La Professione Infermieristica ieri, oggi e domani Leggi e Competenze. Orlando Pantaleo Responsabile UIT CO 118 Modena Soccorso

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Professione Infermieristica ieri, oggi e domani Leggi e Competenze. Orlando Pantaleo Responsabile UIT CO 118 Modena Soccorso"

Transcript

1 La Professione Infermieristica ieri, oggi e domani Leggi e Competenze Orlando Pantaleo Responsabile UIT CO 118 Modena Soccorso

2 NEGLI ULTIMI ANNI LA PROFESSIONE INFERMIERISTICA HA ACQUISITO SEMPRE PIÙ LA CONNOTAZIONE DI PROFESSIONE INTELLETTUALE CHE LE CONFERISCE UN NOTEVOLE AMPLIAMENTO DEI LIVELLI DI AUTONOMIA UN AUMENTO DEL LIVELLO DI RESPONSABILITÀ CHE INTERESSA NON SOLO L ASPETTO CLINICO-ASSISTENZIALE, MA ANCHE GLI ASPETTI DI NATURA ETICO-DEONTOLOGICA E GIURIDICO-LEGALE

3 L ABOLIZIONE DEL MANSIONARIO HA COMPORTATO (D.P.R. 225 del 14 marzo 1974) ABBATTIMENTO DEI VINCOLI DETTATI DA REGOLE E COMPITI BEN DEFINITI LA PERDITA DELLA SICUREZZA RAPPRESENTATA DA QUELLE STESSE REGOLE

4 LA MANCANZA DI CHIARE LINEE DI DELIMITAZIONE DELL AGIRE PROFESSIONALE, HA INFATTI CREATO INCERTEZZE, DUBBI, TIMORI CIRCA LE POSSIBILI IMPLICAZIONI GIURIDICHE CORRELATE ALL ASSUNZIONE DIRETTA DI RESPONSABILITÀ DEI PROFESSIONISTI CHE NON SONO PIÙ AUSILIARI.

5 IL PROFESSIONISTA INFERMIERE OGGI È IN GRADO DI... INDIVIDUARE I BISOGNI DEL CITTADINO MALATO ED ELABORARE PERCORSI ASSISTENZIALI ADEGUARE I PROPRI INTERVENTI AI PRINCIPI DELLE MIGLIORI PROVE DI EFFICACIA VERIFICARE, VALUTARE ED OTTIMIZZARE LE PROPRIE CAPACITÀ DI RISPONDERE IN MODO EFFICACE AI BISOGNI DEGLI ASSISTITI. LAVORARE IN MODO INTEGRATO CON GLI ALTRI PROFESSIONISTI DELLA SALUTE

6 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO OGGI GLI INFERMIERI ITALIANI POSSONO CONTARE SU UN QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO TRA I PIÙ AVANZATI REGOLAMENTAZIONE DELL ESERCIZIO PROFESSIONALE FORMAZIONE

7 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO ALLO STATO ATTUALE TRE ASPETTI DELIMITANO LE AREE DELL AGIRE PROFESSIONALE DELL INFERMIERE PROFILO PROFESSIONALE ORDINAMENTI DIDATTICI UNIVERSITARI CODICE DEONTOLOGICO UNICO LIMITE DA RISPETTARE SONO LE COMPETENZE DEGLI ALTRI PROFESSIONISTI SANITARI

8 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO OMS CONFERENZA EUROPEA SUL NURSING (VIENNA, 1988) GLI INFERMIERI E LE OSTETRICHE, MANAGERS DELL ASSISTENZA INFERMIERISTICA ED OSTETRICA, DEBBONO GODERE DI AUTONOMIA PROFESSIONALE

9 DECRETO DEL MINISTERO DELLA SANITÀ 14 SETTEMBRE 1994, N. 739 REGOLAMENTO CONCERNENTE L INDIVIDUAZIONE DELLA FIGURA E DEL RELATIVO PROFILO PROFESSIONALE DELL INFERMIERE ART. 1 comma 1 E INDIVIDUATA LA FIGURA PROFESSIONALE DELL INFERMIERE CON IL SEGUENTE PROFILO: L INFERMIERE È L OPERATORE SANITARIO CHE, IN POSSESSO DEL DIPLOMA UNIVERSITARIO ABILITANTE E DELL ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE È RESPONSABILE DELL ASSISTENZA INFERMIERISTICA

10 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO ART. 1 comma 2 L ASSISTENZA INFERMIERISTICA PREVENTIVA, CURATIVA, PALLIATIVA E RIABILITATIVA È DI NATURA TECNICA, RELAZIONALE, EDUCATIVA. LE PRINCIPALI FUNZIONI SONO LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE, L ASSISTENZA DEI MALATI E DEI DISABILI DI TUTTE LE ETÀ E L EDUCAZIONE SANITARIA.

11 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO ART. 1 comma 3 L INFERMIERE # PARTECIPA ALL IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI DI SALUTE DELLA PERSONA E DELLA COLLETTIVITA # IDENTIFICA I BISOGNI DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DELLA PERSONA E DELLA COLLETTIVITA E FORMULA I RELATIVI OBIETTIVI # PIANIFICA, GESTISCE E VALUTA L INTERVENTO ASSISTENZIALE INFERMIERISTICO # GARANTISCE LA CORRETTA APPLICAZIONE DELLE PRESCRIZIONI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICHE # AGISCE SIA INDIVIDUALMENTE CHE IN COLLABORAZIONE CON GLI ALTRI OPERATORI SANITARI E SOCIALI # PER L ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI SI AVVALE, OVE NECESSARIO, DELL OPERA DI PERSONALE DI SUPPORTO

12 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO ART. 1 comma 4 L INFERMIERE CONTRIBUISCE ALLA FORMAZIONE DEL PERSONALE DI SUPPORTO E CONCORRE DIRETTAMENTE ALL AGGIORNAMENTO RELATIVO AL PROPRIO PROFILO PROFESSIONALE E ALLA RICERCA

13 LEGGE 26 FEBBRAIO 1999, N. 42 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROFESSIONI SANITARIE ART. 1 DEFINIZIONI DELLE PROFESSIONI SANITARIE # LA DENOMINAZIONE PROFESSIONE SANITARIA AUSILIARIA (DI CUI AL TULLSS - R.D. 1265/1934) È SOSTITUITA DALLA DENOMINAZIONE PROFESSIONE SANITARIA # ABROGAZIONE DEL MANSIONARIO (D.P.R. 225/1974)

14 LEGGE 26 FEBBRAIO 1999, N. 42 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROFESSIONI SANITARIE ART. 1 DEFINIZIONI DELLE PROFESSIONI SANITARIE # IL CAMPO PROPRIO DI ATTIVITÀ E RESPONSABILITÀ DELL INFERMIERE È DETERMINATO DAI CONTENUTI: DEL RELATIVO PROFILO PROFESSIONALE DEGLI ORDINAMENTI DIDATTICI NONCHÉ DEL CODICE DEONTOLOGICO ART. 4 # EQUIPOLLENZA DEI TITOLI CONSEGUITI CON LA PRECEDENTE NORMATIVA

15 LEGGE 10 AGOSTO 2000, N. 251 DISCIPLINA DELLE PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE, TECNICHE, DELLA RIABILITAZIONE, DELLA PREVENZIONE NONCHÉ DELLA PROFESSIONE OSTETRICA

16 LEGGE 10 AGOSTO 2000, N. 251 ART. 1 PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE E PROFESSIONE SANITARIA OSTETRICA 1. GLI OPERATORI DELLE PROFESSIONI SANITARIE DELL'AREA DELLE SCIENZE INFERMIERISTICHE E DELLA PROFESSIONE SANITARIA OSTETRICA SVOLGONO CON AUTONOMIA PROFESSIONALE ATTIVITÀ DIRETTE ALLA PREVENZIONE, ALLA CURA E SALVAGUARDIA DELLA SALUTE INDIVIDUALE E COLLETTIVA, ESPLETANDO LE FUNZIONI INDIVIDUATE DALLE NORME ISTITUTIVE DEI RELATIVI PROFILI PROFESSIONALI NONCHÉ DAGLI SPECIFICI CODICI DEONTOLOGICI ED UTILIZZANDO METODOLOGIE DI PIANIFICAZIONE PER OBIETTIVI DELL'ASSISTENZA

17 LEGGE 10 AGOSTO 2000, N. 251 ART. 1 PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE E PROFESSIONE SANITARIA OSTETRICA 2. LO STATO E LE REGIONI PROMUOVONO, NELL'ESERCIZIO DELLE PROPRIE FUNZIONI LEGISLATIVE, DI INDIRIZZO, DI PROGRAMMAZIONE ED AMMINISTRATIVE, LA VALORIZZAZIONE E LA RESPONSABILIZZAZIONE DELLE FUNZIONI E DEL RUOLO DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE-OSTETRICHE AL FINE DI CONTRIBUIRE ALLA REALIZZAZIONE DEL DIRITTO ALLA SALUTE, AL PROCESSO DI AZIENDALIZZAZIONE NEL SSN, ALL'INTEGRAZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLA SANITÀ IN ITALIA CON QUELLE DEGLI ALTRI STATI DELL'UNIONE EUROPEA.

18 LEGGE 10 AGOSTO 2000, N. 251 ART. 1 PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE E PROFESSIONE SANITARIA OSTETRICA 3. IL MINISTERO DELLA SANITA, PREVIO PARERE DELLA CONFERENZA STATO REGIONI EMANA LINEE GUIDA PER A) L ATTRIBUZIONE IN TUTTE LE AZIENDE SANITARIE DELLA DIRETTA RESPONSABILITA E GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA E DELLE CONNESSE FUNZIONI B) LA REVISIONE DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO, INCENTIVANDO MODELLI DI ASSISTENZA PERSONALIZZATA

19 LEGGE 10 AGOSTO 2000, N. 251 ART. 7 DISPOSIZIONI TRANSITORIE 1. AL FINE DI MIGLORAE L ASSISTENZA E PER LA QUALIFICAZIONE DELLE RISORSE LE AZIENDE SANITARIE POSSONO ISTITUIRE IL SERVIZIO DELL ASSISTENZA INFERMIERISTICA ED OSTETRICA E POSSONO ATTRIBUIRE L INCARICO DI DIRIGENTE AL MEDESIMO SERVIZIO 3. PARTECIPAZIONE AL COLLEGIO DI DIREZIONE AZIENDALE DEI SUDDETTI DIRIGENTI

20 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO # DECRETO 29 MARZO 2001 (Ministro Sanita + Università) DEFINIZIONE DELLE FIGURE PROFESSIONALI (INFERMIERE, OSTETRICA, INFERMIERE PEDIARICO) # DECRETO INTERMINISTERIALE 2 APRILE 2001 DETERMINAZIONE DELLE CLASSI DELLE LAUREE UNIVERSITARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE 1 CLASSE DELLE LAUREE IN PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE E PROFESSIONE SANITARIA OSTETRICA 2 CLASSE DELLE LAUREE I PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE 3 CLASSE DELLE LAUREE IN PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE 4 CLASSE DELLE LAUREE IN PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE

21 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO # CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE (IPASVI 1999) 1.1. L INFERMIERE È L OPERATORE SANITARIO CHE, IN POSSESSO DEL DIPLOMA ABILITANTE E DELL ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE, É RESPONSABILE DELL ASSISTENZA INFERMIERISTICA 2.2 L INFERMIERE RICONOSCE LA SALUTE COME BENE FONDAMENTALE DELL INDIVIDUO E INTERESSE DELLA COLLETTIVITÀ E SI IMPEGNA A TUTELARLO CON ATTIVITÀ DI PREVENZIONE, CURA E RIABILITAZIONE.

22 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO # CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE (IPASVI 1999) 3.1. L INFERMIERE AGGIORNA LE PROPRIE CONOSCENZE ATTRAVERSO LA FORMAZIONE PERMANENTE, LA RIFLESSIONE CRITICA SULL ESPERIENZA E LA RICERCA, AL FINE DI MIGLIORARE LA SUA COMPETENZA.

23 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO # CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE (IPASVI 1999) 3.3. L INFERMIERE RICONOSCE I LIMITI DELLE PROPRIE CONOSCENZE E COMPETENZE E DECLINA LA RESPONSABILITÀ QUANDO RITENGA DI NON POTER AGIRE CON SICUREZZA. HA IL DIRITTO ED IL DOVERE DI RICHIEDERE FORMAZIONE E/O SUPERVISIONE PER PRATICHE NUOVE O SULLE QUALI NON HA ESPERIENZA.

24 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO # CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE (IPASVI 1999) 5.3. L INFERMIERE HA IL DOVERE DI AUTOVALUTARSI E DI SOTTOPORRE IL PROPRIO OPERATO A VERIFICA, ANCHE AI FINI DELLO SVILUPPO PROFESSIONALE L INFERMIERE, AI DIVERSI LIVELLI DI RESPONSABILITÀ, CONTRIBUISCE AD ORIENTARE LE POLITICHE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA SANITARIO, AL FINE DI GARANTIRE IL RISPETTO DEI DIRITTI DEGLI ASSISTITI, L EQUO UTILIZZO DELLE RISORSE E LA VALORIZZAZIONE DEL RUOLO PROFESSIONALE.

25 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO # CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE (IPASVI 1999) 7.1. LE NORME CONTENUTE NEL PRESENTE CODICE SONO VINCOLANTI: LA LORO INOSSERVANZA È PUNIBILE CON LE SANZIONI DA PARTE DEL COLLEGIO PROFESSIONALE I COLLEGI IPASVI SI RENDONO GARANTI, NEI CONFRONTI DELLA PERSONA E DELLA COLLETTIVITÀ, DELLA QUALIFICAZIONE DEI SINGOLI PROFESSIONISTI E DELLA COMPETENZA ACQUISITA E MANTENUTA.

26 LA PAROLA CHIAVE DEL NUOVO CORSO PROFESSIONALE È: RESPONSABILITÁ CHE PERÒ HA UN DOPPIO SIGNIFICATO

27 RESPONSABILITÁ come MAGGIORE AUTONOMIA E IMPEGNO PROFESSIONALE DERIVANTI DA UNA MIGLIORE QUALIFICAZIONE DEL RUOLO E DA UN AUMENTO DELLE COMPETENZE (concetto positivo )

28 RESPONSABILITÁ come # PENALE #CIVILE #DISCIPLINARE (concetto negativo )

29 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO LEGGE 1 FEBBRAIO 2006, N. 43 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROFESSIONI SANITARIE INFERMIERISTICHE, OSTETRICA, RIABILITATIVE,TECNICO-SANITARIE E DELLA PREVENZIONE E DELEGA AL GOVERNO PER L ISTITUZIONE DEI RELATIVI ORDINI PROFESSIONALI

30 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO LEGGE 1 FEBBRAIO 2006, N. 43 # IMPORTANTI DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA FORMAZIONE, ALLE POSSIBILITÀ DI CRESCITA PROFESSIONALE NEI PERCORSI CLINICO-ASSISTENZIALI, ORGANIZZATIVI ED UNIVERSITARI DELLE PROFESSIONI SANITARIE # CHIARA INDIVIDUAZIONE DELL ARTICOLAZIONE DEL PERSONALE LAUREATO APPARTENENETE ALLE PROFESSIONI SANITARIE PROFESSIONISTI IN POSSESSO DEL DIPLOMA DI LAUREA PROFESSIONISTI COORDINATORI IN POSSESSO DEL MASTER DI 1 LIVELLO IN MANAGEMANT O FUNZIONI DI COORDINAMENTO PROFESSIONISTI SPECIALISTI IN POSSESSO DEL MASTER DI 1 LIVELLO PER LE FUNZIONI SPECIALISTICHE PROFESSIONISTI DIRIGENTI IN POSSESSO DELLA LAUREA SPECIALISTICA

31 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO LEGGE 1 FEBBRAIO 2006, N. 43 # TRASFORMAZIONE DEI COLLEGI IPASVI IN ORDINE DEFINITIVO RICONOSCIMENTO DELL APPARTENENZA ALLE PROFESSIONI INTELLETTUALI ATTRAVERSO: FORMAZIONE E TITOLI UNIVERSITARI ORDINE PROFESSIONALE CHE TUTELA LA DIGNITA E LA PROFESSIONALITA DEI PROFESSIONISTI CHE COSTITUISCE UNA GARANZIA PER IL CITTADINO

32 CONCLUSIONI LA SFIDA ATTUALE CONSISTE NELL OTTENERE CHE QUESTA NORMATIVA, FORTEMENTE VOLUTA DAL GRUPPO PROFESSIONALE, TROVI UNA CONCRETA ED OMOGENEA APPLICAZIONE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE.

33 UNA ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO CENTRATA SUI PROFESSIONISTI 118 UN SISTEMA SANITARIO CENTRATO SUL PAZIENTE L OBIETTIVO E DI RIUSCIRE A VALORIZZARE LE COMPETENZE E LE ESPERIENZE DEI PROFESSIONISTI PRESENTI

34 GRAZIE PER L ATTENZIONE

Incontro di formazione in preparazione della selezioni per coordinatori. Legislazione e competenze degli infermieri

Incontro di formazione in preparazione della selezioni per coordinatori. Legislazione e competenze degli infermieri Incontro di formazione in preparazione della selezioni per coordinatori Legislazione e competenze degli infermieri 1 Le norme che costituiscono la professione infermieristica L.42/99 delle professioni

Dettagli

Competenza e Ricerca

Competenza e Ricerca Competenza e Ricerca La ricerca è alla base del progresso infermieristico, dello sviluppo della disciplina e della professione. Metodologia della ricerca come presupposto per l acquisizione di una mentalità

Dettagli

Prof. Antonio De Palma

Prof. Antonio De Palma RUOLO E RESPONSABILITA DEL PROFESSIONISTA SANITARIO INFERMIERE Analisi comparata e studio esegetico-metodologico di parti campione delle norme di riforma delle professioni sanitarie infermieristiche Prof.

Dettagli

Evoluzione della professione infermieristica

Evoluzione della professione infermieristica BOZZA Evoluzione della professione infermieristica Aree di competenza-responsabilità nei nuovi scenari sanitari e socio sanitari Tavolo di lavoro Regioni-Ministero (revisione dei profili di competenza

Dettagli

Processo di professionalizzazione dell infermiere

Processo di professionalizzazione dell infermiere Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma Facoltà di Medicina e Chirurgia Piccola Casa della Divina Provvidenza Ospedale Cottolengo di Torino Processo di professionalizzazione dell infermiere Sr. Anna

Dettagli

Evoluzione della professione infermieristica

Evoluzione della professione infermieristica BOZZA Evoluzione della professione infermieristica Aree di competenza nei nuovi scenari sanitari e socio sanitari Tavolo di lavoro Regioni-Ministero (sviluppo dei profili di competenza dell infermiere)

Dettagli

Innovazioni legislative, autonomia e status giuridico delle professioni sanitarie. Relatore Luca Benci

Innovazioni legislative, autonomia e status giuridico delle professioni sanitarie. Relatore Luca Benci Innovazioni legislative, autonomia e status giuridico delle professioni sanitarie Relatore Luca Benci Le professioni sanitarie nel XX secolo Medico Speziale Levatrice La dominanza medica: gli elementi

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XIII LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE approvato dal Senato della Repubblica, il 9 giugno 1998, in un testo risultante dall'unificazione dei disegni di legge (V. Stampati nn. 251, 431,

Dettagli

La multidisciplinarietà delle cure a casa: quali competenze. F. Saverio Proia Ministero della Salute

La multidisciplinarietà delle cure a casa: quali competenze. F. Saverio Proia Ministero della Salute III GIORNATA NAZIONALE DELLE CURE A CASA Qualità, tecnologie e sostenibilità nelle cure domiciliari Ospedale S. Giovanni Calibita Fatebenefratelli, Sala Assunta Isola Tiberina, Roma 12 settembre 2011 -

Dettagli

Bozza di Accordo Stato-Regioni sulle Competenze Specialistiche degli infermieri

Bozza di Accordo Stato-Regioni sulle Competenze Specialistiche degli infermieri Bozza di Accordo Stato-Regioni sulle Competenze Specialistiche degli infermieri CONDIVISA DAL MINISTRO ALLA SALUTE E DALLE REGIONI ED ORA ALL'ESAME DEGLI ALTRI MINISTERI, RELAZIONE ILLUSTRATIVA Evoluzione

Dettagli

INTEGRAZIONE ORGANIZZATIVA E CLINICA DELL O.S.S. Responsabile Infermieristico Settore Servizi Appaltati Dott.ssa Maria Antonietta Mele

INTEGRAZIONE ORGANIZZATIVA E CLINICA DELL O.S.S. Responsabile Infermieristico Settore Servizi Appaltati Dott.ssa Maria Antonietta Mele INTEGRAZIONE ORGANIZZATIVA E CLINICA DELL O.S.S. 1 Responsabile Infermieristico Settore Servizi Appaltati Dott.ssa Maria Antonietta Mele RIEPILOGO PERCORSO LEGISLATIVO INFERMIERE EVOLUZIONE NORMATIVA DELL'O.S.S.

Dettagli

L Infermiere Coordinatore e la Professione Sanitaria di Infermiere

L Infermiere Coordinatore e la Professione Sanitaria di Infermiere . COORDINAMENTO NAZIONALE CAPOSALA Abilitati alle Funzioni Direttive dell'assistenza Infermieristica Regione Sicilia L Infermiere Coordinatore e la Professione Sanitaria di Infermiere A.G. La professione

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA FORMAZIONE DELLE PROFESSIONI SANITARIE IN ITALIA. Lorena Martini

EVOLUZIONE DELLA FORMAZIONE DELLE PROFESSIONI SANITARIE IN ITALIA. Lorena Martini EVOLUZIONE DELLA FORMAZIONE DELLE PROFESSIONI SANITARIE IN ITALIA Lorena Martini 1 Il processo di professionalizzazione dell'infermiere è frutto di un lungo percorso di trasformazione che comincia a delinearsi

Dettagli

IL CODICE DEONTOLOGICO DEGLI INFERMIERI

IL CODICE DEONTOLOGICO DEGLI INFERMIERI IL CODICE DEONTOLOGICO DEGLI INFERMIERI Maggio 1999 I DOVERI DEGLI INFERMIERI SONO I DIRITTI DEI CITTADINI Articolo 1 PREMESSA 1.1. L infermiere è l operatore sanitario che, in possesso del diploma abilitante

Dettagli

La Professione Infermieristica ed il risk management: metodi e strumenti per migliorare la sicurezza del paziente

La Professione Infermieristica ed il risk management: metodi e strumenti per migliorare la sicurezza del paziente La disumanità dell uomo verso l uomo non si materializza soltanto negli atti corrosivi dei malvagi Si materializza anche nella corruttrice inattività dei buoni. M. L. King REGIONE SICILIA Azienda U.S.L.

Dettagli

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BOLOGNA SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria Data del DM di approvazione

Dettagli

L'evoluzione della professione infermieristica

L'evoluzione della professione infermieristica L'evoluzione della professione infermieristica Corso Tutor 27/11/ 2013 Sr Anna Maria Derossi Elementi che differenziano le professioni intellettuali dalle altre occupazioni: un corpo di conoscenze teoriche

Dettagli

LA NOSTRA STORIA ATTRAVERSO LE LEGGI. Inf. Preciso Inf. Rossi Cristian

LA NOSTRA STORIA ATTRAVERSO LE LEGGI. Inf. Preciso Inf. Rossi Cristian LA NOSTRA STORIA ATTRAVERSO LE LEGGI Katia Inf. Preciso Inf. Rossi Cristian REGIO DECRETO 16 agosto 1909 N. 615 Regolamento istituzione dei manicomi Primo riconoscimento giuridico dell infermiere con la

Dettagli

EVOLUZIONE STORICA E TENDENZE DEI PROFESSIONALISMI SANITARI

EVOLUZIONE STORICA E TENDENZE DEI PROFESSIONALISMI SANITARI EVOLUZIONE STORICA E TENDENZE DEI PROFESSIONALISMI SANITARI LUCA BENCI FIRENZE http:// Il sistema di abilitazione all esercizio professionale Per i medici: non esistono di fatto norme di carattere generale

Dettagli

Il Corso di Laurea in Infermieristica

Il Corso di Laurea in Infermieristica Sessione V: Il ruolo della formazione nella costruzione di una cultura geriatrica e multiprofessionale Il Corso di Laurea in Infermieristica Dott.ssa Paola Ferri Corso di Laurea in Infermieristica Università

Dettagli

Il documento sulle competenze specialistiche degli infermieri

Il documento sulle competenze specialistiche degli infermieri Il documento sulle competenze specialistiche degli infermieri Il documento una storia complessa che inizia nel 2011 con l attivazione di un tavolo congiunto tra il Ministero della salute e alcune Regioni

Dettagli

Il Ruolo delle Professioni Sanitarie

Il Ruolo delle Professioni Sanitarie Il Ruolo delle Professioni Sanitarie Brescia 31 MAGGIO 2011 Aula MONTINI Azienda Ospedaliera SPEDALI RIUNITI di Brescia Fulvia Pasi 1 Il Processo di riforma delle Professioni Sanitarie: dalla legge 42/99

Dettagli

Come è cambiata la figura dell infermiere dall inizio ad oggi. Quale il futuro

Come è cambiata la figura dell infermiere dall inizio ad oggi. Quale il futuro 6 TURIN CARDIOVASCULAR NURSING CONVENTION Sessione Etica professionale Come è cambiata la figura dell infermiere dall inizio ad oggi. Quale il futuro Torino, 14 ottobre 2010 Valerio Dimonte Valerio.dimonte@unito.it

Dettagli

Art. 1. Istituzione dei Servizi

Art. 1. Istituzione dei Servizi LEGGE REGIONALE 5 febbraio 2010, n.13 Istituzione dei servizi delle professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico sanitarie e tecniche della prevenzione e delle professioni

Dettagli

L evoluzione normativa delle Professioni Sanitarie

L evoluzione normativa delle Professioni Sanitarie L evoluzione normativa delle Professioni Sanitarie III Corso Regionale Mario Nironi 24 ottobre 2008 Lorenzo Broccoli 1 Le Professioni Sanitarie: Fonti normative (1) Art. 99 R.D. n. 1265/1934 (Testo unico

Dettagli

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Satta Hai Anna SDD A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi - Varese Nella legge n, 42 del 26/02/ 99 scompare la parola

Dettagli

Coordinamento Professioni Sanitarie ASL 2 Savonese

Coordinamento Professioni Sanitarie ASL 2 Savonese Coordinamento Professioni Sanitarie ASL 2 Savonese Il 26 marzo 2014 con l approvazione della legge regionale : - Disposizioni in materia di esercizio di attività professionale da parte del personale di

Dettagli

Dal 1/09/2001 a tutt oggi Azienda Ospedaliera di Desenzano. Università degli Studi di Brescia. Istruzione pubblica Corso di Laurea in Infermieristica

Dal 1/09/2001 a tutt oggi Azienda Ospedaliera di Desenzano. Università degli Studi di Brescia. Istruzione pubblica Corso di Laurea in Infermieristica F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità ENRICA PODAVINI Italiana Data di nascita 8/06/1963 Date (da a) Nome e indirizzo del datore di

Dettagli

Fonti normative e professione

Fonti normative e professione Fonti normative e professione Laurea Master Perfezionamento Laurea magistrale Dottorato Università Legislazione Aggiornamento E.C.M. Apprendimento permanente Formazione Professione infermiere Di base Ricerca

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, MECACCI, ZAMPARUTTI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, MECACCI, ZAMPARUTTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5425 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, MECACCI, ZAMPARUTTI Disposizioni

Dettagli

La legislazione in Italia sulle professioni sanitarie: una straordinaria avventura e siamo appena all inizio...

La legislazione in Italia sulle professioni sanitarie: una straordinaria avventura e siamo appena all inizio... legislazione in Italia sulle professioni sanitarie: una straordinaria avventura e siamo appena all inizio... Francesco Saverio Proia Dirigente Ministero Salute 1 Come eravamo: Il Testo unico delle leggi

Dettagli

Aspetti normativi, deontologici e di responsabilità nel nuovo paradigma della professione infermieristica: dalla teoria alla prassi

Aspetti normativi, deontologici e di responsabilità nel nuovo paradigma della professione infermieristica: dalla teoria alla prassi Aspetti normativi, deontologici e di responsabilità nel nuovo paradigma della professione infermieristica: dalla teoria alla prassi Guido, i vorrei che tu e Lapo e io : ruolo, competenze e responsabilità

Dettagli

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute

Sede del corso : NOVARA - Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute La presente scheda di approfondimento si riferisce ai corsi a immatricolazione nell a. a. 010-011. Per ulteriori informazioni si rimanda all Ufficio di Presidenza di Facoltà. Corso di Laurea in INFERMIERISTICA

Dettagli

Relazione Dr. Felice Majori INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

Relazione Dr. Felice Majori INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLE PROFESSIONI SANITARIE Relazione Dr. Felice Majori INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLE PROFESSIONI SANITARIE CHIARIMENTI PRELIMINARI L ACCORDO S/R 16.12.2012 SUI REQUISITI MINIMI, ORGANIZZATIVI, STRUTTURALI E TECNOLOGICI DELLE ATTIVITA

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1645-A Relazione orale Relatore Di Girolamo TESTO PROPOSTO DALLA 12ª COMMISSIONE PERMANENTE (IGIENE E SANITÀ) Comunicato alla Presidenza il 19 maggio 2004 PER

Dettagli

IPASVI - Varese L INFERMIERE: DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO PROFESSIONALE IN ITALIA

IPASVI - Varese L INFERMIERE: DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO PROFESSIONALE IN ITALIA IPASVI - Varese L INFERMIERE: DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO PROFESSIONALE IN ITALIA Sommario IPASVI - Varese... 1 1 - LA SALUTE DEI CITTADINI NELLA COSTITUZIONE ITALIANA.... 3 2 - IL SERVIZIO SANITARIO

Dettagli

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer PREMESSA

Dettagli

Il riordino delle professioni sanitarie infermieristiche: dal D.M. 739/94 alla Legge 251/00

Il riordino delle professioni sanitarie infermieristiche: dal D.M. 739/94 alla Legge 251/00 Il riordino delle professioni sanitarie infermieristiche: dal D.M. 739/94 alla Legge 251/00 Dott.DAI Errera Gilda1 13/11/2008 1 Obiettivi: Descrivere il percorso culturale e normativo per la definizione

Dettagli

Evoluzione della professione di tecnico sanitaria di radiologia medica

Evoluzione della professione di tecnico sanitaria di radiologia medica BOZZA Evoluzione della professione di tecnico sanitaria di radiologia medica Aree di competenza nei nuovi scenari sanitari e socio sanitari Tavolo di lavoro Regioni-Ministero (implementazione delle competenze

Dettagli

LEGGE 10 agosto 2000, n.251

LEGGE 10 agosto 2000, n.251 LEGGE 10 agosto 2000, n.251 Disciplina delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione nonche' della professione ostetrica. La Camera dei deputati ed il

Dettagli

Fare clic sull'icona per inserire un'immagine. La formazione come crescita professionale. Ana Shiella C. Rivera Infermiera

Fare clic sull'icona per inserire un'immagine. La formazione come crescita professionale. Ana Shiella C. Rivera Infermiera Fare clic sull'icona per inserire un'immagine La formazione come crescita professionale Ana Shiella C. Rivera Infermiera La formazione Si definisce formazione il processo del formarsi con la maturazione

Dettagli

Responsabilità professionale in sala di sterilizzazione: l infermiere primus inter pares

Responsabilità professionale in sala di sterilizzazione: l infermiere primus inter pares Responsabilità professionale in sala di sterilizzazione: l infermiere primus inter pares Inf. Eugenio Cortigiano Infermiere Legale e Forense LECCE 17/19 giugno 2010 La vigente legislazione sulla responsabilità

Dettagli

JOB DESCRIPTION. DSRI - Responsabile Infermieristica (P.O.)

JOB DESCRIPTION. DSRI - Responsabile Infermieristica (P.O.) Mod. JD SID DSRI Data 05/05/09 Pagina 1 di 6 DSRI - Responsabile Infermieristica (P.O.) Dipendenza gerarchica (Scopo della posizione) organizzative Posizione organizzativa Responsabile delle attività infermieristiche

Dettagli

MARKETING, COMUNICAZIONE, DEONTOLOGIA: il biglietto da visita del libero professionista

MARKETING, COMUNICAZIONE, DEONTOLOGIA: il biglietto da visita del libero professionista MARKETING, COMUNICAZIONE, DEONTOLOGIA: il biglietto da visita del libero professionista Bologna 24 novembre 2013 Roberta Arbellia Indagine Nursind e Cergas Bocconi ottobre 2013 Infermieri forte orgoglio

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli - Roma

UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli - Roma UNIVERSITÀ CATTOLICA del SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli - Roma OSPEDALE COTTOLENGO - Torino Corso di Laurea in Infermieristica Corso infermieri guida di tirocinio novembre 2014

Dettagli

Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione

Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione Assistenziale 24 Maggio 2007 1 Premessa Il ruolo del

Dettagli

Master Universitari in. Assistenza Infermieristica

Master Universitari in. Assistenza Infermieristica Anno accademico 2005-2006 Master per Infermiere di sanità pubblica e di comunità (ISPeC) Master Universitari in Assistenza Infermieristica autonomia didattica LAUREA RIFORMA UNIVERSITARIA crediti formativi

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali.

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali. MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 16 dicembre 2010 Erogazione da parte delle farmacie di specifiche prestazioni professionali. (11A04974) IL MINISTRO DELLA SALUTE Vista la legge 18 giugno 2009, n. 69, recante

Dettagli

La figura professionale del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico

La figura professionale del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico - Corso integrato Biologia generale e Chimica biologica Modulo didattico: Organizzazione di laboratorio e Sicurezza La figura professionale del Tecnico Sanitario

Dettagli

L assetto organizzativo delle Professioni Sanitarie

L assetto organizzativo delle Professioni Sanitarie L assetto organizzativo delle Professioni Sanitarie 1 INFERMIERE E un professionista che lavora in ambito sanitario. E' responsabile della assistenza generale infermieristica. prevenzione delle malattie,

Dettagli

Art. 1 (Definizione) Art. 2 (Requisiti)

Art. 1 (Definizione) Art. 2 (Requisiti) TESTO UNIFICATO AS 3236 1928-1645 Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico sanitarie e della prevenzione e delega al Governo per l istituzione

Dettagli

Competenze, attività e responsabilità

Competenze, attività e responsabilità Competenze, attività e responsabilità Art. 2229 del Codice Civile Inerente al fatto che "la legge determina le professioni intellettuali per l'esercizio delle quali è necessaria l'iscrizione in appositi

Dettagli

L Operatore Socio Sanitario: l inserimento dell allievo in ambito sanitario. 25 febbraio -2 marzo 2011 Progetto Formativo ECM

L Operatore Socio Sanitario: l inserimento dell allievo in ambito sanitario. 25 febbraio -2 marzo 2011 Progetto Formativo ECM L Operatore Socio Sanitario: l inserimento dell allievo in ambito sanitario 25 febbraio -2 marzo 2011 Progetto Formativo ECM LE FIGURE DI SUPPORTO Personale di supporto previsto dall attuale normativa

Dettagli

Data del DM di approvazione del ordinamento 14/03/2008 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 19/03/2008 didattico

Data del DM di approvazione del ordinamento 14/03/2008 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 19/03/2008 didattico Scheda informativa Università Universita' degli Studi di PADOVA Classe Nome del corso Data del DM di approvazione del ordinamento 14/03/2008 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 19/03/2008

Dettagli

MANAGEMENT DELLE CURE PRIMARIE E TERRITORIALI - MACUP

MANAGEMENT DELLE CURE PRIMARIE E TERRITORIALI - MACUP MANAGEMENT DELLE CURE PRIMARIE E TERRITORIALI - MACUP Master di I Livello in distance - IV EDIZIONE - A.A. 2015/2016 Premessa Le ragioni della realizzazione di un percorso formativo per un Master di primo

Dettagli

CHIARA BOGGIO GILOT STRADA DEL FIOCCARDO, 97 - TORINO

CHIARA BOGGIO GILOT STRADA DEL FIOCCARDO, 97 - TORINO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo CHIARA BOGGIO GILOT STRADA DEL FIOCCARDO, 97 - TORINO Telefono 3389688974 Fax E-mail chiara.boggiogilot@tin.it

Dettagli

IL SERVIZIO INFERMIERISTICO AZIENDALE

IL SERVIZIO INFERMIERISTICO AZIENDALE Regione Emilia Romagna AZIENDA OSPEDALIERA DI BOLOGNA Policlinico S.Orsola-Malpighi DIREZIONE DEL SERVIZIO INFERMIERISTICO IL SERVIZIO INFERMIERISTICO AZIENDALE Delibera N. 1544 del 10.7.1996 Bologna,

Dettagli

Collegio Infermieri Professionali Assistenti Sanitari Vigilatrici d Infanzia Provinciale di Gorizia

Collegio Infermieri Professionali Assistenti Sanitari Vigilatrici d Infanzia Provinciale di Gorizia Collegio Infermieri Professionali Assistenti Sanitari Vigilatrici d Infanzia Provinciale di Gorizia EQUIVALENZA DEI TITOLI E in corso la procedura avviata da gennaio 2012 per le professioni sanitarie tecniche,

Dettagli

Competenze avanzate e specializzazione professionale: in quale campo? Marina Negri

Competenze avanzate e specializzazione professionale: in quale campo? Marina Negri Competenze avanzate e specializzazione professionale: in quale campo? Marina Negri LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE INFERMIERISTICHE: QUALI ORIENTAMENTI, QUALI IMPLICAZIONI? Collegio IPASVI COMO 22 febbraio

Dettagli

I master infermieristici in Area Critica

I master infermieristici in Area Critica WORKSHOP NAZIONALE ANIARTI Firenze 24 giugno 2006 - Palazzo dei Congressi I master infermieristici in Area Critica I corsi master per l area critica nelle università italiane: dove, quanti, come. Un indagine

Dettagli

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma)

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Febbraio Agosto 2011 Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFERMIERISTICA

Dettagli

La formazione dell Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) Competenze professionali: l integrazione possibile

La formazione dell Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) Competenze professionali: l integrazione possibile La formazione dell Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) Competenze professionali: l integrazione possibile 1 Il panorama attuale Nelle strutture sanitarie esistono plurime figure professionali: Il coordinatore

Dettagli

PRINCIPI NORMATIVI e DEONTOLOGICI delle PROFESSIONI di INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO e ASSISTENTE SANITARIO

PRINCIPI NORMATIVI e DEONTOLOGICI delle PROFESSIONI di INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO e ASSISTENTE SANITARIO INFERMIERI PROFESSIONALI ASSISTENTI SANITARI VIGILATRICI D INFANZIA Collegio Provinciale di Bergamo 24125 Bergamo Via Rovelli n.45 Telefono 035/217090 fax 035/236332 Cod.Fiscale 80039530169 www.ipasvibergamo.it

Dettagli

Bozza di Accordo, ai sensi dell'art. 4 del D. Lgs. 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo e le Regioni e

Bozza di Accordo, ai sensi dell'art. 4 del D. Lgs. 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo e le Regioni e Bozza di Accordo, ai sensi dell'art. 4 del D. Lgs. 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano, recante ridefinizionc implementazione e approfondimento

Dettagli

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica Scheda informativa Università Classe Nome del corso Universita' degli Studi di PADOVA SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria Data del DM di approvazione

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA Disegno di legge 1142 XVI Legislatura

SENATO DELLA REPUBBLICA Disegno di legge 1142 XVI Legislatura SENATO DELLA REPUBBLICA Disegno di legge 1142 XVI Legislatura Istituzione degli ordini e albi delle professioni sanitarie infermieristiche, ostetrica, riabilitative, tecnico - sanitarie e della prevenzione

Dettagli

DISCIPLINA DELL ORGANIZZAZIONE E DEGLI ASPETTI OPERATIVI DEL SERVIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

DISCIPLINA DELL ORGANIZZAZIONE E DEGLI ASPETTI OPERATIVI DEL SERVIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE DISCIPLINA DELL ORGANIZZAZIONE E DEGLI ASPETTI OPERATIVI DEL SERVIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE Indice 1. Denominazione pag 2 2. Natura istituzionale e finalità pag 2 3. Personale afferente al Servizio

Dettagli

L. 1 febbraio 2006, n. 43 (1).

L. 1 febbraio 2006, n. 43 (1). L. 1-2-2006 n. 43 Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetrica, riabilitative, tecnico-sanitarie e della prevenzione e delega al Governo per l'istituzione dei relativi ordini

Dettagli

Le competenze dell infermiere per la gestione dei percorsi assistenziali -CLINICAL PATHWAY-

Le competenze dell infermiere per la gestione dei percorsi assistenziali -CLINICAL PATHWAY- IL BUON USO DELL OSEDALE NEL TERRITORIO: Gestione, pratica e ricerca Il Metodo come Cambiamento Le competenze dell infermiere per la gestione dei percorsi assistenziali -CLINICAL ATHWAY- Lucci Lucia Infermiere

Dettagli

SEMINARIO L INFERMIERE E LA RESPONSABILITA NEL QUOTIDIANO: PROFILI PENALI, CIVILI, AMMINISTRATIVI E DEONTOLOGICI

SEMINARIO L INFERMIERE E LA RESPONSABILITA NEL QUOTIDIANO: PROFILI PENALI, CIVILI, AMMINISTRATIVI E DEONTOLOGICI SEMINARIO L INFERMIERE E LA RESPONSABILITA NEL QUOTIDIANO: PROFILI PENALI, CIVILI, AMMINISTRATIVI E DEONTOLOGICI 29 maggio 2010 Ore: 09.00 18.00 Sala Vivaldi Ammezzato pad. 16 (capienza: 60 posti) Organizzato

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTE DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTE DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 6229 PROPOSTE DI LEGGE D INIZIATIVA DEI SENATORI TOMASSINI; TOMASSINI; BETTONI, BRANDANI, MASCIONI, BAIO DOSSI, CARELLA, CORTIANA, DI GIROLAMO,

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO Definizione e significato degli esami di stato L Esame di Stato per l abilitazione alla professione di assistente sociale e di assistente sociale specialista consiste

Dettagli

Disciplina organica della professione di Assistente sociale

Disciplina organica della professione di Assistente sociale PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa della Senatrice Anna Maria SERAFINI Disciplina organica della professione di Assistente sociale e Assistente sociale Specialista. Onorevoli Colleghi, nel corso degli ultimi

Dettagli

EQUIPARAZIONE DEI TITOLI

EQUIPARAZIONE DEI TITOLI EQUIPARAZIONE DEI TITOLI PER L'ACCESSO ALLA LAUREA SPECIALISTICA (57/S) Roma, 7 gennaio 2002 Il Senato della Repubblica ha approvato definitivamente il 21 dicembre scorso, il disegno di conversione del

Dettagli

DA SERVENTE A INFERMIERE

DA SERVENTE A INFERMIERE DA SERVENTE A INFERMIERE Dalla Scuola convitto per Infermiere 1925 Alla laurea in Scienze Infermieristiche 2001 1 Legislazione professionale Sistema formativo Le innovazioni: Formazione universitaria D.M.

Dettagli

Brescia, 11 febbraio 2012

Brescia, 11 febbraio 2012 Brescia, 11 febbraio 2012 Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA Requisiti per l ammissione al Corso di Laurea

Dettagli

IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312

IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312 IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312 Vista la legge 15/3/97 n. 127 ed in particolare l'art. 17 comma 96; il D.M. 21/5/98 n. 242, recante il regolamento per la disciplina dei professori a contratto, ed in

Dettagli

L accordo stato regioni sulla riforma delle professioni: il ruolo del coordinatore Sviluppo delle competenze infermieristiche

L accordo stato regioni sulla riforma delle professioni: il ruolo del coordinatore Sviluppo delle competenze infermieristiche L accordo stato regioni sulla riforma delle professioni: il ruolo del coordinatore Sviluppo delle competenze infermieristiche Dott. A. Zagari Giardini Naxos 2013 Alcune diapositive di questa presentazione

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLE CLASSI DELLE LAUREE SPECIALISTICHE UNIVERSITARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Decreto ministeriale 2 aprile 2001

DETERMINAZIONE DELLE CLASSI DELLE LAUREE SPECIALISTICHE UNIVERSITARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Decreto ministeriale 2 aprile 2001 DETERMINAZIONE DELLE CLASSI DELLE LAUREE SPECIALISTICHE UNIVERSITARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Decreto ministeriale 2 aprile 2001 Gazzetta Ufficiale n. 128 del 5.6.2001 - Supplemento Ordinario n. 136

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Medicina e Chirurgia LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Il Corso

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Professione Infermiere

Professione Infermiere Professione Infermiere e competenze Operatore Socio Sanitario raccolta normativa L evoluzione della normativa dell esercizio professionale e della formazione infermieristica negli ultimi anni è stata così

Dettagli

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

Curriculum Formativo e Professionale di Antonio Jannelli

Curriculum Formativo e Professionale di Antonio Jannelli Curriculum Formativo e Professionale di Antonio Jannelli Diploma di Maturità Scientifica conseguita presso il VI Liceo Scientifico Statale di Napoli nell anno scolastico 1973/1974; Laureato in Giurisprudenza

Dettagli

Azienda Ospedaliera Mellino Mellini - Chiari (BS), viale Mazzini n 4, 25032, Chiari (BS)

Azienda Ospedaliera Mellino Mellini - Chiari (BS), viale Mazzini n 4, 25032, Chiari (BS) Formato europeo per il curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Paolo Musatti Indirizzo C/O via della Valle 2, Monticelli Brusati (BS), cap. 25040, Italia Telefono 030-652423 Fax 030-6852048 E-mail

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Promulga. la seguente legge: ART. 1. (Definizione).

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Promulga. la seguente legge: ART. 1. (Definizione). LEGGE 1 febbraio 2006, n.43 Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetrica, riabilitative, tecnico-sanitarie e della prevenzione e delega al Governo per l'istituzione dei

Dettagli

CAPO 2. Principi e Strumenti di. Organizzazione e Gestione

CAPO 2. Principi e Strumenti di. Organizzazione e Gestione CAPO 2 Principi e Strumenti di Organizzazione e Gestione 27 capo 2 Principi e Strumenti di Organizzazione e Gestione 28 I Principi di Organizzazione titolo IV I Principi di Organizzazione Art. 18 - Principi

Dettagli

L evoluzione dell inquadramento dei coordinatori

L evoluzione dell inquadramento dei coordinatori L evoluzione dell inquadramento dei coordinatori Luca Benci http://www.lucabenci.it A.n.u.l. 1974 Accordo nazionale unico di lavoro per il personale ospedaliero Livello Qualifiche 1 Ausiliario Portantino

Dettagli

SOLO per il profilo IF Infermiere

SOLO per il profilo IF Infermiere Valutazione del punteggio del titolo di accesso SOLO per il profilo IF Infermiere Il titolo di studio richiesto per l accesso è: Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla

Dettagli

La Responsabilità Professionale: la documentazione. Collegio IPASVI Ferrara Cristiano Pelati

La Responsabilità Professionale: la documentazione. Collegio IPASVI Ferrara Cristiano Pelati La Responsabilità Professionale: la documentazione Collegio IPASVI Ferrara Cristiano Pelati OTTICA DI SISTEMA NELLA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Estryn-Beharl et al. 2004 e Kaissi et al., 2003 sostengono

Dettagli

CAPO III PROFESSIONI SANITARIE NON CONVENZIONALI ESERCITATE DAI LAUREATI IN CHIROPRATICA E DAI LAUREATI IN OSTEOPATIA ART. 14.

CAPO III PROFESSIONI SANITARIE NON CONVENZIONALI ESERCITATE DAI LAUREATI IN CHIROPRATICA E DAI LAUREATI IN OSTEOPATIA ART. 14. CAPO III PROFESSIONI SANITARIE NON CONVENZIONALI ESERCITATE DAI LAUREATI IN CHIROPRATICA E DAI LAUREATI IN OSTEOPATIA ART. 14. (Istituzione delle professioni sanitarie non convenzionali di chiropratico

Dettagli

La normativa di valorizzazione delle professioni sanitarie in Friuli Venezia Giulia

La normativa di valorizzazione delle professioni sanitarie in Friuli Venezia Giulia PROFESSIONE FISIOTERAPISTA IN FRIULI VENEZIA GIULIA Convegno A.I.FI. FVG Palmanova 11.9.2009 La normativa di valorizzazione delle professioni sanitarie in Friuli Venezia Giulia avv. Salvatore Spitaleri

Dettagli

IL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE

IL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE IL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO DELL INFERMIERE Il primo testo del Codice Deontologico venne approvato nel febbraio 1999 dalla Federazione Nazionale dei Collegi Ipasvi. Il 17 gennaio 2009 il consiglio Nazionale

Dettagli

1975 Diploma di maturità scientifica, rilasciato dal Liceo Scientifico Statale A.Avogadro di Biella;

1975 Diploma di maturità scientifica, rilasciato dal Liceo Scientifico Statale A.Avogadro di Biella; COGNOME NOME EULOGIO CATERINA Professione : Infermiera Sede lavorativa A.S.L.BI Tel.: 0158409333 Fax: 0158401931 E-mail: caterina.eulogio@infermieribiella.it CURRICULUM Formazione e studi 1975 Diploma

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

L Infermiere e l OSS: Valorizzazione delle Competenze per l integrazione Dott. Francesco Germini Dirigente Sanitario Area Infermieristica e Ostetrica

L Infermiere e l OSS: Valorizzazione delle Competenze per l integrazione Dott. Francesco Germini Dirigente Sanitario Area Infermieristica e Ostetrica L Infermiere e l OSS: Valorizzazione delle Competenze per l integrazione Dott. Francesco Germini Dirigente Sanitario Area Infermieristica e Ostetrica ASL Taranto La figura dell OSS Nasce dall accordo sancito

Dettagli

NUOVE PROSPETTIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE

NUOVE PROSPETTIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE www.associazionevenetoesalute.it info@associazionevenetoesalute.it NUOVE PROSPETTIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE F.I.Te.La.B. - 28/03/2014 CHI SIAMO? costituita per merito di alcuni professionisti della

Dettagli

Secondo stime O.M.S. 80% dei pazienti extraospedalieri soffre di affezioni croniche;

Secondo stime O.M.S. 80% dei pazienti extraospedalieri soffre di affezioni croniche; Secondo stime O.M.S. 80% dei pazienti extraospedalieri soffre di affezioni croniche; meno del 50% di tali pazienti attentamente le prescrizioni del curante segue Organizzazione mondiale della sanità. Aderenza

Dettagli

Treviso lì 24/09/2011

Treviso lì 24/09/2011 Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della funzione Infermieristica SEDE REGIONALE DEL VENETO Via S.Nicolò 8 31100 Treviso Telefax: 0422 546607 cell 3291065446 Email: regionale.veneto@nursingup.it

Dettagli