Può la Cooperativa "Y" avviare un Tirocinio ad un giovane che svolge già attività di Servizio Civile presso l'associazione "X"?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Può la Cooperativa "Y" avviare un Tirocinio ad un giovane che svolge già attività di Servizio Civile presso l'associazione "X"?"

Transcript

1 QUESITI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO. 1 Quesito Oggetto: sedi dei tirocini 1111 Quesito Il tirocinante può avere due sedi per il tirocinio, facenti capo alla stessa professionista e può svolgere degli adempimenti presso vari istituti? Il tirocinio in due sedi può essere attivato, se vi è una espressa indicazione negli atti formali del tirocinio. Al contrario, il tirocinante non può svolgere pratiche presso gli enti, perché la legge n. 12/1979 lo consente solo ai dipendenti. 2 QUESITO Oggetto: soggetti promotori Può la Cooperativa "Y" avviare un Tirocinio ad un giovane che svolge già attività di Servizio Civile presso l'associazione "X"? Il volontario che svolge servizi presso un associazione, può essere legittimamente avviato in un attività di tirocinio presso una diversa associazione. 3 Quesito Oggetto: onorario delegato. Il delegato può chiedere un onorario al cliente per l'attivazione del tirocinio? Non è possibile farsi remunerare l attivazione del tirocinio in quanto tale, ma è possibile farsi riconoscere gli adempimenti e la consulenza necessari all attivazione.

2 4 QUESITO Oggetto: computo apprendisti. In riferimento al computo dei dipendenti per la richiesta di un Tirocinio Formativo( aziende con non più di cinque dipendenti a tempo indeterminato, 1 tirocinante, tra i sei e i diciannove dipendenti a tempo indeterminato, 2 tirocinanti, e da 20 in poi, il 10% dei lavoratori assunti), vengono considerati sia i rapporti di lavoro a tempo indeterminato che a tempo determinato, compreso i contratti agevolati come Apprendistato? Per il computo dei tirocinanti, è da considerare solamente i dipendenti a tempo indeterminato, come espressamente prevede il testo di legge. In riferimento agli apprendisti, possiamo citare la risposta all'interpello n.44 del 2008, cui il Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali, così si è pronunciato : i lavoratori assunti con contratto di apprendistato, sono esclusi dal computo dei limiti numerici previsti da leggi e contratti collettivi per l applicazione di particolari normative ed istituti. Del resto, appare ragionevole escludere dal computo gli apprendisti, anche in ragione del fatto che già con riferimento a tali categorie di lavoratori esistono limiti numerici legati alla necessità di garantire una adeguata proporzione tra questi ultimi e le maestranze specializzate e qualificate in servizio presso il datore di lavoro. 5 QUESITO Oggetto: tirocinio e lavoratore in mobilità Un lavoratore in mobilità può svolgere un tirocinio formativo e di orientamento? Certamente si, perché è disoccupato.

3 6 QUESITO Oggetto: natura sussidio formativo. Qual'è il trattamento del sussidio formativo? Si tratta di reddito assimilato al lavoro dipendente, quindi soggetto Irpef per scaglioni di reddito con fruizione delle detrazioni/deduzioni di legge, esente da contribuzione Inps. 7 QUESITO Oggetto: dlagto e tirocinio. Chi deve effettuare il bonifico per l'attivazione del tirocinio? E' in capo al delegato e qualora dovessimo riceverlo da parte dell'azienda, la prassi da seguire è la seguente 1) il delegato devo effettuarlo nuovamente, dando contestualmente per o fax l'iban dell'azienda, perché possiamo provvedere al relativo rimborso. 8 QUESITO Oggetto: tirocinante straniero. Come dobbiamo comportarci quando il tirocinante straniero? o il rappresentante dell'azienda è In questa prima fase visto, che il programma non consente l'inserimento delle Nazioni estere potete contestualmente alla richiesta di attivazione del tirocinio, mandare per o fax i dati anagrafici corretti del tirocinante e/o rappresentante legale dell'azienda. Se il tirocinante è extra-comunitario, è necessario allegare contestualmente anche il

4 permesso di soggiorno. 9 QUESITO Oggetto: interruzione tirocinio. E' possibile interrompere un tirocinio avviato per inidoneità del tirocinante e come fare? Certamente si, trattandosi di un recesso legittimo. E' bene tuttavia avere una breve motivazione delle parte che recede, da conservare agli atti. 10 Quesito Oggetto: copertura assicurativa per tirocinanti. Vorrei avere alcuni chiarimenti circa l'apertura e l'eventuale costo da parte dell'azienda della voce INAIL per i tirocinanti. Ho contattato due sedi Inail e ho avuto risposte discordanti. Una sede, mi ha detto di citare la normativa della legge TREU voce ed indicare "esenzione totale" per il premio da corrispondere non essendo retribuito il tirocinante. Un' altra sede mi ha detto di tenere in considerazione il minimale mensile previsto per i co-co-pro e applicare, a seconda del settore di appartenenza dell'azienda, il 5 per mille o il 9 per mille aumentato dell'1% moltiplicato per il numero di mesi che il ragazzo sarà in azienda. Qual'è corretto? L'azienda deve o no un contributo? Inoltre, vista la reticenza di molti colleghi, è corretto inviare a nome dell'azienda ospitante la comunicazione all'inail tramite fax? Per i tirocinanti trova applicazione la regolamentazione del DM 142/1998 e la tariffa ivi prevista. Per quanto riguarda la retribuzione imponibile, trova applicazione quella convenzionalmente individuata dall'inail ogni anno, con le relative circolari che stabiliscono i minimali e massimali da applicare. 11 Quesito

5 Oggetto: il ruolo del tutor Un tutor ha un limite di tirocinanti da seguire? Non ci sono limiti per i tutor, ma ovviamente è rimesso al buon senso dell'azienda, considerare un numero adeguato di tirocinanti da far seguire ad un tutor a seconda anche della difficoltà dell'attività. 12 Quesito Oggetto: E' possibile stipulare un tirocinio formativo per la formazione di un Agente di Assicurazione addetto all'elaborazione delle polizze assicurative con età superiore a 50 anni, che non è stato mai assunto? Se rientra tra i soggetti disoccupati non ci sono problemi nel fare un tirocinio. Resta fermo che non deve trattarsi di una formula elusiva del lavoro subordinato. 13 Domanda Oggetto: tirocinio con ragazzo straniero Un'azienda artigiana, settore pelletterie, vorrebbe stipulare un TFO con un ragazzo macedone di anni 17, residente in Italia con regolare permesso di soggiorno, con obbligo scolastico assolto (in Italia) e attualmente iscritto al quarto anno di scuola superiore. Il ragazzo verrà istruito sui vari passaggi che permettono la produzione di una borsa e/o altri articoli di pelletteria in genere e si occuperà, per il periodo del tirocinio, sotto la guida del tutor, di applicare gli accessori ai vari prodotti. Sembra doveroso sottolineare, che nella stessa azienda lavora con contratto subordinato, la sorella del potenziale tirocinante. Il tirocinio sarà effettuato dal lunedì al venerdì dalle ore14;00 alle ore 18;00 per una durata di 4 mesi.

6 : E' possibile attivare il tirocinio nel caso di specie. 14 Domanda Oggetto : indennità di disoccupazione E' possibile attivare un tirocinio per una ragazza che percepisce un' indennità di disoccupazione? Certamente si e la durata massima è di sei mesi. 15 Domanda Oggetto: interruzione e ripresa del tirocinio. Ho avviato un tirocinio formativo per la Sig.na Y presso una mia azienda cliente della durata di 6 mesi in data... Per motivi familiari la Sig.ra Y oggi, dopo quasi 2 mesi di attività, è costretta ad interrompere il tirocinio formativo. Nel caso in cui dovessero risolversi tali problematiche personali all'azienda ospitante è consentito di avviare nuovamente il tirocinio formativo con la stessa Sig.ra Y per i 4 mesi mancanti? E' possibile, sempre che la tirocinante conservi lo stesso status. Ovviamente come di prassi vanno comunicate le motivazioni solo per averle agli atti. 16 Domanda Oggetto: tirocinio con minore Con la presente sono a chiedervi se vi è la possibilità di instaurare un tirocinio per un minorenne in un'impresa edile. Preciso che il giovane non ha alcuna esperienza nel settore e si tratterebbe di primo impiego, ha assolto l'obbligo scolastico (16 anni compiuti e 10 anni di studio). Verrà fatta la visita medica ed inviato al corso di 16 ore istituito dalla Cassa Edile di competenza.

7 E' possibile attivare il tirocinio, ma bisogna prestare molta attenzione al progetto formativo, che garantisca un'adeguata formazione ed una tutela contro gli infortuni sul lavoro, per i particolari rischi del settore. 17 Domanda Oggetto: comunicazioni Da chi vengono effettuate le comunicazioni alla Regione ed alla Dpl?. Dall'Ente promotore, ovvero dalla Fondazione Lavoro. 18 Domanda Oggetto: tirocinio attivato da un'associazione sindacale. Mi sapete dire se un Associazione Sindacale può attivare un Tirocinio formativo? Si può attivarlo. 19 Domanda Oggetto: sospensione tirocinio Dovrei richiedere il tirocinio formativo presso la Fondazione per un giovane da avviare in un'azienda la quale sospende l'attività nel periodo estivo (luglio ed agosto). A tal proposito mi preme sapere se è possibile sospendere il tirocinio durante la suddetta pausa visto che, in un precedente caso di tirocinio in convenzione con il Centro per l'impiego della mia città ho già effettuato tale sospensione con susseguente ripresa? Il decreto ministeriale 142/1998 fissa esattamente i motivi di sospensione tra cui non c è il periodo estivo. Pertanto suggeriamo di avviare un primo tirocinio fino a giugno e al rientro del periodo estivo riavviare di nuovo lo stesso tirocinio fino a concorrenza del periodo previsto dal DM.

8 20 Domanda Oggetto: caratteristiche per essere disoccupato. La tirocinante al momento di apporre la firma di accettazione non ricordava di essere titolare di un' impresa commerciale (enoteca), gestita dal fratello. Si chiede, pertanto, di conoscere se la titolarità di un'impresa commerciale è preclusiva allo svolgimento dell'attività del tirocinante. La norma parla di disoccupati. Se lei ha le caratteristiche per essere disoccupata (reddito fino a euro l anno) allora si. Altrimenti no. 21 Domande Oggetto: tirocinio in Emilia Romagna In presenza di ditta artigiana con tre soci lavoratori, che lavorano effettivamente, senza lavoratori subordinati a TI, può essere superato l'ostacolo del divieto di accesso al Tirocinio? Si può attivare perché in Regione Emilia Romagna vi è la legge n. 17 del 2005 che consente l'attivazione del tirocinio anche in imprese senza dipendenti in forza. 22 Quesito Oggetto: concomitanza di due tirocini. Siamo a chiedere informazioni circa la possibilità di attivare un tirocinio con come office smarttags" con la Fondazione Lavoro. Considerando che il tirocinante individuato, attualmente sta effettuando altro tirocinio, presso altra azienda, per il raggiungimento di qualifica differente rispetto a quella prevista dall eventuale tirocinio con Fondazione Lavoro.

9 L orario che svolge nell attuale tirocinio è dal Lunedì al Venerdì 5 ore di mattina e 2 rientri pomeridiani di 3 ore per un totale di di 31 ore settimanali. E possibile attivare altro tirocinio? Se si, quante ore può fare il tirocinante? : Si. Anche se è opportuno non superare un orario complessivo di 40 ore intendendo questa soglia come un limite di ragionevolezza e non di legge. 23 Domanda Oggetto: tirocinio presso una società dove è presente un contratto di solidarietà E' possibile la stipula di una CONVENZIONE di TIROCINIO di FORMAZIONE e ORIENTAMENTO, presso una società nella quale è attualmente in corso il Contratto di solidarietà? Il tirocinio è compatibile con un azienda che ha avviato il contratto di solidarietà, purché non riguardi dipendenti in solidarietà. 24 Domanda Oggetto: tirocini con università straniere. Una società attiva annualmente molti tirocini grazie alle convenzioni con università italiane e straniere. Alcune unità di ricerca inoltre, attivano tirocini con studenti provenienti da paesi non-ue (circa 4/5 all anno). In questo caso non abbiamo contatti con le università (es. India) e quindi non possiamo passare per il normale canale convenzione società - Ente formativo. Al momento facciamo entrare gli studenti non-ue con visto turismo e diamo un rimborso a piè di lista. Grazie alla nuova normativa dei tirocini, la società potrebbe ospitare studenti stranieri richiedendo un visto per studio grazie all intermediazione di Fondazione lavoro

10 (soggetto promotore). : In considerazione delle possibili elusioni che possono essere adottate sul territorio si procede nel seguente modo: 1. Extracomunitari con solo permesso turistico: non può essere autorizzato il tirocinio. 25 Domande Oggetto: possibilità di assumere in apprendistato dopo il tirocinio. Se un'azienda al termine di un periodo di tirocinio può poi assumere il tirocinante con un contratto di apprendistato? E' senz'altro ammesso. 26 domanda Oggetto: necessità di rilasciare il cud. Bisogna rilasciare il cud per un tirocinante che percepisce un sussidio formativo di 500 euro mensili? Il sussidio assume natura di reddito assimilato al lavoro dipendente e quindi il CUD va rilasciato. 27 domanda Oggetto: tirocinio con minore extracomunitario. La presente per sciogliere un dubbio in merito alla possibilità di inserire uno studente minore extracomunitario in possesso sia di permesso permesso di soggiorno che di

11 licenza media inferiore. Il suddetto potrebbe essere inserito in azienda durante orari compatibili con gli orari scolastici (es. dalle ore alle ore 18.00) durante il periodo scolastico e magari anche la mattina durante il periodo estivo.. Il minore che non abbia assolto l'obbligo scolastico non può svolgere r il tirocinio formativo e di orientamento. 28 quesito Oggetto: stage formativi a carico del fondo sociale europeo In presenza di stage formativi a carico del fondo sociale europeo che peraltro prevedono una formazione teorica ed una operativa presso l azienda, al termine la stessa azienda può attivare un tirocinio formativo con lo stesso soggetto? Se si è necessario detrarre dal periodo di formazione del tirocinio quella già eseguita durante lo stage in azienda? Si è possibile attivare tirocini di orientamento ed il termine è quello previsto dal decreto ministeriale n. 142/98 senza alcuna detrazione. 29 Quesito Oggetto: tirocini in presenza di società di persone o impresa familiare. In presenza di una società di persone o impresa familiare dove non ci sono lavoratori dipendenti, ma soci o familiari lavoratori è possibile attivare tirocini formativi? In mancanza di disposizioni regionali integrative, si applicano i dettami previsti dal DM 142/98, e successive integrazioni (circolare ministeriale del 15/07/1998 n.92) che prevedono obbligatoriamente la presenza di almeno un dipendente a tempo indeterminato. 30 Quesito

12 Oggetto: possibilità di attivare tirocini per disoccupati che hanno avuto precedenti esperienze di lavoro similari alle attività del tirocinio. I disoccupati che vogliono attivare un tirocinio formativo, possono avere avuto precedenti esperienze lavorative e/o precedenti titoli o attestati di qualifica per la medesima attività che andrebbe a svolgere nel tirocinio formativo? Si. 31 Quesito Oggetto: tutor esterno. Il tutor esterno formativo come deve svolgere la propria attività e quante ore minime e massime? Quali responsabilità ha? Ha la responsabilità della corretta formazione, del buon andamento del tirocinio ma non è obbligato ad alcun orario, ovvero mansione particolare, in quanto deve assicurare esclusivamente il buon andamento del periodo di tirocinio. 32 Quesito Oggetto: tirocini con 0 dipendenti in forza. Un' azienda senza dipendenti può attivare un tirocinio formativo com' è stato per le Borse Lavoro, Work Experience, PIP ecc? No, ad eccezione delle Regioni in cui vi è una disposizione normativa che lo prevede. 33 Quesito Oggetto: tirocinio e registro infortuni. Per un'azienda senza obbligo di istituzione del registro infortuni l'instaurazione di un rapporto di tirocinio ne fa scaturire l'obbligo?

13 Si, anche perché deve già esistere nelle aziende poiché con un dipendente vi è obbligo di tenere il registro infortuni. 34 Quesito Oggetto: slittamento del tirocinio. Il periodo di chiusura aziendale per ferie o altre motivazioni fa slittare in avanti la scadenza del tirocinio dal momento che in tale periodo non si può svolgere attività formativa? Si, nel limite della durata massima prevista dal D.M.142/ Quesito Oggetto: responsabiltà del consulente delegato Quali sono le responsabilità del consulente delegato nei confronti del tirocinio? Es. In caso di infortuni? Il consulente delegato è un arbitro che deve garantire il buon andamento del tirocinio e della formazione. 36 Quesito. Oggetto: tirocinio in presenza di azienda artigiana. Sono in procinto di aprire un altro tirocinio con un'azienda artigiana che ha alle dipendenze 1 persona assunta dal... in mobilità a termine per 12 mesi, e una persona assunta a tempo determinato fino a tutto luglio dal... No, la norma prevede la presenza di un lavoratore a tempo pieno ed indeterminato, a meno che la legge regionale non lo consenta.

14 37 Quesito Oggetto: rimborso spese e cedolino paga. Se sui rimborsi spese occorre operare le trattenute fiscali e questi sono assimilati a retribuzioni - si devono determinare le detrazioni di imposta ed elaborare un cedolino paga con annesso CUD e 770? Le eventuali somme corrisposte al tirocinante sono assimilate a retribuzioni, vanno determinate le normali detrazioni d imposta, ma non va effettuato alcun cedolino paga, né, tantomeno, ulteriori adempimenti previsti per il personale dipendente. 38 Quesito Oggetto: il rimborso spese deve avere un tetto massimo. Se il rimborso spese è superiore (magari notevolmente) alle spese sostenute dal tirocinante (il quale non è tenuto peraltro a documentarle a piè di lista) si potrebbe rischiare - in sede di accertamento o magari di denuncia del tirocinante stesso che l elevato importo del rimborso unitamente alle dichiarazioni del lavoratore (svolgimento di lavoro effettivo per 8 ore al giorno) possano far tramutare il rapporto da mera formazione/lavoro a rapporto dipendente vero e proprio esponendo l azienda ai rischi connessi alla mancata assunzione ed al versamento dei contributi? In sostanza la generosità dell azienda può essere fraintesa? Assolutamente no, ma è opportuno che si preveda nel progetto di tirocinio quali saranno le somme, e/o i benefit, che verranno eventualmente concessi al tirocinante. 39 Domanda

15 Oggetto: tirocini e crediti universitari. Ai fini dei crediti universitari questa tipologia di tirocini può dare diritto ai crediti non essendo promossi dall Università? Al momento non è previsto da alcuna normativa. 40 Quesito Oggetto: PAT L attivazione della PAT si deve riferire alla voce 0611 (per i corsi) o quella per la specifica attività? La voce 0611 è quella esatta per i tirocini. 41 Quesito Oggetto: associazione di volontariato come soggetti promotori. Vi preghiamo di indicarci se le le associazioni di volontariato, organismi di natura privata senza scopo di lucro, possono essere soggetti ospitanti dei tirocini formativi e di orientamento promossi dalla Fondazione Consulenti per il Lavoro. Si, se ha la qualifica di datore di lavoro. 42 Quesito Oggetto: libro unico del lavoro. Quali obblighi ha il datore di lavoro per il libro unico del lavoro? Nessuno 43 Quesito

16 Oggetto: tirocinio e futuro apprendistato. Si chiede se la formazione svolta durante il percorso di tirocinio formativo deve essere presa in considerazione in un eventuale successivo rapporto di apprendistato, presso la stessa azienda, sia per quanto riguarda la durata del contratto di apprendistato, sia per quanto riguarda la formazione. No, sono due istituti completamente diversi, certamente le competenze acquisite dal tirocinante lo porteranno ad avere un inquadramento che ne tiene conto nel successivo rapporto di apprendistato. 44 Quesito Oggetto: comunicazione Unilav Al momento dell'attivazione del tirocinio la comunicazione di avviamento con Unilav deve essere fatta dal soggetto delegato a nome proprio o a nome dell'azienda ospitante? A nome dell azienda ospitante. 45 Quesito Oggetto: cdl e limite territoriale. Il CDL delegato può stipulare tirocini formativi per le aziende assistite che operano nell'ambito del territorio Europeo? Il consulente delegato non ha alcun limite territoriale. 46 Quesito Oggetto: obblighi in materia di sicurezza sul lavoro in presenza di tirocini. Si chiede se in merito ai tirocini ci sono obblighi in materia di sicurezza sul lavoro. Devono essere rispettate le prescrizioni previste dal D.LGS. 81/2008 (Testo Unico Salute e Sicurezza sul Lavoro) e dal correttivo il d.lgs. 106 del 2009.

17 47 Quesito Oggetto: irregolarità del tirocinio. Premessa la certificazione del corretto svolgimento del tirocinio da parte del tutor, quali sono le discriminanti per sostenere l'irregolarità dello stesso e a chi spetta l'onere della prova? Il progetto di tirocinio viene svolto dal tirocinante in collaborazione con il tutor aziendale. Sarà quest ultimo a valutare, in primis, il corretto andamento dello stesso. 48 Quesito Oggetto: Tariffa 0611 Per l'attivazione di un tirocinio formativo ho richiesto la variazione di una vecchia Pat utilizzata anni fa per i PIP, indicando nella richiesta quanto previsto dal DM 142/98. L'Inail di Brindisi mi ha risposto richiedendomi informazioni sulle mansioni specifiche ricoperte dal tirocinante e in seguito alla mia ulteriore comunicazione mi è stato detto che non era necessario modificare nulla poiché il tasso di tariffa da applicare è quello relativo alla mansione specifica svolta dal tirocinante. Poiché si trattava di mansioni impiegatizie e nell'azienda tutti i dipendenti risultano essere impiegati, mi è stato risposto che il tasso 0722 già applicato è corretto (con conseguente applicazione del 4 per mille). La normativa prevede l applicazione della voce di tariffa Se la sede territoriale di Brindisi ha applicato una voce diversa comunque il tirocinio è valido e garantito sotto l aspetto infortunistico. 49 Quesito

18 Oggetto: Chiedo, inoltre, a livello fiscale, come vanno considerate le somme erogate al tirocinante in base a convenzione con la provincia che prevede, appunto, l'erogazione di un "compenso" di 700 comprensivo degli oneri sociali sostenuti dall'impresa (obbligo assicurativo a carico del soggetto ospitante). Rimborso spese o compenso? Esente da imposizione o meno? Aggiungo che la provincia ha erogato all'impresa quanto anticipato al tirocinante solo a consuntivo. Per il compenso ricevuto dall impresa bisognerà verificare secondo quale normativa viene erogato e di conseguenza applicare la tassazione ivi prevista. 50 Quesito Oggetto: Assicurazione Ci pare di capire dall'esposizione che e' obbligato all'assicurazione INAIL del tirocinante il soggetto Ospitante. In passato per i tirocini era il soggetto promotore che provvedeva all'assicurazione. E' possibile chiarire questo punto? E obbligato il soggetto ospitante. 51 Quesito Oggetto: comunicazioni da parte del soggetto promotore Attualmente procediamo alla instaurazione dei tirocini formativi con i CPI. Sono a conoscenza che detti centri provvedono a segnalare all'inps, Inail. Regione etc. Chi provvederà ad effettuare tali comunicazioni? Ogni comunicazione, ad eccezione di Unilav e dell apertura PAt Inail, sarà effettuata dal soggetto promotore.

19 52 Quesito Oggetto: formazione del tutor Il tutor deve avere una particolare formazione? No, ma certamente idoneo a divenire punto di riferimento in azienda per le attività del tirocinante. 53 Quesito Oggetto: comunicazione on line Nell'assunzione dei tirocinanti, la comunicazione obbligatoria online, va sempre fatta? Si 54 Quesito Oggetto: il tirocinio fa perdere lo status di disoccupazione. L'attivazione del tirocinio formativo e di orientamento fa perdere lo stato di disoccupazione al tirocinante? No, perché non è un rapporto di lavoro. 55 Quesito Oggetto: soggetto assunto a tempo indeterminato con la stessa data del tirocinante. Se un soggetto viene assunto a tempo indeterminato con la stessa data di inizio di un tirocinio, lo stesso tirocinio è legittimo. Si, perché al momento dell'entrata in azienda del tirocinante vi è un dipendente a tempo indeterminato.

20 56 Quesito Oggetto: tirocinio con ex tossicodipendente. Un'azienda cliente vorrebbe attivare un Tirocinio con un ex tossicodipendete assistito da un'assistente sociale ASL. Tale figura rientra nella categoria persone svantaggiate (L. 381/91) per le quali posso instaurate un tirocinio di 12 mesi? In caso affermativo, quali documenti devono essere presentati per attestate lo stato di "persona svantaggiata"? Si rientra nelle categorie di persone svantaggiate. Per attestarlo sono necessarie le certificazioni mediche. 57 Quesito Oggetto:tirocini all'interno di un Comune Il comune di Agrigento mi ha chiesto se si possono avviare dei tirocini all'interno della struttura comunale. Se si, quale documentazione mi occorre da parte del Comune per poter avviare i tirocinanti? E' possibile attivare il tirocinio nel caso di specie, seguendo le modalità operative all'interno dello sportello tirocini, compilando i campi azienda e tirocinante. Per la Partita Iva inserirne una fittizia, trattandosi di un Comune. 58 Quesito

21 Oggetto : Superstage in Calabria Vorrei conoscere la posizione di codesta Fondazione in ordine all'attivazione di tirocini formativi, anche per le imprese senza dipendenti, con sede legale nella Regione Calabria. Si evidenzia, al riguardo, che a tali imprese dovrebbe essere riconosciuta la possibilità di avviare i tirocini in parola atteso che le medesime, avrebbero la possibilità di utilizzare la figura dell'imprenditore come tutor aziendale e che dalla interpretazione letterale della legge istitutiva di questo importante istituto normativo, la n.196/1997, non si evincono particolari perplessità in tal senso. : Non è possibile attivare il tirocinio in aziende con zero dipendenti nella regione Calabria, perché non vi è una legge regionale che lo prevede. La Regione Calabria, seguita dalla Regione Basilicata ho sponsorizzato i c.d. SUPERSTAGE: tirocini della durata di 2 anni a favore di soggetti fino a 37 anni. 59 Quesito Oggetto: tirocini in Campania E' possibile attivare un tirocinio in un' azienda che non ha dipendenti in forza nella regione Campania? Non è possibile attivare tirocini formativi e di orientamento in aziende che non hanno dipendenti in forza, nella regione Campania, poiché non vi è una legge regionale che lo prevede in detta Regione. 60 Quesito Oggetto: tutor aziendale Quali sono i compiti del tutor aziendale?

22 : Curarsi dell'inserimento aziendale del tirocinante e garantire che vengano ottemperati gli obiettivi indicati nel progetto formativo, garantendo un'adeguata formazione. 61 Quesito Oggetto: permesso di soggiorno e rinnovo Ti invio i documenti relativi ad un permesso di soggiorno tra cui LE RICEVUTE per la richiesta di rinnovo fatta a luglio Il tirocinante non ha ancora OTTENUTO il permesso rinnovato e prima di inoltrargli la modulistica preferivo avere un vostro parere: può farlo comunque o deve essere in possesso del rinnovo?potresti farmelo sapere per domani? Ti chiedo questo favore perché il tirocinio sarebbe dovuto cominciare oggi. Il tirocinio può essere attivato solo in presenza di un permesso di soggiorno valido. Pertanto nel caso di specie bisogna attendere il rinnovo. 62 Quesito Oggetto: due tirocini con una stessa persona. Vorrei sapere se è possibile da parte di un'azienda stipulare con una stessa persona due tirocini formativi al fine di conseguire comunque esperienze lavorative diverse. Nel caso specifico, un centro estetico ospita una tirocinante al fine di apprendere nozioni di estetista; successivamente ottiene l'autorizzazione a svolgere anche attività di acconciatura; può il centro estetico divenuto anche parrucchiere per signora instaurare un nuovo tirocinio formativo con la stessa persona? E' una situazione piuttosto anomala Il tirocinio avviato è unico.

23 63 Quesito Oggetto: computo dell'associato in partecipazione come dipendente a tempo indeterminato. Possiamo considerare nel computo anche l'associato in partecipazione a tempo indeterminato? E' possibile ricomprendere per il computo numerico dei lavoratori presenti in azienda a tempo indeterminato, anche i lavoratori assunti con contratto intermittente a tempo indeterminato. 64 Quesito Oggetto: tirocini con extracomunitari. Come da accordi sui tirocini per extracomunitari, vi inoltro un permesso di soggiorno per affidamento di un ragazzo marocchino. E' possibile attivare il tirocinio nel caso di specie? Nel caso di specie non è possibile attivare il tirocinio 65 Quesito Oggetto: tirocini in Sardegna E' possibile attivare un tirocinio formativo in Sardegna, con zero dipendenti, per uno studio professionale (studio legale) per "segretaria"? Non è possibile nel caso di specie, perché non vi è una legge regionale, che consente l'attivazione di tirocini formativi e di orientamento in aziende con 0 dipendenti a tempo indeterminato. 66 Quesito Oggetto: tirocini in aziende a 0 dipendenti in forza in Calabria E' possibile attivare un tirocinio formativo e di orientamento in un'azienda con 0

24 dipendenti a tempo indeterminato sita nella Regione Calabria? Non è possibile attivare il tirocinio nel caso di specie, poiché nella regione Calabria, non vi è una legge regionale, che consente l'attivazione di un tirocinio in aziende con 0 dipendenti in forza. 67 Quesito Oggetto: compiti del tutor Quali sono i compiti del tutor dell'ente promotore? Il tutor nominato dall'ente promotore, che ha funzioni di controllo, coordinamento, ed orientamento, ovvero verifica che l'esperienza di tirocinio si svolga nel modo previsto dal progetto formativo ed interviene si vi sono problemi, non deve svolgere attività ulteriori se si tratta di un minore, tuttavia il buon senso prescrive di monitorare in maniera più intensa l'esperienza in questione. 68 Quesito Oggetto: tirocini in Veneto. Un' azienda veneta non ha dipendenti in forza; è possibile attivare tirocini formativi e di orientamento in base alle prescrizioni della legge regionale? Si è possibile, perché la legge Veneto n. 3 del 2009, consente di attivare un tirocinio formativo e di orientamento, anche in aziende che non hanno dipendenti in forza. 69 Quesito Oggetto: tutor e sue particolari competenze? Il tutor deve avere competenze e titoli particolari per avere tale funzione? No, ma deve diventare un punto di riferimento in azienda, per le attività del tirocinante.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 COME ACQUISIRE LO STATO DI DISOCCUPAZIONE Lo stato di disoccupazione si compone di un elemento oggettivo (lo stato di privo di lavoro),

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

IL NUOVO APPRENDISTATO: QUESITI E CASI PRATICI

IL NUOVO APPRENDISTATO: QUESITI E CASI PRATICI 1??ALESSANDRO MILLO, DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO DI PIACENZA ALESSANDRO MILLO, DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO DI PIACENZA Le considerazioni esposte sono frutto esclusivo

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

Ministero del Lavoro e della Previdenza. Sociale

Ministero del Lavoro e della Previdenza. Sociale Partenza - Roma, 14/02/2007 Prot. 13 / SEGR / 0004746 Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Oggetto: Adempimenti connessi alla instaurazione, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola

Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola Il punto di pratica professionale Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola a cura di Eufranio Massi Direttore della Direzione provinciale del Lavoro di Modena Per una disamina, sia pur breve,

Dettagli

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Assunzione Tipologie contrattuali Ai lavoratori avviati mediante il cd. collocamento obbligatorio vanno applicate le norme valide per la generalità

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli

Tirocini a due anni di distanza dalle Linee-guida: primo bilancio

Tirocini a due anni di distanza dalle Linee-guida: primo bilancio Working Paper A s s o c i a z i o n e p e r g l i S t u d i I n t e r n a z i o n a l i e C o m p a r a t i s u l D i r i t t o d e l l a v o r o e s u l l e R e l a z i o n i i n d u s t r i a l i Tirocini

Dettagli

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Si può apporre un termine al contratto di lavoro solo in presenza di casi particolari, per cui son necessari alcuni requisiti fondamentali come la forma del contratto e la

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 Disciplina 1. Il presente regolamento concerne le incompatibilità derivanti dall'assunzione e dal

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Sommario. Definizione 3

Sommario. Definizione 3 Sommario Definizione 3 1. Contratto di solidarietà difensivo 4 1.1 Contenuto del contratto 7 1.2 Riflessi sul rapporto di lavoro 15 1.3 codici autorizzazione Inps 17 2. Contratto di solidarietà espansivo

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché Il tirocinio extracurriculare come, quando, dove e perché Contenuti Cos è un tirocinio Le finalità del tirocinio extracurriculare La legislazione che lo regola Come cercare informazioni Prima di iniziare

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

Procedure del personale. Il lavoro durante la Cassa integrazione guadagni Roberto Zaltieri - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Il lavoro durante la Cassa integrazione guadagni Roberto Zaltieri - Consulente del lavoro Il lavoro durante la Cassa integrazione guadagni Roberto Zaltieri - Consulente del lavoro In quali casi è possibile lavorare durante la Cassa integrazione e con che limiti? Si possono cumulare trattamento

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014)

PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014) PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014) CONTRATTI PART TIME ATTIVATI DOPO L 01/01/2011 LIMITI DI ASSUNZIONE Il C.C.N.L. edilizia industria

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori Giugno 2014 La legge di riforma del mercato del lavoro approvata il 28 Giugno 2012 (L.92/2012) ha introdotto

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale

Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale Mauro Porcelli 1 I fringe benefits sono emolumenti aggiuntivi della retribuzione costituiscono vantaggi accessori servono a motivare

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli