legge rappresenta un requisito essenziale, ad substantiam, con la conseguente sanzione di nullità. Ciò risponde maggiormente [ll _sca_nz[ di chiarezza dei rapporti e tutela del consumatore che la disciplina speciale de qua ha inteso assicurare, occorrendo che il consumatore sia messo a conoscenza delle condizioni di contratto al fine di poter essere tutelato da eventuali clausole abusive in esse contenute. 9

10 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE A) Forma del contratto 3) Tribunale di Parma, 2 Febbraio 2009 L []qucsto dei cd pacchetti turistici non possono ritenersi documenti predisposti nella forma e nella sostanza di mera adesione. Non dal punto di vista formale perché vergati a penna dai villeggianti, né dal punto di vista sostanziale perché i viaggiatori hanno personalizzato il contratto secondo i bisogni delle singole persone (facilitazioni familiari in ragione del numero dei figli, personalizzazioni si sistemazione alberghiera anche alla luce dei dèpliants dimostrativi, facilitazioni nelle offerte in ragione della durata del soggiorno e delle modalità di trasporto). 4) Tribunale di Torino, 27 Febbraio 2009 Nel merito è sufficiente rilevare che gli attori non hanno prodotto né il contratto ^ []qucsto del pacchetto turistico né le eventuali condizioni generali. Tale carenza probatoria, che non può essere surrogata da prove orali poiché trattandosi di contratto per il quale è prevista la forma scritta ex art 85 Codice d.lgs 206/2005, operano le preclusioni di cui agli art 2722 ss cc e il conseguente deserto probatorio impone il rigetto della domanda attorea. 10

11 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE B) Penali di annullamento 1) Giudice di Pace di Decimomannu, 27 Novembre 2011 Nelle condizioni generali di contratto del tour operator non è rinvenibile alcuno squilibrio contrattuale, con conseguente esclusione del carattere vessatorio della clausola penale, vista la previsione e il richiamo ^_ll [rt 33 lettera e Cod.Cons. D. Lgs 206/2005 CODICE DEL CONSUMO Articolo 33 Clausole vessatorie nel contratto tra professionista e consumatore Lettera e) l ora[nczz[tor_ ]b_ [nnull[ cl vc[aaco, r_stctucrà [l ]lc_nt_ cl ^oppco ^c qu[nto _``_ttcv[m_nt_ p[a[to ^[l ]lc_nt m[t_rc[lm_nt_ cn][ss[to ^[ll ora[nczz[tor_, [ m_no ]b_ cl r_]_sso ^_ll ora[nczz[tor_ ^cp_n^[ ^[ un[ `orz[ m[aacor_, caso fortuito, mancato raggiungimento numero minimo partecipanti o dalla mancata accettazione da parte del cliente ^_ll v_ntu[lc [lt_rn[tcv_ o``_rt_ ^[ll Ora[nczz[tor_. 11

12 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE C) Validità del contratto di viaggio se il cliente non paga l agenzia di viaggio 1) Corte di Cassazione Sez. III. Sentenza n 16868, 20 Settembre 2002 Il contratto di organizzazione di viaggio concluso da un agente intermediario per il viaggiatore dà luogo ad un rapporto diretto tra viaggiatore ed organizzatore di viaggi, ma tra il viaggiatore e l cnt_rm_^c[rco che faccia constare tale sua qualità nei documenti di viaggio sorge anche un contratto di mandato caratterizzato da poteri di rappresentanza. Il viaggiatore è tenuto, ex art Cod.Civ., a somministrare [ll cnt_rm_^c[rco i mezzi necessari per l _s_]uzcon_ del mandato e qualora l [a_nt_, in forza di questo rapporto, assuma l o\\lcao verso l ora[nczz[tor_ del pagamento del corrispettivo e delle penali per l [nnull[m_nto del viaggio, il viaggiatore è tenuto a rimborsargli i fondi eventualmente anticipati per tali pagamenti. 12

13 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE D) Viaggi di Nozze 1) Giudice di Pace di Alessandria, 18 Maggio 2006 Rinviare di 24 ore la prima notte di nozze per colpa del ritardo nella partenza implica un danno esistenziale che deve essere risarcito con 800 euro 2) Tribunale di Novara, 7 Settembre 2011 Il risarcimento del danno è da intendersi a ristoro sia della riduzione di valore del pacchetto turistico per effetto ^_ll inesatto adempimento, sia dei disagi sofferti nel corso della vacanza, tenuto anche conto che si trattava di un viaggio di nozze (e in quanto tale occasione tendenzialmente unica e irripetibile per la coppia di sposi) e che il disservizio si è manifestato sin dalla lune di miele Nel caso in cui i viaggiatori Viaggio di nozze è stato anche definito vero e proprio rito di passaggio verso la costituzione del nuovo nucleo familiare, evento infungibile, perché una successiva vacanza dei coniugi non sarà un viaggio di nozze, evento destinato ad essere celebrato e rievocato nella futura vita della coppia 13 decidano di sposarsi nella località meta del viaggio, è necessario specificare che l Adv non ha alcuna veste giuridica per la trascrizione del matrimonio in Italia

14 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE VALIDITÀ DEL CONTRATTO DI VIAGGIO A) Per il fondo di garanzia B) Per la polizza di Responsabilità Civile 14

15 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE A) Validità del contratto di viaggio per il Fondo di Garanzia 1) Decreto Legge n 349 del 23 Luglio Regolamenta il fondo garanzia per il consumatore Compiti del fondo: Assicura il rimborso del prezzo versato sia in caso di fallimento che di accertata insolvenza del v_n^ctor_ o ^_ll ora[nczz[tor_, t[l_ ^[ non ]ons_ntcr_ l oss_rv[nz[ ^_alc o\\lcabc ]ontr[ttu[lc assunti Ora[nczz[ cl rcmp[trco ^_l turcst[ cn vc[aaco [ll _st_ro Assc]ur[ l[ `ornctur[ ^c un cmm_^c[t[ ^csponc\clctà _]onomc][ cn ][so ^c rc_ntro `orz[to ^c turcstc ^[ p[_sc _xtr[]omunct[rc cn o]][sconc ^c _m_ra_nz_, cmput[\clc o m_no [ll ora[nczz[tor_ Per poter accedere al fondo di garanzia il cliente deve pro^urr_ l orcacn[l_ ^_l ]ontr[tto ^c vc[aaco 15

16 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE A) Validità del contratto di viaggio per il Fondo di Garanzia 16

17 1 - CONSEGNARE E FAR FIRMARE SEMPRE IL CONTRATTO DI VIAGGIO AL CLIENTE B) Validità del contratto di viaggio per la polizza di Responsabilità Civile La polizza di responsabilità civile professionale non opera qualora l [a_nzc[ di viaggio non faccia sottoscrivere il contratto viaggio e quindi risponda di qualsiasi pregiudizio derivante al consumatore (ex art 19, 2 comma CCV). Infatti nel contratto di viaggio l [a_nzc[ si qualifica esplicitamente come mandatario del consumatore: agisce ciò da intermediaria tra il consumatore e l ora[nczz[tor_ del viaggio. 17

18 2 RISPETTARE I TERMINI PER L ACCONTO E IL SALDO La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 36 Elementi del contratto di vendita di pacchetti turistici Il contratto contiene i seguenti elementi: d) importo, comunque non superiore al venticinque per cento del prezzo, da versarsi all'atto della prenotazione, nonché il termine per il pagamento del saldo; il suddetto importo è versato a titolo di caparra ma gli effetti di cui all'articolo 1385 del Codice Civile non si producono qualora il recesso dipenda da fatto sopraggiunto non imputabile, ovvero sia giustificato dal grave inadempimento della controparte 18

19 2 RISPETTARE I TERMINI PER L ACCONTO E IL SALDO Le Sentenze 1) Tribunale di Milano, 19 aprile 2002 La rinuncia al viaggio da parte del turista, causata da attacco di panico conseguente [ll [tt_nt[to alle torri gemelle di New York ^_ll 11 settembre 2001, configura una fattispecie di impossibilità sopravvenuta della prestazione che giustifica la risoluzione del contratto di viaggio 2) Corte di Appello di Milano, 1 Marzo 1996 Tribunale di Napoli 23 Luglio 1984 Esclusa la risoluzione del contratto per impossibilità sopravvenuta a causa del grave inadempimento (malattia e/o incidente) del viaggiatore, perché TO/ADV sono pronti da adempiere la propria obbligazione. 19

20 2 RISPETTARE I TERMINI PER L ACCONTO E IL SALDO Sconsigli della Farnesina LIBIA 24 Febbraio 2011 Si sconsigliano viaggi a qualsiasi titolo in tutta la Libia, in considerazione dei disordini in atto in numerose aree del Paese. Scontri particolarmente violenti sono stati segnalati in Cirenaica (Bengasi, Ajdabya, Al Marj, Al Beida, Derna e Tobruk) e nella capitale. Si consiglia a coloro che non avessero pressanti motivi per restare nel Paese di lasciare la Libia, in attesa del ristabilimento di normali condizioni di sicurezza, utilizzando i vettori disponibili presso gli scali aero/portuali operativi. Quale normali regole di prudenza in queste situazioni di crisi, si raccomanda di evitare ogni tipo di assembramento, di restare in luoghi sicuri in caso di scontri in atto, di allontanarsi immediatamente dalle zone dove siano in corso manifestazioni. GIAPPONE 13 Marzo 2011 In data 11 marzo 2011 un forte terremoto ha avuto luogo di fronte alle regioni di Miyagi e Iwate. In considerazione delle difficoltà connesse alle conseguenze del sisma si sconsiglia di intraprendere viaggi in Giappone per ragioni non strettamente necessarie ed urgenti anche in ragione dei comunicati ^_ll Aa_nzc[ Metereologica giapponese che se da un lato ha revocato l [ll[rm_ tsunami ^[ll [ltro lato ha indicato la possibilità di nuove anche forti scosse di assestamento. 20

21 2 RISPETTARE I TERMINI PER L ACCONTO E IL SALDO Sconsiglio della Farnesina Il comunicato di sconsiglio della Farnesina non configura di per sé un caso di impossibilità della prestazione tale da risolvere il contratto, è però un autorevole indicatore della situazione di emergenza in cui versa il paese sconsigliato, che molto probabilmente potrebbe incidere sulla fruizione totale o parziale delle prestazioni dedotte a contratto e addirittura renderne pericolosa per l'incolumità fisica dei viaggiatori, l'utilizzazione. 21

22 2 RISPETTARE I TERMINI PER L ACCONTO E IL SALDO Sconsiglio della Farnesina - Sentenze 1) Giudice di Pace di Firenze, 2007 Il viaggiatore la cui destinazione di viaggi è stata recentemente obiettivo di atti terroristici è legittimato ad annullare il viaggio e a non pagare le penali in quanto l'impossibilità di fruire delle prestazioni è oggettiva, non rileva il fatto che i prestatori dei servizi locali funzionino regolarmente. 2) Giudice di Pace di Parma, 2008 I viaggiatori sono legittimati ad annullare il viaggio e a non pagare le penali laddove lo annullino a causa di un evento naturale o terroristico; non rileva né il fatto che i prestatori dei servizi locali funzionino regolarmente né che l'evento sia avvenuto in una località lontana più di 100 KM dal luogo di vacanza in quanto l'impossibilità di fruire delle prestazioni è oggettiva poiché lo svago e il relax, causa del contratto di viaggio, sono compromessi dalla paura del ripetersi dell'evento. 3) Giudice di Pace di Barra, 2010 I viaggiatori che annullano il viaggio negli USA per l'influenza suina in Messico, hanno diritto all'intera restituzione del pacchetto, pur essendo la prestazione in astratto ancora eseguibile, perché viene meno la possibilità che essa realizzi lo scopo dalle parti perseguito. 22

23 3- CONSIGLIARE IL CLIENTE DI STIPULARE POLIZZE ASSISTENZA E/O ANNULLAMENTO La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 36 Elementi del contratto di vendita di pacchetti turistici Prima dell'inizio del viaggio l'organizzatore ed il venditore comunicano al consumatore per iscritto le seguenti informazioni: e) circa la sottoscrizione facoltativa di un contratto di assicurazione a copertura delle spese sostenute dal consumatore per l'annullamento del contratto o per il rimpatrio in caso di incidente o malattia 23

24 3- CONSIGLIARE IL CLIENTE DI STIPULARE POLIZZE ASSISTENZA E/O ANNULLAMENTO La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 50 Assicurazione comma 2. In ogni caso i contratti di turismo organizzato possono essere assistiti da polizze assicurative che, per i viaggi [ll _st_ro garantiscano il rientro immediato del turista a causa di emergenze imputabili o meno al comportamento ^_ll ora[nczz[tor_ o ^_ll cnt_rm_^c[rco, e che assicurino al turista assistenza anche di tipo economico. Tali polizze possono altresì garantire, nei casi di insolvenza o fallimento ^_ll cnt_rm_^c[rco o ^_ll ora[nczz[tor_, il rimborso del prezzo versato per l []qucsto del pacchetto turistico. Qualora le spese per l [sscst_nz[ e il rimpatrio siano sostenute o anticipate ^[ll [mmcncstr[zcon_ pubblica competente, l [ssc]ur[tor_ è tenuto ad effettuare il rimborso direttamente nei suoi confronti. comma 6. E fatta salva la facoltà di stipulare anche altre polizze assicurative di assistenza al turista. 24

25 3- CONSIGLIARE IL CLIENTE DI STIPULARE POLIZZE ASSISTENZA E/O ANNULLAMENTO La Norma CODICE CIVILE Articolo 1337 Trattative e responsabilità precontrattuale Le parti, nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto, devono comportarsi secondo buona fede Articolo 1710 Diligenza del mandatario Il m[n^[t[rco è t_nuto [^ _s_aucr_ cl m[n^[to ]on l[ ^clca_nz[ ^_l \uon p[^r_ ^c `[mcalc[ È consigliabile far firmare una liberatoria al cliente che non voglia stipulare polizze di assistenza, benché siano state proposte ^[ll [a_nzc[ 25

26 3- CONSIGLIARE IL CLIENTE DI STIPULARE POLIZZE ASSISTENZA E/O ANNULLAMENTO Obbligo di diligenza e buona fede dell Agenzia di Viaggio In forza di tali obblighc, l [a_nzc[ è t_nut[ [^ informare il cliente della necessità non solo di stipulare polizze di assistenza, ma che le garanzie siano adeguate alla meta del viaggio. 26

27 3- CONSIGLIARE IL CLIENTE DI STIPULARE POLIZZE ASSISTENZA E/O ANNULLAMENTO Obbligo di diligenza e buona fede dell Agenzia di Viaggio MESSICO, HONDURAS, SANTO DOMINGO, MADAGASCAR L assicurazione sanitaria deve prevedere oltre alla copertura delle spese mediche, il rimpatrio aereo ^ _m_ra_nz[ e l [ntc]cpo di denaro in caso di ricoveri ospedalieri Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un [ssc]ur[zcon_ sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l _v_ntu[l_ rimpatrio aereo sanitario ^ _m_ra_nz[ o il trasferimento in altro Paese. Inoltre preferibile che l'assicurazione sanitaria garantisca l'opportunità di ottenere degli anticipi di denaro in caso di ricoveri ospedalieri. Spesso, infatti, nessuna prestazione sanitaria viene erogata da cliniche private senza il pagamento anticipato di un deposito (che talvolta può essere molto elevato). 27

28 3- CONSIGLIARE IL CLIENTE DI STIPULARE POLIZZE ASSISTENZA E/O ANNULLAMENTO 28

29 4- INFORMARE I CLIENTI DEI DOCUMENTI RICHIESTI DAL PAESE DI DESTINAZIONE La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 37 Informazione del Turista Comma1. Nel corso delle trattative e comunque prima della conclusione del contratto, il venditore o l'organizzatore forniscono per iscritto informazioni di carattere generale concernenti le condizioni applicabili ai cittadini dello Stato membro dell'unione europea in materia di passaporto e visto con l'indicazione dei termini per il rilascio, nonché gli obblighi sanitari e le r_l[tcv_ `orm[lctà p_r l _``_ttu[zcon_ ^_l vc[aaco _ ^_l soaacorno. 29

30 4- INFORMARE I CLIENTI DEI DOCUMENTI RICHIESTI DAL PAESE DI DESTINAZIONE Le Sentenze 1) Giudice di Pace di Parma, 1 Dicembre 2006 Il non aver tenuto in debita considerazione il fatto che al momento ^_ll []qucsto del pacchetto turistico la moglie avesse specificato l _s[tt[ nazionalità del marito e avesse altresì ricordato che in taluni viaggi [ll _st_ro fosse stato necessario acquisire preventivamente il visto per il marito, costituisca certamente violazione (melius: obbligo giuridico di diligenza) a cui è tenuto ogni contraente e segnatamente l [^^_tto [ll [a_nzc[ viaggi 2) Tribunale di Milano, 20 Gennaio 2012 Il p[ss_aa_ro è r_spons[\cl_ cn m_rcto [ll ott_ncm_nto ^c tuttc c ^o]um_ntc n_]_ss[rc p_r cl vc[aaco, vcsto ]b_ ha provato che non è persona sprovveduta in quanto si è già recato in più occasioni nel luogo meta del viaggio. Nessuna r_spons[\clctà può _ss_r_ rct_nut[ [ ][rc]o ^_ll [a_nzc[ 30

31 4- INFORMARE I CLIENTI DEI DOCUMENTI RICHIESTI DAL PAESE DI DESTINAZIONE Esempi Per entrare in Kenya il passaporto deve avere almeno un cnt_r[ pagina bianca al fine di poter apporre il visto ^ cnar_sso. In caso contrario, i viaggiatori potrebbero non essere accettati nel Paese e fatti rientrare in Italia con il primo volo utile In Siria il passaporto non deve avere timbri di Israele: attenzione perché i timbri egiziani e giordani rilasciati al confine con Israele non permettono l cnar_sso in Siria (come Taba, Rafah) La giurisprudenza è unanime nel riconoscere un dovere di attivazione dell agenzia viaggi sull esistenza di restrizioni imposte dal paese di destinazione 31

32 5- DISCIPLINA RELATIVA AL VIAGGIO DEI MINORI La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 37 Informazione del Turista Comma 2 D) P_r c vc[aac _^ c soaacornc ^c mcnor_nn_ [ll _st_ro, r_][pctc t_l_`onc]c p_r st[\clcr_ un ]ont[tto diretto con questi o con il responsabile locale del suo soggiorno Ministero degli Esteri. Viaggi all'estero di minori: la norm[tcv[ suc vc[aac [ll _st_ro ^_c mcnorc v[rc[ cn `unzcon_ ^_ll_ disposizioni nazionali. Si consiglia di assumere informazioni aggiornate presso le Ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia, presso la propria Questura ed il proprio agente di viaggi. 32

33 5- DISCIPLINA RELATIVA AL VIAGGIO DEI MINORI Il minore può viaggiare Con un passaporto individuale, ]on l[ ][rt[ ^ c^_ntctà n_ll[ UE (]on l[ l_aa_ 106/2011 è st[to ]onv_rtcto cl D_]r_to L_aa_ 70/2011 ]b_ [ll [rt. 10 ]omm[ 5, b[ mo^c`c][to l [rtc]olo 3 ^_l T.U.L.P.S. ^c ]uc [l r_aco ^_]r_to 773/1931, cntro^u]_n^o cl prcn]cpco ^_l rcl[s]co ^_ll[ ][rt[ ^ c^_ntctà [c mcnorc). Nota: Nel caso di minori non accompagnati da genitori, è necessario farsi rilasciare dalla questura il documento di accompagno Dal 26 giugno 2012 il minore può viaggiare in Europa e all'estero solo con un documento di viaggio individuale. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza. 33

34 5- DISCIPLINA RELATIVA AL VIAGGIO DEI MINORI Le Sentenze 1) Giudice di Pace di Genova, 18 Febbraio 2010 La legislazione italiana prevede per i minori di 15 anni la possibilità di ottenere un documento di riconoscimento valido per l It[lc[, che può essere richiesto o meno per l cm\[r]o su voli aerei nazionali. L o\\lcao di dare l cn`orm[tcv[ necessaria, nel momento in cui veniva prenotato un pacchetto turistico, ricade nella sfera di responsabilità ^_ll [a_nt_ di viaggi e del tour operator. 34

35 6- INFORMARE IL CLIENTE SUI TRATTAMENTI SANITARI La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 37 Informazione del Turista Comma1. Nel corso delle trattative e comunque prima della conclusione del contratto, il venditore o l'organizzatore forniscono per iscritto informazioni di carattere generale concernenti le condizioni applicabili ai cittadini dello Stato membro dell'unione europea in materia di passaporto e visto con l'indicazione dei termini per il rilascio, nonché gli obblighi sanitari e le relative formalità per l effettuazione del viaggio e del soggiorno. ESEMPI In Ecuador è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per la foresta amazzonica La febbre Chikungunya è presente nelle Isole Reunion, Mauritius e arcipelago delle Seychelles 35

36 6- INFORMARE IL CLIENTE SUI TRATTAMENTI SANITARI La Sentenza Corte di Cassazione Civile, Sez. III n 16315/2007 I consumatori si recavano a Cuba nel periodo 6-19 agosto 1997 per un viaggio di piacere, sicché l []]_rt[t[ sussistenza di un focolaio endemico di dengue emorragico n_ll csol[ di cuba, non ancora completamente debellato, non consentiva invero di poter compiutamente godere della prestazione. Il pericolo di contrarre la malattia, specialmente in considerazione del fatto che essa, propagandosi con la puntura di insetti, da un canto non consente alcun efficace e tranquillizzante forma di difesa e ^[ll [ltro, può in breve tempo propagarsi anche in zone che erano rimaste fino a quel momento immuni. Anche se il rischio è di modesta entità è legittima la scelta ^_ll [a_nzc[ di viaggio che ha disdettato la prenotazione per forza maggiore non corrispondendo alcuna indennità per il recesso al TO e ha riprotetto i clienti su altra destinazione. La finalità turistica, sottesa alla stipulazione del pacchetto All Inclusive, è la causa concreta del contratto di viaggio. 36

37 7- INFORMARE IL CLIENTE SULLE FORMALITA DI CARATTERE GENERALE APPLICABILI PER L EFFETTUAZIONE DEL VIAGGIO La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 37 Informazione del Turista 1. Nel corso delle trattative e comunque prima della conclusione del contratto, il venditore o l'organizzatore forniscono per iscritto informazioni di carattere generale concernenti le condizioni applicabili ai cittadini dello Stato membro dell'unione europea in materia di passaporto e visto con l'indicazione dei termini per il rcl[s]co, non]bé alc o\\lcabc s[nct[rc _ l_ r_l[tcv_ `orm[lctà p_r l _``_ttu[zcon_ del viaggio e del soggiorno. 37

38 7- INFORMARE IL CLIENTE SULLE FORMALITA DI CARATTERE GENERALE APPLICABILI PER L EFFETTUAZIONE DEL VIAGGIO La Sentenza Giudice di Pace di Saluzzo, 22 gennaio 2009 ha condannato l [a_nzc[ di viaggio al pagamento delle somme di denaro confiscate ai consumatori, per omessa informazione sulle formalità valutarie del paese di destinazione Comunicato della Farnesina sulle formalità doganali e valutarie in Tunisia Particolare attenzione dovrà essere prestata da quanti intendano importare (e riesportare) valuta. Non esiste un limite massimo all'introduzione di valuta. La dichiarazione di importazione di valuta è obbligatoria per i viaggiatori non residenti che desiderino ri-esportare la predetta valuta. La durata di validità della dichiarazione ^ cmport[zcon_ valutaria è uguale alla durata del soggiorno in Tunisia a partire dalla data di ingresso nel paese, sempre nel limite dei tre mesi ed è valida per un solo viaggio. Al fine comunque di minimizzare i rischi derivanti ^[ll cnt_rpr_t[zcon_ delle norme locali, si raccomanda comunque vivamente di dichiarare [ll cnar_sso nel Paese le somme in divisa importate e altresì di dichiarare il residuo delle somme rimaste al momento di lasciare la Tunisia, avendo cura di conservare le ricevute bancarie ^_ll [vv_nuto cambio presso gli enti autorizzati in Tunisia. È vietata in ogni caso l _sport[zcon_ di valuta tunisina. 38

39 7- INFORMARE IL CLIENTE SULLE FORMALITA DI CARATTERE GENERALE APPLICABILI PER L EFFETTUAZIONE DEL VIAGGIO Gli Esempi Passaporto cani, gatti, furetti Il regolamento CE 998/2003, ha introdotto per cani, gatti e furetti il passaporto per animali istituito dalla UE per i movimenti tra i paesi membri. Gli animali devono portare un microchip o un tatuaggio per poter essere identificati. Devono inoltre essere stati sottoposti a vaccinazione antirabbica. CITES (coralli, conchiglie, gusci di tartarughe, avorio, corallo nero ) La Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione, del 1975 è entrata in vigore in Italia nel 1980 ed è attualmente applicata da oltre 130 Stati L'Unione Europea con il Regolamento (CE) n.338 del 1997 e successive modifiche ha voluto applicare più rigorosamente i dettami della CITES per la conservazione di un maggior numero di specie rispetto a quelle elencate nelle tre Appendici. 39

40 8 AVVISARE TEMPESTIVAMENTE IL CLIENTE DI MODIFICHE AL CONTRATTO DI VIAGGIO La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 41 Modifiche delle condizioni contrattuali 1. Prima della partenza l'organizzatore o l'intermediario che abbia necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto, ne dà immediato avviso in forma scritta al turista, indicando il tipo di modifica e la variazione del prezzo che ne consegue, ai sensi dell'articolo Ove non accetti la proposta di modifica di cui al comma 1, il turista può recedere, senza pagamento di penali ed ha diritto a quanto previsto nell'articolo Il turista comunica la propria scelta all'organizzatore o all'intermediario entro due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l'avviso indicato al comma 2. 40

41 8 AVVISARE TEMPESTIVAMENTE IL CLIENTE DI MODIFICHE AL CONTRATTO DI VIAGGIO La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 42 Diritti del consumatore in caso di recesso o annullamento del servizio 1. Quando il turista recede dal contratto nei casi previsti dagli articoli 40 e 41, o il pacchetto turistico viene cancellato prima della partenza per qualsiasi motivo, tranne che per colpa del turista, questi ha diritto di usufruire di un altro pacchetto turistico di qualità equivalente o superiore senza supplemento di prezzo o di un pacchetto turistico qualitativamente inferiore, previa restituzione della differenza del prezzo, oppure gli è rimborsata, entro sette giorni lavorativi dal momento del recesso o della cancellazione, la somma di danaro già corrisposta. 2. Nei casi previsti dal comma 1, il turista ha diritto ad essere risarcito di ogni ulteriore danno dipendente dalla mancata esecuzione del contratto. 41

42 8 AVVISARE TEMPESTIVAMENTE IL CLIENTE DI MODIFICHE AL CONTRATTO DI VIAGGIO Le Sentenze 1) Tribunale di Treviso, 14 Gennaio 2002 Se l ora[nczz[tor_ e il venditore del pacchetto turistico non evidenziano, come avrebbero dovuto, la modifica della data di partenza, alla turista va riconosciuto, oltre alla restituzione del prezzo, il risarcimento sia delle spese inutilmente sostenute, sia del pregiudizio da vacanza rovinata individuabile nei disagi sia materiali che psichici connessi con la perdita ^_ll o]][scon_ di vacanza. 2) Tribunale di Monza, n 1617/2003 La mancata comunicazione da parte ^_ll [a_nzc[ di viaggio al turista di essenziali circostanze relative allo svolgimento del contratto stipulato, l [ntc]cp[zcon_ ^_ll or[rco del volo, integra gli estremi del danno da vacanza rovinata. 42

43 9 - CITARE SEMPRE NEL CONTRATTO SOTTOSCRITTO DAL CLIENTE IL NOME DELL ORGANIZZATORE La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 33 Definizioni 1. Ai fini del presente capo si intende per: a) organizzatore di viaggio: il soggetto che si obbliga, in nome proprio e verso corrispettivo forfetario, a procurare a terzi pacchetti turistici, realizzando la combinazione degli elementi di cui all'articolo 34, o offrendo al turista, anche tramite un sistema di comunicazione a distanza, la possibilità di realizzare autonomamente ed acquistare tale combinazione; b) intermediario: il soggetto che, anche non professionalmente e senza scopo di lucro, vende, o si obbliga a procurare a terzi pacchetti turistici realizzati ai sensi dell'articolo 34 verso un corrispettivo forfetario o singoli servizi turistici disaggregati; c) turista: l'acquirente, il cessionario di un pacchetto turistico o qualunque persona anche da nominare, purché soddisfi tutte le condizioni richieste per la fruizione del servizio, per conto della quale il contraente principale si impegna ad acquistare senza remunerazione un pacchetto turistico. 2. L'organizzatore può vendere pacchetti turistici direttamente o tramite un venditore o tramite un intermediario. 43

44 9 - CITARE SEMPRE NEL CONTRATTO SOTTOSCRITTO DAL CLIENTE IL NOME DELL ORGANIZZATORE La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 43 Diritti del consumatore in caso di recesso o annullamento del servizio 1. Fermo restando gli obblighi previsti dall'articolo 42 in caso di mancato o inesatto adempimento delle obbligazioni assunte con la vendita del pacchetto turcstc]o, l ora[nczz[tor_ e l intermediario sono tenuti al risarcimento del danno, secondo le rispettive responsabilità. Si considerano inesatto adempimento le difformità degli standard qualitativi del servizio promessi o pubblicizzati. 2. L'organizzatore o l'intermediario che si avvale di altri prestatori di servizi è comunque tenuto a risarcire il danno sofferto dal turista, salvo il diritto di rivalersi nei loro confronti. 44

45 9 - CITARE SEMPRE NEL CONTRATTO SOTTOSCRITTO DAL CLIENTE IL NOME DELL ORGANIZZATORE Le Sentenze 1) Corte di Cassazione n 2713, 10 Febbraio 2005 L [a_nzc[ viaggi venditrice di un pacchetto turistico, qualora non risulti aver agito in qualità di rappresentante del viaggiatore e possa ritenersi venditore o mandatario del T.O che ha realizzato il pacchetto turistico, è responsabile nel confronti del viaggiatore, per inadempimenti dello stesso T.O. in forza ^_ll [rt 14 d.lgs 111/95, che chiama a rispondere del mancato o inesatto adempimento sia l ora[nczz[tor_ sia il venditore. 45

46 10- CONSEGNARE SEMPRE IL CATALOGO DEL T.O. CONTENENTE LE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO AL CLIENTE La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 38 Opuscolo Informativo 1. L'opuscolo indica in modo chiaro e preciso: a) la destinazione, il mezzo, il tipo, la categoria di trasporto utilizzato; b) la sistemazione in albergo o altro tipo di alloggio, l'esatta ubicazione con particolare riguardo alla distanza dalle principali attrazioni turistiche del luogo, la categoria o il livello e le caratteristiche principali con particolare riguardo agli standard qualitativi offerti, la sua approvazione e classificazione dello Stato ospitante; c) i pasti forniti; d) l'itinerario; e) le informazioni di carattere generale applicabili al cittadino di uno Stato membro dell'unione europea in materia di passaporto e visto con indicazione dei termini per il rilascio, nonché gli obblighi sanitari e le relative formalità da assolvere per l'effettuazione del viaggio e del soggiorno; f) l'importo o la percentuale di prezzo da versare come acconto e le scadenze per il versamento del saldo; s_au_ 46

47 10- CONSEGNARE SEMPRE IL CATALOGO DEL T.O. CONTENENTE LE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO AL CLIENTE g) l'indicazione del numero minimo di partecipanti eventualmente necessario per l'effettuazione del viaggio tutto compreso e del termine entro il quale il turista deve essere informato dell'annullamento del pacchetto turistico; h) i termini, le modalità, il soggetto nei cui riguardi si esercita il diritto di recesso ai sensi degli articoli da 64 a 67 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, nel caso di contratto negoziato fuori dei locali commerciali o a distanza; i) gli estremi della copertura assicurativa obbligatoria, delle eventuali polizze assicurative facoltative a copertura delle spese sostenute dal turista per l'annullamento del contratto o per il rimpatrio in caso di incidente o malattia, nonché delle eventuali ulteriori polizze assicurative sottoscritte dal turista in relazione al contratto. 2. Le informazioni contenute nell'opuscolo vincolano l'organizzatore e l cnt_rm_^c[rco in relazione alle rispettive responsabilità, a meno che le modifiche delle condizioni ivi indicate non siano comunicate per iscritto al turista prima della stipulazione del contratto o vengano concordate dai contraenti, mediante uno specifico accordo scritto, successivamente alla stipulazione. 3. Sono parificati all'opuscolo le informazioni ed i materiali illustrativi divulgati su supporto elettronico o per via telematica. 47

48 10- CONSEGNARE SEMPRE IL CATALOGO DEL T.O. CONTENENTE LE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO AL CLIENTE La Norma D. LGS 79/2011 CODICE DEL TURISMO Articolo 49 Reclamo 1. Ogni mancanza nell'esecuzione del contratto deve essere contestata dal turista, mediante tempestiva presentazione di reclamo affinché l'organizzatore, il suo rappresentante locale o l'accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio 2. Il turista può altresì sporgere reclamo mediante l'invio di raccomandata o di altri mezzi che garantiscono la prova dell'avvenuto ricevimento, all'organizzatore o all'intermediario, entro dieci giorni lavorativi dalla data di rientro nel luogo di partenza. 3. La mancata presentazione del reclamo può essere valutata ai fini dell'articolo 1227 del Codice Civile. 48

49 10- CONSEGNARE SEMPRE IL CATALOGO DEL T.O. CONTENENTE LE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO AL CLIENTE Le Sentenze 1) Tribunale di Milano, 19 Maggio 2004 Insussistente l [^_mpcm_nto contrattuale per la richiesta danni di una viaggiatrice che sosteneva la carenza di pulizia ^_ll [l\_rao dove alloggiava in quanto era stata punta da uno scorpione rinvenuto nel letto della sua camera. Il giudicante ha ritenuto che la presenza dello scorpione fosse determinata dalla circostante vegetazione idonea a ospitarlo e dalla presenza di superfici ruvide sulle quali l [ncm[l_tto si era agevolmente arrampicato. 2) Tribunale di Monza, 9 Marzo 2008 Deve escludersi la responsabilità ^_ll A^v per l [\orto della viaggiatrice verificatosi durante il trasferimento da Luxor a Marsa Alam. Tale trasferimento e la sua durata di 5 ore è indicato sia sul catalogo del to, sottoscritto per presa visione dal contratto di viaggio che sul voucher. Per tali ragioni non è ravvisabile una violazione del dovere di informazione della cliente da parte ^_ll [a_nzc[ di viaggio o la colpevole indicazione di una meta incompatibile con le condizioni di gravidanza della viaggiatrice. 49

50 10- CONSEGNARE SEMPRE IL CATALOGO DEL T.O. CONTENENTE LE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO AL CLIENTE 3) Cassazione Civile, sez III, 4 Marzo 2010, n 5189 Il Tour Operator è ritenuto responsabile ^_ll cn[^_mpcm_nto nei confronti dei viaggiatori sulla base della non corrispondenza tra quanto promesso, come risulta dal dépliant illustrativo, e quanto realmente prestato. Il contratto di viaggio sottoscritto sulla base di una articolata proposta contrattuale, spesso basata su un dépliant illustrativo, fa assumere specifici obblighi [ll ora[nczz[tor_ che vanno adempiuti. 4) Autorità garante della Concorrenza e del Mercato. Ricordiamo anche il provvedimento ^_ll [utorctà del garante della concorrenza e del mercato relativo ad un villaggio in Honduras. Nel 2002 l [utorctà ha ritenuto il messaggio pubblicitario ingannevole, e ha vietato la diffusione del catalogo. Nel catalogo infatti si avvertivano i consumatori che l [r_[ tropicale è soggetta a variazioni meteorologiche imprevedibili a causa delle quali si possono verificare situazioni di accentuata presenza di insetti che talvolta risultano fastidiosi e si consigliava di cautelarsi al riguardo. Invece nel sito della Farnesina si affermava che l csol[ è infestata da insetti, con particolare intensità in luglio, agosto e inizio settembre. Il provvedimento del Garante è stato motivato sul presupposto che, malgrado le informazioni della Farnesina siano di dominio pubblico, è sul catalogo del TO che il cliente forma le proprie scelte. 50

51 10- CONSEGNARE SEMPRE IL CATALOGO DEL T.O. CONTENENTE LE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO AL CLIENTE Il Clima Corte di appello di Torino : E pur v_ro ]b_ l_ cn`orm[zconc ]cr][ l_ ]on^czconc m_t_oroloac]b_ non `caur[no tr[ l_ cn`orm[zconc _ss_nzc[lc pr_vcst_ p_r l_aa_, [n]b_ s_ l [rt 8 (or[ [rt 37 ) b[ ]ur[ ^c vc_t[r spr_ss[m_nt_ l_ cn`orm[zconc ingannevoli e tuttavia va tenuto presente che il contratto obbliga anche tutte le conseguenze scaturenti ^[alc usc _ ^[ll _quctà ([rt 1374 Cod. Civ.) e che deve essere eseguito secondo buona fede e correttezza pro`_sscon[l_ ([rt 1175, ]]). A m[aacor r[acon_, l o\\lcao ^c ]orr_tt[ cn`orm[tcv[ susscst_ allorché le condizioni climatiche della località meta della vacanza costituiscano motivazione determinante della stipulazione del contratto turistico. 51

52 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Polizza Responsabilità Civile Professionale verso terzi e verso prestatori di lavoro 52

53 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Fonti normative del contratto di assicurazione IL CODICE CIVILE LIBRO QUARTO DELLE OBBLIGAZIONI TITOLO I DELLE OBBLIGAZIONI IN GENERALE TITOLO II DEI CONTRATTI IN GENERALE CAPO I Disposizioni Preliminari. CAPO II Dei requisiti del contratto. CAPO XX: DELL ASSICURAZIONE SEZIONE I: disposizioni generali: da art ad art. 1903; SEZIONE II: ^_ll [ssc]ur[zcon_ contro i danni: Polizze Ramo Danni da art ad art. 1918; SEZIONE III: ^_ll [ssc]ur[zcon_ sulla vita: Polizze Ramo Vita da art ad art. 1927; SEZIONE IV: della riassicurazione: Riassicurazione da art ad art. 1931; SEZIONE V: disposizioni finali (art. 1932) Prescrizione in materia di diritti assicurativi: art c.c. CODICE DELLE ASSICURAZIONI D.LGS. 209 del 07/09/2005 REGOLAMENTO ISVAP N 5 del 16/10/2006 REGOLAMENTO ISVAP N 9 del 14/11/2007 REGOLAMENTO ISVAP N 23 del 09/05/2008 REGOLAMENTO ISVAP N 29 del 16/03/

54 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Nozione di contratto di assicurazione CODICE CIVILE CAPO XX D_ll [ssc]ur[zcon_ Articolo 1882 Nozione L [ssc]ur[zcon_ è cl ]ontr[tto ]ol qu[l_ l [ssc]ur[tor_ v_rso p[a[m_nto ^c un pr_mco, sc o\\lca[ [ rcv[l_r_ l [ssc]ur[to, _ntro c lcmctc ]onv_nutc, ^_l ^[nno ad esso prodotto da un sinistro, ovvero a pagare un capitale o una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana. 54

55 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Assicurazione della Responsabilità Civile CODICE CIVILE CAPO XX D_ll [ssc]ur[zcon_ Articolo 1917 Assicurazione della Responsabilità Civile 1. N_ll [ssc]ur[zcon_ della responsabilità civile l [ssc]ur[tor_ è obbligato a tenere indenne l [ssc]ur[to di quanto questi, in conseguenza del fatto accaduto durante il tempo ^_ll [ssc]ur[zcon_, deve pagare a un terzo, in dipendenza della responsabilità dedotta nel contratto. Sono esclusi i danni derivanti da fatti dolosi. 2. omissis 3. Le spese sostenute per resistere [ll [zcon_ del danneggiato contro l [ssc]ur[to sono a carico ^_ll [ssc]ur[tor_ nei limiti del quarto della somma assicurata. Tuttavia, nel caso che sia dovuta al danneggiato una somma superiore al capitale assicurato, le spese giudiziali si ripartiscono tra assicuratore e assicurato in proporzione del rispettivo interesse. 4. L [ssc]ur[to, convenuto dal danneggiato, può richiamare in causa l [ssc]ur[tor_. 55

56 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE L interesse tutelato dalla polizza Responsabilità Civile Presupposto fondamentale: l cnt_r_ss_ [l rcs[r]cm_nto ^_l ^[nno cn un[ polczz[ di responsabilità civile è determinato da una diminuzione del patrimonio ^_ll Assc]ur[to/D[nn_aac[nt_. In [ltr_ p[rol_ l cnsora_nz[ ^c un ^_\cto ^_rcv[nt_ ^[ un ^[nno ][acon[to [ terzi provoca un esborso di danaro e quindi un peggioramento del quadro economico complessivo del danneggiante assicurato. Si dice quindi che a differenza delle assicurazioni di cose (o sulla proprietà) e delle assicurazioni delle persone, le coperture assicurative in tema di responsabilità civile vengono definite assicurazioni del patrimonio. 56

57 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Distinzione tra tipi di responsabilità secondo i diritti tutelati: Responsabilità Extracontrattuale: Violazione di un diritto assoluto della persona (vale indistintamente per tutti i cittadini) Responsabilità Contrattuale: Violazione di un contratto quindi di un diritto relativo (vale esclusivamente per chi partecipa al patto) 57

58 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Responsabilità extracontrattuale o aquiliana L [rtc]olo 2043 del Codice Civile è la norma fondamentale di tutto il sistema della responsabilità civile nel nostro ordinamento giuridico: «Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno». Responsabilità contrattuale La responsabilità contrattuale o da inadempimento deriva invece dalla vcol[zcon_, non ^c un ^crctto [ssoluto, \_nsì ^c un ^crctto r_l[tcvo, un ^crctto ovvero che, in quanto scaturente da un accordo fra le parti, vale soltanto relativamente alle persone che ne hanno subito un pregiudizio. 58

59 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE La polizza Responsabilità Civile dell Agenzia di Viaggi / Tour Operator opera in tre direzioni: 1) Responsabilità Civile verso Terzi 2) Responsabilità Civile verso prestatori di lavoro 3) Responsabilità Civile Professionale 59

60 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE 1) Responsabilità Civile verso Terzi È coperta la responsabilità civile verso terzi derivante dall attività di Agente di Viaggio/Tour Operator, compresa la proprietà e la conduzione degli uffici e dei relativi impianti fissi e attrezzature È compresa la responsabilità per fatto di dipendenti, accompagnatori e collaboratori cn a_n_r_ ^_ll Assc]ur[to, inclusa la loro responsabilità personale 60

61 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE 2) Responsabilità Civile verso prestatori di lavoro È coperta la responsabilità civile verso dipendenti e lavoratori parasubordinati e la relativa rivalsa INAIL, compreso il danno biologico È compresa la responsabilità civile per gli infortuni subiti dai dipendenti non INAIL e dai lavoratori non dipendenti (compresi i c.d. lavoratori interinali ) 61

62 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE 3) Responsabilità Civile Professionale Oggetto della copertura La Compagnia di Assicurazioni si obbliga a tenere indenne l'assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare a titolo di risarcimento (capitale, interessi e spese) per danni corporali, materiali e patrimoniali involontariamente cagionati ai consumatori in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in r_l[zcon_ [llo svolacm_nto ^_ll attività professionale di Agenzia di Viaggi e/o Tour Operator È compresa la responsabilità per fatto di dipendenti, accompagnatori e collaboratori in genere 62

63 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE Funzionamento della copertura RC Professionale: causa conseguenza Al fine di comprendere il funzionamento della polizza è inoltre importante considerare che un fatto (es. errore emissione tkt), riconducibile per legge all Agenzia di Viaggi / Tour Operator (sia che venga commesso dal titolare come dal dipendente o da un collaboratore) che cagiona un danno al consumatore (acquisto di nuova biglietteria) obbliga l ADV/TO al risarcimento del danno. È evidente che la causa di un fatto (l _rror_) è diversa dalla conseguenza del fatto stesso (il danno). La polizza di R.C. copre le conseguenze dannose dei fatti riconducibili [ll ADV/TO [ssc]ur[to, m[ non tuttc!!! Vengono coperti i danni ai viaggiatori che non siano espressamente esclusi. 63

64 POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE RC Professionale: solo danni provocati a terzi Bisogna ricordare che lo scopo fondamentale di ogni polizza di Responsabilità Civile ([c s_nsc ^_ll [rt ].].) ]onscst_ n_l t_n_r_ cn^_nn_ l [ssc]ur[to ^c qu[nto qu_stc sc[ t_nuto [ p[a[r_ cn conseguenza di un danno provocato ad un terzo La garanzia opera dunque solo ed esclusivamente nel caso in cui il fatto accidentale provochi danni a terzi (consumatori/viaggiatori) e non all assicurato medesimo (Agenzia di Viaggi/Tour Operator), il quale evidentemente non può essere considerato terzo rispetto a sé stesso (es. consumatore non vuole pagare la differenza di prezzo su tariffa aerea errata) Il ^[nno [ll [ssc]ur[to sc ]on`caur[ come rischio di impresa e non è assicurabile 64

65 CASE HISTORY: LOS ROQUES Il fatto 04 Gennaio

66 CASE HISTORY: LOS ROQUES La ricerca Il 10 gennaio iniziano le ricerche sottomarine in concerto con la protezione civile venezuelana e le istituzioni italiane per individuare l [_r_o [ttr[v_rso un [pp[r_]]bco lo][lczz[tor_ ^c suonc posto sul motoscafo della marina venezuelana. Nei giorni successivi non venne individuato nessun aereo ma fu rinvenuto il corpo del copilota. La vittima è deceduta a seguito di un forte colpo nel petto che genera polifratture nella regione intercostale e dello sterno. 66

67 CASE HISTORY: LOS ROQUES La morte presunta In [prcl_ cl Tour Op_r[tor X _ l [a_nzc[ Y rc]_vono u``c]c[lm_nt_ l_tt_r[ di reclamo dei parenti della vittima con la richiesta di risarcimento di tutti i danni contrattuali ed extracontrattuali. A luglio il Tribunale ha autorizzato a trascrivere la viaggiatrice nel registro delle morti. (ex art. 60 Cod.Civ.). 67

68 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per ottenere il risarcimento il turista deve provare: danno tanatologico (calcolato nella misura del doppio del danno biologico) il danno non patrimoniale, comprensivo del danno morale e dei danni di lesione di diritti fondamentali il danno biologico poiché la scomparsa ha causato una grave sindrome psiconevrotica depressiva reattiva le spese mediche sostenute dagli eredi il danno da centesi lavorativa restituzione totale del pacchetto turistico 68

69 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per ottenere il risarcimento il turista deve provare: Violazione degli obblighi di informazione da parte del TO e Adv sanciti dal regolamento CE 2111/2005 e del Codice del Consumo. L[ vc[aac[trc]_ `u cn`orm[t[ ^_ll_ ]on^czconc ^_ll [pt ^c Los Roqu_s, ^_ll c^_ntctà ^_l v_ttor_ ]b_ [vr_\\_ op_r[to l[ tr[tt[ cnt_rn[ Caracas Los Roques? La direttiva 90/314 CEE prescrive che devono essere menzionati nel contratto «mezzi, caratteristiche e categorie di trasporto utilizzate, data, ora e luogo di partenza e del ritorno» 69

70 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per ottenere il risarcimento il turista deve provare: Inadempimento contrattuale del TO per la violazione degli obblighi «di prot_zcon_» ([rtt _ 1375) ]b_ ]omport[no l [^_mpcm_nto ^_l TO ^c sorv_alc[r a[r[ntcr_ l cn]olumctà ^_c vc[aac[torc n_llo svolacm_nto ^_l viaggio dal medesimo organizzato 70

71 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per ottenere il risarcimento il turista deve provare: A norma delle condizioni generali di contratto di vendita dei pacchetti turistici (art 43 D.lgs 79/2011) l ora[nczz[tor_ rcspon^_ ^_c ^[nnc [rr_][tc [l ]onsum[tor_ ^[ll cn[^_mpcm_nto ^_ll_ pr_st[zconc ]ontr[ttu[lm_nt_ previste «sia che le stesse vengano effettuate da lui personalmente che da terzi fornitori di servizi», perciò discende la responsabilità del TO per l cn[^_mpcm_nto ^_l suo [usclc[rco 71

72 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per ottenere il risarcimento il turista deve provare: O\\lcao ^_l TO ^c v_rc`c][r_ l[ ][p[]ctà ^_ll [usclc[rco ]uc sc rcvola_v[ p_r l _s_]uzcon_ ^_ll_ pr_st[zconc pr_vcst_ cn ]ontr[tto. Glc cn]c^_ntc [_r_c in Venezuela sono frequenti? Sono affidabili e sicuri i vettori locali? 72

73 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per respingere il reclamo il TO e l ADV devono provare: C[r_nz[ ^c l_acttcm[zcon_ p[sscv[ ^_ll Adv per aver svolto una mera funzione di intermediazione, tale presunzione cade qualora si possa dimostrare che «egli (Adv) conosceva, o avrebbe dovuto conoscere, `[]_n^o uso ^_ll[ ^clca_nz[ ^_ll [ttcvctà _s_r]ct[t[, l cn[``c^[\clctà ^_c soggetti a cui si è rivolto.» L Adv, in base alle precedenti esperienze e l [lt[ `r_qu_nz[ ^c cn]c^_ntc, [vr_\\_ ^ovuto ]ontroll[r_ [tt_nt[m_nt_ cl v_ttor_ pr_s]_lto ^[l TO _ ^_nun]c[rn_ l cn[``c^[\clctà? 73

74 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per respingere il reclamo il TO e l ADV devono provare: L[ rc]bc_st[ ^c r_stctuzcon_ ^_ll cnt_ro cmporto ^_l p[]]b_tto turcstc]o La polizza di assistenza ha rimborsato la parte di viaggio non usufruita, m[ non l cnt_ro cmporto ^c vc[aaco. Il contratto nella sua unitarietà, non può essere scisso in vari momenti distinti, dal che discende la lesione del nesso sinallagmatico ed il diritto al rimborso. 74

75 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per respingere il reclamo il TO e l ADV devono provare: La decadenza del diritto al risarcimento. L cn]c^_nt_ [_r_o sc è v_rc`c][to cn ^[t[ 4 a_nn[co 2008, [l Tour Op_r[tor non risulta che le ATTUALI attrici abbiano, nei termini e modalità previste dalla legge (art 49 D. Lgs 206/2005), avanzato nessun reclamo. Risulta pertanto che le attrici siano decadute dai propri pretesi diritti risarcitori. 75

76 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per respingere il reclamo il TO e l ADV devono provare: L[ vc[aac[trc]_ v_nn_ cmm_^c[t[m_nt_ [vvcs[t[ ^[l p_rson[l_ ^_ll Adv che Los Roques era una destinazione disagevole in quanto era raggiungibile solo con piccoli aeromobili sui quali era possibile imbarcare solo pochi chilogrammi di bagagli e dotata di strutture molto s_mplc]c. È st[to m_sso [ ^csposczcon_ l opus]olo cn`orm[tcvo ]ont_n_nt_ c servizi forniti dei corrispondenti locali. Nessun difetto informativo deve essere imputato a TO e Adv 76

77 CASE HISTORY: LOS ROQUES Per respingere il reclamo il TO e l ADV devono provare: Il vettore aereo era in possesso di tutte le autorizzazioni al volo richieste ^[l mcncstro ^_ll_ cn`r[struttur_ ^_l V_n_zu_l[. L [_romo\cl_ cn discussione era in possesso di regolare «certificado de Aeronavegabilidad estandar» come previsto dalla convenzione internazionale di aviazione civile. Pertanto il comportamento del To è stato in rispetto della normativa generale e del Codice del Consumo? 77

78 CASE HISTORY: LOS ROQUES Caso chiuso per prescrizione Insc_m_ [ll[ vc[aac[trc]_, _r[ pr_s_nt_ [n]b_ un[ su[ [mc][. E st[to presentato reclamo ufficiale al Tour Operator da parte dei parenti, ma in questa circostanza il caso è stato prescritto poiché sono passati 3 anni. 78

79 CASE HISTORY: LOS ROQUES Incidenti in Venezuela dal 2008 al 2010 DATA VOLO VITTIME COMMENTO ATR42 CONVIASA C208 AEREOTUY 17 PRECIPITATO IN FASE FINALE ALL APT DI PUETRO ORDAZ 0 COSTRETTO AMMARAGGIO DURANTE VOLO LOS ROQUES A PORLAMAR, OCCUPANTI TRATTI IN SALVO DA PESCATORI BN-2 0 COSTRETTO AMMARAGGIO DURANTE VOLO DA LOS ROQUES A CARACAS BA32 KAVOK C208 AEREOTUY ATR42 S. BARBARA BA31 SASCA 0 DANNEGGIATO DURANTE ATTERRAGGIO A METROPOLITANO A/P 0 INCIDENTE DURANTE IL DECOLLO DALLO SCALO DI CANAIMA 46 IMPATTA MONTAGNA SUBITO DOPO IL DECOLLO DA MERIDA 0 IN ATTERRAGGIO FINISCE OLTRE LA PISTA DI LOS ROQUES 79

80 RINGRAZIAMENTI Ringraziamo la Prof. Avv. Alessandra Corrado per lo spazio che ci ha riservato _ rcnar[zc[mo tuttc Voc p_r l [tt_nzcon_ pr_st[t[ Dott.ssa Giusy Fiscella Dott. Michele Cossa

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero, è disciplinata dal D.Lgs. 23/05/2011,

Dettagli

IL RISARCIMENTO DEL DANNO

IL RISARCIMENTO DEL DANNO IL RISARCIMENTO DEL DANNO Il risarcimento del danno. Ma che cosa s intende per perdita subita e mancato guadagno? Elementi costitutivi della responsabilità civile. Valutazione equitativa. Risarcimento

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Procedimento di controllo Commissione Contratti

Procedimento di controllo Commissione Contratti Procedimento di controllo Commissione Contratti PARERE IN MATERIA DI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Con la presente si comunica che, nell ambito del procedimento in oggetto, la Commissione Contratti di

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss.

G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss. G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss. Rappresentanza PREMESSA Con il termine rappresentanza si indica il potere di un soggetto (il rappresentante)

Dettagli

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C.

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. Il giorno 17/09/2012, innanzi al Giudice dott. Angelo Piraino, viene chiamata la causa R.G. n. 234 dell

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

COLLEGIO DI NAPOLI. Membro designato dalla Banca d'italia. (NA) PICARDI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI NAPOLI. Membro designato dalla Banca d'italia. (NA) PICARDI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: (NA) QUADRI (NA) CARRIERO (NA) MAIMERI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (NA) PICARDI Membro designato da Associazione

Dettagli

La stipula di un contratto preliminare ed il conseguente inadempimento di una parte contraente

La stipula di un contratto preliminare ed il conseguente inadempimento di una parte contraente CONTRATTO / INADEMPIMENTO La stipula di un contratto preliminare ed il conseguente inadempimento di una parte contraente Le azioni poste a tutela della parte adempiente nel caso di inadempimento della

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITA.

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITA. Sent. Cron. Rep. Oggetto: prelazione agraria Sentenza ex art. 281 sexies REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITA. Il Tribunale di Matera, in persona del Giudice Unico Raffaele VIGLIONE, ha emesso la

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO ------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO Gli Stati firmatari della presente convenzione, coscienti della

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera 10. di Mauro Soldera La Legge n. 92/2012 (Riforma Fornero) interviene in maniera significativa sulla disciplina dei licenziamenti individuali regolamentati dall art. 18 della Legge n. 300/1970 (Statuto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C.

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C. L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 La responsabilità dell appaltatore per i vizi e le difformità dell opera: la verifica e il collaudo Avv. Alessandro SCIOLLA LA

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

Presentazione pag. 2. Pacchetti Turistici pag. 5

Presentazione pag. 2. Pacchetti Turistici pag. 5 sommario Presentazione pag. 2 Pacchetti Turistici pag. 5 Agenzia e Tour Operator Revisione del prezzo Modifiche delle condizioni contrattuali Disdetta prima della partenza Ritardi nelle partenze Turisti

Dettagli

L INFORMAZIONE GIURIDICA

L INFORMAZIONE GIURIDICA L INFORMAZIONE GIURIDICA note di giurisprudenze sulla responsabilità professionale medica nota II/2009 a cura di Alessandro Riccioni e Nicola Mazzera, avvocati in Roma LA CLINICA (DI REGOLA) RISPONDE DELL

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

CONTRATTO di prestazione di servizi

CONTRATTO di prestazione di servizi CONTRATTO di prestazione di servizi tra CLENEAR S ROSY di Nappi Maria Rosaria con sede in Via Moncenisio, 27-20031 Cesano Maderno (MI) E Nome Cognome. luogo e data di nascita residenza o domicilio.. codice

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONVENZIONE SUL LAVORO FORZATO E OBBLIGATORIO, 1930 1

CONVENZIONE SUL LAVORO FORZATO E OBBLIGATORIO, 1930 1 Convenzione 29 CONVENZIONE SUL LAVORO FORZATO E OBBLIGATORIO, 1930 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione dell Ufficio

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO

CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO Gli Stati contraenti della presente convenzione, desiderosi di promuovere gli scambi e gli investimenti internazionali attraverso una migliore cooperazione

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA L art. 4 della L.P. 4/2014, nel regolamentare (ai commi 2, 3 e 4) la procedura per l esercizio dell accesso civico, ne definisce

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa 1 di 5 26/09/2011 11.11 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa Giovedì 12 Maggio 2011 13:40 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n.

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO IN PUBBLICA CONSULTAZIONE

OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO IN PUBBLICA CONSULTAZIONE OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO IN PUBBLICA CONSULTAZIONE Quest Associazione apprezza la decisione dell ISVAP di avviare la procedura per la revisione del regolamento n.5/2006, sull attività degli intermediari

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

Creditor Protection Insurance

Creditor Protection Insurance CARDIF ASSURANCE VIE S.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. POLIZZE COLLETTIVE N. 5038/01 e 5343/02 Creditor Protection Insurance (data dell ultimo aggiornamento: 31.05.2012) IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario Di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Ambito di applicazione. 3. Principi fondamentali. 3.1.

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli