TUTTO LO SPORT CON LA FICTS E MILANO-BICOCCA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TUTTO LO SPORT CON LA FICTS E MILANO-BICOCCA"

Transcript

1 Sceicco Nahayan Bin Marabak Al Nahayan e del Presidente della Federazione Araba dello Sport Universitario. Colazione e cena in albergo con un buffet ricco di colori e sapori e pranzo presso la club house dell Impianto Sportivo sede del Mondiale, l Equestrian, Shooting and Golf Club. Anche in questo caso buffet di alto livello aperto dalle 10 alle 16 di ogni giorno di gara. L impianto, che riunisce le tre grandi passioni sportive degli Emirati, il prossimo anno ospiterà una prova di Coppa del Mondo di Tiro. Domenica 13, a conclusione dell ultima premiazione, breve e semplice cerimonia di chiusura con passaggio della bandiera della FISU ai rappresentanti del Messico che ospiterà nel 2016 il 6 Campionato Mondiale Universitario di Tiro. Ecco i nostri Campioni Mondiali Universitari: Medaglia d Oro: Fossa Olimpica 1) Silvana Stanco, Squadra di fossa olimpica: Silvana Stanco, Lisa Nicole Marzo, Federica Caporuscio, Fossa maschile: 3) Andrea Miotto Fossa a squadre 4) Andrea Miotto, Valerio Grazini, Diego Meoni, Skeet femminile Skeet squadre: 5) Chiara Di Marziantonio. 6) Giancarlo Tazza, Giancarlo Grimaldi, Michael Palmieri (squadra) Double Trap: 7) Alessandro Chianese 8) Alessandro Chianese, Antonino Barillà, Andrea Vescovi (squadra) Medaglia d Argento Fossa Olimpica 9)Lisa Nicole Marzo Skeet 10) Giancarlo Tazza 11) Virginia Orlando Carabina C10 12) Elena Nardelli 13) Elena Nardelli, Barbara Gambaro, Caterina Toscani (squadra) Medaglia di Bronzo: Fossa Olimpica 14) Federica Caporusci 15) Valerio Grazzini 23 Un bel gruppo da ricordare: da sinistra il consigliere federale Aldo Visconti, il campione Valerino Grazini (oro fossa olimpica a squadre e bronzo individuale) il preparatore atletico Fabio Partigiani, il direttore tecnico Mirco Centi, un altro azzurro super, Andrea Miotto (fossa olimpica individuale e di squadra) quindi il vice presidente Cusi e Capo delegazione Gianni Ippolito. In alto le azzurre sul podio. TUTTO LO SPORT CON LA FICTS E MILANO-BICOCCA Inaugurata da Alberto Miglietta, Amministratore delegato della Coni Servizi spa, la 13ª Edizione del Master Universitario in Sport Management, Marketing and Society, diretto da Franco Ascani e promosso dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell Università di Milano-Bicocca, si è aperta con la presentazione della Ricerca Il Portale dell immagine e dell attività sportiva al servizio di EXPO 2015 Tutto lo sport sul web curata del Master in collaborazione con la FICTS Federation Internationale Cinema Television Sportifs. A meno di 6 mesi da EXPO 2015, l analisi della presenza sul web dello sport lombardo a cura del Master si è trasformata in un utile strumento per utilizzare l offerta dei servizi sportivi del territorio per praticanti e spettatori. È on-line dal 14 Novembre 2014 il Portale dell immagine e dell attività sportiva mette a disposizione gratuitamente indirizzi web di 62 discipline sportive con le informazioni per i turisti, i residenti, gli operatori del settore ed i praticanti mentre il sito curerà la comunicazione e la promozione di eventi sportivi sul territorio, attraverso l aggiornamento costante delle attività organizzate dalle associazioni sportive. Tra le curiosità è emerso che, nella speciale classifica dei siti internet più numerosi, le Arti Marziali (355 siti) battono la Pallacanestro (304), che il Tennis (247) batte la Pallavolo (217) mentre il Calcio, da solo, rappresenta il 15,3% del totale. La Ricerca è parte integrante del Progetto EXSPORT: Sport, Culture, Tourism for all : un format innovativo per il territorio lombardo che mette a sistema la preparazione e la promozione delle attività, degli eventi e delle iniziative di sport, turismo e cultura, finalizzato a trasformare il territorio lombardo in un polo di attrazione per i residenti, per quelli delle altre Regioni e per i 24 milioni stimati di visitatori che arriveranno dal resto del mondo. La diffusione di Internet e l uso esponenziale della tecnologia multimediale ha coinvolto inevitabilmente lo sport, che è attualmente una delle aree tematiche più apprezzate dagli internauti, sia in Italia che nel mondo. Info sito internet: Sport-Management-Marketing-and-Society/ Tel:

2 E la sintesi perfetta del connubio Studio-Sport la nostra campionessa preferita, Eleonora Giorgi. Lo aveva dimostrato a Messina e anche agli ultimi Cnu targati Milano quando correva e vinceva sorridendo con quel passo che stronca anche i maschi, senza strafare, senza faticare apparentemente. Dopo avere percorso in mattinata una ventina di chilometri in alleamento. Una campionessa vera, dunque, nello sport ma anche nella vita come ha dimostrato conquistando la laurea specialistica, neo dottoressa in economia aziendale e management all Università Bocconi di Milano dove tempo prima si era fatta fotografare davanti all illustre e serioso professore che aveva dato nome ad una delle Università più importanti del mondo. Una Giorgi in tante dimensioni quella che appare in queste foto (la prima dopo la laurea, è della Provincia di Eleonora Giorgi Studio e sport? È fatica ma ne vale la pena La medaglia più bella Como, l altra del Corriere della Sera). Nell intervista concessa a Gaia Piccardi aveva spiegato perchè è possibile gareggiare sulle piste ma anche nello studio all Università smentendo l ipotesi di un equilibrismo difficile tra studio e atletica. Io sono figlia unica, i miei hanno investito sulla mia istruzione e voglio ripagarli. Dopo le superiori allo scientifico, ho scelto la Bocconi perchè sono appassionata di economia, perchè mi aiuta a capire la realtà, soprattutto in questi anni di crisi. Ma la marcia è una passione, penso già al Mondiale 2015 a Pechino e all Olimpiade di Rio A Londra mi sono piazzata 14esima ma è stata un esperienza fantastica. Sono arrivata alla marcia dopo che nel 2007 ebbi una tendinite-periostite che mi spinse a cercare un alternativa, proprio la marcia. 24

3 Tower Festival del Cus Pisa. I profitti al Cus L Aquila Grande successo per il Tower Festival del Cus Pisa che si è svolto presso gli impianti di Via Chiarugi. Si tratta dell edizione col più alto numero di iscritti nella storia di questa manifestazione. I profitti sono stati devoluti in beneficenza al Cus L Aquila. CUS L AQUILA - Queste le parole del presidente Francesco Bizzarri: Mi ha fatto molto piacere questo invito, poiché Denny aveva ascoltato un mio intervento il giorno dell elezione del nuovo presidente Cusi nel quale avevo detto che lo sport deve aiutare anche chi è in difficoltà, proponendo una revisione dello statuto. Il presidente Innamorati ha recepito immediatamente il messaggio ed è stato il primo dopo il Cus Trento a darci una mano in seguito ai tragici eventi del terremoto. Il Cus L Aquila per due anni è stato fermo e ancora oggi siamo in difficoltà soprattutto economiche. Questo è un gesto importantissimo perché dimostra che lo sport deve essere solidarietà. Inoltre abbiamo abbracciato, tramite una delegazione somala, ragazzi di squadre nazionali che vengono ad allenarsi gratuitamente a L Aquila. 25 di Michele Bufalino CUS PISA Queste invece le parole del presidente Denny Innamorati: Sono rimasto molto colpito dalle parole delll amico Bizzarri all Assemblea di Cassino e ho deciso di rendermi subito disponibile per dare una mano al CUS L Aquila. Ho individuato subito nel Tower Festival la manifestazione più adatta per unire sport, cultura e solidarietà. NUMERI Si inizia con la parte sportiva che ha chiuso con oltre 1000 iscritti nei tornei delle 8 discipline sportive con oltre 20 tornei. Tanti spettatori e corridori anche per la run 5.30 che ha aperto il Tower Festival il 27 giugno, inoltre il Cusground ha generato un pubblico di più di 2000 spettatori nel corso dei tre giorni di eventi. Senza contare il torneo storico del Green Volley, con oltre 12 campi e 400 iscritti. Si passa quindi al concerto degli Elio e le Storie Tese, che ha catalizzato oltre 3000 spettatori complessivi generando un grande interesse da parte della città con un pubblico proveniente da tutta la Toscana, oltre agli irriducibili fan del gruppo provenienti da tutta Italia. In totale nei tre giorni del Tower Festival sono passate oltre persone sugli impianti di via Chiarugi. Si tratta di un grande successo sportivo e culturale. TREMILA SPETTATORI PER ELIO E LE STORIE TESE Veniamo invece al racconto della manifestazione, con 72 ore ininterrotte di sport, cultura e divertimento. Il Tower Festival è iniziato venerdì 27 giugno alle ore 5.30 di mattina con la Run 5.30 che ha preso il via dal Piazza Vittorio Emanuele. Conclusa la corsa l attenzione si è spostata sugli impianti di via Chiarugi, nei quali gli atleti hanno potuto fare il check in. Nel pomeriggio è iniziato il Cusground, ma soprattutto c è stata l apertura dei botteghini per il concerto degli Elio e le Storie Tese, che è iniziato alle ore contando oltre 3000 presenze. Verso mezzanotte poi gli atleti e gli spettatori che hanno deciso di campeggiare hanno fatto festa fino a tarda notte, perché il motto di questo Tower Festival è sempre il seguente: di giorno si gioca, la notte si balla. Il 28 giugno sono iniziati a rotazione tutti gli altri tornei sportivi, con il torneo di Tennis per Emergency, il torneo di Tennistavolo, Green Volley, Calcio, Beach Rugby e Hockey. Sessioni mattine e pomeridiane, mentre la sera spazio al Cusground con le gare, ma soprattutto con il party serale del Tower Festival, grazie al DJ set organizzato dai ragazzi della sezione basket. L ultimo giorno si sono conclusi tutti i tornei, mentre la sera c è stato il gran finale con lo spettacolo sportivo del Cusground grazie alla gara delle schiacciate che ha fatto da apripista alle finali maschili e femminili, oltre alla gara dei tiri da 3 punti. RINGRAZIATI Sono tanti i ringraziamenti che il CUS Pisa vuole fare per questo evento. Inizialmente ai collaboratori istituzionali per il sostegno, quali l amministrazione comunale, l Università di Pisa, il DSU Toscana, Emergency e Avis. Inoltre a tutti gli sponsor che hanno permesso la realizzazione dell evento come Banca di Pisa e Fornacette, Cooperativa l Arca, Il Terzo Tempo, Mc Donald s di piazza Manin, Rindi Broker&Partners Assicurazioni, Carecaled, Montanelli impianti, Mirko Salvadori Ferramenta, Tuttavita.it, Nobili Impianti ed Ema Antincendi. Un ringraziamento a tutte le testate giornalistiche che hanno seguito il Tower Festival e naturalmente un ringraziamento particolare a Radiocicletta, partner radio ufficiale dell evento e alla security di Velox Investigazioni. Infine un ringraziamento, il più importante, a tutti i volontari e agli sportivi che hanno permesso la buona riuscita della manifestazione. Grazie a tutti voi. La Senatrice partita dal volley scolastico Elena Cattaneo, senatrice a vita e Direttore del Centro di ricerca sulle cellule staminali dell Università di Milano, ha raccontato ad Elisabetta Soglio del Corriere come da giovane, giocando a pallavolo, arrivando alla soglia della serie C, abbia imparato come sia possibile conciliare sport e studio. Ho iniziato a giocare ai tempi del Liceo nella Jolly di Palazzolo Milanese, una società nata dalla passione di una suora, imparando ad andare in palestra, fare parte del gruppo, avere regole condivise, ma anche giocare per vincere cioè valori a cui non avrei rinunciato. Mi vengono ancora i brividi ricordando quelle emozioni.

4 Bologna BasketCity con un Rettore vincente Il professor Dionigi un autentico talismano: anche le ragazze per la prima volta hanno contribuito al filotto. L a chiamavano BasketCity. Non tanto perché a ogni angolo della città ci sia un canestro (i problemi di impianti, purtroppo, ci sono anche da queste parti) quanto, piuttosto, perché negli anni Cinquanta i derby si sprecavano. E perché dalla seconda metà degli anni Sessanta il derby tra Virtus e Fortitudo ha fatto la storia della pallacanestro. Il derby in due occasioni è coinciso con una finale scudetto (1998 e 2001), in una semifinale di Eurolega (1999). Virtus e Fortitudo sono alle prese con qualche piccolo problema, resta, però, l Alma Mater Studiorum, perché il Cus Bologna è la formazione che ha vinto il maggior numero di scudetti in feluca, dal 1946 a oggi. Sono 15 (gli ultimi due consecutivi) i trionfi del Cus Bologna che, dopo aver vinto tanto negli anni Cinquanta, ha rispolverato la bacheca dal 1990, con dodici successi in ventiquattro anni (facile fare la media, uno scudetto ogni due anni), riportando BasketCity ai vertici. Il Cus Bologna, per di più, può contare su un alleato davvero speciale. Tanto speciale quanto appassionato e competente. Stiamo parlando di Ivano Dionigi, il magnifico rettore dell università di Bologna che non ha mai nascosto la sua simpatia per i canestri e che è stato decisivo per consentire agli studenti di volare a Rotterdam, per gli Europei. E sarà anche grazie alla passione di Dionigi (un vero e proprio talismano) che il Cus Bologna in questa stagione, per la prima volta nella sua storia, ha fatto filotto, imponendosi sia con i maschi sia con le femmine. Davvero bravi i cussini che non hanno mai conosciuto il significato della parola sconfitta in questo 2014 straordinario. Qualche sconfitta è arrivata a Rotterdam, ma solo perché il livello della contesa si è alzato ulteriormente e agli Europei il Cus Bologna ha chiuso la sua fatica al quinto posto. Ma quel che più conta è che nel giugno del 2015, dal 20 al 27, il Cus Bologna, con le sue due squadre sarà protagonista agli Europei di Slovenia, che si giocheranno a Capodistria Per continuare a scrivere pagine di storia, per continuare a divertire ed esaltare quel Federico Panieri che, pur essendo nato come giocatore nell hockey su prato (scudetto nel 1997, Coppa Italia da capitano nel 2002 e tanti successi nell hockey indoor), ha trovato una sua collocazione (collocazione vincente per di più) come dirigente nel mondo dei canestri. Anche perché, non dimentichiamolo, parlando di BasketCity, il Cus Bologna ha confezionato, prima degli Europei, una piccola-grande impresa. Si era iscritto al Playground per prepararsi al meglio agli Europei. E finita con di Alex Gallo 26

5 Le neo campionesse con il coach Alberto Cilfone festeggiano dopo avere battuto Milano e Bergamo. il rettore Ivano Dionigi in mezzo al campo, ai Giardini Margherita, a festeggiare un successo tanto straordinario quanto meritato. La composizione della squadra maschile che ha vinto lo scudetto universitario a Milano. Matteo Galli capitano (1986, Lettere e Filosofia), Filippo Albertini (1986, Economia e Diritto), Gioacchino Chiappelli (1991, Management e Marketing), Luca Montanari (1992, Scienze Motorie), Stefano Chiarini (1990, Lingue e letteratura straniera), Alessandro Beccari (1992, Economia e Management), Matteo Chillo (1993, Scienze Motorie), Matteo Montano (1992, Management e Marketing), Riccardo Iattoni (1992, Ingegneria energetica), Leonardo Burresi (1993, Management e Marketing), Giorgio Broglia (1986, Economia). Matteo Lolli (coach), Davide Pulvirenti (vice), Alessandro Vitti (fisioterapista), Federico Panieri (direttore sportivo), Agostino Briatico (team manager). La composizione della squadra maschile che 27 I pluricampioni del Cus Bologna premiati dal consigliere Cusi Vincenzo Sabatini dopo la vittoria sul Cus Torino. si è classificata al quinto posto agli Europei universitari di Rotterdam (Olanda), secondo miglior risultato di sempre del Cus Bologna che, nel 2010, a Poznan, in Polonia, ha conquistato uno storico bronzo. Matteo Galli capitano (1986, Lettere e Filosofia), Filippo Albertini (1986, Economia e Diritto), Gioacchino Chiappelli (1991, Management e Marketing), Luca Montanari (1992, Scienze Motorie), Stefano Chiarini (1990, Lingue e letterature straniere), Matteo Montano (1992, Management e Marketing), Riccardo Iattoni (1992, Ingegneria energetica), Leonardo Burresi (1993, Management e Marketing), Giorgio Broglia (1986, Economia), Riccardo Castelli (1988, Lettere e filosofia), Filippo De Pascale (1992, Economia). Matteo Lolli (coach), Davide Pulvirenti (vice), Alessandro Vitti (fisioterapista), Federico Panieri (direttore sportivo), Agostino Briatico (team manager). La squadra femminile del Cus Bologna che ha vinto il suo primo scudetto ai campionati nazionali universitari. Camilla Coraducci (1990. Ingegneria gestionale), Alessandra Tava (1991, Economia), Chiara Mini (1986, Scienze Motorie), Liliana Miccio (1989, Economia), Federica Tognalini (1991, Scienze Motorie), Giorgia Costi (1986, Ingegneria), Eliana Carbonell (1986, Economia)i, Francesca Santarelli (1994, Scienze della Formazione). Alberto Cilfone (coach), Alessandro Vitti (fisioterapista), Federico Panieri (direttore sportivo). Il cammino degli uomini: Cus Bologna-Cus Trieste ; Cus Bologna-Cus Genova 82-59; Cus Bologna-Cus Udine 88-61; Cus Bologna-Cus Pisa 79-60; Cus Bologna-Cus Torino Il cammino delle donne: Cus Bologna-Cus Verona ; Cus Bologna-Cus Brescia 81-41; Cus Bologna-Cus Milano 77-70; Cus Bologna-Cus Bergamo La molla salvaginocchio L idea è partita dal Direttore della divisione di ortopedia e traumatologia all Ospedale Sacro cuore Don Calabria di Negrar (Verona) Claudio Zorzi che assieme a Vincenzo Madonna, direttore della Struttura semplice di Chirurgia del ginocchio dello stesso ospedale ha deciso di utilizzare un innovativo intervento per fronteggiare l artrosi del ginocchio (in caso di varismo). A parlarne su Oggi è stata Mariateresa Truncellito che ne ha analizzato le caratteristiche in grado di ridurre il carico del ginocchio fino a 13 kg durante la fase di appoggio del piede a terra e la conservazione del movimento articolare riducendo il dolore.

6 Il blitz di Lentini e Dima col Rettore Dionigi e le autorità bolognesi per risolvere il problema dello Sterlino di Alex Gallo A rriva, al termine di un anno di lavoro, colloqui e trattative, la parola fine sulla questione Sterlino. L impianto bolognese (unico dotato di piscina olimpionica e delle palestre per la ginnastica artistica) passa di mano. Dal Cus Bologna, che lo aveva acquistato da Coni Servizi nell estate del 2012 al Comune di Bologna. Una storia lunga con il lieto fine grazie al numero uno del Cusi, Lorenzo Lentini che, in questi mesi, è stato uno dei commissari straordinari del Cus Bologna, con Antonio Dima e Vincenzo Santis, il dirigente che ha trascorso il maggior numero di giornate all ombra delle Due Torri. Prima del lieto fine, però, per onor di cronaca, un piccolo riassunto delle puntate precedenti. Nell estate del 2012 il Cus Bologna acquista, da Coni Servizi, lo Sterlino che diversamente si sarebbe avviato verso la chiusura, impedendo a Martina Grimaldi bronzo ai Giochi di Londra sulla dieci chilometri di nuoto di fondo, nonché campionessa d Europa e del Mondo sulla distanza dei venticinque chilometri, solo per citare gli ultimi successi di allenarsi con continuità. L acquisto si rivela oneroso: il Cus Bologna, che pure conferma la storica vocazione dei Cus a una gestione (oculata) degli impianti, fatica a far fronte agli impegni economici (per garantire l acquisto viene acceso un mutuo con il Credito Sportivo). Un anno dopo, nell autunno 2013, la gestione dello Sterlino mette a dura prova l esistenza stessa del Cus Bologna. Si dimette il presidente del Cus Bologna, Francesco Franceschetti: il centro di via San Dall inaugurazione di Gnudi alla stretta di mano del Presidente Cusi Lentini con l assessore Luca Rizzo Nervo Il salvataggio dello Sterlino dice Lorenzo Lentini era una vicenda niente affatto scontata. Anzi, era molto complessa sia per i vincoli di bilancio del Comune sia perché un impianto di queste dimensioni e con questa qualificazione non poteva essere gestito solo per la limitata utenza universitaria. Lo Sterlino doveva ritornare in mano al territorio. Nei nove mesi di trattative, nonostante il Cus Bologna fosse commissariato, abbiamo garantito la gestione e l acqua. Oggi passiamo il testimone e siamo sicuri di affidarlo a buone mani. Abbiamo trovato una soluzione nell interesse di tutti, la chiosa dell assessore allo sport del Comune di Bologna, Luca Rizzo Nervo. Finalmente torna il sorriso all Ateneo bolognese da parte di Dima, il Rettore Dionigi, Lentini e De Santis. 28

7 Giacomo viene commissariato. L allora presidente del Cusi, Leonardo Coiana, attiva il direttivo nazionale: vengono nominati, a breve distanza l uno dall altro, tre commissari straordinari che devono occuparsi della quotidianità, cercando di risolvere il problema Sterlino. I tre commissari sono Lorenzo Lentini, Antonio Dima e Vincenzo Santis. Prima di tutto bisogna riallacciare i rapporti con l Università di Bologna e il suo Rettore, Ivano Dionigi, poi bisogna trattare con l amministrazione delle Due Torri. Non solo l assessore allo sport, Luca Rizzo Nervo, ma anche il primo cittadino Virginio Merola. Lentini, appena atterrato a Bologna, detta la linea. La vocazione dei Cus è sempre stata quella di gestire gli impianti dell università. Vogliamo riprendere questa abitudine. Per riprendere l iter consolidato, però, bisogna risolvere la questione Sterlino. Il mutuo è pesante, l unica strada da percorrere, con al fianco l Università degli Studi di Bologna, è arrivare alla cessione. Chi può accollarsi una spesa che si avvicina ai 3,4 milioni di euro? Nonostante le difficoltà e le trattative il Cus Bologna non si tira indietro: lo Sterlino, con tutti i suoi problemi, continua a garantire l attività dei principianti come degli agonisti. Il costo dell impianto è una spesa non indifferente: serve il contributo e il sacrificio di tutti. Un passo indietro di ogni protagonista per un bene della 29 città. Il Cus Bologna trova terreno fertile nel direttore generale dell Alma Mater, Giuseppe Colpani, che assicura la massima collaborazione. Dal canto suo, Luca Rizzo Nervo, assessore comunale allo sport, sa che Bologna non può rinunciare all unico impianto che possa valorizzare Martina Grimaldi, Marco Orsi, Ilaria Bianchi e Arianna Barbieri, le eccellenze del nuoto delle Due Torri. La trattativa non è facile, perché ci sono diversi vincoli (ai quali l amministrazione deve sottostare) da rispettare. A fine marzo Luca Rizzo Nervo e Lorenzo Lentini si presentano a palazzo d Accursio, sede del Comune di Bologna, per annunciare l intesa. L impianto può essere ceduto: l ultimo vincolo è legato all ok che deve dare il Demanio per la congruità della spesa fissata. A inizio settembre, sempre a palazzo d Accursio, il passaggio di consegne e di chiavi. Ci sono sempre Luca Rizzo Nervo, nuovo padrone di casa Sterlino e Lorenzo Lentini. L operazione, grazie al lavoro straordinario di Vincenzo Santis e Antonio Dima che in via San Giacomo trovano una sponda fertile in Federico Panieri, Cinzia Garbellini e in tutto il personale è concluso: lo Sterlino diventa un impianto di proprietà dell amministrazione. Il Cus Bologna, che ha gestito al meglio la struttura, si libera delle rate del mutuo e può guardare con ottimismo al futuro, ripensando all antica vocazione di semplice gestore. La donna dei Guiness dei primati: le regole del gioco e il mal di mare da Dover a Calais Si chiama Anna Oxford ed è una delle giudici che devono assistere alle imprese di chi vuole entrare nel Guiness dei primati. Un compito delicato in cui l inflessibilità deve essere moderata dall empatia e dal rispetto per le differenze. Nell intervista di Claire Gordon- Webster (illustrazione di Ale&Ale) si parla di Roger Allsopp, 70 anni e quattro mesi che sta nuotando da circa cinque ore. Da quando è partito alle otto del mattino dal bagnasciuga scivoloso della spiaggia di Shakeaspeare beach, a Dover. Chirurgo in pensione, si dà coraggio ripetendosi perchè lo sta facendo. Ricorda le migliaia di sterline che saranno raccolte per finanziare la ricerca sul cancro dell Università di Southampton. Sente un fischio in lontananza e significa due cose: o si sta avvicinando troppo alla barca o è arrivato il momento di alimentarsi. Il Guiness dei primati impone regole molto severe per questa prova. Allsopp può indossare solo il costume da bagno. Deve entrare in acqua dalla spiaggia di Dover camminando. Il record è valido solo quando poggia i piedi sul suolo francese. Non gli è permesso di toccare la barca che lo affianca per nessun motivo. Ogni mezz ora riceve una dose di zuccheri in una bottiglia attaccata ad una corda. Non può bere più di dieci secondi poi la bottiglia viene tolta. Le correnti stanno cambiando la sua rotta. Percepisce delle grida d incoraggiamento. La sua squadra è composta da due nutrizionisti e dall allenatore. Lo osservano con ansia. Una gigantesca nave cisterna gli taglia la strada. È un piccolo e determinato Davide circondato da enormi Golia. Anna Orford è piegata in due sulla barca, sta vomitando. Non pensava di avere il mal di mare e di passare tutto il giorno in preda alla nausea. Nata in Francia ma residente a Londra ha attraversato la manica diverse volte ma mai lentamente. Cerca di riprendersi e di rassettare la sua uniforne: giacca blu col logo Guiness, cravatta a righe gialle, camicia bianca e pantaloni beige. Quando indossa l uniforme non è più Anna Orford, padrona di due gatti, amante dei biscotti e della cioccolata calda. È la giudice Orford del Guiness dei primati. È pronta dalla cinque del mattino, l avevano convocata a Dover due volte ma l hanno rimandate indietro a causa delle condizioni avverse del tempo. Il percorso che l ha portata a diventare giudice del Guiness è cominciato con la sua laurea in studi ispanici all University College di Londra e poi, causa la passione per il ballo, alla prestigiosa London Accademy of music & dramatic art. Un giorno ha risposto ad un annuncio sul Guardian: Parli un lingua straniera in particolare il francese? Hai esperienza coi mezzi di comunicazione? Così si è trovata ad affrontare un colloquio senza avere informazioni sull impiego. Si è trovata immersa nel mondo dei record. L hanno sottoposta ad estenuanti test e analisi caratteriali. Alla fine le hanno offerto il posto. Negli ultimi anni il lavoro l ha portata in Russia, Giappone, India e in tutta l Europa. Ha assistito a tanti record con integrità, rispetto, apertura. Ora è buio pesto. Allsop ha perso la marea, il suo percorso durerà tre ore in più. Il sole non è mai comparso, la temperatura dell acqua di 17 gradi. Alle due di notte, dopo 17 ore, 51 minuti, 19 secondi, Allsopp mette piede sul suolo francese. E la persona più anziana ad avere attraversato a nuoto il Canale della Manica col miglior tempo. Orford è impressionata dalla forza di quest uomo. Le lacrime le rigano il viso.

8 Calcio, pallavolo e basket, porte e reti da cambiare? Gianni Romeo intervista un esperto, come Lanfranco sui risvolti tecnici di sport in auge I Mondiali di pallavolo hanno battuto tutti i record. Di durata. Iniziati a fine agosto, piena estate, si sono conclusi all affacciarsi dell autunno. Per tagliare il traguardo iridato (soltanto dalle semifinali eliminazione diretta) sono state necessarie ai quattro team approdati allo sprint finale ben 13 partite. Mai era stato disegnato un percorso così impegnativo in altri sport. Salvo il baseball, arrivato una volta a giocare 18 incontri, ma in genere ancorato a 12. Nel baseball però le squadre hanno organico più ampio e tempi morti, durante i match. È stata una prova di resistenza fisica e mentale prima ancora che di qualità tecnica. Forse anche per questo Lanfranco a sinistra con Kim e nel Mondiale 78 contro Cuba a Roma la nostra Italia è colata a picco, zavorrata da una preparazione mirata sul fondo che ha spento la vivacità necessaria? Ne consegue un altra domanda: perché lo sport ha imboccato la strada del gigantismo? In questo caso i motivi sono evidenti: un Mondiale lungo un mese occupa spazi televisivi più ampi, batte la grancassa a lungo, fa propaganda e spettacolo. Cioè soldi. Se poi vince il fisico più della tecnica, pazienza. I manovratori dello sport mondiale sono molto attenti al business, forse un po meno all evoluzione delle regole. Ci soccorre, in questa riflessione, Gianni Lanfranco, 58 anni, torinese, un <monumento> della pallavolo, miglior giocatore italiano a cavallo degli Anni Settanta-Ottanta, medaglie sul petto da Torino a Parma all azzurro (argento mondiale, bronzo olimpico, il primo nella storia d Italia), oggi imprenditore di successo nel campo dell attrezzatura sportiva. Lanfranco vive nella pallavolo e dintorni da oltre quarant anni. Da quando, naturalmente, l Universiade di Torino 70 fece scoprire questa disciplina ai giovani italiani, vero? La risposta è sorprendente: Assolutamente no. Avevo 14 anni allora e la mia testa era soltanto nel pallone. Quasi non mi accorsi dell Universiade, si diceva a scuola che in tanti a Torino correvano a vedere la pallavolo, ma io non sapevo nemmeno come si giocava. Mai vista una partita. E poi? Poi, un paio d anni dopo, quando frequentavo il Quinto Scientifico poi diventato Liceo Volta, l insegnante di ginnastica mi scrutò e disse: tu che sei così alto, vieni a giocare a pallavolo. Era più un ordine che un invito. Mi incuriosì, la conobbi, feci amicizia. La lasciai, per modo di dire, verso la fine degli Anni Ottanta. Per modo di dire? Sì. Perché oggi sono orgoglioso, con gli amici della Nazionale dell epoca, di essere diventato campione d Europa over 55 e vice campione del mondo. Ci divertiamo un sacco, riviviamo una parentesi di quel passato che non si è mai chiuso. Quindi Lanfranco vede la pallavolo d oggi da un osservatorio privilegiato. Ha vissuto l epoca del cambio palla, ora quella del punto a punto, una rivoluzione epocale. Com è cambiata? In meglio o in peggio? E questi Mondiali lunghi come la tela di Penelope che hanno privilegiato più il fisico della tecnica, sono da condividere? Voto sì, decisamente. Il meccanismo dei gironi consente di recuperare lo scivolone di una partita persa, non come successe a noi alle Olimpiadi di Mosca 1980 quando restammo fuori dalle medaglie per via di una partita addomesticata fra Cuba e la 30

9 Cecoslovacchia. I set oggi durano meno di un tempo, noi arrivavamo a giocare partite di 3-4 ore. È vero che oggi la condizione fisica è determinante, ma questa evoluzione riguarda tutti gli sport. Fisico, velocità. Pensiamo al calcio, al tennis. Ormai però con giocatori alti più di due metri, che sono quasi la norma, non sarebbe ora di alzare la rete? I servizi sono bombe, le schiacciate dei siluri Quello di riflettere sulle misure codificate tanti anni fa è un discorso che vale per tanti sport. Anche nel tennis il servizio è diventato un arma letale, a volte sembra un tiro a segno, nel basket i canestri sembrano sempre più bassi, forse prima o poi ci si arriverà. Ma la pallavolo è stata attenta a tanti problemi, la palla oggi è molto più morbida e addomesticabile di un tempo, prende meno velocità Diciamo che è più adatta a garantire spettacolo. Tanti anni fa su Tuttosport lanciammo una provocazione, scrivendo che occorreva ripensare le misure delle porte del calcio, fatte per uomini del primo Novecento. Oggi tanti portieri arrivano a toccare la traversa senza saltare. Ci presero per matti Pensiamo ai costi pazzeschi che richiederebbe un iniziativa del genere per milioni di club. Io, come imprenditore del settore, mi metterei subito a fabbricare porte. Ma in effetti il problema esiste, non si può fermare il tempo, né l evoluzione del genere umano. In questa pallavolo più fisica, dove vengono premiati molto i centimetri, un Lanfranco alto un metro e 89 oggi avrebbe ancora spazio ad alto livello? Non potrei più giocare da centrale, ma ho la presunzione di rispondere sì. 31 Crediti formativi universitari per gli studenti di Parma Il Magnifico Rettore dell Ateneo di Parma, Loris Borghi assieme al Presidente del Cus Parma, Michele Ventura e ad alcuni dei rugbysti che vinceranno poi il terzo titolo italiano di rugby. Dall anno accademico gli studenti dell Università di Parma che praticano sport potranno acquisire crediti formativi universitari nell ambito delle attività a libera scelta (presenti nei curricula formativi dei singoli corsi di studio): 25 ore di attività sportiva corrispondono a 1 credito formativo universitario. Inizia dunque ad avere attuazione concreta il Regolamento per la valutazione, verifica e certificazione dei crediti formativi universitari relativi alla pratica ed alle abilità sportive, che prevede l inserimento della pratica sportiva nell offerta formativa. In questo modo l Università di Parma segna un importante differenza rispetto agli altri Atenei italiani, che in genere assegnano crediti liberi ad atleti che si sono particolarmente distinti a livello nazionale o internazionale (merito sportivo, riservato a pochi): l Università di Parma offre invece l opportunità di acquisire crediti formativi tramite l attività sportiva a tutti i suoi iscritti. In questo modo ribadisce la sua attenzione verso lo sport, riconoscendone l importanza come strumento di formazione e di crescita dell individuo e favorendo la promozione della cultura sportiva anche tra coloro che non hanno mai praticato precedentemente attività fisica. L attività potrà essere svolta al CUS Parma o in altre società sportive, che dovranno inoltrare al CUS un resoconto delle attività svolte dallo studente. Il CUS si occuperà infatti della loro verifica e validazione, e in seguito di trasmettere la documentazione al Consiglio di corso di studio in Scienze Motorie, Sport e Salute. Quest ultimo certificherà i materiali ricevuti dal Cus e a sua volta li inoltrerà ai Consigli dei Corsi di studio cui sono iscritti gli studenti, ai quali spetterà l approvazione in via definitiva dell attività sportiva svolta. Il CUS Parma organizzerà inoltre laboratori sportivi che daranno diritto all acquisizione di crediti formativi universitari, per un monte ore complessivo di 25 ore (1 CFU), per consentire l acquisizione di crediti formativi da parte di studenti che non praticano attività sportive organizzate. Sono previste le stesse procedure di riconoscimento e assegnazione dei crediti formativi universitari di tutoraggio per gli studenti del corso di laurea magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate che affianchino soggetti disabili con la funzione di tutor. I crediti di tutoraggio che potranno essere riconosciuti e assegnati saranno pari a quelli assegnati allo studente affiancato.

10 A sinistra il Rettore Gianmaria Ajani dà il via alla mezza Maratona. Quindi Marco Boglione, con D Elicio e Ippolito, primo Socio e Testimonial all azionarato popolare del Cus Torino Rugby di serie A. Il presidente Coni Malagò all inaugurazione dell Anno Accademico con D Elicio, Loredana Segreto, Direttore amministrativo dell Università e il Rettore Ajani. Cus Torino: l inaugurazione dell Anno Accademico alla presenza di Malago Il Cus Torino ha inaugurato l Anno Accademico Sportivo con la cerimonia tenutasi per la prima volta presso la nuova Aula Magna dell Università degli Studi presso la Cavallerizza Reale (via Verdi 9, Torino). Una prima nella prima con la presenza del Presidente del CONI Giovanni Malagò al tavolo dei relatori. Il tavolo dei relatori era composto dal presidente del Cus Torino Riccardo D Elicio, il Magnifico Rettore dell Università, Gianmaria Ajani, il Prorettore del Politecnico, Laura Montanaro, il Presidente nazionale del Coni, Giovanni Malagò, quello del Comitato Paralimpico, Luca Pancalli, il Sindaco, Piero Fassino e il Presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Mauro Laus. Un omaggio è stato dato alla signora Giovanna Capellano Nebiolo, moglie dell indimenticato Primo Nebiolo, padre dell atletica italiana e mondiale. Questo evento è simbolicamente il più importante del Cus Torino e segna l inizio ufficiale delle attività sportive universitarie; riconosciuto come la polisportiva più grande d Italia, rappresenta un eccellenza nel sistema universitario torinese. Il moderatore della conferenza è stato Andrea Ippolito, Direttore Generale del Torino, che ha fatto un excursus su quello che è il Cus in tutte le sue sfaccettature: un prestigioso riferimento nel panorama regionale piemontese. Per il Cus Torino lo sforzo di sempre non è solo quello di promuovere ed organizzare sport ma di valorizzare il ruolo dello sport in diversi contesti: sport e promozione del territorio (con produzione di una ricerca fatta con l università con il contributo della Regione Piemonte e della Camera di Commercio di Torino sulle ricadute economiche degli eventi e delle manifestazioni sportive), sport e promozione del sistema universitario torinese (riprogettando Yeppies la convention universitaria che durante l Universiade di Torino 2007 portò a Torino oltre 2000 studenti di associazioni universitarie, La nuova Aula Magna dell Università di Torino ha ospitato l inaugurazione 32

11 I relatori nell Aula Magna: da sinistra il direttore generale del Cus Torino, Ippolito quindi il Presidente della Regione, Mauro Laus, il Prorettore del Politecnico, Maura Montanaro, il Rettore Ajani, il sindaco Fassino, il presidente Coni, Malagò, Riccardo D Elicio e il presidente del Comitato Paralimpico, Pancalli. A destra le vincitrici della Regatta con le autorità. modello di efficienza energetica degli impianti sportivi in collaborazione con il Coni, con le università torinesi e le più importanti aziende di settore al livello nazionale. Il CUS Torino ormai da numerosi anni è promotore del Progetto Disabili e offre il pieno utilizzo degli impianti e la pratica sportiva ai ragazzi diversamente abili. Attualmente sono circa 49 i ragazzi con disabilità fisico motoria che svolgono con regolarità attività sportiva con il Cus Torino. Fondamentale la collaborazione con l Unità Spinale del C.T.O. di Torino. Infine tanti gli eventi della passata stagione conclusasi lo scorso luglio. La novità è stata JUST THE WOMAN I AM, evento organizzato l 8 marzo Piazza San Carlo, per sensibilizzare l opinione pubblica sui problemi legati al mondo femminile; oltre 3mila le iscrizioni alla 6 km non competitiva e alla 3 km di fitwalking. Le stime della questura hanno dato 50mila presenze. Tutto il ricavato è stato devoluto alla ricerca contro il cancro. Possiamo poi ricordare le manifestazioni sportive che fanno ormai parte del calendario tradizionale territoriale: il 16 Concerto Sinfonico in Altura a Bardonecchia (Pian del Sole, stimate circa presenze), i Campionati Italiani di Atletica Leggera su Pista Individuali Junior e Promesse (6-8 giugno presso lo Stadio Nebiolo, Parco Ruffini Torino, ha ospitato 1430 atleti e assegnato 80 titoli nazionali), il Concorso Fotografico Uno Scatto per lo Sport, giunto quest anno alla 10 edizione (circa foto caricate). A questi si aggiungono eventi ed iniziative della nuova stagione da poco iniziata: Mese di orientamento dello sport con il patrocinio del Miu-Ufficio scolastico regionale (dal 15 settembre al 17 ottobre: un mese di attività gratuita e prova libera di tutte le attività CUS Torino, il Mennea Day (venerdì 12 settembre; 200 mt nel cuore della Città), la 14 Mezza Maratona 12 Memorial Domenico Carpanini (domenica 28 settembre 2014; oltre 1000 i partecipanti), la 18 Rowing Regatta (sfida tra Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino e Festa delle Matricole Universitarie; venerdì 3 ottobre 2014 con la vittoria per gli umanisti che hanno portato così l Albo d Oro della manifestazione sul punteggio di 11 a 7), l 11 Giornata di sport al Politecnico- 6 Politour Run (martedì 7 ottobre 2014 lo sport è stato protagonista al Politecnico di Torino di Corso Duca degli Abruzzi; anche in questa edizione si è svolta la PoliTour Run, un miglio podistico all interno dell Ateneo a cui sono state invitate personalità del mondo politico, imprenditoriale, universitario e sportivo, atleti delle sezioni cussine e studenti del Politecnico ed Erasmus. Oltre 10mila passaggi stimati. La cerimonia si è aperta con la sfilata degli atleti cussini che portavano i cartelli dei dipartimenti e delle scuole universitarie. Sono quindi stati premiati: il giornalista dell anno, Gian Mario Ricciardi, firma di spicco del settore sportivo, e non solo, caporedattore centrale RAI Torino; il Dirigente Cus dell anno, Carla Verde Saglietti sezione Lotta, che ha dedicato la propria vita allo sport coinvolgendo tutta la sua famiglia nel creare una realtà sportiva unica nel suo genere; i vincitori dei Cnu Milano 2014: arrampicata sportiva, atletica leggera, canottaggio, golf, judo, karate, lotta greco romana e stile libero, lotta femminile, tiro a segno e volley maschile; le squadre che si sono distinte nell annata nelle attività federali. che ha permesso ai due atenei di passare dagli 800 studenti stranieri del 2007 agli attuali oltre iscritti a Politecnico ed Università di Torino), sport e formazione (formazione diretta ai giovani e meno giovani atleti attraverso l attività quotidiana e la redazione del primo codice etico Cus Torino, formazione diretta al management sportivo interno Cus che ha goduto di oltre 2400 ore di lavoro, formazione diretta alle aziende pubbliche e private attraverso il progetto Impresa sportiva che ha utilizzato lo sport per attività di coaching e teambuilding Aziendale, formazione a sostegno degli atleti x proseguire gli studi universitari attraverso l assegnazione delle borse di studio AGON). Il messaggio fondamentale è che lo sport possa regalare un investimento sul futuro dei nostri atleti. Molto è stato fatto anche sul tema sport e innovazione dei modelli di finanziamento e gestione di strutture sportive complesse. Del 2014 sono la conferma della certificazione di qualità iso , la redazione della carta dei servizi e del bilancio sociale, la nascita della prima public company di rugby Italiana: Cus Ad Maiora Rugby 1951, la progettazione di un 33

12 Due anni di libri dedicati allo sport Ma in seguito a rudi scontri... L immagine a sinistra ricorda una partita storica del calcio italiano, quella dell immediato dopoguerra quando la fame di calcio degli appassionati raggiungeva livelli che non sono immaginabili oggi. L arbitro è il famoso Bellè di Borgotaro che vediamo al Comunale di Torino effettuare un controllo del campo attorno al quale stanno seduti migliaia di tifosi. Lui, polso fermo, vista da grande arbitro, dirigerà Juventus-Milan e non ci saranno problemi. Pochi anni prima, nello stadio che era ancora dedicato a Mussolini (Il Filadelfia era stato distrutto dai bombardamenti) venne disputato un derby amichevole fra Juve e Toro mentre la città stava vivendo la ritirata dei tedeschi e l ingresso dei partigiani. Eppure si parla di calcio e lo si rivive nel libro di Giuseppe Culicchia edito da Rizzoli con un titolo che dice tutto. Ma in seguito a rudi scontri. Attraverso la cronaca della Stampa, Culicchia ricostruisce la storia di quell incontro che vede sugli spalti due camerati, il paracadutista Ermanno Zazzi, tifoso granata e l Obersturmfürer, Franz Hrubesch, reduci dallo stesso ospedale. Alberto Andorlini (2013): Allenare il movimento. Dall allenamento funzionale all allenamento del movimento. Torgiano (PG) Calzetti Mariucci Alessandra Berello; Andrea Marelli; Antonio Dalena (2013): Football Dream. La grande sfida. Alessandro Donati (2013): lo sport del doping. Chi lo subisce, chi lo combatte. Torino: Edizioni Gruppo Abele. Altre stelle uruguyane (2013) di Stefano Marelli. Edizioni Rubbettino. Andrea Ristori (2014): Il Giro d Italia. Dal 1909 a oggi: record, statistiche, rivalità, curiosità, aneddoti, testimonianze. Barney Edizioni. Antonio Sestili (2013): Victor Equus 2. Il cavallo da corsa nell antica Roma. Roma: Società editrice Dante Alighieri. Appel, Federico (2014): Pesi massimi. Storie di sport razzismi sfide. Roma: Sinnos Carla Rosetta. (cop. 2013): Palla al centro! Il valore pedagogico dello sport. Milano: Paoline Carlo Napolitano (2013): Lo sport che fa bene al tuo bambino. Milano: Sperling & Paperback. Carlo Nesti (2014): Il mio allenatore si chiama Gesù. Il Vangelo spiegato attraverso lo sport. Cinisello Balsamo (MI): San Paolo. Roma: Gangemi. Centro sportivo italiano. 70 anni di storie, sport e sorrisi per giocare e per credere (2013). Firenze, Roma: Giunti progetti educativi; CSI. Cinque cerchi e una stella (2013) di Andrea Schiavon, Add Edizioni CONI (2013): Il libro bianco dello sport italiano. Sport Italia 2020 / Roma, 18 dicembre Corro perchè mia mamma mi picchia (2013) di Giovanni Storti e Franz Rossi. Edizione Mondadori Cristiana Simonetti (2013): Daniel Ford, Russel Murphy,Paola Comparetti, Paul Cowcher (2013): Running. Dalla poltrona alle gare in 12 settimane. Firenze, Milano: De Vecchi. Daniele Bolelli (2013): Per un cuore da guerriero. Le arti marziali, la filosofia e Bruce Lee. Daniele Vecchi (2013): Old timers. Quando la NBA era l America. Milano- Libreria dello sport Dave Salo, Scott A. Riewald (2013): La preparazione atletica per il nuoto. Milano: Libreria dello sport. David Nelson, Andrea Tranquilli (2013): Non fa male, non fa male! Autoipnosi per superare gli infortuni nelle arti marziali. Roma: Edizioni Mediterranee. Davide Pessach (2013): Semiotica del calcio in Tv. I segni dello sport nello spettacolo postmoderno. Milano: Mimesis. Doping: il cancro dello sport (2014). Milano Edizioni Ferrari Sinibaldi. Enrico Flavio Giangreco (2013): Il marketing e la comunicazione nello sport. Lo scenario dell entertainment business. Milano: F. Angeli Eric Beaudonnat (2013): Kitesurf. La guida di riferimento Milano: Kenness. Ezio Del Ponte (2013): Emicrania e biliardo. Viaggio tra neuroscienze, emicrania e sport (con un pizzico di filosofia). Torino: Pietro Pintore Editore. Fabio Benaglia; Maurizio Viroli (2014): Mio figlio è un fenomeno. Amorevoli disastri dei genitori nello sport giovanile. Cesena: Il ponte vecchio. Fabrizio Ravaglioli, Pier Luigi Palmieri (2013): Filosofia dello sport. Roma. Fabrizio Silei, Maurizio Quarello (2014):Matthias Sindelar il Mozart del pallone. Roma: Orecchio acerbo. Fabrizio Turco (2013): Venti leoni granata. Roma: Ultra sport. Federico Appel (2014): Pesi massimi. Storie di sport, razzismi, sfide. Roma: Sinnos (Leggimi! Graphic Roma). Felice Panico (2013): Terzo tempo. Quindici storie di sport. S.l.: Caracò. Fino all ultimo round (2013) di Giacobbe Fragomeni e Valerio Esposti Flavia Sferragatta (2013): Le mete dell allenatore. Prospettive di psicologia dello sport per l allenatore di rugby. Milano: Angeli.. Francesca Antonacci e Massimo della Misericordia (cop. 2013): La guerra dei bambini. Gioco, violenza e rito da una testimonianza rinascimentale. Milano: F. Angeli. Francesca Mite (2013): Prestazione sportiva ed obblighi contrattuali dell atleta. Milano: Giuffrè Franco Esposito (2013): L arte del ko. I colpi decisivi che hanno cambiato la storia della boxe. Roma: Ultra sport. Franco Paludetto (2013): Voglia di vincere. Il rugby vissuto e raccontato. Milano- Libreria dello sport Gabriele Moroni (2014): Il calcio malato. Indagini e segreti del racket delle scommesse. Milano: Mursia Gene Gnocchi (2013): Il Gene dello sport. Tutto quello che avreste voluto sapere sullo sport e avete osato chiedere. Milano: Bompiani. Giacinta Milita, Simone Rosalba (2013): Osteopatia yoga sport. Il movimento nella vita, la vita nel movimento. Roma: Edizioni Mediterranee. Giacinto Miggiano (2013): L alimentazione per lo sportivo. Roma: Il Pensiero Scientifico Editore. Gianni Clerici (2013): 500 anni di tennis. Nuova ed. aggiornata e ampliata. Milano: Mondadori. Gianni Mura, Andrea Gentile, Aurelio Pino (2013): Non gioco più, me ne vado. Gregari e campioni, coppe e bidoni. Milano: Il saggiatore Giannino Stoppani (2014): Sport figure e parole dai libri per ragazzi. Editore Franco Cosimo Panini. Gino Bacci (2013): I grandi di Livorno. Livorno: Debatte. Giorgio Cimbrico (2013): Coccodrilli. L arte di commemorare i campioni dello sport. Roma: Absolutely Free. Giovanna Caldara, Stefania Colombo, Mauro Colombo (2013): A tutto sport! Milano: La Spiga. Giovanni Boniolo (2013): Le regole e il sudore. Divagazioni su sport e filosofia. Milano: Raffaello Cortina 34

13 La partita della vita Roberto Fontanarrosa ( ) detto El Negro, autore satirico di racconti e romanzi, un argentino che ricorda nella scrittura Osvaldo Soriano, parla in questo libro (L area 18, tradotto da Chiara Muzzi, edito da 66th And 2nd) una sfida immaginaria fra una squadra africana, la Nazionale di Congodia, paese che senza pallone sarebbe una terra arida di schiavi e un bomber che viene da Al-Raqqa, la capitale odierna del califfato Isis in Siria. Ed è la storia di una partita che si svolge in uno stadio ricavato dentro un vulcano attivo, il Mombasa. L area 18 ovviamente è quella del calcio di rigore, diventa, come scrive Gianni Riotta sulla Stampa, luogo di mimica e sarcasmo perchè Best Seller, il protagonista gioca un football ideologico dove emancipazione nazionale, sviluppo economico, benessere pubblico e privato, scaturiscono solo da un match vinto. Da leggere. Il pallone del tiranno E una bella sfida quella fra Franco Bungaro, Nello Governato, Giuliano Musi e Carles Santaca con un tema appassionante e drammatico nello stesso tempo: difficile dire chi ne esce vincitore in questo libro edito dalla Sei di Torino, un Editrice che difficilmente delude. Dove ne esce la storia di un periodo, quello bolognese dominato dal fascismo e di personaggi come Rino Pagotto che anche i grandi appassionati di calcio non conoscono. Una sola presenza in Nazionale nel 1940 ma una storia che più avventurosa non poteva essere. Un campione di quel Bologna che faceva tremare il mondo, finito prigioniero in Prussia e poi in Polonia, sul Mar Nero, Ucraina, nei campi di concentramento dov è sopravissuto grazie alle sfide calcistiche fra i prigionieri dei vari lager prima del lungo viaggio di ritorno a Bologna. E poi Matthias Sindelar, lo Spartak Mosca e Di Stefano, tutte storie legate dallo stesso filo conduttore, la dittatura che s intreccia con la vita dei campioni di calcio condizionandone e stroncandone, a volte, l esistenza. La vittoria di Marco di Claudio Marcello Costa (2012) edito da Fucina Laura Santoro (2014): I diritti audiovisivi tra sport e mercato. Milano: Giuffrè. Leo Siegel (2014): Sport Expo Milano città d acqua. Milano: Lasergrafica Polver. Luca Bifulco e Francesco Pirone (2014): A tutto campo. Il calcio da una prospettiva sociologica. Napoli: Guida. Luca Lolletti (2013): Allenarsi in acqua. Esercizi, metodologie e programmi di lavoro per il fitness e il training in acqua. Cesena: Elika (Fitness style Cesena). Luca Martorelli (2013): Preparazione atletica negli sport di combattimento e nelle arti marziali. Milano: Hoepli. Luca Stanghellini (2013): La risarcibilità del danno provocato da sanzione disciplinare sportivo e da errori arbitrali. Napoli: Edizioni scientifiche italiane Lucio Colantuoni (2013): Arbitrato e conciliazione nello sport. Luigi Nasti (2014): Sport time. Corso di scienze motorie e sportive. Napoli: Jonathan. Marco Iaria, Umberto Zapelloni (2013): Il calcio che vogliamo. Milano: RCS Mediagroup. Marina Viola (2013): Mio padre è stato anche Beppe Viola. Milano Matteo Rampin (2014): Elogio della fatica. Vincere, senza segreti. Milano: Salani Mauro Valeri, Isaac Tesfaye, Tailmoun Abdalla (2014): Campioni d Italia? Le seconde generazioni e lo sport. Roma: Sinnos Mike Tyson, Larry Sloman (2013): True. La mia storia. Milano: Piemme. Nel nome del padre del figlio e dello sport (2012) di Franco Esposito edito da Absolutely Free Editore Cinque cerchi e una stella (2012) di Andrea Schiavon edito da Add Editore Nunzio Lanotte (2014): La fisica dello sport. La storia, la fisica, gli esercizi. Bologna: Zanichelli. Nunzio Lanotte, Sophie Lem, Federico Tibone, Lisa Vozza (2013): Sportivi ad alta tecnologia. La scienza che aiuta a costruire i campioni. Bologna: Zanichelli Paola Lanzon (2013): Donne, sport e politica. Genova Pier Bergonzi e Elio Trifari (2014): Ciclismo! La storia di una grande passione nelle prime pagine de La Gazzetta dello Sport. Milano: Rizzoli. Pierluigi Lazzarini e Vanni Lòriga (2013): L Esercito ai giochi olimpici. Roma: Ufficio storico SME. Pietro Randelli (2013): Artroscopia base e avanzata. Roma: CIC (Collana della Società italiana di chirugia del ginocchio, artroscopia, sport, cartilagine e tecnologie ortopediche). Pompilio Cusano, Antonio Ascione (2013): Disabilità e sport di squadra. Napoli: Idelson-Gnocchi. Quique Peinado, Giovanni Dozzini, Giorgio Porrà (2014): Calciatori di sinistra. Da Sócrates a Lucarelli / quando la politica entra in campo. Milano: Isbn. Renato Manno, Mario Gulinelli, Mario; Rosanna Ciuffetti (2014): Sport al femminile. Roma: Edizioni SdS. Riccardo Gazzaniga (2013): A viso coperto. Torino: Einaudi Roberto Parretta (2013): Ma perché vanno all indietro? Il gioco del rugby spiegato dagli azzurri. Roma: Ultra Sport Rory Miller, Andrea Tranquilli (2013): L uomo contro l uomo. Mentalità e strategie per l autodifesa. Roma: Edizioni Mediterranee. Rosetta Calì (2013): Palla al centro! Il valore pedagogico dello sport. Milano: Paoline. Sara Binazzi (2013): Psicologia dello sport. Una visione strategica. Bradipolibri Editore Se no che gente saremmo (2012) di Gianfelice Facchetti. Edizioni Longanesi Sergio Giuntini (2013): Lo sport del nuoto prima delle piscine : quando si nuotava solo in mare, laghi e fiumi. Bradipolibri. Stefano Benni (2014): Bar sport ed. Milano: Feltrinelli. Stefano Discreti (2013): Gli anni del re. La Juve di Michel Platini. Roma: Ultra sport. Umberto Pelizzari, Roberto Chiozzotto, Federico Mana, Massimiliano Rosolino, (2013): Allenare l apnea a secco. Analisi e gestione della preparazione fisica. Nuova ed. Milano... Wilkinson, Jonhatan Peter; Klein, Etienne; Iliopoulos, Jean; Calandri, Massimo (2013): Rugby quantistico. Un dialogo tra sport e fisica. Torino. a cura di DAVIDE GANDOLFI Giuseppe Candela (2013): La giustizia sportiva. Bracciano (Roma): Sports Law and Policy Centre. Giuseppe Ferrari, Valentina Penati (2013): Psicologia e sport. Dal benessere alla compulsione. Milano: Ferrari Sinibaldi. Giuseppe Liotta, Laura Santoro (2013): Lezioni di diritto sportivo. ed. Milano: Giuffrè. Giusy Versace (2013): Con la testa e con il cuore si va ovunque. La storia della mia nuova vita. Milano: Mondadori Glauco Granatelli (2013): Immagini di oltre un secolo. Lo sport centenario nelle cartoline Unasci. Bradipolibri: Ivrea. Gli angeli non vanno mai in fuorigioco (2012) di Fabio Caressa edito da Mondadori Ho scelto di stare davanti alla porta (2012) di Sandro Mazzola con Marco Civoli edito da Limina Il Giro di Nibali (2013). Milano: RCS Mediagroup. Il mio Toro (2012) di Aldo Rabino e Beppe Gandolfo edito da Priuli & Verlucca Il Toro non può perdere (2013) di Eraldo Pecci, Edizione Rizzoli Ivan Grozny e Mauro Valeri (2014): Ladri di sport. Dalla competizione alla resistenza. Milano: Agenzia X. Justin Timberlake (2013): Donna e sport. Milano: Mondadori. Ken Ashwell W. S. (2013): Manuale di anatomia per l esercizio fisico. Cornaredo: Red. L allenamento del ciclista (2013). Cinisello Balsamo: Edisport. L isola che non c è di Nino (2013) Benvenuti e Mauro Grimaldi Editore Libreria Sportiva Eraclea L ora del Fausto (2013) di Mauro Colombo Editore Ediciclo 35

14 Dallo Sport all Arte la Mostra al Maxxi di Roma Lotto Sport Italia, azienda leader nella produzione e distribuzione di abbigliamento, calzature e accessori per lo sport, è stato partner della mostra FAIR PLAY - Arte, sport e video oltre limiti e confini, ospitata al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma dal 23 ottobre al 9 novembre. FAIR PLAY è una mostra che ha messo in evidenza il rapporto inscindibile tra televisione e sport, ma anche e soprattutto il superamento di barriere e discriminazioni di cultura, razza e genere reso possibile dalla stessa pratica sportiva. Lo sport non è solo un gioco ma è uno strumento di riscatto sociale e si caratterizza per la sua universalità: dai bambini agli adulti e anziani, dai normodotati agli atleti diversamente abili, uomini e donne in ogni angolo del mondo, sia nei luoghi dove le attrezzature per la pratica sono estremamente avanzate che in quelli dove le strutture e gli strumenti non esistono affatto. La mostra ha presentato 18 artisti di diverse generazioni e nazionalità, le cui opere video raccontano lo sport nelle sue diverse accezioni: antropologica, sociale, educativa, economica e culturale. Inaugurata in occasione del Consiglio Informale dei Ministri dello Sport dell UE, la mostra presentava uno spazio aperto di 450 mq: un mosaico collettivo di immagini in cui i visitatori si potevano muovere indossando cuffie audio e concentrandosi sui singoli lavori. Promossa dal Dipartimento per gli affari regionali, le autonomie e lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in collaborazione con il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo presieduto dall ex ministro Melandri e l Istituto per il Credito Sportivo in occasione del semestre di Presidenza italiana dell Unione Europea, è stata curata da Cristiana Perrella e Paola Ugolini. Atleti come musicisti artisti dei loro corpi F orever Overhead è il titolo dell opera di Grazia Migliora. Intorno a questo gesto distilla parole, segni e immagini che alludono a un cambiamento di stato. Forever Overhead suona così come una formula che sospende l azione in quel vuoto fatto di aria, per sempre lassù, nell intervallo tra il prima e il dopo, quando non si può tornare indietro e non si conosce ciò che sta oltre. Un istante dilatato ad accogliere pensieri e possibilità, in cui la paura e il desiderio, la vita e la morte, l ordinario e il trascendentale si rivelano unità inscindibili dell essere. Già esposto anche alla Mostra di Venezia, Il decollo (a destra) mostra uno stadio visto dall alto. Dopo aver studiato all Accademia di Belle Arti di Bologna, l autrice, Grazia Toderi, si trasferisce nel 1992 a Milano e dal 2005 vive a Milano e Torino. Il lavoro della Toderi si pone all attenzione della critica, grazie anche alla partecipazione all edizione di Aperto 93 in occasione della XLV Biennale di Venezia. Espone, oltre ad alcune fotografie, il video Nontiscordardime, In mostra opere di Hilla Ben Ari, Mark Bradford, Paolo Canevari, Stephen Dean, Douglas Gordon e Philippe Parreno, Nilbar Güres, Christian Jankowski, Ali Kazma, Annika Larsson, Marzia Migliora, Robin Rhode, Roman Signer, Florian Slotawa, Grazia Toderi, Salla Tykkä, Uri Tzaig, Guido van der Werve. in cui con una telecamera fissa l artista che riprende una piantina sottoposta al getto d acqua violento e continuo di una doccia. La predilezione per una registrazione distaccata della messa in opera di azioni che spesso si svolgono in ambito quotidiano e l utilizzo volutamente elementare del video quale mezzo espressivo, sottolineano il desiderio dell artista di concentrarsi sul soggetto e sull azione svolta allontanandosi da una pura e semplice volontà creativa. Parlando dell opera esposta al Maxxi di Roma, ci ha detto: Gli stadi sono stati la mia ossessione per diversi anni e ho partecipato a diverse mostre sullo sport. Per me lo spazio dello stadio è uno spazio utopico, andai anche negli Stati Uniti nel 2001 per il Castello di Rivoli, per fare una ricerca sugli stadi americani, la loro forma triangolare mi incuriosiva. Ogni campo di gioco, in ogni sport, è una meravigliosa e assoluta utopia. Gli atleti sono come musicisti, insieme ai danzatori, artisti del loro corpi. L anello dello stadio è uno spazio antico e perfetto di spettacolo. È chiuso da mura, come una città medievale, ma aperto verso il cielo. Si crea così al suo interno una comunità che si aggrega nella metafora del gioco, dove le regole sono completamente traslate dalla realtà e reinventate. Il gioco, che apparteneva all infanzia dell uomo, viene ripreso e amplificato e si sostituisce per un tempo determinato alla realtà quotidiana di ognuno. Il conflitto a sua volta viene riportato alla condizione di gioco e nobilitato dall aspetto agonistico, regolato da leggi che ognuno riconosce e accetta. 36

15 Brixia dell Università di Brescia seconda dopo quella di Padova nella Formula SAE con ottantacinque team del mondo a Varano 37 All esordio nella competizione tra ottantacinque università da tutto il mondo, UniBS Motorsport dell Università di Brescia si è piazzata 14esima assoluta, seconda tra le Università Italiane dopo Padova e prima tra le debuttanti. Meno di un anno fa la decisione di partecipare alla Formula SAE e oggi si festeggia un risultato eccellente: best rookies (mai un team all esordio si era piazzato così in alto in classifica), secondo team italiano (in prima posizione Padova, che partecipa ininterrottamente dal 2007) e 14esimi assoluti. Tanta soddisfazione per il team essere riuscito a superare, già alla prima giornata, le difficilissime verifiche tecniche e, di seguito, le prove di ribaltamento, rumore e frenata. Gli ottimi risultati ottenuti nelle prove statiche di design, business e cost report hanno contribuito ulteriormente ad aumentare l entusiasmo del team in vista delle prove dinamiche della domenica e lunedì. Pur senza avere avuto tempo di svolgere veri test, i piloti sono riusciti a ben figurare anche nelle prove dinamiche; un po di sfortuna dovuta ad un temporale ha condizionato la prova di autocross mentre un ottimo risultato è venuto dall endurance ma, soprattutto, dall efficiency. Finito l evento, il team sta già lavorando per ottenere ambizioni traguardi in vista dell evento Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che hanno creduto sin dall inizio a questo progetto e l hanno supportato: l Università degli Studi di Brescia, il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale e tutti gli sponsor che hanno aiutato il team a raggiungere questi risultati e a realizzare un sogno. Classifica Finale Team Italiani: 1. RaceUp Team Università di Padova UniBS Motorsport Università di Brescia Il team del Cus Brescia posa a sinistra con il Rettore Pecorelli quindi con l ing. Aldo Costa, Responsabile dell Ufficio tecnico della Ferrari di Formula Uno dal 1996 quale assistente di Rory Byrne quindi Direttore tecnico. Dal 2011 alla Mercedes F1 da Direttore dell ingegneria e Capo progetto vettura. La stessa Mercedes che ha trionfato nel Mondiale. Con un padrino come questo il Cus Brescia poteva soltanto far bene anche a Varano Melegari Sapienza Corse Università di Roma La Sapienza Scuderia TorVergata Università di Roma TorVergata UniCal Reparto Corse Università della Calabria UniPG Racing Team Università di Perugia Dynamics PRC Politecnico di Milano Polimarche Racing Team Università delle Marche E-Team Squadra Corse Università di Pisa UniPR Racing Team Università di Parma prove dinamiche della domenica e lunedì. COSTA DALLA FERRARI ALLA MERCEDES

16 Un rettore che ama il baseball e il Cus Brescia contraccambia con la serie A di Matteo Galli S i è conclusa nel migliore dei modi la stagione 2014 per l Ecotherm Cus Brescia Baseball, con la promozione in Serie A. Ma andiamo con ordine. Stefano Sbardolini, da prima giocatore e poi responsabile della sezione, spinge e crede fortemente in uno splendido progetto, ovvero di creare una squadra di soli ragazzi bresciani che lottino per la promozione. A capo di questo progetto c è il duo sudamericano Gorrin-Corba, il primo nelle vesti di manager mentre il secondo di pitching coach. I due sono stati affiancati da Condorelli e da Donald Landolphi (nella foto). Donald, americano di casa a New York, è giunto all ombra del cidneo nel 2013 nelle vesti di visiting professor tramite l Università degli studi di Brescia e nella sua esperienza bresciana ha anche aiutato i ragazzi bianco blu. Di questa duplice veste si sono interessati organi federali della Fibs e testate giornalistiche incuriositi da questo ruolo inusuale in Italia, tanto da esser il primo caso italiano, ma comune negli Stati extraeuropei. Il gruppo bresciano è molto unito, affiatato e sono proprio queste le armi in più che hanno permesso di condurre una stagione sempre in testa al proprio girone, tranne per una sola giornata, ed imporre la supremazia in 30 delle 38 partite disputate, mantenendo addirittura l imbattibilità sul diamante amico del Via Branze. Conquistati i playoff con 2 giornate di Per il Cus Brescia Ecotherm ritorno in serie A dopo otto anni. Tutti assieme appassionatamente per i diamanti del baseball: il presidente Artemio Carra con Dino Galliani, Giulio Montanini firma storica del baseball azzurro e Stefano Sbardolini, una carriera nel Cus Brescia e nel baseball italiano, uniti dalla passione per il batti e corri. Il Magnifico Rettore Sergio Pecorelli è diventato appassionato di baseball durante la permanenza negli Usa presso l Università della California Irvine a sud di Long Beach. Mio figlio cominciò a giocare nella Little League, prima base mancino e vinse il titolo di miglior giocatore della stagione. A lui si interessarono i Toronto Blue Jays ma poi tornammo in Italia e giocò per il Cus Brescia praticando anche altri sport. anticipo, i gnari bresciani nel primo turno hanno affrontato il Minerbio Baseball che nelle tre partite disputate ha dovuto piegarsi alla forza e compattezza della squadra bianco blu. Carichi e pronti alla battaglia per conquistare la promozione, l ultimo ostacolo è chiamato Paternò. Riempiti gli spalti come non si era mai visto e dopo le due vittorie fondamentali, in campo è sceso anche un tifoso tanto particolare quanto inaspettato, il rettore Sergio Pecorelli. Il magnifico, fan del baseball fin dai tempi della sua esperienza californiana, ha seguito via sms gli aggiornamenti prima di Minerbio e poi della trasferta di Paternò complimentandosi con tutto lo staff e la squadra dopo la promozione. Durante il suo confronto con la squadra ha ricordato come con una vittoria saremmo potuti diventare il fiore all occhiello del Cus e, difronte a tale richiesta, i ragazzi bianco blu, non senza fatica, hanno così conquistato la promozione che a Brescia mancava dalla stagione Ma le belle notizie non vengono mai da sole. Pochi giorni dopo la promozione il rettore ha annunciato la realizzazione di un nuovo diamante dove far giocare le categorie giovanili, sempre sul campo di via Branze, e la costruzione di una rete fissa per chiudere e delimitare il campo da baseball. Dulcis in fundo la squadra è stata ricevuta dal sindaco Emilio del Bono per l annuale premiazione della società ed atleti bresciani che si sono distinti a livello nazionale. So, what else? 38

17 Il Premio Mariani alla Capoferri La vela vice campione del mondo esplicito: Bravura, impegno e passione ripagano sempre chi crede in un progetto e lo supporta quale esempio di integrazione tra sport e accademia. L a festa per i neo Campioni del baseball è stata anche l occasione per premiare la tricolore Natalina Capoferri, prestigiosa espressione del lancio del disco e del peso: una ragazza davvero d oro al punto che le è stato consegnato il Premio Mario Mariani che il Cus Brescia ha varato per ricordare un caro amico scomparso consigliere per diversi anni in prima linea. Un Premio che prende in considerazione due caratteristiche, innanzitutto lo studio (e Natalina frequenta regolarmente l Università bresciana) quindi lo sport (sotto questo aspetto il curriculum è altrettanto prestigioso). Il 2014 è stato particolarmente importante per la Capoferri che ha vinto il titolo nei Campionati universitari a Milano quindi è stata maglia azzurra e Campionessa del Mediterraneo a Aubagne (Francia). Agli assoluti a Rovereto si è piazzata al terzo posto. A lei dunque il Premio Mariani con un assegno importante. Per gli altri protagonisti dei Cnu medaglie ed applausi: ovvero Alessandro Noci (oro nel tiro a volo) e Angelo Danesi (argento) taekwondo d oro con Andrea Fadini, Chiara Soldi nel Karate infine il bronzo del calcio. Sarebbero necessari i fuochi d artificio per chiudere la rassegna visto che siamo di fronte ad una squadra vice campione del mondo: quella della vela che è andata a La Rochelle, dove il mare della Francia è sempre in fermento nel modo giusto La premiazione della Capoferri, presenti anche il Prorettore Teodori e Casasco. 39 per gli appassionati, portando a casa un secondo posto dietro alla vela inglese che dice tutto sull impresa dei bresciani ovvero Giulia Locatelli, Elena Luda, Luca Bovolato, Amedeo Perani, Enrico Carè, Gianluca Carè, Pietro Matteo Nassini e Luca Nassini impegnatissimi nello Studentes Yachting World Cup 2014 che vede al via ogni anno le migliori rappresentative studentesche. Proprio nell ultima tappa, il quinto giorno di gare, i bresciani sono stati messi duramente alla prova come racconta lo studente di economia, Luca Nassini: Sì, è stata una giornata davvero difficile con venti di tempesta e onde alte durante la quale abbiamo rischiato molto, scendendo in poppa, sovrainvelati e ci siamo fatti un gran bagno imbarcando centinaia di litri d acqua ma arrivando lo stesso al traguardo e conservando la seconda posizione dietro ai bravissimi inglesi. Fare podio ad un campionato del mondo è qualcosa che ti rimane nel sangue per tutta la vita; arrivare a questo traguardo è frutto di fatica, tensione, anche un briciolo di fortuna, diciamolo pure. Non abbiamo vinto ma la soddisfazione per questo secondo posto è altrettanto alta. Il commento del Rettore Pecorelli è Alcune foto d archivio della vela del Cus Brescia

18 Con Morandi, l eterno ragazzo, all università di Boston e alla maratona Massimiliano Nebuloni l inviato di Sky racconta una giornata memorabile. Foto di Fulvio Massini C orrere la maratona di Boston, per un runner, è come cavalcare le onde a Bondi Beach per un appassionato di surf; trascorrere una giornata al Louvre per un esperto di arte; partecipare alla notte degli Oscar per un cinefilo. Come direbbe Briatore: il top del top. E correrla con un mito come Gianni Morandi, alla sua tredicesima maratona, ancora più top. Ne ho ricavato uno speciale trasmesso da Sky Sport per raccontare dal di dentro la maratona più antica (118ma edizione) e suggestiva del mondo, un anno dopo l attentato (15 aprile 2013) che causò 3 morti e più di 250 feriti. È stata un esperienza faticosa ma splendida. Faticosa perché vi garantisco che non è semplice correre per 42 km gestendo un iphone e una camerina Gopro, da alternare per le riprese. E dura per il percorso collinare e insidioso, specialmente se la priorità non è il cronometro ma il reportage, che mi imponeva di immortalare l atmosfera, stando al passo di Morandi per 40

19 raccoglierne le impressioni live. Come direbbe Gianni: uno su mille ce la fa È stata splendida, invece, per la partecipazione popolare che accompagna i runners dalla partenza all arrivo, dalla campagna di Hopkinton al rettilineo in Boylston Street. Un incitamento senza sosta che incoraggia e commuove, amplificato dalla tragedia di un anno fa. L ondata emotiva è stata impressionante: basti pensare che quest anno alla partenza c erano 9 mila runners in più rispetto alla precedente edizione. E noi c eravamo. Il clima goliardico della spedizione targata Born2run, ha reso indimenticabile la nostra trasferta a Boston, dove la scena sportiva negli altri giorni dell anno è assorbita da Red Sox e Celtics. Ma Boston non è soltanto sinonimo di Maratona, è una realtà che merita di essere esplorata. AL BOSTON COLLEGE La nostra permanenza ha coinciso, tra l altro, con la visita di alcuni prestigiosi campus universitari, come il Boston College, una delle università private più prestigiose del Massachusetts, insieme ad Harvard, Boston University e Wellesley College, le cui allieve, per tradizione, salutano il passaggio dei maratoneti con un bacio (volentieri ricambiato). Il professor Fabio Schiantarelli, docente di economia tra i più apprezzati d America, oltre a metterci in guardia sulle trappole del percorso che conosce come le stanze di casa sua, ci ha spiegato che molti studenti italiani 41 La trappola del dottorato secondo il professor Schiantarelli vengono qui a fare il dottorato, ma purtroppo pochissimi di loro rientrano in Italia. E curiosando in giro tra college e campus, non è difficile intuire il perché. Io ho avuto dieci studenti, nove sono rimasti negli Stati Uniti, e solo una è tornata in Italia ci ha raccontato. Un pessimo segnale per il nostro paese, visto che vengono disperse energie umane e intellettuali di grande valore, perché non sappiamo fornire loro una prospettiva di lavoro. Due realtà agli antipodi, ma l Italia per qualche giorno è lontanissima, come il traguardo al momento della partenza, e chilometro dopo chilometro si fa strada una certezza: nelle altre maratone si gareggia, a Boston invece si corre. E non è una differenza da poco. Come famosi disegnatori nel mondo hanno ricordato la tragedia di Boston 2013: il canadese Cam sull Ottawa Citizen, Sondron su l Avenir di Bruxelles e il noto Nate Beeler del Washington Examiner.

20 Ottimo golf mondiale ma che prezzi Nella ricca Svizzera, dove un caffè costa 5 euro e un gelato 6! L atmosfera golfistica è stata ottima. Tante squadre e moltissimo entusiasmo; in un campo da gara bello ma non facile i nostri ragazzi si sono comportati bene. Dei nostri campioni molti studiano in America con borse di studio che permettono loro di allenarsi e di ottenere ottimi risultati. Grazie a loro questo sport ha il prestigio che merita. Peccato che la riscossa ci sia stata soltanto nell ultimo turno quando è tornato il sole dando modo alla squadra italiana di esprimersi al meglio raggiungendo così la sesta posizione finale. La Nazionale era composta dal team leader Stefano Sardi, dal capo delegazione Riccardo D Elicio con l accompagnatore Andrea Ippolito. Gli azzurri in gara: Filippo Campigli (Statale di Torino) Riccardo Michelini (Uni.San Diego, California) Giulio Castagnara (Texas Christian Univ.) Filippo Zucchetti (Baylor University) Barbara Borin (Univ. Marconi, Roma) Alessandra De Poli (Cattolica Milano) Eugenia Ferrero (Torino).

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico)

Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico) Vedi all interno (gli articoli sono in ordine alfabetico) 1 Prossimamente nella scuola Jacopo Zannoni, (per precisione il 22 dicembre), ci sarà la festa di Natale. Il prof. Campanini ha già organizzato

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016

FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016 FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016 Tra sabato 16 e domenica 17 gennaio, Santa Lucia, Brianta 84, Giulianova e Porto Torres si contendono la coppa nazionale al PalaWhirpool di Varese. Differita RAI domenica alle

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

Etica e Fair Play entrano in campo Trofeo Pino Corso

Etica e Fair Play entrano in campo Trofeo Pino Corso FAIR PLAY IS NOT FOR SALE! Etica e Fair Play entrano in campo Trofeo Pino Corso Premessa: Il Calcio, la Pallacanestro, la Pallavolo e il Rugby sono gli sport di squadra più conosciuti e più facili da praticare,

Dettagli

La Veneziana Nuoto vince la Coppa Cantù. Giancarlo Paulon primatista italiano 400 s.l. categoria ragazzi

La Veneziana Nuoto vince la Coppa Cantù. Giancarlo Paulon primatista italiano 400 s.l. categoria ragazzi CURRICULUM SPORTIVO di Giancarlo Paulon Nato a Venezia il 14/05/1928 Residente: Dorsoduro 2359 30123 Venezia Tel. 041 72 23 52 Cell. 340 38 12 734 Mail: giancarlo.paulon@gmail.com Nella foto: Paulon dopo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI

PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI FIP Informa Newsletter a cura del Comitato Regionale Emilia-Romagna - luglio 2012 Comitato Regionale Emilia-Romagna L'AMORE PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI di Giancarlo

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

lunedì 20 luglio alle ore 18:30 INFO Chiara Ivone 3315995249 timesportgarbatella@libero.it - chiaraivon@libero.it

lunedì 20 luglio alle ore 18:30 INFO Chiara Ivone 3315995249 timesportgarbatella@libero.it - chiaraivon@libero.it I N V I T O Roma, 15/07/2015 La Time Sport Roma Garbatella, informa che in data 02/07/2015 è stato raggiunto l accordo con il Signor Fabio Petruzzi, che assumerà l incarico di responsabile della scuola

Dettagli

Milano, 8 aprile 2015

Milano, 8 aprile 2015 SABATO 27 GIUGNO 2015 - ARENA CIVICA DI MILANO GIOCHI SENZA BARRIERE, ENERGIA PER LA VITA UN GRANDE EVENTO FUORI EXPO NATO DALLA SPLENDIDA ESPERIENZA DI BEBE VIO OTTO SQUADRE SI SFIDANO NELLO SPIRITO PARALIMPICO

Dettagli

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Cara Gazzetta dello Sport, un saluto a te e a tutti i tuoi lettori. Hai qualche minuto per ascoltare le nostre voci? La nostra classe, una seconda media di Verona,

Dettagli

99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS

99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS 99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS Presenti al vernissage anche Giacomo Nizzolo (vincitore della Maglia Rossa al Giro 2015), il pilota di moto Marco

Dettagli

Vanikglia Cup è momento di aggregazione, solidarietà, sport e sana competizione.

Vanikglia Cup è momento di aggregazione, solidarietà, sport e sana competizione. Che cos è? Vankiglia Cup è il torneo storico di Vanchiglia, riadattato e rimodernato per i ragazzi che all oratorio che sono cresciuti e che hanno ancora voglia di divertirsi. Vanikglia Cup è momento di

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI.

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI. Città di Treviso Saranno con noi: Dai 6 ai 18 anni Denis MARCONATO Marco MORDENTE Daniele SANDRI + HIGH PERFORMANCE CAMP Federico LOSCHI 0422 324235-233 info@benettonbasket.it 21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO

Dettagli

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE 16 maggio 2015 Milano, Arena Civica RECORD FOR ALL UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE RASSEGNA STAMPA COMUNICAZIONE comunicazione@labilita.org Associazione l abilità Onlus Via Pastrengo 16/18 20159 Milano

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951.

CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. CS - CUS AD MAIORA RUGBY 1951: Lucas D'Angelo è il nuovo direttore tecnico del CUS Ad Maiora Rugby 1951. Lucas D Angelo: Nato a: Rosario (Argentina) Età: 38 anni Carriera: ha giocato per 19 anni nel Jockey

Dettagli

gran galà dello sport italiano ITALIAN SPORT AWARDS la notte dei campioni dello sport italiano VINCITORI 2014

gran galà dello sport italiano ITALIAN SPORT AWARDS la notte dei campioni dello sport italiano VINCITORI 2014 VINCITORI 2014 Corso Europa, 196, 84044-Albanella (SA) T el. 0828 985791 mail: info@italiansportawards.it www.italiansportawards.it » TUTTI GLI «Sportivo dell anno Antonio Cairoli ----------------------------

Dettagli

IL PROGETTO CULTURALE SPORTIVO

IL PROGETTO CULTURALE SPORTIVO L'Agorà rappresenta il tentativo del Centro Sportivo Italiano di raccontarsi nel terzo millennio. Attraverso convegni, dibattiti, iniziative sportive, animazione, spettacoli, ecc. si cercherà di individuare

Dettagli

GRAND PRIX FIE FIORETTO MASCHILE E FEMMINILE TROFEO INALPI

GRAND PRIX FIE FIORETTO MASCHILE E FEMMINILE TROFEO INALPI GRAND PRIX FIE FIORETTO MASCHILE E FEMMINILE TROFEO INALPI 27-28 - 29 novembre 2015 Torino La grande scherma internazionale torna sotto la Mole per il GRAND PRIX FIE TROFEO INALPI di fioretto maschile

Dettagli

Promozione dell attrattività del territorio lombardo 2014-2015

Promozione dell attrattività del territorio lombardo 2014-2015 Promozione dell attrattività del territorio lombardo 2014-2015 powered by you th and education LA NASCITA E L ITER DAL 5 FEBBRAIO 2008 Progetto per valorizzare le attività sportive, culturali e turistiche

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

LEADERSHIP & PERFORMANCE TRAINING

LEADERSHIP & PERFORMANCE TRAINING CENTRO TECNICO COVERCIANO (FI) 11-12 Aprile 2014 LEADERSHIP & PERFORMANCE TRAINING Dalla squadra in gioco al gioco di squadra In collaborazione con CHE COS È? Un innovativo percorso formativo nato dalla

Dettagli

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015

DI CORSA FINO AL MIDOLLO. 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 DI CORSA FINO AL MIDOLLO 2a edizione Torino, Parco del Valentino 13 settembre 2015 Di corsa fino al Midollo è una corsa non competitiva organizzata da ADMO Peperoncino Running in collaborazione con ADMO

Dettagli

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra Eventi / Nailympics Londra a cura della redazione foto: Trebosi Susanna And the champion Beretta is...» Uno stiletto d argento Susanna Beretta, 23 anni a gennaio, Nail Technician Trebosi, ha vinto la medaglia

Dettagli

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI.

21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO. Dai 6 ai 18 anni HIGH CAMP. Saranno con noi: Denis MARCONATO. Marco MORDENTE. Daniele SANDRI. Città di Treviso Saranno con noi: Dai 6 ai 18 anni Denis MARCONATO Marco MORDENTE Daniele SANDRI + HIGH PERFORMANCE CAMP Federico LOSCHI 0422 324235-233 info@benettonbasket.it 21-27 GIUGNO LA GHIRADA TREVISO

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

C.N. POSILLIPO Giovedì, 24 settembre 2015

C.N. POSILLIPO Giovedì, 24 settembre 2015 Giovedì, 24 settembre 2015 Giovedì, 24 settembre 2015 24/09/2015 Corriere del Mezzogiorno Pagina 24 «Dei Mille 16», l' indirizzo giusto per gli amanti del fitness 1 24/09/2015 ROSARIO MAZZITELLI "Amici

Dettagli

Sveva Schiazzano nasce a Vico Equense l 8.10.1999. A soli 6 anni, nel 2005, insieme a Gaia Gargiulo (1 L/A), Fabrizia Frenda (1 L/B), Giovanni

Sveva Schiazzano nasce a Vico Equense l 8.10.1999. A soli 6 anni, nel 2005, insieme a Gaia Gargiulo (1 L/A), Fabrizia Frenda (1 L/B), Giovanni Sveva Schiazzano nasce a Vico Equense l 8.10.1999. A soli 6 anni, nel 2005, insieme a Gaia Gargiulo (1 L/A), Fabrizia Frenda (1 L/B), Giovanni Gargiulo (2 A) e Leopoldo Cianciullo (2 C), comincia a frequentare

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Rassegna Stampa. Domenica 20 dicembre 2015

Rassegna Stampa. Domenica 20 dicembre 2015 Rassegna Stampa Domenica 20 dicembre 2015 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 02/43990431 Fax 02/45409587 help@sifasrl.com Rassegna

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015

ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 Abc La Fenice A.S.D. Sede legale: via Castello 10 Candiana (PD) C.F. 92209820288 P.IVA 04340930280

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA DELLA PROVA: 90 MINUTI 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti.

Dettagli

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02 dal 1976 CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. Situato a due passi dal mare, tra la vegetazione tipica dell isola e gli

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

3 Torneo Daniele Ghillani

3 Torneo Daniele Ghillani A.S.D. Montanara Calcio dal 1961 ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA 3 Torneo Daniele Ghillani dal 4 al 5 giugno 2015 CATEGORIA PICCOLI AMICI- ANNO 2007 Presentazione e sorteggio del 16 marzo 2014 Con

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015.

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015. VOLLEY MISTA SPORT CAAM SARDEGNA 2015 TROFEO NAZIONALE/REGIONALE A.S.C. ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015 Costi

Dettagli

Cos è il FootGolf. A.S.D. FootGolf Brianza. Giocare a golf con i piedi! Il FootGolf nel Mondo. Il FootGolf in Italia

Cos è il FootGolf. A.S.D. FootGolf Brianza. Giocare a golf con i piedi! Il FootGolf nel Mondo. Il FootGolf in Italia Cos è il FootGolf Giocare a golf con i piedi! Il FootGolf è una disciplina nata in Olanda dall incrocio tra il gioco del calcio e quello del golf. Lo scopo del gioco è calciare il proprio pallone da calcio

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Swimmy intervista Adriana Angeli

Swimmy intervista Adriana Angeli Swimmy intervista Adriana Angeli Swimmy: Dopo tanto Nuoto finalmente ho l onore di intervistare un giudice del Nuoto di Fondo e cosa c è di meglio che cominciare dal Designatore? Ciao Adriana Adriana:

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

CORRIERE DEI PIRAÑAS Notiziario del Torretta Volley Livorno a.s.d.

CORRIERE DEI PIRAÑAS Notiziario del Torretta Volley Livorno a.s.d. CORRIERE DEI PIRAÑAS Notiziario del Torretta Volley Livorno a.s.d. asd.torretta@fipav.li.it - www.torrettavolley.it U15M Terza al Torneo Nazionale Lupi Volley School L'under 15 maschile del Torretta Volley

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

La Scuola in Movimento

La Scuola in Movimento La Scuola in Movimento ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G.B. VACCARINI CATANIA In collaborazione con C.O.N.I. C.U.S. CATANIA Comitato Provinciale di Catania & Federazioni Sportive Nazionali Università di

Dettagli

Sport. area news. Not izi ar i o. 26 luglio 2011

Sport. area news. Not izi ar i o. 26 luglio 2011 26 luglio 2011 L' IDROSCALO DI MILANO SI AGGIUDICA I CAMPIONATI DI SCI NAUTICO DEL 2013 PER DISABILI E I CAMPIONATI DEL MONDO DI DISCIPLINE CLASSICHE DEL 2015 Un altro importante riconoscimento internazionale

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena. Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla

Dettagli

Qual è lo stato di salute del calcio italiano? Nell ultimo anno ha riguadagnato competitività rispetto alla concorrenza o ha perso altri colpi?

Qual è lo stato di salute del calcio italiano? Nell ultimo anno ha riguadagnato competitività rispetto alla concorrenza o ha perso altri colpi? Qual è lo stato di salute del calcio italiano? Nell ultimo anno ha riguadagnato competitività rispetto alla concorrenza o ha perso altri colpi? E a livello europeo l industria del pallone tira oppure sconta

Dettagli

PALLAVOLO. Un po di storia

PALLAVOLO. Un po di storia PALLAVOLO Un po di storia Un po di storia La pallavolo è stata inventata nel 1895 in America da William Morgan, insegnante di Educazione Fisica. Il gioco fu inventato per tenere in allenamento i giocatori

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Comunicazione Musicale

Comunicazione Musicale ALTA SCUOLA IN MEDIA COMUNICAZIONE E SPETTACOLO Facoltà di Lettere e Filosofia Master Universitario di primo livello Comunicazione Musicale XV edizione Milano, novembre 2015 - ottobre 2016 Master 2015-2016

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

NOVITA ESTATE 2014 MARINA DI SIBARI - CALABRIA

NOVITA ESTATE 2014 MARINA DI SIBARI - CALABRIA NOVITA ESTATE 2014 SOGGIORNO MULTISPORT BEST CAMP BASKET - VOLLEY - CALCIO MARINA DI SIBARI - CALABRIA Vacanze Sport Natura 08/17 anni PRESENTAZIONE Il più importante Soggiorno Multisportivo Estivo del

Dettagli

E QUI LA FESTA! SPORT, GIOVANI, SPETTACOLO E SOLIDARIETA 20 MAGGIO 2012 DALLE 14 CENTRO SPORTIVO TOTI

E QUI LA FESTA! SPORT, GIOVANI, SPETTACOLO E SOLIDARIETA 20 MAGGIO 2012 DALLE 14 CENTRO SPORTIVO TOTI IN CASO DI MALTEMPO, LA MANIFESTAZIONE VERRÁ POSTICIPATA A DOMENICA 27 MAGGIO (con possibili variazioni del programma) AD Cordani show-box Stampa: Arti Grafiche Grillo INFO: UFFICIO SPORT 02 91084630 WWW.COMUNE.PADERNO-DUGNANO.MI.IT

Dettagli

Prof. ANTONIO LOMBARDO nato a Marina di Gioiosa Ionica (RC) il 28.10.1946 CURRICULUM STUDIORUM (2000-2010)

Prof. ANTONIO LOMBARDO nato a Marina di Gioiosa Ionica (RC) il 28.10.1946 CURRICULUM STUDIORUM (2000-2010) Prof. ANTONIO LOMBARDO nato a Marina di Gioiosa Ionica (RC) il 28.10.1946 CURRICULUM STUDIORUM (2000-2010) Professore ordinario presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

CONFERENZA STAMPA GIOVEDI 09 MAGGIO 2013

CONFERENZA STAMPA GIOVEDI 09 MAGGIO 2013 XIX MEETING INTERNAZIONALE DI ATLETICA LEGGERA Città di Torino XIV MEMORIAL PRIMO NEBIOLO 08 GIUGNO 2013 Stadio Primo Nebiolo Parco Ruffini Torino ore 20.00 CONFERENZA STAMPA GIOVEDI 09 MAGGIO 2013 ore

Dettagli

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2015

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2015 Sei Bravo a Scuola di Calcio 2015 SOCIETA PARTECIPANTI - ZOLA PREDOSA VIA GESSO 26 - DOMENICA 24 maggio 2015 Il Settore Giovanile e Scolastico del Comitato Regionale Emilia Romagna si congratula per il

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

TROFEO delle PROVINCE 2016 U15 maschile/u14 femminile

TROFEO delle PROVINCE 2016 U15 maschile/u14 femminile TROFEO delle PROVINCE 2016 U15 maschile/u14 femminile ORGANIZZAZIONE: CR VENETO in collaborazione con CP ROVIGO Adria - Ariano nel Polesine - Badia Polesine Lendinara - Occhiobello - Porto Viro - Rosolina

Dettagli

PROGETTO AGON e PARTNERSHIP IVECO CUS TORINO

PROGETTO AGON e PARTNERSHIP IVECO CUS TORINO Il CUS Torino presenta PROGETTO AGON e PARTNERSHIP IVECO CUS TORINO Conferenza Stampa giovedì 20 marzo 2008 h. 11.30 Conference Room c/o Centro Polifunzionale Lungo Stura Lazio 15/19 Ufficio Stampa CUS

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi!

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi! A.S.D. Pallacanestro Piovese A.S.D. PALLACANESTRO P I O V E S E Fai canestro con Noi! La nostra storia La pallacanestro a Piove di Sacco conta oramai quasi 80 anni di presenza, essendosi avventurati i

Dettagli

Relazione: una giornata a Torino.

Relazione: una giornata a Torino. Relazione: una giornata a Torino. Martedì 2 febbraio 2016 noi alunni della classe 2 A del Liceo Economico Sociale Lagrangia di Vercelli siamo andati in quel che è il capoluogo della nostra regione, per

Dettagli

ANDREA DEVICENZI IL TRIATHLON

ANDREA DEVICENZI IL TRIATHLON ANDREA DEVICENZI ANDREA DEVICENZI: QUALCOSA PIÙ DI UN ATLETA All età di 17 anni per un incidente motociclistico il suo cuore si è fermato tre tentativi di rianimazione i primi due falliti al terzo tentativo

Dettagli

Stagione Agonistica 2011-2012

Stagione Agonistica 2011-2012 Stagione Agonistica 2011-2012 Un Saluto a Tutti, oggi non posso essere li con voi, sono impegnato nella Finale dell ATP di Basilea, poi le Gemelline... In bocca al lupo per il vostro progetto!! I ragazzi

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Joey Saputo. Stiamo lavorando per costruire basi solide per il presente ma anche per il futuro. Chiarman Bologna FC 1909. INTERVISTA 16 luglio 2015

Joey Saputo. Stiamo lavorando per costruire basi solide per il presente ma anche per il futuro. Chiarman Bologna FC 1909. INTERVISTA 16 luglio 2015 BOLOGNA FC 1909 Joey Saputo Chiarman Bologna FC 1909 Stiamo lavorando per costruire basi solide per il presente ma anche per il futuro INTERVISTA 16 luglio 2015 IL CALCIO ITALIANO Il calcio italiano

Dettagli

IL MINIBASKET in ITALIA :

IL MINIBASKET in ITALIA : IL MINIBASKET in ITALIA : l Emozione, la Scoperta e il Gioco. I primi intervento per l angolo tecnico del nostro sito li voglio prendere da una delle esperienze professionalmente più gratificanti della

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

1-6 Ottobre 2013 LO SPORT CONTRO LA VIOLENZA. a Yara Gambirasio

1-6 Ottobre 2013 LO SPORT CONTRO LA VIOLENZA. a Yara Gambirasio 1-6 Ottobre 2013 LO SPORT CONTRO LA VIOLENZA a Yara Gambirasio MILANO - 7 GIORNI DEDICATI Giovedì 26 Settembre - CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Martedì 1 Ottobre MARCIA CONTRO LA VIOLENZA Mercoledì

Dettagli

TROFEO DELLE PROVINCE 2015. 2 Memorial GIANFRANCO MAZZA

TROFEO DELLE PROVINCE 2015. 2 Memorial GIANFRANCO MAZZA Prot. n. 28/15/cqr Ai Oggetto: KINDERIADI - Trofeo delle Province 2015. 2 Memorial Gianfranco Mazza. Ai Bologna, 24 febbraio 2015 Presidenti dei Comitati Provinciali FIPAV Emilia Romagna Referente Tecnico

Dettagli

" Semilleros Italia 2014" (COPPA PIETRO LEONARDI ONLUS)

 Semilleros Italia 2014 (COPPA PIETRO LEONARDI ONLUS) " 2014" (COPPA PIETRO LEONARDI ONLUS) Sport, Cultura, Solidarietà: Valori da condividere Il progetto è un progetto nato lungo le strade di Lima, in Perù, con l obiettivo di coinvolgere i ragazzi e dimostrar

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Libriadi 2016 Autori ospiti

Libriadi 2016 Autori ospiti Libriadi 2016 Autori ospiti Concorso LOGO e MARATONINA DI LETTURA Nicoletta Costa Sono nata a Trieste nel 1953 e qui vivo e lavoro. A 12 anni ho illustrato il mio primo libro Il pesciolino piccolo, pubblicato

Dettagli

RAGGRUPPAMENTI INTERREGIONALI

RAGGRUPPAMENTI INTERREGIONALI RAGGRUPPAMENTI INTERREGIONALI SUD Avellino 26-27-28 Aprile 2013 NORD Torino 10-11-12 Maggio 2013 RAGGRUPPAMENTO SUD ABRUZZO CALABRIA CAMPANIA BASILICATA AVELLINO LAZIO MOLISE PUGLIA SICILIA RAGGRUPPAMENTO

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Sono giocatrici solitarie

Sono giocatrici solitarie ArtFamily - Fotolia.com IL SUCCESSO? NON SI PESA, MA SI VIVE Per il 72% delle professioniste coinvolte in un sondaggio di Mopi, è l equilibrio tra vita privata e carriera a misurare il grado di realizzazione

Dettagli