Osservatorio Internet of Things

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio Internet of Things"

Transcript

1 Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, Innovation Day, 25 Settembre 2014

2 L Internet of Things La definizione di riferimento Oggetti intelligenti (Smart objects) Reti intelligenti (Smart networks) SMART = Identificazione Localizzazione Diagnosi stato Metering Sensing Attuazione Elaborazione Comunicazione SMART = Standard tecnologici aperti Accessibilità dati / raggiungibilità oggetti Multifunzionalità Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 2

3 L Internet of Things Un paradigma dai numerosi ambiti applicativi Il monumento comunica con il turista, gli racconta qualcosa di sé e consiglia come proseguire il tour della città Il paio di scarpe (o più in generale, qualsiasi capo di abbigliamento) è tracciato individualmente dalla produzione al cliente per garantire la sua originalità I sensori distribuiti nel bosco avvisano dell insorgere di un incendio e consentono di monitorare l avanzamento del fronte di fuoco Il lampione stradale regola l intensità luminosa sulla base delle condizioni atmosferiche e comunica quando la lampadina deve essere sostituita L autovettura comunica la sua posizione e i dati di guida (es. velocità, frenate brusche) utilizzati per finalità assicurative e monitoraggio del traffico Il contatore elettrico registra e comunica l entità dei consumi e dell energia prodotta dai pannelli fotovoltaici sul tetto della casa La telecamera registra le informazioni e le elabora in locale, avvisando le autorità nel caso rilevi un evento critico l parametri vitali di un malato sono misurati autonomamente a domicilio (es. misuratore di pressione, di glicemia) e trasmessi quotidianamente alla struttura medica di riferimento Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 3

4 Quanto vale l Internet of Things Tanto ma quanto? Mercato servizi Vas per connessioni cellulari M2M pari a 10 miliardi $ nel 2017, contro 1,5 miliardi del 2012; connessioni M2M da 91,4 milioni (2011) a 374,9 milioni nel 2017 (IHS, Luglio 2013) Mercato IoT pari a 8,9 trilioni $ nel 2020 (4,8 trilioni nel 2012): saranno 220 miliardi gli oggetti connessi a internet (IDC, Settembre 2013) Mercato IoT pari a 1,9 trilioni $ nel 2020, con 26 miliardi di dispositivi connessi a internet (Gartner, Ottobre 2013) Mercato M2M crescerà dai 16,7 miliardi $ del 2013 fino ai 44,8 miliardi del 2018; da 106,4 Stima del mercato M2M: crescita prevista dai 45 miliardi di dollari del 2013 fino ai 242 miliardi del 2022 (Strategy Analytics, Gennaio 2014) milioni di connessioni del 2012 fino a 360,9 milioni nel 2018 (CAGR pari al 22,6%) (Ovum, Ottobre 2013) Mercato M2M pari a 33 miliardi $ nel 2013, con 175 milioni di connessioni, con crescita annua prevista del 30% (470 milioni di connessioni nel 2017) (IDATE, Gennaio 2014) Fonti: Ricerche pubblicate nel 2013 riferite al mercato globale Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 4

5 Mission: L Osservatorio Internet of Things La mission e gli obiettivi Generare e condividere conoscenza sull Internet of Things e contribuire allo sviluppo del mercato italiano Community Ricerca Comunicazione Qual è la diffusione e il valore di mercato dell Internet of Things in Italia? Quali sono i modelli di business e di governance più diffusi nelle città coinvolte nel percorso di evoluzione verso le Smart City? Quali evoluzioni si attendono a livello normativo in ambito Smart Metering gas? Qual è la diffusione in Italia di soluzioni per la Smart Home e la Smart Car? Qual è la propensione all acquisto di tali soluzioni da parte dell utente finale? Quali sono le startup più attive in ambito IoT? Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 5

6 Grado di aderenza al paradigma IoT La diffusione dell IoT in Italia Alto Prevalenza di soluzioni basate, a vario livello, su rete cellulare Smart Metering elettrico Medio Smart Car Smart Home & Building (gestione scenari) Basso Smart City & Smart Environment (illuminazione) Trasporto merci Smart Asset Management Smart Home & Building (telecontrollo riscaldamento, antintrusione) Fonte: Osservatorio IoT, marzo 2013 Embrionale Sperimentale Consolidato Diffusione Grado di maturità Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 6

7 Livello 3 Livello 2 Livello 1 La diffusione negli ambiti più consolidati Premessa Stimatore: numero di SIM dati utilizzate in applicazioni IoT Rete cellulare usata per la trasmissione dagli oggetti intelligenti ai centri di controllo oppure Rete cellulare usata dai concentratori ai centri di controllo Centro di controllo SAC, sistemi informativi, e soluzioni per la gestione dei dati Mediazione Gateway, lettori RFId, traduttori e ripetitori Interfaccia con il mondo fisico (oggetti) Unità con sensori /attuatori e tag Alta pervasività e diffusione Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 7

8 Numero di oggetti connessi tramite rete cellulare (milioni) La diffusione dell Internet of Things in Italia Gli oggetti connessi tramite rete cellulare % % +25% 2 3,4 mln 3,9 mln 5,0 mln 6,0 mln Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 8

9 La diffusione dell Internet of Things in Italia La suddivisione per ambiti applicativi 2013 Smart City & Smart Environment Smart Logistics 5% Altro 2% 1% Smart Home & Building 9% Smart Asset Management 10% 47% Smart Car 26% Smart Metering & Smart Asset Management (Utility) Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 9

10 Numero di oggetti connessi tramite rete cellulare (milioni) La diffusione dell Internet of Things in Italia I contributi alla crescita (2012 vs. 2013) 1,0 mln Il contributo degli ambiti 1% 9% Altro Smart Asset Management 10% Smart Home & Building 20% Smart Metering & Smart Asset Management (Utility) 5,0 mln 6,0 mln 60% Smart Car Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 10

11 Il valore degli ambiti più consolidati Premessa Oggetto della misura: fatturato al netto dell IVA generato in Italia a cliente finale durante l anno solare 2013 per: La realizzazione di nuovi progetti IoT Progetti di nuova implementazione Implementazione di nuove funzionalità su progetti già conclusi L estensione di progetti esistenti Progetti avviati e già conclusi negli anni precedenti che abbiano sperimentato nel 2012 una estensione di scala (aumento del numero di oggetti connessi) L erogazione di servizi post-vendita Attività su progetti conclusi e ancora in esercizio (manutenzione, formazione, connettività, accesso a piattaforme cloud, etc.) Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 11

12 Milioni di euro Il mercato dell Internet of Things in Italia Il fatturato generato dalle soluzioni consolidate 2013 Smart Car % 13% 1% 7% 1% 8% 10% 2% 5% 31% 47% Smart Home & Building Smart Metering & Smart Asset Management (Utility) Smart Logistics % Smart Asset Management mln 900 mln 19% 9% 21% Smart City & Smart Environment Altro Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 12

13 Milioni di euro Il mercato dell Internet of Things in Italia La suddivisone per driver di adozione % 2013 Normativa 21% 30% Innovazione di prodotto / servizio mln 900 mln 24% Valore (sicurezza, comfort, servizi di pubblica utilità) 25% Valore (riduzione costi, risparmio energetico, ottimizzazione percorsi) Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 13

14 Grado di aderenza al paradigma IoT La situazione negli ambiti meno consolidati Alto Smart Factory Smart Grid e integrazione con Home&Building Smart City Smart Home & Building (Energy mng, Security) Smart Logistics (Gestione supply chain) Numerose sperimentazioni e progetti pilota in diversi ambiti Generale maturazione di tecnologie e soluzioni Medio Smart Car (reti di veicoli V2V e V2I) Smart Agriculture Smart Metering gas ehealth Basso Smart City (illuminazione) Fonte: Osservatorio IoT, marzo 2013 Embrionale Sperimentale Consolidato Diffusione Grado di maturità Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 14

15 Grado di aderenza al paradigma IoT La situazione negli ambiti meno consolidati: quali sono le principali novità? Alto Smart Home & Building (Energy mng, Security) Medio Smart City Smart Car (reti di veicoli V2V e V2I) Smart Metering gas Basso Smart City (illuminazione) Fonte: Osservatorio IoT, marzo 2013 Embrionale Sperimentale Consolidato Diffusione Grado di maturità Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 15

16 Grado di aderenza al paradigma IoT La situazione negli ambiti meno consolidati: quali sono le principali novità? Alto Smart Home & Building (Energy mng, Security) Medio Smart City Smart Car (reti di veicoli V2V e V2I) Smart Metering gas Basso Smart City (illuminazione) Fonte: Osservatorio IoT, marzo 2013 Embrionale Sperimentale Consolidato Diffusione Grado di maturità Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 16

17 Focus: Smart Home (& Building) Perché è interessante? Evoluzione dello scenario tecnologico Si moltiplicano le iniziative delle startup Si intravedono nuovi scenari competitivi in ambito Smart Home, con soluzioni più aderenti al paradigma IoT e orientate al consumatore Aumento dell'interesse verso l utente consumer Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 17

18 Focus: Smart Home (& Building) Evoluzione dello scenario tecnologico Progressiva dicotomia tra soluzioni consolidate e soluzioni emergenti Nascita di nuove soluzioni B2c volte a migliorare il comfort, raggiungere obiettivi di risparmio energetico ed aumentare la sicurezza domestica Sfruttamento di connettività già presente in area domestica (es. WiFi), grazie anche alla possibilità di accedere a forme di alimentazione diretta Piattaforme unificanti Si affacciano sul mercato - principalmente americano - le prime piattaforme (come Linkafy, MiOS o Revolv) che mirano a unificare e rendere fruibile e organica l esperienza utente Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 18

19 Focus: Smart Home (& Building) Aumenta l interesse verso l utente consumer Aumenta l interesse verso l utente consumer: si moltiplicano le soluzioni che attribuiscono un ruolo centrale a dispositivi mobile (smartphone, tablet) per la fruizione del servizio I grandi player guardano con sempre maggiore attenzione a questo ambito Aumenta il numero di consorzi creati tra aziende per lo sviluppo di soluzioni Smart Home In molti sviluppano la propria offerta tramite partnership (es. General Electric) e/ o acquisizioni (es. Google, AT&T) Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 19

20 Focus: Smart Home (& Building) Si moltiplicano le iniziative delle startup Smart Home & Building 37% 6 mln Smart City & Smart Enviroment 33% 13 mln Smart Metering & Grid 29% 6 mln ehealth 22% 15 mln Smart Asset Management Smart Factory 21% 13 mln 19% 13 mln % startup iden ficate Smart Logis cs 17% 9 mln Smart Car Smart Agriculture 9% 15% 6 mln 2 mln Campione: 91 startup N ro Startup Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 20 Smart City & Environment Smart Metering & Grid Smart Home & Building ehealth Smart Car Smart Logistics Smart Asset Management Smart Factory Smart Agriculture

21 Grado di aderenza al paradigma IoT La situazione negli ambiti meno consolidati: quali sono le principali novità? Alto Smart Home & Building (Energy mng, Security) Medio Smart City Smart Car (reti di veicoli V2V e V2I) Smart Metering gas Basso Smart City (illuminazione) Fonte: Osservatorio IoT, marzo 2013 Embrionale Sperimentale Consolidato Diffusione Grado di maturità Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 21

22 Focus: Smart Car La fotografia della Smart Car in Italia nel 2013 ACI, 2013, Parco auto circolanti in Italia nel 2013: 37,0 mln Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 22

23 Focus: Smart Car Smart Car: quali funzionalità? Oltre 2,5 mln di smart car 8% 92% 95% = box assicurativi 5% Le funzionalità di una Smart Car Localizzazione del veicolo Registrazione dei parametri di guida per finalità assicurative Infomobility Telediagnostica e controllo da remoto Sensoristica di bordo V2I communication V2V communication ACI, 2013, Parco auto circolanti in Italia nel 2013: 37,0 mln Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 23

24 Focus: Smart Car La spinta normativa: ecall Entro il 2015 tutti i nuovi modelli di autovetture immessi sul mercato saranno equipaggiati con il sistema ecall È compito di ogni singolo Paese realizzare l'infrastruttura necessaria a ricevere e gestire in modo adeguato le chiamate ecall nei centri di pronto intervento Tra i dati registrati dal sistema vi sono: orario in cui è avvenuto l incidente, posizione esatta del veicolo e direzione di marcia Stima: 20% di auto connesse in Italia nel 2016 (oltre 7,5 mln) Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 24

25 Grado di aderenza al paradigma IoT La situazione negli ambiti meno consolidati: quali sono le principali novità? Alto Smart Home & Building (Energy mng, Security) Medio Smart City Smart Car (reti di veicoli V2V e V2I) Smart Metering gas Basso Smart City (illuminazione) Fonte: Osservatorio IoT, marzo 2013 Embrionale Sperimentale Consolidato Diffusione Grado di maturità Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 25

26 Internet of Things e Smart City Un binomio possibile? L espressione Smart City racchiude in sé una concezione della realtà urbana che, spaziando dalla mobilità all efficienza energetica, dall egovernment all'urbanistica, si pone l'obiettivo di innalzare gli standard di sostenibilità, vivibilità e dinamismo economico delle città del futuro SMART CITY INTERNET OF THINGS IOT & SMART CITY Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 26

27 Internet of Things e Smart City Un binomio possibile! L Internet of Things abilita tante soluzioni in grado di rendere più smart le città Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 27

28 Internet of Things e Smart City Il campione e le metodologie d analisi Europa 40 città Americhe 12 città Middle/ Far East 13 città Mappatura delle iniziative di 65 città (158 applicazioni) all'estero Interviste e studi di caso su 51 città (100 applicazioni) in Italia Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 28

29 Internet of Things e Smart City in Italia La diffusione delle applicazioni Gestione della viabilità 26% Illuminazione intelligente Raccolta rifiuti 13% 13% Monitoraggio del territorio 10% Sicurezza Smart Metering 6% 7% Monitoraggio ambientale 9% Infotainment & servizi turistici Inclusion Trasporto pubblico 4% 5% 5% Campione: 51 città 100 applicazioni Altro 4% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Città Applicazioni Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 29

30 Internet of Things e Smart City in Italia La gestione della viabilità Gestione della viabilità 26% Illuminazione intelligente 13% La % di applicazioni, Raccolta rifiuti in termini di diffusione, assume lo 13% stesso range di valori (25-30%) in tutte le 3 principali aree geografiche considerate (Italia, resto d Europa, Paesi extra-europa) Monitoraggio del territorio Sicurezza 10% 7% Oltre all aumento Smart Metering del numero di progetti 6% si osserva una crescente aderenza al Monitoraggio paradigma ambientale Internet of Things in termini 9% di: Infotainment & servizi turistici Possibilità di integrare 5% informazioni raccolte Inclusion da oggetti diversi 4% Campione: maggiore possibilità di accesso al 51 città 100 applicazioni Trasporto pubblico dato da parte degli utenti 5% della mobilità Altro 4% Questo fenomeno è presente soprattutto nei Paesi nord europei, mentre si riscontrano meno casi in Italia 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Città Applicazioni Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 30

31 La gestione della viabilità I benefici Sostenibilità ambientale Adempimenti normativi Innovazione (nuovi servizi/prodotti/m odelli di business) Benefici di efficacia (es. aumento del livello di servizio al cittadino) Benefici di efficienza operativa Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 31

32 Internet of Things e Smart City in Italia L illuminazione intelligente Gestione della viabilità 26% Illuminazione intelligente 13% Raccolta rifiuti Monitoraggio del territorio applicazioni della Smart City, in Italia: 10% Monitoraggio ambientale lampioni connessi a fine 9% % L'illuminazione intelligente è una delle principali Oltre 200 Sicurezza applicazioni in altrettante città italiane (con 7% diversi livelli di aderenza al paradigma IoT) 12 Smart mln (*) Metering di fatturato % (18% del valore complessivo Smart City) Infotainment & servizi turistici Inclusion Trasporto pubblico Altro 5% 4% 5% 4% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Città Applicazioni Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 32

33 L illuminazione intelligente I benefici Tipologia di beneficio Riduzione consumi elettrici Riduzione costi di manutenzione Valore medio - 48 % - 20 Sostenibilità % - 90 % ambientale Adempimenti normativi Valore min Valore max - 27 % - 20 % - 35 % Innovazione (nuovi servizi/prodotti/m odelli di business) Benefici di efficacia (es. aumento del livello di servizio al cittadino) Benefici di efficienza operativa Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 33

34 Internet of Things e Smart City in Italia La raccolta rifiuti intelligente Gestione della viabilità 26% Illuminazione intelligente Raccolta rifiuti 13% 13% Monitoraggio del territorio Sicurezza Monitoraggio ambientale Infotainment & servizi turistici Inclusion fase avanzata di identificazione 4% dei Altro 4% 5% 7% I progetti Smart Metering consolidati continuano 6% a Campione: 51 città 100 applicazioni 9% 10% Le applicazioni di raccolta rifiuti sono maggiormente presenti nel contesto italiano ed europeo riguardare prevalentemente l identificazione automatica dei cassonetti (tramite tag RFId) Sono più frequenti anche casi ormai in sacchetti Trasporto pubblico per la raccolta porta a porta 5% del rifiuto non riciclabile Rimangono poco diffusi progetti più avanzati per l identificazione del livello di contenuto 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Città Applicazioni Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 34

35 Internet of Things e Smart City in Italia Il grado di maturità dei progetti Trasporto pubblico 20% 80% Raccolta rifiuti 7% 43% 50% Illuminazione intelligente 11% 44% 44% Monitoraggio del territorio 10% 60% 30% Smart Grid & Smart Metering 50% 33% 17% Gestione della viabilità 22% 67% 11% Sicurezza 5% 90% 5% Infotainment & servizi turistici 40% 60% Monitoraggio ambientale 22% 78% Inclusion 20% 80% Embrionali Sperimentali Consolidati Campione: 98 applicazioni Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 35

36 90% 80% 70% 18% Internet of Things e Smart City in Italia Le fonti di finanziamento Il finanziamento dei progetti è il principale dei nodi aperti in relazione all avvio di progetti Internet of Things per la Smart City 100% 8% Partnership Pubblico-Privato (PPP) Fondi privati 60% 50% 40% 30% 20% 10% 32% 8% 34% 92% Fondi nazionali Fondi comunali / provinciali / regionali Finanziamento a carico delle municipalizzate Bandi di finanziamento UE 0% Italia Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 36 Campione: 38 progetti

37 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 18% 32% 8% 34% Italia Il confronto con l estero Le fonti di finanziamento Il finanziamento dei progetti è il principale dei nodi aperti in relazione all avvio di progetti Internet of Things per la Smart City 100% 8% 92% 22% 24% 6% 28% 44% 72% Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 37 10% 62% 5% Altri Paesi Europei Resto del mondo 67% Partnership Pubblico-Privato (PPP) Fondi privati Fondi nazionali Fondi comunali / provinciali / regionali Finanziamento a carico delle municipalizzate Bandi di finanziamento UE Campione: 95 progetti

38 Come promuovere la diffusione della Smart City? Un occasione tutta italiana: lo Smart Metering gas La norma in sintesi (Mass Market, GdM minori o uguali a G6) Obbligo di installazione di Smart Meter presso il 60% dei punti di riconsegna entro la fine del % di sostituzione dei misuratori con validità del bollo metrico scaduta al 31 dicembre 2018 Lo spirito della norma è certamente condivisibile (trasparenza verso il consumatore, ottimizzazione della filiera) ma come ripagare l investimento? Aumentano i costi dei contatori Tradizionale: Smart Meter: E necessario predisporre una rete di concentratori per raccogliere i dati (limitata distanza di lettura a causa del posizionamento sfavorevole dei contatori) Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 38 La durata della batteria è un tema rilevante

39 La Smart Urban Infrastructure Una definizione La Smart Urban Infrastructure (SUI) è una infrastruttura di comunicazione condivisa, costruita su scala e con riferimento alla tipica geografia urbana. Essa permette la raccolta di informazioni da oggetti intelligenti, rilasciati con diverse finalità, che sono poi veicolate ai centri di controllo WAN Sistema di Acquisizione Centrale Concentratore Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 39

40 Dallo Smart Metering gas alla Smart City L evoluzione normativa: 2013 e 2014 Set 2013 Dic 2013 Lug 2014 DELIBERA 393/2013 Possibilità di estendere la condivisione dell infrastruttura di comunicazione non solo in logica multi-servizio (elettricità, gas, acqua) ma anche multi-applicazione (illuminazione pubblica, gestione semaforica) in chiave Smart City DELIBERA 631/2013 Conferma di tempi molto stretti a disposizione per il roll-out degli Smart meter DELIBERA 334/2014 Selezione di 7 progetti di Smart Metering multiservizio come vincitori del contributo previsto: la sperimentazione può iniziare! Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 40

41 La Smart Urban Infrastructure Il progetto di una SUI per Pavia Pavia Acquisizione cartografia 3D Acquisizione asset comunali Definizione delle applicazioni di interesse punti Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 41

42 Migliaia Applicazione del modello Impatto su CAPEX e OPEX MHz % Smart Metering Gas (senza sinergie) Altezza dei concentratori da terra: 7 mt Illuminazione pubblica (senza sinergie) Altezza dei concentratori da terra: 7 mt Gestione rifiuti (senza sinergie) Altezza dei concentratori da terra: 3 mt Smart Urban Infrastructure Altezza dei concentratori da terra: 7 mt % CAPEX ( ) CapEx CAPEX ( ) CAPEX ( ) OPEX OpEx OPEX ( /anno) OPEX ( /anno) ( /anno) ( /anno) No SUI SUI 7m SUI 20m No SUI SUI 7m SUI 20m Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 42

43 Non coopera Provider Coopera La Smart Urban Infrastructure Business model Non coopera Coopera Comune Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 43

44 MIGLIAIA La Smart Urban Infrastructure Un percorso possibile SUI Provider Non Discounted PayBack Time "no coop" "si coop" Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? 44

45 Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, Innovation Day, 25 Settembre 2014

Internet Of Things: come migliorerà la nostra vita e le nostre aziende

Internet Of Things: come migliorerà la nostra vita e le nostre aziende Internet Of Things: come migliorerà la nostra vita e le nostre aziende Che cos è l internet degli oggetti intelligenti? Quali sono gli ambiti di applicazione? Come possono le aziende trarre vantaggio da

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO FGTecnopolo S.p.A ha costituito la società Itramas FGT una joint venture internazionale con la società malese ItraMA Technology (Kuala Lumpur, Malesia),

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico CITTÀ, RETI, EFFICIENZA ENERGETICA CAGLIARI, 10 APRILE 2015 a cura di Fabrizio Fasani Direttore Generale Energ.it Indice 1. Scenari del mercato

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Edifici, Impianti, Macchine, sempre sotto controllo. Con un touch (o un click). Febbraio, 2015

Edifici, Impianti, Macchine, sempre sotto controllo. Con un touch (o un click). Febbraio, 2015 Edifici, Impianti, Macchine, sempre sotto controllo. Con un touch (o un click). Febbraio, 2015 Smart Building: Edifici efficienti, funzionanti e controllati Illuminazione Riscaldamento Forza motrice Condizionamento

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Progetto I-Bus Telecontrollo Bus Turistici e pagamento elettronico dei permessi Sintesi Roma Servizi per la mobilità ha messo a punto un sistema di controllo

Dettagli

Osservazioni e proposte ANIGAS

Osservazioni e proposte ANIGAS DCO 40/11 Possibile revisione degli obblighi di messa in servizio dei gruppi di misura previsti dall allegato a alla deliberazione dell Autorità ARG/gas 155/08 Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 06

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

RETE DI RICARICA il Nuovo Servizio il Terzo Prodotto. ev-now! Ente Privato di Ricerca, Sviluppo e Promozione della Mobilità Elettrica

RETE DI RICARICA il Nuovo Servizio il Terzo Prodotto. ev-now! Ente Privato di Ricerca, Sviluppo e Promozione della Mobilità Elettrica RETE DI RICARICA il Nuovo Servizio il Terzo Prodotto ev-now! Ente Privato di Ricerca, Sviluppo e Promozione della Mobilità Elettrica AUTOGRILL: un esempio di successo! Installata la prima colonnina di

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION digitale La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Il Postino Telematico

Il Postino Telematico 1 Il Postino Telematico Incontro con le Organizzazioni Sincali 17 NOVEMBRE 29 Vincent Nicola Santacroce Servizi Postali Gestione del Fabbisogno Informatico Descrizione del progetto 2 Il progetto postino

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

La nuova era delle città

La nuova era delle città La nuova era delle città Res Novae: il cuore intelligente della città. Res Novae Un progetto innovativo, che ricerca e sperimenta un sistema di gestione avanzata ed efficiente dei flussi energetici a livello

Dettagli

La fattura Hera Comm. Energia Elettrica

La fattura Hera Comm. Energia Elettrica La fattura Hera Comm. Energia Elettrica Hera Comm è la società del Gruppo Hera che fattura i servizi Gas ed Energia elettrica. Nella bolletta multiservizio, il secondo contratto fatturato da Hera Comm

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola Europrogettista Il profilo è ricercato in particolare da ONG,

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Telecom Italia Dicembre 2013

Telecom Italia Dicembre 2013 RICARICABILE BUSINESS TIM : PROPOSIZIONE ESCLUSIVA PER MEPA Telecom Italia Dicembre 2013 Ricaricabile Business TIM La piattaforma ricaricabile business di Telecom Italia prevede un basket per singola linea.

Dettagli

Scheda descrittiva del progetto

Scheda descrittiva del progetto Scheda descrittiva del progetto 1. Anagrafica di progetto Titolo Banda ultralarga Acronimo (se esiste) UltraNet Data Inizio Data Fine 01/09/2011 31/12/2014 Budget totale (migliaia di euro) 60,50k Responsabile

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2.1 RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2 ELEMENTI DELLA RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2.1 Condotte... 12 2.2.2 Allacciamenti... 12 2.2.3 Impianti di ricezione

Dettagli

Smart Metering & more, il punto di vista di Telecom Italia

Smart Metering & more, il punto di vista di Telecom Italia Smart Metering & more, il punto di vista di Telecom Italia 2 3 7 Benvenuto Smart Metering & more, il punto di vista di Telecom Italia La ricerca di Gartner : Magic Quadrant per i prodotti di gestione dei

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli